14MAG2014
stampa

Elezioni Europee 2014. Conferenza conclusiva della Campagna "Per i diritti, contro la xenofobia"

CONFERENZA STAMPA | Roma - 10:39. Durata: 1 ora 21 min

Player
Elezioni Europee 2014.

Quali diritti per Rom, Immigrati, Detenuti? La Campagna è stata condotta con l'obiettivo di portare i diritti di migranti, detenuti e rom al centro del dibattito per le prossime Elezioni Europee 2014.

Evento promosso in collaborazione con l'ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione).

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Elezioni Europee 2014. Conferenza conclusiva della Campagna "Per i diritti, contro la xenofobia"" che si è tenuta a Roma mercoledì 14 maggio 2014 alle 10:39.

Con Carlo Stasolla (presidente dell'Associazione 21
Luglio), Grazia Naletto (presidente dell'Associazione Lunaria), Aurora Sordini (consulente legale dell'Associazione 21 luglio), Alessio Scandurra (coordinatore dell'Osservatorio Nazionale sulle Condizioni di Detenzione di Antigone), Anna Felicia Nardandrea (giornalista), Raffaella Bolini (componente della Presidenza Nazionale dell'ARCI, Associazione Ricreativa e Culturale Italiana).

La conferenza stampa è stata organizzata da Associazione 21 luglio e Associazione Antigone e Associazione Lunaria.

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Affissioni, Agricoltura, Allam, Antigone, Asilo Politico, Associazioni, Carcere, Clandestinita', Convenzione Ue, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Crisi, Democrazia, Demografia, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto, Discriminazione, Ebola, Economia, Elezioni, Emergenza, Epidemie, Espulsioni, Europa, Europee 2014, Facebook, Giornali, Giovani, Giustizia, Grillo, Immigrazione, Informazione, Integrazione, Internet, Islam, Italia, Lavoro, Legge, Mancino, Mass Media, Minoranze, Nomadi, Parlamento, Parlamento Europeo, Partiti, Politica, Propaganda, Razzismo, Religione, Rifugiati, Romania, Salute, Salvini, Sanita', Servizi Sociali, Sicurezza, Societa', Statistica, Sud, Territorio, Tv, Twitter, Ue, Unar, Video, Voto, Welfare.

Questa conferenza stampa ha una durata di 1 ora e 7 minuti.

Oltre al formato video è disponibile anche la versione nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

