16MAG2014
rubriche

Trasmissione dell'Associazione Non c'è Pace Senza Giustizia

RUBRICA | Radio - 06:39. Durata: 19 min 32 sec

Player
Puntata di "Trasmissione dell'Associazione Non c'è Pace Senza Giustizia" di venerdì 16 maggio 2014 con gli interventi di Eugenia Mulè (collaboratrice dell'Associazione "Non c'è Pace Senza Giustizia"), Alvilda Jablonko (coordinatrice del programma Female Genital Mutilation, Non c'è Pace Senza Giustizia), Alexandra Rinaldi, Giulia Cappellazzi (membro della redazione, Non c'è Pace Senza Giustizia).

Tra gli argomenti discussi: Diritti Umani, Donna, Esteri, Giustizia, Informazione, Mutilazioni Genitali, Pena Di Morte, Politica.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 19
minuti.

leggi tutto

riduci

06:39

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno cari ascolta Tris crea ascoltatori di radio radicale bentrovati al consueto appuntamento con Non c'è pace senza giustizia dello studio di Bruxelles chi parla oggi la vostra Eugenio Muller
Scopo di questo appuntamento settimanale come sempre di fornire informazioni e aggiornamenti sulle nostre iniziative e attività in corso future
Nonché commenti analisi rispetto alle nostre campagne politiche anti
Questo oggi interviste ramo la coordinatrice del Progetto sulla motivazione genitale femminile al d'Italia abbiamo un conto che ci parlerà di alcuni eventi importanti tenutesi qui a Bruxelles negli ultimi giorni e successivamente ci dedicheremo alla situazione in Libia
Intervistando Giudecca appellarsi in collegamento telefonico con noi da Tripoli
Come di consueto iniziamo con le notizie della settimana selezionate dalla nostra relazione di Bruxelles all'Ente dalla nostra Alexandra Rinaldi
Grazie Eugenia passiamo alle notizie della settimana in una serie di interviste vari personaggi di spicco nella politica estera iraniana hanno affermato che la campagna orchestrata dagli Stati Uniti per favorire la caduta del regime in Siria è totalmente fallita
Ah stabilmente incoraggiati gli estremisti reso ancora più caotica la situazione i fine ritorce andassi a sfavore degli insorti facilitando la vittoria all'Iran era sospetto alleato Bashar al-Assad
Il regime rimarrà agli americani hanno perso affermale di Imbaro Chieti i Presidenti della Commissione parlamentare degli affari esteri e sicurezza nazionale iraniano
Anche dichiarato di essere preoccupato per la sicurezza dell'Europa molti combattenti sono arrivati dalla Gran Bretagna e dall'Europa e presto potrebbero farci ritorno
A Mimmo e avviando stratega conservatore consigliere del Governo iraniano
Ha affermato che vincere insieme è stato facile gli Stati Uniti vogliono sullo rimpiazzare Assad ma la sola cosa a cui ha portato all'ingresso di gruppi jihadisti e di altri estremisti prendendo i confini insicuri
Ha affermato accettiamo il bisogno di cambiamento in Siria ma gradualmente altrimenti c'è solo caos
Passiamo alle notizie in Spagna dove una proposta di legge che dovrebbe essere introdotte in giugno vorrebbe abolire l'aborto se non in delle limitatissime ed eccezionali condizioni
Alleanza porla solidarietà drastici meno ai suoi c'è numerosità in giro hanno dichiarato questa bozza di legge una vera minaccia per la salute i diritti sessuali di riproduzione della donna
La proposta cambia l'attuale legge sull'aborto spagnolo arretrandola rispetta la maggioranza dei Paesi europei e sottoponendole alla condanna da parte degli organi internazionali di difesa dei diritti umani
L'accesso all'aborto legale sicuro è cruciale per rispetto di diritti umani di donne e ragazze tra i quali il diritto alla vita alle Quaglia Anza la decisione di numero di figli e per non essere sottoposta a trattamenti crudeli degradanti
Martedì la Corte penale e internazionale ha riaperto il caso degli abusi sistematici da parte delle truppe britanniche ai detenuti nel conflitto Aracne no tra il due mila e tre il due mila otto no informazioni sono pervenute al Procuratore generale da parte di un gruppo di attivisti per i diritti umani con base a Berlino e uno studio legale britannico i quali hanno documentato quattrocento casi di ex detenuti tra cui ottantacinque sono stati scelti come casi rappresentativi degli abusi
Il Governo britannico ha rigettato ogni accuse dicendo che le truppe britanniche sono tra le migliori al mondo e che sono addestrate operare con gli standards più elevati in linea con il diritto interno ed internazionale
