23APR2014
rubriche

Furore. Storie e letture della crisi economica

RUBRICA | di Stefano Imbruglia RADIO - 18:19. Durata: 25 min 19 sec

Player
Nella prima intervista ci occupiamo delle acciaierie ex Lucchini di Piombino con Giovanni Venturi coordinatore nazionale siderurgia della Fiom Cgil.

Nella seconda intervista ci occupiano dei lavoratori iscrittti alla gestione separata dell'Inps e delle loro tutele.

Anna Soru - presidente di Acta (consulenti del terziario avanzato) - ci parla di uno studio della sua associazione che ha analizzato i conti dell'Inps e ci dimostra come si potrebbero allargare le tutele sociali anche a questi lavoratori.

Puntata di "Furore. Storie e letture della crisi economica" di mercoledì 23 aprile 2014
condotta da Stefano Imbruglia con gli interventi di Giovanni Venturi (coordinatore nazionale Siderurgia della FIOM, Confederazione Generale Italiana del Lavoro), Anna Soru (presidente dell'ACTA).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Acciaio, Ambiente, Crisi, Diritti Sociali, Economia, Enti Locali, Governo, Industria, Inps, Lavoro, Libera Professione, Pensioni, Politica, Previdenza, Produzione, Sindacato, Societa', Welfare.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 25 minuti.

leggi tutto

riduci

18:19

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno da serra Imbruglia bentrovati all'ascolto di Radio Radicale queste furore storie letture della crisi economica una delle rubriche di Radio Radicale dedicata i temi dell'economia
Nel nostro viaggio stiamo facendo attraverso con la crisi che come sta toccando il Paese oggi per torneremo a occuparci di delle ex Ceri Lucchini di Piombino ci doveva essere stato in questa sede c'è stato anche sulla delle manifestazioni di interesse per rilevare dei gruppi che avrebbero dovuto in qualche modo insomma dare far continuità produttiva se no Annan quanto meno a una parte dei lavoratori e
Cercheremo di capire cosa è successo anche anticipando che come avrete letto proponente sui giornali che quella che doveva essere la l'offerta più diciamo
Solo tre importante più preferite dai sindacati da dal Sindaco di Piombino accedere quella del gruppo franco tunisino
Forte SEC diciamo al momento non dimostrata molto sostenibile ecco a Torino mente e quindi ci faremo raccontare quello che sta accadendo e cosa accadrà adesso vedo i lavoratori da a come abbiamo fatto sul diverse volte in cui super io dopo da Giovanni Venturi che il coordinatore nazionale siderurgia della FIOM CGIL nella seconda interviste invece torneremo a occuparci dei lavoratori iscritti alla gestione separata de e alle loro tutele
E prendendo spunto appunto da uno studio fatto da acta a associazione che raccoglie consulente del terziario avanzato cioè che hanno analizzato i conti dell'INPS e spiegano come non è vero che i i
Lavoratori alla gestione separata in Diano meno soldi all'INPS e conti alla mano spiegano cosa si potrebbe fare
Per allargare tutele anche questi lavoratori e queste partite IVA che non tutte sono finte partite IVA allarga appunto le tutele tenendo in ECU libri conteggi faremo un po'spiegare questo studio dalla Presidente di accolta Anna Soru però iniziamo a occuparci di Piombino dando il buon giorno a Giovanni Venturi
Io vorrei
Allora Venturi non ci siamo sentiti diverse volte il proposito della questione della CEE VX Lucchini di Piombino insomma che
C'era questa una serie di offerto e che dovevano essere vagliata eccetera esso come è finita insomma
Ci racconti
La vicenda in realtà non è ancora conclusasi nel senso che
Le manifestazioni di interesse che si sono presentate sono state presentate attraverso l'amministrazione
Straordinaria Ministero il gruppo sono manifestazioni di interesse
Ci sono stati accreditati e Radio diligence cioè alla fase nella quale chi ha presentato le manifestazioni d'interesse non vincolante può accedere a tutta una serie di informazioni
Anche ovviamente riservate sullo stato complessivo