10:39

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

L'ordine
Grazie
Ecco possiamo cominciare benvenuti a tutti a questa conferenza stampa che fa un po'un quadro conclusivo di di un progetto
Progetto portata avanti da associazione ventuno luglio lunari Antigone ASGI associazioni impegnate nella promozione e nella tutela dei diritti rispettivamente di rom detenuti emigranti
Un progetto finanziato dopo Enzo salite foundation
Che a ha dei tempi copre un arco temporale ben preciso volutamente preciso che è quello del periodo dalla campagna elettorale delle elezioni europee
Elezioni che vedranno cinquecento milioni di europee al voto
In un periodo di forte depressione economica in cui quindi l'asticella dei diritti umani tende spesso a scendere in queste ore in questi in queste situazioni
E quindi è molto facile per molti candidati utilizzare come vedremo linguaggi modi
Cosiddetti populisti quindi
Dando una percezione di pericolo imminente
Di invasione di immigrati o o di degrado prodotto delle comunità rom presenti nelle città
Ho il problema dei detenuti la questione detenuti di cui magari in questo periodo se ne parla se ne parla molto ma come se ne parla è da vedere qui ecco questo progetto iniziato con una conferenza stampa fatta un paio di mesi fa in cui abbiamo presentato l'agenda dei diritti umani in Europa che trovate sul banchetto
Un'agenda che è lo strumento utilizzato per proporre ai candidati in Italia alle elezioni europee di tutti quanti gli schieramenti politici una formale adesione
Che come vedremo parte c'è stata da da parte di diverse diverse personalità diverse figure un'agenda che parla i Vice in tre sezioni in gli immigrati e rom e detenuti e che è strutturata in maniera molto semplice cioè un quadro normativo di riferimento cioè
Una situazione
In Italia della condizione di immigrati
Rom e detenuti e quello quello scarto con il quadro normativo di riferimento indicato prima e poi ci sono una c'è una serie di raccomandazioni che sono poi gli impegni concreti che sono stati chiesti ai differenti candidati
Un lavoro in questo periodo molto importante è stato quello anche dell'osservatorio di oltre cioè la parte di proposta i candidati di adesione si anche voluto fare un lavoro di monitoraggio sui media
Per vedere se ci sono state e quali sono state le frasi di incitamento all'odio la discriminazione rivolte verso queste categorie un osservatorio che non solo ha monitorato manca anche operato azioni correttive
E per questo lascio la parola grazie nel letto di un'aria che insieme a stato rosso ordini della della relegare dell'associazione ventuno luglio hanno curato questo aspetto dell'Osservatorio per mostrare anche
Ciò che è emerso quali sono state risultati e quali sono state le azioni conseguenti grazie
Grazie buongiorno a tutti
Però appunto di sintetizzare il lavoro che abbiamo fatto con l'osservatorio però diciamo mi sento un po'in dovere diciamo mi pare una promessa la premessa è che Noemi diciamo con questo
Progetto abbiamo pensato che fosse assolutamente fuori importante monitorare quello che sarebbe accaduto in campagna elettorale
La campagna elettorale che riguarda di l'Europa ma che come spesso succede poi
Nel nel suo sviluppo è stata molto concentrata anche
Sulla situazione politica nazionale e e in particolare ci
Ci è parso importante anche monitora alle quote se e come si parla di diritti umani in campagna elettorale
Con riferimento specifico alla condizione dei migranti in Italia in Europa l'attualità
A a ha fatto sì che si affrontasse il tema degli arrivi dei migranti nel nostro Paese più dal punto di vista diciamo
Dell'approccio sicuri tali o per noi
Dal punto di vista della garanzia dei diritti che invece è quello che fu di noi ovviamente auspichiamo
E che abbiamo ospitato anche elaborando nell'agenda di cui parlava Carlo
Peraltro suggerendo alcune diciamo proposte ed il di lavoro che al nostro barriere se fossero indiciamo
Assunte
Da chi governa il nostro Paese ma anche si trova giusta determinare le politiche europee forse
Ci sarebbero un po'meno morti
Nei nostri mari e le persone che ospitiamo in Europa avrebbero
A un livello di accoglienza un po'più dignitoso detto questo la cosa che io mi sento già di dire che naturalmente
Come spesso è avvenuto il tema dei diritti non è stato molto presente in campagna elettorale
E contre occupazione abbiamo
Monitorato
L'attivismo dei candidati in campagna elettorale per quanto riguarda la l'uso strumentale di alcuni temi
Al solo fine ovviamente di
Recuperare un po'di consenso sul piano elettorale
E
Abbiamo fatto un lavoro ma assolutamente sistematico che tra l'altro non non finisce
Oggi ma continuerà ovviamente fino
Alla venticinque maggio
Osservando utilizzando tutti i mezzi che abbiamo a disposizione quindi innanzitutto monitorando
La stampa i social network che
E le manifestazioni anche nel corso della campagna elettorale vengono
Organizzate dai diversi candidati
E ad a noi oggi presentiamo i risultati del lavoro che abbiamo monitorato fino al sette maggio ma o appunto il nostro lavoro continuerà
Appunto fino alla fine la campagna elettorale
Quello che possiamo sinteticamente dire questo non è su
Circa ottantotto
Messaggi che abbiamo monitorato
Messaggi che vanno dalle dichiarazioni ai comunicati stampa a dichiarazioni rilasciate nel corso di interviste a giornali
Apposte inseriti sui profili
Personali dei social network a striscioni esibiti nel corso di un anche manifestazioni del elettorale sino ad arrivare a materiale di propaganda vere e proprie cioè il manifesti elettorali
Non so se abbiamo la possibilità anche di
Di farle vedere appunto sua trentotto casi questo tipo abbiamo ritenuto
Abbiamo individuato cinquantasei messaggi che sono stati diffusi dai candidati in campagna elettorale
Questa distensione deriva dal fatto che ovviamente umanizzati da campagna elettorale per le europee ha un limite
Nel nostro Paese la presentazione delle candidature ufficiali è abbastanza
Tardiva questo far sì che noi abbiamo ritenuto futile anche munito orale diciamo la fase pre elettorale quindi quella in cui il si determina un po'il clima politico
In cui diciamo gli interventi non sono riconducibili direttamente soltanto i candidati ma
Anche rappresentanti delle forze politiche
Che sono in gioco
Per quanto riguarda i candidati cinquantasei casi che noi abbiamo ritenuto degni diciamo così di attenzione
Quali sono i temi ricorrenti innanzitutto l'evocazione del dell'invasione il tema dell'invasione non è assolutamente nuovo
Ma nei messaggi assolutamente presente favorito anche dal fatto che ovviamente proprio io o come ogni anno peraltro in questo periodo si intensificano gli arrivi via mare
E
Quindi l'evocazione dell'invasione sicuramente è un tema
Molto ricorrente nella nota che abbiamo preparato e che sarà disponibile sia sul sito che
