16APR2014
intervista

Intervista a Donatella Ferranti sul Decreto Legge Lorenzin sugli stupefacenti

INTERVISTA | di Giovanna Reanda RADIO - 00:00. Durata: 4 min 46 sec

Player
"Intervista a Donatella Ferranti sul Decreto Legge Lorenzin sugli stupefacenti" realizzata da Giovanna Reanda con Donatella Ferranti (deputato, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata mercoledì 16 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Camera, Cannabis, Corte Costituzionale, Decreti, Droga, Fini, Giovanardi, Giustizia, Iervolino, Lorenzin, Ministeri, Parlamento, Vassalli.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

La Presidente della Commissione giustizia antiche e conservate a tutta
Della
Conversione del decreto
Pareri
Signori stupefacenti questo elemento
Commissione giustizia giusta stanchi Tim ma anche debbano intimidazione che destina
Visto Lorenzini di concerto con l'Orlando ha emanato un decreto legge
Che in pratica d'attuazione alla sentenza della Corte costituzionale su Ustica cento
In particolare ha ripristinato la tabella delle droghe leggere con riferimento alla cannabis
E questo diciamo e poi ci sono altri interventi che dobbiamo perfezionare insomma certamente non è la dedizione
Della normativa in maniera esprima Centi perché altri punti rimangono aperti però insomma è un primo passo anche perché all'Inzaghi nel sito
Della sentenza della Corte costituzionale
Stamattina abbiamo cominciato a votare agli emendamenti all'articolo uno e vede adesso siamo stiamo proseguendo zona anche se
Diciamo c'è stato un piccolo episodio
Più visto adesso anche un po'ingigantito dai
Dai
La alcuni rappresentanti del nuovo centro destra parti
Pagano ma Gigli
Immaginava basso trovaste diciamo capitoli Carbini Linetti
Che Anna Banti Luceri Lalia quindi per l'Italia quella parte del nuovo centro destra che poi
Annuncia presa nel suo rapporto di polemica Giovanna si
Hanno preso spunto da un emendamento
Che dallo presentato oggi
Che veda
A ribaltare un po'le questioni attinenti alla riclassificazione delle droghe leggere vi abbiamo dato parere contrario ma unanimi i relatori cioè io il Presidente parcheggio della Commissione e affari sociali stabilite
E il Governo rappresentato dal
Dall'Asia ad avviso della salute piglia il
Giustizia in particolare per la giustizia c'era costa
E hanno preso spunto da questo emendamento per appunto volevo cominciare a dire che
C'è stato una una riduzione del dibattito alla batto abbandonato l'Aula
Non hanno partecipato i lavori questo dispiace perché in realtà i lavori sono stati condotti sempre con il massimo rispetto e da un fatto audizioni ovviamente questa è una materia delicata
Ma non intendiamo a stravolgere il decreto
Ma soltanto a diciamo
Cercare di
Portarlo a termine farlo entrare in vigore come decreto convertito anti perché ed è proprio non lasciare un clima di incertezza dopo la sentenza la Corte Costituzionale che ha ripristinato la distinzione tra droghe leggere e droghe pesanti il problema è proprio questo perché da parte di alcuni
Deputati si contesta che ai principi di tetti detta cannabinolo insomma nei cosiddetti troppe leggersi hanno siano effettivamente tra virgolette leggerle madre in genere non vuol dire che non facciano male
O non sono pericolose vuol dire che
Legislatore prevede delle sanzioni diverso e di coerenza la pena
Questo le strade questo tra l'altro anche in previsione terminate trentotto un attimo
Settanta
Sì CEE ovviamente gli architetti in relazione al carcere sulla fornito il carsiche si sono prodotti
Conella configurazione del reato autonomo no di piccolo spaccio credo che stiamo in famoso ricreazione non ce n'è anche ai fini della della appena delle proprie delle idee
Taccio un po'più rilevanti perché ovviamente
Entrando in vigore
La la Jervolino
Bastagli
Con questo decreto che acquisti stremato le tabelle rientra in vigore la distinzione trattate pesanti e droghe leggere esproprio proprie leggi ai cosiddetti leggeri e cioè la canapa in atti quindi di vigili naturale
La pena è
Più bassa
La pena passa da vent'anni ai di Massimo quindi c'è una differenziazione di pena che però è l'aspetto
Non si può
Disconosce deve stretto non solo di un dibattito
Che era già in corso in Parlamento ma l'effetto di una sentenza della Corte costituzionale non si può utilizzare un decreto legge per cercare di ripristinare
In maniera più o meno Diletta
Le tabelle Giovanardi testa un'ultima considerazione ma il ministro quando verrà
Se no il Ministro della Giustizia verrà da noi alla Camera il trenta
Il trenta aprile dopo Pasqua
Grazie grazie Presidente