L'impianto il quale dell'aria la quale si riferisce manifestazioni di interesse stessa coi
Ci sarà un mese di tempo entro la fine di maggio
Quelle manifestazioni di interesse potranno trasformarsi in una manifestazione di interesse vincolanti sia esso il punto avviare la procedura
E cessione vera e propria dell'impianto dell'aria che però è cosa ma diciamo che c'era una prova a una offerta insomma fantomatica questo punto si era palesata cui molti avevano anche
Sindacati le autorità locali sia il Comune di Piombino se la Regione avevano diciamo c'erano delle speranze perché è quella del
Gruppo inerisce SM ci tunisino insomma che praticamente garantiva la piena occupazione somma a quella vero pare che anzi è stata hanno aperto un'indagine per turbativa d'asta su quell'offerta
Beh se attivamente quella manifestazione che sembrava se aveva manifestato interesse che sembrava potesse
Consolidarsi potesse avere anche ha una sua
Possibilità concreta di appalesarsi come la soluzione ottimale ed è che è una funzione che dal punto di vista delle prospettive industriali ed occupazionali andrebbe in qualche modo
Recuperato insieme
Biennale della vicenda che viene in realtà una
Con una situazione che va
In qualche modo considerata assolutamente neanche diciamo che forse ora al di là delle delle frasi che siedono a state anche utilizzate da molti sindacali sono abbiamo avuto come contatto lei soprattutto come sindacati però diciamo
Voi ci ci credevate più che ci credevate ci sperate
Sinora noi avevamo detto anche che la forma abbiamo avuto noi abbiamo avuto e abbiamo
Di fronte alle manifestazioni di interesse che essi che si parli erano ovviamente
Un atteggiamento che sempre particolarmente cauto proprio per evitare
Che si possano ingenerare
Aspettative che poi come ad esempio in questo caso si rivelano essere poco fondate
Per noi resta una chiave fondamentale di discrimine della valutazione della manifestazione d'interesse il piano industriale e di conseguenza
La prospettiva strategica che si vuol dare accadeva in questo caso mancavano i soldi però quello che siamo in modo da un punto dopo che mancava prima capito la materia prima dalla prima e. no no mancava poiché la premessa alla
Lo volevo dire in ragione di qual era la modalità
Come dire e la chiave attraverso la quale noi comunque valutiamo tutte le manifestazioni di interesse in questo caso ovviamente
Ma calare come dire la la precondizione si diciamo anche diciamo onestamente anche per lei non l'aveva deve però l'impressione che si ricavava quando ne abbiamo parlato qualche mese fa insomma qua anche il modo come si
è l'esatta questa offerta del gruppo tunisino insomma appunto era un po'anomala perché non non hanno preferito ricordiamo per gli ascoltatori non hanno presentato direttamente al ministero ma hanno proporre presentato la proposta al Consiglio comunale tramite un ex operaio quella meravigliosa nomini una cosa un po'sa però ecco questo ormai diciamo a part
Che nel passato a Sassari e adesso cosa succede ai lavoratori perché vi ricordiamo sono circa quattro mila in totale due mila e cento e due mila e due mila
Nell'indotto adesso cosa succede a questi lavoratori ma noi ovviamente stiamo ragionando dentro un quadro nel quale attualmente la manifestazione di interesse più consistente
Riguarda la possibilità della creazione di un polo dell'ammirazione e affetto educati quella di un gruppo indiano giusto gruppo indiano adesso però diciamo molto più solido rispetto a quella somma occhio
Sì se mischiato record ma insomma i cinque significa c'è questa diciamo i soldi ci dovrebbero avere
Si ribelli comunque sanno anche come dire un'esperienza conosciutissima no nel senso della né per semplificare siamo a livelli eccessi SVP diciamo queste da prenda un po'più sul serio
Da prendere sul serio il problema che finora la manifestazione di interesse riguarda appunto esclusivamente il Polo della migrazione al freddo tessere in breve quante persone occuperebbe
