02APR2014
stampa

Presentazione del libro "Marianella Garcìa Villas Avvocata dei poveri, difensore degli oppressi, voce dei perseguitati e degli scomparsi"

CONFERENZA STAMPA | ROMA - 17:00. Durata: 1 ora 33 min

Player
Si tratta di una riflessione sulla battaglia per i diritti umani in El Salvador, attraverso le vicende di Marianella Garcìa Villas, uccisa a 34 anni.

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Presentazione del libro "Marianella Garcìa Villas Avvocata dei poveri, difensore degli oppressi, voce dei perseguitati e degli scomparsi"" che si è tenuta a Roma mercoledì 2 aprile 2014 alle 17:00.

Con Marina Sereni (vice presidente della Camera dei Deputati, Partito Democratico), Cecilia Rinaldini (giornalista), Aida Luz Santos De Escobar (ambasciatrice di El Salvador), Massimo De
Giuseppe (ricercatore di Storia contemporanea IULM di Milano), Raniero La Valle (giornalista e scrittore), Marina Berlinghieri (deputata, Partito Democratico), Anselmo Palini (autore del libro), Sergio Formenton.

La conferenza stampa è stata organizzata da Fondazione Lelio e Lisli Basso - Issoco.

Tra gli argomenti discussi: America Latina, Comuni, Diritti Civili, Diritti Umani, El Salvador, Italia, Libro, Poverta', Roma, Romeo, Storia.

Questa conferenza stampa ha una durata di 1 ora e 33 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

17:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Sì a questa presentazione il mio sarà davvero solo un saluto perché
Sono qui per ascoltare perché libro mista piacendo molto non l'ho finito di leggere ma è molto bello
La figura di cui parla ovviamente è una figura straordinariamente interessante credo dobbiamo ringraziare tutti la fondazione basso la fondazione
Che ha promosso questa questa presentazione e che io sono molto contenta di
Aver potuto ospitare qui mi
Credo dobbiamo ringraziare tutti appunto questa fondazione per averci offerto una opportunità
Di riflettere e di ricordare una personalità una straordinaria figura femminile
Vicina ai poveri vicina agli oppressi martire per la sua per il suo amore dei poveri e degli oppressi una persona che ci
Che ci dice di come dobbiamo anche nelle tragedie essere capaci di memoria c'è la memoria del male no che
è giusto avere e poi c'è la memoria del bene che noi dobbiamo sempre coltivare altrimenti la sto via che abbiamo alle spalle ci resta diciamo parziale qualche giorno fa insieme ad un'altra collega abbiamo
Fatto un
Una riflessione sui Giusti del Mondo e anche lì ci è tornato questo tema come noi possiamo e dobbiamo
Nella cultura nella politica nelle istituzioni aiutare a coltivare non solo la memoria delle tragedie che hanno segnato il nostro
La nostra modernità ma anche quella memoria del bene quelle figure
A volte oscure a volte poco conosciute a volte
Ci hanno lasciato un segno forte dissi che però hanno
Lottato dalla parte giusta non sono state dalla parte giusta volte diciamo anche
A costo della vita quindi il mio è solo un saluto
Voglio ringraziare l'autore
Perché a
Costruito una volume
Molto godibile non so se si parla di temi e di una storia
Drammatica ma bellissima e lo si fa con un linguaggio e con una
Con una metodologia mi viene da dire io non sono una
Uno storico però molto accattivante chi spinge a continuare a leggere quindi penso che questo
Volume sarà
Un volume anche
Importante per dei giovani per dei ragazzi delle ragazze che magari non sanno molto del Salvador non sanno molto della storia del Salvador magari conoscono la figura di monsignor Romero ma meno la figura
Di Maria nella Garcia vigilanza e credo
Che
Anche perché è una donna diciamo la verità meriti di essere
Ricordata al pari affianco a tante altre persone
Ovviamente a partire da monsignor Romero che in quella storia in quella vicenda drammatica hanno dato la vita per gli ideali della libertà
Della democrazia e della giustizia sociale
Quindi il mio è davvero soltanto un saluto ora cede lo scettro con lei ha detto non vuole comandare però insomma il microfono è un po'uno scettro
Di questi tempi
Alla a Cecilia Rinaldini che farà da moderatrice di questo dibattito e vi farà ascoltare persone che ne sanno molto crimini e che diciamo siamo qui per ascoltare il loro ci daranno un'idea di che cosa c'è dentro questo volume delle ragioni che hanno spinto
Questa questo volume diciamo che Lella case editrici la Fondazione a promuovere
Questo volume prego a lei la parola
Se ci portato un po'Danilo so che in questa sala voci porta dell'acqua solo se parliamo
Però magari se ci riporta una bottiglia per una volta mia sprechiamo grazie
Grazie a Marina Sereni vicepresidente della Camera estremamente significativo che questa presentazione si faccia proprio qui alla Camera
Maria nell'aria sia richiesto è stata deputata anche se per il periodo breve della propria vita e ha intrattenuto fitti rapporti con il Parlamento italiano con alcuni dei parlamentari italiani diciamo ha ottenuto la loro attenzione
Non la stessa attenzione al contenuto dal Governo italiano di allora
Che non le ha dato ascolto e anzi ha continuato ad appoggiare
Le giunte che erano al Governo i Governi di allora
Quindi ancora più valore acquista questa presentazione per la quale ringraziamo ovviamente la casa editrice avere e ringraziamo la Fondazione Lelio Basso
La responsabile della sezione internazionale della Lelio Basso Linda Bimbi avrebbe voluto essere qui con noi perché ha conosciuto personalmente Marianella
Ha avuto più volte occasione di conoscerla ha scritto anche un contributo per questo libro avrebbe voluto essere qui a dare la sua testimonianza ma
Non è stata bene e non è in grado di essere qui con noi ma davvero
Porto il suo saluto affettuose sincero a tutti e la sua testimonianza di di vicinanza e di grande stima per questa bellissima figura
Prima di iniziare vorrei salutare l'ambasciatrice del Salvatore che qui presenti con noi
E
Ai dall'un santo Vescovado la vorrei invitare a dare un saluto ai presenti se vuole un veloce saluto presenti
Ma
Prego
Alla richiesta gli ordini Casini di Roma
I chi ero dalle la grazia foreste
Può essere quello sì niente o a una salvato regna che mettermi te sentire me calabrese maschi orgogliosa essere salvato dal Regno
Il vero presentare Anita i
Chiedo alle la grazia
Alla signora di puttana purché
E sta
L'estetista Camara
Ha poi Muccio la sovrana
Del grande salvava regno scomodo assiso comunque Maria nella
I Comuni assiso il ministro Visco martire monsignor Romero
Che residente niente e morì assilla poi io della con la firma dell'Ariosto di puntato su para
Unità
Colella poi io della comune a Roma
Un momento devono signor Romero enucleare di
Che son oasi giù le amo un'oasi s'è una richiesta dell'Uganda ubicato nella sola è un
Che se IHAM giardino El Salvador
I che Remo Salomon signor ovvero Roma
I Grazia Selios già tenevo boss l'autorizzazione nella comunale Roma che era il che non mi stava finendo Faita
Anzi esche signora di buttare in terrore poco faremo se invitando para pelosa compagnie ENI essa inaugurazioni
De
Desideravo ombrelli
Ed è minima forma COMU profughi Maria nella l'Ucciardone poi l'aspetto avere sottomano scomparisse e stava soffrendo la repressione
I che stava succedendo lavori le reazioni denso di Lecce
Il Salvador
E su un Paese e ne Sorrento libri
Presidente mente in un sito a elezione dance io mollo grado presto che
E la continuità dell'odierno anch'io all'ASP ed eventi Agnus appurammo sostenere un partito dell'odierno democrazia
Che Lucia porla libertà affinché unici aggraziata realmente messe intorno rare stare e sta tarde contò sostenere
De
De a fare che mestiere da cave in massa loro regna i muri orgogliosa veniva i dissesti De Mita x Grazia italiana graffiata offese ponessero e con lo strumento meraviglioso para Maria Melandri grazie
Davvero grazie per questo saluto e per averci anche ricordato l'attualità
Il nove di marzo ci sono state le elezioni secondo turno abbiamo quindi una continuità come diceva l'ambasciatrice di nuovo un Presidente del Frente farà punto Marchetti
Esito
Di quei gruppi guerriglieri che lo faranno per la libertà e per la democrazia all'epoca dopo venti anni di Governo invece del partito Arena che veniva invece al contrario da movimenti di estrema destra parte della repressione di allora
Un
Ah spetta il nuovo Presidente del Salvador una sfida grandissima
Perché nel Salvador sono ancora tanti problemi in piedi c'è una grande disoccupazione un livello di povertà ancora alto e soprattutto un livello di violenza
E di omicidi dovuti in buona parte dalla esistenza Aliprandi gli assi queste bande giovanili figlia dell'immigrazione degli Stati Uniti
L'amara Salvatore uccisa nel barrio lezioso
Responsabili di
Grandi violenze
Rispetto alle quali però proprio il giorno delle elezioni si è compiuto il secondo anno della tregua
Il Governo ha firmato una tregua con queste bande nel primo anno c'è stato un dimezzamento
Del tasso di omicidi nel Paese questi significava che la tregua stava funzionando piano piano i tassi di omicidi sono un po'triste drammaticamente risaliti che soltanto nei primi diciassette giorni di marzo
Ci sono stati più di cento omicidi centoventotto omicidi quindi
Vi rendete conto di quali compito chiave e importante di quali sfide a fino a co-Presidente del Salvador gli auguriamo davvero con tutto il cuore buon lavoro
Allora
Veniamo a noi il nostro programma adesso prevede
Che il professor Massimo De Giuseppe ricercatori dista contemporanea la IULM di Milano cinquant'anni un po'la situazione storica del Salvador nel momento in cui Marianella
Presto la propria opera avremmo una ventina di minuti
Non mi piace il verbo comandare
Non mi piace sono allergica tradizionalmente a questo a questo a questo verbo per cui io mi limiterò a moderare adesso sono
