02MAG2014
stampa

Conferenza stampa di Forza Italia di presentazione delle sue proposte sul decreto lavoro

CONFERENZA STAMPA | Roma - 10:15. Durata: 36 min 55 sec

Player
Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Conferenza stampa di Forza Italia di presentazione delle sue proposte sul decreto lavoro" che si è tenuta a Roma venerdì 2 maggio 2014 alle ore 10:15.

Con Maurizio Gasparri (Vice Presidente del Senato della Repubblica, Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente), Alessandra Mussolini (senatrice, segretario della Presidenza del Senato, Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente), Anna Cinzia Bonfrisco (senatrice, Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente), Gianmaria De
Francesco (giornalista).

La conferenza stampa è stata organizzata da Forza Italia.

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Berlusconi, Biagi, Contratto D'area, Crisi, Decreti, Disoccupazione, Economia, Giovani, Governo, Impresa, Lavoro, Occupazione, Politica, Renzi, Riforme, Senato, Sud.

Questa conferenza stampa ha una durata di 36 minuti.

leggi tutto

riduci

10:15

Organizzatori

Forza Italia

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno a tutti e lo possiamo iniziare grazie intanto della preferenza
è una giornata di lavoro non già il lavoro anche se appunto
Feste alle vicende hanno come dire
Oltre allentato il ritorno il nostro oggi Senato come noto agli addetti ai lavori si occuperà nella Commissione lavoro
Del decreto sul lavoro e noi come Gruppo di Forza Italia abbiamo presentato delle proposte di modifica che adesso che ci sia qualche attimo la senatrice Mussolini
Che la nostra esponente di punta nella Commissione lavoro
Cosa dice Bonfrisco che notoriamente segue tutte le materie di natura economica finanziaria insieme ad altri colleghi
Del gruppo perché noi abbiamo
Apprezzato
L'intento del Governo di mettere tra le priorità la questione lavoro non mi dilungo sui dati
Che anche ieri sono stati ricordati e che AN sono drammatici allarmanti Lemeti generali le medie giovani Lemeti di alcune aree più deboli del Paese e quindi partiamo da un contesto assolutamente drammatica
Il raffronto nel presente in un recente passato dar ragione a leggi come la legge Biagi che i governi guidati da Berlusconi portano all'approvazione avevamo alcuni anni fa una media di occupazione che è intorno all'otto per cento
E quindi c'era già una crisi economica significativa non erano anni
Di Oro e di benessere tormenta oggi la crisi sicuramente e peggiorata ma diciamo che le leggi precedenti sono stati sicuramente migliore
Ma abbiamo quindi una serie di
Proposte migliorative del testo e l'azione anche di natura politica
Perché alcuni sostengono che non voteranno il testo se rimarrà così come la Camera dei deputati lo approvato peggiorando e trasformando quello che è stato retoricamente chiamato il Giobatta
Regge sul lavoro che noi chiamiamo più semplicemente
Il CGIL acta come ha detto Silvio Berlusconi perché
La presenza preponderante di esponenti del Partito Democratico di provenienza CGIL hanno
Portato all'irrigidimento delle norme
Alla diminuzione di quegli spazi di flessibilità che a nostro avviso invece incoraggiano le imprese a creare occupazione con aspetti poi chi saranno adesso illustrati col peggioramento del testo
Riteniamo quindi che si debba
Come dire scostare questo provvedimento dalle incrostazioni che ci sono state sovrapposte che si debba con coraggio come dire ha detto Presidente Berlusconi
Detassare tutte le nuove assunzioni se il momento è drammatico servano a cura sciocca non servono
Diapositive e discorsi soltanto scenografici a Previti contenuto vedremo anche se quei settori della maggioranza lo diciamo con chiarezza che hanno detto che non voteranno il provvedimento si arresterà com'era
