12MAG2014
intervista

Intervista a Valerio Federico sull'iniziativa "#Sbanchiamoli. Fuori i partiti dalle Banche. Credito a chi merita" e sull'Expo di Milano

INTERVISTA | di Michele Lembo RADIO - 19:27. Durata: 9 min 50 sec

Player
"Intervista a Valerio Federico sull'iniziativa "#Sbanchiamoli. Fuori i partiti dalle Banche. Credito a chi merita" e sull'Expo di Milano" realizzata da Michele Lembo con Valerio Federico (tesoriere, Radicali Italiani).

L'intervista è stata registrata lunedì 12 maggio 2014 alle ore 19:27.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Appalti, Banche, Centro, Compagnia Di San Paolo, Comunione E Liberazione, Cooperative, Corruzione, Destra, Economia, Esposizione Universale, Fondazioni, Formigoni, Forza Italia, Infrastrutture, Intesa Sanpaolo, Investimenti, Lavori Pubblici, Lega
Nord, Lombardia, Milano, Partiti, Partito Democratico, Politica, Radicali Italiani, Regioni, Sanita', Scandali, Sinistra, Territorio.

La registrazione audio ha una durata di 9 minuti.

leggi tutto

riduci

19:27

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale siamo in scollegamento con
Valerio Federico tesoriere di radicali italiani in questi giorni impegnato nella campagna fuori i partiti dalle banche non è un paniere sta toccando Bari città italiane giorni scorsi valido Federico insieme ad Alessandro Massari è stato in Abruzzo più recentemente nella mattinata del dodici maggio è stato
A Torino e Valeri dico viene dalla dalla realtà milanese quindi vorrei partire da al da un commento posso quanto sta accadendo attorno all'Expo e alla situazione milanese per poi
Parlare più generale di quello che è il problema della corruzione che interessa anche le banche che ne diceva
Certo guardarmi quando intanto un saluto ed agli ascoltatori
Quanto è accaduto e sta accadendo a Milano e certamente l'effetto di un sistema denunciato da tempo da noi radicali in Lombardia in generale
E a Milano a un sistema dove l'aspetto consociativo non prendeva solo e non ha preso solo
I partiti i partiti di destra di sinistra di centrodestra di centrosinistra
Che hanno diciamo Governatore della Regione euro che naturalmente l'hanno governata ufficialmente i partiti di centrodestra la componente ciellina la componente berlusconiana che la linea ma in realtà
Il Partito Democratico non ha mai svolto una vera e efficace opposizione in questa Regione da molti anni il risultato è stato un sistema come dicevo consociativo non solo sulle sul per le sue parti diciamo così partitiche appunto ma anche in quelle affaristiche
Noi da sempre abbiamo denunciato una
Spartizione sostanziale dei grandi appalti della Regione relativi
All'Expo relativi naturalmente negli anni precedenti e tuttora
Agli ospedali si e alle grandi opere pubbliche una spartizione tra le grandi cooperative russe
Che fanno negli ultimi anni in pre più sempre più a fare il CREL
Il volume di affari delle cooperative rosse nelle grandi opere pubbliche milanesi lombarde dell'Expo è andato sempre aumentando
In firme TM legati in questo sistema consociativo con
La grande componente ciellina che è rimasta viva e forte nel post
Formigoni
In una
Quei di Repubblica apparente contratto con
I nuovi la nuova guida leghista ma in realtà in un sistema consociativo dove ognuno alla propria
Alla propria parte e quello che è accaduto
Ora ad Expo e che sta accadendo da tempo che per esempio
Una delle strutture creata da Formigoni in questa
Società Infrastrutture lombarde che Formigoni ha
Che e che è sostanzialmente una stazione appaltante che formino Formigoni ha creato al di fuori quindi come società esterna alla Regione per poterla controllare meglio senza il ciascuno un po'Scazzeri ai consiglieri dell'Assemblea eletta bene questa società Infrastrutture lombarde e alla balle in molti scandali
E della forte diciamo corruttivi età di questo sistema noi abbiamo qualche anno fa proprio denunciato il par do che creare una società ad hoc Terna alla Regione ma il cento per cento controllata alla dalla Regione
Da parte della Giunta regionale era un modo per
Sfilare per gestire facilmente
Gli appalti in Lombardia sfilando di dal potenziale controllo dell'assemblea elettiva e che quindi si trattava di uno strumento
Dalla facile facilmente diciamo
Interessato facilmente ai casi di corruzione che poi ci sono puntualmente verificate