Sì bene sostanzialmente riprenderei comprenderebbe il laminatoio di Piombino
Più quelli di condurre a Torino di lecco ma dal punto di vista dell'impatto occupazionale sul Piombino ovviamente questa è una soluzione
Drammatica assolutamente il significa preliminarmente mille cinque due mila lavoratori fuori insomma perché sono quelli che praticamente
Sono quasi nessuno al dieci per cento le verso viene prodotto
Chi è al verrebbe tutto all'occupazione che è stato il mio stiamo parlando di Dese impediti e dei diritti non sono parlando dell'indotto quando abbiamo parlato dei direi che quindi a quel punto lì anche l'indotto non
Avrebbe prima cosa insomma di averci anche l'indotto avrebbe una ricaduta estremamente pesante qual è l'operazione che si è provato a mettere in campo
E che anche in queste ore ci sta provando a mettere in campo
Accompagnare questa fase di cessione
Del dell'impianto con un accordo di programma che riguarda l'insieme dell'aria richiede di complessa di Piombino
Attraverso l'introduzione di una serie Pilli strumentazioni che
Possano incentivare ad allargare l'offerta che viene fatta sulla sulla navigazione anche all'area caldo in particolare
Dentro l'accordo di programma così come abbiamo chiesto noi ma
Così come si è impegnata a dire il vero anche era tempo la Regione Toscana
A costruire un profilo l'accordo di programma dove all'interno ci fosse una prospettiva che riguarda
La costruzione di un bene
Come ha letto Enrico e una
Per di una di un impianto occorre fine ex perché è una tecnologia nuova attraverso la quale
Si produce acciaio liquido senza ricorrere alla cokeria quindi avendo
Un abbassamento straordinario dal punto di vista dell'impatto ambientale
E provare a vedere che
Tutto quello che da un punto di vista dell'incentivazione è agli impianti all'innovazione degli impianti
E all'innovazione infrastrutturale logistica dell'Area compreso il porto di Piombino che tutto questo possa aiutare ad allargare la manifestazione di interesse dall'aria freddo anche a quella caldo
In questo caso ovviamente
Ci sarebbe un impatto occupazionale molto molto significativo nel senso che
Sostanzialmente si potrebbe immaginare di riavere una sostanziale
Tenuta dei livelli attuali
Occupazionali
Il problema è
è che nel momento in cui si dovesse anche verificare in una condizione di questo genere che è per noi una condizione ottimale
C'è il problema della gestione della transizione cioè come impatta da una o l'altro perché abbiamo due minuti ecco abbiamo due minuti però ecco questo problema della transizione indica anche un po'soprattutto politica come
Questione o o sbaglio insomma perché poi tra le altre cose mi pare aver letto delle dichiarazioni del Sindaco di Piombino dogma
Praticamente due a cura verdi
Se si deve essere di essere stato lasciato solo insieme a gestire questa situazione dalla insieme alla Regione somma chiaramente sindacati che erano direttamente interessati però insomma c'è stato diciamo il Governo poco presente lei
Come l'ha vissuta questa
Guaribile questa che accusa del del sindaco
Io credo che sia utile rilievi critici che dentro una vicenda di questo genere ci stanno il problema vero è che quando ci sono fondati o non sono fondati oltre ci sta
Ma io uguali per l'impegno che il Governo ha messo insieme alla Regione Toscana alla Regione Toscana è stata salvata dal Sindaco e non dico nemmeno rispetto
No io io penso io penso che in questa vicenda il Governo abbia svolto un ruolo importante ovviamente con dei diritti
Del tutto evidenti anche con qualche ritardo rispetto alla prospettiva sul sul sull'accordo di programma io però penso una cosa
Penso che questi legumi che questi ritardi
Che in parte pensiamo possano
Come dire ricadere anche sulle stessi sono i limiti e ritardi che sono stati in qualche modo anche indotti
Da una prospettiva che era appunto illusoria ma una prospettiva
Che nel momento in in prospettiva illusorio si riferisce al gruppo
