07MAG2014
rubriche

Radiomigrante - Osservatorio sul fenomeno dell'immigrazione

RUBRICA | di Andrea Billau Radio - 18:08. Durata: 39 min 35 sec

Player
Trasmissione a cura di Shukri Said e Andrea Billau.

Puntata di "Radiomigrante - Osservatorio sul fenomeno dell'immigrazione" di mercoledì 7 maggio 2014 , condotta da Andrea Billau con gli interventi di Shukri Said (segretaria dell'Associazione Migrare).

Tra gli argomenti discussi: Cie, Clandestinita', Governo, Immigrazione, Integrazione, Lampedusa, Mare, Mass Media, Minori, Nord, Politica, Razzismo, Sicilia, Societa', Sud, Trapani, Ue.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 39 minuti.
18:08

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno agli ascoltatori di Radio Radicale benvenuti alla nuova puntata di radio migrante in collegamento telefonico come di consueto Shukri Said
Sento di Andrea villa un buongiorno se
E allora iniziamo a parlare ovviamente di sbarchi voglio cominciare da un'agenzia di ieri è che riguardo uno sbarco a Trapani e anche questo è uno sbarco
Particolare perché adesso sentiremo cosa è successo sono arrivati poco dopo le note al porto di Trapani gli ottocentottantasette migranti soccorsi
Domenica scorsa centoventi miglia a sud di Lampedusa sbarcati al molo Ronciglio a bordo della nave militare ad Iseo e del rimorchiatore asso trenta
Tra agli extracomunitari ci sono centonovantacinque minori tutti accompagnati e centoquarantacinque donne
Di cui sette incinte uno di loro accuserebbe minacce l'aborto dei nuovi arrivati solo poco meno della metà dovrebbero essere ospitati in provincia di Trapani dei centri di Castelvetrano Castellammare Marsala e Mazara del Vallo
Gli altri saranno trasferiti al Nord
In giornata ha detto il Prefetto di Trapani dopo do fa Alco partiranno dall'aeroporto di Trapani alcuni voli charter direttive Piemonte Liguria
Hanno dato la propria disponibilità all'accoglienza anche a Roma e Reggio Calabria il numero dei migranti che potrebbero essere trasportati in altre regioni d'Italia potrebbe salire
A cinquecentotrentotto una parte infine sarà sistemata a Palermo e a Catania e questo è
Un primo diciamo flusso che comincia a funzionare evidentemente verso le altre città e non non lasciando quindi
Sola alla Sicilia a all'accoglienza infatti queste il frutto di una delle decisioni prese
Politicamente dal Governo infatti Shukri
Voglio leggere
E commentare con te un due articoli uno che riguarda le decisioni Governo italiano è un altro che riguarda invece una presa di posizione europea
Il primo un articolo di Claudia Fusani sull'unità del trenta aprile
Che dice di allarmi sono ormai quotidiani i numeri dicono tutto venticinque mila sbarchi dall'inizio dell'anno undici mila in tutto il due mila tredici e a fine due mila quattordici e saremo ben
Oltre i sessantuno mila sbarcati nel due mila undici sull'onda eccezionale della primavera araba quello alle coste siciliane ormai un vero e proprio assalto di fronte al quale l'Europa si gira dall'altra parte
Ed è fondato l'allarme di Giovanni Pinto direttore centrale dell'immigrazione della polizia di frontiera
Presso il Ministero dell'interno il sistema di accoglienza e ormai al collasso in i Paesi da dove arrivano i flussi a cominciare dalla Libia non esistono più interlocutori
Questo ha detto in audizione al Senato davanti alle Commissioni esteri e difesa facendo il punto sull'operazione Mare Nostrum sistema di controllo salvataggio nato dopo i seicento morti
Nel Canale di Sicilia dell'ottobre due mila tredici e che ci costa la bellezza di
Trecento mila euro al giorno sono venute fuori analisi
Mare Nostrum ha incrementato ripartenza dalle coste africane i numeri ottocento mila persone in partenza dall'Africa l'Italia che hanno buttato altra benzina sul fuoco acceso da settimane soprattutto da lega e Forza Italia contro Alfano di Minale la politica dell'immigrazione
L'allarme emigrazione è diventato così purtroppo pane da campagna elettorale il Governo non si fa prendere alla sprovvista sul tavolo infatti ha già pronti un paio di provvedimenti destinati a far discutere e che avranno almeno il merito di mettere ordine
In un altro luogo di offesa di spreco che sono i centri di identificazione espulsione
