03MAG2014
dibattiti

Politiche sbagliate, paure e ineguaglianze come fonti del populismo europeo

DIBATTITO | RIMINI - 18:00. Durata: 50 min 31 sec

Player
Lectio magistralis di Romano Prodi.

Nell'ambito delle "Giornate del Lavoro" promosse dalla Cgil.

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Politiche sbagliate, paure e ineguaglianze come fonti del populismo europeo", registrato a Rimini sabato 3 maggio 2014 alle ore 18:00.

Dibattito organizzato da Confederazione Generale Italiana del Lavoro.

Sono intervenuti: Romano Prodi (presidente della Fondazione per la collaborazione tra i popoli).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Africa, Berlusconi, Brics, Cina, Commissione Ue, Comunismo, Consumi, Corruzione, Danimarca, Democrazia, Diritti
Civili, Diritti Umani, Discriminazione, Disoccupazione, Economia, Edilizia, Europa, Europee 2014, Francia, Geopolitica, Germania, Giovani, Globalizzazione, Immigrazione, Impresa, Industria, Infrastrutture, Integrazione, Investimenti, Istituzioni, Italia, Kohl, Lavoro, Mercato, Merkel, Minoranze, Obama, Occupazione, Parlamento Europeo, Pil, Politica, Poverta', Proprieta', Reagan, Reddito, Referendum, Salario, Societa', Successione, Sviluppo, Tasse, Tav, Tecnologia, Thatcher, Ue, Usa, Welfare.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 50 minuti.

leggi tutto

riduci

18:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Paure diseguaglianze nascono da qui tanti diversi populismi che minano il futuro d'Europa
Questo è il filo conduttore della lectio magistralis che sarà svolta qui attirato dagli atti dal professor Romano Prodi che chiamo qui sul palco del teatro e gli atti
Presidente Prodi non ha bisogno di presentazioni ma solo di ringraziamenti vivissimi da parte mia CGIL
Che ha organizzato queste giornate di lavoro che lei con la sua presenza così onora grazie professore
Buonasera
Buonasera a tutti grazie dell'invito
Grazie anche
Di avermi posto un tema un po'complicato però lo vediamo di
Rifletterci un po'insieme perché credo che ogni tanto convenga anche fare un po'di riflessione di lungo
Di lungo respiro perché da lungo respiro possiamo poi avere ispirazione anche a breve adesso dobbiamo parlare delle politiche sbagliate le paure l'eguaglianza
Rovesciamo l'ordine io parto da ineguaglianza perché mi sembra mi sembra è un punto di partenza più ragionevole e anche più utile per svolgere il
Discorso che dobbiamo svolgere stasera
Che dati abbiamo sulla disuguaglianza nel mondo
Ma ventotto quest'anno non è un mondo
Che globalmente vada male siamo stare l'Italia ma sta parlando il mondo no siamo a un tasso di sviluppo non lontano dal quattro per cento
Si sono mossi continenti anche come l'Africa e l'Africa va oltre il quattro per cento
E quindi ci sono fatti nuovi
Ma
Per toccare l'eguaglianza è un mondo sempre più ineguale
Sempre più ineguale
Ineguale nei paesi ricchi e nei Paesi in via di sviluppo non è un problema nostro solo cioè se guardiamo la mappa del mondo dell'ultima generazione
Di uguaglianza è cresciuto comunque escluso per una negli ultimi dieci quindici anni in Brasile e degli Stati scandinavi nel resto del mondo è cresciuto in alcuni Paesi con maggiore accentuazione l'Italia AN
Tra quelli che ha avuto maggiore accentuazione però è una specie di grande
Movimento che dura dal mille e novecento ottanta
è sempre stato così no
è necessario che sia così no però è dal mille novecentottanta che fa così cosa assurda successe nel decennio ottanta traffico settanta ottanta
Beh
Successo per il tutto un cambiamento di dottrina
Nel mondo la convinzioni politiche profondamente cambiata tutto il discorso la passione dell'uguaglianza il welfare eccetera
è stata macinata dalla nuova dottrina di Reagan dalla signora Thatcher
Anzi bisognerebbe invertire i termini perché la vera immaginazione è stata la signora Thatcher e la lega le ha dato una forza buon viale ma l'invenzione
E a seguire e
E questa dottrina
Dalla signora Thatcher si riassumeva come voi sapete bene non esista la società e quindi il problema delle ditte uguaglianza esistono individuo e quindi il problema delle disuguaglianze voi tutti gli economisti che si sveglia avevano la curva di lasciar queste cose qui Marta se lo sa di che fine farà lezione di economia siamo a riflettere sul
Temi profondi e
Quindi il primo cambiamento è stato dato fa una dottrina come spesso avviene
Però che si è tradotta in
Tanti singole decisioni politiche la prima grande nuova tendenza è stata quella
Di un nuovo atteggiamento riguarda le imposte
Cioè mentre prima veniva il dibattito ma facciamo minori imposte più servizi venivano in qualche modo bilanciate le cose da allora
Diventata dottrina
Che l'imposta impatto negativo con la conseguente abbastanza semplice che e quella poi che ha cambiato il mondo che chiunque parla di imposte perde le elezioni vi posso testimoniare
Cioè
La promesso l'imposta sulla casa fatto per le cinque punti in una settimana ho vinto lo stesso ma
