29APR2014
manifestazioni

Una questione democratica. Riforme, rappresentanza, coerenza costituzionale nel cambiamento

MANIFESTAZIONE | Roma - 16:48. Durata: 2 ore 58 sec

Player
Registrazione audio della manifestazione "Una questione democratica. Riforme, rappresentanza, coerenza costituzionale nel cambiamento", registrato a Roma martedì 29 aprile 2014 alle ore 16:48.

L'evento è stato organizzato da Associazione Nazionale Partigiani d'Italia.

Sono intervenuti: Elena De Rosa (membro dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia), Carlo Smuraglia (presidente nazionale dell'ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia)), Stefano Rodotà (professore), Giovanni Ferrara (professore).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Anpi, Boschi, Calamandrei, Calderoli,
Camera, Ciampi, Codignola, Corte Costituzionale, Costituente, Costituzione, Democrazia, Diritti Civili, Diritto, Elezioni, Europa, Europee 2014, Fiducia, Germania, Governo, Istituzioni, Italia, Legge, Legge Elettorale, Napolitano, Nuovo Centrodestra, Parlamento, Parri, Partiti, Politica, Premier, Premio Di Maggioranza, Presidenza Della Repubblica, Presidenziale, Proporzionale, Referendum, Regioni, Regolamento, Renzi, Riforme, Segreto, Senato, Stato, Storia, Tecnologia, Ue, Uninominale.

La registrazione audio di questa manifestazione ha una durata di 2 ore.

leggi tutto

riduci

16:48

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Io sono Elena De Rosa una giovane iscritta all'ampie di accompagnerò in questa iniziativa
Il video che abbiamo visto è il noto discorso sulla Costituzione
Che ha tenuto Piero Calamandrei di fronte agli studenti milanesi il ventisei gennaio del mille novecentocinquantacinque e abbiamo ritenuto opportuno proiettarlo e condividerlo
Perché abbiamo pensato che fosse importante per farci entrare direttamente al centro di questa manifestazione
Di comunico le adesioni che sono pervenute a questa manifestazione
Libertà e giustizia di cui è presente la Presidente sarà Bonsanti
Rete per la costituzione
Carovana per la costituzione Sempre
Movimento dazione giustizia libertà garibaldini per l'Italia
Rete Nazionale comitati per la Costituzione Comitato Modena per la Costituzione associazioni per la democrazia costituzionale Comitato bolognese la via maestra
Forum di Grosseto per una finanza pubblica e sociale
E la segretaria e generale della CGIL Susanna Camusso in una lettera inviata
Al Presidente Carlo Smuraglia ha comunicato di non poter essere presente ma comunque inviato una delegazione
Vincenzo Scudieri segretario confederale CGIL Danilo Barbi segretario confederale CGIL
Giordana Pallone responsabile dell'ufficio riforme istituzionali dell'aria sviluppo CGIL e Carlo Ghezzi Segretario Associazione Bruno Trentin
Chiamerei a questo punto sul palco i relatori di questa serata
Il Presidente Carlo Smuraglia
Il presidente dell'Anpi Carlo Smuraglia
Il Professore Stefano Rodotà
E il professor Gianni Ferrara
Scusate addetto a sarà Bonfante Sandra Bonsanti
Scusati
La professoressa Carlassare non sarà così anche per motivi personali però dopo il Presidente Smuraglia si leggerà la lettera che ci ha gentilmente inviato
Prima di cominciare sono stata inviata presentarvi un breve intervento frutto di un confronto che ha fatto anche con altri giovani iscritti all'ampi sul tema i giovani e le riforme
Mi hanno insegnato che la Costituzione non è né un recinto né un'isola lontana ma la nostra strada
Grazie ad essa esiste la pavimentazione su cui camminiamo ci fornisce le indicazioni da seguire e definisce il panorama che vediamo intorno
Un'immagine che a molti può sembrare troppo metaforica ma a mio parere serve ad esprimere so che questo testo per me rappresenta la nostra tutela
Chi l'ha scritta tracciato le basi di un futuro democratico in cui al centro ci fossero prima di tutto i cittadini
All'alba del referendum costituzionale del due mila e sei l'allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi durante le celebrazioni del venticinque aprile disse
è la Costituzione che ha garantito e garantisce le libertà di tutti
Non dimentichiamoci mai che la Costituzione la base della convivenza civile che ha consentito la rinascita morale e materiale della nostra patria le grandi trasformazioni istituzionali e sociali la creazione di equilibri tra poteri e che ha garantito e garantisce la libertà di tutti
A distanza di pochi anni le stesse questioni ritornano protagoniste del dibattito politico la riforma del Senato la nuova legge elettorale il rapporto tra Stato e Regioni
Quell'interrogativi che furono sottoposti al voto popolare nel due mila sei oggi vengono ripresentati a dimostrazione di una necessaria riforma
Che non può essere rimandata ma che oggi come allora deve essere anticipata da un dibattito allargato ad una platea maggiori rispetto al Consiglio dei Ministri alla direzione del partito di maggioranza
Per questo motivo oggi siamo qui per ribadire il desiderio di prendere parte a questo dibattito in quanto depositari del futuro
Al fine di mantenere inalterati i principi fondamentali della Costituzione ogni azione riformatrice non può prescindere dalla tutela della rappresentatività del Parlamento dalla promozione ed alla protezione del lavoro in tutte le sue forme
Dal diritto alla salute all'istruzione e a tutti quei diritti che oggi trovano più applicazione attraverso la lungimiranza di alcuni amministratori locali piuttosto che attraverso l'applicazioni diretta da parte di o al i centrali dello Stato e pensa e registri per le unioni civili al testamento biologico al sostegno a famiglie con difficoltà economiche questo ci aspettiamo nei giovani è di questo che abbiamo bisogno
I padri costituenti rinforzare un i meccanismi di modifica della Costituzione in quanto carta fondamentale della nostra democrazia riparando la da riforme che non siano frutto di una volontà di parte come invece possono essere quelle per la legislazione ordinaria
Affinché la Costituzione mantenga quel ruolo di guida di carta madri dei diritti del popolo è necessario che sia libera da interessi particolari
A dispetto di so che alcune maggioranze politiche di oggi di ieri vogliono farci credere la Costituzione si strutturata in titoli ma è un unico testo
Ogni sua parte strettamente collegata alle altre
Una modifica sulla struttura dell'ordinamento politico può apparire insignificante ma in realtà va ad inficiare anche i diritti e doveri fondamentali dei cittadini
Riducendo magari il diritto di espressione attraverso il voto a vantaggio di una presunta maggiore governabilità o di una riduzione dei cosiddetti costi della politica
Una riforma che reputo fondamentale per il nostro Paese
Deve implementare la programmazione e l'uscita da uno stato di perenne emergenza
Guardando le delibere dell'ultima decade è impossibile non notare quanto la legislazione straordinaria sia presente
La prevenzione è lo strumento fondamentale di ora il diritto alla salute la sicurezza del cittadino ad esempio non garantire il controllo idrogeologico del territorio per non parlare di un piano strategico industriale la cui mancanza non garantisce il diritto al lavoro
Una programmazione scolastica che già da troppo tempo aspettiamo si concretizzi
La programmazione passa anche attraverso la riforma dell'ordinamento istituzionale
Quella di cui si parla in questo periodo a mio parere così come impostata riduce gli spazi della democrazia con un Senato delle autonomie che per di ebbi la sua importante funzione di garanzia e non sarebbe più espressione diretta del territorio bensì dei partiti politici che lo governano
Certamente il bicameralismo perfetto produce dei grossi rallentamenti nella macchina legislativa non è però da trascurare il fatto che in passate legislature il dualismo Camera Senato
è stato fondamentale per tutelare l'assetto della Carta costituzionale
La mia idea di Senato e in linea con quella espressa dal Presidente Pietro Grasso in cui a fianco dei senatori eletti direttamente dai cittadini nelle varie circo lezioni vi siano anche dei delegati regionali in modo da garantire lo stesso tempo due tipi di rappresentatività popolare e territoriale
Aggiungerei anche come suggerisce il Sole ventiquattro Ore dei membri del mondo della cultura e delle scienze due realtà sulle quali il nostro Paese deve necessariamente investire
E che deve rappresentare questi organi di governo essendo componenti fondamentali del nostro patrimonio storico ed anche economico
Giudico pericoloso anche un eccessivo rafforzamento del Governo
Del resto è dagli anni ottanta se non addirittura prima che si parla di presidenzialismo una medicina che fin dall'inizio è stata venduta come l'unica cura l'instabilità che ciclicamente affligge il nostro sistema politico ma che a mio modo di vedere anziché mitiga armi sintomi gli aggrava
Affiderà il potere affidare il potere legislativo ad una sola Camera nelle quali la maggioranza e vengono a formarsi attraverso un sistema elettorale poco rappresentativo come Eataly comma
Non può che creare una forte insoddisfazione nella società con rischio inoltre di generare sfiducia verso le istituzioni
Vista la portata di questi temi mi trovo d'accordo con l'ampia e con il nostro Presidente Smuraglia nel sostenere che questo tipo di riforme necessitino di un maggior tempo di ponderazione
Questo in modo da garantire una rappresentatività il più ampia possibile ricorrendo anche al voto referendario se necessario e rimanendo fedele a quei principi fondamentali che ci impongono di partire sempre dalla tutela dei diritti e delle libertà dei cittadini
Nel suo discorso ai giovani Piero Calamandrei recita per ben due volte l'articolo tre ecco
Quello che io vorrei quello che molti giovani vorrebbero e che attraverso le riforme la barca sulla quale navighiamo non abbia più ostacoli ma solo il vento in poppa per andare lontano e al sua timone vogliamo che ci sia la Costituzione
Inviterei a parlare Presidente Smuraglia raggiungermi qua
Per il primo intervento
Desidero prima di tutto
Leggervi la lettera di Lorenza Carlassare perché è una lettera autentica
E dimostra che davvero c'è stata una impossibilità e non è
Uno dei soliti casi in cui
Talvolta all'ultimo momento
Si trova che è meglio restare a casa
Carissimo come ti avevo già detto pur desiderando essere con voi non ero sicuro di potermi muovere da Padova in quel giorno
E ora proprio non posso venire avevo già avvisato mia figlia che abita a Roma che sarei andato da lei la sera ma ho dovuto scombinare tutto