E cinque venti chiedo anche il vostro aiuto
Quando arriva il punto segnaleremo al nostro relatore dice delle poi la parola ai prossimi prego
Eccolo qui
Grazie mille buona sera a tutti grazie per l'invito
Non occorre poter parlare di Marianella
E vorrei cominciare subito da storico con un documento un documento visto non c'è in carne ed ossa Linda Bimbi recuperato un documento tra quelli che avevo scavato nella archivio riservato della Fondazione Basso sezione internazionale
Più un archivio ricchissimo anche perché buona parte della documentazione della Commissione del Regio sfumano STER Salvador presieduta poi da Marianella Garcia richieste
Si è salvata grazie al suo approdo a Roma in via della Dogana Vecchia
Ora in una lettera del cinque fare da Tata cinque febbraio mille novecentottantuno Linda Bimbi che in quel momento lavorava per all'interno di quella rete che era nata sulla base dei tribunali Grasselli delle attività
Avviate da Lelio Basso degli anni precedenti e che poi nelle varie diramazioni erano
Sfociate nell'esperienza del Tribunale permanente dei popoli
Scrive nel febbraio mille centottantuno Marinella Garcia richiesti in una delle prime fasi di contatto tra
Il gruppo romano e Marianella che era già stata altre volte in Italia
Per avviare una sorta di crescita di livello della sua azione di sensibilizzazione internazionale e vi leggo brevemente alcuni passaggi di questa lettera perché danno l'idea del clima del contesto e anche degli intrecci profondi che legavano
L'Italia al Salvador in quella fase storica
Che richiama aria nella
Preferisco scriversi in italiano perché ho fretta etimo di fare Rory col mio spagnolo
Giovane TIA cercata per avvertire tutti a nome dell'associazione dei giuristi francesi sono partiti i telegrammi per Napoleon Duarte in difesa della Commissione da democristiano importanti di Milano Firenze e Roma
Dalla CISL da Maria eletta Martini vicepresidente della Camera Carlo Fracanzani
Permetteranno la Croce Rossa si è messo in moto me lo ha assicurato veline me lo ha confermato bar per
Però la Croce Rossa accetta di informare i suoi familiari
Per il sequestro degli ospiti della casa di tuo padre abbiamo avvisato tutte le organizzazioni di Francia e Svizzera che tu avevi raccomandato
Per il premio Nobel
Stimando in allegato una copia della richiesta con le firme nonché il comunicato stampa diffuso oggi in Italia
Per quanto riguarda poi l'iniziativa che si terrà a Parma organizzata giornalista Maurizio Chierici del Corriere della Sera vorrebbero la tua presenza e poi una serie di altri passaggi
Il documento allegato che un documento della Camera dei deputati datato ventinove gennaio del mille novecentottantuno appunto una richiesta di
Promozione della candidatura di Marianella e della
E della Commissione dei diritti umani del Salvador chiara una struttura che era nata all'interno dell'ARS di spada di San Salvador insieme al soccorro curi dico la tutela legale al Segretariato sussidiari a una radio Radio Islam
E a una serie di altre iniziative ed era stata definita in un testo molto interessante da monsignor ovvero come una delle strutture degli strumenti pastorali che
Dal suo vi spadone ha sviluppato per cercare di aiutare la popolazione in una fase particolarmente violenta come è stato citato in precedenza della storia del Salvatore
In questo interessante documento alla Camera dei deputati putativo ceppo è anche uno
Analogo dell'asse in atto della Repubblica di cui la prima firma è proprio di Raniero la Valle all'epoca si dato pure
Noi troviamo una presa di posizione di una parte dei parlamentari italiani piuttosto interessanti in cui si dice la proposta è motivata dal fatto che la Commissione Salvatore né per i diritti umani
è un'istituzione altamente umanitaria votata al servizio del popolo nel momento in cui esso è sottoposto la più spietata violenza
Difendo i diritti dei più poveri dei prigionieri torturati degli scomparsi ricerche identifica seppellisce gli uccisi sostiene con forza i superstiti con la stessa presenza e la sua azione
E prefigura e promuove il conseguimento della pace nel Paese
Inoltre la Commissione a causa delle sue attività umanitarie pacifica attrici subisce essa stessa non diversamente da quanto accade nella regione da quanto accaduto nella regione all'arcivescovo monsignor Romero persecuzioni ed io leggo
La sua sede è stata più volte oggetto di attentati dinamitardi d eruzioni armate due membri responsabili sono stati catturati torturati e uccisi
Altri feriti imprigionati ed è con rischio costante della vita che gli uomini le donne della Commissione continuano ogni giorno il loro lavoro per il ristabilimento dei diritti umani la tutela della vita la distruzione della violenza
L'affermazione della pace della democrazia
Da qui la richiesta del conferimento del Nobel
Le prime firme sono di Nilde Iotti e Giancarlo arco triennale seguono quelli di Stefano Rodotà ma abbastanza impressionante la trasversalità sociale abbiamo Sinistra indipendente socialisti democristiani comunisti
Perfino Giulio Andreotti si trova nella lista delle firme e naturalmente
Gilberto Bonalumi che in quel momento per conto del dell'il palmo quindi con una sorta di rette complessa di para diplomazia definiamola così italiana
Aveva iniziato a stabilire dei contatti che poi negli anni successivi avrebbero inserito l'Italia
In modo piuttosto silenzioso a sostegno del Progetto di Contador per un piano partito dal Messico Venezuela per la pacificazione del centro America
E che poi nel momento degli accordi di pace alla fine
Della guerra nel gennaio firmati nel gennaio del novantadue nel castello messicano dice accolta pecca
Di fatto l'Italia entra in gioco giocando una partita importante con il Progetto pro dei re che un progetto di ricostruzione dentro il sistema on usarla di una missione ONU piuttosto originale
Ora tutto questa introduzione serviva per spiegarvi come non solo ci fosse una rete complessa
Trasversale politicamente e socialmente e culturalmente anche religiosamente c'era una struttura ecumenica piuttosto originale interessante
Che alle tra la fine degli anni settanta e l'inizio degli anni Ottanta si mette in moto in Italia in Europa per cercare di sostenere al la causa tra virgolette del pueblo Salvadori io come amava scrivere e dire Marianella Garcia d'intesa
Allora ovviamente in
Venti minuti ormai ve ne resteranno quindici o sedici non posso farmi una storia del Salvador perché sarebbe
Piuttosto disumano però
Vorrei cercare di capire il punto di partenza sul quale vorrei soffermarmi e questo capire perché a questo piccolo paese che una grande pedagogista il poetessa cilena
Gabriela Mistral definire il PURG sito il Pollicino della Summer i casi il più piccolo
Tra i Paesi con una propria struttura solida nell'area centro americana
Sia diventato improvvisamente a cavallo tra gli anni settanta gli anni ottanta in un momento storico delicatissimo per gli equilibri geopolitici internazionali una delle aree di grande tensione ai limiti della guerra fredda
Perché è un po'l'ultima fase della guerra fredda quello perché si apre alla fine degli anni Settanta nel passato tra l'Amministrazione carte nell'avvento dell'amministrazione Reagan negli Stati Uniti
E che poi durerà come sappiamo per
Tutto il decennio degli anni Ottanta quello che gli storici statunitensi definiscono la fase della seconda con Warhol o della new colto Nuoro della nuova guerra fredda per spingersi poi
All'inizio degli anni Novanta anche se in America latina e soprattutto in America centrale con delle code delle periodizzazione piuttosto articolate e complesse la stessa storia originaria delle Pandi gli assi in qualche modo si intreccia sulla
Sul posto sulla gestione del post guerra
Ora tenete conto che per capire i termini della questione il piccolo El Salvador diventa né il tra il mille novecentottantadue al mille novecentottantaquattro
In anni decisivi dell'amministrazione Reagan il terzo beneficiario di aiuti militari da parte degli Stati Uniti dietro soltanto a Israele ed Egitto quindi questa vita già
La proporzione della questione
E di fatto Salvador rappresenta su tutto dopo la vittoria sandinista Nicaragua nell'estate del mille novecentosettantanove
Una sorta di punto di cerniera delicatissima in queste nuove aree di tensione che nel passaggio tra anni settanta anni Ottanta sembrano delimitare la guerra da
L'invasione sovietica dell'Afghanistan la rivoluzione iraniana nell'area mediorientale e l'esplosione del centro America sono tre aree ai margini dello scontro bipolare che
Rendono particolarmente virulenta la questione dell'intreccio tra storie locali nazionali e dinamiche internazionali e che al tempo stesso mettono in moto una forte
E
Particolarmente dura ripercussione su quelle che sono le tutele dei diritti umani
Ora per quanto riguarda la storia salvato regna questa appunto una fase in cui
Dinamiche Indocina interni e dinamiche
Esogene che arrivano dall'esterno si intrecciano in modo molto forte
Tutto lo scivolamento drammatico del Salvador dalla morte di monsignor Romero il ventiquattro marzo del mille novecentottanta all'inizio della guerra civile nell'autunno del mille novecentottanta con
L'offensiva del Frente fare Abbundo martire liberazione nazionale e l'avvio del lì operativo sul massimo sulla Operacion de
Che era la passata da parte dell'esercito la Guardia nazionale la policy all'azienda
Si intreccia esattamente con la campagna elettorale che porterà alla vittoria negli Stati Uniti Ronald Reagan
E dentro queste dinamiche molto complicate non c'è solo la paura di un'avanzata tra virgolette del comunismo in America la Cina in un'area molto vicina a quello che veniva definito il patio tra zero il corso di cortile di casa il backyard
