14MAG2014
dibattiti

L'Europa che vogliamo

DIBATTITO | Roma - 15:16. Durata: 2 ore 1 min

Player
Registrazione audio del dibattito dal titolo "L'Europa che vogliamo", registrato a Roma mercoledì 14 maggio 2014 alle ore 15:16.

Dibattito organizzato da Confederazione Italiana Dirigenti d'Azienda e delle Alte Professionalità.

Sono intervenuti: Antonio Polito (direttore del Corriere del Mezzogiorno), Silvestre Bertolini (presidente della Confederazione Italiana Dirigenti d'Azienda e delle Alte Professionalità), Ines Caloisi (presidente di TIA Formazione Internazionale), Marco Scurria (parlamentare europeo, Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale), Lorella Zanardo (scrittrice), Carlo Casini
(parlamentare europeo, Unione dei Democratici Cristiani e dei Democratici di Centro), David Sassoli (parlamentare europeo, Partito Democratico), Carlo Casini (parlamentare europeo).

Tra gli argomenti discussi: Burocrazia, Corruzione, Crisi, Debito Pubblico, Disoccupazione, Dogana, Economia, Elezioni, Energia, Euro, Europa, Europee 2014, Fisco, Immigrazione, Imprenditori, Impresa, Industria, Informazione, Integrazione, Istituzioni, Italia, Lavoro, Mercato, Moneta, Occupazione, Parlamento Europeo, Partiti, Regioni, Riforme, Societa', Stipendi, Sviluppo, Turismo, Ue, Welfare.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 2 ore e 1 minuto.

leggi tutto

riduci

15:16

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ecco spicca
Buongiorno anzi buon pomeriggio prendete pure posto stiamo cominciando i nostri lavori
Questa
Questa sala in questa sala disco dire che non conosceva appare molto bella complimenti so che CIDA
L'organizzazione dei dirigenti e manager italiani ha già ottenuto un analogo convegno nel nord del Paese oggi incontra
Lunedì oggi incontrerà i candidati alle europee del del centro
Il tema della nostra discussione sarà l'Europa che vogliamo io volevo un attimo segnalare due
Anomalie
Due cose originali che voi fate oggi qui la prima è
Appunto un dibattito che si chiama l'Europa che vogliamo perché presuppone
Che la volete
Già questa è una novità diciamo di questi tempi perché
Il massimo il dirigente si sente parlare dell'Europa che non vogliamo
E anche molti partiti hanno presentato piattaforme slogan elettorali che precisano tutto quello che non vogliono dell'Europa senza spesso indicare
Come la vorrebbero diciamo così no non so meno Europa Italia più l'Europa in Europa insomma
Un po'un gran pasticcio di lingue io trovo molto apprezzabile che ci sia
Un'organizzazione professionale che
Una grinta sia i professionisti
Che
Pone il TG tre operai in questi termini e che soprattutto cerca lei i candidati per farsi dire come l'Europa che vogliono questo è stato uno finora dei grandi difetti questa campagna elettorale un
Una scarsa capacità dell'opinione pubblica di discutere di temi dell'Europa con quelli che dovrebbero andare al Parlamento europeo perché noi ce lo dimentichiamo votiamo per mandare dei nostri rappresentanti al Parlamento europeo
Non soltanto per regolamenti di conti politici nazionali e guardate che altri Paesi segnatamente la Germania la Gran Bretagna usano alla grande i loro gruppi parlamentari europei riuscendo a far difendere
Con capacità competenza e conoscenza e nel Parlamento europeo gli interessi nazionali la seconda anomalia novità di questo dibattito e che come sentirete credo
Dalla relazione di Bertolini che io anticipo soltanto perché ho letto il documento un l'ottimo documento che ha presentato la CIDA su questa materia
Come sentirete la risposta ai alla difficoltà evidente in cui si trova l'Europa nella proposta e la CIDA è più Europa cioè la la soluzione al problema
A al problema in cui versa oggi l'Europa non è quella di
Rallentare su certi punti separarsi su altri cosa che pure è molto presente nel dibattito
Pubblico nell'arena europea anche soprattutto da parte di quelle forze anti europee che sono abbastanza vociferante molto forti in questo momento
E risponde un po'a quel vecchio motto che si diceva un tempo della della bicicletta qualcuno paragonava sempre l'Europa una bicicletta finché pedali sta in piedi se smetti pedalare cadi
E credo che questo sia un po'diciamo l'ispirazione del documento che da questo punto di vista è molto avanzato
Noi
Faremo così sentiremo adesso la relazione
Di Silvestre Bertolini
Dopo la relazione noi chiameremo a rispondere alla alle provocazioni del del dell'intervento di Bertolini e anche a qualche mia domanda
Molto rapidamente dovremmo avere sei candidati alle elezioni europee prima un un gruppo di tre candidati
Diamo ciascuno uno spazio di dieci minuti qui vigeva la par condicio anche qua e poi dopo cambiamo Pannella e sentiamo gli altri tre e poi conclude Bertolini darei la parola Bertolini grazie
Grazie Antonio grazie per la
Per l'introduzione del grazie per aver apprezzato anche il documento della CIDA
Che devo dirti sinceramente
Non è
è stato fatto con una grande attenzione con grande professionalità con grande dovizia di
Di particolari e nella ricerca anche delle motivazioni
Che sono state riportate nel documento
Buon pomeriggio
A tutti grazie per essere intervenuti
Oggi pomeriggio grazie un grazie particolare a i candidati alle elezioni europee per cui i nostri onorevoli ospiti
Viviamo in un mondo caratterizzato
Da un alto livello di interdipendenza
Dove ogni decisione e attuabile soltanto ed esclusivamente tenendo in considerazione il più ampio contesto internazionale
In Europa c'è una moneta unica che hanno in tasca più di duecento milioni di abitanti
C'è un mercato unico nel quale le imprese operano senza più dogane frontiere dazi
C'è una libera circolazione delle persone che sempre di più definisce l'Europa come un unico grande spazio di vita
Ci sono temi come
L'agricoltura
L'immigrazione le politiche industriali
L'istruzione
Che sempre più richiedono strategie europee
è inoltre viviamo in un mondo nel quale bisogna fare i conti anche con altri Paesi con Paesi molto più grande di noi è molto più grandi del loro OPA la Cina l'India
L'Indonesia anche se non è più grande d'Europa non è un Paese in forte crescita il Brasile
E con tante altre nazioni dimensioni demografiche e potenziale economico e produttivo e tecnologico gigantesco
Siamo tutti consapevoli che l'Europa è un soggetto in grado di svolgere un ruolo da protagonista nel processo di globalizzazione
Quello che noi chiediamo e di aprire un credito alla speranza di un possibile cambiamento
è necessario un non soltanto concentrarsi sulle politiche orientate all'economia all'equilibrio finanziario cosa che abbiamo fatto fino adesso con grandi sforzi e con grandi difficoltà
Ma soprattutto al benessere sociale e al riconoscimento di una cittadinanza europea sempre più lontana dalle politiche nazionaliste contrarie allo sviluppo dell'Europa
La realtà che stiamo vivendo oggi
Impone all'Europa di costruire nuove regole
Secondo una logica che superi quella dei singoli Stati
Visto che ancora oggi prevale una posizione verso un'Europa orientata agli interessi nazionali e non a una vera e propria politica europea
Per delineare un contratto sociale europeo
E superare gli interessi di ciascun singolo Paese occorre considerare anche il punto di vista dei cittadini
Non ci soffermiamo non ci fermiamo soltanto a pensare gli equilibri monetari gli equilibri finanziari gli interventi della BCE fondamentali sicuramente
Ma
All'interno di questo ROPPA vivono dei cittadini vivano duecento milioni di cittadini che hanno bisogno di respirare l'Europa
A cosa serve infatti l'Europa se i cittadini non la vogliono
Serve quindi una società europea che realizzi più libertà
Più sicurezza sociale più democrazia
Insomma occorre colmare la distanza tra i giovani e le istituzioni
Occorre rientrare il processo di educazione di istruzione dei nostri giovani attraverso una visione europea e con programmi e percorsi integrati fra i differenti Paesi
Conformati alla richiesta di professionalità e a livello
Inc a livello internazionale cioè oggi i nostri giovani studiano nelle nostre università e qui in sala ci sono esponenti del mondo universitario
Che capiscono perfettamente qual è l'esigenza attuale dei giovani dei nostri ragazzi
Oggi noi abbiamo dei programmi eccellenti
Un'educazione specialmente universitaria ma anche
Di scuola media superiore di altissimo livello
Il problema che non è adeguata alle richieste oggi del mondo del lavoro a livello europeo a livello internazionale allora io faccio un appello anche a livello di distruzione
Perché i programmi
Specialmente universitari
Specialmente imposto universitari sia uno uniformati dove ci siano dei programmi europei
Per rispondere alle esigenze del mercato di lavoro europeo e anche questo importante che loro OPA porti avanti come come Progetto
Insomma dobbiamo predisporre programmi didattici europee da applicare a tutti i Paesi dell'Unione
No i manager siamo pronti a offrire tempo me edotta metodo è competenza
Per contribuire concretamente a realizzare il cambiamento che da tempo stiamo perseguendo nelle nostre aziende
E che viene richiesto a gran voce anche dalla società civile donne e uomini che credono ancora nel nostro Paese
Il documento di indirizzo chiamato appunto l'Europa che vogliamo tratteggia alcune possibili linee di azione finalizzata all'obiettivo di ricreare condizioni positive dell'economia nella società
La priorità del momento è sicuramente quella di fronteggiare una delle più delicati fase economica e non parlo di crisi
Stiamo attraversando una fase economica molto delicata la crisi iniziata nel due mila del due mila otto coltre di Francia adesso siamo in una fase di stabilità della crisi per cui non è più crisi
Se
Una fase
Che stiamo vivendo costantemente ogni giorno
L'Europa e oggi
Lasciatemi dire a rischio
E l'Italia è una delle Nazione più coinvolte nel sistema siamo un Paese fondatore dell'Europa
La sfida per l'Italia consiste nel raggiungere il pareggio di bilancio e contestualmente procedere con le riforme per la crescita per il lavoro
è una missione molto difficile che può essere raggiunta soltanto con l'aiuto dell'Europa
Una ripresa robusta e duratura della crescita dell'economia costituisce il necessario presupposto per il progressivo riassetto dell'occupazione
Per offrire concrete proprio ecco concrete prospettive di lavoro a tutti i cittadini
E in una particolare e in particolare alle nuove generazione nostri giovani che sono le più colpite in questa particolare fase della vita del nostro Paese
Per tutto ciò per fare tutto ciò appare fondamentale rivedere le regole dell'Unione europea
Che ci impongono il rientro del nostro debito pubblico con tempi che non possono essere rispetta
I punti principali del fiscal compatte prevedono oggi l'obbligo per i Paesi con un debito pubblico superiore al sessanta per cento io vi ricordo che noi nostro debito pubblico al centotrenta per cento
Di rientrare entro tale soglia nel giro di vent'anni sembrano tanti ma sono pochissimi è l'obbligo di mantenere il deficit pubblico sempre al di sotto del tre per cento del PIL
Entrambi i limiti ma soprattutto il primo
Sono irraggiungibili e irrealizzabili oggi alle condizioni in cui è l'Italia
E andrebbero rinegoziati
Ad esempio tutti gli investimenti che mirano all'innovazione tecnologica per lo sviluppo delle attività produttive andrebbero esclusi da questi vincoli
L'obbligo di raggiungere il pareggio di bilancio significa impedire l'uscita dalla crisi economica per mancanza di risorse da destinare agli investimenti e dunque alla crescita
La CIDA e a favore
Per rendere meno grave la situazione di Paesi come la Grecia Italia il Portogallo anche alla Spagna
Dell'adozione degli eurobond ne siamo a favore per glielo do conto ovviamente che ci consentirebbe di gestire a livello europeo il debito pubblico dei Paesi dell'Unione proteggendo lì da possibili attacchi degli speculatori internazionali
Il fiscal compatta è nato con il Trattato di Maastricht
Ed è stato concepito in un'epoca
Di economia stabile direi pure anche in crescita se ci ricordiamo bene alla luce dell'attuale situazione però è necessario rinegoziare la diminuzione del debito pubblico a partire dal due mila sedici
Più che
Direi più vitale più che
Importante vitale
La crisi si terrà Russia e Ucraina
Perfetto recentissimo
Che stiamo tutti vivendo
Ha lasciato ha lanciato scusate poi un monito severo sul problema dalla politica
Per detti ca
è a conoscenza di tutti che l'Ucraina il territorio di passaggio dei gasdotti russi
