15MAG2014
stampa

Incontro con la stampa di Graziano Delrio, Federica Guidi e Giuliano Poletti sull'accordo sulla vertenza Electrolux

CONFERENZA STAMPA | Roma - 15:33. Durata: 34 min 20 sec

Player
Dopo la firma dell'accordo da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi.

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Incontro con la stampa di Graziano Delrio, Federica Guidi e Giuliano Poletti sull'accordo sulla vertenza Electrolux" che si è tenuta a Roma giovedì 15 maggio 2014 alle 15:33.

Con Graziano Delrio (sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Partito Democratico), Federica Guidi (ministro dello Sviluppo Economico), Giuliano Poletti (ministro del Lavoro e delle Politiche sociali).

Tra gli argomenti discussi: Alitalia,
Ammortizzatori Sociali, Ansaldo, Cina, Corea, Costo Lavoro, Crisi, Decreti, Economia, Electrolux, Enti Locali, Europa, Governo, Ilva, Impresa, Industria, Investimenti, Irap, Italia, Lavoro, Licenziamento, Lucchini, Ministeri, Occupazione, Pil, Polonia, Porcia, Produzione, Regioni, Renzi, Ricerca, Salario, Sindacato, Sviluppo, Territorio, Ue.

Questa conferenza stampa ha una durata di 34 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

15:33

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Massimo
Poiché
Non c'è
Gennaio cioè
Via
Data
Sia
ATV questa
L'onorevole
La
Esatto
Del sud
Qua
Allora
Io
Grazie
Sa quella procedere
No
Ce lo diciamo
Insomma
Presidente
Il secondo
Di lingua tedesca
Fronte in collaborazione
La
A tutelarmi devo farti due
Sono
Farla
Voleva realizzare
Europeo
Raccogliendo non
Ma comunque
Lì su dieci
Circa
Istruzione scolastica vengono
Minorile regionali fiscali
Sentenze
Ma
Sponsor
Anzi a mare
Al io
Avete richiesto
Forse sabato

Va
Perciò
Richiestissimi
La sentenza
Abbiamo
Stabilito
Memorie
Che anima
Però
D'accordo
Osservazione
Insomma bando
Bene
Scusate
Strumento Marrazzo
Disposti a
Il
Se il Consiglio avvocato
Tutti
Soprattutto
Attraversano
Ma privata fino
Controcanto dello stesso sostenuti
Egidio
Regionali
Già esuberi
Bene buongiorno
Buongiorno allora benvenuti abbiamo
Appena assistito alla firma dell'accordo se letto Lux siamo molto
Sedici di questo risultato ringraziamo molto tutti coloro che vi hanno lavorato l'azienda i lavoratori in primo luogo il Governo che ha accompagnato
Crediamo di essere fortemente impegnati compete visto dall'accordo Lucchini
Fino all'accordo con Ansaldo Energia con i cinesi e con i coreani adesso l'accordo elettro Lux stiamo lavorando aiutare la soluzione di Alitalia
E di Riva e quindi siamo impegnati molto nella difesa dei presidi industriali dell'industria italiana
Perché crediamo che questa sia la vocazione manifatturiera del nostro territorio sia una
Una vocazione importantissima che ci fa peraltro seconda potenza europea né in termini manifatturieri appunto
E il Governo che vuole continuare a difendere i lavoratori vuole continuare a creare le condizioni per
Che le imprese non solo restino in Italia ma investano in Italia
è un Governo che al fianco dell'impresa dei lavoratori il decreto che abbiamo
Licenziato il famoso decreto ottanta euro forse ha coperto una parte di quel decreto è stato un po'coperte dal decreto che diminuiva il carico fiscale per le aziende di unione di IRAP e crediamo che anche questa Baiutti abbia aiutato insieme agli altri elementi che adesso il Ministro Guidi e il ministro Poletti che hanno svolto uno straordinario lavoro insieme gli uffici e che ringraziamo molto
Insieme ad altri elementi che appunto loro di illustreranno un grazie alle regioni grazie le istituzioni locali che hanno esercitato un ruolo fondamentale nella raggiungimento di questo accordo
E quindi adesso subito le Regioni in particolare appunto
Anche rete visto essere firmatarie del dell'accordo che che abbiamo sottoscritto oggi adesso punto darei subito la parola al ministro Guidi se ho capito bene Giuliano al ministro Guidi