Ma c'è una sorta di
Dinamica che intreccia una storia molto più antica del Salvador
Ora vi faccio la periodizzazione molto schematica scusate la brutalità ma il tempo tiranno comanda questo senso
Considerate che in Salvador ci sono due fasi storiche di grandi trasformazioni che poi confluiranno in entrambi i casi in due fasi estremamente tragiche della storia del Salvador contemporanee
La prima è la fase degli anni Venti negli anni Venti Salvador ci sono tutta una serie di processi di trasformazione sociale piuttosto interessanti
C'è un impatto una sorta di onda lunga di quella che è stata la rivoluzione messicana e soprattutto quello che è stato l'impatto del delle politiche di equilibrio tra rivoluzione capitale impostato in Messico dal geniale o Bregonzi
E negli anni Venti in Salvador nonostante
Un un sistema conservatore gestito dalla famiglia merende scrigno onesta tutta una serie di elementi di forte stabilità di fatto si mettono in moto dei processi che importano un movimentismo sociale sindacale anche un dinamismo
Delle poche comunità indigene rimaste
Nella zona in una zona in club di origine a stecca non Maya come nel resto del centro America che è piuttosto singolare
L'impatto queste trasformazioni sociali durante la presidenza RAI quo però porterà
Nel mille novecentotrentadue all'avvio di una fase drammatica nel trentadue c'è un colpo di stato militare violentissimo in Salvador
Che porta in scena per la prima volta in questo Paese un attore nuovo che l'esercito l'esercito fino a quel momento non aveva avuto una funzione nella storia del Salvador
La struttura della terra il sistematico piantagioni di caffè il sistema di produzione agricola si era parlato suo eserciti privati al soldo delle grandi famiglie dell'oligarchia
Mentre nel trentadue l'esercito entra in scena in modo molto virulento e deciso inizia una sorta di fase di dittatura militare
Considerate che nell'arco di pochi mesi c'è uno sterminio di quelle che erano state le
Le forme di tensione sociale gli storici
Oscillano tra in bilancio che vada i tredici mila i trentun mila morti per quanto concerne la repressione dell'esercito negli nei trenta
Ma di fatto si mette in moto un regime militare che con alcune variazioni avrebbe poi attraversato gli anni successivi nella storia Salvadori
Ora questo meccanismo si intreccia però con il fatto che il salvatore a differenza del Guatemala dell'Honduras dello stesso e Paraguay un Paese particolarmente dinamico ha una struttura di meticciato molto vivace un Paese
Articolato che in qualche modo si continua a rimettere in gioco
Negli anni della guerra fredda che in America centrale esplode tra virgolette nel mila duecentocinquantaquattro con il colpo di Stato nel vicino Guatemala
Quando viene rovesciato il regime riformista di Arben musulmane ed entra in scena invece il generale Castiglio Armas di Salvador avvia una fase che rimette in moto una sorta di costruzione nonostante
La grande polarità sociale di piccola emergente classe media tutto sommato alla classe media più dinamica
Di quello che lo scenario centroamericano
Negli anni Sessanta c'è una nuova fase di crescita e di aperture di fatto
Schematizzando ci sono tre elementi che irrompono nello scenario Salvador legno
Il primo è il tentativo dell'Amministrazione Chennedy attraverso l'alleanza per il progresso di introdurre degli elementi di costruzione tra virgolette di classe media quindi degli elementi di dinamicità sociale il mercoledì in cartella il Cato comune centroamericano aveva
Una logica in questo senso
Il secondo è l'impatto della rivoluzione cubana che ovviamente travolge tutta l'America latina e che il Centro America una risonanza particolarmente significativa
E che vedrà sorgere in Salvador
Tra
Degli anni sessanta e l'inizio degli anni Settanta tutta una serie di piccole originariamente piccole formazioni guerriere che poi diventeranno sempre più solida in particolar modo il FEP pelle
Che che sarà poi il cuore insieme all'era per una sera resistenze nazionale al Partito Comunista di quello che poi diventerà il Frente fare Abbundo Marti deliberazione nazionali
E terzo elemento c'è il Concilio Vaticano II cioè l'impatto di medie Jenna cioè la trasformazione del mondo ecclesiale che è una trasformazione che in Salvador conosce delle dinamiche piuttosto particolari singolari non c'è solo l'esperienza nota sulla quale oggi no non mi soffermo per mancanza di tempo di monsignor ovvero quindi
Una dinamica di un saggio più sacerdote di estrazione popolare che poi diventerà vescovo ausiliare
Di San Salvador diventerà vescovo di Santiago de Maria diventerà arcivescovo di San Salvador proprio nel momento più drammatico ogni novecentosettantasette in cui inizia già l'escalation
Violenta che porterà poi alla guerra civile
Una figura che spesso è stata schematizzata in modo Paolino come un conservatore che improvvisamente diventa un ultrà progressista in realtà il discorso è più articolato e complesso
Ma senza dubbio Romero rappresenta una figura centrale per capire le dinamiche delle trasformazioni salvando regni
Ma la grande novità dell'impatto di Medeghini Salvador e la costruzione di reti gruppi movimenti dal basso che sono estremamente articolati
Quello che succede a succinto otto diverso da quello che succede al messicano ska diverso da quello che succede
Ha
Assai a San Michele di fatto in un Paese che il piccolo che è più piccolo del Piemonte o grande più o meno come il Piemonte c'è un'articolazione sociale e culturale che fa sì che si mettano in moto esperienze
Di comunità ecclesiale di base di gesuiti legate ad Alex Verlato che sa cosa e della montagna
Di passioni stili sacerdoti stranieri soprattutto spagnoli e colombiani che comincia ad avere un impatto c'è anche un sacerdoti italiano che verrà
Ucciso durante la guerra civile Cosimo spezzato che sempre dimenticato ma che
Era un piccolo sacerdote di periferia che viene ucciso per la sua azione sociale di fatto l'elemento di novità è che questo tipo di cattolicesimo
Molto articolato perché non si può scherzare e non bisogna dimenticare che Salvador c'è anche l'Opus Dei
Ci sono anche gli eredi del caballeros le colonne de caballeros del Cristo lei quindi c'è anche un cattolicesimo consumatore tradizionalista che fortemente presente
E che quando ci sarà la guerra civile si definiranno cristiani sia i rappresentanti delle comunità ecclesiali di base sia molti guerriglieri sia molti militari e anticomunisti radicali
Però al di là di tutto questo l'elemento di trasformazione della Chiesa cattolica soprattutto nel campo della Pastorale sociale ha un impatto assolutamente travolgente
Ora tutto questo avrà una ricaduta politica dal settantadue in avanti settantadue cioè
Un
Processo elettorale che porta alla vittoria
Di Napoleon Duarte alla guida di una coalizione di centrosinistra rappresentante la Democrazia Cristiana
Non viene riconosciuto l'esito del voto di fatto la vittoria viene data nuovamente al partito al consigliasse Nationale c'è un tentativo di golpe progressista contro golpe militare da lì la situazione si radicalizza
Dal settantadue al settantasette la situazione diventa sempre più violenta perché il mondo rurale contadino il mondo operaio e dinamico ma piuttosto ristretto
Dal punto di vista numerico e demografico rispetto alla massa di popolazione contadina comincia a subire una persecuzione violente sociale sempre più pervasiva e devastante
Mi mancano cinque minuti quindi entro subito nella cuore della fase finale del mio intervento che è quello che succede da settantasette in avanti
La settantasette in avanti noi assistiamo proprio mentre il mondo entra in una fase di
Turbolenze particolari di crisi di
Rimuovendo elementi che poi sfocerà hanno nella nella cosiddetta Seconda Guerra fredda o nuova guerra fredda in Salvador la violenza cresce
Orde Enna che era uno dei movimenti paramilitari più attivi e pervasivi nelle campagne assume un ruolo violentissimo tra il mille novecentosettantasette settantanove quando verrà formalmente sciolto dalla prima
Giunta rivoluzionaria progressista
Ma di fatto la lo scioglimento di ordine così come lo scioglimento dell'ANSA salti era una forma di servizi segreti militari
Porta alla nascita di gruppi paramilitari squadroni della morte che mi sono una formula ancora più radicali Zatta
Tra il mille novecentosettantanove primo colpo di Stato di una giunta progressista che cerca in qualche modo di avviare un processo formi sta che decade subito e il gennaio dell'ottanta la svolta a destra del secondo colpo di Stato di una nuova Giunta la situazione precipita
In marzo viene ucciso monsignor Romero e da lì inizia una fase di discesa agli errori della guerra civile che porterà il Salvador nel decennio successivo a conoscere una stagione estremamente drammatica considerate che gli ultimi studi calcolano che le vittime della guerra civile
Siano intorno agli ottanta mila
E che il periodo più drammatico di questa città di guerra civile è senza dubbio il triennio mille novecentottanta al mille novecentottantatré soltanto in quel triennio secondo le ricostruzioni delle varie
Organizzazione della stessa Commissione della verità ONU vengono uccise quasi quaranta mila persone quindi quasi la metà dei morti della guerra vengono uccise in meno di tre anni tra questo ci sono naturalmente sacerdoti
Ci sono alcune suore
Laiche
Suore di alcune congregazioni ci sono religiosi ci sono centinaia di catechisti anonime in cui il ruolo di Trabacca Dhorasoo sia al della catechista aveva un impatto sociale molto forte e proprio dentro a questo si muoveva Marianella Garcia vigenza
