19MAG2014
dibattiti

Diritto dell'informazione e della comunicazione

CONVEGNO | Palermo - 09:47. Durata: 2 ore 47 min

Player
In occasione della pubblicazione della Sesta edizione del "Manuale di diritto dell’informazione e della comunicazione" del professor Ruben Razzante, docente di Diritto dell'informazione e della comunicazione all'Università Cattolica di Milano e alla Lumsa di Roma, (Edizioni Cedam).

Il volume raccoglie le ultime novità normative, dottrinali e giurisprudenziali, nazionali, europee ed extraeuropee, in materia di diritto all’informazione, pluralismo, giornalismo, editoria on-line, privacy e diritto di cronaca, diffamazione a mezzo stampa e a mezzo internet, diritto d’autore, par condicio,
etica e minori, informazione economica e finanziaria, commistioni tra pubblicità e informazione, organizzazione delle strutture di comunicazione nelle pubbliche amministrazioni, authorities, Rai e tv commerciale, digitale terrestre e banda larga, servizi di media audiovisivi, cloud computing e Green Ic.

leggi tutto

riduci

09:47

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno signori sono lusingato di essere stato così ricco dato per
Moderare questo dibattito che trae spunto dalla presentazione di un libro ma che come tutti voi sapete e costituisce un momento un'occasione d'oro per fare
Una riflessione sui temi più attuali che riguardano i giornalisti e gli avvocati soprattutto beh direi che riguardano tutti i cittadini anche perché qui
Questo in cui si parla di diritto alla privacy di diritto all'informazione
Mi fanno segno che non si sente bene adesso
Aumentiamo il volume
Così poi siamo tutti d'accordo noi qui aumentiamo il volume voi spegnere i cellulari io li mettete il silenzioso così non abbiamo sorprese con si dice quando comincia uno spettacolo teatrale
E dicevo che i temi
Che oggi affrontiamo
Sono di un'attualità dirompente riguardano proprio il vivere civile
Il lo stare insieme di di una comunità di una nazione di una comunità internazionale
Che deve porsi questi problemi e quindi io
Nostro piccolo dobbiamo cercare di
Guardare a questi temi che riguardano la globalità nella quale siamo immersi anche perché tutto quello che facciamo e appunto veicolato da
Questo da queste so che vi ha invitato a silenzi are lei internet quindi siamo immersi in una rete che vogliamo non vogliamo diventiamo tutti protagonisti di una storia
E nella storia non tutti riescono a entrare qualcuno lavora per entrarci ma certamente quando si entra nella storia poiché difficilissimo uscire questo è il dramma non a caso negli ultimi nelle ultime settimane si è parlato di un tema vista l'ingente attualità che il diritto all'oblio addirittura la Corte di giustizia europea a emesso una sentenza
Favorevole a un avvocato Spagnolo che dice io voglio uscire da questi motori di ricerca perché tra l'altro c'è una storia che non mi riguarda più
Io ero avevo fatto dei debiti voglio saldati è una vecchia tredici anni fa ma i miei clienti ogni volta che vanno su internet trovate io non paga i debiti e qualcuno non viene allo studio
Se questa è una cosa ingiusta ecco per questo che anche la commissaria
Alla giustizia dell'Unione europea ha gridato alla vittoria
Ho adesso poi nel corso del dibattito cercheremo di capire se
Queste davvero una vittoria se è possibile uscire dalla storia se possibile facciamo passi indietro facciamo finta che non esista in internet ma avremmo potuto
Pensare una cosa del genere entrando in una biblioteca e decidendo di bruciare un libro strappare le pagine che non ci piaceva Rockets ritenevamo non più attuali
Non so se è possibile farlo oggi con internet con queste nuove biblioteche
Telematiche nelle quali siamo immersi quali
Nostro malgrado spesso diventiamo protagonisti di storie che nelle quali magari non ci riconosciamo è un tema
Perché probabilmente non si può superare con uno una
Sentenza dal anche dalla Corte di giustizia europea però è chiaro che i magistrati di volta in volta
Sono costretti a colmare delle lacune che dal punto di vista giuridico
Costituiscono una frontiera tutta da esplorare è ne parliamo oggi qui l'occasione è quella della presentazione tv libero
Molto bello
Ben scritto di un grande giornalista che si chiama RUBERA sante perché qui alla mia destra
Manuale
Di diritto dell'informazione della comunicazione privacy diffamazione tutela della persona libertà e regole nella Rete nel titolo nel sottotitolo ci sono tutti temi di cui ho parlato
Bene
Questo testo ci offre l'opportunità di affrontare questa materia spinosa
In cui prevalgono dubbi e incertezze oltre le sentenze dei provvedimenti appunto di una
Magistratura nazionale e internazionale che tenta di colmare i vuoti l'assenza di regole chiare e definite
Il testo è un compendio delle più recenti novità normative capita dottrinali e giurisprudenziali nazionale europea estraneo extraeuropee non a caso è stato così preso
Un po'da la base di partenza per il nostro dibattito dalla
Fondazione Giuseppe Marzio Tricoli che
Organizza questo evento io sono veramente contento di avere qui uno caposaldo dalla accanto a me è un caposaldo dalla famiglia Tricoli papà suo
Il papà di Fabio Tricoli
Altro grande giornalista italiano è stato un avvocato che
Tutti tanti di voi ricorderanno un avvocato gentiluomo un grande amico di Paolo Borsellino
E
Molti di voi ricorderanno anche
Il calore umano di Marzio Tricoli che
La vita
Ha portato via troppo presto
Sono contento quindi di essere stato così di avere ricevuto questa telefonata da Fabio Tricoli che mi invitava a coordinare questo dibattito
Dibattito nel quale sono pienamente coinvolti l'ordine dei giornalisti si di Sicilia e ringrazio per la sua presenza
Il presidente dell'ordine il dottor Riccardo Arena grande
Padrone di casa qui in queste sale che li frequenta ventiquattro ore al giorno quasi
E il consiglio dell'ordine degli avvocati Palermo perché qui rappresentato dal dal
Dal
L'avvocato Cesare Faiella membro del consiglio dell'ordine degli avvocati di Palermo io
Ed al Presidente dal Presidente Greco ovviamente
Che ringraziamo di essere qui
Invece dobbiamo fare una piccola scaletta dei lavori per cercare di non di di
Capitalizzare il tempo che ci ha dato
Diciamo che noi in un paio d'ore potremmo uscire ma abbiamo una decina di persone che debbono parlare abbiamo dei saluti importanti perché se ascolteremo all'inizio perdevo cinque sei interventi che saranno conclusi
Dal professore Giuseppe Pitruzzella che penso che stia per arrivare
Quindi dobbiamo darci così una scaletta un ritmo per evitare di
Di di fare troppo tardi e di annoiare
I nostri la nostra platea
Diciamo così quindi partiamo dettate da da questo libro che è una radiografia del diritto all'informazione con riferimenti al pluralismo all'editoria online alla privacy al diritto di cronaca
Si vada al di dalla di fama dall'alta la diffamazione a mezzo stampa e a mezzo internet al diritto d'autore dalla par condicio
Ai temi legati all'etica e minori all'informazione economica e finanziaria gli intrecci tra pubblicità e informazione
E poi tutte le cose che riguardano noi giornalisti gli uffici stampa i portavoce le strutture di comunicazione
Nelle pubbliche amministrazioni
E ancora le authority le
TV pubblica quelle commerciali digitale terrestre banda larga
E vorrei fermarmi qui perché altrimenti dovrei cominciare a parlare di Claudio compunti ingordi green ai siti ma temo di
No sapere spiegare bene cosa significano questi idiomi rispettivamente legati
Alla
Nuvola informatica con un provider che memorizza attive elabora dati
L'ho letto su internet confesso ovvero a sistemi di comunicazione efficienti con impatti ambientali limitativo nulli vi somma tanta la materia al fuoco parlavo dell'opportunità di affrontare una materia spinosa partiamo da questa notizia
Che riguarda la sentenza della Corte di giustizia europea che impone al
Gogol o il rispetto del diritto all'oblio
Ed è una roba che interessa
Cinquecento milioni di europei quattrocento vanno al voto domenica prossima sono cifre da capogiro
Professor Pitruzzella è arrivato lo salutiamo grazie si accomodi tutto questo pone problemi enormi
Del
Ma appunto
Giungeva però è capire se davvero tanto per risolto ornare questo tema della
Del diritto all'oblio
Se si può fare o non si può fare se
Perché è chiaro è chiaro che
O diamo gli spioni delle vite degli altri
Ma che facendo riferimento al bel film sui servizi della gente dell'Est
Ma riteniamo indispensabili come singoli cittadini o come Paese avere informazioni su chi abbiamo di fronte ormai
Tutti quando abbiamo un nome che non ci
Torna frequenti richiamo subito per capire
Chi è il socio in un affare ottiene il nemico che insidia la nostra vita o il nostro Paese
E tutti critichiamo
Al di là delle questioni di sicurezza nazionale ecco emergere l'importanza di chi è chiamato a mediare questo rapporto fra utente e l'informazione
Nel caso specifico il giornalista o comunque la figura che raccoglie notizie le in casella nell'intero in pochi istanti
Di pubblico dominio ed è questo
Aspetto che diventa inquietante perché tutto e subito di pubblico dominio nel bene e nel male dai commenti ai blog all'tutte le le notizie che possono anche non non non risultare veritiere
E su questo che si misura uno dei temi che qui stasera oggi stamane affrontiamo
Giusto però farla troppo lunga
Io mi fermerei qui come come stimoli al al dibattito ma
Cominciamo appunto come dicevo con i brevi saluti
Dei intanto del
Del dell'ospite che
Aperto le
La le porte di quest'Aula di di quest'Aula Magna del Palazzo di Giustizia di Palermo dove ci troviamo il dottor Vincenzo Oliveri Presidente della Corte di Appello di Palermo
Prego
Grazie dottore Cavallaro
Nella mia qualità appunto di Presidente di questa Corte
Di appello di rappresentante la magistratura il distretto
Sono lieto di porgere il mio caloroso saluto innanzitutto al Presidente della Fondazione Fabio e Marzio Tricoli ai quali va il dubbio commosso ricordo
A tutti i giornalisti presenti a tutti io e tutti gli intervenuti e soprattutto se mi consentite al professore
Rubens calzante che perciò nuora della sua presenza
Il professore come ricordava Felice Cavallaro e titolare della cattedra di diritto all'informazione
E le l'università del Sacro Cuore se non ricordo male ed è la LUMSA di Roma eversiva
Occupato direi da parecchi anni proprio della materia dell'informazione
Come appunto ricordava Cavallaro
Il
L'ultimo suo parto e la sesta edizione del
Manuale
Della
Manuale di diritto dell'informazione della comunicazione uno coro dei testi più importanti che si occupa di privacy
Di nella diffamazione della tutela della persona libertà e regole sulla rete
Con assoluta chiarezza e di questo vi chiedo complimentare col professore e Corno completezza di argomenti il manuale affronta le ultime novità normative
Dottrinale e giurisprudenziale in materia di diritto
Della informazione
Del pluralismo giornalismo privacy il diritto di cronaca
Diffamazione diritto d'autore par condicio etica e minori commistioni tra pubblicità e informazione authority RAI
E
Televisioni private digitale terrestre banda larga e di una gran
Io altresì e quelle di argomenti che sono oggi molto dibattuti nell'era di internet che sta cambiando se non sconvolgendo le regole del giornalismo e della comunicazione
E a tutti noto che il diritto dell'informazione sta subendo un profondo mutamento lo ricordava cure Felice Cavallaro poc'anzi
Soprattutto grazie alla giurisprudenza e che si occupa quasi giornalmente modo innovativo di casi concreti che sono difficilmente risolvibili con le norme attuali esistono infatti vuoti normativi e sono stati
Ponte
Non lo dico al tempo
Molta combatte con pronunce giurisprudenziali sia nazionali che europei pocanzi veniva ricordato appunto il
Tema del diritto dalle all'oblio che è stato affrontato dalla Corte di giustizia e risotto non direi proprio definitivamente perché la Corte di giustizia si è occupato del caso che pocanzi veniva ricordato in quel avvocato
Voi spagnolo che si era rivolto al garante
Della privacy omologo di di quello italiano e aveva poi adito la Corte di giustizia che gli aveva dato ragione per
Avere cancellato dal da internet i il suo nome ecco dico questa pronuncia
Si scontra però con una realtà diversa è vero che ogni cittadino europeo ha diritto ad avere cancellato dal
Sito internet che
Il proprio nome
Però da un altro punto di vista bisogna ricordare che i giornali che operano in internet che hanno una archivio di tutti gli articoli che non possono essere rimossi se nonno
Se non
Diciamo che dentro specificatamente al titolare del giornale nonno al motore di ricerca la cancellazione queste un tema che rimane aperto che non so che sviluppi votare
E
La la materia la materia di cui oggi di mi stiamo parlando avutosi approdi parziali in giurisprudenza
E che non consentono ancora a destabilizzare il quadro normativo della Rete ed è sempre più imperiosa l'esigenza che il fenomeno internet debba essere affrontato
In un'ottica globale con lo
Auspicabili interventi normativi di portata almeno europea affinché nei singoli Stati che hanno legislazioni molto diverse l'una dall'altro
Il trattamento vi sia un trattamento uniforme alle singole
Che fattispecie
Mi riferisco in particolare alla materia assai rischiose sul gente della tutela dei diritti on line dal diritto d'autore alla attagliarsi dalla dall'onore alla reputazione all'immagine
Non intendo addentrarmi su questi argomenti circa i si svilupperanno ovviamente oggi nel corso di questo convegno mi limito a ricordare che la dottrina dell'informazione
Ha creato un nuovo e inedito complesso complessa identità dell'individuo che prende il nome di identità informatica che diversa possiamo dire
Da quella che l'identità fisica della persona perché si tratta di un'identità dell'attuale e costituite da dati riferiti ad una determinata persona che
E acquistano il loro significato il suo lo quando abbia luogo il relativo procedimento elettronico non sto a ricordare quella che la legislazione che c'era accompagnato nel corso di questi ultimi anni
La il Consiglio d'Europa nonché la il Parlamento europeo si è più volte occupato
Delle questioni che riguardano
La tutela delle persone fisiche delle loro identità e abbiamo avuto ben due direttive del Parlamento europeo che sono state recepite dalla legislazione italiana l'ultima è quella del due mila tre che riguarda proprio il codice della privacy che ha disciplinato o la materia in una maniera però direi non proprio esaustiva stabilendo determinate regole nelle quali credo ci parlerà più diffusamente il professore Petrucci nella chi è intervenuto più volte nella sua qualità di garante in questa materia ponendo proprio dei paletti molto ma molto interessanti
Vi sono però delle questioni che rimangono ancora molto molto fluide mi riferisco in particolare
Ai cosiddetti furti di identità i furti entità oggi sono diciamo all'ordine del giorno e nelle sue varie e sfaccettature
Perché
Oggi diciamo con tutti i socialmente network con Facebook si parla tanto
I profili professionali che poi vengono ripresi da nelle nelle campo di internet
Tra società
Interessata anche la società commerciale per stabilire qual è il profilo il profilo o diciamo tipico del cittadino dei suoi consumi per dirne una
Mi di vorrei ricordare che
Noi abbiamo in corso una modifica della legge sul lordo per quanto riguarda il reato di diffamazione
Andiamo sappiamo già
Famoso caso Sallustri che ha dato luogo a questa iniziativa legislativa e chiara abolisce il la pena della reclusione
Si tratta di una forma che risponde l'abolizione che risponde ad un criterio di dicevo in quel territorio giustificato criterio di giustizia
Però mi sono anche altri aspetti che bisogna regolamentare questo purtroppo il testo alla riforma non lo prevede
Quello che riguarda molto spesso l'uso diciamo spregiudicato del giornalista quando
Per
A servire a determinate situazioni vengono portati alla ribalta anche on line questioni che riguardano
Persone persone di una certa rilevanza
Per scopi che non hanno niente a che fare con l'informazione
C'è anche l'altro aspetto del problema quello che riguarda
La pubblicazione delle intercettazioni problema molto spinoso che occorre diciamo regolamentare col Codice deontologico del giornalismo dovrebbe più occuparsi
Di questa vicenda
Perché molto spesso noi assistiamo pubblicazione di intercettazioni telefoniche su questioni che non hanno niente a che vedere col fatto specifico ma che riguardano magari a aspetti intimi della persona che vengono buttate sul tappeto
Ecco mi auguro che da questo convegno vengano fuori delle indicazioni specifiche a riguardo e sotto questo profilo non posso che augurare buon lavoro
Presidente la ringrazio molto per
Enzo interventi
Solo essenziali riferimenti che lei ha fatto alcuni temi come il furto di identità proprio venendo qui pensavo a quel piccolo pubblicato la scorsa settimana in prima pagina su Repubblica da Michele Serra
Quando Michele Serra di e se esordisce dicendo solo il vero Michele Serra mi rivolgo al finto che si gliela Serra che sia impossessato del mio nome è aperto un profilo Facebook a mio nome la prego dismetterla
Eh beh sì ma è proprio uno dei temi che troviamo negli nel libro del professore
Del professore razze ante che
Vi invito poi a leggere oltre a partecipare a questo
Questo dibattito che continua con l'intervento con il saluto l'intervento chiamiamolo così del Presidente dell'ordine del giorno il sì sì di Sicilia Riccardo Arena
Non c'è voce

Buongiorno a tutti
Felice mi di correggere io quanto il padrone di casa sono uno degli ospiti a volte sgraditi padrone di casa e per il Presidente o livelli di formazione di un anno
Riterrei momento livelli al quale va il ringraziamento di tutti noi
Ma
Per averci messo a disposizione la stava per grave introdotto i i nostri lavori ma un ringraziamento va anche alla fondazione
Giuseppe e Marzio Tricoli che ho avuto piacere l'onore lasciatemelo dire senza retorica
Di
Di conoscere
Sia l'uno dell'altro l'uno mi ha insegnato qualcosa
