28APR2014
stampa

Riforme costituzionali: la proposta di Sinistra Ecologia Libertà

CONFERENZA STAMPA | Roma - 12:11. Durata: 30 min 46 sec

Player
Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Riforme costituzionali: la proposta di Sinistra Ecologia Libertà" che si è tenuta a Roma lunedì 28 aprile 2014 alle ore 12:11.

Con Loredana De Petris (senatore, Sinistra Ecologia Libertà), Fabio Mussi (presidente della Presidenza Nazionale di Sinistra Ecologia Libertà), Nicola Fratoianni (assessore alle Politiche Giovanili e all'Attuazione del Programma della Regione Puglia), Fabio Mussi (presidente della Presidenza Nazionale di Sinistra Ecologia Libertà).

La conferenza stampa è stata organizzata da Sinistra Ecologia Libertà.

Tra
gli argomenti discussi: Affari Costituzionali, Bilancio, Camera, Centro, Chiti, Corte Costituzionale, Costi, Costituzione, Csm, Democrazia, Fiducia, Governo, Istituzioni, Italia, Legge, Legge Elettorale, Parlamento, Partiti, Partito Democratico, Polemiche, Preferenza, Premio Di Maggioranza, Presidenza Della Repubblica, Regioni, Renzi, Riforme, Senato, Sinistra, Sinistra Ecologia Liberta', Stato, Storia.

Questa conferenza stampa ha una durata di 30 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

