03MAG2014
intervista

Speciale sulla crisi Ucraina: collegamento con Marco Perduca

INTERVISTA | di Andrea De Angelis RADIO - 10:16. Durata: 30 min 54 sec

Player
"Speciale sulla crisi Ucraina: collegamento con Marco Perduca" realizzata da Andrea De Angelis con Marco Perduca (vice Presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito).

L'intervista è stata registrata sabato 3 maggio 2014 alle ore 10:16.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Consiglio D'europa, Crimea, Democrazia, Discriminazione, Est, Esteri, Minoranze, Odessa, Onu, Politica, Putin, Russia, Ucraina, Ue, Violenza.

La registrazione audio ha una durata di 30 minuti.
10:16

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno al calcolo degli ascoltatori allora Marco non so se c'è sentito sai che io gli ultimi aggiornamenti che abbiamo fatto che abbiamo dato somma le di notizie ce ne sono ce ne sono tante io ti chiederei di partire togliere anche diramato un comunicato ma ci arriveremo se
Se mi permetti tra un attimo perché visto anche il tuo ruolo sia quello di
Rappresentante all'ONU del Partito Radicale volevo chiederti di commentare proprio quanto successo ieri all'ONU con questa attenzione fra russi rappresentanti occidentali dall'altra parte secondo dei
è difficile dire tante volte che ha ragione in questi contesti però forse insomma si riesce a tracciare un minimo una linea
Ma giustamente lo dice che la ragione è il problema da individuare a me pare però che nessuno anche di di autorevoli commentatori che qui
Sì giorni sulla stampa più italiana che internazionale perché fortunatamente se uno legge il minor Times Financial Times economista le opinioni sono leggermente diverse
Ha voluto inquadrare il problema nel suo perimetro
Diciamolo neutralmente di legalità internazionale cioè noi abbiamo uno Stato sovrano
Per quanto da almeno in casa radicale si possa ritenere la sovranità assoluta di uno Stato un problema piuttosto che un valore aggiunto ma comunque ne abbiamo uno Stato sovrano come quello dell'Ucraina che da terreni messi è al centro di una serie di iniziative
E il Doge né con probabilmente un sostegno politico economico e forse anche militare esogeno
A di pulsioni separatiste secessioniste ora non sarebbe la prima volta che nel mondo ciò accade è però molto originale il fatto che queste pulsioni ai separatisti che
Siano nate nel giro di poche settimane con degli argomenti che sono stati sicuramente oltre usati altrove oggi sulla stampa italiana che parla di una sorta di balcanizzazione dell'Ucraina
Ma a seguito di anni di discriminazioni di persecuzioni di violenze portate da parte della maggioranza medico pronti delle minoranze siano state esse etniche linguistiche religiose ecco in Ucraina tutto ciò non era mai accaduto certe ci sono sempre stati
Grossi problemi Sempre nella organizzazione statuale ancor prima della creazione dell'Unione Sovietica e poi dopo nel processo l'indipendenza e ancora dopo ma in maniera più politica che militare
A seguito della cosiddetta rivoluzione arancione ma che gli stessi all'interno dell'Ucraina tutto questo desiderio di separare rimane Crimea poi le
Regioni dell'Est e oggi vediamo e magari dopo civile soffermeremo un po'più con attenzione la parte sud occidentale di Odessa francamente risulta essere una novità
Ma c'è anche tutto questo fosse stato sopito da una fila insegnamento del regime ucraino che però aveva fino a tre mesi fa accapo qualcuno che era molto
Vicino politicamente parlando a questi che oggi vorrebbero invece creare delle repubbliche
E indipendenti per poco perché poi come abbiamo visto la Crimea
Chiedere ed ero tutte via etere annesse alla Federazione russa a diciamo e il problema
Sta diventando
Mal inquadrato ma alla raccontato e per conseguenza tutto ciò non trova una soluzione o comunque un fronte avverso a questo modo di agire che si possa coalizzare per trovare delle soluzioni di Nazioni Unite
In teoria sarebbero il luogo per eccellenza dove discutere questioni di pace sicurezza internazionale e altrettanto sicuramente di
