14MAG2014

Emergenza carceri e riforma della giustizia: collegamento con Rita Bernardini sulla denuncia presentata dall'avv. Rossodivita per Radicali Italiani

COLLEGAMENTO | di Alessio Falconio RADIO - 10:44. Durata: 17 min 10 sec

Player
In un colloquio con il Presidente della Repubblica Napolitano, Marco Pannella ha illustrato le prossime iniziative dei Radicali in materia.

Registrazione audio di "Emergenza carceri e riforma della giustizia: collegamento con Rita Bernardini sulla denuncia presentata dall'avv. Rossodivita per Radicali Italiani", registrato mercoledì 14 maggio 2014 alle 10:44.

Sono intervenuti: Rita Bernardini (segretaria di Radicali Italiani).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Carcere, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Democrazia, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto, Elezioni, Europee 2014,
Giustizia, Napolitano, Nonviolenza, Pannella, Presidenza Della Repubblica.

La registrazione audio ha una durata di 17 minuti.

leggi tutto

riduci

10:44

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Gliel'abbiamo illustrata dopo avergliela mandata con qualche ora di anticipo anticipata diciamo in modo che la potesse leggere
Purtroppo in questo incontro non è stato possibile per i tempi strettissimi
Di
Convocazione diciamo che è stato possibile avere con noi l'Authority lecita
Diffida che firmata appunto da Marco Pannella e dall'autore Riccione
Da Giuseppe Rossodivita certo
L'avvocato Giuseppe Rossodivita che ha messo in campo tutta la propria perizia professionalizzazione dilemma professionale e anche milita anche la la passione politica che ti porta in Italia tenuto allo stato di diritto alla democrazia gli elementi fondamentali
Di una democrazia
Io credo che il Presidente della Repubblica
Almeno questa la mia impressione male potrebbe essere confermata anche dagli altri
Ha avuto nel corso dell'incontro dove ha parlato Marco Pannella per
Illustrare e questo nostro atto
Ha avuto
Veramente un ascolto ed una interlocuzione loro si vedeva appunto
Da come interloquiva con Marco Pannella molto molto attenta
Io credo che il Presidente della Repubblica consideri Marco Pannella e i radicali una risorse fra una tenaglia ritorta in termini
Dini controllo non forse possiamo dire che siamo un po'il termometro di una democrazia
Che ormai vi dopo sessant'anni di partitocrazia
Non c'è
Non non è che possiamo dire
Che si è ridotta comunque l'inizio degli anni non passano a casa non passano invano purtroppo ratificano le violazioni fino a che occorre qualcosa di veramente grande
Per rimediare a ad una situazione che vede Marco Pannella
Impegnato in un lunghissimo fatti Agrama
Perché si possa tornare in un Paese
Dove ci sia legalità diritto e democrazia la parola che ha usato più volte ieri Marco Pannella nel corso dell'incontro è la parola sovversione
E un comportamento così lo ha definito Marco Pannella tecnicamente sovversivo di che cosa fa
Dell'esercizio delle responsabilità ma firme da parte dei massimi poteri e dello Stato fra cui quelli del Presidente della Repubblica che è
La cui istituzione a tutela proprio della nostra Costituzione
E impegno istituzionale del Presidente della Repubblica che si è tradotto con il solenne solenne per noi solenne per chi crede nella democrazia del messaggio alle Camere dell'otto ottobre scorso
Se vuoi io volevo un po'entrare del piegare un po'certo che cosa consiste tecnica illustriamo anche il merito esatto
Sì perché come forte qualcuno giusto ascoltatore di radio radicale possa sapere o ricordare
Il tredici settembre del due mila e tredici Marco Pannella l'avvocato Giuseppe Rossodivita presentarono una diffida
Che riguardava tutte le procure della Repubblica nel
Tutte le procure insistenti nel distretto della Corte d'appello
E poi di il Ministero della giustizia e quindi la sua diramazione dell'amministrazione del DAP diciamo dell'amministrazione penitenziaria e dal dell'articolazione che poi c'è
Lei provveditorati elettorali dei direttori delle case di vicolo Silone circondariali
E insomma tutte tutta una serie di interlocutori mi pare che avevamo superato o i settecento interlocutori
Che cosa si diceva con questa diffida