La Corte penale internazionale non ha alcuna giurisdizione sull'Iraq ma può indagare sulle violazioni perpetrate
Dai cittadini negli Stati membri quindi nei confronti dei cittadini britannici non avendo giurisdizione sugli Stati Uniti la CP non può indagare le violazioni perpetrate dalle truppe americane nello stesso conflitto
Passando alle notizie riguardanti i diritti LGBT in Malesia antri dalle transessuali rappresentato ricco se pionieristico audacemente confrontando una legge che vieta la libertà di manifestare la propria identità sessuale come anticostituzionale
La legge dello Stato dell'ingeneri serve sia in bilancio prevede l'esplicito divieto per qualsiasi persona di sesso maschile di vestirsi da donna o di comportarsi come italiani in pubblico ciò portata costanti arresti transgender
Tutte e tre le ricorrenti hanno subìto arresti e persecuzioni per l'unico fatto di essere descritti come maschi sulla carta d'identità e vestirsi o comportarsi da donna in molti Stati della Malesia secondo la scelta di ci Mazara esporci
E transessuali sono costantemente sottoposti ad abusi sessuali fisici nonché estorsioni violazioni della privacy
Però c'è tutto grazie alla prossima
Grazie all'ex Ambra
Entriamo adesso nel vivo della puntata odierna passando la parola la nostra Giulia Cappellazzo ricchezza zona sulla situazione in Libia sulle attività di Non c'è pace senza giustizia all'interno della Regione
Buongiorno alle radio scontri si era di ascoltatori di Radio Radicale siamo dunque in collegamento da Tripoli in Libia dove non c'è pace senza giustizia sta lavorando
Al processo di transizione dal paese dall'inizio dell'anno due mila undici oggi vorrei parlare di donne e giustizia di transizione
Come è noto molte donne hanno avuto in Libia un ruolo cruciale nelle proteste che iniziarono
A Bengasi nel febbraio del due mila undici hanno per esempio contribuito organizzare proteste dimostrazioni al nuovo contribuito a diffondere informazioni sulla rivoluzione documentato violazioni di diritti umani oltre a fornire supporto
Medico logistico ai Gruppi di opposizione
In prima linea accanto agli uomini la presenza fisica delle donne
Durante la rivoluzione come attori attrattivi ha avuto un importante impatto sul ruolo e sulla percezione sociale e culturale della donna all'interno del Paese
Ora a tre anni dalla rivoluzione le donne sono determinati a non perdere tutto ciò che hanno conquistato
Nelle elezioni per esempio del due mila dodici che sono state le prime elezioni democratiche del Paese
è stato registrato un aumento significativo della partecipazione politica delle donne seicento donne si sono registrate come candidate per le deduzioni per i membri del congresso generali nazionali il Parlamento libico
E trentatré sono state elette
Dopo la rivoluzione per esempio si sono viste
Si è assistito alla nascita di diverse organizzazioni locali della società civile
Per la promozione e la la difesa dei diritti delle donne tuttavia nonostante le numerose e ed importanti conquiste le donne libiche continuano tuttora a vivere quotidianamente sfide
Possiamo dire significative prima tra tutte
In
Grandi ostacoli che quotidianamente impediscono alle donne di partecipare pienamente e
Effettivamente all'attività politica del Paese
Un Paese va ricordato in cui il controllo degli uomini a livello di decision making è una pendenza
Fortemente radicata
Quindi è di
E mi fondamentale importanza che in questo delicato e cruciale momento che il periodo transitorio alle donne vengano il più possibile incluse
All'interno di questo dialogo politico come appunto attori che assume una rilevanza all'interno della della sfera
Sociale e politica
Dimmi Giuliano a livello giurisdizionale che cosa sta avvenendo
Le donne membri della congresso generale nazionale stanno tuttora premendo per ottenere un processo per esempio i rischi scrittura della costituzione di Pica
Il più inclusivo possibile
Va ricordato a questo punto che la Libia da tempo ha abbracciato i principali trattati internazionali e regionali che fanno riferimento
All'uguaglianza tra le donne gli uomini tra cui ad esempio la Convenzione sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne adottata con riserva nella mille novecentottantanove
E il protocollo di Maputo che include
Una serie di punti sulla non discriminazione contro le donne inclusi