Il programma è bello creato rese oppure sono certa che sarà una grande manifestazione
Ce n'è proprio bisogno in questi tempi scuri salutarmi tutti gli amici presenti e spero rivederci presto Lorenza mi pare una lettera ottenendo
La ringrazio anche di avercela mandata
Consentimi voi prima di
Sorgerà l'introduzione
Di dire la emozione che provoca la vista di una così bella platea
In platea così ricca di donne e uomini ragazze e ragazzi più giovani meno giovani
Riuniti insieme
Molti dell'ambiente ma non solo delle grandi perché abbiamo voluto promuovere questa manifestazione ma non abbiamo nessuna intenzione di essere restare soli anzi
Siamo particolarmente felici fatto di
Aver ritrovato qui ancora una volta dei vecchi amici come
Rozza Ferrara
E sentiamo che sono idealmente presenti con noi anche altri amici con cui siamo sicuri che continueremo questo percorso che certamente non sarà breve
Non certo un ringraziamento particolare va a quelli che sono venuti anche da lontano
Che si sono sobbarcati a Un viaggio spesso disagiato
Che magari si ripeterà in giornata
Senza strumenti particolari o mezzi particolari solo per esserci questo è bello
Questo merita un sincero ringraziamento da parte di voi questo dimostra che c'è una volontà
Di una parte
Dell'Italia consentitemi di dire migliore che ci tiene ad essere presente quando ci si batte per la Costituzione
Grazie di cuore
Elena
Che abbiamo conosciuto in occasione dell'incontro colleghi giovani a Ventotene un incontro molto bello che è rimasto nel cuore di tutti noi giovani non giovani
E che abbiamo voluto che aprisse
Questo incontro soprattutto perché
Si continua a dire che chi
Difende la Costituzione è conservatore
Abbiamo frutto sentire dalla voce di una che è troppo giovane per essere conservatrice che cosa pensa e abbiamo sentito che in assoluta libertà
E nessuno
Ha immaginato neanche lontanamente di poter dire che cosa doveva dire ma ha immaginato delle parole che assomigliano molto a quello di Calamandrei e a quelle che diremo noi fra poco
Nelle puro differente notevoli differenze che possono esserci sulle soluzioni specifiche
Perché io non so esattamente che cosa dirà
Stefano Rodotà e nemmeno Gianni Ferrara e cosa avrebbe detto Lorenza Carlassare sulle soluzioni specifiche dei problemi che abbiamo di fronte so con certezza che però
Solo preoccupati come il nuovo ente
Per quanto riguarda questi spazi di democrazia che si vanno progressivamente anche se lentamente riducendo e che penso allora che in qualche modo mentre
Tutta l'Europa sta andando a destra
Ha una destra nera spesso addirittura fascista comunque autoritaria o populista
Se c'è bisogno di qualche cosa rinforzare dovunque la democrazia ampliare gli spazi della democrazia non ridurli e allora da questo punto di vista sembra che sia veramente fondamentale che
Questa iniziativa abbia
Il significato e abbiamo inteso darle non abbiamo cercato di raccogliere firme né particolari adesioni non era questo l'intento di una manifestazione come questa era
L'avvio all'inizio come si diceva una volta di una battaglia che
è destinato a durare abbastanza nel tempo
Anche se c'è qualcuno che ha molta fretta poi i fatti si incaricano di spiegargli che la fretta è cattiva consigliera in materia costituzionale
Perché non tutto si può imporre
Anche perché
Una volta che fosse approvata una qualsiasi riforma
Nel Senato
Potrebbe essere approvato in prima lettura ma poi non dimentichiamo mai che c'è una seconda lettura
Poiché ancora con legislativo a Costituzione vigente ci sono tre mesi
Il legislatore costituente ha pensato con me momento di riflessione e di ripensamento e poi ci vuole una seconda lettura e poi ci sono raggiunti un certo livello ci vuole è possibile anche un referendum una battaglia lunga
Che per noi poi non è soltanto quella relativa alla riforma del Senato ma è quella relativa appunto come ho detto agli spazi di democrazia e qui entra in gioco il discorso sulla legge elettorale perché questo mix
Di una legge elettorale approvata a metà e che io considero francamente inaccettabile e contraria a quello che abbiamo detto da anni cioè che bisognava restituire la parola e cittadini contraria
Contrario a quello che dice la Corte costituzionale
Bisognerà a un certo punto visto che è stata approvata in una parte sola del Parlamento lineare rilevare vedere se si può modificarla e poi ci sono le altre cose nelle quali
C'è da fare un ragionamento complessivo
Quando noi parliamo di spazi di democrazia lo diamo tante cose alludiamo all'eccesso di decreti legge
Alludiamo alle fiducie con cui si risolvono i dibattiti parlamentari alludiamo
All'intenzione del Governo
Dei vari Governi di dettare prima o poi in un modo o nell'altro l'agenda del Parlamento imponendo dei termini e quindi stroncando le discussioni che devono essere fatte in quella sede
Il tutto questo è ciò che ci preoccupa è un sentimento comune
Che vogliamo illustrare e spiegare ai cittadini in un a campagna che comincia oggi e che richiede una mobilitazione ampia anche sul territorio c'è prima di tutto un grande bisogno di informare
Di comunicare perché c'è una grande ignoranza qualche volta anche da parte di chi si occupa specificamente di questi problemi
E guarda altezzosa mentre a chiunque fa delle obiezioni delle riserve o espone delle critiche
C'è bisogno di informare e di discutere di confrontare perché la materia costituzionale è delicatissima
E di grande importanza la questione della democrazia ed importanza altrettanto grande e dunque occorre coinvolgere in questo tutti i cittadini cittadine italiana in questo sta l'orgoglio di questa manifestazione in cui siamo qui per testimoniare
Questi nostri sentimenti questo desiderio
Il porre il problema della democrazia in questo momento in Italia e in Europa con forza e di farvi partecipi tutti i cittadini
Ci sembra
Straordinaria l'idea
Che qualcuno continui a opporsi a questa idea del confronto
Ci sembra straordinario che ci sia qualcuno anche da parte governativa che possa permettersi solo perché ha espresso una sua idea una critica di richiamare all'ordine alla disciplina di partito niente di meno che il Presidente del Senato
Che significa una preoccupante carenza di cultura istituzionale o addirittura di cultura politica senza ulteriori aggettivi
E tralascio il fatto che se qualcuno ha sanato dissente si dice che è in cerca di visibilità
O se
Qualche esperto che ha dedicato la vita a studiare questi argomenti non merita di essere presi in considerazione perché alla fine basta con i professori o il professore
Io posso capire che ci siano delle preferenze talvolta i simili si incontrano
A incontrarsi tra persone magari estranee al Parlamento e discutere fra loro
Io ho altri gusti e personalmente preferisco incontrarmi discutere con Rodotà Ferrara la Carlassare Zagrebelsky altre persone che hanno dedicato la vita a studiare questi argomenti creati
Questa e dunque la questione
Che io sottolineo
Non va trattata come se fosse soltanto la questione del riforma del Senato
Io so alta a se stessa cioè un problema istituzionale importante però limitato ma che va vista nel contesto tanto meno
Va vista sotto il profilo della riforma del Senato perché bisogna risparmiare dei soldi perché davvero questa è enorme che si possa pensare a una riforma costituzionale per risparmiare è una cosa inaccettabile
Posso
Eliminare gli sprechi si possono eliminare le spese ma davvero che le ragioni per fare una modifica così dal non siano quelle solo e solo quelle
Dell'efficacia dell'efficienza
E della rappresentatività dei cittadini del riconoscimento dei loro diritti è davvero impensabile insostenibile
Dunque
Questo
è il complesso dei problemi che abbiamo di fronte
E
Questo è la nostra
Opinione e la nostra preoccupazione
Il progetto di riforma delle istituzioni centrali dello Stato il Parlamento
E tale al nostro parere
Da preoccupare perché squilibrata fortemente il sistema costituzionale
Consegna tutti i poteri a una Camera che non solo
è eletta a maggioranza ma eletta anche con un premio di maggioranza
E toglie di mezzo o rischia di togliere di mezzo
Ogni forma di contrappeso o strumenti di garanzia riducendo contemporaneamente la rappresentanza dei cittadini che è un tema lo voglio dire con forza che è sempre da porre in primo piano rispetto a quello dal governabilità
Che pure è un tema
è un tema che esiste in tutti i Paesi quello della stabilità e della governabilità ma non può diventare un mito a cui si subordina tutto
C'è il problema dei diritti dei cittadini della loro rappresentanza della loro possibilità di esercitare davvero la sovranità popolare che invece a la priorità nella Costituzione che deve averla nella realtà la realtà ecco questo
è un punto fondamentale che noi vogliamo sottolineare proprio perché
Da questo discendono poi una serie di
Di conseguenza
Che sono visibili a chi solo legga il disegno di legge
Dalla riforma del Senato che è stato presentato e che stretti si sta discutendo in Parlamento
E che
A occhio e croce senza bisogno di tanti studi approfonditi dimostra che quello che ne verrebbe fuori sarebbe un Senato non di serie B ma di serie C
Qualche cosa che non farebbe né da contrappeso a una camera adottata invece di amplissimi poteri fra cui quello di votare tutte le leggi e quello di votare da sola e sola lei la fiducia
Ma che non avrebbe
Un equilibrio in nessun genere il che si è accompagnato con il fatto che c'è anche una previsione quella della creazione di questo istituto del voto a data certa
Che
è preoccupante sotto altro profilo c'è un Governo che
Avesse questa disposizione immane intendesse in qualche modo approfittarne
Potrebbe imporre la propria agenda al Parlamento ridurre l'iniziativa parlamentare a poco o nulla
Per questo se mai ci sono i regolamenti parlamentari ai quali spetta certamente di disciplinare anche la possibilità giusta di un Governo di dire quali sono alcune priorità
Ma non è eliminando i poteri del Parlamento e non riducendo una discussione a data fissa
Come si è fatto finora adesso pare che si stia
Modificando forse anche per un provvede intervento del Presidente della Repubblica
Calmarsi conto che non si possono imporre termini troppo abbreviati frase io avevo mai capito quella scadenza perché
Continua a dire perché venticinque maggio non il venti sono un po'maligno stavo pensando alle elezioni se dovesse coincidere con quella ma questa era solo una malignità perché non c'era altra ragione per dire
Che bisogna fare per forza una prima lettura entro una certa data
Bene se si fa anche prima
Naturalmente perché