Al però diciamo
Ora non scariche del tutto la colpa sul gruppo e semplici perché questi sono pari
Di due o tre mesi fa questa è la vicenda della crisi riunione meno diviso un po'più un lunga insomma di un altro assolutamente sì ma io credo che gli elenchi i ritardi
Di cui stiamo parlando che voi vi sono limiti e ritardi che riguardano gli ultimi tre mesi perché in realtà sulla vicenda di Piombino
Da tempo ossia il Governo centrale che le organizzazioni sindacali ovviamente con tutti i limiti e del caso si sono caro
Vi impegnate su una linea di ricerca di una soluzione
Che potesse in qualche modo e possa in qualche modo
Costruire una prospettiva per le industrie per l'occupazione di quell'area
Va bene allora noi concludiamo qui in questo momento ed è questa la sua intervista diamo solo l'altra salutare Venturi ci diamo appuntamento alle prossime settimane per continuare a monitorare cosa accadrà a questi lavoratori Gambino grazie di essere stato con noi
Grazie a voi va bene
Grazie e ringrazio ancora una volta Giovanni Venturi coordinatore nazionale al siderurgia FIOM ricordiamo che è stata ascoltando furore storie letture della crisi economica la una ad una delle rubriche di Radio Radicale dedicate i temi dell'economia e adesso Pannella secondo intervista cambiamo tema e ci occupiamo del partite IVA iscritte all'A.I.A. gestione separata dell'INPS e lo facciamo con nave la Presidente diate Tana solo buongiorno occhiali
Allora Soru insomma sì eravamo già sentiti con questa rubrica insomma voi insomma del dei di acta avete fatto insomma questo studio poche sfa tate quelli che sono dei luoghi comuni ossia che i liberi professionisti pagano pochi contributi
Cioè credibile professionisti come quelli non iscritti agli ordini ecco ci aiuterà a capire insomma dove che pagate di più vero non è vero perché dice prenderete pensioni da fame
Allora dovete paghiamo attualmente colletta specialisti separata il ventisette settantadue per cento dell'imponibile
Tra l'altro R sessantatré per cento che è interamente pagato da noi una volta i committenti ci perché a differenza dei lavori dipendente che succede quanto
Che
Noi due terzi tre quarti il datore di lavoro e la quota restante a carico del lavoratore certo stoccato il tutto a nostro carico
Ed è anche calcolato in maniera diverso allora per quanto riguarda la pensione che o che sia col ventisette per cento non è del tutto comparabile con quello che versano i dipendenti
Perché la base di calcolo è un po'diverso tali siamo perché le tasse con l'offerta da parte di carico e c'è il il costo del lavoro e non come ciò che succede per i dipendenti che viene calcolato il reddito lordo sulla sul costo del lavoro
Come parte di carie reti calcolare i dipendenti verserebbero non il trentatré per cento di cui si dice ma il venticinque per cento quindi comunque sarebbero un po'meno rispetto a quello che facciamo noi che il ventisei successo
Per quanto riguarda invece la l'assistenza dove effettivamente perché al momento dei dipendenti ripetiamo l'utero settantadue per cento venti dipendenti pensano di più adesso poi dipende dalle situazioni Sasso lascia il due tre per cento
Con una l'assistenza si dovrebbe coprire la a maternità
La malattia eh gli assegni familiari con cui sono settantadue per cento queste dal fatto due per cento però abbiamo delle tutele esistono straordinariamente diverso e rispetto
Sì ora ci arriviamo alle tutele perché giammai da questa rubrica da questa radio ci siamo occupati diverse volte quindi insomma e quindi questi sono diciamo i calcoli non perché e quello che ci si dice viene eletto è per quanto riguarda
Diciamo l'assistenza
Innaturale che voi abbiate pochissimo abbi perché pochissimo tutele perché appunto per tappe molto poco lontano stante cento
Allora è chiaro che quello pertanto due per cento non si può pare di avere le stesse tutele che ha un dipendente però come abbiamo fatto dei calcoli e abbiamo visto che di quello zero virgola sessantadue per cento non ci viene restituita neppure alla metà
