13MAG2014
rubriche

Radio carcere: informazione su giustizia penale e detenzione

RUBRICA | di Riccardo Arena RADIO - 21:00. Durata: 48 min 11 sec

Player
L'incontro tra il Presidente della Repubblica e una delegazione dei Radicali guidata da Marco Pannella.

La questione: al di là dei numeri, al di là delle statistiche e dei mq a disposizione, chi è oggi detenuto in Italia viene trattato in modo legale oppure no?.

Puntata di "Radio carcere: informazione su giustizia penale e detenzione" di martedì 13 maggio 2014 , condotta da Riccardo Arena con gli interventi di Marco Pannella (presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito), Mirko (ex detenuto nel carcere San Vittore di Milano), Antonio (ex detenuto
nel carcere San Vittore di Milano), Francesco (ex detenuto nel carcere Poggioreale di Napoli), Lucia (ex detenuta nel carcere Rebibbia di Roma).

Tra gli argomenti discussi: Carcere, Costituzione, Diritti Umani, Diritto, Giustizia, Legge, Ministeri, Napolitano, Orlando, Pannella, Penale, Poggioreale, Presidenza Della Repubblica, Procedura, Rebibbia, Salute, San Vittore, Statistica, Strasburgo, Violenza.

La registrazione video di questa puntata ha una durata di 48 minuti.

La rubrica e' disponibile anche in versione audio.

leggi tutto

riduci

21:00

Scheda a cura di

Riccardo Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Io serale prima di lasciare il microfono a riti arterà Riccardo Arena perverrà rientrare carcere vi ricordo la programmazione di questa sera alle ventidue trasmissioni a cura della lega per il divorzio breve alle ventitré e ne è un reca tra la trasmissione a cura di Valeria Manieri e Tonia Mastro buoni alle ventitré e trenta fuor di pagina
La trasmissione a cura dell'associazione cerchi diritti alle ventiquattro la rassegna delle prime pagine dei giornali i domani alle ventiquattro e trenta il servizio d'archivio cura di ore di Aversa questa sera dedicato alla dodici marzo mille novecento
Settantasette il giorno in cui venne uccisa Giorgiana ma si restate economiche torniamo pochi tra fra pochissimo con radio carcere
I
Relativamente a quello italiano il tribunale
Trentacinque codice di procedura penale dichiaro al popolo italiano la Corte d'Appello di Palermo Seconda Sezione
In data cinque aprile mille novecento
Buonasera buonasera e ben trovati l'ascolto di Radio Carcere da parte di Riccardo Arena vi dico subito che questa sera di nuovo apriremo le linee guida da poco poter richiamare indiretta
Anche Amanda numero scusate zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno ma prima come forse qualcuno di voi saprà vi dobbiamo dare una notizia molto importante infatti questa sera Marco Pannella Rita Bernardini Maurizio Turco sono sa di ricevuti dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano l'oggetto dell'incontro era proprio il riproporre a riproporre Presidente i testi dei pesi posizione che in primo luogo grazie all'avvocato Giuseppe Russo di vita
Grazie si sono proposti e con una diffida formale nei confronti dell'ordinamento italiano e adesso come e denuncia formale di quella che Pannella definisce in termini strettamente Tec dice una condotta sovversiva da parte del regime italiano ma sentiamo sentiamo l'intervista che ha realizzato il direttore di Radio Radicale avesse Falconio proprio con Marco Pannella
Marco Pannella sei reduce da un incontro con il Presidente della Repubblica che ha ricevuto teche Rita Bernardini Maurizio Turco questa sera alla Quirinale
L'oggetto dell'incontro qual era come è andato questo
Aveva come avevo preannunciato gli riproporli anche il testi del
Prese di posizioni che in primo luogo
Grazie
Giuseppe Russo limitativo con Lori abbiamo proposto come diffida prima formale
Diciamo all'ordinamento italiano e adesso successivamente anche come denuncia formale
Una denuncia formale che potremmo
Già definire
Quello che noi
Riteniamo in termini proprio strettamente tecnici
Allora devo dire che il regime italiano in questo momento sta opponendo formalmente
In modo
Naturale visto che il crimine naturale allora
Uno Stato che da sessant'anni almeno è antidemocratico
Con naturalezza contesta e cerca di sabotare
L'esercizio ex cattedra proprio dei massimi
Potevi e delle massime responsabilità magistrali del nostro Paese fra i quali quelle appunto del Presidente della Repubblica e io invece fra
Gli uni degli altri gli altri ormai è chiaro che invece
C'è questo comportamento tecniche l'ambiente lo ripetuta lo ripeto
Che nessuno se ne sia ancora accorto o connessione insista e tecnicamente il sovversivo e dissolvere missione dinanzi ad affermazioni indiscutibili
Di legalità
Da parte dentro massimi organi magistrali italiani e internazionali
Per appunto riuscire a tornare in un Paese nel quale
Si affermi diritto
E non violenza
Democrazia e non antidemocrazia violenta
Di stampo
Diciamo che devono essere quelli gli stampi nazisti e fascisti
Perché stalinisti anche tout court da parte del Presidente Napolitano che tipo di interlocuzione c'è stata risposta devo dire
Ci conosciamo abbastanza
A partire da
Antiche riflessioni
Gli antichi e scelte
Di
Antiche università oggi credo che davvero per esempio su questa nostra proposta di dare corto a livello tecnico a un comportamento
Diciamo patologico
Del regime italiano che tende a distruggere rapidissimamente tutto quello che a livello massimo delle massime magistrature
Non solo italiane ma europee flussaggio internazionali noi riusciamo oggi qui incaricati di difendere mentre invece altrimenti le stanno stravolgendo
