28APR2014
rubriche

Cittadini in divisa

RUBRICA | Radio - 00:00. Durata: 31 min 6 sec

Player
Argomento della trasmissione: Pax Christi sui cappellani militari.

In studio conduce Luca Marco Comellini con Don Renato Sacco (sacerdote, coordinatore nazionale di Pax Christi) in collegamento telefonico.

Puntata di "Cittadini in divisa" di lunedì 28 aprile 2014 con gli interventi di Renato Sacco (sacerdote, coordinatore nazionale di Pax Christi), Luca Marco Comellini (segretario del Partito per la Tutela dei Diritti dei Militari).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Cattolicesimo, Chiesa, Cristianesimo, Forze Armate, Guerra, Militare, Nonviolenza, Pace, Religione.

La registrazione audio
di questa puntata ha una durata di 31 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buonasera
Da rubrica cittadini indivisa benvenuti oggi o come ospite un ospite particolare la prima volta che penso parli ai microfoni di Radio Radicale donna Renato Sacco coordinatore nazionale di Pax Christi buonasera don Renato Coppola però muore è la prima volta allora
Ma non lo so forse no altre volte quando
è venuto il mio amico vescovo dell'Iraq abbiamo parlato della situazione irachena anche ai microfoni della vostra radio notturna qualche anno fa ormai
Mi
Bene senti allora oggi innanzitutto no faccia una cosa un piccolo passo indietro
Vuol dire ai dati ascoltatori chi sei
Sono io
Se una breve presentazione
Ci diamo del tu ovviamente non mi metto a darti del lei no con una decisione molto io sono
In questo momento questo compito di coordinare
Passo Cristi quindi farei coordinatore nazionale scrisse
è un movimento cattolico internazionale per la pace è nato
Subito dopo la Seconda Guerra presente anche oggi in tante parti del mondo
E in Italia forse alcuni nomi lo hanno reso più conosciuto magari come non so monsignor Bettazzi
Che ha appena compiuto novant'anni che è stato ricco di varia per tanti anni Presidente oppure don Tonino Bello che già morto da ventun anni
E sono state forse insieme ad altri così delle figure più conosciuto insieme al lavoro di tante persone
Per la pace io sono anche il parroco in provincia di Verbania nel nord Italia
E così cerco di conciliare un po'
Le cose dove mi è possibile cerco anche di seguire
Tante situazioni di guerra da farà io devo dove siamo stati
In effetti devo dire di riuscire a rintracciare attestato particolarmente di fare una cosa fatta si chiede che il telefono non pretende magari non ce l'ha campo sì sì sì infatti senti allora
Passiamo subito al sgomento del discussione di oggi oppure
Voi dire qualche altra cosa no no io sono sono qui bene poter fare
Tu hai gradi sulle spalline no no io ordini dei fatti che come ogni persona sulle spalle
Ma non hanno grati nel riconosciuti dalla
Società civile né dalla chiesa sono
Come ricevono curato di campagna a perfetto quindi allora oggi parliamo di cappellani militari la posizione di Pax Christi è stata sempre molto critica
Rispetto a questa istituzione di preti con le stellette con la divisa
E cultura co tutti gli
Onori di dei gradi militari quindi voi è una battaglia che conduce tenda molti ma molti anni
Diciamo che siete stati i primi dopo il
Concordato il nuovo concordato ad affrontare questo tema
Mancini se vogliamo inquadrare un po'
Il problema è da un punto di vista pastorale da affrontare
Ma ancor prima
Un'assenza è una condizione etica morale che noi poniamo utili così conciliabilità
Con l'annuncio evangelico potremmo così per
Ravvivare un po'alla memoria degli ascoltatori partire da molto lontano da don Lorenzo Milani quando
Scrisse qualcosa sull'obiezione di coscienza e cappellani militari in congedo
Hanno scritto quella brutta lettera poi c'è stata la denuncia
Il processo nel frattempo anche la morte di don Milani il famoso testo l'obbedienza non è più una virtù che invito a rileggere se qualcuno ancora non lo conosce
E poi però lo dobbiamo ricordare don Milani e arrestato o condannato e su di lui
Pesa ancora la condanna l'accusa fatta dai cappellani militari in congedo era di avere fatto così Apologia dell'obiezione di coscienza
Insultandolo come villetta eccetera eccetera
Da allora l'argomento
è sempre stato un po'un po'caldo perché pone la questione come conciliare
L'annuncio del Vangelo e siamo nei giorni di Pasqua dove per i credenti il Vangelo R.
