06MAG2014
intervista

Intervista alla costituzionalista Ida Angela Nicotra sul volume da lei curato insieme a Felice Giuffrè "L'eccezionale bis del Presidente della Repubblica Napolitano" (Giappichelli Editore)

INTERVISTA | di Giuseppe Di Leo RADIO - 11:30. Durata: 31 min 42 sec

Player
A cura di Giuseppe Di Leo.

"Intervista alla costituzionalista Ida Angela Nicotra sul volume da lei curato insieme a Felice Giuffrè "L'eccezionale bis del Presidente della Repubblica Napolitano" (Giappichelli Editore)" realizzata da Giuseppe Di Leo con Ida Angela Nicotra (ordinario di Diritto costituzionale presso l'Università di Catania).

L'intervista è stata registrata martedì 6 maggio 2014 alle ore 11:30.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Carcere, Cattolicesimo, Chiesa, Corte Costituzionale, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Democrazia, Diritti Umani,
Elezioni, Francesco, Giustizia, Governo, Istituzioni, Italia, Libro, Napolitano, Pannella, Parlamento, Politica, Presidenza Della Repubblica, Renzi, Riforme, Societa', Tortura.

La registrazione audio ha una durata di 31 minuti.

leggi tutto

riduci

11:30

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale o saluto da Giuseppe Di Leo da un paio d'anni io sto cercando di seguire un po'l'evoluzione dal punto di vista della dottrina costituzionalistica
Del ruolo delle funzioni del Presidente della Repubblica perché è un organo costituzionale la più alta carica al più alta magistratura dello Stato che negli ultimi anni è soggetta a pulsioni a pressioni
I naturalmente osservazioni non solo da parte Entella giusto un po'di cistica costituzionalistica ma anche di Quirinale visti colleghi qui rimani stile la stampa italiana
Io ho ogni volta che sono usciti i saggi sull'argomento proposto
Al dibattito al confronto e all'attenzione degli ascoltatori di Radio Radicale appunto questa evoluzione della dottrina costituzionalistica italiana sul ruolo del Presidente
Te Entella repubblicani o fatte già ormai una mezza dozzina anti trasmissioni ed è per questo che
Naturalmente ho colto al volo poco l'occasione che missile presentata
Grazie alla casa editrice già Piquet gli editori di Torino
Che ha dato alle stampe probabilmente anzi direi sicuramente il primo saggio coraggio un arto articolato
Sulla sulla riconferma del Presidente Giorgio Napolitano alla carica di capo dello Stato il titolo di questo volume
L eccezionali bis del Presidente della Repubblica Napolitano curato da felice Giuffrè
E Ida ancella Nicotra la quale nostra graditissimo ospite in collegamento telefonico buongiorno professoressa
Buongiorno a lei e a tutti coloro che
Paura allora ricordo anche se ormai lei è diventata un ambito è quasi un'amica direi di Radio Radicale lei ordinario di diritto costituzionale
All'università di Catania
A vari saggi gol sento la professoressa ancorché
Giovane in giovanissima molti saggi e persino un manuale di solito i manuali si affidano i professori che hanno sul groppone dei varie decine di anni di esperienza ma la professoressa Nicotra è riuscita a fare un manuali di diritto pubblico il diritto costituzionale estremamente chiaro che incontra il favore degli studenti e poi
E in modo particolare untori di sancì più disparati perché non si può dire che
Professoressa si concentri su un solo tema di diritto costituzionale
Ed è stata per questa nominata nell'ambito del
Villa commissione dei saggi vero professoressa l'anno scorso che nell'ambito di quella dal momento che è a cui si tentava di appunto
Cominciare a parlare la riparlare di riforme
Del sistema costituzionale istituzionale
Che oggi forte avranno anche un esito positivo alla luce di quanto sta accadendo
Con il Governo a Renzi che pare vuole portare avanti almeno una parte trasportati Chiozza direi di quelle modifiche e ci torneremo un però io intanto professoressa richiederei secondo me importante
Inquadrare perché questo volume
Curato da su Colle del Gallo felice Giuffrè e da lei raccoglie saggi di oltre che i suoi edifici ci offre anche di Giovanna Maiorano ma gli orari in
Francesco Paterniti tra molti riferimenti alla dottrina alla dottrina recente anche meno recente si parte per dal
Saggio famoso di calci mente il custode della Costituzione
Allora il Presidente della Repubblica come custode della Costituzione però