Così direi col ritmo
Del calcio balilla greca era quello il nostro Presidente del Consiglio
Grazie a Marco Pannella
Bene insomma avete ascoltato così Marco Pannella intervistato dal Direttore di Radio Radicale Alessio Falconio Marco Pannella punto che è stato intervistato Alessio Falconio subito dopo aver incontrato
Questa sera insieme a Maurice DURC coerente Bernardini il presidente la Repubblica
Giorgio Napolitano si possono dire inoppugnabile ragioni enunciate
Da Marco Pannella se durante questa intervista che addirittura al Capo dello Stato alla il massimo garante del nostro ordinamento ovvero al presidente la Repubblica
Giorgio Napolitano vedremo come si evolverà questo ulteriore importante iniziativa e dei radicali come vi dicevo questa sera anche questa sera apriremo le linee quindi voi ascoltatori potrete Inter
Venire indiretta chiamando il numero zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno per darci la vostra opinione sulla questione chi vi vogliamo porre questa sera e la questione di questa sera è molto semplice
Avete notato che quando si parla di carceri si parla soprattutto di numeri come insomma se
Le persone detenute fossero dei delle galline in un pollaio insomma si parla di carceri si parla soprattutto di numeri e non si fanno certo le analisi che oggi
Ha fatto Marco Pannella Presidente Giorgio Napolitano si parla di numeri numeri dei posti disponibili numero di detenuti in più numero dei metri quadri insomma numeri i numeri e numeri ma mai mai e poi mai si parla eh sì approfondisce di come di fatto oggi le persone detenute vengano trattate nelle carceri italiane insomma non si pone una domanda di fondo che questa sera vogliamo porre a voi ascoltatori ovvero al di là dei numeri al di là delle statistiche al di là dei metri quadri a disposizione secondo voi chi è oggi detenuto in Italia viene trattato in modo legale oppure no viene trattato in maniera disumano e degradante oppure no
Visto che i detenuti sono persone e non sono polli non sono statistiche sono persone ecco al di là dei numeri queste persone di fatto vengono trattate bene correttamente oppure no chiamate CDC la vostra opinione
Chiamando al punto numero zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno tra poco apriremo le linee
Voglio anche sottolinearvi però
Che quella domanda di vi vogliamo porre questa sera non è una domanda che arriva che arriva a caso ma è una domanda che arriva il momento ben precise ed infatti oggi mancano solo quindici giorni al ventotto maggio vero alla data di scadenza che ci ha dato la Corte di Strasburgo per rimediare all'emergenza carceraria del nostro Paese e armi in ministero della giustizia sentite un po'si dicono ottimisti ottimisti nel riuscire a evitare le severissime sanzioni che potrebbero scattare dopo quest'ultima domanda un ottimismo che guardate un po'il caso sì basato sui numeri i numeri non le persone non come vivono ma sui numeri
Sulle e non sulle reali condizioni detentive non a caso non ora caso domenica undici maggio il Ministro della Giustizia Andrea Orlando intervenuto alla Fiera del Libro di Torino
Ha detto che i provvedimenti legislativi adottati in materia di carceri hanno ridotto
Penso ad un po'l'attenzione dei numeri addice voi ancora urlando abbiamo lavorato su tutti gli appunti che ci sono stati mossi da Strasburgo e speriamo e crediamo che ci siano le condizioni perché si apprezzi il lavoro che è stato fatto in visto Orlando sempre parlando di numeri numeri numeri numeri non persone numeri anche precisato che siamo al di sotto le sessanta mila detenuti ad e allora si sta molto bene vero e ci sono quasi azzerare le situazioni di detenuti che vivono in spazi al di sotto di tre metri quadri insomma numeri numeri e ancora numeri mentre sita CE su una domanda ben precisa al di là dei numeri
Come di fatto vivono oggi i detenuti nelle nostre carceri divisi da vostro chimiche opinione chiamando indirette numero zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno e vi dico anche che questa sera
Aspettando le vostre telefonate anzi tra una telefonata e l'altra vi faremo ascoltare anche alcune testimonianze di persone che da poco su uscire dalle carceri tagliare in modo così da farvi un'opinione più compiuta insomma la domanda di questa sera
è al di là dei numeri al di là delle statistiche al di là dei metri quadri a disposizione secondo voi chi è oggi detenuto in Italia di trattarli in maniera legale oppure no chiamati indiretta al numero zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno le linee sono aperte e intanto mentre aspettiamo le prime telefonate le linee sono aperte io vi leggo una lettera che tra l'altro leggeremo giovedì prossimo Edison e quarantacinque una lettera che ci arriva dal carcere due Palazzi di Padova un ottimo cast in teoria insomma una lettera che il fotografo come al di là dei numeri i problemi rimangano infatti ci scrive Massimo dal carcere due Palazzi di Padova che afferma carissima radio carcere ti scrivo solo poche righe in merito a una situazione che sta esasperando tutti vittime indi del carcere di Padova ed infatti che in qualche da qualche tempo le nostre celle sono letteralmente invase dagli scarafaggi scarafaggi che ci ritroviamo dappertutto per terra nel cibo e dentro i nostri letti ma quanto accaduto pochi giorni fa ha superato qualsiasi immaginazione scrive Massimo Vacca ci di Padova penso infatti sentite bene penso infatti con nostro compagno di sezione si è ritrovato uno scarafaggio dentro l'orecchio