La lavanda dei piedi l'ultima cena la croce il servizio la condivisione
L'annuncio della Pasqua diverso reazione la pace una nonviolenza radicale che noi crediamo in Gesù Cristo che dice anche a chi viene ad arrestarlo a
A difenderlo da chi lo ha recitava e usa la spada e dice basta così al rimetti la spada nel fodero ecco quindi come annunciare questo Gesù Cristo per i credenti
Con una realtà alti di guerra o di per conoscere io nei grafici Lerna riguarda tutti Sy visto che negli ultimi nelle ultime settimane
Diciamo che dopo il servizio delle Iene no con la nomina del nuovo ordinario militare il discorso preso un'accelerazione
Perché prima con il precedente
L'ordinario si segnalano i miei precedenti per cui è questo il vero avevamo posto già come la Cristina unitariamente il sito novantasette
Avevamo posto la questione che erano state un po'di
Di scambi eccetera viene dove ma troviamo se non l'abbiamo fatto un convegno al dove c'è la sede di parquet rischia la casa per la pace a Firenze e nel se non sbaglio settembre
O novembre novantasette abbiamo fatto questa giornata di studio dove a conclusione abbiamo fatto questo comunicato noi di prescritti che non si metteva in discussione
L'impegno paghi il servizio pastorale presso i militari quello che si metteva in discussione e ancora oggi vale era come svolgere questa presenza
Senza
Riconoscimenti di gradi di stellette e di conseguenza di stipendi dei trattamenti ma come dire come fa enunciare il Vangelo essendo inquadrato in questo
Sistema militare e da lì noi continuiamo a proporre questo dire il vero
è stato un po'faticoso io ho chiesto anche più volte di
Potere incontrare il precedente ordinario
Forse per eccessivi impegni non ha mai potuto ricevermi benissimo io ho potuto incontrare invece il vicario che ha retto per
Poche settimane per qualche mese
Nel passaggio tra monsignor pelvi dell'attuale
Monsignor Marciano
Poi noi abbiamo anche curato
Come rivista dei parchi Christie mosaico di pace abbiamo curato un dossier come avevamo già fatto negli anni scorsi altre volte un dossier che
Real
Affrontasse tutta la questione dei cappellani militari lo scorso mese di novembre del due mila tredici con questo titolo sacerdoti i padri e generali
Sentano i militari ieri oggi e domani arruolati per annunciare il Vangelo
L'abbiamo curato il sottoscritto anche un'altra amica giornalista di storia riceva andare dove si pone continuamente questa domanda quindi
Il vero nodo per cui anche lo sviluppo di questi ultimi giorni
Qualche articolo di giornale riteneva il dopo l'articolo scusa se ti interrompo sostegno l'articolo appunto di Francesco vigneti sulla stampa poiché c'è stata una appunto una
Smentita fra virgolette del l'ordinaria tra militari e poi però abbiamo letto un'intervista sul suo avvenire il quindici aprile oltre i vostri comunicati no
Perché erano
Molto avete preso atto delle delle situazioni che dava delle notizie che venivano date di volta in volta
E nel senso che però chiaro occasione di un articolo per rilanciare poi gli stessi motivi le stesse cose
Per cui
Parlarne ma credo che su questo c'è cioè fra di noi c'è una
Una concordanza di di divisione
Anche noi come PD meno ma in questa rubrica cittadini indivisa la battaglia che abbiamo fatto con Maurizio Turco
La Camera dei deputati e la scorsa legislatura non abbiamo mai contestato la loro presenza all'interno delle forze armate
Ma semmai il metodo della loro presenza
Quindi
Diciamo che su questa andiamo perfettamente d'accordo abbiamo la stessa visione
Lei e infatti noi nel comunicato
Partivamo da da questo
Titolo di giornale che l'articolo
Quando c'è arrivata la smentita noi abbiamo preso atto va beh se non è vero quello che scrive il giornale vorremmo anche diranno e cambia poco a noi resta il problema noi scrivevamo