Dietro questa espressione la dottrine italiana non è
Stato univoca nella definizione del ruolo del Presidente della Repubblica vogliamo ricco ricordare un po'i filoni principali
E due o tre nomi
Principali di grandi costituzionalisti che hanno un po'segnato il dibattito sulla figura del Presidente della Repubblica in Italia
Si innanzitutto non lo sento che non sia univoca la Costituzione italiana nel senso che è la figura del Presidente della Repubblica certamente una figura di garanzia
E quindi di custode appunto della Costituzione
Ma è una figura che come dire
Finisse pezzi un po'nel sistema costituzionale nel senso che è il ruolo del Presidente della Repubblica e certamente condizionato da diverte
Da diversi fattori a cominciare dalla legge elettorale dalle forze politiche
Che riescono a importi Costabile maggioranze parlamentari dallo stesso sistema dei partiti
E dal grado direi di legittimazione dei partiti e della classe politica rispetto alla Società ai cittadini
Cioè sono tutte queste condizioni che
Appunto fanno finché il Presidente della Repubblica possa svolgere un ruolo mi mi piace ricordare questa espressione che è stata poi
Molto seguita che ha avuto molto successo anche in territori Giuliano Amato
Che appunto come dire ricostruisce la figura del Capo dello Stato nella Costituzione come una fisarmonica capace cioè attraverso i suoi poteri di restringersi o di allargare il campo seconda di quelle contingente
Un po'questo filone dato seguito
Un po'da tutti coloro che si sono occupati di questo tema dato dal dal paggio importantissimo di lei Di Livio Paladin
La voce della
In località Fontanelle ciclo che dire del diritto vale a dire a lei lo stesso barile ai poteri del Presidente della Repubblica
Iscritto appunto uscito iscritti di diritto pubblico già nel settantasette cioè gli autori che si sono occupati ma Baldassarre il Capo dello Stato
Belle manuale Amato Barbera Pirelli appunto che comunque tutti gli autori anche Minelle loro visioni un po'chiaramente differenziate rispettarlo all'epoca il Presidente della Repubblica hanno tenuto conto quei di questo fattore cioè della flessibilità della duttilità di questo ruolo di garanzia del Capo dello Stato
Che tipo muovere da un ruolo meramente notarile laddove le forze politiche in grado di legittimazione aperte forte quel bus sono
E quindi svolgere quel ruolo di l'indirizzo politico che poi la Costituzione tenga
Al Presidente del Consiglio dei ministri dai ministri che appunto evitarle dai partiti che appoggiano il Governo fino a un ruolo di garanzia attiva che ha evitato punto svolto
Dal Presidente Napolitano che non si è trovato in contingenze politiche a gestire situazioni quanti direi emergenziali nel quadro costituzionale nel quadro politico odierno
Lei ha citato alcuni nomi di costituzionalisti in particolare Livio palle dinner Baldassare che sono stati
E non solo giudice Corte costituzionale ma hanno anche preceduto la Consulta
Poi ha parlato di Paolo Barile io ricorderei anche il primo che anche il decano dei
Anche i giusti pubblicisti in Italia cioè Giuseppe Guarino aree se n'è occupato in parlando cioè priorità alla Repubblica e verità Demetra e pubblica il primo cioè anche Enzo Cheli
Enzo Cheli sono autori anche di formazione culturale di impostazione i dialetti
Non voglio dire ideologica comunque ideali diverse professoressa lei faceva cenno appunto alla
Turbolenza nel periodo in cui Giorgio Napolitano a ha condotto il primo settennato turbolenza che
Lo ha indotto ad accettare
Lo ha indotto ad accettare il secondo ho mandato e quindi lei si concentra sulla rielezione suo saggio del Presidente Napolitano nella nell'avvio appunto turbolento della diciassettesima legislatura
Vogliamo vedere di
Contestualizzare questo avvio di legislatura il ventiquattro il frutto delle elezioni ventiquattro venticinque febbraio due mila tredici come si è poi collocata
La rielezione di Napolitano
E infine diciamo che appunto il
Il primo periodo del primo settennato esterna certamente è stato esternato
Completo saggistica però direi che la complessità diventata appunto emergenza all'indomani del famoso s'direi senza esito tenta vincitori e tenta vinti
Del ventiquattro del venticinque febbraio due mila tredici perché ricorderanno dei nostri ascoltatori che è in quella circostanza a causa di una legge elettorale sciagurata potrei dire