In integrità territoriale tant'è vero che l'Assemblea generale della comunque votato una risoluzione in cui in maniera molto diciamo quelli automatica si riafferma la sovranità nazionale certo è che quando sia uno delle parti in causa
Che ormai credo soltanto di non voglio vedere non vede la Russia che addirittura il diritto di veto e che il proprio motu porta la questione davanti al Consiglio di sicurezza
I risultati non possono che essere una paralisi infatti paralisi certa
Certo la notizia che peraltro è l'inizio di questa nostra trasmissione della liberazione degli ostaggi positiva ma diciamo non ci si deve tra posso fermare sulla positività del rilascio quanto invece denunciare il sequestro di delle persone che sono state mandate là con un mandato di un'organizzazione regionale super partes
Per fare dei controlli appena arrivate sono state sequestrate all'altro essendo stati dichiarati prigionieri di guerra da parte di queste milizie che all'inizio senza neanche una bandiera e poi piano piano organizzativo si era presentate
Hanno ha proclamato delle Repubbliche indipendenti occupando gli edifici pubblici a quale Paese occidentale ma anche non occidentale avrebbe tollerato tutto ciò se noi appena vediamo uno con la barba più lunga
Lo mettiamo sotto sprezzante poco lo dichiarano dalla Power ieri in sostanza ora
Mi fa piacere dev'essere sulla linea degli Stati Uniti mi fa meno piacere vedere che gli Stati Uniti però a pratichino ciò che predicano
Volevo ricordare prima poi di magari tornare a cose più recenti che il
Esattamente quattordici anni fa
Al per alla fine di aprile e i primi di maggio la Russia FUS sospenda come delegazione parlamentare all'Assemblea del Consiglio d'Europa perché la Russia stava facendo quello che oggi l'Ucraina fa in Cecenia
Eravamo se gli appalti finali della seconda guerra cecena
La Russia aveva mandato il proprio esercito contro delle persone che non avevano occupato nessun tipo di edificio istituzionale ma che cercavano in qualche modo di a resistere ha una presenza permanente violentissima di polizia russa di esercito russo e
Avendo creato dei campi di filtraggio avendo ucciso civili le cifre ancora oggi non sono mai citate
Acclarate ma si parlava anche in quella seconda fase riguardi decine di migliaia di civili uccisi ebbene allora si ebbe il coraggio di sospendere la delegazione parlamentare ha davanti al Consiglio d'Europa che era una sanzione politica enorme se vogliamo oggi
Si parla soltanto si continua a parlare di sanzioni economiche che sono sicuramente importanti magari su una nuova
A armadi guerra di questi tempi ma credo che anche la politica debba continuare a a essere coinvolta in tutto ciò
Non si possono neanche decidere delle sanzioni bilateralmente occorre riunirsi e prendere una decisione solenne simbolica importante e poi mantenerla tutti insieme tutti d'accordo perché solo qui PET-TC l'Unione può fare la forza così
Di quanto ci ha appena detto alla tua dichiarazione di ieri perché tutti editi sostanzialmente di convocare d'urgenza al Consiglio d'Europa Consiglio atlantico europeo però per coordinare una risposta basata sul diritto internazionale e nel tuo comunicato
Parli esplicitamente di uno strumento che quello della Corte penale internazionale
Si può parlare meglio di questa pertanto dell'Ucraina con grave ritardo ha riconosciuto la giurisdizione in maniera abbastanza diciamo sbrigativa il venticinque di febbraio scorso della Corte penale il se noi non avendo mai ratificato lo Statuto di Roma e che diciamo è stato uno sviluppo benvenuto però non può essere lasciata a mera di Clark dichiarazione occorrerebbe ma e qui sono in campagna elettorale per le presidenziali Parlamento
Esso speso comunque diciamo non è il nel pieno delle proprie funzioni sicuramente altre a cui pensare adeguare la propria legislazione nazionale per riconoscere appieno non soltanto le norme
Che incorpora ed ebbero nel diritto penale Ucraina i crimini contro l'umanità e crimini di guerra il genocidio per come sono state articolate lo Statuto di Roma ma anche tutte quelle norme per cooperare
A in andata e in ritorno con il l'ufficio del procuratore della Corte penale internazionale ecco questo una volta che uno riconosce quella giurisdizione non è che la riconosce esclusivamente per i propri nemici la riconosce anche per quel che fa e le operazioni di queste giorno x di questi giorni sia nelle perché