Con un'altra e
E non si fa nemmeno più nell'opinione pubblica mai più il confronto
Troppo contro l'aumento la diminuzione dell'importo alla fine questo è un cambiamento noi ci siamo andati dentro non c'era con gli anni come un cambiamento radicale nell'attesta nostra prima di tutto
E questo ha portato altre conseguenze sulla disparità ad esempio ritenere ritenere sempre cattivi quasi tutti i Paesi del mondo l'imposta sull'eredità
Oggi se voi chiedete ecco un fatto negativo
Non è mica mai state mai nella storia giunto Tizio prodotti in Francia che hanno molto sulla questi problemi Tiozzo dal sei trattati di economia
Che la
La pongono come uno strumento di
E uguaglianza di rimettere le generazioni a livello più competitivo di rifare la giustizia Donisi soppressivo ma in senso di rimettere tutto dal punto di partenza cioè
C'è tutto questo dibattito è sparito evidentemente dalla faccia della terra proprio per il discorso che facevo non prima io
E
Poi
Evidentemente
Questo ha toccato tocca poi gli altri altri temi che hanno prodotto la disuguaglianza lo vi voglio non mi voglio
Fare a stare a
Andare nei
Nei nei dettagli ma certamente c'è una attitudine diversa che
Tocca anche il problema dell'accettazione della disuguaglianza
Come conseguenza cioè
Mi ricorda il trio circa trent'trentadue trentatré anni fa feci l'articolo sul Corriere norma e trentacinque
In cui
Descrivevo in un'impresa la differenza fra il costo del direttore generale e la linea operaia che era di una trenta
Ciba era eccessiva mi ricordo che ho ricevuto
Un'enorme serie di lettere odio di frizione trecento e l'interesse riferisco
Cioè il dibattito sulle salari eccessivi è venuto nella sfera pubblica ma non è stato portato come discorso di uguaglianza generale grate il testo
è un
è un tema
è un tema assolutamente assolutamente assolutamente
L'importanza enorme e
Da un paio di anni di economici hanno cominciato a non
A avere questo problema come
Prioritario Colombano Stiglitz se e via via e quindi è ritornata per poi nelle ultime settimane è questa ma addirittura dopo che avevo già accettata venir qui è uscito questo libro di Thomas picchetti
Che picchetti ma essendo francese picchetti dico che è intitolato il capitale nel ventunesimo secolo un rinvio che usciti facce seicento pagine non l'ha fumato nessuno hanno fatto l'edizione inglese quattrocento mila copie in tre settimane
Perché rovescia completamente
Il il dibattito no
Cioè lo riassumo in una frase per l'economia del discorso di oggi dice lui però mercato ha una sua naturale tendenza verso l'ineguaglianza naturale tendenza verso l'eguaglianza
Perché il rendimento sulla proprietà e sugli investimenti è costantemente più elevato del tasso medio di crescita cioè per sua natura
Quindi
Tende libero mercato lasciato solo
E
Tramite picchetti arrivata a proposte fiscale assolutamente conto corrente non solo rifà il discorso sull'imposta di eredità che abbiamo detto prima ma anche
Sul tasso di politica dei redditi dice che i redditi oltre cinquecento mila dollari cioè trecentosettanta mila euro all'anno circa dovrebbero avere l'ottanta per cento di imposizione fiscale
Quindi
Ah ma badate che era così emiliani si fa negli Stati Uniti è
Non era mia così Siberia alcuni negli Stati Uniti è
Quindi attenzione ma vedete vedete la vostra reazione
Come dice che è cambiato
è cambiato il mondo
è cambiato il mondo
è cambiato io non sto dicendo che sia meglio adesso meglio privati un'analisi delle cose di comici cambiato dentro di noi la sensibilità per queste cose non
E naturalmente è chiaro che picchetti è
Appoggiato dei ceti Isla Cuban da Stiglitz da tutta un'area libera ed attaccato così ovviamente da lustri journal e e accusato
Di
Di
Comunismo
Ecco
A parte questo certamente che l'imposta le
La proposta a poi perché che cosa dice anche che bisogna appunto tassare il capitale e la ricchezza
In modo molto più forte non il lavoro ma questo è un dibattito che c'è e tocca molto anche il problema del fatto che le disuguaglianze siano fonte di tensione e di rivoluzione
Può darsi che abbia ragione lascino anch'io lo pensavo però vedo che le disuguaglianze aumentano e non docente tutta hanno sotto questo aspetto quindi
Non lo so ecco e naturalmente
Sono proposte queste ditte che ti dà un facile da applicare anche perché
Una delle grandi conseguenze le disuguaglianze ed è la terza che voglio studiare è il fatto che il capitale mobile e quindi il problema di colpire fiscalmente è un problema di drammatica difficoltà quindi è inutile che noi ci illudiamo
Così come se il mondo fosse una lavagna ferma oggi è così
Quarta fonte disuguaglianze
Le nuove tecnologie qui ecco
Su questo tema io sono un po'drastico quella sì di qualcuno di voi non sia d'accordo io ritengo che la rivoluzione in corso di tecnologia si è molto diversa dalle altre
Cioè quando è stato fatto automobile
Evidentemente e fabbricanti Carossa e non erano molto contenti no