No nel mercato possibile raggiungere una maggioranza
Che poterlo per sostenere il Governo con l'alibi per essere precisi la maggioranza è stata ottenuta solo in una Camera alla Camera dei deputati dal Partito Democratico come si ricorderà
Mentre al Senato la situazione è stata una situazione di assoluta ENPAF
Proprio perché non vi era la possibilità di raggiungere uno nella aggiornabilità che potete appunto conferire fin Luciani nessuno dei partiti di fatto che avevano che invierò presentati alle elezioni o perlomeno quantomeno a uno sistematico ripartiti
Lei parla di legge sciagurata io non vorrei non vogliono non è il caso ora di approfondire però volevo volevo chiederle
L'elezione del Presidente Napolitano ecco
A
Nel suo secondo il suo se nel secondo settennato ammesso che sia poi un settennato diciamo nella sua seconda esperienza al Quirinale lo rende ancora un custode
Passivo o non è un piuttosto un garante attivo c'è una a un funzione più Proust positiva qualcuno ha parlato già di un regime semipresidenziale di fatto
Chi certamente come le dicevo prima i si è passati a un ruolo di garanzia attiva direi che in questa seconda emissione questa rieletto zone che come sappiamo è un inedito assoluto nella storia della Repubblica italiana e un po'la cifra della situazione emergenziale in cui l'Italia Laterza soprattutto quelle il Partito d'azione che ha portato una persona che aveva deciso appunto no l'accettare ipotesi di rielezione in sì appunto venire incontro I partiti alle forze politiche e quindi di assumere questo gravosissimo incarico per la seconda volta
Sembra proprio la cifra di questa situazione di e in parte come De dicevo prima e di assoluta straordinarietà
Chiaramente una garanzia attività un'onda posizione che ha avuto il penso di come dire svolgere prestazioni di unitaria il parere del Cal perché ricordo diamoci che quel voto celle febbraio scorso era la prova di una grande lacerazione sociale e di un cambio di scelta co direi decisivo dei cittadini dalla politica che aveva fallito tantissimo rispetto al conflitto di come dire perseguire l'interesse generale e quindi il Presidente Napolitano alquanto certamente avvolgendo questo ruolo di prestazioni e unica accumuli devono dire collegata la sua dedizione rispetto al tema delle riforme che il grande tema
Perché e prima le dicevo che lampante
Di febbraio è stato determinato da una legge appunto sciagurata vien da dire che anche il sistema istituzionale complessivo
Non è tanto di aiuto a quella situazione
In termini più concreti il fatto che il nostro Paese
Verifica strutturato prodotti e concludo bicameralismo paritario fra Camera Renato rende complicati
Sì ma la abilità dei Governi addirittura alla nascita dei Governi ecco perché sia nella Commissione
Che ha avuto l'onore di acconto l'onore di partecipare figlia ora il Governo a venti
Bolaffi vuole appunto modificare quell'aspetto di bicameralismo paritario in cui solo la Camera dovrà conferire la fiducia
Al Governo e il Senato svolgere un ruolo diverso di Senato delle autonomie e del Senato dei territori
Quindi non è solo una questione legata alla legge elettorale ma Mariano che è legata alla assoluta necessità di modificare questo sistema istituzionale che
Insomma diciamo molto male dove però il ruolo del Presidente della Repubblica non può che essere indiretto magari di stimolo mannaia un mattino
Invece questa conferma professoressa che un'immagine da lei usata ricordando
Giuliano Amato la fisarmonica no del Presidente Repubblica in realtà un effetto di una fisarmonica ben più importante e cioè del ruolo deve il del Parlamento
E in modo particolare poi del ruolo dei partiti politici cioè sono queste due strutture strettamente connesse al ruolo dei partiti politici
E non funzioni è lo stato di salute anche nel quindi di conseguenza del Parlamento che condizionano il modo anche di operare di essere
Presidente della Repubblica
Non viene non vi è dubbio che il primo è la prima questione è legata
Direi proprio al ruolo che i partiti politici non hanno saputo svolgere nei confronti della
Totale da quando
Ci crea questo scollamento così forte fra i cittadini etnica chi li governa chi li dovrebbe rappresentare è chiaro che poi attaccata