Il Ministro Alfano ha provveduto ad infilare due emendamenti nel testo della legge comunitaria che sta per arrivare in Aula alla Camera per i prossimi giorni il primo emendamento impone che l'identificazione debba avvenire già in carcere
Sembrerà assurdo ma è proprio sulle è così le strutture carcerarie non possono procedere con l'identificazione del clandestino fermate portato in cella l'emendamento corregge questa mostruosità burocratiche cerca di accorciare i tempi
Il secondo emendamento al testo della legge comunitaria è quello che scotta prevede infatti che i tempi di trattenimento nei CIE non possono più essere sino a diciotto mesi ma al massimo cinque sei mesi
Il Governo comunque pronta a intervenire anche con un decreto per accelerare questa parte
Magari integrandola con altre decisioni prese con il Ministero della giustizia dove ad esempio si lavora per rimpatriare i carcerati comunitari solo i rumeni sono tre quattro mila unità allarmi immigrazione allarme carceri sono spesso due facce della stessa medaglia
La decisione di ridurre di due terzi tempi di permanenza nei CIE è stata presa per più motivi
è dimostrato si spiega al Viminale che dopo i primi tre quattro mesi la possibilità di identificare un soggetto e quasi pari a zero
Poiché a quel punto è inutile probabilmente ingiusto e chi più sono persone che voglio transitare
Verso altri Paesi anche dannose costoso tenerli chiusi nei CIE tanto vale liberarli
Su dodici c e sette sono praticamente chiusi per devastazione distrutti dalle rivolte dei clandestini l'idea di limitare a sei mesi la permanenza nei CIE era nata qualche mese
Fa in un'ottica di spending review al netto di qualche scandalo per i CIE sono stanziati stati stanziati duecentotrentasei milioni di euro
Per il due mila tredici sessantasei milioni in più rispetto
Al due mila dodici duecentoventi per il due quattordici mila quattordici e centosettantotto del due mila e quindici la riduzione dei tempi potrebbe come minimo dimezzare la spesa
Poi c'è il mare nostrum sistema di navi della Marina pronte a partire non appena era dal segnala la presenza di imbarcazioni allargo tenterà di Sicilia costa trecento mila al giorno circa cento milioni l'anno ieri le parole dipinto sono stati usati tirate stiracchiato e campagna elettorale purtroppo il senso di quello che ha detto era emerso anche lunedì mattina
Nel vertice sull'immigrazione voluto dal premier Renzi a Palazzo Chigi
Non c'è dubbio che Mare Nostrum sia anche un pool factor dell'immigrazione un elemento cioè che favorisce i flussi dei disperati in partenza dall'Africa scafisti e trafficanti di clandestini
Duecentosette arrestati dall'inizio dell'anno è chiaro che partono volentieri sapendo che basta uscire dalle acque territoriali e c'è qualcuno che ti viene a prendere la prova sono racconta una qualificata fonte del Viminale le tante imbarcazioni che vengono trovate in mare senza chiglia
Non nelle condizioni cioè di fare la traversata ma perfettamente in grado di accompagnare i disperati che pagano cinque sei mila euro in contanti sino al punto di raccolta
Le navi di Mare Nostrum di opinione diversa da Marina chi invece sostiene il valore umanitario dell'operazione di due cose probabilmente non sono in contrasto
Il sistema di accoglienza nazionale comunque allo stremo non abbiamo più luoghi dove portare i migranti le popolazioni locali non sono non solo quelle siciliane non ne possono più di questi continui
Sbarchi che condiziona anche l'attività ordinaria un esodo biblico da guerre carestie epidemie
Palazzo Chigi ha riunito la Conferenza Stato-Regioni per distribuire i flussi ma è chiaro che non può bastare il Sottosegretario con delega e servizi Marco Minniti chiede l'intervento dell'Europa l'Italia dice non può più farcela da sola così non si può andare avanti così
Dunque l'articolo ricada Fusani che anche altre volte insomma
Una giornalista che diretta si occupa più di giustiziere è un po'
Pende a
A a fare degli articoli un po'
Insomma con toni forti poi usa anche parole che normalmente chi si occupa di migrazione non usa come clandestini va beh
Però l'idea di quello che sta avvenendo la data e poi l'informazione importante di sei mesi
Letti da oppure questa informazione invece su quello che ha detto Bruxelles e poi commentiamo Shukri
