17APR2014
rubriche

Rassegna stampa estera

RUBRICA | di David Carretta Radio - 07:09. Durata: 19 min 50 sec

Player
Puntata di "Rassegna stampa estera" di giovedì 17 aprile 2014 condotta da David Carretta .

Tra gli argomenti discussi: Concorrenza, Corea Del Nord, Corte Penale Internazionale, Crisi, Enti Pubblici, Esteri, Genocidio, Governo, Guerra, Onu, Putin, Rassegna Stampa, Sicurezza, Stato, Sviluppo, Ucraina, Ue, Usa, Violenza.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 19 minuti.
07:09

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno resto datori di Radio Radicale giovedì diciassette aprile questo l'appuntamento con la rassegna dalla stampa internazionale a cura di David Carretta diversi temi di cui ci occuperemo quest'oggi partiremo
Dall'Italia dalle nomine annunciate questa settimana dal Governo per le grandi imprese
Pubbliche italiane ENI ENEL Finmeccanica Poste è positivo il giudizio del Financial Times che negli ultimi giorni aveva
Seguito questa vicenda da vicino il massacro della vecchia guardia italiana il titolo dell'editoriale
Di ieri Renzi ha fatto bene a portare il sangue fresco nelle imprese di Stato ci occuperemo poi di Ucraina lo faremo
Innanzitutto con le monde un'analisi di matrice go in vista dell'incontro che dovrebbe esserci oggi a Ginevra
Tra Stati Uniti Unione europea Russia Ucraina il primo nel quale i Ministri degli esteri di chi è Mosca si ritrovano faccia a faccia dall'inizio
Della crisi i calcoli imprevedibili di Putin il titolo di le Monde più che annettersi le regioni dell'Est il Cremlino cerca di indebolire il suo
Vicino creando di fatto un protettorato russo nell'Ucraina dell'est e del sud leggeremo anche un editoriale dal New York Times gioco di potere
Inutile Point un commento da e il mondo si deve evitare una guerra civile in Ucraina e per fare questo l'Europa deve
Essere dura con la diminuito Putin secondo il quotidiano spagnolo in chiusura
Accenneremo anche la Corea del Nord ricorderete forse ne avevamo parlato qualche settimana fa il rapporto della Commissione di inchiesta Kirby che denunciava
Crimini dell'umanità su ampia scala in Corea dell'orda questo rapporto sarà discusso questa settimana dal Consiglio di sicurezza dell'ONU Washington posti in un editoriale chiede
Che la questione venga deferita alla Corte penale internazionale i crimini contro l'umanità in Corea del Nord richiedono azione ma cominciamo dall'Italia e dalle
Nomine con il primo editoriale di ieri del Financial Times
Che aveva questo titolo quasi trionfante il massacro della vecchia guardia italiana Renzi ha fatto bene a portare sangue fresco nelle imprese di Stato
Il primo ministro scelto amministratori delegati dinamici che manifestamente non sono parte del cosiddetto sistema scrive il Tibet
Matteo Renzi arrivato il potere in Italia promettendo un ambizioso programma di riforme economiche per rilanciare la competitività del Paese il primo teste delle credenziali riformiste del nuovo Primo Ministro
C'è stato questa settimana quando annunciato chi avrebbe guidato le numerose imprese pubbliche
Italiane per decenni un'importante fonte di potere clientelare dei leader italiani
E derivata dalla possibilità di scegliere il management di gruppi come ENEL o Finmeccanica in molte di queste imprese il Governo ha una quota di controllo il diritto di scegliere amministratore delegato il Presidente
La questione che aveva di fronte Renzi era se agire con i suoi predecessori usando quelli che gli italiani che amano la lotteria delle nomine per concedere ricompensa dalle atti
Politici e imprenditoriali oppure se
Nominare manager competenti per riformare impresa spesso inefficienti e a suo credito
Renzi non ha messo la testa sotto la sabbia scrive forti
Per un certo numero di imprese ha scelto nuovi amministratori dinamici che manifestamente non vengono dalla vecchia guardia del corporativismo italiano
Siamo ancora dai primi giorni del suo mandato ma le scelte di Renzi sono un importante dimostrazione della sua volontà di portare cambiamento ovunque può
Le imprese controllate dallo Stato prosegue il quotidiano La siti giocano ancora un ruolo vitale nell'economia italiana tra impresa e nel Finmeccanica ENI hanno una capitalizzazione para un terzo
A quello della borsa altre come Poste italiane sono tra i più grandi datori di lavoro del Paese
Queste imprese sono particolarmente importanti in questo momento perché Renzi ha promesso di accelerare il processo di privatizzazioni
Processo che è vitale per ridurre le norme debito pubblico dell'Italia i piani di Finmeccanica sono di vendere i suoi atti assett ferroviari il Tesoro vuole cedere il quaranta per cento di poste per raccogliere dodici miliardi