Però immediatamente e la fabbrica automobile strade distributore di benzina e le raffinerie pozzi di petrolio
è si è mosso il mondo e
Si è potuto fare la trasformazione se alla rinviamo la ferrovia se allarghiamo i telefonici alle li ha presi elettrica
Tutte hanno avuto questa prima fase questa rivoluzione ecco una rivoluzione molto più sottile
Perché
Spacca
E riduce palazzetto non dica vera Balducci fortissimo il ceto medio e tocca tutti i gangli della società non solo le grandi imprese battuti camion schietta sono sparite le segretarie
Spariscono i contabili
I disegnatori qualcuno quelli grandi disegnatori co con cui tecniche l'affitto alla stampa oggetti che erano due mila tre mila quattro recepirlo sul otto ragazzotti con un computer ecco e
E questo sta andando in tutta la società serio come ho fatto discorsi tribale chiedo ai dirigenti delle delle delle delle
Più grande banche italiane e straniere quanti sarete quanti saranno i vostri dipendenti del due mila e ventiquattro cioè fra dieci anni saranno meno più della metà di oggi non risposte meno
Quindi
C'è questo problema molto grosso di di di di di poi ci sono nuove occupazione per la cura delle persone eccetera eccetera eccetera ma
Quantitativamente è veramente un problema per cui per batte l'occupazione occorre un tasso di sviluppo molto forte oppure utopia occorrerebbero autorità mondiale che distribuisce
Quantità di ore di lavoro in modo più basso eccetera eccetera di culto Pia perché questo non c'è e quindi non posso metterlo nella
Nella mia nella mia analisi
Ecco
Naturalmente questo
Questo
Produce disuguaglianze perché i nuovi posti di lavoro che c'è un po'ce lo altissimamente remunerati quelli che vengono eliminati sulla classe media evidentemente che questo provoca disuguaglianze
Ma come vi dicevo c'è una profonda accettazione tutto questo anche me né analisi più raffinata dell'opinione pubblica cioè pensate e
Quello che leggiamo
Praticamente tutti gli altri giornali criticare euro per l'Europa va male perché dice sei per cento di popolazione mondiale
Venti per cento di prodotto lordo mondiale
E
Quarantacinque cinquanta per cento del welfare
Un tempo si sarebbe detto guardate l'Europa come avanzata che ha presta attenzione per il web far emergerebbe che anche tutto il mondo facies diversi punti luce dicendo che per questo discorso
Qui attenzione che quando io dico è un problema di
Di cambiamento totale di sensibilità
Sono questi discorsi profondamente diversi da quelli che vengono fatti venti o trent'anni fa e quindi è il problema il problema è
Il
Come vi dicevo la accettazione l'accettazione di
Di questa disuguaglianza e la fatto straordinario perché anche
Nei Paesi in via di sviluppo
La differenza fra campagna cita anche in Cina viene
Viene corretta esserci soltanto discorsi ma è stata accettata largamente
E
Così anche rimettere in secondo piano
Welfare e la sanità
Cioè quello che è vera colpito in opere
E sentieri in Cina un'intervista di una ragazza che dice cito e non sto inventando meglio esseri felici in BMW che felici in bicicletta
Sarà perché c'è un vecchie cristiano la cosa a me
Capisce
Capito il finisce particolare
Particolarmente
Particolarmente e
Altro fatto i modelli con l'Africa Cresci mai modelli di consumo africani sono tratti ovviamente dall'Occidente perché le vittime si svolge l'Occidente e quindi abbiamo una crescita
Finalmente di questo continente immobile ma quel momento le differenziazioni perché il modello di consumo delle élite sono modelli occidentali a un livello di rientro che detti inferiore a quello occidentale
E quindi
Allora nei Paesi nuovi e questo significa anche corruzione politica corruzione dell'impresa e cioè c'è tutta una serie addentellati che sui quali non voglio soffermarmi troppo tempo
Ultimo
E non secondari e contributo alla diseguaglianza
La occupazione soprattutto
La disoccupazione giovanile
Con un aumento molto forte in tutti i Paesi
A
In tutti questi sviluppati in questo caso
Con un aumento di coloro che non si presentano neanche al mondo del lavoro cioè le statistiche da disoccupazione
Tengono esseri inferiori della realtà semplicemente perché dopo due o tre anni in cui uno cerca lavoro e non lo trova più neanche a cercare e quindi esce anche
Anche dalle statistiche quindi conclusione
Non funziona l'ascensore sociale
Secondo un enorme
Crescente ruolo di là del papà del di nero
E
Gli esclusi cioè e una crescente difficoltà del sistema democratico a rappresentare gli esclusi quindi la convenzione che tutto sommato la disuguaglianza sia una
Normalità
E allora torniamo sempre all'espressione usata precedentemente Francesco globalizzazione dell'indifferenza che mi sembra una
Espressione estremamente interessante per descrivere questo questo quadro
è l'Unione europea e qui
Tocchiamo
Un po'anche
Che per cui dobbiamo ridare europea poteva rappresentare un argine a questa deriva
Era nata per questo che ha funzionato