Il Governo questa è una notizia del sei maggio di dei redattore sociale il Governo italiano non ha presentato all'Unione Europea nessuna richiesta ufficiale di ulteriori aiuti per quanto riguarda l'aumento degli sbarchi di migranti verificatosi sulle nostre coste
Nelle scorse settimane a ribadirlo arredatore sociale e Michele Cercone portavoce del commissario europeo per gli Affari interni Cecilia Malmström
Per il momento le autorità italiane non ci hanno indirizzato alcuna nuova richiesta dichiarato Cercone
Eventuali possibili forme di nuova assistenza Alitalia da parte della Commissione dipenderanno in primo luogo dalle necessità e delle richieste concrete dell'Italia stessa
Restiamo a stretto contatto con il Governo italiano ha aggiunto pronti a discutere delle loro necessità nel quadro delle nostre competenze e delle risorse disponibili Cercone parlando a nome della Commissione ha affermato inoltre che l'esecutivo di Bruxelles
Riconosce gli sforzi mezzo gli sforzi messi in atto delle autorità italiane per gestire il flusso crescente di immigrati richiedenti asilo al cui il Paese confrontato
Subito dopo la tragedia di Lampedusa abbiamo avviato una cooperazione molto costruttiva con il Governo italiano e abbiamo messo a disposizione tutti gli strumenti di cui la Commissione europea dispone inclusa assistenza finanziaria e operazioni Frontex
Il portavoce della maestra un tiene a ribadire a dispetto delle recenti polemiche mediatica su un ruolo non sufficiente dell'Europa a sostegno dell'Italia che il nostro Paese ha saputo reagire all'aumento degli arrivi anche grazie all'assistenza fornita dall'Unione europea
Va sottolineato che se l'Italia si sta dimostrando in grado di gestire gli attuali aumenti di flussi migratori e anche grazie all'aiuto offerto in varie forme dalla Commissione del tour dell'Unione europea che si è attivata non solo per dare assistenza
Nell'immediato per salvare vite in mare
Ma anche per mettere in atto una strategia di medio e lungo termine che include una migliore cooperazione accordi con i Paesi di origine di transito dei migranti e dei richiedenti asilo per una gestione più efficace e più efficace dei flussi
Così Maurizio Molinari per redattore sociale ecco vogliamo commentarle insomma queste notizie su cui
Il mare notizie tra i alcuni tono erano Giannotte estranei tranne uno sostanzialmente
Che è quello di
Quei dei parchi e titolo Vitti eccetera quindi
Che idonee
Quello di spalmare il territorio italiano è un buon intento è un dovere delle istituzioni perché non si importano
Lasciare comunque per quanto portano essere ancora
Non
Prodi-bis dici come dicono in Italia ma comunque è una misura un'Europa sostengono office minore rispetto ad altri Paesi e del
Frutto dell'immigrazione in Italia
E è giusto che questi nostri dei giovani vengano opuscoli per intero e condividevo quei tornare con
I siciliani che hanno dimostrato veramente contento e pazienza per un lungo periodo
Questo è una cosa positiva collaborazione dell'Europa e il doveroso perché l'Italia è una frontiera della devono OPA e Unione europea non poi immessi quello di collaborare in questa operazioni
E all'hanno collaborato infatti
Valgano anche questi danaro che prima tu hai parlato e altri che abbiamo parlato puntate precedenti era Europa collabora quote
è doveroso anche da parte nostra e di chiedere maggiore collaborazioni detiene between e la nove novità e quello dai effettivamente il riduzioni della
Per il tempo di permanente del tieni questo è un accordo significativa etniche capivo anche quanti milioni che vengono i criteri i
E o con questi torture agli esseri umani che trovano ponti mal
Che il Pierri tre gatti proprio per puro otturare queste persone e non danno nessun beneficio
E allora territorio accorti con interventi inutili più che questi fondi devono essere
CAI
Si può ricavare danaro evitando anche il danno permettete chiunque reti appelli secondo me è ancorato hanno e che ivi
E quindi dei toglierebbe ancora intervenire pervenute secondo noi non devono essere più di
Quaranta giorni massimo settanta giorni di per mentre
Quello di far identificazioni
Quell'ora che ci portò un reato che avvenga all'interno del carcere questa è giusto perché i tempi Vecchioni ti fanno lì
Non è che un CIPE di ruoli Libero che non ha commette nessun reato fibre alleava della citati porta un centro che è un Lager
Fuori dall'ATI ferma del controllo Colturi indico normale delitti potendo R.