Che portano relativa all'Europa
L'attuale processo di approvvigionamento energetico è delegato a ciascun Paese dell'Unione e questo mi sembra una follia secondo me
Noi oggi
Noi oggi concludiamo accordi
Con i Paesi produttori di energia
Singolarmente a ciascun Paese
Chiude gli accordi con i Paesi produttori Energia se e sarà sia Algeria essi siano la Russia
Pensate voi un accordo internazionale europeo è per chi file meno Ager come noi è facilmente intuibile
No i livelli di negoziabilità di un contratto cioè quando vai a negoziare un contratto
Di centottanta miliardi di metri cubi di gas è molto differente che a negoziare un contratto di venti miliardi detti di metri cubi di gas
No le condizioni
Sicuramente sarebbero molto più favorevoli per l'Europa ma ancora ciascuno di noi fa il proprio contratto
Attualmente infatti l'Europa ha una capacità di rigassificazione della materia prima che arriva dall'estero pari a centottanta miliardi come dicevo io di metri cubi il problema che abbiamo attualmente è che nel due mila tredici
Queste capacità sono state utilizzate soltanto per quarantasei miliardi
Sui centottanta
Parliamo di tonnellate ma comunque è la metà della potenziale che possiamo esprimere enormi
Il Parlamento europeo ha sempre espresso forte sostegno nei confronti di una politica energetica comune
Che affronti questioni relative alla competitività alla sicurezza appare alla sostenibilità
Ha invitato diverse volte alla coerenza alla cooperazione alla solidarietà tra gli Stati membri nell'affrontare le sfide attuali e future del mercato europeo
Occorre inoltre prevedere nuove fonti di approvvigionamento di approvvigionamento e potenziare le infrastrutture
Al fine di avviare una progressiva autonomia energetica dell'Europa
La sicurezza sociale è un diritto primario
Il cui finanziamento deve essere condiviso è ripartito equamente all'interno dell'Europa
In tal contesto il ruolo della previdenza pubblica è fondamentale
E non dovrà subire per nessun motivo revisione al ribasso
Siamo stati per troppe volte attaccati nel ribasso della nostra previdenza nel blocco delle perequazioni non è lì che si devono andare a trovare
Risorse finanziare finanziaria per il nostro Paese andiamo alla cercare nella grande evasione fiscale che abbiano in questo Paese e non certo tra i nostri pensionati
La posta in gioco nelle prossime elezioni europee chiara
Ma per cambiare veramente il nuovo Parlamento europeo deve essere pronto a difendere gli interessi dei cittadini
A costruire un progetto
Incentrato sul progresso sociale
Per porre fine all'austerità per riscoprire un'Europa capace di sognare di far sognare
Per fare questo è fondamentale anche una politica industriale che incentivi la nascita di nuovi impresse ma non solo favorisca anche la crescita di quelle esistenti e in Italia ce ne sono tante oggi abbiamo una realtà
Che io definisco
Non c'è forse un termine ma il surreale noi avevamo
Abbiamo ancora ma insomma siamo già in procinto per a usare il verbo passato
Una realtà come la siderurgia
Che come tutti voi sapete è in fortissima crisi
Avevamo orca abbiamo realtà come l'Ansaldo come Piombino come la Thyssen Group
Anche se di capitale
Estero Tedesco però produce in Italia e dal lavoro in Italia
Completamente abbandonata vediamo che stanno chiudendo forni stanno chiudendo
Attività
Izzo voi siete consapevoli che questo settore per l'Italia rappresenta il più del quaranta per cento delle esportazioni che fa l'Italia
E lo stiamo mandando a in malora allora chiediamoci alle per cortesia queste questi facciamocene queste domande
Bene
A nostro parere occorre ridurre fortemente una vorrà croce una burocrazia vessatoria
Che attraverso norme regole complesse ridondanti disse disincentiva l'attività imprenditoriale bisogna stabilire regole chiare semplice flessibili e facilmente applicabili
Che diano stabilita nel tempo per lo sviluppo dell'attività imprenditoriale
Digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni
Tutta la pubblica amministrazione nel suo complesso ha necessità impellente di urgente di attuare una rapida innovazione tecnologica che raggiunga essenzialmente due obiettivi
Semplificazione burocratica e controllo dei processi che portano ad
Individuare eventuali anomalie nella capacità economico sociale del cittadino
Cosa voglio dire
Io devo essere in grado in maniera istantanea di capire se
Un mio cittadino
Che percepisce una pensione
Di indigenza chiamiamola così una pensione bassissima di ottocento euro al mese o di seicento euro al mese
Poi mi viaggia in prima classe o mi compra una Ferrari o mi va cogliere i privati o che adesso per estremizzare ma
Io ho bisogno di avere un controllo io nel senso lo Stato ovviamente un controllo
Immediato di queste differenze di di vita poche non posso percepire una pensione bassa e poi fare una vita da miliardario e direi proprio anche
L'opposto
Anche che se vi sembra mi sembra mi sembra stupido ma credetemi che
Capisco la parsimonia però i ricchi che poi non danno il loro contributo nell'incrementare la crescita e i consumi del Paese la ci dobbiamo fare anche
Di un punto di domanda è una domanda
Importante
Se ritiene ne esce si ritiene necessario attuare senza indugi tutti gli interventi previsti dall'agenda digitale
Bisognerà utilizzare in modo appropriato ed efficiente i fondi sociali europei
Attualmente l'Italia utilizza in modo insufficiente questi fondi e contribuisce invece in maniera sostanziale al bilancio dell'Unione europea per cui quando c'è da dare siamo sempre pronti
E disponibili a pagare i nostri debiti con l'Unione europea quando c'è da prendere
E io appena sentito ieri proprio il nostro Presidente del Consiglio che ha dato un numero e mi ha sconvolto ci sono centottanta miliardi di fondi europei che non sono stati
Utilizzati
Cioè signori con centottanta miliardi ma l'Italia esce dalla crisi in sei mesi non in in sei anni
Allora vogliamo parlare perché non sono stati utilizzati queste sono risposte che ci devono dare i nostri politici risposta che si devono dare i nostri parlamentari che devono rappresentarci in Europa
Esse queste bassi per la dirige perché la dirigenza italiana sia pubblica che privata rappresentata dalla CIDA oggi intende avere su queste basi che intende avere uno scambio di idee con i candidati e vado a concludere
Credo che oggi
Dobbiamo stabilire un contatto
La CIDA con
I politici europei
E io ritengo ex faccio un appello oggi agli onorevoli politici europee seduti a questo a questo in questo convegno
Che il nostro dialogo non si concluda oggi dopo a conclusione di questo convegno macché sia soltanto aperto oggi
Per continuare questo dialogo proficuo tra la classe dirigente i tratti italiana tra
Le alte professionalità della nostra del nostro Paese che noi rappresentiamo
è voi che ogni giorno vi troverà ritroverete a confronto con i vostri colleghi europei apportare
La voce dell'Italia
A livello europeo
Possiamo darvi un supporto possiamo darvi idee possiamo darvi progetti
Possiamo
Essere a fianco a voi per cercare di fare uscire l'Italia in questo stato di torpore in questo stato di
Chiamiamolo di crisi
Ma
Sicuramente per dare un supporto alla crescita a questo Paese vi ringrazio per l'attenzione adesso iniziamo appunto il dibattito grazie
Allora grazie presidente come dicevo prima
è un altro ulteriore conferma credo del del tratto con cui la CIDA svolge la sua attività pubblica cioè
Quello sì di porsi sempre Lu come una categoria ma come diciamo un gruppo di classe un pezzo di classi gente italiana che si pone
Problemi che affronta problemi del Paese nel suo complesso l'altra cosa che trovo molto interessante a differenza di tanti populismi circolazione
La comprensione del fatto che una buona parte dei problemi italiani si risolvono non si risolvono nell'Europa quindi realtà quadro diciamo che l'Europa è lontana vero fino a un certo punto perché
Gran parte di quello di cui discutiamo per esempio del bilancio pubblico italiano e delle risorse disponibili
Hanno a che fare con
Leggi regole europee che io che noi abbiamo contribuito ascrivere vorrei anche ricordare sempre questo per evitare demagogie
Tutti quei quasi tutti quelli che oggi parlano contro le regole europee hanno partecipato a scrivere hanno firmato i trattati europei e quindi insomma
Prendiamo con grano Salis diciamo tutti quelli che
Sentite dire ABA stabiliranno sbattere i pugni ma non ci sono stati praticamente molti di loro a Bruxelles i pugni quando li hanno sbattuti sono fatti male oppure non le hanno sbattuti a allora
Io adesso chiederei ho cambiato idea perché
Siccome in realtà siamo cinque non sei per una defezione imprevista io richiamerei tutti i nostri di scarsa ante qui sul tavolo e in questo ordine
Assolutamente così deciso almeno non c'è nessun senso dietro particolari né scalo ISI
Prego che ma cantiche candidata per scelte europea
Lorella Zanardo che candidata con l'altra Europa Consip trasse Marco Scurria candidato di Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale
Davide Sassoli candidato del Partito Democratico e Carlo Casini candidato di nuovo centrodestra nel frattempo farei partire da giallorossi preparano anche quel video
Che introduceva i lavori che io colpevolmente prima ho dimenticato nella dell'ansia di sentire cosa la relazione di Bertolini
Grazie
Mani innocenti non ma
Non ho
Nella
Non
Non
Alcuni di voi già lo conosce questo video è vide ottimista adatto alla
Alla discussione vogliamo fare oggi allora io comincerei dando la parola Heine scalo visti di scelte europea innesca Aloisi faccia dura breve presentazione è una forma attrice una progettista manager di un'associazione
Che si occupano appunto di formazione dei kiwi sui temi europei statuto di stampo diciamo di lì
O europeo ed è candidata alla Parlamento europeo per scelta europea diciamo
Da ogni punto di vista gli piace l'Europa insomma perché si candida per scelte Roberti occupava di Europa prima
E quindi io immagino che se anche si senta molto vicino a tutto sommato all'impostazione che abbiamo sentito nell'azione di
Bertolini di parto di Bertoli Dio fare così per ognuno di voi vi darei una decina di minuti o giù di lì dodici minuti
Per illustrare un po'le vostre idee per reagire anche alle cose che ha detto Bertolini sentire un giudizio sulla violazione
E anche se è possibile per indicare qualche per aggiungere io una domandina ecco particolare con la mia domandina particolare scelto europea che è una
Forse la
La formazione
Più soddisfatta di come vanno di come ha fatto oggi l'Europa diciamo dal punto di vista dell'architettura istituzionale
è una domanda sul funzionamento della democrazia europea perché sappiamo tutti che questo è un progetto elitario nato in un diciamo un certo modo dall'alto
Avverte un fortissimo distacco dal non solo dalle opinioni pubbliche e che sarebbe il diciamo anche più comprensibile ma perfino dei Parlamenti nazionali cioè dalla sede della democrazia
Rappresentativa nazionale ecco come si mette
Come si pone mano a questa questione
Si tratterà ingraziare la scelta per l'invito ringrazio anche variabilità della domanda circolare sono presenti
Allora la domanda ed il parto dalla domanda o rispondo prima
Come preferisco per fatturato innanzitutto io parto dalla relazione del dottor Bertolini
Che ho trovato molto interessante per un punto in quanto individua seppure non l'ha dichiarato apertamente ma una crisi politica
Che l'Europa sta attraversando
Molto chiaramente più che una crisi economica
E come candidata Michel Tropea come sul troverà fa riferimento al gruppo di bere al democratico a bussare
Il nostro candidato alla Presidenza la Commissione di fare ostativi e l'Obiettivo Europa federale per cui mai più che in questo caso ci troviamo in casa in sostanza ho letto una premessa
Del documento letto tutto il documento la premessa è perfettamente centrata
Io ho trovato il documento per alcune parti un pochino fragile rispetto a quelli che sono attualmente le competenze dell'Unione europea verso le quali in sostanza dovremmo forse da una parte quelli che sono le possibilità e anche le opportunità che ci offre il Trattato di Lisbona
Poterle rafforzare davvero ma alcuni punti del documento secondo me andrà andavano espressi diversamente magari se volete posso entrarci più tardivo successivamente
Ritengo in ogni caso che l'aspetto più importante però espresso molto chiaramente che è quello di una Europa federale verso una auguravo rafforzamento un'Europa politica
