28APR2014
intervista

Intervista al Responsabile Carceri del PD, Sandro Favi, sulla nota di Giorgio Napolitano e sull'amnistia

INTERVISTA | di Lorena D'Urso RADIO - 19:49. Durata: 20 min 9 sec

Player
"Intervista al Responsabile Carceri del PD, Sandro Favi, sulla nota di Giorgio Napolitano e sull'amnistia" realizzata da Lorena D'Urso con Sandro Favi (responsabile Nazionale Carceri, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata lunedì 28 aprile 2014 alle ore 19:49.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Agenti Di Custodia, Amnistia, Bernardini, Carcere, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Custodia Cautelare, Depenalizzazione, Digiuno, Diritti Umani, Diritto, Europa, Francesco, Giustizia, Indulto, Italia, Lavoro, Messaggio, Ministeri, Napolitano, Nonviolenza,
Orlando, Pannella, Parlamento, Partiti, Partito Democratico, Penale, Politica, Presidenza Della Repubblica, Procedura, Radicali Italiani, Riforme, Sete, Sinistra, Societa', Stato, Strasburgo, Torreggiani, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 20 minuti.

leggi tutto

riduci

19:49

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

E ora a distanza di oltre sei mesi dalla messaggio da me rivolta al Parlamento a questo proposito di fare il punto delle misure adottate da adottare anche in ossequio alla nota sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo
A scriverlo in una nota e la Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano tornando sul tema della gravissimo stato di sovraffollamento delle carceri italiane già oggetto del suo messaggio alle Camere
E di continui richiami alle forze politiche MLA salutare il Pontefice ha dichiarato la capo o dello Stato nella stessa nota conclusione la storica su di me magari questa mattina in San Pietro ho voluto ringraziarlo per il gesto per il generoso gesso della sua telefonata di qualche giorno fa Marco Pannella che si espone anche a un grave rischio per la sua salute per perorare la causa delle migliaia di detenuti ristretti in condizioni disumane
Il mercato Ceri sovraffollate e inidonee e su questo ultimo richiamo potremmo dire della Presidente della Repubblica Giorgio
Napolitano sempre sulla situazione carceri noi
Abbiamo in linea e la responsabile nazionale carceri del PD Sandro farvi buonasera fari da voi dunque Napolitano torna a chiedere misure urgenti per i detenuti e chiede una piena
Assunzione di di responsabilità
Lei che ne pensa
Beh guardi io credo che ancora una volta il Presidente della Repubblica abbia sia intervenuto in modo puntuale in modo serio come ha fatto anche in precedenza il tema del carcere non deve essere relegato all'ultimo dei problemi nel risolvere il dramma della giustizia italiana e quindi c'è bisogno che tutte le forze politiche il Governo il Parlamento i partiti di maggioranza come quelli di opposizione
Si assumano le le proprie responsabilità devo dire che rispetto a periodi passati questa volta mi sembra che il Parlamento abbia
Abbia iniziato a legiferare in modo molto serio e strutturare nel senso di aggredire i problemi del carcere
In modo che il dramma del sovraffollamento poi non si ripresenti negli anni avvenire i provvedimenti fatti certamente non sono stati così
Forti e tali da poter
Far ritornare i il tema numeri intorno ai quarantacinque mila però devo dire che il prendere che stiamo riscontrando intende positivo né in termini di diminuzione di presente negli istituti certo molto c'è da fare
Quindi il Presidente Napolitano ha fatto bene abile alle forze politiche Barbato e che su questo bisogna continuare
E dovete anche dire
Perché non è andato solo un impegno così sui generis serve un impegno vero dite
Che cosa volete fare per risolvere il problema carcere che non è solo il problema del sovraffollamento io capisco che in questo momento
Gli occhi sull'Italia sono contrari perché il ventotto ci sarà appunto la verifica ed ENEL da parte
Nell'Europa
Su quello che noi abbiamo fatto però
Credo che poi il problema del tacciati a molto più grande che vada anche al di là circa il problema
Della rieducazione del trattamento il problema del personale che insufficiente neanche che io sento in giro
Adesso giustamente il Parlamento grava intrapreso la strada presenzio di Sempre meno carcere però che non prenderò carcere significa anche avere
Un personale
A disposizione socio rieducativo altamente qualificato il numero giusto oggi noi scontiamo la carenza grossa di educatori assistenti sociali personale degli uffici