Diciamo della diffusa abbiamo proprio indicazione precisa sui singoli casi e se che noi abbiamo individuato l'altro tema ricorrente è quello
Della contrapposizione tra
Cittadini stranieri i cittadini italiani questo viene molto con forza cioè presente Bolton con grande evidenza la campagna elettorale soprattutto perché
Oggi in questa campagna elettorale più rispetto al passato
La s'lotta diciamo
La critica alle politiche europee e quindi anche la discussione sulla presenza o meno del
Il nostro Paese all'interno dell'Europa il della opportunità o meno rimanere viene spesso collegata ovviamente in particolare dalle forze
Che giocano sul nazionalismo sulla
Intolleranza sulla xenofobia e sul populismo
I connesse e al tema delle migrazioni quindi
La crisi viene letta e usata strumentalmente per sostenere che
Non ci possiamo permettere di fare arrivare mira i migranti
Nel nostro Paese in Europa
E poi pesche riconoscere i diritti al loro significa mettere in discussione i diritti dei cittadini autoctoni e questo è un tema molto molto ricorrente
Il terzo tema che non abbiamo individuato ella è quello che agita diciamo il rischio di un'emergenza sanitaria
In modo spesso molto molto brutale anche e nemmeno seriali di farmi propaganda elettorale
Sicuramente tutti voi insomma avete avuto occasione di leggere articoli che facevano riferimento al
L'emergenza del
Ebola che è stata appunto evocata molto spesso
E in essi il quarto elemento riguarda messaggi che
Che veicolano
Il
Delle forme di stigmatizzazione nei confronti dei cittadini religione musulmana
Ci sono in particolare cioè un attivismo particolare quindi abbiamo registrato da parte di alcuni
Candidati anche attraverso diciamo dall'utilizzo di materiali di propaganda
Io la mi limito qui perché non voglio trenta prendere troppo tempo
Rispetta quello che voglio dire che rispetto a questi cinquantasei i messaggi che noi abbiamo individuato abbiamo ritenuto che
Fosse utile intervenire
In forme diverse a seconda della gravità
Della diciamo dei contenuti del dei messaggi veicolati
O
Inviando o denunciando ho pubblicamente appunto
Questi casi può in facendo segnalazioni all'UNAR
Di questi messaggi e indenne in nacque in case quelli più gravi con lettere di diffida però su questo lascio la parola a paura ora soldini femminile
Allora si
Quindi a questa prima fase di monitoraggio a molto approfondito e seguita quindi una valutazione con cadenza settimanale dei casi riportati
Chiaramente in fase di osservatorio si devono contemperare non soltanto i diritti delle categorie più deboli quindi migranti rom detenuti e quant'altro ma anche i diritti fondamentali
Il diritto fondamentale sostanzialmente dalla libertà di espressione quindi sappiamo che la libertà di espressione soprattutto per
Chi svolge attività politica non può essere vincolati
Cioè posso dire delle restrizioni ma vincolate allora Lotteri passare o comunque a non rispettare i diritti costituzionalmente protetti questo vuol dire il diritto all'uguaglianza e alla carità alla dignità sociale
In ben undici casi siamo intervenuti però ravvisando
La violazione
Il non rispetto e ho un contemperamento del del rispetto di questi diritti uguaglianza e dignità sociale queste e fondamentale
E poi è stata fatta una valutazione su altri parametri altri parametri che sono internazionalmente riconosciuti anche dal recentissimo commento generale numero trentacinque della Commissione contro eliminazione di ogni forma di discriminazione
Quindi in un primo vicario il contenuto e la forma del discorso
Prendendo dei casi specifici ci ecco abbiamo qui un un cartello clandestini è un un invece di essere che i migranti che arrivi l'anno in Italia invece di esserci chiamati migranti o comunque i richiedenti asilo perché sono tutte persone che richiederanno asilo integrando il circuito pretese internazionale
Vengono sono interamente chiamati clandestini in maniera ancora più aggravata molto spesso il ricorso al termine invasori sono persone intervengono e dibattere la nostra popolazione quindi questo è un più in quel criterio
Poi un secondo chi serio e il cui il il clima in cui questi interventi vengono a manifestarsi quindi un clima sociale
Di di crisi di crisi economica molto spesso si corre il tema i gli immigrati o i rom
Tolgono la possibilità di discendere dei dei sussidi o degli aiuti e cittadini italiani interno molto ricorrente o rubano il lavoro agli italiani questo è un altro in questi temi
La posizione dandoci utilità
E qui e tacito in tutti i casi indipendentemente da quelli in cui siamo intervenuti la posizione notorietà e chiara sono candidati alle elezioni politiche europee al Parlamento europeo e quindi hanno una una certa mentalità noi se non altro non sia dal punto di vista all'interno del del contesto italiano e stia dall'interno del contesto europeo
E poi la portata del discorso
Più il discorso e aggressivo
Più
Può portare direttamente o indirettamente a comportamenti di intolleranza o discriminazione verso coloro queste categoria
Molto spesso in questo
Infatti monitoraggio abbiamo deciso di intervenire nei casi in cui con una segnalazione all'UNAR nei casi in cui
Il il linguaggio era evidentemente scorretto
Isili tirava da parte gli stessi quand'candidati ignora breve distanza di tempo lo stesso immedesimo linguaggio abbiamo
Faccio i nomi per esempio Matteo Salvini che interviene ogni due giorni riferendo sia i clandestini all'invasione toccando temi Omega razzi ha già detto dell'erborato si è intervenuti prima dapprima con una segnalazione all'una
Pur consci del del tempo di dichiarazione del dell'ufficio antidiscriminazioni razziali e poi per un caso più grave in cui si riferiva ai clandestini voi no parlava dei clandestini e della necessità dealing inviarli via mare e Paesi d'origine si è intervenuti tramite una lettera di diffida
Questo perché perché riconosciuti si è superato il limite comunque del della libertà di pensiero e soprattutto si va contro una un altro diritto internazionalmente riconosciuto quello delle espulsioni collettive
Che sappiamo
Essere vietato dal l'articolo quattro protocollo quattro della Convenzione europea dei diritti dell'uomo e sui quali l'Italia è stata già condannato in precedenza con una sentenza la Corte europea nel due mila dodici visti e dolci e altri contrita
In altri casi invece sia prima di procedere si è proceduto presente nel caso di Magdi Cristiano Allam altro candidato di Forza Italia Alleanza Nazionale alle elezioni europee
Per alcuni posti pubblicati su Facebook
Riguardanti il il pericolo dell'islamizzazione dell'Europa e riguardanti invece il pericolo della diffusione delle Dune e PD una cosiddetta epidemia di Ebola all'interno del del nostro territorio
E questo tipo di discorso di discorso comunque di
Pensiero era molto più sottile