Si è capito bene caro Riccardo rientrato uno scarafaggio dentro l'orecchio era notte mentre questo nostro compagno dormiva uno scarafaggio gli si è infilato nell'orecchio penetrando fino al timpano ricordo che tutti noi siamo stati svegliati dalle urla di dolore di questo nostro compagno che tra l'altro non immaginava co cosa fosse successo e perché avesse quei dolori lancinanti all'orecchio morale dopo poco sono arrivati gli agenti che lo hanno portato in infermeria Infermeria dei casi di Padova che però non è attrezzata
Per questo tipo di interventi così questo nostro compagno con lo scarafaggio nell'orecchio è stato portato in ospedale nottetempo dove vi è stato estratto dall'orecchio quel simpatico animaletto cosa deve succedere ancora prima che facciamo una disinfestazione reca c'è di Padova cosa deve succedere ancora domande giustamente Massimo la lettera punte scritta e firmata Massimo persona detenuta nel caso dei Palazzi di Padova la domanda di questa sera che voglio porre è al di là dei numeri al di là delle statistiche al di là dei metri quadri e disco Zone chi oggi per un'Italia secondo voi viene trattato in maniera legale oppure no le linee sono aperte chiamate pure il numero zero sei quattro otto otto zero e cinque quattro uno e nell'attesa che ci arrivino le esprime telefonate se prego per prendere spunto insomma beffardi creare un'idea vogliamo farvi ascoltare una doppia intervista che abbiamo realizzato con due ex detenuti del carcere San Vittori
Milano un carcere storico sovraffollato vecchissimo questi due ragazzi sono giovani sono appena usciti gli abbiamo fatto una doppia intervista e sentite sentite le cose sono raccontato
Mirko e quanti anni hai anche loro e tè Antonio trentacinque allora tutti e due siete usciti da poco dal carcere San Vittore di Milano vero senti Mirko in quanti eravate nella ce l'hai San Vittore
Otto e la cella quant'era grande piccolo più o meno metri quadri
Antonio invece nella tua cella del carcere di San Vittore in quanti detenuti eravate otto ma quant'era grande questa cella di San Vittore sottolineo quanto la tanto dall'alto dalla grande quindi otto dieci metri quadri per
Mirko ma presumo che in quella piccola cella del carcere San Vito di Milano occupato da otto persone
Voi dormivate su letti a castello vero
Beh ma di quanti piani erano composti questi letti a castello due-tre piani grazie piani
O lo normale Antonio anche voi in quella cella del carcere San Vittore dormivate sulle che accadesse nello alti due tre il piano niente
E come erano suddivisi di quanti piani erano composti questi letti a castello due da tre piani uno da due senti Antonio ma in questa piccola c'era sovraffollate del Carcere San Vito di Milano restavate sempre chiusi
Ventiquattro ore su ventiquattro tranne chi vuole andare all'aria un'ora d'aria basta Mirko invece nella tua celeste accisa invito di Milano di lasciar
L'ho sempre chiusi oppure ogni tanto di aprivano la cella avevamo solo una è la marca dura il pareggio quindi eravate persevera in cella
Ventuno ore in cella per
Senti Antonio ma queste celle del carcere di San Vittore almeno quella dove eri detenute te era pulita o era sporca dello ignorato lieto perché non Lapillo scrivevamo tutti i giorni
Trattenerci polifenoli
Ma anche celle sono sporche che tutto soldi un po'più dirlo e di vedere la sporcizia
Cioè Mirko invece lascerà il San Vittore dove tu eri detenuto era pulita o era sporca nella politica dell'accordo quello ma lei che avevano lo vede perché il corpo di Roma
E chi non ce l'hanno ma che non c'è la riunione sporca ma Mirko Dini una cosa ma a San Vittore hai notato la presenza di topi e scarafaggi integro invece due Antonio
Antonio però a questo punto sorge spontanea una domanda stavate infatti chiusi per ventitré ore al giorno in una cella sono affollate lì a San Vittore ma tutto il giorno in quella cella sovraffollate di San Vittore come passavate il tempo cosa facevate Adria facciano flessioni flessione per terra flessibili per terra
Senti Mirko e invece voi a San Vittore come passavate il tempo in quelle celle sovraffollate guardavo la televisione perché l'ora
Antonio due detto prima di passarvi le due giornate in cella facendo le pressioni ma perché i detenuti a San Vittore non possono lavorare forse
No che che era devo aspettare il turno il giro quanto bisognava aspettare tenervi otto metri di più ma per poi
Quale lavoro fare tra l'altro o fare lo scopino portavitto ma era molto difficile nulla di formativo voglio dire
No Mirko anche dunque andare a San Vittore
Non hai mai lavorato insomma come dire di lavoro per i detenuti a San Vittore nemmeno l'ombra Frank l'ombrello Antonio invece secondo te quanto pesa l'ozio per una persona detenuta
Quanto fa diventare ancora più pesante quella pena tanto oltre il tempo si ferma le non far qualcosa poi ritirare pure colto compagni di cella per ventiquattro ore su ventiquattro colui non riuscendo
Ripeto tutto là dentro
Mirko questa carcerazione che ha insegnato qualcosa voglio dire lo Stato che ha dato un esempio da seguire o niente tagliato solo che la brutta esperienza e lo rifarei
E invece te Antonio questa cancellazione fatta così a San Vittore in queste modalità che ci ha descritto ti ha insegnato qualcosa ti sentivi educato fino adesso sono hanno scelto ciò ancora
Mi sento un vuoto dentro perché mercato è una cosa pesante dentro
