04MAG2014
rubriche

Rassegna stampa vaticana

RUBRICA | di Giuseppe Di Leo RADIO - 07:00. Durata: 31 min 6 sec

Player
Puntata di "Rassegna stampa vaticana" di domenica 4 maggio 2014 condotta da Giuseppe Di Leo .

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Amnistia, Benedetto Xvi, Bertone, Boschi, Carcere, Cattolicesimo, Chiesa, Concilio Vaticano Ii, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Cristianesimo, Cultura, Diritti Umani, Donna, Ebraismo, Ebrei, Edilizia, Francesco, Geopolitica, Giovanni Paolo Ii, Giovanni Xxiii, Indulto, Integralismo, Israele, Istituzioni, Minori, Mugabe, Napolitano, Nigeria, Onu, Pace, Palestina, Palestinesi, Pannella, Paolo Vi, Parlamento, Parolin, Pedofilia, Penale, Politica, Rapimenti,
Rassegna Stampa, Religione, Renzi, Roma, Sanzioni, Sessualita', Sicurezza, Siria, Societa', Storia, Tortura, Turismo, Ucraina, Vaticano, Violenza.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 31 minuti.

leggi tutto

riduci

07:00

Scheda a cura di

Fabio Arena Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

La rassegna stampa vaticana
Di Giuseppe Di Leo
Buongiorno parto con una notizia che ha campeggiato sono in prima pagina
Sull'Osservatore romano ed è una notizia
Di un interesse notevole ma sta da sottovalutata dalla stampa almeno italiana un milione di donne contro boccone ramo Boco oramai il gruppo di terroristi
Fondamentalisti islamici che hanno vorrà Pitto
Nei pressi di abusante
In Nigeria centinaio di studentesse ed alcuni settimane imponente manifestazione in Nigeria scrive l'Osservatore romano per chiedere
Il rilascio delle studentesse sequestrate per lo più cristiane
E proprio questo aspetto
A indotto
Papa Francesco il due maggio a Santa Marta in una degli umili e martedì mattina nel sud umili e mattutini ormai
L'ok più
A mettere in connessione a
Parlare della il fatto che oggi si uccide ancora purtroppo
Nel nome di Dio ancora L'Osservatore Romano del tre
Chi Saba tuttora in maggio prescrive Papa Francesco ha pianto alla notizia di cristiani che in questi giorni sono stati i crocifissi in un Paese non cristiano il riferimento alla Siria
Lo ha rivelato egli stesso celebrando la messa nella cappella Santa Marta venerdì due maggio
Anche oggi ha affermato il Papa c'è gente che pensa di impadronirsi delle coscienze così in nome di Dio uccide perseguita e ci sono cristiani che come egli ha posto vi sono felici di essere giudicati degni di subire oltraggi
Per il nome di Gesù proprio questa gioia dei martiri cristiani e una delle tre icone proposte da Papa Francesco
Di martiri oggi affermato il Pontefice ce ne sono tanti pensate che in alcuni Paesi soltanto per portare il Vangelo si va in carcere
Un'icona quella della gioia della testimonianza che vede appunto insieme gli apostoli con i martiri di oggi
Le altre due o come scrive l'Osservatore romano presentate da Papa Francesco raffigurano Gesù con tutto il suo amore per la gente l'ipocrisia
Dei dirigenti Chrissie astici con tutte le loro manovre politiche per opprimere il popolo il passo liturgico del Vangelo di Giovanni racconta che seguire Gesù c'era una grande folla
Perché vi deve essere in in questa folla che Gesù compiva sugli inferni sui gli indemoniati
Ma lo seguiva anche per ascoltarlo ha spiegato il papà perché la gente diceva di lui
Questo parla come Autorità non come gli altri dottori della leggi saldi UCEI tutta questa gente che parlava ma senza un turritana
L'otto questo un po'come succede oggi nei talk-show della politica
Proprio questo questo lo dico io e
Proprio proseguiamo proprio questo brano i pannicelli quali notato il Papa fa vedere come Gesù Amanda gente e pensa alla fame della gente
Gesù parla predicano accompagna fa strada con la gente in mente umile