Da molto che si riflette su questo tema del Senato ha differenziazione lavoro delle due Camere
E così via ma che a un certo punto si possa dire d'improvviso bisogna farlo in questo termine sono muore il mondo all'Inter sembra una cosa inammissibile
Allora
Chiariamo subito una cosa
Noi non siamo conservatori
Difendere la Costituzione non vuol dire che la Costituzione deve rimanere sempre così come è lo stesso legislatore costituente avuto cura di prevedere la possibilità di una Costituzione pur definita rigida
Di essere modificata con un sistema che però garantisca che non sia subordinata alle maggioranze politiche di un certo momento ma che richieda sempre un certo consenso
Almeno simile a quello
Che si è realizzato quando la Costituzione è stata approvata una Costituzione approvata
Una posizione approvata con
L'ottantacinque per cento dei voti
Di un Assemblea costituente composto in modo che tutti sanno è inutile ripetere
Di soggetti
Che più disparati non potevano essere dai socialisti e comunisti ai cattolici democristiani e liberali perfino ai monarchici all'uomo qualunque
Eppure realizzarono ottantacinque per cento perché c'era una volontà di trovare un terreno comune e consegnare al futuro una Costituzione destinata a durare nel tempo pretendere allora
Che nel momento in cui ci si accinge
Ad apportare delle modifiche
Si cerchi di avere almeno un consenso se non uguale almeno molto vicino a quello con cui la Costituzione è stata fatta e che ci si pensi molto quando si mette mano a un sistema che di per sé estremamente delicato
Non è una pretesa eccessiva
Aggiungo a questo
Che noi
Per essere chiari anche su questo punto noi siamo per la differenziazione del lavoro delle due Camere
Anche se
Tutto questo disprezzo per le Camere che fanno lo stesso lavoro
La storia non lo giustifica completamente la storia ci dice che nel tempo molte volte questo sistema
Ha costretto ad allungare i tempi della
Materia legislativa
Però ci sono stati dei casi che hanno storico dare uno per uno ma sono importanti in cui su questioni di grande rilievo
Il passaggio da una Camera all'altra e così via avuto il grande pregio di consentire una riflessione e la correzione di un errore che si sta
Facendo
Tuttavia
Noi siamo del parere che
Alla fine oggi si debba tenere conto di questa esperienza che si è fatta e quindi si debba differenziare il lavoro delle due Camere non debbono fare la stessa cosa
Che è una cosa però diverso dal dire che debbono essere di diverso livello
Anzi l'idea che noi a cui noi pensiamo è a un certo punto quella di due Camere che hanno lo stesso livello e che semmai si dovesse dire
Usare una definizione usare quella che si usa in molti altri Paesi quella in cui la Camera e la Camera bassa
E il senatore e la Camera alta ma non vogliamo arrivare a questo non lo vogliamo dire che però
Quel sistema di pesi e contrappesi di garanzia deve essere mantenuto da allora noi siamo del parere di cambiare
Di apportare queste modifiche alla Costituzione per differenziare il lavoro delle Camere a alcune condizioni fondamentali il primo è che si mantenga il sistema elettivo
Una delle Camere che non è eletto dai cittadini
è di per sé
Una camera svalutata rispetto all'altra di un'altra serie
Che SI.CO.T. secondo che si colga l'occasione per trasformare il Senato in una vera Camera alta per la rappresentatività per la qualità dei componenti per il tipo di funzioni
E contemporaneamente si faccia una legge elettorale
Conforme alle indicazioni della Corte costituzionale
In modo da ridare la possibilità di scelta ai cittadini e di consentire forme effettive di rappresentanza
Del maggior numero possibile compatibilmente con le esigenze della politica di cittadini che non debbono restare fuori completamento delle palazzine ma devono poter essere rappresentati
Che si riserva di non ha i regolamenti parlamentari la disciplina dei tempi e i casi di priorità
Quindi
Alcune condizioni essenziali
Mentre sui modelli si può discutere
Perché tra i modelli
C'è un'ampia scelta
Io temo purtroppo che molti di quelli che stanno discutendo
In materia di riforma del Senato con molta improvvisazione
Non abbiano letto nemmeno
I testi che pure sono dati messi a loro disposizione perché il Senato per esempio ha messo a disposizione l'Ufficio studi
Un malloppo di trecentocinquanta pagine di cui chi ne ha voglia può vedere tutte le esperienze dei vari Paesi le tendenze che si stanno realizzando io ho l'impressione questa voglia ce ne sia poca in giro
E che si parli molto di più per improvvisazione
Che non con reale cognizione di causa intanto per dire che
A quelli che dicono che il fondo potrebbe bastare anche una Camera perché l'altra
è diciamo in qualche modo un supplemento io vorrei ricordare che tutti i Paesi del G otto solo bicamerali
Dei quindici Paesi del G venti
Sono dei per un Paese del G venti quindici solo bicamerali su cinque milioni e mezzo miliardi e mezzo di persone
Quattro miliardi sono rappresentati da sistemi bicamerali bicamerali nel senso stretto che vuol dire con
Elezione
Dei cittadini che poi può essere diretta o indiretta purché sia sempre funzionalizzata allo scopo di garantire una
Presentarsi non ha una lezione anche indiretta fatta casualmente come sembra nel provvedimento che in discussione in questo momento
I Senati in genere nell'esperienza europea esperienza mondiale
Rappresenta uno strumento di equilibrio e di riflessione nei confronti dell'altra Camera perché quella è espressione della maggioranza di Governo
Un bicameralismo vero garantisce una migliore qualità della legislazione e una maggiore stabilità dell'ordinamento giuridico
Il sistema elettorale può essere variato può essere diverso ce ne sono diretti indiretti o misti
Comunque a nessuno sembra venire in mente in giro per il mondo che si possa immaginare
Di
Fare arrivare al Senato delle persone dei quali stanno svolgendo un altro compito sono state lette per quello ma in più gratuitamente dovrebbero ogni tanto venire a Roma non ho ben capito a fare che cosa con quali intendimenti
E con quali disponibilità se vogliamo differenziare il lavoro c'è
Intanto una parte del lavoro legislativo che non può essere affidata a una sola Camera
Si può vedere qual è questa parte che deve essere affidata al Senato per non riprodurre la situazione precedente ma su alcuni temi fondamentali
Leggi costituzionali trattati internazionali le materie di alcuni diritti fondamentali non c'è dubbio
Che i due organi parlamentari debbano poter concorrere in una forma nell'altra poi si vedrà ma devono devono concorrere
Che ci possano essere forme di raccordo con le realtà territoriali ed è altrettanto pacifico
Ma non inventando degli strumenti che non non servono e non sono noti perché per alcune cose esiste esistono e
Già questi strumenti o vengono assorbiti o diventa un duplicato o non si capisce a che cosa dovrebbero servire
Se osserviamo poveri i progetti di riforma del Senato che ci sono in molti Paesi molti Paesi sta pensando anche in Europa di modificare il Senato però
Le indicazioni principali che emergono sono quelle di differenziare il lavoro dei due rami del Parlamento e abbiamo visto che siamo d'accordo specializzare
In qualche modo le funzioni del Senato sempre incrementare la rappresentanza e la democrazia non ridurla queste sono le tendenze che sono presenti nei paesi europee
Con un'esigenza anche di razionalizzazione dei rapporti con l'Esecutivo un rafforzamento dell'equilibrio dei poteri e una esaltazione della funzione di raccordo con le realtà territoriali in altre parole
Quello che conta è che quel sistema che il legislatore costituente aveva immaginato
Di pesi e contrappesi
Di garanzie e controgaranzie rimanga in qualche modo presente perché è fondamentale per la tenuta del sistema parlamentare per l'espressione dalla sovranità popolare dei cittadini e della loro rappresentatività
Se poi
Il sistema possa essere
Completamente elettivo in maniera diretta oppure possono inserirsi altre forme può essere studiato ci sono anche queste proposte interessanti di inserire
Competenze particolari
Non
Non competenze in materia economica o altro perché questo ha già fatto anche attive esperienza in Francia anni fa quando ci si mise in testa di fare una sorta di senato delle corporazioni e naufragò con un referendum e ricorsi dimise a seguito di questa sconfitta non è quello
Il problema è vedere se
Parlando di Camera alta si può immaginare anche che si faccia entrare in Parlamento
La tecnica la scienza la cultura io credo che ce ne sia bisogno
Anche perché
Sotto molti profili queste gran parte una carta importante della nostra Società dell'evoluzione del nostro futuro e non sarebbe male che di questo
Ci fosse una presenza reale anche nella Camera alta nel Senato poi ci può vedere in quali forme capisco che l'attenzione non è non è fortissima abbiamo avuto un'idea quella
Il venticinque aprile nella manifestazione nazionale a Milano di far parlare una scienziata senatrice a vita volevamo lanciare un messaggio
Un messaggio cioè che è il momento di parlare anche oltre che dei mille argomenti di cui si parlano spesso indifferenti spese spesso inutili di cui si va al Betta
In mille modi si parlasse questi temi essenziali le ovazioni la ricerca la scienza
Il peso che tutto questo a sull'economia sulla cultura di un Paese ed è sorprendente che gran parte della stampa abbia ignorato
Il significato di questa scelta e che un solo giornale abbia riportato una parte di quello che ha detto la senatrice Elena Cattaneo in un discorso bellissimo il Consigliere a chiunque e che l'ampia inserito nel suo sito
Perché chiunque lo possa consegnare che tu questo dimostra che
La linea
Di tendenza e di confronto e la cultura dell'innovazione della ricerca della scienza non è altissima in questo Paese
Se
Inserirne una traccia anche in un nuovo Senato in una Camera alta fosse veramente possibile sarebbe certamente un dato che servirebbe anche
Ad incrementare forse domani a impedire che tanti giovani
Bravi competenti debbano scappare all'estero prego qui non vengono impiegati e non possono fare ricerca
Ecco vorrei
Concludere allora
Ritornando all'inizio c'è una serie di questioni che si tengono tutte insieme e che noi abbiamo chiamato la questione democratica
Nel senso che sono questioni di democrazia la legge elettorale
Comportamenti dei Governi
Queste riforme del Parlamento vorrei aggiungere un'altra cosa che mi sta molto a cuore
Ed è che l'idea è che si sia perso del tempo in questi anni nel trattare le riforme
Perché si è cattivi
