19MAG2014

L'Agorà Penitenziaria 2014. Dalla teoria alla pratica: protocolli operativi in ambito penitenziario - XV Congresso Nazionale della SIMSPe (2ª giornata)

CONGRESSO | Torino - 10:25. Durata: 5 ore 59 min

Player
XV Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina e Sanità Penitenziaria Onlus(SIMSPe), in programma dal 18 al 20 maggio 2014.

Registrazione audio di "L'Agorà Penitenziaria 2014. Dalla teoria alla pratica: protocolli operativi in ambito penitenziario - XV Congresso Nazionale della SIMSPe (2ª giornata)", registrato a Torino lunedì 19 maggio 2014 alle ore 10:25.

L'evento è stato organizzato da Società Italiana di Medicina e Sanità Penitenziaria.

Sono intervenuti: Sergio Babudieri (presidente della Società Italiana di Medicina e Sanità Penitenziaria), Artilia Newton (medico),
Roberto Monarca (presidente della Scuola di Formazione in Medicina e Sanità Penitenziaria), Marco Puggioni (consigliere e Segretario Regionale della Sezione Sardegna della SIMSPe), Cinzia Mancinelli (infermiera penitenziaria), Carmen Savarese (infermiera presso la ASL TO 4), Alfredo Derisio (responsabile dell'Unità di Psicologia di Velletri), Luciano Lucania (vice presidente della Società Italiana di Medicina e Sanità Penitenziaria), felice alfonso Nava (vice Presidente della Federazione italiana operatori dei dipartimenti e dei servizi delle dipendenze), Francesco Cascini (direttore dell'Ufficio Ispettivo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria), Rodolfo Casati (medico), Sergio Carbonara (dirigente Medico Unità Operativa di Malattie Infettive Ospedale "Policlinico Consorziale" di Bari), Giulio Starnini (medico), Francesco Cascini (capo dell'Ufficio Ispettivo del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria), Francesco Cascini (direttore dell'Ufficio Ispettivo del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria), Guido Leo (medico, referente per le Malattie Infettive presso la Casa Circondariale Lorusso e Cutugno di Torino), Mario Cascio (membro dell'Associazione Network Persone Sieropositive), Martina Melesi (infermiere penitenziario), Margherita Errico (presidente di NPS Italia Onlus), Pietro Garavelli (sindacalista), Giuseppe Marcucci (coordinamente infermieristico del Carcere di Ooggioreale, Secondigliano, Nisida), Andrea Franceschini (presidente onorario della SIMSPe), Roberto Testi (medico legale, Torino), Marco Puggioni (medico penitenziario presso la Casa Circondariale di Sassari), Andrea Franceschini (presidente onorario del SIMSPe), luca amedeo Meani (Responsabile SITRA Azienda Ospedaliera San Paolo di Milano), Gianfranco Burdese (infermiere professionale), Giovanna Furci (infermiere professionale), Anna Leggieri (direttore della Farmacia della ASL Torino 2), Giacoma Cinnerella (dirigente farmacista della ASL Torino 2).

Tra gli argomenti discussi: Agenti Di Custodia, Aids, Arresto, Asl, Carcere, Digiuno, Diritti Umani, Donna, Droga, Epatite C, Epidemie, Europa, Farmacia, Francia, Giustizia, Infermieri, Londra, Malattia, Maternita', Medici, Medicina, Minori, Ospedali, Prevenzione, Psichiatria, Psicologia, Qualita' Della Vita, Regioni, Riforme, Salute, Sangue, Sanita', Scienza, Servizi Sociali, Sessualita', Societa', Stato, Tabacco, Territorio, Torino, Tossicodipendenti, Ue, Vaccinazioni, Violenza, Xv.

La registrazione audio del congresso ha una durata di 5 ore e 59 minuti.

leggi tutto

riduci

10:25

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Che sono entrati ora che abbiamo qui la
La collega che e italiana ma lavora il
Nel Regno Unito a Londra nel se non sbaglio dell'unità
Che non di crisi dell'unità che gestisce e la la la salute e programma la salute in carcere ha fatto l'intervento prima estremamente interessante è una domanda precisa sulla gestione del e sulla distribuzione del penso a dei condom dei intero carcere del
Della devo dello scambio di siringhe peraltro né in Francia nel nel Regno Unito per adesso viene ancora
Praticato o comunque nel nella gestione delle dello strumentario
Per porre per i tatuaggi che offre accogliessero viaggi trasmissione in carcere tra l'altro nelle presentazioni e sono state fatte in quest'Aula sono usciti fuori degli studi recenti abbastanza
Innovativi perché solidi incidenza in questo ambito sono delle molto difficile abbiamo provato più volte metterle in campo proprio grosso turn-over non siamo mai riusciti ad avere dei dati è stata mai che indicassero
Che ci dessero che fossero presentabili voi sostanzialmente invece c'è è stato presentato uno studio sempre nordamericano dove
C'è una differenza sostanziale tra chi è tossico indente in carcere chi non lo è fino arrivare ha un'incidenza del sedici per cento mila
Per cento persone annualità addirittura per infezione da HCV tra i cosiddetti veduti rispetto I non Tosi dipendenti sente vado a memoria
Uno deve dirlo quindi sedici volte sedici volte superiore abbiamo qui tra
Partiva dalla rotonda esso interverrà amiche Nikolic funzionava vicepresidente di sedersi Aerts con cui la nostra società questa chiudendo tutta una serie di collaborazioni che
Auspichiamo siano fatti veri di grande collaborazione nel
Futuro anche breve e e questi sono dati assumerete importanti e la collega pure di intesa gli è stato chiesto a come si possono gestire adatta perché c'è una difficoltà oggettiva no a distribuire con già il fatto di chiedere un condominio
Si sottintende il fatto che nuova da prove dichiarazione
Di personale alla altro momento della richiesta e e la dottoressa ci diceva che in realtà ci sono degli infermieri e per questo che volevo fare intervenire subito questo mix passando dalla stazione all'altra
Allargando la discussione provengono inserite delle professionalità infermieristiche specialistica Rocchi le chiedevo di ripetere un attimino di dettagliare meglio la situazione in modo da poter fare intervenire
Gli infermieri su queste vedere fattibilità visto che
Fin dall'inizio abbiamo detto che la professione infermieristica di infermieri al pari degli agenti di Polizia penitenziaria son quelli che maggiormente
Interagiscono e hanno rapporti interni interpersonale con la singola persona detenuta cioè sono quelli coloro che non essendo un corpo militare sono gli unici non militari diciamo e i laici se così vogliamo dire che possono veramente recepire i bisogni della sintesi della singola persona detenuta e quindi a giocano un ruolo che per noi è centrale nella gestione della della salute ed all'interno dell'est una primizia che prego Colle
Se grazie grazie
Volevo sottolineare che l'esperienza che
Che abbiamo in Inghilterra il ruolo centrale
Dell'infermiere che noi chiamiamo la BBB immerso cioè l'infermiera che si occupa dei villini e dei virus trasmessi attraverso il sangue e quindi particolare che parta e epatite C epatite B
E adesso speriamo epatiti h ai bambini e perché siamo per introdurre una ottantotto policy per cui
Tutti quelli che arrivano in carceri diviene raccomandato offerto
Fortemente un test per
Epatite P. epatite C e PET-TAC B e devo dire di no se non lo vogliono
Dunque le carceri dove funziona meglio il programma per l'epatite eccidi e anche per l'epatite B per la vaccinazione e quello dove c'è una un'infermiera
O infermieri pecche identificato e specializzato Teti BBB Bankers'ex quindi questo diventa una persona di riferimento per la popolazione vedi per i prigionieri
Con cui loro hanno confidenza
è una persona che può promuovere il teste la terapia ai servizi che sono disponibili ad ogni momento e non quindi solo quando loro arrivano anche noi ci siamo resi conto che il
A proposito del tempo il il tanti migliore è
Ventiquattro quarantotto ore quindi non il primo primo scrigni primo approccio ma il giorno dopo
Eh beh e io Gobbi visto anche personalmente in alcune carceri anche del carcere di rimando dove c'è un grande turnover eccetera proprio camminando con queste infermiere attraversi faccio
I prigionieri la conoscono sanno che lei l'ha debiti e quindi se magari hanno un dubbio un po'più tardi
Vorrei avere il testo vorrei avere la vaccinazione si rivolgono a quella persona ed è dove funziona meglio e poi questo viene legato con il servizio specialistico
Derivi dei consultori perché o vanno in prigione o apposta stanno ancora in ospedale ci hanno le loro infermiere che pure vanno dentro eccetera
E i prigionieri che fanno il trattamento per l'epatite C in prigione sono seguiti da queste da questa internet c'hanno un ruolo incredibili
Grazie infinite collega cioè Roberto Mazzei voleva un attimo che comunque la regola
Interpellato sull'argomento tardi mi aveva eri già assegnato quindi comunque parliamo di ordine di optato terze e utile quindi giusto
Allora una puntualizzazione certamente per noi l'ottava otto sarebbe dal punto di vista epidemiologico ma ottimale con metodo no per avere la massima diciamo aderenza adesione al teste
In Italia ci sono vero belli ostacoli per ora insormontabili
Principale delle quali è la legge centotrentacinque novanta
Che
Chiede il consenso informato per eseguire il test perché a qualsiasi persone quindi chiede di ottenere preventivamente un consenso informato ha scritto
L'altro problema grosso è una resistenza ancora di tipo ideologico
Da parte delle organizzazioni dei pazienti
Che sentono un'imposizione qual si si qualsivoglia del teste come una lesione dei propri diritti
Noi abbiamo lavorato molto su questo abbiamo visto che
Il problema del test di screening in Italia non è tanto il fatto che il detenuto rifiuti di fare il teste
Ma quanto che il teste posto al detenuto in modo inadeguato nel tempo sbagliato
No quando noi nei nostri diciamo SCO
Traiano scusarmi facciamo delle campagne di testa l'adesione al teste estremamente elevata quando tu chiedi al detenuto di fare il test nella maniera congrua nella maniera giusta
L'offerta chiaramente convincente e non nelle linee guida italiane sulla che vuole abbiamo quindi chiesto di fare un'altra cosa
Di offre dei da parte della del sanitario del carcere di offrire obbligatoriamente il test con un canzoni inadeguato
Quindi siamo riuniti in questo momento finché il legislatore non metterà mano alla legge e non matureranno le condizioni alla convinzione che il teste vada offerto obbligatoriamente nella maniera giusta
Obbligando quindi il sanitario perché spesso e il sanitario il problema non è il detenuto a offre il teste
Se posso dare una esperienza personale
Io ho avuto la possibilità
Tramite un piccolo regalo di Roche di avere l'ora Quick che il teste rapido fatto sulla saliva quindi da anche dal punto di vista dello strumento
Che evita il prelievo di sangue l'offerta di uno screening entro ventiquattro quarantotto ore per i nuovi per nuovi ingressi
Io penso che sia la mia esperienza che ho fatto al Pagliarelli e accettabile e accettata
Quindi anche il fatto di offrire la possibilità discriminare un soggetto per la che ci fu senza il prelievo che tutto sommato è sempre mini traumatismo attraverso semplicemente l'analisi la saliva questo potrebbe essere uno strumento
Il costo è limitato perché lo dite sposta dei quindici e venti euro quindi
Se noi pensiamo quali e quanti sono i nuovi ingressi e nelle carceri ogni anno insomma la spesa potrebbe anche essere sostenute probabilmente anche qui se cerchiamo l'aiuto di di di enti esterni come le aziende farmaceutiche che tra l'altro
Ci supportano in tutte le iniziative come lo è stata la salute non nono conosce confini io penso che questo perché lo strumento cioè l'applicazione richiede molta delicatezza
E probabilmente il ruolo dell'infermiere cruciali in questo senso cioè nel senso che non è il medico che lo propone o potrebbe essere il medico ma in realtà e l'infermiere stesso in do di poterlo eseguite in modo molto pace nel mondo e non la mia esperienza da questi io sto elaborando chinati per capire qual è la prevalenza dei soggetti ci positivi
Ma io ripeto la Società porterò ovviamente la mia esperienza perché questo potrebbe essere un modello per potere
Implementare in alcune altre situazioni a come li per capire qual è lei realtà poi la resa finale perché è chiaro che tutto sommato e prima del sommerso che noi dobbiamo fare emergere in questo senso
Perfetto quindi mi sembra
L'argomento prosegue
Prego
Volevo fare intervenire nel merito se c'è una domanda benissimo dimmi buongiorno Marco Puggioni il
Teste sulla saliva secondo me per esperienza sarebbe più utile proporlo proprio l'ingresso perché quando noi proponiamo
Cioè voce servizi il prelievo la maggior parte dei pazienti detenuto non lo accetto
Quindi però accetterebbero più volentieri il testo sulla saliva riuniti per esperienza ecco
Volevo chiamare intervenire sull'argomento Cinzia Mancinelli acché stata c'era alla sessioni parallele infelice appena adesso sia
Sul ruolo diciamo che subire discusso all'interno immagino della vostra da del vostro consenso sia cellule considerazione su questo che ha fatto la collega che lavora a Londra che mi sembra già esaminato portandolo estremamente interessante anche perché noi nella sessione
Parallela abbiamo parlato proprio di questo ma collega ha espresso una revisione
Sistematica delle bibliografia in cui si evidenziava riportava dei dati dove ci diceva che a proposito anche di screening effettuati antitrust più rapidi rispetto alla rilevazione dei malati trasmissibili che era molto interessante rispetto al ruolo dell'infermiere a livello preventivo ovviamente
Lo sappiamo insomma l'Inghilterra per noi parecchie lontana
Rispetto all'identificazione professionale dell'infermiere non solo nella sarà sanità pubblica ma anche soprattutto a livello di sanità penitenziaria e quindi è un modello che comunque
Non è che ci piace però a cui riferiamo perché è sempre stato indice di assoluta indipendenza e quindi di attività questa cosa e estremamente interessante da noi non so quanto
Sarebbe proponibile adesso in questi
In questi momenti
Però è sicuramente ci dice che come cioè ci ha riportato la dottoressa e come anche è stato evidenziato dagli studi della dottoressa Sara che se ci dice che l'infermiere essendo a contatto fortemente con alcuni reclusi ha un ruolo fondamentale
Peraltro è quello come era stato detto né nella nostra sessione quello proprio del mandato della del profilo professionale quindi la nostra
Professionalità ci dice che la prevenzione è uno dei nostri mandati da organizzare in maniera assolutamente indipendente ovviamente avendo anche degli strumenti a supporto quali quelli organizzativi istituzionalizzati che il lavoro multidisciplinare con voi categoria medica fondamentale
Come mi piace sottolineare il fatto che in realtà nella stragrande maggioranza dei casi per quello che a mia conoscenza gli infermieri operano sempre in condizioni di emergenza
E cioè le sempre tutto di corsa ancorché a fare la terapia era Corvia fare questo
E quindi questo sito mal si sposa diciamo con un ruolo anche professionale
Di cui del tipo che è stato preconizzato nel senso che che bisogna come giustamente dice lei
Bisogna bisogna assolutamente che ci siano le risorse sia umane che tecnica del rione regala cose
All'improvviso bianca gli diamo l'infermiere gli diamo un
L'ulteriore
Responsabilità è assolutamente vero forse assolutamente vero però questo sarebbe un come dire un riconoscimento specifico di competenza professionale
Secondo me importante quindi dal momento in cui fosse riconosciuto ovviamente lo spazio Celori taglieremmo assolutamente perché volevo solo dare un maggior grado di concerto sorprendente prego tutto lecito buongiorno a tutti
Allora quello che vorrei sottolineare che in essa dalla
Dalla revisione sistematica che e parte è stata condotta in Inghilterra e Galles quindi e
La collega Carli patria
Attendo miglia
Allora il lei in il Regno Unito come diceva di là ha fatto il passaggio dalla sanità penitenziaria la sanità pubblica solo due anni prima di italiana già negli anni Novanta si era posta il problema sono buono
E infermieristico e quindi è stato scusate ma io non sono tanto il microfono e quindi e è stata parlerò puntualizzata la senta sull'espansione delle abbia cura dell'infermiere e per quello che riguarda soprattutto la promozione della salute
Che è molto diverso dall'ARPA e la prevenzione e vorrei sottolineare
Perché fra medici e infermieri a volte c'è sempre
Non dico una guerra però questo discorso delle competenze
E e ribadita non sarà nel profilo un anche nel Codice deontologico all'infermiere che hanno stabilito gli anni chiamarla così che l'infermiere
E promuove sfruttate
Promuove sani stili di vita e la cultura della salute e quindi e e abbiamo questo riconoscimento
Dal punto di vista normativo il problema
E e non spesso che non viene riconosciuto soprattutto negli istituti penitenziari a livello
Non viene esplicitato nella pratica perché
E come emerso da come diceva la collega prima e in Inghilterra e Galles hanno puntato l'accento sul ruolo infermieristico per quello che riguarda la promozione della salute ma anche per quello che riguarda i bisogni dei mila
Delle persone assistite soprattutto in ambito penitenziario e la valutazione di possibili interventi e anche in questo dibattito ha vinto sempre in tutto il Codice deontologico che l'infermiere
E il professionista che identifica bisogni prioritari della salute
Alla comunità
E valuta le possibili strategie quindi in ogni legato solo alle all'esercizio
E prestazionali comincino i Comuni inteso ma è morto
E tutta questa questa forza deve essere espressa con la collaborazione in rete di tutte le altre professioni quindi professor Prodi infermiere infermiera un ruolo cruciale perché e la persona più vicina
Alla
E questo noi come società abbiamo recepirlo dobbiamo recepirlo farlo nostro di riproporlo a livello legislativo allorquando apriranno l'orecchio come diciamo io che più ancora
Cerca
Assumersi delle difficoltà e anche relative alle competenze che all'infermiere penitenziaria richiesto molto di più da questo camioncino residenziale proprio equilibrio di bilancio uno punto proprio giustifico giusto il vorrei i ruoli
Vogliono sulle procedure grazie colgo sua se pur nel redigendo sennò un'ultima cosa che emerso dalla letteratura l'importanza non vi distribuiremo personalmente ricordo Christiès qualifiche
Proprio per un discorso sia riservatezza mila persone quindi e emersa da alcune ricerche e che è fondamentale mettere dei distributori automatici rapido molto
Noi
C'era un intervento Brisighella felice
Buongiorno a tutti Alfredo De Risio si Coro corresponsabilità unità operativa di psicologia penitenziaria istituto di Velletri volevo portare una riflessione
A tutti i colleghi partecipandovi condividendo questa opportunità di rete di sostegno non solo al paziente detenuto ma ovviamente agli operatori tutti
Il nostro apporto come Psicologia Clinica interviene scambia
Con tutte le professionalità all'interno di istituto e ancor più quando il paziente ci racconta di una sua complessità che abbiamo visto nelle slide che anche questa mattina dove
Il percorso della persona porta in sé non solo la patologia infettiva ma spesso anche tutte le tematiche della marginalità sociale e quindi anche del disagio psichico
Ecco qui allora l'apporto della psicologia clinica come sostegno e supporto al cammino che la persona ma anche al cammino di tutte le professionalità che all'interno opporre ruotano intorno alla persona detenuta
Era solo una riflessione da voler condividere grazie grazie ma credo assumente condivisibile perché
Sappiamo la medicina penitenziaria è veramente trasversale veramente interdisciplinare ora diciamo dalla società a un traino infettivologi gola
Che che che non possiamo nascondere però insomma dobbiamo essere attenti a tutti amico Nieri stiamo facendo un lavoro importante
Con con gli psicologi vorremmo lavoriamo per per ampliarlo ora siccome abbiamo parlato molto di malattie infettive darei la la parola un attimo Luciano Lucania perché
C'è parlando di prevenzione e necessario
Sottolineare
Come realtà la prevenzione in questo ambito vada fatta anche per tutte le patologie non infettive
Che che pure hanno una presenza importante nell'ambito penitenziario prego Luciano cibo giorno grazie Sergio
Avevamo discusso a lungo di questo aspetto con Sergio nella
Valutazione generale del Congresso
Perché se è vero che le tematiche non affrontiamo in maniera prioritaria sono quelle relative alle malattie infettive
Il problema della prevenzione o problema assolutamente più generale che come ricorderà come l'amico Nava per quello che riguarda le carceri e addirittura
Anticipato di sei anni rispetto al passaggio del due mila otto
Ricordiamo che dal due mila due le funzioni di prevenzione all'interno delle carceri erano già transitato al servizio nazionale
Ricordiamo anche poiché qua si parla sempre solo e soltanto di fondi risolvi spese che il cinque per cento del fondo sanitario nazionale per
Determinazione in accordo in Conferenza Stato-Regioni e il valore che hanno le Regioni sul loro fondo sulla prevenzione quindi per cortesia quando ci parlano di fondi ore ma anche avere la capacità di saper rispondere alla luce degli atti
E allora e allora parlare di prevenzione in carcere non è difficile
Bisogna solo volerlo fare
Perché tutte le Regioni sono dotate del cosiddetto piano della prevenzione lo devono fare per Lecce è una adempimento LEA quindi è un obbligo
Bisogna che bisogna che nell'ambito del piano della prevenzione ci si faccia portatori dell'istanza che quelle che sono
Le problematiche che emergono dal piano della prevenzione che sono state giustamente tratteggiate dalla
Signora
Qualche minuto fa per esempio il problema degli stili di vita quello prevenzione il problema della dei bisogni di salute quelle prevenzione
E su ognuno di questi aspetti parliamo per esempio delle problematiche cardiovascolari prestiamo per esempio delle problematiche oncologica parliamo per esempio della lotta al fumo no anche se acqua entriamo in campi paralleli
Per sua ognuno di questi ci sono dei progetti nazionali attivati tutte le Regioni
Per i quali
Perché i detenuti dovrebbero esserne in qualche maniera escluse non dovrebbero invece in quanto cittadini in quanto soggetti
Diciamo né nei confronti dei quali bisogna essere portatori di queste tematiche non essere con la specie con le specificità del caso inclusi
E questo è uno degli aspetti secondo secondo aspetto
Lo voglio ricordare ai colleghi i cosiddetti progetti obiettivi di piano sanitario nazionale
Che sono delle ulteriori
Linee di attività del Ministero della Salute annuali nei quali nel due mila
Nove due mila dieci
E nel due mila dodici le tematiche della sanità penitenziaria sono state affrontate
Due mila nove due mila dieci le linee progettuali erano quattro
Una delle quattro anzi direi due delle quattro ma di una in questo momento voglio dire a potremmo anche non interessarcene se non in maniera generale era proprio la tutela della salute della donna dell'eventuale diciamo bambino
Tutto questo ha portato
Laddove si sono gestite ascoltate queste situazioni a progetti proprio di prevenzione progetti di screening
Ricordo a chi c'era nella l'anno scorso a Bari all'Agorà organizzato dagli Amici Carbonare De Marco che
Abbiamo presentato un poster come azienda sanitaria di Reggio Calabria laddove abbiamo presentato l'esperienza fatta proprio su questo progetto dello screening per le malattie
Neoplastiche se finalmente trasmesse da un lato e dall'altro per il cancro della mammella nella popolazione detenuta femminile afferente afferente l'azienda
Allora
Per concludere per lasciare spazio agli altri cosa voglio dire
Il problema della patologie in carcere un caleidoscopio che tutti conosciamo laddove si abbiamo degli aspetti che intuitivamente ci sembrano prevalenti quale le malattie infettive o gli aspetti legati alla tossicodipendenza
Non possiamo nascondere la testa sotto la sabbia dimenticandoci tutto il resto
Non possiamo nasconderci sotto la sabbia dimenticando che la prevenzione e quello che serve poi a non dovere curare le malattie e quindi anche un indubbio riflesso positivo sotto l'aspetto appunto economico finanziario
Non possiamo neanche però dimenticare che probabilmente il mio il nostro modo di fare sanità all'interno delle carceri
Avrebbe bisogno di un ripensamento e di una rivisitazione
Perché è chiaro che se si corre sempre solo dietro l'emergenza non riusciremo a vedere tutto il resto il tutto il resto del da farsi nell'ambito
Di una struttura residenziale di una struttura
Di comunità qual è effettivamente un istituto penitenziario il mio è soltanto come voglio dire
Da un lato un momento di promemoria dall'altro però un invito a tutti gli operatori medici anche non medici essere attenti a questa problematica non delegare sempre a da a a ad altri ma ad avere soprattutto chi ha responsabilità una rapporto interlocutorio oggettive concreto con la propria azienda sanitaria e a salire con le strutture regionali proprio su questi aspetti
Perché le progettualità ci sono le linee di intervento ci sono
Bisogna soltanto avere la forza e la capacità di imporre sì
Di farne uso e di portarle a progetti che abbiano benefici e che poi
Si traducono poi in da quello che la richiesta di sanità pubblica grazie
Grazie diciamo
Andando a integrare le informazioni che è necessario che amore adesso che diciamo che vi ho già presentato poc'anzi che ci porta in maniera
Rapida
I dati di uno studio del SerT che sia le prime due proprio sul sull'argomento delle foto sui pendenti in in questa
Grazie grazie Presidente grazie agli amici della sinistra
Come sapete i SerT e sono stati d'avanguardia nel sistema sanitario nazionale due mila a entrare in carcere quindi in questi anni
Si è lavorato molto forse è venuto anche lui il momento di fare fare i conti un Bilancio Bilancio che
Che in qualche maniera
Dimostra acché delle cose devono essere fatte
Nell'integrazione e quindi anche dopo il passaggio del due mila otto nel trovare delle sinergie all'interno degli istituti penitenziari
Dottor stabiliti
è fatto vedere prima il Pride no l'esperienza francese se i francesi vincono a tavolino dieci al nove poi sul campo per loro dieci a zero perché poi sappiamo
Che non basta avere delle misure di riduzione del danno essenziali condivisibili poi bisogna avere l'organizzazione il sistema la cultura per potervi utilizzano quelle un passaggio quel passaggio successivo
Noi abbiamo fatto parte di una di un progetto europeo che il PRA due che coinvolge non solo la Francia ma anche
Altre nazioni europee tra cui anche l'Italia
è
E abbiamo dei dati che sono assolutamente interessanti che ci dimostrano
Che senza integrazione senza cooperazione senza
Una riformulazione di pensiero di lavorare insieme quindi riportare quella che la cultura della presa in carico quindi quella che la cultura territoriale del servizio sanitario nazionale all'interno istituti penitenziari non si fa
Voi sapete le stesse chi perché sul territorio essere si occupa di tossicodipendenza poi entrano in carcere
Allora ci ci domandiamo un'anteprima dei risultati dello studio Prai perché coinvolto trentotto istituti abbiamo reputato trentotto istituti in tutti Italia quindi uno spaccato anche significativo
Distribuiti in maniera omogenea ha dimostrato che se per esempio i servizi delle tossicodipendenze testa no sul territorio il trenta per cento dei loro pazienti
Era HCV HIV lo fanno solo del dieci per cento all'interno degli istituti penitenziari
Ma di più ha dimostrato come per esempio la terapia sostitutiva che anche
Una terapia che ha una sua utilità che nelle misure di riduzione del danno
Che se viene utilizzato ormai da prassi consolidate da linee guida internazionali se nei servizi sul territorio al mantenimento fondo saggio ottimali
La stessa cosa non si fa all'interno del carcere sono le stesse Kibaki all'accusa
Cosa significa io non credo che un cancello delle mura ACAM vino
Il pensiero la cultura io credo che
La differenza i risultati sia perché manca quell'integrazione quella comunicazione no fra professionisti fra infettivologi psichiatri specialisti dei dipendenti
E che questo sia in qualche maniera il messaggio
Che dibattimento si può anche generalizzare proprio di cultura discorso che dobbiamo fare in questo senso anche la nostra partnership tra le due società scientifiche io credo che questo sia il passo che in qualche maniera
Possa fare
Anche la distanza e quindi anche la differenza un ultimo aspetto e concludo sul
Sulle misure di riduzione del danno e bisogna essere concreti noi
Noi
Abbiamo
Poche misure riduzione del danno all'interno
Degli istituti penitenziari fondamentalmente perché la legislazione anche dottor manager accennava prima sotto certi versi
Quello del consenso è un aspetto
Non ci aiuta io ricordo
Rappresentavo rossa del serve a un tavolo tecnico presso il dipartimento politiche antidroga in cui abbiamo scioperato
Delle
Delle linee guida sulla misure riduzione del danno e lo stato della propria ideologico
Non c'è
Non c'era c'era proprio un muro rispetto a una capacità di organi anche i tecnici governativi di accogliere le istanze che erano delle istanze laiche devo dire
E questo e anche una
Un'apertura di speranza e ancora un segno
Dell'importanza di
Di unire le forze credo che le cose stiano cambiando noi come società scientifica abbiamo visto adesso come il decreto legge
Lorenzina in cui
Siamo stati consultati sono stati ascoltati e questo
è senz'altro un passaggio di civiltà
Ma
No
Non indifferente quindi io credo
Che
L'esperienza deserta dieci anni prima a della del passaggio delle competenze totali
E dal Ministero di Giustizia in termini sanitari segretario nazionale
Ci offra questa questa indicazione forte integrazione la multidisciplinarietà e soprattutto
Apportare all'interno Hillary quelli che sono i diritti alla salute in carcere significa in qualche maniera condividere una cultura una cultura di presa in carico ed integrazione grazie infinite felice
Io però prendo la palla al balzo del del dell'interazione dell'interlocuzione col perché qui abbiamo il vice capo del dipartimento il
Magistrato dottor Cascini e lo chiamerei anche se lui dei vigente nella prossima versione quindi avrà un ampio spazio di prammatica telegrafica perché parlando di riduzione del danno
Distribuzione D gondola scambiatori di siringhe che come abbiamo sentito comunque in Francia l'Inghilterra ancora non sono stati applicati
E forse
Il suo parere no potrebbe completare tutto il ragionamento che è stato fatto in questa mattinata per poi proseguire con qualche altra domanda agli altri amici relatori prego tutto
Settore buongiorno a tutti grazie dell'invito ho ascoltato ovviamente solo l'ultima parte del ragionamento è sicuramente più tardi ci sarà la possibilità di approfondire maggiormente alcuni aspetti ma
Mi sembra di aver capito insomma che l'opinione comune attiene principalmente alle condizioni ambientali complessive
L'aspetto della prevenzione o la promozione della salute è un aspetto condiviso
Tra alla medicine l'amministrazione penitenziaria
Il passaggio non implica una perdita da parte dell'amministrazione penitenziaria di un dovere
Di tutela della salute complessiva delle persone che sono affidate
Alla nostra responsabilità quindi è evidente che il primo aspetto sul quale noi stiamo provando a lavorare quello delle condizioni complessive della detenzione dell'ambiente in cui si sviluppa la detenzione
Scontiamo su questo un ritardo molto forte
Perché le nostre condizioni Peter le condizioni detentive che offre i nostri penitenziari sono condizioni
Parte il sovraffollamento ma sono condizioni
Di forte cattività anche in netto contrasto rispetto alle previsioni normative
Il nostro ordinamento penitenziario che del settantacinque prevede esplicitamente che le camerette intime sono camere di pernottamento
Mente e che i detenuti devono trascorrere la loro giornata nei luoghi comuni in in spazi condivisi
Questo no non accade
La presenza Perù
Quasi tutta la giornata all'interno delle camerette intime aumenta il livello dell'attenzione in carcere aumenta il livello di promiscuità di scontri spesso non visti perché è difficile perduta
Chi opera all'interno i penitenziari controllare singolarmente tutti gli ambienti detentivi
E questo produce una serie di conseguenze molto forti anche sulla possibilità di interlocuzione con i detenuti direi che anche un effetto particolarmente rilevante
Sul benessere mentale dei detenuti perché la mancanza di relazioni di contaminazioni dell'ambiente
L'aumento delle tensioni prodotto dalla difficoltà di esprimere i propri bisogni di fare delle richieste perché il filtro è sempre rappresentato alla gente di sezione sicuramente rep sicuramente rende sul piano generale molto complicata la relazione
Che come dire il presupposto per un'azione di prevenzione ma anche per un profilo di umanizzazione della pena
Io devo dire a proposito adesso sicuramente su questo terreno siete molto più esperti voi mai diciamo di in altri Paesi che io ho visitato dal punto di vista penitenziario la Spagna e la Germania in particolare la Spagna ricordo un incontro
In cui fecero un calcolo e questo magari ci sarà modo di approfondirlo in seguito delle spesse comportate
Dalla contrazione di malattie infettive in carcere
Qualche ora o
Letto un po'di cose ormai più di un anno che mi occupo di sanità penitenziaria però anche degli incontri con le singole Regioni è difficile per me capire
Non solo qua in generale quanto spendono specificamente quanto si spende specificamente sul carcere
Ma una cosa è un monitoraggio che per esempio alcune Regioni fanno non tutte sul sulla quantità di malattie infettive presenti in un carcere l'altro è dire quante si contraggono
Lì durante la detenzione ecco in Spagna e gli ho visto uno studio fatto sul numero di malattie contratte infine infettive durante la detenzione allo calcolato quanto gli costava curarle
E hanno introdotto hanno iniziato con i profilattici
Distribuirle hanno calcolato i costavano circa undici milioni di euro l'anno
Hanno comprato hanno investito duecento mila euro in profila celano distribuiti in tutte le carceri spagnola dopo due anni hanno speso la metà
Ovviamente non è solo una questione di natura economica però pensano può servire lo dice lei voglio dire a casa cosa noi
Volevo vedere possiamo che essere
D'accordo ma è che per noi adesso senza nessuna polemica del CNEL lungi da noi però oggettivamente noi su questi argomenti abbiamo sempre trovato negli terrò pudori amministrativi politici delle resistenze che sono state anche accennare qui da dall'amico Dessì assai serve perse quindi voglio dire il fatto che lei vengo al nostro congresso oggi a dirci che questi dati sono molto interessanti per noi Valentino Di quale penso che si dovrebbe fare certe categoria perciò io penso che lo dico in modo meno invasivo di avere un dato interessante penso che si dovrebbe fare
Non è automatico affetta protegga penso si dovrebbe fare credo che su questo la comunità scientifica abbia un ruolo importanza la comunità scientifica casa perché l'analisi delle informazioni
Che non lo so dare quello è un elemento for determinante per poi fare proposte di questo tipo questa è una proposta
Come dire
Peraltro alcune delle cose che si sono dette non rientrano totalmente nella nostra disponibilità cioè che per esempio prevederei evinco
Altri intimi dei detenuti che secondo me è un elemento
Determinante del trattamento e della umanizzazione della pena
Non è una cosa che rientra esclusivamente la nostra disponibilità ci fu una legge che lo permetta
E non solo anche fare la legge per le attuali condizioni degli istituti penitenziari renderebbe molto complicata una concreta applicazione non parla dello scambio di siringhe poi tema diversi ma anche lì sentivo dire io li ho visti in Germania e
I distributori automatici nelle sezioni come appunto ci sono in Spagna hanno cominciato cambio precedente
Sì esistono in molti Paesi europei come in ventisei Paesi dell'Unione esistono in
Incontri intimi però ripeto qui si tratta probabilmente avremmo dopo il tempo di approfondire certe questa questione di un ripensamento complessivo Sasso la ringrazio per il momento di questo suo intervento grazie
La discussione è estremamente interessante e
Va a scusa il l'amico
Caro Rodolfo dello di casa
Da di Milano del giorno cinque novembre prego
