21APR2014
intervista

Intervista a Tiziano Treu sulle caratteristiche della riforma del lavoro del Governo Renzi

INTERVISTA | di Claudio Landi Roma - 00:00. Durata: 8 min 16 sec

Player
"Intervista a Tiziano Treu sulle caratteristiche della riforma del lavoro del Governo Renzi" realizzata da Claudio Landi con Tiziano Treu.

L'intervista è stata registrata lunedì 21 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Ammortizzatori Sociali, Apprendistato, Burocrazia, Camera, Disoccupazione, Economia, Fisco, Flessibilita', Fornero, Giovani, Governo, Impresa, Lavoro, Mercato, Partito Democratico, Poletti, Precari, Renzi, Riforme, Sacconi.

La registrazione audio ha una durata di 8 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo ora i nostri microfoni Tiziano Treu già Ministro del lavoro professor è tre euro qual è il suo giudizio sui provvedimenti in materia di lavoro fin qui presi adottati
Dal Governo Renzi che ora sono sottoposti al fuoco di fila all'interno della sua stessa maggioranza alla Camera
Ben poco di fila mi sembra esagerato ci sono i soliti mal di pancia che purtroppo
Affliggono
Dal da tempo il Partito Democratico mentre invece bisognerebbe
Come dire qualificarci con un po'di vitamine guardare avanti
Dei provvedimenti tanto sono
Da vedere insieme cioè lavoro come sappiamo si promuove
Anzitutto con un po'di tonico nel
Nell'economia
Sollevando
Le imprese stessi lavoratori dai pesi che hanno quindi
Le le varie
Iniziative anche gli annunci direi FISU riduzione del cuneo
Sulla riduzione della burocrazia speriamo che ce l'ha fatta e sulla in generale su queste piste innovative servono anche al lavoro sono come dire un quadro
Che
Si realizza
Chiaro che
Ci sarà difficoltà aiuta a un contesto più favorevole dopo anni
In quel contesto Norton economico burocratico delle parte è stato nemico del lavoro e non è che la situazione grave della disoccupazione avviene solo cioè solo perché le regole non sbagliate quindi questa è la prima cosa
E vedremo se essi si riescono a realizzare naturalmente questa è la prima cosa e poi chissà poi sul piano delle regole specifiche anche lì
Sono anni che diciamo quali sono le cose impossibili da fare opportuna è
A venire una visione di complessiva del mercato del lavoro più
Flessibile ma anche più sicuro quindi io comincio a considerare l'insieme della delega perché l'insieme della delega che dare l'idea di una riforma
Questo del
E delle decreto sul contratto a termine e sull'apprendistato è come dire una specie di
Stimolo un
Una una prima scossa ma abbia solo per me va bene però da solo non non è sufficiente e bisogna che si
Completi con la delega quindi di giudizio lo daremo mi auguro a fine anno quando la delega potrebbe essere operativa
Ecco va su queste polemiche che ci sono stati in per
Insomma la diciamo così qualcuno dice tra virgolette la precarizzazione ulteriori alcuni contratti atipici
Ma guardi io sono tanti anni che me ne occupo punto per cui vogliono titoli tempo ritenuto che le causali siccome uno dei punti critici piccato di togliere la causale dal contratto a termine
Allora la causale danni che e io lo dico ma anche nel Partito Democratico è un falso strumento dichiarati con tutte le causali
Che abbiamo una peggio dell'altra abbiamo il settanta per cento di ASPI contratti a termine per i giovani moltissimi brevi brevissimi di un ragioni quattro giorni ma è possibile che
Questo non ci
Faccio sospettare
Che la causale non è il vero problema ecco allora
Può aver tolto la causale non è un fattore
Precarizzazione davvero introdotto insomma molte ratifiche diciamo così molti rinnovi dei contratti detti contratti a termine
No momento allora intanto lì è stata fatta è stato tolto parla garanzia Tato messo un tetto non dimentichiamo
Che il pesce molte aziende hanno non solo tanti lavoratori ma al