Le ripercussioni diciamo negative di sistema si ripercuotono in ogni aspetto della vita della vita sociale politica e istituzionale
E certamente i partiti hanno le loro responsabilità però ripeto una grande responsabilità e legata alla inerzia del Parlamento e quindi dei tanti difetti
Rispetto alle riforme istituzionali e lei consideri che per la prima volta di riforme istituzionali
L'Italia per parlato nel mille novecentottantatré con l'istituzione della Commissione Borzi
Che appunto già intravedeva la necessità di modificare di innovare la Carta costituzionale per rendere più efficiente il sistema che già come dire presentava belle carente del inefficiente strutturali
Per la verità già mondo operaio la rivista nel mille novecentottantuno si era occupato da un numero monografico sulle richieste e poi proprio Giuliano Amato nella collana paper Becks del Mulino aveva
Nei primissimi anni ottanta ottantadue se non vado errato pubblicato un passaggio
Una Repubblica da riformare che poi
Ha costituito un po'Villas motivo della azione politica sul tema
Di Bettino Craxi però professori assolutamente ragione infatti mi riferivo diciamo al primo momento rispetto istituzionale coltivati cerca un certo momento al secondo
Dare poi naturalmente sempre il il risultato di un dibattito che parti prima ed è ovvio che sia così già fuori dalle istituzioni e delle istanze
Dell'accademia e non solo dell'accademia ma professoressa la parola che il Presidente della Repubblica la funzione presente Repubblica fisarmonica non sia il feto e non la causa del ruolo
Nelle funzioni del Parlamento del sistema politico il dato anche dal messaggio
Da come è stato accolto per meglio dire non ha colto il messaggio il primo messaggio del Presidente della Repubblica antico questo Presidente alle Camere sul riguardo alla situazione
Drammatica anche vergognosa delle carceri in Italia
Messaggio dell'otto ottobre del due mila tredici siccome è una certa pubblicistica un po'pseudo Polito logica parla del range Ossuccio
Be'se c'è un modo per confutare che Presidente Repubblica sia un monarca e proprio
Il
Il modo con cui è stato sottovalutato e voglio essere usare un fumi ISMU il suo messaggio sulla questione delle carceri
Non trova
Assolutamente assolutamente figli come appunto accennava lei per la prima volta il Presidente della Repubblica si rivolge al Parlamento poteva adesso la prerogativa che gli viene conferita dalla Costituzione cioè il messaggio proprio perché edili pezzo sottolinea
Come lei messaggi formali non abbiano poi portato a esiti felici lui
Proprio utilizza l'espressione la non felice esperienza dei messaggi formali soprattutto chiaramente negli orecchi che voi questi metta già hanno avuto il Parlamento ed ecco perché lui Strollo
In apertura della sua appunto del suo secondo
Mandato utilizza appunto questa
Prerogativa e l'UPI la utilizza come tutti senza stanno
Perché dettata una tendenza della con capperi dunque che ha condannato l'Italia per il reato di tortura cioè la sentenza attorno ai danni
La rete data intenta Torregiani contro Italia esattamente in cui invia definitiva il ventotto maggio del due mila tredici la Corte Eduard condannato l'Italia per trattamenti inumani è degradanti delle persone detenute
Quindi parliamo di un reato gravissimo
Che di noi mette a repentaglio l'affetto la credibilità dell'Italia
Nel contesto europeo e internazionale lì perché anche la pubblica utilità prestazione forte mortificante per l'Italia questa condizione in cui si trovano le nostre strutture penitenziarie
è necessario prima di ritornare su questo tema perché lei parteciperà un'importante convegno
A Rebibbia il ventotto maggio in occasione appunto del primo anno della sentenza Torregiani anche della scadenza dell'ultimatum
Della
Corte europea parteciperà a un convegno sul tema appunto delle carceri la situazione delle carceri che radio radicale naturalmente seguirà ma ne chiedo da costituzionalista questi messaggi queste dei messaggi formali del Presidente della Repubblica
Sono ormai da considerare obsoleti oppure da considerare una un particolare e un sul suo oggettivo sciagurata
Congiuntura politica però voglio dirle in questo momento perché se andiamo a vedere naturalmente nella Costituzione quando fu approvata si viveva in un contesto anche massima ideologico ben diverso
