09MAG2014
dibattiti

Lo spazio vitale per l'Italia

CONVEGNO | Roma - 16:40. Durata: 1 ora 52 min

Player
Convegno "Lo spazio vitale per l'Italia", registrato a Roma venerdì 9 maggio 2014 alle ore 16:40.

L'evento è stato organizzato da Airpress.

Sono intervenuti: Paolo Messa (editore della rivista Airpress), Maria Latella (giornalista di SKY Tg24), Simonetta Di Pippo (direttore dell'Agenzia UNOOSA), Elisio Giacomo Prette (presidente e amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia), Luigi Pasquali (amministratore delegato di Telespazio), Aldo Sandulli (commissario straordinario dell'Agenzia Spaziale Italiana), Stefania Giannini (ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca,
Scelta Civica con Monti per l'Italia).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Aeronautica, Ambiente, Asi, Cooperazione, Costi, Difesa, Economia, Esa, Formazione, Giovani, Impresa, Industria, Investimenti, Istituzioni, Istruzione, Italia, Lavoro, Ministeri, Occupazione, Onu, Ricerca, Satellite, Scienza, Spazio, Sviluppo, Tecnologia.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 1 ora e 52 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

16:40

Organizzatori

Airpress

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ma
Dire che siamo praticamente pronti per iniziare pregherei
Tutti gentilissimi ospiti di prendere posto così fra un minuto iniziamo grazie
Premesso pratico questo
No non ci siamo
No no
Ho approvato
Buona sera buona sera a tutti
Benvenuti
A questo appuntamento
Che hanno il titolo
Il programma
E anche i suoi obiettivi
Abbiamo scelto di
Infatti dare come titolo questo incontro di oggi
Lo spazio vitale per l'Italia perché
Crediamo che lo spazio sia per l'appunto
Una issue di grandissimo interesse per il nostro Paese sia risvolti internazionali
Di crescita e di politica industriale
Il settore in Italia
Il mondo cito ma
Il pubblico fatto di
Grandissimi inesperti quindi lo sapete benissimo ma
Sviluppa un volume di affari di oltre un miliardo e mezzo di euro e occupa poco meno di sei mila detti
Speriamo che possa anche occuparmi di più e sviluppare
Nuovo business
Nuove alleanze internazionali rinforzare quelle che ci sono abbiamo appuntamenti nei prossimi mesi di grande rilievo legati alla
Ministeriale ESA legate i programmi europee io Horizon Twenty Twenty
Ed è questa la ragione per cui abbiamo voluto invitare sta per arrivare il ministro dell'istruzione università e ricerca Stefania Gelmini io intanto vorrei però prima di iniziare
Rivolgere un saluto e un ringraziamento particolare al generale Pasquale Preziosa Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica militare
Perché come sapete nei programmi dello spazio ha un ruolo importantissimo decisivo il Ministero dalla Difesa e come forse penso potrà emergere nel corso del dibattito
Rappresenta il Ministero della difesa e lo Stato Maggiore dell'Aeronautica un punto di riferimento importantissimo in tutto quello che lo sviluppo del settore e
Ne abbiamo scelto
Oggi di coinvolgere nel il dibattito
Una persona un'amica
Che probabilmente non vi sareste aspettati in un contesto
Come questo va bene Maria Latella che conoscete tutti quanti benissimo come giornalista
Perché scrive
Ha diretto ha scritto per il Corriere della Sera editorialista
Del Messaggero
Ogni domenica
Guardiamo con interesse la sua intervista su Sky TG ventiquattro e presente anche sul web
Con
Il suo blog
La domanda potrebbe essere ma che centra Maria Latella parlare di spazio in in questo contesto e invece proprio l'attività
Giornalistica
Di Maria la portata più volte nel corso
Della sua carriera a incrociare
Questo tema e io vorrei chiedere proprio Maria se ci vuole
Introdurre nel nel dibattito di oggi partendo dalla sua esperienza dal dagli argomenti di interesse che ha accolto
Sin qui in questi mesi e anni anche dal punto di vista ne parlavamo nelle settimane scorse anche dal punto di vista
Dell'importanza di questo settore ha
Nella
Formazione di talenti di sviluppo di nuove tecnologie
Prego Maria Paolo buon pomeriggio in effetti io non ho alcuna competenza per parlare di spazio eccome quasi tutti i giornalisti salvo quelli specializzati sono una che curiosa
Non so se questo
Può bastare per essere invitata
A un
Convegno di vitale importanza per il quale
Ringrazio senz'altro Paolo Messa ma non ci sono tre
Ragioni che mi rendono curiosa e attenta alla tema di di questo convegno e sono
Le ragioni i i temi diciamo di cui mi sto particolarmente occupando in questa fase della mia vita professionale mentre
Continuo a occuparmi seguire sempre la politica
Ma affiancando la a tre altri interessi che considero
Assolutamente prioritari in questa fase dei del del nostro Paese
A me piace occuparmi di formazione e di educazione
Mi piace seguire quello che l'Italia sta offrendo o no sta offrendo I ventenni alla generazione dei nati negli anni ottanta
E credo molto nel contributo che e le donne possono dare al rinnovamento di questo Paese sono tre ragioni che a mio avviso hanno a che fare col tema
Di cui ci occupiamo questo pomeriggio la formazione legata evidentemente a alla ricerca all'istruzione non è un caso che tra poco sia il Ministro dell'istruzione Giannini a fare il suo intervento
Io come tutti voi esperienze e ricordi di
Anni passati e come tutti voi credo sono convinta che abbiamo perso in questi trent'anni
Dei treni importanti una parte della mia vita io l'ho vissuta a Genova sono fatali quattordici anni e quando arrivai a Genova Genova era una capitale
Tecnologica una città all'avanguardia al per la formazione c'erano zero idee
Che erano considerato un fiore all'occhiello e e io ricordo moltissimi giovani della mia generazione
Che vedevano profilarsi una
Riviera importante nel nel campo della nucleare studiavano ingegneria facevano facoltà scientifiche avevano
Un futuro una prospettiva davanti a a loro nella loro città a Genova ma anche fuori
Nel giro di qualche anno tutto è cambiato ecco io sono stata molto colpita da quella
No da quel declino perché l'ho vissuto ero lì ho visto come in pochi anni è una città che era una fucina di talenti nel campo ingegneristico
Che avevate delle competenze che altri Paesi non avevano nel giro di poco
Pochi anni si sono disperse tutte quell'esperienza mi ha così colpito che io tutte le volte che
Vedo profilarsi
Analoghe diciamo preoccupanti
Ripetizioni cerco
In tutti i modi per quel che posso di capire perché succede non c'è dubbio che il settore aerospaziale è
Una terreno di formazione di talenti qualche tempo fa
E qui si lega il secondo aspetto
Che più fa parte diciamo dei miei interessi prioritari che è quello legato
Alla al contributo che le donne possono dare in questo Paese e che le donne le giovani donne possono dare in questo Paese qualche tempo fa nel settembre scorso a Milano
O
Contribuito a creare un convegno donne scienza insieme a un'organizzazione che si chiama valore bieche raggruppa
Cento aziende
Tra le più importanti italiane multinazionali e le loro donne manager donne scienza l'abbiamo fatto perché siamo convinte
E convinti anche
Che la formazione scientifica delle giovani donne italiane sia stata negletta per molto tempo non si è fatto nulla
Per favorire
L'apertura
Alla allo studio di materie scientifiche delle giovani donne e siamo in
Notevole ritardo su questo
Mi chiedo
E e sono particolarmente felice appunto di di vederla qui con voi oggi se Simonetta Di Pippo
Che un un talento italiano e che
Ho avuto il piacere di
Conoscere intervistare in tanti altri dibattiti ecco io mi chiedo se
Appunto Simonetta Di Pippo
è stata come dire un uno
Un occasionale una fortuita un una fortunata unicità
Fosse
Non possiamo augurarci di avere
Molte donne che come lei
Svolgono un'attività in Italia e all'estero ha seguito di studi che sono stati
Resi possibili
L'atto terza cosa per la quale sono qui come vi dicevo è che io sono
Molto interessata a quello che faremo dei nostri ventenni la generazione dei millenni al scuola generazione Y come la chiamiamo
è la generazione che qualcuno dice ci siamo perduti o ci stiamo perdendo tutto questo dovrebbe farci ragionare sulle
Possibilità
Che questo Paese vuole dare
Alla generazione dei ventenni e a quelle che si stanno preparando se vogliamo davvero rinunciare a fare sì che le competenze
Sì sì si disperdano
Non ci rimane che ci rimanere fermi e piatti come abbiamo fatto finora
Penso quindi che per concludere la il tema lo spazio vitale per l'Italia abbia in quell'aggettivo vitale
Il nucleo di questo incontro e di questo pomeriggio vitale perché
Pensiamo
Di fronte a un bivio o scendiamo
Di di di produrre
Di fare cose e non di rimanere immobili oppure perpetui diamo
Questo lento declino per tornare al all'esempio che facevo prima degli anni genovesi ci sono sono bastati
Pochi anni e un referendum sul nucleare per trasformare quella che era una città con delle potenzialità la ricerca i cervelli
In una città che ha visto rapidamente tradurre
Il declino in realtà io non voglio
E non credo assolutamente al fatto che
Come dire
I cattivi esempi di una fase storica si riproducano non voglio crederlo
Però penso anche che dagli errori si possa sempre imparare e proprio per imparare che sono qui questo pomeriggio
Grazie grazie Mariele in effetto
In effetti credo che tu abbia colto esattamente poi il punto che probabilmente sarà il fil rouge della nostra discussione e anche della nostra
La sollecitazione al ministro e cioè l'idea di scommettere in maniera chiara
Su un settore che già oggi dà grande soddisfazione al Paese ma che può davvero essere un serbatoio di crescita
Incredibile proprio per non ripetere errori che sono stati fatti nel campo energetico ma anche nel campo delle tenute delle telecomunicazioni o della chimica
Per
Restare in materie scientifiche fra virgolette
E a proposito della ragionamento delle
Delle donne