Era
Anche un grande amico di mio padre
Oltre di Paolo Borsellino l'altro Stato compagno di mille battaglie non solo politica anche sportive diciamo
Soprattutto sportivo
Ringrazio anche il Presidente dell'ordine gli avvocati Francesco Greco che
Presiede un
Confesso di gentiluomini con i quali speriamo di riuscire a dialogare di
Poter lavorare insieme per le questa formazione che viene vista
Come
Un fastidio ma che devo dire a giudicare da data in
Tanti volti che sto vedendo
Ha un valore importante lasciamo perdere che
è obbligatorio e quindi non siete qua col vostro piacere molti
Ma
Già il fatto di riempire una falla più dice i comizi di questi periodi elettorali un fondo io la vedo anche molti colleghi che vengono
Da fuori
Da quello che riesco a vedere credo Lamezia ad Agrigento quindi da Trapani intingere Caputo
A Racalmuto diciamo Segretario proprio Regione dalle relazioni oltre alla stima Presidente regionale della la stampa che insomma però
Può venire pure artificiale equivoche anzi sicuramente è venuto a piedi
Quello che volevo dire sarò molto breve perché non voglio togliere spazio al dibattito io solo qui
è iscritto al seminario voglio assistere voglio imparare qualcosa anch'io perché
Sicuramente anzi tutti abbiamo da imparare titolo
Del
Cose che
Sinceramente sfuggono a tutti
Ieri un collega faceva il famoso corso on line le ormai da dieci crediti estasiato ad un giornalismo economico che io sinceramente non riuscivo a
A risolvere eroiche provenienti miei per me è corretto
Per dire che la formazione non è
Il professore da una parte dall'uno all'altra vedo chi ha fatto un corto
Importantissimo proprio di giornalismo economico tenuto lì tranquillo ad ascoltare quello che diciamo adesso
Verrà detto dai relatori sulla privacy l'altro giorno a Ragusa abbiamo parlato di cronaca giudiziaria trova qualcosa
Ve l'abbiamo potuta trasmettere ai colleghi ma in questi giorni stiamo facendo uno sforzo enorme che sicuramente può non essere apprezzato perché oggettivamente
I meccanismi di questa formazione affidati a a dei dilettanti come noi non sono sicuramente diciamo
Tali da assicurare una qualità al mille per mille ma purtroppo il nostro lavoro non è la perfezione assoluta ci dobbiamo accontentare del perfettibile quindi
Il problema e
Che a formazione che accoglie abbiamo fatto esordire con fatica soltanto marzo perché da marzo ci sono stati dati i primi crediti riconoscimenti
è importante poterla fare assieme cioè con me i colleghi col contributo di chi ci vuole dare una mano a questo argomento di oggi la privacy di internet è un argomento già
Dibattuto in un altro convegno però qui li abbiamo veri e propri insegnanti potremmo dire
Che ci diranno qualcosa di più di quello che potrebbe dire una giornalista come me che magari che guardato cuoco otto ove
Altri colleghi che si sono documentati
E qui è oggi possiamo affrontare degli aspetti sotto vari profili il gli operatori del diritto gli operatori della comunicazione dell'informazione
Solo a confronto e poi ecco abbiamo la presenza del professor Pitruzzella
Che sempre un ottimo
Come possiamo dire finalizzato ore perché quello che ha
Chiude i lavori in pochi minuti con una chiarezza eccezionale soprattutto
Riuscendo allora annoiare come magari sto facendo io adesso chiudo ringraziando anche il past President della Camera penale che vedo nascosto lì in fondo Roberto Tricoli un altro Tricoli che vorrei sollecitare davanti a tutti ecco a
Lavorare insieme perché possiamo fare tante
Tanti incontri seminari in
Comune accordo e soprattutto utili sia per gli avvocati penalisti in particolare
Che i giornalisti molti giornalisti qui dentro ci vengono
Anche per lavorare però vedo che ci sono tanti che magari qua dentro non sapevano
Neanche dove fosse l'Aula Magna è e questo è anche un'occasione per conoscere il il palazzo vedo anche tanti colleghi che invece
Qua ci vengono
Abitualmente oralità prodotto controllo per evitare che mentre io sono qualora si vanno a cercare notizie
Il problema grazie caso
Grazie anche per il riferimento consigliato dalla
Al professor razza anta professor Pitruzzella che sono il caposaldo di questa giornata perché danno i dilettanti passeremo presto a persone che ne sanno molto di più ed eguali apprenderemo certamente tutti delle notizie che verranno consistenza al
Corso al nostro corso
E intanto proseguiamo con la serie dei saluti e non possiamo non passare all'avvocato Francesco Greco e la Presidente dell'ordine degli avvocati
Palermo
Grazie sarà
Un breve saluto
Perché non voglio appesantire nel tempo dell'inizio del convegno ovviamente
Ringrazio la Fondazione Tricoli per
Avere organizzato questo convegno su questo tema così interessante per averci coinvolto e ricambio i ringraziamenti a Riccardo Arena
Anche io auspico Riccardo
La possibilità di organizzare eventi formativi in comune la formazione è diventato un patrimonio dall'Avvocatura noi abbiamo tantissimi eventi formativi che si susseguono di giorno in giorno domani ne facciamo uno
Molto interessante sulle nuove forme di comunicazione nella lotta alla mafia però
Faremo
Un film
Proietteremo pubblici ovvero proietteremo i filmati l'Amati uccide solo alle state solo dettate al termine faremo un dibattito su questo tema è un nuovo modo di fare formazione io avvocati vogliamo fare confrontandoci anche con la comunicazione
Sulla relazione mi rimetto ovviamente
Sul contenuto del convegno a quanto diranno i colleghi il collega Faiella componente del Consiglio l'ordine
Stefano Giordano Miceli
è
Anche contro l'Iraq l'avvocato Giovanni Pitruzzella perché Giovanni è un nostro iscritta scritta al nostro ordine quindi mi rimetto
Alle loro considerazioni faccio
Tre brevissime
Tre principi pensieri
Lotta legava l'apparato di della smania di entrare nella storia che oggi governa
La vita
Ed è proprio così perché
Si cerca di entrare nella storia
Belle cose non per le cose che di fama per le cose che si dicono Bird come si dicono nella politica abbiamo
Tre
Leader degli schieramenti principali che sono contro considerati dei abilissimi mi comunicato
Nella magistratura ormai la comunicazione e una componente essenziale si fanno le conferenze stampa io Presidente non ricordo se i tempi di
Costa
O di Chinnici si facessero le conferenze stampa
Oggi comunque li fanno tutte le conferenze stampa per illustrare alla società
L'esito delle indagini anche
Tanti avvocati hanno fatto la loro fortuna professionale sulla comunicazione più che sulla qualità delle differenze
E anche i giornalisti
Ormai
Tendono con una violenza espositiva straordinaria a fare la loro fortuna professionale allora su questo forse occorre riflettere
Così come sul tema delle in intercettazioni pubblicate io sono convinto che basterebbe una norma di tre righe per alleviare enormemente
Questa barbarie
Che colpisce
Perché condanna
Spesso i cittadini prima ancora che lo faccia la sentenza basterebbe una norma che dicesse che non possono essere pubblicati i nomi dell'avvocato e del magistrato
Che hanno
Condotto le indagini se così fosse
Molte delle notizie sarebbero diffuse in modo diverso in meno modo meno dirompente e meno meno dissacrante probabilmente
Altro tema che vorrei che venisse che venisse a farmi piacere perché venisse affrontato è quello che si sta sviluppando in questi ultimi tempi e che
Ha portato stava portando Lars l'Assemblea regionale a fare una norma bavaglio ingiusta e con la legge giornali on line e dei commenti anonimi che vengono scritti sotto sotto le è stato fatto sotto i commenti sotto tutto i pezzi
è un argomento importante perché
Spesso
è diventato uno strumento diffamazione ingiusto verso i quali non non c'è difesa e allora forse su questo onde evitare delle barbarie normative che che di fatto tappano la bocca e che impediscono di affrontare temi importanti forse
Una autoregolamentazione della della della del problema forse potrebbe ovviare a questo a questo strumento che sta diventando che sta prendendo sempre più piede ormai e termino
Quando si guardarsi le giunte un articolo giornalistico un pezzo su un giornale on line così vanno a vedere i commenti per capire
Come è stato recepito e quali sono le contumelie che vengono rivolte
Alla
Al destinatario devono buon lavoro mi auguro che ci siano in futuro altre occasioni di collaborazione con con i giornalisti grazie
Grazie avvocato greco
Sganciando mi per un attimo dal ruolo terzo di moderatore mi complimento con lei per le riflessioni che riguardano questo circuito mediatico giudiziario sul quale spesso ho scritto ed
Dall'per ragione per cui spesso mi sono creato tante inimicizie
Ha ragione anzitutto ipotesi cominciassimo a cancellare i nomi degli avvocati e dei pubblici ministeri soprattutto non tanto dei giudici sarebbe una gran cosa ma
Penso che non lo faremo
Mai in quest'epoca dell'antimafia delle star come dice uno dei candidati alle europee
Ma sono anche molto contento che lei abbia richiamato queste iniziative che l'ordine ha messo in campo anche come quella del del dibattito sulla
Sull'IRES sullo sul film di PIF
Che è molto bello perché
Possiamo parlare di diritto all'oblio per quelli in cui per quei temi di cui ai quali abbiamo fatto cenno prima ma certamente il diritto all'oblio non può non esiste un diritto all'oblio sui drammi
Che hanno colpito questa terra e sui quali invece va esercitato il diritto alla memoria quindi complimenti per quello che state facendo
Passiamo all'avvocato Luigi Micelli altro saluto il segretario della Camera Penale
Vanno
A nome della Camera Penale di Palermo e del Presidente
Celeberrima a nome della Camera Penale di Palermo del Presidente Mineo Rubino ringrazio Fabio Tricoli ringrazio la Fondazione idrico libere
Invito ma soprattutto per la proficua collaborazione che da tempo intercorre tra Fondazione Camera penale i nostri incontri formativi si svolgono nei locali della fondazione e spero che
Possiamo adesso farli congiuntamente anche assieme all'ordine
Dei dei giornalisti
Mi preme sottolineare che si tratta di uno dei pochi luoghi in cui ormai
Si si riesce a a discutere è
A interloquire
Con grande lavorazione culturale ed intellettuale se senza bisogno di di cinque cinguettare Prodi di duettare ma
Ci si parla ci si forma è e si cresce
Dal punto di vista delle Camere penali quindi dalle della l'associazione che oggi ho l'onore di rappresentare il tema è è fondamentale noi facciamo sempre entrare l'occasione è ghiotta nel processo penale
Eh il diritto di cronaca è intimamente connesso al processo penale se solo pensiamo che
Le sentenze sono emersi in nome del popolo italiano e la giustizia è amministrata in nome del popolo
Quindi i mass media
Di qualunque tipo hanno la delicatissima funzione
Tra l'altra le altre di agevolare quello che è il controllo del popolo nella fattispecie del popolo italiano ormai europeo o mondiale rispetto a quella che l'attività
Giurisdizionale quindi funzione
Necessario però come recita il testo del convegno occorre trovare
Un punto di
Di equilibrio
E su questo io diciamo da avvocato e quindi
Dalla prospettiva dell'utente della giustizia sia esso cittadino indagato o parte offesa distinguerei brevemente tra la fase
Delle indagini è quella dibattimentale istituzionalmente pubblica
Perché vedete
Per la mia breve esperienza posso dire che nella fase delle indagini molto spesso l'interesse dell'indagato è quello della parte
Offesa coincidono su un punto sulla riservatezza delle indagini
L'indagato per evitare di vedersi sottoposto ad un processo mediatico molto spesso senza contraddittorio che rischia di concludersi prima ancora del rinvio a giudizio
è la parte offesa perché la segretezza delle indagini e tutela al possibili inquinamento delle prove e quindi alla buona riuscita
Delle indagini e a questo punto anche senza parlare di riforme io penso che sarebbe già importante il pieno rispetto delle regole oltre che deontologica del Codice
Di procedura che è
Prevede alcuni passaggi come a tutti noto
Di pubblicità o pubblicazione degli atti quando è possibile io però non capisco il senso investigativo di alcune conferenze stampa successiva alle misure cautelari perché queste
Misure prevedono una discovery per le parti processuali e noi diciamo ancora per
Per i cittadini e quindi diciamo
Non non poco lassista del
Del Presidente Greco come al solito puntuale e quindi concordo pienamente con col suo intervento
Passando a quella che è la fase dibattimentale io veramente concludo vi racconto un una ventotto
Che ho vissuto in prima persona grazie al mio maestro l'avvocato Tricoli purché insomma mi consente di seguire processi pensiamo per così dire mediaticamente attenzionati
L'attività integrativa di indagine processo ad un
Ordine politico abbastanza noto la Procura deposita un verbale di
Di interrogatorio una nuova indagine la difesa lo ritiene comunque non pregiudizievole se non favorevole
A me all'imputato allora tardi con il consenso dopo qualche ora sui su alcuni siti di informazione
Escono due notizie una
Punto a favore della difesa o comunque la
La la dichiarazione ridimensiona l'accusa su un altro sito esce riacquisizione per l'imputato x nuovi capi di imputazione
Dichiarazioni molto gravi acquisite al dibattimento a questo punto da operatori non possiamo che alzare le mani io immagino
Un diciamo impossibile anzi l'impossibile dialogo su questo tra tra Max amici addirittura cioè che hanno costituito banale e maxi dice guarda tante diritti sovrastruttura a questo punto i vice risponderebbe
Ma guarda ti dico di più non esistono fatti Magistro soltanto interpretazioni su questo o alziamo le mani o per contrastare questo relativismo cerchiamo di sforzarci di osservare
Rigorosamente le regole procedimentali e deontologiche
Adesso entriamo no l'ultimo saluto e quello importantissimo di Fabio Tricoli nostro Presidente della fondazione porta il nome del Papa del fratello di
Fabio Tricoli Giuseppe marzo
Grazie allora Felice Cavallaro perché sta abilmente guidando le danze di questa giornata per mettere innanzitutto un di poter esprimere
Chi è motivo d'orgoglio ovviamente poter intervenire oggi in questa Aula Magna ringrazio di questo il Presidente alla Corte d'appello e Oliveri per averci permesso di poter con la Fondazione Tricoli promuovere un'iniziativa di questo tipo in un'aula
Così importante intitolata due figure a me particolarmente care credo la coscienza di tutte di tutti i siciliani che circa un punto che ci stanno che troviamo appunto interne
Nella foto in fondo alla sala su tutta la vigilia poi gli appuntamenti così importante così toccanti per tutti noi che abbiamo vissuto con le stagioni tristi
Ed è motivo d'orgoglio in particolare poterlo fare in un'icona un'iniziativa di carattere formativo quindi con quella
Formazione che credo che sia una chiave di lettura fondamentale per potere per potere parlare di futuro della professione sia per ciò che riguarda gli avvocati per ciò che riguarda i giornalisti
Questa la formazione la strada e la Fondazione Tricoli sta perseguendo in maniera tenta di pomeriggio presa prospero
All'università di Palermo per un ciclo di seminari anche quelli appunto con gli studenti
Universitari che riguarda gli orrori nel Novecento dopo un primo appuntamento appunto sulla della legata alla giornata del ricordo il
Delle foibe oggi parleremo appunto del
Della Shoah e della
Dell'importanza della memoria dell'Olocausto e saranno ci saranno poi gli altri appuntamenti
E i miei ringraziamenti ovviamente vanno soprattutto all'ordine giornalisti all'ordine degli avvocati che ci hanno consentito di potere appunto dare questo significato a questa giornata
Aggiornata che sarà sicuramente attenta in particolare perché prende spunto da un volume lì va ringraziamento in merito al professor Sante
Caro amico con cui abbiamo avuto inizialmente l'idea di presentare il libro che poi appunto grazie anche all'interessamento dell'ordine gli avvocati e giornalisti è diventato un vero e proprio
Convegno che ha la capacità a mio parere di saper dare una una delimitazione epistemologicamente morirà un campo molto sconfinato culla del diritto d'informazione
Ovviamente va a va a sconfinare in diverse
Branche ma al centro secondo me di questo volume e penso che la riflessione che oggi mi auguro che essi che si sviluppi che già ha cominciato attraverso gli interventi precedenti c'è sicuramente questo è un nodo cruciale quello di
Della possibilità della capacità di conciliare da una parte
Il diritto della manifestazione di Pera del pensiero di informazione di critica e dall'altra il rispetto dei diritti
Della persona dell'onore dell'autore della privacy
Ecco proprio in questa capacità di equilibrio armonica credo che debba
Che consista tutto lo sforzo che noi oggi dobbiamo qui
Mi auguro che
Dagli interventi esca dobbiamo manifestare perché secondo me proprio nella possibilità e nella capacità di conciliare queste due opposte apparentemente contraddittoria esigenza ci sta anche la sopravvivenza del futuro
Soprattutto della protezione giornalistiche qui
Sono da giornalista è quello che mi sta più a cuore
Devo dire che A.R.E. opera tanto e sta anche il merito di aver affrontato noterà anche in maniera abbastanza come dire stimolante in qualche caso forse provocatorio manca qualche bacchettata leggo a pagina settantacinque sempre a proposito ontologia esternare le proprie critiche senza raccontare i fatti o peggio spacciare le proprie opinioni per fatti oggettivi al più diffuso dei tradimenti perpetrati da certo giornalismo
Hai danni della
Attenzione su quello sono pienamente d'accordo nel sistema
Peggiore menzogna di una verità parziale ma su tutto credo che nessuno prima di imparare a reclamare i diritti debba e imparare soprattutto a esercitare i propri doveri quindi nella capacità credo di raggiungere questo equilibrio difficilissimo complicatissimo ma a mio parere raggiungibile asta il futuro prima professione che sia qualificato professionalmente ma anche credibile e autorevole esista una strada virtuosa credo che già anche nel libro troviamo degli spunti quello sesso razza ante