Ma finché le privatizzazioni abbiano successo le imprese devono avere manager competenti e in molti casi
Così è stato con le nomine di Renzi in particolare secondo effetti con la scelta di Francesco Starace per ENEL e Francesco Caio per
Poste ma Renzi ha dimostrato tempra riformista anche
In altri modi con altre scelte all'ENI all'ENI ha rimosso Paolo Scaroni dopo tre mandati consecutivi come amministratore
Delegato rigettando le pressioni
Degli alleati di Scaroni che volevano tenerlo come presidente senza poteri esecutivi
Vista la cultura conservatrice in Italia colpisce anche il fatto che Renzi abbia scelto tre donne per presiedere i consigli di amministrazione di ENI ENEL e Poste certo meglio non spingersi fino a giudicare un Primo Ministro a soli due mesi dall'inizio del suo mandato Renzi ha di fronte a sé è un compito immenso se vuole
Rilanciare i tassi di crescita dell'Italia deve promuovere riforme politiche economiche del mercato del lavoro
Se il suo dinamismo personale in dubbio rimane un Primo Ministro non eletto che non ha una solida base per riformare
Non ci si deve nemmeno fare illusioni su quanto difficile sarà il compito di riformare le molte imprese controllate dallo Stato
La vendita di Poste Fincantieri avviata ma il bilancio dell'Italia in termini di privatizzazioni molto ambiguo è impossibile dimenticare
Il fatto che un altro Governo pro riforme quello di Enrico Letta aveva cercato di salvare l'Italia dal collasso spingendo poste a investire nella compagnia aerea
Questo il tipo di
Abuso uso sbagliato delle imprese di Stato che deve
Finire se Lenzi vuole dimostrare vera tempra riformatrice detto questo però essenziale che i nuovi leader diano un segnale sulla direzione verso cui intendono navigare
Per questo punto di vista con le nomine Renzi ha chiaramente superato il primo scoglio ora deve prepararsi al prossimo così
Il Financial Times a proposito della massacro della vecchia guardia
Italiana come l'ha definita nel titolo veniamo all'Ucraina alla crisi in corso da diverse settimane l'ultima escalation pochi giorni fa le Monde
La legge così in vista della riunione che ci sarà oggi a Ginevra tra
Dovrebbe esserci oggi a Ginevra tra Russia Stati Uniti Unione europea Ucraina i calcoli imprevedibili di Putin più che annettersi
Le regioni dell'Est il Cremlino cerca di indebolire il suo vicino spingendolo alla federalizzazione scrive
Ma vi prego di le Monde una volta terminata l'annessione della Crimea una nuova realtà si sta disegnando all'estero sud dell'Ucraina dove un movimento separatista spalleggiato dalle forze russe
Sta guadagnando terreno da Donetsk che sulla frontiera ucraino russa a Marin Paul sul mare diate Zoff
Nel momento in cui queste Regioni sfuggono ogni giorno di più all'Autorità di Kiev le cancellerie occidentali si interrogano su cosa
Voglia davvero Putin controllare indebolire oppure spezzettare l'Ucraina
Lo scenario all'opera lungo la frontiera russa ucraina ricorda la campagna di Crimea la ma non più utilizzata è la stessa
Compaiono militari ben armati senza insegne vengono proclamate Repubbliche popolari ci sono appelli a referendum in vista di una missione da parte della Russia
Ciò che accade attualmente nell'est dell'Ucraina offre alcune similitudini con la presa della Crimea ma in realtà la situazione molto diversa secondo una fonte russa vicino ad ambienti diplomatici
Entrare militarmente spiegata questa fonte sarebbe un rischio troppo grosso per la Russia inoltre a mettersi le regioni dell'Est del sud l'Ucraina
Sarebbe una fardello considerevole per il Bilancio
Per lo Stato russo è la ragione per cui è meglio federali bizzarre
Esercitare un protettorato puntare sulla decomposizione dell'Ucraina
Questa seconda tappa della crisi Ucraina lascia perplessi diplomatici occidentali secondo le Monde che sono costretti a chiedersi quale sarà il prossimo colpo del padrone del Cremlino
Alcuni si chiedono se lo stesso Putin ampio sappia davvero quale sarà il suo prossimo passo secondo la fonte russa
Putin e ostaggio della sua propaganda e questa macchina un'arma molto
P temibile del cannone perché una volta lanciata impossibile fermarla i falchi Bonino sempre di più i separatisti le brigate di autodifesa contano sul sostegno Russo insomma
è difficile dire ciò che accadrà invece della missione pura e semplice dell'Ucraina orientale troppo carica di conseguenze
La Russia secondo le Monde cerca di consolidare le sue posizioni in vista della riunione prevista per oggi a Ginevra
Limitata per il momento a un timida presa di posizione sul terreno l'operazione lanciata dal Governo ucraino per riprendere il controllo delle statine sorvegliata da vicino che la diplomazia di Mosca