Cioè in cui si aspetti scritto spetti questa cosa ce la deve spiegare bene quindi il giorno voi mi dicono a b voi versate una contributo da fame io implicite brutalizzo in questo modo però voi lei mi dice
Che
Di questo contributo da da fame poi può alla fine non è prenderete me ne prendete meno della metà ne usufruirà veniamo a quella della metà allora gli ultimi dati disponibili si riferiscono al due mila dodici
No perché lei non essere stata pigra demandare a vedere quelli del due mila tredici o perché no
Perché non ci sono proprio tale Bensa pubblicato soltanto i dati del due mila dodici sono
Di Bilancio che arrivano con un certo ritardo sì da tutti andando a vedere tutti i documenti l'impellenza pubblica tantissimi documenti
E in cui parcellizza un po'all'informazione
Quindi abbiamo dovuto fare anche una piccola investigazione per capire esattamente e quanto si legge la burocrazia uno molte occasioni per deve nelle carte ma non lo so secondo me c'è del dolo c'è la volontà igiene la burocrazia e gare bene ed a spiegare bene quali sono dei conti
Perché è meglio tenere nell'ignoranza
Allora siamo andati un po'a cercare i dati abbiamo vissuto che per quanto riguarda il due mila dodici limpida a a erogato nei nostri confronti
Cinquantatré milioni di
Ti prego perché unitarie che comprendono appunto la concetti ascolti
E che quindi familiari la maternità è e la malattia
Peraltro di questi cinquantatré milioni sono tre milioni attengono alla malattia che veramente pochissimo
Che consideriamo che dopo circa un milione di iscritti alla gestione separata comprendendo Turchia collaboratori che professionisti in questo caso
Ottenne di ogni erogati voglio eccetera euro che perché noi vogliamo ricordare anche una cosa insomma questa questa abbiamo trattato diverse volte anche con lei insomma abbiamo ospitato indirettamente delle testimonianze anche abbastanza toccando
Che insomma le partite IVA insomma i liberi professionisti quelli non iscritti agli ordini professionali insomma che si ammalano
Che non hanno ampia di malattie serie prolungata e non non hanno nessun diritto ciò prelevamento hanno un diritto a
Minimo abbiamo diritto allora vediamo che calmasse Hamas in quei giorni di malattia in un anno
E questo è un aspetto
Aspetti perché non bisogna aggiungere che a differenza del lavoratore
Cioè questo significa perdere gli affari insomma per chi fa il lavoro suo perché i clienti saranno
Ci sono sei diciamo che quando noi siamo malati abbiamo tanto il problema delle scelte per i clienti
Però abbiamo anche di una medicina sopravvivere nel periodo della malattia in cui non percepiscono un reddito ecco questo reddito dovrebbe essere sostituito da un'indennità di malattia che però è irrisoria ammalato
Che ha dipende da da orientativamente hanno avanzato però
Orientativamente uno può arrivare a prendere per una malattia ospedalizzata sui venticinque euro al giorno o anche meno al massimo
Sono ricordo avrebbe deciso però dovrebbe essere o meno così lorde grandezza per una malattia non è stata redatta la metà
Per un massimo poi di settanta giorni in tutto quindi comunque sessantacinquesimo giorno cifra non li so che nel perché erano tocca nulla e poi bisogna anche avere certe condizioni per poter accedere a questa indennità se uno non ha versato
L'anno precedente non ha diritto a nulla chiudo è stato malato a lungo in una qualche utilità nulla
Chiudo reddito troppo basso non ha diritto se ha un reddito troppo alto sono abilitato a tutta una serie di paletti per cui pochi quelli che accettano alla malattia
Espunto e poi per un periodo limitato riparti non è un caso che verrà erogato soltanto tre milioni di giusti signorilità sono un milione di persone iscritte quindi vuol dire che
Abbiamo fatto veramente molto poco senta ci sono rimasti tre minuti e mezzo argomento è molto interessante no per le quali volevo arrivare se preferisce cioè