E il fatto che dei manager comunque chiedano un Europa più rafforzata ci fa capire davvero io trovo un elemento estremamente importante di cambiamento di approccio
E anche di una
Davvero la vedo come una risorsa molto positiva per il futuro perché Dachan la classe dirigente in sostanza
Quindi io credo che per la maggior parte la visita Agliana è anche dovuta italiana ed europea dovuta al fatto che la classe dirigente in parte a delegato le proprie responsabilità
Il fatto che una una un'organizzazione come la sfida composta di altre professioni o no no anche a quella che è la carta diritti fondamentali ogni europea laddove fosse utilizzata di più probabilmente in termini concreti
Molte risposte riusciremmo a darle anche i cittadini
Rispetto alla al rapporto con la cittadinanza ho visto vari punti anche sul welfare sul rapporto con i cittadini che dovrebbe essere più come dice giustamente Polito una Europa costruita di più dal basso perché finora ci diamo una roba così dall'alto
E e in sostanza è così purtroppo trovo che ovviamente andrebbero maggiormente coinvolti i cittadini però mi sono accorta di niente in questo dibattito questo periodo di campagna elettorale
Dove spesso gli stessi giornalisti assuefazione dirlo con molta chiarezza attenersi lamentano che il dibattito europeo non avviene
A me è capitato però che quando ci si esprime dal punto di vista europeo davvero i giornalisti mi riprendono mai i temi
E riportano tutto sul nazionale ovviamente sapendo perfettamente che c'è una maggiore rispondenza interesse a livello italiano si Daniel nazionale
Solo che per far passare l'Europa è necessario che anche i giornalisti riescano a trasmettere i tenero pay per quelli che sono davvero comunque i media in generale
Questo secondo me è un punto debole che non aiuta l'Europa come giustamente diceva pulito molte decisioni avvengono a livello europeo
E non vengono poi di e dovremmo dare maggiore importanza quello che è il ruolo dell'Unione europea i credo che in questo anche Emilio dovrebbero rafforzare il loro ruolo e anche diciamo trasmettere diversamente le informazioni
In merito oltretutto la il mio programma e lo specifico
Spingere molto sul tema dell'Europa federale spinge molto sul tema degli Stati Uniti d'Europa il vede per esempio l'audiovisivo come un modo un mezzo per promuovere di più
L'identità culturale europea a tutti i livelli sociale economico culturale
Vede la possibilità di una di la creazione di un'industria
Culturale dissidi cinema europeo
E il tema della della politiche di genere fortemente evidenziato anche perché Lavu collabora anche con una persona dell'Istituto europeo di genere
E abbiamo evidenziato tutti i punti deboli che potrebbero essere rafforzati e che comunque
Andrebbero
Valorizzati attraverso le politiche europee tutti alcuni cambi posso mi sono soltanto alle loro BEU tra l'altro
Oltre e poi per chiudere anche sull'aspetto del dei fondi cioè ci è necessaria una abbattete Medical dette altre cose ovvie che è necessaria una strategia di sistema che dicono tutti non è che lo dico soltanto io
Cercare di lavorare su la
Tra virgolette sburocratizzazione ma che i nostri che anche le istituzioni lavorino più in sinergia
Le stesse politico europee insieme già istituzioni italiane e in armonia le politiche europee c'è tutto deve essere un lavoro di integrazione europea dove però varie
Nel nell'ambito di quella che è l'OPA tutto agisca in un modo armonico perché altrimenti diventa c'è uno spostamento
Aumento allo scostamenti devozionale aumenta la burocratizzazione
Io non so se l'ha chiesto prima il la parte del che vedevamo ramo soddisfatti delle istituzioni questa diceva
Non credo che siamo soddisfatti delle istituzioni cioè siamo soddisfatti dell'Unione europea
Ma assolutamente le la funzionamento delle istituzioni dovrebbe essere certamente alleggerito la difficoltà stessa dei cittadini in contano quando devono comunque accedere
A dei siti per dare delle risposte sui temi del la vecchia dell'informazione e bisogna informazioni interne Robaina gente silice nel momento in cui vede questo questa difficoltà questa complessità di approccio
Anche semplicemente attraverso internet la gente si scoraggia quindi lo roba diversamente con
Non sempre lo strumento difficile purtroppo manca la volontà politica io credo che andrebbe insegnata scuole educazione civica robe nelle scuole
Quindi già quello dovrebbe essere un elemento di partenza in modo tale che le persone crescano come cittadini europei
Il tema della cittadinanza andrebbe ripreso anche a questo livello cosa che
Purtroppo è molto difficile riuscire a far passare se non si pare educazione civica anche a Mita e neppure a scuola cioè ci sono due ore di cittadinanza insieme diritti e ci dà l'idea di cittadinanza
Niente Signorelli proprio le educazione civica europea dalle elementari per cui in una un proprio l'approccio diverso Ibrahim ragazzi dovrebbero nascere come cittadini europei conosce Europa come strumento perché in questo modo Tonio potessi valorizzare tutte le opportunità
Non credo che le comunque c'è il problema dei da nelle istituzioni sono particolarmente soddisfatto restituzione certamente a noi auspichiamo a una legge di
Parallelamente allo scudetto interrompo questa è la prima elezione in cui si dovrebbe tener conto delle indicazioni direttori per scegliere il Presidente della Commissione
Questo però già si capisce che poi alla fine il Presidente Commissione sarà scelto per accordo tra il Governo è anche vero che non è cambiato sostanzialmente il metodo di selezione no è soltanto un auspicio
Ecco come si può fare lista eviti l'Europa se uno non si elegge nemmeno
Dice non dico il capo del Governo ma insomma nemmeno il capo alla Commissione c'è il voto dei cittadini votiamo per dei
Di diciamo dei governanti però votiamo per un tedesco per un francese ognuno vota per il suo
No io credo adesso in seguito questa è la prima volta che ne vediamo infatti anche questo un altro punto che non passa cioè ieri dalle persone non sanno minimamente il tubo di anche il Presidente della Commissione
Adesso
A livello proprio di cittadinanza nessuno lo sa e credo che andrebbe il Parlamento europeo dovrebbe farsi parte costituente
Per poi riuscire a raggiungere agli a una agli stranieri d'Europa questo è L'Ulivo l'unica risposta Ciano adesso come adesso che non puoi
Alla curare verso l'estero ponti continuare un lavoro di maggiore integrazione europea rafforzare le politiche
L'Unione bancario all'Unione fiscale avere una munita sanzioni e fiscale folle
Avere ventotto Stati membri ventotto ministeri misti ventotto Governi anche a livello europeo rappresentate c'era presentarsi a livello internazionale come giustamente perché il dottor Razzi
Bertolini faceva l'esempio della che l'Europa in un contesto internazionale
Quindi non è semplicemente l'Europa è proprio la situazione internazionale che deve essere rappresentata diversamente
E anche a vere un vero Ministro degli esteri nuove io sono per il Governo europeo cenno non c'è dubbio
Quindi avere un Ministro degli esteri operino l'Alto rappresentante del sentimenti simbolico bacinetto in inglese e men che meno
Quindi credo che sia una struttura che in questo momento non è non raggiunge gli obiettivi perché non mancano volontà politica voglio neanche raggiungere oltre gli strumenti gli strumenti a cui se ci sono
Ma non sono neanche stati utilizzati in modo adeguato
Questo è importante quello che lei ha ricordato perché bene che sappiate che forse per la prima volta sicuramente bravi otto ognuno o quasi ognuno dei rappresentanti e questo tavolo
Vi chiederà il voto e il suo e il voto che darete a a luglio la sua lista lei alla sua lista in realtà
Dovrebbe servire ad eleggere alla presidenza della Commissione un particolare candidato non so se portato scelte europea votate per però state è un belga
Se votate per Sassoli votato per un tedesco che Schulz se votate per Casini votate per un lussemburghese che John Kerry se votate per
Zanardo e per l'altra Europa considera sportivamente votate per un greco che essi trust
E se votate per Scurria io questo non lo ricordo però ve lo spunto per una domanda vorrei chiedere adesso Scurria che voglio un altro presentarvi Scurria insomma un politico un parlamentare europeo
Dalla dal due mila e nove
Eletto col centodiciotto mila preferenze figlio rotti
Ed è stato un dirigente del Fronte del Gioventù poi vicepresidente l'azione di Azione Giovani è un uno dei fondatori di Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale allora se
La dottoressa calo visti eh diciamo così il massimo delle un po'europeismo che si possa immaginare dello studio lo spettro politico italiano potrei dire
Se possiamo usare questo come alternativa che Scurria
è un diciamo così un
Un nazionalista lo posso dire un sovrani sta c'è un uomo che
Una uno ABAP sostiene una posizione politica che tende a rimpatriare qualche
Potere nella sovranità nazionale cioè dice dove stiamo cedendo troppo potere e non abbiamo più il controllo per esempio anche le nostre frontiere tanto per dirne una
Quindi volevo capire se questo è vero e e e capire se e di conseguenza e corretto quello che dico io ma forse sfugge a me che voi non sostenete nessun candidato specifico per la Commissione europea
Sì intanto buonasera a tutti grazie dell'invito grazie saluto il presidente Bertolini a nome
Di tutta lasci l'aver realizzato questo invito e per l'occasione che c'è stata data di confrontarci
Potrei dire con una battuta visto che siamo tra belgi lussemburghesi greci eccetera il voto a fra l'Italia l'unico voto italiano e su questo ormai insomma abbiamo una posizione glielo sentire adesso si sa se la gente
Va beh ma è uno slogan che avrà anche letto l'unico voto utile per l'Italia il nostro slogan della in campagna elettorale ma
Al di là di questo e arrivo poi insomma nel nel corso della
Del mio intervento anche chiaramente alla risposta alla sua domanda
Io letto intanto un po'di punti che come CIDA avete presentato di cui poi insomma il Presidente ha
Fatto cenno e anzi a spiegato nella sua relazione
E quindi tocco alcun due signor punti che così in qualche modo penso siano anche di risposta un po'al dottor Polito intanto
Apprezzo il fatto che si parli della rinegoziazione
Dei limiti imposti al fiscal compatta questo è
Un trattato internazionale che spaventa che ci spaventa che il Parlamento nazionale il Parlamento italiano apoidei ratificato
è un trattato che sostanzialmente ci dice che per le politiche di rigore dovremmo nei prossimi vent'anni fare finanziare da cinquanta miliardi di euro
E tutto questo nasce anche diciamolo tutto da un calcolo sbagliato fatto anche a Bruxelles perché c'è stato detto quando si è imposto si è dato vita a questo
Trattato che si potevano immaginare politiche un po'più di rigore perché nel frattempo la crisi sarebbe passata perché nel frattempo
Il prodotto interno lordo italiano ma anche di altri Stati nazionali sarebbe si sarebbe sicuramente risollevato e quindi si potevano immaginare politiche anche di rientro del debito di rigore fermo restando che del debito bisogna rientra
Perché nessuno ha mai evidentemente indebitarsi
Però evidentemente i calcoli erano sbagliati perché la crisi c'è non diciamo tutti i dati che noi abbiamo davanti dalla disoccupazione alla crescita del debito pubblico eccetera eccetera non migliorano anzi peggiorano per cui voi siete stati anche particolarmente gentili nella vostra formulazione rinegoziazione limiti imposti
Ovviamente penso che si possa anche fare qualcosa di più visto che ripeto tutto nasce da un errore fatto anche a Bruxelles di ricalcolo e quindi per quello che riguarda il fiscal compatta Lesmo
Voi parlate anche di un intervento diciamo sul valore dell'euro che è un altro problema insomma c'è un dibattito molto aperto su la moneta non sono io non è Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale che ne parla ma ci siamo sempre minore
Che ci dicono che l'euro forse non è proprio la monetaria migliore in questo momento verrà l'Italia ci sono
Docenti universitari che ne stanno parlando addirittura l'ex commissario Bolkestein ha detto che l'unità monetaria fallita per cui ripeto non è una boutade
Nostra e mi fa
Anche piacere vedere che comunque perlomeno voi parlate di valore dell'euro e quindi probabilmente anche nella
Cambio che c'è stato tra la vecchia moneta nazione l'euro qualche cosa non è non ha funzionato
