11MAG2014
rubriche

Osservatorio Giustizia

RUBRICA | di Lorena D'Urso RADIO - 16:30. Durata: 29 min 32 sec

Player
Conversazione settimanale con il Presidente dell'Unione delle Camere Penali Italiane, Valerio Spigarelli.

Puntata di "Osservatorio Giustizia" di domenica 11 maggio 2014 , condotta da Lorena D'Urso con gli interventi di Valerio Spigarelli (presidente dell'Unione delle Camere Penali Italiane).

Tra gli argomenti discussi: Amnistia, Anm, Antigone, Appalti, Avvocatura, Azione Penale, Beccaria, Carcere, Cassazione, Civile, Consiglio D'europa, Corruzione, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Costituzione, Csm, Custodia Cautelare, Diritti Umani, Diritto, Droga, Esposizione Universale, Europa, Francia,
Germania, Giovanardi, Giustizia, Governo, Intercettazioni, Italia, Legge, Livorno, Magistratura, Mani Pulite, Mass Media, Milano, Ministeri, Napolitano, Orlando, Parlamento, Penale, Politica, Privacy, Procedura, Radicali Italiani, Riforme, Storia, Tangenti, Torreggiani, Ucpi.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 29 minuti.

leggi tutto

riduci

16:30

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buon pomeriggio a tutti benvenuti all'ascolto di osservatorio giustizia alla rubrica con il Presidente dei penalisti italiani l'avvocato Valerio Spigarelli dunque mentre i radicali proseguono il loro Satyagraha la loro iniziativa non violenta quest'oggi ti Mannella Comitato dei Ministri della Consiglio d'Europa ha pubblicato sul suo sito la lettera inviata dai radicali in aprile in cui gli stessi esponenti radicali contestano le informazioni fornite dalla Governo sulla risoluzione il problema del sovraffollamento nelle carceri una questione che l'Italia come è noto deve riuscire a risolvere entro la fine di maggio come indicato dalla sentenza
Torregiani emessa dalla Corte europea dei diritti umani un anno e mezzo fa nella lettera che ora a disposizione come documento ufficiale di tutt'i Paesi membri della Consiglio d'Europa e del dipartimento che si occupa di valutare come gli Stati eseguono le sentenze della
Cortese Asburgo e sottolineato che i radicali ritengono che e la situazione nelle prigioni italiane non sia cambiata nell'ultimo anno e che non esiste alcuna prospettiva realistica che la questione della sovraffollamento possa essere risolta entro il ventotto
Toh Maggio prossimo
Dunque il consiglio d'Europa prende atto della lettera dei radicali ed è quello che in Italia è il Parlamento e il Governo non fa
Continua a non fare direi
Quello che non sta succedendo e quello che abbiamo speso altissimo o segnalata in questa trasmissione su
Prendere atto della realtà e prende anche il coraggio a due mani serre risolvere la questione
Siamo ormai agli sgoccioli da questo punto di vista perché termine
E quali caduto ed iniziano anche i vari balletti sulle sui numeri per quello che è stato fatto per quello si può fare questo ridottissimo periodo di tempo e per quello che si dovrebbe
Pare successivamente
Qui porto e quel che va detto a questo punto per non ripetere quello che diciamo sempre e che non siamo neppure riusciti a comunicare
L'idea di una svolta dal punto di vista
Vorrei dire strutturale s'del
Tema penale
Che possa riportare non soltanto le carceri ad una condizioni di civiltà ma il problema penale ad una condizione
Rispetto al carcere di ve reale modernità cioè quello che noi avremmo dovuto
E potuto mettere sul tavolo in questo periodo di tempo che è stato un periodo di tempo lungo era una riforma radicale del problema delle pene
Che in prospettiva avrebbe potuto anche rassicurare sul fatto che in carcere non c'è più la prima di una condanna definitiva che in carcere più di alcuna rispettare dei diritti fondamentali ma soprattutto
Che il carcere
Diventa non la presentazione dell'espressione del problema penale italiano ma una delle piantagioni
Ecco neanche questo siamo riusciti a fare neanche questo siamo riusciti a comunicare
E quindi come nel luogo dell'oca abbiamo ritornati al punto di partenza e questo punto di per
Penso sarà è un punto su cui mi sembra che questo gruppo mento incredulo però non sono più disponibili né a farci sconti
E ne potrà darci grandi speranze di rinvii ulteriori
