19APR2014
rubriche

Rassegna stampa estera

RUBRICA | di David Carretta Radio - 07:11. Durata: 19 min 10 sec

Player
Puntata di "Rassegna stampa estera" di sabato 19 aprile 2014 , condotta da David Carretta .

Tra gli argomenti discussi: Crimea, Crisi, Esteri, Guerra, Putin, Rassegna Stampa, Russia, Ucraina, Ue.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 19 minuti.
07:11

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno a Visco datori di Radio Radicale sabato diciannove aprile questo l'appuntamento con la rassegna dalla stampa internazionale a cura di David Carretta al tema che approfondiremo quest'oggi ancora una volta la crisi
In Ucraina in particolare gli esiti della riunione di giovedì a Ginevra l'accordo per vi Perini passi concreti volti alla dei escalation
Della crisi i giornali esteri hanno opinioni abbastanza diversi sull'esito di questa riunione vedremo in Washington post che era scettico alla vigilia dell'incontro
E invece questo il titolo dell'editoriale di ieri ritiene che Stati Uniti Unione europea e Russia abbiano trovato un equilibrio sull'Ucraina anche se la Russia deve impegnarsi a qualcosa di più che le semplici parole
Inserite nella dichiarazione finale per l'indipendente ci sono progressi reali verso la soluzione della crisi mentre secondo il mondo
Questo accordo non garantisce una soluzione diplomatica in Ucraina leggeremo anche l'editoriale di ieri di verifichiamo che parla di ultima chance e poi del mondo di oggi
Molto netto molto duro l'accordo diplomatico di Ginevra è una vittoria politica per Vladimir Putin ma cominciamo
La stampa americana dal Washington post che ieri salutava positivamente esiti l'esito del negoziato in un editoriale dal titolo Stati Uniti Unione europea e Russia trovo no un equilibrio sull'Ucraina
Scrive il post eravamo tra quelli che dubitavano dell'incontro sull'Ucraina Ginevra
Giovedì potesse produrre risultati concreti vista la debole risposta dell'Occidente all'aggressione
Russa di conseguenza siamo rimasti piacevolmente sorpresi
Dai passi concreti iniziali volti ad allentare le tensioni restaurare la sicurezza che le parti hanno annunciato nella città svizzera
L'accordo prevede l'evacuazione il disarmo dei gruppi sostenuti dalla Russia che hanno occupato palazzi governativi nell'est dell'Ucraina
Il cambio di Governo di il cambio al Governo di chi avversari si è impegnato riforme costituzionali che diano le regioni dell'Est più autonomia mentre stati Uniti Europa per parte loro concederanno ulteriori sanzioni contro la Russia questo Accordo di Ginevra
Per il Washington post potrebbe fermare quella che appariva come una spirale verso l'anarchia o perfino verso la guerra civile l'Ucraina dell'est ma come sottolineato il segretario di Stato americano John carry
Finora l'accordo esiste solo nella forma di parole su un pezzo di carta e rimane da vedere se la Russia deciderà davvero di rispettare
L'accordo bloccando l'offensiva sotto copertura che ha lanciato una decina di giorni fa
Kerry il Presidente Obama
Hanno suggerito che se i governi occidentali non vedranno progressi entro l'inizio della prossima settimana
Andranno avanti con nuove sanzioni sarà importante rispettare questa scadenza questa sorta di ultimatum sottolinea il post
La destra e Jean non significa infatti che Vladimir Putin abbia rinunciato subito tipo dimettere
Quanta più Krajina possibile sotto il dominio di Mosca rendendo del resto del Paese ingovernabile la sua performances televisiva
Giovedì nella quale ha ribadito che il Parlamento russo gli ho dato l'autorità di invadere l'Ucraina dell'Est ed ha definito la Regione come nuova Russia chiarisce che la sua ambizione di sovvertire l'ordine post guerra fredda in Europa
Mosca sta ancora chiedendo riforme istituzionali che renderebbero le regioni dell'Est di fatto indipendenti da chi è vero
E darebbero ai russi un Veneto sulle politiche nazionali dell'Ucraina che vi ha detto che il Ministro degli esteri russo Sergei Lavrov ha indicato che le truppe russe ancora ammassata la frontiera dell'Ucraina
Si ritireranno solo se il processo costituzionale sarà completato in altre parole Mosca si riserva il diritto di usare la forza
Se non otterrà lo smembramento del fatto del Paese lo smembramento che vuole il Governo ucraino ricorda ancora al posta promesso riforme di decentralizzazione ma
