27APR2014
intervista

Intervista a don Sandro Spriano sul satyagraha di Pannella

INTERVISTA | di Andrea Billau RADIO - 12:24. Durata: 7 min 35 sec

Player
"Intervista a don Sandro Spriano sul satyagraha di Pannella" realizzata da Andrea Billau con Sandro Spriano (sacerdote).

L'intervista è stata registrata domenica 27 aprile 2014 alle ore 12:24.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Amnistia, Anziani, Carcere, Cattolicesimo, Costituzione, Criminalita', Diritti Umani, Diritto, Donna, Emergenza, Europa, Francesco, Giovani, Giovanni Paolo Ii, Giustizia, Indulto, Malattia, Nonviolenza, Ospedali, Pannella, Politica, Rebibbia, Religione, Sanzioni, Sicurezza.

La registrazione audio ha una durata di 7 minuti.
12:24

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale ci occupiamo del Satyagraha di Marco Pannella della situazione carceraria ce ne vogliamo occupare con
Don Sandro Spriano che ascoltatori che tenti di Radio Radicale conoscono bene cappellano di
Rebibbia innanzitutto buongiorno Spriano
Allora cosa pensa di questa
Insomma nuova fase della Satyagraha radicale la telefonata di
Papà Bergoglio insomma lei che appunto è impegnato da tempo su questo fronte
Che cosa che giudizio veda in questo momento
Ma intanto vorrei fargli oppure Marco di stampelle di superare in fretta e in questo momento diciamo di malattia
Credo che abbia già superata che ho visto consigliere in bocca e quindi
Va tutto bene
Il resto cioè che l'altra questione importante per
Il combattente e che un po'tutti cerchiamo di di approntare
Ancora e sempre il problema di Sirchia la pena in carcere situazioni davvero
Un po'terribili ivi enorme disagio
Non si riesce per fare un salto di c'era questa situazione
Anche se in questo momento tutti qualcosa certo alto di miglioramenti all'interno degli istituti
Visto della possibilità di evitare questo salatissime multe candideranno probabilmente a fine maggio
Ma sono un po'palliativi perché i numeri sono sempre esorbitanti qualcosa forse pregevole non si parli in questo momento quel suono tutto ci sono
Problematiche politiche che sembrano più importante non si parla più di ammissibile di
Certi di clemenza come richiamava
Giovanni Paolo II di cui pollici perché la sua presto il di desertificazione
Quindi
Nei per esempio stamattina in carcere abbiamo ci depuratore abbiamo ricordato questo evento storico della santificazione due parti
E poi abbiamo pregato alla fine perché si continui a chiedere
Anzi violente perché noi ci crediamo perché illumini la mente dei nostri politici dello sportellista a decidere in fretta
Non dire sono più parole ma fatti che possono rendere la vita di questi uomini queste donne di questi giorni di questi beni chi una vita estirpi inerti di una condanna ma non
Priva della dignità come avviene in questo momento
Anche perché la Costituzione prevede anche altro concetto fondamentale quello della rieducazione insomma quindi
Se ecco dal punto di vista quindi
Lei appunto ricordava giustamente dove mi Paolo secondo e insomma anche questo Papa con Malpensa telefonata ma anche in un impegno precedente per esempio in Argentina sul sito di Radio Radicale abbiamo un documento no che commenta e l'impegno di di Bergoglio per una missiva per esempio allora in Argentina ecco quindi la sensibilità su questo lei nel mondo cattolico in particolare appunto
A parte di ventila oppure adesso di Bergoglio c'è ma secondo lei perché appunto questa
Questa insomma questa spinta non viene
Raccolta perché lo ricordiamo anche all'epoca poi venne sì varato un indulto ma appunto amnistia che poi Sato insomma un provvedimento che nell'ASS il repubblicano è stato molto ha adottato invece negli ultimi anni appunto anche all'epoca dell'indulto e la la parola mi stia sembra essere un tabù insomma
Ma io credo che non venga accolta perché come tante altre situazioni di povertà e di miseria e nel mondo vengono dimenticate
Non credo
L'accanimento contro chi respira piena il problema è che UDC dimenticare volentieri perché persona da parte di chi
Dovrebbe decidere provvedimenti
Perché non c'è la liquidazione davvero alla società fatta di uomini piccoli di uomini offesi di gente che soffre la fame dirigente ammalati eccetera quindi
Che il problema economico oggi che il PARF il problema dei finanziario eccetera ma le pene vengono assoggettate a problematiche diverse
Invece che cura io credo che in questo momento
Costruiti a Papa Francesco custodire gli altri avere cura degli altri
Man mano impressionata quando in una piccolo diventa parte come ricorderete nel carcere ha detto io qualche ogni Domenico Riggio
Quindi quando il calcio di polenta e lepre per salutare anche quelli tutto così semplice è assegni di cura
Ora mi sembra che domenica nella forse è anche vero che passa FIBA
Non si voglia avere cura sul serio di tutti quelli che contano poco o niente nella nostra società
Entro certo questo è tarato bisogna ricordarlo che infatti in carcere tre per esempio in Italia si sia più volte detto che
Contermine anche brutto no che molto spesso il carcere diventa una discarica sociale dove apriti cielo non lo voglio usare glielo tutte equipara
Cerca
Però era presente al fatto che nelle nostre carceri effettivamente
Diciamo le fasce di popolazione più immagina ali insomma sono sopra rappresentate proprio come dire non si
Si cerca di risolvere i problemi sociali con il cosiddetto richiamo la sicurezza insomma
Che poi io credo che insomma abbiamo tutti forse un po'che noi ma comunque tutti faccia un peccato perché è un po'originale che è quella di immaginare
Che la coniugare la a e di chi ha rubato una mela o di chi ha marcato cento persone
Ecco è una cosa che accomunare comunque diventa quale per tutti
Tutto si parla da tanto tempo di circuiti differenziati nelle carceri del
Una scienziata sarebbero qua costringerlo a qualcuno non non non richiederebbero ambiti io indotti però nemmeno quella perché
Abbiamo il simbolo del male che poi una abbia davvero rubato un pezzo di pane
Ed altro abbia ucciso cioè sono uguali è bene che
Il male ieri separato da noi e noi ne facciamo altro cuori ma questo è un altro discorso
Certo bene io ringrazio molto don Sandro Spriano cappellano di Rebibbia allora buon lavoro gradite valore buona domenica grazie