17APR2014
intervista

Il Documento di Economia e Finanza presentato dal Governo Renzi: intervista a Maurizio Sacconi

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo ROMA - 00:00. Durata: 7 min 3 sec

Player
Nell'intervista si parla anche dell'eventuale ricorso ad un'amnistia e delle nomine dei dirigenti delle maggiori aziende partecipate dal Ministero del Tesoro.

"Il Documento di Economia e Finanza presentato dal Governo Renzi: intervista a Maurizio Sacconi" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Maurizio Sacconi (senatore, Nuovo Centrodestra).

L'intervista è stata registrata giovedì 17 aprile 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Amministrazione, Amnistia, Austerita', Benzina, Bilancio, Burocrazia, Camera, Consumi, Debito Pubblico, Deficit, Destra,
Dipendenti, Economia, Europa, Finanza, Finanza Pubblica, Fisco, Giustizia, Governo, Imprenditori, Impresa, Investimenti, Italia, Lavoro, Mercato, Nuovo Centrodestra, Partito Democratico, Pil, Politica, Reddito, Renzi, Riforme, Sinistra, Societa', Stato, Sviluppo, Tesoro, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 7 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Il senatore Sacconi e il capogruppo del nuovo centro destra Palazzo Madama per parlare del terza che è arrivato oggi alla Camera alta volevo sapere quali sono le sue
Impressioni su questo documento che tipo di analisi ha trovato nel nel documento
E se ritiene preoccupante diciamo l'allungamento delle dei tempi per il pareggio di bilancio
Noi siamo ovviamente favorevoli al documento perché
Riproduce quel programma di governo che fu
Sin dall'inizio presentato e successivamente esplicitato
Con soprattutto con la manovra fiscale
Che avvia una consistente riduzione delle spese delle pubbliche amministrazioni
Trasferendo né i relativi
Le relative economie
Sulla sui redditi medio-bassi
Dopo
La lunga stagione del deficit spending
Anche la Sinistra sembra riconoscere
La necessità di una politica di restituzione alla società di maggiore libertà
Di spendere di decidere come e cosa fare
Per la crescita
Riducendo invece quell'invasività dello Stato
Che si è rivelata causa delle nostre difficoltà
Dal punto di vista della lo scostamento dall'equilibrio strutturale di bilancio
Era nell'ordine delle cose non modifica un percorso di controllo dei conti
Che si caratterizza in primo luogo per l'avanzo primario i nostri problemi
Principali rimangono il debito
Il costo del servizio di collocamento del debito anche se e come sappiamo
La stabilità Comitato alcuni fenomeni
Internazionali a consentito fortissime economie nella nella spesa per collocare il debito pubblico
Ma dal punto di vista come dicevo del rapporto fra il disavanzo il PIL
Il problema è nella crescita
Dobbiamo sostenere la crescita anzi questo è solo l'inizio di un percorso
Di maggiore sostegno alla crescita per la quale peraltro sono importante non vanno sottovalutati importanti anche le regole
Cioè quella deregolazione che insieme alla minore pressione fiscale
Costituisce liberazione delle energie vitali della società
Allarme né in una parte del del terza ci sono le tabelle degli studi gli istituti di rilevazione sulla crescita tra queste il prossimo
Hanno tutti danno il segno positivo non si va oltre l'uno virgola cinque uno virgola sette per cento
Una politica redistributiva come quella che sta attuando il Governo Renzi aveva
Necessita di un maggiore sostegno alla ripresa molti non vedono questo
La crescita a mio avviso rimane
Inesorabilmente modesta se non si agisce come dicevo anche sulle regole e sulla certezza delle regole stesse perché
L'incertezza
Che del nostro sistema regolatorio della nostra giurisprudenza si aggiunge all'incertezza relativa all'andamento dei mercati e alla depressione dei consumi interni e la nostra manovra agisce sui consumi
Ma non è sufficiente fare ciò noi dobbiamo più coraggiosamente liberare l'Italia da quella
Regolazione aggiuntiva rispetto alla a quella comunitaria
Che non ha nessun altro Paese sulla quale poi si innesta una giurisprudenza schizofrenica che avente
Incerto il contesto nel quale un imprenditore si trova ad operare è ciò che osservano gli investitori internazionali
E ciò che vivono ogni giorno gli operatori italiani quindi il tema delle regole
Non della burocrazia astrattamente intesa prendiamo le regole sul lavoro
Il Governo ha fatto un passo avanti ma adesso la sua maggioranza o meglio il Partito Democratico di fa fare un passo indietro mi riferisco a ciò che sta accadendo alla Commissione lavoro della Camera
Ed è questo che mi preoccupa il fatto che la sinistra non si è ancora matura per la deregolazione che non significa
Allentamento delle della necessaria tono tutela del lavoratore o di altri profili del bene comune
Ma significa saperlo fare con regole semplici
Affrontando anche il nodo della giustizia perché la giustizia e poi aggiunge ripeto incertezza a incertezza sarebbe favorevole all'amnistia
Ma io sono ovviamente anche l'amnistia deve collocarsi in un percorso di riforme della giustizia sì io sono favorevole all'amnistia ma insisto se e sei
Intesa come al ricorrente appuntamento è evidente che non non
Non non non può essere accettabile perché
Rende solo poco credibile il nostro sistema di giustizia
Ma se invece essa si collegasse ad una robusta riforma dell'assetto giudiziario ne sarebbe il comma il comprensibile complemento
Un'ultima domanda
Le nomine che ha del del Governo Renzi ci sono state molti hanno applaudito queste queste nomine soprattutto per l'aspetto che riguarda le quote rosa però ieri è arrivata una notizia che ha riguardato le nega l'aumento
Delle del del del della della della benzina che ha colpito molti dell'opinione allo molta molta larga parte dell'opinione pubblica che associato questo aumento
Ma diciamo a alle nuove nomine che cosa possiamo aspettarci da quello che abbiamo visto in questi giorni con le nomine
Poiché mi sembra che le nomine
Abbiano dei robusti elementi di continuità
E quindi
Non non non credo che
Si possono fare associazioni di questo tipo
Come
Come si è detto ci sono degli elementi di novità a ma se guardiamo soprattutto i cassetti
Di maggiore responsabilità questi si pongono
In continuità ed è stato un bene che fossero in continuità non possiamo
Sottoporre ha choccato grandi aziende oltretutto
A valenza strategica per il nostro Paese bene la ringrazio ringrazio spingere capogruppo dell'o centrodestra Sacconi