Uscito come è uscito dalla Camera avranno il coraggio di andare fino in fondo oppure se tra la poltrona e la coerenza sceglieranno la prima noi comunque non andiamo a rimorchio di nessuno che non siano volte ci sono esso saranno illustrate
Siamo pronti a concentrare riesame solo su un numero limitato di emendamenti perché non vogliamo fornire alibi
A ricorsi alla fiducia quindi oggi la Commissione lavorerà abile a noi non abbiamo presentato una quantità
Diciamo colossale di emendamenti considerata l'importanza del problema siamo anche pronti a concentrare su tre quattro questioni la nostra attenzione in modo tale che non ci siano alibi non vogliamo che si dica ci sono troppi emendamenti sono sento i numeri
Mi sembrano cospicui però noi siamo disposti nel corso dei lavori si andrà poi
In aula martedì quindi non è che l'ASI verifica molto lontana concentrare sono valide se non ho presentato il programma siamo anche pronti a
Evidenziare quelle principali però vogliamo smascherare
Questo trucchetto di chi fa gli annunci di chi fa le slide poi paga la come dire
La cambiale alla CGIL e quindi si ritorna alle rigidità e poi gli altri che farò interviste dicendo che diranno no sono già pronti a dire sì
L'abbiamo delle proposte si vediamo gli altri a seguire noi non dobbiamo attaccarci al carro di nessuno
Viaggio operano sulla strada coerenti con il percorso normativo che abbiamo svolto la parola all'azione di
Ringrazio il presidente Gasparri aggiungo visto che ci sono state alcune domande sulla nostra posizione politiche rispetto agli altri gruppi
Soprattutto alcuni gruppi di maggioranza che noi abbiamo le nostre proposte che non sappiamo né francamente ci può interessare quali sono le posizioni di altre forze di maggioranza che si sono che hanno seguito in modo completo proprio il
Partito il Pd su molti temi
Quello che posso dire oltre a riferimento della CGIL e che questo decreto lavoro è stato forni Rizzato
Renzi lo a fornire Rizzato perché
Perché noi dovevamo aprire il il mondo del lavoro con una maggiore elasticità flessibilità soprattutto chi ai i giovani invece sono stati inseriti soprattutto da alcune modifiche della Camera tanti condizionamenti cito ad esempio
L'apprendistato che prima di assumere un giovane per l'apprendistato se ne devono stabilizzare e altri nei tre anni quindi un non solo anche per i contratti subordinato a tempo determinato
Che sono quelli anche molto frequenti nelle aziende
Il limite non deve superare come è noto il venti per cento nel testo di tutti i contratti a tempo indeterminato di tutti gli assunti a tempo indeterminato al primo gennaio invece
Noi vogliamo aumentare la platea inserendo anche part-time a tempo
Determinato l'apprendistato perché ci sta ci sarà la possibilità per fare in maggiori contratti a tempo determinato quindi
Ci sono varie condizioni
Che sono state poste in questo decreto che non aumentano che non danno realmente una spinta per l'occupazione
E poi vorrei dire ieri è stato il primo maggio e il Governo sta parlando ne ha parlato anche il ministro Poletti
Della famosa garanzia giovani io voglio ricordare che garanzia giovani tanto per essere chiari non è un'iniziativa del Governo è un'iniziativa dell'Unione europea del Consiglio d'Europa
Iniziata con il Governo Berlusconi e poi con il Governo Monti e letta
E dove sono stanziati un miliardo e cinquecento milioni di Euro per la formazione non sono posti di lavoro
Formazione che certamente è molto importante ma vorrei dire e lo dico a voi che siete giornalisti che avete molte più possibilità di noi come mai
Il Governo visto i soldi che servono anche
Per le piattaforme informatiche perché voi sapete che molte Regioni sono a terra
Rispetta lo start up di molte altre sono sette le Regioni sono pronte come mai il Governo si è tenuto cento milioni di Euro che da e in a Italia lavoro S.p.A. che è totalmente partecipata dal Ministero dell'economia questi cento milioni io credo che siano molto importanti per i giovani