Che dice a un certo punto nel suo testo esiste una strada virtuose rispettosa dei principi deontologici per tutti gli operatori dell'informazione che intendano svolto il loro ruolo di mediatore tra i fatti l'opinione pubblica raccontando la realtà rispettando la dignità i diritti delle persone coinvolte degli eventi di crollo
Questa strada virtuosa esiste anche se
E difficile c'è un bellissimo saggio di di una figura molto interessante giornalista vincitore due per premi Pulitzer ma anche sottosegretario la guerra giovani signore Walter LIPU anche scrisse public opinioni un libro in cui raccontava un esempio a MOT
Esempio nel convegno di psicologia del mille novecentodieci in cui a un certo punto fanno irruzione nella sala un clan inseguito da
Da una persona di colore armata
C'è una zuffa e poi scatta in realtà un escamotage che permise può e i quaranta presenti a quel convegno di Psicologia tutti qualificati
Psicologi ricercatori di stendere un resoconto di quello che era accaduta bene l'Astem non c'era un resoconto con la l'altro la stragrande maggioranza dei resoconti di fatto racconta una cena che non era mai avvenuta
Questo lo dico visto che tracciante bacchette io stesso faccio autocritica mi auguro che anche oggi ci sia
Una forme di autocritica da parte nostra a vantaggio dei giornalisti perché forse uno dei missili più difficile perché quel convegno credo sia un esempio di come anche raccontare una cosa che si vede con i propri occhi
In a partire dalla
Dalla difficoltà e la falla citare i propri sensi sia qualcosa di difficilissima quindi figuriamoci raccontare una realtà complessa in cui i fatti siano alternare alle opinioni di quanto sia difficile
Ciò detto però credo che e lo dico questo in particolare i giovani se lui non si deve assumere le proprie responsabilità evitare diciamo la scorciatoia del di piante consulenze no poiché qualcuno se ne occupa credo che una strada virtuosa come scriverà tanto in questo libro o ci si e ovviamente in questo contribuiscono molto le autorità le regole e ringrazio soprattutto il professor giovani periti Pitruzzella che secondo non so se tanto che impreziosito questo convegno non soltanto con la autorevolezza e la sua carica ma so che potrà farlo anche fattivamente con la competenza
E con la competenza sulla materia che già insomma anche con la sua attività di Presidente antitrust cominciato a dimostrare cominciando anche lì a mettere qualche paletto qualche puntello fa vedremo poi parleremo diritto d'autore di Google verdi
Distinzione tra informazione e pubblicità tutti i temi che riguardano in particolare le sue nuove competenze quelle come Presidente l'autorità
Per la concorrenza
Quindi dico una strada esiste secondo me quella della formazione è sicuramente una strada importante
Come succede un po'come è stato un po'per lo Statuto siciliano sia uno di quei
Diritti che poi bisogna sapere esercitare virtuosamente in modo da fare una chiave di successo e non soltanto un privilegio una
Ho una Cavour Via puzza molto utilizzando un termine siciliano
Una pratica da da sbrigare ma poi alla fine credo che ognuno di noi sa che non c'è diciamo strada e salvezza e ancora di salvezza migliore della
Propria coscienza professionale quindi al di là delle tante regole sovrastanti questo ma noi ci insegna che non è che ha detto che più regole ci sono e meglio e meglio vanno le cose ci sono paesi
Avanzatissima insieme al
Regno Unito dove proprio per l'assenza di regole di vento comunque l'assenza di una giurisprudenza
Come come in Italia su certi temi e di fatto una stima altra strada perseguibile con
Insomma gli ultimi scandali che riguardano la stampa forse non sono sicuramente non vanno in quella direzione ma anche lì non è detto che le regole siano poi la panacea di tutti di male quindi io ringrazio tutti quanti so che questo libro e i primi interventi potranno essere da stimolo per una riflessione
Credo che
Costi la riflessione la dialettica signor l'unica strada per potere diciamo così di raggiungere raggiungere risultati perché credo che qualunque processo di cambiamento e di riforma non possa che
Prendere spunto da un'attività di riflessione dialettica magari anche di violenta autocritica quando quando serve e credo che questo volume che qui
Oggi ho avuto l'onore di tenere a battesimo e la sua sesta edizione due tracciante tra un paio d'anni vedrete forse anche meno
Ci continuerà aggiornare perché la materia devoluzione va seguire in questo modo e quindi
Ma permettetemi anche di di
Manifestare tutto il mio orgoglio e il mio la mia soddisfazione il potere
Avere promosso oggi qui una iniziativa che al centro un volume che sicuramente uno strumento utile per tutti noi di lavoro giornalisti avvocati ma anche stimolo di riflessione di riflessione a tutti quanti noi grazie operatrice Cavallari all'
Grazie
Crediamo che questo equilibrio armonico si riesca un giorno a raggiungerlo io con la mia tarda età nella condizione di
Che le spettatore
Costretta a seguire spesso la sera dei talk show televisivi però ho qualche dubbio perché i fatti separati dalle opinioni era un mito della della mia giovinezza
Poi però li ho visti sempre meno realizzate molto visto sempre meno realizzata questa separazione fino alla acuito
Alla presenza di una stampa quasi militarizzata per cui oggi prevalgono i contrasti si cerca il sangue nelle arene televisive
Cosa che prevale certamente nove volte su dieci sul ragionamento
Però
Questi corsi forse
Possono aiutare i giovani giornalisti e giovani avvocati
A
Capire qual è la strada giusta almeno lo nel ce lo auguriamo
Intanto entriamo nel vivo Pella della della nostra della nostra giornata dopo i saluti iniziali cominceremo con l'avvocato Stefano Giordano
Che farà una introduzione ai lavori
Mentre gli interventi saranno quelli di Cesare Faiella membro del consiglio dell'ordine degli avvocati di Palermo
L'avvocato Giuseppe la Scala senior partner studio la scala e un avvocato che ha studio a Palermo ma studia a Milano con grande mecenate dell'arte
Lo conosciamo per tante manifestazioni artistiche importanti una delle ultime su Sciascia alla Fondazione alla Fondazione equità che
Poi abbiamo anche l'ingegner Andrea pensa Presidente dell'Associazione per le Tecnologie dell'Informazione e delle comunicazioni e poi concluderà
La professore o come qualcuno preferisce preferisce dire l'avvocato Giuseppe Pitruzzella che come tutti sapete il Presidente della
Come Giovanni scudetto Giuseppe ma dicevo l'avevano pardon
Ci lascia un po'fin troppo bene
Avvocato Giovanni Pitruzzella presidente dell'Autorità garante della
Concorrenza e del mercato l'AGCM
Bene allora cominciamo con l'avvocato Stefano Giordano bianche figlio di un grande magistrato il
Presidente del primo ma grande maxiprocesso che si fece qui a Palermo
Figura che voglio ricordare perché
Magistrato dalla schiena dritta che dice sì va bene
Presiedo mentre tanti suoi colleghi preferirono presentare qualche certificato medico
Prego avvocato
Grazie Felice Cavallaro grazie a tutti dei anche per le introduzioni che
Sono state fatte diciamo anche all'interno dei saluti chiari in qualche modo hanno in parte diciamo
Iniziato a svolto dei temi che insicurezza ne saranno ripresi in maniera assolutamente essenziale perché per dare voi spazio al merito del dibattito per quello più significativo il l'amico barra Zante con cui ci legano diciamo
Pare un passato culturale di affetto diciamo vicendevole e ai tempi del offre passaggio tra i chiostri all'Università Cattolica di ostilità Bramante lui aveva qualche capello in più io ho qualche chilo in meno
Ma ci tengo a Ferragosto affetto che mi ha chiesto di fare una piccola introduzione che io indegnamente punto cercherò di fare con il punto di vista che necessariamente a quello del penalista
Perché non sito ci si può astrarre comunque alla provocazione culturale eterna impronta che chiaramente ciascuno di noi ha propri sud-ovest dovuti
Si tratta appunto come sottolineava dottore agricoli poc'anzi di un manuale giunto alla sesta edizione quindi ma l'ha già ben collaudato sperimentato in molte università Italia direi che avendoci dato una scorsa avendo studiato alcune parti proprio del manuale
è un manuale che mi permetto di consigliare a tutti gli operatori sia del giornalismo sia dell'Avvocatura sia i giuristi in generale perché approvi il punto della situazione in una materia che è una materia complessa dettero generale
Peraltro già il titolo induce alla riflessione perché si tratta di un manuale non solo del diritto della Coop della informazione ma anche della comunicazione la comunicazione
E naturalmente un Gennes rispetto all'informazione che nella specie adesso
Quindi sostanzialmente bisogna compiti ma non è impedito alla comunicazione comprende anche delle condotte che sono per esempio quello di Cibiu chiunque noi scrivendo somme Ruocco vuole
Mandare una lettera qualcuno il diritto alla comunicazione ha delle sue articolazioni
Che diciamo fan più vaste paradossalmente l'informazione è un tipo di comunicazione finalizzata chiaramente a dare notizie determinati eventi
E e sono sia addirittura la comunicazione si ha diritto all'informazione entrambe materie trasversali
Il per un penalista che abituato alla materia del diritto penale che non si caratterizza ratione materia ma si caratterizza per il modo di disciplina Prato servente il diritto penale
Abbraccio tutti branche le branche del diritto purché siano sanzionate dalla dall'appunto dalla della sanzione penale
è il diritto all'informazione anche essa è un
Per altri versi mutatis mutandis chiaramente è una materia
Che riguarda tanti ambiti del diritto il diritto privato un diritto civile il diritto pubblico naturalmente e anche naturalmente il diritto penale quindi è un male ma ora che ci dà una visione ampia di quella che è una cultura giuridica in un ambito molto particolare fluido qual è il diritto alla comunicazione e il diritto della di formazione
E naturalmente la crescente tecnologico azione dei flussi informativi hanno una che hanno un percorso molto più rapido Quispe da quelle che possono essere che questa è la positività azione della normativa la regolamentazione dei nuovi strumenti pongono molti molti problemi
E le evoluzioni tecnologiche sono talmente veloci che è impossibile sardi dietro con una normativa immediatamente che diciamo segna il passo allora l'unica cosa da fare
Riprendendo il discorso del fatto che il dottore Tricoli
è affidarsi molto alla coscienza e all'Out deontologia del singolo giornalista perché se non si fa questo non si può andare da nessuna parte
Quindi anche lì spesso
Farà delle norme come quella che avviene dire citava poc'anzi dell'ANAS o altre norme che metti non mettano dei paletti rigidi
A oppure non
Sono d'accordo col collega già in sacchetti estrema poc'anzi il Presidente Greco circa la spettacolarizzazione leader di processi determinati personaggi all'interno dei processi però mentre abbiamo il giornalista non può presente nominare il giudice che al Presidente o al Pubblico Ministero mi sembra anche essa abbastanza restrittiva quanto il diritto a essere informati antiche diciamo è parte del diritto all'informazione
Proprio su questo punto diciamo mi permetto di fare un buon brevissima carrellata di quali sono gli argomenti capitolo per capitolo trattati all'interno deriva delle del libro che oggi si dibatte oggi si sta presentando
E libro parte ed è anche interessante dimenticavo poc'anzi debito pubblico ma diritto costituzionale sostanzialmente il primo capitolo parta parlo dei principi costituzionali di cui l'articolo due e l'articolo ventuno della Costituzione
è e quindi delle della scomposizione tende diritto dell'informazione che in diritto di informare
Ad informare
E ad essere informati e poi parla anche della libertà ex articolo quindici di Corris senza è anche del tecnica uno spazio questo primo capitolo un diritto d'autore di tutti i danni che soltanto per la
Tratta è uno ci vorrebbe convegno finalizzato tanto acque
Il secondo capitolo invece arte più diciamo riferito è riferibile a ai giornalisti pubblicisti la professione del giornalista la deontologia
Importantissimo riferimento alla Carta del mille novecentonovantatré
Dei doveri del giornalista primo esempio di statuto deontologico dei vari ambiti del diritto di cronaca e ricordo che questo cosa carta viene fatta in piena Tangentopoli
Di problemi anche mediatici che ne so punto derivati
Il terzo capitolo invece fa riferimento a un famoso problema bilanciamento tra la privacy e il diritto dell'informazione o con lo sguardo scottante tema cui il Presidente della Corte d'Appello poc'anzi ha fatto riferimento
Delle delle intercettazioni della pubblicazione delle intercettazioni
Della privacy è del soldi social network punto
Punto che riguarda per l'appunto il diritto e della comunicazione e non soltanto il diritto all'informazione
E in qualche cosa di turbativa spamming tutti quanti abbiamo la casella elettronica spesso intestata da diciamo non non gradite è meglio che ci arrivano e spesso anche virulente
E quindi ci chiediamo come tutelarci da tutto ciò non soltanto da giuristi potuta cittadini costo
Il quadro è un po'il cuore
Sostanzialmente del del del libro il problema della stampa della diffamazione a mezzo stampa della diffamazione del diritto di cronaca del diritto di critica la satira del problema dell'intervista
Che diciamo costringe spesso giornalista fare veramente
Capitomboli per evitare di incorrere in qualche querela perché insomma intervista spesso fatta indiretta e assolutamente incontrollabile tra virgole
E e poi le responsabilità del direttore se articolo cinquantasette del Codice penale è la legge le quarantasette del quarantotto
Il quinto capitolo invece parla più che della stampa dell'emittenza radiotelevisiva
Della legge tramite la legge Maccanico Gasparri raggio spari ed è il problema del problema che poi anche è stata un'innovazione importante in tema di pluralismo televisivo
Relativa all'introduzione del digitale terrestre chiaramente a
Creato problemi ma allo stesso tempo determinato alcuni
Certamente la situazione non è quella ragioni oggi
Oggi aveva fissato dei paletti e delle quella di spenderle organizzazioni i vini con con la concessione di sono televisiva che oggi non sono più assolutamente attuate
Il sesto capitolo invece fa riferimento al diritto di comunicazione di informazione Orlandi quindi abbiamo parlato della stampa cioè Lazzate parla prima dell'al problema della stampa la diffamazione a mezzo stampa poi
Quella radiotelevisiva e poi parla del
Del nuovo capitolo per quell'
Della devi interna ed è delle modalità di comunicazione di formazione telematiche la competenza alla consumazione del diritto di diffamazione in Rete questo poligono vorrei punto
Lanciare una provocazione opposto calzante in questo senso è il diritto all'oblio di cui abbiamo
Si è già discusso
Un quel produttivamente in maniera ampia
Settimo capitolo riguarda gli organismi di controllo il professor Pitruzzella diciamo potrà dire molto di più è e l'ottavo capitolo riguarda i corrotti frontiera tra cui il cauto
Tecnici ovviamente qui si vede che il
Il professor Zante vuole anticipare ai temi che prima o poi diverranno scottanti
La il tenere immette riteniate informazioni e che sono collegiali importantissime crea dei problemi senz'altro diciamo per chi
Vuole la segretezza di questi dati e vuole che sia garantita in Consiglio ma intendo oggettivi situazione da segretezza di questi dati stessi
A termine di questa scarrellata diciamo introduttiva su quelli che sono i temi chiaramente enunciati così assolutamente
In maniera allora superficiale poco approfondita da chi vi sta parlando volevo però appunto
Da penalista introdurre qualche aspetto problematico per leggendo il libro poi generale esercitando la professione di avvocato penalista più volte diciamo sono venuti in mente mi sembra il caso di sottoporvi diciamo al merito degli autorevoli relatori che seguiranno
Il problema della diffamazione on line
è un problema serio perché pone tanti problemi per esempio sappiamo perfettamente della inapplicabilità nell'ottica dell'articolo cinquantasette in materia appunto di diffamazione a mezzo stampa perché
Giusta il principio ineludibile di tassatività e quindi il conseguente divieto di analogia in materia penale
E e non è applicabile l'articolo cinquantasette ai direttori responsabili della stampa periodica on line
è un problema che si pone nelle aule di giustizia questo perché chiaramente come posso non rispondere i direttori se non a titolo di concorso di cui bisogna provare comporta ex articolo centodieci
Questo è un problema anche da un lato
Diciamo
SIS ci si staglia nel solco di una garanzia del diritto qual è il principio di legalità in materia penale dall'altro crea un problema di una cura Norbert l'IVA quindi l'eventuale sanzione non deve essere sicuramente una sanzione detentiva con quella di quell'articolo cinquecentonovantacinque ma che comunque diciamo andrebbe andrebbe in ogni caso focalizzata
Un altro punto a quello e la passione la competenza
Del locus commissi delicti in materia di diffamazione on line
Il reato secondo la Cassazione a volte la Cassazione dice lo stile che è un reato di mera condotta conto dice allora violenta prima a seconda delle conseguenze giuridiche ed ad un casolare altro divento francamente mi sembra sarebbe ora e intervenisse il legislatore e ci dicesse qual è questa competenza senza ricorrere e criteri residuali di quegli articoli otto e nove Codice di procedura penale
E poi è concepibile un articolo cinquecentonovantacinque ma in generale il sistema penale in cui non esiste la pericolosità sociale del reo
Senza sanzione detentiva
Quindi al di là dei progetti di legge che sono stati effettuati sulla lo sgombero del quale vedremo se approveranno voi alla
Promulgazione oppure no è concepibile un sistema penale imporre misure interne vive sono più forti della sanzione detentiva in generale e non parlo soltanto della diffamazione ma per tanti altre condotte che costituiscono reato e