Obiettivamente io mi augurerei
Che non ci diranno non ci facciamo sconti e non ci siano ulteriori dilazioni perché ogni volta che ce l'hanno data e non siamo riusciti Vojvodina da norme
In tutto questo il ventidue maggio il ministro Orlando sarà di nuovo a Strasburgo per fare il appunto della situazione dunque a pochissimi giorni dalla scade saputo del termine fissato dall'Europa all'Italia per risolvere l'emergenza del sovraffollamento carcerario Orlando nullo a annunciato nei giorni scorsi ha detto parleremo di cosa è stato fatto di cosa che sta facendo di cosa resta da fare non azzardo previsioni ma stiamo stringendo su una serie di fronti tra questi ha ricordato un ulteriore passaggio
A livello normativo ci che ci sarà con l'approvazione del decreto sugli stupefacenti e della riforma della custodia cautelare
Che ha detto urlando chiesto avvenga prima del ventotto maggio e comunque questo forse la cosa più insomma più significativa il ministro Orlando ha detto che se anche affrontassimo l'emergenza bypassando la pronuncia di Strasburgo ressa appunto quello che diceva lei prima in sostanza il tema del modello detentivo
Per esempio ripensando alla legislazione sugli stupefacenti
Allora qui io rubo una battuta
Sembra efficace da parte di Antigone se non mi ricordo male che annotato che centotre ripensati alla filosofia della legislazione sugli stupefacenti
E dai d'incarico di relatore alla nuova legge al l'onorevole Giovanardi eccome e metti la volpe a guardia del pollaio o vi pare che lo dicesse
Nomini Dracula Presidente dell'all'ANAS ecco
Cioè tutto sommato sarebbe bene
Dei contribuenti
E quando si fanno affermazioni di questo genere invece poi non pare quello in pratica sempre per gli equilibri politici invece di carattere più generale
E assolutamente
Antitetico alla Filosofia cui dovrebbe ispirarsi di una nuova pagina per esempio in punto di legislazione sugli stupefacenti
E questa è la prima nota che mina dismessa seconda cosa che mi viene da dire come il numero sempre anche
E il la custodia cautelare su questo tema era o più giusto che
Di indichi quel tema perché è uno dei temi che contribuisce a quella
Situazione del carcere che conosciamo
Ebbene è si dovrebbe evitare di continuare a prosciugare
Questo intervento sulla custodia cautelare
Fino a farlo diventare da quel torrente quello che era perché ancora non era un fiume che poteva
Travolgere e l'utilizzo incostituzionale della custodia cautelare che mi fa nel nostro Paese applicando la come una pena anticipata
E lo si è ridotto a un piccolo rivolo piccolo rivolo che tra l'altro non riesce neanche a percorrere però poco bene perché subito efficienti sono alzate di scudi di qua e della a proposito magari di un certo tipo di reati piuttosto
Sto
Che a proposito della
Delle soluzioni che normativamente erano state poi meglio appunto si tanto per dirne una come lei dall'Associazione nazionale magistrati si dice
Dopo avere
Come dire
Mosso dei pagamenti anche rispetto a questo problema quello dell'utilizzo della custodia
Cautelare in carcere ogni tanto voi da delle indicazioni che sembrano assolutamente contraddittoria si per esempio siccome in quelle proposte ci impone
Nel
Sotto sul tema ecco di tutela della libertà che prevede che la libertà possa essere privata ad un imputato in certi casi che dovrebbero essere eccezionali
Che prevede la possibilità di un controllo sulla privazione della libertà con tempi stringenti i dieci giorni
Ai cinque giorni per essere interrogato si finisce in custodia cautelare con un'ordinanza di custodia cautelare i dieci giorni
Per vedere
Una decisione del tribunale del riesame
E Poiana comincia ad avere dei tempi e dei termini che diventano ordinatori per cui una volta che ci sia definito e una volta che quella
Decisione del tribunale del riesame è stata aperta i tempi
Dilatano a dismisura
Da che
Nonostante il Codice dica per esempio in caso di ricorso perché la mozione avverso una decisione del Tribunale del Riesame quella graduatoria debba decidere in trenta giorni e poi la Cassazione chi finora
I ricorsi della di ambiti di ottanta
I feriti tribunali del riesame decidono in dieci giorni e poi che possiedono le motivazioni in tempi molto più lunghi