A quali sono anche le vostre proposte perché poi alla fine insomma non perché Lello però volevo precoce annata no questi cinquantatré milioni ma è una cosa pertanto due per cento abbiamo trascurato
Circa centoventotto milioni
Ma allora vuol dire che ci hanno interesse soldi se non ricordo dove vale la candela nella parte meno della metà che del resto se lo sono tenuti
E per utilizzare
Il più garantito a litigare perso per pagare altro ma non per pagare queste indennità ma anche come ci viene detto c'è una sorta di Robin Hood al contrario
Sì FC Veneto tante volte se era darvi delle prestazioni più elevate bisognerebbe aumentare quello che voi trattate nei diciamo in Italia a restituirci quello che ne perché apre ne parliamo
Se mettete a usare questi centoventotto milioni abbiamo ragionato
Per
Agganci effettivamente delle prestazioni perché
E l'aria è quello che dobbiamo per l'assistenza dovrebbe proprio entro perché vietato interamente per pagare l'assistenza attuale non futura e perché assistenza riguarda
Nel momento pretesti perché poi dobbiamo fortunatamente ci sono ancora dei casi insomma deve esservene erano più urgentemente gioco il futuro si vedrà insomma no non
Ecco sulla malattia cristiano
Sì aumentare intanto quello che ci viene data celle indennità sono irrisorie dovrebbero essere più elevate di aumentare il periodo o di copertura nel senso che è quello che ci preme di più per coprire le malattie lunghe
Perché la norma che nei dieci giorni proprio sottolineare sì perché poi c'è anche un problema credo che legati ai contributi pensionistici perché lì ci raccontava a qualche nostro ospite
Che durante il periodo di malattia non avendo possibilità di pagare i soldi per pagare i contributi pensionistici annovera cosa dovuto pagare una multa
Una sequestrato per fare ciò che ci sono due fette rispetto alla alla
All'attenzione uno anche il periodo di malattia non è coperto da contributi figurativi pensionistici quindi se io sono malato per lunedì per tre mesi non verso sulla per l'attenzione
Indipendentemente da cioè dal Papa per non non percepiscono nulla quindi e non verso nulla
è un altro aspetto è che io anche tentano malata dato tenuta comunque a pagare e quelli che sono gli anticipi pensionistici anche se non un reddito e non mi permettono nessuna direzione
Se era già deceduto e non a mettere sul ritardo in queste giunge dall'Agenzia delle entrate
A cento persone la possibilità di ravvedimento operoso poiché abbiamo quarantacinque secondi a sanare l'essenza e che non so richiesta prima di tutto di e usare quello che noi definiamo
Aumentare le prestazioni che ci debbano essere erogate quindi allungare il periodo di copertura
è aumentare l'indennità
E aumentare e soprattutto l'indennità di malattia non ospedalizzata delle situazioni enti prestazioni di cura che sono particolarmente invece invertire teniamo presente la chemioterapia che non escluda retata me particolarmente
E pertanto che non permette di di lavorare
E questo sotto l'aspetto delle delle prestazioni quelle vogliamo vorrei portare della malattia chiediamo anche la possibilità di dilazionare
Quello che noi chiudiamo pagare all'iniziativa magari anche sostenevano se in quel periodo uno non pensa lei dall'aver dato a Maranello durante i periodi di malattia poeta
Carlo sembra abbastanza ragionevole arma così però non siamo dei tecnici e quindi va bene non è mai ringrazio diamo Presidente di acta Anna Soru grazie essere stata con noi
Grazie a posto
E con ma solo concludiamo questa Pont tratta di furore storie letture della crisi economica ricordiamo presenza c'eravamo occupati della il caso di Piombino dell'ex acciaierie Lucchini di Piombino con Giovanni Venturi Coordinatore NARS tale siderurgia FIOM CGIL per Stefano Imbruglia un saluto buon proseguimento con i programmi di Radio radicale e con questo pubblica a risentirci martedì prossimo alle sei e quarantacinque