21APR2014
rubriche

Notiziario Antiproibizionista

RUBRICA | di Roberto Spagnoli RADIO - 13:00. Durata: 58 min 32 sec

Player
Si conclude l'ascolto del convegno tenutosi il 24 marzo a Roma per presentare i dati dello studio sugli stili di vita e le storie di consumo degli abusatori di droghe in quattro Paesi dell'Unione Europea, coordinato dalla professoressa Carla Rossi e dal dottor Roberto Ricci: in questa puntata la relazione del dottor Sandro Libianchi (responsabile medico della casa circondariale di Rebibbia e presidente del Coordinamento nazionale degli operatori per la salute nelle carceri).

La prima parte della trasmissione è dedicata, invece, all'esame parlamentare del "decreto Lorenzin", emanato dopo la
sentenza della Corte Costituzionale che ha abrogato la legge Fini-Giovanardi.

In sommario anche la parte dell'intervista settimanale del direttore di Radio Radicale, Alessio Falconio, alla segretaria di Radicali Italiani, Rita Bernardini, sulle ultime notizie sullo stato della politica delle droghe in Italia e le iniziative antiproibizioniste dei Radicali.

leggi tutto

riduci

13:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Lunedì il ventuno aprile del due mila quattordici un saluto da Roberto Spagnoli bentrovati all'ascolto del notiziario antico revisionista di Radio Radicale
Oggi lei compie continueremo e concluderemo l'ascolto del convegno seminario che si è svolto lo scorso ventiquattro marzo a Roma nel quale
è stato presentato un ampio studio sugli stili di vita e le storie di consumo negli
Diciamo così abusatori di droghe di sostanze in quattro Paesi dell'Unione Europea per abbiamo proposto pressoché integralmente questo convegno con
I dati contenuti in questo in questo studio dati veramente interessanti per capire appunto la realtà del di un fenomeno come quello dell'uso e dell'abuso di sostanze
O un fenomeno quello dell'uso di droghe diciamo così per comodità che è un fenomeno di di massa ma del quale spesso si parla in modo sbagliato
E allora per capire di che cosa si parla se da una parte sono fondamentali gli studi scientifici gli studi e statistici le analisi condotte appunto con metodo come tutor scientifico rigoroso come quelle che
Spesso di proponiamo da da Radio Radicale dal notiziare antiproibizionista che
Avuto che abbiamo proposto in queste ultime puntate con questo
Studio presentato Roma ventiquattro marzo e anche però interessante è utile dare la parola quelli che poi conoscono il fenomeno per esperienza diretta parliamo appunto dei consumatori di sostanze legali e illegali questa per esempio
Una una questione su cui si insiste da da anni scarsamente
Quasi mai se ne tiene conto quasi mai si tiene conto della voce dei consumatori quando qua si va a parlare di politica delle droghe
C'è uno psichiatra londinese
Scavata hanno quindi tocca che Dame diversi anni conduce un'inchiesta globale proprio sul sulle droghe la Global Brahms Ray facendo proprio appello ai consumatori volontari andando a chiedere proprio dei volontari
Di risponda determinate domande lo studio ovviamente Nona un valore scientifico in senso stretto perché non si basa su un campione preciso di consumatori non viene i dati non vengono analizzati secondo del un metodo scientifico diciamo così sta in senso stretto e però è molto molto importante molto utile
Perché punto fornisce dei risultati interessanti
Per capire per comprendere il fenomeno del consumo di sostanze psicoattive dalla parte dei consumatori i motivi che conducono all'uso determinate sostanze all'uso quale abuso stiamo parlando di sostanze generale non solo di sostanze
Illegali dunque molto interessante queste questi dati proprio anche per fornire i consumatori stessi
Fornire loro degli strumenti che consentano anche di gestire questo consumo Elisa spire dunque la loro salute
L'indagine di questo tipo dovrebbero potrebbero e dovrebbero servire anche per mettere a punto politiche efficaci di prevenzione
Politica di prevenzione che spesso invece non raggiungo i loro obiettivi proprio perché sono centrati su quella minoranza di consumatori che poi sviluppa una dipendenza o
Una a quindi non forme così patologiche di di uso di sostanze
Trascurando pavese persone che bevono fumano assumono anche sostanze illegali ma che non necessariamente sviluppano una un uso problematico una dipendenza patologica
Adamo in stock sottolinea che alla base dell'uso di sostanze psicoattive sia di quelle legali con come appunto possono essere l'alcol tabacco
Sostanze che consumiamo quotidianamente o anche quelli illegali la cannabis l'ex lui o la cocaina la base di tutto questo dell'uso di queste sostanze c'è secondo visto che secondo anche tante altre persone la ricerca del piacere
E quindi bisognerebbe partire da questo aspetto dall'aspetto positivo dell'uso di di sostanze perché dice Winston che la maggior parte dei consumatori non subisce gravi conseguenze e correrebbe meno rischi sei messaggi ufficiali non punta solo solo
All'astinenza
Leader questo questo cacche
Elaborato una siccome vi è una sorta di codice di buona di buona condotta ci sono e sono andati molto interessanti anche quelli che emergono
Dalla dal da da questo ti dà questi questionari dalle risposte di questi consumatori non abbiamo qui il tempo di entrare nel dettaglio ma vi rimandiamo a un'interessante articolo apparso sulla stampa francese
Che trovate tradotto in italiano sul sì sulla notiziario droghe dell'Adoc all'Associazione per i diritti degli utenti dei consumatori a droghe punto ad hoc appunto Itta quello che ci interessava dire che
Il principio di alla base tutto questo discorso
è che quando si assume una sostanza psicoattiva
Trattandosi di un'attività potenzialmente pericolosa come dice lo stesso Ministro bisognerebbe rispettare delle regole in questo modo si potrebbero aumentare la possibilità di vivere un'esperienza gradevole dicevo in stock ittico sequenza abbassare i rischi ovviamente
Nessuno non lo facciamo noi non lo fa non nemmeno lo stesso ad acquisto che
Vuole indurre al consumo o all'abuso di sostanze sostenere che le sostanze psicoattive non hanno conseguenze o non possono andare problema mi
Si tratta semplicemente ci sembra di capire che sia questo la la pace di Winston ca la quello che scrive a quello che s'che afferma si tratta semplicemente di prendere atto che il consumo di sostanze psicoattive è un fenomeno