Io approfitto per ringraziare anche Maria Latella perché l'iniziativa di oggi è stata organizzata come sapete avendo ricevuto l'invito è stata organizzata perplesso è che
Questa antica testata che
Abbiamo rilevato che cerchiamo spero anche con il vostro aiuto di
Vendere luogo interessante per il dibattito e coinvolgeremo qualche mese fa Maria perché notammo che questo settore è quello dello spazio
Vedeva il coinvolgimento di tre Ministri che per la prima volta erano tre donne contemporaneamente il misto tra ricerca che
Sta arrivando il Ministro della difesa la senatrice Roberta Pinotti e il Ministero dello sviluppo economico
Che invece guidato da Federica Guidi quindi e una coincidenza particolare che però speriamo possa
Portare fortuna anche dal punto di vista dall'esaltazione del valore vitale dello spazio per l'Italia
E una donna protagonista del settore oggi qui ci ha raggiunto
Da fuori e la ringrazio moltissimo Simonetta di Pippo a cui rivolgiamo anche di persona dopo averlo fatto con tante testimonianze gli auguri per il suo nuovo incarico perché come se per
Simonetta Di Pippo è
Stata
Scelta come direttore della
Numerosa che l'ufficio delle Nazioni Unite che
Si occupa di spazio e questo già dopo una
Carriera brillante anche all'ESA licenzia
Spaziale europea e vorrei quindi e chiedere a Simonetta Di
A raccogliere testimone che
Le ha lasciato Maria Latella
Per raccontarci della sua visione rispetto al mondo dello spazio partendo dall'esperienza internazionale per esempio dal ruolo delle Nazioni Unite dell'agenzia
Europea e poi Mammano se se vuole ci
Ci guida verso l'Italia noi siamo pronti a a dire la nostra subito dopo
Grazie mille innanzitutto se mese mi consentite volevo riprendere un attimo quello che ha detto Maria Latella in realtà negli ultimi due anni a Bruxelles abbiamo fatto diversi dibattiti dove abbiamo partecipato
Assieme
E devo dire che
Anzitutto ormai si è un'esperta di spazi e poi diciamo che quei dibattiti erano molto interessanti evidentemente anche di grande successo perché
Passava ampio tempo a rispondere alle domande dopo gli interventi che diciamo per nel periodo dedicato agli interventi stessi che ha un chiaro sintomo di quando appunto
Si dicono delle cose quanto meno che stimolano che stimolano all'ampia discussione
Ma dunque per rispondere risponde alla domanda
Brevemente che cosa fa qual è diciamo il ruolo e il il compito che svolge l'ufficio per gli affari dello spazio la trasferta per non sferico delle Nazioni Unite che appunto dirigo dalla fine del marzo scorso tra l'altro
Da quando è stato costituito diciamo questo ufficio
Più o meno da quando è stato costituito il composta da cinquantotto che l'anno come sapete della Costituzione anche della NASA in realtà è la prima volta che c'è un un direttore che proviene da un Paese occidentale
Questo perché chiaramente uno degli scopi di questo ufficio è quello di
Sviluppare le competenze nel settore spaziale non è l'unico ma è uno dei compiti
Per i Paesi in via di sviluppo e quindi chiaramente il fatto
Che peraltro sia stata selezionata selezionata io con la mia storia professionale e un chiaro segnale quando è stato fatto capire anche la New York
Perché la sede di questo ufficio è a Vienna io rispondo direttamente al Segretario generale Nazioni Unite
E in realtà proprio per cercare di rivitalizzare
Spingere ulteriormente le attività nelle Nazioni Unite in questo settore
Se se vogliamo in qualche modo costi riassumere facilmente
Un po'e il il mandato del nostro ufficio del mio ufficio quello che ne faccia una realtà a promuovere la cooperazione internazionale per l'uso l'esplorazione dello spazio a beneficio dall'umanità
Sembra diciamo
Può altisonante ma esattamente quello che facciamo attenzione quindi in sostanza l'ufficio per gli affari dello spazio attorno Spes proposta relaziona niente uno usa in una inglese
Quindi con l'acronimo in inglese effettivamente e il cuore per la costruzione crescita di una vera comunità mondiale nel settore che sia in grado di mettere insieme da un lato le potenze
Affermate nel settore spaziale
Appunto assieme da un lato appunto come dicevo a a quelli che in realtà
Hanno iniziato nel loro
Ma a costruire la loro competenza quando è iniziata l'era astronautica quindi nel cinquantasette
E quindi più o meno nello stesso periodo in cui poiché è stato è stato costituito questo ufficio che anche se se poi ha subito diciamo delle modifiche nel tempo
Assieme a quei Paesi che da un lato hanno già
Magari cominciato a sviluppare qualche competenza ma soprattutto per quei Paesi che vengono che il settore spaziale come un elemento trainante per il loro sviluppo
Socio-economico uno sviluppo socio economico che non può che essere sostenibile
Tant'è che la sostenuti sono stili e sostenibilità sul lungo termine delle attività spaziali è uno dei temi
Che noi affrontiamo soprattutto nell'ambito di
Un'altra delle attività che sono precipue del del mio ufficio cioè il coordinamento
Di tutte le attività spaziali delle Nazioni Unite cioè di tutte le organizzazioni di istituzione delle Nazioni Unite che in qualche modo a che fare con lo spazio che utilizzano dati satellitari per il loro scopo
Che non sono poche perché è un numero che oscilla se prendiamo soltanto le principali tra quindici e venti entità
Questo perché chiaramente l'obiettivo è quello di
Pensare a quali soluzioni si possono offrire ai problemi del pianeta
Attraverso l'uso e l'impiego appunto di tecnologia satellitare e di dati satellitari
Chiaramente
Centrale in questo in questo contesto è una riflessione
Su quale contributo può dar possono dare le attività spaziali
Per tutti quei temi che sono legati a ai cosiddetti millenni invitava mandò corso
E soprattutto a quella che è ormai diventata in qualche modo il tema portante in questi in queste settimane in questi mesi per il Segretario generale azione niente che appunto la cosiddetta postali che chiedevano dall'agenda quindi quello che si intende fare
Dal due mila quindici in poi anche a seguito di tutte le decisione prese arrivo
Alla Conferenza di rito quindi
A questa su questa su questa diciamo
Linea di intervento la prossima settimana sarò appunto a New York
Se la sessione annuale punto siete alla sessione annuale del coordinamento di tutte le Agenzia istituzioni che appunto si occupa di spazio che io presiedo in quanto direttore di questo ufficio
Che e e si discuterà molto di come utilizzare appunto lo spazio per lo sviluppo sulla superficie
Della terra
Di attività varie
In realtà il tema principale contributo della delle tecnologie spaziali e delle applicazioni spaziali proprio al posto agli effetti devono nell'agenda quindi
In realtà quello che noi facciamo a guardare lo spazio dal punto di vista appunto dello sviluppo socio economico a beneficio dello manca
Chiaramente ci sono una serie di programmi non
Non vi tedio ma ci sono una serie di programmi che che noi portiamo avanti e che usano il dato satellitare soprattutto su temi come
La salute pubblica la sicurezza il benessere la gestione del gestione dei disastri l'assistenza umanitaria ce ne sono di di varia natura
Chiaramente poi c'è anche tutto un discorso legato allo sviluppo economico su settori anche come per esempio l'apicoltura lo sviluppo industriale
Quello che è importante appunto sempre questo accoppiamento tra le potenze
Spaziale cioè quelle nazioni che in qualche modo da sempre hanno sviluppato una competenza nel settore
E quelle che invece vedono sempre di più nello spazio una possibilità di sviluppo e quindi è da questa combinazione
Che non riusciamo a tenere insieme settantasei Paesi perché sono settantasei Paesi che aderiscono al compost che poi l'organismo
Diciamo dove ci sono appunto tutti una sorta di
Per fare un paragone è un consiglio dell'ESA un pochino più allargato concertazione lo stesso dove praticamente ci sono paesi in piedi di natura diversa
Ma settantasei
Vi posso assicurare anche se non sono ancora tutti e centonovantatré Paesi aderenti e Nazioni Unite che potrebbero diventare il mio obiettivo sono comunque già un numero di delegazioni abbastanza elevato anche perché appunto coprono tutto
Tutto lo scibile
Per andare un attimo invece alla seconda parte della domanda
Sappiamo tutti che l'attività spaziale sono per loro natura interdisciplinare internazionali alla frontiera dalla conoscenza questo credo che sia ovvio
Quindi il numero di enti ed istituzioni coinvolte a livello nazionale e internazionale sovranazionale
Su scala globale i con le connessione tra il mondo produttivo il mondo industriale la ricerca
Tutto questo rende necessario sempre in qualunque sede
Un una capacità di raccordo di coordinamento superiore forse a quella che di cui c'è bisogno in altri settori
E questo necessario per poter governare i processi e flussi decisionale sia all'immediato che nel medio lungo termine
Quindi le politiche le strategie a livello europeo a mio avviso
Devono necessariamente essere collegate
Al quadro internazionale anzi può
Prescindere da quello che il quadro internazionale che in qualche modo e sotto l'egida delle Nazioni Unite perché poi alla fine e l'organismo che gestiti gestisce o che comunque coordina appunto la cooperazione pacifica nel settore spaziale
E di conseguenza le strategie nazionali
Questo vale per l'Italia ma anche per tutti gli altri Paesi che hanno una competenza
Settore e la nostra decisamente indiscussa
Queste strategie hanno la loro ragion d'essere proprio se ben incastrate in un discorso si è continentale quindi sia a livello europeo che internazionale
Di conseguenza
In qualche modo c'è bisogno di mantenere da un lato
Una competenza nazionale ha una competenza europea
Perché soltanto avendo una competenza sviluppata nel settore che si riesce poi a collaborare in modo adeguato quindi quella che ho sempre chiamato autonomia cooperazione bisogna saper fare per poter collaborare
