07MAG2014
stampa

Conferenza stampa del Nuovo Centrodestra sulle riforme istituzionali

CONFERENZA STAMPA | Roma - 15:30. Durata: 17 min 25 sec

Player
Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Conferenza stampa del Nuovo Centrodestra sulle riforme istituzionali" che si è tenuta a Roma mercoledì 7 maggio 2014 alle 15:30.

Con Gaetano Quagliariello (senatore e coordinatore nazionale Nuovo Centro Destra).

La conferenza stampa è stata organizzata da Nuovo Centrodestra.

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Amministrazione, Calderoli, Costituente, Costituzione, Enti Locali, Enti Pubblici, Finocchiaro, Forza Italia, Governo, Istituzioni, Legge, Nuovo Centrodestra, Parlamento, Partiti, Politica, Regioni, Riforme, Senato, Sindaci,
Stato, Territorio.

Questa conferenza stampa ha una durata di 17 minuti.

leggi tutto

riduci

15:30

Organizzatori

Nuovo Centrodestra

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Allora innanzitutto grazie a tutti per
La vostra presenza
Noi
Quelle sono intorno a questo tavolo il senatore Naccarato responsabile ricerca il senatore Torrisi che membro della prima Commissione del Senato
L'onorevole Misuraca responsabile degli enti locali siamo reduci da questo seminario
Con i costituzionalisti
Tra virgolette che hanno aderito al nostro invito erano
Circa una ventina di Colle lento Luca Antonini Beniamino Caravita chimera cioè prima Ferroni Giuseppe De Vergottini Mario Esposito Franco Frattini felice Giuffrè Vincenzo Lippolis Stefano Mannoni
Anna Moscarini da dico tra
Piccolo Zanon Peppino Calderisi Fabio Cintioli forse qualcuno lo dimenticato
E il seminario è stato anche l'occasione per valutare il pubblico per fare un punto sulle riforme valutare anche quanto è accaduto
Ieri sera noi
Del nuovo centrodestra anche alla luce
Di queste
Insomma di questo seminario di queste consultazioni riteniamo
Che
Comunque ieri sera si sia fatto un importante passo avanti
Per due ragioni uno perché è stato approvato un testo base e il testo base del al Governo due perché
è passato un ordine del giorno che noi non abbiamo votato all'interno del quale vi sono molti punti
Che erano stati
Da noi segnalati e che sono nel nostro disegno di legge se mi consentite riteniamo che sia stato fatto anche
Un passo avanti
Perché dopo ieri
Credo che sia più chiaro comprendere cosa è uno spirito costituente
Uno spirito che mette al centro la necessità delle riforme per il Paese evita
E dovrà evitare e inutili bracci di ferro per andare
All'essenziale delle riforme
Noi cercheremo in tutti i modi di salvare
Il percorso costituente siamo convinti che le riforme non appartengono né Arrè insieme a Berlusconi né al nuovo centrodestra ma servono al Paese
E siamo convinti che questo sforzo si deve ancor di più fare perché
Purtroppo
è venuto meno la possibilità
Di un disegno organico
Di riforma io vorrei ricordare con una punta di polemica che
Il Parlamento aveva approvato tre inoltre letture
Una legge che avrebbe istituito una Commissione dei quaranta delle quali nella quale delle riforme si sarebbe potuto parlare diciamo in modo contestuale
Questa legge è stata bloccata da un ripensamento di Forza Italia ed è stata resa un'altra strada quella di un accordo diciamo così in cui
Diciamo l'organicità viene meno a
A favore di una sempre più evidente estemporaneità
Abbiamo tenuto la barra dritta
E
Intendiamo continuare attenere la cubatura rigida
Noi riteniamo che il testo del Governo sia
La cornice più appropriata per andare avanti ed affrontare la discussione sul Senato la cornice dicevo
Riteniamo anche
Che nell'ordine del giorno o approvato che non ha avuto il nostro voto
Vi sono alcuni assistenti sui quali
Che riprendono integralmente quanto previsto dal disegno di legge del nuovo centrodestra e che noi