Una considerazione che
Mi è venuta in questi anni dopo e in quindici anni di attività in ambito penitenziario
La sincera una forte componente zoccolo duro
Di infettivologi del partito grazie a Dio da voi
Tutte le iniziative che poi susseguite nel corso di in questi anni
Però mentre guardavo questo alto delle
Per i relatori
E
Sentenze infettivologica
Relatore alle
Capita
Io come internista cardiologo nella esperienza che mi sono fatto e c'è un'altra grossa fetta di patologie
Sui quali non si pone la dovuta attenzione approfitterei di questa
Occasione questo progresso per
Vedere lanciare questa quel questa sfida
è detto tra la prevenzione dei fattori di rischio cardiovascolare e della
Cardiopatia ischemica
La cardiopatia ischemica nel mio reparto rappresenta la produttività la patologia è più diffusa
E so per certo che io non riesco a far fronte alla domanda che mi viene solo dai tre istituti milanesi
La cardiopatia ischemica viene trattata anche negli altri ospedali
Allora mi domando se la Siemens
Posso in qualche modo contribuire
A rendere operativo una programma
Counseling un a inserire nella visita
Di primo ingresso comunque durante il periodo detentivo soprattutto nei pazienti
Stanziale e quelli che hanno superato il primo grado di giudizio un qualcosa
Che organicamente e standardizzata standardizzati alla metodologia possa fare una fotografia a livello nazionale di queste persone perché sono veramente tante e ovviamente rischiano la vita
Assiste sarebbe felice
Come società Corte disciplinare di avere oltre agli infermieri che da da un anno a questa padano due anni un anno e mezzo a questa parte la tutte le altre discipline rappresentato in maniera paritaria noi vi garantisco come infettivologi
Non non ci piace prenderci prenderci la scena
Ma questo detto proprio senza perché conosciamo Rudy il suo lavoro e non c'è nessuna polemica in quello che quello che dice lui e non lo sappiamo verità è che per costruire cose ci vuole
Sull'organizzazione bisogna fare regge
E allora
Cerchiamo come dice un amico odontoiatra che
è il primo odontoiatra che che si è fatto carico di dire ma perché non proviamo organizzare gli contro gli altri che vanno in carcere e noi come esiste come segreteria abbiamo contattato quelli che sono
Che sono soci e piano piano
Cerchiamo di metterli in contatto ma piano piano perché chiaramente ognuno di noi extra preso dalle nelle sue ventiquattrore voglio dire
Gli spazi per organizzare oggettivamente sono sono quelli che sono cioè noi oggi verso senza dotarci troppo facciamo o qualche miracolo di troppo vivere riuscire a portare avanti
Tutto quanto però
E necessario che gli amici cardiologico eppure ci sono tanti partecipano società
Qua e là bene i vari enti facciamo un attimo rende e e propongono voglio dire ed eventuali
Se nel
Espande ad l'abbiamo fatto un workshop a Milano da voi
è però evidente dobbiamo a questo far discendere delle delle opere dell'operatività che si possono tradurre anche con delle proposte
Esattamente come quella in cui abbiamo parlato prima superi degli addetti permettetemi una campagna contro il fumo la prima idea che mi vede in testa su via verterà sulle interviene quanto meno è il primo interfaccia rinvio pro abroghi citato fino ad ora sperperate terzultima trecento trecentocinquanta persone Pagliarelli il novantanove per cento fumavo quindi ci si deve novanta sudore
Ho trovato nessuno che non può ambito prima iniziativa nella campagna contro il fumo
Che devo dire in calce molto difficile perché mi immagino quanto però
Se non cominciamo a muoversi almeno su questo fattore di rischio
Le malattie cardiovascolari Carbonara
Discussione accesissima bellissimo
Vorrei
Vorrei ricordare
A tutti a rinforzo di quanto dell'intervento appena
Fatto dalla collegata Luciano Lucania pure che l'OMS ci sono delle precise raccomandazione al riguardo cioè il fatto come è stato ricordato di passare meno tempo possibile in cella ma l'importanza dell'attività fisica dell'esposizione formula solare
Ai fini della prevenzione della sindrome di smetta Bonica che non ha solo importanza sono patologia cardiovascolare ma sappiamo bene sull'anche sulle nostre patologie accrediti
Controllo delle partite eccetera e avevo proposto seggio lo sa Giarda un po'di tempo
Esigenze che contingenti che non vengono chieste sempre dalla mia amministrazione relativamente le malattie infettive
Di provare a sondare chi ha un po'di tempo di buona disponibilità di un minimo di di di tempo da dedicare per creare un gruppo di lavoro che possa produrre
Una manualetto di raccomandazioni per la prevenzione campo infettivo logico è norma
Magari condiviso in questo gruppo di lavoro con i rappresentanti delle istituzioni eccetera in modo che poi
Lo si possa implementare in tutti in tutti anche in periferia quindi
Chi è disponibile si faccia avanti perché come al solito quello che mancano sono le persone in modo da calare sul pratico
Lo che facciamo altrimenti le parole rimane memorie parole volano attraversiamo da domani inoperatività questo
Seconda brevissima cosa volevo approfittare della il presenza della collega per esperienza inglese
Della lo stress presenza del professors al massimo di chi altri a disparità al riguardo di informazioni perché
Come riuscite a applicare
Un ciclo completo di vaccinazione Bindi negli istituti a normanno diciamo rapidissimo ma meno normale nove
Dal momento che anche le schede nulle accelerate
Non solo zero uno o due mesi ma anche sette venti zero sette ventuno giorni poi comunque raccomandato il completamento undici dodici mesi quindi a mio avviso anziché accelerate sono allungate
Prego presieduto
Dunque
Sistema funziona in questo modo ENAV
Amo adottato il super celebrato quindi zero sette ventuno giorni viene proposto al secondo giorno di arrivo in genere la ma la stragrande maggioranza dei piccioni vista perlomeno nei sette
L'informazione non viene poi data al prigioniero ma viene
Raccolta sul SIS One che il
Il sistema elettronico di raccolti nelle prigioni è e quindi quando poi il prigioniero passa fa un altro prigione informazione lì quindi
Se esser uscire
Un livello organizzativo che noi sogniamo voglio dire l'oggetto
Dunque anche se ne esce c'è in dove ci sono voi i servizi di perito evocate nelle nelle comunità e quindi prigioniero potrebbe
Potrebbe vi lotto se poi ritorna in prigione
Diede ricontrollato di modo che si può dare la tosse a dodici mesi però teniamo presente quindi sopra Lando con Paolo commi infettivologo errate piuttosto che come salute pubblica
Lo sappiamo benissimo che la vaccinazione per l'epatite B è una delle più efficaci che esiste uno dei vaccini più efficace
E anche dare una o due dossi sono più che sufficienti in effetti questo il fatto di avere trentotto si più la quarta dose sono più ragioni forse commerciali che è un altro quindi in un certo senso
Quello che ne abbiamo cercato di fare in Inghilterra e di
Ah bene quanto più possibile persone che abbiano almeno una dose almeno due dossi e le dico che abbiamo visto i risultare azioni la comunità Piero
Screening teste e vaccino bacino diretta se io devo dire che prevede la vaccinazione va contestualizzato rispetto le realtà più epidemiologica in cui noi con noi siamo l'Italia a una copertura vaccinale per il PD
Che supera i trentacinque trentatré anni noi la popolazione fino a trentacinque anni sostanzialmente immune perché ormai la vaccinazione cominciare diceva Sergio vent'anni fa
Con le due fasce d'età Orazio perché non soltanto i neonati perché ormai tutti quelli che sono atta i dieci dodici anni ormai sono già diventati adulti
Però dobbiamo tener conto una cosa abbiamo noi importiamo molto Bilal estero soprattutto dei Paesi dell'est Europa e i Paesi nordafricani centro africani
E devo dire che questo è un grosso problema soprattutto per le fasce d'età che sono ancora scoperte
Io non lo so se per noi una politica vaccinale a tappeto possa essere costo effettivo nel senso che
Probabilmente già e una certa quota di popolazione a meno del centro-sud Italia sono antico ore positivi quindi come tali non abbiamo la vigilia di farlo
Però è probabilmente quello che non numerosità diceva al suo cinquantasei per cento capirci esattamente esattamente provvedere pares
L'ordine lo dice perché in realtà la vaccinazione viene offerta gratuitamente ma in realtà poi nell'implementazione DTT queste regole che già ci sono
La vaccinazione in Italia è gratuita
Sappiamo anche che ci sono i movimenti di opinione contro la vaccinazione anche questo dobbiamo porci pesantemente gli effetti voluti lo sanno come questi movimenti anti vaccinazione stanno stanno andando avanti
Io ritengo che anche in questo caso le le normative ci sono ma come sempre camminano sulle che sulle gambe delle persone perché le realtà dei SerT lo sappiamo non è un cena su tutti i soldi serve che forse non certo ma tornate un'esperienza a Palermo che che che consolidate lo stesso delle cartiere molte carte sono
Sensibilizzate premettete ecologico e lavoro noi il problema è un Moggi rizzare il tutto nella realtà italiana
Perché non stiamo parlando come sempre a persone
Non motivate super motivate questi argomenti ma tutto il resto che non è qua oggi tutte le altre tutti altri colleghi che fanno questo il problema maggiore Genco
Sollecitarla Paci nazioni presente è semplice e come dire a al sottoscritto di di di trattare un epatite C il problema è la la stragrande maggioranza delle persone che non sono presenti qua
Come riusciamo a portarle nel nostro interno come diciamo motivarle come nello scorso le sette molti SerT
Allora una tasso di trattamento che supera l'ottanta per cento altre che ignorano totalmente pleno dalla che ci fu totalmente perché non ci sono persone
Prima di tutto con competenze che l'infettivologo non c'è dovunque molti esserlo costituita psichiatrica che con tutto rispetto affrontano la problematica tossicodipendenza in un'altra in un altro in un altro aspetto che un'altra prospettiva e lo stesso riguarda le carte molte carceri
Lo vedo a Palermo dell'utile Pagliarelli è molto motivato e su questo perché io sono presente l'Ucciardone alle molto di meno perché non c'è una persona
Detto ciò quindi sono legatissimi noi sulle gambe delle persone come sempre succede se le gambe sono con le Camere aggiungiamo di oltre quattro mila operatori sanitari che lavora all'interno del legarci di cui voglio dire quattro mila ottocento probabilmente all'intervento legislativo è una è uno strumento ma essere uno strumento non usato adeguatamente pièce fine a se stesso
Però
Io penso che come società scientifica abbiamo l'obbligo morale nel suo genere perché era un altro
All'interno all'interno del Parlamento detenute Commissione perché se non siamo noi e sollecitare i politici in questo senso non non il politico di per sé
Agisce soltanto per un solo scopo
Venticinque maggio
Il tempo purtroppo basta che il tempo è volato bis credo veramente in maniera proficua però il Antonella Del Miglio a ha sottolineato il che ha portato quei dati anche nostri sulle
Sulle donne sole donne detenute queste prevalenza e sono anche qui ma sono anche anche degli altri di questo trasmissione ematica
Il tu quasi il doppio di prevalenza nelle donne detenute rispetto agli uomini detenuti cioè
Credo che pure essendo poco visto poche migliaia rispetto alle decidere migliaia credo che sull'aspetto delle del della cura e dell'attenzione sulle sezioni femminili non possiamo chiudere senza senza dire nulla prego
Sì no assolutamente concordo e
Il secondo me il problema va visto anche in un contesto di umanizzazione e quindi di rapporti coordina il la problematica relativa gravidanze i figli già nati
E
La sensibilizzazione delle donne lo screening credo che sia qualcosa
Che è più facile rispetto alla popolazione maschile in una situazione di carcere
Cioè le donne si approcciate correttamente si prendono più cura della propria salute questo è abbastanza noto
Agli l'ha fatto quindi di approcciarmi a fare uno screening e anche con un messaggio relativo poi alla prevenzione nell'ambito della propria famiglia quando poi uscì erano dal carcere è un qualcosa che sicuramente aveva il legame in consulente del conclude Roberto monarca con abbia spetti sulla Federazione europea io vi ringrazio
Coffee break
L'est sezioni comincia alle undici e mezza per cui cerchiamo di
Poliziesche sia un copione turbo gravosi dieci secondi ancora
Sulla sull'aspetto che siamo che stiamo affrontando abbiamo sentito tante diversa esperienza abbiamo sentito anche esperienze dall'estero quello che volevo comunicare a tutti è che la nostra società
A allargato i suoi orizzonti e ora fa parte di una rete europea un network attraverso la Presidenza che abbiamo
Per i primi due anni e la fase di start up della Federazione europea per la salute in carcere
All'interno di questo noi porteremo avanti i nostri problemi le nostre i nostri problemi comuni e troveremo cercheremo perlomeno trovare
Delle comuni soluzioni anche attraverso lo scambio di buone pratiche cliniche abbiamo sentito come sono avanti in alcuni aspetti dei colleghi dell'Inghilterra ma anche noi
E italiani siamo avanti forse anche avanti al loro per altri aspetti quindi questo scambio di esperienze questo farete
E questa
Cultura che deve essere una cultura il più possibile condivisa di fare buona salute in carcere
Passiamo quando portando avanti con la Federazione europea
Che avrà il suo primo meeting il martedì prossimo dove ci incontreremo noi la delegazione di della società spagnola di medicina penitenziaria quella francese public certi England e altri esperti europei
Questo avverrà comunicazione a tutti voi grazie
Allora introduciamo
L'argomento che piuttosto importante per quanto riguarda l'attività
Della assistenza sanitaria in carcere
Perciò il rilievo di lesioni personali e soggetti detenuti o arrestati
Credo che sia doveroso fare una premessa anche se tutti gli operatori sanitari stanno di che cosa
Stiamo parlando relativamente a quella che è la visita di ingresso
Visto di ingresso che normalmente viene fatta dalla dalla guardia medica io nel nel mio istituto a Regina Coeli
Ho preferito creare un'organizzazione che si chiama accettazione di ingresso per dare a questa fase delle potenzialità un po'più ampie rispettavamo una semplice visita
Perché è un momento molto importante nel momento iniziale di un percorso sanitario dalla persona che entra in carcere
Un al momento in cui è possibile
Valutare profondamente quali sono le condizioni di salute della persona quali siano i suoi bisogni
Ma anche a una valutazione di tipo igienico-sanitario lei necessita anche banalmente di un cambio di vestiario che la persona
Può non avere con sei al momento del dell'ingresso e momento anche di dare informazioni di tipo sanitario su quelle che sono lei disponibili ITA di offerta sanitaria dell'istituto
E però un momento fondamentale dal punto di vista medico legale perché è l'inizio di un percorso che in qualche modo
Servirà poi anche all'autorità giudiziaria per le sue determinazioni
E quindi con una valenza medico-legale molto elevata
è il momento in cui si possono rilevare per esempio quelle lesioni Peri arresto al
Al momento dell'arresto immediatamente precedenti fino anche a determinare come accettazione io uso questo termine proprio per questo
A determinare se il
Paziente possa effettivamente essere trattato fin dall'inizio all'interno della struttura penitenziaria con le risorse sanitarie esistenti o non sia addirittura il caso di un invio immediato di verifica urgente
A un pronto soccorso esterno prima ancora di cominciare un percorso interno
Questo perché alle volte ci troviamo di fronte a delle lesioni anche importanti
E le lesioni possono anche
Come dire essere rilevate durante il percorso
Penitenziario del del nostro paziente
Quindi io lascerei la parola dal dottor testi che ci parlerà delle caratteristiche delle lesioni e le responsabilità professionali nel rilievo dell'adesione stessa
Allora buongiorno a tutti io mi chiamo Roberto testi faccio il medico legale lavoro quattro righi no
Ho un po'di esperienza penitenziario non posso che confermare quello che ha detto adesso il moderatore circa l'importanza del rilievo di lesioni
Pensate anche solamente
A a casi che che sono venuti recentemente all'attenzione della cronaca pensate al caso Cucchi pensate al caso Aldrovandi che tra l'altro
Per il quale gli ho fatto una perizia sono casi nei quali esiste il
Il esiste molto spesso il dubbio di quando delle lesioni si sono determinate e quindi e importantissimo nel momento in cui un detenuto entra
In in carcere segnalare quali sono le le le le lesioni presenti
Allora oltretutto
Esiste un obbligo specifico del medico penitenziario che come vedremo tra poco è sicuramente un pubblico ufficiale nell'esercizio della sua funzione di medico penitenziario esiste un obbligo di comunicare
All'autorità giudiziaria tutto quello che riguarda tutto quello che può detto che che può essere un'ipotesi di reato
E in tal senso qualora questo non venga fatto di per sé il fatto è un reato attenzione il fatto di non denunciare un'ipotesi di reato quindi di non segnalare e non trasmettere
Notizia riguardanti lesioni traumatiche che vedremo poi
Quali sono più frequentemente all'autorità giudiziaria di per sé costituisce un reato indipendentemente dal fatto che questo
Determini poi un danno meno alla paziente stesso
Allora le quello che noi facciamo in ambito penitenziario rientra in una vastissimo capitolo che è quello dell'attività informativa del medico
Il medico è una categoria che molto più di altre categorie
Deve essere necessariamente abituata a comunicare a varie autorità tutta una serie di informazioni
Normalmente queste informazioni sono di tipo sanitario ma voi pensate semplicemente a tutte le denunce di malattie infettive alle alle decine di comunicazioni che il medico e tenuto a fare ma esistono poi i referti è quello che una volta si chiamava rapporto oggi
Si chiama in realtà denuncia quindi il referto che il medico in quanto medico è tenuto a fare e soprattutto il rapporto denuncia obbligatoria che il medico incaricato di pubblico servizio pubblico ufficiale come il medico di penitenziario
Deve deve fu deve al deve fare
Il caratterista comuni di tutte queste notizie che vanno all'Autorità giudiziaria sono quelle dell'obbligatorietà dell'iniziativa del denunciante cioè
Deve essere il denunciante stesso a farlo di propria iniziativa senza che venga richiesto in altri termini il medico penitenziario così come il medico peraltro in pronto soccorso non deve aspettare l'input
Della del della Polizia penitenziaria o di un altro Pubblico Ufficiale TAR cotte al fare il referto il referto o rapporto deve essere
Redatto di iniziativa alla caratteristica della professionalità perché
Al
Né non non si richiede solamente una denuncia generica ma si chiede ma si richiede una denuncia professionalizzata c'è una denuncia che contenga determinati
Determinati
Dati di tipo tecnico
Deve esserci una destinazione che è quella ovviamente abbiam detto dell'autorità giudiziaria o della polizia giudiziaria che a quell'autorità l'obbligo di
Di rapportare in altri termini noi diciamo sempre e sappiamo che i nostri rapporti vanno all'autorità giudiziaria possiamo mandarle direttamente ma altrettanto valido è
Darli alla polizia giudiziaria che trasmette all'Autorità
Esista una sanzione per chi non adempie a questo obbligo
Una cosa che noi spesso confondiamo questo lo dico sempre ma
Ogni tanto fa bene a riportarlo anche in questi consessi di persone che sicuramente hanno una grande dimestichezza con le questioni medico-legali
Dicevo noi normalmente parliamo di referto ma ecco che non è corretto non è del tutto giusto il referto è un atto obbligatorio
Che compete all'esercente una prova all'esercente una professione sanitaria principale ausiliaria oggi general sono tutte professioni sanitarie
Che deve rauca riferirlo autorizzata giudiziaria quando abbia prestato opera o assistenza in casi che possono presentare i caratteri di un delitto procedibile d'ufficio
Noi invece siamo tenuti a una cosa un po'diversa
Il rapporto o ripeto denuncia di reati e più corretto dal punto di vista dal punto di vista semantico
E l'atto con cui il pubblico ufficiale l'incaricato di pubblico servizio denuncia all'autorità giudiziaria è un reato procedibile d'ufficio di cui ha avuto notizia nell'esercizio a causa delle funzioni del suo servizio
Ci sono delle
Delle
Precise norme
Che obbligano
Alla
Alla denuncia il pubblico ufficiali
Il pubblico ufficiale
Che omette o ritarda di denuncia all'autorità giudiziaria un reato di cui abbiamo vinto notizia nell'esercizio delle sue funzioni e punito e le pene sono piuttosto elevate perché
Il l'omissione di denuncia da parte di un pubblico ufficiale e una è un reato che non se non vado normale con ricordo prevedo una mente una pena massima di quattro anni quindi una piena
Piuttosto elevata
E in questo ci distinguiamo nel senso che la pena è molto maggiore di quella dell'omesso referto ma la denuncia rispetto al referto sono concettualmente diverse ed importante capire quali sono le differenze innanzitutto abbiamo detto
La differenza fondamentale che la il rapporto o denuncia compete alla pubblico ufficiale mentre il referto qualsiasi medico
Il referto prevede che il medico abbia prestato però assistenza cioè ed è di aver curato il soggetto
Invece l'obbligo di rapporto per il pubblico ufficiale esista e quando il Pubblico Ufficiale abbia avuto notizia quindi semplicemente abbia
Sentito osservato saputo non è obbligatorio aver prestato lo però l'assistenza
Nel caso della del referto è prevista è richiesta una quasi certezza del reato in realtà è una è un diciamo una quasi certezza
Relativa perché nessuno può avere la certezza che una fattispecie con cui viene a contatto sia veramente un reato e dell'autorità giudiziaria cui compete
Deciderlo sta di fatto che mentre la norma fa riferimento a una reato cioè
Il il la fattispecie deve avere i caratteri del reato perseguibile d'ufficio nel caso di rapporto deve esserci solamente il sospetto
Per questo motivo facciamo subito che dirlo tutto quello che avviene in ambito carcerario tendenzialmente
Va rapportato cioè va denunciato proprio perché
Anche il avrà il sospetto determina l'obbligo di denuncia
Il rapporti il referto va inviato entro quarantotto ore il rapporto va inviato dice la norma senza ritardo senza ritardo significa sostanzialmente subito
La denuncia non importa delitti e contravvenzioni perseguibili d'ufficio sono un sofismo in realtà i delitti per cui noi dobbiamo rapportarci con l'autorità giudiziaria sono sempre sulla mente quelli perseguiti ufficio cioè
La il
Il vaglio al diavolo ho detto o in ambito penitenziario come detto fuori non è perseguibile d'ufficio quindi non è certamente un'ipotesi che debba essere
Che debba essere rapportata
Ma
Tutto quello che riguarda le lesioni personali che vedremo tra poco sicuramente sono
Fattispecie sono circostanze che vanno rapportate autorità giudiziaria
La denuncia può essere sottoscritta da più persone non è necessario che tutte lì i pubblici ufficiali che intervengono in una determinata
Situazione stia singolarmente compitino un un un distinto
Rapporto perché il rapporto può essere
Sottoscritto da tutti i presenti
Chi sono i pubblici ufficiali e una nozione e che anche qua molto spesso
è lasciato un pochettino così cioè tutti più o meno sappiamo che cosa ecco che cos'è ma
Non lo sappiamo bene in realtà
Io dico sempre agli studenti in medicina che il medico e un pubblico ufficiale
Nel momento in cui diventa in qualche modo il braccio armato o comunque operativo di una norma di legge allora il medico che visita un paziente che lo cura
E un esercente un servizio di pubblica utilità in qualche modo e parte di un servizio pubblico ma non è un pubblico ufficiale quando invece il medico
In qualche modo applica la norma di legge sul cittadino ad esempio il medico decide se dare o non dare un'invalidità civile
Oppure il medico decide se tu sei compatibile con la detenzione o non sei compatibile con la detenzione oppure stabilisco una prognosi in un ambito in cui quella prognosi può determinare una
Una determinata
Aggettivazione di un reato quindi medico penitenziario consulente del Pubblico Ministero allora in tutte questi posti in tutte queste occasioni in cui il medico
Esercita in qualche modo applica la legge sul cittadino il medico eh sicuramente un pubblico ufficiale
Saltiamo sul certificato perché forse anche se importante
Diciamo almeno i voti in meno
Fondamentale e vedo che il tempo scorre una cosa voglio dirvi quello che voi scrivete sulla cartella clinica
Cioè quello che noi annotiamo anche quello che vedremo tra poco la descrizione delle lesioni
Deve in qualche modo risponderà delle caratteristiche che sono le stesse del certificato allora quando io scrivo su una cartella clinica qualche cosa che riguarda un paziente
Quello che io scrivo e di fatto un certificato sono fatti di competenza medica accertati dal sanitario che devono essere redatti con la stessa
Diciamo con le stesse norme che sono previste dalla dal certificato ma soprattutto
Ma soprattutto
Il certificato deve contenere dei dati che siano del tutto genuini del tutto vero i che cos'è il falso ideologico e io voglio dirle una cosa quando
Anche qua nei convegni in cui si parla di responsabilità professionale e calchi da sempre che il colleghi ti dicano ma
Tu alla fin fine questo non capita tanto in ambiente penitenziario perché qua siamo tutti attentissimi c'è questo è veramente uno dei pochi
Posti dove tutti sono molto attenti
Alla forma oltre che alla sostanza molto spesso i colleghi pensate i medici di base di con la quale il reato che fa più spesso un medico e a tutti verrebbe da dire alle lesioni personali
Pose no io credo che i medici compiano più falsi ideologici di qualsiasi altra categoria ma fasi del tutto innocui per carità c'è fasi non vuol dire che siano delle cose per cui bisogna essere presi o messi in prigione
In coda a buonsenso in realtà
Dal punto di vista voi sapete che non sempre l'applicazione della norma buonsenso molto spesso
Ci son delle ipotesi del tutto
Normali per esempio il paziente che arriva e dice io sono in malattia da ieri ma ieri non ho fatto
Non ho fatto a tempo a venire a a fare il certificato ha voglia riscrive almeno in data di ieri perché così non mi fanno storia lavoro ecco
In questo caso quel certificato eventualmente compilato come richiesto al paziente e sicuramente falso dice l'articolo quattrocentottantuno che chiunque l'esercito di una professione sanitario forense o di altro servizio di pubblica necessità
Attesta falsamente in un certificato fatti dei quali l'atto è destinato a provare la verità
E punito con la reclusione fino a un anno con la multa se il reato e compiuto da un pubblico ufficiale la pena il fino a dieci anni di reclusione
Allora vuol dire che il falso ideologico compiuto da un pubblico ufficiale e un delitto pesantissimo questo lo dico perché
E opportuno sottolineare ma ripeto abbiamo veramente tanti casi in cui
In qualche modo la
La la la la stessa cronaca ci insegna che
Ogni tanto in ambito penitenziario è stato ipotizzato
Il reato di falso in capo dei medici penitenziari è un reato da cui e di fieramente difficile difendersi perché in primo luogo
Molto spesso si tratta di
Elementi dimostrabili c'è una data scritta in attiva al posto di un altro oppure un'assenza di lesioni con dieci testimonianze che riportano invece la presenza di lesioni certamente sono
Ipotesi da qui e difficile difendersi molto più diffusa e molto più facile difenda si son sbagliato un intervento chirurgico dove
Voi sapete che in ambito di responsabilità medica e quasi sempre possibile dire tutto il contrario di tutto queste sono ipotesi invece dove spesso
Si può avere una condanna e quindi che cosa che cosa bisogna fare quando ci troviamo in ambito penitenziario sia in fase d'ingresso importantissima
Perché come diceva Giusto come si diceva giustamente in fase di ingresso e importantissimo fotografare qual è la condizione nella quale noi prendiamo il paziente
è importantissimo sapere se eventuali lesioni che sono osservabili sul paziente
Sono
Avvenute al di fuori della della casa circondariale
Ma è anche importante documentare lesioni che si verificano nel corso della vita penitenziaria la vita PIN terziaria non lo devo dire a voi perché
Lo devo dire quando si parla con altri colleghi ma la vita penitenziario una vita abbastanza vivace insomma cioè ogni tanto capitano delle cose per cui
Qualche lesione sì si si vede e dicevo la base di tutto ovviamente un esame obiettivo
Ma un esame obiettivo che deve essere un pochino diverso da quello che si fa genericamente in un pronto soccorso e non porsi in un pronto soccorso e accettabile la definizione politraumatismo
Al tronco oppure politrauma al volto
In ambito penitenziario no perché quelle che noi chiamiamo lesioni elementari cioè le lesioni
Derivate da un traumatismo dal corpo contundente che poi vedremo in specifico devono essere descritte e devono essere Zazzera descritte singolarmente per sede forma dimensione orientamento
Tutto questo se è possibile questo importante deve essere documentato mediante
Rilievo fotografico questa è una cosa
Non sempre facile all'interno della casa circondariale io qua io vado spento spesso nelle Cannella nei carceri con la macchina fotografica ma ogni volta che si entra con la macchina fotografica bisogna per l'autorizzazione
Del papà o giù di lì
Di fatto il se noi non documentiamo fotograficamente diventa molto più importante quello che dicevo prima cioè la descrizione di sede forma e dimensione deve essere quasi pedante come precisione
Non a caso noi diciamo sempre noi che facciamo i medici legali diciamo sempre che la cosa più importante in una documentazione fotografica e oltre all'utilizzare una corretta integrazione della macchina fotografica che deve essere sempre
Dal generale al particolare quindi foto generale foto particolare inclinazione di novanta gradi esatti rispetto alla lesione
Ma soprattutto va sempre utilizzato un riferimento metrico
Forse vedremo poi qualche foto
Dicevo le lesioni che più frequentemente noi vediamo in ambito penitenziario sono quelle da corpo contundente
Non vi sto a dire che cosa sono ma sono sostanzialmente delle lesioni che derivano dalla trasmissione di Energia da un corpo che ha una sua determinata Massa
E quelle che più frequentemente osserviamo sono le ecchimosi
Allora lei Kim così sono importanti perché perché ci possano
Determinanti possono indicare a seconda della loro sede a seconda della loro forma forma un meccanismo
Di produzione e voi pensate a tutti quei casi in cui
Viene arrestata una persona che dopo due giorni si ricorda di esser stato malmenato dai carabinieri che lo hanno fermato e lo hanno malmenato di solito con delle modalità
Particolarmente
Aggressive particolarmente violente che il più delle volte sono descritte doviziosamente allora è chiaro che queste modalità aggressive violenta devono trovare
Una loro una loro corrispondenza nelle lesioni se noi scriviamo su un referto
Semplicemente che ci sono delle ecchimosi agli arti superiori o ci sono degli ecchimosi al
Al viso non aiutiamo chi dopo deve valutare la compatibilità della versione
Rispetto a quello a quello che viene raccontato
Una cosa di cui parleremo tra un attimo e la colorazione molto importante descrivere il colore della delle ecchimosi perché dal colore si può molto vagamente a risalire a una datazione della lesione stessa
Dobbiamo ricordarci che una cosa è l'ecchimosi cioè lo il lo stravaso sottocute e quindi quello che comunemente può essere chiamato dalle nostre mamme livido ok ti sei fatto un livido sul gomito
Una cosa quindi eletti in oggi una cosa sono degli altre forme di
Stravaso traumatico che sono le petecchie che sono delle piccole emorragie puntiforme che a volte si vedono
A livello sottoscrive vale e nell'autopsia si vedono livello sotto c'è il rosa che essa compie accompagnano molto spesso
Delle ipotesi di asfissia meccanica quindi tentativi di sfruttamento di strangolamento o simili
Dagli e mattoni che sono invece raccolta di sangue Saccà atte
In capita pre formati immaginati quegli ematomi scortati per esempio importanti dove il sangue si versa a riempire una cavità o pseudo capita
E poi ricordiamoci che
Contrariamente ad altri tipi di lesioni le ecchimosi possono riprodurre la forma del corpo contundente quindi descrivere accuratamente la forma di un'ecchimosi può aiutare a indicare qual è il corpo contundente che l'ha determinato l'ecchimosi possono essere come in questo caso vedete delle ecchimosi
Generiche che vanno però individuate e descritte ma in certi casi le ecchimosi possono aiutare a capire da che cosa che cos'è che le ha prodotte cioè l'ecchimosi
Identificare l'oggetto che l'ha prodotto e quindi è molto importante
La descrizione vedete come delle ecchimosi digitate sul collo ovviamente aiutano a
Ipotizzare una determinata modalità lesiva e come ad esempio un arresto effettuato
Stringendo in maniera un po'esagerata le manette può lasciare dei segni anche loro piuttosto
Piuttosto evidenti
Il vestibolo della bocca e una
è una zona dove frequentemente le ecchimosi ci possono indicare e possono corroborare determinate
Ipotesi di accadimento dei fatti per esempio la mano di fronte alla rimessa di messa sulla bocca per o nel tentativo di soffocare nel tentativo di
Non farà parlare è importante perché
Ci può ripeto va comunque documentato perché serve ad
Corroborare armonizzare
Le dichiarazioni di chi viene arrestato
La colorazione allora esiste una ampia letteratura e tutti voi che avete studiato medicina legale Chiras che ha fatto l'esame di medicina legale
Ricorda che le ecchimosi hanno una variazione del colore che va dal
Rosso alla violaceo al nero voi verde giallastro okay
E alla fine in una settimana dieci giorni spariscono
Bene è una fantasia pensare che dal colore si possa risalire a una concreta datazione l'unica cosa che dicono gli americani che di ecchimosi ne vedono tante
E che è una colorazione comunque tendente al giallastro cioè le ecchimosi che diventano Verdon Unione giallastra nerastre comma con un po'di giallo insomma quando c'è il giallo che derivato
Che deriva dalla degradazione dell'emoglobina noi siamo sicuri che quelle sono ecchimosi che hanno almeno settantadue ore c'è prima di settantadue ore non si ha la degradazione dell'emoglobina
E non sia colorazione giallastra ma al di là di questo non possiamo datare più precisamente le ecchimosi per cui
Non ci sbilanciano nel descrivere ecchimosi come recenti o come
Pregresse dall'atto della visita semplicemente perché
In un caso le vediamo nerastri in un caso le vediamo rossastre
Cambia tantissimo da soggetto a soggetto e anche semplicemente dalla sede
Corpore attinta perché vecchi Musi hanno colori diversi a seconda di dove
Di dove
Intenti anch'
Ok
Saremo veloci e una cosa che non tutti sanno e che
E quando una persona viene colpita con un manganello
L'impronta che si rilascia non è un'impronta a Striscia come si ci si può immaginare ma un'impronta binario allora quando noi vediamo
Delle ecchimosi a binario il corpo contundente un corpo
Cilindrico allora le escoriazioni sono dovute alla
Alla azione tangenziale di un corpo contundente
Derivano dalla lesione dello strato
Epidermide co e anche dello strato derma epidermica o dove ci sono i vasi quando ci sono le croste vuol dire che ha interessato lo stato dell'epidermide Colletti Musis le escoriazioni sono importanti perché
A seconda di dove sono ancorati lembetti epidermici possiamo capire qual è il senso del del trascinamento
Le Chima usi solo le escoriazioni vi chiedo scusa sono molto spesso hanno la forma dell'unghia Tura sono lineari e si accompagnano con ipotesi particolare come quelle delle leggi delle violenze sessuali
Se il corpo contundente agisce con una violenza superiore a quella
Dalla Resistenza della della cute noi abbiamo le cosiddette ferite lacero contuse la differenza tra un'escoriazione al profonda una ferita lacerocontusa e semplicemente
Quasi semantica perché sono cose molto simili però anche in questo caso voi vedete come sia
Possibile documentare
Un il la presenza di ferite lacero contuse come le ferite lacero contuse
