17APR2014
rubriche

Speciale Giustizia

RUBRICA | di Massimo Bordin RADIO - 21:04. Durata: 2 ore 3 min

Player
Udienza dell'11 aprile 2014 del processo per l'omicidio di Mauro Rostagno.

Prima parte della requisitoria del P.

M.

Gaetano Paci.

Puntata di "Speciale Giustizia" di giovedì 17 aprile 2014 , condotta da Massimo Bordin .

Tra gli argomenti discussi: Comunita' Terapeutiche, Cosa Nostra, Criminalita', Diritto, Droga, Giornalisti, Giustizia, Mafia, Mazzara, Politica, Rostagno, Tossicodipendenti, Trapani, Virga.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 2 ore e 3 minuti.
21:04

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale Cocea l'appuntamento con lo speciale giustizia e questa sera iniziamo
A ad occuparci di una
A
Di un documento che sarà lungo perché sono diverse ore non è ancora finita
Di di documentazione
Che però riguarda la fase finale di un processo che abbiamo seguito da quando esso iniziato diversi anni fa
è durato sessantasette udienze sono stati ascoltati centosessantasette testi si sono
Confrontate numerose perizie
è il processo per l'omicidio di Mauro Rostagno
Una storia
Mai antica si potrebbe dire è
è passato un quarto di secolo anzi un anno in più ventisei anni
Da quando nel fine di settembre del mille novecentottantotto
Mentre tornava dalla televisione
Trapanese nella quale
Lavorava con me prima firma barra eticamente inchieste lista di puntare sposarvi né nel notiziario col man
Rostagno tornava nella
Al comunità di recupero per tossicodipendenti nella quale passava un'altra parte della sua giornata sempre più piccola per la verità perché lo assorbiva molto il lavoro
Di giornalista
Insieme ad una ospite di quella comunità
Che Rostagno utilizzava nel lavoro corre in funzione di anche recupero riadattamento sociale appassito perché intanto di fare appassionare a turno i giovani ospiti della comunità a un mestiere peraltro affascinante
E nel caso specifico era una ragazza che sostituiva come redattrice aiuto di Rostagno altri ragazzi che erano stati
Espulsi dalla comunità perché avevano per la verità ripreso a usare sostanze stupefacenti
Quindi dove lo stagno in nel momento in cui viene ucciso e diciamo coinvolto in due esperienze entrambi molto coinvolgenti da un lato
L'operatore psicologico sanitario l'educatore in urna comunità Biber Talia per molti versi
Di recupero dalla tossicodipendenza e dall'altro giornalista di denuncia in una città come Trapani dove la mafia ha sempre avuto una sua forse
Più che nel capoluogo nei paesi vicini basti pensare che oggi quello che viene ritenuto
Il capo della di Cosa Nostra siciliana
è Matteo Messina Denaro di Castelvetrano grosso
Il grosso paese della vicino Trapani
Quindi insomma una realtà nella quale storicamente
Indici stata la presenza mafiosa fin dall'Ottocento basti pensare I Bonanno ehi ehi e hai Manganino che partendo
Dalla da Castellammare del Golfo hanno portato di fatto la mafia in America quindi
Di di queste di quella realtà si tratta una realtà però molto meno vivace e di di Palermo anche dal punto di vista della antimafia che
Naturalmente scema in realtà non ha non aveva soprattutto nel mille novecentottantotto le punte che invece già a Palermo si si vedevano di reazione
Rostagno quindi era una novità assoluta per una
In una realtà
Gravemente inquinare
L'omicidio avviene a poche centinaia di metri dalla comunità Rostagno sta tornando in macchina non ha grandi marchi nello stagno e una ad una figlia atto del di proprietà della comunità per la verità
Anche le macchine hanno la loro importanza a danno dei dettagli
Lo stadio si muoveva con una dura guardo dalla comunità che era un po'fuori Trapani andava alla televisione dove lavorava
Il guru della comunità Cardella aveva parcheggiato lì una Bentley
Con la quale girava per Trapani quando era in sede ma spesso era mila hanno spesso era all'estero insomma due personaggi molto diversi però in qualche modo legati
Fino a un certo punto però perché proprio in quel periodo sceglierà la strada anche una rottura un
Una un litigio fra fra i due tutto questo complicherà terribilmente leggo se dal punto di vista dei momenti ci sarà chi è andato alla ricerca ci sarà chi andrà alla ricerca di un movente interno
Che si concretizzerà però già molto dopo il delitto con una serie di arresti che riguarderanno anche la compagna di Mauro Rostagno Chicca Roveri
Si rivelerà questa inchiesta della Procura di tirare Bari un gigantesco buco nell'acqua e non porterà da nessuna parte
Chi vi è stato arrestato fra alcuni dove li verrà rilasciato e e poi inchiesta rimane a lungo senza senza alcuna senza alcun esito finché
Ci si accorge che e la cosa più elementare che doveva essere fatta subito INU delitto del genere cioè una perizia balistica
Sul
Sui proiettili e sui bossoli naturalmente e o anche sui proiettili e sui resti di un fucile che evidentissimamente era esploso
Mentre si compiva i
Delitto Rostagno
Non era stata fatta
Ed è la direzione distrettuale antimafia di Palermo competente per la
Vicenda del caso ci fosse seguita la pista mafiosa che invece la Procura di Trapani si guarda bene dall'in bocca
Dispone e nella bellissima da un
Risultato
E che l'esplosione di quel proiettile è dovuto a un caricamento estremo della cartuccia
E il caricamento estremo della virtus può essere sì o un errore banali ma può essere anche una firma
E la firma e
Di un killer di mafia Mazara
Campione di tiro al volo
Esperto di ieri
Che e tanto esperto che
Caricarli cartucce in modo sovrappormi Dante perché calcola così
Di ritirare
La di dare la rigatura alla alla canna e accusatoria elettive in modo sempre diverso così essendo un killer che ha fatto più di un omicidio
Non potranno mai essere fatte operazioni comparative fra i colpi esplosi da in un omicidio con questi esposti in un altro omicidio
è una tecnica che ha alle sue le sue controindicazioni ma porta diritti proprio alla sua firma
Perché in realtà altri processi avevano già evidenziato questa caratteristica di questo personaggio che è il killer di fiducia diciamo così
Del capomafia di Trapani PD quello che è stato condannato per essere il capo di Cosa nostra per la Provincia di Trapani Virga
Un uomo d'affari che molti negozi presi
E che però poi userà o in itinere come mezzo era per dirimere alcune questioni interni all'organizzazione o esterne come nel caso di illustrare
Su questa base su indicazione del procuratore aggiunto Antonio Ingroia parte l'inchiesta
Senonché
L'inchiesta comincia popolar sì di altre piste
Da un lato quella interna che qualcuno ama non abbandonare dall'altro tutto una serie di personaggi che fanno a raccontare storie complicatissime in una realtà che in effetti semplice non è c'è una loggia massonica Trapani
Sulla quale aveva indagato anche lo stagno ma sulla quale c'era stata anche un'indagine della Procura ed erano usciti commistioni fra mafia politica e massoneria
C'è una serie di Gladio che poi cambiate in indiviso e diventa una stazione che si occupa di
Di antimafia ma non si capisce mai bene in che termini ma c'è anche il sospetto che quella base proprio sia servita
Per i misteriosi voli aerei che forse
Nascondevano un traffico d'armi gestito dei servizi forse con i mafiosi Vattelapesca
E allora si comincia a parlare di una cassetta VHS che illustra il mio avere teneva sul tavolo cosa scena in cui la cassetta non si saprà mai
Ma qualche teste dice no c'erano proprio le foto lei hai firmato anzi
Di un aereo che decollava o e poi di un altro che atterrava con delle casse di armi
E allora arriva la pista del traffico d'armi Gladio la Somalia
Una serie di vicende che finiscono per
Come dire sopra abbondare idealmente così da coprire la pista mafioso la mafia a un certo punto diventa un dettaglio
Addirittura
Il
Procuratore Aggiunto Ingroia dichiarare ai giornalisti Lo Bianco Idris in fondo l'omicidio Rostagno è solo un segmento di questa storia
E così e la morte di lo stagno viene retrocesso fissione illustrarvi viene retrocesso assiduamente
Di una faccenda complicatissima che poi non riesce a trovare a trovare la minima conferito
C'è chi si è affezionato a questo modo di
Affrontare il delitto Rostagno per fortuna non ci sia affezionato la Direzione distrettuale antimafia
Quando comincia la sua requisitoria che verrà affrontata dentro i mezzi pubblici ministeri il pubblico ministero Gaetano Paci tiene a dire
Noi vogliamo confutare la tesi
Che la scelta della Procura di portare sul banco degli imputati Witz Virga e Mazara
Non è affatto la soluzione come qualcuno ha scritto più comoda e indolore e una letterale citazione di un articolo di vizio Lo Bianco
In realtà si toccano tutti inutili dei traffici di Trapani ma ammazzare Rostagno è stata Cosa Nostra e Cosa Nostra deve stare sul banco degli imputati col suo capo e il suo principale killer
Questo il punto e su questo va dato atto alla Procura di avere tenuto alla procura antimafia di avere
Tenuto la barra dritta malgrado poi tutti quei testimoni siano sfilati nel corso
Del processo li avete sentiti in questi anni
E allora cominciamo proprio con questa dichiarazione di intenti del PM Gaetano Paci che poi nella prima parte della requisitoria mostra la scena del delitto dal momento in cui lo straniero e morì che ha sede a partono la durata del riguadagnare la comunicasse Manna dalla sede della televisione
Trapanese nella quale lavoravano e vere
La la macchina di Rostagno un certo punto quasi Giunta a a destinazione viene inseguita da un'altra macchina una FIAT Uno che poi verrà ritrovata bruciate
Viene fatta oggetto di colpi di arma da fuoco e poi lo stagno finito con il classico colpo di grazia nel frattempo la
L'altro occupante della macchine rannicchiata neri nel sedile affianco sotto al sedile affianco sul tappetino praticamente
Della al posto del passeggero della duna davanti
Questa questa la storia del di questi momenti perché la la scena del delitto
Da subito mostra una serie di indizi
Che però i carabinieri che arrivano sulla base di una telefonata e vede primi sul posto valorizzano molto relativamente vedremo perché
Neve conclusioni quando uscì fermeremo dopo avere ascoltato per
Circa due ore la prima parte della requisitoria
Della dottor Gaetano Paci Sostituto procuratore della DDA palermitana al signor Presidente
Signor Consigliere
Allargherebbe signori giudici popolari
Eh signori avvocati delle difese degli imputati e delle parti civili
Oggi
Per certi versi può essere col
No una data storica per la vicenda che riguarda l'omicidio di Mauro Rostagno
Perché a ventisei anni di distanza dalla sua Commissione
Dopo tante indagini e diversi procedimenti
Nel corso delle sessantasette udienze di questo processo
Durante le quali sono state discusse centoquarantaquattro persone tra testimoni ufficiali di polizia giudiziaria e collaboratori di giustizia
Sono state svolte quattro perizia balistica viaria genetica e merceologica e sono stati acquisiti tantissimi documenti
Sono stati finalmente ripercorsi tutti i temi
Che nel corso di questi anni erano via via affiorati
Ma se ne sono aggiunti peraltro altri che nel frattempo o
Sono emersi proprio in questo processo e perciò riteniamo che sia stato compiuto il più grande sforzo di approfondimento possibile su questa vicenda
Di questo dobbiamo essere perciò
Preliminarmente tutti grati allo straordinario lavoro svolto dalla Corte che con grande equilibrio e determinazione ha condotto il processo e tutte le parti verso questo essi
E ciò indipendentemente da quella che sarà
La decisione finale che la Corte riterrà di dover su
Il processo che si è celebrato innanzi a questa Corte
Ha dovuto inevitabilmente rivisitare e riesaminare in una parola processare le indagini che si sono svolte in questi anni
Iniziando ricostruire gli ha l'ambiente gli orientamenti e gli atteggiamenti che si manifestavano all'interno di questo palazzo di giustizia all'epoca del delitto