Tramite la pubblicazione di vignette attribuita a un vino a un determinato il vignettista e per il quale abbiamo inviato una comunicazione al né di verificarne la lavori la la paternità delle vignette prima di procedere una valutazione anche su alle sui vignettista
En suscitato un dibattito questo è il cartello quindi c'è un pericolo di islamizzazione in Europa perché Bruxelles e piena di cittadini islamici e questa è l'Europa che vogliamo
Quindi
Cercando di suscitare un dibattito sul tema e allo stesso tempo con lettura lo stesso tipo di scuola discorso forse anche più diretto c'è un vignetta che raffigura un intervistatore questa intervistato e richiede una bambina
Chiaramente malata e con lo scarico in mano come ti chiami risponderebbe ora il commento questo tipo di aggiunto da parte di questo cambiato Magdi Allam è stato
C'è un virus Ebola probabilmente edilizio della sembra che in Giunta un attimo perché
Ok
Allora
Questa
Qui la Sul tacque Ebola sbarca in Italia anche il Papa
Ha parlato di Ebola vuol dire che la cosa importante la più grave è che anche lei avrà può diventare cittadina italiana
Questi discorsi sono veramente gravi
Proceduti anche in questo caso a inviare una una segnalazione in cui in questo caso una lettera di diffida all'interessato
E nel caso di descritte Ramsi di condotte di questo tipo si valuterà nella collaborazione con l'ASGI da associazioni di studi giuridici per l'immigrazione e l'opportunità di
Promuovere un'azione legale al riguardo il problema è che oggi
I mezzi
Per un certo senso richiamare l'attenzione
Sull'importanza del discorso politico soprattutto in contesto preelettorale o elettorale sono abbastanza limitati come sapete c'è la legge Mancino la legge Mancino interviene in gradi di discorsi di elevata gravità
Se non si supera un determinato livello è molto difficile che si possa perseguire anche perché come arrivare quinti siffatto il diritto alla libertà di espressione uno dei diritti fondamentali quindi soltanto dietro alla violazione molto grave
Si può intervenire e allo stesso tempo
Si sente un'esigenza di intervento vicinanze intervento che
C'è stata richiamata da più a organi internazionali europei
Cioè di contemperare
Delle delle possibilità di sanzione effettiva venti una sanzione gradata rese S.p.A. verso IVA i candidati politici o comunque chi svolge attività politica
Qua si sta di fatto è questo un altro problema che emerso è che con la legge Mancino anche la punibilità viene facilmente sviata
Una volta che si viene ci sono stati dei casi i casi noti in passato e dopo una condanna attraverso comunque una multa e una sospensiva della pena i candidati purtroppo gente erano i medesimi comportamenti
Perché non vengono sanzionati in maniera
Potrei dire così ingente
Nel senso una prima volti ammonisco una seconda volta ti sospendo la terza volta Fonzetti interferisco e questo è un problema molto molto importante
Concluderei qui e passerei la parola
Buongiorno a tutti
Tra me il io sono Lessio Scandurra di Antigone a me il compito anche un po'di
Di guardare assieme a voi dovreste averlo in cartella stampa il bilancio delle
Adesioni formali al al vademecum
Io su questo forse vale la pena fare una premessa raccontare un po'anche la nostra esperienza Antigone una realtà che esisteva più di vent'anni
E che per la maggior parte del suo tempo negli ultimi
Vent'anni ha fatto un'attività di lobby politica di advocacy
Di e quindi diciamo un'attività che presuppone
Una relazione costante con la con la politica con le istituzioni è un tentativo di portare
Il proprio contributo i propri contenuti dentro le istituzioni
In questi vent'anni questa relazione come immagino avrete come alcuni di voi sanno per per esperienza diretta
è cambiata moltissimo nel senso noi avevamo tanti interlocutori diretti
Dentro la politica dentro la politica rappresentata nelle istituzioni tra i nostri soci c'erano i i parlamentari c'erano e
E quindi diciamo c'era una certa facilità di relazione con la col mondo della politica ora questo è cambiato radicalmente immagino non solo per noi è diventato più più difficile
Volevo far faccio un esempio banale
L'altro giorno siamo andati a incontrare per la prima volta il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ed era una persona con cui nanogrammo mai parlato prima
Nonostante peraltro fossi certe responsabilità giuste IPSIA del suo partito ma era una persona con cui non avevamo mai parlato prima questo probabilmente dieci anni fa sarebbe stato sarebbe stato diverso
Questo per dire che per non è stata un'esperienza di di grande interesse questa questa forma in qualche modo diversa di nuova per noi di
Di rapporto con la politica cioè costruire
Un
Un punto di riferimento un è un documento che
Rappresenti appunto un punto di riferimento identifichi degli impegni precisi
Aprirci ma un dialogo
Molto largo diciamo senza canali preferenziali con chi vuole
Fosse interessato a sottoscrivere quel documento ad oggi appunto in cartellina trovate chi lo ha fatto
Ciascuno poi valuterà se si tratta di un Bilancio
Positivo o negativo sufficiente o insufficiente è chiaro che che ne avrebbe fatto piacere ad oggi avete avere molti più nomi non è comunque un risultato da da da non trascurare nel senso che appunto è legato a un documento che rappresenta un impegno
Non generico ma in qualche modo circostanziato per cui un un risultato importante forse questa anche l'occasione per
Per ringraziare tutti coloro che hanno voluto aderire al al vademecum io restituisco il microfono
Buongiorno a tutti io se non la finisce Nard Andrea mi sono occupata del coordinamento di questa campagna e in collaborazione con i rispettivi uffici stampa
Delle associazioni che l'hanno promossa e la stanno conducendo anche della comunicazione e
Stamattina vivo il vorrei insomma illustrare in qualche modo condividere con voi un'altra delle attività che la campagna previsto
A partire dalla lancio della campagna e la presentazione della gente di diritti umani in Europa che abbiamo presentato il ventotto marzo a Roma a partire da questo il documento abbiamo anche attivato una campagna video il tentativo di raccogliere in qualche modo video contributi video testimonianze
Sia in
Che avessero come diciamo protagonisti le persone a tutelare
Delle quali abbiamo in qualche modo
Promosso questa campagna quindi persone appartenenti alle comunità rom e sinte residenti in Italia
Detenuti o ex detenuti che quindi potevano portare in qualche modo una testimonianza in prima persona dell'esperienza vissuta
E
Migranti diciamo richiedenti asilo piuttosto che rifugiati piuttosto che
Migranti braccianti nel
Nel mio sud i
Nelle campagne lucane piuttosto che
Il confronto con entrambi diciamo questi gruppi candidati che avevamo ovviamente già aderito a partire da una visione formale l'agenda già ricevuta