Mia il comma che lavoro facevi prima di essere detenuto un preoccupato come fattorino magazziniere facevi il fattorino e ora lavori ora che sei uscito dal carcere ora proporrò ma vorrei tanto lavorare non vorrei
For vorrei si trovare lavoro ma non lo trovi va e invece te Antonio prima di essere detenuto Hassan vi
Torre che lavoro facevi facevo giardiniere ora lavori no adesso no vorrei si trovare un lavoro qualcuno mi aiutò io
Volentieri processi lavoro
Allora vi ricordo che questa sera chiediamo a voi ascoltatori vigiliamo una domanda per il vi poniamo una domanda ben precisa al di là dei numeri tanto amati dal Ministero la giustizia al di là dei numeri al di là delle statistiche al di là dei metri quadri disposizione secondo voi chi oggi detenuti in Italia viene trattato in maniera legale oppure no
Potete chiamarci indiretta le linee sono aperti al numero zero sei quattro otto otto zero cinque quattro una bella abbiamo appena ascoltato la voce di Mirko
E Antonio appena uscita dal carcere San Vito e di Milano otto persino otto metri quadri senza lavoro il tempo lì si ferma quelle questo da questi ragazzi sono usciti con un vuoto dentro cercano lavoro disperatamente lavoro sentiamo la prima delle quali ci arriva da Milano prego
Grazie buona siano in linea
Invece vari prima devono la perché i fondi
Perfetto allora non lavorano e io devo dire che per fortuna conoscono non ho mai avuto a che fare
Per fortuna nei con la giustizia voglio dire che intende ma una volta era completa tempo addietro una rapina cattolica
Quantomeno a parlare parenti pay detenuti divaricazioni ecco e assicurano che le popolazioni più belle autentiche
Anche ravennate placchette per parenti che intelligenti parte volevano comunicare ecco
Anzi abbiamo appena neanche io sono
Perché a me ecco ma signora Maria secondo lei da quello da quel poco che essa ha secondo lei
A me non ritenere molto utili Rolle le polveri autentiche intelligenti e buone Paolucci
Per i familiari chiederanno il mio pensiero da otto e comunicavano tra incasinate
Ecco io dico
Stradale inoltrata che cosa PMI per una valutazione
Non credo che
Pertanto gli ingegneri tant'
La ringrazio ma con quella domanda signora che abbiamo su questa sera se vuole rispondere questa al di là dei numeri al di là delle statistiche secondo lei in Italia un detenuto viene trattato in maniera legale oppure no
Ma perché prendo appunti bravo riesce a rispondere a domanda signora en plein però manico Kenya Pollino lei Panetta va bene grazie signora veniamo l'altra scontato che ci chiama
Da Pordenone mentre mi ricordo che potete chiamarci indiretta chiamando il numero zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno di vogliamo questa sera una domanda ben precisa al di là dei numeri al di là delle statistiche quanti detenuti in più in meno ci so hanno secondo voi in Italia quando una persona delude trattati in maniera legale in maniera disumane della Dante oppure no chiamati cinghietta numero zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno sentiamolo sculture che ci chiama da Pordenone prego
Ciao sono Marco Sammarco sono un imprenditore e sono stato in custodia cautelare a Udine del due mila e undici però simili
Allora io parlo per la mia esperienza
Appena entrato ho dormito venti sette giorni errate
Rampelli sovraffollamento del carcere
Con a scala fatica Formica rossa essendo il primo piano perché lo pianoterra vicino alle cucina quindi
Cioè la mia esperienza della custodia cautelare
Dico che non sono residuale ormai civili diciamo non risulta tutti che della persona umana ma
Tale una personale Rocco scarafaggi i furbi cioè la riceve cioè questo la dice lunga allora poiché parliamo della rete voi tutti i diritti dei detenuti
Io e quindi insomma
Marco mi scusi se la interrompo però anche secondo lei al di là delle statistiche che piacciono tanto al ministro Orlando insomma di fatto oggi in Italia di tensione è disumano e degradante
Guarda io farei provare al Ministro l'anno non per cattiveria autonomo riapre carcerano sciagura nessuno
Tutte quelle condizioni mai e fare approvare una settimana
Però noi la con tutti i favoritismi del caso
Ma sostanzialmente una vita
Comune no il carcere da carcerato ma Voyager la comune magari con dodici persone con gente malata di AIDS come capita come io sono persone lasciava congiunte con epatite C
Quindi facilmente trasmissibili a come dai DS e quant'altro quindi
Oltre al sovraffollamento che ormai nel nel Parco del Ticino aprono ovunque cioè
Cioè essere umano all'interno del carcere ma il PD è solo un mare di assicurare
Un essere umano e per lo Stato tutto è concesso Giacomello Calafato me quello che hanno fatto migliaia di detenuti è una ferita che ti portano avanti
Ambiguità c'è quindi non ero io educativo cioè non hai sbagliato una persona per Ra
Vagliate soprattutto se è sottoposto a misura cautelare grazie Marco grazie per la prima telefonata insomma grazie vederci raccontato da due moltissime esperienza subita nel carcere di Udine sottoposto a misura cautelare quindi presunto non colpevole
Vi ricordo la domanda che poniamo questa sera è molto semplice al di là dei numeri che piacciono tanto al Ministro della giustizia al di là delle statistiche tra dissi che scusate secondo voi chi è d'è venuto oggi in Italia dei trattati in maniera legale oppure no chiama decine di retta al numero zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno sentiamo l'ascolto dove vigiliamo da Imperia prego
Borat Ferraro
Radicale ma io penso che
è ovvio
Che la vita le carceri italiane sia