Al giusto livello nel modo giusto con gli altri
Sicuramente e qui concludo le attività spaziali sono un driver per il rilancio economico e sociale questo è vero è vero qui è vero l'Europa è vero a livello globale
Credo che sia
In qualche modo nostro dovere al nostro compito cioè
Compito degli operatori in questo settore di fare in modo che il contributo alla realizzazione di un quadro economico sociale sostenibile passa effettivamente per lo spazio non abbiamo questo dovere
E dobbiamo esercita
Grazie
Le le rubriche ancora di con qualche qualche istante per
Tegole farò una domanda se possibile ancora più puntuale
Nel frattempo colgo l'occasione
Visto il tema affrontato per
Salutare e ringraziare Mario eliche direttore generale al muro occupandosi proprio della
Ricerche internazionale dovendo poi
Fare i conti quotidianamente con queste interazioni e interrelazioni che ci sono con
Soprattutto l'Unione europea e poi con gli organismi
Internazionali più più in generale quindi
Un saluto e ringraziamento a Mario per il suo
Lavoro quotidiano
E e quindi sto anche lì le cose dette a proposito dell'importanza
Delle attività spaziali rispetto ai concetti presente dalla sostenibilità mi fa piacere anticipare così non sono costretti i nostri ospiti a dover fare
Pubblicità di loro stessi ma la la faccio io per esempio recentemente
Il il gruppo Finmeccanica a siglato un'intesa deceduto Marco Forlani di ne è stato anche
Protagonista un
Accordo importantissimo con
Il Ministro dei beni culturali per poter attraverso
Fari attività del gruppo connesse fra loro ma soprattutto grazie alla tecnologia
Spaziale la possibilità di
Aiutare la qualifiche ma qualifiche la il monitoraggio e una
E qualificazione del sito di Pompei
E iniziative analoghe di grandissimo impatto sono state prese per esempio sull'ambiente
E non c'è bisogno pdd livelli invece tutti gli aspetti di
Innovazione che grazie allo spazio oppure hanno cambiato la vita quotidianamente però anche dal punto di vista la sostenibilità
Come dire di una la potenzialità delle tecnologie satellitari e delle sue delle loro applicazioni a davvero
Un valore enorme volevo chiedere due domande flash
La prima se
Esistono già dei programmi di cooperazione in cui l'Italia un ruolo potrebbero esserci secondo lei
Dei settori in cui l'Italia può svolgere un uomo specifico e secondo in generale quale quale consiglio visto che esperienza internazionale quale consiglio darebbe a al nostro Paese
Ma guardi l'Italia
Ha sempre avuto
Una grande competenza in diversi settori cioè io ho cominciato a lavorare nel settore spaziale nel mille novecentottantasei quando non c'era ancora l'Agenzia spaziale italiana
E e
E fumo uno dei primi Paesi a
Ad essere sullo scenario mondiale
Non solo lanciando non sessantaquattro imbroglio ma
Dire per esempio siamo stati primo Paese dopo dopo la Russia e gli Stati Uniti ad avere un modulo sulla stazione spaziale internazionale attaccato
Con i famosi moduli logistici
E lì fu fatta una scelta intelligente cioè di andare da un lato attraverso una cooperazione
Alla stazione spaziale internazionale quindi al volo umano attraverso l'Agenzia spaziale europea in parallelo a sviluppare un programma di collaborazione bilaterale con la NASA e e devo dire la NASA ci ha sempre considerato
Quali retta sanno benissimo ci hanno sempre considerato come un partner di primo di primo livello
Quello che che io vedo
Per non corno non è una critica ma la vedo diciamo dal
Dall'estero diciamo così per come sono diversi anni che sono ormai sono sei anni che sono fuori dall'Italia in qualche modo
La sensazione che ci siano delle grandi eccellenza ma queste eccellenze non sono raccordata questa la sensazione diciamo mia di tutti gli altri operatori
Quindi
è evidente che c'è una competenza è evidente che in alcuni settori non c'è solo competenza ma addirittura c'è ancora eccellenza
E
Effettivamente anche da da sviluppare da consolidare ma non c'è un raccordo come succede per esempio in altre nazioni tanto per citarne due Francia e Germania e che poi chiaramente non solo si raccordano all'interno ma se raccordo anche fra di loro
Quindi questo è un elemento
è un elemento su cui dovremmo riflettere o no come sistema pari
E la seconda domanda
No la seconda domanda a chi era la la prima se ci possono essere bit progetti specifichi impegni specifici in tema di cooperazione
Ma anche su questo l'Italia ha sempre collaborato sia a livello bilaterale all'interno dell'ESA è sempre stato praticamente il terzo Paese
Ci sono delle delle dei programmi presento Cosmo-SkyMed su cui effettivamente si potrebbe
Diciamo ci si potrebbe focalizzare perché uno dei temi su cui noi lavoriamo le Nazioni Unite con l'UNESCO per esempio e proprio il discorso dei beni dei siti Misiti
Articolo diciamo che rientrano appunto un anno UNESCO neri peggio ma non solo faccio questo esempio per dire che in realtà c'è una ampia gamma di possibilità l'Italia devo dire non è molto attiva
A livello Nazioni Unite in questo settore qui
Il che è un peccato se per esempio la Germania che è molto attiva Germania è il Paese europeo decisamente più attivo abbiamo una serie di collaborazioni c'è addirittura un centro abbonda
Che appartiene appunto a alla lanni ufficio che essi
Sponsorizzato supportato dalla Germania nell'ambito di questo progetto che si chiama Ivan spider
E che e che appunto utilizza i dati satellitari per la gestione di per supporto diciamo alla gestione di
Management disastri ambientali mitigation eccetera
Di nuovo sono solo esempi per dire che in realtà anche qui è una questione di incastrare la strategia
Nazionale in un quadro complessivo una volta fatto questo tutto il resto viene cascato insomma
Grazie grazie moltissimo a Simonetta Di di Pippo io vorrei fare ancora un altro applauso sinceramente
Realmente male informato di il ministro e nel vivo io ho preso pro buona nota perché poi quando arriva LL né di porteremo il il suggerimento perché
Poi
Credo che il tema politico istituzionale Libardo Maria sia esattamente questo la capacità
Di riuscire a fare squadre sistema anzitutto al nostro interno e da questo punto di vista
O non so se condividi credo che sia importante per iscritto anche per
Ringraziare diversi colleghi che sono presenti naturalmente fondamentale anche
La la sensibilità degli organi di informazione che
Diano a loro volta visibilità questi temi perché altrimenti il rischio è che
E come dire sia un po'fuori dall'agenda viene a dire che
Il il sostantivo che mi ha colpito perché
Ne ha parlato Simonetta Di Pippo ne stavamo parlando poco prima ieri ho fatto un un dibattito con duecentocinquanta manager e professionisti a Milano che lavorano con l'estero ed e lamentavano la mancanza di questo sostantivo cioè
Sosa attivo che manca e organizzazione noi non siamo capaci
Di organizzazione
E mi piacerebbe
Vedere se
Ecco visto che
è arrivato in Italia dove il Ministro
Il Ministro Stefania Giannini
Grazie di
Averci
Raggiunto
Una un applauso risolutamente
Per
Ringrazio credo con il le daremo la
La parola elimini mi
Proprio non
Sinceri appezzamenti ringraziamenti al al ministro intanto la aggiorno sul
Alcune delle considerazioni che
Che abbiamo fatto è che
Stava riprendendo anche
Adesso Maria Latella partendo anche dall'esperienza di Simonetta Di Pippo che
Direttore del numerosa dell'ufficio delle Nazioni Unite che si occupa di spazio
Che rilevava come
Da un lato noi abbiamo come il Paese competenza eccellenza molto spesso non riusciamo a definire al nostro interno una strategia
Che poi ci consente di essere collocati correttamente nella dimensione internazionale europea non so se io presso naturalmente lei l'ha detto molto meglio in maniera più lungo più articolata e completa ma era proprio
Una sintesi Maria non so se li
Volevi invece
Concluderei riparto approfittando la presenza del ministro che
è un fatto comune sentire dire nei convegni citavo quello di ieri che aveva una platea diversa
Di manager e professionisti che a Milano si erano incontrati proprio
Nel giorno
Diciamo più difficile per l'Expo di Milano sì sì siano incontrati per dire bene ma adesso che facciamo duecentocinquanta persone c'erano
Perché avevano voglia di di capire adesso che si fa
E ho colto lì così come ho colto dagli interventi ne parlavo primo prima
L'assenza di una cosa che sembra mancare in ogni settore della della nostra vita la mancanza di organizzazione lo siamo bravissimi come individui siamo bravi ben come tale in tv dice siamo
One man show ma se si tratta di fare organizzazione
Spesso non sembra ma spesso
Finisce in un bicchiere d'acqua ecco
Questa niente versione
E
E temo che si possa essere così ma vorrei chiedere
Confermare questo avviso prete che presidente e amministratore delegato
Vitale segna spesso
Italia che
E appunto un luogo di
Frontiera di di innovazione di competenza tecnologica fa parte con Telespazio della
Spesa alla Emas come dire una società che ha
Al suo interno proprio per per la sua natura stessa
Caratteri di internazionalità
E però volendo provare a fare un bilancio delle cose
Buone delle criticità che sono sul piatto
Anche guardando diciamo così nel doppio diaframma internazionale e nazionale
Dei popoli vive sul campo questa frontiera che che opinione si è fatto
Certamente intanto buon pomeriggio a tutti grazie Paolo carezze ad spray scrive
Organizzato questo evento è sempre
Importante Potter scambiano opinioni di fronte ad una platea così numerosa
Ministro
Nel nostro precedente Governo
Partirei dalle parole di Maria
Lei ha detto alcune cose sulla
Su come metà degli anni ottanta diciamo alcune scelte affrettate di quel tempo hanno
Distrutto diciamo così una città e non è una generazione come hai capito dal mio accento che non è un accento romano
Io sono un genovese e sono di quelle persone che a metà degli anni ottanta lavorava quel tempo