Naturalmente e invece le persone che abbiamo incontrato in queste settimane che precedono le elezioni è stato condotto a partire dai contenuti dell'agenda
E in particolare non solo le violazioni che ogni associazione ha in qualche modo denunciato all'interno di questo documento ma soprattutto a partire dalle priorità
Che noi abbiamo indicato per ognuna delle Sezioni quindi a tutela dei diritti dell'Om migranti e detenuti inutile dire che nel confronto con le persone questo documento è stato diciamo consegnato per una forma di diciamo
Per il piacere di condividerlo ma è chiaro che la loro testimonianza e includeva automaticamente per noi è rimarcava in maniera naturale non indotta a quelle che sono le priorità che abbiamo indicato
Rispetto invece al confronto con i candidati la nostra richiesta a partire dall'agenda dei diritti umani in Europa è stata chiaramente di ribadire un'adesione che avevano già formalmente espresso
Tramite l'invio di una
Sottoscrizione e diciamo tramite e-mail
Di far sì che questo breve contributo diciamo della durata massima diciamo di dieci minuti quella come dire più agevolmente fruibile da un utente su un social media piuttosto che
Un visitatore del nostro sito il sito dedicato alla campagna è stato questo a partire dalle cinque barra sei priorità che noi abbiamo indicato per cambiare rotta nelle politiche attuati da attuare nei confronti di queste persone
Abbiamo chiesto che ogni candidato di in qualche modo
Porre l'attenzione il focus su
Una delle priorità che ritenesse in qualche modo
Più urgente o comunque sulla quale volesse contribuire no a fornire un approfondimento
Perché diciamo diversamente anche la vide testimonianza di un candidato che non diventasse che non fosse per l'utente il votante
Il cittadino una momento di ulteriore approfondimento rispetto a quello che abbiamo tentato senza alcuna pretesa di esaustività di dire in questa agenda
è chiaro che in qualche modo perde almeno per per noi che il il senso diciamo ultimo
Infine poiché a
Come dire dopo un'attenzione posta su ognuna delle Sezioni sui una delle priorità indicate in una delle sezioni in cui si articola questo documento abbiamo chiesto
Fattivamente e concretamente i candidati quale priorità noi avessimo trascurato dal suo punto di vista magari in questa agenda quale azione volesse o in qualche modo ritenesse di dover mettere in atto qualora eletto
Data diciamo la la la come dire l'impegno assunto
Attraverso l'adesione all'agenda dei diritti umani in nero chiaramente le
Il contributo e assolutamente diciamo
Lasciato alla valutazione diciamo dei di chi si soffermerà
Ossia Choir darlo ad ascoltarlo e quindi speriamo di aver fornito un con uno strumento in più anche per chi diciamo dovrà scegliere i troppi rappresentanti diciamo rispetto a questo
è stato importante il confronto con le persone questo ovviamente diciamo il limitato che ci piace sottolineare perché è da un lato
Abbiamo registrato il bisogno proprio
L'urgenza di di esprimersi
Di dare voce al
Alle proprie stanze le rivendicazioni anche all'al proprio bisogno di denunciare le violazioni deliberazioni dall'altra invece come dire avendo incontrato persone che quotidianamente
Sono come dire subiscono una limitazione una violazione e io continuai discriminazioni
Sulla propria pelle ci siamo dovuti anche in qualche modo scontrare con l'impossibilità di raccogliere delle video testimonianze e un misto di scetticismo paura
Anche rispetto al mezzo e questo è un dato per me è sconfortante perché vuol dire che il persone da un lato hanno bisogno di dare voce
Ai propri bisogni alla alla rivendicazione dei propri diritti dall'altra forse di tengono che ci sono degli strumenti è forse quello di del video o dei media in in generale che non hanno più diciamo efficacia
E del resto come dire la critica
Al linguaggio del discorso pubblico tanto politico come quello che è stato monitorato
Dal l'Osservatorio lunare in collaborazione con la ventuno luglio TAR quanto quello mediatico e diciamo in filigrana ma neppure tanto e viene denunciato come e uno dei mali
In qualche modo
Perché e di cui ci dobbiamo sentire tutti responsabile anche
Rispetto ad un altro dato che questa questa campagna vi abbiamo registrato cella diffusa disinformazione e quando dico diffusa intendo anche rispetto ad alcune tematiche degli stessi candidati
Comprensibile perché poi magari anche ognuno di noi ha un suo impegno no abbia un suo background
E sul quale
Può effettivamente esprimere meglio di più però è indubbio che
Penso soprattutto all'alcune persone
Appartenenti alla comunità rom estinta una dei delle del dei dei bisogni diciamo che si è che è stato espresso con più forza è quello proprio di avere accesso ad una maggiore informazione dei dei di diritti che possono rivendicare
E e data l'approccio se no non emergenziali istanze esistenzialista con le quali abbiamo diciamo
Siamo entrati in contatto con queste comunità anche su questo dato forse no dobbiamo riflettere che una nostra responsabilità il fatto che ci siano persone che non hanno la assolutamente il cognizione di quelli che sono i propri diritti
Quindi abbiamo raccolto alcune testimonianze altre saranno prese pubbliche nei prossimi giorni perché la campagna non finisce oggi
A molte delle quali appunto audio testimonianze ma ringraziamo comunque le persone che nonostante questo questa scelta di oscurare in qualche modo il proprio volto hanno deciso di condividere e di sovraesposti in un caso penso
Tra l'altro ecco lo dico non ha giustificazione abbiamo incontrato tanti candidati concluso quanto di persone in situazioni assolutamente improba quindi per cui ci saranno sicuramente delle testimonianze a volte immerse nel caos più totale sembra insomma
Non è per dire che siamo degli
Diciamo
Non sappiamo che sarebbe opportuno su chiacchierare in un ambiente asettico e silenzioso ma vi posso assicurare che abbiamo veramente in alcuni casi rincorso diciamo le persone per strada nei posti più improbabili
Abbiamo deciso si di sintetizzare almeno in quanto abbiamo già realizzato finora in questa Obreja desse otto minuti
Poi magari ne parliamo spendo altre due parole su questo ve lo promosso intanto
A
Delle riserve
Migliori
Quando dice
Chiedo troppo però
Euro
Poco
Una
Dicevo
Allora
Questo
Oppure
E
In una
Il
Sono
Però qua formale
La
C'è il procuratore
Io
C'è
Chirurgico
Il pubblico alla fine
Convocato
Politica riuscirà
Sono allora
Professore
Concorso
Costo
Ovvero
Lei mi dice come sono
Sorgono
C'è
Introdotti cioè assunti
Però ma per
Verranno
Ad uno
Riusciamo
Adesso
Devo
Cinque anni
Prodotto
Di spugna
Gli dissi città Ministero
Convenzione
Comunque tardi
Però quindi grazie
Mentre quindi
Tredici
Anticipa
E
Altro più minuti
Iuris
Ieri
Non
Chiaramente
Grazie
E
E
O
Tardi
Bene
Anche
Grazie
Di
E
Però
Non
Attraverso
A
Ovvero
Oggi
Nuovamente
Purtroppo
Semplice
Opere
Rimane
Vorrei
Dice
Tra
Pone
Anche
Oggi
Allora