Pax Christi auspica che ci si muova speditamente nella ricchi
Nella
Direzione di cui si ha notizia se non c'è notizia avendo li ospitiamo lo stesso
Che si vada in questa direzione in modo da affrontare il dibattito fuori e dentro la comunità Diana
E
Ponendo alcune domande come si concilia la retorica della missione di pace con assoluta prevalenza nel bilancio dello Stato delle spese militari rispetto la preparazione dei corpi di pace
Oppure l'ultima domanda del nostro comunicato per noi cristiani come si realizza l'obbedienza al Vangelo con la scarsa attenzione a formare coscienze libere risposte
Ad amare anche il nemico questo è il nodo centrale in più potremmo dire da un punto di vista pastorale
Se nel novantasei erette negli anni passati c'era anche questo problema di assistere le persone come stavi dicendo
Non si nega la presenza assistere persone che di leva d'obbligo erano obbligate diciamo chiamate con la cartolina famosa
A prestare questo servizio militare oggi il servizio militare non è più d'obbligo e quindi si tratta anche di una categoria
Dovremmo dire tante cose a volte per motivi di lavoro l'unica prospettiva di lavoro chi sceglie la professione militare forse la crisi soprattutto per alcune zone più povere del Paese ma
Ci porta lontano de facto comunque non sono persone obbligate a fare questo sono persone
Che scelgono con anche un ritorno economico
Significativo in una situazione dove oggi magari le guerre non si possono chiamare più guerre perché sono
Coperte da un
Ma un altro modo con cui vengono presentate sono missioni di pace ma
Di fatto
Io non l'ha come vuoi assemblea mondiale Iraq dove sono stato tante volte
E in Iraq non era guerra cos'era
Quindi
Ci si pone la questione dici
Dubai per essere vicino le persone va bene va il premio per essere vicino ai soldati va bene ma con che spirito ci vai
Qual è Turi ferimento far maturare una coscienza evangelica o il fatto che tu hai gradi
Sei una persona della catena di comando fai parte della struttura
Che ha deciso di fare questa operazione di guerra e quindi
Il problema è un po'particolare tutti poni come
Come dire il confidente spirituale
Occorre il graduato chianche potere ripulirsi fino a che punto il prete con le stellette
Essere concreti o solubilità incerto io spesso fatto anche altri esempi probabilmente poi chi è più esperto poco anche contestare o meno ma
Un po'grosso modo quando uno non so va in carcere anche un cappellano
è chiaro che ci sono degli accordi
Per poter entrare cose deve fare la fila tutte le volte con i parenti per cui
Mi va bene che ci sia la figura di un cappellano ma
Il cappellano incontra il detenuto in quanto un uomo
E in quanto accompagnatore magari spirituale umano ma non fa parte
Della categoria che ha deciso di metterlo in galera
E quindi o che cambia le leggi sulla galera eh oltre queste cose qui avrà degli accordi ovviamente per potere muoversi ma
Il detenuto non identifica
Il cappellano militare
Come parte della struttura che lo detiene che può aumentar gli la pena può togliere dire i permessi lo incontra in quanto figura spirituale così in altre situazioni
Mi sembra che nella situazione militare questo non esiste perché quando tu incontri un vescovo che è generale o qualcosa del genere o il prete che capitano tu lo devi salutare
E se non so male le regole militari già il fatto di non salutare militarmente un tuo capo
Ti creata
Permettere
Grazie che problema per cui però non voglio sindacare sulla buona fede dei cappellani che io riconosco tutti in buona fede anche se a volte ci giungono notizie non edificanti ma vorremmo che il metodo se noi vorremmo che si aprisse
Ma con molta serenità anche all'interno della Chiesa nella società arco oggi con questi spiragli di riscoprire i corpi civili facili forse c'è più