Quindi appoggeremo
Li evidenzio
Uno
La riduzione o addirittura l'abolizione dei nominati dal Presidente della Repubblica
Due la riduzione del numero dei sindaci
Tre la proporzionalità nella rappresentanza delle Regioni quattro l'inserimento in Costituzione dei costi standard cinque
La flessibilità per quel che riguarda la clausola di supremazia che può essere utilizzata diciamo così con una formula geometria variabile cioè vuol dire per una Regione si è per l'altra e per l'altra
Per tutto il resto noi terremo una bussola precisa nell'andare avanti per noi il Senato deve essere il luogo
Nel quale
I rappresentanti dei territori
Tutela non gli interessi dei territori stesse nel procedimento legislativo
Tutto quello che compatibile con questa funzione del Senato sarà da noi sostenuto
Quel che devia da questa funzione e rischia di fare del Senato una specie di inutile patchwork sarà in qualche modo ostacolato
In questo senso
Oltre ad approvare alcuni degli aspetti dell'ordine del giorno io vi vorrei anche annunziare alcune invece iniziative specifiche che prenderemo attraverso nostri emendamenti
Il primo
La prima
E quella che vuole inserire
In Costituzione un principio di sussidiarietà rafforzato se si vuole di sussidiarietà tra
Orizzontale
Cosa significa
Un articolo che dica con chiarezza che sia possibile creare una partecipata o una municipalizzata solo nel caso nel quale
Non ci sia
In quel settore una proposta concorrenziale da parte del privato
La seconda
Costituzionalizzare
Il principio del cosiddetto fallimento politico cioè gli amministratori che si rendono responsabili di dissesto
Dei
Loro enti questo perché per noi
Il giudizio negativo per un amministratore non deve avvenire per forza è solo ed esclusivamente sul piano penale eventualmente
C'è invece anche un fallimento politico che nel caso deve essere in qualche modo accertato
Con tutte quante
Le garanzie necessarie
Quindi
Sanzionato
Noi chiederemo anche che il Senato divenga filtro
Rispetto ai ricorsi alla Corte
Da parte degli enti locali perché crediamo che una delle funzioni per cui creiamo questo organo è quello di diminuire il contenzioso
Noi abbiamo avuto un'incredibile contenzioso col Titolo quinto e quindi stiamo creando una camera di compensazione per evitare questo contenzioso sotto questo aspetto se il Senato non diventa filtro
Per
Nuovi ricorsi
Evidentemente viene meno una delle ragioni per le quali questo nuovo Senato viene creato
E infine
Una serie di emendamenti
Daranno competenze
Al Senato
Per quel che riguarda la fase ascendente
E cioè quella devoluzione che viene fatta non verso il basso cioè quindi verso regioni ma verso l'alto e cioè verso l'Unione europea per creare evidentemente anche lì un rapporto necessario
Tra
Le istituzioni sovranazionali e le istituzioni nazionali
Quindi
Riassumendo giudizio positivo su quanto accaduto ieri perché
Uno è stato approvato il testo base del Governo due nel ordine del giorno vi sono molte cose che coincidono con il testo del nuovo centrodestra tre perché ieri si è affermato che bisogna andare su un altro con un altro metodo che è un altro spirito quello che io chiamo spirito costituente
Quello spirito costituente per essere chiari che in tema di riforme non c'è affatto mai mettere un veto rispetto a nessun accordo e a nessuna necessità di fare un passo indietro
Anche in termini personali perché
Ripeto stiamo parlando di riforme che riguardano
Il Paese
Due
Appoggio garantito a una serie di iniziative di emendamenti contenuti nel testo base non vado a ripeterle perché li ho già detti tre
Annunzio di emendamenti sui quattro temi specifici a cui ho fatto riferimento
Ecco questo in qualche modo
Sono le decisioni che abbiamo preso tutte sono state anche molto confortate da questa
Da questo seminario che è terminato un quarto d'ora fa