Il punto con cui vorrei chiudere era la specificità di questa fase che va fino all'ottantatré nella così alta Tierra abbassata degli operativo sul massivo dei massacri di popolazione civile da parte di esercito che squadroni della morte perché è una
è un fenomeno che in qualche modo rovescia quello che ne conoscevamo per l'esperienza del Cono Sur
La desaparecido on che era tipica dell'Argentina o del Cile che era una formula di eliminazione
Fisica ma non psicologica del dissidente che doveva creare tensione nella comunità dissidente ma che colpiva soprattutto operai i sindacalisti giornalisti intellettuali
In Salvador ha invece un'altra formula alla la formula della apparizioni de la muerte la morte deve apparire torture e violenze devono essere esibite si deve terrorizzare una popolazione che fondamentalmente in gran parte Campesina
Quindi questa apparizione della morte da una dinamica particolarmente virulenta le violazioni dei diritti umani
Chi lavora di Maria Grazia richiesta era esattamente quello di ricostruire nomi e identità delle vittime e di cercare di ricollocare su uno scenario di tutela della dignità umana una situazione che era ormai praticamente sostenibile
In Salvador cadono tutte le paratie ma al tempo stesso Salvador diventa improvvisamente famoso nello scenario internazionale
Quando ad esempio molti anni dopo in Guatemala verrà ucciso monsignor Gerardi in una situazione tutto sommato simile a quella di monsignor Romero l'opinione pubblica non se ne interesserà come invece accade per il Salvador del mille novecentottanta
E questo forse ci deve far interrogare sulle dinamiche della comunicazione delle relazioni internazionali costruite dal basso grazie
Grazie davvero massimo che Giuseppe è stato puntualissimo la ringrazio per la precisione anche per averci dato questo quadro devo dire
Mi sono occupata da un po'di anni di questioni relative diritti umani all'America latina in particolar modo i desaparecidos argentini soprattutto
E questa è interessante l'ultima notazione che lei faceva cioè sulla coniugazione diversa del terrorismo di Stato che se in Argentina soprattutto era rappresentato dalla tesa apparizioni
In Salvador invece è stato fatto turismo di Stato attraverso ma apparizioni
E Marianella
Garcia rigirarsi era una grande testimone di queste apparizioni est perché era lei che per prima arrivava pietosamente fotografava ogni particolare di questi corpi deturpati
Orribilmente mutilati in modo tale che anche soltanto dalle foto della dentatura i gelidi genitori parenti potessero poi riconoscere questi povere persone che spesso bisognava seppellire al più presto
Veramente un'opera di testimonianze di pietas cristiana e non solo anche umana veramente profonda al netto delle descrizioni
Tremende di persone che Marinella ritrovava con l'ATER le completamente scorticata dal corpo perché lei cercava di ricomporre prima di poter fotografare per consegnare poi le testimonianze
Ai familiari e poi a chi avrebbe dovuto indagare su quelle morti quindi trovo un coraggio un coraggio una forza in questa donna che poi ha subito in prima persona anche
La crudeltà
Di chi era al potere di chi era negli apparati militari e degli squadroni
Della repressione ma abbiamo qui un testimone privilegiato molto importante a cui è affidato il prossimo intervento Raniero la valle scrittore e giornalista
Per noi
Che umilmente portiamo questa categoria del giornalismo
Sulle nostre spalle devo dire che
Esempi come Raniero la Valle sono fuggiti e irraggiungibili per fortuna che ci sono maestri così ancora presenti che
Ci
Ci stimolano ci stimolano davvero nella
A nell'onestà intellettuale anzitutto del nostro del nostro mestiere Raniero la Valle è stato anche senatore
Italiano e ha conosciuto personalmente più volte Marianella e ora ci aiuta ad eliminarne la sua figura
Grazie Sicilia
Vedono più c'è troppa cara Presidente cara ambasciatrice e cari amici ed molte volte abbiamo avuto occasione
Di occuparci di parlare di Marianella
Da quel tredici marzo del mille novecentottantatré
In cui fu uccisa colloqui di comandante Lucia
Comandante Lucia era un nome falso il suo vero nome
Per il nome che gli aveva dato il maggiori dogmi sogno un'anima nera del regime militare quando l'aveva messa nella lista dei condannati a morte del regime
Il comandante non ci è stato il nove falso che le hanno dato per giustificare la sua uccisione rosso botte in quello che loro hanno detto fosse stato uno scontro a fuoco nelle campagne del Salvador
Tra un gruppo di guerriglieri appunto guidati dalla comandante Lucia e l'esercito regolare non era vero
Marianella era non violenta
Maria nella non credeva alla forza taumaturgica delle armi
Però varia nell'aveva fatto una scelta di campo e quindi sosteneva la lotta del popolo che si liberava anche che si liberava con le armi
Non ci credeva lei usano altri mezzi
Ma non è la prima volta che si partecipa a una lotta armata una resistenza armata essendo non violenti
E senza personalmente usare la violenza nell'abbiamo avuto anche da noi nella nostra esperienza
E qui voglio qui ricordarlo in quest'Aula Giuseppe Dossetti uno dei grandi padri costituenti era Presidente del Comitato per la liberazione nazionale
Di Reggio Emilia ma era certamente un non violento verrà personalmente partecipato alla lotta l'altro giorno
A Brescia abbiamo ricordato l'onorevole Franco Salvi che ha militato nelle fiamme verdi tra i partigiani per la liberazione dell'Italia ma era personalmente
Una persona assolutamente non violenta e così era Marianella Marianella faceva era tutta impegnata nella lotta sosteneva anche la lotta armata mera non credeva alla vittoria delle armi
Combatteva il potere con altri mezzi
E lo combatteva
Con la verità il senso del fare apparire i morti e anche in questo di fare apparire la verità guardate che la verità e micidiale per il potere
Perché il potere ha bisogno della menzogna ha bisogno della menzogna perché ha bisogno di mistificare ha bisogno di occultare cose inconfessabili
E ha bisogno di presentare le cose in modo non da mostrare quello che fa ma quello che vuole apparire perché ha bisogno del consenso
E questo ci è sempre così
Noi abbiamo avuto in Italia una straordinaria democrazia dopo la liberazione dopo la la la vittoria sul nazifascismo abbia avuto una straordinaria democrazia
Ricchissimo avevamo una bellissima costituzione
Avevamo partiti di bassa che facevano dei cittadini facevo di protagonisti avevamo dei grandi sindacati avevamo due Camere avevamo un associazionismo ricchissimo
Però c'era un difetto il punto meno democratico della nostra storia democratica è stato il punto della degli omissis dei segreti
Delle delle delle censure
Abbiamo avuto episodi tremendi nel nostro Paese che sono stati purtroppo coperti da questo convertita del potere che ha steso una coltre di mistero
Ustica Gladio la P due l'assassinio di Moro tutte cose su cui non siamo riusciti ad arrivare alla verità perché il potere non vuole la verità
Allora la lotta di Marianella in Salvatore è stato la lotta per la verità lei fa ovvero con la stessa cosa che ho medie domenicali di Romero ero Jommelli è che svelava nuda verità
E quindi liberavano le energie per la lotta liberavano
Le energie per la Resistenza
Ci sarebbero molti modi di parlare di Medea nella moltissime cose da dire la sua testimonianza che ci ha recato qui in Italia
Anche all'interno di un rapporto personale molto forte di grande amicizia e di grande stima però testo c'è poco tempo non si può parlare di molte cose allora io vorrei limitarmi a parlare di Marianella
Tenendo conto del luogo in cui ne parliamo cioè la Camera dei deputati
Perché anche nella nella come è stato ricordato era stata depositata all'Assemblea legislativa adesso vado rivestano ricordando una martire deputata parlamentare politica
La vocazione politica è stata la vocazione principale di varia natura
è stata la vocazione di tutta la sua vita
Lai esplicate in forme diverse
Ma naturalmente bisogna capire che cos'è la politica per capire come mai Marianella dedicato alla politica tutta la sua vitelli ha sacrificato la vita ha accettato la morte per la politica
Allora è chiaro che se la politica fosse quella cosa spregevole
Di cui c'è questa specie di lessico comune che si adopera in questo momento in Italia se la politica fosse questa cosa fatta solamente per interesse
Per accaparrarsi sesso potere e denaro se la politica fosse solamente in luogo dei corrotti se fosse solamente
Il luogo delle del del delle prepotenze delle arroganze allora non si capirebbe come mai
Una come Marinella ma tanti altri come lei perché mere nella ce lo dice avvio non solo un caso isolato io sono uno dei tanti che ha lottato nel Salvador non si capirebbe il come
Per la politica allora si potrebbe dare la vita evidentemente la politica è un'altra cosa cioè la politica per la quale si sacrifica la vita la politica per la quale è morta Marianella
E quella che a mio parere non ha altro da dire
Inizio con il migliore di quella data né da don Milani uscirne tutti insieme uscirne tutti insieme e uscirne però uscirne
D'uscirne vuol dire che c'è una situazione di sofferenza che c'è una situazione di oppressione disoccupazione di povertà vuol dire che c'è una situazione presente da criticare e da cambiare
E tutti insieme vuol dire che non si cerca la soluzione ognuno per sé
Anche perché non esiste la soluzione di ciascuno perse ma è una soluzione di tutti e per tutti
Per quello che ha da scelte che ha fatto emergere nella media nella
Viene dalla Spagna e di una buona famiglia borghese non ha bisogno di niente personalmente
Non vede la sofferenza del suo popolo vede dei poveri si accorge di loro
E cattolica
Essa che di io ama i poveri questa è una cosa la rivelazione che ci ha fatto questo nostro nuovo Papa Francesco