Stamattina siete Stati a Torino con altri militanti radicali nell'ambito dell'iniziativa fuori partita le banche e avete parlato del del del soggetto bancario punto Intesa Sanpaolo avete prodotto anche dei dati ce ne vuole parlare
Ma certamente il questo questo questo Arturo politico di promozione dir vantiamo di la campagna nazionale di radicali italiani che vuole che varare le fondazioni bancarie dominati dai partiti dalle banche
Pertanto Candover arie realtà nazionali ognuna con le sue specificità
Ma devo dire le varie fondazioni bancarie distribuite sul territorio interna e italiano sono tutte legate a una inefficienza sostanziale e a numeri complessivamente preoccupanti che dimostrano che illeciti prima
Parchi che enti locali contrazione fondazioni bancarie banche
Recita sostanzialmente fallito
Tutti riferivi proprio alla nostra puntata di oggi a Torino
Ebbene la compagnia San Paolo in realtà va detto una delle più
Virtuoso in un panorama molto negativo delle fondazioni bancarie italiane
Però non rispetta la legge sul punto dove la legge prevede la diversificazione degli investimenti per
Abbassare i rischi di utilizzo del
Capitale in modo tale da erogare più risorse sul territorio bene quella fondazione è una delle più
Fortini anticaglia investe
In una sulla Banca Intesa Sanpaolo appunto si il cinquantaquattro per cento delle proprie del proprio patrimonio e questo vuol dire non diversificare
E i propri investimenti e quindi violare la legge sempre a Torino nell'altra fondazione quarta più importante d'Italia la Fondazione Cassa di Risparmio di Torino
Pensate a diminuito del cinquantacinque per cento le proprie erogazioni sul territorio perché questa è la
Funzione principale
Delle
Fondazioni quelli necessari territori erogando dei finanziamenti in ambito sociale e culturale
Etc bene il fallimento è certificato dal fatto che tra il due mila sette due mila tredici questa Fondazione Cassa di Risparmio di Torino ha diminuito di circa il cinquantacinque per cento le proprie erogazioni sul territorio
E nel frattempo ha dato ad aumentato i costi di struttura il massimo dell'inefficienza la Fondazione Cassa di Risparmio di Torino
Ancor più della Compagnia San Paolo e tu minata dei partiti
Quindi va bene quindi questa è la situazione come ha bene si fa per dire insomma e questi sono i dati che appunto su la situazione di Torino avete in programma altri altri luoghi avete altri dati state studiando altre situazioni
Intanto noi mercoledì faremo arrivino a Bergamo e venerdì a Napoli
Dal nord al sud in questo evidenti alla presente le fondazioni bancarie in tutto il territorio nazionale ma va subito detto che il grosso delle fondazioni bancarie sono nel Centro-Nord naturalmente
Non è più lì che storicamente più ricche del Paese e anche questo è discutibile perché naturalmente il grosso delle erogazioni
In questo sistema le fondazioni bancarie
è tutto legato ai territori del centro nord taglia completamente
Buona parte il sud il sud del del Paese anche questo se è un aspetto sul quale
Riflettere io volevo aggiungere un'ultima cosa le fondazioni bancarie vivendo in questi negli ultimi anni hanno investito male
Proprio
Patrimonio l'hanno investito male perché i parchi che la politica avevano tutto l'interesse
Ad utilizzare questo patrimonio senso fosse lì tutelare
Hanno investito male perché hanno voluto investire nelle banche per mantenere il controllo delle banche ottenendo una redditività negli ultimi anni disastrosa
Che era perché hanno pagato i cittadini legare
Dove sono presenti le fondazioni bancarie proprio in termini di crollo delle
Erogazioni le fondazioni bancarie stanno fallendo loro nella loro
Nella loro attività e i loro obiettivi e stanno indebolendo le banche perché ormai come riconosciuto anche
Da Bankitalia dal fondo monetario internazionale del Centro studi di Mediobanca dalla Commissione europea la presenza delle fondazioni bancarie
Nel capitale azionario delle grandi banche italiane
Ostacoli alla capitalizzazione delle banche italiane e quindi indirettamente porta ad un minore credito alle aziende e alle famiglie
Questo è l'istituto di questo sistema perverso che non rispetta la legge e che a danno dell'economia del Paese
Bene grazie a valle che Federico ci sentiremo in occasione dei prossimi appuntamenti così facciamo il punto anche sulle altre situazioni italiane
Che quindi ti ringraziamo Valerio aiutiamoli