Purtroppo adesso anche nella nella provincia di Odessa
Devono essere portate avanti nel PN avanti nel pieno rispetto del diritto umanitario internazionale che regolamenta i conflitti qui comunque li si voglia chiamare queste operazione cioè di antiterrorismo di ripresa di quel che proprio perché poi alla fine anche questo
A andrà dette in maniera chiara occorre rispettare le diciamo le regole internazionali poi si ritiene che
Ha davanti a quella giurisdizione noi ci vuole avere
Una parte in causa e poter risolvere una disputa con la speranza che alla giustizia segua anche la pace questa diciamo è una questione di diritto internazionale ma l'altra questione di diritto internazionale comunque
Lettere organizzazioni che ricordavamo cioè l'Unione europea col Consiglio europeo il Consiglio d'Europa di cui fanno parte anche la Russia
E anche l'Ucraina e come osservatori di Stati Uniti e
La NATO che è il Consiglio diciamo di difesa del quello che una volta era Occidente dall'altro diviso
Ridire unicamente agli alta cioè in Crimea
Non possono continuare incolta a innanzitutto a non fare nulla devo o a non dire nulla perché fare poi sempre una conseguenza del dire ma a prendere in considerazione la necessità di coordinare le proprie iniziative qui occorre
Se proprio volessimo dire in termini localistici
Agitare la necessità di una batteria anche qui non è più europea perché transatlantica di diritto dello stato di diritto dei diritti umani della legalità internazionale contro invece questi
Provocazioni atteggiamenti di alcuni Stati non pienamente propriamente o definitivamente democratici e che continua a usare le armi
Per affermare la propria sovranità molto più spesso economica che non ho politica e territoriale
Solo così si può recuperare buona parte della reputazione rovinata con la guerra in Iraq e se la vogliamo proprio dire tutta a di una unità di undici anni fa
E
Sperare di trovare una soluzione perché l'Unione di tutti gli Stati del Consiglio d'Europa esclusa chiaramente la Russia
E anche delle altre degli altri Paesi Stati Uniti in primis ma poi verrebbero chiaramente insieme
Ad essi anche il Canada all'Australia Nuova Zelanda e sicuramente
Corea del Sud e Giappone nei confronti Unione politica che diplomatica contro invece le prepotenze russe potrebbe far ripensare
I russi e devo dire che il silenzio della Cina è abbastanza significativo Cina che ha al proprio interno
Pulsioni pare indipendentiste secessioniste minoranze sempre più al distrutte e quindi anche disperate che vengono gestite
Se dovessimo fare un parallele con le debite proporzioni differenze come l'Ucraina oggi sta cercando di gestire lo stesso tipo di problemi che ha al sud
Quindi io credo che se senza però
Ma anche l'annuncio di una convocazione di un Consiglio europeo per quanto riguarda il ventotto ad hoc su questo ma poi dopo ampliarlo alle altre
Organizzazioni regionali si continuerà a far fare alla Russia quello che sta purtroppo ancora ben fare cioè provocare e fare la guerra cioè il la guerra di in Georgia è successa nello stesso modo con le stesse provocati ogni che hanno visto parliamo di sei anni fa si scambia insomma nel due mila otto mai stampata rimane la gente ha continuato a studiare tra l'altro non c'è nemmeno più riusciti a risolvere le questioni di diciamo all'interno della Georgia ma sono i comunicate così
Più gruppi che ritenevano di non voler più far parte di un Paese che hanno tirato la corda fino a quando si è spezzata il primo a cadere nella trappola della relazione della violenza o dell'uso della forza è stato lo Stato sovrano che cercava di recuperare il proprio territorio esattamente come è successo oggi
Siccome tanto la Georgia quanto l'Ucraina confinano direttamente con Federazione Russa è stato poi semplicissimo
Inviare a aiuti ma anche il terzo settore nel caso della Georgia speriamo che ciò non accada
Allora in Ucraina direttamente saltare i fratelli che sarebbero stati al centro di una serie di campagna discriminazioni e qui credo che si debba aprire una parentesi relativa al perché di a vedere adesso ho detto al centro