Soppresse
Perché
Sottoscritte
Anche
Posto
Il prodotto
Grazie
Che
Una piccola selezione insomma cercando di mettere a fuoco quel alcuni ed in punti che erano emersi diciamo per i rom e in particolare la chiusura dei campi
Il la Franca arsi da questa condizioni di di degrado
Totale sulla quale ovviamente anche alcuni candidati in maniera più forte più
Hanno espresso anche attraverso una lite testimonianza la loro
Diciamo
Adesione a questa priorità per ribadendo la vergogna diciamo dei dei campi cosiddetti nomadi altri in alcuni casi invece si è CUP ripeto rimarcato invece Lulli Pisogne di utilizzare un linguaggio
Non discriminatorio e
E che non
Contribuisce a stigmatizzare e criminalizzare queste queste persone di
Vuoi aggiungere qualcosa grazie a questo
Prima di salutarci e
Comunque
Facciamo si
Magari un ragionamento lo possiamo fare intanto ringrazio anche Raffaella Bolini che ci ha raggiunto adesso
No io vorrei tornare un attimo effettivamente un po'a sull'esito del nostro lavoro testo insomma stamani siamo qui in dieci
Non ci aspettavamo un grandissime presenze anche perché ovviamente questi giorni cioè una sovrapposizione di iniziative
Che vengono fatte né per fare pressione su sui candidati con esiti diciamo effettivamente abbastanza limitati
Il numero di adesioni che noi abbiamo raccolto alla alla campagna effettivamente a contenuto però non è da sottovalutare anche diciamo considerarlo anch'altri iniziative
In queste settimane sono state
Promosse
Quello che vorrei dire è che al di là diciamo delle degli eventi di presentazione in pubblici che noi abbiamo pensato e sia in fase iniziale che alla fine di questa questa campagna
Quello che abbiamo tentato di fare in tutti questi mesi e che faremo finora ripeto al venticinque le maggio
Fare continuare a fare informazione contro informazione molto diffusa anche giusto utilizzando gli strumenti della Rete perché è in me
Diciamo ormai
Sei non si passa anche dalla Rete pare che
Nunzi non non si si sta quindi ho la cosa che sicuramente faremo ad esempio è quella di utilizzare alcuni dei
Materiali propaganda razzista che noi abbiamo appunto individuato
Per i elaborare del del specie di manifesti i nostri che
In qualche modo invitano
I cittadini a votare contro il razzismo quindi faremo una campagna in Campania sicuramente la prossima settimana che cercherà di
Evidenziare da un lato i diciamo la la xenofobia il razzismo presente in alcune forze politiche e qui ci scriviamo perché quando si parla di diritti
Bisogna
E avvenire anche il coraggio di schierarsi e e cercheremo appunto i fari informazione diffusa utilizzando tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione
Detto questo appunto magari passerei la parola Alessio che può dare qualche informazione in più rispetto alla campagna che comunque Antigone a ha portato avanti per quanto riguarda in particolare il diritto di voto dei detenuti
Molto brevemente per dire che la
Diciamo il dato di partenza su su cui ci siamo un po'misurati è un dato abbastanza sconfortante
L'Italia continua ad essere uno dei paesi dove si vota di più nel mondo questo come dato generale il
Diciamo io corto quando studiavo il Polo Tipolito legge americani si si interrogavano anche su come mai un Paese che aveva che aveva un
Come dire una considerazione così bassa poi della propria classe politica andasse a votare così così in massa
E purtroppo questo è vero
Di tutta questa città italiana non è vero del carcere in Italia in carcere si vota poco o pochissimo
Molto meno che in tanti altri Paesi e allora noi c'eravamo un po'impuntati sul fatto di cercare su queste elezioni europee del due mila quattordici di
Portar fuori un dato un po'diverso fondato
Insomma una perché un numero maggiore di detenuti andasse a votare perché è giusto che sia così perché è un diritto importante bisogna interrogarsi
A parte sull'ampiezza un po'meno di questo diritto non tutti i detenuti possano votare vale la pena interrogarsi se coloro che non possono farlo ebbene ed è opportuno che così sia ma soprattutto interrogarsi sul perché di coloro che possono una percentuale così piccola lo fa
Ora
Il carcere amareggia a maggior ragione potrebbe legittimamente essere un posto di
Scarsa fiducia dove circola una scarsa fiducia nei confronti della politica perché in questi ultimi anni la politica poco si è occupata del carcere però e anche il fatto che è un meccanismo votare dal carcere complicato e difficile
La procedura è complessa i detenuti spesso ammesso non ne sono informati o non la sanno tutta o non la sanno bene e quindi noi avremmo voluto distribuire nelle carceri italiane quanto meno scegliendo quelle
Più grossa in modo che raggiungendo quindici istituti si raggiungessero
Due terzi della popolazione detenute del Paese una un documento molto leggero molto facile che spiegasse come fare quando farlo quando attivarsi per riuscire a votare
E abbiamo chiesto all'amministrazione penitenziaria l'autorizzazione di distribuire questo questa piccola guida e non abbiamo avuto risposta non c'è stato detto né sì e del no però siamo ancora in attesa di una risposta ovviamente
Se ne è una procedura complessa bisogna partire presto se no non si fa a tempo
Allora abbiamo fatto degli spot radiofonici perché la radio in carcere si arriva esiste comunque abbiamo cercato di
Scrivere a detenuti che conosciamo scriveva Argo iniziazioni del conosciamo in modo da cercare di spargere la voce
E la voce sta circolando ovviamente non come non come avremmo voluto un'altra cosa da segnalare che tradizionalmente
L'amministrazione penitenziaria a un certo punto bella
Della campagna elettorale manda una circolare gli istituti dove dicevo ricordate di ci sono le elezioni bisogna fare così così cosa eccetera eccetera
Ad oggi neanche questa questa circolare arrivata perché adesso non so se tradizionalmente alle elezioni europee vengono
Ben fatta anche per l'elezione opere questa circolare o meno di io credo di sì può darsi che diciamo ci sia meno attenzione sul tema rispetto alle elezioni politiche e amministrative
Concerto è che è grave insomma che non lo si consenta di fare a noi non lo faccia chiuderebbe il mandato il dovere di di farlo noi continueremo a diciamo a fare la diffusione all'informazione che che possiamo stia costruendo alle redazioni dei giornali carcerari in modo che il quanto meno loro facendo proprie quella guida la possono mettere sulle sulle comunicazioni interne all'Istituto