In in un certo senso anche in questa direzione che se noi prendiamo le statistiche Unione europea
Nell'allargarsi del tempo le aree periferiche più povere sono sempre cresciute più delle aree centrali nel storicamente quindi in un certo senso a aiutato arginare questa
Questa deriva ma
La capacità di redistribuzione di Unione europea e assolutamente bene trascurabile che tutto il bilancio dell'Unione europea
E zero novantasei cioè meno dell'un per cento del prodotto interno lordo europeo quindi cosa volete redistribuisce
Quello che può che quello che può ridistribuire
E per dargli una differenza
Una la la capacità redistributiva dei Governi nazionali varia tra il trenta a seconda della centralizzazione o meno
Varie tra il trenta e sessanta per cento del prodotto interno lordo quindi alla distribuzione dell'un per cento
è si è più simili alla a alla alla si è più simili
Alla alla
Alla nozione di solidarietà dell'ONU che richiedeva relazioni più ricche di darlo zero sette per cento del re d'Italia sia il più povere e ci siamo a un livello quasi di
Carità
Se vogliamo definirla in termini tecnici
Quindi
Il io credo che il populismo ci sia molto alimentato da questa discrepanza tra le attese
Nei confronti dell'Europa e l'effettiva possibilità di consegnare da parte dell'Europa
E soprattutto perché
Nella mentalità comune quando io dico che il tutto il bilancio europeo è un per cento pronto all'interno del piano non ci credo
Perché si parla sempre la burocrazia di Bruxelles il colosso eccetera eccetera e investiamo almeno io ho lasciato il mio bilancio ultimi davvero novantasei per cento del prodotto interno lordo europea ecco quindi
Discorso di dove si alimenta in modo un po'staranno anche questo problema del del
Del pubblici ma è chiaro che rimedio se vogliamo a un'Europa come ci si cittadini più giusta eccetera dovremmo avere
Una
Presidente è molto più forte esso pronto non fondata su contributi degli Stati membri ma direttamente
Una tassazione e una rapporto con
La popolazione oggi questo non è assolutamente pensabile
Sia per il discorso viene fatto in precedenza cioè la convenzione crea di tutto dalla maggior parte elettorato sia anche per il mutamento del ruolo dell'istituzione europea cioè la Commissione
Dieci anni fa è stato fatto l'allargamento è stato commesso l'Eurostat precedere grandissime decisioni a livello europeo
Ma oggi
La Commissione
In una
Sostanzialmente negli ultimi anni esercitato
Alcun potere il potere tornato agli Stati nazionali nemmeno il Consiglio europeo che dovrebbe la pretesa personali ha preso un potere autonomo ma agisce proprio come portavoce
Degli Stati degli Stati nazionali
E
Questo non è
Indubbiamente a
Mentre
Avrebbe dovuto essere questi ultimi anni ultimi dieci anni se il passaggio al consolidamento dell'Europa dieci fatto una arretramento delle istituzioni
E intendiamoci dopo un periodo di grande fertilità perché
Oggi celebriamo proprio cioè ieri l'altro il primo gennaio abbiamo c'erano altri dieci anni da larga mento della Unione europea a qui da quindici a venticinque Stati
Ora è stata l'unica esportazione del lucro sia nel mondo
Pensate i discorsi fatti sull'Iraq tutte queste
Queste panzane qui l'unica vera esportazione perché è stata fatta con l'adesione dei popoli è stata proprio questo che l'allargamento dell'Unione europea
Ecco in questo periodo è stato fatto allargamento
L'introduzione dell'euro e la Costituzione
Voi è successo quello che successe cioè che
Il grande
Remo la l'Arlas la struttura signor l'approvazione finale che avrebbe dovuto segnare
Il il passaggio a una fase ulteriore dell'Unione europea
è stata bloccata dalla atto che la Costituzione è stata bocciata al referendum francese olandesi
Quindi improvvisamente il passo in avanti si è trasformato in un paralisi
E
E soprattutto questa coinciso con quello che io chiamo gli anni della paura per questo che nel titolo messo la paura perché improvvisamente
Sia per il cambiamento del mondo la globalizzazione sia per la crisi economica in Europa
Dominata prima paura nominata la paura
Perché la crisi non è stata affrontata a livello europeo quando è cominciata la crisi in poche settimane
Gli Stati Uniti che erano state che sono stati la causa della crisi sono state però più capaci
Di tutti di porre rimedio cioè ottocento miliardi di euro
Sono stati da Obama riversati immediatamente il sistema economico è stato salvato il settore dell'automobile potremmo andare avanti con tutti gli interventi di politica economica classica che egli sia
Nettamente diversa da dall'atmosfera che ho parlato prima la cifra fatto uguale
Cinquecentottantacinque miliardi dolce e quattro bis milioni di
Ieri di One sono stati immediatamente buttati nel nell'economia
Infrastrutture alta velocità
L'inizio di un minimo di welfare disincentivi all'edilizia
E
Il sistema quindi si è immediatamente rafforzato
E in Europa le divisioni e la paura hanno portato invece a un blocco decisionale