Normale che piaccia o no perché riguarda centinaia di milioni di persone nel mondo forse anche qualche miliardo di persone anzi diversi miliardi se consideriamo tutte le sostanze psicoattive quelle legali quelle legali
Che solo
Una
Piccola minoranza di queste persone sviluppo un uso problematico una dipendenza
è dunque bisognerebbe avere un approccio più molto più laico molto pro pro pragmatico
Gold cercare di governare questo questo fenomeno riducendo i fattori di rischio ed evitando conseguenze dannose o letali e questo approccio dovrebbe essere quello che dovrebbe informare poi le politiche che dovrebbero governare
Questo questo fenomeno in Italia per troppi anni la politica delle droghe a partire dalla mia centonovanta è stata affidata a una legge
A leggi proibizionista e la legge volino Vassalli prima la Fini-Giovanardi dopo fortemente previste liste nonché
Quella precedente la legge del settantacinque la così detta legge drammatica quantità fosse una la leggi de Alet però sicuramente la svolta
Punitiva imboccata l'inizio degli anni alla fine degli anni ottanta ha portato qua delle conseguenze gravi all'aggravamento del
Del fenomeno
Sembra che qualcosa stia cambiando dopo la sentenza della Corte Costituzionale che ha abrogato di fatto la legge Fini-Giovanardi sembra che qualcosa stia cambiando perché
Poi in realtà il tentativo di reintrodurre quelle norme per via addirittura di decreto legge è sempre presente come quello che sta accadendo attorno
Al decreto la cosiddetto decreto Lorenzina che ha rimodulato le tabelle ne abbiamo già parlato continuiamo a parlarne oggi perché la scorsa settimana
O è stato approvato in nelle Commissioni congiunte affari sociale giustizia della Camera stato approvato un emendamento del Governo al decreto Lorenzina
Che modificarle il sistema del sanzionatorio sia per quanto riguarda le multe che per quanto riguarda il carcere molte più basse meno carcere per lo spaccio di lieve identità
Il questo nella discussione non sono passati invece gli emendamenti che autorizzavano la coltivazione di piante di cannabis per uso personale quelli che inserivano
La cannabis con elevazione con elevata concentrazione di principio attivo nella tabella delle droghe cosiddette pesanti utilizziamo questa questa questa dizione il provvedimenti adesso dovrebbe passare anche in Aula anche se c'è stato il
Voto contrario del momento e cinque stelle e l'astensione di Sinistra ecologia e Libertà ma c'è stato anche uno scontro su questo emendamento per perché i deputati alcuni deputati del nuovo centro destra di popolare per l'Italia hanno abbandonato i lavori per protestare contro la gravissima conduzione di questi lavori da parte della Presidente della Commissione giustizia Donatella Ferranti
Gian Luigi Gigli Paola Binetti no centrodestra Gennaro c'è l'Alessandro Pagano anche loro
Gian Luigi Gigli parlare Binetti delle di popolare per l'Italia e ma generici alle era stato pagato nuovo centrodestra sono
Hanno avuto protestato contro la conduzione della Presidenza sul tema non sono mancate nemmeno le dichiarazioni del senatore Carlo Giovanardi come sempre ovviamente molto fondata sul piano sul piano scientifico il
Preside della Commissione affari sociali della caro Pier Paolo prova al giudice alta civica al ha ovviamente rivendicato invece la correttezza la conduzione da parte sua e della Presidente Ferranti ha detto che la Presidenza ha lasciato ampio spazio al dibattito e al dissenso
Non uno scandalo che ci siano alcuni colleghi parlamentari della maggioranza che hanno difeso con passione le loro posizioni personali ma è altrettanto normale che si è registrata la loro posizione minoritaria rispetto all'indicazione del Governo
E del resto della maggioranza la Presidente della come se la giustizia della Camera
Data la Ferrante ha parlato invece di attacchi e critiche pretestuose e strumentali ha detto spiace che per mero pregiudizio ideologico contro il provvedimento un accertare del centrodestra cerchi di mettere a rischio la conversione
Di un decreto voluto proprio dal ministro Lorenzin ma sentiamo la Presidente era come se la giustizia quello che ha detto a microfono di Giovanna Reanda
Visto Lorenzini di concerto con l'Orlando ha emanato un decreto legge
Che in pratica d'attuazione alla sentenza della Corte costituzionale sul listino centri
In particolare ha ripristinato la tabella delle droghe leggere con riferimento alla cannabis
E questo diciamo e poi ci sono altri interventi che dobbiamo perfezionare insomma certamente non è la dedizione
Della normativa in maniera di stupefacenti perché altri punti rimangono aperti
Però insomma è un primo passo anche per chi all'iniziare l'esito
Della sentenza della Corte costituzionale
Anche se
Diciamo c'è stato un piccolo episodio
Più visto adesso anche un po'ingigantito dai
Dai
La alcuni rappresentanti del non lo so destra
Hanno preso spunto da un emendamento
Che dallo presentato oggi
Che veda
A ribaltare un po'le questioni attinenti alla di classi l'azione
Delle droghe leggere vi abbiamo dato il parere contrario ma unanimi i relatori cioè io il Presidente Vargiu della Commissione affari il socialista limite
E il Governo rappresentato dal
Dall'Asia ad avviso della salute implica il
Giustizia in particolare per la giustizia c'era costa
E hanno preso spunto da questo emendamento per appunto cominciare a dire che
C'è stato una una riduzione del dibattito alla batto abbandonato le al
Dispiace perché in realtà i lavori sono stati condotti sempre con il massimo rispetto e da un fatto audizioni ovviamente questa è una materia delicata
Ma noi intendiamo a stravolgere il decreto
Ma soltanto a diciamo a cercare di
Portarlo a termine farlo entrare in vigore come decreto convertito anti perché serve proprio a non lasciare un clima di incertezza
Dopo la sentenza di la Corte Costituzionale che ha ripristinato la distinzione tra droghe leggere e droghe pesanti il problema è proprio questo perché da parte di alcuni
Deputati si contesta che ai principi di tetti detta cannabinolo insomma le cosiddette droghe leggere siano
Siano effettivamente tra virgolette dei geni madre in genere non vuol dire che non facciano male
O non sono pericolose vuol dire che
Legislatore prevede delle sanzioni diverso e di coerenza la pena e questo l'essenza questo tra l'altro anche in previsione terminate trentotto un attimo