Cerchiamo di dare la con la massima diffusione per noi è una cosa importante da una parte appunto perché che un diritto
Così così vitale
Non venga esercitata un segnale di allarme fortissimo cioè ovviamente qualcosa non non funzionerà
Dall'altra perché perché sappiamo bene che l'uno dei rischi principali del carcere
Oltre alla alla violazione dei diritti fondamentali elementari delle persone oltre alla alla minaccia la loro salute fisica
è uno dei ricchi dei rischi fondamentali del forte il carcere l'infantili trazione
Il fatto che tutto avendo dipendere da qualcuno per gli aspetti più elementari della tua vita per ogni aspetto della tua vita
Hai bisogno di fare una domandina per fare qualunque cosa in carcere e questo ovviamente fa fa ditte un bambino e i bambini non votarlo
Quindi diciamo e l'opportunità riceve che produce bambini i quali per esempio non votano all'opposto di quello
Che la Costituzione lo chiama fare l'opposto di quello che vorremmo e quindi anche per questo secondo noi sarebbe sarebbe importante
Grazie
Prima di lasciarci anche siamo in quattro quelle anche ringraziare Raffaella bulimiche qui con noi se
Vuole intervenire con
A chiusura di questa conferenza stampa
Ci fa piacere che se non
No che voglio semplicemente ringraziare con voi perché dentro una campagna elettorale fatta tendenzialmente diciamo come quella
Che stiamo affrontando in questo periodo tendenzialmente fatta da
Forze populiste
Perché io credo che il primo in Italia rinviamo immersi siamo ormai in una sorta di meccanismo di populismo perché
Si diffonde è molto difficile riuscire a fermare questi temi
Siamo partiti gol populismo berlusconiano poiché abbiamo diciamo questo movimento che è molto compositore prevista anche la necessità agente perbene e però facciamo poi guidato dalla leadership che secondo me populista che è quella
è quella di quello di Grillo poiché abbiamo
Adesso quel populismo che di altro o di altra natura occupa Palazzo Chigi e
Dico populismo perché senza diciamo voler
Distribuire insulti gratuiti ma perché penso che il populismo sia quella cosa che diciamo
Cerca di parlare alla pancia delle persone e non allora sua raggiunti
E e questa tentativo di cercare consensi al parlando alla pancia delle persone si nutre tantissimo della tentativo di creare
Qualcuno su cui scaricare le proprie funzioni io in questo periodo che sta in giro fa campagna elettorale quando strapparla riguarda riesco una cosa che sto cercando di fare tanto di andare in giro parla con le persone
Stalinista
Pertusola candidata realista nuova molto voi Gottardo da invidia quindi siamo stati costretti
A ritornare i vecchi metodi no
Volantinaggi al mercato e cose di questo genere
Tu arrivi sembra un punto in cui il novanta per cento delle persone normali quelle che prima ti dicono che sono arrabbiate perché prendono cinquecento euro di pensione seicento Euro perché hanno lavorato tutta la vita nel Gianni soldi per arrivare alla fine del mese
E che erano
Di sinistra tendenzialmente che ora non lo sono più perché sono infuriati e
Poi arriva il momento in cui si era Vigliano a scelta con
Una delle tre categorie che avete scelto di mettere al centro della vostra campagna
E non tanto in termini nessuno dice che c'è la con i rom colpirono sincerarmi ma anche a priori Marcolin grande col detenuto in sé c'erano alcuni costi
Che a loro parere vengono sottratti
Da ciò che gli spetterebbe per essere data categoria che non si capisce perché devono essere privilegiate adesso non è che devo spiegare a voi che questo non è vero
Però è diciamo il tipico meccanismo della guerra tra poveri
E questa
Meccanismo della guerra fra poveri è una delle cose e secondo me realmente rischia di aprire degli scenari terribili rispetto al futuro villa al nostro Paese ma anche dell'Europa noi siamo un continente che storicamente ha dimostrato già più volte
Che non è capace di reagire alle grandi frustrazioni sociali
Come dire voltando verso la democrazia siamo un continente dove il punto facile dunque persino Brabham che alle grandi frustrazioni socialisti reagisca invece diciamo fa crescita e già si sta vedendo di motivi i reazionari culture reazionari
Dire dura abbiamo ormai abbiamo diversi Parlamenti in Provenza Novielli nazisti
E e quindi non penso che ci avremo in futuro una vita più facile
Non credo che ci abbiamo in futuro una vita più facile e questa presenza è uno dei motivi per cui
Che ma spinto a me che diciamo vengo da una vita dedicata alla società civile a fare un passo
Che
Che come dire non era obbligatorio né scontato per com'è la mia cultura visto che
Non credo che sia come dire obbligatoria della Libia anzi
Non penso proprio che sia giusto pensare a un meccanismo in cui un'OPA Santorio nella società civile contenuta in politica anzi al contrario credo che ci stiamo molto utile avere
Tutta la vita l'impegno della società civile
Ma e questo è stato un tentativo come quello della lista di provare a dire che da soli presi a pezzetti non ce la facciamo nessuno e che c'è bisogno di riuscire a mettersi insieme e non solo in termini di unire le forze ma anche di mettere insieme i singoli
Settori di lavoro a cui diamo attenzione perché le cose sono collegate chiede due lo diciamo io credo a ristabilire un meccanismo che
A come dire armi a ricreare una battaglia forte su la questione della dignità per tutti e che la giustizia sociale della ridistribuzione
Penso che sarà molto molto molto difficile
Uscire ad affermare il fatto diciamo quella che è l'attività degli ultimi perché tendenzialmente la dignità è una cosa è condivisibile invece da noi viene divisa cioè una cultura per cui la dignità spetta qualcuno e non a qualcun altro
Poi nel merito credo che ci sia davvero una questione anche di e da questo punto di vista secondo me anche se appunto
Oggi qui c'è poca gente ma non importa perché io vedo che comunque è importante il fatto che nella dinamica della campagna elettorale anche rispetto
Alle liste dei candidati in questi tempi marinara agitati in questi in questi giorni tra l'altro diciamo su su tutti su tutti i termini siamo sempre continuamente in emergenza perché dunque giri c'è un problema di questa natura
E e e io penso che ci sia anche molto bisogno su tutte queste questioni anche voi come dire continuare a seminare cultura e conoscenza e formazione
