29APR2014
intervista

Intervista a Giovanni Ramonda, responsabile generale Comunità Papa Giovanni XXIII

INTERVISTA | di Ada Pagliarulo RADIO - 14:44. Durata: 9 min 36 sec

Player
La Comunità Papa Giovanni XXIII ringrazia Papa Francesco per aver portato il dramma delle carceri all'attenzione dell'opinione pubblica in Italia con la telefonata a Marco Pannella.

L'impegno della Comunità Papa Giovanni XXIII nell'opera di recupero e reinserimento dei detenuti.

"Intervista a Giovanni Ramonda, responsabile generale Comunità Papa Giovanni XXIII" realizzata da Ada Pagliarulo con Giovanni Paolo Ramonda (responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII).

L'intervista è stata registrata martedì 29 aprile 2014 alle 14:44.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i
seguenti temi: Amnistia, Associazioni, Benzi, Carcere, Cooperative, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Depenalizzazione, Detenzione Domiciliare, Diritti Umani, Economia, Emarginazione, Emergenza, Europa, Francesco, Giovani, Giovanni Paolo Ii, Giovanni Xxiii, Giustizia, Governo, Indulto, Integrazione, Italia, Lavoro, Napolitano, Nonviolenza, Pannella, Parlamento, Politica, Presidenza Della Repubblica, Radio Radicale, Renzi, Servizi Sociali, Societa'.

La registrazione audio ha una durata di 9 minuti.