Il Romano e degradante semplice normale
Poi il pianeta carcere normale Matarazzo un domani di ci siamo abituati no
Bravo normare aperto per la deriva che questa bel Paese del cacchio presso se va bene così Tardelli italiano del signor Rossi nel suo cuore che se uno ci crepa in galera
E quella poi la
Quello che gli sta bene eccetera no
Diciamo siamo combinati con le comparato
Lodevole come la signora di sinistra
Infatti la regola vedete due chiamate prevarrà o cosa intendeva dire non
Una ben chiaro grazie per aver chiamato e grazie grazie alla Juve dirigo
Dopo vi ricordo e ricordo i nostri ascoltatori questa sera vogliamo porvi provo una domanda che parte anche dalle considerazioni anzi delle insistenze del ministro Andrea Orlando che domenica scorsa
Insiste sulla
Rocco anzi manifesto un certo ottimismo in vista la scadenza il ventotto maggio perché dice qui numeri l'attenzione dei numeri non c'è più ha sempre parlato di numerici il sovraffollamento è diminuito sempre però i numeri di sì non più detenuti sotto i tre metri quadri insomma numeri numeri numeri non persone ma secondo voi al di là dei numeri oggi le persone detenute negarci degli anni dicono in maniera legale oppure no chiama dici indiretta numero
Zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno l'abbiamo anche visto prima con la lettera che ci ha inviato massimo dal carcere dei Palazzi di Padova massimo che c'era con dava che lì c'è un'invasione di scarafaggi in quel carcere tanto che l'altra sera uno scarafaggio entrato nel timpano di un detenuto l'ha voluto portare
All'ospedale
Questo questi numeri questa questione di civiltà che prescinde dei numeri secondo voi la situazione e fisiologico patologica chiamati cinghietta numero zero sei quattro otto otto zero e cinque quattro uno nell'attesa che ci ha di meno altre telefona io volevo sottoporvi un'altra testimonianza di un'altra persona detenuta è già perché oggi carceri italiane al di là dei numeri al di là del sovraffollamento c'è maltrattamento c'è violenza e il carcere di Poggioreale forse l'emblema
Di questa e di questa violenza tanto che la Procura aperto un'indagine un'indagine che speriamo si possa concludere presto bene questa è la voce di Francesco per ex persona detenuto nel carcere Poggio e di Napoli che ci racconta la violenza le botte nel carcere di Poggioreale
Francesco tutta poco sia uscito dal carcere Poggio reale di Napoli ecco ti risulta che ci siano a Poggioreale degli episodi di violenza posti in essere a danno delle persone detenute
Sempre sembra che ci sono sempre a tutt'oggi cioè a Poggioreale a tutt'oggi le persone detenute
Subiscono atti di violenza da parte degli agenti Obizzi evidenziati ampi certamente tutt'oggi per qualsiasi motivo il più banale che va
Alle vengono picchiati vengono portati giù alle celle di rivoluzione nei casi di Poggioreale come avvengono questi pestaggi
Allora
Ti faccio un esempio per farti capire letti da Turbigo detenuti facciano o una discussione banale nonché arrivi alle male Marco dopo provato era un pochettino la voce Villaguardia differente
Questi due detenuti vengono portati in più perché nelle scelte non ci permettono mai di ricatti
Vengono portati in giù al
Al piano terra di reparto e poi li rimette in una fabbrica la chiamano ovvero
Affinché i dati che lei ha definito assumono valide non vale niente
Poi vengo richiamato una volta come che avessero un interrogatorio e poi vengono picchiati
Gli altri
Poi vengono portati al padiglione Livorno dove andranno alle TLC resteranno due-tre giorni e poi dopo allora Consiglio pagava e alla disciplinare che presieduta dalla direttrice cash o di chi ne fa le veci e li vedo dei detenuti condotto tumefatto
Quota tengano conto minimo ecco ma questi messaggi avvengono spesso nel calci Poggioreale libertario pataticolo dalle avvengono all'ordine del giorno dipende da dipende da ciò che succede all'interno delle parlino
Ma ci sono alcuni agenti della polizia evidenziare via che sono più propensi alla violenza cioè voti e questo è un fenomeno che limitato da alcuni reparti dollaro-euro questo fenomeno in tutti i reparti marito dalle variazioni che sono molto
Padri che vanno lì che vanno solo per lavorare non tutti gli agenti fanno così tu eri di tenuta del padiglione Milano deroghe nel padiglione Milano e lì c'è l'abitudine alla violenza
Certamente
Ecco tu dicevi può capitare che e due tre detenuti vengono portati allo zero questa questa zona franca del carcere di Poggioreale e poi vengono minati uno alla volta ecco dove vengono minati inerisce l'isolamento
No no anche nell'ufficio del brigadiere dove capita nello credo nell'ufficio di brigadiere che poi
Capita che non c'è nessuno anche nel corridoio importanti che stanno lì nella loro zona
Ecco ma queste questi queste persone detenute vengono picchiati in che modo schiaffi pugni calci
Hai fatto calci pugni schiaffi pugnala Cina dove li colpiscono anche qualche atterrati inutili pagano sovracomunale alle ginocchia
A quando un detenuto cade a terra a forza di prendere le botte poi e le pari all'autorevole credo che questo l'ho visto poi che ora quelli
Ero presente attuerà che stavano lì a terra nero e c'era una guardia di
Tagliava contro ed era uno bello grosso ma sincero
Impariamo conto con il ginocchio loro stavano in un angolo che vuole alludere levare i costumi che andava contro belle che ognuno di noi tutti dei uno di noi otto
Superava i cinquant'anni quindi per qualsiasi motivo a Poggioreale scattano le botte specifiche
