22APR2014
stampa

Conferenza stampa di Mario Mauro sulla crisi ucraina

CONFERENZA STAMPA | KIEV - 16:00. Durata: 42 min 59 sec

Player
Mario Mauro è il primo politico italiano a recarsi in Ucraina dall'inizio delle proteste lo scorso novembre.

Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Conferenza stampa di Mario Mauro sulla crisi ucraina" che si è tenuta a Kiev martedì 22 aprile 2014 alle ore 16:00.

Con Konstantin Sigov (filosofo), Mario Mauro (senatore, Per l'Italia).

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Berlusconi, Cattolicesimo, Chiesa, Cina, Comunismo, Corruzione, Crisi, Cristianesimo, Danzica, Democrazia, Difesa, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto Internazionale, Elezioni, Energia, Est, Esteri,
Euro, Europa, Europee 2014, Forze Armate, Francesco, Giovani, Giovanni Paolo Ii, Governo, Guerra, India, Informazione, Investimenti, Istituzioni, Italia, Kiev, Mass Media, Mauro, Nato, Nucleare, Onu, Pace, Pakistan, Politica, Polonia, Propaganda, Putin, Russia, Sanzioni, Sicurezza, Societa', Solidarnosc, Stato, Storia, Totalitarismo, Ucraina, Ue, Ungheria, Usa, Violenza, Walesa.

La registrazione audio della conferenza stampa dura 42 minuti.

leggi tutto

riduci

16:00

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

O
Niente le Playa
Le chiedo signor tra io ero pesco politica deputato io proporrò l'aumento
Ministro
Ho Borrometi tale io for po'prendiamo pure di
Il TAR ha corso For
Professore Ristori oggetto reclamo proclamo ero prodotte
Politici mi dieci
Il gruppo degli echi sciogliendo politico zero in modo ucraini lo trovo Bush Opportunities UILM ed un comma prosa io me ne occuperò io metto ai proponenti
Capisco
Grazie Costantin per me un grande onore essere qui oggi in Ucraina
E
Soprattutto vorrei fare chiarezza su quelle che sono le motivazioni di questa visita anche vogliono diciamo
Ribadire la volontà
Dell'Europa dei Paesi dell'Unione europea di una vicinanza al popolo ucraino e di un sostegno
Forte a quelle che sono
Le sue rivendicazione cerco di andare con ordine per chiarire il mio pensiero
Soprattutto in ragione del fatto che
La battaglia che si fa Ucraina è una battaglia che coinvolge tutta l'Europa
Oggi l'opinione occidentale europea che chiamata
A rinnovare il Parlamento europeo al venticinque di maggio
è un'opinione pubblica che si interroga tutti i giorni sulla convenienza dello stare in Europa
Se cioè valga la pena la pena a far parte dell'Unione europea
Ed è quanto meno paradossale che a pochi chilometri dalle nostre capitali
Ci siano persone che si sono fatte ammazzare restare in Europa ecco questo è forse il primo grande importante paradosso
Di quello che accade in Ucraina mentre in quasi tutti i Paesi dell'Unione europea larghe fette dell'opinione pubblica
Vogliono uscire dall'euro o abbandonare Progetto di integrazione europea
Il l'Ucraina sembra riprendere consistenza quello slancio quell'ideale
Quel sogno che ha caratterizzato negli anni più recenti la possibilità di ricomporre la storia europea sotto le insegne per l'appunto dell'Unione europea
Noi non dobbiamo mai dimenticare che non cinquanta o sessanta anni fa nel pieno della retorica europeista ma nel duemilaquattro quindici solo dieci anni fa
Molti Paesi che erano i Paesi dell'est sono entrati a far parte dell'Unione europea
Molti Paesi hanno cioè sanato quella frattura che si era creata
Nella storia alla fine del secondo conflitto mondiale quando erano svaniti nel nulla dietro una cortina di ferro e per lunghi anni devono sopportato una delle dittature
Più feroci della storia
Credo quindi che
Il fremito la discussione il dibattito che ha
Caratterizzato la Società Ucraina in questi anni sia una discussione che fa bene all'Europa
Aiuto cioè l'Europa ritrovare se stessa aiuta l'Europa a di capire se stessa e le ragioni per le quali questo progetto è stato originato
Perché la verità e che di fronte
Nei morti di piazza ma i dannati
L'Europa per molti versi è rimasta muta incapace di capire che
La battaglia per la democrazia e per la libertà
Che appare agli occhi di molti europei
Quasi strana perché non più corrispondente a quello che il sentimento della vita di molti dei nostri popoli