Attribuiscono la gru principio di proporzionalità
Sia per quanto riguarda la fase cautelare sia con rigore la fase esecutiva della pena non risulta adottare completamente appropriata la sanzione detentiva che dovrebbe essere riservata come extrema ratio a delitti di allarme sociale maggiore
Io ringrazio per l'attenzione perfetta
A quanto ci ha detto l'avvocato Giordano capisco che per i giovani avvocati il
Problema del futuro non si pone di lavoro ne avete in quantità perché esso tutti per il tema della diffamazione che
Credo che si svilupperà
In modo geometrico già quindi è un argomento che possiamo continuare a sviluppare con l'intervento di altri due avvocati l'avvocato Cesare Faiella il membro membro del consiglio dell'ordine di avvocati di Palermo l'avvocato Giuseppe la Scala darei la parola prima all'avvocato Faiella
Grazie buongiorno a tutti
Ringrazio anzitutto la Fondazione Tricoli dottore Tricoli particolare per
L'occasione che ci viene offerta
Forse siamo stati
L'esempio oggi di come possa essere utilizzati per i mezzi di comunicazione molti di noi non si conoscevano completamente però attraverso Vozza sms
Il varie siamo riusciti a rincontrarci qui conoscendo gli argomenti cercando di relazionarci continuamente a qualunque ora del giorno
E anche della sera tardi la lo scontro che viene dal libro della professione la Santa ci consente di stanziamento e di
Affrontare un tema oggi che va al di là di quello che il mio stretto ambito di competenza ovverossia quello diciamo giuridico quello del diritto perché affronta certamente on tema che investe tutta la società e soprattutto il rapporto prende tra i diversi cittadini el
Perché oggi sostanzialmente va
Sapete tutti operante per conto di tutto avvenuto tutti che si va diffondendo sempre più l'idea
Che vi sia praticamente un desiderio l'aspettativa assolutamente senza limiti di conoscenza di conoscere allo stesso tempo sia questa presunzione di avere il diritto ad essere informati su Youtube si va affermando già è un concetto di trasparenza che sembra rientrando in contrada con
Limite con la pretesa talvolta
Che
Queste forme di controllo si estendono a tal punto da essere una sorta di controllo su tutti noi
Se a questo ambito noi aggiungiamo le considerazione che
La sfiducia certamente diffusa nel nostro Paese nei confronti delle istituzioni ed altro do l'uso
Ormai
Diffuso smodato di smartphone dei social network ha spinto soprattutto i giovani
A
Rivendicare il diritto a conoscere tutto addirittura denunciare tutto si fa presto a pensare come invece
Proprio qualche decennio fa il diritto alla riservatezza il vitto vende alla
Alla conoscenza delle dei comportamenti nostre dei vostri cari
Era invece rispetto ad oggi lo viviamo nel mondo della out e scusi dizione assolutamente al centro dei diritti e dell'attenzione da parte della società
Oggi la prospettiva si è capovolta
L'esposizione alcuni parla addirittura di una mondo dell'auto esposizione e della trasparenza globale che però
Fa correre il rischio
Appunto di un controllo globale
E allora parlare di riservatezza qua facciamo oggi parlare addirittura di
Diritto all'oblio potrebbe sembrare quasi una pretesa restringere a limitare il diritto di conoscere e di fame
Allora entra in gioco
Versa in regioni diverse criticità chiediamoci un esempio rispetta un diritto all'informazione alla comunicazione da cui prende spunto che dà il titolo per aver Crosera Zante
Cosa come sia difficile distinguere oggi fra libertà di stampa e di manifestazione del pensiero
E d'altro canto il diritto di conoscere e di comunicare
Cioè dobbiamo chiederci sostanzialmente se esista il diritto a diffondere liberamente la rete non solo i nostri comportamenti nostri sentimenti ma anche come avviene purtroppo spesso anche quello degli altri
A fronte di un'idea che
Conosciamo tutti dalla quale cediamo potuti quotidianamente conto che sulla rete
Il principio e la responsabilità dei cinque di responsabilità sia ormai travolto dal prevalere sempre e comunque
Della libertà di comunicazione diffuso del pensiero Geremia confronto attraverso i social network azione rubato su tutto Traverso il contatto con i giovani ma
Anche con i meno giovani questa auto esposizione questo raccontare se stessi e gli altri continuamente contrariamente come dice la pandemia precedentemente
è un'idea talmente radicale dello nella sua connotazione io non credo possa essere facilmente eh così totalmente accettabile
Certo ci dobbiamo rendere conto che le cose sono molto cambiata nel corso degli anni è
è cambiato anche il rapporto tra il diritto alla riservatezza la tutela di alcuni valori quali quelli alla sicurezza e il diritto alla conoscenza proprio perché
Lo sviluppo di vergato i sistemi di comunicazione consente di acquisire dati e di diffonderli Vuitton salutato in qualche modo soprattutto
A costi bassissimi e quindi accessibili a chiunque
Allora quando si è
Preoccupato di capire fino a che punto è possibile disciplinare regolare intervenire su questo
Auto esclusi su questa esposizione estremizzando
E diciamo che l'orientamento è quello di proteggere più che prescrivere di avvisare informare più che vietare come si diceva prima in sostanza si tratta
Segnali di mettere tutti di Franti di fronte a quelli che sono i cambiamenti al nostro mondo ma
Di farle bagnata le che tutti
Porzio essere consapevoli di ciò che avviene e quindi evitare che cosa evitare quello che il rischio più grande di questo momento ovvero sia che il ruolo stesso diventi prigioniero di questo sistema
E allora
è chiaro che non si tratta soltanto è questo lo dico anche con l'avvocato non si tratta soltanto di finire i diritti di chi
USA
Anche in maniera eccessiva ed estrema il informazione esatta di stabilirne idonee
Di stabilire come e perché possono essere usati queste bensì informazione
Le regole attraverso le quali soltanto si può garantire
Da un lato
La libertà individuale e dall'altro diritti collettivi
Accanto a questa considerazione che emerge dalla lettura del processo era Zante circa questo quadro generale sul diritto d'informazione sull'utilizzo che se ne fa e sul modo
Che abbiamo ora mai di esporci attraverso perché anche in questo
Esercizio l'altra considerazione che
è venuta fuori preparandomi a questo intervento Pecorella criticità che se connessa al diritto alla libertà di stampa dall'alto parlato e diffusione delle notizie in ordine all'altro
Sappiamo tutti è in ha una sua moltissimi giornalisti che certamente per quanto riguarda la carta stampata negli ultimi tempi si assistita un lento miglioramento delle regole essenziali a protezione della dignità delle persone
Tuttavia alcuni casi si registra un vero e proprio accanimento informativo fenomeno che riguardano tutto come è stato detto già da alcuni alcune tra l'unica raggiungono dei picchi di volgarità e di violazioni di norme deontologiche sono assolutamente inconcepibile inaccettabile
Non a caso alcuni studiosi e l'apparato di pornografia del dolore con riferimento a questi programmi
Ora capito che non guarda all'età al sesso nessuna condizione essa non ha quello di
Incuriosire lo spettatore
Per
Questioni di cronaca rosa o perché sono coinvolte nella massa di persone coinvolte sempre un particolare avendo soltanto alcune persone note
Si può fare certamente molto di più per evitare
Queste estremizzazioni
Sono essere per alcune
Condizione di fondo che sono state individuate già da alcuni studiosi della materia e anche da rappresentanti delle istituzioni le tre condizioni che ci sono state offerte sulle quali
Riflettere sono la prima si è già detto qualcosa sul punto che i giudici esercitare il loro ruolo sempre e solo nei processi
La seconda che anche le persone pubbliche abbiano diritto evidentemente ad un dal processo che
Abbiamo raggio la ragionevole durata nel tempo ma che nello stesso tempo siano proprio per la loro caratteristica bloccati personaggio pubblico capaci di accettare anche
Di rendere conto dei loro comportamenti nel dibattito pubblico la terza
Riguarda i giornalisti è che gli operatori dell'informazione rispetti ovviamente
Rigorosamente alla responsabilità dei princìpi da loro professione
Quali sono questi principi perché il Garante più volte ci ha indicato
Leggo tutela assoluto dei minori trasparenza delle fonti pubblica corretto uso di fotografie fotosegnaletiche divieti e rischi la diffusione di dati sulla salute il rapporto tra cronaca e giustizia privacy attenuata per i personaggi pubblici
Insomma l'obiettivo è quello di sempre trovare il punto di equilibrio
Tra il diritto di cronaca e il diritto di ogni persona dessert rispettata nella sua dignità identità e nella sua intimità
Tenendo conto ovviamente come si è detto rispetto ai paletti da porre che a un determinato dato chiaramente calato il decreto contesto ha una sua legittimità ma che
Spostando da quel contesto invece
Può assolutamente
Non va bene
E allora proprio come avvocato
Soltanto per
Fare un passaggio che ricordiamo tutti ciò che è chiaro a tutti
Intera i diritti della personalità in ma umana ricordiamo che esista un vero e proprio diritto soggettivo alla reputazione personale che trova assolutamente d'Artico due della Costituzione al di là di quelle che sono leggi ordinarie
E d'altro canto oggetto dalla tutela penale del diritto di diffamazione è l'interesse dello Stato perché all'integrità morale della persona
Cioè il bene giuridico l'oggetto della norma è la reputazione dell'uomo la stiva di cui egli gode la mente sociali l'opinione degli altri hanno del sud del del del gas le suore e del suo percorso
E allora
Nel
Occorre esattamente individuare
Quando
L'interesse della protezione in questo marasma l'informazione
Quindi vi interessa la posizione di questo bene giuridico per la dignità dell'uomo prevale sulla libertà di espressione del pensiero
Ebbene
Dalla giurisprudenza ed dall'accento che ho fatto le norme è chiaro ed è evidente un principio
Fondamentale il diritto di cronaca il diritto di critica arretra di fronte alla tutela della dignità della persona che è un diritto inviolabile che trova il suo fondamento nostra Carta fondamentale
Le offese all'identità alla reputazione all'onore all'immagine alla riservatezza personale sono Commissione dello stesso sanzionati penalmente da articolo cinquecentonovantacinque pedaggio sulla scuola
Peraltro lo sa ordinamento non sia esso limitato a questo accordo nella legge sulla privacy sappiamo tutti che il codice l'articolo due in particolare del decreto legislativo centonovantasei zero tre fa fare un notevole passo avanti al nostro interno nel nostro ordinamento
Il quale partendo proprio da articolo della Costituzione
E disegnando
Un arco che abbraccia la Convenzione europea per la salvaguardia i diritti dell'uomo la convenzione Oro sui diritti del fanciullo la legge sulla stampa la legge sulla privacy è la legge dalla professione
Giornalistica forma certamente un anti reticolo di norme che rendono intangibile la tutela della vita privata e dell'onore dei cittadini
Questi sono i criteri e questo è il quadro all'interno del quale bisogna prendere atto e conoscenza di quelle che sono oggi l'esplicazione del diritto d'informazione evito di comunicazione
Un ultimo accenno a quello che forse era è stata certamente la cosa che più delle altre mi ha immediatamente sollecitato l'attenzione il dito all'oblio
Anche l'osso ordinamento riconosciuto leggo
Diritto hanno arrestato indeterminata mente esposte da anni ulteriori che la reiterata pubblicazione della notizia può recare all'onore alla reputazione salvo che per eventi sopravvenuti il fatto precedente ritorni di attualità che nascono interesse pubblico all'informazione
Sembra semplice e polesani a guardare le legislazioni gli ordinamenti non solo italiano ma anche europea
L'applicazione del diritto all'oblio
Rimane ancora molto farraginosa e di difficile applicazione
Perché
Perché
Latte prossimità
Tra il diritto alla privacy quindi l'oblio è il diritto di ristampe dispersione come tutti ci rendiamo conto costituisce un terreno mirato rende certamente difficile qualsiasi tentativo di legislazione grazie
Grazie Gabriella
Per avere posto l'accento su questo tema
Essenziale del diritto essere informati a sapere
Però ormai c'è anche questo tutti sentore pensano di essere titolare del diritto a intervenire a interpretare spesso con abbondanza di improperi
Penso ai blog e i commenti che fare
Beh certamente non curo non
Operando contro i siti che non piacciono come addirittura
Ha minacciato il Governo regionale in Sicilia
Criticando alcune città che
Avevano dei commenti schiera sgraditi e questo non si può fare però è anche vero che una soluzione bisogna trovarla perché
Perché
Chiunque può scrivere tutto il contrario di tutto su chiunque
E sganciando mi ancora oggi una volta dal ruolo terzo di moderatore
Vi confesso l'amarezza di tre-quattro giorni fa quando uno ma mi ha telefonato dicendo che sei ditte hanno chiamato faccia di bronzo in effettivo uno in un
Blog
C'è
Puntale al quale non è piaciuto come articolo su o contro Massimo Ciancimino
Ha fatto un suo ragionamento dicevo Cavallaro lo faccia di bronzo io penso ditte che hanno resta a sta cosa chissà per quanto debba essere lo so devo richiamare l'articolo cinquecentonovantacinque the box debbo prendevo un avvocato deboli debolissime deboli devo rispondere perché poi
Paga per poi ho capito anche che spesso
Ci sono
Più si è magari noti più ciechi magari non è noto che che attacca perché così
è un processo psicologico capirà ordinario oggetto non non sei nessuno attacchi Napoli il danno è guadagni comunque attenzione perché stai parlando del Presidente della Repubblica è un meccanismo infernale
Ma comunque e chiudo subito la parentesi vi chiedo scusa se di averla perduta
Passando la parola invece alla
L'avvocato Giuseppe la Scala che legatissimo alla Sicilia anche se lavora a Milano e come ho detto pocanzi grande mecenate dell'arte prego
Grazie Grazia felice
E credo che mi sia stata teso una trappola
E l'ho capito adesso dall'intervento del nostro moderatore perché
Fra contributo tecnico di altissima qualità di Cesare fargliele quello che mi seguirà credo di Andrea pensa che un
Se non un giurista e comunque un tecnico straordinario delle nuove tecnologie
Il rischio di rappresentare meglio di chiunque altro il diritto fuori luogo intervenire sempre e comunque che spetterebbe anche grazie alla Rete agli incomplete sì e la seconda volta la mia vita che presento il libro di Ruben la prima volta fu se non sbaglio per la quarta edizione a Milano e anche in quel caso
Ho l'ho chiesto al professor Zante che cosa lo spingeva più efficacemente a pretendere che io partecipassimo a questi incontri io della materia come proprio mentre la maggior parte di voi non mi occupo da specialista
Anche se ogni volta che esce l'edizione del libro di un bene io mi approprio immediatamente la copia e inizio a controllare in modo accurato
Tutte le parti nuove che l'orrendo diverso dall'edizione precedente e questo per le ragioni che
Dirò tra un attimo
Tra l'altro qualcuno lo ha già votato siamo alla sesta edizione in undici anni e questo non è un caso
E se lo è lo è in termini assai diversi da quello che capita in ormai manuali magari di diritto privato di procedura civile
E qui dizioni si susseguono nel corso della loro storia perché ci sono novità giurisprudenziali io oggi sono
O normale evoluzione delle norme impone una revisione
Qui come notava il professor Catricalà a della protezione divisione
Ed è bellissimo leggersi all'inizio del testo le varie prestazioni che si sono succedute in questi anni che raccontano anche la storia della percezione di questa materia nel corso dell'ultimo decennio
Tra la prima è l'ultima c'è un baratro dal punto di vista anche dell'altro come dire
Consapevolezza di ciò di cui si sta parlando dicevo
La circostanza che
Questo libro rappresenti codice Catricalà appunto un work in progress e in un rapporto e ma che poi sarà ancora credo per moltissimi anni e sono sicuro che ci potremmo dare appuntamento che qui a qualche anno per presentarla muove dizione del tipo di problema
Allora questo dipende dalla circostanza che noi
Ormai che abbiamo a che fare con una clamorosa galoppata novità tecnologiche che con l'affermazione sul mercato delle relazioni di strumenti sempre nuovi sempre più ricchi di fusione di interconnessioni
Cioè
Io non so chi ha avuto la stessa esperienza che ha avuto io ma ricordo che una delle primissime lezione all'Università diritto privato il mio professore che era grande Trimarchi scrisse sulla lavagna
Le seguenti parole ubi societas subisce ivi ius ettari partita raccontare a studenti che addirittura Messico parlare
Provenendo ancora loro in gran parte da diciotto assicuro non si studiano diritto nessuna misura cercando di spiegare proprio dall'ottanta dalla radice il tema della regola delle relazioni interpersonali
Allora inizio con l'esempio del villaggio inizio con l'esempio del più ampio luogo sottoposto ad un Governo di una qualsiasi entità
Sino allo stato no come come come si è dipanato nel corso dei secoli come la sua forma si è voluta
Nel corso della storia questa era la societas così come raccontavano a studenti di giurisprudenza tra la fine anni Settanta i primi anni otto
Altri controlli mentre con l'ho spiegata nei cento anni precedenti a tutti gli studenti che prima di me c'erano seduti sulle banche nell'università
Statale di Milano in molte altre Università immagino
Oggi invece assistiamo a una
Consistenza più una societas sovranazionale virtuale rappresentata relazioni interpersonali che per esempio fanno fare fanno perno sull'appartenenza i social network
Che fanno perno sulla circostanza di essere tutti quanti parte di quello di quelli che conti prima di me hanno chiamato anche abusando di questa
Definizione il villaggio globale e di fronte a tutto ciò che il libro di un bene che di questi argomenti parla
