17APR2014
intervista

Il Comune di Missanello aderisce al Satyagraha Radicale: Intervista al Sindaco di Missanello Senatro Vivoli

INTERVISTA | di Maurizio Bolognetti Missanello - 00:00. Durata: 5 min 57 sec

Player
La Giunta comunale di Missanello, su proposta dell'Associazione Radicali Lucani, ha approvato all'unanimità una delibera di sostegno al Satyagraha radicale e all'iniziativa "Abbiamo contato gli anni, ora contiamo i giorni".

Tra gli impegni assunti quello di inviare il testo approvato al Presidente del Consiglio e ai Presidenti di Camera e Senato.

"Il Comune di Missanello aderisce al Satyagraha Radicale: Intervista al Sindaco di Missanello Senatro Vivoli" realizzata da Maurizio Bolognetti con Senatro Vivoli (sindaco di Missanello, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata giovedì
17 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Carcere, Comuni, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Digiuno, Diritti Umani, Emergenza, Giustizia, Missanello, Nonviolenza, Radicali Italiani.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale torniamo ad occuparci del
Iniziativa non violenta in corso versa chiederà
Radicale e di questa appello denominato
Abbiamo contato gli anni ora contiamo i giorni e lo facciamo con il Sindaco di messa nello se non altro Vivoli
Sindaco buongiorno buongiorno a lei e a tutti i dati d'ascolto attore di Radio Radicale
E allora adesso veniamo a questa delibera approvata dalla dalla Giunta comunale dimessa nello
Come sai tra
Poco più di quaranta giorni tra quaranta giorni scade il l'ultimatum di fattori volto all'Italia dalla Corte europea dei diritti dell'uomo
Eric ci chiedono di rimuovere le cause strutturali e sistemi che del sovraffollamento
Carcerario che
Si traducono in una violazione dell'articolo tre della Convenzione europea dei diritti dell'uomo cioè in trattamenti inumani e degradanti
Poi su questo avete
Adottato una delibera esatto si poi proprio ieri la Giunta comunale a adottato all'unanimità questa mozione di adesione all'appello promosso dal Partito radicale
Leggo proprio virtualmente Partito Radicale Nonviolento transnazionale entrando spartito l'appello porta il titolo abbiamo contato dieci anni adesso contiamo grigio
Giustamente il giorno ventotto maggio quindi poco più di un mese e il termine ultimo fissato per l'Italia dalla Corte europea dei diritti dell'uomo
Per porre fine a alla tortura proprio così tortura praticata nei confronti di questi detenuti ristrette nelle nostre carceri
Quando diciamo tortura noi dobbiamo semplicemente pensare a un atto fisico violento come possa essere un pugno o qualche altra regione
Ma già il fatto
Che un uomo deve condividere pochi metri quadrati di una German conosciuta sporca fatiscente
In condizioni igienico-sanitarie sta come scelta come nel mondo forse nel mille seicento mille settecento
Dividere condividerla con altri sei sette persone questo dipende veramente un atto di violenza non solo al fisico ma soprattutto alla struttura mentale cerebrale di un individuo
Questo va permanente condannato e spero che la Corte di giustizia europea possa prendere insoluti provvedimenti contro questa barbarie
Dire il vero c'è da sperare che il Parlamento italiano prenda i dovuti provvedimenti magari ascoltando quello che lo stesso Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ritenuto di dover comunicare alle Camere
E sottolineando che noi abbiamo
Lo un l'un obbligo l'obbligo di interrompere quella che una flagranza di reato in corso
Ma
Non solo la questione carceri Conte ne abbiamo parlato ne abbiamo parlato nel corso della campagna referendaria ma anche
Quella che la situazione di bancarotta dell'amministrazione la giustizia in questo Paese che si traduce
Poi anche se nell'allocazione di un articolo dalla Convenzione europea dei diritti e l'uomo oltre che della nostra Costituzione la bomba ragionevole durata dei processi
Che sono gravi fatti nella storia italiana di ingiustizie è inutile che cito
Quelle che forse il caso oscuri trattante ed emblematico dei la buonanima Enzo Tortora
Ecco noi non ce lo dobbiamo rivendicare qui è stato un martire un patto e che comunque la sofferenza l'hanno portato come dire ad abbreviare quelle che è stato la sua vita terrena
Perché il tumore che ho dovuto subire durante quegli anni non lo so lo auguriamo a nessuno su questa terra
Ed ecco perché la giustizia italiana dobbiamo sfatare certi tabù è necessaria che venga come dire resta più moderno più attuale più snella e soprattutto
Diciamo certi privilegi ecco su alcune categorie vadano
Come dire un po'rimase
E vadano circoscritta a quelle che sono negli ambiti propri della competenza
Per fortuna non abbiamo tanti giudici perbene persona perbene che fanno il loro dovere onestamente e nel silenzio che la cosa più importante tenta
Da essere continuamente sotto i riflettori delle televisioni o dei mass media
Sentiva tua a suo tempo ai insulto scritto immagino il Guideri il cui il quei quesiti referendari denominati referendum Tortora quello sul sulla responsabilità civile dei magistrati
O meglio diciamo che la volontà popolare è stata tradita perché referendum volo vigente altro non
Da fare
Forte sostegno
C'è la volontà popolare poi progettato un seguito a quelle che era
Ecco proprio il polvere dal popolo sovrano grazie al Sindaco di Miss anello Senato vivo lì
Vi a risentirci presto io ringrazio agli ascoltatori il Partito radicale che ci fa promotore sembra che queste grandi battaglie sociali che per
Però un po'tu
Tratta la logica era di quelle che sono le popolazione non solo dell'Italia dell'Europa
Va veramente pronto nazionale