Settanta
Sì cioè ampiamente gli architetti in relazione al carcere sulla fornito il carcere si sono prodotti
Perché con me l'archiviazione del reato autonomo no di piccolo spaccio quello che sta leale nei famosi albi creazione serve anche ai fini della della appena delle droghe delle etichette Testaccio un po'più rilevanti perché ovviamente
Entrando in vigore
La la Jervolino Bastagli
Con quest'è un decreto che ha visto esternato le tabelle rientra in vigore la distinzione tra tratte pesanti e droghe leggere esproprio però che legge i cosiddetti leggeri e cioè la canapa in atti quindi di vigili naturale
La pena è
Più bassa
La pena passa da vent'anni ai di Massimo quindi c'è una differenziazione di pena che però è l'aspetto
Non si può
Disconosce deve stretto non solo di un dibattito che era già in corso in Parlamento ma del tetto di una sentenza della Corte costituzionale non si può utilizzare un decreto legge del cercare di ripristinare in maniera più o meno Diletta le tabelle Giovanardi ce
Così la Presidente della Commissione giustizia della cava davanti alla Ferranti
Tutto bene giustamente non si può non si può
Utilizzare un decreto legge per ripristinare una normativa abrogata dalla Corte Costituzionale è sicuramente vero però non è non ha nemmeno detto che questo decreto legge sia ma da così bene come
Come magari qualcuno potrebbe potrebbe
Pensare
Ci sono state le ci sono le critiche del fronte così intransigente proibizionista con inserito e ci sono invece
Critico osservazioni assai molto più fondate è molto più argomentato come quelle per esempio di Sinistra ecologia e Libertà sentiamo Daniele Farina andina appunto di Sella sempre al microfono di Giovanna Reanda
Ma è innanzitutto questo decreto
Dovrebbe avere quelle caratteristiche di urgenza diciamo
Che la legge prevede proprio questo di quei provvedimenti e francamente non si
Non si è capito in Commissione quali
Perché se il motivo che è stato sventolato al pubblico era quello di doverli tabellare alcune centinaia di sostanza
Che la sentenza la Corte costituzionale sulla legge Fini-Giovanardi
Erano anche se decadute
Beh di questo non l'abbiamo visto traccia in Commissione né in Commissione si è parlato praticamente di una sola sostanza anzi di una sola pianta direi che peraltro esatta sfera Piera ed è perfettamente tabellato insomma quindi
In realtà
Decreto dove si nasce con quel
Tentativo diabolico di reintrodurre la legge Fini-Giovanardi attraverso il giochino apparentemente amministrativo delle tabelle
Tre introducendo le due tabelle la Fini-Giovanardi si rimette alle sfide stesso assetto penalistico di prima
Questo tentativo non è riuscito
Pur tuttavia è sicuramente un'occasione sprecata situazioni sono due decreti in uno tra l'altro perché uno
Un articolo riguarda diciamo le droghe siamo così velocemente e d'altra parte ci sono i farmaci afflato esprime tutt'altra materia
C'era
Insomma insieme non stanno
Particolarmente incongruo dal punto di vista se vogliamo
Del delle materie che tratta
Pur di pertinenza dello stesso parzialmente impazienza e lo stesso Ministero occasione sprecata perché
Era l'occasione per far salire su questo decreto visto che amministrativo non era
Alcune cose ti ormai senso comune
Che invece l'accordo di maggioranza ha fatto rimanere a terra strumenti di nuovo centrodestra raggiunto un accordo
Di lasciare le tabelle così come erano poi ci bocci potestà invece tentato in tutti i modi di riqualificarla
Mi hanno preceduto l'accordo su un nuovo comma cinque che è diventato diciamo
La pietra dello scandalo spieghiamo siccome cinque fatti diretta
Decreto Cancellieri della figlia Chamber lo modifica abbassa il massimo di pena che prima era da uno a sei anni lo bassa cinque
E lo rende fattispecie un tono più attenuante l'articolo settantatré
Questo è un indubbio beneficio insomma rispetto all'eccezione
Nel mentre la Corte costituzionale
Fa venir giù praticamente la Fini-Giovanardi
E circuiti si ritrova nell'ordinamento un'anomalia che si chiama comma cinque che fatto con criteri e modalità diversi dal resto alla legislazione quindi al comma uno l'articolo Stato tratta chi
Volesse vedere laccio una distinzione
Tabellare quindi la cannabis viene trattato in un modo
Qui nel nuovo comma cinque non c'è differenza delle sostanze lì c'è stata una grande battaglia in commissione tra chi tentava di introdurre la differenziazione come era
La legge Russo Jervolino Vassalli che riceveva in virtù della sentenza della Corte e chi invece diciamo
Ha tentato con successo di mantenere
Una diciamo tabellazione unica
A
Dell'accordo c'è un abbassamento di pena di sei mesi il minimo e di un anno il massimo quindi adesso da sei mesi quattro anni
Con
L'indicazione che c'era già prima che per qualità delle sostanze circa del magistrato ovviamente
Dovrebbe propendere per iscriversi sei mesi si è stati riguardano la cannabis privati effettiva su quattro emerso riguarda altri piccoli jet sostanza di tabella uno
Un'occasione sprecata alto duole perché sono rimasti giù anche tentativo che abbiamo fatto di eliminazione delle sanzioni amministrative occupa tutte le statue facenti qual meno per quei tabella due
Non si capisce perché abbiamo una legislazione si capisce benissimo non si capisce perché aveva una legislazione che
Se vieni non sei sotto effetto di sostanze per sé soltanto detentore
Le sostanze stupefacenti chiedevano il passaporto tenevano la patente chiedevano il porto d'armi e quello poco male
Vatti levano il il permesso il sonno
C'è una roba molto grave
Soltanto gli piace il problema e la tutela
Bene diciamo
Problema degli abilitazione del rapporto uomo-macchina la guida l'automobile
C'è un articolo centotrentasette del Codice della strada che è sufficientemente chiaro tutta ma bisogna
Ed è veramente un di più penalistico fatto da quelle del TAC pensava
Molti anni fa e poi gli atti di recente anche oggi che è più la gridare forte più la gente debba stendersi da condotte dichiarati a Lecce mi sembra i dati dimostrino che
Questa questa convinzione adottare inefficaci è rimasta giudice una coltivazione per uso personale che abbia provato scritto pure attraverso due vie diverse
Anche con un numero limitato di piante quindi insomma quelle condotte di cui o dice