Perché illustri i termini dell'accordo e metrobus prego Ministro
Bene grazie allora io
Una premessa io volevo ho già fatto ieri ma insomma volevo prima di tutto ovunque
Un ringraziamento diciamo personale che credo di poter condividere anche con
Il collega Poletti per lavoro svolto soprattutto a tutte le cosiddette parte sociale ecco quindi credo che i lavoratori i sindacati
E l'impresa aveva dato una dimostrazione di grandissimo senso di responsabilità in una trattativa che ha avuto dei momenti anche molto complicati quasi drammatici
Ma che io come dire otto la testimonianza diretta del fatto che è sempre stata condotta col massimo senso di responsabilità da parte di tutti e due gli attori principali per arrivare
A una soluzione positiva
Volevo solo ricordare qualche dato da dove eravamo partiti quindi fra settembre ottobre letto l'OCSE aveva avviato la cosiddetta investigation
Sulla sua presenza sostanzialmente
Nel nostro Paese e soprattutto sulla possibilità di mantenere le produzioni di lavabiancheria Porcilia ampie quindi sostanzialmente Italia industriale prevedeva partivamo sostanzialmente
No no eccedente occupazionale di circa mille settecento lavoratori
E praticamente un quarto dei sei mila cinquecento addetti italiani e quindi sostanzialmente quasi diciamo una
Possibilità di chiusura nello stabilimento come quello di Porcilia
E quindi come dire il momento era quello e l'attenzione naturalmente sociale nel massimo dove siamo arrivati allora siamo arrivati a un accordo io credo do veramente molto significativi importante perché oltre esultato finale è un nuovo approccio io credo per un modello di share relazioni industriali veramente moderno
E siamo arrivati all'accordo che sostanzialmente preserva tutti i posti di lavoro per tutta la durata del piano quindi nessun licenziamento nessun esubero questore il prerequisito che noi
Amo come Governo in qualche modo richiesto
E e soprattutto abbiamo richiesto ai due attori principali con il sindacato e azienda di dare una dimostrazione concreta del fatto che ci si credesse quindi abbiamo chiesto all'azienda un piano serio credibile di Investimenti
Che sono arrivati a cubare centocinquanta milioni di Euro per innovazione per ricerca per nuove produzioni e soprattutto per garantire lo le produzioni su tutti e quattro gli stabilimenti del gruppo
Questo naturalmente come dire
Per questo dico con contratto innovativo perché l'intervento del Governo avevamo detto e quindi anche delle Regioni quindi la parte diciamo istituzionale si poteva
Innestare laddove ci fosse stato diciamo un accordo sindacale che avesse questi prerequisiti che garantisse tutti i livelli occupazionali su tutti e quattro gli stabilimenti
Quindi io credo che sia
Come dire un modello di relazione industriale moderno attualmente e positivo
Cosa è stato fatto la tenera partita con una richiesta di riduzione del costo
Per ora lavorata una richiesta che all'inizio era come dire molto severa soprattutto perché veniva
Confrontata con situazioni diciamo di costo del lavoro polacco
La parte diciamo il Governo si è impegnato innestare solo su quel prerequisito di cui dicevo prima quindi l'accordo sindacale serio e che tenesse diciamo così
Fra lei e fra le due parti
Si è impegnato a innestare due linee molto importanti che sono la decontribuzione dei contratti di solidarietà e qui magari poi lascio la parola al collega Poletti
E per quello che riguarda invece il ministro sviluppo economico un sostegno molto forte molto forte molto importante rispetto alla quota di innovazione contenuta nei centocinquanta milioni di euro il piano industriale
Le Regioni hanno può innestato su questo ulteriori diciamo contributi e grazie all'impegno veramente costante e continuo di tutti questi tre attori