è una cosa invece che ha una radice profonda e che esprime il bisogno più vero e il bisogno più grande dei nostri popoli delle nostre genti
E per questo che dal mio punto di vista e così importante quello che accade in Ucraina ed è così importante che l'Europa sia attenta a ciò che accade in Ucraina
Qui si compie cioè non solo il destino del popolo ucraino ma il destino di tutti i popoli europei questa quindi è la prima osservazione la seconda osservazione e che e la libertà non è gratis
Cioè la libertà
Che
Che l'esperienza che più fortemente caratterizza il l'orizzonte che invece nell'orizzonte positivo della vita dei popoli
E che la libertà non è gratis vuol dire che per la libertà bisogna essere disposti a pagare un prezzo
Questo prezzo
Non sono solo il prezzo delle vite umane
Di coloro che sono morti in piazza mai D'Anna
Questo prezzo e qualcosa di molto più grande di mo'con quota di molto più complesso e che finisce col diventare la promessa per il destino di una generazione
Quando avevo vent'anni o passato per la prima volta
La frontiera con i Paesi dell'est perché volevo raggiungere a Danzica abitano scrive i militanti di Solidarność che si battevano allora per la libertà e la democrazia del popolo polacco
Venticinque anni dopo quando ho fatto ritorno in quella città nella veste di parlamentare europeo
Un i polacchi avevano preparato una grande mostra
E né all'interno della dei cantieri navali di Danzica avevano organizzato tutto come allora
Quindi c'erano i carri armati nello stesso posto che occupavano venticinque anni prima c'era il filo spinato esattamente posizionato come venticinque anni prima
E poi c'erano grandi venticinque grandi gigantografie
Dentro l'area dei cantieri da un lato della fotografia in bianco e nero c'era la foto di quello che era accaduto venticinque anni prima
Quindi la foto di letto Venza che salutava gli operai piuttosto che la foto degli operai in ginocchio nei cantieri di Danzica
Ma dall'altro lato c'era una foto a colori su ognuna delle venticinque foto c'era la foto il viso di un giovane polacco di venticinque anni
A quel giovane polacco veniva fatta una domanda
Che cosa è stata la dittatura e la risposta era non lo so
Che cosa è stato Solidarność e la risposta era non ricordo nulla non so nulla
Che cosa è stato il comunismo e la risposta era non lo so
Bene l'ultima foto per una foto tutta nera
Sulla quale era scritto in più lingue un popolo che non ha la memoria non ha diritto alla libertà un popolo che perde la memoria non ha diritto alla libertà
Io credo che questa è la ragione più importante per la quale noi dobbiamo venire in Ucraina
Perché quello che accade oggi in Ucraina
E un fatto di memoria non solo per il popolo ucraino ma il fatto che aiuta a tutta l'Europa a capire di più perché l'Europa è nata Europa intesa come progetto politico
E un progetto
Di pace e di libertà
è un progetto di pace e di sviluppo ma pace e sviluppo libertà si ottengono solo pagando un prezzo e questo prezzo
Viene più facilmente identificato attraverso l'esercizio dalla memoria
Perché
è un prezzo che fa conoscere il valore delle cose
Che ci fa capire cioè
Perché le corse sono e devono essere vissute fino in fondo
E proprio per questo che nel mio auspicio cioè che molti uomini politici
Dell'Unione europea vengano in visita in Ucraina per aiutare il popolo ancora i no
E perse sto nello sforzo di dialogo che consenta di superare le difficoltà che oggi si dicono
Ho scritto molti colleghi sia parlamentari europei sia membri dei Parlamenti nazionali sia uomini di Governo
Perché sappiamo andare oltre l'attenzione di carattere mediatico cioè sappiamo fare cioè qualcosa che superi l'interesse sempre breve temporaneo che dimostrano i media
Perché solo se noi sapremo dare continuità di attenzione quello che in Ucraina accade noi otterremo realmente di cambiare le cose
Perché
Tutti gli sforzi che si fanno nella società Ucraina per a vere più democrazia una società più matura
Più libertà ma anche un migliore dialogo anche con la comunità russofone perché tutto questo sia ottenuto sia sostenuto bisogna avere una grande visione bisogna avere una dizione