Sia stato costretto ad aggiornarsi periodicamente con cadenza più di Biennale mi sembra li minimo probabilmente questo accadrà ancora per Camber per per tantissimo tempo
Non è una novità che nel diritto
I giuristi avvocati giudici studiosi siano costretti a seguire la prassi
Dico che si occupa di diritto commerciale anzi queste un'abitudine ordinaria l'avvocato non riesce quasi mai giudice tanto meno a intervenire prevenzione
è sempre appunto all'inseguimento delle prassi che si creano sul mercato ad un'individuazione a loro interpretazione
Alla ricerca di una qualche regola plausibile
Ma quello che sta accadendo su questi fronti in questi ultimi anni eh
Frutto di un'accelerazione che non ha mai avuto pari
Nella storia un inseguimento che le nuove prassi che sicuramente non si concluderà mai ma che dobbiamo
Evitare di correre il rischio che Segni a vantaggio della prassi un distacco crescente che vede i giuristi in ritardo clamoroso rispetto alle esigenze che la società pone
Quando questo sistema di relazioni entri in crisi quando su questo sistema di relazioni si innesta evidentemente la patologia
Qualche giorno fa a Milano io presentavo un libro racconto del grande giurista toscano Piero Calamandrei che è stato recentemente pari evitato
E era tra i donatori un avvocato che
è di anziani di voi racconterà più di quanto non racconti e in più già quali tra noi che l'avvocato dopo l'exploit avvocato milanese che è stato uno dei fondatori del centro d'iniziativa giuridica Piero Calamandrei
Ed è stato anche se non sbaglio anche se per pochissimo tempo deputato del Partito Radicale la straordinaria stagione
Di radicale degli anni ottanta
Ci descriva giudica Piero Calamandrei che quello che è vita una rivista meravigliosa che da ottantacinque tratta di questi argomenti ha rivisto e della della dell'informatica e di riforma
Simone meraviglioso sotto il profilo grafico dagli osanna te l'ho sempre straordinario di tali spunti che offre ai ai agli studiosi I pratici
L'avvocato Boneschi raccontava di una vicenda dalla metà degli anni ottanta quando
Quadro normativo e di evoluzione giurisprudenziale che su questi fronti era ancora dirà a costituire
Un problema
Il Partito Radicale intento un'azione civile nei confronti del Partito Comunista credo un provvedimento d'urgenza a Torino per chiedere
Che venisse vietata la diffusione di un volantino e quando parlo di furti normale una cosa che adesso stati preistoria ma allora lei opinioni politiche
Sì diffondevano anche con lo strumento dei volantinaggi un volantino che nel criticare la posizione del Partito Radicale travisava in modo palese ciò che i radicali affermavano con riguardo all'argomento che il bando comunista contestava
Indipendentemente dal fatto che questo fosse o meno diffamazione pro e mentre l'uomo era gli avvocati i radicali si inventarono
Una richiesta al giudice dell'urgenza
Fondata sulla tutela di un diritto alla corretta individualità
Cioè nessuno può pretendere di rappresentarli pubblicamente come io non sono saputo se questo è il frutto di un'operazione di citazione travisata di una palese erronea mistificazione di ciò che io ho detto sono rappresento
Quindi un diritto qua non vedere non vedere condizionata in modo scorretto la percezione che dell'individuo sia con la società
è un tema che allora sembrava lunare ma aprì la strada otticamente insieme a molto altro e chiaro all'evoluzione dei trent'anni successivi in materia appunto idriche l'individuo in materia di privacy e così via
Tutto questo mi ha fatto riflettere forse al senso di quello che potevo offrire al dibattito di quest'oggi e cioè non tanto il contributo uno specialista sulla materia quanto una riflessione visto che nel tempo libero ogni tanto mi capita di ragionare sulle sorti di questa professione
Dicevo o contributo
Ad immaginare il ruolo che l'avvocatura può con riguardo a questi a questi argomenti a ridere e ci torno e ci torno tra un istante però
Se mi è consentito una breve parentesi
Vorrei approfittare di questa occasione anche per mettere i piedi nel piatto
In modo tale che
Gruber prima il presidente Pitruzzella poi possono eventualmente accennarne capire se
Con riguardo a questioni che
O sono
In questo momento la faccia l'opinione pubblica ovvero ci riguardano o riguardano molto di noi nella pratica tutti i giorni c'è qualche spunto da approfondire
Diritto all'oblio in questi giorni
Con
Riguardo alle vicende della nuova tangentopoli milanese si è molto parlato indipendentemente dal tema dei reati commessi delle figure dei coinvolti in questa bici
Venda già Stefano Frigerio che i milanesi e ricordo le conoscono addirittura agli anni Settanta e di quella figura che invece è rimasta sottotraccia fino a Tangentopoli appunto degli anni Novanta che era Primo Greganti
Sulla vicenda di Primo Greganti ho letto commenti
Del tutto giustificate assolutamente plausibile
Stupiti di chi diceva ma come Primo Greganti è
Iscritto al Partito Democratico lo hanno ripreso nel Partito Democratico ma come Primo Greganti lavora come consulente per le cooperative indipendentemente dei reati commessi non è gravemente inopportuno che momento economico si rivolga come consulente commerciale un soggetto che è stato coinvolto in ciò che è stato coinvolto
Sono ripeto valutazioni del tutto plausibile
Fa tengono conto del fatto che Primo Greganti condannato in seguito le vicende novantadue ha scontato regolarmente la sua pena la vera è scontato la pena
Avere pagato il proprio debito con la società come si diceva un tempo
Permetti o non permette al soggetto che ha sputato appena di iscriversi a un partito di partecipare come la Costituzione prevede all'elaborazione delle linee politiche
Di un Paese
Di fronte all'obiezione obiezioni di questo tipo non sorge anche a convocato soprattutto
Il la questione della tutela del diritto costituzionale a chi
Indipendentemente dal diritto all'oblio se paghi il pubblico si può parlare con personaggi che hanno pubblico rilievo addirittura fatto qualcosa di più che pretendere che si dimenticasse il suo passato
Pagare
Effettivamente il proprio debito con la società scontando una pena detentiva un minimo
Bene se questa persona scontando la sua pene pagando il debito con la società
Pensa di poter ritornare
All'interno della stessa a pieno titolo innanzitutto a Morando ha diritto di poter sperare in continuano a fare ciò
Che sa fare
Sa fare talmente bene secondo secondo secondo i magistrati data spero
Forse
Esagerato ma può fare ancora ammesso e non concesso che il Primo Greganti possa farlo rispettoso delle norme o fare il consulente commerciale
Vedete
Indipendentemente dall'affermazione al diritto all'oblio e prima ancora di questo
Il tema per esempio di
Del rilievo che la storia di archivi togata giornalistico o meno danno alle vicende di una persona soprattutto quando questa voi
Si pone in modo diretto o indiretto all'attenzione dei consociati perché
Cerca per sé
O cerca per i propri cerca per i propri consociati un consenso elettorale
è un tema che in ogni caso ci riguarda come cittadini e come giuristi
è corretto invocare il diritto all'oblio perché vuole far dimenticare il suo passato che oggi forse non c'è più ma che
Forse gli elettori avrebbero il diritto in ogni caso di conoscere
Noi non siamo ancora abituati alle analisi del sangue che i candidati all'elezione di qualsiasi tipo gli Stati Uniti d'America supporto da parte di opinione pubblica e del giornalismo specializzato in quel Paese però
Per esempio l'avvocato Spagnolo che ha invocato un colpo di spugna
Sul suo passato di debitore professionale inadempiente
Avrei potuto invocare questo suo diritto all'oblio nel momento in cui ci fosse dopo per pagare i suoi debiti è candidato ha una qualche ruolo pubblico al proprio Paese
A questi argomenti io non voglio rispondere qui pongo alla vostra sensibilità di giuristi di giornalisti come vedete
La materia richiede un approccio che dal nostro punto di vista sia il più aperto possibile ma anche più problematico
Perché io credo che i giuristi Roma partecipano tra un istante soluto quando sono così tanto e diffusi come adesso e giornalisti dall'altra dovrebbero avere rispetto all'opinione pubblica rispetto alla società che perde uno un ruolo di
Lievito anche rispetto alle
Pone pratiche di ragionevolezza che ogni tanto per esempio con la politica
Non pratica più come un tempo era uso praticare seconda questione non dei nonché i di
Diciamo così non sotto l'attenzione giornalistica ma
Forse alla nostra attenzione vi aderenti a social network che magari ha sociale troppo professionali
Faccio un esempio non di Facebook il cui dibattito potrebbe essere paragonato alle sale perché chiacchiere da bar di un tempo ma faccio l'esempio di un social network come l'interim al quale sono sicuro moltissimo che si vede voi
Appartengono allora l'interim è un social network
Professionale riservato esclusivamente alla coppia uniti dei professionisti degli operatori economici
Inviterei esista una funzione
Nella quale ciascuno collegato a un determinato profilo e chiamato se lo vuole a conservare le competenze che quel profilo a
Ha raccontato disse
Se io il mio profilo scrivo che so fare questo questo e quest'altro
I miei collegati possono confermare che il vero lo sanno io è proprio vero che so fare questo quelle questa o addirittura so che sei fare questo di questa volta esperienze quindi selezionare anche le competenze sulle quali io ti offro la mia preferenza
Presenza di un tempo si chiamavano erano le referenze che circolavano per lo più in modo informale oggi invece sono formalizzate nuovo
Non sono dirette a un soggetto in particolare ma solo diretto a una
Comunità indistinta gli utenti del servizio che possono sapere chi appunto compiuta endorsement in questo tipo nei confronti di un professionista di un imprenditore
E istruiscono notizie che hanno un rilievo di carattere economico tant'è che sono utilizzati in un sito esclusivamente professionale siamo sicuri che referente di questo tipo non facciano sorge responsabilità
Di qualche natura qualcuno disposto a scommetterci solo chiacchiere da bar sono generiche referenze
Nessun problema io sono così sicura al contrario che accetto scommesse sono sicuro che tra qualche anno e forse tra qualche mese visto l'accelerazione ci sarà chi
Magari in una causa professionale contro l'avvocato che si è rivelato molto più scarso del previsto sull'argomento che invece dichiarava di padroneggiare
Citerà in giudizio quelli che hanno manifestato o la loro
Sicurezza quanto al fatto che il professionista fosse invece effettivamente abile ed esperto su quelle materie
Come vedete
Su argomenti di questo tipo la possibilità di dibattere e di affrontare questi temi in modo non scontato in modo sempre lungo il modo profondamente interconnesso
Con non soltanto normative specialistiche ma addirittura con un ordine primarie la Costituzione innanzitutto e all'ordine del giorno e richiede poco da parte nostra un'attitudine di studiosi capaci di sganciarsi dal risaputo dal banale
Dalla dal dal didascalico
Allora torno alle ragioni della mia presenza
Può darsi che io sia qui soltanto profili mio punto di vista
Su questo concludo
Alla comunità degli avvocati in genere sull'utilità Filippini di questo manuale lo faccio
Lo faccio senza difficoltà
Proprio parlando della mia esperienza personale e lo faccio ad un esperto di questa materia che però per esempio sui capitoli tre sei e nove che sono quelli che trattò in particolare delle nuove forme di innovazione
Internet e dei nuovi strumenti tecnologici secondo me in questo momento quanto di più aggiornato si possa reggere e lo faccio perché io ritengo
Che sei duecento mila avvocati che
Adesso praticano il mio mestiere
E che non sono più una categoria perché non si è più una categoria quando si è in duecento mila e si è tutto e il contrario di tutto
Approfittano di questa situazione per far diventare quella che è oggi con la crisi un'opportunità e dell'opportunità di una
Diciamo così
Consapevolezza diffusa delle esigenze del diritto come non c'è mai stata la nostra società perché duecentomila avvocati che per me è una società
Forse costituiscono sicuramente costituiscono un problema dal punto di vista professionale proprio vista reddituale ma sicuramente costituiscono anche l'opportunità dal punto di vista della diffusione e la cosa per quanto giuridica
Si mettono al servizio di questi argomenti e aprono
Le loro menti alle frontiere che questi argomenti rappresentano
Può anche darsi che si finisca di farci una concorrenza serrata
Su
Le questioni rispetto alle quali oggi forse offriamo il minor valore aggiunto mi riferisco alle
Vicende risapute
Da recupero crediti della responsabilità civile materie sulle quali ormai
C'è addirittura il rischio che
Si sottragga alla funzione alla competenza forense
Un'attività che invece oggi si va strutturando in termini sempre più lontani dal diritto puro invece più vicini a quelli che l'attività di impresa però ma invece
Gli avvocati
Si concentrano sulla emergenza rappresentato dal nostro sistema di relazioni allora io penso che ci sia
La possibilità di raccontare al Paese che duecento mila avvocati
Dieci volte quelli che ci sono in Giappone
Cinque volte quelli che ci sono in Francia sei volte previsioni in Francia
Rappresenti un certamente un problema ma rappresentino anche inopportunità
L'opportunità
Insomma io spero che questo libro se lo comprano tutti gli avvocati che stia nelle biblioteche tutti gli avvocati come ci stai mamma ma di diritto privato sul quale abbiamo studiato all'università perché queste ormai sono fatte rispetto alle quali il meglio di noi non si può non si può prescindere
Sono materie che percorrono strati vastissime dalla popolazione e quindi della nostra potenziale clientela
Per tornare a Catricalà se queste materie sono un cantiere aperto il mio auspicio è che gli avvocati si rendano conto che la loro funzione sarà giustificata anche da loro capacità di essere manovali in questi cantieri
Grazie avvocato La Scala per le interessanti questioni e i quesiti dirigenti che ha posto che daranno materia del professore relazionante Petruzzello AP svilupparli grazie anche per i consigli per gli acquisti visto che ci siamo dico che il volume in vendita all'esterno di questa sala
Perché vedo comunque molta attenta però non vorrei che si abusasse del tempo di tutti noi e quindi tutti voi Pardo e quindi cerco di accelerare abbiamo soltanto venti minuti di ritardo sulla tabella diverso è ma penso che riusciremo a recuperarli facilmente per cui io penso che in una mezzoretta massimo tre quarti d'ora riusciamo a liberarci d'altronde i temi sono così interessanti che un approfondimento li meritano
E
Che sono le questioni delle quali siamo immersi e siamo immersi con queste reti telematiche che finiscono per essere dei fili invisibili che agro Migliaro la nostra vita per cercare di dipanare abbiamo un ingegnere vediamo se riusciamo a sciogliere qualche nodo con l'ingegner Andrea pensa
Che il Presidente dell'Associazione per tecnologico e l'informazione la comunicazione grazie
Grazie grazie al moderatore che mi ha mi ha dato la parola
Innanzitutto voglio ringraziare
In particolare professor danzante l'amico comprende che mi onora della sua amicizia da mai da un po'di anni
Con il quale
Abbiamo fatto siamo facendo delle cose insieme per cercare di
Prendere sinergici diciamo gli aspetti tecnologici con con quelli con quelli del diritto ringrazio anche tutti i presenti c'è il Presidente della Fondazione ci ha ricordato
Voglio rigidi diciamo di dei grandi di grandi giuristi di grandi dei grandi personaggi
Certamente prima lo diceva l'avvocato La Scala ma forse il mio compito e ancora più arduo perché mi trovo a parlare dopo il suo intervento
Prima dell'intervento del del professor danzante e prima dell'intervento conclusivo del del professor avvocato Pitruzzella
Credo che me forse riuscivo accavallerà rispetto a questi illustrissimi personaggi di grandissimo livello proprio perché non essendo un avvocato posso parlare di altre cose quindi di mi posso indirizzate
Allora io sono il presidente dell'associazione delle tecnologie dell'informazione della comunicazione
Che è un'associazione una realtà presente in Italia da circa cinquant'anni quindi noi stata fondata
Del mille novecento sessantadue agli albori dello sviluppo della Comunità europea
è stata fondata proprio per dare un contributo diciamo tecnologico legato alle all'evoluzione dell'Unione europea
Il fatto per questo motivo noi siamo un'associazione che ha delle gemellate in tutta Europa e insieme apparteniamo alla Federazione degli ingegneri di telecomunicazioni della Comunità europea
Oggi ovviamente questa associazione non si occupa più soltanto di telecomunicazioni ma si occupa ovviamente di information and communication technology e da
Due anni a questa parte cinque cicliche occupiamo anche di tecnologie legati ai media I new media alle televisioni dai broadcaster
Questo perché perché evidentemente tutte queste aree oggi hanno necessità forte di una sinergia molto spinto e quindi noi pensiamo con la nostra esperienza di poter dare un contributo
Da questo punto di vista
Cosa ci fa un ingegnere legato all'ICT e alle telecomunicazioni in un consesso così prestigioso di giuristi
Adesso lo vediamo magari cercherò di spiegarlo piano piano che durante il mio intervento io partirei da un fatto allora sicuramente la nostra vita PIL prima
Diciamo privata e professionale
La vita del mondo diciamo è stata caratterizzata sempre da grandi eventi quello che gli inglesi tutti distratti sennò che hanno creato delle discontinuità forti purtroppo alcuni sono eventi calamitosi
Locali o globali pensiamo per esempio all'attentato alle Torri Gemelle sicuramente che ha cambiato la vita di tutti ha cambiato la vita del mondo
Sicuramente
Il sacrificio di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino
Il cui ecco non è soltanto legato alla città di Palermo ma è legato sicuramente a tutto il nostro Paese
O il terremoto che ha colpito duramente la città dell'Aquila sicuramente oggi la vita degli aquilani non è più come prima