A tal punto che quando indole agente resa un po'dall'entusiasmo di vedere una persona tanto buona che parla con Uto Rita è che ama tanto vuol farlo ore Luini ferma e dice loro no questo no e se ne va
Gesù così aiutava davvero il suo popolo
Papà Francesco ha quindi fatto riferimento alla prima lettura tratta dagli atti degli Apostoli che presente i discepoli a riprese con il problema del sinedrio quando vi SAD UCEI
Li prendono dopo la guarigione di un malato e ha ricordato che in seguito alla guarigione il sommo sacerdote con quelli della sua parte cioè la setta disse adduce i pieni di gelosia pressi apposto di
I gettarono nell'apprensione pubblica ma io ha detto il Papa vorrei fermarmi un po'su questa parola pieni vince Russia erano gelosi perché non tollerava nonché da agenti andasse dietro c'è su
Non lo sopportava lo è per questo erano gelosi ma si tratta di un brutto atteggiamento dalla gelosia infatti si passa invidia ecco dunque che
Il due il Coni a confronto l'icona di Gesù commosso con la gente perché dice il Vangelo guardava le persone come pecore senza pastore
E poi questi con le loro manovre politiche con le loro manovre pensiamo Sticchi per continuare a dominare sul popolo un atteggiamento che si riscontra proprio nel passo degli atti degli Apostoli
Richiamati gli apostoli dissidenti ce li fece lo Francia Hillary ordinarono loro di non parlare nel nome di Gesù
Quindi Liri misero in libertà insomma notato il Papa qualcosa dovevano fare
E hanno deciso gli daremo una bella bastonata e poi secco il riferimento anche all'attualità a quello che è avvenuto in Siria in altri Paesi
Dove i cristiani in particolare i cattolici subiscono angherie hanno commesso un'ingiustizia perché si ritenevano padroni delle coscienze
E si sentivano cool potere di farlo è aggiunto il Papa anche oggi nel mondo ce ne sono tanti che si comportano
Così
Commento di Roberto Tortoli sul Corriere della Sera di oggi ieri
Sabato la Siria ormai un paese distrutto dalla guerra civile
Che non sono conosce tre lingue né situazioni sul campo chiara
E sta diventando una sorta di nuovo Afghanistan non più sperduto in mezzo all'Asia
Ma a ridosso del Mediterraneo con buona pace dell'Europa delle potenze musulmane della Regione ormai quasi indifferente i drammi che stanno cancellando il popolo siciliano
E dell'Afghanistan dei decenni passati la Siria
Sta prendendo sempre più gli aspetti pigioni più pericolosi rischia di diventare una palestra dice abilissimo il fondamentalismo islamico
Io l'Osservatore romano di domenica scorsa
A pagina due
Fa vedere alcuni degli incontri
Che il Papa hanno avuto con alcuni esponenti Capi di Stato di governo anche monarchi Vetrella regina del Belgio per esempio le udienze che ha concesso il Presidente Repubblica dell'Honduras il Presidente
Della repubblica di Polonia venuto peraltro interdetta mente interessato per la canonizzazione del connazionale Karol Wojtyla e poi al Primo Ministro dell'Ucraina
Questi giorni l'Ucraina è al centro dell'attenzione internazionale giustamente nella mattina di sabato ventisei aprile scrive l'Osservatore Romano il Primo Ministro dell'Ucraina Segni
Gli assegni che è stato ricevuto in udienza da Papa Francesco nel Palazzo apostolico successivamente il Primo Ministro ucraino ha incontrato il Segretario di Stato il cardinale Pietro Parolini
Che era accompagnato Segretario per i rapporti con gli Stati l'arcivescovo domini
Ma Andreotti
Durante i cordiali colloqui svoltisi nel quadro dei buoni rapporti bilaterali fra la Santa Sede in Ucraina si è discusso della situazione attuale
Con l'auspicio che tutte le parti interessate collaborino costruttivamente per il ripristino della stabilità politica e sociale del Paese nell'ambito del diritto internazionale
E promuovano d'intesa l'intesa fra i popoli
Religione
Domani si apre