Che sappia a guardare avanti nel tempo che sappia essere lungimirante e sappia immaginare scenari che oggi ci sembrano preclusi e che ci sembrano magari impossibili
Infatti l'Ucraina non deve essere considerato nella logica del rapporto tra Europa e in Russia come un ostaggio per difendere ognuno le proprie ragioni
Ma bisogna invece stare vicino al popolo ucraino e sostenerne il giudizio
E ci sostenere la profondità delle proprie ragioni perché da questo FIU rischia una stagione nuova che sappia coniugare nel dialogo nella pace gli interessi degli ucraini che diciamo
Il rapporto anche con il popolo russo io mi fermerei qui era solo un modo per introdurre
Questa nostra conversazione se ci sono
Delle domande risponderò volentieri
In ci preme ampi
In Cina cagne
Basta un fascio
Interforze appena in queste ore a comunque escluso
A
Maschi che mondo lì ma posizioni da
Ma che tale
Su dove si è anche sotto anzi Cuccarini vi domo posto solo fossero dove CIT rischio politiche socievole socio verismo il sintomo c'è scritto io copro dove ci si
Nel tempo perché ancora esili e casa tua esosa rosso
Come lei sa la posizione del Governo italiano è un tutt'uno cioè la stessa cosa è identica alle posizioni di tutti i Paesi dell'Unione europea
L'Unione Europea mantiene la sua compostezza la scuola compattezza su questo tema
Le prese di posizione dell'Unione europea sono riferite dall'Alto Commissario
Per l'Unione europea al commissario Aston che sono posizioni che giudicano
Quella della Russia una violazione del diritto internazionale
Quindi c'è un giudizio molto chiaro la Russia sbagliato a commesso una violazione del diritto internazionale
Non ci potrà essere
Nessuna apertura se prima non ci sarà da parte russa la rinuncia alla violazione che ha commesso del diritto internazionale
Questo evidentemente chiede anche un giudizio storico più contingente vale a dire così come alle Forze armate ucraine hanno dimostrato grande senso di responsabilità
Non reagendo alle provocazioni che venivano da uomini armati
Probabilmente riconducibili anche all'azione russa
Così l'Europa intende provvedere attraverso sanzioni a ristabilire il diritto internazionale
Ma evidentemente stiamo parlando di Europa e Stati Uniti che tutto vogliono tranne che un conflitto con la Russia quindi bisogna stare affianco all'Ucraina
A di vicino al Governo ucraino
Vicino al popolo ucraino ribadendo il diritto e i diritti
Nel popolo creino avendo un giudizio molto chiaro su dove eccome ha sbagliato la Russia
Quanto all'altro problema che lei citava l'Italia e per l'appunto un Paese democratico sicuramente ci sono degli uomini politici che hanno opinioni diverso e sono
Opinioni che però nulla hanno a che fare con il giudizio che viene espresso dal nostro Governo
Giovanna assente
Da cliente sale c'è nello stile
Di i ad ormai qua sono sue stesse allora
Di World tipo
Eroismo esistenti fuori però nascono era piano gli energica presi al-Khoei barese costui
Abate Quarto e tipo o vi è poi sta in capo
Ovvio friendly desta in che ci offrono Rolex proprio un mostro il POR
Pietro opposto avrei vetrine astemio fasce assidua una cifra perché Ande che da
Chiari che i nemici fasce a Monza c'erano gli Awacs
A Giulio sente oceani sfascio sarà passerelle io
C'è ai sfogli fa cioè niente sfogavano spiccato di Roma sulla comunque
Si riconosce
O altre chiude Mancin tipo Florio quella sciagura sei otto volte dato in Italia ed era nota
Consegnarne del situation ente scampoli
Qualche mese
Daranno da basta
Di cose a ottobre Russian propaganda
X Clear d'arte
Poi in Ucraina asportato sfrido
Suppongo del renderanno
Fascisti iniziative sperarlo nasceva dall'ex propaganda Bat della par
Del
Feeling o Pipolo del del task force ritorna
E niente di Trieste mosti importando facta ovvero situation mi craniale
O in Ucraina today del del si conteggiato SI e il sei d'
Probabili deroga politici anzianità Velaj mister Berlusconi dal TAR strappi commetterebbero lui mister Putin
Date desiste giacimento come sta il berlusconismo atteggiarci bento vitali anche argomento
Istotipi notti di opinion novità gli ampi Paul gli snodi opinion
Ovvero consente dette Italy esso consegnarmi Inge International RAI
Dico se inizio considero l'International RAI Tre de action offra lasciata allora Clear vaiolo esce dalla ovvero di International RAI