Nel caso in cui militari ucraini ricorressero la forza per sloggiare gli insorti dai palazzi governativi la sede della Russia rimarrebbe vuota a Ginevra ma il punto è un altro e cioè che gli strateghi del Cremlino intendono usare Ginevra
Per spingere la loro agenda pronti a presentare le autorità di chi è come incapaci di risolvere
La crisi cercheranno di imporre l'idea di una federalizzazione del Paese e di esigere la garanzia che l'Ucraina non aderirà mai alla NATO
Per questo non hanno bisogno di fare intervenire i blindati gli elicotteri ammassati alle frontiera basta mostrare i denti e mantenere la pressione sui partner occidentali l'obiettivo ultimo e di rendere il Paese ingovernabile fino a quando
Non sarà amministrato secondo la volontà russa rientra in questa strategia
Anche
La destabilizzazione volta rendere impossibile la tenuta delle elezioni presidenziali Ucraina il venticinque maggio
L'elezione di un presidente ucraino legittimato dalle urne franerebbe le ambizioni geopolitiche di Putin pronto tutto per costruire la sua Unione ora asiatica al progetto faro
Del suo terzo mandato per il momento tutto va secondo i piani di Mosca incoraggiato dalla debolezza occidentale scrive le Monde Putin si sente libero di muoversi come gli pare
Giocando con una lunghezza di vantaggio sui suoi partner occidentali incapaci di affrontare la nuova realtà quella di un élite russa di nuovo tentata dall'ambizione di ricostruire l'impero anche a costo di uno scontro con l'Occidente
La nuova dottrina di politica estera del Cremlino si fonda su due pilastri che sono stati esposti da Putin nel suo discorso
Del diciotto marzo quando ha annunciato ufficialmente l'annessione della Crimea
Innanzitutto Putin si pone in protettore dei russi dei russi Sofocle ovunque siano e poi l'ex colonnello del KGB intende
Lavare l'umiliazione della disintegrazione dell'Unione Sovietica la Siria è stata la prima tappa di questo grande ritorno della Russia sulla scena mondiale l'Ucraina e la seconda
Non resta che chiedersi quale sarà
Il seguito conclude ma riceve go su le Monde
Di oggi sogni Ortenzi invece c'è un editoriale dal titolo il gioco di potere di Putin scrive il quotidiano liberal di New York e quando il Presidente russo
Parla di ciò che sta accadendo in Ucraina in questi giorni è come se si guardasse allo specchio come se parlasse di se stesso
Vede fascisti e nazionalistiche Governo allochi Air anche se la Crimea ad essere stata annessa in nome della grande Russia
Dice che i russi sono minacciati nell'est l'Ucraina anche se la Russia a dirigere i secessionisti che occupano palazzi governativi armi in mano
Chiede al Presidente Obama di usare la sua influenza per prevenire l'uso che la forza in Ucraina anche se lui ad avere quaranta mila soldati alla frontiera
Questa versione dei fatti il tipico esempio di propaganda sovietica quando le altre fonti di informazioni vengono messe sotto silenzio come nel caso Russo la versione può anche passare per un po'ma nessuno fuori dalla Russia si è lasciato convincere scrive il New York Times
Ciò che vede il mondo è un gioco di potere vergognoso altamente pericoloso il rapporto dell'Alto Commissariato dei diritti umani dell'ONU dice che le notizie ampiamente esagerate delle persecuzioni delle comunità russe da parte
Degli estremisti nazionalisti ucraine sono stati usati in modo sistematico per creare un clima di paura insicurezza in Crimea ed ora lo stesso sta accadendo in Ucraina dell'est dove si dice sionisti russi si sono impossessati di interi arsenali
Rendendo così il rischio di un bagno di sangue particolarmente concreto e allarmante l'obiettivo di Putin o per il New York Times potrebbe essere di portare l'attenzione è un livello tale
Da costringere
Le autorità ucraine i loro sostenitori americani ed europei a dare il loro accordo alla proposta del Russia di fare dell'Ucraina un Paese frammentato
In cui la stessa Russia abbia un'influenza considerevole sulle regioni industrializzate del sud dell'est Mosca spingerà la sua agenda né i negoziati di oggi a Ginevra con i Ministri degli esteri di Ucraina Stati Uniti Unione europea
L'Ucraina escluso la possibilità di discutere una riorganizzazione dello Stato malgoverno di chi avrà detto dire anche di essere pronto devolvere alcuni poteri alle Regioni garantire i diritti linguistici dei russi
Americani europei per parte loro devono dire chiaramente secondo il mio al Times che non accetteranno un tentativo di partizione dell'Ucraina tra est e ovest
Affinché la loro posizione abbia un peso di partner transatlantici devono arrivare a Ginevra pronti a essere duri con la Russia