Mica solito Luigi della liberazione che hanno detto che i poveri sono privilegiati ed io che prima di tutto ha nel suo cuori povere inutile ascetico e dopo noi se vogliamo estremità torinese io facciamo la TESECO ma è l'unica scelta i poveri i poveri sono i privilegiati nel cuore di di ombre nella questo lo scopre lo trova Lisa Bado si accorge di questo
C'è una Chiesa latinoamericana crescita dal Concilio che ha cominciato a balbettare le novità del Vangelo della gioia del Vangelo della solidarietà del Vangelo della povertà e quindi capisce che deve fare qualche cosa per i poveri
Lottare
Per i poveri
Però lei non è solamente cattolica lei cittadina lei è un avvocato
E allora fa politica sceglie la politica si poveri venisse aiutiamo i poveri occupiamoci dei poveri riconosciamo che i poveri sono i privilegiati però come
Con la politica
Con la politica
E si fa eleggere deputata della Democrazia Cristiana al Parlamento di San Salvador perché credo che con la democrazia si può risolvere il problema dei dei poveri
Il problema è che la democrazia del Paese non c'è
Ci sono quattordici famiglie reti della conquista spagnola che si spartiscono tutte le ricchezze e si servono della democrazia per tenere soggetto il popolo
Allora Marianella prova forzare quella democrazia
Cerca di farla diventare una democrazia reale questa è la battaglia che fa perché sta in Parlamento
Sorgerebbe tempo perché pensa che con la democrazia
Il problema sociale si può risolve il problema economico si Borisov i poveri possono cessare di essere la mise dei diritti di essere i titolari della miseria perché una cosa è essere poveri una cosa il vivere nella miseria
E crede che ce la può fare con la politica con le leggi con il Parlamento
Però per poterlo fare non può restare in Parlamento il chiusa nel Parlamento
Deve uscire dal Parlamento lei mentre parlamentare esce dal Parlamento la prima cosa che fa rinuncia alla sua indennità parlamentare
E l'Aversa per le esigenze della lotta per le esigenze della solidarietà per le esigenze delle di qui
E poi esce dal Parlamento Babar Valley dalla gente cerca di capirla i nidi di interpretarne di leggerle le esigenze reali
E va nelle campagne Vanelle Montagni incontro alle donne e dei mercati non perché i mercati sono diciamo il mito cui oggi bisognava sono solo quelli grandi ma anche quelli di notarile va nei mercati perché lì c'è il popolo che soffre che lavora ci sono le donne di mercati da organizzare in modo politico perché si rivolti
E lei fa questi queste straordinarie marciapiedi
In montagna perché lo fa perché deve far capire i contadini che una di loro lei non dice io sono uno di voi lei non dicevo sono cittadina
Lei dice io devo diventare uno di voi io devo diventare cittadina
Perché non solo come non sono come voi devo diventare come vuoi per quei metri di leggi con la mia istruzione e alla mia olio lignaggio non
Devo essere come no e fa queste camminate straordinari intere giornate
Sopra e sotto per i monti del Salvatore entra nelle case dei contadini va del nei luoghi dove il celebre attori della parola riunivano i contadini sotto gli alberi per leggere insieme
Il Vangelo
E questo fa andare a queste è il suo essere parlamentare
E quando il regime comincia invece ad ammazzare i contadini ad ammazzare i sindacalisti ammazzare gli operai ad ammazzare i catechisti
Il celebre autori della parola allora lei capisce che non non non poco
Non c'è più ambigui bisogno di stare in Parlamento
Non si può più usare quello strumento che lo strumento per un certo tempo il perduto e allora fa quest'altra scelta
Passa dalla parte di quelli che resistono passa
Dalla parte di quelli che combattono lascia la Democrazia Cristiana in un modo fortemente critico verso le politiche e del del dei democristiani che si alleano col regime militare
E fa politica in un altro modo fare la politica dei diritti fa la politica di diritti
Perché è vero che i diritti umani
I diritti fondamentali solo innate
E noi lasciamo con i nostri diritti e questo ve lo sa perché tonica e perché il Concilio ha detto che c'è una dignità della libertà umana che inerente innate in ogni persona lei questo lo sa
Però sa anche che se i diritti non vengono legiferati non vengono messi dentro i codici non vengono affidati al controllo di legittimità del delle dei Parlamenti serio che vengono a vengono attribuiti al controllo della giurisdizione i diritti si perdono non ci sono non sono effettivi
Ed è per questo che lei diventa Presidente della Commissione dei diritti umani ma non perché per una forma di Jude naturalismo cioè appellarsi acquisti diritti che stanno nei cerino i diritti che devono essere tirati giù dai cieli e messi dentro gli ordinamenti messi dentro i codici messi dentro le dinamiche del potere i diritti con cui si contro all anno i poteri con cui si limita dei poteri con cui si impongono delle garanzie e i poteri ed a cui i poteri non possono prescindere
Questa Lorella il la storia di Marianella questa diversa modalità del suo impegno politico
Il Parlamento prima la lotta con con alcuni vincoli esistenti e poi la lotta per il diritto che vuol dire che cosa vuol dire la lotta per le costituzioni vuol dire la lotta per il costituzionalismo perché
In maniera si possono trovare due momenti cruciali di tutta la storia della civiltà occidentale due momenti due simboli
Uno è quello di Antigone
Uno è quello di Antigone cioè
La donna inerme che di fronte alla prepotenza del potere
Non accetta la legge così come ma fa prevalere il primato della sua coscienza
E quindi commette un crimine
Perché dire o da una legge dello Stato viola la legge di Creonte che proibisce di dare sepoltura I ribelli che il primo dice di dare sepoltura i morti
Ma dice Sofocle fa un santo crimini un santo cliniche
Perché la coscienza viene messa al di sopra della legge ingiusta
E questo è un ciclo che comincia con questa storia letteraria di Antigone e che ha attraversato tutta la storia
è arrivata a fine anno voi e permettete a me di dire che in un certo senso almeno per me della mia esperienza questo ciclo arriva alla conclusione
Nel momento in cui qui in quest'Aula noi siamo riusciti a fare una legge sull'obiezione di coscienza
In cui invece di dire che c'è il diritto all'obiezione di coscienza nei confronti di legge che di leggi che inducono alla guerra alla alla alla Standa al dalla violenza eccetera
C'è una diritto anzi ho il dovere di obbedienza la coscienza
La le la legge di riforma dell'obiettore di coscienza del primo articolo dice che coloro i quali per obbedienza alla coscienza rifiuto nel servizio militare hanno diritto di fare un servizio alternativo civile non violento
è una rivoluzione culturali e uno il Rettore politico rivoluzione
Però è il punto d'arrivo della rivolta del della protesta di Antigone la coscienza al di sopra del potere il potere non può fare quello che vuole perché trovo un limite che quello della coscienza ma poi c'è una seconda fase
Non è solamente la coscienza nei confronti del potere
Ma il diritto ingiusto nei confronti del diritto giusto
Cioè il diritto positivo il diritto che viene codificato ma che deve sottostare
A delle norme superiori a delle nuove che garantiscono i diritti supremi che sono le norme costituzionali quindi il primato delle costituzioni sui diritti positivi il primato delle costituzioni anche sulle maggioranze parlamentari
Anche se le maggioranze politiche e questa è la seconda fase della lotta per il diritto prima la coscienza e poi nel diritto sono sovraordinato un diritto in cui entrano di forza tutte le grandi conquiste civili umane
Dell'umanità e diventano norme
Dominanti dietro norme ordine attrici che devono essere osservate nella legislazione
Ordinaria ecco questo mi sembra che siano le due i due momenti che la testimonianza di Maria nella ci consegna siccome ricevuto un biglietto che dice che devo finire
Io vorrei dire ha cinque minuti allora cinque minuti di vorrei usare in questo modo
Ancora una volta approfittando del fatto che sono
In questi tavoli in questo luogo della Camera dei furbi deputati
Giovedì scorso
I parlamentari quasi tutti i parlamentari tagliare non cinquecento nel suo Governo sono stati ospiti diciamo così in San Pietro di Papa Francesco per una messa
Dal Papa
Beh e lì è successo qualche cosa e io credo che è bene che noi ce ne accorgiamo
Perché non è una cosa che passa così è una cosa di cui ci si dovrebbe accorgere io nelle more accorgere in questo modo prima vorrei dire è una cosa strana in genere quando espressioni di un potere
Un Governo un Parlamento uno in comune vanno dal Papa è un rapporto con l'incontro tra poteri
Io rappresento il potere civile tutto il potere religioso vengo da te e parliamo discutiamo se ci sono delle cose da mette le mette a posto
E questo non è così
Non è così non è un incontro tra poteri
Sono dei fedeli che vanno a messa in un'altra cosa
Il Papa non li riceve nel Palazzo apostolico come due ore dopo farà con Obama cioè il potere che incontro un altro potere ma no incontra dei parlamentari ma di cosa come fedeli se vogliono ci vanno se non ci vanno con la messa e non dovete venire
Però era una messa e che cosa fa il Papa
Già adesso li sistemo io gli dico quattro cose avevamo il Papa ha letto il Vangelo commenta
E questa è la grande rivoluzione di questo papale quando lui ha deciso di andare ad abitare a Santa Marta invece che a San Pietro e perché così ogni mattina poteva aprire Vangelo e commentarla chiede di queste la rivoluzione
E in questo vangelo che cosa c'è scritto c'è scritto che c'è una classe dirigente di Israele formata da sardo eccetera risenta dottori della legge che si sono separati dal popolo
Che hanno dimenticato l'esigenza del popolo e che invece di dare libertà gli danno la necessità gli impongono dei pesi che loro non sono capaci
