22APR2014
rubriche

Il Medio Oriente visto dal Cairo

RUBRICA | di Massimo Bordin RADIO - 00:00. Durata: 26 min 59 sec

Player
Puntata di "Il Medio Oriente visto dal Cairo" di martedì 22 aprile 2014 condotta da Massimo Bordin che in questa puntata ha ospitato Sabrina Gasparrini (collaboratrice di Non c'è Pace senza Giustizia ed esperta di geopolitica, Non c'è Pace Senza Giustizia).

Tra gli argomenti discussi: Abd Allah Ii Di Giordania, Al Qaida, Al Sisi, Al Zawahri, Arabi, Arabia Saudita, Bahrain, Cameron, Consiglio Di Cooperazione Del Golfo, Democrazia, Diritti Civili, Donna, Economia, Egitto, Elezioni, Emirati Arabi Uniti, Esteri, Finanziamenti, Fratelli Musulmani, Golfo Persico, Gran Bretagna, Hamas, Hezbollah,
Integralismo, Iran, Islam, Israele, Khomeini, Kuwait, Magreb, Medio Oriente, Mubarak, Oman, Opec, Partiti, Petrolio, Politica, Presidenziale, Qatar, Religione, Riforme, Servizi Segreti, Sicurezza, Sinai, Storia, Teheran, Teologia, Terrorismo Internazionale, Turismo, Usa.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 26 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale del Consiglio tutte mento settimanali con Sabrina Gasperini nel Medioriente visto nel Caio appuntamento che
Eccezionalmente sì
Svolge di venerdì e ringraziamo del vero i compagni gli amici del
Del programma sulle divorzio per l'introduzione del divorzio breve
Perché sono stati così cortesi da accederci mezzora del del loro del loro programma
Grazie a gerarchia Sabatini
E allora direi che la puntata di oggi avrà un aggiornamento sulla situazione in Egitto
Preti pre elezioni oramai si può forse vedere questo come fase la ormai la fase preelettorale anche se non sono sotto informalmente già
Già costituita e come come campagna però insomma siamo nella fase preelettorale poi invece
Torneremo sull'argomento appassionante e misterioso della politica mediorientale cioè la successione
Nella nel regno dei Saud né l'Arabia Saudita che alle porte c'è già un successore designato però insomma la famiglia reale saudita
Molto estesa a sempre sembra essere contornate da una non è un po'di mistero sulle dinamiche per cui poi si costruiscono le ipotesi di successione sebbene su questo invece
Ci si accorse estremamente interessanti errare da trovare nell'informazione
Cominciamo dalle così cominciamo dall'Egitto e ragione siamo in una fase preelettorale anche se non formalmente perché Kill all'Alta Commissione elettorale ha formalmente chiuso il periodo
Per annunciare le eventuali candidature e quindi siamo nella fase della raccolta delle sottoscrizioni si aprirà poi una successiva
C'è un successivo periodo a partire dal due maggio cioè quando la Commissione annuncerà
Chi sono effettivamente i candidati che hanno
Integrato tutti gli obblighi di legge
E poi si aprirà la la campagna elettorale propriamente detta da questo punto di vista non ci sono grandissime novità se non sul dal punto di vista della candidatura di Moqtada ma in surroga
Laddove il club di calcio pensa male
E sale Todesco dedicarci ci ha parlato personaggio Todesco
Interessate
Tant'è vero che il club di calcio in terre in rivolta per chiedere a ammortato Mansour di ritirare la Shoah sì di rinunciare hanno già dichiarato che non lo aiuteranno nella raccolta delle sottoscrizioni anche se questo non sarà un problema perché non sul potrà sicuramente
Avere un ampio seguito tra
Ex sostenitori di Mubarak o comunque tra i diciamo gli esponenti del passato regime del Po disciolto Partito Nazionale Democratico che decideranno di sostenere la sua candidature non quella di aver fatto Assisi
E però appunto ma Mansour non ancora formalmente risposto questo appello che mi viene da dai suoi
Vedremo quali saranno gli sviluppi intanto abbiamo più volte detto che sicuramente il diciamo la sfida che al si siti
Ogni probabilità verrà eletto
Si troverà dinanzi sarà quella del diciamo del perseguimento degli obiettivi reali della rivoluzione del venticinque gennaio a partire
Dalle riforme economiche che sono state più volte annunciata e trenta i vari Governi di transizione e non sono state mai realmente incardinate c'è stata la settimana scorsa una visita al Cairo del