Abbiano delle forme che sono le più diverse e non sono determinate dalla forma del corpo contundente quindi non possiamo risalire alla forma del corpo contundente
Dalla forma della ferita lacerocontusa quello che possiamo fare e sempre del distinguere una ferita lacerocontusa da
Una serietà da taglio da Tagliente da arma bianca perché nel caso di ferite lacero contuse noi abbiamo
La presenza di delle cosiddette la Cigna fibrose da una parte all'altra della lesione cioè dove
Invece lo strumento da taglio taglia okay invece nel caso di ferita lacerocontusa non c'è
Rapidissimo veramente la velocità della luce l'unica cosa che vi voglio far vedere e più rare in ambito penitenziario perché
Normalmente queste sono ferite che portano la vittima in ospedale ma
Solo per farvi vedere a volte
Può capitare che noi vediamo come primi una
Soggetto che detenuto viene colpito
Con delle con un con un'arma bianca
Allora in questo caso è importante osservare lesioni perché perché quando la lesione viene curata cioè sei il soggetto muore è un problema poi del medico legale ma se la persona viene curata
L'aspetto primitivo della ferita cioè quell'aspetto che aiuta a determinare le modalità dell'aggressione si perde questo capita in un sacco di
In un sacco di circostanze quando intervengono i medici modificano ovviamente la lesione quello che noi possiamo osservare su una ferita
Da punta e taglio quindi una ferita la coltello
Possiamo salvare la forma cioè se ha due margini acuti io o un margine acuto è un margine arrotondato e questo ci permette di distinguere
La la lama monotagliente dalla lama abita gli ente dalla ma abita agli ente avrà due estremità della ferita che sono acute last la lama monotagliente il classico coltello da cucina quasi sempre un'estremità arrotondata piatta
Dove c'è il dorso e infine
La
Presenza di
Una deviazione che noi chiamiamo inciso durate estrazione che è una specie di deviazione dell'asse della lesione che è dovuto al fatto che istintivamente chiunque di noi pianti un
Coltello in modo ortogonale poi ritragga l'arma quasi sempre si porta a una rotazione verso il lato ulnare quindi verso
La parte del mignolo il pollice ruote esternamente allora se questo
Lo immaginiamo in un testo rimane o in un Mancino
L'inciso dura e dalle parti opposte e questo permette in certi casi di poter distinguere se l'aggressione avvenuta da un mancino o da un destrimane
Revisione la difesa versiamo via ringrazio corso un po'ma il tempo era quello che hai grazie mille
Grazie
Grazie soprattutto dell'iconografia
Ma anche delle delle spiegazioni
Rispetto a quanto bisogna fare
Vedere in occasione della rilievo di lesioni
A cui aggiungerà alle sue osservazioni del dottor giorni relativamente a come documentare le lesioni
Buonasera a tutti sono Marco Puggioni grazie a Sergio proprio ieri minore o per avermi invitato
A partecipare a questa quindicesima dorate alla medicina penitenziaria io lavora Sassari sono un medico per penitenziaria svolgo la la funzione di medici della medicina di servizio
Non sono medico-legale per cui mi è stato dato questo mi è stato affidato questo compito e parla la documentazione lesioni delle decisioni in carcere
è un compito per me è arduo dopo aver sentito la brillante relazione dottor testi comunque facciamoci coraggio
Non ci perdiamo d'animo visto che la visione in carcere sono frequenti e vediamo di documentarle andiamo a vedere come laddove documentarle
Per
Allora per
Per iniziare questa chiacchierata mi sono rifatto l'articolo undici dell'ordinamento penitenziario
Che è al terzo comma stabilisce che all'atto dell'ingresso in istituto i soggetti sono sottoposti a visita medica generale allo scopo di accertare eventuali malattie fisiche o psichica
Tale visita deve essere effettuata con la massima sollecitudine e in modo approfondito al fine di evitare che forme patologiche sfogano tempestivo controllo sanitario e manchino quindi nel corso della
Della detenzione o dell'internamento adeguate attenzioni e cure
Lucio come forse questo non lo so vediamo un pochino
Pongo
Può esserci
Allora
Questa e un'immagine che ho voluto presentare affettuosamente chiamo Pasqualino cinque palle
Sono
Pasqualino un nome un nome d'arte ovviamente
Ho voluto chiamare così perché due gli altri madre natura e tre pallettone di fucile sedi e inseriti lui nel sottocute del prepuzio del pene
Questa è un'immagine simile solamente che non sono pallettone di fucile ma sono o delle
Dei cubi di di plastica
Perché ho inserito queste visioni non perché siamo dopo pranzo alle otto turni gestivo Mallia inserite perché Leo
Rilevate all'atto della visita di primo ingresso in carcere
Quindi le abbiamo riportate dove sulla cartella clinica nella quale tutti parlano tutti la odiano
Quasi tutti da sottovalutano pochissimi dedica un tempo necessario però e uno strumento necessario per la raccolta della documentazione sanitaria d'altra parte le lesioni fanno parte della della storia del paziente
La cartella ha un importante ruolo storico documentale testimonianza delle lesioni delle decisioni assunte per la tutela della salute del paziente detenuto
Come deve essere la cartella deve essere veritiera accurata completa pertinente chiara rintracciabile
Veritiera in cui il dover notiamo tutti i dati gli eventi contestualmente a loro verificarsi o nell'immediata successione degli stessi
Secondo scienza e coscienza da parte del personale medico infermieristico
Non bisogna utilizzare il bianchetto non sono consentite cancellazioni con la gomma per errori commessi all'atto della stesura si proverà a tracciare una riga con inchiostro indelebile sulla scritta in modo tale che se risulti comunque leggibile
Per errore od omissioni rilevati epoca successiva è necessario porre una notazione che dia semplicemente atto accompagnata da ora data e data di stesura e firma dall'assessore
Deve essere accurata
In ogni unità di tutelare la salute in carcere deve essere definito un apposito Regolamento Corno procedure atte a garantire l'accuratezza i dati prodotti è l'accuratezza delle loro eventuali trascrizioni dovranno essere facilmente rilevabili
La corrispondenza tra terapie prescritte e somministrate la rilevazione trascrizione di parametri vitali
La corrispondenza tra esami strumentali prescritti refertati completa deve essere aperto al momento l'accettazione in carcere deve essere chiusa già completata di ogni sua parte alla dato dalla scarcerazione
Tutti i moduli allegati i quale parte integrante la cartella clinica vanno conservati insieme in ordine cronologico insieme ad un loro elenco possibilmente
Pertinente pertinente cioè bisogna riportare informazioni congrue colleghi condizione la persona assistita chiara nella grafia nell'esposizione il testo dovesse leggibile e comprensibile per coloro che utilizzano la cartella clinica
Medici altri professionisti sanitari e al deve avere un'esposizione diretta che non dia adito a diverse interpretazioni e infine deve essere rintracciabile
Deve essere poter deve essere possibile poter risalire ad ogni attività eseguita devono essere individuabili gli esecutori di ogni singolo atto grazie alla loro firma leggibile
Il momento dell'accaduto con data e ora non esiste l'obbligo di indice ma le pagine devono essere numerate quindi in cartella clinica documentiamo tutto comprese alle lesioni che un paziente ritenuto
Può presentare siano esse auto procurate che procurate da terzi vi mostro una una foto di un non paziente che aveva che abbiamo a Sassari che si è piantato un chiodo in in fronte
Doveva fare una telefonata probabilmente non ricordavo il numero di telefono questa lo stessa persona è questa è una lesione procurata terzi scontro fra detenuti
Ma perché è necessaria la documentazione delle lesioni perché un'accurata valutazione della lesione un prerequisito per la pianificazione delle cure per ottenere una corretta trasmissione delle informazioni
Per avere la possibilità di comparare le diverse rilevazioni effettuate in luoghi tempi e da persone diverse per documentare il nostro operato AI fine medico-legali
In effetti necessarie anche perché in caso di presenza di lesioni la documentazione non deve risultare sommario assente
Perché alcune volte le lesioni semplici sono considerate rilevanti le guardie molte volte spesso vengono infermeria e ci dicono Salle tenuto tal dei tali è passato in cella il gattino e si è graffiato
Quindi talvolta questi casi che inizialmente o sono segnalati vengono rilevati perché il paziente chiede di praticare delle medicazioni
In questi casi risulta difficile determinare una data certa dall'evento traumatico è la cartella risulterà incompleta
Deve essere ancora è necessaria documentazione perché deve essere presente la una localizzazione dettagliata come esposto dottor testé Alicia una precisa descrizione delle caratteristiche spesso mancano queste informazioni e siamo alla prognosi
La mancata o parziale documentazione della lesione può comportare delle dighe delle criticità al personale sanitario infatti in tal modo si espone a possibili procedimenti giudiziari qualora la sua un contenzioso
Apro una parentesi ancora Sassari sanguina la ferita per un medico che è stato condannato per i fatti del tre aprile due mila che non aveva documentato le lesioni dei detenuti che erano stati trasferiti
E infatti ogni volta che in carcere accadono eventi gravi l'attenzione nelle conseguenti immancabili inchiesta amministrative giudiziarie si focalizza sulla individuazione di eventuali errori od omissioni da parte il medico penitenziario
Nel caso eventuale procedimento giudiziario la precisione della documentazione è fondamentale specialmente essere l'attiva i casi di violenza
Infatti l'intervallo di tempo che solitamente molto lungo e che intercorre tra l'episodio documentato e il processo l'esattezza della documentazione scritti e l'unica che mantiene l'esatto senso dell'accaduto
Lo vediamo un protocollo del rilievo revisione ma con latte sono i figli con individuazione alla sera e che ci ha parlato abbondantemente con precisione dottor testi la descrizione la lesione l'analisi di eventuali posture antalgiche
E quindi apparire utile anche utilizzano spero con uno schema corporeo su cui annotare la localizzazione l'estensione delle lesioni da violenza fisica in modo che possano essere descritte con dovizia di particolari lo schema è questo che a Sassari stiamo utilizzando
Da un po'di tempo magari in altri istituti lo state già utilizzandolo solo potremo anche discutere
è per rifarmi a quello che è dottor testi per avere una documentazione di qualità nei casi più gravi sarebbe utile avere l'autorizzazione e l'amministrazione penitenziaria a scattare delle fotografie dove si riconosca alla persona che si mettono in evidenza
In evidenza revisione
Infatti le inadeguato l'atto livello di raccolta di dati dice espone a rischi quindi il medico penitenziario deve perseguire un obiettivo qual è l'obiettivo incrementare il livello di precisione e chiarezza nel certificare il paziente portatore di lesioni
Per garantire una migliore qualità dell'assistenza e anche una minore una minore esposizione ai rischi giudiziari concludendo
Riportare in cartella la documentazione clinica approssimativa che sia carente di dati lacunosa vanifica le sue finalità è fonte di responsabilità professionale penale e civile
Per evitare questa responsabilità documenta con precisione le lesioni scrivi quello che fai e fare quello che scrive io vi ringrazio però ho avuto l'alterazione della
Grazie al rapido ISO conciso ci dal tempo eventualmente anche per alcune domande
Io volevo aggiungere rispetto a questo argomento delle lesioni del fatto che con una una circolare l'amministrazione penitenziaria ha da tempo richiesto ai medici
Di poter certificare anche la congruità dei figli avvenimenti in qualche modo riferiti rispetto a quella che poi l'evidenza di di lesioni
Io credo che sia sufficiente un una certificazione se viene fatta bene
Che descriva effettivamente il livello delle lesioni come quanto l'importanza che documenti come ci hanno illustrato
I due relatori sia dal punto di vista fotografico ed è una ottima idea perché come dire la documentazione nel tempo permanente al di là dei ricordi
Insieme anche logicamente alla documentazione scritta che però lascia adito anche a delle situazioni nel tempo interpretative
Comunque sia una documentazione fatta bene scavalca qualsiasi richiesta di dover
Motivare il rispetto dei riferimenti
Quelle sono problematiche da UPG non sono problematica da medico il dover
Intervenire sulla il livello di riferimenti è successo così mi è capitato così io vorrei che con le lesioni le certifico
E in qualche modo le rendo chiare e disponibili per
Eventuali indagini ulteriori accertamenti
Cominciamo il girotondo torna
Dovuti dare cotto stabili che non voleva che ci sia domani
Dalla poltrona
Domande perché la tassa per l'attrazione sulle quali chiedo la vostra attenzione prima mi pare
Mi pare si sente
Adesso sì assente sia adattatore costitutivo dell'importante sia Roberto che Marco mi pare che
Perché vi è una cosa tutte le cose avete letto tranne forse l'apporto
Così del del sentito solo come dire di competenza del medico a me pare che sia dell'alta di competenza anche dell'infermiere
Documentazione
Relazioni referti eccetera sono professioni sanitarie dato che qui metà delle delle auditorium infermieri dispone rispondi subito finiscono due domande
Comincia risponde chiuse
Direi che duramente
Sicuramente l'infermiere è un professionista sanitario su questo non ci piove per cui è tenuto agli stessi obblighi del medico
Chi direi che in ambito penitenziario però mentre il il medico e sicuramente pubblico ufficiale perché una delle ipotesi di medico pubblico ufficiale che sono proprio normate l'infermiere è certamente un incaricato di pubblico servizio in altri termini
Agli stessi obblighi ma sono degli obblighi un po'meno un po'meno sanzionati poi alla fine i l'obbligo e lo stesso la sanzione un po'minore è ovvio che in un'organizzazione che necessariamente molto rigida come quella penitenziaria dove esiste
Una sorta di
Possibilità di trasmissione note la della notizia e quindi dal rapporto e logico che la certificazione medica con la descrizione delle decisioni sia una competenza medica
Oltre
Va da sé
Vengo
Importanti che ci sia una comunità perché ci accogliere infermieristico nuova raccomandazione importo allora la presenza di un evento
Sì la certificazione perizia medica ma pagati impianti in servizio non ci sia scritto
Ottime condizioni generali c'è
Allora
Se fossimo in ambiente ospedaliero se fossimo in un ospedale a me verrebbe la pelle d'oca a sentir parlare di diario infermieristico perché
Da se fossimo in un ospedale poi spiegherò il perché se fossimo in un ospedale tutto
Quello che viene scritto circa un paziente si chiama cartella clinica non esiste nella cartella infermieristica nel diario infermieristico son tutte
Nomi di fantasia
In ambito penitenziario che esiste una cartella clinica penitenziaria che voi sapete si chiama carte l'applicata evidenziati a origina ancora mi pare di ricordare da alte dal testo unico
Delle leggi penitenziarie comunque è una vecchissimo un vecchissimo teso che parla di cartella penitenziaria e noi di fatto almeno nella nostra realtà l'abbiamo ereditata tal quale penso però che
Possa anche esistere cioè voglio dire no noi molto spesso vediamo anche medici che sulla stessa cartella clinica sullo stesso paziente a distanza di poche ore scrivono delle cose diverse questo e possibile
Ma è una è un problema di addestramento
Diciamo crew Coordination parli in termini aeronautico cioè una questione di équipe quindi è una questione di
Sistemare gestire il lavoro dell'équipe
E possibile perché può anche essere che un un'infermiera noti una cosa e il medico e noti la stessa cosa diversamente perché siamo esseri umani può anche darsi che noi la pensiamo diversamente
E volevo dire io
Fondamentale comunque
Noi dobbiamo omogeneizzare assistenza
Ripetiamo degli Eurostar viceversa esatto indichi ha chiarito un attacco da parte sia più rapida rapidissima banale
Una delle cose che ci dicono c'erano lavoro degli appalti cartella che non si capisca chiara la firma
Perché se no poi detenuto
Cioè
Ok totalmente vero il contrario vedevo sempre se decidere in fretta invece
Turella cartelle cliniche tra l'altro avendo perdonami se tenterò per due motivi primo per i motivi medico-legali secondo perché oggi
Siamo operatori del servizio sanitario nazionale ed è nostra è una trasparenza
E come dire una visibilità come tutti gli altri colleghi quindi è una
Come dire doppia motivazione
Minimi correggano agli signori infermieri se sbaglio ma il diario infermieristico e viene utilizzato è uno strumento operativo più che è uno strumento di tipo medico legale quindi a come dire delle valenze
Beh
Ora
Accedono anche nel dire no ma resterebbe un po'
Possiamo
No no ma non può non può ragazzi scusate non
Alzi posso magistrato in sala il viene la pelle d'oca perché non può essere diversamente non può essere diversamente
Possa spiegare posso dire una cosa allora
La cartella clinica sic cioè e un atto pubblico
Perché e compilata da un pubblico ufficiale o da un incaricato di pubblico servizio questo vuol dire che l'incaricato di pubblico servizio cioè l'infermiere che iscrive qualsiasi cosa su un foglio di carta
Una volta che l'ha scritto non può più strapparle buttarlo via perché quello è un atto pubblico
E come tale non può che seguire la documentazione di quel paziente
Presente
Tendenzialmente tendenzialmente se io dovessi organizzare il lavoro in un in un reparto dove mi pongo dei problemi medico-legali per evitare quello che diceva il collega io farei ben attenzione che
Il diario infermieristico sia una raccolta di elementi clinico-assistenziali e di terapia per esempio
E che eventuali annotazione di tipo diverso sia no compilate dal medico sulla e diaria sulla cartella clinica cioè
è semplicemente una questione di organizzazione del lavoro ma sul fatto che sia un atto pubblico e che ha valore
Non ci piove cioè al dottor Luca mia voleva dire
Proprio di Elena Mele piano piano diamo spazio a tutti
Perché
Alla sarà una guardia medica della casa circondariale di Pisa e volevo fare una domanda al dottor testi e una Puggioni
La prima che denota la mia completa ignoranza nel campo
Faccio due esempi quotidiani detenuto che viene condotto a visita dagli agenti e con delle lesioni
Mettiamo un'escoriazione sul
Sulla mano
E le lo visiti dottoressa ci faccia il certificato perché caduto si è fatto male poi lui mentre lo medico dice mi hanno picchiato no
Allora la regola così come viene in in assenza di un atto tale formazione perno e medici di guardia quello che ci viene tramandato dagli anziani descrivi
Soltanto quello che vedi
Però se ti viene riferito qualcosa non sono fatti tuoi e quindi no entro io lo dico perché questa cosa mi ha suscitato
Molte domande quindi alla fine il certificato che è un certificato medico
Di si descrive la lesione si medica si dà la prognosi
E lì finisce a meno che io non abbia assistito all'evento
Che ha provocato la lesione queste la prima cosa
Seconda che mi è successa abbastanza recentemente scioperanti della fame che viene per il certificato medico quotidiano con i parametri
L'infermiere viene quaranta ora viene giù Tizio però ti dico che io l'ho appena visto mangiare in cella
Io non scrivo nulla perché io non l'ho visto e quindi dico che continua lo sciopero della fame queste due
Rispondo
Rispondo io visto che il lavoro in carcere poi se vuole aggiungere qualcosa dottor Trieste
Alla
Alla prima domanda sul certificato discutibili portare che lui riferisce che
Le lesioni seria procurate cadendo ogni anno procura
Quello che lui riferisce anche se dice la gente come
Scettici alla gente deve sfidare gli hanno procurato gli agenti
Semplice
Se
Se
Scusami questo quello che si scrive fermo sei anni mentre lei e la Casti allontanato dall'essere veritiera allora ragazzi alla
Ma se di tutto
Allora facciamo due cose innanzitutto ciascun essere umano è
Indirizzato sempre dal buonsenso e quindi questo deve esserci sempre
Seconda cosa non si potrebbe dire ma lo diciamo tutti voi avete visto il miglio verde e tutto quello che capita nel migliore sta nel miglio
è un po'un qualche cosa che chi vive in ambito penitenziario sa che esiste in senso buono non in senso cattivo detto questo se un detenuto riferisce una modalità
Che è doveroso che quella modalità vada annotata perché se è un pubblico ufficiale perché nell'attuazione tipica azione è previsto anche cioè ha richiesto che tu
Argomenti
Poi voi anche scrivere lui dice che si è fatto che è stato picchiato viceversa la gente testimonia che è caduto
Ma se lui è caduto quella gente dell'aver fatto a sua volta una segnalazione del fatto che il detenuto è caduto quindi
Tutto deve essere certo non fai null'altro che attestare la verità basta
Senza
Forzatura
Rispondo per lo sciopero della fame proceduto alla fame non lo decide l'infermiera sei ha mangiato cioè non ha mancato Tourkya meno infermeria Lucchesi
Le misure la pressione se da tanto che fa lo sciopero la forbice costretta anche a prescrivere gli esami
Poi ovviamente se il peso rimane standards e chiaro cielo procedo con la fame e lo fa bene peso scende
C'è poco da fare io ho conosciuto un cento chili che arrivato da voi a trentacinque chili è quello fatto lo sciopero della fame però lo devi sempre certificare quello lì non è l'infermiera che ti dice l'ho visto mangiare non te ne frega niente di quello che dice
Cioè
Voi
Puoi scrivere che l'infermiera ti ha riferito che l'ho visto mangiare certamente giusto qualche ordine dubbio
Ma quell'undici
Io
Certamente lo puoi fare con la segnalazione
Certo che non è un problema tutto lo consegna alla regione ragazzi ma
Alla fin fine no
No
Non c'è l'incentivo non fa niente cioè
Voi io potrei giurare che tre mesi che faccio lo sciopero ha fame ma non ci crede nessuno perché sono ciccione da pazzi
Però
Voglio dire la preoccupazione dello non è lo sciopero della fame primo decide di farla sciopera fame per tre giorni ne importa niente a nessuno se uno sta male allora mi preoccupo
Le volevo fare un'ultima domanda appunto al dottor Puggioni era erano due diciamo
Velocemente l'esame obiettivo all'ingresso così come ce l'ha presentato con quelle foto
Presuppone che io e io confesso che non lo faccio lo spoglio daccapo in piedi io pochi minuti di tempo per farlo firmare consente contro consensi fogli con le guardie che mi presta dottoressa finito testa finito
E attualizzato tutti di prendere tutto il tempo per fare una cartella impiantare una cartella clinica simile certo che si prende tutto il tempo perché
Non ebbe
Venti
Altrimenti tu lo farò io pensavo direttivo
Però ecco ricevano quanto tempo che lavora io poco però ciò colleghi che lavorano lì da da vent'anni e posso
Posso assicurare che fanno molto di meno di quello che faccio io ma collega scusami
Scuso
Scusami
Scusate se no qui frena sarà utile a migliorare incerto
Come ti chiami
Erede ero Benevento ascolta il collega per cui io ho aperto la parentesi che è stato condannato ad un anno lavorava in carcere da venticinque anni
E quando non ha documentato lesioni dei detenuti partenti perché gli agenti mi hanno detto che gli avrebbero fatto vedere
E lei si è beccato quasi un anno di di condanna e questo che io per quello fatto quell'esempio lì
Lo porto sempre e anni ne sono passati già quattordici e non è che sia ieri
Sì io
Non volevo intervenire per non
Però
L'importanza del discorso è tale
Che
Non si possono non si può nascondere il fatto che quello che ha detto la collega e una quotidianità scorretta che esiste in gran parte delle situazioni italiane
Il problema cartella da intanto un primo inciso io sono d'accordo con Marco o sul
L'opportunità di fotografare le elezioni
Sono d'accordo oppure
Avendo coscienza che probabilmente
L'anno gestione locale dell'amministrazione penitenziaria potrebbe non essere d'accordo
Io nella ipotesi non solo tutto
Ovviamente bisogna chiederlo ma io mi farei autorizzare dal detenuto
Io chiederei al detenuto tu sei d'accordo che ti si fotografano l'elezione mi farebbe tre una firma
E con quella lo chiederei
In modo che domani intanto mi si è fatto fotografare il collega un po'il
Però però nord ovest giochiamo in un ambiente di particolare complessità
Laddove
Immagini fotografiche di possibili atti di violenza andrebbero a testimoniare in maniera chiara anche in una fase successiva di giudizio
Determinate responsabilità a questo punto personalmente
Mi auguro di non doverlo fare mai però ripeto io una autorizzazione una firma dal detenuto malaffare posso dissentire
Certo cioè secondo me
No a non è previsto nel senso che
Nel momento in cui il detenuto esplicitamente dissente
Per carità coi anche dire rifiuta di farsi fotografare ma nel momento in cui tu fotografi una lesione o la descrivi obiettivamente sulla cartella clinica come sei tenuto a fare non è null'altro che uno strumento diagnostico in più
Cioè
La la tutto quello che riguarda la tutela della privacy non è che le sue immagini vanno in giro o che tuo associ l'immagine al volto
Tu documenti documenti quello che tu descriviamo margine la descrizione se fatta bene
Cioè gli antichi meriti dei vecchi medici legali vecchio Gigli a Torino diceva che
Non bisognava fare le auto le le fotografie durante l'autopsia perché la descrizione doveva essere talmente precisa da surrogare
Un un'immagine fotografica quindi in realtà non è null'altro che una un uno strumento di esame obiettivo si collega in
Voglio dire teoricamente sono assolutamente d'accordo con te nella quotidianità del carcere
Però con le dinamiche che ci sono all'interno personalmente riterrei più cautelativo farmi mettere una firma che era detenuto che accetti e poi sottoporre alla direzione
La richiesta segnalando che è sottoscritta dall'interessato conto poi
Decina
Per quello che riguarda invece il problema della cartella ed della descrizione proprio delle azioni
Devo dire che noi in Regione abbiamo fatto nuovo diario clinico perché
Diario clinico ereditato dall'Amministrazione penitenziaria e nell'attesa di avere quell'informatizzato e tra l'aberrante dell'OSCE
Per per mille motivi che
Lasciamo tutti è un diario clinico dove ci sono credo nove pagina per fare la presa in carico della persona che vengono
Raccolte parte dal medico sì nove a pagina nove pagina
Parte dal medico di prima accoglienza parte dallo psicologo parte dall'infettivologo in Conselve sono di tre lingue early fanno con l'infettivologo Vernon col medico di guardia
E c'è ovviamente questa parte relativa alle lesione delle possibili lesione all'ingresso quando abbiamo presentato la bozza al Provveditorato c'è stata una lunga discussione su questo aspetto e il Provveditorato ci ha chiesto
Di
Non di evitare la famosa dicitura sera o meno compatibile eccetera eccetera
Però di vedere è una forma Natale che consentisse di potere comunque descrivere perché non possiamo fare a meno ai fini della trasmissione
Quindi ricordo che alla fine abbiamo convenuto sul fatto di dare a un istituto il famoso blocco dei referti del pronto soccorso
Che accompagnerà ogni istituto ordinaria sanitarie oggi presidio sanitario per cui se viene descritta una lesione
La stessa descrizione come si faceva il pronto soccorso ricordo quando l'ho fatto una vita fa insomma ecco come si faceva in pronto soccorso si stacchi il referto
E si consegna l'ufficio locale di polizia penitenziaria che è legittimato è titolato ad averlo non più modellini singolari modellini bizzarri con nomi strani connubi ristagni morta sesto classico di pronto soccorso
Dell'azienda sanitaria ufficiale a tutti gli effetti a madre e figlia così come sono
Ovviamente non so questa novità c'è qui Enzo Claudio amico Pino da Cosenza quanto potrà fare piacere medici che fanno questo tipo di lavoro però questo significa andare a un'omogeneità di sistema col sistema sanitario nazionale come c'è fuori
La possibilità che il detenuto di con lesioni dall'esterno esiste devo dire che io come dicevo Giulio prima non faccio più questo tipo di attività all'interno dell'istituto perché
La maggior parte del mio tempo lavora in Regione e però lo faccio
Per l'Istituto per gli accertamenti in accoglienza
Il minorile
A me nella mia città pregevole ringraziando Dio che dagli interessi sono pochi
Più la gestione della comunità e lì il problema del rilievo delle lesioni del minore un problema estremamente complesso perché di fronte ad atteggiamenti spesso negazionisti ICEF ingresso poi dopo tre giorni quando vanno in udienza
Dicono al magistrato sono stato picchiato dalla polizia sono stato picchiato dei carabinieri in ha picchiato la Guardia di Finanza
E la bisogna veramente essere devo dire molto cauti molto attenti che anche se necessario visitarli spogliati visitarli nudi Cordon tutto ciò venne
Al
Consegnate sotto il profilo emotivo per tutti quanti scusatemi grazie
Lo so sorte nella nella sessione come dire attira molta attenzione
Dobbiamo lasciare spazio anche in altre parole veloci selettive si diceva seria importante sappia nell'ottica del motivo per cui
Un detenuto motivo dell'arresto
E si pensava alcuni dicevano che non è d'accordo a sapere il motivo alcuno
Invece se non essenziali e che il medico a ingresso quando sa anche la motivazione
Sto se una violenza sessuale che se non rissa se
Se è un omicidio sa anche dove
Andare a pagare e dunque
Secondo me essenziali volevo solo aggiungere questo
Ne
Allora chiudiamo le stesse usate posso
L'ultima si
è una domanda
Desideravo più che altro avere una un conforto dal punto di vista di un eventuale Consiglio
Di come comportarsi nei confronti di quei casi in cui in un
Diciamo in un caso di direzione che il detenuto si può essersi procurato al momento dell'arresto che magari è stato inizialmente diagnosticata in sede
Diciamo ospedaliera al pronto soccorso in un determinato modo arriva in un carcere in istituto asintomatico poi
E a nell'arco neanche di ventiquattro ore facendo delle dichiarazioni che poi non senza testimonianze decide cioè decide
Perfetto
Dichiara di essere caduto di avere avuto naturalmente diciamo un incidente in cella
Ora e quindi il medico che lo visita valutare effettivamente se quelle lesioni che si è procurato sono delle nuove adesioni
Ho eventuali esiti naturalmente opposti come di quello che ha avuto al momento dell'arresto qualche ventiquattro ore quarantotto ore prima che di questi sono gli intervalli
E lo manda in pronto soccorso
Al pronto soccorso il detenuto dichiara che quel tipo di lezione o quel tipo di incidente non
Celle procurare dopo ma che relativo ai giorni in cui c'è stato l'arresto allora siccome io sono un pubblico ufficiale
E a me il detenuto mi riferisce una determinata realtà supportata dalla dichiarazione anche di servizio degli agenti di polizia
La collega o il collega di pronto soccorso e altrettanto un pubblico ufficiale no che attesta in quel momento si siedono in quel momento è un pubblico ufficiale che lunedì pubblico attesta naturalmente nel suo verbale naturalmente referto
Un'altra dichiarazione che il detenuto fa allora uno ecco in questo caso cosa deve fare perché io nel diario li logo contenuti guardate lo dico subito prima di andare a Careddu io purtroppo devo scappare perché alle quattro da questa d'altra parte di Torino e non ci son più
Allora importante e scrivere la verità poi se questo se questo detenuto ha fatto una calunnia perché potrebbe aver fatto una calunnia se questo detenuto ha raccontato una balla ci sarà un magistrato un consulente tutto un sistema che lo stabilisce
Se tu scade scrivi quello che vedi e scrivi le cose vere
Nessuno ti verrà mai a dir nulla però in questo caso riallacciandoci a quello che era stato detto inizialmente sarebbe sempre
è importante a vere una parallela dichiarazione del personale di polizia penitenziaria in servizio
Al momento della di ciò che viene riferito dal detenuto perché in questo modo ma guai più congruità però il resto allora sale dette in tutto ti riferisce una cosa Elia e l'agente di Polizia penitenziaria se ne sentita raccontare un'altra tu devi comunque scrivere quello che ti dice
Allora
Hai capito diventa una complicazione di un affare semplice
Basta scrivere le cose come stanno sempre e comunque poi ci sarà qualcuno che va a tirare le fila il problema invece cioè dove noi inciampi amo perché necessariamente inciampi amore come diceva la collega
Dai facciamo in fretta allo spoglio non lo spoglio lo guardo non lo guardo
Questo ha un'ecchimosi grossa così surrene quel rene a una rottura in due tempi sotto capsulare dopo tre giorni non l'abbiamo raccontare più a nessuno perché non l'abbiamo scritto
Cioè io tutte le grane che ho visto in ambito penitenziario e un
Non ne ho viste tante per poi alla fine lo la parola di di di conforto è che io faccio il medico legale vedo più di cento casi di responsabilità professionale all'anno
Ma di responsabilità pre professionali d'ambito penitenziario che mi ricordano visti quattro-cinque in tutta la mia carriera quindi vuol dire che in ambito penitenziario grazie a Dio i
Amo so principio che tutto quello che succede nel migliore sta nel miglio è ancora abbastanza vero anche perché quel livello di attenzione di cui si parlava e semmai effettivamente esistente
Capello cemento e concludiamo from ad ultimazione domani ma molto molto molto stringati gli atti non sono davvero seguiranno dottor Secchi scusi sapete già che deve andar via no o un magistrato un giudice che mi mette in galera perché non vado a prenderla figli a scuola
Prima Asciutti
Due visitare contattato l'intervento rispetto a
Diario clinico
Terna
A Velardi anche
Effettivamente non abbiamo sentito io non
Quindi non ho sentito bene ho capito una cosa che forse non non risponde alla verità il fatto che quanto scritto nel chiari i termini con laddove esista poi perché non credo che tutti gli istituti questa profezia
Non sia un atto ottico è un atto pubblico quindi è un atto pubblico come qualsiasi cosa che viene scritta da un incaricato di pubblico servizio è un atto pubblico vale dal punto di vista
De L'Aquila quella che si chiama allora l'atto pubblico si dice cioè questo lo dice lo dicono i giuristi
è un atto che è dotato di capacità certificati va sfide facente allora Luck il questa attribuzione certificativo affiderà facente data al a tutti i prof
Visti quindi all'infermiere come al medico e dal
Ciascuno per la propria parte hanno lo stesso identico valore dal punto di vista giuridico la ringrazio avevo capito male io grazie giuro che avevo detto questo
Beh
Bene procediamo con quest'altra sessione
Dove si parlerà di
Lesioni cutanee soggetti detenuti arrestati
Inizierà l'intervento dottor Guido Leo parlando all'appropriatezza terapeutica del trattamento medico delle lesioni
Seguirà il dottor volute fusti con la proponente l'appropriatezza terapeutica del trattamento infermieristico
E poi seguirà la discussione plenaria io credo che questo argomento sia un argomento molto molto importante sia dal punto di vista da quello che è stato detto negli interventi precedenti perché comunque
La rilevazione di quelle che sono in essere cutanee
In un detenuto
Un aspetto veramente di
Che ha delle annotazioni medico-legali veramente molto importanti
Per non parlare anche di quelli che sono spetti evidentemente è molto più legati a quello che vi sono le malattie infettivi tipo le lesioni che possono essere cutanea causa
Di prassi Tosi eccetera eccetera però diciamo che l'aspetto più importante riguarda proprio quello che la rilevazione di queste lesioni passo la parola al dottor Guido leoni
Grazie vi sentite io mi muovo perché sennò mi vengono i vermi tanto grazie Luca veramente di moderare perché
Come vedrete queste sono su argomenti di cui si parla parliamo tanto Libè ICB fatte intanto può infermieri e quindici molto bello avere
Lei ha già approvati tra l'altro insomma so che è fatta con un grosso sacrificio dei redditi grazie morto regionale Gianfranco sono due operatori dell'ospedale
Di queste cose se ne intendono
Allora il titolo era le lesioni
Le cutanei soggetti ritenuti ovviamente le lesioni cutanee
Soggetti ritenuti sono come quelli soggetti liberi quindi fondamentalmente andiamo avanti