Perché la colpa è dei professori che ne inventano di tutti i colori o altro mi sembra un'idea veramente banale soprattutto che nasconde
Una verità
Che non si vuole accettare e che si è questo è avvenuto la colpa è della politica della cattiva politica che si è fatta in questi anni
Nel fare
Voi
Siamo favorevoli alla buona politica
Pensiamo che ci sia un gran bisogno di cambiare la politica del nostro Paese e quella dei partiti nel nostro Paese
Ma pensiamo che debba essere cambiata non solo sul terreno della riduzione delle spese
Ma sul cambiamento dei comportamenti nelle scelte dei modi di essere sugli atteggiamenti che purtroppo si sono diffusi dal Parlamento fino all'ultimo Consiglio regionale qualche volta anche a qualche altro
Ente locale è questa la politica che va cambiata se qualche cosa ancora anche sul piano istituzionale non va e perché questa politica non è stata in grado
Di discutere seriamente di confrontarsi e purtroppo c'è da un esempio anche oggi
E
è l'ultima considerazione che voglio fare io sono un po'scandalizzato di queste campagne elettorali che si stanno conducendo
In cui ci sono argomenti enormi da affrontare fra cui questo di che cosa diventerà l'Europa se non staremo attenti
A forza di andare a destra a forza di essere di un liberismo signor Renato
E a forza di ispirarsi
Soltanto a un rigore io sul MOT che ormai tutti gli economisti dicono che non ha più giustificazione allora dovremmo dire discutere di questo per
Stando alle elezioni europee e dovremmo discutere della buona politica parlando delle elezioni in tanti Comuni e amministrazioni locali italiani
Mi pare che
Nei talkshow
Ne va in televisione si parli di di altro
E si parli lo dico perché oggi sono benevolo di fronte a una platea che mi entusiasma sono dovrei dire si balbettii oppure che si litighi semplicemente perché non vedo altro in televisione che questo
Mentre ci sarebbe tanto bisogno di preoccuparsi dei neo fascismo idee meno nazismo delle nuove tendenze
Ci sono nel nostro Paese mentre sembra quasi che perfino ad alcuni nostri politici in Italia la parola antifascismo faccia un pochino ribrezzo uno la pronunciano mai come se fosse
Come se fosse una parola difficile pure questo è il Paese nel quale si è tributato l'anno scorso una un sacrario contributo a un grande soldato come il maresciallo Graziani
Questo è è il Paese nel quale uno Sindaco recentemente
A colto l'occasione del venticinque aprile per togliere di mezzo il monumento ai partigiani alla Resistenza
E questo è il Paese nel quale in un altro Paese dove
Con la liberazione è stata issata un una bandiera italiana che è lì ferma da tanti anni
Si è colta l'occasione della via del venticinque aprile per tirar giù la bandiera italiana e metterci una bandiera della Repubblica sociale italiana e
Si ha paura in questi
Sì sia paura in queste
In queste occasioni si ha paura di pronunciare anche la parola antifascismo che invece è una di quelle che insieme la parola democrazia è quella che ci preme che venga
Ripetuta il più spesso possibile la conclusione e
Poi
Tutto il resto detto fin troppo lo diranno di amici e colleghi rotta di Ferrara tutto questo è soprattutto un'occasione di impegno voglio ribadirlo nella fine
Non ci lasciamo questa sera perché abbiamo passato due ore insieme e siamo stati contenti
Ci lasciamo questa sera con l'impegno
Di ritrovarci sulle piazze d'Italia sui luoghi di lavoro sotto tutti i punti di incontro per cercare di fare in modo tutti insieme in questo Paese abbia più democrazia abbia difforme corrette
Pensi alle riforme primarie che sono quelle di fare finalmente un grande piano del lavoro che via crei posti di lavoro
Il lavoro
Ai disoccupati ai precari
Per questo
Siamo
Questo dobbiamo oggi contrarre un impegno amichevole affettuoso ma forte di continuare insieme una grande battaglia di civiltà
Invito RAI Tre avessero trattare aggiungere
Lezzi io
Io ringrazio molto ampi per aver voluto organizzare questa manifestazione ringrazio Carlo Smuraglia per avermi invitato a parlare
Voglio dire
Che sono molto felice anche del fatto che sia libertà e giustizia sia i sottoscrittori dell'originario appello la via maestra mi hanno chiesto di dire che parlerò anche a loro nome
Permettetemi di cominciare con quello
Che potrebbe
Sembrare forse un atto di modestia ma è semplicemente
Un richiamo alla memoria alla storia alla nostra cultura che mi pare siano in termini che stiamo un po'perdendo voi avete sentito prima le straordinarie parole
Di Piero Calamandrei per oggi Piero Calamandrei se fosse in pista sarebbe considerato un pericoloso professore ombre
Luigi no no scusate c'è una ragione per cui sto dicendo questo
Perché Piero Calamandrei insieme a un altro professore ormai che si chiamava Arturo Carlo Jemolo e insieme ad alcuni politici che si chiamavano Ferruccio Parri e Tristano Codignola
Furono tra quelli che
Costituendo una piccola formazione che si chiamava Unità popolare impedirono che scattasse il premio di maggioranza previsto nel mille novecentocinquantatré
Da quella che io oggi non lo so più chiamare legge truffa perché quella era una legge ancora rispettosa di alcune regole fondative del demonio della democrazia
Per la semplice ragione che il premio di maggioranza veniva attribuito solo se veniva superata la soglia del cinquanta per cento
Dunque
Lo faccio per una ragione di memoria perché
Ciò anche mi ha molto colpito al di là dei fatti personali che poi sono sempre secondari
Poi ho un'età rispettabile ne ho fatte di tutti i colori e anche abbastanza spalle solide ha perso sostenere
Qualche piccola battuta Pagnoni drammatizza diamone è il fatto che in questa fase ci sia stata una sorta di
Forte disprezzo
Del della cultura che purtroppo continua questo non è un fatto completamente inatteso nuovo perché ciò che abbiamo alle spalle l'ultimo ventennio in usiamo sempre questa espressione
E quello di una drammatica regressione culturale che io immaginavo speravo
Che i cambiamenti
Corsi fortemente sottolineati
Avrebbero consentito di abbandonare e invece rischiamo di precipitare sempre di più c'è una lettura per esempio dell'autonomia della politica che viene in questi giorni propagandata dall'i Ministri della Repubblica che dice sì i professori si facciano sentire ricordino però che poi la decisi
Un e della politica questa idea di autonomia della politica e molto rozza è molto pericolosa
Io vorrei ricordare che negli anni
In cui ci fu in questo Paese una grande stagione di riforme
Il legame la cui
Terrà politica culturale società era molto stretto io vorrei ricordare
Almeno tre leggi lo Statuto dei lavoratori lo Statuto dei lavoratori
Niente
Viene comunemente detto che il padre dello Statuto dei lavoratori non è un politico
Un progresso favole che si chiamava Gino Giugni
Poi è stata anche apolitico ministro ma allora era insieme li voglio ricordare Federico Mancini Giorgio Ghezzi Umberto Romagnoli
Ivi innovatori del diritto del lavoro che in quel momento non veniva disprezzato come umbra cultura di nicchia e poi la politica Siri riservava il giudizio finale no
Lo statuto dei lavoratori non nasce soltanto dal rinnovamento della cultura giuridica nasce dall'autunno caldo nasce dalla consapevolezza della politica
Che devono essere tenuti aperti i canali di comunicazione
E
Quello fu un risultato
E in quel modo la politica di vostro alla sua piena autonomia dagli interessi attenzione perché il contatto della con la cultura libera la politica dalla soggezione agli interessa in questo momento
Guardate come viene discusso
Come viene discusso il tema della legge elettorale che
Direbbe un professore o un questa volta non italiano dovrebbe essere discussa con il velo dell'ignoranza cioè
Immaginando la lui separata e libera da quelli che sono gli interessi minuti concreti
Che ci sono in un certo momento invece che cosa io ho letto anch'non mi sono sorpreso per carità perché questo ormai è il clima in cui viviamo che un giornale autorevole
Il Sole ventiquattro Ore di domenica presenti uno scritto di un signore che spiegava quanto fosse conveniente avrei insieme Rusconi mantenere quella legge elettorale
Ad esempio quella è una legge che è stata scritta tenendo presente le convenienze neanche di due partiti ma di due persone possiamo immaginare
Una riforma costituzionale che abbia questo spirito e non è
Ed è tanto vero
Che questa è un'ipotesi inaccettabile fragile che il timore o il terrore di un ulteriore incremento dei voti del modo entro cinque stelle già mette in fibrillazione quella spesa sa legge elettorale che dovrebbe essere messa in discussione deve essere messo in discussione invece
Per le ragioni che ha ricordato Carlo Smuraglia perché
è assolutamente contrastante non con lo spirito ma con il sistema costituzionale
E c'è un altro punto che dalla prova della giustezza della verde
Intitolato questa manifestazione ai rischi impera alla democrazia
Perché la discussione che si sta svolgendo in questo momento e punteggiata di richiami alla necessità di tenere fermo un PAC toh il patto sarebbe il cosiddetto patto del Nazareno che si aggiunge ai tanti impatti più o meno sotterranei ambigui
Il patto della crostata che hanno punteggiato alla nostra storia politico ma questa volta il patto del tutto ignoto sappiamo quali siano stati i contraenti
Renzi e Berlusconi ne conosciamo il luogo dove è stato siglato il Nazareno ma i contenuti
E questo e assolutamente fuori da ogni regola democratica che si richiami all'ordine il Parlamento che si richiami all'ordine il Presidente del Senato che si ritengano
Pillay vittima ambiente protagonisti
Parlamentari che vogliono semplicemente riappropriarsi del loro diritto di iniziativa legislativa
In base a un patto ignoto sconosciuto dobbiamo chiedere ai Renzi che è stato così generoso dicendo che eleva il segreto su tutto che comincia a lei la il segreto
L'offerta
Dobbiamo
Non è una battuta patate dalla democrazia è fatta di queste cose quando oggi la ministra delle riforme
Che forse dovrebbe sempre un po'riflettere prima di dare giudizi
Acqua al nono ha qualificato come pretestuosa questa manifestazione almeno poteva aspettare sapere che cosa sarebbe stato detto queste il modo corretto
Di dialogare altrimenti ci sono
Prego fusioni pregiudiziali
Allora veniamo alla sostanza e al fatto che siamo davvero in una situazione nella quale
Può determinarsi una svolta profonda della storia politica e civile di questo Paese nella quale non c'è
Un incontro ricco un conflitto come si usa sbrigativamente descriverlo terrà conservatori è inno Fattori parentesi la categoria dell'innovazione e molto pericolosa l'innovazione per sé ma il secolo passato