Ministro dell'economia e della cooperazione economica degli Emirati Arabi Uniti
Che ha rilasciato una dichiarazione molto emblematica cioè ha detto tutto il flusso di denaro che in questo momento affluisce dai paesi del Golfo nelle casse egiziane non sarà per sempre
E dovrà essere utilizzato dal nuovo Governo per appunto rilanciare l'economia e per avviare queste riforme questo è un avvertimento molto importante perché l'impressione che noi abbiamo avuto in tutti questi mesi e di una specie di
Di una sorta di appiattimento diciamo di di di rilassamento del
Delle autorità interinali sulla garanzia di questi finanziamenti che vengono il principale mentre dall'Arabia Saudita dagli Emirati Arabi Uniti e dal Kuwait
E che consentono al Paese di nonna diciamo di non andare in bancarotta perché poi di questo si tratta più volte ripetuto Egitto è stato sul punto di non essere in grado
Di pagare gli stipendi dei funzionari pubblici e
Il più delle volte è riuscito ad evitare la catastrofe proprio grazie ai soldi del Golfo e quindi questo annuncio è molto importante da questo punto di vista
Sul piano invece delle organizzazioni islamista e a partire dalla Fratellanza musulmana che continua ad essere oggetto di
Di arresti di detenzioni arbitrarie di processi eccetera c'era stato l'annuncio diverse settimane fa da parte del Governo inglese
In particolare del Primo Ministro Cameron che aveva annunciato un'inchiesta interna al Regno britannico per capire quali siano realmente le attività che gli esuli
Della fratellanza musulmana portano avanti all'interno del territorio nazionale da questo punto di vista Cameron annunciato la per dire decisione delle autorità britanniche di chiedere agli egiziani
In particolare all'intelligenza egiziana evidentemente degli otto ulteriori informazioni
E approfondimenti proprio sulla rete di contatti che la fratellanza sta osterebbe tessendo al Cairo in particolare nella nella regione del Maghreb dell'asse pecca
E che poi potrebbero aver evidentemente anche delle ripercussioni dei riflessi all'interno della
Della Gran Bretagna stessa
C'è stata anche la decisione la scorsa settimana seguita immediatamente da analogo scelta da parte del tutti i paesi del Golfo più gli Stati Uniti di dichiarare anzi serba e tal Martens
O per una organizzazione formalmente terrorista per tutti i suoi legami che poi sono stati in parte anche scoperti la scorsa settimana stessa nel momento in cui è stata sgominata una cellula nel Sinai
Di tutta la serie di legami che che esistono fra questa organizzazione e Al Qaeda intesa diciamo come organizzazione ombrello facente capo come sappiamo ad Ayman al-Zawahiri
E quindi la questione della sicurezza continua a connotare sia la vita politica egiziana ordinaria sia nel
Nel suo aspetto più straordinario la fase prettamente preelettorale e non ne da escludere che sarà anche un argomento
Molto importante di cui i candidati
Si serviranno ha nell'ambito della campagna elettorale stessa
Ho capito quindi questi sono i conti i punti salienti da notare più l'editore personalmente
E forse per l'avvio di un certo rilievo che appunto il flusso delle corse utile avere un risultato oscilla direzione
Volevo vivere tutti i paesi del Golfo principalmente dall'abitazione udite degli Emirati iter Kuwait che chi fa un po'il
Righe ripropone
Quello quel tipo di schieramento che si era già visto nella recente riunione di quella struttura che raccoglie tutti questi Paesi nel Consiglio di cooperazione azioni di cooperazione del Golfo che in realtà righe
Questi tre Paesi da una parte
Il il
Come si chiama catartica tali dall'altra da una dalla parte opposta sostanzialmente perché quello più invece
Prodigo di di sovvenzioni per i fratelli musulmani
E in una posizione ideologica inumani nei Varenne grossomodo turbine politica alla dal punto di vista dei finanziamenti da fine anno sta partecipando a questo operazione
Diciamo di di di aiuto all'Egitto però sul piano più politico il Varenne sicuramente allineato assieme all'Arabia Saudita e in particolare gli Emirati Arabi Uniti
Nella sua contrapposizioni rispetto al Qatar a qualche più Berceto perché