Di questo tipo di partners allora Marco Odessa tradizionalmente il porto commerciale per eccellenza dell'Ucraina c'è scritto anche la penisola del della Crimea era molto importante ma era forse importante più per la presenza militare ahimè ancora russa
A seguito della dirigente grazie a delle sovietica ma il commercio
Ah passa accanto a Odessa detto dall'altro è una terra che ha visto una fortissima emigrazione in particolare negli Stati Uniti tra l'altro tutti passati riserva all'Italia di comunità ebraiche
Da New York esiste un quartiere che si chiama Piccola Odessa che ha fatto tutto di ebrei ucraini
E che quindi può può avere in prospettiva delle ripercussioni enormi perché queste persone che vivono all'estero non credo che abbiano particolarmente gradito e di rivedere la violenza a casa propria ma lo Podestà con una sua Provincia
è molto vicina alla
A alla laguna al bacino del fiume Nicastro il fiume Ministro è un fiume che parte dal centro dell'Europa e che arriva al Mar Nero passando per l'Ucraina e passando anche per la Moldavia o Moldova
Un lembo di Moldova tra il fiume Ministro e il confine con l'Ucraina eh ormai davvero venticinque anni uno state nello riconosciuto da nessuno che si chiama Transnistria
Dove oltre a essere presente ancora oggi come in altre zone dell'ex Unione Sovietica un contingente militare russo passano
Tutti i listini i segni e i prodotti illegali che dall'est viaggiano verso l'Ovest ed Est quindi ivi quindi droga e quindi are Mrs questo lembo di terra
A potrebbe essere un'ulteriore terreno di confronto anche militare sicuramente rimane costantemente una ulteriore reca nel terreno di confronto politico tra questo lembo di terra dove vivono mezzo milione di persone il resto della Moldavia
Che nelle prossime settimane potrebbe e ripresa occupare
Quella zona del mondo con ulteriori funzioni indipendentiste con ulteriore spargimento di sangue
E
Diciamola tutta con definitiva credo io a questo punto morte di possibilità di agire politico dell'Europa l'intesa ormai non più come Unione europea ma come Consiglio
L'Europa cioè chi rischia veramente di distruggere le organizzazioni regionali se queste non si assuma la responsabilità di far vivere
I documenti che le hanno create a partire dalla famigerata Convenzione europea dei diritti umani che qui mi pare calpestata a tutto tondo
Assolutamente esenti Marco tornando invece all'introduzione che ho fatto le notizie che ho dato in apertura di questo nostro spazio ce n'è una che mi ha colpito soprattutto pensando e ripensando alla storia radicale
L'abbiamo sentito da questi microfoni ma non solo spesso Marco Pannella parlare di
Distrazione qualche modo di conversione delle spese militari in spese civili no per proprio fare campagne anche nel caso della guerra in Iraq che tu hai citato ricordo quando Marco Pannella parlava di bombardamento di informazione
Proprio in alternativa a quello che invece da quelli che erano i bombardamenti cosa che non fece solo in occasione della guerra in Iraq ma insomma vale l'esempio della guerra in
Ieri abbiamo sentito il Segretario della difesa degli Stati Uniti
Che non è insomma proprio l'ultimo arrivato dal punto di vista del peso politico faccia che il CNEL chiedere invece l'esatto contrario se chiedere ai paesi europei e Paesi della NATO di
Aumentarle gli investimenti
Nella spese militari
Voi commentare anche questa che sta dichiarazione che passata ma ho visto oggi i giornali sostanzialmente inosservata ma che invece credo
Che valga la pena approfondire andiamo sicuramente va detto però che è un po'una dichiarazione di routine tetti non è né nuove anni hanno sempre detto va bene allora che l'Amministrazione Obama di cui insomma sia una percezione
Per
Popolare per certi versi diversa su questo aspetto insiste non da oggi affetto farebbe parte comunque degli accordi interni della NATO e cioè i Paesi che ne fanno parte dovrebbero dedicare addirittura fino al tre per cento del proprio bilancio come