Ma anche nel contesto degli apparati investigativi
Perché operavano a stretto contatto con la magistratura dell'epoca ma anche ancora con riferimento alla realtà sociale criminale di Trapani e sul ruolo che mi aveva il più importante protagonista
Della vita economica politica e sociale dell'epoca
Ossia Cosa nostra
Sono così emerse insufficienze investigative sottovalutazioni inspiegabile omissioni o mio figlio
Che ancora oggi paghiamo care in questo processo ma anche orientamenti di pensiero di taluni rappresentanti istituzionali dell'epoca naturalmente adesivi verso cosa nostra
Il processo dovute inevitabilmente ricostruire il contesto istituzionale sociale giornalistico della Trapani dell'epoca
Perché in questo contesto che si è consumato l'omicidio di Mauro Rostagno
E allora il processo
Che si è celebrato innanzi a voi ha restituito in questo contesto lo splendore della figura umana
Ed intellettuale di Mauro Rostagno così come già era emersa ventisei anni fa al momento del suo omicidio
Durante i quali in questi ventisei anni ogni aspetto della sua vita pubblica è privato
è stato scandagliato in tutte le direzioni
Ed è emersa una personalità poliedrica
Indefinibile perché è perennemente controcorrente capace di imprimere alla sua esistenza e a quella delle persone che amava scelte radicali in nome di forte di forti ed irresistibili tensioni ideali
Dalla contestazione studentesca del sessantotto alla militanza nel movimento Lotta continua
Dall'abbandono della lotta politica a difesa del sottoproletariato urbano e dei senza tetto dei quartieri malformati di Palermo al trasferimento in India presso una comunità e spirituale
Nuovamente al ritorno in Italia nel mille novecentottantuno e alla decisione di fondare al Mensi una comunità di ispirazione spirituale che diventerà subito dopo una comunità terapeutica per il recupero dei tossicodipendenti
Dove a partire dal mille novecentottantasei aveva iniziato l'attività giornalistica presso TRN come prosecuzione il suo lavoro sociale e terapeutico
Per dirla con le parole delle persone che lo avevano conosciuto da più tempo
è tra queste Renato Curcio che è stato discusso da questa Corte il sette di novembre del due mila undici e che lo aveva conosciuto già a partire dal mille novecento o sessantadue
A Trento dove entrambi
Frequentavano il costo di Sociologia e con il quale avevano fondato il movimento anti autoritario trentino
Mauro Rostagno è stata una figura del sessantotto europeo una figura della nascente Sociologia qualitativa italiana che voleva guardare in una maniera diversa
Una figura che ha attraversato campi e terreni politici e personali talmente differenziati tra di loro
Da costituire mondi simbolici mondi dissenso completamente diversi che non possiamo contrapporre e non possiamo neanche dire che Mauro fosse uno solo di questi mondi o è stato primo mondo oppure è stato un altro no
Mauro è stato tutti questi mondi assieme
Aggiunge Curcio
Che con Rostagno intrattenne un fitto carteggio durante la sua carcerazione che negli ultimi tempi abbiamo notato una discontinuità
Da un approccio terapeutico in senso stretto passo ad un approccio diciamo così sociale un approccio forse diciamo di intervento sociale
Ecco perché conclude Curcio nel suo appassionato e autentico ricordo personale una persona così complessa come Mauro non può morire per un motivo troppo banale
Aggiungendo anche io non sono interessato a sapere che ha ucciso Mauro Rostagno vorrei forse che fosse molto chiaro questo
Io ho un totale disinteresse rispetto a chi lo ha ucciso non ho questo interesse o un altro interesse o l'interesse della trasparenza sulla sua morte che è un'altra cosa
Io penso che il morire in pace sia morire diciamo nella trasparenza
Poi ognuno darà il suo giudizio io non sono un uomo di giudizio su questo terreno perché è morto Mauro mi interessa per restituire amavo la sua vita e la sua
Ed è con queste parole quindi che ci avviamo a riconsiderare gli elementi emersi nell'istruttoria di questo processo partendo intanto dalle persone che
Per ragioni professionali stavano più a contatto
Quotidianamente con Mauro Rostagno e allora è necessario ricordare le parole del sociologo Umberto Santino sentito all'udienza
Del ventinove giugno del due mila undici tackle Rostagno aveva condiviso la stagione di lotte politiche sociali nella Palermo degli anni Settanta
Avevo esternato al Mauro il pericolo per la sua attività giornalistica in considerazione degli argomenti mafiosi trattati in quel periodo in particolare
Il traffico di droga il traffico di armi il riciclaggio per la proliferazione degli sportelli bancari e rapporti mafia e massoneria nella Provincia di Trapani
Che era una città appiattita assopita che Mauro stava risvegliando
Nessuno sino a quel momento aveva svolto attività giornalistica così penetrante come quella di Rostagno esercitando tale attività giornalistica aveva riacquisito con la sua dimensione militante
La sua dimensione militante
Rostagno adottava il mondo della controinformazione ovvero ricercava fonti alternative e diverse da quelle ufficiali
Rivelando vicende delicate e per tale ragione lo avevo avvisato dal rischio di strumentalizzazione delle informazioni ricevute
Questo tratto era peraltro profondamente radicato nei suoi più stretti collaboratori Rocco Messina sentito all'udienza del trentuno
Gennaio due mila otto tecnico di eretici le inchieste giornalistiche di Rostagno costituivano una rivoluzione
Notare il linguaggio una rivoluzione nel contesto sociale trapanese Salvatore Vassallo udienza venticinque maggio due mila undici che colgono stagna va collaborato sino al trentuno giugno due mila mille novecentottantotto
L'emittente era molto seguita dal pubblico perché ero straniera considerato credibile
Perché gli fuori libero di parlare senza condizionamenti miniera avanza la linea redazionale era autonoma non condizionata dall'editore
Rostagno era libero di denunziare non avendo condizionamenti ambientali parentali amicali
Salvatore Mourinho udienza del venti aprile due mila undici
Ha ricordato gli ultimi relazionali che aveva raccolto di Rostagno del marzo del mille novecentottantotto e che riguardavano La Loggia scontrino l'aeroporto di Birgi la massoneria
Tutti i temi che in quel periodo Rostagno aveva
In grande evidenza
Salva
Penso mazzo nello
Inoltre venticinque maggio due mila undici lui in quel periodo attaccava molto quella che era la parte sporca della politica è infatti quando c'era il suo editoriale alle quattordici si svuotava alla città
Perché tutti erano incollati a sentire quello che diceva lui e ne aveva per tutti dai politici ai personaggi implicati nell'alta finanza agli affaristi non aveva peli sulla lingua
E allora a quel ventisei
Settembre del mille novecentottantotto dentro la duna bianca firmata dal teste Agostino Occhipinti è recuperata in questo processo grazie alla disponibilità del regista Alberto Castiglione
Il corpo esanime di Mauro Rostagno si può dire che simboleggia la reazione di quel potere criminale che non tollerava più
L'opera di Bari stabilizzazione che Rostagno con il suo lavoro aveva portato nella quiete criminale e sanguinario
Con cui Cosa nostra governava egli nominava la città di Trani
E allora
Tenendo conto della particolare unicità della personalità pubblica e privata della vittima il compito fondamentale di questo processo
è quello di stabilire le ragioni per cui Mauro Rostagno è stato ucciso ed accertare se gli imputati
Vito Mazzara oggi stranamente non presente a differenza di tutte le altre udienze di questo processo e Vincenzo Virga
Che con le loro storie personali così come lo le conosciamo dopo decine di processi che li hanno visti protagonisti accertati di quel sistema di potere criminale
Che ha governato le sorti economico e politica della città di Trapani ma anche dei tanti terribili fatti di sangue anche di natura stragista di cui sono stati riconosciuti definitivamente responsabili
Se abbiano avuto cioè un ruolo ed a quale delle fasi va collocato questo ruolo sei relativa organizzativa ed in quella esecutiva
Questo è
L'interrogativo fondamentale che questo processo ha cercato di sciogliere in tutte queste udienze e che ora dobbiamo chiarire
Ma per farlo occorre allora cominciare ricostruendo la dinamica del delitto
Per poi risalire alla personalità della vittima al ruolo che svolgeva nella Trapani dell'epoca all'incidenza della sua attività alla presenza della criminalità mafiosa
Ed organizzata a Trapani al ruolo che gli avevano gli imputati a dall'interesse che aveva la criminalità mafiosa ad eliminare il giornalista
Sulla base di tutti gli elementi che sono emersi nel corso di questa approfondita istruttoria dibattimentale
Vedremo allora se come eppure è stato scritto sulla stampa la scelta di attribuire a questi imputati e quindi all'organizzazione mafiosa che rappresentano la responsabilità dell'omicidio
Scelta compiuta dalla Procura della Repubblica di Palermo sarebbe stata la scelta più comoda ed indolore
Quella in altri termini come si usa dire contermini moderno politicamente più corretta perché non toccherebbe i tanti nodi i tanti i nervi scoperti e le tante ferite non ancora
Riemerge in attende i rapporti e della vicenda delle vicende che la morte di Rossano avrebbe lasciato
Insoluti
L'ufficio della Procura della Repubblica di Palermo durante tutta la fase delle indagini preliminare del processo si è fatto carico anche di questo
E riteniamo che l'unica risposta risieda nella rigorose corretta valutazione di tutto il materiale probatorio acquisito secondo i criteri
Consolidati peraltro dalla giurisprudenza di legittimati
Di legittimità
Della valutazione delle fonti di prova primo tra tutti quello volto all'analisi
Rigorose minuzioso delle modalità esecutive dell'omicidio ed alla verifica della sua compatibilità con le motivazioni
Con il movente
Dinamica e movente solo i temi fondamentale di questo processo
L'unico dato certo da cui partire e da cui poi far derivare la congruenza e la
Logicità degli accertamenti svolti in questo processo e dunque
Ricostruire la scena del crimine
Perché soltanto attraverso la ricostruzione della scelta della scena del crimine è possibile intanto collocare la dinamica specifica dell'omicidio ma anche ad accertare i collegamenti tra loro tra la vittima e gli esecutori materiali
La scena del crimine che peraltro non è soltanto
Come insegna la dottrina lo spazio fisico territoriale concettuale in cui si è svolto un omicidio
Ma
In realtà una forma di comunicazione tra l'autore del crimine e l'investigatore
E quindi sta alla capacità di quest'ultimo capire il linguaggio che l'autore del crimine ha voluto
Adottare per portare a compimento
L'opera omicidiario
Partiamo quindi necessariamente dalle deposizioni di coloro che per ultimi a
Ho visto Rostagno vivo o che addirittura
Sono stati coinvolti
Nella fase dinamica della sua morte è inevitabile perciò iniziare dalla deposizione di Monica serve
Resta innanzi a questa Corte il quattro
Di maggio del due mila undici
E le cui dichiarazioni tutte le dichiarazioni rese nel corso di questi anni dichiarazioni peraltro rese anche
In una veste processuale diversa da testimone ad indagata a soggetta sottoposto a misura
Cautelare
Ha fatto
Una persona che al momento in cui l'omicidio venne commesso aveva venticinque anni che era entrata all'interno della comunità terapeutica per ragioni ovviamente
Del determinate da proprie difficoltà esistenziali e che soltanto da una settimana si trovava a seguire Rostagno presso l'emittente RTC
Sostituendo
L'opera l'opera di altri suoi accompagni
Di percorso di quel periodo che erano stati allontanati a seguito della scoperta di
Un del loro il ritorno a utilizzare sostanze stupefacenti
