14MAG2014
manifestazioni

Europee 2014. Manfestazione con il Segretario nazionale del Partito Democratico e Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi

MANIFESTAZIONE | Palermo - 19:00. Durata: 22 min 59 sec

Player
Registrazione audio della manifestazione "Europee 2014. Manfestazione con il Segretario nazionale del Partito Democratico e Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi", registrato a Palermo mercoledì 14 maggio 2014 alle 19:00.

L'evento è stato organizzato da Partito Democratico.

Sono intervenuti: Fausto Raciti (deputato, Partito Democratico), Matteo Renzi (presidente del Consiglio dei Ministri e segretario nazionale, Partito Democratico).

Tra gli argomenti discussi: Africa, Agricoltura, Ansaldo, Arte, Banche, Banda Larga, Borsellino, Burocrazia, Calcio, Camorra, Campania, Carabinieri,
Commissione Ue, Criminalita', Cultura, Debito Pubblico, Decessi, Dirigenti, Edilizia, Electrolux, Elezioni, Energia, Enti Locali, Europa, Europee 2014, Falcone, Finanza, Finanziamenti, Fincantieri, Giovani, Governo, Grillo, Immigrazione, Impresa, Industria, Infrastrutture, Irap, Istituzioni, Lampedusa, Lavoro, Loi, Magistratura, Mediterraneo, Napoli, Ndrangheta, Ordine Pubblico, Palermo, Partiti, Partito Democratico, Pesca, Pil, Politica, Polizia, Rai, Reggio Calabria, Regioni, Ricerca, Riforme, Scuola, Sicilia, Sicurezza, Spesa Pubblica, Stipendi, Sviluppo, Tasse, Ue, Universita', Violenza.

La registrazione audio di questa manifestazione dura 22 minuti.

