07APR2014
intervista

Europee 2014: intervista a Paolo Alli su Juncker e sui rapporti NCD e PPE

INTERVISTA | di David Carretta Bruxelles - 00:00. Durata: 3 min

Player
Jean Claude Juncker, ex Primo Ministro del Lussemburgo, è stato scelto dai rappresentanti del centro destra europeo come candidato alla presidenza della Commissione europea durante la campagna delle elezioni europee.

"Europee 2014: intervista a Paolo Alli su Juncker e sui rapporti NCD e PPE" realizzata da David Carretta con Paolo Alli (deputato, Nuovo Centrodestra).

L'intervista è stata registrata lunedì 7 aprile 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Alfano, Berlusconi, Destra, Euro, Eurobond, Europee 2014, Forza Italia, Juncker, Nuovo Centrodestra,
Ppe.

La registrazione audio ha una durata di 3 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

A me e come si vive questo rapporto detto di pietra diciamo
Futuro simbolo dello scudo crociato incrociato riunificato
Falsità
Io non ho avuto nei colloqui con i colleghi
Siamo che la situazione è nota quindi il
La separazione tra Berlusconi al fanno fatto acquisito
Sono però due partiti che entrambi si si rifanno popolarismo europeo all'origine
E quindi
Sì c'è un po'di curiosità da parte dei colleghi stranieri di capire quali siano i rapporti in questo momento tra Berlusconi e dal farlo
Però al di là di questo
Viene messo in dubbio né l'una né l'altra posizione dal punto di vista dell'isola particolarmente
E non ci sono dubbi sulla collocazione di Forza Italia troppo
Le lezioni di storia c'è qualche spinta verso i conservatori
Non è emersa io anche nei dialoghi
Surrealisti avuto non non ho avuto questa sensazione
Il vostro candidato alla presidenza della Commissione l'iter nel fine settimana Berlino ha presentato un programma molto tedesco
No agli eurobond no a
Concessioni in termini di flessibilità di bilancio
Qual è la qual è la vostra reazione
Si delinea ripetuto correttamente che alcune regole dovrà essere molto chiare perché stessa regola così dalla sua parte
Il salvataggio dell'euro è stato fatto appresso di grandi sacrifici verso la nostra posizione e che bisogna andare su una linea di sviluppo altrimenti rischiamo di alimentare da un lato
Appunto il mal di pancia antieuropeisti che crescono dappertutto particolare forse vostro paesi più che nelle nostre
D'altra parte se Cirilli mi chiamo dire che dobbiamo rispettare le regole del patto di stabilità e queste cose voi una vera prospettiva di di sviluppo Nord nuova inneschiamo
Io credo comunque che posizione anche utili Draghi eccetera vada nella direzione
Che tendiamo a muovere un po'le acque rispetto
Con l'opposizione esclusivamente burocratica che speriamo
Purtroppo sapete meglio di me che muovere un colosso come Unione europea non è semplice ed è stato ribadito in più occasioni anche nel dibattito di stamattina effettivamente
Alla fine poi problema che le sensibilità che ci sono nelle diverse realtà nazionali diverso sia come interessi sia come
Sensibilità connesse
Quindi hanno
Giacché nel conto un po'di tutto di un carro avrà un compito non facile
Di ministro
Lui ha una solidissima preparazione
C'è un'esperienza
Conosce sopra la macchina
Spera che abbia anche dal punto vista politico non grande
Flessibilità e capacità a gestire questi equilibri