Sì uniamo AIMA messi
Essendo un ex ministro della difesa a che il Consiglio potrebbe dare al governo un Caino
A me stesso di imparare l'ucraino come lei ha imparato l'italiano veramente molto bene complimenti
Guardi ne approfitterò per fare alcune considerazioni relative allo scenario di sicurezza internazionale che noi viviamo oggi che è realmente molto complessa
Mi permetto da questo punto di vista fare le seguenti osservazioni
Ma
La prima osservazione esiste un ambito dove sicuramente
Andrà apposto e con forza questo problema
Che è quello che noi chiamiamo il Consiglio nato Russia
E un'istituzione che si è sviluppata da pochi anni e che già viveva un momento di enorme difficoltà
Perché è da parte russa c'era forte la percezione
Che la NATO tendesse ad accerchiare la Russia per diciamo
Contenerne la spinta e la crescita da parte russa la critica era la NATO ci considera come un nemico non come un amico
Ecco per affrontare questo tema con serietà
Bisogna che non ci rendiamo conto del fatto che sono i comportamenti di Posca che inducono alcuni Paesi a sentirsi minacciati dall'atteggiamento usciamo
Quindi questo problema rimane un problema strategico sul terreno
Dovete tener presente una altra cosa che gli anni delle Torri Gemelle cioè gli anni della lotta contro il terrorismo internazionale hanno abbastanza fatto passare in secondo piano
Questo tema
Così profondamente geostrategico
Questo tema oggi si sposava fa il paio si unisce ad un altro tema ugualmente rilevante
Che è il ritorno di filosofia di carattere nazionalistico che pervadono non solo l'Europa ma il mondo intero
Vorrei che tutti ricordassimo che noi siamo vicini a una situazione di tensione molto forte tra Cina e Giappone
Che ipoteticamente passa attraverso il conflitto sul possesso di isole grandi come questa stanza
Quindi un ritorno di fatto di un approccio di tipo nazionalistico che può creare enormi problemi per la vita dalla comunità internazionale
E come se in questo momento le istituzioni sovranazionali di cui ci siamo dotati negli anni dopo la Seconda guerra mondiale per meglio gestire la situazione della pace della guerra fossero in crisi
E in crisi sicuramente l'ONU perché non riesce a cadere
La capacità di coordinamento e la capacità di azione su Centi per dare credibilità all'azione della comunità internazionale
E in crisi da un certo punto di vista il contesto che ho citato prima quello NATO Russia perché invece di ragionare a ventinove si ragiona di fatto a ventotto contro uno
Ed è in crisi per molti versi la capacità di incidenza internazionale della stessa Unione europea questo fa tornare prepotentemente sullo scenario globale
La forza delle grandi nazioni quindi ancora una volta c'è
La Russia ci sono gli Stati Uniti ci sono cioè quegli attori come l'India come la Cina come il Pakistan che
Perché siccome sono provvisti per esempio della deterrenza nucleare
E siccome hanno disposizione grandi investimenti nel settore dalla difesa
Sono di fatto gli unici attori considerati seri per la soluzione delle crisi
Ora occorre rompere questa logica e il mio suggerimento al Governo ucraino e commentare sempre di più il rapporto con l'Unione europea
Corleo pur compiti non europea perché il rapporto con l'Unione europea e il rapporto finalizzato alla crescita
Di Standard di democrazia di lotta contro la corruzione di diciamo
Passione per la vita dei propri popoli perché garantisce lo sviluppo economico grazie
Al meccanismo di compensazione che così bene ha funzionato per Paesi per esempio come la Polonia l'Ungheria
E quindi il legame con l'Unione europea e sicuramente la strada maestra per l'Ucraina
Per trovare diciamo maggiore libertà ma trovare anche le basi per il dialogo con la Russia e con la comunità russofone del proprio Paese
Ho fatto questo passaggio perché
Indubbiamente proprio perché la crisi e avvenuta formalmente per la decisione di Yanukovich di contrastare
L'ingresso l'accordo di associazione fra l'Unione europea e e Ucraina credo che da ogni punto di vista questo vuol dire che quella la strada migliore
Ci dice Cagnetta non sono mai stati
Qua non ho perso
Voi dovete lascia cinque precettore utili dunque ma