Il Qatar fra l'altro è visto come sostenitore della fratellanza musulmane quindi sia pure indirettamente anche di Hamas
Che immediata
Alla alla filiera che poi arrivate Erasmus che il grande spauracchio del Bahrain perché fa regime iraniano ad inibire addirittura territoriali
Sulle isole però piacerebbe anche insomma mettere in piedi golf direttamente nella penisola rapite questo
Quindi anche in questo si spiega molto bene
Questo dunque credo che Colturi guarda la situazione egiziana che non abbiamo altro notti la maggiore allora c'erano i Verdi vedi dicevo Gerico lui risolvere picchi
Sì perché l'Arabia Saudita un Paese di cui nessuno parla perché uno del dei Paesi meno trasparenti al mondo
E che funzione in base a dinamiche tribali che si sono sviluppate nel corso di centinaia d'anni in particolare in questa fase nessuno azzarda pronostici
Rispetto alla successione re Abdullah che come ricordato in apertura è arrivato oggi alla soglia dei novant'anni
Perché è difficile proprio districarsi tra gli oltre ventimila membri della casa regnante perché in realtà non esiste una regola che stabilisca una linea di successione al trono se non quella consuetudinaria
Diciamo della successione in linea collaterale fra fratelli e poi anche dei rapporti di forza all'interno del clan steso
Dei quarantaquattro fratelli e fratellastri dire Abdullah quel parlo di quindi evidentemente ancora in vita oltre il fatto che sono tutti comunque in età molto molto avanzata non c'è nessuno
Che sia adeguato ad assumere il trono perché non diciamo manca l'esperienza la capacità il profilo ad esempio dal punto di vista
Di un adeguato status sociale della madre perché una delle regole che invece esiste in Arabia Saudita in un solo come sappiamo
E quella che prescrive la cittadinanza saudita della madre dell'erede quindi il vecchio Abdullah Zizza cioè il irpina salute il fondatore dell'Arabia Saudita
Anche se sul piano formale non ha mai avuto più di quattro mogli come prescrive la legge islamica e non ha mai avuto più di quattro concubine e in realtà questi quarantaquattro figli li ha avuti da ventidue donne differenti alcune delle quali addirittura
Di passaporto statunitense il che evidentemente restringe ulteriormente la cerchia dei dei papabili molti tendono a pensare l'Arabia Saudita come ad un paese relativamente giovane perché nasce nel mille novecentotrentadue
Però la storia dei saluto precedenti molto di gran lunga quella dell'entità statale e riconosciute in qualche modo nel presupposto
Il vero inizio dell'esperienza saudita va collocato addirittura nel quindicesimo secolo cioè quando la tribù dei Saud dalla Regione di casa che si trova nella parte orientale
Di quello che oggi è il Paese così come lo conosciamo
Arriva nella parte centrale dell'Arabia Saudita in particolare nel distretto dove oggi sorge Riad
L'ascesa dei Saud e la nascita dell'Arabia Saudita però non avrebbero avuto luogo senza l'alleanza con il wahabismo cioè con la luce
Sì più o meno alla verso la fine del mille settecento perché succede che nel mille settecentoquarantacinque l'allora Cha chicca di nome Muhammad che era appunto il capo locale appartenente alla tribù dei Saud
Da rifugio ad un teologo di nome Muhammad Bin Abdul Wahab appunto
E che era stato cacciato dal suo villaggio perché appunto proponeva una interpretazione particolarmente rigorosa della dottrina islamica perché criticava apertamente
Le consuetudini vigenti in quel periodo tra il governatore e il predicatore si forma una strettissima alleanza
Che si sostanzia in un obiettivo comune che è quello di dar luogo ad un Jihad con l'obiettivo di purificare l'intera rabbia e questa sta diciamo questo obiettivo viene attuato attraverso una strategia molto semplice cioè chi non accetta di
Abbracciare la dottrina variabilità viene messo a morte oppure viene viene esiliato
E iniziano quindi una serie di campagne militari per costringere le tribù del nord del del dell'Ovest dell'est e del sud del Paese a co ad abbracciare la dottrina quantità