leggi tutto

riduci

19:00

Organizzatori

Partito Democratico

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Sera buonasera a tutti
Grazie per essere qui e grazie per essere qui
In così tanti questa
Questa sera
Questa manifestazione la prova la dimostrazione di un
Partito che non ha
Paura
Di presentarsi alle persone con la propria faccia di ritornare in piazza riappropriarsi della PAC della piazza come grande grande spazio pubblico
Fatemi intanto
Dare il benvenuto al segretario del Partito Democratico al Presidente del Consiglio Matteo Renzi che è qui con noi questa sera
Un ringraziamento speciale a chi ci ha aiutato ad organizzare in quarantotto ore questa straordinaria manifestazione io
Ve lo dico credo che nessuno abbia ragione emotivo per avercela male
Siamo decisamente qualcuno in più che per Beppe Grillo la settimana scorsa siamo la gente del PD
Siamo la gente che guarda
Al Partito Democratico è a Matteo Renzi come una grande come una grande speranza
Fatemi ringraziare gli uomini le donne del Partito Democratico regionale che nel corso di queste quarantotto ore hanno lavorato tantissimo
Per permettere che questo appuntamento fosse messo impieghi
Fatemi ringraziare i segretari provinciali del Partito Democratico che hanno
Lavorato così tanto nel corso di questi due giorni e fatemi dire una cosa
Io so che in questa piazza assieme alla
Gente il PD è tra la gente di qui dice tanta Sicilia che soffre tanta Sicilia incerta tanta Sicilia che spera in un cambiamento possibile
Io credo e penso che il Partito Democratico sia possa essere per questo pezzo di Sicilia
Come il vento di questa giornata palermitana che ha
Spazzato le nuvole riaprendo riaprendo il sereno ecco il nostro partito è il partito che vuole riaprire il sereno per quel pezzo d'Italia e di Sicilia chi soffre
Io la chiudo qui grazie a tutti voi e parola al Segretario del Partito Democratico il Presidente del Consiglio Matteo Renzi
Buonasera a tutti buona sera a tutti
Vendo
Degli striscioni
Di tante realtà e vedo
Tanti perché seduti dove si va a stare seduti
Hanno capito volevo ora avevo pensato di fare un discorso tradizionale
E però poi ho pensato che vorrei raccontarvi la mia giornata di oggi
Io stamani mattina sono partito
E sono andato a Secondigliano
Buoni buoni tranquilli allora Secondigliano Beauvais Secondigliano Secondigliano e nel cuore
Di Napoli nel quale della guerra di camorra a Napoli
Casa abbiamo scelto di fare nella
Città di Napoli questa mattina abbiamo scelto di entrare in una scuola
Per indire che
La
Capacità che noi abbiamo di investire nelle scuole e nella e nell'investimento e dell'educazione è il punto di partenza
E allora vorrei raccontarvi che ho visto in quella scuola
Vorrei raccontarvi che ho visto in quel luogo educativo ora visto che le maestre che ha coerente alla squadra ogni giorno tali investimenti ed invece che l'Italia ha un futuro
è atteso che le persone che hanno saputo
Creare in quel luogo la bellezza di ripartire contro la criminalità partendo dai ragazzi ho incontrato anche un ragazzo che mi ha parlato del Napoli e della Fiorentina e ho pensato che un Paese civile
è un Paese che riporta il calcio ai propri bambini
è un Paese che riporta un giusto stipendio ha i propri insegnanti
è un Paese che dice grazie a chi l'ha fatta per avere una biblioteca perde in una scuola però pensavo che questo Paese è il paese del Partito Democratico
Poi sono andato in un luogo
Il non luogo che la prefettura di Napoli Oppo in seguito la Prefettura di Reggio Calabria e poi la Prefettura di Palermo
In questi lo abbiamo fatto l'elenco dei fondi europei c'era uno striscione prima lì sui fondi europei ecologico stanno rialzando i ragazzi della ricerca l'ho visto prima vi ringrazio per averlo portato
Lo sapete quanti sono i fondi europei che sono bloccati oggi
Centoottanta tre miliardi di euro a Chieti e dice guardate che
Non è vero che l'Italia non ha i soldi rispondere con i fatti l'Italia i soldi li avrebbe avrebbe centottantatré miliardi di euro risponderò by da spendere ripetiamo non li spendiamo
Perché non spendiamo questi centottanta mila miliardi di euro per colpa dell'Europa no
No no noi spendiamo questi soldi per colpa nostra
E allora ho pensato che ciascuno di noi può fare un pezzettino per costruire un'Europa diversa un'Europa in cui questi soldi vanno a creare posti di lavoro per i nostri giovani vanno a creare infrastrutture vere vanno a creare ricchezza nella ricerca nell'università