Tra le altre cose questa è una curiosità voi sapete che ormai c'è il tetto per gli amministratori delegati inserito dalla centosessantasei del due mila tredici
Credo che l'amministratore delegato percepisca duecentoquarantacinque mila euro l'anno
E invece dovrebbe abbassarsi a centocinquantacinque
Quindi Reboani quindi quello che vorrei dire importante agire di concerto
Il nostro contributo sia alla Camera che al Senato non è stato di ostruzionismo mai stato un contributo importante per modificare il testo poi
Giustamente come è stato detto dalla Polverini
Mentre si discuteva INDA Commissione lavoro alla Camera in un'altra stanza già decidevano che dovevano bloccare tutto perché le modifiche sarebbero state apportate al Senato
Quindi noi come è stato detto da Gasparri abbiamo presentato relativamente pochi emendamenti
Sull'apprendistato sul limite del venti per cento quindi la possibilità come è stato detto questa o sulla defiscalizzazione totale anche per quanto riguarda gli oneri contributivi
Per i giovani che vengono assunti e ci concentreremo su queste tematiche la Commissione il Presidente Sacconi
La farà iniziare alle ore dodici non ci saremmo combatteremo per far modificare per modificare questo testo e per dare veramente un'opportunità I giovani adesso passo la parola
Alla senatrice Cinzia Bonfrisco che sarà
Presente in Commissione lavoro per nello specifico per entrare nello specifico degli emendamenti grazie grazie grazie a tutti soprattutto
Alla stampa anche evidentemente a questo tema dedica un'attenzione particolare
E e non potrebbe che essere così visto che
Sono capita tra i tanti settori interessati da una vera e reale riforma del mercato del lavoro
Alcuni settori in particolare tra cui l'editoria tra cui
E l'anno e il nostro lavoro sulle comunicazioni risente particolarmente di un'impostazione
Di questo che doveva essere Giobatta
E ed è diventato alla fine dopo il passaggio alla Camera così fortemente condizionante di tutte le spinte innovatrici all'interno del Giobatta e diventi si è trasformato nel Camusso arte
E oggi al
Al al termine del dei festeggiamenti che tutti abbiamo voluto dedicare al Primo Maggio ricordando il grande
La grande importanza il grande ruolo
Del del lavoro sancito dalla Costituzione noi siamo alle prese ancora con un testo
Che invece che proseguire sulla strada della modernizzazione del mercato del lavoro
Al contrario arretra arretra e non e non affronta alcuni temi che nel tempo il mercato stesso si è incaricato di modificare spesso in alcune
In alcune in alcuni casi
Anche degenerando
E facendo emergere un aspetto della flessibilità sono il suo aspetto negativo e non il dall'aspetto invece positivo
Dell'entrata facile dell'uscita semplice dal dai sistemi di lavoro nell'incrocio tra periodo lavorativo periodo formativo tutto quello che
Il l'Unione europea considera un moderno mercato del lavoro siamo ben lontani quindi
Dalla
Descrizione anche cinematografica che faceva un famoso film ma i tempi della riforma del mercato del lavoro di Toni Blair quelle slide in Doors dove le persone entrano ed escono dalle aziende ma non escono mai dal mercato del lavoro
Perché il mercato del lavoro fatto di ho occupabilità e di occupazione è il caposaldo di quel capitale umano al quale tutti facciamo riferimento a parole ma poi nei fatti invece
Non sempre riusciamo a valorizzare
Il quale l'obiettivo di un sano mercato del lavoro l'obiettivo è quello di aumentarne la potenzialità l'occupabilità delle persone e la produttività
Ecco perché noi
Tutti noi consideriamo fondamentale un mercato del lavoro funzionante
Perché funzionale a quella ripresa di prodotto interno lordo di produttività
Che è il vero denominatore sul quale
Non ragioniamo e non riflettiamo mai abbastanza i nostri emendamenti quindi tendono a riportare nel dibattito corretto di questa di questo lavoro parlamentare la stretta connessione