Cosa ricorda di quella di quella sera Lamonica Monica Setta
Alcuni passaggi sono fondamentali per inquadrare l'omicidio è per inquadrare soprattutto
Alcuni dei temi di indagine che poi via via saranno sviluppati anche con le più sofisticate alle più moderne tecniche di investigazione così come ha fatto questa Corte con le perizie alle quali si alludeva
Quel ventisei settembre dell'ottantotto intorno alle diciannove e quaranta Rostagno la chiamò per andare via la cena di solito veniva servito intorno alle venti e
Beh rientrare in comunità faceva nel solito tragitto
Passando all'angolo della strada di accesso dalla provinciale dove c'era una chiesa e dove è proprio quella sera ricorda di avere visto delle bambine che giocavano Mauro procedeva con la solita andatura
Non particolarmente
Veloce ma neppure particolarmente particolarmente piano abbiamo percorso questa stradina che poi
Si rimpicciolisce sino ad arrivare alla comunità è un certo punto visto
I metri che volavano
Ho sentito un rumore incredibile è francamente non mi era mai capitato ho visto che Mauro era ferito ho capito che doveva esserci qualcosa
Non ho capito subito in effetti non riusciva a capire in effetti cosa era successo perché era una cosa talmente scioccante che francamente non ho realizzato il momento Mauro mi dico anzi io chiedo Mauro tutto bene
Perché non sapevo l'ho visto mi ha detto sì non ti preoccupare stai giù e io mi sono buttata giù
Mi ricordo non è durata tanto la frazione di tempo tra i primi colpi e colpi dopo perché io da subito a dare da ingenua
Ho pensato caspita adesso evidentemente hanno visto che era ferito avrà un tentato di farci del male per lui è vivo adesso appena se ne vanno torneremo in televisione farà uno scoop
Qualcosa stupidamente pensava al meglio invece dopo aver formulato questo pensiero ho sentito gli altri spari può ho sentito la macchina
Che faceva un rumore andava via prendeva velocità e andava via appena sono finiti e la macchina è andata via
Io ho preso sono uscito dalla macchina non ho guardato neanche Mauro ho preso sono corsa verso la comunità perché non era distante sarà stato boh non so quattro cinquecento metri per avvisare queste quanto
Pura tanti anni di distanza su questo punto va detto che la
Serra restituisce alla corte alla valutazione di tutti noi una ricostruzione assolutamente di vita e precisa e direi anche coerente con quella
Con quella
Ripresa nell'immediatezza del fatto quando venne sentita alla stazione dei Carabinieri di Napoli a quella stessa sera durante l'anno
E sul punto quindi
Nessuna nessun elemento il possibile
Di
Di contraddizione o anche soltanto di inattendibilità formulata su questo passaggio della sua
Deposizioni
Che si arricchisce poi di tanti altri elementi sulla bambina che giocava in chiesa ne aveva parlato comma con Mauro il macchine il
Il quale non non aveva capito bene se si trattasse di consumo della figlia
La
La Serra riconosce una bambina che abitava
In quella zona
La serra sente pone una sequenza di colpi più di uno è senz'altro contemporaneamente vede e sente il veto di volare i vetri posteriori attenzione questo è un particolare estremamente importante sente vetri posteriori che
Arrivano davanti con un movimento che da dietro va in avanti e questo un elemento fondamentale lo si anticipa subito
Perché
Consente di valutare tutti gli elementi di costruttivi di natura balistico ricostruttiva appunto formulate attraverso le varie
Le varie consulenze a partire dalla consulenza dell'ispettore ma netto del mille novecentonovantasei
Ricorda infatti la sera che Mauro aveva una macchia rossa sulla spalla visibile dal maglione bianco
E precisa che la macchia rossa che la spalla era quella destra quella più vicino a lei i colpi erano più di uno su contestazione risponde che colpì erano
Erano tre
La deposizione della signora se era stata una deposizione certamente molto difficile tortuosa e non a caso le parti ma anche e soprattutto il Presidente ha dovuto più volte incalzare la teste
Per cercare di mettere meglio a fuoco i suoi ricordi
E su questo punto risponde dicendo dei colpi che arrivavano Di Mauro di essere corsa verso la comunità di aver dovuto dire
Che a chicca che stava male cioè dovevo raccontargli qualcosa per farla andare via e non me la sentivo di dire che era morto cioè che lo avevano sparato
Ho anche a Maddalena dovevo dirgli qualche cosa anche a lei cioè queste erano le cose terribili oltre ad averlo visto morto
Per meglio ciò che è stato quello non la macchina che ci inseguiva
Questo interessa vuoi per le indagini per umanamente non ha tenuto conto di queste cose magari del fatto che non li che speravo che andassero via per riuscire
A rivendicare a rivedere che Mauro era vivo perché ne aveva parlato questo sì questo l'ho vissuto ma che mi seguisse una macchina o no non mi accorgo neanche adesso se mi segue una macchina non è una cosa a cui uno fa caso
Certo questo passaggio
Letto alla luce delle dichiarazioni che renderanno già nella fase
Immediata iscritti immediata dell'omicidio e poi nel corso di tutti questi anni ancora ribadita dibattimento dalle
Dalle teste fonte
Che sono stati escussi nel corso del processo
Lascerebbe pensare
A qualche volontà potenzialmente
Omissiva da parte della teste nel non riferire taluni passaggi importanti che potremmo sostanzialmente racchiudere
In due in due punti chi seguiva la macchina di Rostagno e chi eventualmente l'avesse fermata come poi vedremo quando analizzeremo meglio il verbale di sopralluogo in quel
In quel crocevia
Ma sul punto c'è
Una serie di passaggi che vanno tenuti in considerazione per spiegare anche queste eventuali
Potenziali omissione intanto la teste
E sicurissima
Estrapolo una affermazione de emergente proprio dal verbale di trascrizione di ricordare che la macchina
La macchina di Mauro la macchina che stava guidando Mauro Rostagno l'ad una bianca si fosse fermata con la prima esplosione di colpe non con la seconda
Probabilmente perché Mauro aveva lasciato la frizione comunque la macchina si ferma con i primi colpi sparati
Ma uno era rimasto appoggiato allo schienale e le dice dimettersi giunti non preoccuparsi e lei si abbassa tutta sul tappetino sotto il cruscotto estive nicchia
Per una frazione di secondi non senza altro e pensa solo che sono andati via e che loro possono ritornare in televisione a fare lo scoop
Pensate questa ragazzina venticinquenne con problemi di tossicodipendenza che si trova catapultata in modo così brutale sulla scena di un crimine così spietato
è feroce a che cosa fa pensare in quel momento alla possibilità cioè di fare diventare tutta questa situazione un potenziale scoop giornalistico
La seconda sequenza di colpi quelli più ravvicinati
Attenzione alle parole che usava Serra erano composti da pochi colpi uno due non certo cinque sei subito dopo e anche qui in base ad una contestazione
Di una dichiarazione del ventisei settembre dell'ottantotto sente due sportelli chiudersi ad una macchina andare via
Quasi il simbolo lo rumore quasi simultanei due sportelli che si chiudevano egli un'accelerazione di un'autovettura che sgommando andava via escludo
Escludo attenzione anche su questo punto di avere sentito il rumore di altra autovettura o di manovre quali la rete la retromarcia
Ha dedotto che l'autovettura dovesse essere di media cilindrata
E poi
Il tema fondamentale il più volte ricostruito quello dei visti
Che la stessa indossava quel giorno
Avevo una giacca doveva di colore bianco con l'interno in giallo e probabilmente se l'era macchiata di sangue da qualche parte tant'è che ricorda che se verrà tolta per non far vedere a Maddalena le macchie di sangue
E mi ricordo che appena sono arrivato dentro la comunità sono salita per le scale so e ho visto chicca mi ricordo che lei mi ha detto tipo e io gli ho detto è successo un incidente lei mi ha chiesto è un infarto
E io devo averle risposto no guarda c'è un incidente c'è la macchina questo me lo ricordo e lei mi ha chiesto di perdutamente ma è un infarto
Quando viene portata coi presso la caserma dei Carabinieri di una con la
La
Serra ribadisce la versione sostanzialmente ricostruita nel corso di questo dibattimento
E
Fornisce qualche ulteriore particolare per esempio non ricorda se l'autovettura avesse la prima marce inserita
Ribadendo peraltro che l'andatura Di Mauro era quella solita e non potesse andare oltre la seconda
Ricostruisce poi il clima interno alla comunità la Serra per
Quelle poche
Circostanze
Quei pochi fatti che aveva potuto apprendere per esempio quelli la la circostanza sicuramente più più eclatante che
Impostando negli ultimi tempi si era spostato dall'alloggio del Gabbiano
Per occupare un alloggio diciamo così ordinario vecchie questo spostamento era stato determinato per volere di Francesco Cardella TV della comunità il proprietario del vaglio
Di Quarta Anna
Contrada Lenzi ma noi non è al corrente di dati di situazioni di fatti specifici o di particolari
Il racconto della Serra
Quindi con questi elementi dice Testa ma anche con i dati di dubbio che emergono sui due punti che si ci sono già evidenziati
Ottiene nel corso di questo dibattimento una prima conferma dalla deposizione delle sorelle Silvana ed Emilia fonte escusse all'udienza del diciotto maggio del due mila undici
Tenete conto che all'epoca sin dalla fonte aveva tredici anni
E che quella sera
Come ricorda la la Serra
Dopo avere visto il telegiornale di Mauro ed essere inattesa della mamma che ritornava da Palermo aveva deciso di fare una passeggiata con la cuginetta intorno alle sette trentasette quarantasette quarantacinque
E ad un certo punto
Già con il buio della sera e che comune condizioni di illuminazione sulle quali poi torneremo dopo ma che vanno già anticipate sin d'ora erano particolarmente
Carenti a causa della mancata erogazione per qualche giorno della energia elettrica tuttavia riconobbe la macchina di Rostagno che ritornava verso la comunità
Ricostruisce gli uomini il punto esatto in cui si trovava
Sulla scalinata della chiesa
E ricostruisce senza dubbio il momento in cui arriva a Mauro Rostagno
Conosceva molto bene ero stanco la fonte nonostante la sua giovane e giovanissima età
Perché c'era un rapporto di vicinato ogni tanto lo andava a trovare così come conosceva molto bene la macchina Daloui normalmente utilizzata la duna bianca così come conosceva particolare anche questo estremamente rilevante
Per quello che si dirà anche buona parte degli occupanti della comunità dei ragazzi che stavano in comunità
Tuttavia però quella sera c'era un particolare che la
Fonte
Evidenzia
Di solito ma otto Mauro non correva quella sera era un attimino più uno com'è come se ci avesse fretta dice testualmente
Peraltro precisa che di solito quando si sale per svoltare sulla via oggi nominata Mauro Rostagno il famoso ingrosso dove viene visto occorre passare necessariamente alla seconda marcia
Però magari era di terza e aggirato così infatti la macchina ha fatto un sussulto perché c'è una leggera salita e la macchina tipo quelle basse potrebbero toccare pure
Affatto sto leggendo sussulto però
Dietro c'era una macchina era una coincidenza non era una macchina che apparteneva alla nostra strada perché noi bene o male ci conosciamo tutti la ci conosciamo la
Mauro rientrava all'orario consueto e particolare
Che rende ancora di più attendibile elimina la testimonianza della fonte e quella che concerne l'atteggiamento della serra che neppure la Serra aveva ricordato ossia il fatto che la stessa
Nel corso della marcia per avvicinarsi alla comunità teneva i piedi sul cruscotto come era solito come la solita fare
Le condizioni di illuminazione della strada
La cui viabilità peraltro era no era resa
Più difficile peraltro rispetto al solito perché c'erano dei lavori sul lato sinistro della strada provinciale proprio dall'alto in cui saliva Rostagno