Oggi piuttosto che i cosiddetti messaggi formali e più in porto sono più importanti più efficaci messaggi informali almeno così sembra
Forse e da ripensare il ruolo del messaggi dei messaggi formali presidenziali
Ma evidentemente io direi forte di no nel senso che anche il messaggio formale in questo momento diviene o non sento di stimolo importante che il Presidente della Repubblica che il Capo dello Stato ha nei confronti del parlamento
E di chi poi deve prendere le decisioni fondamentali non vi è dubbio che accanto a questo strumento anche il Presidente Napolitano ha fatto uso di altre di altre prerogative
Che appunto sono nella la disponibilità del Capo dello Stato a cominciare dalle esternazioni informali quindi diciamo anche quelle
Sono procedure sono metti attraverso cui il Presidente della Repubblica cerca di
Fare in modo che il Parlamento come dire finisca
Di stare in una situazione di Blair piedi inadempienza rispetta questioni Corsini così forti e così gravi d'altra parte anche la Corte costituzionale
Che in maniera diversa ma che comunque svolge per il ruolo di garanzia
Di custodia della Costituzione ha più volte invitato il Parlamento Corno alle sue decisioni ad attivare tutti con riferimento al problema della a questione carceraria la Corte costituzionale di recente per a malgrado abbia dichiarato inammissibile è una questione a presso un monito forte al legislatore
Spero di pervenire proprio Connor differimento alla gravità della situazione carceraria
Pensa che lei sa che Marco querele radicali sono impegnati in prima fila non da oggi ma è da ieri sul tema delle
Dedicarsi le non è sicuramente certo assolutamente conosco conosco bene la vicenda ed è anche emblematico che vietato su questo tema mi ha colpito molto
L'incontro ideale tra altre personalità tanto dirette che hanno a cuore questa questione del trattamento venne a chi si riferisce a cento a papà Franchetto e al Presidente
Nella Repubblica appunto Napolitano aveva Marco Paribello visto appunto questa congiunzione ideale di queste persone di queste grandi personalità anche
Perdono
Punto nel trattamento penitenziario un momento importante in cui come dire lo Stato diventa veramente come dire che avvicina i cittadini
Perché il carcere è una struttura che fa parte della società
E malgrado tutto una formazione sociale sia pure coatta dove i detenuti devono poter esprimere la loro personalità
D'altra parte non mi piace ricordare come la Corte costituzionale diverte pronuncia abbia detto che anche all'interno Welles strutture penitenziarie
La persona del detenuto a un residuo di libertà e quale tipo di libertà e tanto più importante proprio perché è un margine di libertà che si deve tutelare
Rispetto a una persona che chiaramente debole perché recluta ed è debole anche probabilmente perché
Dettava già in una situazione di emarginazione sociale
E parte economica che lo ha portato a delinquere quel compito dell'accettandone
Vedete la pena solo con una funzione di retribuzione va a vedere la pena come strumento per la risocializzazione del condannato
Professoressa io la grande parente ci perché in realtà carte le carceri italiane come lei sa bene città dei condannati e ci stanno pure imputati le cui attesi dall'avvocatessa Dieni Lizzano ovvio cioè che chiaramente quindi questo
Cui issare a ricorrere a
Che di lì come dire è di rieducazione in quanto tecnico in un soggetto non è ancora dichiarato colpevole via definì viva pochi presume nascente quindi anche l'idea della rieducazione dipende discutibile e quindi anche la reclusione
Credo professoressa che il riferimento alle carceri indirettamente ma neanche tanto un CdA lo spunto per Roma una riflessione le vorrei fare una domanda finale
Capisco che richiederebbe molto tempo ma confido nel suo capacità di sintesi imprese ed è il rapporto tra tra democrazia e Ocolo Croazia
Cioè
E il ruolo del Presidente della Repubblica non eletto dal popolo
Comunque deve fare i conti con un soggetto si dice nell'ambito della politologi o che nel ventunesimo secolo e il soggetto importante l'opinione pubblica
Ecco
Sul tema delle carceri il ruolo dell'opinione pubblica e importante Avanzi non c'è perché
Presidente della Repubblica un Parlamento poi possa prendere delle decisioni in merito per esempio le carceri