La cinquantadue stima sessione Comitato Nazioni Unite sulla convenzione controlla Tuturano
A Ginevra
E avvenire Giorgio Paulucci di ieri tra il maggio scrive strumentale e forzato cercare di inserire la questione degli abusi sessuali sui minori
Nella discussione della cinquantadue stima sessione del Comitato delle Nazioni Unite sulla Convenzione contro la tortura in corso a Ginevra dove la Santa Sede presenterà alla sua relazione il cinque di maggio
Do spiega in una dettagliata nota il direttore della sala stampa vaticana padre Federico Lombardi
Esprimendo l'auspicio che si possa svolge le sono parole di padre Lombardi un dialogo sereno obiettivo pertinenti al testo delle convenzioni alle loro finalità altrimenti
Aggiunge il portavoce papà delle convenzioni vengono snaturato e i comitati rischiano di perdere autorevolezza e scadere a strumenti di pressione ideologica
Invece di essere necessario stimolo verso lo spiccato progresso nella promozione del rispetto dei diritti delle persone umane
Il portavoce vaticano ha ricordato che la convenzione riguarda per lo più questioni attinenti alla legislazione penale qui un punto importante
Alla procedura penali al sistema carcerario i rapporti internazionali nei campo giudiziario e che la Santa Sede Santa Sede il viale delitto per conto dello Stato della Città del Vaticano
Cosicché la sua responsabilità giuridica per l'applicazione riguarda il territorio e le competenze dello Stato della Città del Vaticano
La Santa Sede aggiunto propone anche un insegnamento importante
Sulle questioni della tortura e dei trattamenti crudeli inumani che di grande importanza per la diffusione di principi che ispirano la convenzione la sua attuazione
Ma di per sè questo va al di là degli impegni assunti con l'adesione alla convenzione in quanto limitata al territorio dello Stato della città
Del Vaticano
Ho
Dare superfluo credo a credo
Dire rilevare che l'importanza di questa dichiarazione essa appunto nelle parole dello Stato della Città del Vaticano Santa Sede alle scoperture il primo
Di rassegna stampa vaticana
Reputo superfluo soffermarmi su queste differenze
Noi ci Accattoli analizzano notizia data qualche giorno fa andando
Sintomatica avanzai ideali
E da come confermata poi dalla sala stampa vaticana che
Il prossimo viaggio di Papa Francesco in Terra Santa Papa Francesco sarà accompagnato da un rabbino e da un Imam un rabbino scrive Luigi Accattoli sul Corriere della Sera di ieri
Frase tre maggio un rabbino e un Imam argentini saranno con il papà in Terra Santa il ventiquattro e venticinque il ventisei di maggio con un ruolo inedito faranno parte nel seguito papale
E pare che Francesco Conti molto sull'un aiuto per riuscire nell'ardua impresa
Di tessere relazioni di pace fra israeliani e palestinesi
La notizia appunto è stata confermata dalla sala stampa vaticana il rabbino Abramo ascoltare Ettore del seminario rabbini con latinoamericano
Noto per il libro di conversazioni con il cardinale Bergoglio pubblicato nel due mila dieci in Argentina e tradotto l'anno scorso
In Italia con il titolo il cielo e la terra l'Imam anche gli amico di vecchia data del cardinale Bergoglio e Omar Abboud
Già segretario generale del centro islamico della Repubblica Argentina ambedue hanno dichiarato di considerare la visita papale in Terra Santa cioè Giordania territori palestinesi di Gerusalemme una buona opportunità per la convivenza fra israeliani e palestinesi
Come già lo furono i viaggi di Paolo sesto nel mille novecentosessantaquattro di Giovanni Paolo II nel due mila di Benedetto decimo sesto nel due mila nove e di sentirsi impegnati ad aiutare Francesco a trasmettere i messaggi e segnali con rilevanti per la pace
Mi manda partirà con il Papa da Roma mentre il rabbino si unirà la comitiva domenica venticinque a Betlemme dal momento che un iberico mondiali citati sabato