12:11

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Do questa conferenza stampa non non sapendo ovviamente ieri dell'intervista e del
Il Presidente Renzi ma perché ci sembrava assolutamente opportuno fare il punto dopo una settimana di
Interessante dibattito all'interno della Commissione Affari costituzionali sulle sulle riforme
Voi come sapete
Siamo diciamo dobbiamo il dibattito generale discussione generale si chiuderà domani e mercoledì molto
Probabilmente
Sarà presentato un testo base
Ora Sinistra ecologia e Libertà ha presentato una proposta di riforme costituzionali che
Ovviamente è per il superamento per delle bicameralismo perfetto ma con un'ipotesi di costruzione di un Senato che
Parta da delle funzioni forti
Di garanzia controllo potere e di inchiesta
Competenza primaria per quanto riguarda
La legislazione europea e possibilità anche diciamo di
Mandare del leggi approvate per esempio dal
Dalla Camera al conferirle al al parere del della corte costituzionale ora ovviamente il Senato manterrebbe
Fortemente diciamo tutte le competenze per quanto riguarda la legge elettorale leggi di revisione costituzionale le leggi costituzionali le elezioni degli organi del Presidente della Repubblica degli organismi
Di garanzia costituzionale il CSM corte e Corte Costituzionale una proposta che molto simile alla
Alla proposta Chiti per questo motivo noi fin dall'inizio abbiamo inteso
Appoggiare diciamo la proposta King intanto è
Che alcuni di noi hanno sottoscritto il disegno di legge
Chiti e alcuni del dei firmatari della
Proposta Chiti hanno sottoscritto il nostro disegno di legge questo per rendere diciamo molto chiara la costruzione di un
Di un fronte
Trasversale che all'interno del dibattito in Commissione si è a nostro avviso molto molto rafforzato
Questi dati voi già li conoscete ma sapete perfettamente che essi
Ci sono stati circa un'ottantina di interventi in Commissione fino a questo momento e di questi ottanta interventi all'incirca diciamo
Tre o quattro sono stati di adesione alla proposta Renzi alla proposta del
Del Governo tutti gli altri interventi sono stati interventi
Molto critici meno critici ma insomma diciamo tutti quanti non
Con
Con dei rilievi anche estremamente importanti sul
Sul disegno di legge
Costituzionale del
Del Governo ora
Per noi un
Nel presentare e quindi lo ribadiamo qui tanto più dopo
Intervista ieri di Renzi
E il il disegnare appunto l'ipotesi di un Senato con forti poteri di garanzia di controllo è evidente
Che l'abbiamo
Fatto discende non può essere che così da un'elezione diretta poi come sapete noi comunque
Abbiamo presentato una proposta che
Viene incontro al dibattito anche nel Paese di riduzione dei parlamentari quindi prevediamo una riduzione
Del numero dei deputati e quattro e cinquanta una riduzione anche
Del numero dei senatori
Ma la questione appunto dell'elezione diretta quindi dell'investitura popolare è dirimente nessun organismo può avere un serio ruolo di garanzia di controllo esercitare potere i soprattutto in termini
Di elezione del Presidente della Repubblica di garanzia costituzionale se non è eletto direttamente
Il e in questo senso è andato diciamolo il dibattito all'interno della Commissione Renzi ieri
Si rende conto diciamo che sia la data del venticinque maggio ha una data assolutamente
Irrealistica in questo noi tra l'altro riteniamo un pochino
è un pochino è un eufemismo insomma hanno tutte il CIPE le riforme costituzionali sono la sovranità diciamo su questo dibattito dovrebbe essere diciamo pienamente liberamente del Parlamento
Quindi ci troviamo già in una situazione un po'speciale nel fatto che l'iniziativa
Del del Governo
E l'altro punto su cui Renzi formula diciamo una proposta diversa che ad oggi diciamo non è ben chiara
è questa diciamo che spieghi sembrava di un'elezione contemporanea con il Consigli regionali
Adesso o dopo il vertice a Palazzo Chigi sembra essere
Tornato indietro ma questo articolazione di Teramo sta a dimostrare che comunque il dibattito all'interno della Commissione io credo che
Sia servito molto
Noi diciamo anche una cosa molto precisa per quanto ci riguarda noi non potremmo sopportare l'idea che il testo base
Sia come se niente fosse come se questo dibattito in questa la settimana scorsa non ci fosse stato sia quello diciamo del
Del Governo
Il testo basse che i relatori debbono
A nostro avviso presentare deve tener conto ampiamente diciamo di riflettere quello che è stato il dibattito all'interno del
Della Commissione e e il dibattito proprio sul punto del dell'elezione credo che si è orientato di in nella maggior parte dei interventi per un'elezione direi
Il
Le questioni tra l'altro
Che noi abbiamo posto in Commissione e che riporteremo anche nel
Nell'intervento che piglio cattivo voti
Di mercoledì riguardano diciamo la nostra critica a tutto l'impianto complessivo perché la proposta del Governo non si deve leggere soltanto sul Senato ma anche rispetto alla riforma del
Titolo quinto
E e rispetto al alla legge elettorale l'Italie un che è stata approvata alla Camera perché è evidente a tutti che con quel meccanismo con quella