Siamo arrivati diciamo a colmare sensibilmente quel ghetto e diciamo di costo del lavoro che l'azienda chiedeva
Abbiamo preservato e questo ripeto credo un dovere morale che almeno per quello che mi riguarda io credo vada condiviso massimamente i livelli frazionali
Non sono stati toccati i livelli salariali
Devo dire che il sindacato dal mio punto di vista anche considerando la mia provenienza insomma fatto un atto di grande responsabilità
Nel rivedere ad esempio la permessi sindacali che come dire sono un contributo significativo ecco io credo oltre alla come dire alla valorizzazione economica anche da un punto di vista di nuovo approccio culturale
L'azienda devo dare atto a
Continuamente seguito la trattativa cercando di rimodulare le richieste in modo tale da
Comunque cercare di addivenire a una mediazione
E quindi come dire io direi mi fermo qui nel senso che questa è stata la filosofia dall'accordo è stata lunga è stata difficile è stata in certi momenti quasi drammatica ma ripeto è la dimostrazione che con un grande senso responsabilità da parte di tutti
Si può fare occupazione e come dire nuovi nuovi prodotti innovazione
Mantenere le produzioni
E mantenerle competitiva nel nostro Paese e questo credo che sia il più grande risultato cui potessimo
Naturalmente cercare di arrivare tutti insieme io l'ho detto ieri e chiudo con una battuta sarò ancora più contenta quando potremo come dire
Posare delle prime pietre di nuovi stabilimenti in questo Paese quindi questo lo vedo come un primo passaggio per arrivare poi a fare anche la costruzione di nuovi stabilimenti produttivi oltre al mantenimento di quelle che già abbiamo io dire che mi fermo qua
Grazie ministro ministro pone
Buona sera
Io sono più fortunato
Della mia collega perché qualche giorno fa sono stato a Mantova alla posa della prima pietra di nuovo stabilimento e quindi e posso confermare il fatto che
Insieme a queste vicende da qualche parte per fortuna partono anche nuove iniziative detto questo per quel che riguarda il Ministero del lavoro io vorrei
Sostenere il ringraziamento che Federica Guidi a
Proposto perché veramente è stata una discussione difficile
E ci voleva veramente una grande disponibilità nella annodare i fili di una discussione che aveva tante complessità e e poteva prendere tante diverse strade perché
Ragionando di diversi stabilimenti in diversi territori tendere se produzione il rischio
Che all'interno qualcuno pensasse di troppo so dire
Trovare un appunto di soddisfazione per una parte e non invece in termini complessivi per tutti quanti è un rischio che in queste situazioni si produce
Debbo dire che tutti quanti sono stati
Da questo punto di vista veramente molto attenti molto impegnati a cercare e a trovare una soluzione condivisa per tutto lo stabilimento per tutti gli stabilimenti per tutti i lavoratori e questo è uno sforzo assolutamente apprezzabile
Un ringraziamento di parte arachidi collaboratore Ministero del lavoro e al suo prezzo sottosegretario onorevole Bellanova che mi ha
Aiutate coadiuvato in questa vicenda e su queste trattative per la parte lavoro cosa abbiamo fatto
Io credo che possiamo dire che abbiamo avuto la
Possibilità è azioni ha messo colpo d'impegno che ci serviva
Per fare in modo che gli strumenti che vengono usati di fronte alle crisi che sono gli ammortizzatori sociali in una situazione come questa potessero diventare un aiuto un percorso positivo di costruzione di una nuova opportunità
E lo strumento utilizzato previsto nel piano nel contratto di solidarietà io credo che i contratti solidarietà siano una buona via perché redistribuiscono il lavoro tra i lavoratori e quindi non c'è la previsione di qualcuno rimane a casa
C'è una condivisione di un
Sacrificio che è necessario per trovare il punto di equilibrio quindi a partire dal contratto di solidarietà noi ci siamo attivati per