Ma si anche detto questo inizio di campagna elettorale per le europee lo ha fatto per esempio Beppe Grillo che qualora
Il Movimento cinque Stelle vincesse le elezioni europee e il Presidente della Repubblica Napolitano dovrebbe
Sullo già dimettersi
Ecco su questo tema del rapporto tra opinione pubblica è e i ruoli istituzionali per alcuni minuti tra tra
Democrazia e Ocolo Croazia qual è la sua opinione di costituzionalista ma guardi dal punto di vista punto e del diritto costituzionale non vi è alcuna connessione fra le elezioni
In questo atto oltretutto elezioni europee e il ruolo del Presidente della Repubblica e neanche il momento della sua elezione sono fatti
Politico istituzionali del tutto distinti fra loro questo varrebbe anche per le zone forti e politica
Perché come ricordava lei presidente la Repubblica e comunque eletto dai parlamentari con l'elezione di secondo grado e quindi il voto popolare
Ripeto rispetto alla competizione europea nulla
Può incidere sulla
Sul ruolo sulla posizione il perché della Repubblica però ritornando a quello che appunto chiedeva lei con riferimento anche in rapporto all'opinione pubblica in questo tema rispetto a questo tema delle carceri
Il Presidente Napolitano avrebbe a voi Ambente danaro e lo espresse in questo messaggio che lei ricordava dell'otto ottobre due mila e tredici e come vi è appunto la consapevolezza
Bella ostilità degli atti di clemenza che non si è diffusa
Dice Napolitano nell'opinione pubblica ma questo a mio modo di vedere
Nonno Daniele condizionare il Parlamento è una scelta che sia una scelta saggia scusate di prudenza
E devo dire orientata dal punto di vista costituzionale rispetti
Do a i rimedi che possono superare quella situazione difficile come diceva lei vergognosa rispetto alle alla situazione delle nostre carceri fra l'altro nella Costituzione deficit
E come sappiamo una disposizione che l'articolo settantanove
In cui si parla della possibilità del Parlamento di approvare misure di amnistia e indulto che certamente chi governa una maggioranza molto ampia
Che è difficile che si raggiunga il Parlamento ma su questo comunque bisogna ragionare perché ed è questa questione
Opinione pubblica Parlamento Presidente della Repubblica coinvolgerli Italia come comunità come nazione rispetti
Tu al contesto internazionale europeo perché attiene a ragioni di civiltà e di dignità del nostro Paese
è il trattamento penitenziario e il modo in cui vengono
Tenute le carceri e anche lo specchio di una nazione
E chiaramente la nostra
Come dire immagine all'estero rifletta anche in questa situazione carceraria è un'immagine molto negativa Pompeo poco pochissimo tempo fa mi ha colpito una notizia dei giornali dei maggiori quotidiani che riportavano
Appunto questa
Decisione di un giudice di Londra di un giudice in lei perché non aveva concesso l'estradizione di un
Lo cittadino italiano proprio proprio a causa delle condizioni delle nostre carceri Canon collettivo trattamento
Come dire carcerario quindi non sia con la pari dignità della persone di tutte le persone
Professoressa io ho le proporrei di fermarci qui anche se nel volume da lei curato insieme con un suo collega felice Giuffrè
Lei qui si parla anche di altro
Si parla del potere di grazia Presidente di Repubblica come è stato applicato da Napolitano si parla della famosa sempre Enza numero uno del due mila tredici che ha visto Presidente conflitto di attribuzioni dalla presenza di Repubblica
E la Procura della Repubblica di
Di io Palermo ma naturalmente e poi si fa un'analisi anche dettagliata delle messaggio del Presidente e della Repubblica dell'otto ottobre due mila tredici ma tutti argomenti che lasceremo
Alla lettura di chi PCI ascolta
L'eccezionale Ibis del Presidente della Repubblica Napolitano il primo
Saggio ragionato sulla secondo mandato presidenziale di Giorgio Napolitano a cura di Felice Giuffredi da Angela Nicotra
Pubblicato del Ciappi che egli editore professoressa Nicotra io la ringrazio molto della sua partecipazione argomenterà aule a lei da un anno un buon lavoro
è buona riflessione grazie buongiorno buongiorno a lei e a tutti grazie grazie all'assistenza tecnica di la dal vetro e naturalmente un ringraziamento un saluto da Giuseppe Di Leo agli ascoltatori di Radio Radicale