Che è stato il secolo Beretta il secolo dei drammi dei totalitarismi è stata anche segnato da questo
Perché c'erano innovazioni che venivano pagate esattamente con la riduzione dei diritti civili e politici con la riduzione della democrazia
L'innovazione non è un bene in sé
La l'innovazione è un bene quando è accompagnato dal mantenimento anzi dal rafforzamento delle istituzioni dalla democrazia
Dunque
Ovvero FS hanno confrontando in modo più diretto più forte anche arbitrariamente semplificato
Due culture che in questi anni si sono fronteggiate nella storia si stanno confrontando dietro queste due culture due idee di società
E quindi in sostanza e in sintesi
Due idee di democrazia perché ciò che in questo momento si propone incidendo profondamente sui tratti costituenti del nostro si
Ma
E una modifica della forma di Stato e di Governo perché ciò che si vuole abbandonare è la democrazia parlamentare rappresentativa questo lo dobbiamo dire
Perché questa è la posta in gioco queste sono le questioni sul tavolo
è la domanda di fronte a un interrogativo a un problema così impegnativo per la
Per la storia di un Paese eh
Ma manifestazioni come questa servono io vorrei essere
Molto
Tranquillo nell'affrontare questo problema ricordando un precedente il precedente quello riguardante il tentativo affidato anche quello è un disegno di legge costituzionale di
Di iniziativa governativa dia entrare sul terreno delle riforme modificando art addirittura l'articolo centotrentotto della Costituzione
C'è stato in quella fase una forte mobilitazione
Non solo culturale ma civile molto netta
Che a mostrato l'impraticabilità non di fatto e i colpi di forza sono sempre possibili
Lusso delle maggioranze è
A disposizione ma
L'impraticabilità costituzionale di quella strada è stato inutile no
Perché per esempio ha stimolato la devo dire con sincerità ogni tanto si dice non equivocate ma questo movimento sinti Cinquestelle solo capace di dire di no e di salire sui tetti
Ti della Camera io vorrei ricordare che quando salirono sul tetto della Camera per scendere negoziare lotte ecco lo sa un rinvio a settembre nella discussione di quel decreto di quel disegno di legge costituzionale
Che era entrato nella fase della seconda lettura alla Camera questo consentiti che essi consolidasse questa
Ostilità al testo è
Quando le condizioni politiche mutare o no la legittimazione di mondo mandare avanti quella iniziativa non c'era più dunque
Quelle
Prese di posizione tutt'altro che astratte tutt'altro che partigiane
Consentirono di creare il terreno propizio all'abbandono di una strada pericolosa diedero anche Forza e Coraggio a parlamentari che altrimenti avrebbero accettato come una sorta
Di deriva oggi tempesta naturale
Quell'azienda
Accadendo qualcosa dello stesso genere in questo momento è troppo presto per dirlo è troppo presto per dirlo non sono neanche ottimista però certamente io sono
Convinto che se non vi fosse stata questa apertura di discussione molto viva e che spiega poi le reazioni stizzita e aggressive
E sono sempre
Quelle di chi sa alla fine di stare un po'dalla parte del torto perché quando si sta si è sicuri delle proprie argomentazioni si è disposti a discutere o meglio forse no
Dalla parte del torto la sentenza di non avere gli argomenti adeguati per sostenere una discussione venne in questo momento
Solo perché io lo dico è stata aperta questa discussione solo perché nel Paese questo fatto comincia a camminare
Solo perché lei parlamentari hanno cominciato a dire questa non è una strada perseguibile senza alcuna
Resistenza per solo perché tutto questo è avvenuto oggi e si è aperta una discussione che ai miei occhi
è ancora assolutamente inconsistente dal punto di vista dei risultati che vengono proposti però dimostra come sia indispensabile
Che la società non si disinteressi tre parole
Di Calamandrei tornano avviciniamoci allora un po'più da vicino alle questioni non la farò lunga aperte ormai sono commenti di tutti noi conosciamo in primo luogo l'argomento del conservatorismo del conservatorismo istituzionale
Questo è otto l'effetto di cattiva informazione che poi quando supera una certa soglia diventa malafede oppure è l'effetto di una
Determina deliberata volontà di non prendere in considerazione non le posizioni di Tizio di Caio ma la storia istituzionale di questo Paese
Che la storia di questo Paese è costellata di proposte di riforma costituzionale che andavano però nel senso di inverare rafforzare
E offrendo una buona manutenzione del testo costituzionale
Renderlo adeguato ai tempi che stiamo vivendo
Tutti di tutto questo
Ci sono molti segni

Vi parlerà Gianni Ferrara di un testo che è stato riesumato polemicamente ma come succede quando alcuni testi vengono poi
Espressi non letti e soprattutto non capiti
C'è un effetto boomerang
Che cosa perché ricordo un testo di cui siamo qui ha qui ci sono due dei responsabili perché nel mille novecentottantacinque cioè quasi trent'anni fa
Noi eravamo in un gruppo che si chiamava Sinistra indipendente da un certo punto ci ponemmo questo problema
è questo problema fu affrontato in un testo la cui vanno finale e di quel signore seduto lì in mezzo c'è di Gianni Ferrari che il primo firmatario di quella proposta che riguardava il passaggio al sistema monocamerale
E allora c'è stato detto ma che vergogna Rodotà e affermato firmato quel testo adesso difende anch'ancora il bicameralismo ebbene guardate che
Detta così è stato anche detto in questi giorni va Berlinguer una volta si era pronunciato per il monocamerale molo cameratismo attenzione quella proposta era stata fatta nel mille novecentottantacinque
Perché già quasi trent'anni fa
L'idea di una riforma costituzionale che concentrasse il poteri nel Governo
Che ne tesse l'esecutivo al centro è mortificata se la democrazia parlamentare era molto forte e quindi quella proposta di
Cioè noi avanzammo quella proposta che noi avanziamo era direttamente polemica rafforziamo il Parlamento concentriamo in una Camera questa
Idea forte di sovranità popolare
Costituzionalizza diciamo il principio proporzionale per le leggi elettorali e quindi eleviamo una barriera contro ogni tentazione antidemocratica e autoritaria
Esattamente
Ciò che si sta cercando di fare in questo momento in altro modo dunque visto quando si discute di un testo bisogna tenere presente
Il momento il contesto storico le condizioni istituzionali allora si discuteva in una situazione in cui la legge elettorale
è una proporzionale in cui c'era il voto di preferenza in cui i regolamenti parlamentari davano un enorme potere alle minoranze
E quindi c'era la possibilità di avere nello stesso tempo rappresentanza parlamentare e controllo sull'Esecutivo
E oggi noi ci troviamo in questa situazione invece perché noi non possiamo scorporare come si sta facendo in questi giorni o si tenta di fare la discussione sul Senato dalla discussione sulla
Sulla legge elettorale perché
Attraverso le proposte anche con gli emendamenti che in questo momento sembrano circolare
L'obiettivo è quello di avere un monaco monocamerale istmo di fatto senza le garanzie del monocamerale dirlo questa è la situazione che abbiamo di fronte perché la legge elettorale
Che è una legge incostituzionale al di là
Della stessa considerazione della conformità alla sentenza della Corte costituzionale
Che io dico anche se non ci fosse quella sentenza la profonda violazione
Del principio di rappresentanza la profonda violazione del carattere parlamentare della nostra democrazia sarebbe evidente abbiano anche i paletti
Indicati dalla Corte quella è una legge doppiamente maggioritaria alla già ricordata Carlo Smuraglia
Con il premio di maggioranza che si aggiunge a quello che è già un meccanismo iper maggioritario che quindi distorce completamente la rappresentatività esclude con
Soglie assolutamente inammissibili la possibilità di entrata sulla scena politica si soggetti nuovi o comunque diversi
E quindi gli innovatori stanno invece introducendo un blocco alla dinamica del sistema perché le forze nuove non avrebbero la possibilità dico e
Il cammino ve le forze nuove comincia tante volte proprio dalla loro
Carattere minoritario la possibilità di andare in Parlamento far sentire la loro voce
Ottenere maggiore consenso e lì cioè il meccanismo e evidentemente inaccettabile in serie altre proposte sono state fatte ne abbiamo fatto
Tantissime perché anche allora io ricordo benissimo che quando ci fu una discussione che porto al Mattarellum tanto ognuno può decidere chiaro questo
Ci fu il tentativo
Fatto da pochi uno di questi ignifugo Aldo Tortorella
C'era ma anch'io in questa compagnia di dire ma perché non si va verso un sistema con il sistema elettorale il tedesco che consente di conto di
Avere delle compatibilità tra le esigenze di governabilità
Senza deprimere la rappresentanza
Di proposte di questo genere ce ne sono state tante oggi noi abbiamo una proposta che si allontana molto e in questo momento badate
Anche nella ipotesi abbassiamo le soglie inammissibili inaccettabili l'otto il dodici per cento
Non è fatta perché c'è una riflessione effettiva ma perché ci si preoccupa del consenso che deve essere assicurato
Dalla
Dal nuovo centro destra pendente quanto e lungimirante il discorso che viene fatto
E c'è in questo c'è un difetto di cultura politica perché è una cultura politica tutta destinata a che cosa a mantenere le condizioni di potere e quali sono attualmente in alto non c'è nessuna
L'idea innovativa ecco perché quella legge elettorale
Peraltro quando si incominciò questa discussione erano state messo sul tavolo un po'alla rinfusa come se si dovesse presentare preparare un banco di un supermercato anche altre ipotesi
Il modello spagnolo un po'più decenti di quella che abbiamo di fronte
E possibile riprendere questa discussione io credo che abbiamo detto tante volte mostrando di essere assai più propositivi di quanto non si voglia dire che questa qualcuno questo onere serve per rendere
Non ci stiamo come si dice mettendo la faccia vorrei chiedere un po'che ci sia anche da altre parti altrettanta sincerità e altrettanto coraggio politico in queste situazioni
Altre due tre cose e poi chiudo la prima riguarda questa faccenda del Senato la questione del Senato e evidentemente
Il segno di nuovo della
In preparazione
Della
Frettolosità e dietro impreparazione frettolosità però c'è un disegno molto chiaro io costruisco una Camera attraverso il sistema iper il maggioritario