Vi fate anche carico di un tema molto particolare che è quello dell'immigrazione voi ne parla dell'immigrazione clandestina
Anche se dopo il voto nel Parlamento nazionale non non esiste più sostanzialmente l'immigrazione clandestina esiste l'immigrazione
E
Merlot lo vediamo anche oggi insomma anche ieri ennesimo dramma nel Mar Mediterraneo ennesime morti ennesime
Persone che arrivano in Italia e in Europa con una valanga di disperazione di povertà e di dramma che ne conseguono
Anche su questo noi siamo
Figli di alcuni trattati in particolare per quello che riguarda
Il Trattato di Dublino che fa riferimento e richiedenti asilo
Che in pratica dice che ve lo posso dire Romano sembra brutto insomma a chi tocca non singolo ogni Ascenzio ma dove arrivano le persone quello Stato se ne deve occupare
E siccome
Tendenzialmente insomma non è che arrivino in grandissima parte in Gran Bretagna in Danimarca e Svezia è chiaro che questo è un tema che è un trattato che riteniamo penalizzi fondamentalmente la nostra nazione
E come tale pensiamo che
Come altri trattati questo Trattato di Dublino debba essere rivisto altrimenti noi rischiamo sono dati al Ministero dell'interno
Di qualche giorno fa che sulle dalle coste dell'Africa sono pronti a partire per cercare fortuna ottocento mila
Persone vi rendete conto che basta andare in Sicilia vedere qual è la situazione dei centri d'accoglienza che sono al collasso noi non siamo in grado di garantire una dignità alle persone che arrivano
Perché spesso anche però bisogna dire che si fa un po'di confusione tra solidarietà demagogia e quindi dobbiamo essere consapevoli di quello che dobbiamo svolgere come nostro ruolo
Il presidente faceva prima riferimento al discorso anche dei fondi europei annosa questione italiana
Voglio velocemente raccontare questo episodio per capire anche come quale può alla reale situazione tra Europa e Italia
Io sono
Sono stato tra l'altro in Commissione cultura
E quindi sono stato insieme ad altri parlamentari ovviamente non è semplicemente mio marito
Tra quelle persone che di fronte allo SCO isolamento di Pompei è andato dal commissario Renna e poi uno di quelli proprio cava tosta insomma come si dice insomma molto volevo il rigore con lui ci mando sempre compiti a casa che sta lì che sottolinea con matita rossa e blu tutti i nostri errori
A chiedere un intervento
Non non era iscritte nessuna in una sola parte del bilancio europeo questo tipo di sostegno e anzi le competenze europee da questo punto di vista sono anche particolarmente
Residuali però alla fine abbiamo portato a casa cento milioni di euro
Dopo due anni di questi cento milioni di euro ne abbiamo impegnati poco più del dieci per cento in tre Governi che si sono succeduti e quindi tre Ministri
Tutte le gare di appalto tutte le possibilità per mettere in
In moto queste economie sono ferme
E Pompei continua ad avere problemi va magari
Cioè
Qualcuno che Governo che tenta di intervenire con risorse nazionali quando si hanno a disposizione cento milioni di euro cento milioni di euro che devono essere spesi entro il due mila quindici perché altrimenti si fa questi soldi tornano indietro ecco questo è
Il
Appunto fondamentale che poi i soldi ci sono però poi bisogna una volta che arrivano in Italia utilizzare attraverso i nostri organismi nazionali e regionali tutto ciò che serve per
Far sì che questi soldi vengano spesi e allora penso che il
Vostro ruolo in questo sia molto importante mi fa piacere il Presidente abbia detto la sua relazione oggi il punto di partenza e quindi io sono qui per partire nel senso che vorrei
Che questa questo incontro sia solo il primo di una serie di incontri perché
Noi abbiamo bisogno di professionalità di importanti professionalità manageriali
Anche a livello europeo insomma se qualcuno vuole come dire aiutarci a Bruxelles a lavorare meglio ad avere più spazi di interlocuzione
E per poi però anche lavorare con qualità anche
Con progettualità come ci ricordava il vostro Presidente per noi sarebbe una manna dal cielo perché noi abbiamo bisogno di questo perché altrimenti continuiamo a raccontare
Episodi con quelli di Pompei o insomma tanti altri che tralascio anche per brevità di tempo
Anche perché e chiudo di fronte anche alla
Chiusura di tante imprese anche importanti come quelle che ci ricordava anche il Presidente noi siamo di fronte a
Una problematicità vera di imprese che chiudono e quindi posti di lavoro che si perdono anche per una sorta di concorrenza sleale che interviene nel nostro mercato io sono stato qualche giorno fa
Nel distretto industriale di Civita Castellana vicino Viterbo che era il nostro fiore all'occhiello del made in Italy per quello che riguardava per esempio la ceramica quel distretto Age devastato
Dalla ceramica cinese che entra nel nostro mercato allora il punto è
Va bene la concorrenza ma la concorrenza ha un senso se le regole sono uguali per tutti se noi i nostri imprenditori oltre massacrato di tasse chiediamo
Che siano attenti a rispetto dell'ambiente giustissimo che siano attenti alla tutela dei lavoratori giustissimo in particolare i lavoratori e delle donne che in determinati momenti allora Oro mare spettano un bambino quindi hanno giustissimo
I nostri bambini vanno a scuola e non vanno a lavorare giusto tutto questo mi diceva il nostro imprenditore per me ha un costo solo la sicurezza sul lavoro sul prodotto finito del quaranta per cento se io Cocea potessi fare a meno di questa possibilità cosa che ovviamente nessuno di noi vuole il mio prodotto costerebbe il quaranta per cento in meno ecco esattamente quello che succede in Cina perché tutto ciò che io vi ho raccontato in Cina non accade
Allora o
L'Europa fa regole
Chiare uguali per tutti può evidentemente noi saremo sempre vittima di una concorrenza sleale che mette alla fine in ginocchio soprattutto in un momento di crisi le nostre imprese il nostro lavoro e quindi nostri lavoratori
Si sia assolutamente grazie ad attivare l'ha fatto con con chiarezza
E rapidità
Infatti comunque conferma il fatto che voi non sostenete un candidato dei cinque alla presidenza della Commissione
E dare la parola adesso al Lorella Zanardo rappresentante dell'altra Europa Consip gas relazionato ha una storia professionale di
Bene c'è fondatrice anche lei ma soprattutto credo che nota per
Un documentario che fece abbastanza scalpore che si chiamava il corpo delle donne
Fatto di più da outreach insieme ad altri sulla mercificazione della della figura femminile
E è candidata abbiamo detto per la lista Sipra asse una domanda oltre a tutte le cose che vorrà dire ovviamente che
Di brevi dire voleva aggiungere anche una domandina nel documento della CIDA
Si solleva il punto di un buon sistema di welfare europeo che è stato un pompiere all'occhiello della civiltà europea secondo alcuni credo secondo anche i Cadia di rissa Sipra sul tratto distintivo della civiltà europea dà corda da difendere però e è un modello che è andato in difficoltà dati crisi sia per la competizione internazionale sia per l'invecchiamento la popolazione sia per gli alti livelli deficit e debito
Lo stesso Draghi ha usato questa espressione però che va rivisto il modello di welfare europeo credo che sia questo un punto invece su cui voi resistenti abbastanza nettamente alla
Al consenso comune che c'è l'Europa mi sbaglio
Grazie
Inizio allora con presentarmi anche perché la lista si presenta è una lista che nasce per le elezioni europee quindi forse non tutti i tutte ci conoscono
Quindi buongiorno a tutti a tutti grazie di averci dato la possibilità di presentarci noi come Lista l'altro ROPPA persi prassi ci presentiamo per la prima volta e ci presentiamo alle elezioni europee quindi siamo l'unico forse
Lista movimento che nasce con un programma che europeo non ad oggi non c'è un programma nazionale
E di questa differenza degli altri partiti quindi per noi l'Europa è il terreno principali per il dibattito e il confronto politico sociale e culturale
Vi dico i tre punti principali su cui si basa il nostro programma che condividiamo con la persona che anche citata nel nostro logo che Sipra sa che è leader di un partito politico Greco si Rizza che è passato da pochissimo in pochissimi anni da un quattro quasi un trenta per cento
Tre punti in cui noi settanta e passa candidati e candidate alle elezioni divisi in cinque circoscrizioni ci tengo a dire una piccola cosa ma in questo momento di austerity importante dirla
La lista non è finanziata non essendo un partito quindi tutti noi candidati e candidate ci stiamo finanziando la campagna politica pur non avendo la certezza di raggiungere il quattro per cento questa è una cosa che mi piace dire perché sottende che tutti noi coinvolti crediamo fortemente a questo obiettivo
Per cui ci siamo impegnati quindi tre i punti fondamentali della lista che e ho trovato tra l'altro molta comunanza con quello che diceva prima il presidente Bertolini
Una è la riduzione del debito e la fine dell'austerity e la non accettazione del fiscal compatto sono d'accordo con chi mi ha preceduto è dal nostro punto di vista assolutamente
Inaccettabile
Da parte di quei partiti che promettono da una parte la ripresa economica dall'altra la terra accettato il pareggio di Bilancio e la restituzione di mille miliardi in vent'anni le due cose non funzionano contemporaneamente
Quindi quello che noi chiediamo è la ridiscussione del debito
Come sapete voi qui ma noi lo stiamo spiegando in giro per l'Italia quindi anche a persone che non sono addentro alle questioni economiche
Questa cosa è già stata fatta nella cinquantatré quando venne rimesso in parte il debito alla Germania il debito che aveva contratto
Prima e durante il conflitto mondiale con la conferenza sul debito di Londra e questo fece sì che alla
Germania fosse concesso di riprendersi e diventare quella potenza economica che è diventata noi questa ricontrattazione Motorizzazione del debito
Vogliamo portarla avanti a livello europeo è impossibile per noi per l'Italia chiederla singolarmente non abbiamo forza a sufficienza
Ma sicuramente insieme agli altri Paesi per ora Grecia Portogallo ma siamo certi che purtroppo altre vie arriveranno quindi questo
è un punto fondamentale
La secondo il secondo punto su questi mi soffermo brevemente perché ognuno di questi meriterebbe un approfondimento e la riconversione ecologica della produzione
E l'ultimo è riformare le politiche europee della dell'immigrazione riformare le politiche di europei dell'immigrazione vuol dire che però noi
Non riflettiamo assolutamente il concetto di Fortezza Italia
Al contrario pensiamo che l'accoglienza dei migranti sia un punto fondamentale di una società civile e democratica di cui non è un po'non vorremmo farci carico da soli ma possa per usare un esempio Lampedusa accomuna porta e non come un cimitero come sta diventando di cui a livello europeo
Possiamo occuparci quindi non solo un compito un peso per l'Italia
Quindi attorno a questi tre punti ci siamo trovati tutti noi settanta e passa candidati e candidate ma
Quello che mi pare importante introdurre della nostra lista
è che promettiamo di portare avanti contemporaneamente delle riforme economiche
Non dimenticando la solidarietà ed è questo che mi è piaciuto della Presidente Bertolini e devo dire la verità quando ieri ho letto il rapporto non mi aspettavo
E forse mi sbagliavo avevo anch'io degli stereotipi che la CIDA scrivesse un testo che ha dato così importanza la parte della solidarietà quindi
Punto per noi fondamentale riforme economiche sì ma rimettendo al centro le persone arriva adesso da una campagna come probabilmente gli altri colleghi e colleghe a questo tavolo sono in giro da due mesi stiamo facendo una campagna
Con pochi mezzi ma a Paese per panni pare paese per paese
Volanti diamo i mercati per parliamo con le persone c'è una miseria insostenibile c'è una povertà insostenibile la Vip
Ha così io credo che non sia più accettabile ma non solo per chi soffre in questo momento ma anche noi per noi che probabilmente possiamo
Permetterci più cosa economicamente lo dico non da utopista io sono una di voi sono stata una delle prime donne manager in Italia ho lavorato come dirigente in Unilever per anni
Mi sono occupata di gestione di business europei quando non lo faceva ancora nessuno molti anni fa ha fatto manager a livello europeo per grande multinazionale sono una europeista convinta ma crediamo non un'Europa federale