Ecco su tutto quel su una serie di proposte erano state fatte
Nel corso dei lavori di alcune commissioni ministeriali che citiamo spesso si e quelle soluzioni poi sono state oggetto anche di deve comprato per il proprio
Se non addirittura totalmente eliminate ma qui il punto fondamentale però e uno
Che noi vogliamo realmente
Impedire che quello che succede e continua a succedere
E cioè che di fronte ad un fatto e che viene vissuto come grave
La custodia cautelare diventa un automatismo e allora dobbiamo anche stabilire proprio
Expressis verbis nella legge che la custodia cautelare in carcere tra virgolette vietata
Senior rapper reati che hanno una certa gravità osserva per reati che hanno una particolare conformazione per cui la pericolosità
Ontologica per quel tipo di reati
Fermo restando che anche per quel tipo di reati poi devono sussidi per le esigenze cautelari a tutto questo non ci è arrivato pure d'accordo proposto in quelle commissioni ministeriali con una tutta una serie di
E soluzioni che probabilmente avrebbero inciso molto di più
Sul tema il la degenerazione del primo tema però insomma il rigetto dell'Anm
Stato forte si si è sentito perché peraltro appunto come diceva lei continua tutt'Tora perché e proprio dei degli ultimi giorni questo allarme per alcune criticità e per un nuovo illecito disciplinare legato alla riforma della custodia cautelare lanciato dall'NM che di fatto mette in discussione anche la l'approvazione definitiva del provvedimento che dovrebbe avvenire primi di giugno il suo nome ripercorro
Parliamo di quell'importo parliamo sempre di una analisi che magari viene condivisa sul fatto che c'è una degenerazione del sistema
Poi quando
Ed individuare la responsabilità della degenerazione del primo tema allora tutto umana ironia nebbia in cui diventa tutto imperscrutabile perché in questo Paese
E quando non è colpa diretta al riguardo è colpa di tutti non è colpa di nessuno
Quando invece i tempi di imporre comportamenti virtuosi violati i quali cioè quindi normativamente previsti debole violati i quali il una responsabilità può essere accertata
E allora ritorna nell'empireo dei dei discorsi vaghi sia in realtà
Qui il problema è che voi verifichiamo nei tribunali italiani verifichiamo negli uffici giudiziari italiani
E che il e l'atteggiamento mentale nei confronti della custodia cautelare in carcere è sempre quello che abbiamo descritto ed è sempre quello che abbiamo stigmatizzato cioè si utilizza la custodia cautelare
Per saltellare e il tema siccome non è certo che poi alla fine del processo sconterà e la pena allora avevamo faccio scontare inizialmente qui deve portare il concetto che ai processi
In genere si va liberi anche per fatti gravi quando non esistono delle esigenze cautelari attuali e accertarle quando non c'è la prova che si sta tentando di inquinare e il reato quando non c'è la prova che
Ci si vuole sottrarre eventualmente
Attraverso una pura quando non c'è la prova vera reale significativa Arnold esulta semplicemente da formule clausole di stile di un pericolo di reiterazione ma per fatti di una certa pericolosità
Che venisse in custodia cautelare perché come dire
Il fatto è grave e quindi impegnato cioè finisce se non è questa la filosofia giusta la filosofia giusta e quella che i conti della custodia cautelare un'eccezione una reale eccezione rispetto alla regola positiva al processo
Liberi come succede nei paesi avanti e a questo proposito la riforma della giustizia ha detto il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
E invocata da troppo tempo ed è un rinnovamento che tarda a ad arrivare per questo la Presidente Napolitano è tornato a chiedere con forza appunto una riforma in grado di
Restituire rapidità ed efficienza all'universo giudiziario italiano fatta per necessario come diceva giustamente Napoli prevarrà la prima volta che lo dice Napolitano nel suo
Corso secca nato la la ripetuto spessissimo e anche in questo
Questo monito da parte dei Napolitano arretrato reiterato fortunatamente ci troviamo di nuovo mettere d'accordo sul senso proprio delle parole
E che significa riforma della giustizia
Perché se la riforma della giustizia ci declina dicendo ci vuole il reato di autoriciclaggio ci vuole la la l'amputazione della prescrizione e