Chi mi ha sentito ieri
Vedrà di nuovo che ritornerà un po'lo stesso tema lo queste e diventata per me è una battaglia quella della appropriatezza diagnostica dal prete per cui
Preparate via un'altra concione insomma ecco
Allora
Questa è la classica classificazione delle lesioni parliamo di
Fondamentalmente di ulcera ecco giusto per
Entrate nel del campo
Noi dobbiamo
Fare una diagnosi ma di una lesione quindi classificarla vuol dire farlo indiani ritardi
Ce ne sono varie classificazioni queste quella che a me pare semplice concreta e utilizzati nella pratica assenti che contaminate lesioni infette superficiali quindi una lesione
Un'infezione estesa e tessuti circostanti l'ulcera
E infetta profonda quindi e tessuti sottostanti quindi
Superficiale il senso orizzontale profonda in senso verticale
Vediamo alcune foto
Questa è una classica lesione torbida
Che può essere asettica può essere contaminata
Non la nessuna evidenza di infezione
Poi
Io è la sede politico il perché di questa false
Questa è già più brutta no
E lo chiaramente qui abbiamo
Dei chiari segni di infezioni superficiali certi assunto necrotico
Però tutto sommato il tessuto circostante
No quindi può essere
Un'ulcera contaminata al massimo brucia con infezione superficiale
Questa qui
Ha già dei segni infiammatori e nel caso specifico effettivi più più
Evidenti no
Guardate come la l'alone per nemico esteso guarda e vede come i spessissimo importo della lesione
Segno di flogosi ecco i segni di infezione insegnino intimazione non sono tanto differenti e
E quindi bisogna anche lì capirà poi vedrete poi trucco c'è anche su quelle parti
Questa invece si vede chiaramente come c'è una vasta perché il tessuto
C'è una una
Rossana necrotica c'è uno scolo di impulso siamo abbastanza lontani dal pasto quindi possiamo anche andare avanti qui chiaramente abbiamo un'infezione profondi
Posso dire che c'è un interessamento della parto scheletrico da questa foto no logicamente io
Delle delle delle radiografie delle risonanze le cose che nel caso specifico me lo conferma
Credette cioè ecco ma qui non lo posso vedere a volte lo vedo realtà
Tutti si occupa di lesione sa che a volte ce l'ho già esposto sa che alle volte
Da queste lesioni escono fuori frammenti inizio insomma
Quindi chiaramente questo ci dice che nell'apparato scheletrico interessante dunque ha raggiunto il massimo fornita se continua con la passa dall'altra parte
Come
Dobbiamo gestire queste cose qua
Allora
Cosa facciamo delle lesioni essa etica come le curiamo
Io accetto suggerimenti lei si è chiamato
Essendo la battuta pur cosa frequentissima attenzione
Attenzione
L'attenzione
Quante volte noi vediamo delle lesioni estetiche che vengono medicati gli ambienti ospedalieri
Su colpo e troviamo tutti a ci
Toppa tributi resistenti stafilococco ospedalieri quindi ENI non è non è un accordo per lesioni asettiche si tratta lo sono ovviamente con una terapia locale
Non
Come dichiarazioni non
Con antimicrobici
Se la lesione contaminata cosa facciamo
Di nuovo
La terapia locale
E qui già
A scalare sino a perché
Chi è senza peccato scagli la prima medicazioni avanzate quante volte
Lesione
Super intuizione
Cioè
Oltre tampone
Antibiotico
Quando noi abbiamo intenzione
Dimostrata aggiunti ai caratteri clinici di infezione abbiamo dimostrato la gente patologico infezione comunque superficiale
Di nuovo la terapia e locale in qualche caso
In qualche caso quindi solo in questo terzo punto sul quale dato possiamo pensare di dare agli antibiotici quindi dall'altra che sistemi Sistemi Collettivi oggi per bocca per vena per muscolo quello che volete voi
Ovviamente invece quando
La lesione affonda
è obbligatorio alla terapia locali per cui fare allora suoi
Gianfranco
Giovanna molto meglio di me non me ne parlo per niente è obbligatorio utilizzano terapie sistemiche
Prima parentesi secondo voi nella vostra esperienza
Questa ottico indicazione sempre rispettato sedete libero la casa uno però si
Voi dite per Rossi
Quindi a voi non capita mai vedere dei tamponi curati io ne vedo continuamente
Ulcere trofica e con
Un tampone punitivo giù Attilio e Ricciu Antonio continuamente quello delle
Non è così e non è così ritiro perché va bene comunque fermiamoci avversario
Allora di nuovo l'abbiamo già vista ieri
Quello che è importante e
Questo già cioè quando noi vediamo una lesione dobbiamo darlo
Okay
Dobbiamo dire
A che classe appartiene
Una volta che noi abbiamo stabilito che livello è questa
A questo punto viene quell'atteggiamento tra
Quindi
Gli arriva un paziente con usati faccio dopo faccio lo stafilococco la terapia non l'ho fatto una gara
Glielo pazienti l'ultimo che anche l'evidenza che l'infezione superficiale estesa l'infezione profonde cerca di farci tampone pedofilo poco con i limiti che vedremo dopo di loro terapia questa è una cosa molto banale però
Anche qui chi è senza peccato Scaglia
Allora facciamo la diagnosi clinica giusto diagnosi clinica perché vista solo quelle quattro categorie
Dopodiché facciamo una diagnosi merceologica Gasperino ormai con
Le molti dei sistemi se
Secondo me scorretto trattare un'infezione cutanea senza
Claudio tra
Di
Scorretto non ce n'è bisogno non è mai urgenza
Io vedo costantemente e continuamente dagli ospedali
Che arrivano pazienti Coluccia e degli antibiotici
Voglio dire cosa c'è di più facile che fare una diagnosi microbiologica svolgerà
Sembra facile
Allora mi faccia vedere quello che si usa per fare le diagnosi eziologie quindi isolamenti in crescente ordine sensibilità
Cos'è la sensibilità e la
Probabilità concerne cresca
Un qualsiasi germe
Cos'è la specificità
E la probabilità che ci cresca in genere giusto credo che a noi interessa ok
Quindi parliamo sono a sua disposizione
Ma
Se questo è il
Tampone per hanno aeromobili
E il teste meno sensibile sensibilità molto bassa venti dieci venti trenta per cento
Questo è il classico tampone con il terrore trasporto sensibilità più alta belgi crescono bene gli Aero ma noi a nero
Sensibilità quaranta cinquanta sessanta per cento
Soltanto questo e per conto un po'non cresce niente nozze c'è l'eccezione
Sapete quaranta psichica succede
Cioè il sessanta per cento che non ci sia
Salma quaranta che non sia cresciuto per i più vari motivi nulla
Quando si riesce la
Prelevare del materiale liquido
The materiali che possa essere scusate inserito in questi tessuti liquidi resocontisti stessi terreni ripreso quelli che usiamo per le moto
Questo è quello che ci dà la migliore sensibilità
Materiale sia opulento lungo qualsiasi materiale promesse l'ha detto se ce ne popolo si diluisce con fisiologica sterile perché possa andar bene qui abbiamo delle sensibilità migliorie
Sulla sul punto sulle emissioni sul materiale non ematico arriviamo anche a un settanta per cento
E una cosa abbastanza normale trovare gli ho fatto spesso per divertimento faccio tampone faccio cultura liquida sull'ulcera il tampone viene negativo sul terreno sul battè che questo battendo su questa verifica scempio
Funzione
Ora però abbiamo visto
Cosa cosa utilizziamo
Dove mettiamo il materiale però vediamo anche
Come si raccoglie materiale magari
Quindi andiamo sul secondo punto la specifici e l'esame meno
Quando su un tampone fatto su Lucera
Di cresce
Un germe
Voi avete una possibilità su due diversi azzeccato
La specificità di un tampone danni
Non è mai o comunque non è di norma superiore al cinquanta per cento
Questo
Direi che qualche riflessione c'era faccia venire su quello che dicevamo prima
Cosa vuol dire
Vuol dire che
Quello può essere
Banale contaminanti imputati che non c'entra niente con l'esenzione stiamo
Poiché l'ICI solo modalità di prelievo
Io ricordo una grossa discussione
Colleghi colleghi otto pezzi arrivi facente di fine rapporto prima disimpegno
Pulisci bene in modo da ascoltare tanto e poi colta buon Circelli gli andare con tamponi piccoli sorvolo per aumentare un pochino la specificità e comunque restano
Certo laddove
Si può fare la ricevuta
Però non è una cosa pubblicità in realtà quindi a sud dello stesso non è una cosa complicata in realtà
Però non la fa così nessuno laddove si può fare sia cutanea sempre con un'ottima disinfezione dell'apparato cerata allora la specificità cresce cresce notevolmente arriviamo anche qui su un settanta ottanta per cento di specifici
Questa è una pratica che dovrebbe essere dallo cioè noi non dovremmo più fare lamponi sub iudice
Purtroppo non è questo in carcere dallo SLAI purtroppo
Non lo facciamo perché fa perché si può però ricordate ricche come minimo dovremmo fare uno questa queste micro chiusi sono assolutamente indolore eccetera partecipò
Sportivo
Questo è
Quanto possibile il miglior
Non voglio armo Talita i campionamenti cosiddetto prelievo protetto
Cioè io raggiungo ma in questo caso noi abbiamo una raccolta sottocutanei sul ginocchio raggiungo
Questo chiaramente soluzione aperta
Sempre si può fare devo avere uno Cogorno per vedere se le raccolte però io vado a raggiungere
La persona che mi interessa dal
Con questo sistema sotto guida è composto anche farli più seria lasciandola potente grazie
Colgo la disinfezione tipo chirurgico qui riesco ad avere delle specificità che sono
Anche del cento per cento se io trovo un germe sobrio protetta ha fatto bene
Soprattutto se ne trovo uno solo quindi io una
L'ora
Molo batteriche nono poli microbica modo microbica
O una sensibilità che una specificità scusami che
Vicina al cento per cento
Dopodiché
Sia fuoriusciti facendo deve far crescere un germe dobbiamo pochi interpretarlo
Prima domanda ogni volta che troviamo un batterio su cui ce la dobbiamo dare un antibiotico specifico e preciso
La risposta
Siete d'accordo no
Votiamo ragionare
Tutto sull'aspetto da lezione il primo diagnosi clinica secondo
Su come abbiamo fatto il prelievo
Quindi sensibilità esplicita il teste terzo ancora su quello che è cresciuto
Tutti i microrganismi sono uguali ci sono alcuni patologiche in determinati settori non ci stanno se io trovo sull'ultimo uno pseudomonas
Cioè
Domande resta nei mari dove stare trovo uno stretto coppette politico forse troppo lo stafilococco aureo ce l'ha terminato il proprio sviluppo determinismo
Giriamo ordine
è ovvio che
Il vero
E i germi che danno lezioni sono quelli
Che stando mediamente
Delle armi interessati
Quelli l'amicizia
Ma è anche vero che se i richiami che più facilmente mandato terminare l'audizione l'ulcera è una soluzione di continuo c'è fibrina sangue è un perfetto terreno di crescita previgente per cui
Trovare annuncia sterile è quasi eccezione
Di nuovo lo abbiamo fatto bene questo prelievo
La ampia disinfezione
Che sia che
Porti via la patina superficiali fibrina eccentrico applicare quello che ho detto vendite sotto e ove possibile tampone sottobordo
Allora alcune cose quindi ritorniamo lo chiudiamo la malattia non
Queste cose le dico perché
Anche se a voi sembra strano io costantemente mi trovo con pazienti con luce retrò
Perché io mi opposi questo ospedale concernente rimango
Oppure ulcere
Vascolari impazzito studenti eccetera ci vengono mandati ad un plastico per dare opportuna trentino che verrebbe perché colpevole
Cioè
Può essere può essere sbagliato di fatto non è sufficiente
Qui vedete quali sorvolo più comuni abitatori della cute
Quindi sono germi sui quali
Dobbiamo fare attenzione perché proprio in questo caso è possibile considerazioni fu
Chiederò che abbiamo detto che danno delle difficoltà di eccetera
E quindi di nuovo
La diagnosi clinica
A questo punto vi faccio vedere una lesione
Allora qualcuno di mi dica Cocco nell'ambito della spiegazioni come questa lesione secondo voi
E come va trattata
Grazie secondo grado quindi come la definì resti un'ulcera contaminante
Tutti sono d'accordo
Si già
Abbiamo
Qualcosa come le ha definite nuove
In effetti a superficie
Qualcuno dice di più
Quindi come la tratteremo questa cosa
La terapia locale antibiotici sia di via Ticino
Allora
Bravo questa è una bella domanda nella quasi flagranza allora questa è la rileviamo quindi conosco bene
Allora questi dati è un'audizione fatalmente nelle Marche
Trauma
Per la quale i colleghi dell'ospedale ovviamente di fiori cinque
è
Per la quale
Ovviamente non ormai gli antibiotici
Guardi
Perfettamente
Quelli
Gli agnolotti però quali concretamente
Senza armi sommario richiesto
Quindi di nuovo in questo caso
Di là usando in vista di sia come siamo
E voglio dire
Ogni volta che non ci finanziamo abbiamo
Bertola necrotica
Nell'esposizione
Addirittura presuntuoso
Io penso che se ne accorga perché
Chiaramente sicuramente queste giusto diversi sembra almeno
Già
Oppure
Bene io con questo concludo
Presentato ieri dentro
Morricone
Troppo
Vorremmo
Montani
Garantito
Al
Parte codificazione
La
Grazie
La parola
Ma i colleghi
Pur desertiche fumarci
Abbiamo
Non abbiamo
Ci fosse
Un problema di conflitto
Quelle e il il riferimento
Ecco allora
Io concordo pienamente con il discorso che faceva
Funziona sì mi sentite si
Che faceva rispetto alla alla all'uso dei tamponi e alla e alla diagnosi che non ne non deve essere così direttamente correlata all'Altan pone anzi sono molti Tamponi che vengono fatti in modo assolutamente improprio
Come si fa dal dal mio punto di vista la scelta corretta quindi qua in appropriata deve della deliberazione
Intanto ci vuole una corretta nane sia una corretta diagnosi sembra una banalità detta così però invece quanto spesso si arriva davanti una lesione non si guarda spesso neanche in faccia al paziente
Viene trattata in base a
Quello che
Vedo
Soltanto quello che vedo
Ma la diagnosi e in genere un punto di partenza fondamentale io vedo una lesione pallida sull'arto il terzo di gamba
Mi sembra lesione arteriosa
Magari una sclerodermia voglio dire con dei dei
Principi di intervento completamente diversi
Quindi è fondamentale poi noi ci occupa il ci occuperemo da sul sui tre casi che abbiamo preso in esame
Di diagnosi di infezione di lesioni infette però è un discorso che vale in generale la localizzazione la quantità di essudato la quantità e la qualità del dolore
Sono
Delle code sono fondamentali
Adesso io qui
Spero di riuscire a scorrere si e poi
Ci confrontiamo con le evidenze e le linee guida internazionali
Ma
Tutto questo è sufficiente
Per la mia esperienza per la nostra esperienza queste tutto questo fa parte di un cinquanta per cento di quello che poi
Fa sì che si arrivi alla guarigione la lesione
Perché le caratteristiche socio con tale del paziente le condizioni
Quindi di qualità di vita di cultura del dell'igiene cultura dell'igiene alimentare
Condizioni di di visione della vita anche ma condizioni di vita concrete fanno almeno l'altro cinquanta per cento
Ed ecco i documenti posizionamento a cui noi facciamo riferimento sono sostanzialmente questi due cioè quelli dello Yuma in questi due documenti
La considerazione che faceva il dottor Leo che l'apparentemente un po'diversa ma sostanzialmente si invece qui parla di lesioni siccome parla di lesioni con Ronie che Palese ogni contaminate
Colonizzate coalizzate cronicamente cioè con iniziate
Criticamente non conosciamo criticamente e o infette
La differenza è poca nel senso che di fatto una lesione cronica non è mai non contaminata per definizione
Nella legge nel caso di una lesione acuta ci può essere il momento ma nel momento io vedo una lesione acuta appena successe al momento in cui può non essere contaminata dura poco
Non ci interessa perché dura poco ecco
Come si fa la diagnosi appunto escludendo il fatto che
Il la cosa importante e l'esito del tampone facendo una valutazione clinica quindi nel la cosa più importante
Dal nostro punto di vista e fare una valutazione è una diagnosi clinica di infezione perché di infezione stiamo parlando direzioni infette stiamo parlando
E ma all'interno di questi documenti si parla di un lavoro fatto da da un panel di esperti
Già qualche anno fa in cui al a secondo le tipologie di lesione si sono fatte e delle dei sicché delle gerarchie sui criteri
In tutte in tutte quindi
Lesioni vascolari lesioni di abeti che lesioni da decubito lesioni di di
Il primo fattore la cellulite cellulite intesa non come
La per il problema delle
Dei glutei ma come
Una
Una infezione profonda più profonda delle Risi per la a livello del sottocutanea un profondo
E questa è una costante se c'è cellulite c'è infezione poi possiamo andare a discutere se fare o no il tampone
Molto spesso non è necessario perché unito a questo gli altri fattori che non so che sono meno predittivo i diciamo che il il fattore alte la cellulite
Però il cambiamento del dolore il crepe tools la presenza di pus l'aumento
Del volume delle sudato ma anche la qualità delle sudato cioè l'odore delle sudato sono tutti
Fattori che ci possono già dare una indicazione una lesione che ha
Una
Cellulite nel sottocutaneo profondo e che ha del pus
Sono pochi cioè abbiamo già fatto un esame colturale piuttosto che
Una lesione che si presenta sempre con la cellulite con un aumento del dolore mano con un colore verdastro al verde scuro al verde brillante abbiamo già fatto il tampone non abbiamo bisogno del tampone
Io a decidere
Se le condizioni cliniche
Richiedono un antibiotico a livello sistemi e quindi l'intervento del
Medico che deve decidere che cosa
Oppure no però di fatto sono pochi i casi in cui sia qui in prima battuta per capire se c'è l'infezione e diciamo a quali grandi famiglie di microrganismi appartiene
La causa serve una una
Ma un tamponamento Ilio grammo un con l'esame culturale
Sempre in questi in questi documenti parlano invece della biopsia quello che non è facile e inviare io l'ho provato ad un qualche volta di rado inviare una biopsia in un laboratorio di microbiologia
Significa mettersi a
Contrattare con
Il i tecnici del laboratorio perché arrivano vedono arrivare un po'un prelievo bioptico e dicono
Vi siete sbagliati l'avete mandata in laboratorio sbagliato
Comunque a livello locale invece solo la colonizzazione critica e l'infezione richiedono un trattamento antisettico che il più banale tratta me cioè il più
Importante anche però più banale nel senso come associazione di idea trattamento a livello locale in caso di
Diagnosi di infezione clinica dico io poi anche non anche microbiologica
Mentre invece gli antisettici non devono essere usati di routine questi trattamenti col bettoline che durano sei mesi
Forse hanno rallentato la la guarigione perché la tossicità del detta Dine pur essendo un ottimo
Disinfettante usato come disinfettante dieci quindici giorni se serve qualche settimana forse oltre o solo l'effetto tossico e non l'effetto disinfettante
Detto questo che la la premessa al primo caso di cui vogliamo parlare e questo ad unto di quarant'anni ex dipendente brevi periodi carcerazione per reati minori HIV accecate cv positivo
Che viveva per strada fondamentalmente sul marciapiedi di via pone agli ultimi Vanni
Arriva nostra osservazione dopo circa quattro anni di lesioni vascolari gli arti inferiori
Che è un po'miglioravano un peggioravano ma mai ma completamente guarite
Sono presenti importanti edemi inferiori molto strutturati facciano pensare lo a una un edema linfa non in sede ma non ha a un
Ed è e non regrediscono ha neanche imposizione greco neanche dalla sera alla mattina
Che presento un dolore cronico di media intensità ma durante le medicazioni a la prima volta in cui sono andato a casa a fare le medicazioni
Strillava talmente forte che si è radunato un capannello di gente lui sta al piano terra nel cortile pervenire a difenderlo
Da me che gli stavo facendo una medicazione
L'ecodoppler fatto in quei giorni descriveva un quadro in grave sofferenza venosa
Sia del ciclo superficiale che delle perforanti
Ma anche di Aldeno mega lire reattive inguinali bilaterali lui si faceva anche nel limpida avuto ascessi a livello inguinale aveva insomma grosso problema
Quindi probabilmente una grossa istruzione linee di del
All'infaticabile e una comunque una insufficienza importante venosa
Sono presenti ampie lesioni a parte il terzo me a partire dal terzo media la gamba sui malevoli sulle radici delle delle dita bilaterali tutti malevoli le la radice le dita
Allora
Questo è quello che abbiamo documentato la prima volta non non sono tutte però sono le più importanti più grosse lesioni alla prima volta
Diciamo che l'aspetto era abbastanza evidente non c'era bisogno di tampone per decidere come come erano le condizioni la com'era la diagnosi dal punto di vista infettivologica
No no l'ecodoppler raccontano
No no no anche del
Sì sì sì avverto conferma sì forse raccontare sbagliato confermai il fatto che certo cioè no certo ci faceva parte anche della storia si sia omesso
Perché tra la no io tra l'altro copiato referto è vero dell'ecodoppler lo copiato però si sa per cioè certo degli ascessi inguinali Delladio mega lì e ci sapeva già indipendentemente dall'ecodoppler
Sì sì sì descrive con la sola il verbo giusto sarebbe stato descrive
Questo è quello che ne abbiamo documentato fotograficamente durante i primi mesi prettamente direi sette otto mesi un po'migliorava ciclo di ad ha fatto tre cicli di antibiotici
E con dei parziali miglioramenti e di nuovo dei peggioramenti ciclicamente
Però noi abbiamo lavorato su quell'ultimo punto che dicevamo prima cioè abbiamo cominciato lui a cominciare riuscito a gestire
Ha avuto l'assegnazione di una casa quindi andato via dal dormitorio di una casa popolare abbiamo cominciato a inquadra
Aree la situazione dal punto di vista
Quindi abitativo igienico il e da alimentare
Lui ha incominciato a capire l'importanza di una certa di un'autonomia rispetto all'igiene personale ha cominciato mano a mano a collaborare quindi ad accettare le medicazioni
La prima volta che l'ho visto ma ha detto
Vai io dico che me le hai fatte poi andare
Cioè dopo che dopo aver strillato mezzora metto non ti preoccupare il tuo lavoro io posso firmare che tu me le hai fatte
Non sono andato via senza che mi che senza farle e tra l'altro sono nato via dicendogli mi telefoni per la prossima medicazione perché io se no non vengo
La medicazione successiva non solo ma telefonato mano più strillato o almeno una più strillato così tanto nel frattempo abbiamo mangiato una terapia di pre medicazione per affrontare il dolore da lesione perché nel frattempo abbiamo capito qual era uno qual era uno dei grossi problemi
In che modo allora accettato il bendaggio la sto complessivo che di fatto era la terapia di
Specifica per la sua situazione e e poi in seguito ha cominciato anche a camminare a capire l'importanza del camminare col bendaggio e la sto compressivo che a lavarsi in autonomia
Questa è una foto non so se si vede bene così se non la misura ambisco lui con la doccia che si dava gambe e lesioni
Autonomamente nostra presenza poi a un certo da un certo punto anche a o Ida inattesa del nostro arrivo ma comunque accompagna questa cosa qui è stato tra l'altro lavare con l'acqua potabile
Spero che sia una norma un'informazione sempre più diffusa e ormai ma è una cosa che qualcuno ha iniziato a fare gli anni settanta e gli studi però che ci sono
Metanalisi sono studi
Che dimostrano come non ci sia una sostanziale differenza fra le sull'esito della
Della della andamento della cura se si usa l'acqua potabile se si usa la fisiologica soluzione ring qualsiasi altra cosa
Inserite così
Sporche
L'acqua potabile ha un effetto detergente molto più grosso il bendaggio lo crea sto compressivo si vede in questa
In questa lesione in quelle questa questa foto
Riporta anche non si ingrandisce non importa riporta anche Orsello se lo vedete non so se lo vedete c'era anche era il periodo che in cui abbiamo fatto anche una
Una pressione negativa
Comunque il punto d'arrivo del delle lesioni più importante è stato questo voi avete visto prima quindi questa persona scriveva per la strada ex tossicodipendente con una una
Vita sconclusionata da tantissimi anni
A ottenuto risultato perché ha modificato la proprio il proprio stile di vita
Poi con un grosso aiuto da parte di tanti perché poi
Se trovassi il cursore Gianfranco zerbino
Gianfranco scusa
Ancora cinque minuti sì ma io qui ho finito perché allora ho finito e ci sono due casi i suoi
Allora oggi in grado di gestire la cute utilizzando in autonomia oli creme idratanti calze elastiche prestiti al più chirurgo vascolare
Dopo la guarigione avuto due piccole recidive legata al fatto un periodo in cui che si era particolarmente invasato con un gioco della previste sciame quindi
Passava la notte a giocare con le gambe giù e quindi appunto a qualche buchino che però
E dirò guarito è stato fatto anche un PAI una è stata ammessa dall'assistente sociale come abbiamo concordato un piano con l'assistente sociale di zona cioè l'assistenza domiciliare un osso che lo segue periodicamente
E poi anche preso un cagnolino che gli ha dato una mano al a passeggiare a uscire lo stimola in questo senso qua ma tutto questo fa parte la cura anche il cagnolino
Roberto
Berlusconi una cura arrivare
Ma lei collega ma adesso se adesso lo portiamo all'inizio la mia collega
Descriverà agli altri due casi in cui
C'era tutti allora io descrivo due casi che sono perfettamente in sé cesso terapeutico
Nel senso che abbiamo una dovuta dico circa quarantadue anni al tossicodipendente HCV positivo
è arrivata alla nostra attenzione comandare questa o a questo problema qui questa è una lezione che che è stata causata da la sostanza di un socio stupefacenti
Siamo riusciti a fare questo dei brillanti
è la con questa con questa lesione qui lui parte circa tre mesi è stato è stato il che è detenuto stato arrestato
Venuta una nostra consulenza noi con la propria azione terapeutica terapia solo locale
A livello con detersione di detta rete detersione più applicazione di al G nato di calcio e risultato è stato questo
è stato questo qui questo cane questo risultato
Purtroppo per per noi e per la lesione che non è guarita perché adesso è in condizione di semilibertà quindi non può questa e questa ne soffrì e mi si dice che è un successo terapeutico perché
In caso ti male quando era sotto controllo abbiamo avuto questi risultati
Area ripresa farsi su questa lesione qui
Ma le volevo evidenziare questo
Questa nota perché è grazie all'ambiente protetto tra virgolette di detenzione erano riusciti ad avere questi risultati
Invece poi questo caso qui di questa adulto e cinquantasei anni sempre non né ex tossicodipendente a che ci può positivo di abeti con insufficienza venosa arrivata alla nostra attenzione così in queste condizioni
Queste lesioni qui in apparenza e sono tutte e due le gambe e sono estese e a manico otto
E circa quattro anni e che a queste elezioni continua ancora non a non essere sotto terapia antibiotica sistemica
Se si rendano era
Sono tutte e due le gambe
Questo signore qua questa signora che ha queste idee queste lesioni così è un prete viene applicata una corretta medicazione ma non reagisce soprattutto perché al fatto reagisce perché
Dovuta al suo lavoro
Lui quell'Wilfred mette bendaggi tutte le elezioni però fa un lavoro sporco e pesante
E quindi continuerà malgrado il perché alla sua patologia di base non non ci permette di altri ed il suo lavoro non ci permette di fare un'adeguata chiusura delle lesioni
Però malgrado tutto da quattro anni che riusciamo a non infetta alle anche se sono fortemente contaminate tutto perché i crash agende però
E poi soprattutto in questa lesione
Ha una placca una placcaggio
Qui a una placca perché ha una rottura del ma alle volte
Che si è quindi malgrado tutto abbiamo questa
Questa appropriatezza
E sono un po'emozionata perché
Se tu che mi guardi no anche perché è questa qui avevamo iniziato a fare questa
Queste questa cura questa terra queste medicazioni con alla mia collega che ha ricordato il dottor Leo è per questo che mi sto emozionante un pochino
Di me
Grazie
Spazi fa falla
Sì l'operatore ecologico ampio svuota cantina quindi è molto pesante tutto
E per questo Nye comunque le medie lo medi chiamo quando
Della Corte sorda che è una sostanza all'argento al carbone così e impedisce tanto l'odore di fuoriuscire e più gli tiene un ambiente protetto
No
Ma bomba eravamo a volevo far vedere queste in base a questo sia successo terapeutico che l'insuccesso terapeutico ok abbia finito
Sì sì se c'è qualcuno che vuol fare qualche domanda che vuole
E aprire la discussione
Scoring credo
Io questo stato complemento e tutte le l'équipe per i figli diede vi chiedevo la va bene la terra medicazioni lettera al Pio antibiotiche quando necessario giustissimo il fatto di non abusarne che perché poi
Figlio che mostri fitti resistenza specialmente in ospedale
La
Però la patologia di base cioè un accenno sul fatto che è necessario che il
Verranno di un diabetico uno
Sente beh dico continua se non si avverte scompensato quanto importante per voi i arrivare in effetti atto binario o perlomeno a contenere la patologia crea reale alla base di queste lesioni
Ma ovviamente per semplicità dell'esposizione questo non l'ho detto ma è chiaro che
Io dico sempre loro che ci sono tutta la seri che tipo di di medici e più scarsi su quelli che curano gli esami
Poi ce ne sono altri che sono abbastanza scarse ti e curano le malattie e poi quelli che si prendono cura della persona del malato sono invece i medici Giustino
E questo va in carcere lo sappiamo perché la nostra per l'incarico e sempre presa molto molto molto totale anzi si in più forse no allora ettari
Perché non c'è nessun'altra è vero che qua e là Belice infermieri e sia ben chiaro sì sì sì no è chiara e neve vera vera vera quello chiamai e fa dai supportare anche servizi che in se non ci sono psicologici sociali piuttosto che a
Comunque dicevo per cui è chiaro che la patologia di base fondamentale sia
Tu eri cotone diabete quello Rogoli che tira fuori pus che ho fatto vedere un piede diabetico
E tutto più complicato agli eredi deve dire complicato
Per vari fattori concomitanti lo scompenso glicemico sì ma la micro giocati anche Madama progettati ha pure e poi la cresta di geni diversità enormi tutti quindi ci sono anche più linee-guida diverse
Poi vasculopatia quel paziente che ha fatto vedere giova alla una persona che e non ha più più più circo di riassuntivo perché ha passato la sua didattica si copriva tutte le parti torello dal ma è chiaro che sono quelle sono delle ulcere trofica stesso discorso può valere per le ulcere varicose
Il problema e che laddove tu puoi andare a modificare
La patologia di base per esempio compresa le diabetica
Ma soprattutto la cura precoce del diabete lo scarico sulle scarpe eccetera lo fai ma in certe situazioni come in questo caso non lo puoi fare allora dei veramente limitati la terapia sintomatica ecco
Non Monselice le vele non gliela fai ricrescere ma
C'è una domanda
Nessun altro che vuol fare qualche domanda alcuni degli infermieri
Allora era la domanda e quegli infermieri anche
Dottore se avete la scheda di monitoraggio e televisioni sarei Chechi la compila come
Ce l'avete innanzitutto come
L'avete costruita china compilati redige la Scheda ENI
Quali sono le caratteristiche di questo strumento
Allora si noi facciamo tra l'altro una descrizione dettagliata del delle lesioni del zone a di allora
Io io son partito dicendo la diagnosi per me è fondamentale l'anamnesi anche la descrizione della zona della lesione del tipo di lesione del dimensioni della profondità
Sono tutte cose che noi registriamo con in modo meticoloso ENI quelle foto non sono casuali o fatte per oggi ma sono una parte di qualche centinaio di foto che noi abbiamo di questi pazienti insomma centinaia non di tutti ma di alcuni quando una una terapia a dura un anno e mezzo e finisce dopo un anno e mezzo qualche centinaia di foto c'è
Quindi noi facciamo un po'quello che veniva raccontato nell'altra sessione lo facciamo abitualmente non come una cosa strano straordinaria e chi lo fa lo fa chi
Prende in considerazione il punto di partenza e chiede chi prende in considerazione la lesione
Quindi il merito di infermiere né non ha nessuna importanza perché io faccio una rilevazione che viene inserite in cartella poi verranno fatte le valutazioni
Mano a mano utilizzando la stessa Scheda e anche il diario clinico Diario
Clinico perché poi allora c'è diciamo questo
Io lavoro sia domicilio che in ospedale a domicilio c'è il punto più avanzato adesso il
Dottor non mi ricordo come si chiama che parla che parlava prima di documentazione sanitaria e sottolineava il fatto che non c'è per il magistrato una distinzione il punto più avanzato che conosco io da questo punto di vista della cartella integrata dell'ADI
Dove non esiste una distinzione dove non esiste neanche tanto il rischio che il medico l'infermiere scrivono così cose così contrastanti o comunque se lo fanno lo fanno con coscienza di averlo fatto perché scrivono
Nella stessa pagina e io non scrivo senza aver letto quello che ha scritto il medico e viceversa
Quindi è anche un antidoto a scrivere cose diametralmente opposte ascrive poi poi succede può capitare che però tendenzialmente è un antidoto diciamo ed è
A mio parere oggi la cartelle integrata nell'ADI
Di quale di di Torino insomma diede forse di tutto il Piemonte il punto
Lu allora l'unica documentazione sanitaria che rispetta veramente la legge questo nello così mi tolgo queste due situazioni di poterlo dire
Apertamente perché tutto il resto non è effettiva può essere impugnato a un magistrato come qualcosa di irregolare
Soprattutto poi nei posti dove
L'archiviazione della cartella clinica della Kartell infermieristica viene fatta separatamente io faccio una cosa
L'aggiungo che quando vengo chiamato in consulenze reparti se la richiesta di consulenza ma Riva del medico scrivo in cartella clinica
Metto la mia firma il timbro se mi arriva dall'infermiere schifosa cartelli infermieristica per sottolineare prima o poi qualcuno mi chiederà conto
Che non c'è per me nessuna differenza io mi prendo la responsabilità di quello che scrivo
Questo è importante
Firma regime che metta anche se se ce l'ho in tasca metto anche il timbro
Se no firmo in modo leggibile
Non so se la risposta
Abbiamo una scheda si sia incerta
Bene
Ci sono altri interventi
Diario clinico cartella clinica perché io
Ho visto che
Oggi sembra diritti dire la stessa cosa c'è una differenza invece sostanziale assoluta
Cartella clinica è
Personalmente all'ospedale ambisca giudico ospedaliere
Naturalmente
Però non sono i relatori di questa sessione che ti posso rispondere alcuni della precedente se arrivati in ritardo purtroppo
Come osservava
Allora da quello che ho interpretato io per il magistrato
Sono differenze semantica
Cioè o qualsiasi cosa uno scriva diventa un documento chiamalo diario cartella carta igienica ed intestata qualsiasi cosa tu scriva è un atto per cui non c'è nessuna differenza
Assoluto cioè un documento legare
Tutte le volte che tu operatore
Di professione sanitaria scrive qualcuno
Tutte le volte che tu opera
Tutte le delibere con grande
Allora
No Scortescu ascoltami varati ripeto a parte che era dal quattro tra posso dare io perché non sono medico legale da quello che a
Conosco bene Roberto Testi perché più volte Uto modo risentirlo il concetto fondamentale è questo
Che noi possiamo inventarci qualsiasi tipo di documentazione ma tutte le volte che noi operatori professionali quindi questo vale per medici infermieri non vale per l'ospedale Champions
Pubblico servizio che sono quelli che hanno la professione sanitaria scommettono qualcosa per iscritto rispetto un paziente ovunque essi lo scrivano ovunque essi lo scrivo diventa un atto pubblico e come tale uno documenti ma quindi
Parte integrante della cartella clinica questo vale
Sia che si ospedaliera sia che siederà teorica che il carcere sia che sia il fogliettino che c'è il medico della mutua evito cioè dal punto di vista legale
Dopodiché la tua domanda ha un senso diverso io credo e questo è vero che si deve arrivare ad avere una documentazione
Di versa ma se ne è parlato della cartella clinica informatizzata la cartella clinica unica anche in carcere
Laddove noi abbiamo un'assistenza a un paziente dobbiamo documentare quello che facciamo e nel momento in cui non lo documentiamo ha un valore medico-legale a tutti gli effetti questa è la risposta che darebbe testi io credo però non so se Puggioni sia d'accordo
Non so niente
Noi
Possiamo documentare anche su un quaderno