Dunque una Camera
Nelle mani assolute del vincitore delle elezioni il discorso spacciato come quasi regola costi regola
Che
A
I suoi riscontri negli altri Paesi la sera delle elezioni si deve conoscere il vincitore e si dice come succede in Francia in Germania in Inghilterra un'assoluta Bugia una falsificazione
Perché l'ultima le ultime elezioni inglesi dopo il risultato che per la
Che dopo tanti anni per
Impediva
Una maggioranza di un solo partito non si sapeva se i liberali si sarebbero alleati e con il Conservatorio con i laburisti
La costituzione del governo tedesco richiese tre mesi di trattativa in Francia è avvenuto che ci fa
Zero maggioranze diverse da quella
Per investire al Presidente della Repubblica è quella che componeva invece l'Assemblea nazionale
Quindi
Viviamo in un tempo di manipolazione dell'informazione fino
Fino alla falsificazione e quando questo accade come sta accadendo ancora in questi giorni
Da un signore che non voglio neppure nominare
Ci siamo abituati ma quando queste cose accadono dalle nostre parti credo che ci dobbiamo tutti preoccupare
E chiamare le cose con il loro nome
Allora l'ordine
Nuove norme
Quello localmente quell'orgia adeguarsi ad altri Paesi
E quello di costruire un modello Hitler maggioritario che degrada la Camera
Al luogo di registrazione della volontà del Governo è stato detto molte volte
E
Questo è il punto sul quale le due culture continuano a scontrarsi che alle elezioni non servono a offrire
Rappresentanza i cittadini ma investire un Governo questa è la formula che continua a essere usate
Una democrazia di investitura che si allontanava la democrazia parlamentare rappresentativa anche rispettosa delle esigenze di governabilità
Se fosse introdotto un sistema come quello della sfiducia costruttiva o altri meccanismi si uscirebbe fuori da questo rischio ma oggi lo
La realtà qualora si arrivasse a realizzare questo progetto sarebbe quello di una Camera docilmente alle dipendenze
Della volontà del Governo lo ha già ricordato
Carlo Smuraglia il volto a data certa il voto di blocco enti il Governo dice voglio che questo disegno di legge venga approvato entro sessanta giorni anzi
Nel testo che ho visto non si diceva sessanta giorni sessanta giorni o meno
Quindi una
Che cosa per i giorni alla fine il Governo arriva e dice ho bisogno di
Questa è la democrazia parlamentare queste sono le regole della democrazia io voglio fare un solo esempio dei tanti che già sono stati evocati da Carlo Smuraglia
Della necessità di mantenere degli equilibri costituzionali
Io cito la famosa legge bavaglio cioè una legge sulle intercettazioni che avrebbe avuto effetti molto gravi sulla libertà di informazione questa legge era stata approvata
Con una larghissima maggioranza non voglio dire
L'unanimità alla Camera quando si comincia a denunciare lì assoluta improponibilità di quel testo
E tutto ciò avvenga non solo per iniziativa di professori male e termino una vera però la sollevazione di cittadini B il Senato fu costretto a ripensarci si fermano e quella legge
Per fortuna è stata bloccata quindi ci sono situazioni nelle quali
L'esistenza di poteri bilanciati è indispensabili non a caso ho fatto quel riferimento perché ci trovavamo di fronte
A l'incisione nessun diritto fondamentale riconosciuto alla nostra Costituzione la libertà di manifestazione del pensiero la libertà di informazione e dunque nel momento in cui noi affrontiamo la questione del Senato dobbiamo ricordare
Che non possiamo affidare a un'accozzaglia di persone selezionate in modo del tutto
Tocca su quale improprio con rotazioni che sarebbero come dire
Del tutto casuali il Sindaco viene buttato giù ed esce anche dal Senato viole sostituito dal suo successore
Tra l'altro faccio una parentesi io mi rifiuto di commentare quel testo perché ogni giorno c'è qualche novità cominciamo a discuterne seriamente e quando
Questo testo sarà effettivamente presentato io è diventerà il testo base per la discussione quell'accozzaglia di
Ipotesi devo dire
Molto sgrammaticato atte dal punto di vista costituzionale oltre che anche della lingua intendiamoci non merita
Se non l'attenzione sul senso politico dell'operazione
Allora non ci troviamo di fronte ammettiamo pure che si
Possa concentrare in una Camera però non è netta con quel sistema il
Potere di
Dare il voto di fiducia ma poi si dice si ammette anche che ci sono le leggi costituzionali che devono coinvolgere l'altra Camera allora noi dobbiamo disegnare un sistema coerente
Per cui il Senato che non sia soltanto un ectoplasma una specie di luogo qualcuno ha detto in questi giorni ma poi tutto sommato possono riunirsi una se TIM Anna l'anno ho l'impressione
Che siano ci sia una sindrome in questo momento nella politica italiana e cioè
Si si è detto cioè i i servizi sociali di quel signore che non nomino possano essere ridotti a quattro ore alla settimana quindi rinunciamo servizi sociali riduciamo anche i compiti dei senatori a un
Una assetti ma un giorno alla settimana considerando i tempi parlamentari e lavoro parlamentare sono tra trentacinque quaranta settimane che senso avrebbe un Senato che ha
Tette tiene durante l'anno trentacinque o quaranta essere o quaranta sedute quindi questa dietro queste approssimazioni c'è un disegno e se non c'è un disegno c'è un'incultura per cui si parla un po'a vanvera e allora non li abbiamo
Alcune funzioni essenziali
Cioè lei e solo funzioni di garanzia le leggi costituzionali
L'elezione lei
Negli organi di garanzia costituzionale e cioè Presidenza della Repubblica giudici della Corte costituzionale membri del Consiglio Superiore della Magistratura e ci sono i diritti fondamentali che non possono essere affidati a un sistema iper maggioritario per impone
A ricordato benissimo nell'introduzione la Costituzione non si può tagliare a fette
E allora noi non abbiamo detto nulla sul questioni nella prima parte e quindi quei diritti rimangono in toccati ma dietro quella
Quelle garanzia per esempio quella che si chiama tecnicamente analisi prima di legge cioè che non si può intervenire in alcune materie se non in base alla legge se io cambio il procedimento legislativo avere volete riguardano il funzionamento della Camera che legifera io cambiato la sostanza della garanzia costituzionale dei diritti
E quindi c'è quest'altro punto assolutamente
Fondamentale
Vettor questo cade alcuna delle obiezioni alla necessità di avere una Camera
Di un Senato anch'esso elettivo io arrivo a una formulazione radicale e cioè ma secondo me del tutto corrispondente in Senato elettivo e pur non pur con la legge elettorale proporzionale perché nel momento in cui
Nel momento in cui
C'è il problema della fiducia
E quindi il discorso sulla governabilità non è implicato nel voto del Senato Massolo implicare e invece le condizioni degli equilibri costituzionali e allora lì dove dobbiamo avere una rappresentanza
Proporzionale con peraltro la Corte Costituzionale tedesca nel momento in cui ha dichiarato illegittimo il lo sbarramento per le elezioni europee ha detto ma il Parlamento europeo deve essere il più rappresentativo possibile
Perché non è il Parlamento per
Elegge il Governo dell'Europa
Quindi se noi vogliamo guardare al di là del nostro naso o delle nostre frontiere è riscattare ANCI la questo avvenga vado culturale guardiamo in queste direzioni certo quanti sono possibili anche integrazioni
Integrazioni Beppe riguardano per esempio il sistema complessivo delle autonomie
Dobbiamo discutere lo dico con grande sincerità
Con l'attenzione le integrazioni di tipo professionale non voglio dire corporativo
Perché non è facile individuare un meccanismo per esempio per selezionare gli scienziati per selezionare io lo dico come dire contro il mio interesse
Io sono sempre stato contrario alle rappresentanze corporative ma c'è stato un tempo
In cui il sistema di selezione Cetto c'erano i grandi partiti di massa lo dico al plurale
Immettendo anno nel circuito parlamentare queste competenze ricordiamolo non erano sprovveduti quei Parlamenti
Di questo tipo di competenza e negli ultimi anni che la selezione è stata fatta al rovescio e sono state
Come dire privilegiate le scelte clientelari le oligarchie estinta Vanalli
Qui è il problema allora Fernando infiliamo sui meccanismi oligarchi ci
Che sono rafforzate da quella legge elettorale possiamo immettere anche cinque sei dieci competenze assennato ma faremo pochi passi avanti detto questo
Non voi
Io avevo dimenticato leggendo quel testo del mille novecentottantacinque
Ci sono due cose l'iniziativa legislativa popolare con l'obbligo delle camere di esaminarle entro un anno e il referendum propositivo
Con l'obbligo di arrivare al referendum qualora raccolto un milione di firme il Parlamento se ne stia zitto allora noi dobbiamo esplorare anche questi canali
Di rappresentanza che oggi ovviamente sono diventati molto più importanti proprio per le tecnologie che abbiamo di fronte che debbono essere integra anche nel sistema della democrazia rappresentativa perché altrimenti consentono autorappresentazione e non rappresentanza politica questo è un tema
Molto importante chiudo
Chiudo veramente questa volta e cioè
Io credo che questa manifestazione abbia un significato molto forte è importante
Noi non vogliamo essere espropriati della nostra Costituzione
La
Ma lo dico con grande sincerità e venti
La la Costituzione non è
A fare o proprietà dei professori per carità ma non è neanche a fare proprietà di Matteo Renzi
La Costituzione
Laico
Azione
La Costituzione
è completa belle venti cittadini italiani
E quel manifestazioni in come queste ci dicono che c'è ci sono i cittadini che incontrano la loro costituzione e sono intenzionati a difenderlo
Ringraziamo il professor D'Atena
Il senso iniziano ad ascoltare
Il professor Gianni Ferrara
Compagnie compagnie teatrali
Io no ma non lo sfondo non nascondo che solo non soltanto onorato
Ma sono commosso
Per essere qui qui invitato dall'ambito
A discuterlo dalla Costituzione repubblicana oggi in pericolo
Oggi il pericolo
Voi della ve ne siete i custodi
Dei principi
Che hanno onorato nella stagione più alta dalla nostra storia
Questo Paese
Siete i custodi dei valori e dei principi della democrazia costituzionale compagne e compagni non possiamo venir meno al nostro dovere di difenderla fino al primo posto
E comincia con
E come ho già con il declino qualche cosa che non potremo onde prima
Anche se forse addirittura c'era qualcheduno o le spiagge era anche a molti
Colpa nei comandi e c'è una pregiudiziale alla quale io intendo