Un nuovo ordine politico che permetta un'ucraina indipendente di prendere le sue decisioni da sola su relazioni economiche alleanze internazionali non sarà mai accettabile per Putin se
Il Presidente russo rallenterà la sua tranquilla invasione dell'Ucraina questa evoluzione dovrà essere vista come una manovra tattica leader russo con l'Accordo di Ginevra infatti
è vita soprattutto le sanzioni occidentali quelle che potrebbero colpire altri membri della sua
Cerchiari stretta e al contempo Putin costringe il Governo di TIR a cedere almeno parzialmente alle sue richieste
Malgrado questi limiti l'Accordo di Ginevra carry a giustamente definito il compromesso un buon risultato se implementato l'Ucraina potrebbe uscire da una spirale che rischiava di portare la guerra civile gli Stati Uniti e loro alleati
Ora devono assicurarsi che la Russia ponga davvero fine al suo intervento mascherato e che l'Ucraina non si è costretta concessioni in certa abilità evitare un altro intervento Russo così
Il Washington post in questo editoriale ieri positivo il giudizio anche dell'indipendenti in un editoriale dal titolo ci sono progressi reali perso la soluzione della crisi in Ucraina ora i colloqui devono trasformarsi
In azione
Scrive l'Independent quando
I cosiddetti quattro si sono incontrati giovedì mattina Ginevra le prospettive non erano promettenti
In un filo diretto televisivo di quattro ore Vladimir Putin sempre giovedì mattina ha spiegato che le sue truppe erano in Crimea prima del referendum pre annessione da giunto di sperare di non dover
Esercitare il diritto del suo Paese usare la forza militare anche in Ucraina dell'est l'atmosfera però è cambiata quando i protagonisti di
Chi ne avrà sono usciti dal
Loro incontro e sono saliti sul podio delle rispettive conferenze stampa
Contrariamente ad aspettative un accordo è arrivato in fretta e con una serie di misure precise
Primo tutte le parti devono evitare l'uso da violenze gruppi armati devono rinunciare loro armi e tutti i palazzi governativi occupati devono essere sgombrati
Con le forze pro russe che beneficeranno di un'amnistia secondo per contribuire a restaurare l'ordine una missione dell'OSCE amplierà le sue operazioni per assistere le autorità ucraine a riprendere il controllo della situazione
E per sottolineare il nuovo spirito di unità Europa Stati Uniti Russia invieranno altri osservatori infine e la cosa non è meno importante
Il Governo ad interim vizio che si è impegnato un processo ampi inclusivo di riforme costituzionali assicurando la partecipazione di tutte le Regioni gruppi sociali e i partiti politici come ha detto il Segretario di Stato americano John Kerry
Gli sforzi di giovedì sono stati un buon giorno di lavoro secondo l'Independent
Con l'Ucraina che stava scivolando pericolosamente verso una guerra civile lo stallo tra russi Occidente rischiava di portare una nuova versione della guerra fredda
Ora invece grazie ad una base di lavoro comune migliore di quanto prevedessero perfino i più ottimisti c'è una vera possibilità di arrivare ad una soluzione pacifica accerto con la tensione che rimane alta e la presenza sul terreno di molti gruppi armati rischi
Permangono molto dipende dalla Russia Lavrov ha chiesto la fine delle violenze ma rimane da vedere se Mosca manterrà la promessa di ritirare il suo sostegno clandestino le milizie profuse
Allo stesso modo Kiev dovrà agire rapidamente per dimostrare i suoi oppositori dentro e fuori il Paese che la sua promessa di riforme inclusive eh convincente
La situazione in Ucraina non è semplice tutte le parti hanno preoccupazioni legittime i negoziati di Ginevra sono un buon inizio ma il vero test secondo l'Independent arriverà nei prossimi giorni se non ci saranno prove di progressi immediati sul terreno
L'accordo di giovedì resterà un pezzo di carta e non riuscirà a affermare il caos così il quotidiano
Britannico e il mondo in meno ottimista in un editoriale di ieri dal titolo un accordo che non garantisce una soluzione diplomatica in Ucraina per il quotidiano conservatore
Spagnolo in sostanza
I quattro che ci sono undici riuniti a Ginevra sono riuscite a mettere una pezza ma
Il problema di fondo dell'Ucraina e della strategia russa di Vladimir la strategia