Per fortuna ci sono anche degli eventi diciamo di tipo fortunato enti positivi
E questi eventi spesso sono legati a delle scoperte scientifiche che nel corso della storia hanno evidentemente cambiato la vita di tutti noi
Mi riferisco soltanto per fare degli esempi all'elettricità
Alle onde radio che hanno poi portato alla televisione a tutto quello che la televisione ha comportato alle reti mobili che dal mille novecentonovanta sicuramente hanno cambiato il nostro modo di vivere la vita privata e professionale
E adesso mi riferisco soprattutto
Alla
Allo sviluppo e alla diffusione della rete internet
Quando io dico scoperte importanti io mi faccio riferimento a quelle scoperte per cui la vita nostra non è più come prima dopo questa scoperta la vita nostra e cambia vale
E sicuramente tutti noi oggi possiamo possiamo credo essere d'accordo che lo all'ASP l'avvento della rete internet in oggi ha cambiato la nostra vita ha cambiato la vita privata perché non la nostra vita privata
Sia giovanile SDO è diversa la nostra vita professionale e poi profondamente diversa
E questo è un primo è un primo aspetto sulla sul quale non dobbiamo riflettere
Quali sono evidentemente litiganti benefici che ha prodotto l'avvento della rete internet beh sicuramente quello che oggi inglesi
Di inglesi indica come l'ONU e scommettere quindi tutti noi siamo connessi permanentemente ci rapportiamo permanentemente
Alla Frattini voi e fra poco non saremo soltanto commessi noi ma saranno anche connesse le cose i dispositivi
Da uno studio che viene fatto
è stato fatto dalla Società Eriksson a cui ho anche
Appartenuto per un po'di tempo
Si stima che nei prossimi anni arriveremo alla bellezza di cinquanta milioni di dispositivi connessi fra di loro attraverso la rete
Fra persone
E cose quindi ognuno ogni cosa ogni elemento ogni dispositivo fra cui l'uomo che è un dispositivo intelligente ha una sua identità ha un suo ha una sua ha un suo città una sua identità con la quale
Comunica tra
E si relaziona con gli altri questo evidentemente
Una
Una scoperta di grandissimo rilievo o no che come dicevo prima coinvolge che condiziona la nostra vita
E quindi
La ricchezza di potere essere sempre connessi e di poter accedere alle informazioni che ci interessa alla cultura e in maniera veloce in maniera affidabile fra virgolette poi questo ci tornerò
E e quindi la capacità di potersi relazionale sempre e di potersi diciamo di poter colloquiare sempre con i nostri simili e con i dispositivi questo è sicuramente un beneficio un vantaggio chi da casa dall'ufficio è in relazione continua con tutto il mondo
Ovviamente ci sono i lati negativi quali sono i lati negativi che o almeno potenzialmente negativi che noi siamo sempre in vetrina
è come se fossi sempre
Contro controllati insomma in vetrina e quindi colino con le nostre foto con le nostre informazioni con le cose con la nostra personalità e quindi questo evidentemente da un certo punto di vista è affascinante soprattutto per il mondo giovanile
Ma certamente pericoloso pericoloso perché pone
Problemi
Diciamo di un certo livello abbastanza seri di privacy e di sicurezza e poi questo lo vedremo
Altra considerazione
Noi oggi ci lamentiamo spesso anche nelle nelle realtà nei congressi
Li facciamo sempre difficoltà
Ad avere quel numero di aderenti e di membri che avevamo in passato rigidi si partecipa meno i congressi ci sia oggi si segna meno alle associazioni io oltretutto oltre ad essere Presidente citi sono consigliere di Federmanager
Vi è la federazione del dei dirigenti d'azienda e anche lì c'è un problema di
Vic nudi numeri i numeri stanno stanno diminuendo
Ecco
E molto si fa sempre riferimento si dà sempre la colpa la crisi è perché non ci stanno soldi è perché evidentemente la gente si sta un po'ritenendo su se stessi in realtà se voi ci pensate bene
Le ragioni sono fondamentalmente riconducibili a due in particolare
La prima è
Perché negli anni passati si andava ai congressi e ai convegni e ci si x si portava i propri contributi o si ascoltava i conti contributo degli atti per due motivi primo perché
Bisognava aggiornare la propria cultura di base
Secondo perché si aveva la necessità Meredith di relazionarsi e di scambiare
Opinioni e informazioni con gli altri ecco oggi questi due aspetti si fanno attraverso la rete
E quindi molto spesso non c'è
O non si sente più la necessità di poter realizzare questi aspetti attraverso
Questo da un lato è negativo però dall'altro evidentemente anche qui apre delle prospettive delle prospettive di un centro un certo limite
Ecco detto questo io credo quindi che parlando quindi della privacy e della tale sicurezza evidentemente
Esiste oggi la necessità
Che il diritto affronti queste problematiche e
Le deve a mio giudizio affrontare in piena sinergia con quelli che sono magari gli esperti delle tecnologie ecco dove si inserisce un po'questa sinergia
Una tecnologia abilitante oggi è in grado di cambiare anche gli usi i costumi delle persone nella vita privata e nella vita professionale in maniera
Ripetente repentina
E questo continua a porre problemi di aggiornamento del diritto allora è assolutamente indispensabile che ci sia una forte sinergia fa coloro che
Detengono la competenza sulle tecnologie che possono quindi indirizzare anche la normativa
E tutti coloro che possono invece preposti a sviluppare questa normativa
Ecco quindi perché la nostra associazione da un anno e mezzo a questa parte ha creato piano a ha cercato di
Sviluppare una sinergia molto forte con il mondo col mondo del del diritto
Fra le altre cose nel nostro Consiglio Direttivo c'è anche un avvocato giurista proprio per questo motivo abbiamo fatto dei convegni anche sul cloud computing in cui ci siamo scambiati esperienze fra giuristi effratta estratta technology chiamiamo
Quindi questi due aspetti io credo io credo che su un qualche libro del professor Zante mette molto bene in evidenza
Questo stretto rapporto che c'è fra la tecnologia e il diritto io in particolare mi riferisco ai due capitoli che più ci riguardano e sono il
Il capitolo sesto MIBAC nonché quello delle regole della Rete
Quindi partendo dall'evoluzione tecnologica partendo da questa capacità di banda e di
Larga banda ultra larga tende all'infinito mai partendo da questi presupposti in questo pranzavate pone effettivamente
Il problema della normativa su vari aspetti innanzitutto nel capitolo il sei punto uno
Parla evidentemente della
Della del principio della sinistra dell'assimilazione
Della pubblicazione cartacea a quello mai quindi c'è proprio facendo riferimento alla legge del sette marzo due mila uno
Nel capitolo sento due parla della diffamazione in rete eccome evidentemente può essere normata
Nel capitolo sei punto tre parla della responsabilità del di internet service provider che come voi sapete
è colui che
Fornisce poi di fatto la
La connessione affinché le foibe informazioni poi possano transitare
Cosa far transitare cosa non far transitare c'è una norma che va evidentemente evidentemente aggiornate
Nel secondo quanto c'è la
Ovviamente la
Tutta la la materia della della tutela del diritto d'autore via internet di cui
Sterilizziamo è stato accennato poco fa
E poi il capitolo sei punto cinque la rete che il diritto allo studio
Qui anche qui ultimamente l'ultimo intervento è stato
La stanza esplicito anche quello dell'avvocato La Scala che ha posto del delle problematiche dice
Ecco professor Zanghì in questo capitolo descrive e affronta molto bene queste tematiche rapportando le sempre
A quel alle a quello che la tecnologia in questo momento è in grado di utilizzarle
Poi c'è il capitolo nove che il capitolo forse più tecnologico che è quello delle delle tecnologie bene proprio della descrizione delle varie tecnologie
E qui parliamo senza dilungarmi perché io qui potrei parlare all'infinito ma possiamo evidentemente parla disc implicitamente del cloud computing
Il il moderato che all'inizio diceva io non sono in grado di dire cos'è il cloud computing forse ci sarà qualcuno che lo saprà fare magari lo dia un attimo verrebbe ma sempre in funzione poi delle problematiche giuridica il caldo compiuti
Quello che oggi noi chiamiamo il green mai sentito cioè l'information and communication technology
Verde
Cioè tutte le tecnologie
Che servono a migliorare evidentemente la qualità della vita la qualità della vita delle persone
Quindi non soltanto da un punto di vista dell'ambiente ma anche da un punto di vista
Proprio delle delle proprie attitudini
Per esempio la Smart mobility
La Smart mobility oggi quando si parla di smart mobility si parla di fondamentalmente di due cose o della mobilità intelligente e verde quindi spostarsi meglio spostarsi con auto elettriche ma si parla anche di non non mobility
Per esempio il telelavoro lavorare da casa avere tutti gli strumenti che la tecnologia in particolare la larga banda e la banda ultralarga mettono a disposizione della
Ma anche in questo caso come voi potete pensare
Si può ipotizzare la diffusione di tutte le volte in Giunta e del lavoro senza porsi il problema di regolare
I diritti
G rivedere un attimo i diritti e doveri dei lavoratori
Ovviamente no quindi anche in questo caso noi stiamo spingendo molto il Governo
Sicuramente adesso al
L'onorevole Madia che si occuperà di Agenda digitale noi siamo in contatto con
Con con le istituzioni proprio per cercare di Schifano sviluppare questa digitalizzazione del nostro Paese ma per fare questo abbiamo bisogno di una grande sinergia
Fra diritto e tecnologia proprio per affrontarla in maniera globale
Ecco il cloud computing perché mi riferisco a questo perché è un tema che
Il professore Zante affronta nel capitolo nuove in maniera prioritaria allora il cloud computing corse
Famosa minimale non è altro che insieme non è altro che è sempre facile è un insieme di tecnologia
Di consentono di centralizzati sistemi applicazioni attraverso un'ultima carta fumi distribuite
Cosa
Cosa bestiale se
Ma questo che cosa comporta
Comporta evidentemente che
Soprattutto
Nelle aziende nella pubblica amministrazione la possibilità di fare in modo che
Le applicazioni software dei sistemi non siano
Vicini all'utente non sia vicini nell'azienda un nel
Ma siano
Centralizzati attraverso piattaforme questo che cosa comporta in un mondo nel quale
C'è una crisi economica molto una spinta comporta un'efficienza e anche una riduzione di costi
E poi una
Necessita di un dovere avere
Evidentemente tecnici e
Personale le persone diciamo
Competenti della singola azienda al sicuro
Quindi di Claudio è evidentemente la cosa e questo perché perché la gente che da questa possibilità perché impuniti grandi sette
Quello che per esempio sta cercando di fare l'ingegner Ragusa nell'agenda digitale no quello di centralizzare del delle piante dei server
Dove potevo
Sviluppare delle piattaforme alle quali poi cittadino attraverso internet con la molto dopo il professionista nella sua azienda
Possa accedere in maniera
Veloce ed efficace
Ovviamente scollato sì di rosso anche tutti quelli che sono i costi di manutenzione di upgrading insorto banca dati la mano ma
Mantenuto altrimenti
Dell'azienda
Quali sono i due nodi cruciali di questo aspetto allora il dato informazione la protezione del dato e la sicurezza
Ecco questo evidentemente il giurista insieme al tecnico devono ancora lavorare molto e lo stanno facendo
Allora perché la gente ancora è restia a lasciare a mandare i suoi dati ad allocare Cedat nelle piattaforme di cloud computing perché ha paura della dette perché ha paura che la protezione del sudato
Non è sufficientemente adeguata pensate non solo al cittadino ma pensate anche all'azienda pensate al dato che appunto il
E al dato che ha
Di un tubo poi ammazzo dove c'è una concorrenza spietata dove il valore dell'informazione determinante per il business
Allora il dato deve essere
L'azienda il cittadino deve essere il sito
Che il dato è tot etto
E che nessuno possa accedere a questo dato in maniera fraudolenta
E poi il problema della sicurezza ovviamente il dato cederà le poche informazioni vuol dire realizzando la connessione verso il sette attraverso una ridente
E la vogliamo proteggere questa legge la vogliamo rendere sicura la vogliamo rendere sicuro
Perché altrimenti anche se il dato protetto nel momento in cui il dato viene trasmesso se non ci sono oltre i termini di tentazioni di criteri di sicurezza molto forti evidentemente il dato
Può perdere anche la sua la sua
Diciamo
La
Poco diciamo sì dei può può essere deteriorato e quindi non più utilizzabile dall'alta
Tamquam
Dall'utente ecco questi sono aspetti importanti nei quali
La sinergia fra diritto e tecnologie fondamentali perché non si può normare senza conoscere come sta evolvendo la deontologia e quale indicare quali indicazioni ponte
D'altro canto le tecnologie devono essere al servizio dell'uomo al servizio del consumatore al servizio dell'azienda
E quindi rispettare
Diritti e doveri e quindi
è evidente come questo aspetto debba essere sempre più importante in futuro sarà sarà sempre più pronta
Grazie
Marco spaziare
Davanti a questo mondo che cambia
E che
Io pensavo che
Correndo in tre ore da Roma a Milano o navigando velocemente sui interprete fossimo già quasi al anticipa all'evoluzione invece ascoltando lei penso che forse e per esattamente il contrario siamo solo agli inizi pensavo l'altro giorno leggevo di questi occhialini che si stanno sperimentando per poterebbe leggere internet mentre si cammina per strada ma anche registrare quello che si vede
Ma immaginiamo cosa
Potrà accadere se
Stessi
Potrà registrare tutta la sua propria vita per tutte le due si potranno rivedere dopo trent'anni le immagini un giorno che abbiamo vissuto da da ragazzi e
Benissimo l'esercizio alla memoria diventerà un'altra corsa
E quindi esistono si pongono problemi giuridici per
Per gli avvocati per i magistrati ma si pone un problema anche di formazione di tutela delle delle notizie per tutti beh sopra alcune di queste risposte ai quesiti alle questioni poste stanno nel libero di
Ruben
Roccaro versante che docente alla Cattolica di Milano e alla Russia di Roma ed è all'uno e chiedo la parola adesso prima di passare poi alla conclusioni del professor Pitruzzella
Innanzitutto io davvero non posso non inflazionare la categoria dei ringraziamenti ma devo a mia volta
Dei ringraziamenti sinceri innanzitutto il presidente Pitruzzella che ci onora qui della sua presenza che chiuderà poi I lavori riconducendo assi interessi molto meglio di quanto non fare io tutti di molteplici spunti che si sono
Diciamo affacciati all'orizzonte in questo dibattito e poiché certamente i promotori
Il
Presidente della Fondazione Tricoli Fabio Tricoli il Presidente dell'ordine dei giornalisti
Arena e il Presidente Greco degli avvocati l'amico Stefano Giordano che è stato molto solerte anche nel promuovere questo evento insieme con i promotori
Ufficiali e poi tutti gli altri relatori che oltre che essere esperti o comunque appassionati alla materia sono anche degli amici è chiaro che
è sempre è scomodo e imbarazzante parlare del proprio libro io cercherò di farlo il meno possibile cercherò soltanto di dare qualche risposta ad alcune provocazioni che
Si sono affastellate in queste due ore di
Dibattito e partendo proprio dalla questione
Del rapporto tra diritto tecnologia cioè di come
Il diritto sia in affanno rispetto alla
Valanga tumultuosa di cambiamenti indotti dalla tecnologia e di come questi cambiamenti debbano essere in qualche modo governati
Dal diritto abbiamo una normativa che in alcuni ambiti è lacunosa come è stato
Evidenziato molto bene in questo contesto
E la giurisprudenza però da una parte agli sforzi di autoregolamentazione di autodisciplina degli operatori stanno cercando di fissare dei paletti dei punti fermi su questo
Su questi punti del diritto di cronaca e
Qui siamo in un'occasione
Come è stato ricordato di tipo formativo c'è un obbligo di aggiornamento che esiste per gli avvocati insiste per i giornalisti siamo tutti chiamati ad aggiornarci sua spetti che intercettano
Diciamo aspetto mamma mondi particolari delle nostre professioni e io far francamente sono molto favorevole a questa norma che ha introdotto anche per i giornalisti l'obbligo di aggiornamento perché ritengo che una delle motivazioni per le quali la professione giornalistica perso di credibilità è anche quella che i giornalisti per mancanza di tempo a volte per pigrizia volte perché
No stimolati da editori che
Non fanno gli editori ma fanno sempre altre cose fuorché gli editori ecco hanno un po'trascurato e quindi io credo che questo stimolo dell'aggiornamento debba essere colto al volo e questa iniziativa credo rappresenti una testimonianza
Lodevole di come anche i giornalisti vogliano in qualche modo tornare a studiare a documentarsi ad apprendere quelle norme deontologiche che hanno già dovuto studiare per superare l'esame di Stato ma che poi fanno fatica
Ad applicare ripeto un po'perché a volte ne dimenticano un po'perché
Tante altre volte non le conoscono perché sono uscite anche di recente quindi non hanno avuto modo di focalizzarsi sui contenuti di queste carte deontologiche e tante altre volte
Chiudono colpevolmente un occhio come è stato evidenziato da alcuni relatori prima di me eppure
C'è
Una bussola che dovrebbe orientare l'agire dei giornalisti ed è questo principio dell'essenzialità dell'informazione che è stato solo l'ambito in alcuni degli interventi ma che credo sia il nocciolo della questione
Il giornalista dovrebbe ispirarsi a questo principio dell'essenzialità
Essenzialità vuol dire riportare soltanto quei particolari che consentono di
Diciamo completare l'informazione quindi di dare un'informazione completa quindi particolari non eccedenti
Particolari che non riguardino per esempio
Persone collegate ai protagonisti dei fatti che a volte non c'entrano nulla e vengono tirati in ballo soltanto perché bisogna riempire degli spazi
è no così facendo però si ledono dei diritti delle persone quindi essenzialità che affonda le sue radici già nella sentenza decalogo