Fra chi comunque della cosa pubblica si occupa perché uno dei dei limiti che vedo diciamo della situazione di presenza molto diffusa di società civile che lavora sui termini
E dei diritti democratici delle libertà civili della
Giustizia sociale e di diritti però stiamo anche molto settorializzato il rischio che ci siano
Ci sia veramente bisogno come dire di cosa di continuamente intere scambiare le bottiglie patrimonio che uno possiede
E
Quindi sto facendo un esempio che riguarda diciamo la questione dei però
Io ho lavorato tanti anni nella ex Jugoslavia durante la guerra e a un certo punto fummo costretti
E
Scoprimmo che
La lato commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati che gestiva la ricostruzione del Kosovo stava facendo un errore spaventoso
Perché nelle liste dopo la guerra nelle liste dei cittadini kosovari che c'erano diritto a ricevere i materiali per la ricostruzione delle case
Aveva escluso i rom
Non per discriminazione ma perché
Considerandoli nomadi li pensava nei carrozzoni coi cavalli
Che troppe gravavano per tutti i Balcani mentre quella comunità da cinquecento euro dazi da cinquecento a organizzativa Paciolla euro
Da cinquecento anni sta stanziale
E che quindi
Erano cittadini regola ricchissimi di case dove abitavano dato cento generazioni e li avevano non li avevano calcolando il sentimento di quelli che hanno diritto a riavere le tegole privarsi dei casi
E li portammo lì alcuni alcune operatori che vede la nostra gente che lavora nei campi nomadi per
Fargli i corsi di formazione acquisti mega cambia latticini delle Nazioni Unite peraltro bravissimi ma che ci avevano questo buco informazione tra l'altro diciamo dettato da uno stereotipo no
E questa cosa diciamo rispetto Iron mi pare una questione dirimente cioè rompere lo stereotipo stante l'appello no
Ma rispetto alla vicenda delle delle carceri le cose che tu raccontati adesso chi le sa
Eccetto gli addetti ai lavori no purtroppo c'è ci si trova
Ma è proprio diciamo è una porta chiusa anche rispetto
Alle persone che si battono impegno generale su quattro per i diritti della società tutti i diritti pensano tranne quelli di chi non vedi
Perché non li vedi perché stanno
Perché stanno chiusi perché non ci impatti mai a meno che non c'è lo farebbe in galera o a meno che non PAN certo punto esce fuori
Tempo il tema del reato di tortura una cosa che è uscito fuori più
Più grandemente perché è una cosa che ha avuto a che fare con i grandi casi che hanno un vuoto che hanno colpito l'opinione pubblica e anche perché probabilmente quello che mette in comunicazione il fuori dentro
Perché denunciamo già degli dei Veggia dei già dei legami anche con l'aspetto della della repressione c'è di temi su cui anche l'opinione pubblica devo
Praticare è attivata ma sulla vita di dentro il carcere sta a parte il tema del sovraffollamento mia gravissime poi tanto esce
Ma sull'aspetto presenta dei diritti civili e dell'alta capacità diciamo di ricongiungimento a meno che non se l'associazione Di dialettici lavorino lo sai
Sulla questione dei migranti vediamolo dire cioè dopo cioè proprio in queste ore qua
Ce ne stanno uscendo fuori di nuovo di tutti i colori io veramente diciamo le lacrime di coccodrillo proprio Nieri impugnano
E credo che tra l'altro di tutte le stupidaggini e le cose insopportabile sta sentendo in queste ore una delle veramente delle peggiori è questa storia che bisogna andare a fare i campi in Libia
In
Libia bisogna andare a fare impianti per i migranti
Questi non sanno nemmeno come sta messa la Libia con tutto il rispetto per la Libia alla Libia un Paese dove diciamo dopo il famoso interventi liberatorio
Della comunità occidentale mia che ha mandato via il dittatore è un paese che non è governate attualmente diciamo non è un Paese governato nel governabile attualmente c'è di tutto
Rettore scientifiche noi abbiamo la a fare affari i campi
Cioè siamo ormai abbiamo
Siamo di mestiere diciamo a rete facciamogli arricchì duri di mafie poteri criminali trafficanti di ogni genere
Semplicemente perché gli anziani vita alle persone di traversate questo mare senza mettersi nelle grinfie i trafficanti e è una cosa del genere penso che diciamo è al di là del Veneto il male
Dunque che dobbiamo farci abbisognano segnali insistere bisogna insistere insistere insistere e cercare di dare
Fiato acciocché
In giro per l'Europa finalmente share su queste cose mente queste cose al centro dell'attenzione
Io devo dire che per parte mia se molto orgogliosa di Stato il giornalista che nonostante in campagna elettorale sia per niente popolare
Per i motivi che dicevo all'inizio
In realtà diciamo sì a livello nazionale che a livello europeo queste questioni in particolare quella dei migranti come emergenza strutturale c'era nel codice genetico
E mi rendo conto che bisogna averci coraggio a tirare fuori queste cose in campagna elettorale perché invece che guadagnare consenso rischi di perderla di perderlo però credo pure che non c'è consenso
Possibile se non è un consenso che ha fatto su valori buoni perché o si seminano valori buoni anche a costo di essere in minoranza estivi prosegue su quella strada o appena cioè di un millimetro ha ceduto su tutto
E quindi non c'è niente da fare non è sempre detto che è uno che abita attaccato a cui mi lega una generazioni gabinetti stare nel momento migliore quello del venticinque aprile del quarantacinque dovrei giovane bello forte a esitante
Con lo stemma in mano e hai dimostrato deliberato il tuo Paese Edison con i partigiani mediche
Dieci anni prima sono morti di vecchiaia dopo avendo è un anno fa ho visto la luce in fondo al tunnel dalla Corte diciamo siamo
Quella generazione la però se non c'erano quelli non c'erano nemmeno i giovani che fecero il venticinque aprile quindi bisogna avere il coraggio molto coraggio
E capacità di costruire anche nel buio andare avanti e non rassegnarsi diciamo all'ingiustizia
Grazie Raffaella anche per la grinta
Perché dimore storiche est ci serve si riserva
è senza siamo diciamo abbastanza rimasti in pochi ormai però asse se c'è qualcuno che vuol dire qualche parola parte faccia a faccia pure altrimenti noi comunque ovviamente non ci fermiamo continueremo a dare fastidio nei a rompere un po'alle scatole nei prossimi giorni
Grazie a tutti