Tra lavoro e produzione e quindi la produzione di PIL del nostro Paese
Che può essere aumentata solo aumentando le possibilità delle persone a entrare nel mercato del lavoro
Così oggi non è ma noi continuiamo a tutelare e a proteggere una parte di lavoro che è già occupata
E non ci occupiamo minimamente di come
Valorizzare e tutelare che in quel mercato del lavoro non riesce a entrare è l'antico dibattito tra gli outsider il designer del mercato del lavoro e
Per ciò che fa più specie alla nostra parte politica
è che esponenti
Importanti della cultura del mercato del lavoro delle politiche attive del lavoro
E della parte giuslavorista come il professor Ichino o come Maurizio Sacconi che oggi presiede la Commissione lavoro
Non avvertano la necessità di chiarire questa contraddizione questa questo famoso Giobatta che si è tradotto in un
In una strumentazione politico-sindacale e esclusivamente giuslavorista vale a dire che noi affidiamo ancora
Il mercato del lavoro e il suo contenzioso facendolo peraltro aumentare
Alla
Alla valutazione poi dei giudici e non al invece al potenziamento di quelle relazioni industriali per cui
Nella condivisione o nella competizione tra capitale e capitale umano
Lì si possano trovare le condizioni per
Favorire chi deve crescere dentro quel mercato del lavoro e le imprese che devono continuare a produrre
La parte sostanziale del mercato del lavoro noi continuiamo a dimenticare questo aspetto che il lavoro è prodotto dalle imprese
E se le imprese hanno facilità e possibilità
Di utilizzare lo strumento del mercato del lavoro aumentano il PD questo no di questo può
E se diversamente noi continueremmo a produrre una serie di testi di normative che non faranno altro che tutelare chi è già dentro il mercato del lavoro che però si riduce sempre di più quindi noi tra un po'arriveremmo a tutelare IPA da nel mercato del lavoro e non invece i milioni di giovani che continuano a vedere sì impedito l'ingresso
Ragionevole e
Di di opportunità del mercato del lavoro come per esempio
Può garantire oltre elementi i nostri testi le nostre proposte
Quella proposta che
Frutto del lavoro di Ichino da molto tempo voglio ricordare
Solo per la memoria storica di cosa sono stati gli ultimi vent'anni di questo mercato del lavoro e dal due mila
Dagli anni due mila dal libro bianco di Marco Biagi ad oggi Ichino ha sempre
Prospettato un mercato del lavoro che potesse ricomprendere garanzie crescenti tutele crescenti NAC e che favorisse però l'ingresso faccine semplice oltreché semplificato dal punto di vista burocratico
Dei giovani nel mercato del lavoro ecco io penso che
La mediazione corretta
Potrebbe essere individuata dalla proposta Ichino
Mi auguro che la proposta Ichino possa vivere perché su questo potrebbe esserci l'ampia convergenza anche da parte nostra nel provare a scrive a voltare la pagina
Di questo giova acts che si è ridotto ad essere semplicemente la fotocopia di una impostazione che ha generato nel nostro mercato del lavoro
Molte storture
Voglio fare alcuni esempi in modo che sia chiaro cosa noi Gore vogliamo combattere noi vogliamo combattere attraverso i nostri testi lo scollegamento totale tra mercato del lavoro economia vera reale
E quindi tra lavoro e imprese
Tra chi dentro quell'impresa deve poterci entrare e la facilità e la semplicità la flessibilità per l'impresa è
Accogliere opportunità del mercato come per esempio commesse improvvise che non possono poi determinare
La stabilizzazione automatica di quelle persone ma che il devono invece poter vedere
Aumentata la percentuale possibile dell'apprendistato che
Voglio ricordare
Innanzitutto a me stessa e uno dei cavalli di battaglia del Presidente la Commissione lavoro Maurizio Sacconi quando della sua attività di Governo
Ha concentrato proprio su questo uno degli elementi decisivi della modernizzazione del mercato del lavoro