Del mille novecentottantaquattro che ha scolpito i tre principi che dovrebbero ispirare il diritto di cronaca e quindi la verità dei fatti oggettiva o anche solo puta attiva la continenza della forma espositiva l'interesse pubblico
Alla notizia quindi riportare fatti soltanto di interesse pubblico
E poi l'articolo gli articoli cinque sei del codice deontologico dei giornalisti quello che i giornalisti si sono dati
Quando uscì la legge sulla privacy perché ovviamente non potevano essere obbligati come tutti gli altri cittadini a chiedere il consenso al trattamento dei dati personali
Ma per rendere credibile la loro professione e per poter rispettare in forme diverse la privacy si sono dati questo codice deontologico di tredici articoli
Che si sono impegnati a rispettare
Per garantire un corretto esercizio del diritto di cronaca in questi articoli agli articoli cinque sei in particolare scolpito questo principio delle sia inserita e si dice
Che i giornalisti devono riportare solo quei particolari che consentono di completare la notizia cioè di dare un'informazione completa
Ma che non siano eccedenti quindi i criteri che deve seguire il giornalista prima di pubblicare una notizia da una parte devono essere quelli della
Qualificazione pubblica del soggetto e dall'altro quello dell'originalità dei fatti
Se originalità dei fatti viene confusa con curiosità morbosa Oppong voyeurismo siamo fuori strada perché vuol dire che scadiamo in quella barbarie di cui
Si è parlato all'inizio di questo dibattito quindi
Il giornalista deve
Rispettare le regole che lui stesso si è dato per rendere credibile questa professione e lo deve fare come è stato detto a maggior ragione quando fa cronaca giudiziaria mi pare riferimento opportuno visto il luogo che ci ospita
Nel due mila e nove è stato fatto un Codice sui processi mediatici
Il Codice originato da una
Delibera dell'Agcom del gennaio del due mila otto all'epoca era Presidente Calabrò che si pose il problema di impedire che i processi si facessero negli studi televisivi e fare in modo che si facessero nelle aule dei tribunali questo accordo questa delibera poi avviato tutto un dibattito che si è concluso nel maggio del due mila nove quando ordine dei giornalisti Federazione nazionale della stampa
TV
RAI Mediaset Telecom Italia Media Aeranti Corallo tutte le tv locali si sono impegnati a firmare questo codice A impedire
Che nei negli studi televisivi si anticipassero le conclusioni di un processo cioè si pretendesse di decidere se uno colpevole o innocente
Questo codice viene sistematicamente violato
Non devo ricordare io i casi Avetrana i casi Garlasco tanti altri processi che hanno dei degli elementi di prossimità anche con la politica è purtroppo l'Agcom dovrebbe
Stabilire delle sanzioni per le
Per per l'Agcom dico non non l'Antitrust l'Agcom dovrebbe stabilire delle sanzioni per le tv che violano questo codice l'ordine dei giornalisti dovrebbe sanzionare sul piano disciplinare ora ci sono i consigli di disciplina non c'è più l'ordine
Che al suo interno
Discute questi procedimenti c'è chi sono i consigli disciplina che dovrebbero applicare delle sanzioni che arrivano fino alla radiazione dall'ordine per quei professionisti
Che si rendono complici di questa mediatizzazione esasperata dei processi è questo è un altro punto sul quale mi pare si debba riflettere è stata evocata dall'amico Giordano la la diffamazione on line il tema della diffamazione on line
Certamente si va a livello di orientamento giurisprudenziale verso una sempre più spiccata configurazione del reato come reato di evento che si perfeziona attraverso il click calcio di almeno tre persone sul link incriminato
Però si
Cammina sempre sulle sabbie mobili perché come si diceva non esiste una normativa ad hoc così come l'annoso problema dell'applicazione
Dell'articolo cinquantasette con la responsabilità del direttore io ricordo soltanto
Il visto che siamo in Sicilia il caso Ruta del quale
Si è parlato molto che è stato questo Carlo Rutelli era un blog siciliano è stato prima condannato dal Tribunale di Modica e poi anche dalla Corte d'Appello di Catania un caso così trascinato per cinque anni l'anno scorso la cassazione lo assolto per come perché lo ha ritenuto non colpevole del reato di stampa clandestina perché c'è sempre questa
Scorretta interpretazione della legge sessantadue del due mila e uno sull'editoria anche on line che pretenderebbe di assimilare di equiparare tout-court i giornali on line ai giornali cartacei cosa
Impossibile financo per ragioni ontologiche come è stato ricordato e quindi io credo che anche su questo
Occorre che
Ci sia una maggiore consapevolezza da parte del mio gli operatori ma anche da parte di chi poi è chiamato a giudicare su questi casi
Il diritto all'oblio l'avvocato La Scala ne ha parlato ponendosi delle domande ponendoci delle domande
Io all'indomani della sentenza del giudice di martedì scorso della Corte europea ho ricevuto tantissime
Telefonate e richieste di pareri di interpretazione interviste su questo tema e ho chiarito fin dall'inizio una cosa che non mi pare sia emersa dalle ricostruzioni giornalistiche di questi
Giorni
E cioè che questa sentenza non è affatto un colpo di spugna sulla nostra identità virtuale digitale tale per cui ciascuno di noi da domani mattina può scrivere al cupole dire
Ho pubblicato una foto di due anni fa che non mi piace mi sono un po'pentito e cerchiamo di rimuoverla dal motore di ricerca non è così che funziona la sentenza dice molto chiaramente
Che va a operatori un bilanciamento
Tra il diritto del cittadino ad essere informato e il diritto alla privacy del soggetto titolare di quei dati cioè protagonista di quelle notizie chi deve operare questo bilanciamento i cittadini
Possono chiedere a Google ai motori di ricerca la rimozione dei link rispetto agli articoli che sono stati indicizzati dai motori di ricerca oppure in mancanza di una risposta positiva dal motore di ricerca possono rivolgersi al Garante della privacy possono addirittura a dire le vie legali ma e non è che queste richieste vengono accolte tout-court ciascuno di noi può ripulire la sua identità a sua immagine e somiglianza o secondo le sue comodità non è così perché esiste comunque un necessario equilibrio tra il diritto alla memoria storica il diritto alla ricostruzione storica
Quindi ciascuno ha comunque dei fatti di rilevanza pubblica che l'hanno visto protagonista nel bene e nel male che non possono essere cancellati ma c'è anche poi
L'esigenza di tutelare
Il diritto alla privacy e quindi il diritto all'oblio che in alcuni casi effettivamente non è stato tutelato quindi
Ho sentito anche dei vertici di Google con i quali ho
Dei rapporti mi dicevano noi abbiamo ricevuto tantissime richieste di rimozione ci prenderemo alcune settimane perché vogliamo capire se costituire delle task force mi ventotto paesi
Dell'Unione europea per poterla selezionare questi ricorsi filtrati valutarli e decidere se effettivamente i link che possano debbano e essere rimossi in ragione di questo bilanciamento oppure se queste richieste siano infondate siano eccessive siano pretestuose
E soprattutto accertare che queste richieste provengano effettivamente dal
Dal diretto interessato cioè dal titolare dei dati non posso io mandare un'e-mail per chiedere che venga cancellato un link che riguarda qualcuno di voi
C'è quindi un problema di
Verifica della titolarità anche dei dati primo punto secondo punto gli archivi on line dei già nanì come dice anche una sentenza memorabile la cinque mila cinquecentoventicinque dell'aprile due mila e dodici della Corte di Cassazione
Devono essere aggiornati
Il
Tema non è quello di cancellare dalla Rete che il tema è quello di de indicizzare dai motori di ricerca ma negli Archivi on line dei giornali queste notizie devono rimanere sempre per sempre
Perché io devo poter sempre come cittadino digitare dell'archivio nel motore di ricerca interno un sito internet
Una parola chiave e ho diritto di sapere tutto quello che c'è e che riguarda
Quella persona quella situazione quell'evento anzi c'è un obbligo
Dei giornali on line all'aggiornamento periodico e costante cosa che peraltro era già stata adombrata nella sentenza della Cassazione numero centododici del ventiquattro marzo novantatré della Corte Costituzionale scusate
Che tra i requisiti di una buona informazione diceva la continuità quindi l'informazione non basta che sia obiettiva che non sia faziosa che non sia di parte e che RIS Petti la dignità delle persone deve essere continua cioè deve aggiornare fino agli ultimi sviluppi io fra dieci anni devo poter ricostruire attraverso un motore di ricerca interno a un giornale una vicenda
Come si è svolta realmente fino all'ultimo accadimento fino all'ultimo aggiornamento non devo trovare solo la sentenza la sentenza di condanna e e non quella di assoluzione perché è stata diciamo impaginata drasticamente in modo meno vistoso e quindi motori di ricerca non l'hanno indicizzata correttamente quindi non c'è più no negli archivi on line e dei giornali è obbligatorio che questa
Notizia venga sempre aggiornata fino alla fine
Altri due aspetti e chiudo la questione della
Faziosità dell'informazione
Fabio Tricoli citava un punto del mio libro che mi sta molto a cuore dove io
Chiarisco che l'articolo due della legge professionale dei giornalisti la legge sessantanove del sessantatré
Non dice che i giornalisti hanno il diritto di critica sganciato dal diritto all'informazione
Quella espressione diritto insopprimibile del giornalista la libertà di informazione di critica
Non va interpretata come un'endiadi per cui è un'unica libertà quella di dare le notizie e di criticare per cui spesso si spaccia no commenti propri come notizie oggettive no giornalista innanzitutto un tramite innanzitutto mediatore il più possibile neutrale
Onesto intellettualmente che dalle notizie e semmai dopo le commenta a parte in uno spazio in un editoriale in un fondo perché è giusto che innanzitutto il cittadino sia correttamente informato
Questa torsione faziosa di moltissima
Della stampa italiana è certamente una degenerazione e una mancata applicazione di questa norma che rigidamente rigidamente separa l'informazione dal diritto di critica
Il giornalista può criticare chiunque come tutti gli altri cittadini ma deve farlo nel rispetto del suo ruolo chiarendo fin da subito i fatti nella loro obiettività per quanto possibile e poi magari
Completando i fatti con delle interpretazioni
Su due
Mi avvio alla conclusione e l'ultimo dal punto che è stato così citato in queste in questi interventi riguarda i social network nei socia al network che certamente ci sono moltissimi casi di furti di identità ci sono moltissimi casi
Di violazioni dei diritti degli utenti c'è una profilazione di tutti quanti noi e credo che
E il professor Pitruzzella come presidente dell'antitrust ha delle sue gatte da pelare con il suo collegio tante volte su questi aspetti
In Italia siamo indietro sul tema del piede ora l'advertising certamente la pubblicità comportamentale il fatto che ciascuno di noi vada Antin un motore di ricerca di citare una persona una parola chiave
Un albergo una struttura
Un marchio e subito dopo si colleghi al suo profilo di social network gli appaia guarda caso la pubblicità di quella struttura sono tutte
Forme di al momento legali sul momento legali sono tutte forme
Di profilazione degli utenti che
Diciamo sfruttano i nostri dati quindi forme di profilazione che sfruttano i nostri dati a fini commerciali e pubblicitari
I social network sono delle casse di risonanza che amplificano notevolmente questa portata distorsiva della Rete questi effetti distorsivi
Della Rete
E certamente su questo occorre
Porre degli argini dal punto di vista giurisprudenziale io segnalo solo che proprio di recente un'importante sentenza sui social network che la diffamazione ha riconosciuto che anche quando
Il la diffamazione
Anche quando l'offesa mezzo Facebook avviene compiuta senza citare il bersaglio ma
Tutte le informazioni concorrono a ricondurre univocamente quelle informazioni al soggetto leso scatta la diffamazione quindi è evidente che la Rete
è tendenzialmente una giungla ma è altrettanto vero che le il diritto sta cercando soprattutto attraverso la giurisprudenza di porre degli argini e non aggiungo altro per non togliere
Spazio alle considerazioni certamente più illuminanti più illuminate delle mie del professor Pitruzzella chiudo dicendo che le tecnologie hanno certamente alterato il rapporto tra l'informazione
E
Il cittadino hanno certamente alterato hanno fatto saltare direi un patto tra il giornalismo la macchina di produzione delle notizie e la società
Io credo che noi possiamo ripristinare le condizioni virtuose per questo patto soltanto se
Riusciamo a
Recuperare anche attraverso l'informazione anche attraverso la formazione
Questi margini di credibilità che purtroppo l'informazione in Italia ha perso grazie
Terrasanta e ci ha aiutato a capire come superare quindi
Dei distorsioni le degenerazioni di un sistema che
Finora così fa riferimento al buonsenso la coscienza alla
Senso di responsabilità alla deontologia del giornalista
Però forse appunto solo questo non basta perché bisogna
Scrivere riscrivere le nuove regole davanti a questo mondo che cambia
E per capirne di più abbiamo la parola alla presidente dell'antitrust costituzionalista amministrativa amministrativista notissimo da qualche tempo
Sempre più presente anche nelle cronache dei giornali sul fronte delle case farmaceutiche o dei contrasti all'interno delle reti ferroviarie
Il professor Giovanni Pitruzzella
Grazie ringrazio il nostro abilissimo dell'autorevole che ha detto parole eccessivamente gentili quelli dei confronti grazie nell'amicizia
Se appunto lo induce a queste considerazioni e grazie soprattutto a Fabio Tricoli e Ruben Lazzara sante
E per le tre ragioni la prima perché appunto al
Passante ha fatto questo ennesimo sforzo con la sesta edizione del libro offrendoci uno strumento di aggiornamento di ridurli flessione veramente raro nella panorami editoriale italiano
La seconda appunto perché ci ha dato questa occasione di confronto con dei relatori sul così autorevoli stimolanti grandezza e perché anche in questa occasione ci consente di richiamare alla nostra memoria
E dunque personalità eccezionali loro veramente si Giuseppe e Marzio Tricoli e di cui sentiamo la mancanza un po'tutti perché forse in questo periodo di crisi i figli di trasformazione il loro alto senso morale loro competenza avrebbe giovato un po'al Paese e soprattutto alla Sicilia
Ma vado subito appunto a a spendere qualche considerazione a margine di questo interessantissimo dibattito e promettendo Dino strutturare oltremodo la pazienza di un pubblico che già dimostrato nonostante l'interesse del tema però comunque essere molto paziente certamente non posso fare delle conclusioni perché gli stimoli offerti l'autorevolezza dei relatori la complessità della problematica e impedisce di fare le conclusioni
Vorrei però sottolineare e alcuni nodi che sono emersi magari fornendo una chiave di lettura appunto del delle dei vari figli che annotazione su cui si è dipanato il nostro dibattito
E comincerei osservando come la libertà di informazione è sempre stato la libertà conflittuale un diritto che entra necessariamente in con Vito con altri e che esprime
Quelle e molteplici esigenze quell'almeno doppia esigenza che c'è in una democrazia costituzionale
Da un lato consentire la massima espansione della libertà di informazione che un baluardo della democrazia Norberto Bobbio definiva la democrazia come il Governo del potere pubblico in pubblico la pubblicità e l'assenza di un regime democratico
Ma le democrazie costituzionali parimenti riconoscono la dignità della persona con tutto appunto un paniere di diritti che definito non solo le costituzioni nazionali ma a livello sovranazionale dalla Carta dei diritti inizia a tutte le convenzioni internazionali e tutti questi documenti di rilievo costituzionale popoli evidenza l'importanza della dignità umana con tutta una serie di corollari quali la riservatezza della vita privata la privacy
Questo con questi conflitti e questi problemi non nascono con internet sono risalenti nel tempo hanno avuto nel Novecento appunto una il secolo che ci lasciamo alle spalle appunto una grande quantità di appunto conflitti che hanno richiesto l'utilizzo della tecnica tipica del costituzionalismo ma anche appunto ormai di altri giudici di bilanciamento
Le società appunto delle democrazie pluralistica non sono delle società monoteiste in cui c'è un solo valore sono delle società per così dire pulite ispecie sono tanti valori espressi poi formalizzati dei giuristi in diritti e questi devono essere
Appunto in qualche modo bilanciati contemperati nessuno in assoluto quindi anche la libertà di informazione ha dovuto essere bilanciata con altre libertà il problema della privacy per esempio nasce proprio lì solo che con l'avvento di
Internet le cose cambiano radicalmente perché cambiano perché intervento mezzo di comunicazione del tutto nuovo globale de centralizzato non proprietario aperto interattivo quindi con chiunque partecipa
Non c'è una distinzione tra chi produce l'informazione chi la riceve ma tutti in qualche modo partecipano alla redazione di questa informazione e poi con internet l'espressione dell'OP ogni assume carattere permanente e da qui quella tematica del diritto all'oblio autoalimenta hanno sì perché altri concorrono a costruire all'informazione e perpetuando sì all'infinito
E questo in internet internet che ha determinato una trasformazione di tutti i sistemi sociali di tutti gli ambiti di vita
C'è chi paragona appunto internet
All'arrivo all'avvento della macchina a vapore che ha determinato non solo la rivoluzione industriale ma il cambiamento dei sistemi sociali il cambiamento di sistemi economici il cambiamento proprio dello Stato