Se ci manca il diario clinico c'è ci manca la cartella clinica e dobbiamo documentare qualcosa non facciamo altro che mettere un timbro su quel quaderno ulivi
Scriviamo secondo scienza e coscienza riportiamo tutto quello che dobbiamo riportare anche quelle una documentazione
Non c'è nessunissimo differenza poi che si chiami diario che si chiami
A pagarlo alla stessa identica cosa dite
Scusa che c'è un intervento
Scusate
Scusate un attimo
A differenza è è fondamentale ad esempio nel Veneto se noi vogliamo aver il valore delle che ha la cartella clinica dobbiamo avere la cartella clinica si chiama territoriale
Siccome sono dieci anni che ne parlano e ancora l'avevano messa può dire che la cartella rimane semplicemente a livello ospedaliero e noi siamo almeno nove specialisti ambulatoriali siamo
Pubblici ufficiali solo nel momento in cui
Scriviamo sulla ricetta rossa che ha un valore in positivo per il farmacista per la speso eccetera degli altri casi non siamo pubblici ufficiali questo non accuso queste no scusate un attimino
Scusate un attimino parlo da la referente aziendale quindi siamo usi con un'esperienza di attività distrettuale di attività territoriale viatico in questo momento anche di attività di sanità penitenziaria
Non sono un operatore diretto nel senso che sono responsabilità operativa aziendale il discorso cartella clinica diario clinico secondo me veramente spesso e volentieri sono delle interpretazioni più locali che non funzionali
Di fatto per carità cioè in attesa del così detto fascicolo sanitario elettronico sul quale su quale si sta lavorando anche come come Regione okay in questo momento noi consideriamo perché al primo di giugno chiudiamo tutte le cartelle ministeriali di giustizia
E noi partiamo con la cartella clinica integrata dell'azienda sanitaria locale
Questo come esperienza diciamo di Sassari
Quindi dal primo di giugno e chiudiamo tutte le vecchie cartelle tra l'altro super voluminose e abbiamo deciso di azzerare ogni cartella al primo di giugno cioè ogni anno chiuderemo la cartella
Per facilitare la documentazione anche perché poi
Andranno memorizzate dal punto di vista informatico quindi di chiudere di pale fascicoli non superiori all'anno questo per
Venire incontro soprattutto nella sanità penitenziaria a quelle che sono le richieste sia di avvocati che dei giudici in tutti i momenti primo prima cosa
La seconda cosa consideriamo diario clinico quanto effettivamente diceva il collega
Per l'assistenza domiciliare di Torino cioè diario clinico e la descrizione sistematica e continua il tutto quello che succede
è come cartella clinica invece consideriamo l'insieme oltre a diario clinico non si
Cempella che vuoi considerare tu io la signora qualcun altro ci son delle definizioni proprio di legge
Quelle vanno se in questo momento ognuno se in questo momento si è in attesa del fascicolo elettronico però voi però non possiamo fare altrimenti
Quale volevo
Scusa notare un piccolo suggerimento Ettore leghi scusate però
Stiamo andando un po'fuori argomento perché l'argomento di questa sessione non è questo
E stiamo sforando anche rispetto a quelle che sono i prossimi interventi quindi io mi scuso però purtroppo noi rischiamo di
Continuare su
Un discorso che non trova poi fine e quindi se non ci sono altre domande
Praticamente
Ci ricordino incontriamo tra un quarto d'ora perché ormai
Sono le diciassette grazie
Anche
I due relatori Consigliere prego
Signoria servono emette dei Cavalieri qui al tavolo grazie
Al tavolo anche il Consigliere cascine il dottor Luca mi al tavolo
Prego se volete accomodarvi grazie iniziamo così perché purtroppo i tempi negli incontri sono sempre tre anni perché
A questa
Grazie
Questa sezione
Seguirà poi una plenaria cui spero o vedo molte sedie vuote per il tempo non è neanche Clemente però abbiamo dei tempi contingentati anche perché
Avremmo di seguito un la sezione sempre con il Ministero della giustizia
Sull'integrazione possibile ora invece facciamo una chiacchierata tra il
Consigliere Cascini alla mia destra e vice capo del dipartimento magistrato
Con delega sulla Salute in carcere
Luciano Lucania in rappresentanza del delle regioni dove lui siede nello specifico per la regione Calabria ma questa in questa sede ci porterà il parere
Il punto di vista delle regioni e voi sapete bene
Che il decreto legislativo
Nel novantanove il DPCM del due mila otto
Ha comportato un
Passaggio di competenze importanti dal ministro della giustizia lo specifico dal Dipartimento di amministrazione penitenziaria
Si diceva al sistema sanitario nazionale con la modifica del Titolo quinto nei fatti alle alle Regioni
Le speranze legate
Questo passaggio erano rimangono multe
Ugualmente personalmente siamo in un'Assise scientifica
Non politica quindi inviterò anche a partecipare alla discussione personalmente non posso dirmi completamente soddisfatto
Dell'assistenza a
Sanitaria fornita non l'ora non è che prima è staccarle speranza erano molte
Dell'assistenza sanitaria fornita oggi alla popolazione detenuta vuoi perché la riforma
A cui l'inciso con la più grave crisi finanziaria del mondo
Voi perché se non ora quando ricordo questo forse questo se non ora quando era sbagliato nei tempi dei era il motto del movimento riformista
Forse se avessimo fatto un pochino prima buonissima atteso un po'di più
Forse qualche cosina si poteva fare io ho preparato se consigliere dottor volesse Luciano sono d'accordo alcune
Alcuni spunti di riflessione approfittando anche qui della presenza della dottoressa Monte Sant'tutto prioritario
Voi sapete che c'è una commissione di studio c'era ma abbia ben lavorato la Commissione di studio cosiddetto Parma gialla dal suo coordinatore
Che presso il Ministero della giustizia a elaborato una serie di interventi in materia di di per in materia finanziaria toccando anche gli aspetti di salute per quanto riguarda gli aspetti di salute
Il
Raccomandazioni
Erano già state espresse dal Comitato nazionale di bioetica
A tutti gli organismi internazione che riprendendo le indicazioni delle internazionali
Indicava alle
Tutti responsabilità riformare la sanità penitenziaria a a leggere l'offerta di prestazioni sanitarie nelle carceri come un qualcosa
In cui
Non ci fosse un solo attore il Servizio sanitario nazionale quello regionale ma ricordava l'impegno mai venuto meno anche normativamente dall'amministrazione penitenziaria di tutelare diritto alla salute e di ogni persona versarsi data
Ecco questa quindi è la prima affermazione volevo sentire tutti i Consiglieri Cascini come legge come interpreta questa formazione del quest'affermazione del Comitato di studio prego
E gli ho fatto parte della Commissione Palma e quindi io diciamo partecipato a tutta la discussione che poi ha portato all'inserimento di questo passaggio nella relazione finale
A dire i TAR non credo che questa questione sia mai stata messa in dubbio
Il fatto che lo dicevo un attimo fa
L'amministrazione penitenziaria continua ad essere responsabile della salute della persona nel suo complesso quello che passa ovviamente la prestazione alla cura specifica che compete alle autorità alle autorità sanitarie
Devo dire che insomma
Io avuto un'esperienza abbastanza lunga come direttore dell'ufficio ispettivo del Dipartimento naturalmente in questa veste ho acquisito quartieri delle conoscenze in natura strettamente penitenziaria
è chiaro che però andando in visite Tirelli l'istituto video girati sostanzialmente tutti credo me le macchine
Proprio qualcuno forse una decina
E è chiaro che si ha una percezione immediata di tutti noi gli elementi alla detenzione compresi quelli relativi alla all'Area Sanitaria
Uno dei primi problemi che io ho riscontrato come titolare l'attività ispettive che credo non sia ancora risolto in questo modo introduco
Come dire è forse la seconda la introduco subire che poi credo che questi aumenti confronto
Possa essere utili anche per affrontare probabilmente i nodi centrali che riguardano questa questa difficile materia
La prima difficoltà è la prima cosa sulla quale mi sono dovuto confrontare se io
Siccome iniziato a fare ispezioni nel due mila sette se dopo il passaggio potevo ancora
Come titolare di un potere ispettivo dell'Amministrazione controllare l'area sanitaria
Che
è soggetta un'attività ispettiva del dipartimento dell'amministrazione e l'area sanitaria di un istituto
La risposta nella gran parte degli istituti in cui suo perché insomma questo ovviamente è passato per quanto mi riguarda
Da una accordo con i dirigenti e le aree sanitarie gli istituti o un dialogo più che un'ispezione nove io per dare un quadro complessivo del funzionamento di un carcere ho bisogno di capire come funziona l'assistenza sanitaria
Perché se un detenuto riceve risposte il ritardo rispetto alle sue esigenze di cura protesta e questo ha una ricaduta sulla gestione
Se un detenuto protesta e io devo capire perché lo fa e tra le ragioni vi può essere una carenza nell'assistenza e nella cura un ritardo nella risposta questo non significa
Che io abbia o che l'Amministrazione abbia un potere come dire di controllo addirittura sanzionatoria nei confronti
Dei medici ordine degli operatori sanitari che lavorano all'interno la struttura ma è un elemento di conoscenza determinante
In molti casi non mi hanno fatto neppure entrare nell'Area Sanitaria
Che e questo è un problema come dire dal mio punto di vista
Molto rilevante perché si scontra con l'affermazione che abbiamo fatto un attimo fa
Se l'Amministrazione penitenziaria mantiene
Sulla propria testa la responsabilità complessiva della tutela della salute delle persone detenute
Come fa ad assicurare completamente questo diritto se un pezzo della detenzione o di come si svolgerà l'intenzione di come si svolge un servizio all'interno del carcere non lo conosce
E guardate di recente questo diciamo riporta ancora volta la questione di carattere generale
Nella Conferenza Stato-Regioni e nel nel tavolo permanente è assodato voi principio quello che nell'ambito di una piena collaborazione via uno scambio
Delle informazioni che sono indispensabili per l'esercizio delle reciproche prerogative
E quindi il principio c'è
In realtà voi nella realtà concreta le resistenze forse talvolta anche reciproche sono molto forti nello scambio di informazioni
è la questione dei dati sensibili io credo sia una questione rilevante
Sulla quale bisogna fare una riflessione tenere assolutamente presente ci sono alcuni elementi di i privacy di di di sensibilità delle informazioni che vanno salvaguardate
Ci sono però degli elementi che sono indispensabili a cui conoscenze indispensabile per il Governo
Della detenzione basta pensare a un trasferimento alla necessità di spostare il detenuto a un posto all'altro come si fa spostarlo se non si conosce dottor stermini e lavora al Dipartimento se non ha
O la dottoressa Moltisanti che dirige l'ufficio ha dedicato alla sanità se non alle informazioni necessarie e complete sullo stato di salute una persona non può
Decidere un trasferimento e trasferimenti non le fanno le autorità sanitarie lo facciamo noi
E allo stesso modo se non si hanno alcune informazioni relative a determinate patologie diventa difficile la scelta
Anche sulle modalità con le quali si svolge la detenzione e questo talvolta riguarda a anche l'inverso io ho conosciuto andando in giro medici
Che dicono che
Loro voglio sapere il detenuto cosa ha fatto
Non chiedono al detenuto quali non parlano mai diciamo non
Non accedono alle informazioni relative al detenuto questo capita anche con gli psichiatri
Ecco a me questo meraviglia perché io credo diciamo che nell'ambito della detenzione questo tipo di informazione sia indispensabile non è la stessa cosa secondo me Emma
Lo dico diciamo ovviamente non da medico magari voi avete un'opinione diversa ma non è la stessa cosa secondo me è un confronto con un pluriomicida
Rispetto a un confronto con uno che ha rubato per fame non è la stessa cosa dal punto di vista come dire della interrelazione della conoscenza credo
Ciò che questo sia
Un elemento indispensabile di conoscenza come indispensabile l'elemento di conoscenza sull'andamento del trattamento del detenuto sulla sua vita detentiva sulle sue capacità di relazione
Ecco io credo che questa
Doppia resistenza devo ovviamente
In in molti casi addebitabile anche all'amministrazione penitenziaria che spesso anche nelle sue articolazioni
Il passaggio determinato quasi un disinteresse rispetto alla questione la salutano queste competenza non mia queste competenza della dell'autorità sanitaria questa distanza
Chiederei da nel carcere talvolta si registra non sempre perché in alcuni casi si va d'accordo si riesce a lavorare benissimo si registra un po'in tutti i settori cioè il carcere visto da tante prospettive sembra
Proprio una cosa sulla quale si interviene in modo talmente frammentato da non riuscire a riportarla in vita
E è il caso per esempio del dell'edilizia penitenziaria dell'architettura penitenziaria e io sono andato qualche volta incontri analoghi sull'architettura attracchi tetti consulente o ingegneri che discutono su come si costruisce in carcere
Ed è quella questione lì dovrebbe andare di pari passo col trattamento con le condizioni di vita con la salute invece è andata per anni da sola l'edilizia penitenziaria come l'Amministrazione aveva solo adesso
Si rischia in qualche modo la tutela della salute vada da sola o sulle tossicodipendenze o sul disagio mentale
Ecco credo
E diciamo
Forse è arrivato il momento di provare a di condurre un po'ad unità forse non non non è un'esagerazione di recuperare un po'il senso anche del carcere no cioè
Cominciare a riflettere sul modo con il quale si sviluppa la detenzione all'interno io sono convinto che questo elemento quello di cui parlavo prima
Si potrebbe portare dietro molto cioè il cambiamento del modo con il quale si vive in carcere io sono convinto che potrebbe portare a cascata una serie di conseguenze
Estremamente positive
Però ciò non voglio dilungarmi troppo poi se vuole di questore varia
Tentiamo d'ora sempre per quanto riguarda questo aspetto che cos'è che ci dà per scontato però mi sembra d'aver capito che può essere qualche direttore
C'erano più a farmi io la salute del detenuto forse andrebbe anche questo che ha affermato
All'interno dell'amministrazione penitenziaria
Non pertanto tenete riguarda gli aspetti tecnici e gli aspetti di governo ma quanto riguarda la responsabilità
Tanto è vero che i magistrati non dimenticherò mai parlo per esperienza diretta nei casi ai ahinoi gli di
Processi penali o civili di citare
Diretti responsabili o presunti tali medici infermieri le aziende sanitarie e il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria quindi non sfugge a nessuno in questo contesto qui
Quindi ripeto la domanda le Regioni questo aspetto di responsabilità
Lo condivido nuocciono presente e visto che abbiamo toccato anche il secondo punto cioè quali sono i nodi da sciogliere
Nell'immediato però per tutelare alla fine il benessere psicofisico dalla persona detenuta
Diciamo
Intanto
Intanto devo fare una come dire
Piccola rettifica a quello che ha detto Giulio in apertura
Io intervengo a questa tavola rotonda
Nella qualità di vice presidente di questa società fiction
Okay
Delegata a quelli che sono i rapporti istituzionali intervengo al convegno
In a ammettendo sulla mia affiliazione la il dipartimento regionale
Tutela della salute della mia regione presso il quale svolgo gran parte della mia attività professionale pur essendo organico all'azienda sanitaria di Reggio Calabria
Ovviamente partecipando a tutti i tavoli nazionali avendoci partecipato sin dal primo momento o chiara la posizione della mia regione perché la esprimo io ma anche chiara una posizione di tipo generale
Non ho una delega a parlare per conto delle Regioni quindi in realtà esprimerò soltanto esprimerò soltanto quello che è la mia sensazione il mio pensiero alla luce naturalmente di quello che nel tempo ho potuto ascoltare
Ora sull'argomento indubbiamente molto molto complesso richiede secondo me è soltanto un punto di buonsenso per essere neanche risolto ma per essere solo affrontato
Le chiedo un punto di buonsenso perché
Se è vero che il Comitato nazionale di bioetica ha espresso un bel documento che la nostra società pienamente condiviso è chiaro che anche su quello vi sono tante affermazioni che hanno
Come devo dire il sapore del futuribile
è anche vero che la Commissione Palma istituzionalmente costituita però è un è un un organo è stato un organo del Ministero della giustizia
Con la situazione generale nazionale ci sono venti repubbliche autonome sulla sanità c'è in corso una valutazione normativa di riforma del Titolo quinto che però non si sa bene da qui a un mix periodo se ci sarà come sarà
Questo significa probabilmente che molti potremmo dover rivedere anche ciò che pensiamo e quelle che sono state posizioni fino a oggi incardinate
è evidente che per ovvi motivi l'amministrazione penitenziaria non può che essere parte
E anche sostanziale del percorso di tutela della salute perché l'amministrazione penitenziaria rappresenta fisicamente oggettivamente il contesto nel quale si muove l'assistenza sanitaria detenuto punto
Quindi non è una situazione che
Qualcuno può pensare che non esiste in realtà sono due istituzioni che in maniera concorrente lavorano per gestire un problema
è chiaro che
La
Non è immaginabile immaginare che il Luna possa fare a meno dell'altro e viceversa
Diventa quindi con molto garbo e molto buonsenso una serena interazione una corretta internazionale ARBAP integrazione su tutti gli argomenti dal consigliere Piccini atto calato
è evidente che il servizio sanitario lavora con una autonomia professionale perché ovviamente siamo medici se siamo infermieri siamo psicologici siamo
Medici specialisti eccetera vi è un'autonomia professionale che nasce dal nostro costo di studiare la prospezione all'Ortica eccetera
Ma è anche vero che ogni azienda sanitaria deve sviluppare un modello organizzativo autonomo all'interno della rete penitenziaria della sua azienda ovvero a livello più generale a livello regionale a livello regionale
E quindi sono due concetti che camminano affiancati la
Autonomia professionale e anche come livello di autonomia organizzativa
Che poi all'interno del carcere un livello di autonomia organizzativa possa ovviamente confrontarsi con la direzione per potere trovare le migliori e più opportune soluzioni per affrontare le problematiche del quotidianamente ancora cosa assolutamente normale
è vero però che molta parte della nostra attività sanitaria dipende
Dalla
Buona o meno buona volontà della direzione di quel singolo istituto di dare quei supporti che poi solitamente sono quelli legati alla movimentazione dei detenuti per esempio per
Agli accessi agli ambulatori questa cosa e poi sono in realtà delle quotidianità
Spesso un po'pesanti per tutti sulla qualità allora vi sono delle oggettive frizioni
L'interscambio dei dati anche questa è una questione
Al mio personale parere di lana caprina
Perché
La considerazione che ho appena sentito sulla opportunità
Che anche i medici appieno chiaro qual è il problema della persona conquistano colloquiando
E non è un limite alla loro azione perché ognuno di noi ritengo
Deve avere la capacità professionale e culturale di sapere gestire anche il pregiudizio
D'altronde non sappiamo che lavoriamo in un carcere quindi comunque il nostro interlocutore lì dentro per avere
In senso lato commesso un reato poi voglio dire
Non entriamo nel raffinate definizione è chiaro che soprattutto psichiatri e psicologi dominio mandano da non psichiatra e non psicologo ma come fanno a valutare una persona se non sanno qual è il suo percorso criminale
Cioè come si può come si può valutare una persona in maniera asettica critica rispetto alla contestualità che lo ha portato all'attenzione
Anche perché mai come adesso
Con questa situazione nuova levarle legata alla chiusura degli OPG alla valutazione del disagio mentale alla creazione di queste strutture alternative fra virgolette anche all'interno delle carceri
è chiaro che i percorsi che hanno portato le persone in questi luoghi non potranno più essere un qualche cosa di asettico di nascosto di non
Di non evidente
Se suo discorso per gli altri dati ma mi pare assolutamente normale che ci possa essere questo interscambio
E lo vedo è e non ho mai condiviso in nessuna riunione nessun atto come devo dire atteggiamenti diversi Comin effettive di origine in te ho sentito il problema del dato sensibile sulla privacy
Non è questo il problema il problema nasce sempre a livello periferico darla
Maggiore o minore capacità di potere avere un rapporto corretto un rapporto sereno un rapporto
Tra la direzione del carcere e la gestione sanitaria dell'istituto comunque si chiami
Che abbia un rispetto reciproco il dato sanitario può servire certamente serve all'amministrazione penitenziaria per determinate cose e io ritengo da medico che non si può
Non darlo in nome di che cosa
Di una privacy sul soggetto alla quale anche il soggetto che lo ricevette noto
Ma se io dico
Alla direzione dell'istituto il signor x c'era una sieropositività spera che fu io gli sto trasmettendo gli stessi vincoli miei personali al segreto professionale punto
Quindi non sto facendo un danno alla persona perché la persona che non riceve perché riceve l'informazione e chi per ragioni del loro ufficio la ricevono sono vincolati come me attenere a questo
Come non sono tenuti dal consenso ampio di quello se parlando perché si tratta di istituzioni pubbliche non ho capito non sono tenuti una richiesta di buonsenso e questa è
Parlando di due istituzioni pubbliche il consenso il consenso io non
Non vorrei che qualche qualcuno
Si siano estremizzato incisione sterilizzati nell'arco degli anni dei concetti
Che mi lasciano estremamente perplesso
Io chiedo un consenso per effettuare degli anziani informo la persona degli esami inverno immane come siano probabilmente se sono in mare dovrà fare degli altri esami mi chiederà di farvi delle cure tutto quello che è politica e questo è un aspetto
Però questo signore non è a casa sua dove
Gestisce la sua vita in maniera ah utile o no ma per cui fa quello che vuole lui si trova
Inquadrato per motivi personali che a me interessano se mi interessano sotto comune su cui esclusivo profilo clinico
In una comunità confinata in ragione di problematiche giudiziarie a quel punto a quel punto se
Il suo problema
Ovviamente con i limiti di cui ho parlato prima
Diventa necessario
Diventa
Necessario che sia utilizzato a suo beneficio per una migliore collocazione per una migliore situazione per una trasferimento più sicuro perché quando va in tribunale non ci siano problemi
Io ho molte perplessità che si possa dire che ci vuole il suo consenso per questo esatta e io assolutamente ho molte perplessità per cui personalmente quello che può valere il mio personale pensiero che però ripeto ho sempre espresso nelle sedi deputate
O credo che il problema sia un falso problema certo
Quello che io registro a distanza di se gli anni da da questa riforma e a distanza di dodici anni dalla prima
Dal primo passaggio e che nel mentre chiaramente ho visto
Lavorandoci un po'in tutti i tavoli nei progetti Plant nazionali e via dicendo con me
Da parte del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria vi sia
Perché ci partecipa pure lui con i vari esponenti nei vari nei vari nei vari tavoli
Ci sia una maggiore cognizione di quello che il senso del la riforma di quello che è il senso del rapporto di quello che è il senso
Di questo fatto nuovo che noi abbiamo non vedo la stessa
Come devo dire comprensione del problema negli aspetti intermedi dell'Amministrazione
Recenti riunioni con i provveditori regionali
Mi hanno fatto capire come ancora c'è tanta strada da fare ma per i segnali daccapo dalla periferia vedo che a livello periferico la cognizione molto molto molto bassa cioè come se in sei anni non fosse cambiato ancora niente
E allora nasce
La come devo dire necessità di ricollegarmi a quello che diceva il consigliere circa la parola fra virgolette ispezione
è chiaro che un colloquio ci vuole su quello mi vede assolutamente d'accordo
Sulla parola ispezione io non mi sognerei mai di dire non ci può entrare direi prego si accomodi lo accompagna
è se mi dicessero i miei collaboratori c'è Consigliere Cascino chi per lui accompagnato la fa da rivedere tutto da rivedere come funzionano le cose mi meraviglio che questo esproprio non succeda però è chiaro che questo personale
Noi personale sanitario dipendiamo dall'azienda se è una ispezione una valutazione formale l'Amministrazione deve chiederlo all'azienda l'azienda gli dirà di sì ci si concorda ci si incontra si parla
Se invece è una chiacchierata per vedere come vanno le cose da questo punto di vista ritengo che ci sia la massima autonomia per poterlo
Per poterlo fare sugli aspetti legati poi la cartella mi pare che c'è una domanda successiva
Giù ma collegato moltissimo con il discorso che dicevo l'accesso a quelli che
Devono la questione
Giustamente detto di lana caprina però sta di fatto che la società insiste da anni ancor prima dalla riforma
E il Dipartimento aveva impegnato risorse non tantissime chiarita perché erano duecentocinquanta milioni delle vecchie lire
Quindi apportata è quello che costone prodotti informatici non eravamo riusciti a strappare un compromesso
Avevamo
Iniziato a fare dei corsi di formazione su questo sia reprimere informatizzato che non era la cosa migliore che potessimo offrire ma intanto è un inizio
Di conoscenza di dati non per curiosare nella vita privata da
Fare politica sanitaria
Sappiamo che ritardi del Dipartimento che le donne sono il cinque per cento sono pochissime meglio tutta la nostra attenzione ma sappiamo come giustamente ha detto il dottor Casati che l'aspetto della prevenzione
Della malattia cardiovascolare e predominante sabbia se abbiamo pochi centesimi lì che dobbiamo andare investirci piuttosto che sulla prevenzione del
Rispettabilissima del tumore del
Del cancro della mammella perché parimenti decisore politico deve fare delle scelte anche di allocazione delle risorse prima il Dipartimento adesso il sistema sanitario nazionale la cartella clinica quindi come strumento informatico
Sta di fatto che però questa benedetta cartella clinica questo iter formativo non ha visto la luce non basta ancora vedendo ci sono delle Regioni che hanno proposto una loro cartella apprezzabilissima alla Regione mi Germania
Regione Toscana
Non so se la Regione Lombardia non ho ben capito perché
Non è che resti alla Sezione di quella regione sicuramente non la Regione Lazio non tantissime altre regioni
Ecco
Questa cartella perché
Non concordarla
Con strumento informatico già
Attive presente nel sistema FIS del Dipartimento con tutte le limitazioni esterne possibili perché non usufruire appunto di queste potenzialità Consigliere
Ci arrivo subito sul
Probabilmente lotto Lucania qua dice che è una questione che aprirà credo intenda dire che è una questione che non dovrebbe esistere però di fatto la questione è molto rilevante vale
A ovviamente collegata al tema della cartella clinica però vorrei forse aggiungere una cosa
Sempre relativamente a questo per
PROPER dare un esempio concreto delle difficoltà in cui si trova la mia testa rispetto a queste questioni
E nel mio ufficio esiste un applicativo informatico che riscende le comunicazioni da tutti gli istituti penitenziari in tempo reale delle cose che accadono all'interno
Quindi qualunque fatto che accade all'interno di un istituto viene inserito il comunicato in un applicativo informatico arriva in una sala che è gestita dal mio ufficio
Questa struttura serve a fare l'analisi dei fenomeni che ci sono ma anche a capire quali sono le singole Stura penitenziarie più problematiche sotto certi profili
E noi abbiamo ormai da qualche anno attenzionato i vari profili problematici più rilevanti autolesionismo i tentativi di suicidio le aggressioni tra detenuti e cose che tutti voi sapete accadono
Regolarmente all'interno del carcere
Circa due anni fa abbiamo cominciato a preoccuparci il sistema informatico ha avuto un adattamento c'è riusciamo adesso a seguire il detenuto su tutta la detenzione quindi quando accade un fatto
Vengono riepilogati autor automaticamente tutti fatti precedenti
Sulla base di questo ci siamo accorti che soprattutto sul tema dell'Alto
Sionismo arrivano mediamente una trentina di casi al giorno di autolesionismo alcuni particolarmente gravi avevamo una serie di recidivi
Molto numerosi
Abbiamo deciso di cominciare a lavorare su questi recidivi alcuni avevano decine e decine di eventi
E abbiamo diciamo rispetto a una situazione di questo tipo che cosa generalmente viene in mente di fare chiedere all'istituto innanzitutto stimolare un'Inter intorno a questo come dico spesso purtroppo non produce grandi effetti se non a una segnalazione un po'burocratica non alla all'ufficio del trattamento e al medico
Abbiamo chiesto delle relazioni ci date di una relazione trattamentale e una sanitaria
No sulle carenze delle relazioni trattamentali insomma non inserisco troppo una materia nostra
Però la dal punto di vista sanitario cioè se
Il direttore del carcere quando un detenuto silente scrive al medico e dice guarda questo si è tagliato
è diciamo dall'altra parte così come dovrebbe avvenire per l'area trattamentale io devo avere una risposta
Il
Beh spesso alla sorveglianza no no no
Allora
è
Chiedo scusa generalmente in un istituto penitenziario è difficile che un detenuto silenzi autolettighe fronte a un medico lo fa in Sezione nel novanta per cento dei casi
è ovvio è chiaro
Non ho mai questo
No perché hanno è successo spesso
Di aver visto degli atti di leva autolesionismo di aver mandato allertamento al direttore una notifica non so come vogliamo chiamarla il direttore
E il direttore dopo tre giorni ce la rimanda indietro per conoscenza
Quindi non ho mai perché però questo ha una sua
Lo ha una sua
Spiegazione è chiaro che interviene il medico e è ovvio perché si produce una lesione il medico è chiamato a intervenire
Però il percorso amministrativo
Passa per la segnalazione della Polizia penitenziaria
Che sempre fa una relazione sull'accaduto dà atto che è intervenuto il medico
Manda questa informazione al direttore che utilizza un prestampato che sempre lo stesso
Per cui gli ritorna anche se lo segnalate voi debitore dicendo attenzione perché allerta l'ufficio del trattamento è una via proprio burocratica è ovvio che interviene il medico e capisco benissimo che lo segnala
Io mi mi diciamo cercavo di preoccuparmi dal centro di quello che accade dopo cioè io vorrei aver e perché chiedo una relazione sanitaria e una trattamentale
Perché che
Per me il problema principale quello di cercare di capire se quella situazione nel suo complesso è una situazione nota
Per esempio non solo al carcere ma per esempio giudice di sorveglianza
Non tutti i detenuti hanno un'assistenza legale di fiducia che gli permette di portare una particolare condizione di salute per esempio alla conoscenza del giudice
Ci sono casi gravi di psicopatologie che sono del tutto sconosciuti al giudice di sorveglianza
Perché
Chi i protagonisti diciamo dell'attenzione che va rivolta al detenuto in particolare la direzione io dico che è una questione
Di cui si deve far carico la direzione del carcere non segnalarlo al giudice c'è il giudice in qualche modo viene investito solo dall'avvocato
Diciamo così ma note raramente dall'autorità dirigente
Poi
A volte accade
Una
A volte accade io non escludo dico che come sistema
Guardi su mille duecento detenuti seguiti come recidivi nell'autolesionismo io non ho mai visto però non l'ho immaginato che doverosamente Caritas escludo che il radar però lo facciamo no no no va beh è un'ottima cosa credo che sia una
Il medico penitenziario dunque
Tranne poi a volte chiederci
Se
Le leggo le nostre relazioni perché molto spesso noi segnaliamo delle situazioni particolari ma non riceviamo nessun tipo di risposta non è ovviamente
Non lo so per esempio segnaliamo allo psichiatra facciamo seguire al punto di vista
Sì con logico rimettiamo in osservazione noi abbiamo il Sestante di osservazione psichiatrica
Ma non abbiamo mai un ritorno nel senso che delle volte o magari addirittura dopo aver appena scritto qualcosa ci ritorno a una richiesta da cui si capisce che
Non hanno mai letto niente su quello che abbiamo scritto e non ha lei si le scusi si riferisce alla all'autorità giudiziaria alle dell'autorità giudiziaria anche se ultimamente
Forse correttamente o per un nostro errore precedente ultimamente non indirizziamo più all'autorità giudiziaria ma indirizziamo al direttore perché il direttore vuole così
E sarà lungo e a decidere poi se
Prima lo facevamo direttamente l'avvio rivale direttamente ma mandandolo per conoscenza al direttore no nei secondo una Torino
C'è stato un protocollo di intesa e locali
Noi dobbiamo andare tutto e il direttore nei quali direttori decide cosa mandarino Autorità giudiziaria competente
Così
E dunque noi a volte
Abbiamo addirittura delle richieste dai magistrati ivi chiederci qualcosa per la quale noi abbiamo già inviato abbondantemente
Qualcosa agli elettori per cui ci accorgiamo
Cioè che ci mancano dei pezzi
Volevo solo finire tre è chiaro che
Adesso l'abbiamo interrotta ma
Io so che la dottoressa Casoria dotazioni di no direttore sanitario
è chiaro che io lavorando da ventiquattro anni
Nel carcere di Torino quattro anni son passate al gas calore avvocato per voi per vent'anni dunque io sono già tutti pregressi e continuo ha dato
Continuo
Più o meno ad adottare anche sistemi precedenti perché sono d'accordo con voi però in realtà
Sembra che facciamo più adesso perché adesso dobbiamo
Dar conto e alle nostre case
E che ci chiedete che cose
E al ministero e al Dipartimento locale provvidi giocato e al direttore e i magistrati agli avvocati
è chiaro che anche il nostro carico di lavoro e esagerato perché se ognuno si alza al mattino e ci chiede qualcosa noi a Torino partono almeno cento che azioni al mese
Perché tutti e ci chiede che qualcosa
Grazie
Aspetti meramente
Anche il direttore
Ha pianto monologo scusi vogliono accomodarsi facciano continuare un attimo e poi per
Tanto ci sarà modo dipende dal discussione successivamente
Preso quel Presidente che mi sta sollecitando
No
Però ci tenevo a dire che insomma i
Stavo soltanto facendo un esempio per ovviamente il le realtà sono tante molto diversificata io stavo facendo un esempio di difficoltà di interazione nel senso che io quando ho scritto la prima volta qui e quello che voi dite è una conferma di questo no poi in ogni luogo Cissé il che organizza il miglior modo possibile
Però quello che io ho visto al centro e proprio questa difficoltà di leggere insieme le situazioni che riguardano le persone
E sono quasi sempre le persone più svantaggiate cioè quelli che non hanno
Se si va a vedere i rapporti con la famiglia non ce ne sono non non non hanno difesa
E probabilmente questi provini su questi ultimi c'è una minore attenzione
Per cui può essere ecco su che quelli per i quali le chiedo signor Vigliar però questa è la prospettiva che ho visto dal centro c'è una forte carenza perché per me è questo lo faccio come Ufficio ispettivo
Dal mio punto di vista se un detenuto se tagliato quaranta volte non è un lavoro in più spiegarmi qual è la situazione di quel detenuto perché tu lo devi già conosce edili soltanto fare una stampa
Se devi lavorarci perché a queste mie lettere c'è stata una grande sollevazione ci fate lavorare di più la mia risposta è no non ti faccio lavorare di più perché se tu quella situazione la conoscibili soltanto stampare quello che già in virtù computer
Io mi sto riferendo io mi riferì guardi
Già già questa distinzione secondo me è un problema perché se dal mio punto di vista se io ho un autolesioni una persona che ha fatto quaranta
Cinquanta gesti di autolesionismo e tre tentativi di suicidio secondo me è un problema di entrambi cioè è un problema dell'area sanitaria un problema della direzione un problema nostro
Se io faccio una richiesta di
Al direttore del carcere al quale chiedo
Una relazione trattamentale una relazione sanitaria no mi servono questi due aspetti
Se la risposta è mi fai lavorare di più io la risposta da parte della direzione dell'area sanitaria