Washington e Bruxelles sono consapevoli che il tempo delle sanzioni simboliche terminato questo non significa che l'Occidente
Debba fissare linee rosse ma se la Russia non ritirerà le sue forze dalla frontiera e non smetterà di incitare i secessionisti nell'Ucraina dell'est
Stati Uniti e europei e in particolare gli europei che hanno legami economici molto più profondi con la Russia degli Stati Uniti
Devono trovare un chiaro consenso su un nuovo livello di sanzioni queste sanzioni devono includere
Misure punitive commerciali e finanziarie che saranno costose anche per gli occidentali
Ma imperativo che Putin capisca che dall'altra parte c'è un fronte unito così la vede il New York Times peccato che gli europei
Non siano così uniti l'Italia è tra i paesi che frena di più quanto la prospettiva di passare la cosiddetta fase tre delle
Sanzioni e a parlare delle divisioni europea incitare all'unità
E anche El Mundo quotidiano spagnolo in un editoriale dal titolo si deve evitare una guerra civile in Ucraina alla vigilia della riunione quattro di Ginevra del Governo di chi aveva reagito con determinazione di fronte alla sfida
Separatista lanciate in varie città dell'Est del Paese
Il Presidente ad interim Alexander Turci non va giustificato l'operazione speciale antiterrorista con la necessità di garantire l'integrità territoriale evitare una guerra civile che farebbe gli interessi solo di Putin
In questa situazione l'Unione europea deve essere altrettanto schietta nella sua risposta a questa nuova provocazione della Russia perché il vero obiettivo di Putin è di non consentire la tenuta di libere elezioni venticinque maggio
L'ONU a anche smentito l'argomento Russo secondo cui le minoranze russe in Ucraina subiscono abusi sistematici
è solo un'invenzione per giustificare l'ammissione di una parte del territorio ucraino la compiacenza con cui gli Stati Uniti si sono mossi in tutta questa crisi deve essere compensata da una posizione forte ed unità dall'Unione europea
Unione europea che deve dimostrare in un crescente clima euroscettico che l'Europa primo è in grado di avere una politica estera e di difesa comune
E secondo che non consentirà alla Russia di continuare con la sua politica del fatto compiuto così
Il mondo in questo editoriale per chiudere invece ne vogliamo occuparci di Corea del Nord
E DD dei crimini contro l'umanità in Corea del Nord che richiedono azione questo il titolo di un editoriale di ieri del Washington post
Che commenta una riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU che si terrà questa settimana un incontro informale sul rapporto le raccomandazioni della Commissione d'inchiesta
Sulle violazioni dei diritti umani in Corea del Nord una delle inchieste più significative e illuminanti sulla depravazione umana degli ultimi anni
Ora che la Commissione ha ha mirabilmente gettato luce sulle violazioni il Consiglio di sicurezza non deve essere compiacente ma deve considerare la possibilità di deferire la questione alla Corte penale internazionale
Per sospetti crimini contro l'umanità mai col Kirby l'ex giudice dell'Alta Corte vostra Agliana che ha guidato l'inchiesta preparato il rapporto con
Il massimo di lucidità secondo la Commissione in Corea del Nord sono stati commessi crimini contro l'umanità sulla base di decisioni assunte a livello più alto dello Stato
Tra questi lo sterminio l'omicidio la schiavitù la prigione lo stupro l'aborto forzato altre violenze sessuali le persecuzioni per ragioni politiche religiose razziali e di genere
Il trasferimento forzato di popolazioni la scomparsa di persone atti inumani volti a causare consapevolmente una Carasta carestia
Prolungata il problema qual è che anche la Cina viene preso di mira nel rapporto perché rimpatri in modo forzato i rifugiati che fuggono dalla Corea del Nord inoltre Pechino il grande protettore
Di Pyongyang metterà sicuramente un detto a una possibile azione del Consiglio
Di sicurezza meglio però andare al voto perché questo dimostrerebbe al mondo che la Cina protegge gli architetti di questi crimini contro l'umanità
Chi l'abbia detto poi che ci sono metodi alternativi per garantire giustizia come una Commissione di Verità e riconciliazione sul modello del Sudafrica un tribunale internazionalizzato come in Cambogia uno ad hoc come il Ruanda
Il modo più diretto efficace ha detto Kirby però e la Corte penale internazionale se non è possibile è necessario trovare altri meccanismi
Perché qual è il punto la realtà nordcoreana richiede azione così Washington post non ci fermiamo alla David Carretta una buona giornata l'ascolto di Radio Radicale