E da allora alla dinastia dei Saud diventa la in qualche modo la garanzia della prosecuzione della tradizione del rigore nel corso dei decenni riesce addirittura ad imporla
Anche allora ingenti della Mecca che invece si erano schierati con le tribù ribelli quindi nella loro posizione militare
All'avanzata di saluto
All'interno di questa storia che è lunga molto complessa ma anche molto affascinante si articolano le vicende che riguardano proprio la successione al trono e che dimostrano
In realtà la vera debolezza dell'Arabia Saudita cioè in ogni momento in cui è mancato un erede
Pacificamente designato si sono aperti inevitabilmente
Delle laceranti lotte intestine dovete avere la meglio di volta in volta è stato colui che ha potuto che ha potuto contare sul sostegno della maggioranza del clan
Questo spiega anche la delicatezza del momento attuale laddove però esisteva una differenza molto importante con il passato
E cioè mentre le precedenti crisi dinastica e sono state elette dagli stessi protagonisti come
In qualche modo determinate da fattori esogeni
Alle dinamiche interne al all'attribuire al clan
LEA bulla pare invece essersi reso conto che il problema e tutto interno e che esso non viene governato rischia di generare ma situazione estremamente pericolosa per questo motivo
Ha deciso nel due mila e sei di istituire un organismo che si chiama Consiglio di fedeltà e che ha il compito in qualche modo di consigliare
Sulla scelta il sovrano sulla scelta del del principe ereditario quindi una specie di di arbitro della situazione che però
Sarebbe dovuto entrare in funzione dopo la morte di Abdullah allora nel due mila sei principe ereditario era Sultana
E pare però che poi deceduto di lì a poco ettari che però che questo organismo abbia avuto un ruolo anche nelle più recenti e decisioni di Abdullah di cui la prima
Stata quella nel due mila undici di nominare come suo successore il principe Najaf
E che poi è deceduto l'anno successivo all'età di settantasette anni di nominare poi un altro fratello il principe Salman che all'attuale principe ereditario però a settantotto anni a una salute cagionevole soprattutto dopo
L'infarto che lo ha colpito del due mila dieci se ti ricordi che lo ha costretto ad una lunghissima degenza negli Stati Uniti
Si dice peraltro che il principe Salman bensì anche affetto da demenza senile e quindi il che lo pone evidentemente nella condizione di poter non poter garantire una effettiva successione al trono e questo spiegherebbe
La scelta senza precedenti del sovrano di nominare circa un mese fa in ma comunque una specie di dice principe ereditario
Nella persona del principe matrigna che a sessantotto anni
è il più giovane dei fratelli ancora in vita dell'attuale sovrano per tanto tempo per sette anni è stato a capo dell'Intelligence saudite ed è di madre gli invita da questo punto di vista quindi i ladri
E il il suo Consiglio di fedeltà hanno ritenuto di forzare la regola sulla nazionalità della madre
In virtù del fatto che comunque si tratta di una donna araba che per un Paese in cui la conservazione diciamo il carattere distintivo è un'innovazione che si spiega
Solo alla luce della profonda incertezza che in questo momento attraversa la casa regnante
C'è però un altro indizio di di cui in questa direzione cioè la decisione di Riad di seguire il Cairo come gli ascoltatori ricorderanno
Nella messa al bando della fratellanza musulmana che peraltro è arrivato con un tempismo perfetto perché l'Arabia Saudita ha dichiarato i fratelli musulmani formalmente organizzazioni terrorista lo stesso giorno in cui lo ha fatto lo hanno annunciato le autorità
I giudizi anni e da quel momento in poi abbiamo assistito parallelamente ad un
Rapido deterioramento dei rapporti fra l'Arabia Saudita il Qatar
Ora in un Paese dove vige un regime di monarchie assolute dove i gruppi non hanno normalmente
Indiciamo alcuna possibilità di costituire un vero pericolo per il potere anche se i fratelli musulmani possono godere di qualche simpatia tra la popolazione questo
Non è diciamo un motivo sufficiente per una mossa così drastica allora come si possono leggere questi sviluppi probabilmente sono vere entrambe le ipotesi formulate
