28APR2014
intervista

Intervista ad Enrico Di Pasquale sull'aumento delle imprese private degli immigrati

INTERVISTA | di Andrea Billau RADIO - 19:21. Durata: 8 min 12 sec

Player
"Intervista ad Enrico Di Pasquale sull'aumento delle imprese private degli immigrati" realizzata da Andrea Billau con Enrico Di Pasquale (ricercatore della Fondazione Leone Moressa).

L'intervista è stata registrata lunedì 28 aprile 2014 alle 19:21.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Camere Di Commercio, Commercio, Crisi, Dipendenti, Economia, Edilizia, Immigrazione, Imprenditori, Impresa, Integrazione, Italia, Lavoro, Lazio, Lombardia, Nord, Prato, Privato, Sud, Toscana.

La registrazione audio ha una durata di 8 minuti.
19:21

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale ci occupiamo di immigrazione e in particolare torniamo a occuparci
Delle imperiese guidate da immigrati dato che già era emerso
Il fatto che imperiese
E vi date da stranieri stiano rispetto all'impresa e italiani che calano siano invece aumentando questi dati sono ancora una volta confermati dalla Fondazione leone Moressa reca che ha dato appunto gli ultimi dati rispetto a questo fenomeno e noi siamo in me il collegamento telefonico con Enrico Di Pasquale ricercatore della Fondazione leone Moressa che come al solito salutiamo
Buongiorno allora vogliamo vedere questi nuovi dati
Sì non abbiamo analizzato di dati appunto sulle i dati delle Camere di commercio sulle variazione sì la presenza dell'impresa insediati da italiane gestite da stranieri
E abbiano osservato come negli ultimi due anni nonostante la crisi le impresa condotte da stranieri siano aumentate
Ecco è un aumento che vede insomma diciamo in tutti i campi questa questa situazione
Materialmente che ce ne sono alcuni alcuni settori che sono aumentati in maniera particolare come quello degli alberghi e ristoranti
Dei servizi del commercio però in generale le imprese straniere comunque sono cresciute del quali del dieci per cento
Nel dal due mila undici al due mila tredici si è ancora più interessante osservare in saldo tra l'impresa
Una e cessate cioè quelle che hanno perso e quelle che hanno chiuso e mentre le italiane sono diminuite del
Di
Ai cinquanta mila unità quelle straniere sono aumentate di di diciotto mila impedire quindi appunto una vivacità una presenza da parte delle imprese condotte da Tonini
Che è destinata anche a modificare il giallo vediamo le le nostre città
E si tra l'altro anche a modificare diciamo
Come dire gli introiti no che
Da queste in prese si possono avere perché
Ho letto che per esempio cioè queste imprese danno un valore aggiunto per ottantacinque miliardi di Euro insomma
Sì che corrisponde a circa il sei per cento del totale del valore aggiunto nazionale cioè della ricchezza prodotta dalle dalle imprese in Italia
E quindi le imprese condotte da stranieri sono circa cinquecento mila che costituiscono quindi un importante un importante bacino anche di di ricchezza per il nostro Paese
è un dato significativo che sono
Il novantacinque per cento impreviste esclusivamente niente cioè è ancora molto raro che CIPE infermieri si associno ai cittadini italiani per la aviario per condurre un'attività imprenditoriale
Ecco come sono distribuite queste imprese nel senso
Dove insomma fioriscono di più in quelle zone del Paese
Sì ma in questo caso prevista e che hanno grosso modo la discutere gli immigrati quindi nelle più importanti Regioni eletto grandi regioni come latte in Lombardia sicuramente ce ne sono di più
Un caso particolare quello di della Toscana e soprattutto di Prato
Che circa otto secondo posto dietro Roma come Provincia e
Tenendo conto della dimensione della della città del numero di abitanti è un dato Cindy sicuramente significativo
Quindi possiamo dire insomma che imprese straniere diciamo che schie anche in cui sono domande volevo fare era anche nel rapporto no tra imprenditori e i lavoratori perché sappiamo insomma i lavoratori
Stranieri generalmente suppliscono a
Delle carenze della della popolazione italiana di lavoro in certi settori dal punto di vista da questo punto di vista
Diciamo
Che rapporto c'è tra diciamo sia i settori e sia anche
La percentuale cioè gli imprenditori stranieri rispetto alla massa dei lavoratori immigrati che tipo di di rapporto cioè
Ma allora sicuramente anche per quanto riguarda di
Gli imprenditori c'è un fenomeno del turnover cioè vanno sostituire alcuni settori dove chiudono le imprese italiane per quanto riguarda il rapporto tra imprenditori
E lavoratori sono leggermente superiori dipendenti chiaramente più sono più frequenti i lavoratori dipendenti rispetto agli imprenditori stranieri
Va però tenuto conto
Che a oggi l'imprenditore straniera ancora un'imprenditoria il patto qualità potremmo dire bisognerebbe riuscire a fare quel salto di qualità che porti in c'è un in periferia
Ranieri più di qualità quindi che produca maggiore ricchezza
E sì perché il fenomeno pare di capire insomma il punto è quello di molti lavoratori che prima erano dipendenti che si mettono improprio e quindi magari anche negli stessi settori no dove erano dipendenti e qui di quello che dicevi appunto appurato insomma ci sono
C'è questo fenomeno no di passaggio magari all'imprenditoria privata ma
Per settori insomma di alta imprenditoria lì ancora scarseggiano no
E questo che dice è un non poco diffuso insomma della dipendente straniero dopo qualche anno riesce o anche in una
In società con altri connazionali riesce a da qui vive
La vicenda e qui tosti Pepe prevalentemente nel settore dell'edilizia o nel settore del commercio
E si in per concludere quindi possiamo dire che diciamo c'è una forte
Fermento non nel mondo del lavoro immigrato che in realtà si è un po'perso no nella nel mondo imprenditoriale invece autoctono certamente di queste anche ne ha colpa la crisi però è evidente che anche in Sezione in una situazione di crisi invece l'imprenditoria degli immigrati come abbiamo detto riesce insomma a
Come si può dire in con un termine un po'dialettale Aspam Garlan insomma
Sì certamente gli stranieri che quindi anche gli imprenditori stranieri hanno rispetto agli italiani una maggiore flessibilità quindi una maggiore capacità di adattarsi alle situazioni e anche alla crisi
E qui sto quindi a determinato anche su questo fenomeno dell'aumento dell'imprenditoria straniera
Però ripeto una un fattore importante sarebbe riuscire
A ad attirare imprenditoria in archivi di qualità e quindi che produca una maggiore una maggiore ricchezza questo anche per
Una
No più forte integrazione e una più facile crescita del nostro Paese
Molto bene io allora ringrazio Enrico Di Pasquale ricercatore della formazione leone Moressa con cui abbiamo
Parlato dell'imprenditoria degli immigrati grazie risentita presto grazie a voi esce