I potenti danno la mano a Francesco Fabrizio caccia su Corriere della Sera di lunedì vento agli venti Tautou aprile Papa Francesco
Resta imposta sorridente mentre la macchinetta fotografica della moglie del Ministro dei trasporti indiano Oscar Fernandes
Drammaticamente si inceppa al momento del flash ricordo secondi interminabili nel giorno più lungo del Vaticano
Due miliardi di telespettatori per due papi Santi proclamati in piazza San Pietro e il mondo intero presente sul sagrato circa cento delegazioni
Ventiquattro Capi di Stato dieci capi di governo quaranta tra ministri vice ministri e poi ancora ambasciatori teste coronate nobili ed è anche dittatori
Il ministro vedendo forme interne italiana Maria Elena boschi e vestita di bianco scrive Fabrizio Caccia pur non essendo tutto ad una regina ma
Ma la deviazione dal protocollo a lei è concessa perché non siede sul sagrato ma in piazza le regole del cerimoniale di San Pietro sono antiche serre
Durante le udienze unici limoni con il papà in bianco possono vestire soltanto le regine cattolica al contrario di tutte le altre donne
Che invece devono indossare ambito il velo nero
Così ecco Sofia di Spagna canto AIOM Carlo sa Voltan su Pizzo immacolato come Paola del Belgio
Con Alberto II e Maria Teresa la gran Duchessa del Lussemburgo
E Giorgio Napolitano accompagnato dalla signora Clio
Elegantissima in tailleur scuro in bombetta nera e Giorgio Napolitano il primo capo di Stato salutare Bergoglio ma prima ancora il Presidente della Repubblica
Si ferma a parlare col papà in merito al Joseph Ratzinger quali lo lega profonda amicizia
E scattano applausi festosi dalla folla i potenti della terra come ormai consuetudine stringono la mano uno dopo l'altro Francesco
Il bacio dell'anello una scelta personale spinato davanti a lui il mio premier francese
Hanno il balzo con il ministro tedesco Nalesso il Presidente dell'Argentina Cristina chiusure il premier dell'Ungheria ammorbante
Il duca di Grauso esteriore del Belgio Filippo l'ambasciatore russo il Consigliere del Presidente Obama e infine Robert Mugabe ottantanove anni padre padrone dello Zimbabwe
Presente a Roma da sabato scorso nonostante le sanzioni imposte dall'Unione europea
Che gli impedirebbero di viaggiare transitare in Europa eppure Mugabe aveva già partecipato insieme con sua moglie alla cerimonia di insediamento di Bergoglio un anno fa e molto cattolico spiegano solerti quelli della sua delegazione poi anche nella ex premier mi Solidarność lecco palesa
Amico personale Giovanni Paolo secondo
Presente poi il Sindaco di sotto il monte Eugeniu Bolognini
E il premier può è accompagnato dalla moglie Agnese infatti
Ammetterà a fine giornata da credente è stato particolarmente bella da delegazioni italiane rimpiazza in primis per Giovanni digestivo terzo Roncaglia il primo Papa di cui conservo qualche ricordo
Ma io sono stato anche un papà voi uffa
Top con loro le giornate della Gioventù pezzo anche di Fabrizio d'Esposito più di colore
Sul fatto Quotidiano di lunedì ventotto aprile scrivi ed Esposito dopo due ore e mezzo di resistenza
Se concentrato poi sul Martini sul sindaco Marino alla fine finalmente il Sindaco di Roma Marino il suo momento Bergoglio ringrazia il sindaco di Roma e questi non vede l'ora di salire sulla papamobile per abbracciarlo
Gli Oscar e si sprecano Napolitano più sobriamente vada Francesco e si intrattiene per un paio di minuti
Ricordo parlando ringraziando il Papa per la telefonata Marco Pannella ma quattro parti due papi canonizzati è in due parti curricula in merito una presenza di Papa Benedetto sedicesimo lo analizza Luigi Accattoli sul Corriere della Sera di lunedì ventotto aprile
Due tappe che hanno trovato un modo fino a ieri impensabile