Affinità con l'annuncio evangelico con una problemi di fondo direbbe allora quale modello di difesa
Mettiamo in campo secondo Renato Fusco mente
Pax Christi che dialoga con l'attuale Pontefice
Bar
Penso che
Non non abbiamo
Cose
Specifiche eccetera credo che la presenza di Papa Francesco come abbiamo
Avuto modo di dire eccetera lì
Sia sicuramente una
No sa perché il criterio questo perché io qualche tempo fa esattamente il giorno della festa del papà
Gli ho mandato una lettera per adesso spero che risponda quanto prima proprio sulla questione del dell'ordinaria atto militare
Proprio per parlare di questo argomento e l'altro giorno scritto su portale Tiscali
Tiscali punto detti una un appello proprio rivolto all'ordinario militare viste queste prese di posizione un po'
Che non sembrano essere tutte sullo stesso piano ma
Insomma dopo le dichiarazioni alle Iene l'intervista di don Angelo Frigerio qui a Radio Radicale
Alcune dichiarazioni riportate quattordici gennaio su Repubblica e poi il giorno dopo suo avvenire
Nel senso di
Una ampia disponibilità alla rinuncia di gradi e quello che ne consegue purché mi si permetta di continuare a operare nell'ambito della difesa
Mi è sembrato che col comunicato del dieci aprile ultimo scorso ci è stato un attimino come una sorta di
Voler negare un dialogo che in atto e allora o ben pensato credo ben pensato ovviamente poi
Vedremo cosa succederà di invitare l'ordinario
Che a un dialogo diretto con il Papa essendo da questi nominato direttamente
A chiedervi di farsi promotore visti esso di un dialogo fra la Santa Sede il Governo italiano tanto che ne pensi
Io credo così e sono non sono io titolato a decidere i passi da fare sicuramente l'augurio mio Fabbiani tutto di Pax Christi e che si
Che si aprono queste possibilità di confronto tra di noi all'interno e con le sedi deputate col Ministero della difesa con la Chiesa italiana sicuramente
Il camminare in questa direzione come dicevo prima partendo da alcuni riferimenti
Etnici e poi anche pastorali e da mettere sul tavolo
Queste situazioni che sono davvero situazioni che molte persone ci fanno notare perché quando
Onestamente anche come fa scrisse che avevamo già preso posizione
Al momento in cui è stata progettata la nave Cavour per i suoi alti costi eccetera eccetera l'abbiamo sempre accompagnata con
Molta criticità insieme anche tutti gli amici di rete di raro modi di chi dice ma insomma
E proprio il caso di investire tanti soldi per questi strumenti o male facevano false
Forse anche alcune cappellani militari cappellani militari se non ricordo male anch'io quanti
Tale cappellani militari non in viaggio
In questa
Viaggio di d'affari della della Cavour no esatto cinque mesi di cinque mesi di Porta a Porta vendere armi e noi abbiamo criticato che cosa ci facevano i cappellani non quella spiegava ambulanze perché voi
L'ex ministro Mauro diceva
No non è per vendere armi poi quando leggevamo i giornali dei Paesi
Dove arrivava questa nave nei porti dove attraccano
Tutti gli articoli erano
Ecco ci hanno presentato c'erano alcune foto sistemi d'arma dei vari sistemi da relazione ossia l'ambulante
Un po'coperta da altre presenze civile il militare tra impresa e ma in realtà il vero scopo era
Piazzare molte armi in un mercato in una zona del mondo
Che non era più pacifica per cui la conferma che si vanno ad alimentare i conflitti e a fornire armi dove c'è più possibilità che vengano usate
Questo pone ancora la gli affari sono affari non guardano in faccia nessuno esatto lo ecco e tu come come li avete visti come avete visto la figura dei cappellani militari
Appresso questi venditori
Pone agli stessi problemi che dicevamo prima gli stessi problemi