Che rimetta però le persone al centro
Quello che abbiamo visto negli ultimi anni non ha funzionato non ha funzionato non solo per le persone diciamoci la verità anche se fossimo tutti profondamente i cui visti pensassimo solo al nostro bene questo tipo di modello economico non ha funzionato perché le persone non hanno più soldi per acquistare nulla quindi sicuramente la proposta che noi portiamo avanti io credo che possa interessare
Anche delle aziende
Perché rimette al centro riparte dai bisogni delle persone
Pensiamo di cambiare radicalmente le istituzioni europee dotarci di una Costituzione europea e una politica estera che non sia così dipendente da quella degli Stati Uniti quando parlo di rimettere al centro le persone penso a quello che diceva prima il presidente Bertolini
Per esempio i giovani in Italia io credo che non sia possibile una ripresa economica
Con
Il tasso di abbandono scolastico
Tra i più alti d'Europa
La domanda che mi faccio ogni volta che sento parlare di ripresa economica è ma chi la deve portare avanti la ripresa economica
Se un ragazzo su quattro da Roma in giù uno su quattro lancia alla scuola quindici anni e se è vero
Che è difficile trovare lavoro anche con una laurea
Cosa faremo con questa moltitudine di ragazzi che
Entra in questo contenitore che a livello europeo viene chiamato il mite no un acronimo notturne impropriamente Norina education vuol dire non fa nulla
Io da cinque anni ha lasciato il mio lavoro ero consulente anche a livello internazionale faccia l'attivista per i diritti dei giovani e per le donne in Italia vado in giro cinque giorni su sette e quello che vedo è spaventoso
Ed è veramente io spero veramente che i manager e le mani fare qui presenti si facciano un po'mutare da queste parole
Ragazzi uno su quattro che non studiano lavora vuol dire che non fanno nulla vuol dire che diventano manovalanza per mafia camorra e 'ndrangheta entro brevissimo
Vuol dire che arrivano al nostro progressi tono e abbiamo mantra ideatore di di di che molto attraente verso i ragazzi e le ragazze delle mail di ragazzi che a mezzogiorno sono ancora in pigiama
E c'è il nulla intorno a loro allora anche se questo tema da un punto di vista sociale non ci interessasse
Ma tra poco è una bomba che esplode no
E tutto questo diventerà un costo sociale è grave
Quindi io chiedo di considerare il programma della lista Azzi prese come un programma di un'entità di una organizzazione che inizia piccola ma che voi sapete nel resto d'Europa piccola non è stata nascendo molto ma che ha
Grandi a mio avviso grandi prospettive
Ho condiviso totalmente il documento della CIDA e che c'è a raccontato il dottor Bertolini solo su un punto mi permetto
Occorre fare un'ampia ricchi il rom
L'Europa così come ci è stata presentata finora unità solo da una moneta non ha funzionato perché non ci si unisce
Attraverso la finanza non sono altre cose allora nel documento viene detto che sono altri giustamente che i padri fondatori fossero erano stati un po'frettoloso ingenui e auspicano altri tipo di iniziative che Mirela unire gli Stati europei tra cui una politica fiscale comunitaria io credo però che ci voglia qualcosa ancora prima di tutto questo bisogna investire
Già nelle scuole già dai ragazzi nella ragazzine sul creare un sentimento dell'essere europei
Un sentimento che a oggi i nostri ragazzi e ragazze che vanno in ora per cui sapete che
Sono tantissime ormai raga le ragazze che stanno andando in altri Paesi europei ma è un'immigrazione in parte bella perché vanno per imparare ma è che spesso non tornano
Ecco dopo essere stati in Europa acquisiscono questo sentimento di essere europei
Prima delle euro prima delle politiche fiscali comunitarie bisogna è necessario investire in politiche educative e culturali
Per sviluppare o un sentimento comune dell'est europeo su questo noi della Lista l'altra Europa Consip RAS ci impegniamo ad investire grazie
Grazie volevo segnalare e due aspetti di quello che abbiamo sentito uno ed è vera questa cosa
Questi sono forse le prime elezioni europee in cui c'è un abbozzo di Arena pubblica europea cioè di opinioni pubbliche europee si discute di problemi dello Stato delle stesse questioni più Paesi questa è una novità assoluta in effetti la lista Sipra asse
è il frutto di questa cosa perché non è un partito italiano è un
Aderiscono alcuni partiti italiani ma nasce su un progetto su una aspirazione sull'ambizione di dimensione europea
E la seconda cosa sui come membri come di come si traduce in Italia cioè quelli che non studiano non vanno scuola
Non fanno formazione non farlo non lavorano bisogna considerarli non solo un frutto della crisi ma anche
Una possibile causa della mancata ripresa perché quando pure partisse la ripresa
Un impoverimento di capitale umano così radicale così profondo renderebbe il nostro Paese meno in grado
Di agganciare la ripresa
E e di svilupparsi di crescere
Tra l'altro questo è un dato molto più sconvolgente del dato della disoccupazione giovanile che comunque riguarda solo quelli che non studiano non fanno formazione
Quando sentite il dato cinquanta per cento quaranta per cento disoccupazione giovedì e ci si riferisce a quelli che già sono sul mercato del lavoro
Questi invece si riferisce alla complesso dei giovani
Ed è un dato che ci mette a al diciamo veramente in coda ad ogni ad ogni ad ogni graduatoria dell'OCSE
Allora parole adesso a Carlo Casini Carlo Casini ombre politico diciamo magistrato innanzitutto ha poi fa politica da molto tempo
E anche molto l'otto per questo è stato eletto nel Parlamento europeo almeno centottanta nuove nel novantaquattro del due mila e cinque
Nelle file del Partito Popolare Europeo e ha ricoperto la carica di Presidente la Commissione giuridica il suo candidato
A capo e la Commissione giunti al cloro ci ancora oggi il che è l'ex presidente del Consiglio lussemburghese
A Casini il tempo per rispondere alla alle preallarme relazioni anche una piccola aggiunta una domanda proprio sul tema dell'immigrazione a livello di lo dico sia per la sua competenza giuridica perché
Uno degli aspetti più complicati di questo rompicapo del del degli immigrati o di quelli che cercano asilo
è il
La questione che devono essere giudicate le loro richieste dalla magistratura prima di essere
E questo crea queste attese i sessanta sessanta giorni in questi CIO come si chiamano cascasse non mi ricordo l'altra sigla sono questi specie di di piccoli può Lager dove stanno lì ad aspettare Godot
E la seconda ragione è che Casini essendo del nuovo centrodestra è appartiene al partito il cui iter e il Ministro degli Interni italiano che proprio in questi giorni asta anche polemizzando molto con l'Europa sul tema degli sbarchi clandestini
Grazie risponderò a questa domanda che molto disciplina i miei interessi più profondi ma vorrei inquadrarla sul tema dell'Europa in generale io sono stato in passato Presidente della Commissione
Giuridica ma in quest'ultima legislatura sono stato Presidente la Commissione affari istituzionali cioè quella preposto soprattutto a studiare l'architettura
Dell'Europa futura e a verificare come i trattati sono stati applicati in particolare il Trattato di Lisbona
E quindi io per introdurre la risposta alla domanda
Mi permetterei di fare un riflessione che ho già fatto tante volte in altre sedi
Sì accusa l'Europa di essere insufficientemente democratica
Deficit democratico non non entro e gli aspetti tecnici naturalmente conosco credo abbastanza bene ma vorrei fare una riflessione di carattere generale c'è una democrazia dei lupi democrazia e consenso il popolo che dà il suo consenso
C'è una democrazia dei numeri
Per non far trionfare la violenza ci si conta
E dell'ingresso in una democrazia
C'è la democrazia di risultati il consenso c'è perché si sta meglio si vede che vivendo insieme
E in molti Paesi succede che proprio perché si sta meglio insieme nozionale pure a votare tanto non cambia nulla le cose vanno bene questo succede ad esempio gli Stati Uniti d'America
Ma c'è anche la democrazia messianica
Ed è morde vocazione la terra promessa
Il cammino a volte faticoso va verso l'ideale da raggiungere
Questa è propriamente la democrazia che ha ispirato l'Europa al suo inizio
La democrazia Misiani
E oggi secondo me
In queste elezioni ci torniamo
A che serve l'Europa oggi
Sessanta anni fa
L'Europa servì per fare la pace
E questo non va mai dimenticato non è retorica acquista io condivido moltissimo il vostro documento mi mi direi che lo dico condivido in tutto
Qualche parte magari per mancanza di sufficiente competenza
Da un consenso perché resto convinto in modo
O superficiale ma devo dire che nel complesso sono totalmente d'accordo in particolare nella prima parte dove si farà l'Europa e si fa l'analisi di ciò che sta accadendo oggi
Bene l'Europa nasce come è un
Una unione di valori
Dove a un certo punto il
Tema delle benessere è introdotto ma in tutto come
Aspetto dei valori
C'è poi la fa che è così
Allora quando i padri fondatori cominciare a pensare all'Europa come né in senso messianico vollero subito fare l'Europa politica
Però va veramente unica
Tanto è vero che immediatamente dopo la Comunità del carbone di acciaio fu tentato di fare l'esercito comune europeo
La scende fallito il trenta giugno il trenta agosto del biodiesel cinquantaquattro Alcantara Marsigliese nell'Assemblea nazionale francese
Ed è lì
Che allora per non abbandonare il progetto se percorso don la strada immediatamente politica ma la strada lunga difficile economica
Facciamo un mercato comune e la libera circolazione aumentiamo il benessere può darsi che l'Europa del benessere convince di città europee verso l'unità anche politica
Oggi siamo giunti alla fine siamo al capolinea
Perché la strada politica è
è già stata economica giunta al capolinea se non si fa l'Unione politica l'Europa finisce
Non è un discorso astratto non riscosso concreto nel vostro documento un certo punto si dice forse abbiamo fatto degli errori
Mette un passaggio che si chiude
L'euro come errore no ma non è un errore l'euro
Meno male che c'è l'euro dico io e non sono in non voglio affrontare questo argomento in questo momento
Dobbiamo pensare all'Europa una costruzione fatta per tappe quando si fa un edificio c'è una parte è già finito l'altro nome ferita e abbiamo fatto alla Commissione affari istituzionali ma lunga riflessione sull'Europa multilivello la governance multilivello
E non va intesa come una
Abbandono di una visione unitaria ma come la costruzione parziale l'edificio nel suo complesso
Bene l'errore semmai è non aver accompagnato
La moneta unica con una adeguata unità in materia
Bancaria monetaria oltre che vuole fare bancaria fiscale e alla fine politico a questo lo dobbiamo oggi porre rimedio
Ma che ci sia bisogno dell'Europa unita è stato già detto benissimo a vostro Presidente esatto su una cosa che condivido ma come si fa di fronte alle potenze emergenti ma ben sei c'è anche a non capire che se non ci uniamo è peggio
è peggio dal cuore le le energie ma sono state già dette queste cose non c'è dubbio
Senza energia oggi non si produce interruzione non c'è lavoro non c'è dubbio quindi io lo affronto questi temi su cui sono totalmente d'accordo ma affronto subito il tema dell'emigrazione c'è un problema che rende evidente che necessita dell'Europa
Oggi noi sento rimproverare ama l'Europa dovrebbe fare proprio perché è vero
Però immaginiamo che non ci si erano poche abbandoniamo il progetto europeo
Immigrati e non più all'ordine non abbiamo nemmeno la possibilità di chiedere l'aiuto del sud e il
E la solidarietà di altri quindi va aumentata la solidarietà non diminuite
Ma qui c'è un problema molto molto serio a cui voglio affrontare proprio perché penso ad un'Europa sì
è nata secondo una visione ideale del mondo basta la guerra e basta
I nostri giovani hanno sparso il sangue oggi noi siamo preoccupati la disoccupazione
Ma ai nostri giovani nella prima metà del secolo è stato insegnato ASM modellare altri giovani
Prima dall'attacco avevano i per la prima guerra mondiale mettevano dei Sacripanti assunto definì e poi
Insensato e domani ad a farlo sui vostri sui BOT sui vostri amici perché si datrice all'altra si salutavano ecco si sparavano punto subito andavano
Da
Donne che non è uno scherzo questa cosa qua dopo secoli e secoli di sangue arrivare ma l'Europa ideale non è soltanto un continente pacificato
E già lo siamo
Dentro ma è un continente devono essere pacificatore