Istituzioni penare Terna e gli stessi direttori sono in difficoltà
E così anche per gli agenti della Polizia penitenziaria ecco quindi credo
Che nelle parole di Napolitano lo dobbiamo vedere un'assunzione di responsabilità a trecentosessanta gradi continuare intervenire vera
Riportare il sistema a condizioni umani vere come ci chiede l'Europa però al contempo
Cambiare il carcere cioè farlo diventare una cosa diversa da quella che abbiamo conosciuto fino adesso Santa però affari il presidente Napolitano nel nel suo messaggio ma lo ha fatto anche in altre occasioni sono saggia le Camere ovviamente
E l'ho fatto anche in altre occasioni a ha sollecitato misure di clemenza il Parlamento di fatto a declinato l'invito ora proprio in vista di questo o ulteriore appello del Presidente Napolitano ma anche appunto in vista della della scadenza della CEDU siamo proprio un mese dalla scadenza
Della CEDU lei non crede che a questo punto una misura di clemenza si imponga
Guardi se dovessimo far riferimento ai tempi stretti credo che la forma di Clemente sia proprio quella meno indicata anche perché per essere approvato ha bisogno non solo di una maggioranza
Qualificata nell'approvazione del della legge ma soprattutto alla base di quello ci deve essere un'intesa politica tra le forze parlamentari e oggi credo
Posti più di ieri
Sarà un po'difficile stime venti giorni trovare un accordo per varare un indulto un'amnistia mettendo
Come dire in
In una forma dialettica positiva opinioni assai dirette per quello che riguarda il Partito Democratico non l'abbiamo detto fin dall'inizio non è che stiamo pregiudizialmente contrari all'indulto all'amnistia abbiamo sempre detto
Che questi provvedimenti possono venire nel momento in cui abbiamo messo il sistema carcere al sicuro nel senso che
Le riforme strutturali sono state completate
E quindi
In qualche modo siamo sicuri che una volta ha varato un eventuale provvedimento
Di clemenza questo poi
Non riporti il carcere alla situazione originaria
E e però poi i numeri ci dicono altro perché attualmente sono in carcere cinquantanove mila settecento persone ad oggi i posti effettivamente disc
Vidi non sono quarantotto mila perché ce ne sono quattro mila e cinque né ristrutturazione quindi metano insomma risultano quarantatré mila cinquecento perché voglio dire che sono sereno dieci mila in più i detenuti
Sì però vedo che sui porti
Mi sembra che ogni volta anche il dato dice dice no effettivamente invece i pozzi sono di più
Quindi si questo insomma non non non fa onore a nessuno questo balletto di cifre però insomma di quarantatré mila posti e fare ivi poiché allo Alia ammessi anche
DAP alla fine di polemiche anche con la segretaria di radicali italiani
Ne avrà avuto ecco
E quindi Solar quarantatré mila fanno sì che poi ci siano sedici mila detenuti in più questo voi determina oltre al sovraffollamento Holt e ai miei tre metri in più o in meno per detenuti iper detenuto determina davvero una una condizione inumano e degradante per cui voi la CEDU non vedo come
Non non possa mettere in esecuzione la sentenza pilota pilota a fine maggio
Sì adesso vedremo vedremo nei prossimi giorni però anch'io personalmente penso che sia molto più importante a vere un sistema carcerario
Più giusto più rispondente al nostro dettato costituzionale
E quindi per esempio evitare che
Nei prossimi anni vada in carcere chi ha commesso reati che non hanno ragione di essere sanzionati con una pena detentiva
Vorrei che ci fosse più lavoro più possibilità per chi abbagliato dichiara integrarsi una volta uscito dal carcere piuttosto che dire
Faccio subito l'indulto né tolgo diecimila quindicimila ma poi i trasferimenti fra un anno o di nuovo gli stessi problemi
Certo ma un indulto non amministri assai comunque provvedimenti di clemenza vanno necessariamente come peraltro lo dice anche la CEDU nella sentenza Torregiani
Vanno comunque accompagnati da da misure strutturali su questo non c'era l'anno arrivano riportarvi però la libera noi ci impegna che ogni volta che noi abbiamo fatto un indulto abbiamo sempre
In qualche modo la politica
Ha trovato un po'un alibi nel tentare dall'ARPA abbiamo fatto l'indulto dichiarando adesso faremo le riforme e quali riforme non sono state fatte stavolta senza rispetta bastardo che ha indicato dal al rovescio