Di sollevare neanche con un dito e sono corrotti non solo sono peccatori sono corrotti
E di una corruzione da cui non è facile
Guarire
E talmente sono corrotti che alla fine della loro separazione dal popolo di un punto di Riva che questo qui che predica con l'autorità questo Gesù Cristo ammazziamo ebbene chiudo su solo muoia per il popolo e quindi questa loro corruzione che sta a loro separazione dal popolo finisce nel sacrificio nell'Olocausto nell'invocazione di una vittima
Presentata all'omelia del Papa e i parlamentari si sono offesi già ci ha dato Nottola Londra
Da
Pre perché
Quello che non è un po'
Vuol dire che
Accolto
Sì perché l'hanno ritenuta rivolto a loro stessi
E invece era un altro discorso un altro discorso molto più radicale
E cioè la vera corruzione del potere
E quando il potere si separa dal popolo
E offre il popolo e di sacrificio chiede al popolo di sacrifici offre il popolo in sacrificio preservare il proprio potere questa è la vera corruzione la corruzione di cui non c'è perdono
E quindi diciamo il discorso della della immolarsi ora il discorso di un potere che invece di governare invece di fare il bene del popolo lo sacrifica
è il vero discorso che è stato posto radicalmente alla politica di oggi e il Papa sa che cosa vuol dire sacrificare il Po polo archivia editori lei li ha chiamati per nome e cognome l'idolo del denaro questa economia senza un volto
Senza uscire veramente umano la la la la la speculazione finanziaria la l'esclusione
Questo è diciamo il sacrificare a degli idoli cioè delle entità che non hanno il diritto di avere l'invocazione del popolo chiudo allora
Perché Marianella e una che ha
Per per per per evitare il sacrificio del popolo ha dato il sacrificio se stessa
Romero per evitare l'invocazione del popolo
Ha dato in sacrificio se stessa quest'Aula si chiama Aldo Moro perché un un eminente politico italiano ha dato in sacrificio se stesso pur di difendere la verità della politica
Allora questa è la verità chi allora questi questi nomi che noi ricordiamo questi grandi testimoni questi grandi personaggi fa piacere che sia più una deputata Marianella mai perché non è né ricadiamo queste indicazioni
Per il nostro futuro per il nostro Presidente perché altrimenti è inutile altrimenti facciamo solo delle celebrazioni grazie
Grazie era nella valle per averci riportata un senso
Alto della politica
Al senso della politica per Marianella al senso della politica per don Milani uscirne tutti insieme
E su questo lasciate che io parli un minuto e mezzo di me questa mattina all'università salesiano dove un corso di comunicazione politica parlavamo con le studentesse con gli studenti proprio di queste questioni
E partendo dal
Dal dato davvero impressionante sulla disoccupazione in particolar modo su disoccupazione giovanile avete sentito su tutti su tutti i giornali tutti i mezzi di comunicazione ne hanno parlato davvero
Impressionante pensate che futuro si devono immaginare questi ragazzi e ragazze che oggi sono all'università
Ebbene analizzavamo il discorso politico di alcune personalità importante la scena politica degli ultimi vent'anni vedevamo di come
Si può parlare ad esempio proprio di povertà in maniera diversa
Si può parlare di povertà denunciando né l'ingiustizia profonda
Frutto di meccanismi di sistemi economici precisi e quindi lavorare per una trasformazione perché la povertà non ci sia più come diceva Nelson Mandela Mike avvertissero il
Fare della povertà storia quindi passato superarla trasformarla cambiare le cose o si può parlare di povertà come una condizione che c'è che è tipica dell'umanità
Che non si può cambiare
E quindi parlare di povertà con un senso di
Generosità di solidarietà di carità e non di giustizia perché poi le cose continuino ad essere così come sono sempre stati ecco
Marianella mi sembra un esempio chiaro di chi invece cerca di lavorare per trasformare le cose e questo ne vorremmo dai nostri politici
Tra le persone impegnate in politica cioè non limitarsi a governare l'esistente ma impegnarsi fino in fondo perché le cose le situazioni ingiuste siano trasformate e cambiate
Il più possibile
Detto ciò a questo punto ne abbiamo avuto le nostre due testimonianze importanti e adesso ne abbiamo altri due altrettanto importanti di una donna e di un uomo la donna alla mia destra e una parlamentare l'onorevole
Marina Berlinghieri della Commissione affari esteri della Camera dei deputati
Lei ci obbliga anche un suo spunto di riflessione di riflessione sulla situazione dei diritti umani
In Salvatore sulla figura di di Marinella dopodiché dulcis in fundo ci sarà anche uno spazio per l'autore di questo volume mi sembra doverose e giuste alla parte estrema del tavolo allora onorevole Marino ha detto ieri
Grazie
Anche se visto rischia di fare quella che sennò non parlerò dei diritti umani Salvatore perché avevamo così
Concordato che la testimonianza dovesse riguardare
Un po'uno spaccato diverso nel senso che io sono un parlamentare della Commissione esteri della i della Commissione politiche europee ma nella mia vita vera faccio l'insegnante
Mi sono collega di di Anselmo Prini inseriamo nella nella stessa scuola
E abbiamo lavorato spesso insieme a tutta una serie di
Così di di di percorsi storici i da offrire anche ai ragazzi e voi sapete che il testo che che oggi presentiamo di Maria nella fa parte
Di una collana cui Hansel Puma saremmo pallini sta lavorando da tempo che la collana una collana
Che ha come obiettivo quello di fare memoria del bene di persona delle personalità luminose e dei testimoni della della coscienza nella storia i soprattutto nella storia del del Novecento
Ecco come come insegnante come come docente ma anche oggi come come parlamentare
Così o sperimentato dal dal vivo nel nel lavoro quotidiano con i ragazzi in questo tempo storico
In cui spesso quando ci guardiamo intorno facciamo fatica a trovare a trovare speranza e a trovare e quella che può essere la strada RIS tetto alla quale metterci in cammino per
Per ritrovare quello che così anche un po'nel nel linguaggio comune noi definiamo il bandolo della matassa
Per potere per poter un po'ripartire rispetto a questo
Noi come società occidentale ci misuriamo tutti i giorni
Ecco io credo che la Duma il perché fare una collane perché ricordare figure che se voi leggete
Nel nella quarta di copertina dice la figura di maglia nella saprà presto dimenticata finalità internazionale che nel suo Paese ecco allora la domanda perché mai che senso ha oggi
Fare memoria di di queste figure di queste persone che come abbiamo ben sentito prima
Hanno provato assumendosi in prima persona la responsabilità del del loro pezzetto di storia per provare a cambiare il mondo che che attorno ci stai perché è un'altra storia
Possa essere possibile ecco io credo che
Sia un lavoro fondamentale da fare vi è questo l'ho sperimentato spegnimento e l'ho sperimentato
Nel nella mia attività di di insegnante noi spesso diciamo che i giovani sono persone che hanno perso il senso delle cose sono senza valori sono sono persone sulle quali
Tutto tutto passa passa sopra in realtà
E in tanti anni di insegnamento io ho sperimentato che c'è una forte richiesta da parte da parte dei giovani da parte delle delle persone una forte richiesta di senso delle cose e trovo che oggi siamo uno dei grandi gruppi ieri che noi abbiamo oggi
Sia quello di dare una risposta a questo bisogno di senso
Attraverso la capacità di presentare sia a lei e il male come si diceva all'inizio quindi le cose che
E non devono succedere più
Ma anche le figure che sono stati state capaci dentro situazioni della storia
Molto pesanti della storia a livello generale ma anche
Della storia individuale e che sono state capaci di assumersi fino in fondo
La responsabilità dei diversi ruoli che che ricoprivano per dare un senso sia la loro vita ma anche alla un percorso
Collettivo e comune perché possa potesse essere possibile appunto uscirne
Tutti insieme
E che ho credo che davvero questi e questo lavoro non sia soltanto un lavoro che serve
Aumenta togliere dal così da dall'oblio alcune figure importanti per fare un vero esercizio così anche di conoscenza e di e di cultura
Ma che sia un pezzettino assolutamente necessaria la costruzione del nostro futuro vediamo oggi schiacciati tutti schiacciati sul presente
E credo invece che sia assolutamente necessario fare memoria
Di chi nel passato è riuscito a trovare alcuni percorsi dissenso
Nella difesa degli ultimi nel nel mettere a frutto quelli che sono i diversi talenti che che che avevano
Per cercare di fare in modo che l'uomo potesse estere il fine dell'uomo e che potesse anche e davvero dimostrare con i fatti e che può essere più grande
Di di ciò che che a volte riesce a mettere in campo
Ecco io esperimento fare ringrazio Anselmo per questo ulteriore lavoro che ha messo così a disposizione di e di tutti noi perché è più facile
Raccontare le cose che che non funzionano di quanto non sia invece andare a vedere anche all'interno di storie difficili e storie drammatiche quelle che sono appunto le
Le luci che noi dobbiamo seguire quelle che sono congrui le ha definite in altri testi le figure luminose in periodi in periodi bui che aiutano ciascuno di noi appunto a trovare quelli che sono e gli esempi che è necessario seguire
E questo credo che debba essere così anche proprio come ricordava prima
Raniero la Valle un monito anche proprio per il luogo in cui noi stiamo presentando questo o quel testo in un momento in cui appunto è facile è facile parlare in un certo modo
Della politica e di chi fa politica e stesso anche a giusta ragione io credo sia massimamente importante ricordare che