Partecipazione alla vita politica
Violenza sulle donne e accesso alla giustizia questi sono
Tutti un puntiglio e temi che fondamentale che vengano inclusi nella Costituzione che al momento la Libia sta e disegnando
Per quanto riguarda quest'ultimo punto vale a dire l'accesso alla giustizia eh
Necessario assicurare
Il coinvolgimento delle donne in tutti gli aspetti della ricostruzione e del peacekeeping in nella situazioni di post-conflitto
E
In particolar modo fornire accesso alla giustizia e
Riparazioni in relazione alle violazioni dei
Dei diritti delle donne collegati al conflitto
Le donne libica nei fatti vissuto specifiche forme di violenza che hanno incluso
Violenza sessuale stupri sistematici la violenza sessuale durante il conflitto infatti e la Libia purtroppo nonni è l'unico esempio
E spesso una strategia
Che mirava distruggere quello che ha il tessuto famigliare e della comunità
Talvolta può mirare alla pulizia etnica e sicuramente in particolare in Società di tipo patriarcale e utilizzato come strumento per mobiliare
E la relazione dell'uomo con la
Recentemente nel febbraio del due mila quattordici la Libia a adottato un importantissimo decreto ministeriale
In cui le vittime di violenza sessuale perpetrata durante la rivoluzione sono riconosciute come vittime di guerra
Il decreto vuole fornire accesso alle forme di riparazione che sono diciamo necessarie
Per permettere alle vittime di ricostruire le proprie vite
Nel caso della Libia importante che si cerchi di fare in modo che
Il sistema di giustizia possiamo dire informale
Non prevalga sulla sistema sulla possibilità possiamo dire che accesso effettivo alla giustizia
Poiché talvolta è invidiare per una serie di motivi passo in capitale capita spesso le questioni
Collegate a diciamo aspetti culturali legati alla tradizione
A mio modo chiede le questioni legate alla coerenza per esempio che le donne hanno subito
Si hanno affrontati a livello familiare quindi una sorta di mediazione e di dialogo tra famiglie in cui si giunge a un compromesso i in questo modo diciamo la la questione può essere
è può essere chiusa
Alla luce di quanto la società civile libica va detto che sta continuando a spingere perché il Parlamento assuma le proprie responsabilità e adotti Hilla testo e del decreto ministeriale che è stato recentemente approvato come legge
In modo da permettere un effettivo accesso alla giustizia
E alle vittime violenza sessuale possano finalmente senza vergogna a rompere il silenzio che attualmente
E presenti intorno a le violenze di questo tipo e possano finalmente accedere alla alla giustizia
Anche per per questa settimana è tutto vi ringrazio per l'attenzione alla prossima ciò
Grazie dunque per questo brave ma in ogni caso esauriente intervento sulla situazione femminile nel contesto della società civile libica
Intervistiamo adesso non dica che abbia un compenso zona su alcuni eventi tenutisi a Bruxelles negli ultimi giorni ossia il Forum di European gli strumenti for Democracy Monai che sorgano intensità ogni anno
L'edizione di quest'anno è stata indicata i difensori dei diritti umani
Successivamente parliamo anche in un altro evento importante al quale non c'è pace senza giustizia partecipato giusto ieri riguardante le strategie per porre fine alle violenze sessuali nelle zone di conflitto organizzato dalla Security and differenza agenda
Passo dunque la parola ad abilità buongiorno
E allora questa settimana è stata effettivamente molto ricca di attività pensavo che fosse interessante un po'condividere con gli ascoltatori certi degli eventi che ci sono stati quelle tematiche che abbiamo poi dato che sono sempre quelle
Molto vicine al nostro cuore
Le mutilazioni genitali femminili nello specifico però che generalmente la violenza Bilancio di genere violenza sessuale
La settimana è cominciata con il forum del
Ecco dello strumento europeo per la democrazia e diritti umani che cioè questo strumento che
Quest'anno la tematica specifica che che
C'è stata abbordata era i difensori dei diritti umani o per le persone che lavorano sul terreno per per difendere i diritti umani di se stessi o o o di di di altri
E in particolare c'è stata una sessione che era dedicata
Alle alle donne e quindi agli ai problemi particolari che le donne che difendono i diritti umani
Possono avvenire e questi sono problemi legati a a delle violenze
Diciamo delle degli anni