Poi mi sono spostato e sono entrato sapete dovremmo e se andiamo in un luogo che è un modo per me particolarmente significativo la Reggio Calabria della
Della 'ndrangheta dice qualcuno abbiamo incontrato il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica di Reggio Calabria
E cosa è successo al Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica di Reggio Calabria
Il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica di Reggio Calabria
Ha dimostrato come quotidianamente ci sono anche a Napoli a Palermo lo so ma in particolar modo in quella città
Centinaia di agenti delle forze dell'ordine centinaia di magistrati che cercano ogni giorno di svolgere il proprio ruolo per bene
Questi magistrati hanno diritto di sapere che c'è uno Stato che stallo Rossi ancorché combatte per la RAI come loro e quando poi sentite dire e quando voi sentite dire
Che lo Stato non esiste e che lo Stato e svilito
Che lo Stato non va da nessuna parte io vorrei far vedere a ciascuno di loro gli occhi di quei magistrati gli occhi di quei poliziotti Iotti di quei carabinieri e dire che noi siamo l'Italia che si mette ossia ancora
Delle persone che combattono per la legalità e che non la danno vinta chi cerca di distruggere tutto mentre continuano a stare dalla parte nell'ordine della sicurezza pubblica avete continuamente in gioco il futuro
Bene
E mentre
E mentre cercava di
Tornare verso
Il luogo dell'incontro
Sui fondi europei che a Reggio Calabria è stato il museo dei Bronzi di Riace
Ho pensato a che cosa significa
Per noi è oggi la cultura
Noi siamo cercando di stare ripartire l'industria e stare un grande Rinascimento industriale da qui dalla piazza di Palermo voglio dirvi che domani allora massime Remo l'accordo per eletto lux essa non centinaia di posti di lavoro salvarli
Come abbiamo firmato l'accordo con Fincantieri con Ansaldo Energia eccome continueremo a stare
Contro chi vuole distruggere contro chi vuole dire di no e basta
Però diciamo la verità
Diciamo la verità amici e compagni del Partito Democratico si può fare di più per la cultura si può fare di più perché la ricchezza della nostra produzione artistica o del nostro le come artisti come bronzi di Riace
Diventi per i nostri bambini non soltanto al nodo di bellezza ma anche un'opportunità economica
Sapete che
Arrivando nella scuola stamattina
I bambini hanno accolto cantando l'inno nazionale
Uno può pensare perché i bambini cantano l'inno nazionale
Del resto sembra che vada di moda dire che bisogna si schiavi l'inno nazionale
Quando qualcuno è andato a Napoli ha detto avete fatto bene a fischiare l'inno nazionale io credo che quei bambini abbiamo dato una lezione di dignità e di appartenenza allo Stato dicendo che ci sono dei valori grandi
Perché sapeva che Sarpi che ci sono i vari meravigliarsi nei quali combattiamo continuano a credere
Anche quello che stiamo facendo qui in questa piazza alternativa scappiamo non andiamo via dai nuovi del nostro confronto è che tutte le provocazioni che passiamo a pagina raffrontiamo a viso aperto perché noi siamo l'Italia che ce la farà
Siamo all'Italia che continua a crederci contro l'Italia di chi vorrebbe dichiarare fallimento degli vorrebbe chiudere baracca e burattini
Poi allevabili
A Reggio Calabria ho incontrato un pescatore
Temiamo spiegato con dovizia di particolari non so se ho capito bene o no
C'è
Un Regolamento europeo
Spiega a un'intera comunità della provincia di Reggio Calabria che non può più pescare pescespada
Perché c'è un meccanismo stravagante
Che impedisce
Di pesca del pescespada
E io ho pensato ma al quale l'Europa che ci spiega tutto siccome pescare il pesce spada dai che chiude gli occhi di fronte a ciò che accade nel Mediterraneo
Che si plateau ma del pescespada dai conservato ma delle persone che vengono
Dalla Libia a dal nord Africa e che muoiono in mare mentre l'Italia fa gli sforzi e agli altri Paesi non ci danno una mano
Cioè il Paese un Paese
Che salva le banche e non salva i nostri iscritti
Che non sanno i bambini in che l'ANCI a Lampedusa da sola e all'harakiri oggi continua a dire
Cioè non c'è spazio
Per un'Italia Europa diversa
Dovrebbe sapere che noi siamo invece convinti decisi determinati a realizzare un'Europa nella quale si finalmente