Figlio pro pesche forum
Cipro perché forms romanesco in sé notevole i giacché dunque tre palle Salvatora
Biechi sposi e poi fu Astrio groppo Ischia sospiri sfora di paletta in cercare io ci propone smosso lo sputo tedio UOC Pispini proietta sospiri sto Moukrime
Uto uscire certo Tania moroso mimo sceglieva politici dopo muova il GR Como Ticino con moglie economico dopo muovere cava bellezze operoso seppure d'ucraine
Ove Hassan membro modesti e sospiri sto Ucraina e che
Mo'ai controlli water formula Scredi Niero Turro potrò buio oroscopo turno experience Proietti fuggiti sposi Puddu molto molto inizio ruote stimoli vuote città Fornace promoter che spunta sospiri sto Speer promuovete ancora
Sì ho detto prima che la libertà non è gratis che la libertà a un prezzo
Questo prezzo deve pagarlo anche l'Europa
L'Europa cioè deve essere molto chiara e dire in modo molto chiaro quanti soldi intende mettere sul tavolo per aiutare l'Ucraina
Questa disponibilità di risorse sarà determinante anche per vincere la battaglia delle idee
Perché se non ci sarà un impegno reale e forte
Che abbia lo scopo di tenere l'Ucraina nel campo dell'Europa
Evidentemente l'Ucraina prima o poi verrà riassorbita nell'orbita e nella sfera di influenza
Di Mosca quindi questo è un primo fatto sul quale non ci devono essere dubbi
Cioè l'Europa è chiamata a investire ingenti risorse
Se
Attraverso il miglioramento delle condizioni di vita di un Paese come l'Ucraina
Intende rendere possibile anche
Con più facilità un orizzonte di pace di di sviluppo per l'intera area
Secondo passaggio la società civile queste forze
Diciamo la vera ragione anche per la quale
Sono venuto in Ucraina in questi giorni
Io credo che noi dobbiamo favorire il più possibile intanto un incontro tra generazioni un incontro tra i nostri giovani e i giovani
Ucraini proprio perché venga testimoniato sempre di più il valore della dignità della persona
E il modo con cui una società anche magari profondamente ferita dalla corruzione
Dalla violenza dalla gestione malavitosa dalla mancanza di democrazia e da un clima di sfiducia che legato magari al fatto di sentirsi sotto controllo da parte del potere politico
Il modo migliore con cui rifiorire share questa società e innestando seminando germi semi di libertà
Credo che in questo senso sia attraverso lo strumento dei progetti europei di carattere
Culturale associativo il politico sia soprattutto favorendo i contatti
Nel mondo associativo con tutte quelle realtà che possono promuovere la dignità della persona umana è l'educazione della persona
Noi consentiremo I nostri giovani
Di capire che non può esserci un futuro senza abbracciare l'altro senza ascoltare le ragioni dell'altro senza volersi spendere per difendere le ragioni dell'altro anche se l'altro non la pensa come me
Io credo molto
A questa
Impostazione della vita educativa
Lo difesa in molti Paesi anche fuori dall'Europa
Lo difesa e potete capire quant'è grande la mia sofferenza sè dopo trentasette anni quando il Sudan ha riconquistato la propria indipendenza vedere che oggi
Quel Paese
Vive una Dilani ante guerra civile
E perché appunto c'è stata di sostegno anche militare
C'è stato il sostegno della comunità internazionale ma non c'è stato il tempo di far nascere una società civile in grado di reggere l'urto con il cambiamento e l'arrivo della libertà
Il risultato che oggi c'è una guerra civile ancora più feroce di quella che c'era tra Sudan del sud del Sudan del nord ho fatto questo esempio
Perché in parte diciamo fa comprendere come la sfida sulla i Duc azione di una generazione sia di gran lunga la cosa più importante
Per riuscire a dare pace e sviluppo libertà nel tempo e non solo per pochi giorni
CCPE cagne
Sia mamma questi
Di acque
Azzannata occorre dare atto
Attenti a quel mese tra quelle trattate le nuove linee inizi panettiere ed è a queste proprietario tornassimo
Niente a quella massa una montagna consueto parte
Sospese strano schianta quasi una città e cristallizzarsi no sia sospesa
Lasciò nasce se voi finire grosso tralasci rose Mignogna
Mia credendo chiedono
Melnic vorrei senza ultimamente ne scrisse svista ce lo sta facendo Massimo rivisti Obinna Tiziano bisogna che si dovesse niente