Forte credo pressione perché vengono assimilate quanto meno al consumo personale o totalmente non punibili come dovrebbe essere
E come insomma anche qualche sentenza di Cassazione sembra indicare abbastanza chiaramente insomma
Con la contraddittorietà dei pronunciamenti invece non c'è stato questo coraggio non certo il coraggio di eliminare l'arresto obbligatorio in flagranza
C'è una posizione molto timida che ha corrisposto al ritiro dell'emendamento per quelli che i deputati del PD che convintamente sostenevano a queste
Vicende di cui stiamo parlando e con un voto attua scusi se la interrompo ma c'era
Si cerca la competenza
Riparato dall'emendamento anzi sì
E qua ad una TAC lasciarli l'analoga
Diciamo per la via ordinaria che ancora per fortuna vive e che riaffronteremo in Commissione giustizia
Però questo era un decreto si aveva l'occasione di fare qualcosa di buonsenso
E fare diventerà legge dello Stato entro un mese l'iter ordinario chiaramente sottoposte clienti
Ma scusi ma perché secondo lei l'amministratore
Fatta portavoce portatrice
In quell'ala poi provvedere veramente
Cattolica Matteo cattolicesimo appunto alla Giovanardi no
Quando fai politicamente insomma tutto questo pessimo andrebbero avercelo
Qua la Camera sicuramente no
Il Senato altri numeri e quindi chiaramente il Governo guarda chiaramente
Governa guardato alla propria stabilita un equilibrio generale
Anche se probabilmente per far qualcosa almeno anch'anche un decreto anche con queste caratteristiche
C'era lo spazio per farlo insomma questa Europa
Dopodiché
Generali io penso che
Quello che ha retto in questi anni persone come Giovanardi tanti altri collegati di cui abbiamo avuto tra l'altro larga sfilata nelle audizioni
Non è il convincimento cioè nel nella fede ma è l'interesse
Interessa che peraltro si sta abbastanza di svelando attraverso le vicende che coinvolgono il Capo del Dipartimento per le pulizie antidroghe Serpelloni
Sulla gestione fatto che è stato si dice non riconfermato no
Non riconfermato riavviato alla numero uno di Verona poveri Veronesi devo dire
E che però sulla di svela io prestata con interrogazione tra senza essere alta tre
Ma una particolarmente dettagliata sull'utilizzo di fondi e soprattutto sull'attendibilità dei dati
Che dipartimento
Occasionale ma saprà sostenuto formali al setaccio astenuto come se fossero fatti scientifici pugnali
Quando appare chiaro anche un profano abbiamo anche fatto seminare le persone che profani non solo uno
Che sono le realtà delle tesi pseudo scientifiche con pochissime fin
Attesi a Cannes ad esempio il cervello
I tassi THC che si avrebbero ma eccetto per cento di giorno in giorno
Ad Asti travisare ed ex sessantottini che la la marijuana
Che sfumano oggi loro figli non sarebbe quella di quarant'anni fa zona Mariani balle che poi non ha nessun riscontro nella percentuale media dei sequestri neanche
Nei picchi riscontrati nel sequestro di polizia balle
Spaziali che sottendono una rete interessi che alcuni di carattere elettorale altri temo proprio di natura
Natura economica sono
Così danni Farina depurato di sì se così è libertà a proposito di Serpelloni in un'intervista al arredatore arredatore sociale lecco l'ormai ex possiamo dire capo del dipartimento antidroga re
Ambra replicato alle accuse sulla suo proprio sulla sua gestione del Dipartimento accuse che appunto nel corso degli anni molti hanno hanno sollevato ne abbiamo parlato anche già stati inchieste giornalistiche interrogazioni parlamentari abbiamo parlato anche
Molte volte qui da vengano testati proibizionista
Serbelloni risparmi Plicato ma è andato altre anche oltre come ha fatto notare nei giorni scorsi Giulio Manfredi della direzione dei Radicali Italiani
Che sotto in avuto come Serpelloni ad una precisa domanda sull'utilizzo dei fondi del Dipartimento abbia risposto testualmente il malaffare l'ho trovato io quando sono arrivato qui
Ecco qui dice giustamente Giulio Manfredi non si tratta più di difendere posizioni politiche o comportamenti professionali si tratta delle vocazioni di reati penali
Non ci risulta che nel due mila e otto
Sottolinea ancora Giulio Manfredi quando Serpelloni che che Serpelloni nel due mila otto quando arriva il Dipartimento abbia denunciato il malaffare
Che dice di aver trovato né agli organi formazione ne alla Procura della Repubblica Serpelloni allora precisi le sue accuse se non vuole fare la meschina figura di chi lancia il sasso e nasconde la mano così dice Giulio Manfredi della direzione radicali italiani
Se ci possiamo permettere di fare una processo alle intenzioni sempre ovviamente opinabile dubitiamo che Serpelloni
Non abbiano sarà conseguente alle sue parole visto come ha gestito in questi anni il Dipartimento è visto come ha hai visto i dati l'utilizzo che ha fatto dei dati tra virgolette scientifici
Capo del Dipartimento tornando alla al decreto-legge Lorenzina nel corso dunque nel corso della commissione della settimana le Commissioni riunite
Giustizia e affari sociali della Camera proseguiranno in sede referente l'esame delle provvedimento che dovrebbe arrivare all'Aula di Montecitorio lunedì prossimo lunedì ventotto aprile dopo
I pareri anche delle Commissioni affari costituzionali della Commissione bilancio dunque vedremo che cosa che cosa
Che cosa sarà appunto di questo provvedimento di di politica delle droghe della realtà della politica delle droghe e anche delle iniziative radicali ha parlato la segretaria di radicali italiani e Rita Bernardini
Giovedì venerdì scorso scusate nel corso della consueta intervista settimanale
Condotta venerdì dal Direttore di Radio Radicale Alessio Falconio sentiamo
Si è parlato molto bella
Sentenza della Corte Costituzionale che ha
Dichiarato incostituzionale la legge Fini-Giovanardi sulla quale
Voglio ricordarlo nell'agosto dello scorso anno eravamo in piena raccolta di firme per la birra è quasi solitaria ad accostarsi la notizia di oggi
è chi appeal fra il Tribunale
A praticamente deciso di rivedere è la prima di rimodulare la pena per un tossicodipendente che era stato condannato a due anni e otto mesi
Per aver detenuto circa mezzo chilo di hashish
E queste molto importante perché la pena è stata adesso non so in quale misura ma comunque è stata
Ridimensionata
Ed è e la prima sentenza che si verifica
Da questo punto di vista perché è chiaro che qui che per i processi che si stanno celebrando adesso