Da coloro che cercano in qualche modo di osservare le vicende saudite dall'esterno e con le difficoltà che
Dicevi anche tu in apertura perché appunto la landa diciamo il grado di trasparenza che connota le istituzioni del Regno suo e piuttosto relativo e queste due letture consistono innanzitutto nella debolezza della leadership attuale rispetto ad un mondo
Incluso quello arabo che ha dimostrato di non essere immune rispetto ai cambiamenti
E quindi a Riad sanno realizzando che l'immutabilità anni non può esistere che la anche la conservazione i suoi limiti
Questo determina da una parte una chiusura ulteriore nel tentativo di blindare il futuro e dall'altra anche un'assunzione di responsabilità a livello regionale nel voler contrastare tutti i costi
Per la salvaguardia evidentemente dei propri interessi chiunque Simmini il caos del cambiamento e da questo punto di vista inficiato principale non può che essere appunto il catarro con tutti i suoi legami con l'Iran
E quindi con la sua funzione che in qualche modo sta ricoprendo in questo momento di testa di ponte e degli Sciti all'interno della penisola arabica sunnita
Ho capito ed è interessante in molto in quest'area
Questa situazione perché da un lato si pensa all'Arabia Saudita come appunto il Paese petrolifero per eccellenza dall'illegali ricchezze della famiglia reale che peraltro come ricordava rituale
Però un paio di decine di migliaia di membri
Ma
E in realtà cioè c'è un altro aspetto molto molto significativo che riguarda proprio la storia dei Saud e il fatto che da un certo punto imporsi erano divenuti custodivo ti senti certe nel momento in cui sono riuscite ad esse Sarcinella neanche intelligente
Il che a da un lato un altro un ritorno economico niente affatto trascurabile perché se un'operazione di ogni musulmano è tenuto a fare almeno una volta nella vita alla vicenda si pensa silenzio afflusso turistico vale
Ma a parte questo è il
Prestigio enorme evidente Riva e anche insomma
Il ruolo di guida della comunità islamiche comunque sta lì insomma ecco
E fra l'altro la questione dei luoghi santi più che del petrolio fu la questione di chi come inizi positivo mediata in mente quando arrivo al potere quindi queste cose grava ancora e che
Gli italiani
Si è riusciti a costruire se non alleanze almeno interlocuzioni flussi di denaro anche di armi e di perché poi in realtà ci sono gruppi
Legati alla filiera appunto di di Teheran comincia Hezbollah
Che in realtà poi più di una volta sono stati intercettati in genere gli israeliani metri trafficavano comunicata quindi c'è anche
C'è anche questo aspetto
E alla successione in questo momento può essere utile perché menti di ascoltiamo vedevo
Mi che tu spiegarvi come questa
Madre gli Menicali del principe che il capo dell'intelligence come è stato il caso dell'insieme dell'intelligenza
Prima di Bandar che poi
A a sua volta si conferma anche la notizia della sua sostituzione dei vertici dell'agenzia per questa audizione giudizi mai confermata però poi alla fine
Si sono trovati riscontri
E insomma il fatto che ci sia un'innovazione in questa in questa nomina insomma infatti della ma deve dire questa è la classica goccia di possibile sta controversi per cui voi uscire fuori qualche altro membro perché seriali
Dichiaro questo lucido però in realtà allora risiede partiamo dall'assunto che il sovrano tendenzialmente ha un potere assoluto di scelta rischia in contestare
Delle questo organismo che il Consiglio di fedeltà e lealtà poteri consultivi e potrebbe benissimo essere sciolto se il sovrano decidesse perché l'autorità che lo ha costituito
Quindi dispute da quel punto di vista ci sono delle sicuramente dei riposizionamento interni al clan perché nel momento in cui dovesse morire il principe Salman e allora il principe Macrì inutile diventerebbe in quel momento
E l'effettivo e l'altro ho nominato oggi si apre tutta un'altra partire però in Arabia Saudita il sovrano delega per sua scelta due sole materie
Dove comunque conserva anche lì un potere decisionale assoluto che sono quelle che citavi tu l'Islam
E quindi non solo la la gestione dei luoghi di culto e