E è probabilmente vero perché internet non si limita soltanto a definire in forme nuove e l'equilibrio tra libertà di informazione altri diritti ma cambia la politica l'economia la società
E in questo contesto c'è un altro elemento Inter che è stato detto proprio da Felice Cavallaro richiamandosi alcuni interventi
Tutto cambia rapidamente diceva pensavo che non mi ero trovato con delle trasformazioni ma quelle che forte siamo all'inizio lei l'innovazione tecnologica procede appalti velocissimi che cosa significa questo
Che quelli equilibrio tra la libertà di informazione e gli altri diritti e difficile da
Cristallizzare
Perché siccome
L'evoluzione tecnologica talmente rapida gli affetti e influisce su aspetti fondamentali la politica all'economia la società quegli equilibri
Sono necessariamente instabili devono essere costantemente aggiornati e questo come dirò alla fine alla grande grande impatto sul ruolo dei giuristi
A questo punto il dilemma fondamentale che pure è emerso in filigrana negli interventi che ci sono stati e di fronte a questa realtà
Internet deve essere il regno dell'anarchia o internet va sottoposto delle regole badate l'interrogativo non è affatto banale
Perché poi se voi vedete nel dibattito pubblico non solo italiano ma soprattutto statunitense c'è un forte accento
Mozione di chi dice la rete deve essere libera
La rete non ammette nel regole perché appunto e con le regole la snaturerebbero e una componente fondamentale del dibattito su internet anche il nostro Paese molti si oppongono alla creazione di regole non soltanto inno o medi e interessi come la libertà di informazione ma anche in base interessi economici perché capite che porre delle regole per le imprese per alcune imprese che operano su internet significa porre dei costi economici quindi c'è un conflitto apertis fino all'interno dell'Europa per esempio dove ci sono paesi più inclini alla introduzione in regole altri come l'ok come il Regno Unito che al contrario vedono con disfavore una eccessivo appunto intervento un regulatory o se su internet ora a mio parere ma quel credo che in questo modo non faccio altro che direi riprendere i fili dei discorsi svolti da altri le regole ci vogliono tutti erano in fondo do sia pure con tonalità diversi a favore di questa prospettazione e i giuristi dovrebbero esserlo a maggior ragione perché il diritto che cosa fa nelle società moderne il diritto compone dei conflitti
E internet proprio per la ampiezza di diffusione perché tocca tutti gli ambiti della vita dalla società all'
Politica l'economia
è diventato il regno dei conflitti dei conflitti tra interessi diversi di cui dobbiamo appunto renderci conto
E allora come comporre come trovare questi punti di equilibrio qui
Ictus gli strumenti possono essere vari e sono emersi e punto e nelle negli interventi che mi hanno preceduti perché
Da una parte appunto abbiamo delle ipotesi se possiamo dire un o più tradizionali dove la libertà di informazione si scontra con
Certa dignità della persona eventualmente con la privacy lì appunto ci sono degli strumenti che vanno magari perfezionati o aggiornati ma in tanti casi si tratta di un riutilizzo sarei categorie tradizionali si è parlato della diffamazione il problema che si pone con riguardo al reato di diffamazione poi è stato detto dalla l'avvocato Giordano e nello lo ribadisco FI appunto va estesa alla norma
Che riguardava soltanto la stampa per la responsabilità del direttore di giornale per omesso controllo anche al direttore di un giornale on line la Cassazione sulla base della legge sulla stampa ha detto che questa responsabilità non c'è il problema che si pone ci sono tanti disegni di legge pendenti in Parlamento e se questa responsabilità debba essere estesa anche al direttore di un giornale ma ci sono tutti princìpi sui caratteri dell'informazione ricordati dal Passante poi d'iniziativa del libro le all'informazione deve essere proporsi nata essenziale l'originalità il fatto e che sono costantemente applicati dalla l'altro Torrita il Garante della privacy nei suoi interventi quando
Punto ci sono dei ricorsi da parte di avvocati pochi per la verità nei confronti appunto di informazioni che vengono pubblicate su internet
Però accanto a questo si pongono delle problematiche che sono e mense pro pocanzi
Nuove dovute al carattere della Rete il diritto all'oblio si manifesta pienamente con l'avvento di internet perché come dicevo prima interne con internet l'espressione delle opinioni assume carattere permanente no mentre direi tale evoluzione sociale si è caratterizzata dal fatto che esiste una dimensione temporale c'è la memoria e la memoria con l'andare del tempo appunto si scolo Rishear scema viceversa internet età un
Una memoria e Terna che non passa mai abbiamo un passato che non passa mai questo incide fondamentalmente sulla costruzione anche della nostra idea da perché tutti noi stiamo appunto uno processo storico che cambiamo quello che eravamo vent'anni fa non siamo quello che stiamo oggi
E d'altra parte appunto da qui la tematica del del diritto all'oblio tematica del diritto Bobbio che ha un suo ormai evidenziato nelle libro di ruba il tracciante un suo ampi il dibattito appunto culturale e anche numerosi arresti giurisprudenziali di grande rilevanza è stato ricordato anche delle decisioni del Garante della privacy la Cassazione impone la storicizzazione delle informazioni
Le informazioni vanno mantenute si diceva pocanzi nell'archivio storico del giornale perché c'è un'esigenza proprio di conoscenza storica però va appunto contestualizzato Baquba aggiornato con quelle che sono appunto gli sviluppi sul sì ricarico Dardano quella persona e con riguardo al diritto all'oblio si pone il problema della doveri dei motori di ricerca di Google è poc'anzi è stato richiamata sempre da Roubaix razza anche la recente del maggio due mila quattordici decisione la con Tecnost tizia che ha appunto detto che c'è un dovere di fronte a una richiesta esplicita del e motore di di di ricerche in quel caso Google di Lollo appunto di escludere dall'indicizzazione certi fatti che non avevano più interessa e per l'attualità si trattava lo ricordo e di un signore che abbia avuto una procedura esecutiva per degli debiti e dopodiché nell'ottantotto se non ricordo male del novantotto dopodiché a distanza appunto nel due mila dieci ancora
Ritornavano appunto quando si facevo una ricerca con
Google quando si implicava il suo nome ritornavano quei infatti e a quel punto il c'è stata una decisione
Del Garante della privacy spagnola poi ribadita da Puglie punto org contro la quale Google ha fatto ricorso si è andati in Corte di giustizia e la Corte di giustizia affermato un principio che un principio importante che però andrà poi
Applicato in concreto perché non significa che ognuno come è stato detto poc'anzi ha il diritto a eliminare lo a pentirsi ogni tanto l'ultima dal Bureau dice leva tutto quello che mi riguarda
Però accanto a questo
Esiste un altro aspetto che non è emerso nel dibattito ma qui io vorrei
Appunto vorrei richiamare la vostra attenzione perché è sempre un tema giuridico il rapporto tra internet la proprietà intellettuale
No non ci sono solamente il dati di pirateria Knox si scaricano l'al dal dalle applicazioni le canzoni senza pagare i diritti d'autore
Ma c'è un problema centrale che riguarda la nostra economia
Pensate che l'utilizzazione dell'informazione tramite la Rete fa sì che ci siano dei soggetti che producono dei contenuti editoriali il giornalino quei giornalisti che vengono pagati
Le produzioni di film o di oppure disse bis di gli studi di e qualche appunto in una manifestazione televisiva no cose che costano
Però poi nel zitto vengono utilizzati appunto gratuitamente pensate appunto i motori di ricerca per cui noi possiamo avere l'informazione gli articoli prodotti da vari da vari giornali senza pagare
E qui e in un gioco il rapporto conflittuale tra nuove appunto attività economiche nuovi modelli di business modelli di business più tre XE orali come Littoria ma il rischio che abbiamo di fronte e qua ci sono i giornalisti il rischio che avete di fronte e la vostra esistenza è quella
Continuità della vostra esistenza professionale
Perché a questo punto già da oggi internet costituisce la seconda fonte dopo la televisione che le persone utilizzano per aggiornarsi sui fatti nazionali internazionali
Si vede appunto ci si collega ha un sito di informazione un motore di ricerca piuttosto che compra il giornale però il giornale ha mantenuto dei costi per appunto produrre quelle informazioni e al latte allora lì si pone un problema di riforma dell'legge il diritto d'autore l'hanno fatto i tedeschi tedeschi hanno approvato un sistema che consente di remunerare chi produce contenuti editoriali siano appunto a stampa siano televisioni e così via che poi vengono utilizzate punto sulla rete
Come vedete quindi
Entriamo in una dimensione ulteriore prima quando facevo gli esempi della privacy dell'oblio e facevo riferimento in fondo un conflitto tra libertà di informazione altri diritti individuali ora scivoliamo verso una tematiche ulteriore nel senso che è la stessa libertà di informazione può autodistruggersi perché non è tetto che sentite un'informazione che rivolga solamente sul web sia migliore e più avanzata rispetto né in forma non è che al contrario utilizza dei giornalisti professionisti che operano sulla carta stampata sulle televisioni che fanno degli approfondimenti e quindi lì c'è un problema di equilibrare appunto questi due momenti che è un problema che riguarda la il futuro della nostra democrazia ed è un problema anche di carattere economico perché potremmo andare incontro a dei Mille e grandi crisi di settori che invece attualmente sono di grande importanza per la nostra economia non soltanto per la nostra democrazia
E proprio facendo riferimento scivolando dalla tema della tutela della dignità della pratica libertà individuali i temi dell'economia
Osservo come internet e anche un grande strumento e la libertà di informazione che si sviluppa appunto su internet un grande stupore strumento di crescita economica
La Commissione europea e insiste moltissimo nella sua strategia per la crescita in Europa inabile la sua agenda Europa venti venti proprio sullo sviluppo e l'agenda digitale lo stesso fanno appunto i Paesi
Membri come l'Italia e
Dove appunto si ritiene che allo sviluppo all'informatizzazione Louis appunto un esperto dico non Min particolarmente importante il nostro Paese ecco e dove dalla crescita appunto di internet ci si possa dei che dell'uso di internet hanno diffusione della banda larga ultralarga si possono avere parte svariati punti di PIL di incremento pensate per esempio all'e-commerce l'e-commerce a cui tutti quanti ci stiamo dedicando ma che può allargare enormemente i mercati cui le impresse appunto possono accedere
E quindi vedete che dalla sfera appunto propriamente delle libertà all'informazione e la democrazia eccetera ci spostiamo verso quel terreno della crescita economica che il terreno necessario per uscire dalla crisi in cui si trova l'Europa non si è trovata ma in cui il nostro Paese continua
Resistere Solopaca effettuata a essere presente solo che
Quando parliamo di questi temi si sviluppano nuovi conflitti
Perché per esempio con riguardo all'e-commerce se si tratta di tutelare il consumatore nei confronti di modalità di acquisto diverse rispetto a quella cui siamo normalmente ambito atti dove andiamo a o negozio ci proviamo la giacca le scarse e così via Lino abbiamo tra le ma appunto diverso di tutela su quinta divenuto l'Unione europea con la direttiva si Consumer su RAI tre recentemente recepite in Italia e in cui appunto
Il per per fare crescere tutto ciò c'è
La necessità appunto di regole giuridiche ma anche di avvocati di giuristi che queste regole sappiano padroneggiare
E pensiamo per esempio alla proprio con riferimento a questi temi interventi dell'Antitrust e la notizia della di venerdì dove l'Antitrust è intervenuta ha aperto un'indagine nei confronti di Google per delle AA per la vendita dico alcune applicazioni si trattava di giochi che appunto sono prospettati come gratuiti e invece a un certo punto possono consentiva inducono ad essere addebitati punto in modo secondo noi la nostra preoccupazione concorrenziale dovrà essere dimostrato sarebbero Turano che potrebbe essere non trasparente un problema riguarda i giochi per i bambini o pensiamo alla dall'avvio appunto proprio pubblicato stamattina del e del indagini nei confronti di booking di rispecchia
Già appunto sulla scorta di interventi a parte di autorità di altri Paesi e dove appunto si il PON la preoccupazione concorrenziale qui non siamo nell'ambito le pratiche commerciali scorrette ma nella tutela concorrenza vera e propria
Dove e c'è l'ipotesi che questi grandi siti a cui tutti ci rivolgiamo per prenotare appunto una un albergo potrebbero appunto avere degli accordi che fondamentalmente impediscono tramite clausole contrattuali
All'impresa alberghiera di fornire a prezzi più bassi e servizi migliori ad altre agenzie quindi mantenendo alti i prezzi evitando una competizione di servizi con nocumento per il consumatore
Si tratta di esempi che dimostrano come appunto ci sono altri tipi di conflitti le grandi potenzialità di internet e la necessità di intervenire con le regole
E lo stesso è stato l'esempio del cloud con punte comparti in del dell'applaudo delle nuvola da cui su cui si discute tantissimo anche nel nostro Paese perché c'è un problema quando utilizziamo le biotecnologie parte ormai tutti chiediamo però di stabilire queste formazioni che vengono appunto messe altrove non sono solo sicura ma poi che succede e punto delle mie informazioni e ancora se questo soggetto per esempio fallisce o cambia io che cosa faccio quelle informazioni come posto appunto ri ottenerle che fine fanno
Ecco che tutti questi esempi e ne potrei aggiungere per concludere un altro il grande conflitto che pure un conflitto appunto che riguarda il diritto tra lette le comunicazioni tra edizione ali e le imprese che operano nel settore dell'Information
Perché vedete voi utilizzate interattivi correlata alla Rete ma per fare questo ci sono gli operatori delle telecomunicazioni che sono di pensi appunto agli operatori di internet che devono costruire la rete e per costruire la rete ci vogliono enormi investimenti investimenti miliardari
Ora c'è quindi la possibilità che qualcuno appunto metta i soldi e pace gli investimenti e quanto altro invece ne utilizzi i vantaggi economici gli over the top quindi grande conflitto un conflitto mondiale
è un compito che impegna appunto anche direi giuristi dappertutto il grande conflitto tra gli over ventotto e gli operatori delle telecomunicazioni che in questo momento in Europa estremamente dibattuto e se vogliamo appunto sviluppare internet a banda larga che Claudio favorisce l'informazione favorisce il nel il commercio favorisce la crescita economica però non possiamo non tener conto delle infrastrutture necessarie per lo sviluppo di tutta questa
Ora con questi esempi molto veloci ma proprio chiudo perché un pubblico con una pazienza simile veramente era andata dai Da Rin copiare l'avere delle medaglie una per una medaglia ricordo dovrebbero
Appunto abbiamo fornire gli atti ecco e il vorrei proprio chiudere osservando questo
Internet diventa il regno di conflitti fondamentali di conflitti della nuova era del nuovo mondo in cui stiamo vivendo che richiedono delle regole a questo punto sullo sfondo c'è la creazione di un internet Bill of guai se non è parlato il Presidente la Camera Boldrini per esempio cioè creare uno Statuto dei diritti su internet un problema che probabilmente non può essere affrontato a livello di singolo paese ma salvo per aspetti che
No la diffamazione o comunque profili più che altro penalistici richiede un intervento quantomeno a livello europeo fra un globale ma
Direi anche se si farà
Personalmente credo che comunque difficilmente per le cose che dicevo all'inizio si potrà cristallizzare il regole formali la l'equilibrio dei diritti su internet lo dimostra Robert razza ante che arriva alla sesta edizione fra due anni celebreremo la settima e via dicendo per i fatti i prossimi quarant'anni è a quel punto
E vedete che poi l'equilibrio il bilanciamento andrà creato in concreto illazione alle trasformazioni di una tecnologia per la trasformazione costruzioni rapidi
Fine e quindi quindi si è salta il compito del giurista il giurista che deve trovare sulla base appunto di strumenti esistenti comunque nella cultura giuridica e nei documenti normativi degli equilibri nuovi per e appunto
Nel dell'utilizzazione di nuovi gli strumenti e si approverà mente territori sconfinati
Che però appunto rivestono un che rivestono un enorme interesse
Fermo restando però che alla base di tutto c'è una cosa che è stata detta la Cavallaro e cioè il ritorno al principio di responsabilità
Che riguarda tutti riguarda gli operatori dell'informazione e gli avvocati spesso Causi dici riguarda l'impresa che appunto talora non tengono conto della loro responsabilità sociale cioè l'idea secondo cui appunto siamo tutti responso
Ci sono delle regole che sono regole non scritte che non sono regole del diritto alle quali dobbiamo attenerci per entrare in questo un con il mondo ma entrando in modo rispettoso per un valore che è importante che è quello della dignità di tutti gli individui grazie
Grazie a lei professore
Senza la pazienza gli applausi sono
Pari all'attenzione dovuta alle sue riflessioni che ci aiutano a capire meglio
Da che parte di dove da che parte bisogna muoversi
Ma l'aiuto vero può anche arrivare leggendo il libro di Roubaix relazionante che ho avuto il piacere di presentare grazie a tutti i giornalisti sanno soltanto Del Bono soffermarsi per scrivere la loro relazione di venticinque pagine per guadagnare i quattro punti poi potranno andare via
E grazie anche a Radio Radicale abbia seguito i lavori con noi
Beh politica francese
Forse