Di aiutare la famiglia cattolica ad affrontare la sfida della disaffezione dei giovani dell'Occidente il Papa venuto dalla fine del mondo ha trovato pronto sul tavolo pronta sul tavolo la possibilità di proclamare santo Karol Wojtyla
E l'accolta immediatamente unendo essa accomuna decisione personalissima la programmazione di papa Roncalli lentamente maturata nei decenni
Ma non è ancora pronta mancando il riconoscimento nel secondo miracolo previsto dal dai canoni
Francesco che si sente vicino guitti UPA missionario del mondo ma ancor di più al conciliare Roncalli ha unito d'autorità l'approvazione del Papa bergamasco a quella del polacco
Dispensando dall'attesa del secondo miracoli ha così potuto offrire al mondo
Un segno forte il proponente o come i cristiani sembrare i due tappi sono ancora nel cuore di tanti perché hanno guardato avanti precorrendo i tempi
Il Papa italiano dell'aggiornamento Roncaglie quello può fare la coda il mea culpa
Molti qua sono le carte tirate fuori dalla Chiesa di Roma
Due campioni della missione cristiana nella modernità non più avvertita come nemica ma non ancora pienamente assunta come campo della semina del raccolto i giovani che di nuovo hanno riempito con Roma
Come la morte di Giovanni Paolo II e gli anziani che li hanno seguiti da casa si riconoscono in quelle due carte ma l'evento di domenica ed è stato anche un grande attore il Pontificato di papà Bergoglio
Forse il più forte compiuto fino a oggi
Con esso egli si è postuma interprete di giovani mobilitati da papà avuti qua e degli anziani fedele alla memoria di papa Roncalli
Ed è riuscito a compenti Cupolone capo il muro di Psicologia coinvolgere nell'impresa Benedetto sedicesimo
Per la prima volta abbiamo rivisto il Papa il merito in abiti pontifica ali con celebrava infatti quel grande atto in piena partecipazione con responsabilità con un successore
Quel coinvolgimento non era scontato del frutto di una sapiente alleanza che i due hanno intessuto lungo i dodici mesi della loro compresenza nel recinto di San
Pietro
Più o meno lo stesso concetto esprime sociologo dei giorni Franco Garelli su il Messaggero di lunedì scorso
E invece ha il politologo Alessandro Campi dubbi dell'ai costi sempre sul Messaggero scrive la canonizzazione di due tappi morti in presenza una colonizzazione di due papi morti
In presenza di due papi vivi e qualcosa di unico Idir ripetibile
Un evento tali da giustificare l'attesa dei fidi di naturalmente dei loro preghiere Lane Fassi finanche martellante di commentatori di tutte le lingue lo sforzo organizzativo grandioso del Vaticano del suo dirimpettaio italico
Ma tanta grandezza scrive Campaign
Imponenza porta inevitabilmente a chiedersi se la santità non rischi di svanire di affievolirsi laddove la liturgia che dovrebbe programmarla dinnanzi alla storia
Diventa da cerimonia collettiva vissuta in presa diretta
Spettacolo planetario intrattenimento di massa è questa
Verrebbe da dire la potenza universale della Chiesa che non solo raccoglie un milione di voti circa a Roma ma due miliardi in inchioda dinanzi alla tv ma viene anche da chiedersi se la forma dell'evento la sua colossali amplificazione mediatica
Non finisca per mangiarsi il contenuto spirituale
Bene medesimo
Un avvenimento che appartiene a tutti scrive l'Osservatore romano
Del venti barche di ventinove ventinove aprile ricorda poi in questo pezzo che il Papa Francesco Papa Francesco in qualche modo ha voluto idealmente rendere presente alla grande festa della fede
Come lo ha definito lui stesso la giornata anche Paolo sesto
Ha usato infatti il pastorale che Lello scorse lì scolpì per papa Montini
La medesima Croce astine aveva accompagnato il pontificato itinerante di Giovanni Paolo secondo almeno sino a quanto non ne fu fatta una coppia più leggera