In Ansaldo Energia quindi ha dovuto per trovare poi il giusto spazio girovagare per l'Italia una trentina d'anni
Per per per sfuggire da una situazione che era
Diventata insostenibile e quindi anche qui poi lo voterò alla fine lo diremo alla fine scelte poco lungimiranti possono poi rapidamente distruggere un patrimonio di competenze
Che si erano a quel tempo create create con grandissimi sforzi
Io vorrei parlare di spazio non dal punto di vista delle competenze delle esperienze delle tecnologie lascerei poiché alla all'amico e collega
Ingegner Pasquale interspazio di parlare più di che cosa serve lo spazio quali
Questi mezzi a che cosa
Perché cosa possono come possono essere utilizzati parlerei da partire parlando di tre se ne ha spesi voi sapete tre segna spesi Italia fa parte della già divide la space Alliance
Ormai in Italia è l'azienda leader
Nel mondo della manifattura spaziale
Impieghiamo
Duemila duecento
Tecnici super specializzati ingegneri siamo presenti su tutto il territorio nazionale Torino-Milano L'Aquila e Roma fatturiamo circa seicentocinquanta milioni di euro che non è un qualcosa
Principio
è un'azienda che è diciamo è a risultati positivi in linea con diciamo i nostri migliori concorrenti
Direi che e qui è una cosa prima di tutto importante da dire che
Questa solidità questa diciamo questa
Questo insieme di esperienza si è sviluppata anche grazie ad un rapporto di collaborazione molto stretto con la piccola media impresa
E quando parliamo di piccola media impresa dimostri sotto fornitori vi prego di pensare non ad aziende alle quali lasciamo diciamo così le attività a a minor valore aggiunto anche diciamo
I nostri partner più piccoli
Sono diciamo così aziende che esprimono grandi competenze magari su elementi diciamo più specialistici ma anche loro hanno esperienze competenze che si sono sviluppate nel tempo insieme al nord
Infatti io vogliamo chiamarli nostri partner più piccoli non sono ma sono nostri Pato
Allora
Diciamo il settore dello spazio diciamocelo svolgimento prima
Ma in Italia
Occupiamo circa
Sei mila sei mila cinquecento persone all'interno del settore confrontato ad altri settori obiettivamente un settore abbastanza piccolo ma credo che questo sia un settore dove
Come diceva prima la di Pippo si lavora alla frontiera della conoscenza voglio dire è un settore dove le competenze si creano dopo un lungo lavoro una lunga esperienza
E siamo un settore
Peraltro che
Tende a diciamo così ad attrarre talenti quando si parla spesso di fuga dei cervelli nel nostro settore e tutti vogliono venire a lavorare voi sapete che
Thales Alenia Space Italia è stata premiata alcune settimane fa come l'azienda più attrattiva in Italia
E i giornali ne hanno parlato molto ma non ha parlato di un'altra cosa perché abbiamo avuto un secondo premio sempre nella stessa occasione
Ed è stato il premio per l'azienda che ha nei contenuti e la qualità della formazione che viene sviluppata all'interno
E questo devo dire
Mi è stata una grande soddisfazione avendo anche dice da una lunga militanza nelle risorse umane ma anche questo sia realizzato grazie al fatto che
Il settore dello spazio e anche noi in maniera particolare abbiamo un rapporto strettissimo con il mondo dell'università
In tutte le nostre quattro sedi vedo alcuni esponenti diciamo del mondo universitario che collaborano mai danno D'Amico noi ad uno stretto rapporto di collaborazione i nostri piani formativi molto spesso sono costruiti insieme a loro
E i nostri tecnici proprio perché lavorano alla
Diciamo al limite alla frontiera della conoscenza molto spesso sono docenti in queste in questi corsi universitari c'è uno scambio continuo
E questo ovviamente reintegra carente attrattivo rende attrattivo il nostro settore
Quindi diciamo è la nostra una filiera
In cui si fa occupazione di qualità
Con tutto rispetto diciamo di McDonald'voglio dire una persona impara a cucinare una Borga credo nell'arco di qualche il giorno anche
Forse qualche settimana
I nostri tecnici hanno bisogno di un lungo di una lunga fase di preparazione scolastica Iran ancora di una più lunga preparazione sul campo su programmi di ieri reali
Proprio perché i nostri
Programmi sono fatti di una fetta significativa di ricerca e sviluppo
Se conteggiamo
E conosco bene è un caso interessante Space
La quota che viene utilizzata viene denominata come ricerca e sviluppo noi siamo appena al di sotto del venti per cento credo che sia un settore nel quale
La quota di ricerca e sviluppo ai diciamo è la più alta
E o
Realmente se vogliamo contenuti se vogliamo continuare a mantenere quelle competenze che abbiamo sviluppato in questi anni e queste eccellenze che per la parte italiana sono diverso che
Dobbiamo continuare ad investire ad avere programmi sui quali poter tenere occupati i nostri ingegneri voi sapete che noi abbiamo quattro eccellenza in Italia che ci sono riconosciuti a livello mondo
Che ci sono riconosciute a livello mondo che sono state costruite in trent'anni di Lula l'osservazione della terra tramite
Radar lette le comunicazioni sicure anche se sul tema delle telecomunicazioni in poi
Si potrebbe dire molto abbiamo perso abbiamo messo molto il tema della navigazione di Galileo
Su Galileo diciamo su una parte sia satellitare che sulla parte sistemistica siamo
Del leader indiscussi e sulla parte scientifica e di infrastrutture spaziali dove tutti sappiamo che il cinquanta per cento dei moduli abitativi della stazione spaziale son stati costruita Savina specie quindi voglio dire ogni volta che vediamo gli astronauti sappiamo che c'è un pezzo d'Italia passo
Ho rende questo è stato costruito grazie diciamo a tre attori fondamentali esso parliamoci chiaramente
L'Agenzia spaziale italiana l'Agenzia spaziale europea e Lesmo dite agli anni solo dalla difesa hanno finanziato una serie di programmi sui quali noi ci siamo impegnati
Abbiamo costruiti oggetti abbiamo assunto oggetti per loro che danno determinati tipi di servizio poi magari
Luigi Pasquali
Ci racconterà Amelio ma che hanno consentito quindi di mantenere le nostre competenze allo stato dell'arte
Detto così sembrerebbe mafie Mario prossimo scenario non è roseo
Lo scenario non è rosea
Allora
Spesso si guarda all'Europa
Ebbene
Se guardiamo l'Europa l'Europa negli ultimi tre quattro cinque anni quindi a partire dalla fase di credi di crisi più acuta dal due mila otto l'Europa a incrementato i suoi investimenti non spazio
O la mantenuti in termini reali perché vuol dire che li ha fatti crescere al limite al quanto l'inflazione Paesi come
La Gran Bretagna che erano un po'al margine delle delle degli investimenti spaziali si accusavano molto agli Stati Uniti hanno deciso di entrare con grande forza investendo
Miliardi di sterline su sullo spazio
L'Italia purtroppo ha deciso di
Prendere una strada opposto
Negli anni due mila otto due mila nove guardo qualcuno in sala che potresti poniamolo in bilancio dell'Agenzia spaziale italiana viaggiava intorno agli ottocento milioni di Euro quest'anno no stiamo cinquecentotre milioni euro del Maggi
E allora voglio dire
Questa cosa
A
Ha sicuramente un impatto non lo possiamo negare
E se l'impatto è prima sulle società capofila prima arriva sulle società capofila che poi
Arriva sulla piccola e media impresa
E guardate
Quali sono le conseguenze miniera contro due che che sono
Una checché vivo tutti i giorni ed è quella che
Visto che chi lavora nello spazio ha bisogno di prospettiva ha bisogno di pianificazione
Guardate con le low cost negli nostri ragazzi danno le dimissioni
Fanno i pendolari settimanali con la Germania centrale con la settimana vanno in Germania
E si prende portano a casa uno stipendio che due volte e mezzo tre volte il nostro e portano l'investimento che il Paese ha fatto con queste persone
Prima la scuola l'università
Poi le aziende con gli splendidi programmi formativi questi signori ma lavorare dall'altra parte mi potrei citare nomi e cognomi di persone che negli ultimi sei mesi a fronte dell'incertezza e delle pianificazioni che il che noi facciamo come paese hanno deciso di andare verso quei Paesi dove
Invece le pianificazioni dimostrano operativamente
Che c'è impegno
L'altro esempio concreto credo che qui
Tutti illustri presenti della difesa lo sappiano meglio di me Cosmo Sky niente
Diciamo voi sapete conoscete la costellazione COSMO sapete quanto COSMO è servito al Paese per dimostrare le proprie competenze per fornire servizi non solo
All'Italia ma all'Europa o al mondo tutto sapete
Tutte le cose che sono state fatte e che si possono fare con COSMO
Però voglio dire quando questa costellazione nata tutti sapevano che bisognava lanciare due satelliti ogni sette anni per mantenere
La costellazione attive quindi per avere
Questi servizi a disposizione
Ce lo siamo dimenticati
Noi
Oggi ricopre transenna spesso e tutta la la filiera dalla piccola media impresa stanno lavorando sulla costruzione di due satelliti che dovranno essere lanciati uno del due mila sedici un altro del due mila diciassette
Essendo io un genovese sono abbastanza attento i soldi
I soldi sono finiti
Noi tra qualche settimana avremo il problema di come impiegare tre quattrocento persone
Perché non sapremo come pagarli
Dovremmo forse fare quello che azienda non ama fare che è quello di ricorrere a strumenti straordinari e poi andrò dai nostri amici dalla difesa per dirgli sapete cosa c'è ragazzi
Il due mila sei vicino lanciamo perché perché voglio dire per fare queste cose allo stato dell'arte perché Cosmo secoli Generation
A diciamo un contenuto di ricerca e di innovazione tecnologica che è alla frontiera
A
Grati sono ma in questo mondo non lavora nessuno
E questo è il secondo esempio ed è un esempio che non c'è più tempo posso niente
Sono sette otto ecco in interrompono un secondo perché il come dire
Ho notato anche silenzio maggiore quando adesso il dottor Rete A.