Arco e che nazionale alle spese militari cosa che in Europa io credo nessuno faccia con forse l'unica eccezione dei due Stati membri delle cose della Consiglio di sicurezza cioè Francia e Regno Unito e l'altro Paese che ci si sta avvicinando e la Polonia ma se noi vediamo geograficamente dove metà alla Polonia
Si può anche capire perché
Grandi
Perché giustamente tu ricordarvi acquista nostra campagna chiamiamola antimilitarista che poi negli anni si è evoluta in maniera referente per la conversione delle spese strutture militari inesperte strutture civili che chiaramente non erano da Protezione civile ma che erano di
Sostegno politico
E quindi civile alle iniziative volte alla difesa della pace internazionale per come articolata all'interno della Carta delle Nazioni Unite tra l'altro
Che
Nel la prossima legislatura del Parlamento europeo non si affronterà la questione
Dopo aver cercato di trovare una politica estera comune che comunque si è trovato sola chiacchiere di un servizio diplomatico comune che in parte è nato una difesa comune degli Stati
Membri dell'Unione europea si continueranno a spendere inutilmente virgolette pochi soldi per non riuscire mai ai per pronti a utilizzare per la difesa della legalità internazionale
Purtroppo alle volte anche con la presenza militare
Il Paese che sono vittime o del proprio regime o invece di evasione internazionali quindi non è tanto io credo la quantità di danaro che viene debba essere
Messa in mora e la qualità del contributo alla difesa che non è più non può essere più difesa militare tra l'altro hanno atto ha anche l'Assemblea parlamentare e non credo che sia fatta tutta di ex militari vecchi generale ci saranno dei politici si affrontano le questioni dal punto di vista politico e non soltanto di sicurezza internazionale noi dobbiamo riuscire a trovare il modo migliore per contribuire ai mille al mantenimento della legalità internazionale
E ripeto può avere anche un casco blu può avere il simbolo della NATO può avere la bandiera dell'Unione europea ma che deve essere fatto
Di poche persone tecnologicamente dotate perché anche questo inizia ad essere sempre più importante facilmente
Inviabili in mezzo mondo ma sicuramente noi pronte a sparare solo perché c'è bisogno di sparare cioè e deve essere comunque l'ultima istanza quella a dell'uso della forza prima deve arrivare la politica
C'è bisogno io credo
Purtroppo qua si continua a parlare di in Italia dico di cambiamenti che sono soltanto taglia il Bilancio o magari decisioni dissolto simbolica di abbassamenti di stipendi del dei
Delle rappresentanze abdicare di certe organizzazioni ma non si è mai parlato di riforma dello strumento militare non ci si è mai se non evocando la
Così nel nei preamboli la necessità di arrivare a ingaggiare gli altri Stati membri dell'opera per un esercito europeo
Spendere di più non necessariamente vuol dire essere in meglio equipaggiati e maggiormente pronti a rispondere laddove è necessario
Gli Stati Uniti tra l'altro sono in fase di diminuzione di investimento nelle proprie spese militari perché chiaramente si stanno ritirando dal
Sono ritirati dall'Iraq e si ripeteranno dalla scali
E quindi magari hanno meno bisogno di essere presenti tali bilanci della difesa degli Stati Uniti hanno ha talmente tanti zeri che non saprebbero quanti scrive si parla di tre milioni
A di dollari cioè di decine di miliardi di euro stare ciò non toglie che il problema comunque di uno strumento regionale o sovranazionale di difesa purtroppo resta tutto
Ma che non può essere affrontato in maniera militare deve essere affrontato in maniera politica secondo noi la politica ha comunque la primazia rispetto alla forza e per questo
Bisogna investire strutture civili tra l'altro l'Ucraina sarebbe stato il luogo dove durante e immediatamente dopo la rivoluzione arancione
Se uno avesse fatto proprio il modo con cui quella rivoluzione dico dal punto di vista istituzionale in modo con cui quella di devoluzione accade cioè attraverso la non violenza spesso anche spontanee che partiva dal basso
E le istituzioni europee fossero accorse sostenendo quel tipo di lotta chiaramente impegnandoci dal punto di vista delle risorse umane e finanziarie affaristiche da quell'onda