Io ponevo il cappellano militare ha sicuramente loro avranno partecipato con il più ampio spirito di devozione al servizio per garantire l'assistenza al personale imbarcato
Ma insieme al personale in galleria marcato c'era anche lei il punto in questi venditori di morte visto che quella non era proprio una crociera
è normale e alle sue scelte
Ma era una
Un viaggio di di affari c'è una foto Roma enti rimorchio c'è una foto che li ritrae molto bene ma
Ritrae di
In più anche una figura che io avrei preferito non vedere in una missione del genere oltre i cappellani quella delle crocerossine
Aderire apriamo già
Un altro capitolo che sicuramente sarebbe spinoso novità don Milani esprimeva alcune riflessioni però credo che per restare sui cappellani ecco su questo sarebbe bello per dare atto
Alle persone che ci vede l'uomo che a volte dicono ma alla Chiesa connivente col potere eccetera eccetera facendo a volte delle accuse
E infondate e facendo a volte delle accuse fondate noi dovremmo cercare di
Stare
E in
Per usare un'ora un linguaggio militare esco correggere il tiro più possibile
E cercare di diventare credibili
Nel nostro annuncio per cui ogni volta che c'è l'affiancamento con un'operazione di guerra con la vendita di armi che uccidono
Anche se non vengono usate condividono del denaro proprio il Venerdì Santo Padre Raniero Cantalamessa
Nell'omelia tenuta in San Pietro davanti al Papa davanti a tutto il corpo cardinalizi io etc nella meditazione del pomeriggio di venerdì
Giorno dalla morte di giù ha avuto delle parole durissime proprio
Sul titolo attuale che è il denaro
Che è quello che
Ci ci porta
Da tutte le parti e che davvero
Quello che sostituisce
Io lo rende un dio visibile mentre il vero io
Dio invisibile e quindi
Di fronte a questo denaro che spesso è anche quello che muove le guerre
Perché in Iraq forse non siamo andati proprio per portare la democrazia come ci veniva detto
Anche lì come porci che ho posto questa domanda qualche cappellano militare in Iraq americano statunitense e mi rispondeva con le stesse parole di voci
Mi diceva
A volte la pace va imposta anche con le armi noi siamo qui era il dice Pievani giorni di Nassiriya
Novembre due mila tre
Dodici tredici quattordici l'attentato di Nassiriya il dodici novembre io ero la Kirkuk a Mossul il quattordici novembre due mila tre diceva la pace a volte va imposta anche con le armi
Se poi ci mettiamo insieme anche l'ex ministro Mauro che diceva per amare la pace
Bisogna armare la pace
Forse è davvero il caso di fermarsi ragionare e dire no
Come fai a
A conciliare con l'annuncio evangelico io non non voglio sindacare come vengono usati i soldi
Se in carità in beneficenza io do per buona la la buona fede
Ma ed essere come dicevo l'inizio parte integrante di una struttura
Che interesse una struttura di guerra e di morte e che ti mette di fronte
Alla tua coscienza se un pilota io abito nella zona di Cameri per intenderci dove
Sono in programma gli F trentacinque
Allora
Tu cappellano militare
Di fronte a un ordine che dice al pilota
Tu devi salire o su un tornado su un Eurofighter o su un futuro F trentacinque e devi raggiungere questo obiettivo come lo Concilio con l'annuncio evangelico della difesa della vita
Per la non violenza o magari anche di una lettura di
La
Di presenza in quel Paese che non sia per forza solo armata il cappellano
Non può dire di sostituirci agli ordini perché lui stesso fa parte
Di quella struttura
Che riconosce a lui di grandi
Però allo assorbe e quindi
Nel sminuisce la capacità prospettica per quello che dicono i cappellani di vorremmo più liberi
Più liberi di annunciare la novità del Vangelo liberi da questa catena di comando da questi ruoli
Non è invidia da parte mia io avrei a proposito ora a proposito di questa dura questo do pensiero ti posso assicurare perché voi se avremo modo di confrontarci ancora su questo tema