Accennato a ai i rischi che ci possono essere sul programma
Cosimo scherzo mentre Sky ammende e questa difficoltà le volevo chiedere dipendono certamente data dal flusso finanziario ma e questo è legato a qualche soggetto istituzionale no no glielo chiedo per resoconto prenderei il la platea conosce conosce il tema cose un programma duale
Il nostro clienti di riferimento l'Agenzia spaziale italiana ma il programma viene finanziato per due terzi dell'Agenzia spaziale italiana per un terzo della difesa devo dire che la difesa
E e quindi ed il sistema un sistema duale quindi sia può essere utilizzato sia dal mondo dalla difesa che dal mondo diciamo civile attraverso ieri in rosso di cui
Poi magari in Pasquali parlerà
Quindi il nostro contraente fondamentale è l'Agenzia spaziale italiana verso la quale confluiscono anche i fondi della difesa devo dire che la Difesa questi fondi appostati
Gli atti
Lo sappiamo
Voglio dire in qualche caso
Nei mesi passati avuto anche il coraggio di anticiparli proprio per far fronte alle problematiche che erano collegate a all'Agenzia spaziale italiana
Avendoli anticipate adesso toccherebbe all'ASI l'ASI ma non è che c'è cattiva volontà attenzione perché io non vorrei pensare che la ministra pensi che noi
è ovvio dire e l'ASI al di là delle traversie che ha avuto ultimamente speriamo che si risolvono rapidamente
è diciamo ha avuto anche lei una serie di vicissitudini dal punto di vista del dal punto di vista del
Del del proprio Budget quello che volevo sottolineare che altri Paesi d'Europa nel momento in cui
C'era da risparmiare non hanno risparmiato sullo spaccio hanno investito sullo spazio
Hanno speso di più
In Italia si è fatto una scelta esattamente contraria
Bisogna
Sapere e io lo dico a tutti capire quali sono le conseguenze dal punto di vista delle competenze perderemo competenze le persone prendono Ryanair
O prendono vanno torna fanno i pendolari settimanali guardate è una cosa incredibile a cento euro a volta
Che e poi abbiamo un problema di come
Far rientrare i cervelli beh forse
Un investimento qui che complessivamente l'investimento di qualche decina di milioni di euro non pasti o sta parlando di cose cose per carità sembra importati da buon genovese però voglio dire
Che però voglio dire contribuirebbero voglio dire a mantenere alta quella competenza finisco facendo ragionamento iniziale
Quando negli anni Ottanta alcune scelte affrettate sul nucleare
E su alcune altre cose decisero di sintetizzare
La politica energetica
Di una certa direzione Genova è morta
Ed è morta una generazione di persone come medica ad un certo punto
Non vedendo alcuna prospettiva a quel tempo già per un genovese andare oltre l'Appennino era come oggi andare diciamo oltre le Alpi andare in Germania
è per cui voglio dire sono andato a lavorare a Milano gran poi a Torino cioè quindi da questo punto di vista ho dovuto ho dovuto fare questo tipo di esperienza
Conclude dicendo la mia speranza che i ragazzi di Milano nostri continuino a lavorare a Milano con il Torino al turismo quelli a Roma a Roma
E quelli a L'Aquila per i quali abbiamo costruito lo stabilimento nuovo recentemente rimangano all'Aquila e contribuiscano alla crescita del Paese
Grazie
Grazie al dottor prete Presidente mi è stato delegato di Thales Alenia Space Italia a questo punto
Cedo immediatamente
Il testimone l'ingegnere Pasquali che l'amministratore delegato Telespazio
Vorrei potrei fare delle domande ma diciamo così il dottor prete già diciamo così avrà sostituito il moderatore facendo risparmi arco di tempo e quindi
Do subito la parola in genere lo spazio dalla stessa
No infatti dall'avvocato Belli c'era un po'da verso molti vuole un po'tutto allora adesso a parte le battute si innanzitutto io ringraziare grazie per l'occasione salutare ministra una grande opportunità per noi
Sottolineare alcuni punti di attenzione alla
Nostro ministro che
Ha preso in carico questo questa materia le facciamo i migliori auguri per poterlo
Continuare a svolgere al meglio vista l'ho vista l'importanza che almeno noi riconosciamo in questo settore
No no per dire si sente

Che naturalmente vorremmo prenotare il ministro sia per il lancio del due mila sedici che di quello del due mila diciassette quindi diciamo così impegni
Più economia siamo impegnati in Messico impegnati vi siete di fondi per poter fare lancio sia per diciamo così
Restare sulla plancia di comando che un'assoluta non ha mai fatto metta in agenda così almeno
No dicevo e se volesse vuol gli spunti che mi ha fornito il collega inizio prete perché forse è bene sottolineare qualche altro aspetto a complemento è completamente
Però qualche altro aspetto innanzitutto partire da partiva da una considerazione
Quando parliamo di spazio ovviamente diciamo la prima la prima immagine che vediamo alle parliamo dello spazio in Italia per il quale oggi di questo stiamo parlando
Lo spazio vitale per per il Paese
Che poi qui questo aggettivo non so quanto fosse ricerca perché potremmo anche giocarci un po'no perché vitale nel senso che ci garantisce la vita dell'industria oppure vitale perché vivo
Ma insomma forse il tram levarle nel caso al di là di questo
Lo spazio la prima immagine che abbiamo
Quando parliamo di spazio l'industria spaziale ovviamente la tecnologia
è la capacità che abbiamo espresso in maniera chiara e forte cioè si è detto già
In maniera ampia abbiamo espresso nel saper realizzare
Assetti spaziale di grande valore di grande livello innovativo
E quindi
Abbiamo sempre tenuto una frontiera diciamo un ruolo negli anni da decenni e decenni
Di grande direbbe da protagonisti
Nella realtà però aborto magari un po'sfugge però non sicuramente più
Che lo spazio ha fatto poi da tutto quello che chiamiamo nostri
Cioè
Tutto ciò che significa l'utilizzo di questi sistemi
Utilizzo di questi sistemi è oggi peraltro progressivamente si sta spostando al centro dell'attenzione questore è un trend direi europeo
Nel senso che anche la ristrettezza delle risorse che ovviamente non è un problema solo italiano poi come diceva
E l'inizio in Italia forse abbiamo assistito ad una a ad una situazione più sciarpe più più più violenta forse più brusca
Però sicuramente c'è un tema di disponibilità di risorse che ha diffuso
Va davanti a questa ristrettezza di risorse
La centralità del settore spaziale si sta progressivamente spostando da quello che normalmente ci piace chiamare technology push cioè la spinta che viene dalla voglia dalla necessità di rinnovare tecnologia
A quella che usualmente chiamiamo Marche Drigani cioè la spinta alla necessitava voglia di rispondere alle esigenze degli utilizzatori del mercato degli oggi dell'utilizzo
Quindi progressivamente l'attenzione sempre di più si sposta verso l'impiego servizio le applicazioni
Lo spazio ci aspettiamo e sono le dichiarazioni che ci vengono da Bruxelles dall'ESA Dordain lo spazio ci aspettiamo che sempre di più
Favorita la crescita lo sviluppo delle applicazione
Allora in Italia noi abbiamo una grande eccellenza tecnologica manifatturiera con tutto quanto il quadro che egli sia perfettamente la tracciatura e con i rischi che questo si porta dietro ma abbiamo anche avuto la capacità di costruire
Dei modelli che si portano dietro la realizzazione dei servizi e delle applicazioni in tutti i segmenti principali
Grazie Cosmo-SkyMed bene non è solamente
Una satellite
Straordinario che sta sulla frontiera tecnologica
Che ha un'antenna attiva che probabilmente ancora imbattuta in termini di troppo complessità etniche di tecnologia
E probabilmente se come ovviamente tutti ci aspettiamo e ci auguriamo
Faremo la seconda generazione di questo
Manterremo questo questo fronte di
Di protagonismo a livello mondiale
Artissima punti stecca oggi ma COSMO SkyMed e anche
Una serie di applicazioni che sono state sviluppate
Che consentono oggi di di non solo alle nostre istituzioni di darvi di di fare un utilizzo e un impiego di quegli assetti satellitari ma che consentono anche attraverso
Per esempio una società che si chiama il Geas
Che è un modello di partnership pubblico-privato fra Telespazio l'Agenzia spaziale italiana
Di continuare a proporre nuove soluzioni sul mercato mondiale e quindi a sfruttare quell'investimento cioè quell'investimento non può e non deve essere fine a se stesso la difesa ne fa un larghissimo uso operativo
Nel mondo civile stiamo trasformando quello che una un primato tecnologico in concetti che significano ambiente sicurezza protezione dei beni culturali
Protezione del delle coste
Attenzione i mari attenzione al clima quindi
Temi che sono vicini al alla gente vicini a quei taxpayer se che a voi Ministri
Spingono a fare delle scelte delle priorità che siano logiche che siano vicine I ai propri bisogni
E questo è così oggi lo spazio ecco sì in Italia
Abbiamo queste competenze li abbiamo sviluppate e quindi una crepa permettetemi di usare questo termine un po'brutale una crepa in un circolo virtuoso che il Circolo che
In alcuni casi siamo riusciti anche apportare fino in fondo in altri meno
Quel circolo virtuoso che vede l'attivatore l'innesco del Circolo negli investimenti istituzionale che favorisce la ricerca e sviluppo e l'innovazione
Questo produce competenze industriali accademiche
Produce
Prodotti realizzazioni che possono essere manifattura o servizi
Produce competitività produce capacità di esportazione e quindi produce capacità di moltiplicare i quegli investimenti originari che hanno generato l'innesco
Produce quindi ritorni economici nel Paese di tenuta del dell'occupazione diritti e produce la capacità di fare generazioni successive quindi il cerchio si chiude si riattiva
Nell'innovazione
Questo circolo virtuoso che è facile disegnare tipico da consulenti un power point splendido ci viene dietro a una descrizione di questo genere nella realtà e qualcosa di fattibile
Ed è qualcosa di eseguito almeno in parte su COSMO-SkyMed contiamo usarlo come esempio visto che
Si presta bene su Cosmo-SkyMed sicuramente abbiamo la chance di
Di di di stare ancora in questo circo ci siamo ancora non ne siamo usciti a un sistema tutto sommato residente ancora pronto a rispondere all'urto
Non so fino a qua questo può essere un dubbio
Vale la pena considerare però che
Qui che
Tuttavia
La
Sistemi così virtuosi questo circolo virtuoso nella nostra storia prendiamone atto e che altrimenti possiamo un po'troppo enfatici nella nostra storia nelle nostre eccellenze Simonetta
In alcuni momenti abbiamo avuto anche degli insuccessi
Perché il Paese non ha giocato la partita
Nel racconto uno lo ricordo perché poi vedo qui intorno tutti i colleghi persone comunque esperte che conoscono la storia del nostro nel nostro settore industriale
Agli inizi degli anni Novanta al di là del fatto che abbiamo messo in orbita come terzo Paese nel mondo dopo gli Stati Uniti l'Unione Sovietica ma ormai è storia son cinquant'anni fa lasciamo avviciniamoci un po'
Agli inizi degli anni Novanta
E a metà degli anni Novanta
Diciamo meglio nel negli anni Novanta noi abbiamo abbiamo fatto come Paese
Degli sviluppi nel settore delle telecomunicazioni satellitari di straordinaria importanza
Abbiamo fatto l'Ital Satta un satellite che portava in orbita
Un perito de di telecomunicazioni basato su una frequenza K non mi voglio perdere in tecnicalità ma voglio solamente dire che oggi
Vent'anni dopo
I sistemi che dimostrano essere aptum dette rispetto ai bisogni degli utenti sono quelli basati su quelle frequenze che ne abbiamo sviluppato vent'anni fa