Pre-CIPE del mondo se non
Pace libertà di noi pensiamo a che cosa avrebbe voluto dire un'Europa unita quando sono scoppiate le guerre nella parte i Paesi balcanici
Forse non sarà trascurabile pensiamo se l'Ucraina fosse già integrata oggi all'interno dell'Europa il modo serio
Non c'è ma mi sembra poco
No
Nasce
Tecnologico
A certi
Allora perché vedo nel tempo occorrerà no il problema con sull'Ucraina e Pertica attacca D'Elia perché abbiamo gli abbiamo rifiutato qualsiasi forma di aiuto e abbiamo lasciato indietro bene ma a livello nazionale ed europea mancanza troppo
Ma ora vedo che mancano tre minuti e quindi io debbo per forza arrivare alla risposta alla domanda tra le molte allora
Dire che il problema della immigrazione lo si risolve come dire con il respingimento
è follia abbiate pazienza se non può drammatico mi rendo conto ma non può emettere una mitragliatrice ogni cinquecento metri sulle Poste italiane
Dire che lo si risolve con l'accoglienza è irrealistico non ha senso non ce la facciamo
Qui c'è un problema enorme
Perché ci sono
I barconi che vanno che che che si tra morti
Poi degenerano io a offrire il Mediterraneo perché in Africa
Il continente è più vicina a noi il continente abbiamo autorizzato da qui avvocato ricchezze concussione arricchiti siamo diventati opulenti anche attraverso l'impoverimento a volte dei Paesi
è un veterinario di guerra di corruzione
Io ho fatto parte del fa ancora faccio parte dell'Assemblea parlamentare ACP Africa Europa farai BP riconosco presenta la diceria
Quel che succede dicendo aveva sequestrato
Ecco conosca di violenza di guerra e noi stiamo a guardare e pensiamo di risolvere problemi dando qualche aiuto ma è l'attrezzo Governi corrotti occorre un piano serio ideale messianico sull'altro
La fine contenente più vicino all'Europa è un continente ricco è un continente che va reso più civile più democratico perché noi i nostri vini possiamo essere stare anche meglio anche economicamente
Ma questo è un grande progetto non può essere una cosa così di difesa personale bisogna e qui concludo davvero allora pensare l'Europa
O si pensando a modo loro ma come è
Uno strumento di ottimizzazione degli interessi personale vorrei sono purtroppo in Gran Bretagna
L'inglese ma li conosco nella mia Commissione ho dovuto visitare tutti i Parlamenti e tutti quindi lo scopo conosco bene la mentalità della maggioranza gli inglesi dove stiamo ignorata che ci conviene
E nella misura in cui ci conviene ma c'è una visione appunto pure di come se anche in cui c'è solidarietà in cui si pensa al futuro tutto il mondo dei nostri figli e allora bisogna a volte affrontare anche sacrifici in vista di un bene futuro maggiore
Questo è la domanda ed oggi ci dobbiamo proporre
Ci sono aspetti tecnici ci sono aspetti economici non li risolveremo se non c'è anche questa misura ideale e la gente non andrà a votare si guarda soltanto ad oggi hanno pensato al domani grazie
Grazie Casini adesso della parola Davids Davide Sassoli che il giornalista più che il noto non l'ho presa non c'è bisogno di specificare quello che ha fatto in televisione ma dal due mila nove ma
Non è avverso articolo diciamo
Ahilui dal due mila nove europarlamentare Partito democratico un grande successo elettorale la volta scorsa e ricopre l'incarico di capo del dazio dedicazione del PD
In parla al Parlamento europeo parlavamo prima di democrazia messianica Casini ha introdotto questo elemento siccome voi cioè retail messia che diciamo che il Renzi la domanda che mi viene spontaneo un po'questa curiosamente diciamo il PD che forse uno dei partiti più europeisti Italia tradizionalmente asilo quei perché è stato fondato Romano Prodi quindi sono più più europeista di il PD è difficile
Oggi diciamo così sembra chiedere voti più per il suo Messia cioè per la per il Presidente del Consiglio per quello che stavo cioè di politica interna
E comincia a usare una retorica anche molto come posso dire polemica con l'Europa ieri
Renzi ha detto all'Europa salvare banche lasciamoli dei profughi l'altro giorno ha detto sono stupidi non capisco che bisogna cambiare il patto di stabilità e così via
Sta cambiando qualcosa nella nella cultura europeista del PD
Grazie buongiorno
Ma io so che il mondo dell'informazione così attento alle dinamiche del Parlamento europeo e meccanismi legislativi che naturalmente ha dimenticato di segnalare che diversi mesi fa noi votammo contro
Il pareggio di bilancio il fiscal compatto qui naturalmente questa distrazione
Infatti è quello votaste contro in Europa in Europa totalmente a favore in Italia persi esaltato dal Parlamento europeo per poter dare forza ai gli Stati nazionali edilizie pronte di poter respingere quelle politiche
La distrazione nel nostro Paese è un sistema
Quello che ho letto nel
Documento del CIDA vi ringrazio
Invece
La necessità che in questo Paese
Il
Un sistema italiano si metta in relazione sia utile al Paese in Europa questo manca
E credo che questo sia il punto più interessante
Della
Riflessione che il Presidente Ciampi
Ci ha invitato a fare perché in realtà noi abbiamo
In un Paese che spara molto in ordine sparso perché le parti forse troppo
Mondo la comunicazione il mondo dell'impresa mondo della politica
Sono stato relatore della riforma del traffico aereo siccome non sono un ingegnere ho studiato circa due anni e mezzo
E
Per Standard e tecnici ma anche perché invece di avere ventotto agenzie dell'aviazione ne faremo una con standard di sicurezza superiori a quelli degli Stati Uniti
Mandai due lettere una al Presidente della Commissione trasporti della Camera e uno quello del Senato dicendo non sono finlandese sono italiano prima della di presentare la mia proposta mi piacerebbe sapere
Come la pensa il mio Parlamento
Sono stato invitato da quello della Camera mi sono trovato con dieci parlamentari che non sapevano di che cosa stessimo parlando i perché erano stati invitati a discutere con me
E da quello del Senato sto ancora aspettando la risposta ma il provvedimento e e lì legge è passato il Parlamento
Abbiamo un Paese molto distratto molto
Incapace di fare sistema invece noi avremo bisogno in particolare
Di una
Politica che riesca a convincere tutti che ci sono delle priorità da condividere che sono un pezzo del destino del Paese
Giorni fa sono stato
A
Parlare in un'assemblea molto infuocata con i balneari della direttiva Bolkestein perché sono molto agitati tra due anni anzi tra un anno e mezzo tutte le loro concessioni andranno a gara
Una direttiva che come sapete magari qualcuno sa li fa arrabbiare in realtà l'Europa non c'entra nulla e l'Italia che si è dimenticata durante
La formazione dell'iter legislativo di mettere sul tavolo le un'eccezione è prevista dalla norma europea l'eccezione di
Sto ha una caratteristica dell'impresa in questo caso balneare italiana poi le cose diventano legge ti entrano in casa che entrano su
In fabbrica in bottega
Arrivano nei nostri territori e le leggi magari non piacciono e certo ma poi cambiare le leggi è molto complicato sarebbe bello per esempio che il mondo della politica il mondo dell'impresa
Nella processo di riforma del Senato ci mettessero un po'più di Europa
Certo il problema delle autonomia delle Regioni sì però forse anche un po'più di Europa servirebbe
Anche per
Armi i ancorare l'attenzione del Parlamento nazionale a quello che avviene lì di parlamentari Tedeschi i parlamentari europei tedeschi lavorano nel Parlamento nazionale
Altri loro uffici nel Parlamento nazionale io non voglio avere nessun ufficio nessuna parte intendiamoci però per dire quanto questo quel Paese sa fare sistema e l'Europa non è un incidente l'Europa è un grande investimento
Io da quello che ho letto ed è molto condivisibile devo dire ci sono alcune però osservazioni primo mi piacerebbe che un mondo dell'impresa lavorasse molto
Su alcune indicazioni che sono già arrivate ma in Italia si ci si è dimenticata di discuterne alto sono state
Delle osservazioni molto importanti hanno fatto discutere tanto in Europa in in Italia poco
Mi riferisco alla relazione Monti sulla ristrutturazione del mercato interno un rapporto commissionato al professor Monti prima di diventare
Primo Ministro dalla Commissione europea è un rapporto fondamentale
La ristrutturazione del mercato interno contiene tutti gli elementi dell'Europa che non ci piace
Poi mi piacerebbe che il mondo dell'impresa fosse
Trovasse anche un'alleanza con la politica
Per alcune priorità poche ma mettiamole in campo un Paese di mille chilometri sessanta milioni di abitanti può essere suddiviso con competenze esclusive in venti regioni
No ditemelo voi possiamo avere una politica del turismo industriale con caratteristiche industriali con i movimenti che si
Che vediamo nel mondo o no con quello che succede con
Con la necessità naturalmente di avere industrie non delocalizzati e quella dell'industria probabilmente per noi e l'unica
Venti regioni sono competenti della politica esclusiva del turismo il Governo non può esserne attore regista protagonista e non può averne nemmeno la responsabilità anzi in questo caso può fare il coordinatore di venti regioni e di due Province autonome
è normale questo ma non andiamo a raccontarlo fuori perché tutti penseranno che non vuoi nel tuo paese
Allora noi abbiamo bisogno di fare alcune cose qui per essere più forti
Questo non vuol dire che non ci che ci piaccia quello che succede lì no non ci piace e la politica del rigore tutto quello che abbiamo detto in questi anni ripeto noi l'abbiamo votato abbiamo votato contro quelle politiche
Però come come possiamo cambiare e perché si formano quelle politiche
Si formano solo per ricette economiche
Attenzione
Perché voi siete tutti molto colti esperti informati per sapere che no si formano per volontà politica
Si formano perché non essendoci un Governo dell'Europa chi pensa di essere più forte impone le proprie politiche se
Capace anche di fare sistema in Europa perché noi parliamo della Germania
Ma voi a voi non sfuggirà che il
Parliamo di Germania di sistema tedesco
In Europa
Con alleati alleanze paesi piccoli magari arrivati da poco che sono molto flessibili
E attirano grandi investimenti
Quelli sono i Paesi anzi più forti in Europa
Ora
No queste politiche si impongono perché non c'è un governo dell'euro
è inutile stare a girare sulle ricette dell'economia noi abbiamo bisogno di un sistema democratico in Europa
Cui si specifichino delle responsabilità
In cui ci sia un Parlamento eletto dal
Dalla
Dai cittadini un Governo che sia legato al volere dei cittadini
Questo Shen no non c'è abbiamo una scommessa il venticinque sì ne parliamo no
Se ne parla in televisione no se ne parla sui giornali no ne parla la politica no
E Michel venticinque c'è una scadenza che è un primo passo naturalmente non risolve tutti i problemi di un sistema istituzionale
Sconclusionato
Ma è un primo passo e de e arriva per decisione politica
Il Partito Socialista Europeo il Partito popolare i liberaldemocratici Sipra ASS
Anche se limitato ad alcune esperienze x che cosa hanno detto no serve qualcosa di diverso
Serve
Non fare primeggiare qualcuno e imporre ad altri ventotto politiche che magari sono
Politiche capestro questa è la decisione politica e interessante importante beh forse entrerà nei libri di storia
Visto che per la prima volta avremo un presidente della Commissione europea che sarà allegato non all'indicazione dei Governi come è sempre stato ma l'indicazione di come saranno forma i gruppi politici al Parlamento tant'è vero anche cosa che non racconta nessuno perché la distrazione e sublime e il ventisette di maggio
è stato già convocato il Consiglio dei ministri per prendere atto di chi
Ha vinto le elezioni incaricato per mandarlo in Parlamento un po'all'italiana è interessante questo beh si discuteva del tutto tranne che in Italia
Cioè una specie di congiura del silenzio che arrivano caro Antonio e questo non fa bene al paese
Allora io penso che la cosa più importante almeno dalla mia esperienza
Del lavoro che ho fatto del ruolo politico anche all'interno del mio partito noi dobbiamo puntare molto a fare in modo che le scelte siano
Che le scelte politiche siano capite compresi perché se uno accende la televisione spizzichi a col telecomando la mattina e sette fino a mezzanotte alle due
Si parla di tutt'altro si parla di un referendum saremo felici fuori dall'euro saremo più contenti lo fanno dall'Europa l'altro giorno ricordo solo anche questo non è