Chiedeva che fosse garantito ad ordinamento dato e in assenza di risposte istituzionale alla sentenza pilota della Corte europea dei diritti dell'uomo
Divenire garantito il rispetto delle norme cogenti destinati a tutelare il diritto umano fondamentale che incomprimibile della dignità umana
Allora naturalmente sono trascorsi menti ripeto la diffida era del tredici settembre delle due mila e tredici
E e perché siamo arrivati alla denuncia perché Marco Pannella Giuseppe Rossodivita e anche
E tanti altri esponenti della galassia radicale sono arrivati a presentare la denuncia
Perché ha quanto a seguito di questa diffida in assenza
Di alcun riscontro da parte dei destinatari non risultano essere state adottate misure idonea a garantire
Che la custodia in carcere sia per chi è definitivo sia chi e per chi è in custodia cautelare
Chi ha conforme per ciascun recluso al dettato di cui all'articolo sei della Convenzione europea dei diritti dell'uomo cioè quello che riguarda la tortura e cioè i trattamenti inumani e degradante
O avendo riscontrato questo
E i n considerazione del fatto che al momento risultano
Ristrette le nostre carceri settanta mila persone in
Quarantatré mila posti effettivamente disponibili che poi vanno in realtà ulteriormente ulteriormente diminuiti fino ad arrivare
A poco più di quaranta mila
Chi chiede
Di volere acquisire da ciascuna procura infatti è indirizzato a proprio di nuovo agli stessi interlocutori della diffida
Gli atti relativi alla parte dell'esecuzione degli ordini di carcerazione di ordinanze dispositivi della misura di custodia cautelare in carcere appartata delle mese di ottobre duemila e tredici
E e
Bisogna quindi accertare e per ciascuna persona vedete l'individualizzazione proprio
Di questa denuncia
Che cosa devono fare questi interlocutori che sono denunciati bisogna accertare se è per ciascuna persona ristretta nei termini che abbiamo detto di sovraffollamento
Sia stato garantito nel luogo di restrizione il rispetto degli standards che sono stati individuati dalla Corte
E europea dei diritti dell'uomo ostili al contrario invece sia stata esiguità
Contro la legge una pena della reclusione o una custodia caute cautelare illegale
E quindi e
Qui sì che configura il reato quale reato viene
Quale diritto viene individuato l'articolo cinquecentosettantadue del Codice penale che riguarda il titolo è maltrattamenti in famiglia
Ma in realtà riguarda tutte quelle persone anche che si sono affidate alla custodia di autorità come nel caso delle carceri
E quindi si chiede di accertare ogni responsabilità individuare e punire ciascun responsabile
Anche a titolo di concorso per il reato che ho appena citato e cioè la violazione dell'articolo cinquecentosettantadue del Codice penale e per ogni altro reato vorrà estere ravvisato
Ecco
E Marco Pannella naturalmente poi ci sono citiamo come i firmatari di questa denuncia voglio anche leggere i nomi
E a partire da Marco Pannella Maurizio Turco
Iglio spessa Laura sconti Sergio D'Elia disabilità Zamparotti Maria Antonietta Farina Coscioni Antonella Casu Antonio Cerrone Marco Beltrandi Filomena Gallo Marco Perduca Mina Welby
E i reni Betta Giovanni detto e e
Sei anche ci sono anche io direttore di Radio Radicale
E in questa denuncia non più di sfida ma denuncia
Seguita quindi questo è il salto questo è il salto di di qualità tra virgolette d'arte perché chiarimenti sono trascorsi e interlocutori della diffida
Devono rendere conto di quello che è avvenuto in
Questi beni
E allora c'è poi che la parte finale in cui Marco Pannella risulta nella sua qualità di Presidente del Senato del partito radicale
Risulta quale parte ostica
E si ricorda anche lo Statuto della del Partito Radicale anzi per l'esattezza il preambolo
E dove è scritto richiamasse esteso solido ogni persona che voglio sperare nella vita della pace nella giustizia nella libertà lo stretto rispetto
All'attiva distinta di due leggi fondamentali quale la Dichiarazione dei diritti dell'uomo
E la Convenzione europea dei diritti dell'uomo nonché delle costituzioni degli Stati che rispettino i princìpi contenuti nelle due casi due carte
Chiede e ai sensi dell'articolo quattrocentosei quattrocentootto del Codice di procedura penale di essere informato
In ordine ad una eventuale richiesta di proroga di archiviazione delle indagini preliminari e nomina del difensore appunto l'avvocato Giuseppe Rossodivita ecco io credo che questo sia