E la politica fatta in un certo modo vissuta con uno spirito di servizio con onestà cercando e davvero di avere sempre
Davanti l'idea che
è un servizio non solo a a piccoli gruppi ma al così a oserei dire a quella che è l'umanità intera perché chi fa politica poi fa crescere quello che è il il mondo in cui vive ma anche e il mondo in senso più largo
E uno dei valori e importanti del vivere comune che noi non dobbiamo assolutamente perdere perdere di vista
Citava prima l'omelia del Papa io sono un parlamentare alla prima legislatura insegnò religione nella nella sino a scuola in una scuola superiore ha cominciato insegnare nel
Nell'ottantasette
E devo dire che sono andata alla messa del Papa come
Quando vado a messa la domenica quando torno torno a casa vivo in provincia di Brescia tra
Tra le montagne e il convento e ai testi del Papa sicuramente è stato un convento che chi ci ha fatto riflettere è stato un commento importante
Da Cattolica non mi sono offesa ma mi aspettavo che aggiungesse insetto che forse Anselmo in questo in questi testi in questo lavoro
Sta facendo e cioè che la difesa degli ultimi la difesa dei deboli dei poveri passa attraverso quello che è
Il lavoro onesto dentro dentro le istituzioni e lo spirito di servizio che ciascuno di noi di capire quando quando fa politica e la fanno per per aprire
E così una medaglia una medaglia personale ma proprio come come spirito di servizio anche qualcosa che va oltre va oltre e tenete a servizio
Di una di una comunità in cui sia inseriti
Grazie
Grazie a Marina Berlinghieri per averci ricordato lo spirito detto lo spirito di servizio
Che dovrebbe animare
I politici
E gli insegnanti nella costruzione di futura una costruzione di futuro come appena detto non può prescindere dal fare memoria degli esempi luminosi del passato come quello di enti Marianella devo dire che
Credo moltissimo nel valore della scuola e nella possibilità che gli insegnanti hanno di trasformare
La società
Vorrei
Che la politica che i Governi investissero un po'di più
Nella scuola pubblica che la risollevarsi trovammo un po'trascurata negli ultimi anni e lo dico anche perché
Da ventuno anni divo affianco un uomo che fa l'insegnante e quindi ne sa qualche cosa anche per vita vissuta di quanto è difficile
Ma quanto è profondamente importante scommettere anche sugli insegnanti da dal grado più bassa della scuola a quello più alto
Bene allora l'insegnante autore di questo libro e autore anche di diversi altri saggi non soltanto di questo
A me sembra Anzelmo panini devo dirti pallini devo dirvi che questo libro
Che poi potete contare nella libreria
Scritto libreria Arion di Montecitorio perché non lo trovate qui fuori ecco ha saputo rendere questo libro non soltanto completo
E interessante ma anche avvincente pure per coloro che non conoscono la sala del Salvador non conoscono la figura di Marianella e credo che anche un ragazzo una ragazza
Già dalle medie in su aprendo questo libro si sente subito catturato e ha voglia di andare fino in fondo davvero è uno strumento
Molto interessante per me come giornalista che si interessa soprattutto di America latina ma credo per ciascuno di noi è interessato a quelle situazioni a figure di cristiani
O di politici come Marinella e anche a tanti ragazzi che hanno sete di vedere esempi importanti di persone che si impegna
La trasformazione della propria società anche a chi rischia nella propria vita e allora finalmente arrivato il suo turno le cedo la parola
No no non finalmente perché
Sentito relazione assolutamente
Importanti
Interessanti diciotto credo ottantatré da poco più di un mese dal suo si assegna maglia nera che si avvia svenne ricordate in Campidoglio
In relazione i principali con la connotazione fronda affidata sempre Raniero la Valle
E monsignor Luigi Bettazzi allora vescovo di varie Presidente internazionali Pax Christi
Erano presenti tra gli altri un commosso Sandro Pertini Presidente della Repubblica la Presidente della Camera Nilde Iotti oltre a numerosi altri proprietari anche il vicepresidente del Senato in rappresentanza del Presidente
In quegli anni soprattutto fra i settantotto ottantatré
Sia quando Maria nell'era ancora in vita che dopo il suo assassinio
Numerosi interpellanze parlamentari vennero presentate sia la Camera che al Senato per chiedere al nostro Governo di togliere il proprio sostegno il proprio appoggio la giunta militare
Civile e militare poi con ingresso di non può non Duarte Salvatore Enea e di sostenere la lotta del popolo di El Salvador per la libertà la democrazia rispetto dei propri diritti fondamentali
I numerosi parlamentare del nostro Paese già sono state stato citato chiesero poiché fossero messe in atto indagini serrate per assicurare alla giustizia esecutori e mandanti dell'assassinio di Maria nega sia figliastro
Per la quale poi da parte dei vari esponenti del mondo politico italiano e non solo italiano venne avanzata la proposta la richiesta dell'assegnazione del Nobel per la pace
Ecco perché è molto significativo incontro di di oggi qui alla Camera dei deputati
E come riprendere un sia il filo della memoria di cui si rischiava di smarrire il capo non riproporre la figura e l'insediamento di questa vocate dei poveri difensore degli oppressi voce dei perseguitati e degli scomparsi non è una definizione che ha dato Vendola vale nel suo libro
Ringrazio dunque veramente di cuore l'amore per Marina Sereni vicepresidente della Camera per aver ospitato questo incontro
Grazie veramente permettetemi poiché ringraziare
In modo particolare il senatore nella valle in da bimbi che non ha potuto essere presente per motivi di salute
Allora infatti dobbiamo la conoscenza di questa testimone Martiri di pace e di giustizia
Il loro volume Mario nelle sue i fratelli edito da Feltrinelli
Poi dalle scene dedizione scolastica ed alcune edizioni
Della finora l'unico testo su Mario Mele bisognerà lavare ricordiamo anche un'intervista Marianella realizzata dalla RAI trasmessa spazio sette
Il il ventuno gennaio mille novecentottantuno ringrazio particolarmente perché nei giorni scorsi è venuto anche a Brescia proprio ricordare in un convegno organizzato dalla diocesi
Dall'Università Cattolica dell'editrice
Ricordare
Proprio la figura
Di marea nera Cassia Villas Raniero la Valle d'Intelvi inganna mi hanno anche onorato della prefazione della postazione al volume
In gabbie invierà Fondazione Basso qui rappresentata dalla Presidente la Paciotti da molti altri
Mimmo attori componenti sono stati per me preziosi collaboratori mi ha messo a disposizione tutto il materiale che loro avevano sul Marianella oltre a rispondere a tutte le mie numerose richieste di queste le ringrazio
Veramente molto
Un saluto particolare a professor Massimo Di Giuseppe per la sua relazione e perché è autore di importanti studi sulla realtà dell'America latina in particolare un volume sulla scorro mero che per me è stato molto importante
Quando ho preso in esame appunto la figura di Oscar Romero
Marina Berlinghieri
Quando lei è partita come preferirono come parlamentare sono arrivato nella sua scuola ma ci conosciamo da tempo ringrazio perché ha individuato il filo rosso che collega
Tutti questi libri questo pubblicando con l'editrice Arre cioè il filo rosso della testimonianza ed è la memoria del bene
Della mole del bene il concetto di giusti che è stato richiamato anche nella presentazione
Dall'onorevole Marina Sereni
Un saluto affettuoso Ettore Masina voleva essere presente ma per motivi di salute non ha potuto essere qui con noi è scritto dicendo che rimane aperto il cuore ecco per me è stata una soddisfazione enorme
Non la persona che ha conosciuto come appunto come l'ha conosciuto Raniero la Valle come accuso trenta bimbi che ha conosciuto Marianella e a seguito
Il percorso di Maria nella
Ha voluto essere qui anche monsignor Luigi Bettazzi che è stato in corrispondenza con Marianella chi era
Rappresentante di Pasca visti corrispondente ritrascritte presso la Commissione diritti umani di Ginevra
Se Bettazzi avvenuto Antonio Brescia nei giorni scorsi a parlare di Oscar Romero
Di marea nera Cassia vita sia stato Roma nei giorni scorsi per un altro impegno ieri era a Genova per cui ha seguito il consiglio del suo medico ricordarli tanto la carta d'identità cosa che spesso si dimentica
Di fare però ecco mi ha
Incaricata di portare
Saluto ci sono parecchie persone che dovrei che dovrei ringraziare permettetemi
Solamente citare Gianni Novelli che è stato per me importante responsabili del Cipaf i centri per confessionale per la pace di Roma realtà che anima qui a Roma l'iniziativa ricordo illusioni un Oscar Romero
è stata la prima persona che
Ogni contratto quando è iniziato questo lavoro Gianni grazie
Ecco questo testo sommaria nella si inserisce in un percorso che sto facendo con l'Editrice Ave
Più difficile
Qui importante di Roma sui testimoni di pace di giustizia e cioè sulla memoria del bene
Mi disse Michel tolto volumico pubblicato
Dentro questi sentieri della testimonianza tre sono dedicati all'America latina e vorrei partire da qui perché sono
Sono fra loro collegati sono libere in cui ci illustra la vicenda biografica il pensiero di uomini e donne come accennato anche Marina Berlinghieri che nella notte delle dittature dei totalitarismi
Si sono alzati in piedi per difendere la dignità dell'uomo
Per programmare i valori della pace della giustizia pagando a volte caramente presto questi sono i testimoni questi sono
I giusti che sono ricordati anche in alcuni giardini che stanno sorgendo anche nel nostro Paese è sorto un anche a Brescia
Il primo libro trascritto di questi ultimi tre sulla figura di Oscar Romero ho detto il grido del mio popolo l'arcivescovo di di San Salvador
Assassinato come si ricordava il ventitré marzo mille novecentottanta ma strettamente stava celebrando