E
Dalla nostra proposta quindi di aumentare quel limite non può essere solo il venti per cento perché vuol dire non conoscere
Come sono fatte le imprese italiane il novantasei per cento delle imprese italiane è costituito da piccole e medie imprese la media dei dipendenti delle imprese italiane nove dipendenti
Ecco quel venti per cento su nove dipendenti credo che sia facile capire
Quanto sia poco per le nostre imprese e quanto
Le imprese italiane dagli artigiani a quelle magari anche più
Strutturate la delusione
Che avranno le imprese quando vedranno entrare a regime questa mancata riforma sarà sarà notevolissima
Ma perché
Pongo l'accento sull'apprendistato e sulla sulle nostre proposte di migliorarlo agevolarlo rendendo anche meno burocratico quel percorso di incrocio
Tra lavoro e formazione che invece il testo prevede perché
Il
Secondo i dati di Confartigianato la situazione occupazionale è fortemente legata anche ai problemi del sistema formativo
In Italia la percentuale degli under venticinque che studiano e lavorano contemporaneamente appena del due virgola otto per cento a fronte della media europea del tredici virgola sei per cento
Prima la collega Mussolini citava il programma garanzie giovani in quelle garanzie giovani l'Unione europea tiene conto dei dati dei Paesi del nord dei Paesi
Come la Germania come la Francia dove l'accesso al lavoro e anche alla scuola contemporaneamente più semplice
Questo ovviamente favorito da minori burocrazie in campo scolastico questo mi pare evidente e però le opportunità di trovare lavoro sono ostacolate sin dalla crisi oggi certamente
Ma anche da interventi normativi che hanno penalizzato questo contratto quello a valenza formativa no come con l'apprendistato
Che voglio ricordare che nel due mila tredici quel tipo di contratto
A consentito l'undici virgola cinque per cento delle assunzioni effettuate dalle imprese artigiane quelle che citavo prima come l'impresa più diffusa nel nostro Paese
E delle assunzioni effettuate
Invece dalle altre imprese per l'otto virgola sette per cento
Ma la vocazione dell'artigianato ad utilizzare l'apprendistato è stata pesantemente compromessa in questi ultimi tre anni
Dai maggiori costi innanzitutto e i vincoli introdotti da quella riforma Fornero che prima citava la collega Mussolini dalla quale noi abbiamo sempre detto che dobbiamo uscire il più velocemente possibile non l'abbiamo detto solo noi
Sono dichiarazioni anche del Segretario delle amici di Alfano che a sempre indicato in quella riforma uno dei grandi sbagli del
Del del dell'impianto normativo italiano
E infatti
Il frutto della riforma le incertezze applicative provocate da tre diversi interventi che sull'apprendistato si sono svolti
Sia dalla riforma forme Rocco e poi successivamente anche dal decreto del fare
Del governo letta risultato tra il due mila dodici e due mila tredici le assunzioni di apprendisti nell'artigianato sono crollate del trentatré per cento
E nelle imprese più grandi del sedici per cento allora vuol dire che noi dobbiamo all'interno di questo
Dell'impianto normativo che la Camera ci consegna riportare il tema dell'apprendistato come tema
Centrale dello sviluppo di un mercato del lavoro che
Può tornare a far crescere l'economia e non di un mercato del lavoro che per esempio nell'impianto
Nell'articolo che prevede l'obbligo formativo mentre si lavora da parte degli apprendistati far scontare alle imprese e ai giovani apprendisti
Lei lacune e le le mancanze di un sistema scolastico che a monte non si preoccupa di fornire a quel giovane la strumentazione teorica culturale ma anche l'incrocio con l'azienda e sulla base delle esigenze delle aziende individuare percorsi formativi più utili perché per cui i giovani
E invece noi poi deleghiamo al mercato del lavoro alle imprese
Scontare il fatto