Torna viene applicata la legge Jervolino Vassalli così come modificata dal referendum radicale
Delle mille novecentonovantatré ma per i processi
Che si sono già conclusi ecco questo è il primo caso in cui potremmo definirla come per la sentenza a Torre Gianni in una
Decisioni pilota perché è la prima in Italia
E questo apre la strada per una revisione e di migliaia di procedetti
E potranno rivisti almeno per quanto riguarda il problema sanzionatorio cioè di essere stati condannati appena superiori
Rispetto a quello che prevedeva la legge precedente poi c'è tutto l'altro capitolo
Altrettanto importante che è quello di via subito un ingiusto periodo di detenzione anche qui parliamo di migliaia e migliaia di persone
E che potrebbero avviare un'azione risarcitoria contro lo Stato oppure ricorrere alla Chengdu per farci indennizzare
Insomma
Leggi spetti devastanti della legge Fini-Giovanardi li abbiamo descritti in tutti i modi per cui ci sono
Migliaia e migliaia di persone che hanno subito pene assolutamente ingiuste
Proprio per la mancata distinzione fra sostanze stupefacenti leggere e pesanti e anche questo è un capitolo credo importante e così come abbiamo fatto
Il reale i ricorsi alla Corte europea dei diritti dell'uomo ricordiamoci che tre
Dei sette condannati nella sentenza Torregiani erano difficili da avvocati radicali in particolare dava all'avvocato Giuseppe Rossodivita io credo che anche in questo caso
Ne dobbiamo fare in modo di predisporre tutto affinché sia a disposizione
Di chi ha subito un'ingiusta detenzione per potersi rivolgendomi alla corte europea
Riduzioni reduce a proposito invece di di anti proibizionismo dati di una da un'iniziativa che abbiamo registrato come Radio Radicale grazie
Compagni anche di
Radicali Pavia che hanno indicato
Il mio nome c'è stato un confronto con
Vincenzo andrà House sulla si può sentire già sul nostro sito Radio Radicale contenenti è un feroce proibizionista insomma ci siamo confrontati
Poi lì c'era anche un docente che ha parlato della legislazione in vigore e anche un tossicologo perché si parlava
Anche il cannabis terapeutica credo un dibattito importante anche perché ci prepariamo perché insomma le parole possono volare mai fatti rimangono
CIP
E parliamo Aldo ad una importante iniziativa
è con
L'Associazione La piantiamo che si terrà verso la fine delle credo il ventiquattro maggio
A radicale in provincia di Lecce pure importante convegno in cui ci saranno
Testimonianze fondamentale un sabato sei come quella predette del Presidente dell'Uruguay che trasmetterà un messaggio perché ha legalizzato
In una forma da monopolio di Stato diciamo la marijuana nel suo Paese ecco intende e inviare una messaggio videoregistrato a questo convegno poi vedremo altri contributi
è però la questione Esperia sulla cannabis a parte il fatto che tornando alla nostra mozione ricordo che si conclude con una iniziativa del Comitato nazionale di radicali italiani
Che intende denunciare per omissioni d'atti d'ufficio la Procura della Repubblica di Foggia
è che non ha provveduto al mio arresto nonostante sia stata DOCUP documentata la coltivazione l'accezione
Che ho voluto fare ai malati che non riescono ad avere accesso alla cannabis terapeutica
E sempre per parlare di attualità su latina Oggi c'era
La notizia di una donna che è stata arrestata malata di sclerosi multipla è perché appunto coltivava alcune piante di marijuana per potersi curare
Sembra che l'hanno mandata l'abbiano mandato agli arresti domiciliari perché non arriva la ricetta
Da parte del medico essi domicilio perché la
Bazzan
Insomma veramente stanno in Italia e così com'è a me e capita di ascoltare testimonianze di questo tipo sembra che il medico le abbia detto guarda chi fa bene coltivate la
Però non te la posso prescrivere
è per cui in Italia si verificano poi questo fatto assurdo che sono
Proprio poco più di sessanta coloro che hanno accesso a questi farmaci attraverso il servizio sanitario nazionale
Era la segretaria di radicali italiani Rita Bernardini un stralcio alcuni passaggi della intervista settimanale andato in onda venerdì cantina scorsi da Radio radicale tiratina scorso
L'intervista dei Alessio Falconio nostro direttore e a proposito di cannabis terapeutica dico per meglio dire di usi terapeutici dei derivati della cannabis
In Campania il gruppo Consiliare del Partito Socialista Europeo alla Regione Campania
Su proposta su iniziativa dell'Associazione radicale Maurizio Provenza di Salerno in Provenza di Salerno ha depositato proprio la proposta di legge regionale sugli usi terapeutici dei derivati della cannabis una proposta di legge
Modellata ripresa sul modello della legge recentemente approvata in Abruzzo che prevede appunto la l'utilizzo gratuito fornito dal Servizio sanitario regionale di questi farmaci che possono essere prescritti anche da medici di famiglia possono essere utilizzate sia nelle strutture ospedaliere che nelle strutture convenzionate dunque
Che attualmente la legge regionale la prostituta abbiamo parlato è quella per molti versi più avanzata tra le diversi provvedimenti approvati in varie regioni o quelli in una discussione dunque c'è anche diciamo in campagna iniziato l'iter di un provvedimento analogo
E adesso come gli abbiamo preannunciato nel
Sommario l'ultima parte della di questa puntata dello tesserati propizia vista la vogliamo dedicare alla conclusione dell'ascolto
Del dibattito del convegno che se seminario che si è svolto lo scorso ventiquattro marzo a Roma per presentare il volume che contiene lo studio sugli stili di vita e le storie di uso in nei gli abusatori diciamo così di droghe in quattro Paesi dell'Unione europea che sono l'Italia la Repubblica Ceca il Portogallo la Spagna con un raffronto anche con un Paese che ha caratteristiche peculiari che non fa parte ancora dell'Unione europea
Ma anche strettamente non ROPPA come
L'Albania il libro come ricorderete se avete seguito e curato
Dalla professoressa Carla Rossi a ordinare di statistica medica all'Università di Roma Tor Vergata vice presidente della così l'italiano presenza sociali rappresentate anche del Parlamento europeo nel consiglio di amministrazione dell'Osservatorio europeo sulle droghe e le dipendenze di Lisbona