Adesso non so più che altro quella non è la riforma della giustizia riformare la giustizia e metterci attorno a un tavolo e dire
Abbiamo scelto
Ormai più di vent'anni fa
Un certo tipo digerito che il rito accusatorio
Quel ripeto abbisogna di un giudice equidistante dalle parti quel Paese la riforma la giustizia ce l'abbiamo quel giudice Guido tanto dei parchi no perché tra l'avremmo quell'eccesso di custodia cautelare di cui abbiamo parlato qualche minuto fa
Abbiamo bisogno di regolare tenta di mandare e come dire ad incappare poi nelle nelle lotte intestine all'interno delle procure
E come viene esercitata l'azione penale
Quali sono i tempi di iscrizione nel registro notizie di reato e come vengono fatti morire in alcuni casi i processi per consunzione in altri casi
E invece li facciamo viaggiare a velocità liberali
Perché evidentemente se in passato no su determinate questioni che possono avere un certo rilievo mediatico Napolitano addetto agli uditori giudiziari anche che il magistrato tipo
E un magistrato che non è capace alla cronaca reclamando il suo quarto di fama tanto per
Diciamo
Metterla in maniera diversa rispetto alle parole ovviamente istituzionali del Presidente della Repubblica da questa potrebbe essere una parte della riforma della giustizia la riforma la giusta per ripensare l'aspetto della magistratura dal punto di vista costituzionale
Questa è
La riforma della giustizia e ripensare il principio di obbligo obbligatorietà dell'azione penale e ripensare la responsabilità civile dei magistrati queste affinché la riforma della giustizia
è anche incidere sui tempi del processo riflettere sulla prescrizione ma riflettere sui tempi morti del processo che sono quelli che ci fanno essere il fanalino di coda
Nel mondo rispetto alle lungaggini processuali
Quindi quando dicono a giugno dobbiamo fare la riforma della giustizia da un lato io plaudo alla al
All'intendimento dall'altro lato come dire metto mano a a alla pistola e poi mi ammannite non è o non la riforma della giustizia ma un succedaneo che non c'entra assolutamente nulla con la riforma della giustizia
Quando si dice voglio fare la riforma la giustizia la voglio fare entro giugno
Ma non mi dice chi la voglio fare all'interno di una riforma costituzionale dello Stato allora comincio a pensare che non stiamo parlando da un'altra cosa ma parliamo della nuova Abu Mazen assume
L'Expo due mila quindici perché appunto mai fatto noto nella nel mirino della Procura di Milano sono finiti tre grandi appalti per tre
Grandi opere i vertici delle aziende appaltatrici in primis
Credo la vicentina Maltauro sono accusati di corruzione turbativa d'asta associazione a delinquere per aver pagato tal genti servendosi dell'intermediazione di di faccendieri peraltro Giannotti alle cronache negli anni Mani Pulite lex
PTCP Primo Greganti lex dixit Stefano Frigerio
Sergio Catozzo che era l'ex segretario regionale
Dell'UDC in in Liguria ma insomma in tutto questo c'era anche un'assenza vistosa durante la conferenza stampa della procuratore Bruti Liberati subito dopo gli arresti di Expo quella dell'aggiunto Alfredo Robledo coordinatore della dipartimento reati contro la pubblica amministrazione che pur è attraverso il Pubblico Ministero D'Alessio ha condiviso buona parte dell'inchiesta coordinata però per questo troncone
Dal capo dell'antimafia milanese il dado Casini con il PN Gittardi traguardi io
Al ramo mi sottraggo lo sport nazionale di entrare mani e piedi nelle inchieste e spero che
Non ci sia alla la il fenomeno che anche per imitazione creava un sacco di danni di Tangentopoli se c'è la Tangentopoli è un
Diciamo fu una
Una serie di indagini su quello che all'epoca era un
Fenomeno di corruzione
Amplissimo poi divenne altro da dire
Benché divenne una sorta di levatrici politica
Con molto spesso poi guarda caso l'utilizzo di strumenti processuali in maniera impropria dalla custodia cautelare alla pubblicazione delle intercettazioni telefoniche addirittura lo stravolgimento
Di di quello che allora era la la comunicazione giudiziaria o le informazioni di garanzia ecco io spero che questo non ci sia poi debbono accertare la responsabilità di Tizio Caio o Sempronio lo facciano e lo facciano in maniera seria