Erano tali da non consentire di potere scorgere
Con la dovuta chiarezza persone delle quali non si avesse preventiva conoscenza come appunto erano Rostagno e la serra le cui sagome
Alle fonti erano
Familiari erano note
Proprio a causa della oscurità ed infatti della macchina che seguiva Rostagno che la fonte ricorda essere sicuramente una FIAT
Uno lei non riconobbe nessuno nell'immediato
La loro missione ripeto ancora non
Non suscitò alcun ricordo di conoscenza
Ricordo ovviamente bene che uno era al volante a un altro sul sedile lato passeggero il terzo era dietro non ricorda se era seduto a destra a sinistra comunque esclude che qualcuno di loro avesse qualcosa in mano a parte l'autista
E
Specifica di avere visto quello che stava dietro sul sedile cioè posteriore mentre la macchina si allontanava verso San mamme e che per via dell'andamento dell'autovettura causata dalle condizioni
Della strada particolarmente Scorsese si spostava da destra a sinistra sul sedile
Dopo un possente sentirono gli spari ed videro assieme alla sorella
La FIAT tornare indietro sempre con tre occupanti a bordo
Anche se non può più dire se conservano la loro stessa posizione iniziale o se questa fosse nel frattempo mutata
Sentirono vistare con la cuginetta ai quali però non fecero caso più di tanto perché come ripetono diversi testi compresa la Rover ricompresi altri testi accosti nell'immediatezza
Sulla scena del crimine quella era una zona frequentata normalmente da cacciatori che anche di sera andavano per cacciare i conigli
Non sa indicare se
La la la fonte se si era trattata di un'unica raffica dispari ovvero di più raffiche intervallate da qualche tempo
Non sa quantificare ma che comunque era stato un continuo sparare la macchina torna indietro nel giro di pochi minuti tre cinque forse anche meno
La macchina ritorna sicuramente con un'andatura più forte rispetto a quella precedente
E i tre ragazzi che occupavano erano certamente
Agitati come se rivestono ascoltassero musica non ricorda
Non ricorda nonostante le reiterate contestazione le reiterate sollecitazioni anche presidenziali la circostanza se uno di loro quelle in particolare posizionato sul lato passeggero si fosse tolto qualcosa
Dal viso
Hanno svoltato a destra scendendo verso Valderice con la Chiesa alle spalle
Nel frattempo è anche arrivata la mamma sentirono gli spari poi arrivarono i carabinieri gente tutto il resto
La fonte riscontra quindi su alcuni passaggi importanti la deposizione della Serra
Ma un altro elemento particolarmente importante che va segnalato in questa deposizione e che
La fonte
Esclude
Di avere visto quella sera prima dell'arrivo della macchina
Stagno l'arrivo di un'altra autovettura
Per intenderci la problematica attiene alla famosa Golf di cui si
Si è ampiamente parlato
Infatti nonostante le reiterate contestazioni del verbale del quattro luglio del mille novecentottantanove del tre maggio del mille novecento novantasei la fonte
Silvana con locale episodio della
Dell'autovettura golf non la sera dell'omicidio bensì una o due sere prima e in un orario comunque non più compatibile con il verificarsi di un omicidio ma in prossimità o poco più oltre la mezzanotte
Fornisce nei dettagli specifici su questo punto di cento in particolare che non ha ricordo di quella sera di una macchina che avesse preceduto
L'arrivo di Rostagno e che non poteva essere associata a quella macchina quella della mamma perché quando questa arrivò erano già arrivati i carabinieri
All'esito
è il e ed è un fatto estremamente significativo che di questa circostanza se si va a controllare non vi è traccia nelle dichiarazioni chiare la teste aveva reso lo stesso giorno dell'omicidio quando venne sentita dai carabinieri
Presso la stazione di Napoleone
Confermo poiché la visualizzazione de la targa dell'autovettura cominciava con le lettere
Ma cioè la sigla della provincia di Palermo e non con le le con la lettera tipi
Conferma peraltro che a bordo dell'autovettura c'erano quattro soggetti dall'Area Mosca da lei
Sconosciuti
Altro particolare importante oltre la Golf
Vi ribadito dalla
Teste fonte che un'oretta dopo che erano arrivati i carabinieri e dunque quando già la strada era bloccata
Dire sopraggiungere assieme ai suoi familiari un'autovettura che su contestazione poi ricorda essere una centoventisette con una persona
A bordo che era andato avanti a loro ma che subito dopo è nato che era andato verso
Il luogo dell'omicidio ma a causa a dell'interruzione della viabilità era poi tornato indietro
E che al ritorno si fermo davanti a lei e disse le famose espressioni l'ammazzo o l'ammazzarono
Si trattava anche in questo caso di un individuo sconosciuto che si era espresso con accento palermitana ma anche su questo punto la ricostruzione precisa e netta della teste e che di questa autovettura
Il suo ricordo la colloca un'ora circa dopo la Commissione dell'omicidio e comunque in un momento in cui già lo stesso era stato consumato e vi era
E sul luogo erano accorse le forze dell'ordine
Importante ancora ribadire
Che la Serra
Che la la la fonte a precisarle moria dei ragazzi ospiti di buona parte dei ragazzi ospiti della comunità
In quel periodo anche se con loro ovviamente non aveva per ovvie ragioni alcun particolare rapporto
Dato che spesso andava a giocare con cui film all'interno della stessa comunità il dato che spesso gli stessi ragazzi ospiti della comunità erano soliti passare avanti la sua abitazione
Per recarsi fuori dalla stessa
è un argomento questo particolarmente importante che va valorizzato Ai fini della
Ricostruzione di quella
Parte di indagine
Che la Procura della Repubblica di Trapani
Come è stato ampiamente
Chiarito ha svolto a partire dal mille novecentonovantasei e che ha in quella fase per quegli elementi disponibile aveva ritenuto di focalizzare l'attenzione
Sul momento esecutivo in relazione ad alcuni soggetti occupanti della comunità è un elemento questo particolarmente importante che come vedremo sì
Si integra perfettamente con la questione dei riconoscimenti fotografici effettuati in quel periodo e di cui parleremo quando analizzeremo la deposizione del dottore PAN prigionia
Però sul punto sin da ora si può anticipare perché questo è un dato che la teste offre al processo che sui riconoscimenti fotografici la stessa rivendica di avere sin dal primo momento riferito l'espressione mi sembra somigliante
Con ciò
Facendo cioè
Giustizia di ogni tentativo
Di voler utilizzare le dichiarazioni della fonte
Per
Pervenire alla individuazione con certezza di elementi di riconoscimento fotografici che in realtà non insisto
Non esistevano all'epoca in termini di certezza e
Di tutta la loro fragilità di tutta la loro attendibilità ritengo che questo dibattimento abbia ampiamente dimostrato l'origine è la causa
Andiamo alla deposizione dell'altra sorella
Più grande di quattro anni quindi diciassette
Anche lei quella sera e Iran in attesa della mamma
La stessa però si trova in una posizione diversa mentre la sorella se va la cuginetta si trovavano
Sulla gradinata di accesso alla Chiesa posta all'angolo che consentiva peraltro
Una visuale certamente privilegiata di tutti i movimenti che avvenivano in quell'area
La sorellina invece si trovava all'interno dell'abitazione
E poiché avevano assieme alla sorella più piccola
Il costante pensiero ad attendere l'arrivo della madre per poter aprire il cancello dell'abitazione del garage dell'abitazione
La stessa era indotta a ad avvicinarsi davanti all'uscio di casa per vedere e capire se qua qualsiasi rumore provenisse dalla strada fosse riconducibile o meno alla madre
La stesse miliardi ricorda di avere visto passare Rostagno con la Serra che riconosce con perfetta certezza intorno
Alle venti o alle diciannove e quarantacinque
Ricorda però
La sorella Emilia
Di avere visto passare una volta celeste circa mezz'ora un quarto d'ora prima
Dalla contestazione del verbale del tre maggio del novantasei
La stessa ricorda che la cosa era passato intorno alle diciannove e quarantacinque e comunque confermo un quarto d'ora prima mezz'ora prima del passaggio dell'autovettura di sosta
è un elemento di divergenza oggettiva che esiste tra la deposizione tra la deposizione di Emilia fonte rispetto a quella di Silvana
Non c'è dubbio
Tuttavia
Questa divergenza di ricordo
Non fa venire meno di elementi di convergenza che sono che sono molteplici che sono numerosi in primo luogo perché la stessa Emilia fonte
Bene la macchina di Rostagno seguita anzi inseguita anzi ancora pallonata
Con espressione
Testuale da un'altra macchina
Perché pallonata risponde la fonte perché erano molto vicini come macchine così e poi di solito Rostagno non era il tipo che andava forte anche perché nel mio andava forte per carattere nella macchina consentiva una duna se si può ricordare lo delle macchine molto lente
Perciò non è una macchina che andasse forte poi gli essendo un centro abitato una strada e la piccola non si può
Non si può correre
Su questa macchina che l'atto allo Nava Emilia fonte riconosce cioè vede
Pur non riconoscendo nella identità
Anche in questo caso un altro elemento di convergenza con la deposizione la sorella almeno
O due persone su contestazione poi ricorda che l'
Macchina era su contestazione rispetto alle dichiarazioni rese nell'immediatezza del delitto che la macchina era una FIAT Uno coloro abbia un e che gli occupanti erano tre
Ricordo ancora che il passeggero anteriore mentre passava davanti alla sua abitazione si sta stava indossando una calza da donna sul viso no movimento che sarebbe stato visto ricorda anche dalla cuginetta
Dalla cuginetta Angelo
Dopo un pò sentì poi due spari di cui uno sicuramente di fucile
Poi sente un rumore tipo marce indietro e li vede il passaggio della FIAT Uno con a bordo gli stessi individui di prima che non venivano visti a causa di qualcosa con cui si travisano anche qui
Compresi
Ebbene la Corte quanto sia difficile fondare un accertamento oggettivo ed inequivocabile sull'eventuale riconoscimento fotografico o di questo di questi soggetti c'è pure sul punto
Un'ulteriore ragione di divergenza tra la ricostruzione delle due sorelle perché
La Silvana fonte dice che il passeggero anteriore si stava sfilando la carta la calza dal viso al momento del ritorno mentre la sorella Emilia sostiene che la stesse indossa in ogni caso anche questi elementi di contrasto
Che sono assolutamente direi fisiologici e spiegabili
In una condizione che vede due ragazzine di tredici e diciassette anni ricordare un episodio delittuoso a distanza diventi sei anni sia pure con l'ausilio delle contestazioni delle dichiarazioni rese in precedenza sono assolutamente
Fisiologica così come sono
Fisiologica le divergenze sul passaggio della famosa Golf
Se quella stessa sera o se
Nei giorni immediatamente precedenti ma vedremo che
Il
Processo peraltro ha consentito di collocare con certezza il passaggio della coltre nelle sere precedenti all'omicidio più che
Alla sera stessa
Anche la un
Emilia ricorda il l'episodio del tizio della centoventisette che
Pronunzia la frase l'ammazzo ma su contestazione e quindi collocandolo comunque in un momento successivo a quando l'omicidio venne commesso
La stessa peraltro ribadisce che l'illuminazione
Dei luoghi mancava da circa cinque sei giorni illuminazione dei luoghi che rendeva dunque luoghi assolutamente oscuri e indecifrabili
Ma torniamo sul punto in cui si ferma l'autovettura di Mauro Rostand fino all'incrocio a all'incrocio della stradina che conduce a
Alla comunità terapeutica ma che dallo stesso punto peraltro si biforca per altri
Per altre direzioni andando può ed incrociare la strada provinciale e andando poi anche associare in tutta una serie di di campi luoghi circostanti su questo peraltro ritornare ma quando parleremo anche della
Perizia diaria