Loro stessi diventano un'azienda precaria perché fra cinquanta al settanta per cento dei contratti a termine non sembra trentasei
Una pappa molla quindi il limite sua tolte le causali mantenuto il limite dei trentasei mesi è aggiunto un limite quantitativo mi sembra
Un'operazione equilibrata questore le proroghe intanto sono state giustamente ridotte
Però sta le cose che
Sono comunque una possibilità
E e prima sharing che le prove del fossero state una sola cosa succedeva che se l'impresa non aveva prospettive e torniamo al discorso dell'economia invece di prorogare
Chiudeva rapporto ne faccia un altro
Quindi se ne truppe pan bagnato
Ne quindi io credo che sia semmai io ho sentito un mucchio di persone anche giovani che ricalca almeno mare vi proporremo invece di
Cacciarmi e poi magari chi Sarmi riprendono oltretutto è stato utile anche mettere questa questa è una Giunta utile che ha fatto la Commissione della Camera il diritto di precedenza perché
è un altro modo per incentivare le aziende
Il più possibile allungare i contratti a termine almeno quello meglio notato a termine lungo che non
Contrattino di tre giorni oppure oppure niente quindi mi sembra che insomma l'idea è
Togliere parte garantire e
Mette in moto un processo che può
Allungare i tempi della lavoro naturalmente se il lavoro c'è
Il tema è quello che ha detto Poletti va aggiunto cioè di rendere più costoso
Il contratto a termine che già due e invece favorire il contratto a tempo indeterminato e c'è chi
Continua
Contratti a termine poi stabilità deve avere una grossa riduzione Orta alla riduzione del cuneo generale lì bisogna farla
Già è stato fatto in passato ma parla molto di più quindi io credo di più le conveniente che non
Hai così se interrompo il professor Treu guardando un po'complessivamente insomma per quello che sta succedendo da qualche anno prima le riforme lire dal Ministro Sacconi poi
La riforma Fornero ora questi nuovi interventi la disoccupazione continua andare malissimo per usare un eufemismo non è che è un testa allora l'acqua nello stagno poi in realtà perché insomma può alla fine il brillavano si produce se il sistema economico riesce a essere avere una dinamica forte della produttività
Sono d'accordo sono d'accordo l'ho detto all'inizio lo riconfermo purtroppo questo continuare a cambiare le regole avanti e indietro non ha favorito anche le aziende
Magari che già non sono molto
Incoraggiate dicono ma qui si continua cambia le carte in tavole incavola io rinvio rinvio io le decisioni o faccio del decisioni molto brevi quindi
Adesso sarebbe bene avere un po'più appunto di di inquiete nel
Nella normativa più concentrati sulla parte della delle che che non e meno di normativa e più di
Come dire di sostanza perché le idee politiche attive dell'impiego sono
Una può comunque la questione non legislativa ma soprattutto organizzativa
è stato che i lavori sono pochi speriamo che aumenti almeno cerchiamo di attivarli bene e qui e qui il tempo da una parte che per noi da anni non abbiamo attivato invece di continuare cambia le regole
E così gli ammortizzatori siccome purtroppo ancora
C'è un mucchio di gente soprattutto la precaria che quelli che non si riescono a stabilizzare perché l'economia e mal messa
E almeno diamoli
Una parte di ieri
Di sicurezza e che in parte è stata
Allargata negli anni passati ma ancora lascia fuori
Un milione di di precari quindi questa è una parte fondamentale che vogliamo fare flessibilità ma anche sicurezza quei queste son cose che
In prospettiva veramente daranno senso un po'a una riforma
Io mi auguro che queste queste vanno vadano avanti così si abbia un quadro
Per affrontare per fare effetti occupazionali anche da una ripresa economica che dipende comportano o impopolari dall'Europa sia naturalmente
Picchiato benissimo la ringraziamo ringraziamo come sempre il professor Tiziano Treu già senatore e già Ministro del lavoro come sempre un saluto da Radio Radicale