Quasi due anni e dire che dobbiamo identificare questo è un atto cattura e questa apertura noi diamo anche
Sull'occhio del ciclone della comunità internazionale quindi
Che commette un errore ATI devi andare carcere chista incarichi rapper no vogliamo sovraffollamento che oggi deve scontare la pena Paesi di origine lo faccia pure
Elena chi deve via etere oggetto di una molta amministrativa
E che non hanno cortei permette Nikita Ribéry stare in Italia non degli etero ente tenuto oltre il settanta giorni queste nostre posizioni però prendiamo atto che tiene conto o almeno un anno su questo
Eh sì certo tra l'altro questa questione delle diversificazioni in carcere in realtà
A me pare strana un po'perché che noi avevamo dato la notizia ce l'aveva confermato anche proprio il giorno del primo di gennaio quando avevamo visitato il CIE di Ponte Galeria insieme a Manconi nel settembre ce l'aveva
Confermato deputato di Sinistra ecologia e Libertà Lavagno che nel decreto insomma dell'allora ministro Cancellieri sul carcere questo c'era c'era già l'identificazione evidentemente
Non so probabilmente non è passato in quel decreto adesso
Al fanno loro ripropone in questo provvedimento
Della legge comunitaria staremo a vedere ovviamente
Io adesso su cui vorrei proporre nostra scrutatori invece un'intervista che abbiamo realizzato nella giornata di ieri
Conta lead c'è Uchida deputato del Partito democratico che è stato nel week-end
Nelle zone di accoglienza degli immigrati intorno
A Catania e quindi ascoltiamo questa intervista e poi ritorniamo
In diretta
Radio radicale siamo collegati telefonica
Telecom Khalid Chaoki che il presidente dell'intergruppo parlamentare sull'immigrazione deputato del
Partito Democratico e che nel week-end
Si è recato nei luoghi
Di accoglienza in Sicilia degli ondata di profughi che data parecchi mesi
Stanno approdando sulle coste siciliane allora Caliendo innanzitutto
Buonasera
Buonasera ed ci puoi raccontare la situazione che hai trovato e insomma quali erano con i quali gli intenti e quale anche
Le risultanze che I tratto da questa visita
Però stato elargito da portarlo che
è stata nota insomma anche nelle settimane scorse come uno dei luoghi dove arrivano sono arrivati di Chieti occupi previa dell'operazione ma insomma
E poi dopo da occulta e infine a video
Devo dire che il l'ha l'obiettivo dell'avidità era da una parte andare verificare demente le condizioni di accoglienza ai cento dei di portarlo e di Mineo
E e capire anche appunto dopo non sono scritte le sollecitazioni al Governo erano in qualche modo cambiate meglio anche nelle condizioni di vittima conia intento quando luogo
Dare anche solidarietà alle comunità locali i sindaci infatti anche un po'la nostra vicinanza apportano devo dire che il
E le c'è una un'attenzione a non essere in tutti insieme tutti dopo che c'è stata una diciamo un un intendiamo da parte del Ministero degli Interni apportare motorio rapido possibile
I i popoli verso altre altre zone d'Italia e quindi quando sono arrivato io per fortuna il diciamo non ce l'ho ribadita da due giorni quindi la situazione appare l'attivamente tranquilla
E detto questo però e c'è un imponeva legato agli noi alle donne dove mancano invece le strutture adeguate idonei
Per loro l'accusa più grave l'ho trovata da Augusta
Dove anche lì per la natura di quel porto è diventato di fatto alla il punto di di di arrivo di tutte le navi della Marina militare e lime c'è una condizione molto cara perché riguarda i minori non accompagnati io limitato la scuola
Capisco la verticale a scuola abbandonata dove appunto sono stati lasciati lì sostanzialmente da soli circa duecento minori provenienti dall'Egitto ma anche dal Corno d'Africa
Il rottame di diciamo abbandono teniamo conto che il Comune di occulta attualmente commissariato è stato sciolto
Appunto per la cattiva gestione e quindi quello eclatante prova più allarmante
Il dove appunto sono
Circa duecento ragazzini che non hanno né assistenza meditate guardarle non solo due dolce improvvisata e per fare scuola dopo vedono appunto alla Val bigliettini i quei pochi che hanno non c'è
Ovviamente a cinquanta psicologi tenta circo benda Tonolli serviti e su questo io da subito sono ci siamo attivati per chiedere
L'intervento straordinario del Governo perché ovviamente gli impianti di inadempienza dei Comuni comunque il Governo centrale deve intervenire infine a Mineo
è una situazione anomala perché ovviamente il centro apparentemente aree tenuto bene però si tratta di un centro dove sono
Perdenti più di quanto qui la per richiedenti asilo il centro invece sarebbe adeguato per riceverne termina qui abbiamo Billè persone i io
