15MAG2014

Dichiarazioni di Michele Vietti, vice presidente del Csm, sulla durata dei processi, sulla questione della prescrizione e sulla "guerra" alla Procura di Milano

DICHIARAZIONI | di Lorena D'Urso RADIO - 16:31. Durata: 2 min 32 sec

Player
Registrazione audio di "Dichiarazioni di Michele Vietti, vice presidente del Csm, sulla durata dei processi, sulla questione della prescrizione e sulla "guerra" alla Procura di Milano", registrato giovedì 15 maggio 2014 alle 16:31.

Sono intervenuti: Michele Vietti (vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Unione dei Democratici Cristiani e dei Democratici di Centro).

Tra gli argomenti discussi: Cronaca, Csm, Custodia Cautelare, Giustizia, Legge, Magistratura, Milano, Penale, Politica, Prescrizione, Procedura.

La registrazione audio ha una durata di 2
minuti.

leggi tutto

riduci

16:31

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

La priorità purtroppo sempre la stessa l'eccessiva durata dei processi noi siamo condannati dall'Europa per la irragionevole durata delle nostre controversie credo che però la soluzione non stia tanto
Dentro il processo quanto piuttosto nel portare fuori dal processo almeno una parte delle norme contenzioso che si produce in questo Paese certamente il problema della prescrizione
E probabilmente il principale problema sul versante penale
Noi siamo l'unico Paese in cui la prescrizione continua a correre non solo dopo che lo Stato ha esercitato l'azione penale ma anche quando magari è già intervenuta una sentenza di condanna in primo o in secondo grado
Questo crea una competizione sleale tra lo Stato e la comunità che hanno interesse ad arrivare
In tempi rapidi ad una sentenza di accertamento nel merito delle responsabilità e tattiche dilatorie che invece fanno morire il processo prima del suo sbocco definiti
La prescrizione a tanti effetti distorsivi sul nostro sistema oltre a questo che lei ricordava anche quello
Di rendere
La custodia cautelare spesso l'unica forma di pena afflittiva realmente
Mirabile in che ovviamente e incivile contrasti tra procure ce n'è una particolare dipendente
A
Proprio perché il Consiglio se ne sta occupando non posso entrare nel merito mi auguro soltanto come ho ragione di pensare che le Commissioni concludo hanno
Rapidissimamente la loro attività istruttoria e si possa arrivare al plenum con una decisione
Definitiva perché di tutto ha bisogno del sistema giudiziario italiano tranne che di delegittimazione il procuratore di Palermo vendano soprattutto diversa domande avranno le deroghe questo aspetto
La settima Commissione ha già chiarito che non c'è nessun attentato alla operatività dei pull antimafia e in particolare di quello di Palermo