Redatte ed esposta dal dottor Russo
Torniamo però su questo punto perché alla deposizione quindi
Dei primi tre testi diciamo così in qualche modo oculari sia pure per fasi diverse dobbiamo agganciare subito la prima
Deposizione di chi interviene per prima sulla scena del crimine e qui fa ingresso
La signora Roveri
Che la prima che ha
Che giunge sul luogo dell'agguato
Come emerso in questo dibattimento legata Rostagno da circa diciassette anni nell'ambito di una relazione che la stessa considera un matrimonio fondato sulla massima libertà reciproca
Nel corso della drammatica deposizione del tredici aprile del due mila undici ha revocato che nella serata di quel giorno
Mentre si trovava al secondo piano della comunità per incontrare un ragazzo che aveva problemi di tossicodipendenza sentiva degli spari che ancora una volta aveva collegato alla presenza di cacciatori
Aggirarsi nella zona e tuttavia
Qualcosa di diverso era subito stato colto dalla dalla Rover il perché
Perché come dice lei stessa ho sentito dei rumori di griglia
Dei Negrita sotto e qui voglio premettere una cosa qui ho dei ricordi molto netti di quello che è successo e vi dirò
Ma io non sono mai stata sentita nell'immediatezza
E neppure mai su quello che successe quella sera su quello che io vidi arrivando alla macchina se le forti erano aperte se c'era una borsa se i fari erano accesi io non sono mai stata sentita circostanza assolutamente vero
Perché nel racconto e poi vedremo nel rapporto preliminare dei carabinieri che assunsero la direzione delle indagini sul luogo
Il vento del ventisei novembre del mille novecentottantotto non vi è traccia della sua deposizione mentre la stessa verrà sentito soltanto successivamente dalla Polizia di Stato il tre ottobre
Della mille novecentottantotto quando ricostruirà l'attività giornalistica di Mauro e i contributi economico-finanziari che provenivano alla comunità
Ma torniamo alla alla alla al ventisei
Di settembre del due mila del mille novecentottantotto
Sento questi rumore di una preoccupazione ricordo la salita su questa mi riscalda che collega il primo piano il piano terra
Il piano terra al primo piano vedo la faccia di Monica Serra che dirà qualcosa c'è stato l'incidente io penso che Mauro ha avuto un infarto perché vedo Monica Serra pensa che Mauro avuto l'infarto quindi uscendo dalla Scala vado al parcheggio delle macchine penso che manovre lì
Perché Monica Serra e viva
La Serra
Tuttavia alla a al parcheggio non trova la macchina di Mauro e allora con Andrea grandi che forse lo aveva saputo dalla Serra dove si trova la macchina vanno e si dirigono verso la macchina di Mauro
Arrivano alla macchina non ricorda se avessi fare cioè si sia messo lo sportello guida aperto dissi o se lo avesse aperto lei
Non ha visto se c'era la borsa di Mauro ciò che ricorda che lei si siede sulle ginocchia di Mauro e comprende subito che morto gli dissi la fede che si erano regalati qualche giorno prima durante l'estate
E così facendo si macchia con il sangue che Rostagno aveva sulla mano sinistra e in quel momento dice ora senso
Ma
Senso
Dice D'Andrea grandi di andare a telefonare a Cardella amico di entrambi e numero uno della comunità per avvertirlo inutili Serafina potesse vedere il padre lo fece per la situazione di panico in cui si trovava per il fatto che era in quel momento la persona più vicino
Anna
Non ricorda nulla sullo stato di illuminazione dei luoghi della posizione degli sportelli della macchina siano essi lato guida il lato passeggero ne sento dal lato guida dove ricorda però che c'era un fossato
O dal lato passeggero se glielo avessero chiesto subito gli inquirenti
Avrebbe certamente ricorda non è un passaggio secondario signor Presidente
Vedremo come
Questo elemento nel corso poi dello sviluppo delle indagini
Avrà delle conseguenze non indifferenti sulla ricostruzione della scena del film
Ricorda certamente che nel momento in cui arrivo il corpo di Mauro era leggermente proteso in avanti il riverso appoggiato sul manubrio
Non ricorda nulla
Su ciò che c'era per terra mette
Sele né netta qual era la posizione delle gambe di Mauro e il resto della posizione del corpo o Di Mauro all'interno dell'abitacolo unica cosa che ricorda che si posso sulle sue ginocchia per dargli l'ultimo salvo
Alcuni minuti dura
Tutta questa situazione giusto il tempo perché la Rove risente l'arrivo dei Carabinieri di Napoli
Con l'autoambulanza ricordo molto bene però di di avere reagito con durezza
Alla indicazione di uno dei carabinieri immediatamente accorsi sul posto secondo il
Secondo il quale c'era stato un incidente lei dice non è stato un inciso
Perché dire questo avrebbe significato non comprendere quale attività andavano fatte nell'immediato
Che
Egli rimase giusto il tempo per rendersi conto che ormai il suo uomo giaceva esamine esanime sulla lato guida dell'autovettura e per darvi l'ultimo saluto
Testimonianza riscontrata con le dichiarazioni
Acquisite
All'udienza del primo giugno del due mila undici
Del teste Andrea grandi e già riferite il ventuno maggio del mille novecento novantasei
Da quel momento la Roveri non segue più Rostagno perché sa che ormai è morto e si dirige presso la stazione dei Carabinieri di Napoli dove venne portata
E dove le fu chiesto soprattutto di ricostruire i rapporti di Mauro con cartella nonché di quella che era l'attività giornalistica svolta in quel periodo
Dal dal Rostagno
Non ha alcun ricordo la Rovedil dei vestiti della serra né al momento in cui venni avvisato alla stessa che Mauro aveva avuto un incidente né quando arrivarono i carabinieri
Ricorda però
Anche questo e un ulteriore elemento che avrà enormi ripercussioni sullo sviluppo delle indagini che la macchina lei era stata restituita nel dicembre del mille novecento ottantotto
E ricorda che il lato passeggero
Era rovinato dalla
Dalla
Esplosione dei colpi d'arma dà fuoco a differenza dell'ATO o di Mauro la macchina venga riutilizzata per determinato periodo all'interno della comunità
E ovviamente riparata e
Perché era piena di schizzi di sangue soprattutto sul tettuccio dove erano o visibili impronte bella dell'ampie di sangue venne poi distrutta la macchina
E nel corso delle indagini del novantasei non venga mai più analizza
Ricostruisce i movimenti di quella sera con Cardella che nel frattempo arriverà da Milano
è colui il quale si recano all'obitorio intorno all'una di notte ma era già chiuso e così decidono di ritornare in comunità
Con Cardella che guida a bordo della Bentley che normalmente veniva tenuta presso
La comunità
Ritornano in comunità dalla strada verso Valderice che la strada
Più lunga per rientrare non ricordando peraltro la ragione per cui avevano preso questa strada ma ricorda che furono fermati dai carabinieri sotto la cava dove poi l'indomani verrà ritrovata la FIAT Uno
Ricorda che tutto ciò avvenne tra l'una e le due di notte
Non ha una particolare memoria di ciò che si dissero in macchina né tanto meno di ciò che disse
La Serra ricorda che Cardella
Era particolarmente provato
Dalla dal fatto e ricostruisce tutti i rapporti che con Cabella Mauro Rostagno aveva instaurato né
Corso della sua vita già dalla fine degli anni Settanta sino alle esperienze India e poi sino alla decisione
Di di aprire la comunità terapeutica prima comunità spirituale poi comunità terapeutica all'Ente a partire dal mille novecento ottantuno
Sino o I tempi più o recenti
Dalla deposizione della
Roveri vanno tenute in considerazioni una serie di ulteriori particolari
Quella stessa sera fecero delle ipotesi su chi
Avesse potuto uccidere
Mauro lo stesso giorno
Nell'uccisione il ventisei otto settembre a pranzo Mauro ne aveva parlato dell'inchiesta che stava
Conducendo a Marsala l'inchiesta che l'autorità giudiziaria stava conducendo a Marsala
E che lui seguiva in relazione ad un giro di tangenti e ad una serie di rapporti tra esponenti politici ed imprenditori dicendo che stavano accadendo testualmente cose terribili
Ricorda anche che Mauro aveva ricevuto minacce per la vicenda dell'omicidio di tale sul ci perdo e poi
Per un cioè per cui un certo Barbera era stato prima incriminato e poi prosciolto ricorda le minacce che Mauro aveva
Ricevuto in occasione
Delle udienze del processo ordini pari il sindaco di Castelvetrano
Ucciso nei primi anni ottanta e in particolar modo le minacce che in udienza erano state proferite direttamente a Mauro da Mariano Agate
Nonché tutte le altre vicende sulle quali in quel momento indagata
Ricordo ancora che Rostagno però ha fatto un
Redazionale il ventuno luglio del mille novecentottantotto nel quale si
Parlava delle interviste che il giorno prima il venti luglio il Procuratore della Repubblica dell'epoca di Marsala dottor Paolo Borsellino aveva reso giornalisti Bolzoni e lodato
Ed in particolar modo ricorda che lo dà che Rostagno per un rapporto personale con Borsellino tant'è che quest'ultimo la mattina successiva all'omicidio fu il primo a presentarsi
In comunità
Ricorda altri particolari che sono utili per capire come
Venne impresso l'approccio dagli organi investigativi alle indagini in particolar modo la mattina la successiva all'obitorio sentì un carabiniere parlare con i giornalisti a dire che dentro la borsa di Mauro erano stati trovati
Droga dollari e soldi
Lei la interpreto come una manovra finalizzata a depistare perciò vuole parlare con il magistrato inquirente dell'epoca dottor Messina Sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trapani il quale invece categoricamente smentito la circostanza
E a questo proposito e estremamente significativo
Evidenziare due circostanze in particolar modo sui rapporti con i carabinieri e con il brigadiere Beniamino candela se all'epoca operante presso il nucleo operativo del comando provinciale di Trapani dei carabinieri
La Rovere ricorda di essersi recata dopo circa quindici venti giorni
Presso gli uffici appunto del Comando Provinciale per parlare con Cannas il quale
Informo loro che stavano seguendo la pista mafiosa
Ma l'altro episodio particolarmente significativo avviene circa cinque sei mesi dopo l'omicidio tra gennaio e febbraio
Nell'ottantanove allorché venne chiamata dal procuratore così probabilmente presso attraverso Cannas il quale sarà pure presente all'incontro
Il procuratore delle della Repubblica presso il Tribunale di Trapani dell'epoca
Chiama la moglie della vittima evidentemente allo scopo di avere notizie o altri elementi di valutazione per le indagini sentiamo il racconto della Roveri che per certi versi è agghiacciante
Non perché lo dica la Roveri nel merito in questo una valutazione di attendibilità diciamo così assoluta ma perché il racconto che fa la Roveri ci serve soltanto da elemento introduttivo
Per capire qual era l'ambiente istituzionale ed investigativo della Trapani dell'epoca
Sì fui sentita dai cocci concimi disse subito questo è un incontro riservato non bisogna parlarne perché potrebbe essere pericoloso per lei è per me
E io mi chiedo ma com'è che un Procuratore temi e capisco che voglia difendere me ma come mai teme e il suo mestiere quindi deve essere
Fu una cosa molto strana ma la cosa ancora più strana che mi fece accapponare la pelle e che lui mi chiese se io avevo mai pensato che ma che Mauro fosse in pericolo
E io risposi di no se no avrei fatto qualcosa perché lui disse invece noi io lo sapevo lo sapevamo
Però non è parli
Per cui ci fu e in questo incontro strano dove non se ne poteva parlare perché non era se non era pericoloso per me per l'Ulivo
Di quell'incontro non venne redatto quel verbale non c'è alcun verbale agli atti del
Numerose inchieste che si sono nel tempo o svolte anche perché lo stesso Procuratore voleva che rimanesse
Riservato
E di questo incontro ricorda la Roveri ne ho parlato e ne parlo la prima volta che vengo sentito dal Procuratore lari dove può oppure successivamente è presente Cannas