In una condizione anche di far fronte alle promiscuità e quindi
Ho cercato anche di capire la le condizioni delle donne e li soprattutto perché in cui si è parlato molto anche di purtroppo di sfruttamento anche
Rapporti Leone su questo ma
Chiedo circa mille di un intervento anche immediato perché attiva
Una una divisione netta
Tra uomini e donne e degli alloggi però e c'è un caso di facciamo trova con l'avvento è questo
è dovuto da una parte alla lentezza delle del al lavoro delle Commissioni che sono numero non adeguato che Alberto potenziato come c'era stato promesso invece ancora adesso non è stato
Siamo avviata questa diciamo approvata ancora attivate che almeno Alcatel commercialista ordinarie e poi in secondo luogo il fatto di
Ieri a un censimento avevo dentro quel centro che invece appunto tra l'altro interno persone che hanno diverse Doriano Di l'archistar giusta
E c'è bisogno di un controllo anche rispetto alla gestione di questo centro che le risorse che vengono assegnate di come vengono utilizzate su questo noi stiamo accelerando finalmente
L'approvazione di una Commissione d'inchiesta sul tema nell'accogliente generale e penso che a giorni finalmente potremo
Poter avanti col risultato che serviva per fare chiarezza su
E la gestione dei fondi la qualità dell'accoglienza e la trasparenza soprattutto
Della nell'ente loro dello spirito
Insomma viene confermata solo da questa tua visita da una parte che appunto mentre l'operazione Mare Nostrum checché ne dica la lega e altri in modo propagandistico funzione per salvare vite umane però sul problema dell'accoglienza ancora non si è riusciti a fare quella svolta che dia insomma un'accoglienza effettivamente dignitosa tutti no
Questo sicuramente vero devo dire che il tetto alle medie annodate che oggi c'è un tentativo di coinvolgere di più
Le Regioni tutte le regioni d'Italia e questo è un nodo molto importante
Ma anche con la solidarietà necessarie questo lavoro proposito delle prefetture domani ci sarà un di nuovo l'incontro tra lo Stato le Regioni per cercare davvero di
Responsabilità di tutte le Regioni noi però dobbiamo essere orgogliosi di questa operazione che dedica con tutti i limiti
Stiamo dando la prova di grande civiltà e abbiamo portato la credibilità maggiore
Nel poter pretendere finalmente anche un coinvolgimento di altri Paesi europei
ISSI Leonardo però e chiudo o è quella di di un corridoio umanitario non possiamo aspettare dal salvare la i voti
Lei li persone che stanno fuggendo dalla guerra verso l'Europa e non verso la Sicilia all'Italia la maggior parte anche di quelli che ho incontrato
Questo week-end chiedono di portarti dal TAR verso altri Paesi europei
E noi su questo dobbiamo
Autonomo al tempo di cui la voce pretendere un cambiamento di questa variazione europea ecco infatti questo poi fondamentale un'ultima cosa che ti chiedo Ippoliti l'aceto i lavori parlamentari
è quella che riguarda insomma questo Governo il Ministro Alfano insomma anche sui CIE per esempio insomma c'è stata questa novità della riduzione a sei mesi quindi insomma in parte si sta
Andando verso in quella direzione che
Da tanti anni gli antirazzisti insomma coloro che
Nota insomma per una politica ragionevoli sull'immigrazione hanno proposto
Spesso alle noi pensateci compagni rimettiamo cercando accoppiano piano di smontare pezzo per pezzo una
Una un'ideologia che potrà poi diventata legge in questo Paese e che è difficile tarda da smantellare gradualmente
E i tentativi anche parta i CIE piano piano stanno dando i loro conti come il tema della legislazione sulla De Lillo nelle prossime giornate faremo e cercheremo quella che la direttiva europea ha dato la delega al Governo
Finalmente insomma
Anche a sfruttare l'occasione della legge europea per migliorare anche l'accessibilità delle ONG del percorso appunto di accoglienza anche dei popoli e altezze vittime di garanzia
E insomma sui Cile penso sia un importante
Avanzamento nonno è sufficiente noi continuamente tutti i giorni dobbiamo monitorare
E la condizionalità nei CIE chiedendo verifiche ed è un davo qualche cosa ma che facciamo con con orgoglio conforta perché Maietta anche del del nostro compito
Notizia di oggi abbiamo avviato l'iter finalmente sulla cittadinanza in prima Commissione proprio oggi pomeriggio quindi Vito sarà questa piccolo notiziava importante perché lirica finalmente
Il percorso
Da quella legge elettorale della legge sulla cittadinanza e quindi a partire da oggi è stata incardinata in prima Commissione
E speriamo appunto anche su quel fronte della cittadinanza di etero per consente epidemie di arrivare al dato una mediazione