Legge elettorale iper maggioritaria noi potremmo trovarci diciamo in una situazione per cui un partito quel venticinque per cento in realtà potrebbe avere non soltanto la maggioranza alla Camera ma
Nei Consigli regionali con l'elezione indiretta nei fatti insomma sarebbero rappresentati
Al massimo due partiti e quindi un partito diciamo
Di fatto poi con le le con la proposta anche dei ventuno
Senatori proposti eletti proposti dal presidente nominati dal Presidente da veri della
Repubblicano ci potremmo trovare nella situazioni in cui un partito avrebbe diciamo la possibilità di eleggere determinati elezione del Presidente della Repubblica
Della corte costituzionale delle
Del CSM e e questo è il punto
Che il punto di vista che noi abbiamo posto diciamo alla base anche di tutte le nostre forti critiche alla
Alla proposta alla proposta del
Del Governo quindi
Ricapitolando somma per quanto ci riguarda noi
Segnaliamo il fatto che il testo base su questo è la sfida dei prossimi giorni deve assolutamente tener conto
Non si può risolvere quello di comuniste ma chiarezza nella discussione all'interno del PD per cui domani si fa la discussione dentro il Partito Democratico e poi si decide
Il testo base da
Da presentare perché il il dibattito è stato molto chiaro e orientato sul
Da questo punto di vista nel orientato nelle forti critiche alla alla proposta del del Governo
Riteniamo che
Questo dibattito ha comunque determinato una qualche modifica nella
Nelle posizioni di Renzi ma riteniamo che questi siano ancora diciamo almeno per quanto ci è dato saperlo assolutamente non sufficienti a ad un
Discussione diciamo seria
E ha che rispecchi dinamo quello che è stato gli occhi intervento fino a questo momento emerso perché torno a ripetere diciamo il punto dell'elezione diretta per quanto ci riguarda e
E lo dico e l'ultima questione poi mi taccio
E e quindi dell'articolo sessantasette della Costituzione è per noi fondamentale celle
Il fatto che i senatori debbano rappresentare la nazione e non quindi soltanto il Consiglio regionale entro cui sarebbero
Eletti e senza vincolo di mandato perché
Questa è diciamo la garanzia del
Che il il Senato possa diciamo effettivamente svolgete pur nella specializzazione delle funzioni il ruolo diciamo
Di rango costituzionale che non riteniamo debba continuare ad aprile
Fabio Mussi
Il senatore Tocci nel suo intervento in Commissione affari costituzionali del Senato ha ricordato
Che Pietro Calamandrei
Quando si passò nella Assemblea costituente alla discussione sugli articoli della nuova Costituzione
Chiese ai membri del Governo di lasciare l'aula
Ottima raccomandazioni
La riforma costituzionale non è materia del Governo
è materia parlamentare anche perché
I Governi quando tutto va bene dura una legislatura
Le costituzioni
Durano molto di più
E non sono dunque di appannaggio del Governo
Io vorrei semplicemente richiamare inizi punto toccato ora
Dalla senatrice De Petris
Si chiama sistema democratico
Un sistema
Istituzionale nel complesso
Che regola
La vita degli Stati sistema democratico vuol dire sistema
Cioè poteri bilanciati contrappesi controlli e si valuta una proposta
Sulla base del complesso delle norme che definiscono
Un sistema democratico
Ora naturalmente si può prendere la questione del Senato come questione se
E naturalmente siamo d'accordo
Mi pare che qui l'accordo sia molto ampio
Che sia opportuno superare tema che
è stato molto presente in questo lungo periodo di vigenza della Costituzione Costituzione repubblicana
Che mi a superare il cosiddetto bicameralismo perfetto quindi siamo d'accordo che il nuovo Senato non dia la fiducia al Governo che non voti le leggi di Bilancio
Su questo nulla quaestio
Ma le questioni cominciano esattamente da qui perché
Se si prende non le singole fette ma la torta
Il complesso delle proposte che sono venute dal moderno
E da asimmetriche maggioranze perché
L'accordo non si sa quanto soldi dove è stato stipulato Primiero amente nell'incontro Terrence Berlusconi
Questo però diciamo
Riguarda i due contraenti
Il complesso di questo accordo prevede la riforma del Titolo quinto che sostanzialmente una diminuzione rei resi on un me c'è una riduzione dei poteri delle competenze regionali
Piuttosto significativa al tempo stesso queste regioni del potenziate
Dovrebbero diventare con l'elezione dei consiglieri regionali indiretta dovrebbero diventare le
Donnine le padrone del nuovo
Senato al tempo stesso all'altra Camera che resta la Camera elettiva dovrebbe essere una
Eletta di una legge elettorale
Per ora diciamo nel sorge l'attore in attesa delle nuove chiederanno dal risultato delle elezioni regionali
La legge elettorale che da un lato riduce drasticamente rappresentanza con soglia di sbarramento e premio di maggioranza
Esagerati
E dall'altro diciamo affida a
Liste bloccate
Quindi nella disponibilità
Le segreterie di partito
L'elezione
Dei deputati
Il complesso di questo sistema così delineato
Prefigura un sistema ademocratico
Dove la rappresentanza drasticamente ridotta
Dove il Senato che pure dovrebbe avere competenze fondamentali leggi costituzionali leggi di caratura costituzionale