Realizzare cucù
Compiere un incremento della forza diciamo un rafforzamento dalla capacità di essere di aiuto del contratto di solidarietà oggi peraltro abbiamo anche la fortuna
Se vogliamo un po'occasionale marzo certamente da sottolineare del fatto che è stato approvato il decreto lavoro
Una cosa che si è poco valutata di quel decreta che insieme ad altre cose che hanno visto discussione aperte era contenuta anche una norma che
Prevedeva e prevede perché adesso è approvata da legge
La il finanziamento del provvedimento che prevede la
Decontribuzione
Dei contratti di solidarietà
Quindi abbiamo introdotto in questo decreto la copertura finanziaria per lo strumento e abbiamo innalzato la copertura dal venticinque al trentacinque per cento questi due elementi naturalmente a fronte di una condizione generale quindi non stiamo parlando
Di Electrolux in quanto tale ma di tutte quelle situazioni nelle quali
E atti abbiamo posto io credo doverosamente giustamente come Governo alcune condizioni abbiamo detto questa decontribuzione si può utilizzare quando siamo di fronte ad un piano
Quindi a un piano industriale serio che ci dice che esiste una prospettiva effettiva di quell'impresa che c'è un mantenimento dell'occupazione
Che c'è un accordo tra le parti e quindi anche le relazioni sindacali sono lì a verificare la situazione di fatto
C'è un piano di investimenti se queste condizioni si realizzano esiste la possibilità verificata dal Ministero dello sviluppo economico al Ministero del lavoro di utilizzare questo
Diciamo così rafforzamento dello strumento dal contratto di solidarietà io credo questo sia stata una buona esperienza oggi abbiamo a disposizione questo strumento eh
Posso dire
Ipotizzabile un uso in tutte queste condizioni abbiamo prodotto una condizione diciamo una possibilità una opportunità che noi consideriamo assolutamente utile nel caso specifico ma in tutti quei casi in cui dobbiamo affrontare situazioni come queste dove dobbiamo gestire
Transizioni di questo tipo
Io mi limito a questo per dire appunto che
Anche gli strumenti che classicamente vengono usati a difesa a tutela del reddito quando si innescano in situazioni positive come quella che abbiamo vissuto in queste settimane in questi mesi possono utilmente essere impiegati con una finalità
Attive positiva se volete una piccola sono i sottolineatura
A
Ma posso dire a smentita dell'idea piuttosto diffusa che ogni Ministero tende a comodo dire a occuparsi dei fatti suoi io credo di poter dire che nel caso specifico e credo che lo possiamo dire F
Con il consenso di tutti la Presidenza del Consiglio il Ministero
Dello sviluppo economico il ministero del lavoro hanno agito in piena armonia e con piena condivisione degli obiettivi dei tempi dei modi per cui il risultato finale certamente merito di tutti quelli che hanno contribuito insieme questo merito io vorrei mettere lì anche una piccola sottolineatura del fatto che
Anche la collaborazione e la cooperazione interna ministeriale e all'interno del Governo a prodotto
Un piccolo aiuto a questo tipo di risultato e ne siamo veramente molto felici
Bene grazie a loro avete capito che c'è anche uno strumento che rimane attivo positivo crediamo parere soluzioni altre crisi industriali che il tema della decontribuzione del trentacinque per cento sono domande prego
Prego
Buonasera PIN Francesca piscine dell'agenzia Reuters volevo chiedere al ministro Poletti che quota parte dei quindici milioni Andrade latro lux
E poi al Ministro dello sviluppo e al sottosegretario del rio sei
Oggi ci sia stata l'occasione di commentare con il Presidente Renzi dati del PIL che in una giornata sicuramente positiva per l'industria italiana con un accordo insomma come questa importante comunque ha fatto segnare un dato di trimestre
