23APR2014
intervista

Intervista a Rocco Palese sul Decreto lavoro

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo ROMA - 00:00. Durata: 1 sec

Player
"Intervista a Rocco Palese sul Decreto lavoro" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Rocco Palese (deputato, Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente).

L'intervista è stata registrata mercoledì 23 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Decreti, Disoccupazione, Finanza Pubblica, Forza Italia, Giovani, Governo, Lavoro, Ministeri, Occupazione, Partito Democratico, Poletti, Renzi.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Con l'onorevole palese di Forza Italia per parlare del decreto lavoro sul quale oggi si vota la fiducia che impressione ha di questo tira e molla all'interno della della multe la maggioranza
Su una parte del decreto sul quale poi
In base al testo uscito dalla Commissione è stata posta la fiducia qual è la sua impressione uno scontro di tipo elettorale o c'è del
Del concreto nella discussione in corso è Forza Italia da tempo ha individuato o nelle norme nelle procedure c'è per l'accesso al lavoro la grande emergenza del Paese almeno pari a quella dei conti pubblici a quella finanziaria
Perché c'è una disoccupazione cinque di bile soprattutto quella giovanile
E quindi questo cioè il tema principale grande
Diciamo responsabilità di questa
è grave crisi occupazionale soprattutto di quella giovanile
E valutata da parte di tutti non solo da parte nostra ma soprattutto dagli investitori stranieri e quant'altro nella rigidità incredibile che c'è nelle norme di accesso al lavoro
Il decreto Poletti era stato un non
Diciamo un tentativo seppur debole ma comunque un tentativo apprezzabile la formulazione originaria per noi andava diciamo tutto sommato c'è bene
Perché dava la possibilità cioè di rendere lo strumento c'è abbastanza flessibile questo anche in sintonia con tutti i giovani che non hanno lavoro che io incontro
E che tanti di noi incontro ma con tutta la gente cioè che ha perso il lavoro cassintegrazione
Licenziati eccetera eccetera cioè che al di là delle formule giuridiche
In un momento di crisi incredibile ce ne sono interessati ivi nonno al tempo determinato indeterminato e quant'altro in questa fase perlomeno ma sono interessate ad avere un'ora una giornata in più di lavoro che non c'è
Quindi
Se e lo strumento Poletti era quello che al momento dava la massima possibilità cioè di poter avere accesso
La Commissione c'è purtroppo la sua volta da stravolto a causa della CGIL a causa della FIOM a causa delle divisioni incredibili che ci sono all'interno del PD
è inutile negarlo all'interno del PD ci sono cioè dei colleghi e che hanno cioè idee di gestire la situazione lavorano solo purtroppo situazione lavoro come l'Unione Sovietica e bestie
E fin tanto questa cioè tentato queste idee non vengono spazzate via in maniera definitiva noi faremo una brutta fine queste persone si sono guardati i dati
Della Spagna i dati della Grecia i dati
Di alcuni Paesi che erano ci in crisi
E che invece nemmeno di febbraio cioè per
La modifica delle procedure di accesso lavoro sono nettamente migliorati
Vi vanno ed a investire General Motors vanno investire tanti soggetti stranieri
Qui da noi c'è neanche la flessibilità proposta dalla Ducati è riuscita a ad uscita passate quindici e nove ri riteniamo cioè che
La strada maestra è quella di tornare a quanto meno al testo originario anche se non era il massimo possibile
Ecco nel testo originario non c'era una norma che ha lasciato un po'perplessi cioè il fatto che si potessero fare dei contratti a tempo
E indetti determinato senza far firmare nulla al al lavoratore come era possibile poi organizzare i rinnovi
Ma c'è la situazione l'ispettore di nove rispetto alla possibilità di lavoro è determinata dall'emergenza nell'ultimo anno il settanta per cento dei contratti che ci sono stati sono a tempo determinato si vuol prendere atto che è cambiato il mondo si vuol prendere atto cioè che
Non è la fine del mondo ma sicuramente la fine di un mondo che non esiste più cioè l'Unione Sovietica non esiste più cioè noi stiamo diventando a causa di queste
Di tutte c'è queste
Diciamo U.L.S.S. spinte furori Cilio logici
è un po'un Paese ce que comunista non esce più di Cuba ce l'avrebbero esclusivamente smettere perché oggi
La flessibilità ed è l'unica possibilità che c'è per avere qualche ora di lavoro in più la gente ha bisogno di lavorare
Non ha bisogno di tempo determinato e indeterminato e quant'altro poi arriveranno queste formule è inutile che il che vanno ci associamo rizzare c'è sotto questi aspetti su questi emendamenti queste sono cose solo che sono servite per l'elezione del venticinque
Maggio che debbono esserci e che per ricompattarsi il PD ha fatto questo
Poi non non commento per niente le scelte
O la decisione della nuova scelte di del nuovo centro destra insomma lascia il tempo che trova
Ecco un'ultima domanda ne è preoccupato per i dati che sono stati diffusi sul rapporto tra deficit e PIL quelli sul debito pubblico che danni rapporto deficit PIL al tre per cento il debito pubblico al cento trentadue per cento
Ma ecco quando c'è stata
La discussione generale sulla legge di stabilità quest'anno in presenza del
Del ministro
Saccomanni io l'ho detto guardate qui si è parlato ci in questo Parlamento nelle Commissioni dappertutto per lo meno qui alla Camera e cioè ore giornate interni e notti
Delle spese e quant'altro ma c'è qualcuno che paga dedico un minuto alle entrate era fin troppo evidente che prevedere una spendere una crescita su cui è stato costruito su quelle stime il bilancio lo stato dell'uno virgola uno per ci vede in cento del PIL
è che e che adesso dobbiamo già scendere lo zero otto che fosse scendere allo zero seri quindici da correggere tutti i conti pubblici di una legge di stabilità folle che è stata fatta dal punto di vista della tenuta dei conti pubblici proprio per le la sovrastima cioè delle entrate
Peggio ancora rispetto a questo decreto fantasma che non si riesce più a capire che peggiorerà la situazione senza avere nessun grande beneficio rispetto alla ripresa economica rispetto ai consumi rispetto alla situazione della ripresa dell'economia
Bene la ringrazio ringrazio l'onorevole palese di Forza Italia