E io ebbi subito nell'immediatezza la prontezza di chiedergli mai se lo ricorda quando
Quando ci siamo visti da da codici ma in quel momento non ricordo non ricordo di averlo fatto
La mia impressione è come se lui sapesse quello che io sapevo queste è stata la mia impressione
Ed in effetti ricorda bene la Roveri perché il ventuno dicembre del mille novecentonovantatré
Viene sentita dal procuratore della Repubblica di Trapani dell'epoca dottor soggiornare dal sostituto procuratore Massimo Palmeri presso questo palazzo di giustizia e come risulta dal verbale era presente anche
Cannas
Nell'occasione Arriba di quanto sempre dichiarato circa la battuta matrice mafiosa e politica dell'omicidio
Ma non ebbi alcuna percezione per ritornando al colloquio con il dottore codici che la persona che stesse lavorando stesse seguendo la pista assolutamente mafioso anzi
Ricordo che
Così ribadisce in un all'ultimo questo incontro deve rimanere assolutamente riservato perché altrimenti a rischio sia siamo io e lei
La deposizione della
Prove di poi abbraccia tanti altri temi tanti altri passarci tante altre vicende che via via per analizzeremo
Nel corso o di questa ricostruzione finale il più importante forse dei quali è sicuramente quello attinente al rapporto tra
Tra Rostagno e Cardella e il l'amico di una vita il Bureau
Il personaggio all'imprenditore spregiudicato h abilissimo nel muoversi tra politica affari
Non sempre non sempre puliti e e ambienti più o meno degli atti dei servizi e della massoneria ed è in questo contesto della ricostruzione dei rapporti con
Con
Cartella verso la quale la la Serra peraltro non arresto e la la la Roveri chiedo scusa non ha nessuna difficoltà a manifestare la sua condizione di
Diciamo di di per certi versi di adorazione è di totale fiducia nella quale
Nella quale aveva vissuto sino al momento dell'omicidio e in un paio di anni ne altamente dopo salvo poi i rapporti a a coordinarsi definitivamente come verrà ricostruito dalla stessa che si inserisce la vicenda
Del fax del famoso fax che cartella aveva inviato a Mauro Rostagno all'indomani
All'indomani della intervista che Rostagno aveva dato al mensile King e di cui nel corso del dibattimento ci ha parlato anche colui che quell'intervista fece ossia
Claudio Fava
E importante puntualizzare questo passaggio che ai fini della ricostruzione della dinamica non ha nessun
Nessuna rilevanza esclusivamente per dire che è rimasta totalmente
Chiarita la l'alone misterioso che ha circondato per tanti anni questo fax secondo il quale lo stesso si sarebbe composto di due pagine
Il
Una delle quali ritrovate all'altro appunto non ritrovata perché il perito che pervenuto peraltro a deporre su questo punto ha escluso che il fax potesse
Essere composto no di due pagine quindi e che lo stesso era composto soltanto o di una di una pagina
Sui rapporti tra lo stagno e Cabella anche all'indomani dell'intervista anche con riferimento alla decisione
Di
Cartella di chiedere il trasferimento di Rostagno al Gabbiano ampiamente ricostruita tutte le varie fasi da parte della della Roveri
Quindi su questo si può sicuramente rinviare alla alla una parte del dibattimento
Quello che conta invece evidenziare e chi sull'attività giornalistica negli ultimi tempi Rostagno era particolarmente concentrato oltre che sul processo a carte anche sulle questioni concernenti la lotta contro o la droga gli accertamenti che erano emersi a seguito della perquisizione presso la Loggia scontrino è soprattutto sul connubio mafia massoneria pubblica
Pubblica amministrazione
Ed in questo contesto che peraltro la Roveri
Direi con estrema
Chiarezza precisa anche che la stessa però ha continuato ad avere fiducia in cartella anche dopo la Commissione dell'omicidio
Dato che lo stesso Cardella per
Un paio di volte era andato in televisione ad attaccare tra virgolette i socialisti cioè
Quella parte politica alcuni più vicina e che nell'immediatezza poi e successivamente all'omicidio di Rostagno verrà indicata come quella più inquinata da rapporti oscuri è invece che con esponenti massoni sì ma anche con esponenti mafiosi e comunque per tutte le questioni di carattere
Amministrativo-contabile e in una parola affaristico che peraltro verranno anche la stessa nove
è coinvolta in diverse vicende giudiziarie in cui lei sarà trattata giudizio per reati connessi alla manifestazione dei fondi gestiti dalla Comunità stamane di cui lei peraltro per un certo periodo di tempo era stata anche rappresentante
Legale vicenda che accomunati destino della Rovere anche a quello
Di Cardella e e che la nove che ha ricostruito anche in questo dibattimento ammettendo sostanzialmente di essere soltanto una pedina nelle mani dello stesso Cardella per quanto riguardava la gestione economico contabile
Riferisce in ordine I rapporti di Rostagno con l'editore di TR ci bus Bulgarello
Con una ricostruzione che sul punto
Trova ampio riscontro o nelle deposizioni di tanti altri soggetti coloro che prima abbiamo ricordato tra il più vicini collaboratore di Mauro o Rostagno ma anche altri soggetti ancora che si muovevano nel contesto
Televisivo e giornalistico della Trapani dell'epoca e che possiamo riassumere dicendo che il venditore Bulgarello a nonostante la sua presenza in contesti imprenditoriali
E relazionali non proprio limpide aveva avuto un fratello di un padre coinvolto in una gravissima vicenda giudiziaria che riguardava oltretutto questo palazzo di giustizia
Cioè la corruzione del dottor
Del dottor Antonio Costa
Ma sulla linea editoriale di Mauro Rostagno sulle scelte
Di carattere strategico connesse appunto a ruolo o televisivo vino stagno mai aveva frapposto alcun tipo di ostacolo o alcun tipo di di condizionamento salvo poi a limitarsi a dire la famosa espressione che analizzeremo o più avanti nel corso di questa requisitoria si stanno incazzare lo diremo più avanti cosa
Ricostruisce ampiamente la vicenda dei ragazzi che all'interno di TLC Mauro aveva deciso di
Portare con sé per farsi collaborare nell'attività quotidiana
Di l'esercizio della professione giornalistica anche con scopi terapeutici
Ritorna
In questo peraltro anche il quanto abbiamo detto all'inizio a proposito o del ruolo che all'interno di TRC
Rostagno svolgeva secondo la ricostruzione fatta ne sia da da Curcio da Umberto Santino dei suoi collaboratori
Peraltro iscrivendo questo episodio in un contesto in cui non era non era raro che taluni tornassero
A a riprendere a fare uso di sostanze stupefacenti o sostanze alcoliche nel corso del programma terapeutico che veniva osservato
In in comunità
E sempre dalla deposizione
Della Rodari
Ritroviamo una amplissima direi
Anche chiarissima ricostruzione che rapporti che poi nel corso del tempo quando la stessa venne coinvolta nel del mille novecentonovantasei nella vicenda giudiziaria che portò anche alla sua incriminazione e al suo arresto per favoreggiamento
Nell'ambito dell'inchiesta che la Procura della Repubblica di Trapani aveva
Iniziato sulla individuazione sulla ritenute individuazione degli esecutori materiali
Dell'omicidio di uno stagno da quel momento ricostruisce anche rapporti con il famoso Sergio Di cori che si fa vivo all'indomani della sua scarcerazione
A seguito degli annullamenti
Con cui il tribunale del riesame sostanzialmente sconfesserà la ricostruzione
Probatoria for fornita dalla procura della Repubblica dell'epoca e che servirà diciamo a chiudere definitivamente questo capitolo tra l'altro gli atti del tribunale del riesame dell'epoca sono già acquisiti anche
In questo dibattimento e quindi non vado oltre su in merito diciamo alle ragioni che indussero
I giudici dell'epoca questo tipo di pronunziamento quello che serve evidenziare e che all'indomani del clamore che questa vicenda giudiziaria ebbe
Si fa vivo il famoso Sergio o Di cori personaggio molto molto particolare molto ambiguo che racconterà tutta una serie di vicende che nel corso di questa requisitoria verranno prese in considerazione anche nella seconda parte e che si sin da ora va evidenziato come
Dalla stessa non emergono elementi comunque utili per ricostruire la fase dinamica dell'omicidio che quella della quale ci stiamo ci stiamo occupando
Ultima ultimo dato che va evidenziato della deposizione della signora Rover in questa fase
E che nella febbraio dell'ottantotto è un particolare che emergerà successivamente
Nel corso diciamo dei vari e ripetuti contributi conoscitivi e dichiarativi dati dalla stessa Roveri alle varie inchieste sviluppate solo nel febbraio del dell'ottantotto Rostagno ne dice di avere
Di dover incontrare alcuni appartenente alla loggia scontrino o invisibile due ragione per cui
Lei manifesta molta preoccupazione e che peraltro condurranno stando stesso a realizzare un editoriale del ventuno febbraio di quell'anno
E quindi a fare tutta una serie di verifiche con le fonti venne quali Rostagno si serviva che come abbiamo visto all'inizio
Secondo il ricordo di molti che lavoravano con lui non erano le fonti diciamo così tradizionali consolidate ufficiali ma erano anche spesso fonti come dire
Di carattere
Di vario genere eterogenee perché spesso fornite da persone che si muovevano in contesti relazionali accontato spesso con gli ambienti criminali su cui le stesse inchieste di Rostagno poi si venivano a concentrare e proprio per questa ragione
E proprio per questa ragione
Lei espresse grande preoccupazione per questo filone di indagine che lo stagno in quel periodo aveva iniziato a
A coltivare
La deposizione della Rover ritrova o il riscontro per quanto riguarda il momento dinamico in quella che renderà
Eccessivamente il nove marzo del due mila undici Maddalena Rostagno la figlia
Almeno per quanto riguarda
Alcuni particolari
Che la stessa all'epoca peraltro una bambina di quindici anni
Aveva potuto memorizzare focalizzare nella sua mente a parte i momenti concitati dell'arrivo o della della Sir cioè il fatto che la stessa non era sporca di sangue
Se ne sarebbe accorta in quel periodo infatti tutti vestivamo di bianco con Monica quella sera non ebbe più poi occasione
Di vedersi
Il fatto di avere sentito anche lei due sequenze due diverse sequenze di sparo
E
Il fatto di avere visto l'ultima volta il padre a pranzo con il quale peraltro aveva anche litigato perché
Il padre le
Le chiedeva maggiore impegno per la sua attività scolastica
E
Il fatto anche questo particolarmente importante che era stata sua madre che aveva chiesto di avvisare te cartella telefonicamente dell'avvenuto
Omicidio
Rapporto proprio con riferimento al quale la stessa ricorda che nonostante
Il Rostagno fosse stato trasferito di fatto presso il gabbiano i rapporti con cautela erano punti tant'è che spesso
Cenavano insieme
Questo è il quadro diciamo
Delle fonti di carattere orale
Che possiamo individuare tra i testi e la persone più vicine
A Mauro Rostand come arrivano i carabinieri sulla scena del crimine ebbene questo è stato accertato
Nel corso delle ultime battute
Di questo processo si ricorderà che è stato per la prima volta rintracciato individuato il teste scala Berlino
Colui che all'epoca abitava e abita tuttora allenti in via quarta Anna
Quindi in una in un'abitazione della della suocera posta esattamente quasi di fronte e il luogo dove è avvenuto l'omicidio
Anche se l'ingresso dell'abitazione medesima non era sulla strada che immette dove l'omicidio avvenuto ma all'interno nella zona di campagna
E lo Scala primo ricostruisce
Con estrema precisione per
Peraltro non è mai stato sentito quindi nel corso del dibattimento viene sentito per la prima volta
E dice che intorno subito dopo le diciannove e trenta mentre si trovavano tutti la casa sente dei call
E d'arma da fuoco esplodere in nell'immediato ricostruisciteli ritiene di identificare
Di