è un atto fondamentale di chi
Come i radicali e in particolare Marco Pannella il Partito radicale i soggetti costituenti e del Partito Radicale
E non può accettare e non vuole accettare e lo fai forma attiva non solo con il Satyagraha
Che Marco Pannella sta portando avanti da lungo tempo io direi forte da troppo tempo
In un vuole accettare una realtà che fa di questo nostro Paese
Una non democrazia dove sono convocate e anche questo lo proveremo
Il
Elezioni totalmente illegali come le prossime
Che si svolgeranno il
Venticinque di maggio
A dove noi non siamo presenti con le liste ma siamo presenti conto sicuramente con la nostra Motta
E con gli atti che presenteremo alle giurisdizioni italiane e alle giurisdizioni europei
è appunto questo significando optare
E con le mani in mano ma di voler proseguire questo cammino che è un cammino
Di non violenza e che si oppone
Al degrado all'umiliazione
Che la democrazia italiana sta subendo ormai
Da troppi anni e questo Presidente Dellai ecco questo ritardo ente ancor più semmai ce ne fosse bisogno intendiamoci però rende ancor più importante quello che touche spiegato anche nel merito di questa denuncia
Incontro di sì sì ecco un Presidente della Repubblica sicuramente attento che si è letto non solo quest'ultimo atto che gli abbiamo consegnato ma anche ricorderete
Per esempio la lettera che avevo inviato non molti giorni fa proprio alla sua attenzione quella riguardante la verità sui numeri dei posti effettivamente disponibili nelle carceri
E oppure bella situazione ed è forse questo il punto centrale di una giustizia in ginocchio quella degli oltre i dieci milioni fra procedimenti penali e civili pendenti
E e da questo punto di vista che Coffa qual era l'attenzione che volevamo richiamare da parte delle al Presidente della Repubblica quello al diritto alla verità e alla conoscenza
E perché che l'Italia nel momento in cui
Deve rispondere di quel che è stato fatto dopo la sentenza pilota
E va a appena Burgo e presentare cifre che non corrispondono alla realtà
Beh io credo che ci sia una responsabilità di ciascun
Cittadino democratico di trasmettere invece le cifre reali
Anche beni procedimenti penali tendenti dei quali non si riesce ancora ad oggi
A sapere la consistenza alla
La loro non tanto consistente a quanto la loro ripartizione in base
I reati che compongono questa
Questo corpaccione esiti chiesto simile al rifacimento della giustizia in Italia cioè di una giustizia che dura troppo
In un modo
Il ragionevole mente lungo Sechi quindi pone l'Italia fuori da ogni legalità come dimostrato dalle denunce
E dalle condanne che abbiamo ricevuto scarpe da parte della Corte europea dei diritti dell'uomo da trent'anni per violazione in questo caso dell'articolo sei
Rita e allora il caso di dire che ci aggiorniamo nel senso che e l'iniziativa ovviamente in corso in divenire è un'iniziativa grave per la gravità delle denunce che contiene
E che ha visto come primo interlocutore ieri per ricordare ai nostri ascoltatori
Il massimo rappresentante dello Stato che è oggetto della denuncia come diceva ieri sera Pannella
Che nell'esercizio della della sua funzione di massima magistratura dello Stato ha denunciato queste
E patenti legalità in un messaggio alle Camere e che es comunque per quanto il Parlamento non abbia ritenuto degno di un dibattito adeguato ma comunque rimane
Fermo nella storia di restituzione italiane perché poi scripta manent e quel messaggio l'unico del mandato dei due mandati di Napolitano rimane comunque chi sa che non non venga anche considerato
Ai fini di una qualunque
Di un qualunque esame della situazione dell'Italia proprio un un documento che comprovi una situazione piuttosto che un'altra perché a parlare è stato il Capo dello Stato
Per concludere noi abbiamo nella sostanza un regime il regime italiano
E che fa fa votando proprio con l'esercizio delle responsabilità perché il modo così
Il ideare perfetto limpido a esercitato proprio il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Grazie ritardi l'appuntamento con te e a dopodomani tra l'altro prima e lo ricordiamo venerdì alle dieci e trenta grazie davvero la segretaria di radica italiani Rita Bernardini