E in questo momento anche di campagna per le opere poter cos'è la verità dei numeri
Dicendo che il modello delle destre in Europa e anche l'Italia ha fallito alzare le frontiere di fronte a migliaia di persone che Castano scappa dalla situazione dove molte volte anche l'Occidente è stato complice
E non serve a nulla alla maggiore cooperazione e soprattutto anche un permesso umanitario temporaneo per tutte queste persone ho premesso però
Europeo e non solo nazionale perché ovviamente è un paradosso che noi garantiamo mobilità libertà di movimento perché hai qui per lavorare non garantiamo
Pari libertà perché qui perché le alpino rifugio
Certamente io ti ringrazio molto leader ringraziamo Grid tronchi che parlamentare del PD e presidente intergruppo parlamentare sull'immigrazione grazie risentite presto grazie a voi buon lavoro
Ecco abbiamo sentito Khalid Chaoki esso questa
Situazione in Sicilia e più in generale su una politica di immigrazione
Del Governo ma vogliamo ancora parlare
Di questi sbarchi perché come non si è detto più volte molti dei migranti o per meglio dire dei profughi dei
Richiede dei insomma i rifugiati che avrebbero diritto all'asilo
Cercano di andare appunto in altri Paesi europei e quindi prendono insomma i treni verso il nord e e c'è una particolare situazione alla stazione di Milano
Che li vogliamo descrive attraverso alcuni articoli che poi ci portano a una decisione
Della regione Lombardia
Di ieri allora nel primo articolo e da venire del tre maggio di Ilaria Sesana dice seconda notte sui marmi della Stazione Centrale di Milano per decenni famiglie siriani in fuga dalla guerra
Il mezzanino dello scalo ferroviario diventato riparo per la notte luogo dove mangiare spazio da tesa a Milano come Lampedusa punto di snodo lungo le rotte che portano dalla Siria la Libia attraverso il mar Mediterraneo sino alla Sicilia per poi di sa di è lungo la penisola destinazione finale Germania e Svezia questa mattina ci sono circa duecentoventi persone alcune famiglie arrivate ieri sono già ripartite spiega Alice Stefanizzi di fondazione Progetto Arca una delle associazioni che collabora con il Comune di Milano per la gestione dell'emergenza
Un altro centinaio di arrivi è previsto per il pomeriggio di oggi il flusso molto probabilmente continuerà nei prossimi giorni stiamo chiedendo la possibilità di allestire un posto permanente in stazione
Commenta l'assessore alle politiche sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino
In mattinata sono intervenuti anche i medici del centodiciotto per prestare assistenza medica e bambini già ieri sera
Molti avevano la febbre presentavano segni di insolazione di bruciature per essere rimasti troppo tempo sotto un sole cocente Milano non può essere lasciata sola e l'appello lanciato dalla assessore alla Sicurezza Marco Granelli che torna a chiedere un intervento da parte della Regione Lombardia e del Ministro degli Interni Alfano parli con i suoi omologhi europei
Per per questo un appello che viene rilanciato anche da Andrea Jacobini portavoce di Unicef Italia mi auguro che il Governo intervenga con una strategia di accoglienza che tenga conto anche
Della breve permanenza dei siriani sul nostro territorio un'esigenza tanto più urgente se si pensa che il flusso di profughi in fuga dalla Siria destinato a crescere nei prossimi mesi si stima che
Aumenteranno di molto i centri di via Aldini e viale Toscana oltre alle due strutture gestite
Dal Consorzio farsi prossimo sono al collasso sono oltre cinquecento le persone accolte in questi giorni ben al di sopra di quanto previsto dalla convenzione stipulata dal Comune di Milano con la Prefettura che prevede una capienza massima di duecentoquaranta posti da ottobre a oggi sono più di cinque mila le persone tra cui mille trecento bambini che hanno trovato accoglienza temporanea a Milano si fermano per pochi giorni giusto il tempo di riposarsi raccogliere le energie pianificare le tappe successive del loro i aggiungo glielo chiedere asilo in Svezia in Germania molti hanno dei familiari dall'aggiungere in ogni caso sanno che lì le condizioni di accoglienza saranno migliori per questo motivo al momento dello sbarco in Sicilia hanno chiesto con forza
E ottenuto di non essere identificati
Pura notizia
Dello stesso no di due di tre giorni dopo
Dal Corriere della Sera un articolo di Elisabetta Soglio ci dice il prefetto ci ha garantito che non vi è emergenza siriani
Alle display riassicurazioni del Ministro degli Interni Angelino Alfano intervenuto sulla questione a margine dell'incontro che si è svolto Ina prefettura per il Piano trasparenza di Expo
Risponde il governatore Roberto Maroni c'è emergenza