Nonché l'Europa non sia forte del mondo anche oggi dopo tutti questi anni in cui si è detto la crisi la crisi
Però per ancora l'entità economica pare negli Stati Uniti più forti più grande del mondo circa il diciannove come dicevo quindi c'era il venti per cento del PIL mondiale
Numero uno della produzione industriale numero uno ancora numero uno delle esportazioni
E però
Non
Ha
Avuto rafforza
Di reagire alla crisi a causa delle sue divisioni interno
E divisione in terre
E derivano proprio al da una cambiamento dall'i favori che ho detto prima ora delle migrazioni porranno precisazioni paura della concorrenza cinese ma anche da un oggettivo cambiamento di leadership in euro
Cioè il
E non non a criteri progressisti o conservatori voglio dire reca cancelliere Kohl la cancelliera Merkel solo dello stesso partito carriere col
Spingeva per l'Europa per l'Europa l'integrazione la cancelliera invece
A politica completamente diverso non è solo una distinzione
Così magica che noi
Facciamo di solito fra destra e sinistra ma è un qualcosa di
Molto più molto più profondo e dico per
Passare
Un attimo alla mia esperienza personale perché
Solo questo quando
Grazie
Due mila e tre che è cominciata la battaglia della Commissione con i Governi nazionali perché abbiamo stralcio state stabilite le regole il tre per cento le famose regole i primi a disobbedire sosta che la Francia la cifra
Sotto la presidenza italiana
Io precedente la Commissione sollevo il problema del rispetto delle regole Fangio Germania e Italia mi dicono tu stai zitto perché le regole le facciamo noi
Ed è cominciato in quel momento una battaglia poi io naturalmente
Naturalmente
E il
Sono chiaro che
Sono anche la problemi rapporti personali io mi ricordo benissimo che
La pubblicistiche italiana un certo punto ha detto Prodi porto nato in Italia a far politica in Italia esso è stato molto volentieri a Bruxelles a fare il secondo mandato
Ma
Era cambiata l'atmosfera era
La
A
Propagandata soprattutto verso il centrodestra
E colori che avrebbe dovuto
Essere il mio difensore d'ufficio era Toni Blair che era più a destra del centrodestra quindi
In politica quando si percepiscono queste cose se ne prende atto e Sibilia un attimo prima di Pandino Viviano è una legge è una regola fondamentale che si si impara ma certamente gli anni dell'Europa vi assicuro sono stati anni di una di una grande emozione proprio perché c'era la sensazione di lavorare per il futuro e di costruire qualcosa che era che era e che indispensabile nel mondo che cambia
Cioè di fronte alla cifra di fronte gli Stati Uniti di fronte allo stesso Brasile India che stanno muovendosi qui i singoli Stati europei proprio si vede la loro impropri vietate
Nella dimensione nella capacità di far fronte a un mondo a un mondo di questo di questo tipo
Però perché l'Europa non ha reagito mi cedette no
E quindi
Sia stata tralasciato cresce il populismo ventotto
Oltre a quanto abbiamo visto prima o un altro fatto fondamentale il mutamento di rapporto di forza fra Francia e Germania
Prima all'Europa sì era un'Europa due pistoni come fece un motore due pistoni perché un pastore gradevoli un pistoncino grande colleghi e il motore non è che vada bene quando succedono queste cose no
E poi l'isolamento dell'Italia durante gli anni di Berlusconi riguarda la politica europea
E poi soprattutto
Il dramma di tutte le democrazie occidentali
Il maledetto accorciamento della politica cioè il populismo il tramite dei topi prima fanno sì che il politico sia sempre più attento alle elezioni immediati
Aveva un problema che non è italiano soltanto io non me lo sono sentito buttare addosso già cinque anni fa in Cina dal
Ministro degli esteri del Partito comunista
Ci chiese non misto Vieste cinese ma
In tempo si sarebbe detto quello che era la linea no
Che
Cantato appunto facendo analitici non capisco come riusciate al Governo al mondo voi in Occidente
Perché le elezioni comunali provinciali e regionali
Nazionali europee
Dico ma ci siamo affezionati
E la risposta è sì ma ci arriveremo anche noi ma e qui veniamo al discorso molto interessante
Quello che la grande cambiamento dalla democrazia vostra che ogni per effetto di opinion poll ogni elezione anche quella più piccola è diventata di importanza nazionale
E quindi il mutamento nella politica e l'accorciamento gli orizzonti diventa un fatto drammatico pensiamo su queste cose perché
Clemente se vogliamo fare un discorso di uguaglianza che sento soubrette perché sempre un discorso di lungo periodo questo viene drammaticamente messo a rischio da
Un sistema che accorcia
Imporre i propri orizzonti cioè non è un fatto folcloristico
Ed è comune anche negli Stati Uniti perché quando
Morì perché eletti
E democrazia del sessanta
Senatori repubblicani quaranta hanno perso
Il Senato diporto il successo io io glielo primi pubbliche cambiato tutto l'accolsero nonostante avessero una maggioranza molto forte