Abbiamo fatto Artemis e per l'Agenzia spaziale europea
Che portava a bordo un esperimento di propulsione elettrica che oggi vent'anni dopo la Boeing
è il capofila dei manifatturieri al mondo
Che dimostrano che la soluzione tecnologica adatta è quella che la produzione elettrica
Allora l'Italia
L'industria nazionale il sistema Italia perché forse l'abbiamo fatto e perché c'è stata
Il siano state le istituzioni che lo hanno consentito l'hanno messo
Le risorse se l'impegno dei problemi delle accademie le università di Roma
L'Italia
In quel momento si è trovata nella nel suo
Nel circolo virtuoso che ho descritto sulla fiducia
Dopodiché gli è rimasto però
Ed è crollata dietro al fatto che un'agenzia spaziale italiana nel Mendes nel primo decennio degli anni due mila fino ad oggi non ha considerato
Prioritario investire nelle telecomunicazioni satellitari
Quindi quella con quella rincorsa che ci teneva intestata a livello mondiale si è spenta si è si è sgonfiata
E le nostre competenze nel settore delle telecomunicazioni si sono tenute vive grazie a un piano della difesa che ha fatto insisterà
E che oggi
Ovviamente da sola non può Dozzo essere sufficiente a sostenere una capacità industriale una capacità di società come Telespazio che intorno a questi assetti satellitari sviluppo l'applicazione
Allora al di là delle fasi del fatto che siamo bravissimi
Ne ce l'abbiamo qualche esperienza che già e e
Già ci dice che già ci dà lezioni così ce ne sono veramente
C'abbiamo già delle esperienze che non dovremmo più ripetere e che forse ci devono servire da monito proprio su COSMO-SkyMed o invece siamo sul picco
Siamo sulla frontiera siamo seguiti non se non Centerphone Loverso degli altri siamo siamo seguiti
E questo però voglio sottolinearlo signor ministro perché perché potrebbe essere un ragionamento
Che punta a difendere una come dire un'area un'area industriale
Questo va anche considerato in un ambiente internazionale dove non siamo soli
Questo tipo di ruolo che l'industria spaziale nazionale ha acquisito nei diversi ambiti questo tipo di ruolo ci ha ormai
Proiettato su una scala internazionale
Per cui c'è una difesa che accordi operativi bilaterali o multilaterali eccetera eccetera perché fa conto sull'esistenza di assetti che devono avere la loro continuità
C'è il tema europeo che poi tra l'altro nella nella semestrale che mi direte come Governo italiano
Nel nostro settore si gioca alcune partite importanti il ruolo dell'ESA il ruolo dello Commissione europea
Dove noi industriali arsenale
Abbiamo
Al vostro seguito una chance unica che è quella di riuscire a veicolare gli effetti di un sistema Paese
Mi rendo conto che devo chiudere però voglio farle ancora un esempio farmi ancora un esempio proposito di questo aspetto sulla scala europea
Uno dei grandi programmi europei Galileo
Su Galileo
Il Paese ha fatto cose importanti siamo protagonisti grazie a Dio anche su Galileo
Galileo segue dinamiche diverse non c'è un finanziamento dell'ASI non c'è un finanziamento dalla difesa c'è un finanziamento della Commissione europea allora lì che cosa serve per mantenere il ruolo
Che le nostre industrie debbono giocare che passa sia attraverso la la la seconda generazione del desk dei satelliti
Che le nostre la nostra impresa Thales Alenia Space e tutte le
Le piccole imprese associate sono in grado
Di giocarsi questa partita per la seconda generazione dei satelliti
Ma Telespazio e le tutte le imprese intorno anche delle piccole imprese intorno a lei sono in grado di giocare la partita delle operazioni della gestione del mantenimento operativo della costellazione che già facciamo da Fucino
Ma che nel due mila sedici sfitte sarà oggetto di una di una sfida ancora maggiore allora li abbiamo bisogno del sistema Paese
Li abbiamo bisogno di quello che Simonetta ci diceva poco fa che lei dal suo punto di vista al di là delle Alpi ci osserva da sei anni e dice ragazzi siete bravissimi siete eccellenti peccato
Che forse non vere non vi racconta delle cose traditori
Allora li abbiamo bisogno un atto è uno di un'altra leva
Che comunque un innesco del sistema Paese che fa fronte a livello politico ovviamente
Potendo far conto sulla filiera dietro le spalle perché c'è
Forte robusta quindi state tranquilli questo voglio dire non
Non vi sentiate deboli mette nell'assumere posizioni politiche perché la filiera ancora forte
E questa resilienza speriamo che non si trasformi in fragilità
Grazie
Grazie mille debbo dire io approfitto perché insieme al generale preziosa Capo di stato maggiore della pratica
Oggi è presente anche il colonnello Nardini sempre la NATO e che si occupa proprio del ufficio spazio peraltro commentavamo prima che probabilmente
Oltre il semestre di presidenza italiano
è probabile ministro che
E gli amici della Lettonia che seguiranno dopo di noi richiedano ma al Governo italiano di aiutarli sullo spazio perché non hanno internamente
Tutte le competenze
Per
Potervi Marco poterci occupare di questo dossier e quindi né possiamo per tempo perché nel darci sapendo che possiamo
Contare sul un doppio semestre rispetto alla
Al tema dello spazio io approfitto hanno citato sia
Il dottor prete ingegnere Pasquali il ruolo
Dell'industria
Italiana tutta perché molto spesso piccole le medie prese
Non sono come dire
Detersivi sti sono dei luoghi che spesso esprimono una importante capacità di innovazione quindi
Approfitto sono presenti in tal insalata presentati di tante imprese Ministro e fa piacere qui salutare e ringraziare per la loro presenza di amministratori delegati Diario la sani BMW
Piselli
è stata citata Boeing che
Rappresenta anche una fonte importante di collaborazione internazionale che vede in Italia non
Investimenti
Che da noi vanno in altri Paesi ma rappresenta un percorso esattamente opposto e quindi approfitto per salutare e ringraziare anche nemici debbo anche che ancora
Una volta sono sono presenti e li ringrazio per la loro attenzione e un luogo cruciale
E è stato detto
è stato citato e sicuramente l'Agenzia spaziale italiana e qui non solo cedo la parola ma desidero ringraziare
Non so se esprimere anche solidarietà
Al professor
Sandulli che
E
è stato scelto dal
Dal Governo per
Prendere in mano le redini di un'agenzia a seguito di una
Situazione
Grave che diciamo che sono sentiremo anche dalla sua voce speriamo possa essere
Presto ricondotta ma
Condizione diversa di maggiore chiarezza trasparenza ma anche di nel merito organizzazione delle priorità delle sue strategie quindi
Vorrei fare una domanda con
Come dire una una piccola frase del titolo di un firma a che punto è la notte
è grattato sostanze
Sono io che ringrazio molto agli organizzatori di questo incontro che
Ho iniziato la mia esperienza in agenzia spaziale italiana tranne

Fa
è stato un periodo molto intenso e complesso vengono dal mondo giuridico del
Temi che sono molto lontane dalla mission dell'agenzia
Spaziale italiana ma per me è stato anche
Un grande privilegio poter questa guidare
L'Agenzia spaziale italiana che un motore per le attività spaziale in Italia quello
Che è stato detto si è capito molto bene e anche un protagonista certo una protagonista certa della politica
Spaziale europea
Ora vorrei se possibile iniziare da
Un profilo di carattere generale poiché allarme nella particolare
Per
Affrontare un tema che è già stato toccato una sorta di filo rosso
E cioè il fatto che
Il settore dell'aerospazio è certamente un assetto è fondamentale della ricerca scientifica dello sviluppo economico nazionale
Si tratta di Investimenti nel settore spaziale però che producono risultati nel medio lungo periodo
Non sono o spesso non sono Investimenti che producono una scossa immediata per l'economia
Ma sono investimenti che producono effetti costanti e di crescita per le generazioni future e quindi si tratta di investimenti destinati a produrre frutti duraturi in termini di sviluppo di innovazione di crescita della ricchezza delle nazioni
Per produrre risultati in questo settore noi dobbiamo tener conto che è un programma spaziale si sviluppa nell'arco dei decenni quindi un elemento essenziale è quello della
Di una seria programmazione
Una seria programmazione economica una coerenza nel medio lungo periodo delle strategie e degli obiettivi da perseguire
Occorre tener conto che siamo di fronte a un settore che altamente competitivo a livello mondiale e ci sono delle nazioni dei Paesi emergenti chiesti e stanno investendo
Moltissimo nel settore
Questo pone secondo me il problema è vengono alpino dal filo rosso del dibattito
Di per ragionare sulla tema delle politiche aerospaziale in termini di sistema Paese Italia cioè
Con un raccordo delle posizioni e degli obiettivi che
Diciamo raccordi gli attori nella sfera politica delle della sfera industriale
Tale raccordo
Possa consentire poi di rapportarsi con la stampa all'esterno in termini appunto dicevo il sistema Paese
L'esempio di COSMO-SkyMed che è stato fatto l'esempio secondo me tipico di questo di questa necessità
COSMO-SkyMed Ciucci vede Vienna in rapporto di stretta sinergia con il mio ore tra e in forte collaborazione
Con la differenza ma
Questi grandi programmi questi grandi temi richiedono COSMO SkyMed dei lanciatori a mio avviso richiedono che
Tutti gli attori governativi ci sono anche altri ministeri la Presidenza del Consiglio
Che andrebbe coinvolto in queste scelte e tutti diciamo su un tavolo diverso gli operatori
Industriali poi riescano a creare una
A strategia comune è stato detto che in altri Paesi questo ambiente
La Francia e la Germania quello che hanno più di noi nel settore che riescono a fare sistema a organizzarsi perché appunto
Su questo invece c'è molto lavoro da fare ma secondo me questo
è un esempio del ruolo dell'Agenzia spaziale italiana che è un ruolo necessariamente
Di raccordo che anche di
Diciamo
Sviluppo e veicolazione delle scelte che vengono fatte dall'alto dall'indirizzo politico governativo
Ora venendo alla
Periodi o qualche
Ho trascorso
Il mio mandato era
Particolarmente incentrato sul buon andamento e sulla corretta accorta gestione finanziaria che da questo punto di vista tracciando una linea dopo questi tre mesi
Noi possiamo dire che c'è stata una riduzione delle previsioni di Spesal nel giro degli ultimi tre mesi
Per il due mila quattordici di più di tre milioni e mezzo di euro
Che che c'è un avanzo di amministrazione da
Riallocare è a disposizione del prossimo governo dell'Ente di più di quarantotto
Milioni dire euro
Ora ragionando con le cifre delle
Politica aerospaziale ovviamente si tratta di cifre
Ridotte questi tre milioni e mezzo di euro di riduzione di spesa di funzionamento dell'ente con non riduzione sulle sulla mission dell'ente
E siamo
Di fronte a un corridoio molto stretto noi abbiamo un bilancio di cinquecentotre milioni di euro
Quattrocento milioni di Euro vanno all'ESA e quindi voi capite che è attualmente
Resta poco per il futuro governo dell'ente per programmare in termini di ricerca e innovazione
Molto lavoro è stato fatto ed è a disposizione del prossimo governo dell'ente sia sotto il profilo della razionalizzazione sia sotto il profilo della riorganizzazione
Sia permette vedo permettetemi di dirlo sotto il profilo della valorizzazione del personale interno dell'ASI
è un area in cui ho cercato
Di svolgere nel modo migliore possibile
Questo ruolo complessa mi vorrei fermare qui però soprattutto sull'attività svolta verso l'esterno quindi in campo italiano europeo e internazionale
In ordine al proprio la mission