In pratica e Putin di espandere con riaffermare l'influenza russa
Lo spazio
Ex sovietico non
Non è stato affrontato scrive il mondo
Anche se minimo l'accordo raggiunto a Ginevra inietta un po'di ragionevolezza nella dedicata situazione che vive l'Ucraina ma questo sforzo diplomatico non è sufficiente di per sè garantire la pace nella Regione
Serve qualcosa di più di buone intenzioni messe per iscritto per assicurarsi
Un accordo stabile e durevole che ponga fine alla crisi i negoziati tra Stati Uniti Russia Ucraina Unione
Europea si sono svolti mentre Donetsk la capitale della regione mineraria industriale del Paese proseguivano le violenze degli ultimi giorni
Inoltre durante un programma televisivo di quattro ore Vladimir Putin ha minacciato Kiev varchi Arche Putin considera come parte integrante della grande Russia
Di inviare le truppe russe per proteggere le comunità russe russofone malgrado il fatto di una missione dell'ONU abbia
Negato che ci siano discriminazioni e persecuzioni abbia qualificato le accuse russe con una scusa per giustificare
L'ingerenza sull'Ucraina inoltre la Russia ancora quaranta mila soldati lungo la frontiera
Con l'Ucraina intende mantenerli per evitare che l'ex Repubblica sovietica diventi una democrazia parte dell'Occidente
E per continuare ad esercitare il controllo politico ed economico su chi va
Per parte sua ricorda ancora il Mundo la NATO rafforzato la sua presenza era nella nella zona in particolare in Polonia Romania e Lituania la nave militare americana incrocia
Nel Mar Nero dopo i molti fallimenti nella sua politica estera Obama non può permettersi di inviare altri segnali di debolezza ancor meno di fronte a una Russia che ritiene di avere
Il sostegno di Paesi come la Cina per questa ragione per resto gli Stati Uniti hanno annunciato
La fornitura di assistenza militare non letale all'Ucraina mantenendo al contempo la minaccia di serie sanzioni se la Russia non dimostrerà la sua serietà sull'accordo
Di Ginevra con questo quadro belli co in corso nella zona per il mondo è difficile parlare di speranze di pace
Per contro cresce il timore di una balcanizzazione della Regione il ricordo della guerra i Ugo Slavia negli anni Novanta il cui nazionalismo etnico ce n'era uno dei conflitti più sanguinosi della storia recente
Dovrebbe obbligare le parti a trovare una soluzione che eviti davvero e definitivamente la guerra e che costringa la Russia a rispettare gli accordi e lo status quo internazionale così
E il mondo in questo editoriale di ieri le vediamo invece
Titolava così il suo commento in prima pagina ultima chance scrive il quotidiano conservatore francese
Per i dirigenti russi un regime fascista emerso dopo un colpo di Stato a chi è va avviato una guerra contro suo stesso popolo
Io ci dentali subito pronti a dare la benedizione tutti cisti agli occhi di Mosca hanno abbandonato alla loro sorte i manifestanti pacifici che nell'est dell'Ucraina aspirano a una legittima federalizzazione del Paese
Viste sotto questa prospettiva le vittime di questa crisi
Sono quelle della parte russa e la madre patria avrebbe tutto il diritto di soccorrerlo le questa la visione russa
Per le autorità provvisori di chi è invece Vladimir Putin è un molo osso che ha morso la sua preda e non vuole lasciarla o con cui sta tutto o strappa un altro bel pezzo del Paese
Dopo essersi Ernesto lacrime al pompiere piromane attizza al separatismo in Ucraina orientale al fine di conservare le Province russofone
Nell'orbita della Russia i separatisti sono dei terroristi riforniti di uniformi Armir russe
E chi ritiene che in azione non sia più un'opzione a meno di non permettere lo smantellamento dello Stato l'implosione del Paese
Queste logiche contraddittorie per le figlia o conducono alla guerra sono sostenute da una propaganda che surriscalda gli spiriti e multipli che rischi di vincenti di un incidente esplosivo
Era urgente uscire da queste due logiche contraddittorie
E l'appello alla desk all'action raggiunto Ginevra tra russi ucraini neri cani europei costituisce un primo gesto per a smorzare la bomba a scoppio ritardato Ucraina
Questo accordo presuppone che il Governo di chi è indebolito tempo Rizzi per cogliere questa ultima chance
