29APR2014
intervista

Intervista a Riccardo Chiavaroli sulla risoluzione del Consiglio della Regione Abruzzo a sostegno del Satyagraha di Marco Pannella

INTERVISTA | di Michele Lembo RADIO - 10:49. Durata: 6 min 43 sec

Player
"Intervista a Riccardo Chiavaroli sulla risoluzione del Consiglio della Regione Abruzzo a sostegno del Satyagraha di Marco Pannella" realizzata da Michele Lembo con Riccardo Chiavaroli (consigliere della Regione Abruzzo, Forza Italia).

L'intervista è stata registrata martedì 29 aprile 2014 alle ore 10:49.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Abruzzo, Amnistia, Bernardini, Boldrini, Carcere, Corte Costituzionale, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto, Elezioni, Europee 2014, Francesco, Giustizia, Governo, Grasso, Italia,
Messaggio, Napolitano, Nonviolenza, Pannella, Parlamento, Partiti, Partito Radicale Nonviolento, Politica, Radicali Italiani, Regioni, Renzi, Stato.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.

leggi tutto

riduci

10:49

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale siamo in collegamento con Riccardo chiamarono il consigliere regionale di Forza Italia nonché doppia tessera radicale radicale storico buongiorno Riccardo
Buongiorno salve buongiorno a tutti gli ascoltatori siamo in collegamento con Riccardo per parlare di un'iniziativa di cui lui
Parte attiva all'iniziativa che vedrà il la votazione della giornata di oggi al Consiglio regionale abruzzese di una risoluzione urgente assi al a sostegno al Satyagraha
Di Marco Pannella per la ministri ecco vogliamo sapere da Riccardo chiamerò lì un po'il contenuto e in che cosa succederà in Consiglio regionale in un po'abruzzesi oggi
Sì parliamo di un documento redatto dal collega Maurizio Acerbo di Rifondazione Comunista e dal sottoscritto
E che quindi speriamo possa abbracciare come si suol dire l'intero arco costituzionale scienze innanzitutto
è innanzitutto un documento
Politico che rientra nelle facoltà dei Consigli regionale nella fattispecie di quello dell'Abruzzo si conclude con l'appello Invitto formale al Governo italiano di intervenire
Ci tengo a specificarlo perché è chiaro che
Marco Pannella essendo anche un molo Abruzzese c'è anche una mozione degli affetti ma il documento è realtà ha un'alta valenza politica
E oggi verrà discusso è naturalmente mi auguro approvato
Che cosa diciamo in sostanza che è in corso in Italia una battaglia di legalità
Svolta a diversi livelli naturalmente gli ascoltatori di Radio Radicale ricordano bene recettive anche parlamentari di Rita Bernardini
E c'è poi in corso un Satyagraha quindi una battaglia politica di Marco Rita Emma di tutti quanti gli amici e compagni radicali
Ricostruiamo questa vicenda ricordiamo la condannate la corsa europea e degli altri organismi sulla situazione
Di palese illegalità se non addirittura di tortura per quanto riguarda le carceri italiane ricordiamo che c'è la scadenza del ventotto maggio e quindi non contiamo più i giorni ma alle ore
Per intervenire per riportare legalità rispetto ovviamente dei diritti umani e civili e per rimettere in moto in sostanza la la giustizia in Italia che sappiamo essere incolpata e vivere situazioni poeti
Amministrativa e di classe di fatto chiediamo quindi di dare seguito alle parole
Pronunciate dal Presidente della Repubblica con il suo appello alle Camere implicitamente riprendiamo le parole dei pontefici che hanno invitato
A se seguire la strada dell'amnistia o dell'indulto noi chiediamo al Governo però di essere i sessi e di attivare tutte le procedure per l'amnistia così come ha chiesto il Presidente della Repubblica
Napolitano
Quindi non li faremo un invito formale al Presidente del Consiglio Renzi ai Presidenti di Camera e Senato
Affinché calendarizzazioni no immediatamente azioni concrete che vada da questa direzione
Bene Riccardo sottolineate peraltro anche il richiamo del Presidente Napolitano alla sentenza della Corte costituzionale dove
Una sentenza del nella quale si stabilisce che incasso
Di pronunce della Corte europea accertano la violazione da parte di uno Stato è fatto obbligo per i poteri dello Stato ciascuno nel rigoroso rispetto delle proprie attribuzioni di adoperarsi affinché gli effetti normativi
Lesivi della convenzione cessino quindi voi ponete un punto che sembrano non lasci
è Sato per dirla un po'alla radicale e ne facciamo di necessità virtù
Noi comunque come Stato italiano dobbiamo rispondere ai rilievi della Corte europea e dalla Corte costituzionale
E allora visto che siamo obbligati sostanzialmente a rispondere rispondiamo bene con un atto legislativo e politico che intanto sana la situazione
Dal punto di vista delle sentenze che agisce per i motivi che ho detto prima sulla giustizia italiana e sulla difesa dei diritti umani di chi oggi è detenuto
E quindi invitiamo a il Governo per correre urgentemente questa strada anche
Se non si vogliono considerare gli altri aspetti
Per mente evitare contenziosi futuri dispendiosi da ogni punto di vista e offensivi e in generale per lo Stato italiano nei confronti della Corte europea
Riccardo che Varoli avete sondato il campo nell'ambito del Consiglio regionale come il
Come pensi
Si è difficile fare previsioni nel senso che c'è una disponibilità di massima che che riguarda un po'tutti i Gruppi consiliari e tutti i partiti voi sapete gli ascoltatori sanno che in Regione Abruzzo siamo in campagna elettorale si voterà il venticinque maggio
Speriamo che P. clima elettorale non influenzi invece un dibattito che va ben oltre la contingenza elettorale e che quindi non ci siano
Pregiudizi da una parte e dall'altra sul tema che invece riguarda tutti quanti voi la mozione andrà in discussione nella giornata di oggi quindi
Comunque nella giornata di oggi a questo momento non posso dire è la tempistica ma entro stasera comunque l'Aula la chiamerà a discutere
Riccardo noi ti ringraziamo molto e ci risentiamo per gli aggiornamenti per vedere qual era notevole tra
L'iter relativo grazie a voi davvero e ci teniamo in con
Ringraziamo Riccardo chiamare oli consigliere regionale di Forza Italia nonché doppia tessera del partito radicale grazie Ricardo
Grazie a voi di nuovo