Non è stato diciamo discusso
No in maniera
Così
Importante come avrebbe dovuto il PIL della Cina non so se avete notato ha superato quello degli Stati Uniti
Stiamo parlando di cose che corrono nel mondo e noi stiamo qui a discutere
Se interessante avere l'euro o interessante avere l'Europa ma l'Europa ti serve prestare al mondo ripeto siamo Paese ti mille chilometri che ormai si percorre a differenza del dopoguerra
In mezza giornata e ci ha sessanta milioni di abitanti
Forse dobbiamo fare qualcosa forse dovremmo fare gol qualcosa a casa nostra
Forse per esempio dovremmo consentire visto che l'altro giorno sono andato da alcuni vostri colleghi a Massa Mart Anna un paesino vicino Perugia a
Ma incontrare un'azienda che si chiama Angelantoni
Non so se ne avete mai sentito parlare in mezzo alla campagna sembra di arrivare nell'anno alla NASA
Una fabbrica bellissima modernissima
Che cosa si fa si fa energia come si fa Energia sviluppando una tecnologia che viene da Rubbia dall'équipe di Rubbia e in che cosa consiste sole specchi Energia
Hanno venduto due mega centrali
Alla Cina
Stiamo parlando di mega centrali cose grosse
Da noi hanno ha avuto l'autorizzazione a farne
Una in Sardegna
Ci sono i soldi hanno già stanziato i soldi ovvero hanno cominciato a litigare il Comune la Provincia la Regione lo Stato poi ci si sono messi anche gli ambientalisti che non si capisce che cosa vogliono visto che sole specchio Energia
Ecco io credo che la fotografia di un Paese così impongano di dire
Di dire
Insomma che abbiamo dei muri che vanno buttati giù e ci sono compiti a casa che non è che te li fa l'Europa e dobbiamo farlo
Che questi muri devono corollari perché altrimenti tutte le persone che pensano che sia importante rimboccarsi le maniche magari vanno a farlo altrove invece vorremmo che lo facessero anche qui da noi
Tutto questo è un lavoro che riguardano i non riguarda gli altri anzi magari ti potrebbero anche mettere qualche bastone tra le ruote
Perché non è che la competizione in Europa non esiste
Quando abbiamo difeso l'agroalimentare italiano il l'Europa si è divisa in due
Chi produce i prodotti e chi vi lavora e quelli che lì lavorano non vogliono far sapere da dove arrivano di prodotti è stata una battaglia pazzesca con l'hobbistica dei nati però in Italia
In Italia c'è un
Problema finisco
Fare sistema è molto difficile invece molto importante perché solo così avremo condivise alcune priorità non tutte
Non tutti ma alcune priorità che valgono per i cambiamenti di cui abbiamo
Necessità
Per le qualità che il nostro Paese commettere
Nel
Piano europeo nella forza che un Paese da quelle parti come il nostro deve esprimere grazie
Parte questo mi ricordo
Sorgere a qualcuno di voi ha visto un film ancora dei Monti PAI torno dove c'era un gruppo di rivoluzionaria i tempi di Gesù
Palestinesi che parlavano male di Romani non c'erano perché poi si romani che hanno fatto per noi
Allora senza noi romani se vuole CIPE gli acquedotti ci sì sì va beh ma a parte gli acquedotti cosa hanno fatto i romani per noi il sistema giuridico sì va bene ma parti acquedotti ossia la giudico salvati Novari per l'Ulivo delle strade
Ed andavano avanti così scopriva che quasi praticamente tutto a breve sarà venire in mente io voglio sapere che lavoro spesso a Napoli
Arrivo alla stazione prendo la metropolitana bellissima la linea uno della Metropolitana primo schianto una roba
Incredibile a Napoli ma un pezzo di tecnologia meraviglioso di designer meraviglioso
E quando prendo l'ascensore per scendere giù c'è una targa che dice quest'opera è stata realizzata con la Four con i fondi della Comunità europea i fondi di questioni alla Comunità europea PNR non so come si chiama Piano
Porrà porrò due mila e sette due mila e tredici e così via
Mentre invece a Pompei a pochi chilometri stanza ci sono centocinque milioni alla Comunità europea che noi italiani non siamo in grado di spendere già stiamo chiedendo per favore se c'è di farlo durare un altro po'perché ha una certa ca data quelli seri riprendano no
Quindi in mi pare che la polemica che fa Sassoli su questo punto sia corretta allora io do propongo questo
Se ci sono delle domande le accetterei dalle dieci minuti ai nostri candidati per rispondere alle domande e poi chiuderei combatte con Bertolini vorrei finire diciamo così diciassette e quindici sette bis
Tu devi andare via allora grazie comunque della della partecipazione della dell'attenzione con cui avete seguito i nostri lavori
Manager voi genere fate domande
Competenti approfondite anzi spesso fa temere per interventi c'è qualcuno che ha
Che gli è rimasta qualche curiosità o qualche polemica da fare
Dite il nome per favore
Oppure venite qui venite qui perché non abbiamo il gelato venite qui rapidamente non approfitta del fatto che c'è il palco per
Per per per poter conquistare il microfono
Nome e cognome
Fabrizio calabrese vicepresidente
Cita mappe di delle signore Tito dalla Banca centrale della marca Italia
No sono rimasto colpito da un'affermazione
Ad altre sta con lui sì sì riguardante gli eurobond perché quanto pare in questo tavolo
Tutti quanti concordo sul fatto che ci sia bisogno unione politica io partecipo dialogo sociale per cui
Ogni sei mesi incontro
Mario Draghi con quale scambiamo diciamo alcune dismissioni insomma su come va all'Europa restringere
L'impiego degli eurobond semplicemente a dei progetti di finanziamento per carità sarebbero pervenuti
Sono e limitativo cioè bisogna rendersi conto di una cosa gli Stati Uniti
Autoriduzione settecentosettantasei strada corre secessione la sede è stata creata nel mille novecentotredici noi abbiamo fatto esattamente il contrario
è vero ci vuole un impegno culturale forte di radicamento perché alla fine Michigan Ohio
A New York visti americani si dentro tutti americani sono legati alla sanzione INPS noi la in maniera Zurria la vediamo con qualcosa di
Così un accessorio dalla nostra bande nostra bandiera tricolore però io credo che la la vera scommessa ma la scommessa forte sia quella di vincere perché
O o si vince insieme o si perde tutti perché a volte a me normiamo nulla considerassimo coloniale schema il testo mi sembra tanto
La rana con lo scorpione quelli che
Quello che vuole punge la rana affondando anche lui stesso quindi io vorrei un chiarimento su questo punto perché io credo profondamente che ci sia bisogno di unione fiscale
E che ne fischiare si fondi su tutti neutrale sui bond comuni
Perché come mi ha risposto traghetto si ma tu che quei lamenti o se ne presenta la Banca centrale gli Stati Uniti sono un Paese d'Europa non grazie
Grazie anche se subito dopo la guerra civile in realtà
Il Tesoro accettò di assumere come federali i debiti degli Stati famoso momento Emil torni per cui si può
No voglio dire la
La questione di prendersi i debiti dei gli degli altri è una questa è la questione cruciale
Di ogni unione federale
O c'è quella OSCE la fiducia reciproca per quindi però posso aggiungere una cosa per polemica se io chiedo i tedeschi di garantire i miei debiti non posso negare i tedeschi il diritto di stabilire come io spendo i miei soldi
Perché segni Seibezzi gli chiedo la garanzia sui miei debiti a devo accettare che loro ridicolo mi fa vedere allora come li spende
Capo le queste cose poi diamo una risposta
Tutti quanti
Prego gelato
Buona sera Luigi Caprioglio io mentendo un pochino di normative europee essendo un consigliere del Comitato economico e sociale europeo
Ed inoltre vi occupo della Confederazione europea dei dirigenti
Pubblici e privati
Allora la prima domanda che volevo fare
Signori parlamentari passati presenti e futuri del Parlamento europeo
Nel momento in cui si va in Europa occorre avere sicuramente
Un credo europeo
E avere un credo europeo vuol dire certamente cambiare le normative che oggi esistono
Mi spiace
Dopo il Trattato di Lisbona i signori parlamentari europei hanno un po'il potere di codecisione ma io sono tra coloro che sostengono che l'Europa non è un'organizzazione democratica per come viene condotta e gestita
Seconda domanda
Oggi tutti quanti sappiamo
Che non è possibile assolutamente uscirà da questa crisi fintanto che non si farà una deroga al patto di stabilità di stabilità a che cosa mi riferisco
Almeno che si faccia la deroga per gli investimenti che vengano messi al di fuori del Patto di stabilità oppure che si autorizzi la banca
Europea oppure la Banca europea la Banca centrale europea oppure la Banca Europea degli Investimenti a attraverso gli eurobond a finanziare queste cose altrimenti non si va da nessuna parte per favore
Fate in modo che
Non ci siano più centoventi delegazioni immissione dei parlamentari europei
Ma semplicemente che si lavori a modificare queste condizioni perché altrimenti non si va da nessuna parte e avranno ragione soprattutto gli autocertificati
Grazie a lei ancora
Le accetto ancora due
Sì sono così brevi
Eccetto una
Ma
Siamo sicuri
Chiedo
Ah ecco uscire
Luciano Dionisi quali di queste coalizioni europee che oggi sono rappresentanze
In questo nostro dibattito
Per le elezioni di retta dei un Governo europeo grazie
Ancora
Basta facciamo eurobond Banca centrale struttura federale vogliamo rifare lo stesso giro con la stessa
Formula di prima rispondendo
Voglio partire te
A va bene d'accordo e mirati do abbiamo
Veramente due-tre minuti ciascuno
Una sola cosa che volevo dire è che io parlerei di candidati europei più che di candidato belga candidato tedesco candidato greco candidato da sono ricordo tutte le azioni tali un Karel messo in guardia segue sono solo permesso
Il rispondo anche sulla questo eurobond
Quello che intendo dire fatto salvo la necessità di opinione fiscale io credo che sia importante gli eurobond oltre a finanziare e a
Diciamo soddisfare quelle che sono esigenze del debito pubblico servano ad investimenti collettivi europei di natura strategica questa
La mia affermazione più precisa
Relativamente al Governo europeo per noi fondamentale cioè nomi sosteniamo l'Europa federale un Parlamento europeo rafforzato la funzione costituente un Governo europeo
Si norma mi scuso ma purtroppo io sono in campagna elettorale in un collegio dove non tramonta mai il sole come direbbe Carlo quinto e quindi
Devo lasciare però certamente la osservazione molto interessante dobbiamo magari svilupparla anche in futuro
Il problema di dare poteri beh qualcosa è stato fatto no oggi la Banca centrale europea a più poteri pensiamo soltanto per esempio ai poteri di sorveglianza
Noi vorremo che questo processo portasse diciamo la banca ad essere di ultima istanza cioè ad a vere diciamo gli stessi poteri
Però e questo è un processo ed è un processo che naturalmente si scontra con grandi
Contestazioni politiche e non con soltanto con fattori tecnici
Ricordo sì il Parlamento europeo ha avuto
Più peso bene ha avuto parecchio
Abbiamo rimandato indietro un Bilancio e
Un bilancio che tagliava tutto ed è stato rimandato ed è stato bocciato ed è stato ripresentato e ha potuto rifinanziare tante politiche sociali
Ricordo per chi non
Visto che è l'unico argomento di cui ha parlato la stampa che la notizia era che il bilancio tagliava Erasmus
Infatti lo tagliava ma poi l'abbiamo rifinanziato questo per fare un esempio diciamo di quelli che
Più colgono l'immaginario collettivo
Il Bilancio è stato riscritto anzi c'è stato una guerra fra Parlamento e Commissione sul Bilancio
Tra l'altro ricordo che è relatrice del bilancio dell'Unione era una nostra parlamentare ma anche questo non interessava molto il sistema italiano
Noi abbiamo bisogno sì di di rafforzare in qualche modo il Parlamento però abbiamo bisogno di un organo dico
Berno che sia più legato al Parlamento e naturalmente lei ha ragione quando dice che c'è un India un gap di democrazie
Quando io ricordavo che la sfida del venticinque è anche legata a una decisione politica a fare in modo che ci sia un vincolo di mandato
Tra
Il Presidente i i cittadini che andranno a votare il venticinque questo e già in
Andare verso
Una democrazia esce l'accerto che verrà eletto Presidente nominato Presidente è come se noi non l'otto per cento Attigliano dove c'è stato nulla
Io dico che questo dipenderà da tanti fattori naturalmente anche del peso degli altri
Abbiamo vento populista molto forte in Europa abbiamo
Tentazioni diciannove liste che colgono un umore diffuso nell'opinione pubblica
Questo non do per scontato nulla dico che noi ci presentiamo alle elezioni con delle decisioni politiche