Se ci sono domande sono a vostra disposizione una vostra risposta
In fase di se stesso questo
Almeno
Ad altro
Domande
Ieri
è un punto dirimente
Contro
Garibaldi
Anzitutto
Fare
Grazie
Posso però per precisione negare perché questa è la e il è un po'la vulgata io le vi leggo il passaggio dell'ordine del giorno Finocchiaro
Prevedere la possibilità che in occasione del rinnovo di ciascun Consiglio regionale sia consentito agli elettori indirizzare le scelte
Tra i rispettivi componenti dei membri del Senato delle autonomie quindi Illy il DDL Finocchiaro parlava di un indirizzo delle scelte da parte degli elettori
Traduciamo
In concreto noi siamo per una soluzione nella quale
Ci siano dei listini collegati alle liste
Dei consiglieri regionali
E in quei listini vengano scelti coloro i quali
Possono fare i senatori
E questo non era il punto dirimente tra il l'ordine del giorno Calderoli all'ordine del giorno Finocchiaro parte dell'ordine del giorno Finocchiaro cioè quello della maggioranza era praticamente scritto la stessa cosa
Considerando
Mi pare che
In tempi
Insomma
Devono essere auspicabilmente Brevind
Ma certo insomma è difficile fare una previsione per il dieci giugno io eviterei di mettere delle date anche perché mi sembra che porta male e diciamo che il testo deve essere approvato il più presto possibile
è vera
Guardi
Io dico una cosa
Le riforme questo vuol dire anche appunto avere spirito costituente si fanno in questo modo
Uno
Ci deve essere una accordo di maggioranza due questo accordo lo si deve allargare meno che non abbiamo mai negato che Forza Italia debba avere un ruolo che possa essere importante
Tanto è vero che non ci siamo mai nemmeno posti a quell'accordo l'abbiamo ritenuto diciamo negativo soltanto perché ha bloccato una legge che avrebbe dato più organicità alla riforma
E riteniamo che in nel processo costituente si devono coinvolgere non soltanto Forza Italia ma anche la lega stelle e quante e gli altri possibili
Il vero problema è che se c'è su questo una compattezza della maggioranza e una disponibilità
A prendere in considerazione altre ipotesi ecco saremmo diciamo meno esposti a
Dei continui contrordine compagni
E quindi potremmo andare avanti senza
Affidarci a quella eterogenesi dei fini che ieri ha funzionato ma non è detto che poi
Funzioni sempre ieri a fu
Ieri ha funzionato perché ieri è passato il testo base al Governo ed è passato poi invece
Una un altro testo che ha preso molte delle indicazioni che son venute dalle opposizioni sarebbe importante
Si riesca diciamo ad avere un metodo per cui
Le due cose si integrino insieme
La domanda secca IVA tale
Da
Non sono tanti anzi non ne presenteremo pochi ma importanti chiariti
Ogni
Poi presenterà il suo
Citare
Fatto un esempio
Brasseur le posso dire io penso questo io penso che ci debba essere un pacchetto di emendamenti
Che è il minimo comun denominatore su cui si ritrova tutta la maggioranza
Poi ogni Gruppo potrà fare le sue battaglie specifiche io ho parlato ad esempio del dell'emendamento sulla sussidiarietà orizzontale o sulla sussidiarietà rafforzata io spero di farlo passare però non posso pretendere che quello sia un emendamento della
Della maggioranza invece su le questioni
Che dicevo diminuzione del numero dei sindaci diminuzione abolizione dei nominati
Proporzionalità delle Regioni costi standard clausola di flessibilità geometria variabile su questi vorrei che ci sia una posizione tra virgolette blindata di tutta la maggioranza

Altre domande
Allora
Se non ci sono altre domande noi vi ringraziamo ci scusiamo per la per la furia ma c'è come voi sapete il voto di fiducia in Senato c'è già il il Presidente Sacconi che è molto preoccupato perché non ci vede
E pensa che stiamo organizzando una
Una finale
Un altro gruppo
Grazie
Giallo