Coloro che sparavano firme cacciatori che di solito appunto attività
Si aggiravano nella zona tuttavia però
A differenza delle altre volte
Percepisce che gli spari erano molto vicini e la sua abitazione che di solito i cacciatori erano prudenzialmente
Si tenevano ad una certa distanza rispetto al centro abitato
E incuriosito quindi da questo particolare
Subito chiama i carabinieri è segnalato di avere sentito dei colpi d'arma da fuoco che era successo quindi qualcosa
Sì affacciata alla sua a abitazione sente sopraggiungere delle voci delle grida delle persone allora capisce che qualcosa di grave
E avvenuto
E in effetti i carabinieri della stazione di Napoli ricostruiscono o perfettamente i momenti nettamente antecedente alla telefonata
Giunta presso la loro situazione ce ne parla nel corso
O della sua deposizione
Il carabiniere Di Girolamo dicendo che quella sera era in servizio dalle ore venti
E il collega approvati che si trovava dentro gli uffici della stazione li abbiamo avvisati che era giunta una telefonata
E quindi immediatamente
Si erano recati con il collega scherza nella sul luogo del del dell'omicidio intorno alle venti e quindici questo momento
Importante
Perché per la prima volta appunto qualcuno da una indicazione
Diciamo in termini orari precisa intorno alle venti e quindici
E trovano lì la duna con il corpo di Rostagno e la Roveri accanto a luglio danno immediatamente l'allarme alla centrale
Operativa
Con la macchina aveva una collocazione in quel momento tale che bloccava l'ingresso presso la Comunità San Marino
Non ricorda altri ospiti disavanzo sul posto ricorda il carabiniere di Girolamo che sul posto c'erano per terra c'erano pezzi di fucile scoppiato e bossoli
Non ricorda le condizioni interne dell'autovettura e ricorda che furono costretti
Ad utilizzare un loro faro per
Illuminare la le l'abitacolo dell'autovettura perché la condizione di pressoché totale
Oscurità impediva loro di vedere esattamente cosa cosa c'era all'interno la stessa deposizione rende
Il carabiniere scherza
Il quale peraltro ricorda anche lui che era rientrava nei suoi compiti d'ufficio quello di recarsi abitualmente presso la comunità per effettuare
I controlli nei confronti di quegli ospiti che erano sottoposte a misure
Cautelative della libertà personale connesse aveva allora al loro
Alla loro condizione di di imputati o indagati per fatti legati anche allo stato di tossicodipendenza
E sostanzialmente ricostruisce la stessa scena del crimine del suo o collega
Ricordo in particolar modo la condizione di totale oscurità
Che lo sorprese non poco e che difesa contrario notare invece le condizioni di maggiore illuminazione che caratterizzavano la
La parte di ingresso della strada che oggi si chiama Mauro Rostagno quella cioè vicino o la chiesa dove c'era più illuminazione
Particolarmente importante
Il carabiniere scherza ricorda che sul lato passeggero dovesse dire dell'autovettura quindi dove era seduta la Serra non c'erano schizzi di sangue
Questo è un dato importanti al fine di questo della ricostruzione
Della dinamica e vedremo dovremmo in quali termini nel corso
Della esposizione di tutti gli elementi
Ecco
A questo punto dalla descrizione delle fonti orali passiamo alla descrizione più analitica della scena del crimine che viene effettuata da coloro che
Devono svolgere appunto l'attività di sopralluogo e che risulta compendiata nel verbale
Che reca la data del dieci novembre del due mila
Del mille novecento no del Milan novecentottantotto
La distanza temporale rispetto al momento in cui le operazioni
Vengono effettuate è stata spiegata anche nel corso del dibattimento come riferito esclusivamente al dato meramente formale
Cartolare dell'inoltro del rapporto a cui il verbale di sopralluogo acquisito agli atti del dibattimento sostanzialmente accede e che è del ventisei novembre del nel mille novecentottantotto
Il dottor Pace se vuole fare una pausa condoni quando dice lei
Basta
Facciamo una pausa va bene allora
Dieci minuti non sui dieci minuti e poi
Spero accartoccia
E allora riprendiamo dal momento in cui arrivano i carabinieri e quindi sulla scena del crimine momento che viene cristallizzato e poi aspetti scusi un attimo
Ma l'avvocato Ingrassia ecco l'avvocato inerzia quindi
Possiamo proseguire allora la
La prima ed unica descrizione analitica di ciò che
Di ciò che offre la scena del crimine
è contenuta nella processo verbale di sopralluogo presso
Il bavaglio quarta navi Lenzi che reca la data del dieci novembre mille novecento ottantotto cosa dice questo processo verbale
Il
Che è stato acquisito uniti unitamente alla cartina
Redatta dai carabinieri e
Unitamente a tutto il rapporto del ventisei novembre del mille novecentottantotto reca
Una serie di elementi che è bene tenere sempre in considerazione per pervenire
Alla più chiara e completa ricostruzione della scena descrive
In primo luogo
La l'autovettura
Fiat ed una di colore bianco con le luci di posizione accese e gli anabbaglianti inseriti senta col motore spento si trova afferma al centro del triennio
Sparsi per terra notavamo scrivono i verbalizzanti una bascula divelta in parte appartenente ad un fucile da caccia pezzi di legno appartenente alla bascula un pezzo di ferro a forma di un
Uno Torino di ottone Ehssen cartucce calibro dodici delle quali tre inesplose in realtà un'improprietà lessicale sono tre bossoli tre cartucce sono due cose diverse
L'autovettura presenta diversi fuori nei vetri e precisamente
Il vetro posteriore nella parte centrale presentava un foro di grande dimensioni verosimilmente prodotto da un fucile da caccia a fianco di questo ve n'è un altro di modeste dimensioni il vetro posteriore laterale sinistro
Quello cioè dell'alto del
Qui datore ed il deflettore dello stesso lato erano completamente in frantumi il parabrezza anteriore presentava sette impronte lasciate dai proiettili provenienti dal lato posteriore che si erano infranti nel vetro senza farlo
Aperto lo sportello lato guida
Sul tappetino perpendicolarmente al pedale della frizione rinveniamo una Borra in plastica un'altra la rinveniamo sulla plancia degli strumenti di bordo in direzione del contachilometri la chiave di accensione era inserita
E nella posizione di avviamento il cambio di velocità era inserito nel primo rapporto di marcia aperto lo sportello posteriore destro che quindi
I carabinieri trovano chiuso
Notavamo frammenti di vetro siti sul sedile posteriore su un giubbotto appartenente alla vittima e sul fondo ordine o e sul fondo ove vi era anche una borsa intende quindi una borsa di Mauro Rostagno
Tracce di sangue erano presenti anche nella parte centrale interno del tetto dell'autovettura questo lo avevamo già
Del resto nulla viene indicato in ordine ad eventuali tracce di sangue sul sedile lato passeggero
Nulla viene indicato in ordine allo sportello destro e l'autovettura se non il fatto che venisse
Che fosse stato approvato chiuso e quindi viene aperto ma nulla viene detto se su questo sportello erano presenti o meno per esempio tra c'è di proiettili o scalfitture diciamo connessa alla dinamica del fatto né tanto meno
Allo stesso sportello risulta ritratto e la relativa foto risulta inserita nei
Servizio fotografico acquisito agli atti del processo è allegato sempre al rapporto del ventisei di novembre del
Dell'ottantotto
Il rapporto in questione stabilisce alcuni altri punti fermi importanti in particolar modo l'ora del decesso o del castagno che viene certificato alle venti e quarantacinque dal medico legale
Parleremo poi più avanti in modo diffuso o delle salme autoptico nell'immediato dall'est dalla rilevazione cadaverica diciamo esterna effettuata dal medico legale
I carabinieri rilevano che il cadavere presentava diversi colpi d'arma da fuoco che aveva interessato oltre alla testa il collo la regione dorsale la mano sinistra ed il viso
Di torneremo ripeto sull'esame autoptico più avanti
Quello che interessa mettere in evidenza e sono i seguenti passaggi del rapporto o del ventisei novembre per terra anche a distanza di venti metri dalla FIAT ad uno si riscontravano
Frammenti di copre canna di fucile e parte dell'anello freno molla di particolare interesse nella circostanza il rinvenimento sempre in prossimità della vettura visse cartucce
Di cui tre esplose la loro dislocazione sui luoghi oggetto di indagine meglio rilevante
Delle dall'esame della planimetria come abbiamo detto è stata allegata si dà conto poi della escussione della serra negli stessi termini in cui la stessa riferito nel corso o del dibattimento quindi appieno a dimostrazione della
Costanza e della coerenza del suo
Narrato
L'altro particolare che va evidenziato e il seguente
Dalla deposizione della fonte i carabinieri accertano nell'immediato
Che poco prima del fatto micidiali o la vettura di Rostagno veniva seguita da una FIAT Uno di colore blu con a bordo tre persone
Ecco sul punto al riguardo si dà conto che la mattina del ventisette settembre del mille novecentottantotto in una cava in disuso sita nella contrada Crocci di Foggia bene dice
Deriva rinvenuta completamente distrutta dalle fiamme una FIAT Uno che attraverso il numero di telaio
Quello che risulta essere risultava essere immatricolata con targa Palermo settecentoundici ottocentoquarantatré a nome di Lo Presti Pietro
Circa le armi utilizzate per il fatto di sangue con particolare riferimento al materiale sequestrato sul luogo dell'omicidio appunto si delegava il centro di investigazioni scientifiche dei carabinieri
E
E evidente
Diciamo significativa la indicazione secondo la quale è superfluo far notare che l'etichetta di delitto mafioso ampiamente sbandierata dalla stampa
Notare anche lei si può in un rapporto giudiziario dei carabinieri fino a questo momento e supportato solo da mere ipotesi bisogna considerare che se è pur vero che l'ha usata per l'omicidio è stata usata molto tempo è stato usato in realtà era stata rubata è un refuso
Molto tempo prima sono stati impiegati armi tipiche
è pur vero che il fucile esploso e la mafia non commette questi errori B
Queste affermazioni condizioneranno pesantemente tutta l'evoluzione successiva delle indagini sull'omicidio posto e azienda ora ha detto che tra queste affermazioni e le perizie poi
Disposte dalla Corte vi è un chiarissimo collegamento
Grazie al quale è possibile forse oggi pervenire ad una ricostruzione più chiaro
Proseguendo sulla accertamento della scena del crimine
Non va trascurato un passaggio della deposizione del sostituto commissario Salvatore Marino del sedici febbraio del due mila undici il quale benché appartenente alla Polizia di Stato ci ad un organo
Ho investigativo che non si era occupato nell'immediatezza delle indagini tuttavia si era recato sulla scena del crimine ed aveva nell'immediato
Notato un particolare di estrema rilevanza appena arrivo sulla scena del crimine sono andato sul posto c'erano i carabinieri che procedevano
E o una siccome una buona esperienza di armi ho dato indicazioni ai colleghi del fatto che ho visto pezzi di fucile
E ho detto attenzione questi sono pezzi di fucile calibro dodici
E e la cultura può venire per non
Per non più di un paio di motivi o per uno scoppio della cartuccia che in canna la canna di cartucce rimane a questa altezza del guardavano quindi se esplode chiaramente questo
Questo parliamo potrebbe anche essere avvenuto questo e allora c'erano allora c'erano diversi tipi di fucile automatico
Uno di questi che poi il modello Breda e che a lungo Rin cumulo in pratica ogni volta che si spara la canna retrocede solidale con il mondo né da un notevole scorrimento se le armi non solo in perfetto stato
Se si sparano cartucce troppo violente cose del genere
Attenzione a questa espressione cartucce troppo violente può succedere che si rompa questo questo costo cioè