Che la scuola nel nostro Paese non ha minimamente all'ordine del giorno quale potrà essere lo sbocco lavorativo di quel giovane che viene forma
E allora tutti i nodi arrivano al pettine del mercato del lavoro ma supporto delle imprese e noi pensiamo
Che anche questo l'impianto normativo così come la Camera ci ha consegnato continui a ad appesantire
Il ruolo e il lavoro delle imprese a penalizzare fortemente i giovani e gli occupati quelli in cerca di occupazione in generale perché oramai la nostra asticella
Dell'occupazione giovanile rischia di alzarsi sempre di più e noi dobbiamo intervenire su questo per le generazioni di oggi e per le generazioni future
E
E invece di per rimettere in discussione fortemente
Una
Eccessiva burocratizzazione irrigidita di un mercato che mercato non è mai stato la riprova del fatto che non è un mercato ce la dà
La percentuale bassissima dell'incrocio tra la domanda e l'offerta di lavoro che viene
Intermezzi atto dalle nostre strutture pubbliche del lavoro
Chi
Tra di noi può testimoniare di aver trovato un'occupazione per essersi recato nell'Ufficio provinciale del lavoro e aver potuto lì godere dei servizi pubblici dello Stato
Per l'incrocio della domanda e dell'offerta di lavoro
La percentuale dell'intermediazione pubblica del mercato del lavoro è ferma al quattro per cento da molti anni allora io mi auguro che tutti i soldi
Le risorse pubbliche che vengono impegnate per formare quella famosa banca dati dei bilanci delle competenze di ciascuno di noi che devono poter essere a disposizione delle imprese e al contrario viceversa
Le domande
Di risorse umane la ricerca di risorse umane che le imprese fanno possano essere sempre di più intermedi l'arte in modo trasparente e il facile e facile e di facile accesso per tutti in modo da
Costruire quell'altra gamba dell'occupabilità delle persone quella che completa il cerchio di un mercato del lavoro sanno e trasparente che quella della trasparenza dell'incrocio tra la domanda e l'offerta di lavoro noi invece restiamo impantanati in una vecchia impostazione
Pubblica e solo pubblica che nonostante i numeri
Di dichiarino che certifichino il suo fallimento da quest'anno riusciamo a uscire perché anche nel nostro Paese
Che abbiamo delegato forme surrogate come ad esempio quella dell'utilizzo dello strumento della cooperazione
A
Supplire le necessità delle imprese
E abbiamo allo stesso tempo
Non aiutato le imprese accrescerne la responsabilità anche sociale del loro ruolo anche rispetto alla al lavoro
E abbiamo
Degenera fatto degenerare invece il sistema e il principio della cooperazione che è diventato da straordinariamente positivo importante com'era all'inizio oggi un semplice in modo surrettizio
Per
Uscire dai vincoli stringenti di impianti normativi come quelli che leggiamo che si rivolgono più che al paese reale all'economia reale
Al paese che si sogna e soprattutto alla burocrazia che che governa tutto
La nostra opposizione sarà forte e concentrata su pochi punti quelli che noi consideriamo irrinunciabili fondamentali ma siamo proprio curiosi di vedere come
Trai Maggioni giuslavoristi maggiori lavoristi del nostro sistema ricordo che Maurizio Sacconi è stato anche un bravissimo direttore generale dell'agenzia delle Nazioni Unite dell'organismo delle Nazioni Unite che si occupa di lavoro
La io e e come oggi possa vedere
Sminuito bene e mortificate tutte le tendenze moderne nel mercato del lavoro che l'Unione europea considera tali e il e giuste e che chiede di favorire in un testo che invece è solo burocrazia e sindacato grazie
Prego domande
Gian Maria De Francesco del giornale
Vorremmo sapere in che modo intenderete portare avanti questa serie di di proposta e cioè nel senso che siamo arrivati in un momento utile di scontro politico molto forte ancorché questa sia
Siano proposte
Di buonsenso però
Sia per problemi interni al Partito Democratico sia per problemi di di tenuta della maggioranza di
