26APR2014
rubriche

Cinema & cinema: "Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve" di Felix Herngren

RUBRICA | di Gianfranco Cercone RADIO - 00:00. Durata: 4 min 28 sec

Player
Puntata di "Cinema & cinema: "Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve" di Felix Herngren" di sabato 26 aprile 2014 , condotta da Gianfranco Cercone .

Tra gli argomenti discussi: Anziani, Cinema, Cultura, Film, Guerra, Politica, Societa', Storia.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 4 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Un saluto agli ascoltatori di Radio Radicale
Come è noto il remark dette al termine della sua sciagurata carriera politica
Quando comprende che sarà vinto dal legittimo successore alla cura di Scozia quella comunale cui come si sa egli si era impadronito ero attraverso una serie di diritti
Ecco in quel momento paragona Rita a un racconto da un lato da un idiota pieno di strepitosa furore e che non significa nulla
è una battuta rimasta proverbiale che però probabilmente non riassume diciamo l'opinione sulla vita di Shakespeare del sudore
è una riflessione di quel rozzo guerriero ora disilluso che Macbeth è rimasto anche sotto il mantello regale e che non comprende il senso del racconto morale di cui è stato protagonista
Ora indubbiamente il grande personaggio di Shakespeare a pochi tratti in comune
Con il protagonista del film di cui voglio parlarvi chi è il centenario che saltò dalla finestra e scomparve di Felix Ernie Crenna tratto da un romanzo bestseller svedese
Di Jonas Jonasson però un'analogia cioè
Il centenario ripensando la propria vita strettamente intrecciata con la storia del Novecento come vedremo sembra ritenere
La storia prima ancora che la sua vita insensata e piena di strepitus future
Ma
Abbiamo un ordine che a questo centenario si tratta dell'ospite forzato di una casa di riposo che nel giorno del suo centesimo compleanno scatta dall'ospizio
A prima vista l'aria di un vecchio comune anche un po'svanito e invece non soltanto sa curare bene i propri interessi ma ha avuto un passato straordinario
Per fare soltanto qualche esempio ha partecipato alla guerra di Spagna al fianco di un fervente socialista e in quell'occasione ha salvato la vita al generale Franco
In America contribuito con una geniale intuizione
Alla fabbricazione della prima bomba atomica ragion per cui Stalin lo convoco a Mosca per carpire i suoi segreti
E non riuscendoci lo fece in tornare in un gulag dove egli fece conoscenza con una nientemeno che con Albert Einstein o forse con un suo sosia scemo non è del tutto chiaro nel film
Ora come è possibile che un solo uomo sia stato partecipe di tante avventure riveli Ennio citare soltanto alcune ripeto tanto prestigiose quanto assurde
Evidentemente perché non si tratta di un personaggio realistico
E nemmeno di un simbolo cioè di un'idea fatta personaggio si tratta di invece almeno creano delle intenzioni di una maschera comica
Che dietro la propria impassibili CAA
Nella quale si indovina un costante e scetticismo sembra prendere le distanze da tutte le Follie nel secolo passato mettendo le tutte anche semplicisticamente sullo stesso piano
E più che alle parole l'uomo sembra affidare il commento critico diciamo i fatti che gli occorrono le bombe essendo egli un appassionato dinamitardo
Ora voglio essere chiaro il centenario che saltò dalla finestra non è un bel film e nemmeno un film divertente
Una volta compreso presto compreso il principio intorno a cui è costruita la maschera del protagonista il racconto diventa ripetitivo e anziché essere follemente paradossale come forse vorrebbe
è un po'spento e poco fantasioso
Tuttavia una ragione di interesse io credo il film esce la
Illustra il punto di vista sulla storia quella passata anche quella presente uscito dall'ospizio il vecchio si scontra con le nuove follie dei naziskin e dei fondamentalisti islamici dicevo il punto di vista dell'uomo qualunque
Ho sarebbe Morse meglio dire del qualunquista
Un punto di vista secondo il quale la storia tutta quanta non sarebbe appunto che strepitose caos e che arriva alla conclusione che tanto meglio badare invece al proprio particolare
E tale particolare nel film si concretizza in una valigia piena di soldi grazie alla quale il centenario potrà passare i giorni che gli restano beato in buona compagnia in riva al mare
Nel centenario che saltò dalla finestra e scomparve di Felix Erme Crenna un saluto da Gianfranco Cercone