Il calo facendo le riforme strutturali se poi come noi chiediamo alla fine ci potrà essere anche
Un momento di
Di confronto tra tutti per
Per avviare una riflessione su un eventuale ed ulteriore ma lei che cosa intende per riforme strutturali
Beh per esempio penso alla riforma della custodia cautelare in carcere che però non è ancora stata approvata tanto non si distingue rumena non è stata approvata ma credo che e siamo al ventotto aprile Enzo non nelle prossime settimane verrà approvata definitivamente
Penso che per esempio si possa procedere senz'altro alla riforma del Codice penale
Ormai ci sono state talmente tante Commissioni nemmeno mi scusi anche su anche su questo poi i tempi sono lunghi perché anche questa in una parte che i tempi lunghi e non è vero che i tempi non credono detta viste non c'è la volontà politica di affrontare il problema dell'arresto nemmeno avere anche per l'indulto
Ma guardi l'istituto bisogna mettere d'accordo
Anche divertenti di vita la riforma del Codice Penale eventualmente una cosa diversa o da dal promuovere una legge sull'indulto
Quindi
Io privilegerei di più una riforma del Codice penale piuttosto che oggi un un indulto se dovessi fare una scommessa e un impegno perché riformare ecco deliberare quindi ricattabili IRE
Nei nostri giorni cosa deve essere sanzionato effettivamente con il carcere cosa che
Invece può essere tanto nato in un altro modo ma e strumenti per via amministrativa eccetera eccetera
Quello secondo me la riforma principale che mi mette il
Tema riparo nel futuro perché fare l'indulto e poi riavere gli stessi problemi che abbiamo oggi
Solamente dilazionabile posticipati di un anno un anno e mezzo e va bene
Non credo che verbale no ma andrebbe fatto l'uno e l'altro su questo non è una celebre laddove le riforme ma rosso anche radicali no a parte che appunto c'è lo saprà c'è questa iniziativa non violenta di di Marco Pannella anche piuttosto che dura che è appunto continua a chiedere una un provvedimento di diamo inizia di indulto un provvedimento di clemenza ma i radicali questo lo dicono da sempre come prima OPA sono per poi affrontare una riforma della giustizia quella lì strutturale e quindi nessuno io ho evocato prima l'Annunziata io però ho detto prima la riforma
E le riforme che riguardano la giustizia il carcere
E poi discutiamo approviamo un provvedimento Liverpool per me è però insomma è stato fatto fin qui oltre da oltre un anno perché
L'alta voi la scadenza era l'otto gennaio processi sono stati i sei mesi di proroga per via del ricorso fatto dal Governo
Italiano alla seduta Berno Monti non nel Governo Renzi Matteo ma
Siamo a un anno e mezzo di misure effettivamente poi
Insomma ce ne sono state poche adesso peraltro ecco le chiedo un'ultima cosa una sua opinione su queste su questi rimedi che lei ministro Orlando ha illustrato su un piano carceri depositato proprio
A Strasburgo in vista della scadenza della CEDU è in sostanza di che cosa si tratta di un
Rimedio compensativo per i detenuti che hanno subito un
Un trattamento inumano e degradante ma che sono usciti dal carcere quindi un indennizzo in sostanza in termini e con uno omicidi poi lì si parla anche di un'eventuale sconto di pena invece per chi ancora in carcere
Ecco questa insomma poi appunto non sono limiti anche queste non sono però le misure strutturali che la la CEDU ci chiederà nella sentenza Torregiani o no
No non sono assolutamente microstrutturali e tra l'altro sono anche
Misure annunciate ma
Solo verbalmente dal ministro sono
L'ipotesi
Purché vi lavoro né però ce ne stanno nella il piano carceri che per esempio l'Agenzia avanza che peraltro non è stata smentita
A ha diffuso in Rete in cui appunto si c'erano le stesse misure
Propongo carceriere depositato a Strasburgo dal Ministero della giustizia quindi io questo non
Non lo conosco nel questo documentarla venuta da diversi anni o del ministro Orlando
Questo
Però io le ripeto io credo che
Lei giustamente diceva che che ha perso un po'di repressione vivamente qualcosa in più poteva esser fatto e in tempi molto più veloci
Però l'inversione di tendenza io la vedo
La vedo e penso che questa
A questo sia un come dire l'inizio
L'inizio di una volontà politica di porre un'attenzione giusta al carcere
Aspettiamo nelle prossime settimane poi vedremo
Allora le davvero un'ultimissima cosa questa inversione di tendenza da da un anno e mezzo insomma diminuito di di un poi il il numero dei detenuti male e sappiamo anche per