Deludente in sé deludente rispetto agli altri Paesi europei se secondo voi quindi se ne avete parlato col Presidente se questo può minacciare il dato anno che comunque insomma insomma di uno zero otto già asfittico grazie
E dico un'altra domanda
Abbiamo un paio di domande cui dopo tre domande a cui rispondiamo grazie truffati dunque
Per
Quanto d'ora il Governo tra contributi detrazioni se c'è una cifra
A
E poi per più in generale come vede
La crescita economica ma nei prossimi trimestri a
Come vede lo sviluppo dal contratto di solidarietà se vede un incremento fino a che punto quando vedremo si possa
Diciamo decrescere l'incidenza del contratto il sopra riportate
Altri
Prego in fondo
Falde Schettini TG tre volevo sapere se potevate darci un calcolo a spanne di quanta era la riduzione del costo del lavoro si era parlato di due Euro che era quello che chiedeva Electrolux quello capire la somma degli interventi del no e delle Regioni Ming molte piante quant'era il contributo degli enti locali e poi l'altra domanda era relativa sempre alla crescita volevo una commento anche io su questi cui su questi dati
Bene
Se non vi sono altre proposte possiamo esposti misti Poletti prego
Allora per quel che riguarda la decontribuzione sui contratti di solidarietà noi non abbiamo una
Per una quota riferita ad un'azienda abbiamo un meccanismo che definisce dei criteri in forza dei quali a seconda di come l'azienda organizza il proprio contratto di solidarietà
Può chiedere una quota di decontribuzione quindi la quota
è riferita a come
Electrolux organizzerà il proprio modello di distribuzione dell'orario nel contratto di solidarietà
E
Quindi in conseguenza di questo dato potrà utilizzare una parte di quelle risorse e quindi non c'è una quota definita perché la norma non a norma per eletto Luciano Norma per tutte quelle imprese che si troveranno in quella condizione quindi sulla base di quei parametri ogni impresa potrà calcolare il vantaggio che nei deriva
Più in generale vorrei rispondere a questo tema dei contratti di solidarietà
Noi siamo tendenzialmente favorevoli ad una utilizzo di questi strumenti perché sappiamo questi strumenti laddove possono essere utilizzati hanno questo questa natura socialmente più equa cioè quella di avere
Le persone che riducono insieme redistribuisce il lavoro piuttosto che avere persone che cessano l'attività escono sono escluse
O sono a casa in cassa integrazione ed altre persone che invece sono lavoro quindi
Laddove i modelli organizzativi le tipologie di capacità professionale degli individui
Consentono un buon uso del contratto di solidarietà come pensiamo questo sia uno strumento che è bene usare per questa ragione abbiamo
Rafforzato questo strumento proprio con questo spirito quindi pensiamo che questo sia una cosa importante vorrei aggiungere una piccola notizia perché è arrivato vado da poco
E cioè che rispetto ad aprile abbiamo una riduzione del tredici virgola due per cento dalla cassa integrazione ed una legge lo dice riduzione della disoccupazione al tre virgola sette rispetto marzo del due mila tredici quindi sono piccoli numeri
Però importanti perché siccome guardiamo giustamente a agli zero uno di PIL ed è importante che li valutiamo credo che sia anche giusto che valutiamo contemporaneamente se si riduce la cassa integrazione
E se si riduce un po'la disoccupazione che
Le buone notizie crede credo non non facciano male quindi sia bene che le mettiamo insieme quando facciamo questi commenti
Quindi prego ma per quanto riguarda diciamo la valorizzazione degli interventi allora è chiaro che questo un dato che in questo ve
Non si può facilmente stimare perché come diceva il collega Poletti dipenderà anche dall'utilizzo dei contratti di solidarietà e quindi