Al via colloca comandiamo noi ci fa come diciamo luglio che non vi sta bene supportare
Certo così e trattare le persone non più come persone ma peggio che degli animali vedo che gli animali siano trattati meglio allora Poggioreale montate
Oltre il muro oltre il muro purtroppo no non finito non ci rende nullo
E loro fanno ciò che vogliono purtroppo non hanno un organo di controllo ventuno di controllo quindi loro annoto che vogliono
Ecco questa testimonianza di Francesco da poco uscito dal carcere Poggiomarino Napoli Francesco che al di là dei numeri al di là delle statistiche pone e ci pone in luce un'altra problematica serissima i maltrattamenti subirebbe c'è di tutto in carcere quelle prescindono dei numeri è sette uno viene minato viene minato a prescindere dei numeri
Avete sentito che descrizione la Procura la Repubblica di Napoli
Avverto un'indagine speriamo che questa indagine
Possa in qualche maniera approdare
A un a buon fine vi ricordo la domanda che vi abbiamo posto questa sera ovvero al di là dei numeri al di là delle statistiche secondo voi oggi i detenuti vengono trattati in maniera legale oppure
No chiamati cinghietta numero zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno sentiamo l'ascoltatore che ci chiama da Bologna e mi scuso per l'attesa prego
Buonasera buonasera poiché indiretta
L'atteso assolutamente ascolti io volevo intervenire perché con incanto dicendo che era della trasmissione
E di fare domanda
Il decreto di riforma riuso un cittadino che lavora decorrente cerco di mantenermi e molto dura perché vediamo se è stata esauriente
Allora gliela rifaccio la domanda al di là dei numeri al di là delle statistiche abdica al di là dei metri quadri a disposizione per ogni detenuto secondo lei oggi chiede giunti in Italia viene trattato in maniera legale oppure no
Allora lei ha detto legale io dico che devono
Attacca il modo con le loro che ho trattato le persone loro Scurria assuma ascoltare appena
Io le chiedo la sole all'OCCAR poi con molti sono presunti non colpevoli uno ai due
Lo stato di diritto la Costituzione italiana non ammette trattamenti disumani e degradanti solo potrà sarà potrebbe leggere la Costituzione
Non gli farebbe male se la lega e poi magari la volta dopo riflettiamo su questa su questa argomentazione sentiamo la telefonata che ci arrivano a Milano prego
Pronto legali firmo quanto accade
C'è un innocente all'ergastolo
Scene contenere
Allungarli va bene parliamo dell'Italia e parliamo dell'Italia
Rimanga sul tema di oppure addirittura
Qualche validità lavorare a va bene la ringrazio sentiamo la prossima dance telefonata che ci arriva da Reggio Emilia se ho capito bene Reggio Emilia sì prego
Buona sera poi dopo conoscendola
Sì sì sì è indiretta
Conosce io sono un ex detenuto determini dal carcere di Reggio Emilia io ho ascoltato la telefonata o dell'altro signore quello che ho parlato di viveva in celle di Roma è uguale a quella legge e quindi
Quasi riprendono anche la fiera perché poi
Parliamo di dopo mezzanotte di settore e le due guardie cioè che e rispetto al popolo che vuole lunghi
Prenderla guardo il vizio abbiamo su
Allaccio dell'acqua o altro dobbiamo spaccarlo sul fuoco anche oggi opportuni covo il birichino anche a Reggio Emilia
Sia chiaro in termini di avvengono dentro così Manganelli non possono vedere subito Manganelli
Ecco quindi più basso
In quando tolto
Sempre per terra e che chiede aiuto
Ma questo per quale ragione perché uno si comporta male o perché magari chiede soltanto in quel tempio allora al giorno chiesto qualcosa che riceve Cuiyu a questo ancora di alcol normale abbia prodotto qualcosa e questo accade a Reggio Emilia
Al cosa grazie grazie per la sua rigori grazie per la sua testimonianza e anzi mi ascolti perché magari ci mi può chiamare anche domani così mi lascia un suo recapito e ci sentiamo in privato mi racconta meglio questa
Questa situazione vi ricordo la domanda che vi abbiamo posto questa sera ovvero al di là dei numeri al di là delle statistiche dei metri quadri secondo voi chi oggi è venuto in Italia dire di fatto in maniera legale oppure oppure no sentiamo ascoltatore che ci chiama da Foggia prego
Buonasera buona sera a Roma sono Matteo ciò ma credo che
Non è una questione disumana
Non opportuno e per descrivere così articolata ad essere ritenuto ricevendo un detenuto
Non definitivo certo e viene trattato e i colleghi finiti Maggi e poi magari e altri assolto è vero di trattato peggio degli esecutivi bravo
Sì e
Il presunto non colpevole viene trattato peggio dei definiti e perché non ha
Opposta quella poiché assolvo e chi è detenuto e Sezioni comune via trattato peggio rispetto chi sa quarantuno bici e e
Ed è sempre una vergogna quei signori che in quello che crede che un che devono pagare tutti i siti che devono pagare l'attività totalmente non specchio di un animale
Certo
E io
Non ho avuto nemmeno il peggior nemico di fare una galleria
Però quei signori che si parla molto dei detenuti non è che ci chiede di tipo qualitativo per nuove aziende
Non si può mai avrebbe potuto in qualche recepite in quanto nel Baltico un falso e poi non vorrei
E quei signori che parlo dei detenuti come passo con la settimana
Per rendersene conto
Loro dovrebbero rendersene conto i magistrati dei procuratori perché okay molto dentro poi vediamo se sei colpevole così il meccanismo il meccanismo è questo è un canale a Bologna egli io
Non mi fermerò Maietti lire che è una vergogna è una vergogna