Poteva essere successo per non più di due o tre motivi e quindi di indicazioni su quello che poteva essere accaduto ecco è una rappresentazione se si vuole in un certo senso a tecnica non frutto esclusivamente dell'esperienza professionale
E personale dell'ispettore Cicero che va tenuta in adeguata considerazione per comprendere quello che si troppo quello che si offre davanti agli osservatori nel momento in cui arrivarono sulla scena del crimine
Altro elemento importante per ricostruirla compiutamente la deposizione del già citato
Giornalista costino Occhipinti che viene sentito il nove marzo del due mila undici perché è importante perché costui è l'autore del video l'unico realizzato sulla scena del crimine che quindi gli organi investigativi non realizzando i carabinieri che erano gli unici titolari
Diciamo in quel momento del potere di indagine sul luogo né tanto meno altre forze di polizia con appunto la polizia che come abbiamo visto e come vedremo anche attraverso la deposizione del
Questore Germana si erano pure recati sulla scena del crimine ma non vi avevano non avevano proceduto a questo tipo di adempimento che invece si rivelerà un adempimento particolarmente importante
Perché
Perché il filmato
Viene viene realizzato appena il giornalista subito dopo aver appreso o dell'Arvedi Della verificazione dell'omicidio della Commissione dell'omicidio si porta sul luogo dell'omicidio stesso
E però quando arriva trova già la macchina vuota perché il corpo di Rostagno era stato già spostato e quindi può cominciare a fare
Delle riprese e grazie a queste riprese è possibile ancora verificare i punti dove
Si si trovavano
I vari reperti balistici
Dopo che la zona peraltro era stata perimetrata
E loro ovviamente non ho chiesto l'autorizzazione ad accedervi Lanzone era molto non era assolutamente illuminate era molto scura molto Buglio
Tant'è che Occhipinti era stato costretto avventarsi diciamo con
Un faro alloggiano portatile per illuminarla
Ecco
L'oggetto delle riprese dal giornalista viene in questo modo sintetizzato in particolar modo ci si sofferma quando fa si fanno queste cose sul luogo inquadrare dove siamo quindi il cartello con la scritta Samantha
Poi da lontano fare vedere la macchina e poi si scende sui particolari quindi Forino i vetri purtroppo il sangue sui divani della macchina
E il calcio del fucile i progetti lì che erano per terra insomma quello che serve per realizzare poi un servizio giornalistico come vediamo sempre
In televisione il calcio del fucile peraltro era soltanto una parte impropriamente definito calcio del fucile da da un giornalista che non che non aveva evidentemente non ha esperienze balistiche
Non c'era in particolar modo nessuna televisione quella sera non c'era neppure un operatore della dell'emittente ove lavorava
Rostagno con una telecamera sebbene fosse presente Giovanni ribalta che negli ultimi tempi soprattutto era un assiduo collaboratore di Mauro Rostagno
E
E tuttavia però lo stesso come dirà anche nel corso della sua deposizione del primo giugno del due mila undici era sprovvisto o di una telecamera che potesse riprendere la scena del crimine
Sottolineo nella deposizione di Occhipinti fidato concernente
Sulla su due particolari lo stesso dice non ricordo di una borsa o di una valigia posizionata sorretto segno che evidentemente la stessa era stata già prelevata dagli inquirenti perché se ne dà atto nella verbale di sopralluogo e poi
Dice di non avere rilevato alcuna Macchia sul lato sul sedile lato passeggero comunque di non aver effettuato alcuna
Ripresa sullo stesso e di essersi soffermato esclusivamente sulle macchie di sangue rilevate sul sedile lato guida dove dove stava Rostagno
O
La deposizione di di Malta che era presente sui luoghi coincide con questa ricostruzione salvo appunto il fatto che lo sta
Ciò non ha avuto lo modo di concentrarsi su tutti i vari punti della scena del crimine sappiamo che la deposizione di Malta è importante anche ad altri fini
Soprattutto ed in particolar modo con riferimento alla questione concernente il mancato rinvenimento o di una videocassetta anzi di due cassette una videocassetta
Dove nella quale Rostagno aveva
Impresso delle immagini che evidentemente riteneva o aveva comunque acquisito aveva acquisito l'immagine che riteneva di una qualche utilità a tal punto da a
Dare direttive perché non venisse spostata dalla sua scrivania accanto alla foto della figlia posizionata sulla stessa scrivania e doveva nessun posti con la scritta non toccare e un'audiocassetta
Dove Rostagno negli ultimi tempi solleva registrare le telefonate di minacce
Che che gli perveniva con riferimento alla sua
Attività aveva preso infatti questa abitudine di registrare le telefonate che gli pervenivano in relazione evidentemente sul telefono va fisso ma adesso facciamo parlare gli ufficiali di polizia giudiziaria
Che si sono occupati di redigere il famoso rapporto del ventisei novembre
Del mille novecento ottantotto cominciamo
Cominciamo dalla dall'allora maresciallo oggi luogotenente invenzione Bartolomeo Santomauro che viene escusso il sedici di febbraio del due mila undici
Cosa dice Santomauro
Quello era un periodo davvero molto particolare perché
I carabinieri
Diretti dalla colonnello montanti che firmerà il rapporto del ventisei novembre del mille novecentottantotto
Erano impegnati su più fronti con diversi omicidi che erano Stati in quel periodo o realizzati perché
C'era stato il l'omicidio
Del giudice Giacomelli
E poi di alcuni giorni prima e poi un successivo rispetto a quello di Rostagno duplice omicidio commesso a Paceco
Egli quella sera si era recata già impegnato sul fronte delle indagini che riguardano l'omicidio Giacomelli quella sera si recò esclusivamente presso la Scip presso la stazione del click day dei Carabinieri di Napoli non per fare il sopralluogo ma semplicemente per dare un'occhiata ricorda agli interrogatori delle persone da sentire subito
Appunto la Serra la il cosiddetto Angelo della Morte Marco Moioli la la signora Roveri
E
In particolare e inoltre la fonte il però quando si chiede a vanto a Santomauro
Quali sviluppi investigativi vengono dati nell'immediatezza
Alla vicenda dell'omicidio dallo stesso sostanzialmente non indica alcun tipo di sviluppo se non quelle come dire infatti immediate diritto che si fanno nell'immediatezza
In particolar modo alla domanda se fossero state attivate intercettazioni telefoniche
Nei confronti di soggetti vicini alla vittima o comunque potenzialmente ritenute coinvolte
Nel
Nel crimine o che comunque potessero fornire qualche indicazione utile
Delle indagini Santomauro molto lealmente dice no ritengo di no subito lo escludo ha ragione ad escluderlo subito perché l'effetto abbiamo accertato che le prime intercettazioni c'è mi ha
Di questo mio riferimento anche nelle dichiarazioni acquisite dell'allora maresciallo latte Anna le prime intercettazioni vengono attivate nel maggio del mille novecento ottantanove quindi a distanza di diversi mesi dall'omicidio
Si può dire sì sì sin da ora senza dubbio violando così una delle regole fondamentali
Della della BCE diciamo della polizia giudiziaria che prevede appunto la attivazione immediata dell'ascolto di utenze telefoniche
I soggetti comunque rientranti nel circuito relazionale della vittima anche i parenti che ovviamente benché
è incolpevoli però possono fornire degli elementi degli spunti di indagine
Caso direi unico
Nella mia esperienza per la verità modestissima di venticinque anni
Di attività giudiziaria non esista un altro caso in cui non vi è stata l'attivazione di intercettazioni nell'immediatezza del crimine
In questo caso i carabinieri hanno ritenuto che non andassero attivate le intercettazioni sono state attivate infatti nel maggio e l'ottantanove come sappiamo porteranno poi
A acquisire elementi utili in direzione della malversazione di fondi all'interno di della comunità sanarle queste intercettazioni sono state anche utilizzate con i confronti Della Rovere di Cardella e gli altri per dimostrare appunto
La non ortodossia della tenuta della contabilità chiami però ai fini delle indagini nessun elemento sul punto
è stato è stato attivato in questo senso
Ecco ci fermiamo qui era la prima parte della requisitoria che è molto lunga ma della puntiamo a trasmettere bella pressoché integralmente della
Direzione distrettuale antimafia palermitana di fronte i giudici della Corte di Assise di Trapani impedire il
L'omicidio di Mauro Rostagno
Siamo arrivati siamo sempre sul luogo del delitto come avete sentito tutto la la ricostruzione minuziosa è importante perché poi questo processo si gioca in gran parte proprio su questo
E arriva al davvero dopo un quarto di secolo dal delitto anche perché quel che doveva essere fatto subito per esempio come gli abbiamo detto che ci funzione la perizia balistica non solo non venne fatto ma non vennero valorizzati nemmeno i dettagli
Più importante
Il particolare decisivo e sono quei resti di fucile esploso
La mafia non commette certi errori dicono i carabinieri della territoriale trapanese e dunque bisogna guardare altrove
Eppure come nota e fa notare implicitamente il Pubblico Ministero nella sua requisitoria se è un delitto aveva proprio le stigmate
Della esecuzione da parte di Cosa nostra quello era
Perché
In uso di armi corte lunghe Lamacchi Ragoni alle tre persone sopra che vengono visti i dati e Simoni
Il fatto che quella maschile avvenga rinvenuta poi bruciata ed era quello che è sistematicamente negli anni Ottanta la mafia faceva non veniva mai ritrovata
La macchina o la motocicletta dei killer tutto era bruciato lì si commette anche effettivamente qualche errore perché
Chinava a bruciare voi sì
Si lascia cadere dalla tasca uno scontrino molto compromettente ma questo lo vedremo sicuramente il Pubblico Ministero ne parlerà nel seguito
Della
Della sua requisitoria quello che scelto e che ecco il punto chiave dovessimo
A
Vedere la questione code un libero giallo eh quel fucile esploso
E quell'annotazione della territoriale dei carabinieri sugli errori della mafia in fondo la chiave reali ce l'avevano
Non l'hanno voluta tra utilizzare EPR aprire la porta di un'indagine che si sarebbe potuta chiudere
Che si sarebbe potuta chiudere molto prima
Naturalmente poi
Proseguiremo ad ascoltare la
E qui si toglie però vi vogliamo far notare un'ultima cosa che non volevo dimenticare i Carabinieri fanno il sopralluogo lo fanno il ventisei di settembre la sera quando Rostagno viene ucciso
Viene detto en passant il forse ci tornerà più avanti
Dal pubblico ministero ma c'è un altro aspetto assolutamente singolare in tutta la vicenda non solo le intercettazioni telefoniche che non partono subito ma molto dopo
No è lo stesso
Rapporto sul sopralluogo sul luogo del delitto
E il processo verbale sono trattati ma molto ma molto dopo
L'esecuzione del delitto stesso perché due mesi di tempo per scrivere un rapporto
Non è proprio l'ordinaria amministrazione anche sui come abbiamo sentito la Procura di tra la la e la la la stazione dalla stazione carabinieri
Di Trapani era allora oberata di lavoro c'erano stati altri delitti un delitto eccellente un magistrato un altro diritto eccellente era processo
Il poi nei confronti di un sindaco di un paese della provincia e poi c'era stato un duplice omicidio insomma c'erano state tante cose forse anche su questo appuntato conosce le nostre
Per levarsi di torno i giornalista scomodo il quello che denunciava tutti i giorni da uno schermo televisivo molto visto
A a Trapani lì vicende
Della criminalità e della mala politica pensavano che forse sarebbe passato abbastanza rapidamente nel dimenticatoio un errore un errore culturale
Esiziale quello che fa Cosa nostra in questo in questo caso
Una prossima puntata dello speciale giustizia e naturalmente sarà dedicata al seguito di questa requisitoria