E chiedo scusa non sarà dell'area sanitaria sua io o interloquisco con duecentosei istituti penitenziari non è un dialogo avviso vediamo che non si farà
Lei lo farà volentieri e ce l'avrà già chiaro ovviamente non tutti gli istituti sono uguali
In tanti casi ho avuto ottime relazioni il quadro complessivo che emerge un quadro di forte scollamento tra le direzioni e le auto e le aree sanitarie
Che fanno fatica a prendere in carico la posizione complessiva di quel soggetto fanno fatica perché non si dica che in alcune realtà si faccia benissimo
La sua funzionerà perfettamente ne sono certo ma generalmente non è così dalla prospettiva che io ho avuto dal centro e quindi questo secondo me questo esempio dimostra
Quanta strada ancora c'è da fare
Nelle relazioni che si devono fare in relazione alla presa in carico delle dei dei persone detenute grazie perché abbiamo il tempo contingentato siamo qui apposta la società e convinta che c'è molto lavoro da fare che questo dibattito animato che mi piace però non posso scusate consentite un dialogo
Tale
Da giustificare all'esistenza di questa sessione abbiano titolo un attimino venga protetto brevemente perché poi dobbiamo aprire un altro sinteticamente vorrei dire soltanto due cose
Intanto che quello quest'ultimo scorso di discussione conferma ulteriormente quello che ho detto prima la necessità di una revisione di come si sta lavorando
La necessità di una revisione soprattutto in periferia del modo di lavorare perché altrimenti continuiamo ad avere una macchina che gira impazzita dove nessuno sarà soddisfatto di come di come lavorare in quel contesto e quel mamme
Venendo velocemente al problema cartella clinica vorrei dire soltanto questo intanto l'aspetto di sintesi è che questo documento
Che l'accordo del novembre due mila nove sulla flussi sanitari cartelle informativa è ormai un documento ampiamente adattato
E probabilmente a distanza di cinque anni avrebbe bisogno di una profonda revisione non tanto perché datato questo quanto perché il sistema sanitario nazionale sta modificando il suo assetto di tipo informatico e noi ovviamente dobbiamo seguirlo
Ricordiamoci che dal due mila quindici c'è un anno meno di un anno a oggi se le Regioni non saranno pronte con il fascicolo sanitario elettronico saranno commissariati
Il carcere non sfugge da questa regola perché il carcere un patch Sistema sanitario nazionale
A questo punto il problema non è usare la cartella di affisso usare la cartella della Regione sua avere la propria cartella
A questo punto è che la cartella del carcere deve essere interfacciata collettiva cartella con il fascicolo sanitario elettronico che deve generare flussi perché vi sono dei flussi che comunque devono essere dichiarati flussi informativi
Che non sono flussi lo dico perché Rezza di tutti che generano Budget ma generano soltanto informazioni di tipo epidemiologico statistico per il Ministero che servono a valutare altri aspetti
In realtà le cartelle su cui si sta lavorando su tutti già predisposte con gli applicativi terra assumere dal fascicolo sanitario riversare sul fascicolo sanitario
E comunque il problema se non lo legge lo guardate in una chiave di sereno sereno rapporto
è un problema del tutto inesistente se c'è bisogno di dati clinici la direzione fare altro che chiederle perché per il mio modo di vedere non c'è motivo non c'è motivo di fare
Anche tutto questo discorso delle relazioni da faccette ce la faccia Caio eccetera tutto deve nascere un rapporto di orazione corretta organica serena che però veda tutte e due le parti a un livello paritario
Perché se
Non viene riconosciuto questo livello paritario in un verso o nell'altro chiaramente la relazione sarà sempre conflittuale poco produttivo di risultati o se produttivo di risultati a costo di sforzi incredibili come si potrebbe tranquillamente risparmiare il problema sollevato sugli eventi critici chiudiamo con le sue inibita questa situazione illustrato adesso dal Consigliere è un problema oggettivo che arriverà a mio parere
Anche i nostri limiti nell'attività lavorativa
Perché se non entriamo nell'ordine direi generale che il detenuto ha preso in carico e in questo caso psicologi psichiatri eccetera
Devono avere la capacità di fare una valutazione seria perché se la valutazione è quella del detenuto Negretto che non vuole stare in quel posto perché la famiglia ce l'ha mille chilometri di distanza e questo che si deve dire in maniera trasparente progetti
Ora ora ora ora so perfettamente perché in carcere ci vado delle tre carte rileggo che questo non succede quasi mai
Cioè
Come devo dire i i problemi che non sono problemi strettamente sanitari mancante ma che attengono a gestione diversa del detenuto in medicina talora pur conoscendo i
Li mettono in un secondo piano questa d'accordo per il mio modo di fare perché è chiaro che
Se io medico intercetto un problema che non è un problema squisitamente clinico ma è un problema di natura gestionale io ritengo di avere comunque l'obbligo di andarlo a rapportare e farlo conoscere perché non è detto che se lo dice a me lo dice agli altri può anche non dirlo
Posso essere l'unico che mi viene a conoscenza non ritengo doveroso comunque informato soprattutto con questa tipologia di soggetti secondo punto soggetti con situazioni di autolesionismo così grave soggetti con situazioni come devo dire
Tentativi di autosospensione ferma restando l'accordo che imponeva tutte le Regioni di attivare per ogni istituto questi gruppi di supporto proprio per la prevenzione del rischio progressive suicidario e non solo in quante Regioni siano stati
Come devo dire recepite le linee guida della Conferenza Unificata e quindi poi trasformati in protocolli operativi fermo restando questo è chiaro che un detenuto così non può
Non essere soggetto di attenzione da parte
Dell'area sanitaria e di quell'istituto del presidio sanitario di quell'istituto non può perché significherebbe negare un dato di fatto
Dopodiché se sono io il primo che lo dico lo dice per primo un altro pochi per la poca importanza è fondamentale però che il detenuto si prende in carico e si esaminino le motivazioni di questo disagio io ritengo chiudo qua che dobbiamo cominciare a fare una riflessione importante
Sul nostro modo di lavorare in carcere
Dobbiamo chiudere una volta per tutte le tende su quel vecchio modo emergenziale di lavorare carceri lo store la ventiquattro ad h ventiquattro ci sono sei medici che ruotano se c'è un'emergenza intervengo se c'è
Un nuovo giunto lo visitò se due tiranno bottiglie faccio i referti rianimando al Direttore dobbiamo entrare in un'ottica diversa
Il medico deve diventare che ISMEA maggiore di un gruppo di detenuti e deve gestire la salute di quei detenuti
Nella maniera globale i detenuti sapranno che hanno il loro medico in quella
Fascia settimanale di presenza e avranno il loro punto di riferimento
Se non entriamo in un'ottica di presente non si di continuo continuità assistenziale un'altra cosa Giulio continuità assistenziale significa che se il dottore esterni
Quel giorno non c'è e c'è il dottore Leo e c'è un problema il dottor Leo lo risolve c'è il dottor Luca a mio avviso il dottor locali la presa in carico invece significa la valutazione globale del bisogno e l'approntamento di ciò che di ciò che serve
Ora
Il future a questo ma non solo per ma intendiamoci queste sono le linee di tendenza nei confronti delle quali tra l'assistenza primaria
Sì Stense primaria che è quella che noi facciamo nella caccia assistenza primaria e specialistica questo è il target a cui servizi sanitari del carcere sono dedicati assistenza primaria e specialistica
Specialistica più o meno complessa più o meno strumentale più o meno di intensità diagnostico l'attività in emergenza è un'altra cosa
Su questo dibattito ma
Del resto che era un punto
Passiamo tutti lo stesso linguaggio
Lo sforzo del
Dipartimento che posso affermarlo perché la conosco da da vicino non è quello di produrre carta
Oggi affaticare invece direzioni né tanto meno le Area sanità ed è quello di
Capire se si riesce a livello di istituto
A fare quello che diceva poc'anzi il dottor Luca nella presa in carico che si è medica ma è anche il direttore delle altre figure professionali che deve essere sicuramente abbiamo parlato
Stamattina della possibilità di di collaborazione tra i servizi
Tre SerT tra le altre aree sanitarie la stessa cosa
Per la persona detenuta se vogliamo parlare di benessere di questa persona detenuta dalla prevenzione fino alla cura
Non può escludere nessuna figura professionale e quindi è un richiamo in qualche maniera al principio fondamentale requisito se poi non ci pensiamo noi ci pensa l'Europa
L'ha già fatto lo ripeterà a complessivamente a tutte le amministrazioni alla struttura per incarico sull'aspetto poi dell'autolesionismo che
Un aspetto volevo sentire
Abbiamo ancora va detto che due-tre minuti cinquanta minuti se il dottor
Presidente giusto sul
Volevo sentire dottor piscine sospetto questo aspetto specifico dell'autolesionismo perché so che è appunto c'è questo centro di questo si occupava in particolare
Io
Ovviamente nel mio intervento in primavera cioè
Che volessi sottolineare i limiti come dire delle aree sanitarie cercavo di diciamo descrivere il funzionamento di un sistema che inevitabilmente se i numeri sono così alti c'è sempre registriamo
Contiamo a registra una media di un suicidio settimana tre tentativi di suicidio giorno
Trenta casi tra i venti e trenta casi di autolesionismo giorno immagino insomma che una questione che riguarda sia l'aspetto sanitario che è quello amministrativa Cinzia a occhio e croce
E credo che su questo
Ciò ha forse una il Dipartimento sta cercando di fare una riflessione ma una riflessione congiunta con la comunità scientifica su questi temi che est sono strettamente connessi alle modalità con le quali si svolge in alcuni la quotidianità detentiva
Una chiara esperienza di carcere sicuramente tutti voi l'avete
Sa benissimo che la risposta rispetto al disagio che è un disagio che riguarda sua possiamo prende delle categorie no io autolesionisti o alcune categorie di immigrati
I sex offenders che spesso vivono diciamo un po'più ghettizzati degli altri
A quel questi mondi trovano una risposta alla espressione del disagio
Che è quasi sempre di tipo afflittivo
Forse l'afflittività non è
Intendo c'è un intento afflittivo ma la sostanza è una maggiore afflittività della detenzione
Che è probabilmente anche comprensibile no rispetto ad alcuni atteggiamenti dell'autorità giudiziaria quando si verifica un evento quindi
Potremmo dire la medicina difensiva sotto questo aspetto in carcere aumenta perché è chiaro che le responsabilità
Sono maggiori però la cella liscia la sottrazione degli oggetti e l'isolamento sono spesso la risposta
Il trasferimento norme abbiamo vedevo qui il dottor Buffa con il dottor Buffa ha fatto un primo studio interessantissimo proprio attingendo i dati
Dalla sala del Dipartimento dal quale
Si sui suicidi al quale si evince che il settanta per cento delle persone che arrivano al suicidio sono spostate
E questa è una integrazione diciamo della politica dell'isolamento con quella del trasferimento
Che il trasferimento che produce poi un allontanamento dal giudice di riferimento allontanamento dall'ambiente
La maggior parte di questi autolesionistica abbiamo osservato facevano il giro prima di tutti i siti e la Regione per cominciamo le loro pellegrinaggio
Negli istituti e della nazione per poi spesso arrivare al Sestante a Torino
Da coloro che magari la destinazione finale
Ecco per esempio il Pagliarelli che io mi auguro che oggi sia migliorato ma ci sono stati bravi se spetti a qualche anno fa è un intero reparto
Destinato all'autolesionismo c'è la risposta in alcuni istituti all'autolesionismo addirittura disciplinare
Cioè c'è addirittura una risposta punitiva in cui tu capisci che non lo devi fare quello
Non c'è un intervento di sostegno ma addirittura politico e difficile dire che questo non avvenga con il concorso no spesso dell'autorità sanitaria non si può negare questo aspetto
Forse è un'imposizione dell'istituzione totale che i medici subiscono
Ma io molto spesso leggo quando vedo situazioni
Proprio dal punto di vista umano inaccettabili persone completamente nude in ambienti senza nulla senza neppure i bagni spesso trovo la certificazione del medico che mi viene presentata
Dal dal direttore del carcere
Ecco credo che su questo metodo di risposta
Noi stiamo cercando di lavorare ma non si può fare senza la
La comunità scientifica l'autorità sanitaria c'è qualcuno che ci riguarda leggo nel parco nella relazione del Comitato di Bioetica c'è scritto che i medici si devono rifiutare di certificare la possibilità dell'isolamento perché isolamento fa male comunque
Ecco a maggior ragione credo che faccia male per uno no che si produce un autolesionismo però credo che tocca sui come queste magari possano servire costruire insieme io non lo so qual è la risposta migliore che io non faccio il medico
A occhio e croce vederli in quelle condizioni già un mi produce un senso di repulsione
Però ecco credo che su questo ci possa e dare una grossa mano per costruire una risposta alternativa
Allora prego il consigliere Mancini Luciano di rimanere al tavolo perché chiude questa sanzione ma inizia contemporaneamente la sessione moderata
Da presidente Guido Leo acuisce doppiamente volentieri la moderazione prego
Tuttavia
Allora
Mentre gli infermieri che sono stati puntualissimi come sempre
Prendono il posto
Allora siamo
Il ritardo di circa venticinque minuti non è una cosa drammatica ecco
Sono cose abbastanza che possiamo aspettarci ora prima della tavola rotonda abbiamo un intervento
Cascio sta per Mario vero ma
Mario Cascio da Palermo
Perché ci raccontava credo una cosa molto interessante ma richiederei se ce la fai un quarto d'ora se riesce a stare in dieci minuti
Ci aiuti a recuperare
A dell'importante perché dopo
Quello che abbiamo detto noi non ci abbiamo detto come abbiamo vissuto noi il passaggio di questa come stiamo vivendo questo passaggio ben lo vediamo anche dal punto di vista del paziente tutto sommato ogni tanto mi sembra anche giusto sta lì e sentire grazi Maria
Buongiorno e presenti indichiamo Mario Cascio
Faccia parte dall'Associazione NPS eletti assieme associazione che dal due mila quattro si occupa di
La pensione supporto cura di nell'ambito dell'HIV
Nel due mila tredici ho partecipato a un Progetto salute non conosce confini in qualità di Piero corrette
Questo progetto è svolto in alcuni penitenziari italiani della strutturato in un duplice intervento un primo intervento da parte di un medico infettivologo di riferimento della dalla struttura di tipo più medicale scientifico
Successiva ebbe poi subito dopo l'intervento mia come testimonianza la mia esperienza personale
Questo progetto allora l'obiettivo di dare informazioni sia sul l'informazione di base su alcune patologie l'HIV HCV l'HPV
Ma anche sulle modalità di contagio è l'obiettivo era quello di invogliare Dio sollecitare ma la maggior nel maggior numero di detenuti da effettuare il test
Un aspetto non secondario di questo progetto è stato anche quello di toccare il tema dello stigma e delle discriminazioni che ruotano attorno a queste patologie
Ma io partirei proprio dalla dal decreto del due mila otto la mia relazione
In cui viene vengono elencati i principi di riferimento dalla riforma PCB di livelli di riferimento che contengano il riconoscimento della piena parità di trattamento in tema di assistenza sanitaria degli individui liberi e degli individui detenuti
Poi la garanzia della continuità terapeutica per l'efficacia degli interventi di cura
E poi la necessità di una piena e leale collaborazione interistituzionale in sintesi
Direi che va garantita una adeguata assistenza sanitaria pari pari a quella della popolazione generale è un maggiore coordinamento fra tutte le istituzione figure che ruotano attorno detenuto
Linee guide italiane
Su un utilizzo dei farmi c'è antiretrovirale in in materia di HIV ci suggeriscono in maniera abbastanza forte
Sia alcuni interventi riguarda l'offerta del test HIV ma anche riguardo all'educazione sanitaria per la popolazione carceraria fra questi per diamo checché c'è quell'offerta del teste siano entrate che esso è anche reiterato successivamente se n'è parlato già stamattina tanto di questo
E poi per quanto riguarda l'educazione sanitaria si parla anche di
A interventi di per legge che scende e di mediatori culturali
Allora la detenzione per me rappresenta un momento molto particolare momento da non perdere sia per la il sistema sanitario nazionale ma anche per il detenuto
Per il sistema sanitario nazionale rappresenta un momento ideale perché alla possibilità di raggiungere alcuni gruppi di persona che altrimenti non sarebbero raggiungibili
I cosiddetti gruppi vulnerabili che sono tossicodipendenti prostitute ed altro
Ma anche per il detenuto io credo che sia un momento molto particolare che allontanato dal suo habitat quotidiano forse un momento in cuore
è potenzialmente più dice attivo e alla possibilità di riflettere su molte cose alla priorità
Allora le associazioni dei pazienti come dovrebbero poter contribuire alla gestione del pazienza detenuto
Innanzitutto dovrebbero poter dare indicazioni sui possibili strategie di sensibilizzazione di prevenzione e di cura
Che sono finalizzati non solo a un'ottimale a cura del paziente ma anche a a poter incidere in maniera abbastanza significativa sull'aspetto discriminatorie che ruota attorno a queste patologie
Aspetto discriminatorio
Questo è l'aspetto da larghe che diciamo già troviamo dalla popolazione generale ma che è nell'ambito carcerario MM microcosmo carceraria per anche amplificato
Allora incida come si chiama abbattere le barriere lo stigma in realtà non è soltanto un dovere morale
E civile e sociale dando dignità e diritti al detenuto ma rappresenta anche forse la via più adeguata più efficace di poteri a limitare il numero di nuove infezioni
Questo lo sappiamo perché avrà anche un'incidenza sulla sanità pubblica abbattendo i costi nel lungo nel medio-lungo periodo perché sappiamo benissimo che il detenuto che si rifiuterà
Di conoscere il proprio Stato e Siro logico o il detenuto che si rifiuterà dipendere terapia in maniera adeguata
Rappresenta un fallimento a tutti i punti di vista
Allora gli interventi tradizionali sull'uso di sostanze stupefacenti altre problematiche sulla salute del paziente presentano alcune criticità intanto ci sono difficoltà nel raggiungere nel far raggiungere un buon livello di aderenza alle terapie
Poi ci sono barriere comunicative tra detenuti e staff carcerario difficoltà nel fare interiorizzare detenuti i messaggi sulla salute
Difficoltà da parte dello staff carcerario nell'individuare le domande i bisogni dei detenuti poi ci sono le differenze linguistiche e culturali
La comunicazione alla diagnosi e non ultima la cartella clinica e continuità terapeutica
Allora una possibile strategia di contrasto alle infezioni virali potrebbe essere quello della PRG fece nelle carceri sono stati negli ultimi vent'anni molti programmi in molte penitenziari sia europee che anche mondiali
Specialmente quelli che hanno dato maggior risultati sono stati quelli riferiti proprio l'HIV tutti questi
Prova progetti hanno dato come risultati una ma con maggiore
Conoscenza del elementi base giova malattia è poi una richiesta anche almeno il doppio del normale dal normalmente quindi quello che avviene normalmente nelle carceri
Prendo ad esempio questo progetto ma un vuoto che si è svolto in trentasei penitenziari del Texas
Doveva in questo progetto praticamente se come conclusione abbiamo avuto
Una un innalzamento delle conoscenze sull'HIV e poi siamo stati il raddoppio di testi da Cavour richieste da parte dei detenuti
Allora il PRG Occhetto in realtà non sostituisce la prefigura professionale presente nelle carceri ma è contro mentre adesso
Con questo mi riferisco un ponte a progetto il prenotava saluto non conosce confini perché in questo progetto ho potuto appurare come l'intervento scientifico medicale da parte della dell'infettivologo veniva veicolato meglio interiorizzato meglio da parte dei detenuti attraverso diciamo la parte emotiva suscitata da dal PRG Catherine
E dice verso quelle che a dicembre il PRG Catherine teneva rinforzate dalla informazioni date tema dall'infettivologo
I programmi che che si basano sulla sull'utilizzo di un viaggio che è il decreto e presentano molti vantaggi tra questi abbiamo la credibilità chiaramente il tiraggio che le parla la lingua del detenuto poiché
La possibilità di offrire tutto una marea di servizi
Che poi benefici anche per i dazi e per i beni per i detenuti che ritiro il regime credo che spesso vengono presi tra i detenuti stessi scelti
E poi la benefici da un livello di costi che sono sostenibili diventa una chiaramente
Quindi attraverso questo tipo di approccio che è un po'di tipo più umanistico si riescono a a promuovere il rispetto dell'altro il confronto comportamenti positivi e quindi si può aggiungere anche dei cambiamenti nella cultura carceraria
Allora chi è più tragiche perché abbiamo visto che l'informazione possa da solo non basta a modificare pratiche comportamenti a rischio quindi il PRG Pietro deve essere in grado di Sondrio sollecitare emozioni razionalità
Quindi deve sapere penetrare nell'intimo del delle persone che ha di fronte
Senza spaventare ma allo stesso tempo dare un quadro chiaro
E razionale di quelle che sono le conseguenze se questa persona a non si prende cura di sé e non non cura eventuale patologia che vengono rilevate
Qui devo poteva dare fiducia alla persona che riscoprono di avere un'infezione virale
E può e deve anche potere sollecitare detenuto a effettuare il teste cose che è avvenuta sempre anche Insiel durante questo progetto che anche il progetto degli anni precedenti che si sono svolte nelle carceri
Ora fare una buona prevenzione in carcere significa anche parlare di sessualità e consumo di droghe
Allora sebbene diciamo le linee guida utilizza suggeriscono un utilizzo di strategie per la riduzione del danno in realtà diventa molto difficile parlare di sessualità
Di uso di sostanze stupefacenti in carcere
Perché
Anche all'interno del carcere c'è la butto dominante che è molto omofobo discriminatoria addirittura ci sono sotto i gruppi e gruppi Cees discriminazione su discriminazione ci sono
L'unico modo che si può fare per
Cercare di incidere su queste chiaramente
Veicolare l'informazione nella maniera più corretto possibile più informazione si danno sulla malattia sull'informazione di base sulle modalità di contagio
è più sia una possibilità
Che la gente si comincia a sottoporre al teste la coabitazione carceraria diventa anche più possibile
Mario scusami e tre minuti
Per linee guide ci dicono pianeta permessa ne ha parlato anche già stamattina che praticamente molte pratiche come quelle del
Tatuaggi rapporti sessuali non protetti e utilizzo Vianini sanati
Vengono tuttora sono su Tolo comune all'interno delle prigioni
Quindi non bisogna chiudere gli occhi su questo aspetto quindi è per quanto viene riconosciuto dalla linea guida da esperienze internazionali in maniera positiva
Sappiamo che l'ordinamento penitenziario impedisce attualmente l'ingresso di tali prestiti quale distribuzione distributore di preservativi diari di altro
Io approvata
E poi quindi come che concludo dicendo che oggi credo che ci dobbiamo avere il coraggio di passare da un approccio di tipo ideologico a un approccio di tipo più pragmatico
Nel senso non possiamo chiudere gli occhi su quello che succede in carcere
Se tendiamo ad avere l'azzeramento del consumo di droga e tendiamo ad avere o azzerare l'azzeramento della pratica sessuale
Non non concluderemo niente anzi non non faremo altro che contribuire a diffondere di più impressione in carcere
E ho concluso
Bene
Grazie alla testimonianza ora direi che partiamo con la tavola rotonda
Allora sulla tavola rotonda visto che è un po'una riunione di due gruppi che hanno lavorato separatamente credo che inventa un minuto
A testa i due c'erano
Quindi Giulio e Martina
Raccontano cosa hanno detto le due rispettive sessioni
Sì in un minuto
Rapidissimo avevo posto presenti talché al repertorio
Tre argomenti specifici qual era il punto di vista condiviso se effettivamente esisteva aveva convinzione che la riforma avesse tende a responsabilizzare completamente
Il Ministero della giustizia è entrambi partecipanti la risposta
Paesi etnei provvisorio è stata no DPCM nonna tolto la responsabilità della salute
Dell'individuo detenuto da persona detenuta al dipartimento dell'amministrazione pensare questo
A livello centrale consigliere Cascini lordi affermato forse
Mi è sembrato di capire che a livello periferico ancora non è
Stato dal recepito da molte direzioni il secondo punto
I rapporti critici che esistono sempre a livello periferico perché asinello del tavolo di consultazione a livello di vertice
Sembra tutto che le cose che possono comunque
Risolvere
Poi a livello periferico andiamo a vedere che ci sono dei contrasti anche forti e c'è una burocratizzazione importante
Dell'obiettivo
Del regioni del Dipartimento ma anche della società quello non di burocratizzare i problemi Martin risolvere di problemi attraverso sedici gli strumenti che
Diceva Luciano Lucania sono la presi in carico
Presi in carico soprattutto gli eventi critici quelli di cui parlava il Consigliere Cascini paghiamo toccato l'argomento della cartella clinica informatizzata sacri da un punto perché bisogna dirlo qualche medico ancora risponde
In Dipartimento scrivendo non Vito dato che
Il detenuto non ha dato il consenso non il consigliere Cascini ma il dottor Lucania specificato che è una un non senso scusate il gioco di parole chiede il consenso per la trasmissione dei dati da un ente pubblico a un altro per finalità istituzionali quindi non esiste a rispondere non c'è il consenso per la persona detenuta quando la magistratura la direzione il Dipartimento chiede dati non li chiede per finalità astruse ma per finalità proprie istituzionali
Risponde che questa linea potrebbe essere addirittura se fosse un giudice per fortuna non lo sono
Configurare un reato di omissione evitati di ufficio
Questo brevissimamente ovviamente poi
Ottenuto un pochino moderare la la platea perché effettivamente abbiamo toccato dei punti molto sensibile e magari si profili prendere potrà prendere retroattiva
Allora allineandomi quello che diceva tutto star Ninì anche sul fronte infermieristico è emersa chiaramente la necessità di
Esporrò le tematiche e problematiche che ne infermieri incontriamo anch'esso sortite appunto dalla riforma sicuramente c'è una grande difficoltà da parte della componente infermieristica
A si lottare manifestare la propria autonomia la propria indipendenza e soprattutto a difendere e ad agire le proprie responsabilità
Grande tema è incontro la collaborazione eccetera quella con la componente che noi sappiamo benissimo che la Polizia penitenziaria da qua le necessità che è emersa nel gruppo che pur breve sia stato l'incontro
Di iniziare appunto a valutare ognuno per le proprie diciamo realtà lo stato dell'arte delle
Che l'assistenza infermieristica se così la si vuol dire nelle carceri perché è emerso anche questo punto di domanda che cosa si intende per assistenza temi liste nelle carceri
Stiamo rispettando quelli che sono i che tali principi dell'assistenza stiamo facendo qualcos'altro per cui ci siamo un po'lasciati anche con questo interrogativo
Soprattutto
Giuseppe Marcucci ha portato appunto una realtà molto importante
Ho testé rema anche se volete però ognuno di noi si è rivisto un pochino all'interno di questa di questo scenario di questo Panorama l'importanza di raccogliere i dati l'importanza di un tema molto importanti che quello punto del nostro convegno dalla teoria alla pratica protocolli operativi in ambito penitenziario
Se anche non infermieri
è ora che ci diamo del parametri ci diamo delle misure che cosa vuol dire assistere in ambito penitenziario cominciamo a lavorare e noi ci siamo
Attivati a un anno che stiamo attivando i vedo che la partecipazione alquanto formidabile stiamo lavorando per cui
Vi ringrazio
Allora
Che questo dell'integrazione
Tra due realtà sia veramente un
Argomento veramente fondamentale
è stato ovviamente
Preso decisamente in considerazione del direttore del convegno e dalla società in generale tanti dalla sinistra tant'è vero che non soltanto c'è questa sessione ma
Se voi andate nel programma vedrete che
E
Il
Uno dei gruppi di lavoro
A cui chiedo veramente di partecipare e proprio questo e si chiama sala Tabor parlando da due domani pomeriggio alle sedici e trenta alle diciassette e quarantacinque
Ministero della giustizia e sistema sette nazionale un'integrazione possibile
Responsabilità e documentazione quindi è un argomento fondamentale
E io vedevo cioè mi rendo conto perché ovviamente
Vivo in carcere da molti anni
Allora il carcere Chierico dello specchio della nostra società e quindi anche dei nostri problemi è un momento critico momenti in cui tante contraddizioni vengono fuori
Parlavo prima con Carmen Savarese un'infermiera no diceva in carcere non riusciamo a rapportarci con i medici come ci si rapporta fuori è vero solo proponenti estremi
E le motivazioni solo insomma solo svariate
La prima domanda che io vorrei porre un po'all'Assemblea in poi particolare i relatori che stanno da Miss Italia a destra ma
Non è un problema di formazione
Cioè
Oggi abbiamo raccolto un po'un po'di di Alain Tutino quando io vedo un direttore del carcere che dice questo parcheggio e dell'Amministrazione per cui i sanitari non ci mettono la macchina
Capite che io credo che questo direttore
Non abbia capito molto ma
Loro potevo raccontare una marea di analoghi esempi per quel che riguarda noi allora probabilmente la riforma è stata fatta come si fa spesso in Italia no ma nessuno ci ha detto poi come applicarla allora una formazione congiunta
Di operatori sanitari
E della Nestor pigrizia su quest'integrazione secondo me è una cosa che da proporre e da proporre comunque
Stesso discorso quel dei dati io sono assolutamente d'accordo con Luciano quella di dati sensibili e veramente una folla che soltanto a qualche garante della privacy che che magari ha utilizzato sostanze illecite può venire in mente no
Allora noi la normativa è ben chiara no chi sono i responsabili a tutela dei dei dati dei dati sensibili allora questi responsabili non devono essere certamente dei medici i nostri dati sensibili ospedali li vedo belli amministrativi
Sono tenuti al segreto quello che è importante però e che siano identificati questi responsabili allora io non posso vedere le cartelle con i più scritto di sopra evidente
Ne e necessario che il singolo assistenti Polizia penitenziaria o il singolo operatore socio sanitario sappiano l'uno di tutta la patologia e l'altro di tutta la
La la storia giudiziaria però evidentemente i vertici
Devono saperlo e devono
Organizzare il loro personale di conseguenza quindi ci deve essere anche qui una definizione a mio parere di chi è responsabile di questa tutela dei dati questa era duri pressioni che avevo nelle ultime anche perché poi
Ricordiamoci
Alla fine tante di queste cose che lo diciamo solo quelli segreti di Pulcinella
Cioè tutti sanno tutto di tutti in carte e anche su quello di ragionare perché
E molto meglio che le cose vengano dette bene no sapete quando si dicevano cioè tu lepri le prime conoscenze sessuali bambini li hanno dei compagni di scuola e meglio se lei abbia dei genitori e qui è un po'lo stesso è molto meglio che le informazioni vengano
Date in maniera corretta che responsabile
Che non vado per un passaparola cosa ne pensate
Miei affiancatore
Non posso Kerry ripeterà l'Assemblea quello che ho detto prima
Cioè
La impressione che io faccio e che mentre l'amministrazione penitenziaria a livello di vertice ha chiaro il senso della riforma
Nei suoi livelli intermedi ma soprattutto nei suoi livelli dirigenziali di base tutto questo ancora non è stato compreso in maniera tiene
E se non è stato compreso non viene applicato quindi crea spesso delle situazioni da parte del
Da parte degli altri di frizioni che in realtà non ci dovrebbero essere
Ovviamente questi sono percorsi complessi percorsi dedicati segnalavo prima per esempio l'opportunità del famoso accordo sui dati sulla cartella venisse rivisto perché cinque anni sono cambiate talmente tante cose che quell'accordo oggi tecnicamente ha poco valore
Però è chiaro che qua ci vuole uno sforzo non è un problema di fare formazione nel senso come noi immaginiamo la facciamo in corso qua si tratta proprio di fare passare di fare passare informazioni fare passare
Informazioni su su prassi operative che diventano poi di proprietà comune perché in realtà il soggetto di interesse rimane lo stesso per gli uni e degli altri sono due istituzioni con concorrenti al medesimo per quello che riguarda i dati sanitari e Guido Leo dice son d'accordo con quello che diceva Luciano e quello che ho detto e cioè
Ci stiamo creando un un falso problema il segreto professionale che poi è la regola della nostra professione soprattutto per quelli che oggi vengono chiamati i dati sensibili ma che noi abbiamo studiato all'università quando
Allora oltre trent'anni fa facevamo medicina legale quello il segreto professionale appunto se io comunico una cosa coperto da segreto a un'altra persona che non è medico e parimenti come me tenuto al segreto se non lo fanno è passibile penalmente punto per me il discorso finisce qua
Non ha senso dire non mando una relazione o non faccio mandare una relazione perché sono dati così e colà
Non mi sembra un atteggiamento né corretto né eticamente
Compatibile con quella che la nostra professione anche perché chi mi chiede la relazione che ha il magistrato che me la può chiedere
La direzione dell'istituto che nell'ambito di determinate situazioni a titolo di chiederla perché dalla Direzione dipende da una serie di situazioni
Ovvero la stessa azienda sanitaria me la può chiedere io l'azienda la devo mandare
Me la può chiedere per certi aspetti pure la parte perché la parte mi chiede copia della cartella contiene anche degli affidati io sono tenuto a
A doverli fornire allora la domanda ma il problema scusate il quale e dove
Ma lui è sicuramente la formazione è un linfa alla formazione e l'informazione sono elementi fondamentali io credo che esista anche un problema di tipo organizzativo
Che non è solo quindi è questione che riguarda il metodo con il quale si fa l'assistenza sanitaria credo che l'organizzazione riguardi prevalentemente il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria per organizzazione intendo
Lo svolgimento della detenzione alla il modo con il quale si svolge la detenzione all'interno del penitenziario
Prima lo accennavo forse può essere un elemento come dire di
E informazione matti e già da qualche anno che il Dipartimento sta tentando tra mille difficoltà
Di realizzare un cambiamento radicale del modo con il quale si vive all'interno del carcere
E io questo che sono convinto che avrebbe dei benefici non indifferenti anche rispetto alla ricaduta organizzativa sul piano dell'assistenza sanitaria
Mi spiego meglio portare i detenuti fuori dalle sezioni detentive e portarli in luoghi comuni dove dovrebbero trascorre gran parte del loro tempo significa
Spostare anche i servizi che si svolgono all'interno all'interno del carcere oggi il detenuto nelle nostre strutture ha prevalentemente il poliziotto I Sezione come riferimento come unico riferimento
Tant'è che gli infermieri dicono notti per loro problema
L'abbiamo visto anche le slide è il
Il riferimento con lo staff penitenziario ma lo staff della polizia
Perché il detenuto eh prevalentemente ristretto nella camera detentiva che sta in Sezione se noi riusciamo in un'impresa molto difficile a spostare i detenuti in un luogo comune
Dove potrebbero vivere per gruppi omogenei dice così paradossalmente la l'ordinamento penitenziario per gruppi omogenei la gran parte la loro giornata mangiare insieme per esempio che è una cosa che pure c'è scritta nel dell'ordinamento penitenziario e che non si fa