Non siamo in grado di gestirla e le richieste di aiuto arrivano non solo da Milano ma da molti altri Comuni lombardi finora abbiamo ospitato oltre sei mila persone gli fa ecco il sindaco Giuliano Pisapia come dovere di una città accogliente io ospitale come Milano ma senza un intervento preciso delle competenze
Dovevo prendere posizioni molto forti che non vogliamo prendere perché parliamo di persone che soffrono
Alfano guarda avanti come Governo vogliamo accelerare le procedure che consenta a queste persone di andarsene via perché siriani che sono a Milano non vogliono fermarsi qui mandare in altri Paesi il diritto d'asilo delle potenze
Essere certi di Tato in tutta Europa per questo amministra comunicato che in brevissimo tempo sarà convocata la Conferenza
Unificata la quale prendono parte anche i Comuni per definire una strategia
Ancora Maroni qui serve un piano di emergenza nazionale non basta appellarsi all'Europa perché siamo in presenza
Di un flusso continuo che necessita di una risposta di tipo organizzativo l'assessore comunale alle Politiche Sociali Pierfrancesco Majorino confermo
La situazione è sempre molto critica ed è un errore sottovalutarla e così continua non solo a queste dichiara dichiarazioni
Intervenuto poi Pisapia il Sindaco a margine del Consiglio comunale ha spiegato è necessario un luogo che stiamo cercando luogo forse lo troveremo nei prossimi giorni che possa ospitare queste persone
Ecco poi va bene fioccano commenti la consigliera regionale di patto civico Lucia Castellano ricorda che in centrale non ci sono bivacchi solo grazie alla mobilitazione del terzo settore
San Mauro Maullu di Forza Italia attacca la situazione dei profughi istriani
Accampati in stazione l'ultimo episodi in ordine di tempo e testimonia come il Governo non abbia la vera politica per gli immigrati e profughi in Massimiliano Salini candidata loro perno centrodestra invita la lega non usare il tema dei profughi come strumento di campagna elettorale
Questo il dibattito ma che è successo il sei maggio in cioè ieri in nel Consiglio regionale della Lombardia
Leggiamo Lanza
Il Consiglio regionale della Lombardia ha respinto con il no della maggioranza una mozione urgente presentata dal Capogruppo del patto civico Lucia Castellano sull'emergenza dei profughi siriani a Milano
La mozione chiedeva che anche la Regione contribuisca all'accoglienza dei profughi arrivati alla stazione centrale di Milano
Io voto per decidere se il testo depositato stamattina fosse da discutere in via urgente oppure no è stato chiesto da Castellano sostenuta Consiglieri del PD
La richiesta è stata fatta dopo che il Presidente del Consiglio regionale lombardo Raffaele Cattaneo aveva osservato che il documento del patto civico non si poteva considerare appunto come urgente
Ai voti la maggioranza ha respinto dunque non la mozione ma la richiesta di trattarla con urgenza la mozione non è stata nemmeno discussa oggi da Laura ma è stata rinviata a una delle prossime sedute
Ecco Shukri non so se ai seguito attentamente anche i nostri ascoltatori questa sequela no di
Notizie ma la cosa molto
Cioè che che secondo me risalta di più è che il presidente della Regione Lombardia Maroni ex ministro dell'interno dei respingimenti
Chiede al nostro Paese un piano nazionale per intervenire
E e poi fa negare alla sua maggioranza i l'urgenza di un intervento di un finanziamento della Regione per quello che in questo momento è uno urgenza a Milano questa situazione dei siriani alla stazione di Milano che ne dici
Sì ma infatti io ho notato questo infatti volevo dire che Maroni di decidere che varchi stare perché non voglio toccare due parti in commedia deve decidere come tu Scalchetti è che uno governatore di una Regione importante che derivi
Lavorare
Per questione personale per
Di stato sociale e quindi coprire tutti questi
Ero Fano ominidi carente ai strutturale che viaggiano gli immigrati e profughi rifugiati e il suo dovere istituzionale perché connettendo più oltre che le tariffe di partito che ho parlato alla delle di ma in cui chi e perché poi io non ho capito bene la politica
I talenti dall'allegato dell'Italia per non solo quella di parecchi paventare
Da rendere mirava ai diritti non capisco come partito che però porta a loro anno per gli italiani che per l'Italia questo
è un problema della lega che chiederanno altri candidati di altri partiti
Detto questo Maroni ha questo dovere però qualcuno deve incalzare a livello istituzionale perché per me una parti lo chiede giustamente il suo dovere di un piano eccetera
L'altra parte lui nega e farà dei provvedimenti su coltivi regionale non li fa partire