Grazie grazie Matteo perché Amato e ci continui ci continui a seguire allora vi ricordo la domanda Gabidi abbiamo posto questa sera ovvero al di là dei numeri al di là delle statistiche al di là dei metri quadri statistiche numeri che piacciono tanto
Al ministero dà giustizia perché mi sa giustizia si dice ottimista che dopo il ventotto maggio la Corte europea darà una proroga insomma dicono beh tutto sommato si azione meno peggio rispetto
Al due mila e tredici parlando sempre i numeri alla noi vi chiediamo al di là dei numeri secondo cui le persone oggi di fatto in carcere come vengono trattati in maniera giusta o in maniera scorretta diversi ascoltatori l'ultimo Matteo poneva al giustamente ma anche il primo ascoltatore
Di Marco di Udine poneva l'accento su chi vive la detenzione in misura cautelare ebbene
Oggi possiamo cogliere un piccione un piccione con una due piccioni con una fava perché e il giovedì scorso elementi di Stato una giovane ragazza incensurata che ha subito tre mesi di misura cautelare in carcere
A Rebibbia di Roma è con la sua voce ecco la sua esperienza e poi chiamati c'è il numero zero sei quattro otto otto zero
Cinque quattro uno per dieci secondo voi al di là dei numeri in Italia la pena si sconta una misura cautelare si discute in maniera legale oppure no
Lucia tu quanti anni hai trenta Lucia tu sensata una donna una giovane donna detenuta
In attesa di giudizio è vero
Sì è vero per quanti mesi si è stata detenute in carcere in attesa del processo Pomoni ma tu sei incensurata uguali dei precedenti penali nuovamente ancorata quindi tu dall'oggi al domani ti si è trovata in carcere
Da presunta non colpevole optato come è stato l'impatto col carcere un mondo
Già duro di per sé che tu non conoscevi essendo i giovani ed incensurata io pensavo che eravamo
No
Scherza ma pensavo dico va bene ha detto magari di qualunque invogliare quo ma poi ecco può resistere che voi era stampato che io ricordo per cui stato pronto perché l'intifada quella
Per questo Piovanelli e quindi
E poi
Ottone avrebbe tenete io ovvero per la prima volta ecco ma di colpo la prima notte nella cella di isolamento di Rebibbia tutti giovani donna in attesa di giudizio detenuta incensurata
Quella sera quando ti sei sdraiata sulla branda cosa hai pensato nano allevatoriale io ho letto adesso hanno cercare
Carmine non guarisce in grado di impiccarsi la prima notte
Sì com'è che le entrate Cornolò penso commettono cartellino e perché è nato un autonomo per far venire anche il perché
Stavo male qualcuno che è unico sono autonomi annesso alla gente arrivata quando c'erano Cardellino che penzolava anche di adottare io cercavo distinto
Per per rimanere a peccare incolore quali manca la gente ha aperto negli anni hanno preso tra le braccia tutti viva per miracolo affidarmi a
A fronte setti dopo questa notte terribile della cella di isolamento del carcere di della prima notte di misura cautelare in carcere
Poiché i trasferita in un'altra sezione in un'altra cella no nell'accezione comune ecco nella sezione comune in quella celle in quante donne eravate
I
Seggi in questa cella del carcere di Rebibbia e Roma il bagno era adeguato le esigenze femminili no perché no come era fatto qua perché
Piccolissimo lavandino
Con la quasi totalità in partenza
E non c'è da dire e non sarà adotta e come vivi lavavate di partiti minori donne detenute praticamente cercava di riscaldare nelle botti in Piero petecchie etnia acqua calda né Caccamo ogni attaccarci bagnanti nel farvi il bidet Usama dediti secchi sempre concesso con la bottiglia
Senti senti Lucia ma tu hai visto mentre ritenuta nel carcere di Rebibbia
Donne con bambini detenuti allora ne ho visto qualcuno restava raccordare le trattiamo diciotto civiltà lo vediamo dal piano ricopre Alcamo diciotto notizia
A Bari a Bari i bambini detenuti ci sono a Rebibbia società fa non era nella pesca nemmeno ed ancor meno
Ecco e che si legge negli occhi di quei bambini di quei bambini detenuti
Dunque io per chi vuole bambini no provvedevamo al valore questo bambino che voleva ossia qual è la giocare poteva andare a casa
Capiva di sano in un luogo inadatto ad un bambino
Ogni
Sentirmi sia
Tra l'altro Dublino mi raccontati che mentre eri detenuta la sezione femminile del carcere di Rebibbia non soltanto il sofferto testé essa di problematiche di salute
Mai visto addirittura una ragazza detenuta abortire in cella abbattuta in cella perché questa ragazza cavare ecco qua torrenti serie
Gravi danni ma direi per la prevede
Cacciare rosso caterva stretta
E lei ha cominciato avere dell'eternit intorno
Era un aborto e e niente era costruito a prostituta
Ecco questa realtà dati tensione che si patisce e che patisce ancora persona presunto non colpevole del carcere i bimbi di Roma sezione femminile la domanda che vi ho posto questa sera al di là dei numeri al di là delle statistiche al di là dei metri quadri chi oggi divenuti in Italia
Patisce o no una pena disumano e degradante sentiamo ascoltatore di Palermo prego
Pronto a quota era buonasera ancora a Palermo con un ex detenuto come ha tenuto a Palermo e il carattere di Palermo poco da chiudere completamente parte che repertorio ottanta in tre metri quadrati
Prendete qualcosa che stava avete malgrado ci richiamano italiano continua né parla dell'Ucciardone due Pagliarelli in alto all'Ucciardone Lunardon scritta malissimo DPEF non funziona niente salvagente tossicodipendente viene trattata malissimo
Che in un'altra quando parla delle pure richiamata e che ha un'ampiezza volti a parlare