Leggi europee eccetera eccetera
Il Senato non eletto e dall'altra parte una Camera eletta dunque criteri questa baracca
Nonostante gli eredi dal punto di vista
Dei valori costituzionali fondamentali
Per cui noi io vietiamo su un complesso
Delle proposte
Che dall'inizio
Non ci convince
Per questo ci battiamo contro quella legge elettorale che la legge elettorale
Irricevibile
Ci battiamo se
Manteniamo in piedi
Non dico un sistema federale che non è mai nato
Ma una forma dello Stato retta da forte regionalismo
Perché i poteri delle Regioni
Dato che le Regioni restano
Tutte
Non vengono così drasticamente diminuiti e per un Senato elettivo che abbia
Forti poteri nelle materie
Ricordate da Loredana De Petris
E fortissime poteri di
Controllo d'indagine
Di inchiesta
Cioè ci battiamo per un sistema democratico che stia
In in piedi nella distinzione nel reciproco controllo Cecchin bensì distruzione pesi e contrappesi
E e e e chi abbia una sua plausibilità
Mi pare che finora le proposte che vengono siano confuse poco plausibili
E poco democratiche per cui la legge elettorale va cambiata
Le Regioni devono mantenere un peso
E il Senato deve essere effettivo se il tema è quello dei costi naturalmente la nostra proposta
Tra senatori e deputati eletti sono se scena non ferrosa sono seicento in quella di Chieti
Mi
Che siamo pronti a sostenere che sono
Anche meno quindi se il tema è quello dei costi nella nostra proposta e in quella di Chiti i costi sono ridotti rispetto alla proposta che viene
Dal Governo anche se naturalmente la questione democratica non può essere affrontata tutta dall'atto
Dei costi
Quanto al fatto che finalmente però si fa qualcosa perché non si è mai fatto niente non si è fatto anche troppo
E spesso
Sbagliato
Si è fatto la riforma del Titolo quinto che ha dimostrato la sua debolezza
Sia introdotto lo ius sanguinis con il voto dell'italiane all'estero
Si è messo in Costituzione il pareggio di bilancio si è fatto nel due mila sei un'altra riforma che poi venne bocciata referendum popolare non si è fatto si è fatto ma sempre in modo alquanto poco
Meditato e organico
Sarebbe bene non fare il bis il triste non so
A quale il numero di cambiamento
Per cui i tempi che già si sono allungati rispetto agli annunci Titanic ci diciamo entro febbraio la legge elettorale
Entro il venticinque maggio alla prima lettura riforme costituzionali e tutti i tempi saltati detiene
Fossi
Modi di dire
Un po'
Un po'improvvisati
Per questo
Diciamo la il testo base
Non può essere
Non solo non può essere quello del Governo non può essere neanche quello che viene la riunione di partito
L'essere quello che viene del libero dibattito nella Commissione affari costituzionali e poi
Diciamo le normali procedure
Da una
Pensiamo che possa esserci uno schieramento abbastanza largo perché
Una proposta di riforma vera e seria possa venire avanti
Correggendo drasticamente
Le di storture le storture le asimmetriche
Che sono evidenti nella proposta
Del Governo questo è il senso della nostra
Iniziativa
Abbiamo un certo peso parlamentare intendiamo
Far valere in questa discussione cruciale pelle il futuro e la democrazia italiana
Sì molto rapidamente intendo aggiungere molto quello che è stato già detto dal
Dal Capogruppo Loredana De Petris Fabio Mussi che
Ha per la Segreteria nazionale di sé la responsabilità in materia di riforme gli assetti dello Stato solo alcune considerazioni rapidissime la prima come si vede come avete potuto ascoltare
Sul punto di vista di Sinistra ecologia e libertà non è il punto di vista ridi si propone come il soggetto che la conservazione ed anzi vorremmo che fosse una volta per tutti superata
Questa dicotomia un poco insopportabile per la quale ogni obiezione alla velocità
Trasforma Trichet del Renzis modi Lagalante si configura come un'opzione di conservazione abbiamo un'obiezione di merito è stata
Credo che alla mente largamente rappresentata qui e intorno a questa obiezione che è un'obiezione di sistema
Intendiamo costruire nei prossimi giorni nelle prossime ore il più ampio fronte parlamentare lo diciamo non solo le notizie che ha presentato un disegno
Di legge che noi consideriamo
Un'ottima base interlocuzione col nostro punto di vista ma a tutti coloro che oggi pensano che sia necessario aprire una discussione riaprire la discussione provare
A fare
Di questa vicenda l'oggetto di un approfondimento vero a partire se non altro non dall'ubriacatura
Del risparmio un'ubriacatura che peraltro come tutte le ubriacature porta anche a sbandare vero perché
Ci è capitato di ascoltare
Nelle ore che hanno preceduto questa conferenza stampa
Qualche dichiarazione che quella sì sembra quella di un ubriaco a sentir dire che il problema dei costi è risolto anche con la nuova formulazione di cui peraltro non sono ancora chiari i contorni perché
I senatori anche se eletti io sto individuati dalle Regioni non saranno pagati
Dallo Stato ma dalle Regioni e quindi così risparmiamo è una cosa che fa un poco sorridere non è come se in una famiglia uno dicesse abbia risolto risparmiamo perché precise
Io paga alla mi accompagna mia moglie
Quel che
E naturalmente un gioco delle tre carte anche di scarsa qualità