E da Roberto rigettò Roberto Ricci che il segretario dei vestiti da Marchetti istituto un'associazione formato da professionisti e ricercatori nata appunto nell'ambito del consiglio italiano per le scienze sociali
Li abbiamo nelle ultime quattro puntate con questa questa è la quarta viviamo praticamente prima proposta integralmente la presentazione di questo studio molto innamorato importante chiudiamo oggi con l'intervento del dottor Sandro li Bianchi
Quale responsabile medico della casa circondariale di Rebibbia a Roma e Presidente del conosci riconosce una sigla che sta per coordinamento nazionale degli operatori per la salute nelle carceri italiane purtroppo per un problema tecnico ci manca l'ultima parte gli ultimi minuti
Dell'intervento di torri bianchi che nondimeno però ricco di dati di informazioni proprio anche relativi al problema della dipendenza e delle droghe nelle carceri
Va dunque
Cercherò anche di essere
Sintetico per
Perché Laurent allora non è non consente di prassi e discussioni però questo che cerchiamo di fare
Adesso è un po'l'altra faccia della luna cioè mettersi in relazione con tutto quello che ha detto Carla Rossi finora
Dal punto di vista clinico cioè qualcosa succede quando voi in carcere dentro alle mura di fatto ci sono delle persone che hanno delle problematiche ancora lasciamolo così ampio
Droga correlate che devono
O non devono andare in misura alternativa oppure devono avere un loro percorso
Spese particolarmente importante perché poi quando si parla di dei carceri Zazie ore legalizzazione normalizzazione eccetera
Tutto ancora bassa per una diagnosi per una
Programma terapeutico e sappiamo anche un'idoneità ha un programma quindi passa per un settore sanitario abbastanza importanti
Quello che
Brevemente sono dati che sono già stati presentati noi abbiamo in tutta la la la
La se l'assetto Unione europea ampie
Variazioni
Di numeri relativamente a chi sono i draghi users
E questa già questa parola ce la dice lunga su quanto possiamo essere distanti da una diagnosi clinica
L'utilizzatore di droga è una persona che può utilizzare droga una sola volta nella vita ho cento al giorno sempre Draghi user se
Noi all'interno
Dell'Unione europea nelle carceri abbiamo una una una una percentuale di persone con problemi droga correlati che variamo chi siamo da Paese a Paese danno hanno ovviamente come risultato netto dell'azione di prevenzione di polizia dell'efficienza
Delle polizie ma anche di efficienza dei tribunali e tutto il Specolizzi di recupero vedi non ricaduta nell'altrove quindi diciamo il carcere il punto dove il conto si fa netto tra
Le degli equilibri delle forze di polizia di repressione di
E di cura
Se noi andiamo a vedere poi ha sempre all'interno di
Delle carceri
Ripartizione per sostanza B varia moltissimo di paese in paese deve
Significativo che ci siano delle fluttuazioni intanto Paesi contigui proprio legati anche a vicende locali a quanto funzionano i sistemi di repressione
Oppure a quanto funziona lo smercio di determinate droghe rispetto ad altre qui diciamo il problema si pone già dall'inizio con un problema molto complessa
Un saltino dall'altra parte dello nell'oceano vediamo che anche in America c'è un dato che il settanta per cento circa delle prigioni ferì statali e il sessanta per cento quasi delle prigioni federali
C'è una differenza abbastanza importante
Una sono di livelli diversi
Bene hanno dichiarano che hanno hanno avuto un problema
Droga correlato e aggiungerei anche alcol droga correlato
Prima della loro incarcerazione quindi chi entra in carcere spesso lo è portandosi appresso un problema voi può essere che quella nella causa oppure può essere anche che semplicemente
Un un un'altra causa
Ancora
Se noi vediamo
Un dato che colpisce anche sono stati fatti delle
E dall'ex Stevens tra l'altro incontriamo a maggio un un un eredi un un lavoro molto interessante dove si è preso
Tutte le persone che vengono arrestate quindi che vengono bloccate per un qualsiasi motivo
Non incarcerato e ma arrestate per dimostrare anche il
L'Iran che forte che c'è tra
Violenza crimini uso di droga e si è visto che per Paesi diversi in anni abbastanza lontani ma poi a Ragusa alla fine sono stati riconfermati questi dati anche recentemente la percentuale di
Di persone che usa
Sostanza
Nel momento dello essa è molto elevato quindi l'associazione appare evidente lo si è dimostrato
Con analisi delle urine quindi questa è una delle poche i pochi studi dove si è dimostrato clinicamente diciamo quello che la
La la presenza di sostanze stupefacenti
Ancora andando avanti
Lavori un pochino più
Dalle parti nostre ci dice che
In Europa il settantacinque per cento contro quel per il percentuale molto simile in America di chi entra in prigione a un qualche problema droga al alcolcorrelato
Relativo al momento adesso quindi ancora una volta anche in Europa l'arresto è una fatto che correla molto strettamente con l'uso di alcol e o
Droga
Droga sostanze stupefacenti in generale
Ancora noi ci chiediamo allora in Italia poi quanti sono le persone che cominciamo a chiamare draga vizi cioè il la la lampo ostico dipendenze così la vogliamo chiamare poi in Italia quanto pesa
E qui abbiamo quindi dei numeri che variano diciamo che questo il pena la percentuale media di negli anni è stata dichiarata
Dal Ministero della giustizia che notoriamente non è
Un organo sanitario però insomma cercava cercato di fare quello che è accaduto
Molto Sorma abbastanza in maniera for raffazzonata e questo è il dato medio che fino al due mila sette è stato dato ufficialmente dal Ministero delle giustizia per dire quanti erano
Se noi vogliamo andare a vedere dopo il due mila otto quando le competenze sanitarie dal Ministero della giustizia in carcere sono passate alle Regioni quindi allarmista dalla sanità diciamo andiamo a vedere il
La relazione al Parlamento
La prima relazione al Parlamento che è stata fatta dopo quindi calcolando il due mila otto che era ancora un anno di passaggio
Ci dà delle delle caratteristiche ci dice un po'come stanno le cose ma ci dà soltanto su una cosa importante la definizione ovvero sia la definizione e di persone assuntori di sostanze stupefacenti
Faccio presente sin da adesso che il termine assuntore
Non ha alcun significato dal punto di vista clinico
Ma anche di soprattutto dal punto di vista diagnostico nei prognostico né terapeutico un assuntore eh chiunque possa essere anch'io perché per sbaglio prendo una cosa che non va e divento assunto