E quindi
Questo è un problema di importanza enorme che ha contezza perché ho toccato questo primo perché è un problema che
Mi angoscia secondo luogo perché ha condizionato tutta la vita politica europea
Cioè quando è scoppiato il caso Crecco era un caso da trenta miliardi di euro in un continente la Cinquecento milioni di abitanti col proventi per cento protocollo mondiale
Un piccolo caso
C'erano le elezioni al nord tra impersonale la Germania non ha avuto per
Criterio regionale di un grande lender ma regionale sto parlando elezioni regionali non ha preso nessuna decisione in tre cioè i trenta miliardi sono diventati trecento
Quando è stata presa la decisione quindi la decisione è stata presa a metà anzi a un quinto un sesto perché
Non c'era più la capacità politica di agire di fronte a questo da questo problema
E
Via via questa paralisi verrà e questo dissonanze europea è stata tale per cui negli ultimi anni le uniche decisioni favorevoli
Alla rafforzamento del Sezione appena sorretto da un organo non democratico cioè la Banca centrale europea
Che meno male che ai sovvenuto a mettere noi diremo delle pezze dei rimedi temporanei che hanno salvato la situazione da tragedia ma che non possono certamente
Cambiare una
Visione politica perché non è il suo compito non è non è il il suo ruolo
E l'Europa è stata sempre più dominata da un solo Paese cioè la Germania se voi vi ricordate
Io mi divertivo molto a vedere le le conferenze stampa dei terzi europee quando c'è la Merkel e Sarkozy no lei dettava
Dettava le conclusioni rifaceva la conferenza stampa nozione era ed era la distribuzione che piaceva tutte e due no perché lei dice a comandare vero un problema di opinione pubblica e venderlo a posto tutte e due ma
E
Il vero problema che
La Germania
A questa grande potere
Al suo interno c'è un fortissimo dibattito sulla responsabilità o meno che offriva da questo potere
Cioè kora capito se
Il fondo dell'opinione pubblica ci sia una forte tentazione nel pensare che la Germania forse posso farlo da solo in questa globalizzazione no
Perché perché c'è un dibattito interno molto molto interessanti in fondo sembrano dibattere anche abbastanza strano perché la business community cioè gli uomini d'affari capiscono che
L'Europa è importantissimo per la Germania stesse e che quindi conviene fare anche una politica di
Solidarietà diciamo così
Ma qualsiasi Aiutto qualsiasi intervento in questa direzione politicamente non viene accettato perché
è stato approvato negli ultimi anni è stato impressa l'opinione pubblica
E cancelliera ci ha lavorato in materia l'idea che qualsiasi espansione dell'economia tedesca sia un favore
Ai cialtroni latine che saremo Polino ecco quindi
E un problema molto politicamente molto complesso anche perché diciamo la verità parliamo di populismo con questa politica
E la Germania e l'unico Paese europeo che ha invitato
Una grossa dei grandi Paesi che ha evitato una deriva populista
Cioè anche il partito anti europeo pura versa avendo come le dieci tumori quindi altissimo livello come
L'ex Presidente a Confindustria tedesca
ANAS con l'altro Henkel ha preso il tre e nove per cento delle elezioni prenderà un po'di più le elezioni europee ma non siamo a livelli
Perché perché
La politica tedesca a è stata al verde la cancelliera è stato un messaggio di
Di assicurare i tedeschi che l'interesse nazionale era protetto e che quindi l'Europa essendo in mano germanica non poteva produrre nessun problema e quindi il populismo estratto
Assorbito noi diremmo e questo è un fatto di grandissimo
Secondo me ha avuto una grandissima influenza della politica tedesca e
Però
Che cosa noi chiediamo alla Germania meno e che cosa io penso che si debba
Che dalla Germania proprio per queste
Osservazioni
Parecchia delle caratteristiche estremamente semplici noi dal punto di vista economico a un enorme surplus nella bilancia commerciale
Sette per cento
Del PIL
Surplus commerciale nuova enorme la Cina
è passata dal dieci per cento del supposto delle esportazioni a due e mezzo per cento
Cioè la Cina lo sbilanciamento è questo buoni in questo mento dalla Germania non la Cina la nostra mentalità siamo sempre i cinesi che sbilancio ma ormai dei dati è interessantissimo questi quindi la Germania
O per sua virtù intendiamoci bene giusto
A una bilancio come sarà molto attiva una crescita in fondo avuto in questi anni non molto elevata
A un'inflazione quasi nulla
A un Bilancio in pareggio
è c'è tutta una situazione per cui
Dovrebbe dare
Benzina nel motore dell'economia a vantaggio propria degli altri Paesi europei
Il quadro politico che ho descritto prima rende difficile questo quindi cambiano con incredibile situazione in cui politicamente non conviene fare una politica che è anche economicamente potrebbe convenire
E io penso che
Che
Questo sia una
Dei problemi che
Dovrà essere affrontata affrontata che stava secondo le affrontata prossimamente e proprio perché il