Diciamo è un dato che in qualche modo nato metri tutto spetta l'azienda fare come calcolo esatto e comunque dipenderà dall'utilizzo dei contratti di solidarietà
Per quello che riguarda la parte di investimenti quello che posso dire è anche qui il piano è stato presentato naturalmente adesso verrà analizzato nel dettaglio circa due terzi di questo investimento
Di centocinquanta milioni di euro dovrebbe in qualche modo appunto avere delle connotati
Legati alla all'innovazione tecnologica che quindi potranno come dire accedere a questa forma di sostegno che il ministro che mi è stato superato nomi Co. insieme in parte anche le Regioni potranno dare come con una forma che può essere anche questa vagliata e quindi si dovrà decidere insomma anche insieme l'azienda fra
Contributi a fondo perduto o finanziamenti a tasso agevolato quindi come dire dare una sensibilità esatta di quello che il fatto di diciamoglielo il recupero in termini corso delle lavorate in questo momento credo che non sarebbe corretto e quindi è un dato che in qualche modo una valutazione
Certamente quella quel numero che ho sentito in sole due Eric credo che possa essere considerato realistico e quindi ma è un dato niente attivo sostanzialmente comunque
Come dire al di là del recupero del costo tavolato credo che sia significativo che l'azienda abbia in qualche modo valutato nel complessivo ecco questo accordo e quindi abbia come dire ha trovato confidenza nel fatto di mantenere naturalmente un interesse strategico del nostro Paese io credo anche un po'oltre il diciamo sei bis il solo la sulla valutazione del costo avvalorata si sono create delle condizioni che hanno reso io credo insomma
Strategico mantenere le produzioni in questo Paese
Faccio un commento io sul PIL sul calo del PIL che per noi non è affatto sorprendente il motivo per cui questo Governo che in carica dal
Mi ricordo neanche più spettante
Azzardata settantacinque ci fornisse
Il motivo per cui questo Governo ha deciso di fare
Grandi scelte scelte molto radicali e sul pagamento completo dei debiti e la pubblica amministrazione sui gli ottanta euro in tasca per far riprendere i consumi
Sul taglio dell'IRAP
Sulle allargamenti immediata applicazione della Sabatini con decreto attuativo che ricorda dato nei primi due mesi novecento mi annullate usato da quasi vent'anni fa
Basta il motivo per cui il Governo accelerato molto su questa misura esattamente perché pensavo che sapeva che la crisi non era finita altrimenti avremmo preso comodamente la strada del come dire
Dell'ordinario quindi non siamo affatto sorpresi pensiamo però che il paese stia reagendo abbiamo degli
Abbiamo visto e vediamo un una tendenza alla ripresa siamo molto fiduciosi che le misure che abbiamo messo in campo sia quelli immediate il decreto il lavoro qui solo di fare un dispiacere a qualche amico sindacalisti in sala sia
Quelle più strutturali ammenda disegno di legge è quello delle che a quello che dà più l'idea di come li concepiamo il mondo del lavoro eccetera
Insieme alle altre misure che abbiamo messo in campo ovviamente e alle misure di semplificazione che metteremo in campo tra poche settimane
Crediamo che tutte queste misure appunto servono a questa reazione quindi non siamo né preoccupati cioè siamo preoccupati come è giusto che sia perché è chiaro che saremmo più felici che il PD aumentasse rapidamente ma però sapevamo che questa è la condizione
Ed è esattamente per il motivo per cui il Governo ha cercato di dare una svolta molto veloce ai suoi provvedimenti è molto orientata all'impresa con i proventi che ho detto pagamenti
Allargamento anche delle
Del fondo di garanzia delle delle
Già in apposito alcune garanzie che funziona
IRAP eccetera e anche alle famiglie con il decreto e così via quindi
Questo è il commento che mi sento di fare
Su questo argomento
Grazie a tutti e buona serata