Molto almeno riferire
La Provincia aveva questa
Il nostro Paese
Purtroppo
Ora acquistato un nuovo primato o un primato negativo
Quello per cui un giudice
è stato investito
Della
Nel jet imita costituzionale del principio della legge fondamentale della sullo Stato
Il regime politico instaurato in Italia
Nel due mila sei quei regime politico età hanno sottoposto a un giudice
Un giudice legalmente costituito
Un giudice garante
E quale giudice garante ha detto che quella legge incostituzionale quella legge illegittima
Cioè che la rappresentanza
Che siede in Parlamento è una rappresentanza illegittima
A farle compagnia che non possiamo consentire
A mio giudizio
Che questi da rappresentante addirittura
Si arroga il potere di modificare la Costituzione io credo che sia gravissimo
Che sia gravissimo
Che sia gravissimo che la stampa italiana
Che è la televisione italiana non soltanto ignoriamo occultismo ha sfondato questa verità
Si veda un fatto
Si legga un fatto il fatto che la Corte ha detto che la legge
Che per tre volte
Alcol gettito la composizione della Camera del Senato e è una legge incostituzionale e legittima
Un primato quindi è negativo
Un primato negativo perché mette in discussione uno dei cardini dell'agibilità giuridica uno dei cardini della modernità
Il cardine del principio di illegalità
Se la rivalità viene
Esclusa
Dalle considerazioni se la legalità viene dimenticate a sé la legalità dei denuncia se la deve legalità viene violata
Credo che un'azione un popolo lo Stato si avvii del quindi diamo avente verso la decadenza versa la
Assoluta
Impossibile purtroppo impossibile
Poca poca opacità e possibilità di risorgere
Siamo a questo punto
Siamo un passo delicatissimo della storia di questo Paese la legalità è
Negata la legalità è disattesa si continua a pensare che questo Parlamento debba possa addirittura assumere il potere costituente
Senza aver legittimazione
è senza essere mai stato investito di questo potere la coppola ettaro
Su questo bisogna
Fare una riflessione
La Corte costituzionale è stata netta chiara
Non è stata
Indulgente è stato come doveva essere rigorosamente custode della Costituzione
E questa Corte ha detto che
Ha detto che essendo illegittima
La legge elettorale quanto aveva regge attorale quella che è più importante perché in effetti e quelle che caratterizza caratterizza la forma di governo e di Stato
Caratterizza qualifica il tipo di Stato che deve essere
Rappresentativo per essere moderna e meno rappresentativo per esser moderno
E nella rappresentante è stato colpito questo Stato nella rappresentante è stato questi due è stato colpito la democrazia italiana cioè
Proprio
Nel suo DNA
Questa democrazia bene è stata offesa
è restata manipolata
Ebbene
La Corte costituzionale nel
Definire
Illegittima la legge elettorale indicato anche qualche cosa di più
Ha fatto in modo che si potesse
Addirittura provvedere immediatamente
A qualcosa
Di importante in una una democrazia importante in un Paese alla possibilità cioè
Di far sì che una nuova legge elettorale anzi
Un nuovo sistema elettorale potesse essere utilizzata immediatamente
Perché rosa per far sì che l'un Parlamento legittimo possa essere continuità
E questa signora
Si è detto che la Corte Costituzionale ha salvaguardato ha fatto salvo
Ha fatto salvo l'insieme delle leggi ed insieme delle attività deve duri e tre i Parlamenti
Eletti con una legge
Con una legge incostituzionale per ve l'ha detto l'avere quell'avverrà anche indicato che questa
è una
Conseguenza necessaria indispensabile
Della ragion di Stato
Patente che questa
Questa constatazione della Corte quanto mai impressionante quantomai e quanto mai
Irritante
E quanto mai tonda ambulante quelle che è stato la legge elettorale ha detto ma
Detto porcellum ordinate che è stato questo che varie
Questa
Attività
Che risulta essere
Un'attività
Costituzionalmente illegittima prodotto interessi ha prodotto diritti ha compresso diritti ha compresso interessi annegato o hanno ridotto istituzionale
Non lo potremo
E di fronte a questa constatazione settembre ma entrambe lesionarsi
C'è veramente da ribellarsi
C'è veramente da ritenere che i responsabili di quella legge irresponsabili quella legge non hanno nessun diritto assoluto membro fonde rito di poter sedere della sede
Parlamentare per modificare la Costituzione repubblicana quelli che loro hanno negato
A seguito di quel
A seguito di quella legge a seguito della sentenza della Corte
In un Paese civile
In un Paese civile
Certamente sarebbe intervenuto orsono nel momento della Camera del Senato
In un Paese civile ci sarebbe ha provveduto immediatamente a far sì che la legalità venisse restaurata
In Italia no non è accaduto
Viviamo quindi nella illegalità nella illegalità
Proveniente
Progressiva continuum viviamo in un colpo di Stato ha continuato
E questo colpo di Stato
Ebbene continuato ogni giorno uno addirittura modifica alla Costituzione per legittimarsi
Perfetto chiamarsi
Per legittimare cioè
Le leggi ultimo
Per legittimare vincolo istituzionale
Per legittimare principi non democratici
Dobbiamo reagire
Dobbiamo reagire che
Io credo che sia ancora possibile
Che questo Paese

Ravvedo
Di questo Paese esibito organo
E che ritrovi la sua dignità di un Paese civile di paese civile
Dipenderà dall'otto che faremo dipenderà dall'impegno che noi
Dobbiamo mettere anche perché in effetti abbiamo poi
La parola
Di quello che ci vogliano ammannire come riforma costituzionale
Rodotà ha parlato
Con molta chiarezza
Del che per esempio noi due non possiamo che essere tacciato di conservatorismo o meglio
Io mi sento profondamente conservatore sì della costituzione dell'Ulivo del Po spirito delle sue regole
Delle sue ragioni ben quel tipo di democrazia sociali avanzata ghetti aggiuntivi in Costituzione
Di quella Costituzione più questi principi e di quel tipo di democrazia io sono un conservatore accanito
E duro e non solo non soltanto come cittadino solo come costituzionalista
Avendo avuto la fortuna di
Lavorare
Per insegnare
Quello che mi piaceva incendiano di quelle che
Mi rendevo orgoglioso e felice disegnare
Ingegneri principi valori e le forme della democrazia italiana ha voluto
Voluta voluto dal costituente della stagione più alta come ho detto della
Video nazionale
La costituzione della Mandria diceva essere andata lì Hammond essere nata nelle carceri essere nata
Della sofferenza del viaggio delle
Delle donne del giovedì questo Paese
Che cosa ci vogliono propinare
Intanto ci hanno
Ci hanno presentato un
Legge elettorale
Che
è
Una legge che ripercorre la stessa linea
E sancisce
E se in regola allo stesso modo le porcellum il modo attraverso il quale
E possibile
Eleggere Parlamento ergere a Camera e Senato può di vederlo hanno diviso a metà va bene ma che cosa dice questa legge
Potrà regge fa un ulteriore sacrificio della democrazia della rappresentanza
Alla cosiddetta governabilità
Io vorrei ricordare due
Io voglio ricordare due
Dati importante
Il primo è questo che la della governabilità in Italia si è cominciato a parlare
Nel mille
E novecento settantanove ottanta quando Presidente del Consiglio durante un leader di partito Bettino Craxi porsi il problema della governabilità e della grande riforma
Quella che avrebbe sta orata secondo Bettino Craxi
Avrebbe instaurato una Repubblica presidenziale o semipresidenziale Gioia avrebbe rovesciato la forma di governo dalla Costituzione
Siccome ho già parlato allora
E se ne parlo ancora questo termine veniva
Tradotto in italiano
Da quello che era
Il messaggio
Della trilaterale
Quella trilaterale che negli anni nel mai da metà degli anni Settanta aveva teorizzato
La necessità
Di tagliare le ali da tagliare le dinamiche dirà il diario all'estremità
E soprattutto i contenuti
Della rappresentanza
Dicevo che le domande una democrazia erano troppe insostenibili
Erano quindi domanda
Che dovevano essere o compresse
O addirittura
Elimina
R. trovate democrazia il sistema
Dove va a sostenerle era quello capitalistico
E comincio allora la controrivoluzione
Come già allora la controrivoluzione alla rivoluzione che vede il mondo attraverso la vittoria
Dell'antifascismo dell'antinazismo
Della seconda guerra mondiale
Comincio allora questa controrivoluzione
Che ha cercato di mettere in crisi la democrazia che veniva perché poco Accorsi
C'è un signore che
Ha sostenuto con molto gli arresti e delle
Precostituzione devono essere modificate perché sono voci produzioni
Le quali
Sono state scritte in dissenso anticapitalisti dico
Infatti il capitalismo è quello che
Ormai diventato il principio fondante degli ordinamenti e che è scritto iscritto nel trattanti tutto il funzionamento dell'Unione europea
Queste cose vanno
Hanno detto hanno ripetuto
Queste cose non possono essere dal solito perché ha dei riflessi immediati su quello che accade in questo Paese su quale via Cadore
In ordine alla costituzione nell'ordine alle leggi costituzionali alla riforma questione fare
Preghiamo
Riflettiamo su quello che il nodo anzi
Che il carattere sostanzialmente
Nicolò badante
Delle leggi elettorali o della legge elettorale che si vuole
Di nuovo introdurre
Il principio che vuole essere in quella legge affermato e il principio del cosiddetto premio di maggioranza
Dire questo è tutto questo termine il significato
Asserì del ruolo oltre il fatto so
Intanto perché non è un principio
Non è un principio sancito da nessuna parte soltanto in Italia di richiamato principio
Quello
Della governabilità e un obiettivo
è un obiettivo alla Costituzione la Corte costituirà detto pure un comma euro il mio obiettivo legittimamente da perseguire
Ma come perseguirlo
Parlare di prima premio di maggioranza significa innanzitutto Assereto il fatto che quel premier non è
Non è
Ha fatto
Attribuibile a una maggioranza è attribuibile a una minoranza solo non minoranza
è comunque una minoranza
Quello che può correre la minoranza un po'meno o di altre minoranze
E quindi attribuire
Un po'o
Sovrappiù
Di potere ad una minoranza significa togliere alla reale maggioranza carestia fuori dei vari e formazione il diritto
Adesso è rappresentato o ad essere apprezzata adeguatamente
Ora pratica e dire che
Il quaranta e trentasette quaranta mila sette il quaranta per cento
Dei
Voti attribuiti a una lista consentono a questa lista di ottenere il cinquantadue per cento dei seggi significa togliere
Togliere
La metà o qualcosa di più dei seggi
Tutte le altre liste a tutte le altre liste
E questo naturalmente un paradosso enorme ne aveva parlato
Illuministi francesi usano intendevano