Di governo cioè
Visto dall'esterno sembra difficile far passare questo tipo di
Il ragionamento fila
La previsione iniziale del Presidente del Consiglio era molto diversa da quella che è stata
La decisione presa alla Camera quindi c'è una contraddizione che riguarda Renzi che l'ha presentato un testo diverso da quello che i parlamentari che sono stati degli ritirano della CGIL hanno imposto alla Camera
Pezzi di maggioranza hanno detto che votava la fiducia in attesa di modifica al Senato
Mi rendo perfettamente conto del nodo politico che lei ha individuato sento dicono che oggi ci sia una riunione
Di maggioranza non facciamo Vantaggiato all'opposizione abbiamo presentato qua esosa eseguito una trentina di emendamenti ma siamo pronti a concentrare l'attenzione su quattro di professioni ci rendiamo conto che anche la cui non è dire ha posto il Presidente Berlusconi con forza la detassazione totale delle assunzioni che riguardino disoccupati di lungo periodo così come individuati da norme in vigore dal due mila o i cassa integrati
Possa in teoria come dire il contrario di difficoltà anche se a nostro avviso creare lavoro anche su priorità la copertura è sempre più vantaggioso che non crearlo perché alla fine comunque al di là delle coperture sui contributi gli oneri finanziaria immettere personale circuito produttivo ordine consumi IVA si vanno i calcoli delle misure economiche sui presunti in casi di IVA veri vagamente all'impresa o per altre vicende
E noi ci rendiamo perfettamente conto però vogliamo vedere che succede noi non faremo certamente da codazzo ad altri noi abbiamo avuto scandire le nostre posizioni con questa conferenza stampa
Prima che si entri nel merito nel dire che noi siamo pronti ripeto anche a limitare l'attenzione su quattro cinque questioni il numero dei rinnovi di contratto le questioni che sono note
Però non è che ci facciamo utilizzare da altri devono essere
Altri a prendere atto di una coerenza che il dato politico poi di fondo e lo dico senza voler fare una polemica sui nomi o sulle persone non è che si può essere voi intendiamo o centrodestra ed essere poi
E al seguito dell'Appia Antica sinistra questo ma il dato politico delle giornate che da qui a martedì vivremo su questa questione come su altre questioni di cui avremo nei prossimi giorni è arrivato dalla Camera il decreto sulla droga vedremo che cosa faranno comuni ci sono dei nodi politici
Che non solo eludibili è uno deve decidere da che parte sta se sta dalla parte
Delle leggi di rigidità sul lavoro di permissivismo sulle droghe o su altre questioni si fa da una parte l'uomo dicendo in quelle che sono le politiche del centrodestra dal lavoro ad altri
Quindi alla sua domanda vedremo che risposta avranno abbiamo posizioni molto chiare e siamo anche aperti a un confronto con tutti
Sì intanto sulla proposta scotta di Forza Italia di detassare tutte note assunzioni le ha specificato anche di alleggerire le rispetta gli oneri previdenziali alleggerire anche estate gli oneri previdenziali quindi questo ovviamente presuppone che sia lo Stato
A provvedere quindi le coperture
Di questa proposta e poi la senatrice Bronte Bonfrisco ha detto che appoggerete la l'emendamento Ichino
Sui contratti a tempo indeterminato a graduale salvaguardia volevo sapere se eventualmente
Rispetto all'eliminazione del tetto di venti del venti per cento quindi l'obbligo di assunzione con il superamento di questo tetto siete disponibili
A sostituirlo con una sanzione che era la proposta Sacconi perché questo nel vostro emendamento né vostre menti non c'è
Scusi
Parto dalla copertura le coperture finanziarie che sono sempre il tema
Centrale di ogni proposta noi abbiamo utilizzato copertura finanziaria di un'impostazione più ampia
Di quanto previsto dal testo sulla riduzione della tassazione
