28APR2014
intervista

Intervista a Loredana De Petris sulla posizione di SEL sulle riforme costituzionali, in particolare su quella del Senato

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 5 min 59 sec

Player
"Intervista a Loredana De Petris sulla posizione di SEL sulle riforme costituzionali, in particolare su quella del Senato" realizzata da Claudio Landi con Loredana De Petris (presidente in Senato, Misto - Sinistra Ecologia e Libertà).

L'intervista è stata registrata lunedì 28 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Affari Costituzionali, Camera, Corte Costituzionale, Costituzione, Csm, Democrazia, Enti Locali, Europa, Federalismo, Germania, Istituzioni, Italia, Legge Elettorale, Partiti, Presidenza Della Repubblica, Regioni, Renzi, Riforme,
Senato, Sinistra, Sinistra Ecologia Liberta', Stato.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo qui con noi e l'organo che Petris disse il Presidente in Senato del Gruppo Misto avete appena terminato come esponenti di sé l'una conferenza stampa dedicata alle riforme istituzionali in particolare ovviamente
Alla questione del Senato ieri sembra anche il Presidente del Consiglio abbia in qualche modo aperto alle istanze alle richieste
Per i suoi oppositori degli oppositori dico nell'attuale testo della riforma costituzionale qual era suo figlio
Ma il dibattito è stato importante questo dà dimostrazione diciamo che il dibattito all'interno della
Commissione che ha visto un larghissimo schieramento contro trasversale contro
Lei è molto critico diciamo con varie accenti
Sulle proposte del Governo a sortito un qualche retto ora noi dobbiamo ancora comprendere bene quali sono diciamo queste aperture sulla data intanto la data
Diciamo del venticinque maggio questa evidente a tutti insomma è stata
Derubricata insomma ad un'altra ma la a data da destinarsi
E per quanto riguarda la questione
Che anche per noi un punto importante
Sulle lettere le modalità di elezione del
Del Senato meglio ancora su che cosa si quali funzioni simulazioni al Senato perché il ragionamento
Che è stato un po'trasversale in questi giorni e che il nostro che in cui diciamo il Senato un Senato che criticamente vuole essere un Senato un forte ruolo di garanzia di controllo di competenza o comunque
Catherine partecipa alle leggi costituzionali elezione del Presidente a recuperi di organismi di garanzia non può non avere l'investitura popolare perché altrimenti
Sarebbe diciamo francamente insomma non legittimato poi ad assumere
Alcuni scelte importanti e però ci sono molti molti Paesi europei sono Senati Abruzzo hanno un ruolo importante o camere altri che non hanno una legittimazione diretta sul punto è stata descritta subiti il caso trittico ma infatti noi facciamo
Un della nostra critica che abbiamo ribadito
Oggi in conferenza stampa all'insieme delle riforme di Renzi
Riforme costituzionali sono elettorale litri per il pieno e che cosa facciamo cioè che cosa fanno prima si è arrivati al Titolo quinto
Su un'ipotesi diciamo sull'onda delle
Nella Liga quindi del capitalismo oggi l'ipotesi che viene presentata di riforma del Titolo quinto è di fatto di una sorta di neo centralismo quindi sottrazione di poteri religioni nel momento in cui le regioni vengono indebolite
Sì qua in un Senato delle Regioni e delle
Autonomia sembro pugliese ha realmente incoerente che molto incoerente per questo diciamo che è qui che però dal punto di vista del sistema democratico che in quella cosa non sta in piedi
Il Bund estratte è un
Non sono eletti direttamente ci sono soltanto espressioni di Governo tra l'altro
Del ma è uno Stato federale è una cosa molto diverso uno Stato federale che però
A un principio molto forte di unità nazionale esattamente contrario di quello che che c'è poi nel nostro Paese i e quindi
Non sarebbe altro che un contentino alle Regioni che verrebbero qui appare
Una specie di dopolavoro come qualcuno
La definito senza
Insomma non si riesce
A capire davvero come potrebbero esercitare il loro ruolo perché circondati non esserci in quella proposta dei punti assolutamente oscuri non sa se i lavori delle Commissioni si lavora in Commissione quando richiama le leggi come questo potrebbe avvenire visto che
Che fatto da
Da consiglieri regionali che hanno un altro lavoro poi quindi il punto dell'elezione diretta non è un punto secondario perché il punto dell'articolo sessantasette della Costituzione
Un Senato che rappresenta
Forte di garanzia non può che essere un Senato in cui senatori rappresentano la nazione
Così come i deputati e non devono avere vincolo di mandato questo è il punto
Dirimente un'elezione diciamo all'interno dei Consigli regionali parallela o altre cose
Indiretta comunque sancire beh lattine delle
Delle senza vincolo di mandato perché avrebbero un vincolo di mandato territoriale localistico
Io
E soprattutto non rappresenterebbero clonazione intatti nella proposta poi di
Direi anzi questo non si tocca l'articolo sessantasette ma novanta ma non non si dice che rappresentano più tale azione non sono piccole cose sono diciamo e l'insieme
Del delle delle riforme che a nostro avviso è un pasticcio dal punto di vista costituzionale il sistema democratico un sistema fatto
I pezzi di contrappesi che detta legge recondita dicono che è stato approvato che è una legge fortemente maggioritaria lesiva del pluralismo perché ha degli sbarramenti molto alti con liste bloccate un partito
Con il venticinque per cento ma anche con meno potrebbe accadere riprende tutto i dei tetti per quanto riguarda il Senato e
Noi sappiamo bene come avvengono le direzioni
E dei Consiglieri avverrebbero praticamente dividendosi tra i due libri partiti prima i primi due partiti si spartire vero
Diciamo i posti all'interno del Consiglio quindi significa che
Più i ventuno senatori nomina direttamente il Presidente ha ripubblicato ma si verrebbe a creare una situazione per cui un partito avrebbe in mano tutto avrebbe in mano
Tutta la rappresentanza avrebbe in mano l'elezione del Presidente a Repubblica avrebbe in mano l'elezione
La Corte costituzionale del CSM è questo onestamente non in una sistema che vuol definirsi democratico non è possibile più siamo come sempre lo erano ripeto ciò che diceva il Presidente del Gruppo Misto cominciano a Roma l'ascolto come sempre dalla Radio Radicale