Però di contano mi contattò conto uno e queste cifre sono basate su dichiarazioni prevalentemente dichiarazioni autocertificati e di assunzione di sostanze supremo o di sospetto
Andiamo avanti vediamo i minori forse qualcosa di meglio ci sta anche i minori in questo anno
Vengono denominati come assuntori faccio presente
Che nei quindici anni passati precedente due mila nove i minori sono sempre stati dichiarati assuntori
La schiena è stata data perché non potevano essere i tossicodipendenti questo è scritto nei documenti ufficiali quindi non non era neanche molto bello chiamarli tossicodipendenti sono minorenni
E per cui si fu decisa la parola assuntore che sta
Dal due mila e nove a dieci dodici anni prima prete spin tutti gli atti del Ministero della giustizia
Ancora però dicevo pur probabilmente
Se le cose saranno evolute vediamo poi l'ultima
Relazione al Parlamento
Allora spariscono proprio completamente le dizioni cliniche e vengono sostituite da dizioni
Non previa ovverosia soggetti incarico ai servizi della giustizia minorile parliamo sempre
Per reati in materia di stupefacenti secondo nazione decenza
Questa la dizione quindi non esiste più un tentativo mistificatorio reale di diagnosi
Ma è reato l'unica cosa sicura che ci abbiamo anche l'articolo settantatré e settantaquattro quello che
E quello che ci permette di identificare queste persone
Siamo ancora nei miei minori ancora
Sempre dei nostri nel nel nell'anno precedente l'anno due mila otto qualche cosa di più è stato fatto sempre assuntori sono secondo sostanza modalità ma vengono Rile
ATER le sostanze
Come vengono rilevate e qui sta il problema molto importante che Bellieni addirittura data una metodologia dichiarazione volontaria
Visita medica visita medica non vuol dire analisi che Anthrax attesi visita medica come se meglio cessa la palla devi veloci guarda dentro
Cannabis
Segnalazione dalla famiglia segnalazione esterna non si sa bene crisi d'astinenza altro altro però vince niente va bene secche rivedrò al maniera Ugo zero che la fantasia è stata si è fermata altro
Bene tutte queste fonti
Vengono
Con sommate tra di loro sono conti estremamente eterogenei estremamente poco compatibili con la realtà e danno l'informazione questa informazione voce non ce la ritroviamo sulla relazione al Parlamento quindi è un atto serio importante
Bene
Questo è la la il modo di rilevare evoluto anzi rispetto al passato nel settore minorile
Guardiamo anche un altro dato intermedia il due mila dieci vediamo che cosa è successo
Anche nel già dal due mila dieci
Si parlava di detenuti con problemi socio-sanitari droga correlate quindi ancora più confuso pensate cosa significa un problema socio sanitario vanno ritirato la patente non posso lavorare
Chissà perché non hanno ritirato qua da vedere e quindi Ninni contano qui dentro poi tra l'altro sono correlati su un totale di
Di quell'incarico deserte e qui la confusione più totale
Poi vengono contati tossicodipendenti e qui l'unica volta che viene usata la parola in affido ex articolo novantaquattro perché l'unica volta
Che si da
Questa parola perché l'unica volta che l'articolata quattro può essere applicato solo se esista una diagnosi è un programma una certificazione e quindi c'ha la sua logica
Ma qui non esiste una una compartecipazione dei bene vediamo ancora la relazione al Parlamento io questo e il dato ufficiale che riporto nel suo splendore iconografico che insomma conta pure quello
Quando noi va andiamo a vedere che cosa succede nel nella che nelle violazioni del DPR trecentonove vediamo che secondo il totale degli ingressi
Ma parlando degli ingressi complessivi in violazione del DPR quindi qualsiasi tipo di violazione
Anche per esempio il farmacista che da una vicepremier o da una ricetta che non va quindi qui dentro c'è di tutto violazione
Queste violazioni
Stanno decreto intanto secondo però precisamente al due mila e nove che non hanno particolare da quel da quell'anno sono decremento ATI
Per quindi ancora una volta c'è una delle definizioni del un'esigenza di un glossario condiviso che ancora e lontano da venire l'ultimo l'ultimo punto
Ancora nel due mila tredici vengono classificate come persone soggetti adulti entrata era per violazione della trecentonove e qui fuori nazionalità genere che sono dati semplice
Ci siamo chiesti anche visto che la trecentonove parla
Allo stesso modo quasi allo stesso modo di
Alcol e sostanze stupefacenti perché tutte e due possono andare
Ah sarà messi a né a misure alternative ci siamo andati a vedere la relazione al Parlamento per
L'alcol o di problemi alcol correlati per vedere di che cosa fra parlava ed è qui sono state delle sorprese mondo non
Non poco significative
Ricerca testo tutto il testo che sono duecento pagine non c'è una sola parola carcere in tutto il testo quindi non esiste secondo Parlamento vi sarà la verità il problema alcol nelle carceri
Evidenza quotidiana che purtroppo non solo esiste ma coinvolge non essendo proibito ma semplicemente regolamentato coinvolge trasversalmente anche altre categorie non detenute
Fermo
Più amministrata la giustizia qualche puntino in più lo ha fatto perché questo è stato messo pochissimi giorni fa
Da dei dati relativi
Alla
Tossicodipendenza incida evitati cumulativi di quelli che sono stati riconosciuti tossicodipendente
Quindi è già una selezione grossa
Sono stati resi idonei per un programma terapeutico lo hanno accettato è stato trasmesso articola sorveglianza il quale ha accettato che venisse cominciato e lo hanno cominciato quindi una selezione enorme
Perché dal dall'inizio del numerose saranno ridotti di cento volte questo significa che cui l'unica l'unico dato che noi abbiamo
Sicuro ex post carcerario intra carcerario non esiste quello che abbiamo visto fino adesso
La rinviasse lo lasciamo stare perché allora a questo punto la chiave di lettura quale quale dovrebbe essere l'attuale l'iter diagnostico es molto semplice l'iter diagnostico e da un'analisi analisi da un'analisi della documentazione
Si cerca di fare una diagnosi e si certifica questo Stato
Questo stato di tossicodipendenze come si fa e qui cominciano i problemi seri perché l'unico Regolamento che ci abbiano in Italia per certificare uno stallo sito divenne alcol tossicodipendenza