Per il due mila quattordici ma anche per gli anni a seguire una parte delle coperture previste previste già dal
Dal decreto del Presidente del Consiglio Renzi sulla
Il decreto IRPEF cosiddetto quello degli ottanta euro dove
E individuiamo in un'area escluse gli ottanta euro esclusi ad esclusione degli ottanta euro in un'aura in un'area di copertura finanziaria che viene data alle regioni ai comuni e nei possibilità agli appunti previsti dalla spending la copertura questo tipo di scelta cioè noi partiamo dal presupposto che
Tra l'impostazione dirigista classica quella neo corporativa che pure
In questo in questo testo intravediamo
Ciò che serve al mercato in generale al mercato del lavoro al mercato delle imprese e a quell'aumento di PIL è detassare il lavoro il più possibile detta sanare quindi per particolari categorie che hanno bisogno di venire favorite nell'ingresso al mercato del lavoro e quindi di veder costituite per l'impresa
Anche un vantaggio dal punto di vista fiscale
Quelle sono le coperture che le ho indicato questo è l'obiettivo che noi vogliamo cogliere
Io metto ulteriormente in evidenza per rispondere alla domanda sul l'emendamento del professor Ichino che verrà presentato immagino sia già stato presentato
Quel testo è una mediazione utile al mercato del lavoro presente il futuro
E io sono ben curiosa di vedere come il professor Ichino che anche il relatore di questo provvedimento potrà vedere
Vedersi bocciato dal Governo della cui maggioranza lui fa parte così come ne fa parte il Presidente la Commissione lavoro
Quando il Governo darà parere contrario a quel testo come probabilmente
Anche a ai testi che proporrà il presidente Sacconi per cui alla fine che cosa resterà sul campo che sacrifica demmo mercato del lavoro occupazione per i giovani e buone proposte
In virtù di della salvaguardia di una maggioranza che al proprio interno mostra segni evidenti di contraddizioni tra ciò che dice e ciò che fa
Concludo ricordando la valutazione che
Il Financial Times diede del job pazza all'inizio appena presentato dal Presidente Renzi già intravedeva
Quel giornale la confusione l'incertezza e la vaghezza delle proposte ecco nella vaghezza delle proposte serie inserita sia incuneata pesantemente l'all'obbligo sindacale
Che ha trasformato il job party di Renzi come dicevo all'inizio nel Giobatta della Camusso
Io volevo aggiungere una cosa riguarda quello che è stato definito lo sport e questo di il Presidente Berlusconi in realtà è un emendamento
Che ha una finalità molto importante perché se è vero che il Governo si sta concentrando sui giovani dei quindici e ventinove anni il cito garanzia giovanile apprendistato
Questo emendamento Berlusconi si occupa invece degli inoccupati disoccupati di lunga durata c'è tutta quella fascia d'età fondamentale importantissime di Licata
Nel mondo del lavoro e del mercato del lavoro che difficilmente riesce ad essere inserita parliamo dei quarantenni ma anche degli ultracinquantenni
Quindi io credo che su queste tematiche in Commissione ci possa essere anche qualche sorpresa perché se è vero che il relatore Ichino parla sempre di semplificazione
E di procedure che questa è la cosa più importante la stabilità delle norme e la semplificazione delle norme nel mondo del lavoro che invece cambiano ogni mese
Io credo che non possa non trovare accoglimento ad esempio la nostra modifica
Sul DURC che il Documento di regolarità contributiva anche questo come una semplificazione cioè sono degli emendamenti come sta e come sono stati definiti di buonsenso e io non voglia andare
Con il nostro gruppo dicendo sicuramente non non riusciremo a portare a casa alcun risultato potrebbero anche esserci delle sorprese perché ci sono alcune forze politiche
Che sono anche particolarmente concentrate nella fascia d'età che ha toccato l'emendamento Berlusconi
Posso grazie dalla presenza e poi vediamo che succede da qui a martedì