Dell'agenzia
E
Sì abbiamo cercato di non far trovare il futuro governo dell'Ente di fronte a delle decisioni già già prese
Ma certamente
Non siamo stati ferme nel senso che si è cercato di creare le condizioni più idonea per poter poi affrontare
Queste sfide del
Dal due mila quattordici vorrei citare sono già stati richiamati
Il consiglio ora ministeriale dell'ESA del prossimo dicembre
Che anche qui egli il Consiglio di dicembre la ministeriale del dicembre ci sarà
A dicembre ma il percorso va costruito nell'arco dei prossimi mezzi questo richiede come dirò anche al termine del mio intervento un il Governo
Diciamo
Competente nel settore che possa affrontare le grandi sfide
Che ci attendono nei prossimi mesi
E e il semestre di presidenza italiana del Consiglio dell'Unione europea
Da questo punto di vista in in questi tre mesi sono tante le attività di rilievo che sono state
Svolte dall'Agenzia Italia spaziale italiana e qui vorrei segnalare anche il fatto che l'agenzia spaziale italiana
Una modello leggero di agenzia non abbiamo duecentotrentacinque dipendenti a fronte invece del CNES francese che ha migliaia di dipendenti
E diciamo questo spiega poi anche
Alcune differenze ma all'Agenzia spaziale italiana riesca a riuscire a ottenere nel corso della sua storia risultati di eccellenza
Ad esempio era un fondamentale contributo nel
All'esplorazione umana dello spazio alla stazione spaziale internazionale si è parlato del dell'accordo bilaterale con alla NASA
E
Permettetemi e di soffermarmi anche sui successi nazionali che confermano la validità della formula l'Agenzia spaziale italiana come agenzia autonoma e che ha necessità di rimanere in questa veste anche in futuro tutti i paesi mi industrializzati più rilevanti hanno una loro agenzia spaziale e i Paesi emergenti la stanno
Creando
Tra qui i risultati di questi mesi dal punto di vista scientifico ci tengo molto a segnalare la missione pagine che
è stata insignita del prestigioso premio Bruno Rossi e che abbiamo rivitalizzato accosto quasi zero e sperando che possa poi ottenere risultati
Pari a quelli del passato su COSMO-SkyMed che sul lanciatore sui lanciatori in particolare su Brega qui siamo di fronte a due grandi sfide dei prossimi mesi e saranno
Probabilmente in
Via immediata i temi grandi temi su cui ci dovremmo concentrare
Per concludere vorrei evidenziare la necessità di evitare che gli investimenti
Degli scorsi decenni e le competenze acquisite anche in termini di capitale umano possano andare disperse nei prossimi anni è già stato detto questo lo scenario internazionale quella europea in particolare
Mostra infatti una crescente attenzione alle attività Espace spaziali e
è stato citato già all'esempio della recente istituzione nel Regno Unito dell'Agenzia spaziale inglese
E la crescita e nello stesso Paese del Budget per lo spazio alla pari di quanto succede in Francia e in Germania questo determina come conseguenza tra l'altro anche la continua crescita del Baggio dell'ESA
E se il
Baggio dell'ex cresce nove scende non
Cresciamo quindi scendiamo a
Nella rilevanza europea
Risulta pertanto evidente che in assenza di fondi aggiuntivi per lo spazio in Italia rispetto
Alle quote ridotte degli ultimi anni necessariamente si determinerà
Una riduzione del posizionamento competitivo della grande e piccola ma dentro impresa nazionale con una inevitabile perdita di competenze occupazione e di personale altamente qualificato
Qui se ciò dovesse avvenire dove
Bisognerà essere bravi a individuare i settori strategici certo sarebbe meglio poter
Far conto su con Baggio cioè più ampia
E quindi concludendo tornando alle prospettive dei prossimi mesi semestre di presidenza italiana che il Consiglio ministeriale dell'ESA
Di fine anno sono un'opportunità secondo me irripetibile
Per consolidare il ruolo italiano in
Ambito di lanciatori stazione spaziale per i prossimi dieci anni ma anche per
Di indicare la strada per relazioni sempre più sinergiche efficaci ed efficienti tra ESA Unione europea in materia di spazio come dicevo bielle esigenza
Di una agenzia spaziale italiana autonoma
Il ministro giustamente
Pone sempre l'accento su un'autonomia responsabile e questo fondamentale
E dunque su
Una
Agenzia che possa mantenere la sua specificità nell'ambito della grande famiglia degli enti
E di ricerca abbia necessità di una casa di forte
Con un governo stabile
Con un Governo di scienziati con un Governo
Di esperti di termini manageriali
Sono sicuro che anche per loro sarà difficilissimo avere a che fare con questo carente Prisma articolo definirei
E però questo è l'unico modo che consentirà di riportare a grandi risultati grandi risultati del passato alle politiche aerospaziale grazie
Grazie grazie lo so Sandulli del
Per il lavoro che che ha fatto e che fa all'ASI
E grazie per il suo intervento e aggiungerei anche grazie per le offrono ISMU che ha usato
Nel descrivere
Lente ma credo che
In realtà proprio
Per le grandi professionalità e le grandi risorse che sono presenti
Attorno
E all'interno dell'Agenzia spaziale italiana sia necessario uno sforzo che inevitabilmente che uno sforzo politico
Risparmierò un secondo giro e anche per evitare alcuni interventi diamo che avevamo programmato e mi scuso con con gli interessati
Approfitto ancora un secondo per
Ringraziare fra i tanti intervenuti anche il senatore servizio Bocchino che vicepresidente della Commissione industria ed è a sua volta un ricercatore astrofisico e
Grazie davvero per per la sua presenza e
Colgo in questo anche come dire
L'auspicio che poi su alcuni temi si possa poi
Ragionare al di là degli schieramenti per
Individuare le soluzioni
Milioni per il Paese e consentitemi di qui esprimere un'opinione personale abbiamo sentito
Quel tutti in sala silente protagonisti in qualche modo del dibattito
Rispetto al tema dalla competenza spazio anche dal punto di vista
Istituzionale perché evidente che c'è stato emerso nel corso del dibattito anche un tema di
Sovrapposizione incrocio
Di competenze
Questa è
Oggi in capo al
Al MIUR e e io credo che
Oggi questo possa essere una una grande opportunità perché
Conosco stimo il Ministro Stefania Giannini che unisce
Doppio dopo abbiamo vantaggio quello del
Ruolo politico a quello della competenza
Tecnica chi ha dimostrato sia dal punto di vista scientifico e anche della
Gestione comunque la macchina complessa come quello dell'università il la ringrazio moltissimo non formalmente per farlo sotto senza qui perché
Il le mille problematiche del Ministero di viale Trastevere per me in modo particolare in questa fase anche di
Campagna elettorale riuscire ritagliare il tempo per assistere
Al dibattito che ha scelto di farlo
Seduta
Fra il pubblico e non sul palco lo considero
Un gesto di di attenzione per il settore
Molto importante quindi
La ringrazio davvero senza alcuna formalità la prego se vuole portarci le le sue conclusioni un grazie davvero al Ministro Stefania
Grazie e buonasera a tutti sono io che ringrazio voi Paolo Messa Maria Latella per aver organizzato questa
Interessante direi occasione di approfondimento
Su un tema vitale
Avete giocato avevamo molte giochi di parole
Perché il mio campo di spazio non intendo quindi non mi ha vinto però mai di fronte a un così qualificato pubblico su
Un'analisi tecnica scientifica di un tema che anche un profilo tecnico scientifico molto importante quindi aver potuto ascoltare anche se non tutti gli interventi parte di essi mi è stato molto utile per completare
Il quadro che in questi due mesi o doverosamente anche con piacere cercato di mettere insieme
Guardate io concludo con poche osservazioni che
Riconducono mi toni mica mente questo tema specifico il tema più ampio della ricerca perché forse
Lo spazio vitale è quello della ricerca italiana in contesto europeo e internazionale e poi poche pochissime considerazioni finali su il tema specifico e anche su un segmento che quello che ha
Esaurientemente e non poteva non esserlo Aldo Sandulli che ringrazio anch'io davvero senza nessuna ritualità per il lavoro straordinario defatigante oggi ti vedo
Più arzillo a volte
Ho visto Alden condizioni comprensibilmente
Di come dire
Sofferenza perché il compito non è stato facile
E che è quella dell'Agenzia spaziale italiana perché insomma quella è la sede da cui ripartire
Ma guardate la ricerca l'avete detto più o meno tutti a due sostanziali dimensioni necessariamente nel nostro Paese come negli altri Paesi avanzati una dimensione interna
Che
Governance e attivazione di processi all'interno del mondo della ricerca che è fatto di università ed è fatta di istituti ad essa predisposti
Alla dimensione esterna che il contatto necessario e doveroso con tutto ciò che interagisce con la ricerca
Di di base e quindi il mondo delle aziende qui magistralmente rappresentate da quei settori che in Italia producono e quindi interagiscono in questa direzione i vostri interventi
Hanno dimostrato anche concretamente quanto sta avvenendo con difetti possibili correzioni se riusciremo a farne necessarie
E poi con una dimensione che non è di tipo tematico ma è di tipo geografico cioè quella della necessaria internazionalizzazione dei processi l'ho detto ieri in una sede solenne che era quella dell'Accademia dei Lincei parlando della
Possibilità di ipotizzare una biennale della ricerca per il nostro Paese e quindi mettere questo tema
In una
Diciamo filiera di considerazioni in continuità costringano diciamolo pure che costringono anche un dibattito pubblico fuori dalle aule accademie che su questo tema strategico
E in quella sede mi sono permessa di dire che
Ricerca internazionale è quasi una tautologia perché la ricerca per definizione storicamente internazionale a maggior ragione oggi a maggior ragione su temi di così ampio respinto
Ora
Io parto da una considerazione che tra le altre mi ha colpito del Presidente tetto del di vitale esse Alenia
Ed era
Sottolineo
Si è deciso a un certo punto di non investire cioè
Il Paese ha fatto una
Una
Come dire una manovra correttiva a politiche che fino a quel momento avevano portato il settore dello spazio ma non esclusivamente esso ad avere un ruolo di leadership nel campo internazionale
Ecco io me lo pongo come quesito si è deciso di non investire oppure si è smesso di decidere perché forse la politica talvolta fa
Questo
Che
Il e non è un non è una perifrasi
Cioè fa questa questa scelta diciamo
Di convenienza perché decidere vuol dire assegnare fondi vuol dire scegliere politiche che poi costringono
La impostazione dei bilanci nazionali e del Bilancio settoriali apprendere da un settore e a metterlo in un altro settore questo guardate sia in tempi molto avari
E molto complesse come queste sia in tempi come questi che viviamo sia in tempi anche di vacche molto più grazie comunque investire nell'aerospazio significa
Mettere meno risorse in un altro settore che può essere quello umanistico che può essere quello all'interno delle
Delle scienze diciamo della spesa e del settore scientifico di altri settori
Quindi il fatto che forse a un certo punto si è smesso di decidere quindi mi permetto con molta
Schiettezza di dire
Di esercitare il ruolo della politica perché questo
Il compito di qualunque classe dirigente che
Al Governo di un Paese a
Una direi un dovere di raccogliere dai mondi di riferimento interni ed esterni come in questo caso a certi temi cruciali
Dati informazioni elementi che che aiutano diciamo ad avviare un processo decisionale poi prendere le decisioni del Carso