Dico toscano ma parlo sempre al Consorzio non mi ripeto per semplicità
è quello un una vecchissimo decreto del mille novecentonovanta che da una visione di venticinque anni fa e di cose ne sono successe che in questo settore quindi è praticamente
Negativo che ci sia un decreto legge
Perché è talmente
Disorganizzato nella sua visione rispetto all'attuale che dà dei problemi e se non ci fosse sarebbe meglio
CIDA addirittura qualcosa che chiama come procedure diagnostiche che procedure non sono ma di fatto è un decreto ministeriale quindi comunque legge
E che ci dà dei criteri che sono dei criteri assolutamente superficiali
Perché il problema assai molto più complessa di quello che
Di cui stiamo parlando noi se vogliamo dare un una un un'occhiata come più o meno potrebbe evolvere nella in una persona che assume droga
Il alla carriera ma
Diciamo che
Assecondabile
Del tempo di esposizione al l'alcol o alle sostanze stupefacenti vada può variare l'intensità d'uso e crescere da un semplice uso andare verso l'abuso e dipendenza questo è una carriera media
Di un tossico di una persona che assume stupefacenti mediamente fatte salve tutte le variazioni
Che adesso vediamo
Tant'è vero che se noi consideriamo la la la fetta consumatori di sostanze stupefacenti
Asseconda nel tempo abbiamo dei dei blocchi diagnostici che sono riconosciuti ICE o il
Manuali di diritti diagnostici che ci aiutano di esserne quarto ancora e quello che
In Italia
Regge la sostiene a diagnostica e che ci dà dei gradi di gravità a seconda di quello che il tempo che passa più tempo passa più utensili tende ad andare verso la gravità
E la scusate
E e e quindi questo bisogna anche considerare che ci possono essere delle del momenti di interruzione quindi questo ancora complica le cose perché se noi diagnosticare una persona in un momento di interruzione come per esempio può essere
Nel carcere questo ci complica un po'le cose
Ma ci sono anche altri fattori e qui la faccio brevissimo ma in realtà e questo è il problema ci sono fattori generici che condizionano moltissimo la la l'insorgenza dall'osserviamo insomma ci sono ancora
Consumatori di eroina settimanali da vent'anni sono pochi per la verità però ci sono
Fattori fisici sociali sanitari e terapeutici o queste persone si stanno curando quindi questo varie ancora fortunatamente in positivo quello che è la la l'assetto della mafia se così la vogliamo chiamare quindi abbiamo di fronte un andamento ciclico tra interruzioni e riprese che incentrare missioni e ricadute che viene anche ma a essere considerato noi consideriamo anche che poi quando dobbiamo dare una diagnosi questa diagnosi si muove tra questi termini abbiamo un uso un abuso una dipendenza i fondi consumo è un problema serio perché
C'è bisogno di distinguere dal tribunale ce lo chiedono spesso qual è la droga prevalente oppure ci chiedono una cosa
Molto complicata che è l'attualità della tossicodipendenza che introduce il criterio della guarigione
Ovverosia è guarito tessendo cinque anni il re immissione o non è guarito e ancora da considerare tossicodipendente visto che è stato cinque anni in carcere visto che
In carcere notoriamente non si usa droga dice qualcuno
E qui questo su questi sono le risposte che dobbiamo dare poi c'è l'assenza di uso di dosso di di l'assenza di uso di tossicodipendenza che riguarda il lavoro e per problemi
Di mestiere i particolari e poi c'è il il gruppo dei non certificate già c'erano tre persone non sappiamo benissimo che sono delle persone che soprattutto
Cocainomani per inalazione per cui difficilissimo andare uno è un inquadramento diagnostico a queste persone e spesso purtroppo non sono certificati
La diagnosi
Quindi oggi
Un
Requisito che si chiede alle Regioni regioni si organizzare non l'hanno fatto nessuna nessuna
Per prendere in carico questo problema che non è solo diagnostico mai di un percorso da diagnostico e terapeutico nessuna Regione si è attrezzato in questo senso
Anzi diciamo che c'è molta confusione perché ognuno rileva i dati a suo modo a sua
A sua così iniziativa
E voi capite che se l'abbiamo problemi di terminologie europee figuriamoci all'interno dell'Italia utenti Regione due province autonome e ognuno va per conto suo che cosa può essere il risultato finale
C'è un un punto che forse non è
Stato sottolineò abbastanza ma che ha cambiato le cose a mio avviso confondendo ancora di più che il decreto
Il dell'anno scorso cioè il decreto
Il testo aggiornato del luglio dell'anno scorso
E in cui viene modificato l'articolo
Diciamo al la parte della diagnostica dove si dice de
La delle diciamo può essere ammesso alle misure alternative quindi questa sola per questa domanda da persona tossicodipendente o assuntore abituale di sostanze stupefacenti o psicotrope
Il che
E diventa devastante in relazione alla propria condizione di dipendenza o di assuntore
Abituato io la sera prendo tutte le sere da vent'anni cinque gocce di Valium perché non dormo
Posso andare in misura alternativa essere affidato un SerT perché mi deve stabilire tutto tutte le leggo sette
Era il dottor Sandro li Bianchi responsabile medico della casa circondariale di Rebibbia il Presidente del Coordinamento nazionale degli operatori per la salute nelle carceri italiane purtroppo per un problema tecnico non non siamo in grado di farvi sentire
Gli ultimi minuti della sua relazione così come sempre per un problema tecnico non possiamo proporvi l'ultimo intervento di questo seminario che era quello di Claudio ci Pitelli sociologo del Consorzio par secca
Con solide anche i termini amo l'ascolto di la presentazione di questo volume
Che riguarda che presenta uno studio sulle stili di vita agli storiella storie di uso
NI lui consumatori ma anche abusatori di sostanze in quattro Paesi dell'Unione Europea un un libro non studio cura coordinato e curato dalla professoressa Carla rosse dottor Roberto Ricci
Trovate la registrazione integrale del seminario tenutosi il ventiquattro marzo scorso su Radio radicale punto it
Si conclude qui dunque la presentazione di questo di questo convegno ma siccome di qui anche questa puntata del notiziare antiproibizionista che tra poco potrete ritrovare
Riascoltare o a scaricare con ipoteca sta su Radio radicale punto it inonda invece ci sentiamo fra sette giorni grazie per l'ascolto un saluto da Roberto spagnoli