E dunque più adatto alle sue mutate condizioni fisiche e fu usata dallo stesso Papa Francesco il diciannove marzo due mila tredici
In occasione della messa di imputazione pontificato
Canonizzazione programmatica Giovanni Maria Vian direttore dell'Osservatore Romano su Osservatore romano di lunedì
Ventotto ma il ventotto aprile un avvenimento senza precedenti scrive diarchia interessato moltissime persone la canonizzazione di con Cagli brutti guai non solo ha interessato persone cattoliche e che certo passerà alla storia questa è stata la compensazione di Angelo Giuseppe Roncalli e di Karol Wojtyla
Ma infatti un vescovo di Roma aveva programmato simultaneamente la santità di due suoi predecessori
Figura in Trump molto popolari vicine nel tempo solo nove anni sono trascorsi Calamaro morte di Giovanni Paolo secondo
E cinquantuno da quella di Giovanni ventitreesimo e vi è stato un'altra circostanza eccezionale Francesco invitato alla sobria e solenne liturgia Benedetto decimo sesto
Chi vi ha preso parte connaturale semplicità
E poi l'Osservatore romano di domenica ventisette aprile offerto un ricordo
Di Giovanni ventitresimo attraverso
Giovan Battista Montini allora card il Cardinale arcivescovo di Milano
Accenna ad alcuni punti qualificanti del pontificato di Roncaglie cioè allo sviluppo della internazionalizzazione della Chiesa alla convocazione del Concilio alla partecipazione del corpo episcopale non certo all'esercizio
Che resterà personali unitario ma la responsabilità del governo della Chiesa di Comini sua la predicazione della pace per ribadire in conclusione la sua adesione alle prospettive di Roncalli
Potremmo Novi mai lasciare strade così magistralmente tracciate anche per l'avvenire da Papa Giovanni si chiedeva multipli
è poi sempre sull'Osservatore romano di luglio di domenica scorsa un ricordo di Joseph Ratzinger
Pubblicato
Un libro uscito un nel due mila cinque tradotto Germania e tra poco top
Dalla editrice qui vini Anna
Nel due mila sei con il titolo che ci aiuta a vivere che con cui Ratzinger ricorda voi Tiwa il mio primo incontro con il cardinale Putin qua di Cracovia è stato indiretto un mio amico il filosofo Joseph Piperno
Dimmi un storia aveva partecipato un congresso filosofico internazionali a Napoli
E mi raccontò che elemento vero e proprio di quei giorni era stata la relazione dell'arcivescovo di Cracovia
Li finalmente aveva incontrato nuovamente un vero filosofo
Che poneva un
In modo nuovo con energia fresca intuizione geniale le domande essenziali non impigliato in teoria accademiche ma animato dalla passione della conoscenza e dalla volontà di verità
Questo nome bisognava ricordarselo io me lo sono ricordato ma al momento non ho potuto trovare allora nessun'opera di cui TWA in una lingua mi accessibile
Il primo vero incontro avvenne poi al conclave dopo la morte di Papa Paolo sesto il cardinale di Cracovia mi salutò con grande cordialità Louise sia aveva letto il mio libro introduzione
Al cristianesimo e così non giro del tutto
Sconosciuto
Vado veloce perché
Ci sono
Pezzi che articoli che riguardano il fattore trainante di questo Papa per l'espansione del turismo non solo
Italiano ma internazionale il non solo come meta a Roma ma anche di riflesso nelle altre mette
Poi mega attico del Cardinal Bertone Bertone ex Segretario di Stato si difende Papa Francesco informato nella ristrutturazioni sono ammine spesse l'appartamento mi è stato concesso scrive
Marco Ansaldo sulla Repubblica è stato proprio lui insieme col quotidiano nazionale la scorsa settimana tirar fuori
Questa questo fatto l'appartamento mi è stato concesso in uso strumentale confrontarlo con le presunte ristrettezze del Pontefice il cardinale Bertone ricorda
Che e il ventitré di aprile