Si possa credere si possa tornare a pensare che sono importanti i regolamenti comunitari ma sono importante le persone l'est
Tali delle famiglie lei ci faccia di chi cerca di combattere io vedo e io vedo grande sorpresa perché quando dico queste cose mi dicono a
Ma tu vuoi parlare di queste questioni proprio tutte interpreti il voto europeo sentite questa
Come voto di scambio
Noi siamo quelli che hanno fatto la legge sul voto di scambio che prima non c'erano voto di scambio perché
Tu hai promesso di dare ottanta Euro in busta paga a chi non arriva più alla fine del mese a
Questo sarebbe il voto di scambio il fatto di restituire agli italiani che non ce la fanno un contributo per potersi realmente andare avanti un intervento un incentivo da cosa derivano questi soldi
Questi soldi da casa vengono
Vengono dal taglio della spesa pubblica vengano dal fatto che non si voterà più per le Province vengano dal fatto che abbiamo messo un tetto ai grandi dirigenti di Stato perché è ingiusto che si guadagni tutti quei soldi
Testimone di più di duecentoquaranta mila euro vengano
Diciamolo
Diciamolo acquerelli
Che dalle piazze ci dicono che noi stiamo dando le mance elettorali
Daria ottanta euro a chi prende mille cento euro al mese non è una mancia è il tentativo di dire a un Papa che non ce la fa più guarda
Ad un piccolo spazio per dare una mano alla famiglia è quella di dire a un insegnante tempo a comprarsi un libro in più ecco ritiriamo ragazzo che può portare una sera c'era la fidanzata
E restituire dignità questo Paese
E noi ci impegniamo a non abbiamo paura passano andarci ovunque possono insultarci passò da continuare a criticare
è a prenderci in giro noi siamo quelli che dopo tanti anni restituiscono qualcosa
Restituiscono speranza restituiscono la possibilità di credere che il tempo dell'Italia non è il passato
Perché sapete qual è la vera segatura che ci vogliono far credere che siamo soltanto quelli che avevamo un grande passato
Noi siamo in condizioni dei costi è un pezzo di futuro perché il futuro è nelle nostre mani non è nelle mani degli altri purché siamo in condizioni noi di metterci in gioco per primi
Sono
Sono arrivato poi
A Palermo
E mi è arrivato il lancio di un'agenzia
E mi ha detto guarda
Che domani su tutti i giornali la preoccupazione principale sarà la RAI
Tornerà seri perché tu ieri ha litigato con fra
Vista Ballarò
è quindi
Quasi tutte le forze politiche dicono che il problema è la RAI
Ma vi sembra normale
Che in un momento nel quale tutti stanno un sacrificio tutti cercano di recuperare un po'di saldi sanità ebbe a dire che la RAI è l'unica falsa è l'unica istituzione che non deve dare una mano a rimettere a posto al Paese
Ma vi sembra giusto tecnico anche a quello che stiamo vivendo di fronte a quello che stiamo mettendo
Noi non siamo in condizioni di chiedere un passo in avanti anche da parte di chi in questi anni
Forse poteva gestirla meglio
Io sono il segretario del PD
Io sono il Presidente del Consiglio e io vi dico qui da piazza Politeama Palermo cioè la RAI non è dei partiti la RAI non è del Governo l'analisi dei cittadini e dobbiamo adeguarci adattarla così tutti
Noi cambiamo verso anche per queste
E poi
Mentre atterrava un aeroporto
Che a quei due cognomi
Che in questo territorio non sono due cognomi ma sono i simboli di legalità dei giustizia definita di martirio dei passione
Giovanni Falcone e Paolo Borsellino mente appellava in quell'aeroporto
Ho pensato a un piccolo gesto che ha fatto una maestra a Genova la settimana scorsa
Quella maestra
Mi ha scritto un'e-mail e mi ha detto caro Presidente del Consiglio
Vieni con noi a inaugurare una scuola e sapete a chi l'anno intitolata
L'anno intitolata a una ragazza che aveva ventiquattro anni che faceva l'agente di polizia è chiamata facendo la scorta Paolo Borsellino Emanuela Loi
E io credo che noi dobbiamo avere rispetto per chi veste una divisa rispetto per chi dà una mano a questo Paese a rispettare le regole rispetto a perché crede nella giustizia nella legalità noi siamo il PPI noi siamo il partito che vuole bene all'Italia
Noi siamo il partito che esponendosi un fallimento dell'Italia
Arrivato in Prefettura abbiamo fatto l'elenco dei centottantatré miliardi che dovevano spendere nei prossimi anni io prendo l'impegno da Presidente del Consiglio qui ogni tre mesi
