05MAG2014

La settimana parlamentare vista dalla Presidente Boldrini

MESSAGGIO | camera.it - 11:00. Durata: 3 min 53 sec

Player
La settimana a Montecitorio dal 28 al 30 aprile 2014.

"In linea con il mio impegno per la trasparenza e con quanto si sta facendo in questo senso alla Camera dei deputati, ho accolto l'appello del Presidente della Commissione Diritti umani del Senato, Luigi Manconi, a sollecitare il Capo della Polizia affinché valuti la possibilità di togliere il segreto ai procedimenti disciplinari interni".

Lo annuncia la Presidente della Camera, Laura Boldrini, nel video della settimana, a proposito dell'incontro con Patrizia Moretti, mamma di Federico Aldrovandi.

Nel filmato, la Presidente esprime
"indignazione per gli applausi riservati ai poliziotti condannati per la morte del ragazzo durante il congresso del sindacato autonomo Sap" e considera che "il gesto provocatorio non solo perché fa male a chi crede nella giustizia, ma danneggia soprattutto i tanti agenti che fanno il proprio dovere rispettando le regole".

A questo proposito, la Presidente riferisce che "il Parlamento si propone di migliorarle quelle regole, anche introducendo nel codice penale italiano il reato di tortura, e che la Commissione Giustizia della Camera avvierà la prossima settimana la discussione del disegno di legge già approvato dal Senato".

Tra gli argomenti affrontati nel video anche l'incontro con i lavoratori dei call center Almaviva Contact, avvenuto a Montecitorio alla vigilia del Primo maggio.

leggi tutto

riduci

11:00

Organizzatori

Camera dei Deputati

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ben trovati
Il primo maggio è stato per me quest'anno incontrare i lavoratori e le lavoratrici della Almaviva Contact sono venuti delegazione qui a Montecitorio ne abbiamo parlato a lungo
Sono operatori dei call center un settore produttivo cresciuto cresciuto molto in fretta in Italia che ormai impiega ben ottanta mila persone
Ecco i loro profili professionali spesso sono di alto livello in cambio però di stipendi che certo di alto livello non sono
E adesso il comparto rischia grosso
In tutte le gare di appalto pubbliche private sapete che si pratica il massimo ribasso
E questo implica un massiccio ricorso alle delocalizzazioni cioè vuol dire che
Estende ancora meno tante aziende si spostano oltre confine
In paesi a bassissimo costo del lavoro e le aziende che non vogliono farlo che si rifiutano di accettare questa logica finiscono per così dire fuori mercato
La globalizzazione
Dovrebbe facilitare anche l'esportazione dei diritti quei diritti che abbiamo conquistato indiani di battaglie e non farseli invece sottrarre da una delocalizzazione selvaggia
Che che lascia a casa i lavoratori in Italia e sfrutta i lavoratori in altri Paesi
Allora celebrare il Primo Maggio oggi vuol dire anche alzare lo sguardo oltre i confini nazionali
è un altro incontro importante qui alla Camera c'è stato con Patrizia Aldrovandi la madre di Federico ricordati ragazzo morto nel due mila cinque a Ferrara dopo essere stato fermato da agenti di polizia
Gli applausi riservati ai poliziotti condannati per la morte del ragazzo durante il congresso del sindacato autonomo sardo hanno giustamente arrestato indignazione
Applausi così provocatori fanno male a chi crede nella giustizia e danneggiano soprattutto i tanti tantissimi agenti che fanno il proprio dovere rispettando le regole
Il Parlamento si pone di migliorarle quelle regole anche introducendo nel Codice penale italiano il reato di tortura
La Commissione giustizia della Camera ha deciso di
Avviare la prossima settimana la discussione del provvedimento di legge già approvato dal Senato
Inoltre nell'ottica della trasparenza trasparenza che stiamo portando avanti fin dall'inizio della legislatura qui alla Camera dei deputati ho accolto l'appello del Presidente la Commissione diritti umani del Senato
Luigi Manconi ad interessare il capo della polizia affinché valuti affinché valuti la possibilità di togliere il segreto
Ai procedimenti disciplinari interni
Finiamola il provvedimento più importante è stato il decreto stupefacenti sul quale il Governo ha chiesto e ottenuto la fiducia
Il testo necessario dopo che la Corte costituzionale intervenuta sulla cosiddetta Fini-Giovanardi
Prevede tra l'altro un abbassamento delle pene per il piccolo spaccio e la differenziazione tra uso personale e droghe leggere e droghe pesanti
Bene vi ringrazio dell'attenzione e ci rivediamo fra una settimana