Questo potrebbe permettere la realizzazione di una vita di comunità nell'ambito della quale calare i servizi
E l'assistenza sanitaria il lavoro di prevenzione
Il dialogo passa può passare molto meglio in una comunità di questo tipo
Piuttosto che essere costantemente filtrata dalla Polizia penitenziaria che fa un lavoro complicatissimo perché gestire le le le persone chiuse
In una situazione incattivita è è molto complicato e stressante
Produce a volte una doppia frustrazione perché
Il il detenuto si rivolge al poliziotto perché vuole andare dal medico perché vuole la terapia e quello non è in grado di darci queste risposte se non chiamare ma insomma
Molto spesso questo finisce in un conflitto pro aumenta la tensione finisce in un conflitto
Ovviamente modificare questo presupporrebbe lo accennavo prima una diversa concezione anche dell'architettura penitenziaria
Cosa è presente in gran parte dei Paesi europei è stata fatta molti anni fa
I Paesi che hanno una detenzione come quella italiana una detenzione si sviluppa nelle celle
Sono la Serbia la Russia la Polonia e la Grecia non ce ne sono altri
Tutti e molti di questi Paesi non hanno scritto nell'ordinamento penitenziario che le Camere gentile sono Cameri pernottamento mi siamo l'unico ad averlo scritto che l'ordinamento penitenziario ma non averlo fatto
Perché le Camere ma l'atto mento si vive
Questo io sono convinto che su questo anche su questo
Potete dare un grosso contributo perché la spinta verso questo cambiamento dev'essere molto forte non è un cambiamento facile
Tenuto conto anche della tipologia e le nostre strutture hanno che voi conoscete poi io sono convinto che questo passaggio che noi abbiamo avviato
Debba vedere come protagonisti
I medici perché portare l'assistenza sanitaria portare l'infermeria
Dalla Sezione o dai luoghi in cui è il detenuto va trasportato ai luoghi comuni portare
Il personale che opera e dico anche il funzionario giuridico pedagogico il volontario
Il medico portarli in una piccola comunità
è un cambiamento un ribaltamento totale del sistema pensate come dire a una piccola comunità i tossicodipendenti questa esperienza un po'si è fatta con le custodie attenuate
Dove appunto inserto può avere un rapporto costante dopo le persone che vivono quell'ambiente
Questo io sono convinto che il vero un passaggio per dare anche una concreta attuazione a quella collaborazione che Silveri che va avanti invece attualmente con grande fatica
Insomma cioè che vecchi solo
Alla costruzione delle domande però io volevo prima di me della collega fra domanda provare a suscitare spontaneamente sto interamente magari un medico di guardia un infermiere
Che lavora sul campo do se esse siccome queste cose
Che sono state dette e sono ovviamente condivisibili appieno la norma pensarsi mentre esponeva le due domande programmate si applicano o si si applicherà il mento si possa applicare realmente nella
Concreta
Quotidianità
Sì buongiorno Margherita Errico nato otto persone sieropositive quindi in qualità di anche di interpellata come tavola rotonda
Volevo dire due cose ricapitolando due punti essenziali
Abbiamo visto partendo dalla relazione di Cascio come in realtà la bocca si dei pazienti può essere quindi possibile anche nel carcere
E questa è un'opportunità che è stata giustamente
Valorizzata anche attraverso la ricezione anche delle sollecitazioni della società civile nella
Nelle linee guida dove non è in qualche modo abbiamo spinto in comune accordo tutti insieme su forti raccomandazioni che abbiamo visto insieme
Ma anche non ultimo nella marzo del due mila dodici c'è un documento documento di indirizzo su HIV e detenzione per esempio
Che va preso in notevole considerazione perché il documento di indirizzo del due mila tredici parla di gestione e nella gestione parla di un'equipe per cui nella parola équipe ci siamo tutti
Proprio dico uso il plurale ci siamo tutti
E nell'era conclusioni nelle conclusioni finali stesse della del documento
Sì recepisce
Finalmente anche dalla Società civile quello che è stato detto su o il valore anche della comunicazione tra pari per cui ci mettiamo in qualche modo
Al al passo con altri Paesi finalmente questo per dire anche qualcosa di positivo ogni tanto e non per forza qualcosa di negativo negativo
Diciamo dal punto di vista della dell'azione della società civile
Poiché
Però dobbiamo tenere presente una cosa perché stamani si è parlato anche di
Testo Tino Tau test dell'HIV dove professor monarca giustamente ha fatto presente le
Reticenze da parte delle associazioni dei pazienti che comunque erano delle reti erano perché se ha trovato
Ovviamente un punto di congiunzione
Erano delle reticenze
Basate su determinati principi di democraticità cioè il testa anche Ina in Inghilterra come ci ha mostrato la buona prassi che viene effettuata in Inghilterra la dottoressa prima il testo viene
Fortemente
Appunto offerto consigliato quindi una un'offerta proattiva del testo non è un'imposizione in un Paese democratico
A una persona alla quale già si fa una privazione della libertà per cui non andiamo a indagare i motivi senza pregiudizi
Non ci interessano noi non possiamo privarli della libertà di scelta che l'articolo trentadue della nostra Costituzione italiana sancisce sulla diritto alla salute il diritto alla libertà di cura
Perché da una parte dall'articolo trentadue parliamo di diritto alla salute ma dall'altra anche di libertà di scelta di cura
Della persona che deve essere uguale sia in stato detentivo sia di Stato libero
Quindi questo per ricapitolare anche un pochino quello che
Il punto di vista del diciamo del paziente o delle associazioni che si occupano di questo e il percorso che è stato fatto insieme anche alle istituzioni e insieme alle istituzioni
Per ci teniamo a dire che se non abbiamo dei dati e quindi qui sollecitiamo o un ancora una volta quanto è stato detto stamani se non abbiamo dei dati certi non abbiamo un percorso sanitario politico
Quindi con i dati possiamo chiedere un non specifico percorso sanitario
E su questo noi cerchiamo di sollecitare la precisione anche dei dati la i determinanti da scegliere su questi dati con molta attenzione magari facendoci anche
A esenti che vengono da fuori perché non siamo nati
Con la scienza infusa possiamo benissimo apprendere dalle
Buone prassi esterne
Ma il percorso sanitario politico abbisogna di dati perché altrimenti non si appiglia e su questo
Penso che possono concludere almeno per quanto mi riguarda e vi ringrazio
Dottor Della delle
Sono un amico Di Leo
Su una un sindacalista
Può porre un problema che sullo sfondo e che nessuno di noi consentito almeno accennare in questa mattina dove sono finiti
Il problema delle risorse ecco
Allora sostanzialmente lo sappiamo tutti dobbiamo avere il coraggio di dircelo le risorse in sanità sono
Qui
Soldi da dare non ce ne sono più ci sono regioni in piano di rientro reale ci sono Regioni che intanto rientro devono fare
Si è finanziata una riforma sei anni Fathellah statista penitenziaria
Il territorio e la Cenerentola nell'ambito dei sistemi sanitari
Regionale
Si cerca di concertare le poche risorse che ci sono sugli ospedali o il Fosso ancora qualcosa sul territorio e poi
Non si sa
La sanità penitenziaria è un mostro a due teste è un mostro quel testo e forse con la scusa che un mostra come teste cioè nel senso che comunque anche il Ministero di Grazia e Giustizia forse e
Non
A noi o forse
Diamo il meno possibile
E l'ultima cosa alla quale noi dobbiamo pensare
Quando c'erano risorse ma a maggior ragione quando le risorse in sanità sono finite e non c'è nessuno
E questa
Fatto sì
A un raffronto traumatico
In due osservazioni
Anche in un personale
Autonome nel senso che è al mento Autoroutes personale sanitario mitico e di comparto veramente
Fare delle strutture autonome corresponsabili dipendenti dal sistema salita relazione come è giusto che siano non prestati o figure
Che lavora e non trovano un inquadramento
E poi chi paga cosa
I farmaci antiretrovirali i farmaci per l'epatite che vengono distribuiti dall'ospedale dove comunque poi
Le amministrazioni Velardi propensi però ma perché dobbiamo trattare quelle ma
Ci sono anche problemi
Di approvvigionamento oggi accessori costa x
Allora noi lamentiamo l'eccessiva burocratizzazione vero della medicina della sanità penitenziaria pieno non ho sentito parlare delle risorse no ci sono non ci sono le risorse però ce ne sono
E questo è un grande problema il lato economico sono assolutamente condizionanti
La carenza delle risorse impedisce di avere degli organici autonomi
Sono generalmente raffazzonate non voletemene
Mesi sta Cristella organico autonomo Volpi anche a gestire dei progetti dei percorsi delle linee guide gestire in autonomia anche i farmaci
Cosa che la stragrande maggioranza non vedo e ma
E questo l'argomento è estremamente importante manca il rappresentante del Ministero della sanità o della Regione e questo è un antico grazie
Allora parlando un attimo la Lucania che dovrà dare una risposta Tordelli solo un avviso per la platea
Tassativamente alle tredici e trenta chiudiamo accusa
Rispondo io al collega
Perché appunto lavoro in Regione nella mia regione che è una delle regioni in piano di rientro io credo che il problema dobbiamo impostato in maniera completamente diversa intanto problema fondi
Noi abbiamo sulla sanità penitenziaria i fondi in transito ex giustizia che equivalgono a centosettanta milioni circa di euro l'anno che vengono a essere
Dati alle Regioni ripartiti poi fra le Regioni la Regione alle aziende abbiamo i fondi ex decreto ministeriale tossicodipendenza che sono circa otto milioni nove milioni l'anno che seguono la stessa strada ma noi abbiamo
Un dato che scrive si cerca di fare finta di non conoscere
La cosiddetto famigerato decreto Bindi lasciava i detenuti a differenza dell'ordinamento penitenziario che prevedeva che a trenta giorni venivano cancellati dagli elenchi decreto Bindi rilasci iscritti al Servizio sanitario nazionale
Quindi il detenuto è titolare a pieno titolo della sua quota capitaria di iscrizione al Servizio sanitario nazionale come me come il dottor Leo come il dottor Cascini
Se devo dire quello che penso o una delle prossime cose che dirò che vorrei che i fondi in transito e fondi ex tossicodipendente andassero nell'indistinto in modo da non dare più la possibilità alle Regioni e le aziende i dirama quanti soldi ci sono
Perché in realtà a distanza di sei anni questo discorso che fondi in transito mi pare un vulnus di sistema
Secondo punto la sanità penitenziaria oggi è
Una voce di quelli che si chiamano adempimenti LEA
Esattamente alla voce appeal diciotto ogni ma ogni anno alle Regioni vengono a essere giudicate su una griglia di valutazione sulla sanità penitenziaria
Qual è il senso di essere adempimenti LEA il senso che
Comunque piaccia o non piaccia determinati passaggi vanno fatti
E in mezzo a questi passaggi ci sono esattamente quelli dei quali parlava il collega cioè la realizzazione di quelle che sono le reti di sanità penitenziaria per ciascuna regione
Chiaramente ogni Regione ha dimensioni diverse strutturazioni diverse non dimentichiamo la Lombardia che ha tutta affidata agli ospedali dove il territorio di fatto non esiste
Non dimentichiamo anche che la riforma è nata sei anni fa e che questi sono percorsi che sono percorsi oggettivamente lunghi ma è chiaro che la prospettiva per la quale
Clavel collega
è la prospettiva di arrivo cioè delle strutture autonomi di sanità penitenziaria che lavorino all'interno delle aziende e poi il come ogni regione convegno azienda alla base nelle sue caratteristiche hai voglia
Naturalmente sviluppare è chiaro che questo non decisioni diverse perciò problema il personale
è chiaro che fino a oggi si è andati avanti con personale
Raffazzonato mi sembra quasi un'offesa però certamente il personale che in buona parte transitato darlo Ministero dalla giustizia del vecchio personale che c'era dall'altra il personale che sia in qualche modo dovuto associare a questo tipo di gruppo
Quindi non abbiamo ancora una gestione organica unitaria contrattualmente corretta del personale
Sappiamo anche che in molte Regioni vi sono o come devo dire sacche di personale già dipendente che sono collocati in maniera non sempre ordinata
Quindi in realtà l'operazione non è né facile né semplice però chiaramente la sanità penitenziaria deve rientrare in quello che un riordino e tutte le reti sanitarie assistenziali alla Regione
è una nuova linea di attività come nuova linea di attività sono gli hospice come nuova linea l'attività e la nutrizione artificiale domiciliare come nuova linea di attività
Sono tutta una serie di attività territoriale di nuova di nuova di nuova creazione me ne rendo conto della difficoltà condivido le difficoltà che ha detto il collega però dico i fondi sono questi
Il detenuto agli stessi diritti all'assistenza sanitaria del cittadino libero perché alla quota capitaria ma un diritto rinforzato dall'avere dei fondi che gli transitano dal passato
Questo naturalmente i nostri amministratori non sempre lo sanno quando uno glielo dice talora fanno alla finta di non saperlo però di fatto questi sono i numeri siamo adempimento LEA e come dare ci dobbiamo ricordare di dover reagire di doverci comportare
E poi dobbiamo puntare alla formazione delle strutture fino a oggi
Quanta volontà c'è stata di farlo ma non volontà delle aziende attenzione perché la volontà delle aziende spesso nasce dalla volontà degli operatori
Perché la Regione Sicilia fino a oggi non ha recepito il DPCM dell'unica che è ancora fuori ve ne sono domande alle quali non voglio dare risposta lascio che ognuno se le immagini tasso
Per tutte le domande vi avevo sei minuti maturate fissa la domande e risposte sono Giuseppe Marcucci mi occupo del coordinamento infermieristico delle carceri Poggioreale di Secondigliano e Dini si dà ed estivo per minori
Volevo fare una domanda al dottore Cascini rapidissimamente vorrei fare moltissime altre alcalde mi chiedevo una cosa rispetto a quello che diceva prima la riassetto diciamo che la quotidianità all'interno degli istituti
Quando prendete questo tipo di decisione voi prevedete al vostro tavolo la presenza appunto di una parte sanitaria
Anche del comparto
Che si occupa di assistenza diretta
Perché le spiego brevissimamente perché mi veniva questo dubbio perché per motivazioni che per carità di Dio nessuno vuole contestare perché sono problematiche vostre che gestite voi
Il semplice passaggio per esempio di detenuti che dal quarantuno bis passano da un istituto all'altro io in uno dei ministri tutti
Insomma c'è stato questo tipo di passaggio comporta un riassetto organizzativo in femministi può diverso perché l'esigenza di un
Detenuto ad alta sicurezza comporta sicuramente un'attenzione un intervento ecco più rapido quindi io che mi occupo di organizzazione del personale
Devo tarare il tipo di assistenza infermieristica su quella non ce la faccio mai
Praticamente mai perché
E come iniziamo a preparati ad affrontare questo tipo di cose nell'immediatezza la stessa cosa l'apertura di un reparto per disabili per esempio come avvenuto affetto
Ma legittimissima la cosa è giusto che ci sia però io non ho avuto la possibilità di richiedere infermieri che non ma avrebbero comunque dato
Però avrei conculca il contesto e certo
Però comunque io avrei dovuto organizzare non sa adesso io sono l'infermiere che scende con la siringa giù rete inammissibile è una cosa del genere
Magari riuscissimo a fare questo diciamo passaggio di di metodo di Dini cambiamento con una come dire
Con una circolare ecco non è così che si riesce a modificare l'assetto organizzativo complessivo degli istituti sicuramente quello che noi stiamo cercando di fare
Questo mi auguro che poi in sede locale possa essere discusso con tutte le componenti che gravitano intorno al carcere difficile perché poi ogni struttura dovrebbe avere una sua vocazione
Quello che ne stiamo provando affare quello di rendere le strutture il più possibile omogenea
Quando dico omogenee intendo dire visto che lei ha detto che lavora Poggioreale e Secondigliano tendenzialmente probabilmente avrà visto che stiamo cercando di spostare i detenuti definitivi da Poggioreale per farne un istituto solo di flusso
E concentrare assecondiamo la gran parte dell'alta sicurezza lentamente questo assetto
Che ovviamente vale per tutti gli istituti della nazione tendenzialmente dovrà assicurare una certa omogeneità
All'interno di questo amore gelida una differenziazione per gruppi
E questo ovviamente potrà arrendere più semplice un'interazione con chi poi si deve occupare
Ovviamente concordo concordare queste scelte con tutti sul piano centrale e molto complicato ripensi alla ricaduta che ha sulla Magistro di sorveglianza una cosa fa rullare inclusione è una cosa è fare una circolante circondariale
Però già l'organizzazione del nostro interno è talmente complessa ed è talmente difficile in questo passaggio che veramente quasi impossibile tener conto di tutte le componenti ciò non toglie poi in sede locale
Una volta ha reso più o meno omogeneo il carcere va sicuramente fatta una interlocuzione con tutte le componenti che all'interno del carcere opera
Allora l'ultima domanda concisa dottor Casati
Ricordi che comunque
Domani avremo modo di discutere quanto vogliamo su questo argomento per chi verrà al gruppo che dovrà protrarre il protocollo
Bene
Distratto da altre l'onore di fare l'ultima da in realtà è una riflessione non è una domanda
Volevo fare un plauso e i due relatori perché mi hanno scatenato una ridda di problematiche è un vulcano che ovviamente non si può
Pretendere di risolvere oggi ma
Due aspetti mi hanno particolarmente colpito che io voglio condividere il primo è quello che è uscito l'esigenza
Del lavorare dell'essere capaci di gestire il pregiudizio
Cosa che non è semplice all'interno del carcere soprattutto non è semplice in un reparto di medicina protette
All'inizio dalla nostra esperienza siccome eravamo tutti proveniamo tutti svilupparlo di operatori sanitari in generale così ci capiamo meglio
Prevedevamo tutti da
Un ambiente non carcerario quindi non eravamo
Abituati non avevamo
Le giuste i giusti canali epatici per entrare in contatto che di per sé intervenuti per cui la regola che ci siamo dati era quello di lavorare
Il ceco senza conoscere la posizione giudiziaria dentro
Mano a mano a Collauto formazione si è arrivati a gestire cioè a a gestire il pregiudizio e quindi a lavorare in sospensione di giudizio
Ora questo è un
è un elemento secondo me molto importante da un punto di vista deontologico etico però non si improvvisa
Stando che nei reparti negli istituti vengono reclutati in genere giovani medici che non sono abituati a lavorare questi pazienti
E di qui emerge l'esigenza che sia almeno data questi nuovi ingressi parlo di medici infermieri un'adeguata formazione
La seconda cosa considerazione che il Dipartimento deve ANCE occorrere entrare nelle considerazione negli aspetti
Sanitari dal paziente detenuto non vi sto a spiegare i motivi ma secondo me sono facilmente intuibile e l'altra riflessione che mi viene
E lo spunto è stato del dottor Luca vi è questo c'è una nuova figura di operatore sanitario che non presta la sua nelle competenza professionale solo nell'ambito clinico
Ma deve andare oltre perché i nostri pazienti saranno come ha detto professor Gobbo di ieri i cittadini del domani
Noi sappiamo nella nostra esperienza che alcuni dei nostri pazienti saranno scarcerati
Ma come operatori se ne chiari dobbiamo porci il problema di dove
Di dove andranno a queste persone chi li assisterà
Avranno un supporto psicologico adeguato avranno una famiglia che li accoglie non ce l'avranno sono tutte domande che ci dobbiamo porre
E porre al magistrato e porre all'amministrazione penitenziaria allorché
Incontriamo a questa tipologia che non è
Una tipologia infrequente e quella più comunemente che si trova
Nel carcere e ringrazia dalla con questa della riflessione chiudiamo
Siamo in orario ricordiamo che Sipra si arrangiare si ricomincia dei vari alle quattordici e trenta più o meno quindici secondi non minuti
Ok purtroppo grazie
Allora una brevissima premessa su quello che l'aspetto normativo che
Fa sì che confusi venisse conferito già dal novantadue ma poi
Con il decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri nel due mila otto
La
Voi sapete tutti che la sanità penitenziaria viene poi
Passa al servizio sanitario nazionale nel due mila otto a Torino si
Formalizza l'ASL a Torino due
L'istituto penitenziario Lorusso Cutugno insiste territorialmente sulla sulla ASL a Torino due per cui i servizi di farmacia nell'ASL e non abbiamo tre ospedali con relative farmacie
E due servizi di farmacia quello del dell'ospedale Maria vittoria è quello di cui
Vi parlerà dopo la mia collega Dell'Amedeo di Savoia hanno dovuto organizzare la l'approvvigionamento e la distribuzione dei farmaci all'interno del
Dell'istituto Lorusso couture
Il servizio di farmaci e del mare dell'ospedale mare vittoria quindi garantisce tutti i farmaci che sono compresi nel prontuario terapeutico
Aziendale è un prontuario abbastanza ricco soddisfa l'esigenza di tre ospedali
Per cui insomma abbiamo unna ha un elenco ben fornito di farmaci le procedure sono state condivise con la direzione sanitaria del dell'istituto penitenziario
Noi provvediamo a consegnare appunto le richieste routinarie unitamente anche a quelle urgenti quindi a Lucca tentiamo almeno due consegna la settimana
Tutti i farmaci consegnati per tutti i farmaci viene poi registrato il file F
Dovremmo anche occuparci di farmacovigilanza
Di rendere nota la tracciabilità del farmaco sono tutti aspetti richiesti dalla normativa nazionale e quello cui miriamo nel prossimo futuro
è quello di poteri informatizzare le richieste magari con lo stesso applicativo informatico che c'è in azienda
Il parlo di spesa allora se ci sono confronto due anni due mila dodici e due mila tredici
La spesa per i farmaci ad esclusione di quelle di cui parlerà poi la collega quindi gli antiretrovirali farmaci per la cura delle partite ci e di stupefacenti
è stata di duecentocinquantacinque mila euro circa nel due mila dodici ed è stata invece più bassa nel due mila tredici di duecentotto mila euro con una buona riduzione del diciotto per cento
Questo sia grazie a una riduzione come vedremo dei consumi ma anche dei nuovi prezzi della gara regionale sui farmaci che ha ridotto notevolmente il prezzo dei farmaci
Queste sono le categorie terapeutiche che nel due mila dodici hanno impattato per l'ottanta per cento sulla spesa farmaceutica al primo posto la credo abbiamo la classe degli antipsicotici ansiolitici
Vedete nel grafico
Seguita poi dal dalle monogruppo linea questa perché hanno un
Costo unitario molto elevato poi gli antipiretici farmaci per le vie respiratorie farmacie pubblici Mizzau enti le antibatterici per uso sistemico e via dicendo
Nel due mila tredici invece i dati sono cambiati quindi la spesa più alto è stata sostenuta come peraltro appeso dalle immuno gruppo linee e da tutti seri immuni
Poi se da seguire dagli enti pile impicci gli antibatterici peloso sistemico gli antipertensivi e gli antipsicotici ansiolitici
Per via di una riduzione del consumo e anche un abbattimento dei prezzi sono stabili corto che sono state già delicati alcune antipsicotici quindi il loro costo diminuito notevolmente hanno quindi un posto più posto inferiore
E qui in termini di di differenza se da una parte abbiamo avuto una riduzione dei costi del settantotto per cento sulla classe degli antipsicotici ansiolitici
Quella degli antibatterici invece cresciuta notevolmente anche se i dati assoluti comunque non sono non sono così importanti parliamo di qualche decina di migliaia di euro
Facendo poi una
Così dando per dare un dato pro capite annuo
Nel due mila e dodici la spesa pro capite annuo quindi per ripartita sulla popolazione reclusa è stata di centosessantasei euro ed è stata ridotta centotrentasei nell'anno due mila tredici vi faccio notare che la spesa pro capite della Regione Piemonte
Sui per quanto riguarda la spesa farmaceutica convenzionata e di circa
Centottanta euro
Apparentemente sembra più alta ma non è così perché i costi cioè il prezzo con cui l'ospedale
Paga i farmaci notevolmente inferiore rispetto a quello che rimborsa invece alle farmacie convenzionate quindi se dobbiamo leggerla con i prezzi giusti
Questa è una spesa che quasi il doppio quella
Della popolazione della Regione Piemonte
Ho però pensato anche di fare una valutazione quantitativa andando misurare tutte le unità poso logiche che sono state consegnate
Qui potete vedere come ci sia stato nel due mila tredici rispetto al due mila dodici una riduzione dei consumi e quindi si è passato da un milione quattrocentosessantatré mila unità poso logiche per circa quattro mila nove unità pose logiche di ieri
A un milione centonovantasette mila unità possono oggi che nel due mila tredici che corrispondono a tre mila duecento ottantuno unità poroso logica al giorno evidente che abbiamo di fronte un'occupazione insomma altre ad alta medicalizzazione
Se pesate poi sul paziente sul suo ogni paziente siamo passati da novecentocinquantatré unità poso logica hanno al paziente a settecentottanta nel due mila tredici
Sempre tenendo esclusi i farmaci che invece vengono gestiti dalla farmacia dell'ospedale e vedere se vuoi
Sulle ansiolitici vista la riduzione dei consumi abbia abbiamo quantificato anche le unità poso logiche nel due mila dodici il consumo è stato di duecentoventotto pro capite e si è scesi a centonovanta nel due mila tredici
In questo grafico
Sono state considerate le unità posso logiche per ogni classe terapeutica
Questi sono dei come dire delle analisi di carattere più farmaco epidemiologico che può comunque possono essere anche un tracciante no delle patologie presenti quindi abbiamo la grossa fetta della torta è occupata dei farmaci neurologici
Seguita poi da e cardiovascolari dal farmaci per l'apparato gastrointestinale nel due mila dodici gli altre le altre classi terapeutiche
Hanno fette molto ridotte
Nel due mila tredici l'incidenza
Dei consumi è sovrapponibile a quella dell'anno precedente anche se i farmaci per l'apparato gastrointestinale occupano una quota superiore rispetto a quelle cardiovascolari
In particolare mi riferisco al farmaci per l'invito al DAP protoni cacche
Sono molto molto impiega
Facendo un focus sui farmaci topici Mezzani ti queste appartengono alla classe nato voterà per ottica dei farmaci per l'apparato gastrointestinale metabolico
Il le i farmaci pubblici Mizzau anche incidono per il sette per cento inciso per il sette per cento nel due mila dodici e sono un po'come intatti nel due mila tredici passando nove per cento
Quindi possiamo dire che il consumo dei farmaci elevato soprattutto il consumo di psicofarmaci come peraltro ci attendiamo anche per rilevante disagio psichico che hanno le persone in stato di detenzione
Questi sono degli indicatori di esito che mi piacerebbe promuovere
In merito soprattutto la farmacovigilanza io in questi due anni non purtroppo non ho ricevuto mai una segnalazione di reazione avversa male farmacovigilanza va condotta sarà sicuramente interessante
Poterla
Cioè ampliare anche in questo ambito quindi conoscere gli eventi avversi
Aumentare la tracciabilità del processo terapeutico
Ridurre dove possiamo l'uso improprio dei farmaci e soprattutto gli accumuli verificare l'efficacia terapeutica e quindi favorendo l'appropriatezza ridurre anche la spesa farmaceutica
Adesso la dottoressa ci Nerella dirigente farmacista sempre dell'ASL a Torino due referente per il nostro presidio per alla gestione dei farmaci do per facenti antiretrovirali ci illustrerà nello specifico quella che l'ambito della gestione del farmaco stupefacente
Buona sera sono ci Mirella sono la responsabile della farmacia medio di Savoia che gestisce soltanto una parte di di tutti i farmaci che vengono
Utilizzati all'interno della Casa Penitenziaria
Ovviamente gestisco
Meno
Dunque aspetta
Ok
Parleremo quindi di farmaci
Di poco utilizzo forse con in quanto vengono utilizzati su una parte dei pazienti presenti nella presso la Casa Circondariale ma di grande impatto economico sotto parliamo dei farmaci alto splendenti abbiamo
Voi l'altro gruppo che è quello degli stupefacenti videro decenni normativi sulla regolamentazione dell'appropriatezza prescrittiva parliamo di o flebo il
E del del file F
Per quanto riguarda appunto i farmaci stupefacenti la gestione di questi è regolamentata da diverse normative da diversi decreti ministeriali leggi tra cui nel due mila e undici nel scusate nel due mila e uno parte del Ministero della salute e c'è l'approvazione del nuovo registro di carico e scarico degli stupefacenti di cui tutte le unità operative devono darsi e
Compreso Hilla la casa circondariale e quindi compresi carceri
E sancisce anche le corrette norme di utilizzo di questi farmaci inoltre stabilisce quali sono le responsabilità di gestione la responsabilità primaria e del primario del primario di reparto
Che risponde appunto della gestione della giacenza della del farmaco
Quindi della corrispondenza tra la giacenza presente fisicamente e la giacenza che è stata registrata sulla
Sul registro
In più sancisce anche la stabilisce anche la responsabilità da parte della caposala del capo sala della tenuta del registro e in carica il responsabili del servizio farmaceutico nello svolgere le ispezioni per i di che alla tenuta appunto della della De di questi farmaci in più che cosa abbiamo che regolamenta anche la registrazione dei farmaci sul su questo registro e in cui tanto ci indica che deve essere registrata quel fa un fu ogni farmaco deve avere una propria pagina di registrazione in cui deve esserci presente la forma farmaceutica il dosaggio e L'Unità
Di misura di movimentazione
Che è molto importante in più regolamenta i periodi della modalità di registrazione della movimentazione sia in entrata che in uscita
Le registrazioni venne vengono fatte entro le ventiquattro ore successive alla somministrazione o alla presa in carico del farmaco deve essere indicata sempre la giacenza
Non la registrazione va fatta con mezzo indelebile non vanno fatte correzioni che non siano visibili non quindi non va vanno fatti abrasioni non vanno usati e cose bianchetto per coprire l'errore ma tutto deve essere
Molto molto visibile e e ogni registrazione va controfirmata
In più questo nuovo decreto prevede la possibilità della somministrazione parziale dire una forma farmaceutica e quindi determinando lo scarico dell'Unità intera
E evidenziando che nelle note quanto effettivamente farmaco sia somministrato
Il residuo di farmaco non somministrato vada distrutto nella Val messo nel Clinical box e quindi distrutto poi con la termodistruzione
In più questa nuova disposizione prevede organizzare la bollettario di approvvigionamento stupefacenti quindi una modulistica ben definita dal Ministero quindi non può essere varia a tale e le modalità appunto di registrazione sulla registro di carico e scarico che prevedono inoltre una numerazione per ogni forma farmaceutica per ogni mole per ogni sostanza che viene registrata
La numerazione parte da uno e quando si cambia registro riparte da uno non non è progressiva negli anni
Il stupefacenti come tutti sapete vanno conservati in armadio chiusa a chiave anche quando sono scaduti vanno conservati sempre sotto chiave Banton vanno mantenuti caricati sul registro di carico e scarico vanno resi sì critiche al servizio di farmacia nel momento in cui si presti predispone la distruzione e le dei di questi di questi farmaci e la restituzione va fatta sullo bollettario di restituzione predisposto anche dall'
La dalla Ministero la distruzione di questi stupefacenti e viene fatta appunto per termodistruzione
Come siamo
Organizzati qual è l'organizzazione all'interno della Casa Circondariale Lorusso Cotugno abbiamo due centri diverse di distribuzione e di gestione di questi farmaci il SerT della casa circondariale che è seguito dei medici specialisti ambulatoriali della deserta
Dell'altra e il reparti non clinico in cui che vedi è gestito dei medici di medicina generale con contratto di continuità assistenziale che gestiscono
Gli altri di cosiddetti gli altri farmaci gli altri stupefacenti come l'arco over come illumina le come la morfina
La all'interno della della casa circondariale per quanto riguarda il SerT si è
Si sta predisponendo la registro di carico e scarico on line secondo il decreto ministeriale del due mila dieci che ne prevede la possibilità e non l'obbligo dire di di questa gestione
Ovviamente rimangono Hinna norma tutto quello che abbiamo abbiamo già detto per il registro cartaceo in più ovviamente la registrazione viene fatto on line e contestualmente al movimento alla movimentazione del farmaco l'archiviazione della del registro viene fatto sempre on line con firma digitale
E e completi cambiano soltanto due due che modalità la registrazione cioè due modalità di chiusura della del registro che invece il registro cartaceo non prevede
E una viene detta di periodi o con cadenza mensile e l'altra chiusura annuale
Questi sono gli esempi di registrazione di periodo in cui a periodo mensile in cui appunto rispetta la forma farmaceutica che si deve considerare sì che evidenze hanno le giacenza iniziale e quanto ne è stato caricato quanto ne è stato scaricato di quel farmaco e la giacenza reale al momento della chiusura
Stessa cosa per la chiusura annuale solo che si considera appunto tutto l'arco dell'anno si parte dalla
Primo gennaio dell'anno con considerando fino al trentuno dodici dell'anno stesso
Questi sono dei dati di consumo sia dei farmaci utilizzati all'interno del del SerT quindi può prenotarsi Ina e il metadone
A fino a oggi è stato utilizzato all'interno del SerT Dupré non fino a condanna Lux sono e quindi il non è commerciale su Books onere da adesso in avanti utilizzeranno la il generico che con perché costituito soltanto dalla copre noticina
E e conti sia ovviamente si continuità continuerà a utilizzare il metadone con me vedete nella due mila dieci nel due mila undici c'è un innalzamento della spesa degli addebiti cosiddetti altri farmaci stupefacenti ma perché è stato trattato una paziente
Per l'anno Arcole sia per il quale abbiamo dovuto acquistare loc si rema che una farmaco molto molto caro e e c'è un utilizzo molto corposo
E quindi ovviamente la stesa si è si è innalzata
Un altro gruppo di farmaci di nicchia se vogliamo ma di alto potere di di alto consumo va di valore come valore economico sono i farmaci alti splendenti sono farmaci per l'HPV per l'HC fu e per l'HIV
All'interno della Casa Circondariale Lorusso Cotugno vengono utilizzate un po'tutti i gruppi terapeutici
Di questi farmaci e quindi c'è un un uso molto
Molto grosso di di di questi farmaci compete come siamo organizzati come ci siamo organizzati il paziente che si trova nella casa circondariale Lorusso Cutugno viene seguito da inoltre i medici infettivologi
Dell'ASL a Torino due che vanno in consulenza e per le poterlo patologie
HCV HPV e HIV inoltrano alla farmacia della della meteo di Savoia il piano un piano terapeutico che oltre a indicare i dati anagrafici del paziente indicano anche il dosaggio la posa nel nome di somma del farmaco da dover utilizzare dosaggio posologia e durata della della terapia
Questo è un esempio del piano terapeutico che utilizziamo all'interno della della nostra nella nostra serra
Come ci si organizza nella cessione del farmaco settimanalmente vengono fatte le richieste da parte della della della casa circondariale alla farmacia
Noi inviamo farmaco che copre due settimane di terapia per quanto riguarda lacca Ciconte la patologia per la cacci V quindi se sono in terapia con gli interferone inviamo due fiale di interferone che coprono due settimane
Per quanto riguarda invece la patologia alla terapia per l'HPV e la cacci cui inviamo un mese di terapia
Sistematicamente però riceviamo un report di ritorno da parte della del sul degli operatori della casa circondariale in cui ci segnalano le sospensioni di terapia piuttosto che
I cambi di di terapia