Mi permetta di più semmai e ma ricollegandomi a quello che le ho detto prima epicentro schierarmi McCoy non tecnico i Capuleti delle varie procure
E riflettere appunto sulla circostanza che
Però dobbiamo avere tante ripubblica e quante sono le procure della Repubblica
E tanti come dire più da Daria interni
Quante sono le procure quanti sono invece i procuratori della Repubblica noi dovremmo avere un sistema più ordinato da questo punto di vista dunque ultimo tema in cui
Anche
E alcuni passaggi fondamentali come l'iscrizione nel registro di prove di reato abbiano un controllo giurisdizionale perché troppe volte il richiamo al fatto
Che non essendoci un controllo giurisdizionale le regole che pure esistono vengono aggirate noi dovremmo avere e mai una
E come dire una serie di regole diventa linee che dovrebbero partire da una regola costituzionale cristallina
Sull'esercizio dell'azione penale sull'obbligatorietà che è scritta in Costituzione ma poi non viene praticata ecco io guardo a quello che succede anche alla surroga Loiano
Naturale
Anche il principio del giudice naturale del giudice naturale certo poi e foglio le cronache di quella vicenda che
Viene da pensare anche a come funziona il Consiglio Superiore della Magistratura ma mi viene da pensare per una battuta del procuratore di di Milano
Al pari a giornali e affari a Legambiente e che avrebbe detto in una in alcune occasioni
E Petruzzelli e perché qualcuno dei nostri al Consiglio Superiore non preoccupato per andare al bagno nel momento in cui erano quelli Magistratura democratica ecco o il contrario ecco
Va beh ripeto prescindo dall'aridità o meno ed è la battuta e del patto
Penso che però una battuta applausi Berlino plausibili sì ma è un fatto plausibili primo perché al Consiglio Superiore della Magistratura ci sono delle dinamiche correnti che per cui come ho detto già in qualche altra occasione
E l'unico luogo dove ancora impera il manuale Cencelli e vengono dividere per correnti della magistratura le cariche apicali semi apicali
Non apicali per nulla e quindi arrivare entro fino al bidello o della scuola della magistratura quando a applicazione del manuale Cencelli ecco
Guardo lì
Ieri era per fare in quel momento e mi era per fare quello che io ho ripetuto cure prima facciamo la riforma della giustizia per esempio
Troviamo la maniera
Grigo lari in in modo diverso la vita del Consiglio Superiore della Magistratura magari
Come dire riportarlo nell'alveo costituzionale evitando di ampliare invece lì a per ed
Tempio fare delle proposte legislative come avvenuto da ultimo spero ne parleremo abbastanza anzi hanno un farebbe solo perché hanno votato
Diciamo maggioranza non sono passate alcune assolutamente non condivisibile
Allora appunto per rimanere in tema di CSM o cassa azionisti o avvocati in merito e nel tentativo di dare respiro alla Corte di Cassazione che rischia di ha fondare sotto il peso i centotrenta mila ricorsi arretrati tra civile e penale ottanta mila nuovi ricorsi l'anno maggioranza della sesta Commissione del CSM proprio
Giovedì scorso ha presentato alla plenum appunto questa proposta o cassa azionisti o avvocati di in merito a questa proposta da sottoporre all'esame della Ministro della Giustizia al fondo l'idea che a questa sala Simone difficile che non ha riscontri in altri Paesi Europa se si pensa che in Germania vengono proposti meno di sette mila ricorsi danno in Spagna Francia meno di trenta mila contribuisca anche il numero eccessivo gli avvocati abilitati alla ricorso in Cassazione cinquanta mila contro la quarantina e la Germania e la centinaio della Francia ma
Per un soffio la proposta non è passata a dieci i voti favorevoli undici contrari e due
Astenuti sarebbe bastata la presenza al momento del voto del Primo Presidente la Cassazione Giorgio Santacroce che nella la seduta si era peraltro pronunciato a a sostegno della proposta per capovolgere il
Risultato io avevo già commentato quel portava garantirà
Molto originale è mamma a veramente assurda quando era stata presentata come ipotesi di lavoro anche in altre occasioni
Io sono contento che non è passata spero che venga proprio accantonata l'idea di fare urna diversificazione tra avvocati che ha fatto un'intima normative più e cioè che già c'è tra avvocati