Quando avevano parlato con
Con
Estremo rigore
Dei limiti del principio di maggioranza
Delle sue e delle sue paradossi ed il suo patologici
Avevo molto discusso anche nel corso dell'Assemblea rivoluzionario
Di queste cose non c'è più traccia della cultura
Politica di questo Paese
Non c'è più traccia nei discorsi che si fanno non c'è più traccia sicuramente
Nelle cosa che va raccontando il Presidente del Consiglio pro tempore
L'ex Sindaco di Firenze
Non c'è traccia
Perché probabilmente
Perché probabilmente
L'università dei Firenze senatori forse troppo indulgente
Coinvolgente
Il esaminare
Nell'esaminare brillante Jovanotti
Che volevano ottenere l'amore anche voi per far carriera politica
Se quindi
Seguendo il principio di maggioranza e inficiato insieme
E invece attori
Se leggibili e maggiore andata significa l'opposto di quello che il principio reale di maggioranza
E allora
Dobbiamo guardarci
E capire un po'
Verso che per quale ragione
La Regione questa che in realtà
La rappresentanza deve andare da qualche cosa che non interessa più i riformatori
La rappresentanza è diventata qualche cosa che si dice possa essere addirittura incorporate in che cosa nell'elezione del capo o del relitto
L'elezione cioè
Di
Un gruppo
Di persone di personalità di personalità di personaggi di del personale il quale
Insieme a un capo aspri di al potere al potere esecutivo e al potere organizzativo e anche a povere
Indiretto
Gli altri sugli altri settori dello Stato
E questo il punto di forza
Non più rappresentanza dei bisogni
Non più rappresentanza dei diritti e non più rappresentanza dell'ideali dei progetti delle donne degli uomini ma
Investitura lo diceva benissimo lo dopo grazie
La trasformazione cioè della democrazia rappresentativa in
In un
Regime
Il regime
Feudale elettivo direi
Beh insomma e quello che sta
In Italia prendendo piede buone sarebbe stato volesse restaurato
Cioè la
Investitura
Di un club il quale capo
Non deve avere altri fasti
Ha più fastidi perché devo disporre
Del personale che nelle assemblea parlamentare deve tradurre in leggi proprio dei contatti
Un
Capo che non deve avere di fronte a sé nessun ostacolo all'azione politica vuole svolgere
E quest'ultima è questo il significato profondo vede è reale deprime del
Premio di maggioranza
Ed è questo che la Corte Costituzionale negato con chiarezza
Dicendo che certa sì alla governabilità certo
Ci questo
Da questa ragione che poi fare di poterlo avere una maggioranza stabile certi e tutto questo patito addetto però chiaramente che tutto questo può essere anche
Perseguito ma una condizione alla condizione che la rappresentanza non venga diminuita nella sua porta
Nel suo valore nel suo significato
La Corte costituzionale colossi Alberto numero uno di quest'anno ha
Fatto il
Forma dei saldi sentenza un trattato de
Diritto costituzionale
Ed è
Su quella base che credo che si torna a discutere
E si debba discutere
Quella base perché il problema della Camera il problema del Senato è un problema che non riguarda i singoli artisti singoli rami del Parlamento riguarda il sistema
Del trent'anni fa
Trent'anni fa noi pensammo di proporre al Parlamento
La riforma costituzionale
Ellade scemo
Padova ha ricordato bene l'opposizione a Craxi sostanzialmente
Volta a rafforzare la rappresentanza a rafforzare il Parlamento
Ma questo rafforzamento aveva in sé
In testa esso aveva gli anticorpi
Grandi cooperano rappresentata da quei partiti politici di cui non c'è più traccia
Ed è rappresentata soprattutto dal fatto che c'era una rappresentanza proporzionale che garantiva estratti all'interno delle maggioranze
Garantiva all'interno delle maggioranza il contropotere alla fonte allo strapotere della maggioranza
Al suo interno aveva il contropotere allo strapotere dalla maggioranza c'era questo
Ci diano
Ci diano una legge elettorale
Proporzionale
E poi discutiamo sì possiamo anche discutere
Anche a discutere dell'eliminazione al Senato ma se no no
Se noi invece vestiario che vi sia un Senato che faccia da contrapponga contropotere nei confronti di una maggioranza maggioritario di una
Di uno
Di un Parlamento maggioranza solida precostituita
E io dico che in realtà c'è il punto soltanto la necessità
E insieme alla mia diversità
Che questo organo sia rappresentativo e quindi sia composto da eletti
Da eletti
E non invece come lo si vuole
Lo si vuole come espressione non della nazione
Non bella
Interrogazione a ma di una
Frammentazione
Della basse
Su cui
Vigere
Questo organo
Perché in effetti quella base non è più la Nazione come tale
Ma è la nazione
Tradotta impedimenti
C'è una nazione che già tutta frammentata
La frammentazione che diventa poi ragione della debolezza sostanziale di questo organo
E quindi ai soli inutilità
Non a casa questo abbandono si attribuiscono
Rilevanti
Rilevanti funzioni
Anzi
Anzi si parla di erba consegua da rapporti castrato in Regione vagamente vagamente enunciati
Si parla di controlli
Neanche emarginati come reale porcherie io penso che in realtà oltre all'elezione diretta dei membri del Senato
Dobbiamo
Insistere chiedere qualora
Continuasse ad essere illegalmente
Illegalmente riformata la Costituzione vogliamo dobbiamo per vendere
Che questo organo
Disponga
Del potere
Del potere di investire la Corte costituzionale delle leggi che sono in corso di approvazione o di quelle che sono state lette immediatamente
Quindi una modifica
Della stessa Corte costituzionale come organo che permanentemente
Permanentemente controllori la legislazione
Fatta
Da una maggioranza strappò sarà potente all'interno della Camera dei deputati
Lo dico perché gli altri
Strumenti di controllo
Della legislazione
Non è che abbiano
Garantito per loro
Telemaco teniamo conto che
Il porcellum fu promulgato
Da un presidente la Repubblica perché immediatamente non si era reso conto di quello che prorogava
E teniamo anche conto del fatto che lo scioglimento
Teniamo anche conto dell'orso li mando di queste Camere
Dichiarate illegittime per avere per essere state elette da un sistema illegittimo alcuni da una legge incostituzionale
Questo scioglimento non c'è stato
Non c'è stato
Questo Paese quindi
Appello dovuto
O a
Non credo si ferma non definitivamente
Uno dei cardini
Della garanzia della Costituzione
Il cardine politico
L'organo politico di garanzia
L'episodio della legge
Del porcellum e quando ma indicativo illuminante
è illuminante ed illuminante non perché sia proprio cattivissimo o sia stato cattivissimo il signor
Il signor Ciampi
Ma perché evidentemente il Parlamento non l'avevo la forza
Roma è la forza di opporsi e non alla forti opporsi
A
Capi dello Stato che naturalmente astanteria della debolezza del Parlamento
E
Straripa
Ma quelle che sono
Gli ambiti di competenza che la Costituzione assegna
Fine e compagni
Io dico queste cose con
Ho afflizione
Io queste cose
Propongo
Dirottare con molta
Forza
Anche perché afflitto dalla caduta
Dalla caduta della cultura politica e della moralità politiche anche questo
Quella moralità
Quella moralità politica di questo Paese che
Certamente
Certamente da riscontrare
Del personale politico che vediamo insediata o nei Consigli regionali e nella Giunta
Non c'è Consiglio regionale l'oggetto
Non c'è
Interregionale
Che non sia oggetto di attenzione da parte dell'autorità giudiziaria
Pena
Ebbene signor Renzi
Pensa lei
Che debba essere premiata
Questa
Classe politica regionale
Signor Renzi
Lei pensa veramente
Che con quest'operazione che vuol fare sconfitta per ingraziarsi
I consiglieri regionali gli enti regionali i sindaci
Possa avviare a soluzione il problema italiano ma il problema italiano oggi
Cioè quello della crisi belli sociali derivanti
Dalla strada vittoria
Del liberismo sancito nei trattati
Si tratta di
Orobello che nella nostra e stessi come luogo trascritto a proposito del rapporto tra quello che
I trattati inventati permetterò e anzi impongono di fare
Che Carta dei diritti
Dei
Per i cittadini europei
La contraddizione
Tutto questo ebbene
Signor Renzi questi Sindaci
Questi
Consiglieri regionali
Che non brillano di rigore
Il rigore morale
Le vogliamo premiare
E vogliamo in realtà a fare in modo che
Questa crisi sia risolta attraverso che cosa
Attraverso lo strapotere
Di una persona e attraverso
La
Inutilità
Di un organo che non so per quale ragione poi dovrebbe essere
Da preferirebbe che si dice di essere preferirebbero pagati questi consiglieri regionali controverse volge questi senatori sarebbero pagati dall'elenco Bregonzi del dalle Regioni
Come se le Regioni di pagassero con denaro non pubblico non ho capito quel denaro pubblico si e quell'altra no non ho capito si tratta di pura e stupida demagogica
E stupido demagogica
A queste cose le dobbiamo ribellarci
E dobbiamo in realtà con molta nettezza con molta chiarezza
Dicendo che
La Costituzione della Repubblica eh cosa sacra
E per modificarla ci vuole spedito
Di assoluto rigore morale e politico di cultura politica
Dei dignità politica
Di prospettiva politica
Per un disegno più sia
E per un obiettivo che sia quella della salvaguardia
E dello sviluppo della democrazia italiana
Democrazie che oggi compressa perché oggi negata che ad oggi quindi pesa dispersa dalle manovre
Francamente mediocri miserabili
Di riforma costituzionale
Compagne e compagni
Compagne e compagni io chiudo così
E chiudo sicuro per questa iniziativa
Veramente meritevole meritoria dell'Associazione nazionale partigiani italiani
Questa iniziativa possa dare i suoi frutti quello di informare informare
L'opinione pubblica delle cose che appartengono alla realtà di questo Paese
E non alla propaganda nonno alla pubblicità
Non la pubblicità
Che viene
Ogni giorno abbellita Rollo poi l'opinione pubblica
Dalla stampa ormai tutta compatta intorno
Tutta compatta intorno
Ai riformatori
Riformatori
Che si inventano cultura costituzionale
Informare l'opinione pubblica che informano persona perché la mobilitazione sia tale
Da poter
Da poter far sì nella democrazia costituzionale con tutte le integrazione le modifiche
Possa
Essere riaffermata possa essere lei
Inventata e possa essere effettivamente quel retaggio che noi possiamo dare alle nuove generazioni
Compagne e compagni
Una
Una manifestazione di questo genere non ha bisogno di conclusioni
Quindi non raggiungeremo altro quello che è stato così pregevoli mentre detto da tutti e passeremo la parola il coro diretto dal maestro Marco quaranta che canterà
Due canzoni per concludere amichevolmente questa seduta non senza ancora una volta un grazie ai relatori è un grazie a tutti quelli che hanno partecipato oggi
Grazie
Volta mai