Importante per questi farmaci visto Hill elevato costo e ovviamente l'aderenza della terapia le linee guida dalle linee guida emerge quanto e sia importante il grado di aderenza
E quanto sia importante il successo biro immunologico e clinico del trattamento
Per che arrivare ridurre anche il rischio di resistenza che si potrebbero verificare quindi è importante
Perché bisogna migliorare si tenere sotto controllo l'aderenza alla terapia perché poi comunque questo consente di avere un controllo maggiore sulle malattie incombe migliora la qualità di vita del paziente
Consente di gestire nel modo migliore le varie opzioni terapeutiche evita il formarsi di resistenze
E poi ovviamente non non da ultimo devo dire può essere costo efficacia cioè del PUA una risposta di costo efficacia non indifferente
Siamo in grado di quantificare in percentuale l'aderenza dei diversi pazienti o con questa formuletta della farmacia la IFIL in cui che vada a considerare attenere ecco in considerazione le giornate di terapia dispensata estratto le giornate
Tra le dispensa azioni che vengono fatte per cento questo ci dà una percentuale di massima dell'aderenza alla terapia da parte dei pazienti
Dati di consumo per quanto riguarda i farmaci e abbatte H dedicati all'HPV HCV
Come vedete c'è una netta riduzione di costi per quanto riguarda la ribadirli in ambra quando è entrato in commercio il generico e da quanto come sottolineava anche la mia collega
Ce la gara regionale che ha abbassato notevolmente i i prezzi e quindi si è avuto anche una buona
Diminuzione di costi per quanto riguarda questo questo farmaco
L'incidenza della dei farmaci per HPV e HCV su tutto il resto della spesa che viene sostenuta dall'Amedeo di Savoia e minima diciamo per prende una piccola parte il grosso viene consumato tra virgolette da alla dalla terapia per HIV
Infatti come vedete
Lunghi la spesa per la terapia HIV nella due mila e tredici è di quattrocento superiore e quattrocento mila euro
Ovviamente la spesa è determinata anche dalla numero di pazienti che vengono gestiti infatti nel due mila e tredici abbiamo gestito ottantadue pazienti con problemi di HIV
Si può notare nella nel grafico che c'è un incremento di spesa nel due mila e tredici per quanto riguarda i farmaci in associazione quindi i farmaci che possono essere
Utilizzati in mono somministrazione una pastiglia per intenderci come terapia
E i farmaci inibitori della delle integrazioni
Importante nella gestione di tutti i farmaci e a l'appropriatezza prescrittiva all'utilizzo di questi farmaci in inappropriatezza diverse sono le disposizioni di legge che varranno incontro o comunque regolamentano questo questi utilizzi la sei quattro otto è una di queste delle disposizioni di legge previste dal Ministero perché regolamenta l'utilizzo di di farmaci utilizzo in indicazioni riconosciute
Non approvate quindi non registrate nella a durante la registrazione del farmaco ma di utilizzo consolidato di cui il la Ministero né riconosce l'impiego e quindi se ne assume l'onere il carico quindi la stesa viene effettuata a livello del Servizio sanitario nazionale
Tutte queste varie disposizioni permettono la prescrivibilità in o flebo il seguendo però determinate condizioni nel senso che
E si può prescrivere i nostri leggo il soltanto in assenza di una valida alternativa farmacologica soltanto se
C'è un della documentazione che ne comprova in modo in modo vincolante l'utilizzo e non certamente perché è il medico decide di gestire e di utilizzarlo per una determinata patologia
La l'utilizzo in o flebo il e legato un po'a tutte non soltanto alle indicazioni di di registrazione ma anche alla diversa via di somministrazione ma anche al dosaggio diverso
Rispetto a quello registrato alla posologia diversa alla durata di terapia diversa questi sono tutti
O flebo lo utilizzi in offre lei bolla
Una prestazione e appropriata se oltre ad essere efficace erogata al soggetto che ne può beneficiare realmente quindi si va a guardare l'utilità effettiva di quella di quell'utilizzo
Le normative prevedono all'interno delle altre da la costituzione di Commissioni farmaceutiche interne che valutano queste richieste in o flebo l'età e ovviamente le richieste devono essere corredate documentate da documenti importanti come clinical trials la legge realmente parla di studi sperimentali di fase seconda con esiti positivi ma si tiene conto anche di chiese serie esso di Chiesa report perché
Può essere importante l'utilizzo magari di un farmaco e non c'è nessuno studio di fase seconda che ne può comprovare l'utilizzo
Ovviamente ogni Commissione farmaceutica un dal suo regolamento interno che ne prevede né determina le funzioni
Sulla legge sei quattro otto racchiude
Una lista di farmaci per diversi gruppi terapeutici e per diversi siti
Di utilizzo compresi gli antivirali non infatti nella maggio del due mila e tredici sono stati inseriti nella sei quattro otto l'utilizzo
In o flebo il D due farmaci per la che voi lo Pina birra ritorna DRI il dare una perché vengono possono essere utilizzati in mono terapia
Rispettando delle situazioni che sono state ben identificate dalla dal Ministero impegni considerando appunto pazienti ben selezionati che non abbiano nessun fallimento biologico che rispondono alle terapie con i piani e che in quella direi mia sia inferiore alle cinquanta copie e che non abbiano nesso sono in una resistenza agli inibitori della proteina ASI resistenza che deve essere determinata prima del del trattamento
Tutto quello che viene gestito e che viene distribuito alla presso la Casa Circondariale
è soggetto alla registrazione nel così detto sistema del fai Leffe già nel novantaquattro la Regione Piemonte si è pronunciata
Nel senso della distribuzione diretta dei farmaci
E sempre nel novantaquattro ne dà indicazioni procedure esatte diverse sono le circolari e le leggi che sono
Entrate in in gioco nella regolarmente regolamentazione di questo gestione per la mobilità economica
Tra cui appunto abbiamo il decreto regionale del due mila e due che né ASS ne determina determina alla gestione con mediante schede facesse mediante registrazione su programmi dente finiti per la il recupero della mobilità della Moby mobilità economica all'interno della Casa Circondariale Lorusso Cotugno difendono registrati su un apposito programma tutti far
Ma ci che vengono dati appunto che vengono gestiti su questo programma che si chiama i DS e che noi utilizziamo per il nostro sistema di magazzino
Questo programma da questo programma si estrae un report che viene inviato al centro flussi dell'altro che lo elabora e lo mandarci e sei
E e che poi procede appunto alla richiesta di recupero
Dei economico
Questo appunto è il nostro programma in cui c'è una parte anagrafica è una parte destinata i farmaci che vengono che vengono gestiti
Il file F può essere considerato un nel sistema di monitoraggio e anche di di valutazione mi dispiace che non si vede no ecco
Questo perché dalla Fai Leffe possiamo recuperare i dati sul numero dei pazienti che gestiamo sul numero di passaggi in un determinato per io do studi suicidi terapia su pazienti na IVA sul costo delle delle terapie quindi e concludendo possiamo dire che il file F potrebbe essere
Un movimento di flussi economico reale ci dà un'indicazione reale di quanto gestiamo anche per altre ASL
Uno strumento di informazione di farmaco e poi epidemiologia uno strumento del percorso sanitario del paziente è uno strumento di verifica per quanto riguarda l'appropriatezza prescrittiva dei farmaci e grazie
Grazie
Allora adesso il dottor Franceschini da Roma
Vicepresidente dell'associazione in sostituzione del dottor De Donatis ci illustrerà la responsabilità prescrittiva
Se prendo la parola al posto del collega con una
Potuto essere qui con noi
Con un brevissimo percorso così recuperiamo anche un pochino il tempo
Mi devo però prima complementare un attimo con
All'organizzazione provvisto illustrata
Fino adesso dalla Città di Torino perché in effetti come dire in organizzazione che tiene conto di parecchi passaggi
Fondamentali e importanti comincia a mettere a regime quella che è una situazione che per quanto riguarda i medici
A una diretta attinenza con la responsabilità prescrittive quindi con l'attingere alle risorse economiche soprattutto in funzione della farmacoeconomia e della la spesa prescrittiva
Dire che importante
Dovrebbe essere questo nome presto questo CEE
è importante li allacciarsi
A quella che può essere una definizione come questa
Di
Responsabilità prescrittiva in rapporto
Alla congruità anche prescrittiva quindi
Una prescrizione farmacologica
Può essere considerata appropriata se effettuata all'interno dell'indicazioni cliniche per le quali il farmaco si è dimostrato efficace e all'interno delle sue indicazioni d'uso quindi dose durata di trattamento e via dicendo
E questo vale in linea generale
Per tutti i farmaci Mancin produce due concetti che sono importanti poi alla fine dei conti
Uno
Il necessita di verifica dell'utilizzo dei farmaci
Verifica dal punto di vista amministrativo contabile
L'altro dal punto di vista anche medico-legale sull'utilizzo dei farmaci
Quindi utilizzare dei farmaci
Al di fuori di quelle che sono indicazioni d'uso o addirittura non tenere conto di affetto e con la tale alle controindicazioni soprattutto in carcere può assumere un rischio non secondario
Quindi da questo punto di vista
Bisogna anche pensare a a valutare l'appropriatezza
Con un adeguato ma monitoraggio del consumo dei farmaci individuando degli indicatori che in qualche modo ci diano
L'idea di che cosa effettivamente può essere utilizzato a maggiore interesse di utilizzo all'interno degli istituti penitenziari
E in qualche modo recepire anche quelle che sono le indicazioni delle prescrizione medica rispetto a quella che è la possibilità
Della farmaco economia della dell'istituto
E poi come monitoraggio monitoraggio indispensabile quello di profili di utilizzazione dei medicinali e questo che in qualche modo può mettere in condizioni
Il del circuito di approvvigionamento del farmaco per come dire fornire farmacia allora
Struttura penitenziaria
Tutto questo poi viene
Inserita in qualche modo dipende da quella che è una normativa nazionale delle specifiche normative regionali quindi
I livelli essenziali sia nazionali che regionali i progetti locali e relativi a compiere le dell'iniziazione di utilizzo di alcune categorie di farmaci
Le note prescrittive che sono comuni a tutta la cittadinanza e quindi in qualche modo ricadono anche
Sulla popolazione detenuta ancorché
Con un'esenzione favorevole come quella della F uno che consente
L'ingresso alle prestazioni sanitarie quindi anche le prescrizioni di tipo farmacologico
In esenzione alla partecipazione alla spesa sanitaria
Quindi
Sulla percorso di acquisizione dei farmaci
Uno degli elementi di base la valutazione dell'incidenza delle patologie all'interno della struttura
Di questo ne abbiamo parlato ne abbiamo parlato anche
Sedi importanti
Come l'audizione al Senato che ha tenuto la nostra nella società per illustrare quello che il punto del passaggio e quali erano le necessità
Per il futuro di messa a punto dal del sistema e tra queste
Anche il monitoraggio
Informatico di tutte le attività sia
Della raccolta dei dati clinici attraverso l'Istituto superiore di sanità sia evidentemente anche per i livelli prescrittivi come ci veniva ricordato
Poco fa nel precedenti relazioni che sarebbero uno strumento
Molto importante
Per il percorso dell'acquisizione dei farmaci parliamo di situazioni come dire operative da questo punto di vista
Ricordo che inizialmente gli accordi per trovare un prontuario Mazda aziendale attraverso la come dire l'area del farmaco
Aziendale
Siano stati abbastanza laboriosi perché in realtà
Facevano riferimento a un prontuario di tipo ospedaliero e non si considerava tutta una serie di farmaci anche di fascia C
Che erano come dire di utilità all'interno della struttura penitenziaria ma non compresi nel nel prontuario
Con deroga aziendali questi poi alla fine dei conti sono stati
Valutati anche come categorie di
Molecole e quantitativi di di farmaci su una valutazione che era stata fatta all'interno dell'istituto e quindi inseriti
Nel prontuario Peluso del circuito penitenziario
Bisogna pensare
E abbiamo visto che c'è il canale il sistema ma qualsiasi unità operativa al canale di poter acquisire farmaci in urgenza
Se non addirittura con le prescrizioni attraverso il ricettario del servizio sanitario nazionale
Nella farmacia pubblica
Qualche difficoltà l'abbiamo incontrata e ancora c'è adesso rispetto ai piani terapeutici
Per quanto con
Con la nostra azienda con la Roma all'epoca quando i farmaci antipsicotici atipici erano soggetti a questo tipo di prescrizione
Ne avevamo tu avuto deroga perché gli specialisti psichiatriche di potevano prescrivere all'interno del nostro Istituto
Erano specialisti SUMAI e quindi
A pieno titolo del servizio sanitario nazionale e quindi
Un come vi era un problema superato da questo punto di vista
L'acquisizione per il trasporto dei farmaci dalla farmacia
Aziendale ospedaliera fino a una struttura che in qualche modo come tutte le strutture penitenziarie nel territorio povere di sogno di avere un armadio farmaceutico di una certa dimensione
Come me è capitato di vedere facendo dei giri ispettive in passato in alcuni istituti che l'armadio farmaceutica era un vero e proprio armadio contenente alcune scatole di medicinali
Fino a una struttura come quella di Regina Coeli che costa di quattro stanze con aria condizionata a ribadire free generati e via dicendo perché il consumo ovviamente
Fa riferimento alla presenza di mille e tanti detenuti è un flusso di utenza di circa sei mila persone l'anno e quindi in qualche modo bisogna averli materiale già
Disponibile
Fin da quella che ricordavo nella sessione precedente della
Valutazione al primo ingresso delle necessità anche di tipo terapeutico
I problemi di conservazione con il carico e scarico perché il tutto deve essere soggetto come dire un circuito in in stretto rapporto con all'area del farmaco aziendale
La somministrazione
Che in qualche modo oggi si continua a pensare
Come necessariamente effettuata in modalità direttamente osservata soprattutto per alcuni farmaci
Farmaci appunto antiretrovirale quelli ad alto costo
Macché farmaci di tipo psichiatrico che in qualche modo
Come dire non non possono essere lasciati
Alla gestione diretta del paziente per quanto
Il passato io ho avuto più di un'occasione
Modo di discutere di questo tipo di situazione
Relativamente al fatto che il trattamento
E quindi tutto il processo di rieducazione e riabilitazione inserimento
Poi nella Società del paziente detenuto passasse anche attraverso ma ha una
Come dire
Capacità di migliorare
La sua possibilità di autogestione quindi la responsabilizzazione anche negli aspetti di tipo sanitario
Perché l'istituzione totalizzante come quello del carcere non considera questo tipo di aspetto se non nella letteratura ma nella realtà in qualche modo viene estremamente limitante
E poi appunto parlavamo di una monitoraggio che deve essere
In in qualche modo se possibile di tipo elettronico e quindi informatico ma anche dal punto di vista cartaceo col sistema di carico e scarico c'è un rapporto diretto tra chi poi
Acquista gestisce fra le previsioni
Dell'acquisizione dei farmaci
Vorrei terminare questo brevissimo excursus
Su quelli che sono poi degli aspetti peculiari che si inseriscono in questo circuito perché sono degli aspetti tipicamente appartenenti
Al circuito detentivo
Le persone che entrano in istituto e che già all'esterno fanno terapie sono abituati ai loro farmaci
Mal volentieri accedono ai farmaci equivalenti per torrenti a categorie ruolo a medicinali che abbiano un nome diverso rispetto a quello a cui sono abituati
E questo vuol dire doversi in qualche modo o industriale per convincere la persona che si tratta dello stesso tipo di terapia che stava seguendo all'esterno addirittura se ci sono momenti di insormontabili da questo punto di vista
Dover acquisire
Il il farmaco in qualche modo desiderato e che
Per il quale si è sicuri che ci sarà poi
Una adesione alla continuità terapeutica
Ci troviamo spesso di fronte al credente che è un fenomeno
Caratteristico un po'della tossicodipendenza ma anche
Della patologia relata al disagio psichico
Quindi la tendenza all'aumento
Del dosaggio dei farmaci soprattutto degli psicofarmaci
La ricerca di farmaci anche non indispensabili da questo punto di vista ma
Considerati dal paziente come utili per se stesso
Alle volte anche la strumentalità nelle sedi nella richiesta di farmaci nella ricche richiesta di prescrizione di farmaci e poi anche l'accantonamento la cessione il commercio dei farmaci
Questo riporta l'attenzione proprio su quella che è una responsabilità prescrittiva da parte del medico che in qualche modo
Tenendo conto di quello che è il suo impegno nel governo di una spesa farmaceutica non deve perdere di vista anzi deve stare molto attento soprattutto nell'ambiente come quello detentivo
A quelli che sono i risvolti di un utilizzo non propriamente
E concludo
Delle molecole che gli vengono affidate
Vi faccio un esempio
Per un certo periodo di tempo
Veniva prescritto somministrato a pazienti tossicodipendenti o un a specialità antistaminici a
Avevo chiesto il perché dico ma scusate come tutto questo consumo di antistaminico nella sezione per tossico e
Che non vogliamo dargli le benzodiazepine perché siamo poi fanno assuefazione al prezzo di Tzipi né come antistaminico dormono lo stesso e via dicendo
Perché questo è uno degli esempi
Come dire somministrazione estremamente incongrua di un farmaco
Per quanto indirizzato a confine ottenere lo stesso aspetto evitare che ci sia poi un'escalation è appunto un crede nell'utilizzo delle benzodiazepine se non addirittura una tendenza
Alla in come dire
Alla dipendenza anche da benzodiazepine sostitutiva di quella
Di di di altre sostanze e comunque era un indirizzo che in qualche modo andava corretto
Quindi nel negli aspetti dicevamo della responsabilità dal punto di vista strumentale
Quello dal punto di vista prescrittivo
Gli aspetti relativi alla farmacoeconomia gli aspetti relativi all'utilizzo medico-legale delle molecole e l'attenzione logicamente a circuito di questo tipo che in qualche modo vanno a incidere su tutto questo tipo il percorso grazie
Grazie
Per purtroppo il tempo è tiranno intrecciano ai dettar medianiche ci ha illustrato ANAS amministrazioni la distribuzione oppure l'affidamento alle diverse modalità gestionali dal far nata all'interno dell'istituto
Questo
Nuovo
E l'operare con parlo infermieri in carcere perché
La somministrazione dalla terapia
Un qualcosa
Come posso dire che ha un po'un percorso molto preciso
Infatti
La realtà dell'infermieristica ambito penitenziario e oggi si trova ad affrontare una sfida epocale su tutto il territorio italiano esattamente dopo DPCM del
Due mila otto
è necessario comprendere la figura dell'infermiere responsabilità professionali
Che non possono essere derogate in quanto i facenti parte la figura professionale dell'infermiere questo però significa ok questo cosa significa significa che ci sono delle responsabilità che non possono essere derogate e poi vedremo
Ma mano che andiamo avanti di quali responsabilità se non parlo
Oggi
Per quanto accada indistruttibile italiani
Di fatto in pratica mette quotidianamente in serie difficoltà ogni colleghi si trova ad operare in carcere
Non deve esistere alcuna differenza di responsabilità tra locale in carcere esercita la professione in altri ambiti perché l'utente è tenuto per l'infermiere è semplicemente un utente bisognoso di cure se è così
Riscontrabile dalla sua analisi professionale quindi anche su questo punto cosa stiamo dicendo
Stiamo dicendo che l'infermiere anche da questo punto di vista fa un'analisi
Di quello che detenuto e qual è l'analisi che fa infermiere è un'analisi dei bisogni
E quindi decide se il detenuto un detenuto
Bisognoso di cure infermieristico meno ma
Questo avviene veramente oggi in carcere
La sinistra sans terapia è un processo complesso che comprende più fasi e che coinvolge più persone
Durante la somministrazione è facile andare incontro ad errore l'errore può verificarsi in una qualsiasi fase del processo tra
Dal processo terapia e può determinare
L'evento avverso
Cioè un qualsiasi evento indesiderato che si verifica durante una terapia farmacologica prefetto dell'uso o del non uso di un farmaco
Quindi iniziamo a parlare di un altro di un altro problema di un altro problema cioè l'errore
Quando posto
Può avvenire un problema di questo genere
L'errore di terapia viene considerato un evento sentinella quando adesso conseguente vento avverso grave
Guardate che queste sono concetti che non esistono solo per gli operatori che ho che lavorano in carcere è un concetto generale
Però mentre
Per esempio in ambiente ospedaliero devono comunque messi in atto dei processi che cercano comunque di rispettare quello che viene previsto dalla legge
In carcere presto diventa molto più complicato otto più difficile
Processo che c'era più
La somministrazione della terapia e al processo d'alto livello di complessità in quanto implica molteplici attività come
Il coinvolgimento di diverse figure professionali tra cui principalmente il medico al farmacista l'infermiere
Quindi nel processo di terapia non c'è solo la figura dell'infermiere ma ci sono più sicure e di solito sono quelle che abbiamo elencato
Allora quali sono le fasi del processo di terapia la prescrizione dei farmaci da parte del medico in cui si distingue una parte decisionale alla parte tecnica
Che include la qualità e la completezza delle informazioni relative alla terapia dosi tempi eccetera
La distribuzione dei farmaci da parte della farmacia alle persone oppure un reparto ospedaliero ecco iniziamo a definire una prescrizione
Distribuzione
E
Preparazione del farmaco in base alle dose prescritta l'istruzione d'uso
E poi somministrazione del farmaco in base all'indicazione istruzione d'uso quindi
Visti sono di competenze interne
Controllo e verifica della somministrazione e degli effetti del farmaco attraverso l'osservazione di segni e sintomi rilevazioni i parametri vitali test diagnostici eccetera ma quanto
E quante volte noi siamo in grado
Di agire in questo in questo modo
Quando
Per noi
Il problema della terapia in carcere un problema legato ai tempi no
Cioè dobbiamo cercare di dare la terapia a tutti
E
Uso il termine dare non sul termine somministrare ma se noi vediamo il fermo anche dopo
Quello che fa l'infermiere somministra
L'errore di terapia può verificarsi in uno o più fasi del processo nero di prescrizione riguarda sia la decisione di prestiti bere un farmaco che la scrittura
O la compra
Scusate
O la comunicazione della prescrizione
L'errore di trascrizione interpretazione riguarda l'errata compressione di parto dalla totale prescrizione medica
Questi sono errori avvengono spessissimo
E la responsabilità catene infermieri
Perché se io
Non capisco bene
Quello che ha scritto il medico
E non mi vado informare
E trascrivo lo stesso cosa che non dovrei neanche fare
Un qualcosa di diverso vi è un problema mio
Vero e di distribuzione avviene nella fase di distribuzione del farmaco
Dalla farmacia alle unità operative verrà
L'errore può riguardare il farmaco la dose la quantità o la forma
L'errore di somministrazione avviene la somministrazione della terapia da farti da parte degli infermieri o quando il farmaco viene assunto autonomamente dei soggetti
Qui inserisco altri due concetti soprattutto
Quando il farmaco viene assunto otto non mi interesso getti
Perché noi quante volte lasciamo il farmaco al soggetto a una mano che esce dal
Dalla cella
Faremo tutti i giorni
Però
Noi corriamo un rischio serio serio di errore terapeutico
E ne rispondiamo noi quali professionisti sanitari
Io ero in terapia che coinvolgono più direttamente riferibile riguardano l'interpretazione della prescrizione
La trascrizione di farmaci supposte schiere utilizzate per la somministrazione nei casi in cui tale pratica affidata agli infermieri cioè
Il medico
Prescrive però io uso altre schede e mi trascrivo tutta la terapia chi medico prescritto su questi schermi
Dice un alto un alto
Rischio antiterrore
La somministrazione di farmaci non prescritti e sospesi
La mancata identificazione del paziente
L'anticipo il posticipo dalla somministrazione non missione dalla somministrazione
Nel somministrazione ripetute la via di somministrazione diversa con la prescritta il dosaggio la velocità l'infusione errata lusinga adeguato i dispositivi per la somministrazione cioè sono molteplici i rischi che noi
Possiamo commettere
E non solo in carcere anche ospedale ma in carcere ancor di più
è veramente
Cioè secondo me e il rischio aumenta in modo esponenziale
Gli errori da parte degli infermieri durante la somministrazione terapia hanno ricevuti fatto ridare latente
Legata soprattutto a condizioni di lavoro mancanza di personale di tempo per svolgere tutte le attività cliniche eccessivo carico di lavoro stanchezza
La possibilità di commettere un errore aumenta notevolmente quando un'infermiera effettuato straordinari si lavora più di dodici ore al giorno e per più di quaranta ore settimanali quanti
Quanti contrattisti quanti quanti persone che lavorano in carcere che fanno tra i lavori in un giorno
Quindi insieme a tutte quelle che erano gli errori tra pezzi possibili che abbiamo visto prima ce n'è inserire anche queste
Che le realtà le conosciamo consumo
Nessun fatto
Distrazione dovute introduzione frequenti durante la preparazione alla somministrazione terapie rimosse attivo
E anche le guardie se ammesso che ci seguono ci fanno fretta no
E quindi
Siamo costantemente
Funzionanti
E quindi rischiamo veramente
Di commettere dei grossi errori
Qual è il ruolo dell'infermiere
La somministrazione dei farmaci è una delle funzioni principali dell'infermiere a garanzia di una corretta applicazione delle prescrizioni terapeutico come previsto dal
Proprio al profilo professionale
Che è il decreto del Ministro la sanità quattordici settembre novantaquattro numero sette tre nove Regolamento concernente l'individuazione della figura e del relativo profilo professionale dell'infermiere
L'infermiere non è più quindi un mero esecutore di prescrizioni mediche ma si rende garante di tutte le procedure perché si rende garanti tutte le procedure perché se io trovo scritto che devo dare la cicuta per quattro
Io probabilmente non essendo un mero esecutore la cicuta per quattro non gliela do
Ma se non ho il tempo di farlo era suo Ministro
Voi pensate chi fa
Davanti a un magistrato davanti a un giudice rispondere del fatto che gli abbia dato la cicuta
Il problema no rientra
Nolana per
No no è un problema di infermiere
Infermiera un professionista
E a tutte queste responsabilità sulle spalle
E la responsabilità dell'infermiere guardate che il caso Cucchi il caso glielo dico chiaramente a me fa vergognare come infermiere perché è il giudice non è che non c'era
Non ha punito gli infermieri perché li ha riconosciuti non colpevoli ma perché non li ha ritenuti come posso dire sufficientemente professionalità essere giudicati
A quel livello invece gli infermieri dovevano essere giudicati perché sono dei professionisti e doveva essere condannati perché secondo me quello che hanno fatto assolutamente
Molto molto molto molto sbagliato
L'infermiere è un professionista e ne risponde davanti al giudice
La responsabilità professionale dell'infermiere in relazione a somministrazione delle terapie farmacologiche
Far del traffico per la terapia farmacologica non è riconducibile al Solazzo specifico ma tutto quel complesso di azioni che nel loro insieme consentono di
Di raggiungere
Una gestione di della terapia sicura ed efficace per il soggetto
Questo è importante
Perché è questo che l'infermiere deve fare e deve garantire all'utente
Perché per noi
è un utente il detenuto
Oltre la preparazione la somministrazione a terapia l'infermiere svolge una serie di attività

Qual è l'approvvigionamento
Dei farmaci attraverso le richiesto la farmacia il controllo dei farmaci forniti una farmacia la gestione degli armadi farmaceutici ci sistemazione conservazione controllo scadenza integrità delle confezioni
La somministrazione e richiede una complessa interazione di decisioni e azioni spesso realizzati in condizioni inadeguate che incrementa il rischio di errore la corretta procedura per la somministrazione di farmaci è sintetizzata
Scusate a livello internazionale già da molti anni nella formula sette cinque infermieri le conosciamo molto bene ma questa formula semplice che ci insegnano al primo anno di corso per infermieri in carcere quanto la rispettiamo
La responsabilità dalle sette e G si evince che la somministrazione dal terapia farmacologica è un atto unitario in quanto deve essere compiuto da una sola persona sequenziale
Economico
E cronologico
In tal senso sono da evitare prassi scorrette che possono generare Rory quali la somministrazione di farmaci precedentemente preparati da altri operatori
Questo è da eliminare
Non può più esistere
Cioè io preparo farmaci in Busto farmaci senza neanche saprà per il collega che arriva il turno successivo perché non abbiamo tempo
Poi andiamo noi davanti al giudice perché magari
Il
Il detenuto se accumulato una dose di farmaci pazzesca
La responsabilità del deriva dal verbo latino responsabile intenzione di rispondere
Risponde
Noi dobbiamo rispondere di quello che facciamo
è facile desumere come questo termine racchiuda una serie di elementi che fanno parte della struttura portante del bagaglio culturale dell'infermiere
Egli deve rispondere non solo di fronte alla legge per quanto riguarda rispetto alle normative
Ma anche le questioni etico deontologiche con cui poter danni quotidianamente si confrontano perché non abbiamo solo quello che ci dice la norma la legge tutto quello che a rispettare ma noi abbiamo un codice deontologico abbiamo un patto infermiere cittadino
Poi vedremo se patteggiano e cittadino
Riusciamo comunque applicarlo in carcere come ma fa parte della nostra
Dei nostri obblighi perché non ci dimentichiamo che la legge quarantadue
Del novantanove ha deciso che insieme a diverse altre funzioni un uno degli elementi base su cui deve fondarsi attraverso infermieristica il codice deontologico quindi lo su una norma
Anche se il Codice ontologico non è una norma di fatto ma sempre citato nella quarantadue diventa una norma quindi tutti gli obblighi che noi abbiamo il Codice deontologico devono essere rispettati
Il codice deontologico parte con infermieri quel patto infermiere cittadine
Da qui etica come responsabilità personale relazionare in cui sussiste una consapevolezza dei compiti professionali ed assenso in pratica tali compiti
Ogni atto e ogni azione suppone la competenza da cui la responsabilità della competenza
Cioè avvalendosi di un trinomio che risale a Teqja data sapere la conoscenza di come si fa una determinata cosa saper fare pratiche strumenti che si utilizzano e saper essere riferito le caratteristiche personali
è chiaro quindi
Come tutti noi dobbiamo rispondere non solo di come applichiamo protocolli rispettiamo le normative dal punto di vista operativo ma anche di una condotta professionale adeguata dal punto di vista comportamentale Eretz relazionale
Come professionisti abbiamo una responsabilità professionale penale civile disciplinare amministrativa ed etico morale
Per cui dobbiamo rispondere rispondere di rispondere perché
Questi tre indirizzi sono applicabili a tutti i tipi di responsabilità e leggendo il codice deontologico se ne evince l'importanza infatti nel nuovo Codice ontologico il termine responsabilità o responsabile ricorre bene otto volte
Riassumendo si potrebbe affermare che la responsabilità professionale riguarda l'ambito etico deontologico e giuridico
Il territorio teologia deriva dal greco Odeon dovere e Logos discorso essa pone al suo fondamento una serie di principi ai quali ci si deve obbligatoriamente attenere
E per giudicare le azioni questi principi sont condivisi e adottati da soggetti che esercitano una determinata professioni e sono raccolte di norme etico-morali che ciascuna professione ritiene fondamentale rispettare
Quindi ce ne siamo certi noi queste regole non ce le imposte nessuno
Noi come professione infermieristica eccellenze certi queste regole
La deontologia quindi espressione di dell'etica professionale
La sua forma una sorta di patto che professionisti stipato verso la società e allo scopo di orientare il comportamento e non è la gente del cosa fare ma del chi si è chiamati ad essere
Qui c'è una grossa differenza
Perché
Parlare del chi si è chiamati ad essere vuol dire che
Io valuto la città classico azione di momento il momento
Questo è il patto infermiere cittadino lo scorriamo velocemente
Ma per far vedere
Come in carcere
Un infermiere possa rispettare questa
Questa norma
Poco
Tornato indietro
Allora
Presentano
Al nostro primo incontro va bene
Farne riconosce attraverso ha diviso il cartellino di riconoscimento
Questo non è possibile
Già
è una grossa difficoltà
Date le risposte fornite informazioni garantirti favorire tutti e quando io mi fermo più di un torto a parlare con il detenuto e la
La poliziotto mi dice ma perché
Così è stato a parlare col detenuto elisoccorso vista provvisorio di
Decidere così
Lega niente morto questo il messo in campo per
Codice antologico l'infermiere compete inoltre la valutazione e la somministrazione e la sorveglianza degli effetti dei farmaci
E delle interazioni con altri farmaci questo codice principe Benci un
Da un infermiere che fa molta ricerca da un pilastro portante nostro professione
Dal punto di vista etico professionale non è accettabile la mancata conoscenza degli effetti dei farmaci e delle conseguenze di eventuali interazioni con altri farmaci la cicuta di prima insomma
Il codice deontologico del due mila e nove la Federazione nazionale collegi pasticca Scientology approvato dal comitato centrale Federazione con deliberazione uno nove eccetera eccetera
Specifica che l'infermiere si impegna a operare con prudenza al fine di non nuocere articolo nove a tutelare la salute la persona con l'attività di prevenzione e cura articolo sei
Fonda il proprio operato su conoscenze validate aggiorno sapere competenza articolo undici
Ricorro presta consulenza articolo tredici ove necessario conosce il Progetto diagnostico terapeutico per l'influenza che presto a sul percorso assistenziale e sulla relazione con l'assistito articolo ventidue
Concorrente insieme altri professionisti e promuovere migliore condizione eccetera eccetera ma noi come facciamo a operare in questa maniera in carcere
Noi siamo tenuti per legge a comportarci in questo modo
Conclusione
L'infermiere che oggi opera in istituti per italiani è in grado di soddisfare gli obblighi professionali normativi etici e deontologici ai quali sottoposto come professionista al fine dell'esercizio la professione infermieristica
Tenendo soprattutto conto di quanto indicato nella legge quarantadue novantanove che abolisce precetti denominazioni delle professioni sanitarie non mediche e abrogati mansionari professionali
Vengono stabilite le nuove norme per la pubblicità nel settore sanitario
Sono sancite le modalità per l'equipollenza i diplomi conseguiti in base precedenti ordinamenti con i nuovi diplomi universitari enti in questa legge assuma il codice deontologico l'infermiere quale strumento indispensabile per l'infermiere ad esercitare la professione
Pertanto a quali rischi professionale potrà incorrere un infermiere che non rispetta ciò che viene dettato dalla legge in senso lato
Grazie per l'attenzione
Grazie
Allora purtroppo Lonardo ci consente di fare dibattito perché abbiamo in questo alle sei mezza cioè ora in
L'Assemblea dei soci che si terrà in questa sale
Per cui tutti gli iscritti sinistre che intendono partecipare assemblea si fermino
Dopodiché alle dalle sette e mezza Stefano
Dalle sette e mezza ci sono le norme sette un quarto ci sono le navette per andare alla sede della cella sono Sale Chelli nella il vecchio carcere perché c'è stato ieri il posto è lo stesso delle nuove in via Paolo Borsellino tre angolo Corso Vittorio Emanuele
Per