leggi tutto

riduci

14:44

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

La Comunità Papa Giovanni ventitreesimo che conoscerete perché è stata fondata peraltro da don Oreste Benzi ha deciso di ringraziare Papa Francesco per aver di nuovo portato il dramma
Del carcere in Italia all'attenzione dell'opinione pubblica e in un comunicato ha citato espressamente la telefonata a Marco Pannella ne parliamo con Giovanni ramo onda che è il re poi sanabile generale della Comunità Papa Giovanni ventitreesimo allora le chiederei intanto questo questa citazione diretta di questa telefonata tra il papà e Marco Pannella
Perché l'avete fatto e che cosa volete chiedere
Per intanto vogliamo dire anche un grazie a Marco Pannella che
Daniela un paladino della giustizia su questo versante delle persone che sono recluse quindi ci è sembrato questo passo
Che ha fatto poco Francesco che ha messo in evidenza come possiamo veramente lavorare insieme tutti
Laici cristiani e nella lotta per migliorare
Sistema carcerario per avere attenzione a queste persone che molti di loro hanno sbagliato ma che certamente possono recuperare dare un contributo
Notevole anche alla Società mettendo a frutto la loro capacità dello abilitato povere ecco anche riparato la pena
Voi peraltro e citato esplicitamente anche nel vostro ho comunicato il richiamo che il Presidente Napolitano aveva fatto nei giorni scorsi ormai sono passati più di sei mesi
Da quel famoso messaggio alle camere e quindi come posso dire
Ricordate anche l'importanza di questo messaggio di Napolitano
Se è stato fondamentale perché lui ha ricordato punto la sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo che
Appunto nel gennaio due mila tredici aveva condannato l'Italia è nota la situazione
I nomadi molte carceri italiane tra l'altro entro il ventisette di maggio bisognerà che si trovino delle soluzioni
Quindi anche il Presidente Napolitano io ritengo che
Mette in evidenza deleterio di molti cittadini italiani che credono veramente che
Il recupero di queste persone che vivono in vivono in carcere anche la riparazione la pena può essere attuata con una dei percorsi alternativi che tra l'altro
Anche per esperienza della nostra comunità che ha diverse comunità
Educative
Con i carcerati attesta come anche la recidiva si abbassi moltissime esperienze come queste si passi da un settantacinque per cento di recidiva da quelli che
Escono dal mondo dal carcere a circa il dieci dodici per cento da chi fa percorsi
Riabilitativi ieri educativi questori questo tipo neanche queste sono cifre che difficilmente sono contestabili oppure vengono quotidianamente contestate voi per l'appunto di occupate spessissimo proprio di percorsi e di reinserimento fate parte anche di quelle associazioni che hanno rivolto un appello al Presidente del Consiglio Renzi troppo sulle carceri
Scene chiediamo che in questo semestre europeo
In cui l'Italia alla guida ecco possa veramente essere messo come una delle priorità questo problema enorme del sovraffollamento delle case delle condizioni molte volte anche
Non rispettose della dignità umana squilibrati
Pensiamo che il mondo politico abbia una responsabilità abbia una capacità di poter orientare
Le risorse economiche anche sulle pene alternative che aveva detto tra l'altro in questo momento farebbero risparmiare anche molto sullo Stato sociale
Non solo ma valuto per dare una svolta culturale è un'altra volta di un'intelligenza
Educativa che punta anche ne abbiamo parlato sul perdono sulla capacità della riconciliazione quante ma anche molto caro a Papa Francesco c'è una scelta non violenta che
Tra l'altro verrebbe recepita molto anche dal mondo giovanile cioè il mondo giovanile oggi ha bisogno di
Una politica di giustizia una politica
Che tenga conto dei diritti fondamentali della persona dell'uomo come ha sempre anche richiamato fortemente don Oreste Benzi nostro fondatore
Anche spesso Pannella disappunto non è soltanto questione di clemenza una clemenza che venne in bocca invocata da Giovanni Paolo II quando venne
Applaudito in nell'aula nelle aule parlamentari ma non è questione soltanto di clemenza questione per l'appunto di giustizia e quindi di denegata giustizia
Volevo chiedere di voi citate tra l'altro in questo vostro comunicato
La parola amnistia che sembra essere una parola tabù ecco su su questo volevo chiedere cosa cosa pensate
Se noi pensiamo che soprattutto
Cioè la persona che ha sbagliato anche nel rispetto delle vittime dei familiari
Se realmente è stato accertato questa questo errore ecco debba debba riparare
Però la riparazione deve avvenire con un percorso positivo propositivo cioè l'uomo non è il suo errore l'uomo è più grande del senatore quindi noi proprio vivendo
Con tante persone che arrivano dal mondo del calcio non mai da decine di anni anche con tanti giovani perché lavoriamo anche nelle carceri minorili
Abbiamo sperimentato che bisogna porre un puntare sulla parte positiva della personalità
Anche colui che ha compiuto e più gravi reati a un anno a una come una scintilla di bene dentro di sé nella sua intelligenza una sua capacità di donarsi lì relazionarsi con gli altri allora ne abbiamo sperimentato
E anche
Diverso irresponsabile nostre comunità rivelano da percorsi pene carcerarie che però
Hanno sono riusciti dopo avere
Ecco pagato anche il danno causato sono riusciti veramente a riabilitarsi eh e mettersi al servizio della società al servizio del bene comune
Voi né ricorderete tutte queste questi obiettivi appunto del vostro del vostro impegno con un
Pellegrinaggio Radio Radicale lo seguirà peraltro e ha un titolo che è fuori le sbarre la certezza del recupero è una marcia un pellegrinaggio che si terrà a Rimini a partire da lì una cima maggio
Certo dal dall'istituto penitenziario dal dal carcere di Rimini fino a una
Al centro di Rimini presso
La Chiesa mi sembra che ciò
Sant'Agostino dove ecco si farà ci saranno varie tappe con testimonianze
Soprattutto di persone
Che sono stati in carcere hanno
Parla su un percorso qui la riabilitazione proprio
Riscoperto anche il gusto del vivere per una società nuovo panorama un'umanità nuova ci saranno anche testimonianze
Del mondo politico del mondo degli operatori e anche delle carceri perché le crediamo comunque anche molto in un lavoro di rete da appalti in tutte quelle persone che nelle varie vesti professionali comunque
Sentono queste degli ente insopprimibile di essere asservito dalla persona del servizio del nuovo servizio del del bene insomma
Ci saranno tra gli altri Nicola Bosco letto Presidente della cooperativa rebus e poi c'era il cappellano dell'Arma dei carabinieri don Giuseppe Grigolon pace
Tra gli altri il direttore della Caritas nazionale il vescovo di Rimini sua Eccellenza Francesco la miliardi ci sarà anche il sottosegretario Presidenza del Consiglio Sandro Gozi
Certamente sì ma abbiamo voluto coinvolgere proprio
Le varie personalità di queste realtà della della società civile lei ha citato anche appunto il mondo delle cooperative noi anche nella nostra esperienza abbiamo oltre allarmi
Diciamo al alla possibilità di scontare
La pena alternativa proprio in strutture residenziali come le case famiglia alla madre del perdono o la madre della tenerezza
Abbiamo anche queste cooperative sociali dove queste persone possono
Mettere a frutto anche le le loro capacità professionali che avevano prima di compiere reati
Quindi il mondo intero cooperativistico e molto importante a ridare una dignità profonda queste persone
Bene allora grazie a Giovanni Ramon dai responsabili le generale dell'Associazione Comunità Papa Giovanni ventitreesimo grazie ad esempio al suo e di buon lavoro