Io carestia
L'arcivescovo che
Progressivamente UD in modo sempre più chiaro e netto il grido del proprio popolo e ne divenne i portavoce l'amplificatore per questo siccome diceva la verità come è stato detto prima il potere al Polo della verità
La sua voce venga messa a tacere
Secondo volume e su un personaggio che poco conosciuto che anche a Brescia stavamo dimenticando ma che è straordinario non solo perché
Prima di morire ci ha dato regalo stupendo che la tradizione in Italia nel diario scorro mero un diario che ha la prefazione di Luigi Bettazzi appostazione di David Maria Turoldo ma la prestazione di questo prete bresciano che siamo Pierluigi mozioni
Che pagò con oltre cinque anni e mezzo di carcere dove risulta e di tortura in Uruguay la sua fedeltà Vangelo di pace di giustizia cinque anni e mezzo di carcere dove di torture morire cinquantun anni ho seguito
Della degenerazione degli organi più martoriati delle torture subite in carcere
Per l'escluso dall'Uruguay dopo tutto questo periodo di carcere senza un processo e grazie all'intervento non solo del Papa che l'aveva ordinato Paolo sesto che in Vaticano ma anche
Di Aldo Moro
Mi fa molto piacere essere in quest'Aula che intervenne su sollecitazione di Franco saldi
E di Mario Pedini
Riguarda questa vicenda permettetemi poi primaria nella messa in mora l'occasione giusta di ringraziare alcune persone
Che hanno fatto onore al nostro Paese in America latina negli anni delle dittature militari
Non Saverio Mori è qui presente è stato compagni di prigionia
Di TLC mozioni
Subito nei giorni questa di imprigionato feroci maltrattamenti anche una finta fucilazione
Invitato ad abbandonare l'Uruguay restò in quel paese perché non volevo far mancare il suo confratelli in carcere l'assistenza e la vicinanza
Ha fatto onore anche al nostro Paese il console giacché Giampaolo Colella e qui in prima fila
Che negli anni del suo servizio Montevideo rappresentato un'ancora di salvezza per molti prigionieri politici di nazionalità italiana tra i quali appunto anche non Pierluigi Borgioni
Non poche persone imprigionate dalla dittatura militare devono la propria salvezza di liberazione all'impegno di Giampaolo Colella ringrazio veramente molto
Per ora il libro sommaria nella galassia pilastro su questa donna
Dallo spirito duro dal cuore tenero come scriveva Maritain riferendosi a quelle persone che hanno un cuore accogliente lo spirito inflessibile quando c'è da difendere la dignità umana
Una donna che seppe sostenere lo sguardo di fronte a maggiore Roberto dove ci sono
Il mandante morale dell'assassino di Oscar Romero quelli che poi diventerà Presidente dell'Assemblea legislativa ecco e che accoglierà Giovanni Paolo II del minor centottantatré in visita in Salvador
Mario nella sostenga sguardo e non non passo lo sguardo di sfida rispetto davanti a dubbi sono quando lo incontro nell'ufficio di un giudice
Dove i sogni sostegno si avevano appena assassinato Padre Octavia Ortis l'una e quattro ragazzi che con decine di altri seguivano un corso di iniziazione cristiana
Credo che ci sono che il Centro pastorale in cui si svolgeva quel corso ed un covo di guerriglieri il maggiore dodici son portato al giudice le prove
Una Bibbia Tessitore giri pastorali quaderni cartelloni una chitarra e tanto altro materiale che con la guerriglia non hanno nulla a che fare ma che per dove ci sono era materiale sovversivo
Ecco Maria nell'anno si fece intimorire dalla sua presenza non abbassò mai lo sguardo
Di lì a poco però dubbi sono essi in televisione i nomi di duecento persone
Che lui considerava mostrando neanche la fotografia sovversive e comuniste
Al alla ai primi posti della lista c'erano Oscar Romero e Marianella Cassia venga ad essere un modo per indicare agli sconti alla morte i prossimi obiettivi in effetti sarebbero stati prossimi obiettivi
Maria nella una donna che dopo aver subito una violenza sessuale ad opera di un militare si convince grazie ad un drammatico colloquio con monsignor Romero
Raccontato nel libro darà Nicola Valente abbia indica la strada che deve seguire non è quella della vendetta ma quella di un coinvolgimento ancora maggiore nella lotta
Maria nelle una donna che agiva spinta certo dalla propria fede cristiana ma soprattutto dalla sua formazione giuridica e politica e del suo ideale del diritto come strumento per la realizzazione di un nuovo progetto sociale politico
Una donna che dopo aver visto assassinare alcuni propri collaboratori i componenti della Commissione per i diritti umani dopo aver visto distrutta la propria sede invece costretta a riparare a Città del Messico scriveva ancora
Non importa se citiamolo sovversivi traditori della patria non ci importa agli arresti e le vessazioni che abbiam partito per difendere i prigionieri politici non ci importa non i distretti unico bombe delle nostre sedi e nelle nostre case
Continuiamo a lottare con una voce con la penna e con il pensiero certo angosciante che possa arrivare
Arrivare la morte
Marianella
La donna che nel marzo mille novecentottantuno e c'era anche una slide che la faceva vedere in piazza San Pietro
Dove consegnata Giovanni Paolo secondo un rapporto sullo situazioni nel Salvador al fine di chiarire che lo scontro nel suo Paese non era tra la Chiesa e il Governo
Ma fa il governo del popolo della Chiesa molti uomini di Chiesa erano colpiti perché faceva un parte del popolo e difendevano questo popolo
Ma di avere una donna che il ventitré marzo mille novecentottantuno a Padova in una città attanagliata dalla moda il terrorismo richiamo in piazza dei Signori migliaia di persone
Nel momento in poi la città ha ripreso a vivere dire no a quella manifestazione intervennero dal palco anche Raniero la Valle e leader sindacale Alberto Tridente
Quest'ultimo in quegli anni si recherà anche in Salvador con un'ora con una delegazione sindacale del nostro Paese per incontrare sostenere i leader sindacali salvando regni durante l'anno una riunione faranno irruzione militari Alberto Tridente resterà anche ferito
Maglia nera che il ventiquattro novembre del mille otto novecentottantuno a Roma in Campidoglio accanto al Sindaco competere Ugo Vetere a ricordare i desaparecidos in America latina assieme allo scrittore uruguaiano Eduardo Galeano
Queste Marianella notano senza chiama Vizioli profumi ma che di fronte al proprio popolo che veniva massacrato non ha avuto alcun dubbio divenendo nella voce nella denuncia e nella richiesta di giustizia
Avanti Marianella una donna comune che ha risposto ad una situazione allora diffusa di repressione di violenza con una risposta fuori dal comune di carità di dedizione
Di incarnazione al pari di altre centinaia di uomini e donne come lei
Perché ha fatto tutto questo
Perché ha continuato a cogliere le prove dei massacri le ha portate davanti alle Nazioni Unite a Ginevra e davanti ad altri organismi internazionali perché l'ha fatto pur sapendo che la suora stava per venire
La risposta ci viene da alcune parole di Raniero la Valle pronunciato il diciotto aprile mille novecentottantatré durante la commemorazione in Campidoglio alla presenza di Sandro Pertini e di Nilde Iotti
Diceva la valle
Marianella per tutte le testimonianze che abbiamo raccolto era cosciente che questa sarebbe stata la sua fine
Perché l'ho fatto la risposta l'ha data senza volerlo una tacchino romano del Servizio affissioni del Comune
In piazza Sant'Andrea Della Valle attaccando sullo spazio del Comune un manifesto che annunciava la popolazione romana la morte di Maria nella avvocata dei poveri compagnia degli oppressi
Sorella dei perseguitati voce degli scomparsi nata cado sopra un altro perché manifesto preesistente lasciandone scoperto solo il lembo superiore
Non so se l'abbia fatto per caso per intenzione fatto sta che su quel lembo soprastante rimasto visibile stavano scritte tre grandi parole che sono così diventate come il titolo è l'emblema del manifesto sulla vita stroncata di Maria nel
Di queste tre parole dicevano soltanto per amore
Queste dunque la risposta perché è così combattuto la sua battaglia politica e civile perché vissute perché ha dato la vita
Soltanto per amore non di pochi ma di molti non di una famiglia ma di un popolo intero ed anzi della giustizia e della liberazione di molti popoli grazie
Grazie Anzelmo pallini
Per il suo libro e per queste parole per averci ricordato le parole di Marinella continuiamo a lottare con la voce con la penna questo credo che l'impegno che ciascuna e ciascuno di noi si può prendere
Andando via da questa sala
Questo sarà che ne abbiamo ancora a disposizione per qualche minuto per cui io direi democraticamente visto che abbiamo parlato noi fino ad ora se volete avete a disposizione i relatori per fare qualche domanda se c'è qualcuno che ha una curiosità
Un dettaglio da chiedere approfittate dell'autore del libro e degli altri relatori che sono qui per percorre le vostre domande abbiamo ancora davvero qualche minuto a disposizione
C'è anche un microfono che gira forza e coraggio cioè che rompe il ghiaccio ecco sì qui si presenti io
Che sono
Sergio Formenton
Io devo solo ringraziarmi della forza che ci avete dato oggi
Con le vostre parole
Il tutti
Perché noi fuori subiamo tutti i giorni delle anch'grasse angherie
Da da tutti quelli che che ci rappresentano perciò dico a voi grazie grazie mille volte di tutto ciò che avete detto
Allora vediamo se c'è qualcuno che si fa coraggio
No vuol dire che siamo stati esaustivi e che abbiamo forse abusato della vostra pazienza speriamo di no
Quindi veramente grazie a ciascuna e a ciascuno di voi davvero portiamoci a casa l'esempio di Marinella di Marianella e continuiamo a lottare con la voce con la parola grazie arrivederci