Venissero poi riformate le istituzioni e il senso liberaldemocratico e quindi si affermasse lo stato di diritto si ratifica astenuti trattati internazionali e si riconosce il per i diritti civili e politici
Di tutti i presenti probabilmente oggi
Ci sarebbe in qualche modo in Ucraina di tipo diverso invece subito si cade purtroppo perché se all'indomani della guerra in Iraq che perché c'è un'Amministrazione americani che aveva ai suoi protetti all'interno della
Rivoluzione arancione in un i scontro in pristino
Ucraino perché poi anche questo è un altro problema che andrebbe affrontato e non s'intende di conto dell'esigenza del popolo nella gente che termini settimane al freddo al gelo era stata
Nella piazza Meda sotto le tende il nucleo fondante credo
Tra dicembre e gennaio
Avendo mancato in quell'occasione appunto il rafforzamento delle strutture civili
Oggi se ne soffre le conseguenze poi ci sono tutti gli altri problemi di relazioni bilaterali né con allora mi viene sempre la chiamano né sovietica ma insomma Federazione Russa
Che continuiamo a vedere oggi gli effetti ma nascosta l'ex sta
Predecessore Cancelliere tedesco Schröder a pensato bene di festeggiare il suo compleanno con Putin in mondovisione perché Schröder allora diciamo all'apice di una delle ha controllato e della Gazprom non so quanto questo possa raccontare cose in effetti accade a livello economico transnazionale di certo è che quando si ha un ex Capo di Governo del Governo più ricco più importante
Dell'Unione europea che va a diventare
Un dipendente di uno Stato sovrano esterno all'unione nemmeno economica e monetaria e politica di cui si è fatto parte fino al giorno prima
E addirittura si ritiene di voler festeggiare la propria testa insieme a quello che nel frattempo sta facendo il bello e cattivo tempo in un'altra parte del continente europeo mi pare che appunto diciamo
La politica sia già abbastanza scaduta i pontini a diventare sempre più un secondo alla seconda priorità dopo l'economia e soprattutto gli affari propri piuttosto che gli affari da statista
Settima ecco già che abbiam parlato di Odessa la Diana grosso lancia batte verso l'Agenzia in quei si rende noto che le auto ita cittadine hanno proclamato
Lo tre giorni di lutto e che oggi è previsto ad Odessa l'arrivo di
Yulia Tymoshenko che candidata per il partito della padre della patria le prossime elezioni presidenziali la presenza della Tymoshenko come valletta al di là della questione ovviamente
Le elettorale ecco ma io punto quando prima si parlava dei problemi intestini all'interno del fronte che si opponeva a Yanukovich già tempo fa
Pensavo proprio a il la diatriba tra Juščenko e la Tymoshenko
Franata Tymoshenko era in carcere sicuramente con un processo politicamente motivato e con una sentenza enorme per i reati di cui era stata accusata
A però non credo che il futuro dell'Ucraina se vuole appunto candidarsi a rientrare nell'a devo degli istanti che rispettano lo stato di diritto e che pratica la democrazia sia il migliore delitti i contributi post sibili
I chi ha fatto il proprio tempo e credo che purtroppo l'abbia fatto anche male come Yulia Tymoshenko
Dovrebbe assumersi la responsabilità di non gettare benzina sul fuoco devo dire che quando una volta liberata e trasportata nottetempo ha mai danno ha parlato davanti alle decine di migliaia di persone non è stata
A salutata con grande entusiasmo la sua partecipazione
Non insistere ecco potrebbe essere diabolico nel volersi presentare come la restaurazione dell'ordine
I media la disciplina piuttosto che dell'ordine della democrazia in Ucraina
Ci sono tutti in campagna elettorale mi pare che i sondaggi però la diano particolarmente ben metta certo è che bisogna stare attenti a non esagerare questi morti di Odessa sono
Ancora tutti da cioè sono stata retate centotrenta persone vedo che hanno partecipato agli scontri di ieri sera
Non si è capito chi sia stato a far che cosa di certo è che oltre alle persone che sono morte nel rogo pare che ce ne siano morte tre o quattro anche per scambi di arma da fuoco quindi la questione ancora più
A tenta di quanto non avrebbe potuto essere un presunto incidente non voglio giustificare assolutamente niente non abbiamo elementi per capire che cosa sia successo in questa calda dei sindacati