Delle violenze in più che possono subire
Dalle persone che stanno cercando di fermare il loro lavoro
Ma anche ricordare che possono avere al di là delle violenze stesse nelle loro comunità perché molto spesso vengono viste specialmente delle comunità più tradizionali come come donne che
Ecco alzano un po'la testa che non sono sottomesse al coro esatto fuori dal coro e quindi quindi hanno proprio difficoltà in più per fare il loro lavoro
Più degli uomini che che che lo fanno
Quindi questo era era un evento molto interessante c'erano anche molte altre molte altre che navi che natiche affrontate però diciamo che questo
PR per il programma sono mutilazioni genitali femminili era particolarmente interessante perché
Molte delle nostre parti per
Sono esattamente mentre all'inizio
E
Poi un altro evento che si è tenuto questa settimana che sempre sempre molto legato era organizzato dal Governo inglese con varie altre istituzioni
Ed era un una serata dedicata
Al lavorare fare mettere fine
Alla violenza sessuale in zone di conflitto
Questo questo che è un tema
Mai da da una decina d'anni se ne parla quindici anni
Vinti piuttosto vediamo però
Però sul quale non è stato fatto molto di concreto
E quindi è molto bene vedere che pian piano adesso c'è il sempre l'attenzione al livello più alto su su
Su questo problema e questo questa serata
Era veramente di alto livello con i rappresentanti del Governo britannico
Un rappresentante della NATO
Nonché anche rappresentanti di di le ONG che lavorano sul tema i le due amici che mi vengono in mente oltre anche non c'è pace senza giustizia era presente e e ha fatto un piccolo intervento
E anche Medici senza frontiere su frontiere si anche avvocati senza frontiere lavorano molto contro con vittime di violenza sessuale
Nelle zone di conflitto il Congo in particolare è una zona dove c'è stato molto lavoro sul sul tema
E adesso purtroppo anche la Siria coinvolta la nuova che è coinvolta
Ecco potevo portare l'attenzione degli ascoltatori un articolo che è uscito paio di giorni fa
Nella entri lasciò business russa in italiano
Che parla tra l'altro del della situazione in Egitto ne abbiamo parlato qualche settimana fa forse qualche ascoltatore serenissimi ricorderà di di un caso che siamo una bambina
Che
è morta per emorragia nel due mila tredici dopo aver
Essere aver subito una mutilazione e quest'anno il padre della bambina che responsabile la portata farla e il medico che ha fatto l'intervento
C'è stato aperto un un processo legale contro di loro per la sua morte ed è la prima volta che succede in Egitto la legge Cerdan due mila e sette e quindi sono sette anni che in vigore
E chi non è stato veramente utilizzato quindi questo è un grande passo avanti certe e diciamo il primo passo per veramente rendere della legge uno strumento attivo anche per la pienezza prevenzione per riprenderlo qualcosa che
Diciamo
Entra nel dialogo quando la decisione sul se fare o non fare la mutilazioni viene viene
Decisa in famiglia lo strumento su cui fare affidamento dunque Cesarino e dove litio potenziali vittime o parenti che non sono d'accordo possono possono già
Usarlo come accennava a dissuasivo
Queste sono un po'
Il Consigliere alti dai principali della settimana perfetto il viso e ti ringrazio allora andiamo avanti con il resto dalle notizie finanziati grazie agli ascoltatori abbiamo esaurito il tempo a disposizione ringrazio Giulia Cappellacci
Alexandra Rinaldi che ha letto le notizie che la settimana Hector già Lazio che ha curato la redazione la parte tecnica
Ricordo ai gentili ascoltatori che sul nostro sito internet è possibile approfondire gli argomenti della puntata odierna per le attività di Non c'è pace senza giustizia
Nel nostro sito internet che www punto ENPI Dahbi You J. punto orga si trovano le modalità anche per seguirci sui principali social networks
Invito infine a contribuire a non c'è pace senza giustizia donando qualcosa e ricordo che ogni contributo può fare veramente la differenza
è possibile ad esempio donare il cinque per mille non c'è pace senza giustizia non dico sarà un centesimo in più ma farà la differenza
Le modalità per le donazioni e per il cinque per mille sono reperibili sul nostro sito internet vi ringrazio per l'ascolto invito l'appuntamento alla prossima settimana di agro un buon proseguimento su Radio radicale non c'è una buona giornata alla prossima Savoi