Sarebbe bello poterlo rendere pubblico ma
Io o almeno un esempio di un cappellano militare
Si è attualmente sotto processo
Perché insubordinazione aggravata
C'è un reato specifico militare
Quindi
Come tu dovuto al fatto insubordinazione aggravate rifiuto dove di Enza e sono due
Reati che attengono proprio al rapporto di gerarchia evidentemente questo cappellano
Ha pensato di essere prima un sacerdote che un militare solo questo ragionamento evidentemente ha dato fastidio a qualcuno che ha ben pensato di ma darlo davanti alla procura militare quindi il problema c'è ed esiste e perché questi ultimi
Due minuti io li vorrei quelle che tu facessi un appello ai tuoi
Fratelli sacerdoti con le stellette
Ma pieno ma io anche
Delle ottime amicizie tra di loro per cui
Non non è necessario
Allora
Diciamo passare da un appello via radio a volte lo lo faccio direttamente a loro con quelli che conosco con cui
Nel rispetto delle differenze
Ci riconosciamo almeno persone rispetto oltre anche confratelli ma no io mi auguro che ci siano
Delle possibilità di confronto non precisi non pregiudiziale perché a volte Assemblea che siamo noi i pacchetti a essere quelli così ideologici a prescindere contro no mai diciamo ma
Come fai a far parte di una struttura oltretutto
Con quello che sta succedendo oggi quali guerre sono davvero guerre di difesa forse l'Afghanistan forse la Libia forse l'Iraq forse Sarajevo
O o altri poi noi non abbiamo guerre di difesa qual è il nemico forse
I barconi che arrivano sulle nostre coste qualcuno dice lasciamoli affondare sospendiamo questa operazione allora
Il mettere in discussione un modello di difesa per aprire nuove strade anche nelle coscienze delle persone e dire
Tu poi servire anche la tua parte real se vuoi ma lo puoi fare in modo disarmato tu puoi servire
I tuoi fratelli che vivono nella tua città nella turnazione ma non per forza investendo in armi ebbene dicendo armi a volte ci sono anche le preghiere
Quindi dei vari battaglioni arrivare i gruppi militare che sono
Un po'così che lasciamo
Perplessi e quelle preghiere ecco allora come conciliare su questo in un mondo che vede la miseria di tante persone e vede una spesa militare al mondo
E di questi giorni il rapporto sempre che parla
La traduciamo in cifre un po'arrotondate di circa trecento mila euro al giorno spesi nel mondo per armamenti ma come si può
Assistere a una cosa così quasi benedicendo questa situazione per cui
Forse proprio partendo dall'umanità dai più poveri da vedere
Da quelli a cui
Vengono tolti gli alimenti di base perché vengono investiti in nuovi sistema d'arma in questa macchina della guerra
L'invito a dire tre proviamo a uscire da questa macchina della guerra perché ce lo ricordano i due santi di questi giorni
Papa Giovanni e Karol Wojtyla tutti e due hanno condannato con fermezza la guerra uno dice
Rendo la guerra e avventura senza ritorno e Papa Giovanni scrivendo la pace né in terra escono un latino facile dicendo agli e numeri dall'azione cioè
è fuori da ogni buonsenso da ogni ragionevolezza credere di risolvere i problemi con la guerra
E quindi
Anche alla luce di queste due figure forse riscoprire l'umanità e la follia della guerra quindi altre sono le strade mi sembra che
Il Vangelo ci indica
Bene siamo arrivati giusti giusti alla conclusione io la ringrazio don Renato Sacco che il coordinatori nazionali di Pax Christi per la sua
Cortese disponibilità a farsi questa chiacchierata sui cappellani militari
E
Ovviamente radio radicale sempre qui per ogni replica che volesse dare l'ordinario militare
A direttamente a Pax Christi o tramite Radio Radicale saluto irradia ascoltatori e rimando alla prossima puntata grazie