Credo che questo sia
L'avvio di una
Sistemazione dell'assetto democratico
Si va avanti sarà più difficile tornare indietro se certamente non parte nemmeno allora probabilmente
Rimarremo con un'Europa in cui i Paesi più forti potranno imporre le loro politiche ed è inutile stare a discutere delle ricette economiche questa è una scelta politica
Di alta politica
Poi da qui ne discende tuttora etc CROB come l'Europa affronta
Le tante questioni mi permetto prima di andare via mi scuso di fare un'osservazione sull'immigrazione perché prima non l'ho fatta
Noi abbiamo bisogno di una cosa certo di avere un'Europa più vicina all'Italia che si sta caricando questo grande problema
Però abbiamo bisogno di definire qual è
La scelta che le nazioni che il ventotto nazioni fanno
Se la tengono la politica dell'immigrazione sulla trasferiscono all'Europa
Abbiamo
Tanta politica che ormai è stata trasferita dagli Stati
Alla all'Europa pensiamo la politica del commercio internazionale non ci sono più accordi dei Paesi c'è l'accordo dell'Europa
Abbiamo avviato quello con gli Stati Uniti nella prossima legislatura ci sarà quello più importante forse della storia commerciale del mondo Europa Cina
Le politiche dell'immigrazione devono rimanere immane governi oppure i Governi devono trasferire all'Europa questa è una grande battaglia permette progressista molto importante perché
All'interno non abbiamo più frontiere
è ce n'è una sola
Che è quella dell'Unione è problema europeo sì e allora bisogna dire che gli Stati europei trasferiscano poli della politica dell'immigrazione all'Europa
Detto questo l'Europa deve essere più vicina a noi deve consentirci di affrontare un'emergenza che probabilmente proseguirà anche nei prossimi mesi e nei prossimi anni
Intensamente nella maniera più adeguata ma c'è un problema politico trasferire la politica dell'immigrazione alle unione europea
Saremo in grado di fare questo e allora probabilmente avremo anche delle soluzioni e potremo prendercela con più forza nei confronti di un'Europa che non fa il proprio dovere di rinvio
Grazie
Carlo Casini
Da un punto che dobbiamo essere bravi in una materia così complessa sulla questione di carattere Ibo gli eurobond credo anch'io che ci voglia la più grande solidarietà
Tra i paesi membri Unione europea credo però che o prima o poi i debiti devono essere pagati come venne famiglie
Nelle famiglie si può fare una vita lussuoso all'uopo alla fine si può avvenire miseria tutti i figli e nipoti se non si pagano i debiti
Quindi credo che una
Una regola che accompagna la solidarietà richiesta e doverosa sia giusta io non mi intendo molto non sono in grado dati non sono professori universitari economia sono un giurista
Però credo che questa crisi è stata di rimandiamo in gran parte anche
Da una finanza virtuale
Cioè
La ricerca del danaro conta raro metterle per la finanza deve essere a servizio del lavoro
E dunque il sistema bancario debba raccogliere il sistema delle famiglie per poter investire impresa dirlo molto producono producono
Occupazione
Quindi penso che ci sia un dato che sia una cosa ingiusta fare danaro senza passare attraverso un'attività produttiva non so se questo se la cosa giusta ma il mio pensiero di fondo per quanto riguarda la democrazia il numero dell'euro
è proprio l'argomento che mi sono occupato in questi ultimi cinque anni a lungo credo che già oggi il Parlamento europeo è un organo democratico
Credo che per avvicinare i cittadini all'Europa bisogna neanche i Parlamenti nazionali vengono integrati nel sistema parlamentare europeo
Che debbano anche i parlamentari nazionali pensare proprio in modo da poter dare un contributo reale non soltanto essere uno strumento di controllo e di freno quando
Segnalano una invasione da parte dell'euro ma devono anche essere suggeritori
Immediati nel momento in cui si lavora delle cose migliori per tutti quanti
Il credo che il la Commissione debba essere un Governo se Governo se non ci sarà una prevalenza degli interessi nazionali il fatto che i commissari siano ventotto uno per Paese crea una serie di problemi
Perché naturalmente le competenze non vengono
Ripartite secondo competenze ma secondo la mazzata del Paese quindi credo che il Governo ci sarà se ci sarà un commissario
Il che ha la fiducia del Parlamento Presidente la Commissione
E un presente non c'è che sceglie i suoi Ministri cioè che i commissari e se i commissari non saranno i criminali fornendo in base al numero dei membri si membri ma in base all'efficienza di una Commissione che deve assuma dei compiti di
Governo devo dire finisco davvero che peraltro il sistema democratico ha bisogno anche sì quando il Consiglio dei ministri dell'altro organo legislativo parlamento e Consiglio
Decide le avesse sotto il controllo dei Parlamenti nazionali e
Cresce l'elezione del Consiglio e ministro devono essere elaborate prima all'interno dei Parlamenti controllate quale interne Parlamenti ciò che non sempre nazionale ciò che non sempre avviene
Grazie
Diceva un tizio la finanze un sistema inventato per separare i cretini dei loro soldi credo che sia difficile limitarlo per sempre porco qualche sistema del genere lo troveremo sempre
Do per le conclusioni fibre visti ma mi ritrovo in alcune affermazioni nel nostro programma
Parliamo di eurobond quando pensiamo alla riconversione produttiva ecologica sostenibile finanziato sia da loro Bondo ma anche da qualcosa che finora non mi sembra sia stato citato anche la tassazione
Sulle transazioni finanziarie che noi crediamo non sia più
Procrastinabile termino mi spiace che Sassoli sia uscito perché a c'era un punto che dispiacerebbe mancare prima di
Prima di salutarci quando Sassoli ci ha ricordato che in Italia c'è poca affezione a queste
Votazioni europee noi candidate candidati ce ne accorgiamo
Parlava del pericolo del populismo e lamentava anche il fatto come deputato europeo di tutta una serie di di di incongruenze c'è anche da dire che il nostro attuale sistema di informazione e non aver più parlato io credo ormai da due anni non se ne sente più parlare di legge sul conflitto di interessi
Ha fatto sì che il tema dell'Europa non venga mai citato i né negli organi di informazione per cui le persone si sono allontanate moltissimo dall'idea che si possa
Votare e non viene investito nulla né nelle scuole né negli organi di informazione su questo tema fondamentale quindi forse criticarlo giusto ma parti dire anche dalle possibili soluzioni soluzioni è rintrodurre educazione civica scuola che sembra una cosa così ma non si fa più le ragazze la ragazza non sanno più nulla e partire con l'idea di Europa da lì perché l'Europa della moneta avviene dopo aver creato il sentimento di Europa e far sì che gli organi d'informazione facciano il loro mestiere
E parliamo di Europa cosa che fanno molto poco grazie
Ve ne sono contento che come ogni dibattito siamo abbiamo concluso con un accordo unanime sul punto che è tutta colpa dei giornali io adesso do la parola al Silvestri Bertolini per le conclusioni grazie a tutti i partecipanti
Per dire non proprio solo dei giornali
Politici sull'acqua sono d'accordo il corpo dei giorni
Tratterà dei giornali rinvio esse siano di stampa dei titoli
Dunque
Siamo arrivati a la conclusione di questo convegno
è
Una prima riflessione che
Che mi viene da dai Comuni Carmine che
Sono rimasto positivamente colpito
Sono anche molto contento del fatto che
Il documento CIDA l'Europa che vogliamo è stato apprezzato da tutti
Da tutti da tutte le parti politiche sia essere di sinistra che di destra che di centro
E questo è già un buon punto di partenza nel senso che
Non siamo proprio fuori dal mondo anzi siamo all'interno dell'Europa
Senza dubbio il problema
è enorme abbiamo sentito Sassoli che diceva una cosa che ma a me personalmente ha fatto rabbrividire
Cioè che
In Europa si legifera e si legifera in Europa si prendono delle decisioni
E in Italia non sanno assolutamente nulla ma in Italia non soltanto i cittadini che
Purtroppo per un'informazione non troppo europea
Devo dire sotto certi aspetti Antonio Antonio significa consentimi queste un Paese fantastico
Risposta
No no la Stampa la Stampa di qualità sicuramente una stampa di qualità
Specialmente quella
Del sud no no è comunque ma l'inconsapevolezza delle azioni europee e delle attività di europea dei nostri parlamentari italiani
è veramente mi fa venire un po'i brividi allora forse
C'è qualcosa da aggiustare in questo sistema
E proprio di sistema che voglio parlare la CIDA sta cercando
Di creare un sistema Italia da portare a livello europeo
Un sistema Italia che sia più efficiente che sia più presente nelle relazioni internazionali
Un sistema Italia che dia le basi per potere sviluppare un progetto Europa e siamo oggi qui in questa sala e io lunedì ero al in un albergo di Milano insieme a centocinquanta
Persone e a dieci politici candidate alle europee
Tra l'altro vi dico che c'è stato anche un momento di tensione perché c'è stato
Un appunto un litigio tra la lega tiene ovviamente abbastanza e accalorata sotto certi aspetti
Sipra se proprio il tuo collega
Il tuo collega di Milano che ma Curzio
Sì va beh comunque va bene perché ha ampliato il dibattito e fare un po'più effervescente
Per cui sono anche contento che invece questo dibattito è stato molto come dicono gli inglesi Ferrer cioè un dibattito importante sostenuto ognuno ha sostenuto le sue idee però
Sono idee che tutto sommato e l'ho trovato molto convergenti col nostro col nostro Piano del colore col nostro documento
Volevo dare una risposta
Alla zona ardo scusami ma d'essendo stata tu anche dirigente
Nel mondo del privato in Unilever allora sai benissimo che per noi la solidarietà che ho fatto un passaggio sulla solidarietà per di dirigenti sia pubblici che privati la solidarietà è una cosa ormai
Che percorriamo da tempo da sempre tu sai benissimo che una parte della nostra retribuzione la che episodi zero tre per cento di tutte le riduzioni di tutti i dirigenti italiani va a contribuire
Debba contributi inquinati da contribuzione della cassa integrazione guadagni
Va a contribuzione anche
Della
Dell'il sussidio di disoccupazione tutte attività che noi non soffriamo
No per cui noi non abbiamo la cassa integrazione guadagni correttamente ma non la vogliamo proprio non ci interessa
E non abbiamo il sussidio di
Di disoccupazione per cui noi da sempre contribuiamo
Non soltanto con questi contributi speciali ma anche con la tassazione che ci vede impegnati al cinquanta per cento delle nostre retribuzioni per cui
Diamo tanto a questo Paese e quello che diamo è sicuramente di più di quello che è riuscire a questo che sia ben chiaro per cui siamo qua in una veste
Devo dire in una veste privilegiata sotto questo aspetto nel senso che
Non non stiamo a chiedere nulla stiamo dando tanto al Paese
E l'unica cosa che chiediamo oggi a voi che ci rappresenterebbe domani dal ventisei di di maggio veramente
A al Parlamento europeo vi chiediamo un po'di attenzione è un po'di coordinamento caro il coordinamento con
Con i politici locali e cercare di portare
Una voce unanime a livello europeo di portare l'Italia in un ruolo
Fondamentale per lo sviluppo
Dell'Europa perché l'Italia un Paese fondatore e l'Italia tutte le caratteristiche culturali
Economiche sociali
Intelligenti intellettive per potere dare il suo contributo serio lo sviluppo dell'Europa
Io queste il mio messaggio che oggi
Voglio dare
Ai colleghi politici agli ospiti di politici e a tutti i colleghi che sono che ci hanno seguito per una lunga giornata perché lo sto noi stamattina abbiamo avuto la nostra Assemblea e molti di loro erano
Presenti in Assemblea abbiamo anche discusso di questi argomenti
Tra altra tra gli altri argomenti ovviamente della CIDA per cui
Vi ringrazio ringrazio
Di essere intervenuti a questo dibattito spero che
Possano esserci altre occasioni subito dopo le elezioni
Anche per confrontarci
Sui risultati delle elezioni e su quelli che saranno i programmi
Approvati dai vostri dai vostri partiti
Ringrazio
Antonio che come sempre ci accompagna
In queste uscite pubbliche chiamiamole così in questi convegni molto delicati dove una grande esperienza politica
Giornalistica è necessaria anche per
Dare spessore alla a al dibattito
Credo che sia arrivato il momento di di chiudere siamo nelle due ore prestabilite perché abbiamo iniziato con un quarto d'ora di ritardo sono le cinque un quarto vi ringrazio tantissimo e ci vediamo alla prossima grazie