Comunque tutte quelle persone che manca agli attori goccia agli educatori perché era ancora mancano non parliamone riguarda i ricordi quindi al di là
Quindi al di là dei metri quadri anche in base all'esperienza al
Anche se non ci fosse sovraffollamento Ucciardone sarebbe degradante lo sesso o no
Quindi
Circa all'intera garante tetto nei obbligatorio alle celle
Ne va perché va a rotoli polso iniziata tutte le porte una cosa vergognosa io devo scontare la pena
Valentini Damiano arrivava il collegamento alla fine calcio dello sforamento accolte orientamento era il Papa ha superato il trauma Cuntrò qualche appalto le persone che non sono entrati nel mille dovuto grazie
Dinanzi a me capita malissimo correttamente che Obama ha indicato una volta che avvenga incatenati la gente vuole commi però cosa succede dinanzi grazie
Chiamato ecco chiudiamo le linee per questa sera insomma il panorama che emerso dalle telefonate anche dei nostri ascoltatori io vi ringrazio
Alquanto variegato però ecco alcune di queste telefonate sono state proprio
Precise e puntuali penso a Marco che ci ha chiamato da Udine che è stato in misura cautelare ha dormito per terra nel carcere di Udine penso Matteo che ci ha chiamato dal carcere perciò da da Foggia e sottolineava
Che in un'ingiustizia misura cautelare oppure la scultura che ci ha chiamato
Da Reggio Emilia oppure da Bologna insomma la domanda che abbia promosso a voi questa sera la domanda che vorremmo porre al Ministro della Giustizia caro ministro si avvicina al ventotto maggio ma al di là dei numeri al di là dell'est di stile al di là dei metri quadri a disposizione secondo lei oggi le persone detenute vivono in maniera legale oppure no al di là dei numeri vivono in maniera giusta corretta secondo l'ordinamento oppure
No e questa domanda da porsi al di là dei numeri basta parlare di numeri
Dunque questo è quanto kora radio carcere finisce qui io vi ricordo il coraggio carcere torneremo dopodomani giovedì quindici maggio alle ore diciannove e quarantacinque puntato durante la quale leggeremo anche lettere persone detenute e ora ecco i nostri contatti
E allora come al solito prima di salutarvi vi ricordo i nostri contatti ovvero come entrare in contatto con noi gli radio carcere prima di tutto il numero di qua di Radio Radicale ovvero zero sei
Quattro otto otto sette otto o lo ripeto zero sei
Quattro otto otto sette otto uno chiamateci anche durante tutta la settimana chiamateci se avete subito un danno da processo un danno dalla detenzione chiamata al numero zero sei quattro otto otto sette otto uno e raccontate la vostra
Vicenda poi vi ricordo il nostro sito internet ovvero radio carcere punto com vi ricordo che siamo presenti sia su Facebook che su Twitter su Facebook e siamo presenti in due modi con due pagine la pagina che troverete cercando Ricardo era su Facebook
Oppure la pagina che
Troverete cercando radio carcere su Facebook e poi su Twitter siamo presenti sempre con radio carcere ed infine soprattutto le persone detenute ricordo l'indirizzo dove inviare le vostre lettere dal carcere come migliorare il legame che c'è tra bond che è stato in carcere e noi che ogni giovedì facciamo sentire la vostra voce leggiamo le vostre lettere queste l'indirizzo dove indirizzare le vostre lettere dalle carceri
Radio radicale rubrica radio
Carcere
Via
Principe
Amedeo due
Zero zero
Uno otto cinque
Roma scrivete scrivete scrivete non lasciate che le ingiustizie che subite rimangano protette dal silenzio e da quelle quattro mura e scriveteci anche
Per informarci in quali carcere avete creato i comitati per l'amnistia e per la giustizia sono più di quaranta le carceri dove sono presenti
Questi comitati insomma l'obiettivo è arrivare
A duecentosei carceri quindi raggruppabili in cinque sei dieci persone mandateci le firme
Scrive etici che avete creato il Comitato in tutte le carceri italiane noi ad uno aspettiamo altro che ricevere queste segnalazioni infine scrive e dice anche
Per dirci se avete aderito alla l'autonomia Dental Satyagraha che radicali hanno iniziato il ventotto febbraio Satyagraha lotta non violenta che terminerà il ventotto maggio date in cui
La Corte europea dei diritti dell'uomo ha dato la scadenza l'Italia per porre rimedio a collasso in cui versa la giustizia l'emergenza e all'emergenza carceraria quindi sedici chiede di aderire a questa lotta non violenta
Scriveteci vi ricordo che ha onorato Angoletta che può essere adottata in tante forme usate anche la fantasia potrebbe fare lo sciopero e la fame
Potete fare lo sciopero dell'ora d'aria lo sciopero del carrello insomma lo sciopero della parola state in silenzio voglio dire usate anche la fantasia ma
Mobilitate vi mobilitate
Mobilitati io ringrazio Lorenzo Bruschi per l'assistenza in regia grazie Fabio Ambrosi per l'assistenza in regia video e grazie grazie di cuore a tutti voi che anche questa sera da un a casa da una macchina da un camion e dalla cella sporche sono affollata avete acceso la radio per ascoltare una piccola voce la voce di radio carcere informazione sul processo penale e la detenzione vi ricordo che con radio carcere torneremo dopodomani giovedì quindici maggio alle ore diciannove e quarantacinque non mancate a tutti voi un caro saluto da Riccardo Arena
Il nome del popolo italiano intercomunale
Trentacinque Codice di procedura penale
Novantotto italiano la Corte d'Appello di Palermo seconda sezione
Data cinque aprile mille novecento
Ventuno e cinquanta