Giù di lì Papa Francesco gli ha fatto una telefonata di solidarietà per questo attacco gli organi di stampa alcuni organi organi di stampa non mi ci soffermo perché tutto sommato la questione dello stile di comportamento
è una questione poco personale la valutazione su quelli che sono stati
Gli anni di Bertone al guida della diplomazia vaticana
Ebbene quello è un altro paio di maniche
Che lasceremo non solo agli storici ma
Certamente non mi ci soffermerò adesso
L'attenzione reclusi Francesco nel solco dei predecessori santi scrive Danilo Paolini su o la avvenire del ventinove aprile
L'attenzione di Papa Francesco verso quell'universo dolente che sono le carceri in tutto il mondo e non solo in Italia il suo amore sincero quella cristiana pietà
Nei confronti di che privato della libertà personale non sono una novità come potrebbero per un Pontefice che ha fortemente voluto celebrare la sua prima messa in scena domini
Dopo l'elezione al Soglio Pietrino tre detenuti minorenni più piccoli più deboli
Fra i reclusi piuttosto Allman rinnovati segnali filtrati in queste ultime ore c'è un di più ad accogliere osserva Danilo Paolini
Molti osservatori infatti si sono ovviamente soffermati sulla telefonata di Papa Francesco a Marco Pannella un bel gesto di cortesia personale verso il leader radicale in cattive condizioni di salute
E poi sul successivo ennesimo forte richiamo del Presidente della Repubblica Napolitano al Governo e Parlamento affinché si faccia il punto sul sovraffollamento carcerario dopo oltre sei mesi
Dal solenne messaggio qui in audizione camere a meno di uno ormai dalla scadenza dell'ultimatum della Corte europea di Strasburgo Alitalia
Però si diceva c'è di più la preghiera di separare la giusta pena
Invece ovvero l'espiazione della colpa mirata al recupero umano e sociale della persona dalle condizioni offensive per la dignità umana pongono Papa Francesco in continuità con i suoi predecessori
A cominciare da Benedetto sedicesimo ma in modo davvero speciale cui Santi Giovanni ventitresimo Giovanni Paolo secondo
Angelo Roncalli fu il primo pontefice a visitare il carcere romano di Regina Coeli ed il giorno di Santo Stefano del mille novecentocinquantotto
Ventiquattro ore prima Natale il Papa cosiddetto buono aveva portato le sue carezze ai bimbi ricoverati al Bambin Gesù
I piccoli reclusi prigionieri di un male morale UD umani fisico
Concetti che torneranno in giochi di saluto di papà Bergoglio a Casal del Marmo alla fondazione Don Gnocchi Giovanni Paolo II poi chiese apertamente e coraggiosamente clemenza
Durante il Giubileo del Duemila parlando di detenuti di Regina Coeli
Ma numerosi altri furgoni penitenziari che Giovanni Paolo II di sito e due anni dopo nello storico discorso alla Camera dei deputati
Affermo senza compromettere la necessaria tutela della sicurezza dei cittadini merita attenzione e la situazione delle carceri nelle quali i detenuti vivono spesso in condizioni di penoso sovraffollamento
Un segno di clemenza verso di loro mediante una riduzione della pena costituirebbe una chiara
Manifestazione di sensibilità che non mancherebbe di stimolare l'impegno presso i personali recupero in vista di un positivo
Al reinserimento della società
E il quattordici novembre della duemila e due che questo mi pare molto più appropriato
Per ricordare
Il nuovo Santo Giovanni Paolo II
Nuovi due santi Roncalli Giovanni Paolo secondo che hanno il nome
Ha avuto una sensibilità
Sui detenuti vorrei definire capanni Liliana ma che invece sarebbe più esatto dire cristiana
E con questo
Si chiude l'appuntato odierna di rassegna stampa vaticana Antiqui potrete ascoltare la replica nel pomeriggio alle ore sedici l'appuntamento aperto mente prossima grazie per l'ascolto e buona domenica
Abbiamo trasmesso
La rassegna stampa vaticana di Giuseppe Di Leo questa