In qualche modo anche la linea dottrinale prevalente che deve essere proposta all'interno del Paese quindi esiste un gruppo di
Di teologi di di quella ma che sono particolarmente affini alle posizioni qualche abiti tradizionali sulla casa regnante che governano tutto questo aspetto e poi c'è il petrolio
Laddove esiste un pool altamente specializzato di tecnici del settore sono stati evidentemente preparati all'estero in particolare negli negli Stati Uniti e che sovrintendono a questo assisto ambito
Però appunto anche su questi aspetti comunque le col cellulare Averone cucirsi Galasso qui c'è un crearci V
Procedure
Ma nel mille le misteriosa
Uscita dal Paese dello sceicco ieri Zaki Yamani chiedere quello che praticamente era presente all'Arabia Saudita e lo perché edere il principale esponente coi derivati di quel cartello di Paesi petroliferi
Che era però anche personalità politica rilevante aveva contatti con l'Occidente di
Di un certo tipo e che a un certo punto pur essendo figura di assoluto rilievo nel mondo saudita sui se non sono ancora all'estero e non mi si è più quasi più piede
Per
è evidente che è questo il problema cioè la parola delle depressioni estende decisiva sincero anche Lelli indubbiamente ma anche le lotte intestine comunque hanno una grandissima rilevanza e possono portare situazioni di grande instabilità
Io vedo una una dinastia molto molto impaurita e molto cosciente anche del del delle sfide che ci saranno nel prossimo futuro in realtà mai fatto venire in mente prima mentre parlavi di Khomeini
I e della sua diciamo approccio critico rispetto alla gestione dei dei luoghi santi piace perché quello è stato il tratto distintivo
Non quello che abbia determinato poi il successo di di di Khomeini della rivoluzione islamica in Iran piuttosto che da altre parti però è un tratto distintivo del movimento islamista iraniano così come Cuminini l'uva
Diciamo lo ha saputo alimentare perché esisteva già di suo tra gli Sciti ma
Diciamo ha saputo aggregare dalla sua parte
Ceti medi urbani hai quindi diciamo anche più più marginali cosa che non è affinché i movimenti islamisti nati in particolare in Egitto
Non sono riusciti a fare
E che mai hanno messo in discussione proprio la reggenza dei luoghi di culto
Bah quello però è un altro aspetto affascinante adesso ci hanno propri chiusure magari un altre porte ce ne occupiamo perché in realtà proprio dopo la ripresa del Po dei Comuni ci fu un clima
Allarme che è uno strano i bisogni inclusione degli Ranieri in pellegrinaggio che però sottolinea e l'azienda velo della della del pellegrino l'hanno tutti una tunica bianca mi
Mi pare però tenevo era una mitraglietta e avevano strane intenzioni ma vennero messi in condizione di non nuocere
Pochi mesi dopo un anno dopo una cosa del genere insomma un tempo non troppo lontana non sub successivo ma nulla di molto ci fu una stranissima vicende ancora esperisce riparazioni Depero sunnite
Che a un certo punto con un gruppo di adepti conquistò davvero l'azzurra più siamo entrati nella dei luoghi santi vicino
Dove ci avete dato è vicino a Vienna nera
E per una notte la vecchia fu praticamente sotto assedio
Che c'era questa la sede a sanatoria armato
Che sosteneva di essere i marchi cioè il intorno che è una una una credenza anche sunnite quindi lì ci fu una crisi in sostanza che non siano in ben bene chi aveva alla filiera resi fu quella come esempio del pazzo isolato però l'idea che qualcuno avesse mandato il passo
Neanche di una delocalizzazione tirrenica fino adesso parecchio in quel caso se essere o sunnite non erano serviti non erano non erano uscite inviti la storia e complete ha un suo PCC
Va beh siamo e da lì comporti però tenete conto di questa parte del programma di Sabrina perché in realtà
Giova fare un'idea un un percorso all'indietro questo problema nasce
Quando si avvia il processo di riforme e di successione di leggi Bernoldi bulbare la questione arriva lì degli evidenti limiti che poi sono finiti come sono finiti occuparsi dell'Arabia Saudita in questa fase forse non è
Un lavoro fine a se stesso
Grazie Serbia Gasperini appuntamento lunedì prossimo lunedì