Il
Questo vantaggio interno politico poi
Può tradursi anche poi in una
In una paralisi tale da creare poi problemi allora non solo agli altri Paesi europei ma alla Germania alla Germania stessa ma
Che cosa cosa quindi ti cosa debbano chiedo agli altri Paesi europei alla Germania
Aiuti no violazione delle regole no semplicemente una politica alternativa né sviluppo
Che
Faccia quello che hanno fatto gli Stati Uniti alla Cina in relazione alla crisi quindi
Si chiede
Le persone più avvedute chiedo la cosa più normale di questo mondo
Io
Ma in un anno che battono su un tasto
Molto specifico dicendo ma chieder questo se lo fa l'Italia se l'Italia picchia i pugni sul tavolo si rompe la mano
Se lo fa la Francia uguale se fa la Spagna uguale separati e quindi il grande problema e quello di costruire una seria politica alternativa che non è contro la Germania
Ma è un'alternativa di politiche economiche che sia condivisa da un grande numero di Paesi
E io spero che queste elezioni occhio caro anti portano avanti queste queste questi obiettivi in modo da creare una
Un alternativa all'attuale politica
Di paralisi che noi abbiamo
è possibile questo è facile
Qualche cambiamento è secondo me cito ci potrà essere perché è chiaro che
Da elezioni europee che avranno
Un ovvio indubbio successo dei pareri populisti per tutte le Regioni che spiegavamo prima
è probabile che obbligherà una grande coalizione
Coalizione quindi che sa benissimo che se non procede sulla politica nuova se non da se non affronto il problema dell'occupazione dell'uguaglianza e dello sviluppo al consumo
Va consumo perché quando fatta la grande coalizione e poi dopo non è che ci siano delle alternative dei
Ulteriori quindi io Ignis sotto questo aspetto
Io
Penso che
Già c'è stato qualche cambiamento in Germania programmi coalizioni minimi però piccolo piccoli cambiamenti sul salario
L'orario che è stato posto il salario minimo otto euro e cinquanta allora
Che né
è assai più elevato dei salari minimi adempia americani o di altri Paesi alcune decisioni sul Energia sulle pensioni sono state prese
Ma è provabile che il
Il elezioni portino alla necessità alla necessità di spingere la grande coalizione verso decisioni più forti e più
Più
Più costruttive d'Europa anche perché poi quando noi parliamo di partiti populisti ministri c'è
Evidentemente data la preoccupazione la paura lo sconvolgimento che possono portare c'è l'idea che siano fra loro coordinati e simili
Sono molto più di dieci dei partiti tradizionali vuol dire tra questi abbiamo la Catalogna che fortemente pro europea e anti madre abbiamo la Scozia che
Qualora
Dice dico che qualora vedo che il referendum cosa che è molto difficile che sia quasi impossibile
Di separazione dalla Gran Bretagna la scossa dovrebbe aderire all'euro addirittura quindi abbiamo tutta una situazione di questo genere li chiamiamo insieme populisti ma c'è una famiglia estremamente estremamente
Variegata
E
Però dico questa forte presenza lì questi partiti ancorché tra loro diversi
A mio parere spingerà verso
Un rafforzamento
Da istituzione europea cioè si dovrebbe andare verso una Commissione più forte o perlomeno una Commissione di cui la sua la voce si faccia finalmente
Finalmente sentire
Risentire e verso anche credo già previsto nelle nuove regole un rafforzamento dei poteri del Parlamento il fatto che vi sia un'indicazione che
Si dice
Il presente Commissione dei si deve tener conto del risultato delle elezioni tener conto non è un'espressione giuridica
Però è è qualcosa di estremamente significativo denota già una cambiamento una cambiamento possibile
E naturalmente chiaro che
Sarà un'Europa diversa
C'è un'Europa diversa perché ci sono alcuni problemi nuovi c'è dovranno provenire luce cioè quando uno
Uno dei grandi Paesi d'Europa cioè la Gran Bretagna indice un referendum se stanno dentro l'Europa
Evidentemente questo
Ha un significato politico dire un piccolo importanza anche se il referendum lo ha stabilito dopo le elezioni
E quando si stabiliscono delle volontà dopo le elezioni come lo stabile e qualcuno dice ma insomma però rimane un problema di in importanze no e quindi
Nel futuro potremmo anche pensare
A il discorso di un'Europa più velocità
Come successo con l'euro o con Schengen cioè con la libera circolazione dei cittadini cioè che un numero di Paesi
Si metta assieme faccia qualcosa in più assieme e gli altri pur rimanendo membri della
Della Commissioni però vadano sempre più
Nella periferia rispetto
Rispetto alla al cento euro
Ecco questo è il quadro che noi abbiamo di fronte
I grandi sentimenti che stanno cambiando l'opinione pubblica i problemi che dobbiamo affrontare io sono convinto che
Le mediazione al ribasso col non paga convinto che in questo momento
Per riassumere un ruolo e una leadership mondiale noi dobbiamo fare una politico radiosa e vedo anche che tra l'altro che
Questo quello che ci chiedono tutti gli altri Paesi del mondo no