è un problema che ci e BTP PPE deve contestare altri partiti e a della opposizione assistemmo Maroni devono contestare perché noi tende pare una scelta
Perché io ero io ancora quei certamente della politica demagogica perché e una dei leader della lega no
Che però Pier ripiegato di giustamente governare un Regione molto importanti con
Il colpiti bordure mille quindici eccetera però devi smettere di
E pare che la politica di mai politica è una cosa che
Devi prendere atto che ha detto Dini collaborare con le istituzioni
Essi
Però appunto non sembra molto diciamo coerente su questa
Su questa posizione che tu ricordi bene ci avviamo alla conclusione perdiamo però rimane in un momento su Milano perché c'è un'altra questione a Milano che insomma si è molto dibattuta negli ultimi tempi ed è la costruzione della moschea
Su quale il centrosinistra il Sindaco Pisapia
Sembrava come dire cincischiare però
Noi adesso lo diamo un pochino in ritardo in effetti
Questa notizia che era apparsa sul Corriere punto it il sedici aprile non avevamo avuto tempo ma ora che stiamo parlando di Milano vogliamo darvela perché
è avvenuto dopo alcuni articoli anche di denuncia anche di Repubblica su questa posizione non chiara della sindacatura di Milano e allora leggiamo dal Corriere punto it
Questo breve articolo che dice a Milano servono dei luoghi di culto perché i cittadini musulmani possano pregare ognuno nella propria zona ma è necessaria anche una moschea per le grandi occasioni come ex ho due mila e quindici dice Giuliano Pisapia e conferma così la linea del Comune regolarizzare le associazioni islamiche che ancora si riuniscono in scantinati e palestre al tempo stesso valutare i progetti più ambiziosi
E Pisani ammette però che la costruzione di una grande moschea entro il due mila e quindici e impraticabile
E traccia l'ipotesi di una struttura transitoria da edificare in fretta per le decine di migliaia di ospiti islamici attesi per lo sposi Simone entro il prossimo anno dobbiamo arrivare a un grande luogo provvisorio che possa poi diventare definitivo
Chi pagherà la nuova moschea di Milano abbiamo richieste da parte di Paesi esteri come la Giordania e Pisapia conferma di nuovo le anticipazioni
Del corriere che ha dimostrato più di altri segni
Più più di altri segni di attenzione che è un punto di riferimento che non ce le comunità islamiche essendo uno stato riconosciuto dall'Italia questo offre garanzie sulla provenienza del denaro
è il progetto definito moschea dei Governi
Che coinvolgerebbe anche la sede diplomatica del Marocco potrebbe trasformare in tempi rapidi in luogo di culto un ex autorimessa in zona Certosa
Se invece fondi arrivassero da privati continua il sindaco andrebbe verificato che non vengano da situazioni non compatibili con la nostra democrazia il riferimento sembra Progetto del CAI ma il coordinamento
Delle associazioni islamiche milanesi nell'area dell'ex spalla Sciara perché per la fase finale di realizzazione conta su investitori e fondazioni da Qatar quei tre ed Emirati l'opposizione alla moschea e strumentale conclude Pisapia
Non servono referendum basta seguire la Costituzione io e la mia Amministrazione abbiamo deciso di assumerci la responsabilità di dare a tutti un luogo di culto senza esborsi a carico dello Stato
Così insomma
Per questa questa
Queste dichiarazioni che erano poi state rilasciate a Gad Lerner nell'ambito della
Puntata sul canale la F di fissi al vento la sua
Trasmissione non so se su questo voglio aggiungere qualcosa Shukri
No ma questo anno non è che ad aggiungere una cosa ovvia no per le devo consentire che ha stabilito di culto dritto di culto secca l'ambito della nostra Costituzione punto poi ll Veltroni più avorio no aprire moschee eccetera il titolo dell'Iran terribilmente e e il controllo del territorio che
Tempo ed è compito della nostra Autorità quindi c'è uno a tutti i permessi e una
Situazioni in regola che ti devi fare il solo occulto ma non
Proferiti lavaggio del cervello non devono essere tre soluzioni da parte nostra radio copricostume reca che ci siano attività illegali
E qui dare l'avallo per per quel lavoro qualità paranoico ad altre e ne accorgeremo e tratta facendo certamente io ti ringrazio Soukli e quindi anche per oggi concludiamo qui
Radio migrante vi ricordiamo che potete entrare in contatto con la nostra trasmissione attraverso il sito di Radio Radicale punto it cliccando
Nella sezione rubriche esso radio migrante oppure attraverso un sito dell'associazione migrare
Propongo bonton migrare Prometeo operati infiniti appuntamento alla prossima settimana sempre mercoledì e sempre alle sedi ti circa