E dentro questa ubriacatura via vien fuori diciamo inceppo diventi un meccanismo di sistema che come fa abbia detto molto chiaramente non funziona punto è
Provare a riaprire attorno a questo tema la discussione
E provare riaprirla partire dagli elementi che hanno a che fare con con quello che serve al Paese
è un po'curioso che la discussione sulle riforme abbia in qualche modo
Viaggiato prescindendo completamente dal tema delle funzioni del
Del
Che cosa si fa per fare che cosa ecco si fa solo per risparmiare si fa per fare veloce
Ma la discussione sugli obiettivi è completamente scomparsa ecco noi
Su questo esprimiamo non solo forte dissenso ma anche la nostra indisponibilità per quest'oggi abbiamo scelto sì ribadire il nostro punto di vista con questa conferenza stampa per questo nelle prossime ore
Continueremo a sviluppare la nostra iniziativa perché sia possibile costruire il fronte più largo
Possibile contro
Questa deriva
Grande
Hai notizie più fresche
Poi Sorato di
Mi sentite ok
Sembrerebbe un po'isolato questo diciamo
La parte del del PD che
Cosiddetti Pasdaran come li definiamo non sui giornali ma insomma comunque la sinistra la parte più critica rispetto alla proposta Renzi quindi ecco il contributo in questo caso diesel fondamentale ma
Come può incanala arsi
E vi è il segreto della domanda in queste
In questa nelle ultime ore
Vediamo nelle prossime
Sei mesi
Sì è una GM diciamo erogate
Quindi se c'è un Pasdaran e si chiama Matteo
No io posso dire una cosa quando è stata avanzata la proposta chiede lo dico perché questa accaduto anche quindici giorni fa
Addirittura somma anche lì sembrava che ci fosse un totale isolamento anche da parte anche all'interno del Partito Democratico diciamo nel panorama
Come avete potuto vedere all'interno della Commissione diciamo della Commissione affari costituzionali invece su quell'ipotesi
E hub comunque diciamo sui disegni di legge che amo abbastanza simili anche come nostro si è creato un fronte molto molto più ampio quindi io credo che bisogna sempre dubitare di quelli che poi diciamo annunciano ritiri
No che in queste ore insomma molti alcuni giornali stanno facendo emergere
Perché invece
In Commissione non abbiamo potuto constatare che
Durante a settimane durante il dibattito invece cresciuto
Molto il fronte cioè non era scontato
Chi Cinquestelle si schiera asterrò
In come si sono schierati nella schiera
Non era scontato che anche Quagliariello non dico bozza Chiti ma comunque chi ha seguito l'intervento del
Dell'ex Ministro per le riforme
In in Commissione affari costituzionali è stato
Diciamo
Fortemente critico
Così
Quelli di Forza Italia mali insomma diciamo varia secondo i momenti però gli interventi che ci sono stati in Commissione come avete visto insomma hanno preceduto anche voi le esternazioni del
Del contraente del patto che ancora con sapete non abbiamo potuto acquisire al
Agli atti della Commissione perché
Certo punto è un gesto fossero acquisiti perché visto che sei continuava a discutere anche formalmente quindi da questo punto di vista
Io credo insomma che gli dice
Come si è visto il dibattito è servito al produce e per questo motivo lo ribadiamo che non siamo disponibili così come molti altri in Commissione affari costituzionali a forzature
Cioè noi non vorremmo che poi ci fossero all'interno dopo il vertice a Palazzo Chigi
E magari
Il la riunione ed all'interno del Partito Democratico non saremo disponibili ENEA permetteremo nessun tipo di
Forzatura sul sul testo base che tra l'altro deve essere votato io ricordo ricordo a tutti ed entro il
Caso Commissione affari costituzionali non è che c'è soltanto un partito Sofia Fo l'espressione per fortuna
E ancora pluralista quindi
I numeri sono un po'diversi da quelli che
Che vengono ho raccontati e che i numeri sono diversi che quei numeri
Sono molto significativi rispetto al dibattito
Così diciamo un mi ha preso atto credo lo stesso Presidente del nel Consiglio nel tentare diciamo un po'di aggiustare il tiro come ha fatto ieri durante l'intervista
Vorrei
Vuole
Oppure
Grazie
Allora
Ma io
Non a caso ho fatto riferimento a tutti gli interventi non soltanto quelli
Il testo base Rodano anche come come avete visto c'è un
Una formalizzazione anche lì una formalizzazione una proposta diversa che viene da
Dallo stesso n CD dal
Quindi sul testo base ci saranno probabilmente può essere anche ci troveremo
Sono due relatori vorrei ricordare non potremmo trovarci anche di fronte a
A due ipotesi che vengono sua su Bai i punti salienti messe messe in in votazione diciamo
In modo alternativo e quindi
Su quello insomma io penso che i numeri sono sono un po'diversi da quelli che che lei adesso ha
Accontato soprattutto su alcuni punti che riguardano sia il
Al
Il centodiciassette per quanto riguarda
Le la riforma del Titolo quinto quindi delle le Regioni sia
Sulla sul
L'elettività o meno del Senato penso e su altri punti non proprio secondari
Impressione diciamo che probabilmente ci sarà ci sarà una diversa due ipotesi di
Che verranno messi in votazione su questo
I numeri saranno un po'diverso avviso
Altre domande
Grazie
Grazie
A