Io sarò a Napoli Reggio e Palermo per monitorare insieme alle istituzioni voce per voce trovi vengono spesi questi saldi
Questi sono i saldi su cui daremo risposte disoccupati queste sarà il salto esso cori credevo posti di lavoro è voglio dire una casa al godimento disoccupati
Vedo in questi giorni persone che dicono che è la soluzione dell'Italia eh
Il reddito di cittadinanza cioè dare i soldi a tutti la soluzione dell'Italia e darei la volontaria nati da tutti
Con l'assoluzione dell'Italia Agripart eventuali lavoro e abbassare le tasse all'impresa e come abbiamo fatto meno dieci per cento all'IRAP
Anch'io ho scelto di realmente allietare la burocrazia a restituire dignità e non soltanto ai giovani
Lo dico anche in questo momento non se n'è accorto ci sono quattro mila novecentottantuno giovani siciliani che nei primi giorni di maggio si sono già iscritti alla garanzia giovani
Io non so a che non funziona fare discorsi concreti ma sono i discorsi su cui ripartiremo Cesano quattro mila novecentottantuno ragazzi che torneranno a trovare un posto di lavoro ma noi dobbiamo prendere un impegno in questa piazza
Pensare al lavoro dei giovani ma pensare al lavoro di chi ha quarant'anni a cinquant'anni apparizioni lavoro ritiene buttato fuori dalla società espulso
Non è un Paese degno questo
E noi lo cambieremo
E poi siamo venuti in piazza
Ce l'ha detto Matteo in piazza ci sarà qualcuno che si rischia
Qualcuno che contesta
Qualcuno che non vuole farti parlare o una cattiva notizia per voi noi ci fermiamo noi scendiamo in piazza Peter abbiate casa nostra
Perché porterà lasciamo perché l'opera cioè con l'Italia
Perché l'Italia è il nostro Paese
E allora da cui il da Palermo
Prendiamo l'impegno
Vi chiedo
Amici e compagni del Partito Democratico
Iniziano dieci giorni chiave
Tutti i giorni cercheranno di provocare così
Cercheranno di provocare il CIPE
Cercheranno di saldi arrabbiare
Cercheranno di risultare vini cercheranno dei debiti e voi siate Petteni che voi siate collusi che voi siate quelli che non ce la fanno tutti i giorni per l'anno a cercare il contatto e lo scontro con voi
Ricordatevi chi siamo noi siamo gli italiani che pensano che questo Paese abbia un futuro con il quale il Consiglio di emozione di commozione noi salveremo questo Paese da chi lo vuole distruggere
Noi noi risponderemo agli sono utili noi andremo in piazza perché la piazza è casa nostra uno per uno casa per casa
C'è chi va
C'è chi va a Porta a Porta anch'io
Ma almeno non ho mai detto che porta a porta dal male assoluto io sono sempre andato
Facciamo una cosa andiamo anche noi il porta a porta a casa per casa anche ama ripetere ci nostro consenso il nostro voto andiamo senza paura perché l'Italia che vincerà queste reazioni
Non è l'Italia che prende un voto in più
è l'Italia che riporta la gente ad avere fiducia ad avere speranza ad avere l'entusiasmo di crederci
E allora
Chiudo
Raccontandomi che cosa accadrà nei prossimi dieci giorni
Nei prossimi dieci giorni la rimetteremo i banchetti in piazza e per l'anno e dieci che è colpa del PPI se le cose non vanno
Quelli che verranno a dirvi questo diventi dicano che cosa è successo in questi primi settanta giorni
E cioè che l'Italia finalmente ha rialzato la testa
Però non può bastare
E non credete a chi dice che la sfida è tra Berlusconi Grillo Rienzi perché è vero c'è Berlusconi è tornato è sempre lui
C'è di bello è tornato è sempre nulli
Ma qui non c'è un nome qui c'è un popolo di persone che il Partito Democratico che ha tante storie da raccontare e io vi chiedo dal profondo del cuore
Considerate il passaggio del venticinque maggio un referendum è un ballottaggio tra l'Italia ha senso tale elitaria che spera fra l'Italia al tema assente e l'Italia che costruisce
Tra l'Italia tecnologicamente più è l'Italia che creano posti di lavoro settantaquattro mila nell'ultimo mese ma non basta non soltanto da pochi
Tra l'Italia che vorrebbe dire che va tutto male e l'Italia che invece essa che il quale il Consiglio di commozione
Che il quale gonfia di difficoltà
Ma l'Italia che costruiremo all'Italia dei nostri figli io ci credo sono convinto che noi non molliamo dichiarando allo sforzo perché gli ultimi dieci giorni
Però i dieci giorni che ci porteranno nonna a vincere le elezioni ma riportare la dignità l'orgoglio di essere italiani grazie a tutti voi