è quello che
Era necessario fare in Ucraina ditemi voi perché nel problema ucraino siano sotto stati uniti e Russia a a a a a decidere cosa cento gli Stati Uniti con l'Ucraina insomma no
è proprio
Interventi è stato reso indispensabile dal fatto il fatto che l'indispensabile
Dal fatto che l'Europa è frammentata divisa non
E
L'Ucraina è un caro un classico caso in cui
Voi non potete avere la prevalenza né russa né europea
è un Paese profondamente diviso è un profondamente in paese che deve essere
Il ponte fra la Russia ed Europa non può essere il campo di battaglia fra la Russia euro no
Che sono le
Potrei moltiplicare gli esempi si è andati Medioriente che tutti i ticket roba perché voi che siete coloro che più commerciale a quello che più investono nelle nostre parti più capisco i nostri problemi e non contate nulla
E non conta
Ecco perché il problema non è la poche la la troppe Europa il problema è la poca Europa no nel proprio in
è di non avere nel mondo con la capacità decisionale di cui abbiamo
E qui c'è bisogno oggi per far sentire la la la nostra presenza
Ecco non è un compito facile ricordatevi
Che
è stato già un'impresa grandiosa quella di
Quella di di costruire l'Europa no prima nel rapporto fra il mondo la tiene nel mondo germanico
Poi il mondo anglosassone può il mondo Zlago
Mettere assieme tutte queste cose io dico sempre come esempio da difficoltà quando allarghiamo da quindici a venticinque
Venticinque Paesi che
Ci trovammo improvvisamente con la necessità di di dire Di Teodoro in Parlamento ventidue lingue diverse no
E ventidue lingue se voi mettete interpreti come c'erano prima da una ogni lingua l'altra lingua
N perenne meno uno cioè ventidue moltiplicato ventuno interpretino
E avevo adottato il sistema sovietico della lingua più
Ci ha dato del russo cioè
Dal maltese all'inglese dall'inglese lo svedese cioè ben tutte queste nettista di adattamento di
Di operazioni di
Di formazione della ma questo è il nostro destino perché fuori da questo scompare diamo totalmente scompariranno totalmente
è chiaro che questo passaggio non è facile è chiaro che
Esige un grande cambiamento è chiaro che esige investire sulla generazione nuova ma quando io penso che
Una delle delle ultime Attali che ho fatto delle precedente la Commissione era
L'aumento che è stato negato dei fondi Erasmus no e nello stesso dibattito
Mi ricordo un paio di commissario del nord Europa che mi dicano ma l'Europa manca di idee Moshe manca cioè dello spirito comuni poi mi bocciano Erasmus
Che la costruzione di tempus no cioè l'investimento ed era nella generazione allora
Capite
Il
Il
Quello
Lo sforzo che noi che lo dobbiamo fare per qualcuno mi potrà anche obiettare che
Rilevato sussurra mai fatto dei gran premi Nobel ha fatto più bambini che premi Nobel però
Evidentemente
Che che l'Europa
Per queste
Queste
Queste la costruzione queste la costruzione
Dell'Europa che noi
Dobbiamo avere perché e
è veramente un problema di comprensione fra i popoli e di fare la politica adatta perché questo precedente
Ecco ultima riflessione proprio data anche troppo
Attenzione che il tempo non non è lungo perché la caduta di immagine
Che non abbiamo avuto in questi anni vista dall'esterno impressionante impressionante
Quando io ricordo Piccolotto copresidenti cinese sull'euro cioè
La passione con cui seguirà
Quando si andava una volta all'anno all'incontro con quei dossier alti così no in cui
Precedenti rese non interessano dossier in cui c'è tutto l'ocra Lecce il burro eccetera le tutto il gol generazionale non interessava nulla di questo
Su una cosa prego
è vero che voi farete questa un'impresa perché qui si dice l'euro il trionfo dei banchieri ma euro la moneta e la cosa più politica che ci sia Aldo strano presenti cinese diceva davvero
Toglierete
Dalla circolazione del Franco il varco non mi chiedete la lira ma insomma
Poi
Avrete un foglietto di carta e poi la domanda finale andare allora potremmo prendere l'euro e delle riserve
Come c'è
Come punto di riferimento e quando con l'euro il primo anno che viene
Ricordate all'inizio de un cadono io mi ricordo a quell'incontro
Che ero piuttosto titubante piuttosto riluttante la Presidente dice lei mi ha dato un cattivo Consiglio
Ma io continuerò a comprare un euro per due motivi il primo perché l'euro saliva di valore e purtroppo avuto scorre il col da aborrire secondo perché io voglio vivere in un mondo in cui non ci sia uno solo che comanda
E sedici dal dollaro c'è anche l'Europa anche la città avrà una sua voce nel noto
Adesso
Non me lo fanno più
Chiudo la fonte dell'
Adesso
è iniziata l'azione permettere nel cesto
Vicino al dollaro lo yuan non l'euro
Ecco guardate adesso c'è ancora l'euro quindi cerchiamo
Di non perdere questa occasione dal morso generazione perché davvero o lo sarà
Una responsabilità insopportabile se lo faremo per i nostri figli e i nostri nipoti grazie
Grazie
Grazie
Grazie anche a tutte e tutti per essere stati qui