Mosca per parte sua deve rinunciare alle manovre di destabilizzazione alle minacce di intervento armato ma
Prosegue le figli o nelle conclusioni
La neutralizzazione delle milizie l'evacuazione dei palazzi ufficiali sempre che abbiano luogo non basteranno
Una soluzione durevole alla crisi dovrà rispettare almeno tre principi il mantenimento dell'integrità di ciò che resta dell'Ucraina l'organizzazione
Io lezioni libere e negoziato tra ucraini su un'autonomia sostanziale per le Province dell'est
Finora Putin ha giocato la prova di forza se vuole dimostrare il contrario lasci che il dialogo nazionale in Ucraina si svolga senza di lui conclude
Procediamo per le mondi invece
Vladimir
Tutti nel grande vincitore di tutto di tutta questa vicenda è ancor più della rampa
Conferenza di diritti di Ginevra l'accordo diplomatico sull'Ucraina è una
Vittoria politica per Putin il titolo dell'editoriale di oggi scrive le Monde
Giorno dopo giorno senza alcuno scrupolo ma con un talento certo la Russia impone la sua politica in Ucraina lo fa con un mix di brutalità alla sovietica e di savoir faire diplomatico
La brutalità c'è stata per la Crimea la penisola ucraina che la Russia sia messa lo scorso mese il savoir faire diplomatico l'accordo concluso giovedì a Ginevra certo tutti si Felicita hanno che questa riunione a quattro
Abbiamo segnato forse l'inizio di una defiscalizzazione nella crisi Ucraina
Non era scontato la dichiarazione comune firmata dai partecipanti va in questa direzione il testo chiede il disarmo dei Gruppi Armati illegali
Ingiunge loro di lasciare palazzi ufficiali che occupano non nell'est del Paese mobilità l'OSCE che raggruppa la totalità degli Stati europei e ora dovrà aiutare il Governo di chi avrà mentre in opera queste misure di idee Scalcione
Il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov ha fatto perfino un gesto nei confronti di chi avrà ponendo la sua firma al fianco
A quella del suo omologo ucraino da parte di Mosca e un riconoscimento implicito del Governo DGR e un passo nella buona direzione
Ma sulla sostanza e qui sta il punto secondo le Monde il documento di Ginevra segna una vittoria del Cremlino
Putin
Alla fine riuscito imporre la sua di politica da una parte la dichiarazione comune non menziona la Crimea commesse l'annessione della penisola fosse stata convalidata
D'altra parte la Russia detta la condotta al suo Paese vicino Putin non voleva un'ucraina che
Benefici della sua piena sovranità voleva indebolire il potere centrale di Kiev intendevate nel determinare il tipo di un citazione costituzionale del Paese con una federalizzazione spinta che riporti le regioni dell'Est e del Sud nel girone di Mosca
E in gran parte c'è riuscito secondo le Monde
La dichiarazione finale prevede infatti l'organizzazione di un dialogo nazionale in Ucraina destinato
A garantire i diritti dei tutti i cittadini questo piccolo passaggio
In gergo diplomatico ha un senso molto chiaro quando viene tradotto in linguaggio corrente significa un'ampia autonomia per le regioni dell'Est in passando si della Crimea
Ed è stabilizzando l'Ucraina dell'Est a colpi di menzogne di Stato infiltrazione di unità speciali delle forze russe Putin sta organizzando la feudali zero azione di questo Paese Putin per la montagna senza dubbio potuto contare sull'estrema debolezza del nuovo potere
A chi è verso i suoi errori politici e sulla complessità dell'Ucraina
Ma nel giorno stesso dalla Conferenza di Ginevra a esplicitato qual è il suo pensiero di fondo durante una trasmissione televisiva ha qualificato l'est dell'Ucraina come nuova Russia
Termine storico quando queste Regioni facevano parte della madrepatria
E poi aggiunto Carchidi Flou Guns Donetsk e o destra non facevano parte dell'Ucraina i tempi degli zar solo Dio sa perché sono state trasferite nel mille novecentoventi
E ovviamente Putin non ha dimenticato di ricordare
Che si riserva il diritto di intervenire militarmente in queste regioni uno dei disegni strategici del Presidente Putin e di ricreare una zona di dominio russo attorno al suo Paese
Quelli che come l'Ucraina cercano di sfuggirgli devono sapere che la pagheranno cara
Per l'essenziale conclude le Monde l'incontro di Ginevra a avvallato questo disegno di Vladimir Putin
Ci fermiamo da David Carretta una buona giornata l'ascolto di Radio Radicale