Nuovi ricchi practice mi il nostro mai nel tempo il motto emissione ogni non sufficiente
Non si non
Tende omonimi semiseria dopo utility istruiti chi pratici benissimo il Ministro mantenuto vicinanza proprio Novate ottenuti dunque
La ringrazio molto per questa domanda
Avere la ringrazio molto per questa domanda
Sì che mi permette domanda che mi permette di entrare nel vivo di quella che è un'esperienza di dialogo
Molte volte noi uomini politici in intendiamo il dialogo in questo modo
E cioè cercare un compromesso trovare un accordo
Questa potrebbe anche sembrare la cosa più logica
Per
Ho
Provate a pensare cosa succede se per caso io dico una sciocchezza
E anche quello con cui dialogo dice una sciocchezza
E ci mettiamo d'accordo
Noi rischiamo di fare un disastro per una generazione
E guardate che non è un esempio troppo lontano dalla realtà
Perché spesso e volentieri se c'è di mezzo il potere se ci sono Maddie mezzo i soldi se c'è di mezzo il controllo di milioni di persone si fanno presto a trovare dei compromessi
Che diciamo riducono lo spazio di libertà delle persone
E riducono la possibilità per una società realmente democratica
Allora
Come si fa a trovare un compromesso giusto
Per trovare un compromesso giusto bisogna partire dalla verità
E la verità non ce l'ho in tasca io
Però probabilmente neanche quello che sta discutendo come
Neanche quello che è arrabbiato con me
La verità è un fatto fuori di noi che siamo chiamati a svelare
La parola greca
Cioè all'origine dell'espressione del Rita e alleanze Ya
è una parola greca che significa togliere il velo
Svelare
Andare a vedere come stanno le cose
Ecco io penso che questo sia il primo compito di chi fa politica quando c'è ancora una situazione di grande difficoltà e di grande tensione
Bisogna aiutare la gente ad andare a vedere come stanno le cose
Non ci sarà un dialogo in Ucraina
Se
Permetteremo che il meccanismo della propaganda che dice falsità
Non permette alla gente di comprendere come stanno le cose
E per questo che in questo momento il ruolo dei media e determinante è assolutamente cioè il più importante perché
Altrimenti il rischio che corriamo
E e la gente non capendo cosa succede assuma atteggiamenti diciamo controproducenti
Quindi
Perché ci sia una grande battaglia di libertà ci vuole una grande battaglia per la verità ecco credo che questo sia l'aspetto più importante in questo momento
A specie per Tania tentare nei casi in cui ci stiamo il gas
L'Italia
Qua non può essere
Subiti il chili di Medea ricalcolo delle sorprese orario di chiusura che religiosa ismi linee
Cazzola moglie
Utili uguale di pasta avevo ma volevo che fosse a un certo il cerchio cessione sugli esercizi con le prescrizioni questi
A Carbo formale Atzeni centesimi regna
Ringrazio nell'approccio al filone Anco per questa
Domanda che mi sembra molto importante e faccio alcune considerazioni
La prima che
Nella mia esperienza c'è sempre un profondo legame tra la domanda di libertà e l'esperienza religiosa
Per una ragione semplicissima perché se io credo in io
Credo
In un potere più grande per potere dell'uomo
Cioè credo in un potere più grande del potere dalla politica del potere la cultura del potere dei media del potere del denaro
E quindi sono libero
Cioè
Se
Non dipendo dal potere politico se non dipendo dal potere culturale mediatico e dei soldi sono un uomo libero
E per questo fatto sono un pericolo
Sono un pericolo per il potere
Quindi
E del tutto fisiologico e normale
Che all'origine di una battaglia per la libertà ci sia un sentimento religioso cioè ci sia la percezione che l'uomo non dipende
Dai poteri della terra ma da qualcosa di più grande
Non è un caso che tutte le dittature tutte tutte le dittature fasciste e naziste comuniste
Hanno sempre cercato di distruggere il sentimento religioso da persone
Io credo che nella vicenda Ucraina poi ci sia una cosa in più
Cioè che non solo questo sentimento religioso ha caratterizzato pertanti la propria battaglia di libertà
Ma che abbia anche aiutato ad evitare
Diciamo il conflitto in tante situazioni perché il comportamento tenuto dalle chiese
In Ucraina può essere considerato per alcuni aspetti un modello eh quel meccanismo che ha reso possibile continuare il dialogo