Di Odessa però anche lì la violenza organizzata e le provocazioni sicuramente arrivano arriveranno come tra l'altro il no al premier notizie
Internazionali ci dicono che i collegamenti per strada ferrata nei confronti dell'Ucraina iniziare fortemente Patto gli atti da illustri cioè qui c'è un'operazione di accerchiamento che si sta facendo e a me francamente risulta
Particolarmente odioso leggere i i titoli che parlano di Ucraina come la crisi Ucraina quindi se non si capisce che in corso una vera e propria aggressione non credo che si troveranno mai
Il coraggio le risposte adeguate a la la contingenza che ci troviamo di fronte assommante ma con ultimissima cosa politici di sequestriamo
Sempre l'Adnkronos solo ci rende conto delle dichiarazioni del portavoce di la di nel punto in Dimitri pesco onda di questa mattina
Tutte le leggo la Giunta di chi e perché si definisce legittime diventata complice del crimine
Di Odessa Kiev ed i suoi sponsor l'Unione europea ed USA non potrà spiegare le sue azioni e che è stato ucciso nelle città Ucraina e la Russia ha proseguito
Pesco vera si rammarica profondamente per l'approvazione arrivato dall'Occidente l'operazione punitiva condotta da chi è verso l'est del Paese ribadisce che il Presidente Putin
Continuerà la sua politica tesa alla De escalation anche se Mosca effettivamente perso la sua influenza sulle Forze di autodifesa nel sud est e non può risolvere la situazione da sola
Allo stesso tempo pesco bar perché ha comunicato le condoglianze di Putin alle famiglie delle persone rimaste uccise ad Odessa ha ricordato che Mosca riceve ogni giorno migliaia di richieste di aiuto da parte dei centri del Sud-Est ucraino
Così almeno riporta l'agenzia Interfax
Ecco io credo che le dichiarazione del portavoce di Putin debbano essere efficiente prese in considerazione per quello che dicono ma soprattutto per quello che
La dichiarazione successiva potrà dire di ancora più grave e quindi non
Farsi trovare impreparati come invece sembrerebbe leggendo anche la stampa internazionale tutti adesso critichino gli occidentali per non essere
Stati avvisati in primis reca molto proprio si è parlato anche di possibili licenziamenti di responsabili delle agenzie di intelligenza degli Stati Uniti perché non avevano previsto quel che sarebbe successo
Ecco i servizi segreti è sempre difficile valutare perché poi alle fine anche un aver previsto ma non è per entrati in campo al momento giusto può aver creato una situazione per cui
Non tutti traggono diciamo alle vantaggi dall'instabilità
Allora senza scadere nella dietrologia io tornando le dichiarazione del portavoce di Putin ripeto vanno prese in considerazione perché largo tutto della richiesta di aiuto è già stato utilizzato in Georgia i è già stato utilizzato in Ucraina per quanto riguardava la Crimea
Noi in Italia la nostra Costituzione prevede che per tenere un referendum che sicuramente non potrebbe mai separare una parte di confronto
Del nostro Stato in quel modo ma comunque ci vuole una raccolta di mezzo milione di firme certificato autenticate dello scrutinio prima della Cassazione della Cassazione poi dalla Corte costituzionale
Poi bisogna tenere un referendum con quarantacinque giorni di campagna elettorale e questo passa solo se più del cinquanta per cento delle persone hanno preso parte questi
Il venticinque giorni hanno organizzato un referendum per la secessione e successiva immediata annessione è un altro Stato e tutti i tempi
Ora va bene che l'OSCE e all'organizzazione presso che inutile perché non ha nessun tipo di potere e osservare va bene
Ma che il Consiglio d'Europa non abbia veramente proferito verbo io credo che
La dica lunga su come
Si sia deciso di far fare alla Russia quello che sta facendo
Marco noi ti ringraziamo dove per il tempo che ci hai concesso questa mattina magari dovremo sentirci perché
Insomma siamo purtroppo certi che la
Situazione non
La situazione in Ucraina e questa crisi internazionale non
Non si risolverà in in poche ore quindi nei prossimi giorni dovremo sicuramente a sentirci intanto grazie grazie per la replica