O no
La nove mila coreografica sessantanove della sessantotto siamo a sessanta quindi otto mila otto mila cinque insomma ma ecco non lei non crede che anche questo sia in realtà il frutto della tenacia dell'insistenza dell'iniziativa dei radicali di Marco Pannella
E in primis che proprio con le sue iniziative non violente anche a volte durissime gli scioperi della fame della sete ha imposto poi alla politica
Queste misure penso allo lo svuota caldi intento insomma brutto dire vota carcere anche perché ha svuotato ben poco ma insomma i due decreti Cancellieri prima il decreto Severino
Ecco di che ne pensa di questo guardi io non ho nessuna difficoltà a riconoscere al partito radicale a Marco Pannella Rita Bernardini il loro impegno sul tema carcere
Credo che la politica
Si è dimostrata nell'ultimo periodo molto più sensibile e di quello del FAS perché ho fatto nel passato
E quindi mi auguro che tutte le battaglie che hanno condotto e radicali possano trovare una concretezza adesso nel Parlamento i radicali non sono
In questa legislatura rappresentati in Parlamento
Però credo che le battaglie scorso quelle che oggi vengono condotte che non assolutamente indispensabili aiutino sicuramente le forze politiche al ad intervenire sul problema carcere
Però ecco c'è il rischio che poi il il monito di Napolitano rimanga ancora una volta inascoltato
E questo bisognerebbe chiederlo alle altre forze politiche noi come lei ha potuto vedere la mia dichiarazione di oggi noi abbiamo detto di essere
Di riconoscere a Napolitano
Questa sua
Porte prescelta abbiamo raccolto il suo il ritorno iniziamo aperti alla discussione tutto quello che verrà nel nei prossimi giorni io non conosco se ci sono state altre
Oggi altre risposte da parte delle forze politiche
Al suo appello di ieri quindi non non le so dire per quello che riguarda il Partito Democratico non ci siamo
E però insomma il Parlamento diciamolo a sbarrare la strada alle misure di di eccezionali di clemenza è stato proprio il PD
Sostanzialmente l'ho detto gliela vendo perché al all'inizio però la discussione era facciamo l'amnistia l'indulto
E poi dopo facciamo le riforme noi abbiamo detto no facciamo le riforme
Mettiamo il più permette corretta e poi affrontiamo il tema indulto
Quindi
Solo questo ma glielo ho detto però Enrico poiché i referee sono quello che so no ci sono le scadenze e soprattutto c'è anche un problema come dire di dignità perché siamo in una situazione
Di mancanza di Antonello incarichi da lì e sarà tutto lo Stato italiano in una situazione di illegalità rispetto
Tutto a cui adesso e dovremmo uscirne qualora prima no comunque nella storia del
E le attività parlamentare la scritta appelli pre votato
I provvedimenti di amnistia e indulto Ventre qualunque né in tutta la storia
Repubblicana non li abbiamo sempre dato il nostro attento a questi provvedimenti finali sono un certo punto avete cambiato non è che abbiamo cambiato gliel'ho detto perché ben comuni
Quel travisata e lo trova a una necessità così importante così urgente come appunto per non restare abbiamo pensato abbiamo ritenuto
Che mille lire il varo dell'indulto e dell'amnistia tenta una compagna ovvero di riforme strutturali sarebbe stato un boomerang non avrebbe aiutato sicuramente
Gli enti tema l'avrebbe alleggerito e il resto più digeribile per i prossimi sei mesi un anno
Ma poi saremmo ritornati esattamente allo stesso modo così come è successo in Parlamento
E i numeri in Parlamento si si può
Tre bello anche essere per fare
Guardando i mesi avevamo parlo direttamente dichiarato contrario all'indulto Forza Italia no
E non lo so fondi dal Rapporto Italia non fa parte della
Dell'attuale Governo nel della maggioranza di Governo quindi
Ma insomma trovare una maggioranza in Parlamento forse non non sarebbe poi così difficile però non vedo che in questo noi in questo momento politico in questo proprio per l'ambiente
Che è un po'difficile al ribasso del della scadenza elettorale delle elezioni europee delle elezioni amministrative non credo allora se ne può parlare dopo di soli oneri se ne può parlare dopo le elezioni europee
Permette devo parlare anche oggi non dico di no ma credo che ci sia una difficoltà oggettiva
In quel documento nel discutere un provvedimento di amnistia e indulto nella ringraziamo davvero emotiva e la sua cortesia grazie grazie all'AREMOL mollavano nazionale del Pd Sandro fa