Entra le varie comunità che compongono l'Ucraina in un momento di così difficile tensione
Quindi non solo credo che sia una cosa importante ma credo che vada supportato vada aiutato vada intensificato perché aiuto alle persone a riconquistare il rispetto di se stessi
E aiuto alle persone a capire le ragioni dell'altro ad ascoltare le ragioni dell'altro quindi è una cosa di un'estrema importanza
Pongo in questi
Do svolti Acierno pertanto è questa intenzione occhio ma che la discarica del mestiere mi
Primiero Budel premier Ministro Ucraina sostenerci al test spopolano Francesco
I o scese che le tecniche di Potenza
Canoni Zazzera propaganda poco trovo milione lettere Buzzica mezzi Prodi maschili Genova asciutto un cuoco che ciascuna spacciano Ucci stile Ihama poco dopo usa dire né niente
Spacci al netto delle partners sta è un po'spacci comuniste citate stessi nel sistema mai
Boh detta cosce note fatte
Nemici siamo popolo Francesca i gli auguro il molto ritrovate signori miei sei assetto quel cristianesimo
Un tomo Shop di pochi non
Cipro pesche Cantone Amburgo spillo una che maschile che fu comunisti CNN vuole
Le chiedo invece se ogni tanto vostro se macchine da acque
Sì fissi
Grazie professor Costantin SIGO sul
Io appunto avevo diciannove anni ero uno studente in Italia molti anni fa quando ho avuto alla possibilità di fare questo incontro in Vaticano
Con altri novecento Giovanni italiani a cui il papà di allora Giovanni Paolo secondo chiese di andare nei Paesi dell'est
Per incontrare altri giovani giovani dell'Est e per parlare di pace e di libertà
Devo dire che la visione storica espressa da Giovanni Paolo secondo per molti versi ha trionfato
Non solo imploso il sistema comunista non solo è crollata a più forte dittatura della storia ma
Nelle nuove storie che sono nate la storia della nuova Polonia di tanti dei Paesi dell'est si è compiuto il primo atto di una riconciliazione europea
Che per noi ha un enorme valore
Però
Non è ancora tutto finito
Perché una concezione del potere per cui il potere tutto l'uomo non è niente non conta niente
E ancora dominante in molti Paesi
E credo che diciamo
L'attenzione che esprime il nuovo Pontefice attraverso il richiamo a preoccuparsi del l'uomo delle sue fragilità
Sia
Nient'altro che la continuazione del pensiero di Giovanni Paolo secondo
Il problema è che giustamente la Chiesa intende questa battaglia per la dignità della persona umana nonno come una battaglia politica
Ma una battaglia per restituire all'uomo la sua dignità restituirgliela tutta fino in fondo
Chi fa politica a un altro compito
Chi fa politica ha il dovere
Di diciamo fare tesoro di questa battaglia di libertà anzi
Per assicurare al all'uomo delle istituzioni che diventano garanti e non padrone della vita dalla gente
Su questo mi fermo qualche secondo
Che cosa sono le istituzioni che cos'è lo Stato lo Stato è frutto di un patto di libertà
Io che sono un cittadino cedo quote della mia sovranità personale
In cambio di garanzie in cambio di servizi
Per avere sicurezza cedo o quote della mia privacy
Per avere una politica estera di difesa cedo quote dalla TIA privacy
Lo Stato in questo senso però è garante non è il padrone della mia vita
E quando da garante diventa padrone cessa l'esperienza dei Governi e comincia a quella dei regimi
Ecco perché
Nell'esperienza educativa
Desiderata con tutte le sue forze che ha diciamo convinto decine di migliaia di giovani ad appassionarsi per il destino di quella che allora chiamavamo l'Europa dell'est
Giovanni Paolo secondo ha reso un grande servizio non solo al cristianesimo
Ma alla comunità alla comunità delle nazioni e dei popoli ha reso un grande servizio i popoli
Perché ha consentito a molti popoli di ritrovare la strada della pace della libertà della sicurezza dello sviluppo questo compito non è finito non si è esaurito
E oggi io credo che la vicenda dell'Ucraina rappresenti idealmente l'occasione di un passaggio di testimone tra una generazione all'altra perché quel lavoro continui
Ci riesce Petta rendendo Panama il tema
ANIASA alcuna chance
Volete senti bene ma anche qualche momento fa il Times poi Pini ante in che veramente