Questo è avvenuto è avvenuto per lo spazio l'avete ricostruito voi non sto ora ritornare insomma al alla alla attenta ricostruzione in anni anche abbastanza lontani
E questo sì accompagnato ad un altro processo che mi permetto nella sua ovvietà di per riportare l'attenzione comune la sostituzione di una visione strategica a una successione di una sequenza di soluzioni tattiche
Cosa intendo dire per fare esempi molto concreti professori si resta ministri qualche volta si diventa io gli esami agli studenti quando vedo dico ma mi faccio un esempio concreto vi faccio un esempio concreto sarebbe tattico
Nominare
Come faremo ad horas o
A dire se
Il dal Presidente del Agenzia spaziale italiana senza tener conto che questa nomina si inserisce
In un processo non solo di rivitalizzazione e dimessa a norma di una
Agenzia che l'avete detto ha avuto un ruolo importante e solo per vicissitudini
Ahimè travagliate e
Non dipendenti dalla sua natura dalle sue finalità non deve essere accantonata ma assolutamente deve essere rimessa sul filone dominante
Sarebbe tattico e non strategico affrontare in sede ESA io mi sono affacciata per un'unica prima riunione a Ginevra con i partner
Europea
Francia e Germania principalmente
Ecco in quella sede lì prendere decisioni su la trilogia no dei lanciatori abbia in cinque abbia non sei
Considerando che veda è nostro diciamo elemento importante considerando che altri o è una delle aziende italiane che ha
In questa partita un importante ruolo che vanno solo salvaguardato no potenziato ma senza inserire
I ruoli questa questa
Qui diciamo nostra
Quest'anno questa nostra partecipazione al tavolo ESA di cui siamo peraltro contribuito al sud significativi è stato appena detto
All'interno del più ampio capitolo della
Strategia per lo spazio che l'Italia vuole giocare nei prossimi cinque seminari
Quindi se vogliamo restituire strategia
Come la ricerca non solo merita ma mi permetto di dire esige
E sostituirla con l'attacco alla tattica più finora forse ha costretto i Governi che si sono avvicendati non voglio vedere attici volontaristico ha costretto
Io credo che si debbano fare sul versante interno su quello esterno alcune cose molto sinteticamente Pelé riassunto nella mia visione
Primo a livello interno
Poter
Arrivare ad una programmazione possibile e questo vale per il settore aerospaziale come per tutti gli altri settori in questa logica di naturalmente combinazione delle scelte
E questo significa che il Ministro dell'economia insieme al Ministro dell'università della ricerca ma anche ai ministri che sono di quei ministri insomma i Ministeri ovviamente il mese da una parte del Ministero della difesa per questo pittore specifico devono capire
Sotto naturalmente la doverosa e necessaria presenza
Di tutela divisione della Presidenza del Consiglio cosa vogliamo fare nei prossimi cinque anni badate non cosa vogliamo fare
Per questo esercizio finanziario perché dobbiamo rimettere in via dell'ASI
E dobbiamo
Dare risposte a Francia Germania nella partita dell'ESA ma cosa vogliamo fare nei prossimi cinque anni allora questo significa avere idee chiare
Su quante risorse possiamo e vogliamo assegnare per esempio
Per dare ad altri
Non ossigeno che la rilanci oppure su quante non possiamo darne in aggiunta e quindi calmierare all'esistente considerando il contributo che diamo all'Agenzia spaziale europea su cui continueremo ad essere impegnati presa una decisione politica
Assunta e credo irrinunciabile
Ma quindi valutando che questo comporta anche all'interno della gestione dell'ente
Delle
E necessitati razionalizzazione
Di contenimento di costi e anche di scelte
Diciamo di tipo interno specifica
Secondo punto semplificazione e razionalizzazione solo due parole che sono comparse indecente
Diciamo documento non è un decreto come sapete ma era la insomma l'agenda
Di linee programmatiche per la riforma della piatti ha avuto una specifico capitolo
Enti di ricerca due punti razionalizzazione aggregazione in lista appunto di
Una
Rivisitazione complessiva del settore
Vi dico la mia
Visione che naturalmente non è
Esclusiva e non è
Non sarà
Dominante se non in questa
Visione condivisa
Con soggetti che ho detto
Nel settore della ricerca che mai più che mai proprio in una
Prospettiva
Strategica si deve
Stare attenti a non confondere la razionalizzazione con
La necessità
Di risparmio dico sta perché la ricerca non è un settore
In cui si deve partire da quanto voglio risparmiare per poi arrivare a fa ad adottare le soluzioni funzionali possibili si deve fare il contrario cioè si deve capire quali sono gli obiettivi e poi funzionalmente adeguare
Nel modo più razionale possibile
Gli obiettivi
A le le le scelte politiche e le scelte anche organizzative e strutturali agli obiettivi
Anche qui vi faccio l'esempio che peraltro in una
Qualificato parterre come questo e sicuramente già implicito è noto noi abbiamo venti quattro enti di ricerca
A tutela
Varia la maggioranza sotto la tutela del MIUR
Alti accolto tutela
Di altri ministeri
Ecco che cosa ne dobbiamo fare diamo immaginare un ente unico l'agenzia la grande agenzia con Argan un ma con la maiuscola come altri Paesi hanno fatto magari poi gli altri stanno tornando indietro da questa policy perché non si è rivelata così
Diciamo positiva dobbiamo invece pensare
A una maggiore
Funzionalizzazione delle stessi obiettivi e delle stesse competenze su grandi progetti strategici io sarei più per questa seconda che non per la prima cioè è comunque un capitolo che va visitato che rivisto alla luce di principi di questo genere
Terzo e concludo per la dimensione interna
Quindi il primo si parla di Baggio
In questo caso si parla di regole
Il terzo si parla di uomini di donne
Scusate ma
Ricercano la fanno
Anche se parliamo di spazio Paolo
Non la fanno i marziani la fanno uomini e le donne
Del nostro Paese e gli altri Paesi che dovremmo e qui sono molto d'accordo finalmente essere in grado di attrarre finalmente essere in grado
Di
Ospitare nelle nostre sedi d'eccellenza non solo perché
L'Italia bella si viene a lavorare molto volentieri a Genova come all'Aquila come in altre aree del Paese che offrono a Trieste queste possibilità
Ma anche perché l'Italia deve cominciare ad offrire condizioni di lavoro e di ricerca che ricercatori e la cosa che i premi di più guardate oltre
A un dignitoso salario che sia comparabile a livello internazionale ma condizioni di lavoro e di ricerca che siano competitivi certe diano a quei ricercatori la condizione la possibilità di avere risultati
Che siano spendibile a livello internazionale
Questo fa bene al ricercatore fa bene al gruppo fa bene al sistema
Voi direte molto facile anche qui a denunciare questi principi che cosa si fa si semplifica le regole
Sì comincia a pensare
Che non puoi assumere un ricercatore con tutto il rispetto ai siti absit iniuria verbis come assume
Mi un impiegato nelle Poste o negli enti locali perché sono due mondi diversi perché hanno regole diverse perché hanno obiettivi diversi allora tu da una parte
Non devi esercitare un controllo ex ante degli forse citare una valutazione ex post
E la questione cambio culturale guardate anche un cambio strutturale
Molto forte ci riusciremo lo potremmo fare il punto non so cosa rispondere oggi
Paolo scusami Tito la non ha non ho la risposta però sicuramente dalla parte della del del mio ministero che la mia visione che doverosamente porterò sul tavolo condiviso ci sarà questo punto
Noi dobbiamo condito rendere le condizioni di reclutamento punti di attrazione di talenti stranieri quindi di permanenza dei talenti stretti italiani
Come condizioni comparabile a livello internazionale semplificante e possibili
Concludo davvero la dimensione esterna l'avete descritta talmente bene
Non oso aggiungere nulla
Industria
E Università che collaborano B possiamo dirlo non ce ne sono gli esempi di grande
Di grande qualità e l'Italia insomma ogni volta Rick
Core darle non fa male perché sembra che
Siano solo le le mele marce che alla fine vengono esposte in vetrina invece non ci sono tante nelle sale ma anche quelle rosse belle
Direi appetibili tutti i sensi
Quello che forse quello che forse si deve anche lì
Fare con maggiore
Lucidità strategica e capire
Quali strumenti possono rendere questo rapporto di continuità
Tra formazione ricerca aggiungo io alle due modalità
Descritta dal Presidente del kit tecnologico Jean Marc G venti il curiosi di driven che serve anche come base a tutto quello che poi diventa
Soprattutto nel settore aerospaziale tecnologia applicata ai nostri bisogni quotidiani dal cellulare alla sicurezza tutto quello che
Normale cittadino a partire da me non capisce sempre immediatamente collegato a questi a questi avanzamenti
Ecco far sì che questa sia
Un processo continuo che sia un processo diciamo non occasionale perché quello che abbiamo ecco quello che voi in più occasioni per quel che ho sentito avete giustamente definito
La difficoltà di passare
Come dire dall'evento
No quindi dall'occasionalità talvolta geniale talvolta anche
Molto vitale
Alla serialità cioè
Alla continuità del processo qui la politica deve e può fare qualcosa no perché
Può semplificare le regole nella mia visione e non
E non aggiungerne
Può assumersi un ruolo di valutatore ex post e non di controllore autorizzativo ex ante
E posso soprattutto nel rapporto tra il mondo dell'impresa che quindi profitto per definizione il mondo della ricerca che e appunto no-profit o comunque orientata all'avanzamento della conoscenza e non al mercato
Deve
Credo indicare appunto qui possibili obiettivi comuni che rendano questa osmosi costante e continua come nella maggioranza dei Paesi avanzati agire
Se questo
Se questo dovesse morì uscì sono
A
Pensarlo e condividerlo in sede politica ma anche ad avviarlo sull'agenda di Governo ovviamente richiede una legislatura almeno e questo è il nostro di Zonta capitale
Credo che dovrà restare fermamente
Beh intanto
Non buoni Remo di resilienza o non sopravvivere di resilienza che poi la condizione che ci sembra un po'incatenare tutti in questa fase della storia non solo italiano
Secondo avremo una grande opportunità dello spazio di arrivare al due di dicembre che la data ad oggi designata nell'agenda della Presidenza per
La ministeriale su i temi dell'aerospazio
Con idee chiare
Principi diciamo organizzati e forse qualche obiettivo che finalmente potremo aggiunge
Ancora ancora una grazie ad una al ministro sa che può contare lei la sua squadra sulla supporto e collaborazione
Di tutte le istituzioni
Del governo delle istituzioni internazionali il supporto anche in termini di informazioni da parte del nel mondo dell'impresa e credo che su questo si potrà anche registrare sul piano politico e parlamentare in una convergenza importante quindi al Ministro
Tutti voi a tutti noi un un buon proseguimento di lavoro sperando
Davvero di riuscire a
Fate Borgione al meglio tutte le opportunità che
Dallo sparse verso lo spazio il nostro Paese può produrre ricordando
E con questo
Un punto e vi auguro buona serata che non a caso anche per il Consiglio nel periodo la Presidenza del semestre italiano nel Consiglio europeo è stato scelto come
Ambasciatore italiano un astronauta che caparbietà ma credo che questo sia non s'ignora
Più chiaro di quanto
Il nostro Paese o vuole investire in questo settore
Che però più il ministro sembra davvero una mano ha bisogno di risorse se vogliamo che programmi così importanti non vadano ad esaurirsi grazie davvero una buona serata