Che devono avere o o una particolare preparazione una particolare esperienza per poter comparire di fronte alla Corte di Cassazione perché già liquidate l'albo dei carrozzoni ma di separare
Totalmente il diciamo la attività corrente dall'attività di rappresentanza di fronte alla Corte di Cassazione
Mi sembra questa variante le do solo un esempio cioè io faccio un'eccezione di costituzionalità sono un giovane bravissimo riesca a portarla
Di fronte
Alla Corte costituzionale o faccio un'eccezione che arriva in Corte di Cassazione avrà poi non posso rappresentare il mio amico Pietro per che non spaccio barca libertà diciamo a Oboh aureo che poi non riesco a comprendere neppure come dovrebbe essere composto perché qui
Le le le soluzioni sono dirette qualcuno diceva ecco diciamo potranno fare
Etica relazioni e qui solo i professori universitari se quelli che non hanno mai fatto l'avvocato magari
O non so in base a quale altri criteri mi sembra un'assoluta ma bravo accantona
Abbiamo un problema di troppi ricorso per Cassazione i posti si può operare sul tema ma queste sono a mio modo di vedere
Delle soluzioni assolutamente paga
Quando si parla della carcerazione poi bisogna esce fuori da un equivoco
Noi è vero che abbiamo molti più ricorsi per Cassazione di altri sistemi ma perché abbiamo una norma costituzionale
Che impone determinate cose e che modella il tema in quella maniera noi non abbiamo un modello accorte suprema
Anche se la Cassazione viene
Scusi sui finita ad uso diverso perché modelli accorte suprema trovatelli per cui chi selezionano determinati casi di particolare pregio giusta e non ce la siamo quel modello se abbiamo un modello diverso
E abbiamo un modello diverso in cui il controllo di legittimità è un controllo che parte dalla formulazione dell'articolo centoundici della Costituzione Placanica dalla nel Codice di procedura penale
Facciamola funzionare la captazione
E eliminiamo la riconoscibilità per un certo tipo di provvedimenti all'interno del processo eliminiamo il ricorso diretto da parte e dell'imputato
Torniamo tuttavia risoluzioni che già ci sono pensate sia quelli che si è riflettuto a questo tipo di demagogia di ritorno francamente a me non mi convince del nord
Prossimo fine settimana ci sarà un convegno promosso dall'Unione delle Camere penali per disse dissi e sabato diciassette proprio sul Beccarini già
Era il mille settecentosessantaquattro quando un breve saggio intitolato Dei delitti e delle pene veniva pubblicato anonimo a Livorno e a Livorno si terrà questo convegno
Quindi partiamo da duecento a cinquant'anni fa per e vedere se è possibile invece nell'attualità modificare il CIPE ma partiamo da quella
L'insegnamento di Beccaria che fu
Rivoluzionario all'epoca per tentare di riflettere su possibili rivoluzioni di sistema oggi lo facciamo in un convegno in cui ci saranno voci
Di assoluto rilievo accademico giudiziario forense
E che si concluderà poi con una sorta di messaggio da il messaggio che noi vogliamo dare perché poi finiremo per parlare con una scolaresca di studenti liceali
Dell'idea del di Beccaria ma soprattutto delle idee
Del sistema penale della pena perché vorremmo abbiamo da tempo ho pensato che dobbiamo forte rinfrescare le idee anche alle giovani generazioni su cos'è la pena che funzione ha nel sistema
Che non deve essere uno strumento vendicativo che deve essere uno strumento utile alla Società per vedere capire perché intuibili dei cittadini e migliori di quelli che sono nel momento in Quinta raccontare dal peso la pena
Partiamo da Beccaria per parlare invece ai giovani benissimo è Radio Radicale ci sarà anche a questo convegno appunto su Beccaria duecentocinquanta né
Mi dopo a Livorno intanto terminati qui anche per questa settimana osservatorio giustizia grazie all'avvocato Valerio Spigarelli Presidente dei penalisti italiani e l'appuntamento era domenica prossima
Grazie
E vi ricordiamo anche che se volete commentare questa trasmissione o anche solo dirci che l'avete ascoltata potete scriverci una me e il all'indirizzo io ascolto chiocciola Radio Radicale punto it davvero tutto grazie a risentirci a domenica prossima