19MAG2014
manifestazioni

Elezioni Europee 2014: comizio di Matteo Renzi

COMIZIO | Napoli - 21:04. Durata: 27 min 27 sec

Player
Registrazione audio di "Elezioni Europee 2014: comizio di Matteo Renzi", registrato a Napoli lunedì 19 maggio 2014 alle 21:04.

L'evento è stato organizzato da Partito Democratico.

Sono intervenuti: Assunta Tartaglione (segretaria regionale della Campania, Partito Democratico), Matteo Renzi (presidente del Consiglio dei Ministri, Partito Democratico).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Agricoltura, Bari, Berlusconi, Borghezio, Camorra, Campania, Costi, Costo Lavoro, Cultura, Decreti, Disoccupazione, Edilizia, Electrolux, Elezioni, Europa, Europee 2014, Finanziamenti, Giovani, Governo,
Grillo, Hitler, Immigrazione, Impresa, Infanzia, Integrazione, Investimenti, Irpef, Istituzioni, Istruzione, Italia, Lavoro, Lega Nord, Mafia, Mezzogiorno, Napoli, Partiti, Partito Democratico, Pensionati, Polemiche, Poletti, Politica, Polonia, Pompei, Regioni, Renzi, Roma, Scuola, Secondigliano, Sinistra, Societa', Solidarieta', Statistica, Stato, Stipendi, Sud, Tasse, Teatro, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 27 minuti.

leggi tutto

riduci

21:04

Organizzatori

Partito Democratico

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buona sera a piazza sanità buona sera a Napoli
Innanzitutto grazie mille
Avverrà nel settore
Grazie mille per essere qui per essere così tanti il vostro entusiasmo la vostra gioia che poi è anche la nostra ci fa capire come in questo Paese noi probabilmente siamo l'unico soggetto politico ho
Che non è una sommatoria di egoismi individuali ma siamo una comunità straordinaria di donne e uomini
Che con entusiasmo con passione e sono qui a Napoli a dire che Napoli se la può fare
Padani dare il benvenuto al dal Presidente del Consiglio nonché segretario del Partito Democratico Matteo Renzi
Fatemi
Ringraziamo inoltre i le segreterie le federazioni provinciali la segreteria regionale del partito e tutti gli iscritti militanti per essere qui così tanti e concludo con tanto entusiasmo
Ecco permettetemi di dire una cosa
Nei giorni scorsi i maggiori giornali maggiori quotidiani anche locali titolavano di come in questo quartiere in questa piazza sia nata una nuova guerra fra clan
Cd raccontavano di come in questa piazza in queste strade in questi titoli sia calato il coprifuoco di come madri padri intere famiglie siano barricata in casa la sera per paura
Ecco noi stasera stiamo qui a in così tanti per dire che noi non abbiamo paura mentre qualcun altro dice che la mafia non esiste
Mentre qualcun altro racconta bugie da campagna elettorale noi siamo qui a dire
Che la ma che noi non abbiamo paura che le istituzioni lo Stato c'è qui come a Secondigliano come a Scampia quanto a Roma
Siamo qui arriviamo così vicini a quelle famiglie del PD poi non si è inteso oggi noi siamo qui e combattiamo con voi
Arriviamo qui a ecco perché noi non siamo il partito che racconta la sofferenza dai chiamo quella comunità di uomini e
Donne che la sofferenza la conosce perché la vita quotidiana lentezza nelle piazze stare le strade sta con i gazebo
Noi ecco veniamo da aggiornate
Di mobilitazione collettiva radicale nelle nostre città e in quelle piazze in quelle strade siamo noi che eravamo noi il popolo del Partito Democratico lavoratori studenti precari implica gli altri operai tutti insieme siamo gente comune siamo quelli che lo sanno cosa significano ottanta euro in più a fine mese in busta paga siamo quelli che nonostante tutte le difficoltà
Non tutte le difficoltà sottraggono tempo al loro lavoro alle loro famiglia le loro passioni per dedicarlo
Alterne comune per rincorrere il sogno di una Napoli migliore di una campagna di terza di un'Italia più giusta più equa più bella
Ecco noi siamo quelli
Che il nostro accento si deve sentire materie dentisti pure tutto il resto siamo quelli che continuano a combattere affinché
Qualunque sia il tuo accento da qualsiasi parte d'Italia conviene ad un'altra deve avere le stesse possibilità di chi ha un accento diverso dal tuo
Insomma noi siamo la Napoli che non si arrende siamo la Napoli che pone a cambiare siamo il Popolo della speranza
Davanti a
E la partita è tutta qui è fra rapine speranza proprio ed entusiasmo
E noi ecco che come ha raccontato il nostro Segretario nazionale delle maggiori piazze così magari non si dica che non conosciamo quel sentimento mai forse siamo più arrabbiati degli altri e che sappiamo che con la rabbia da sola non ci fai nulla non serve a nulla siamo quelli che sanno che l'indignazione se non accompagna l'impegno non su non cambia nulla non cambia Napoli non cambia il palese guardate sono
Sono vent'anni che ci raccontano Lotito prima era l'odio verso la sinistra l'odio verso le verso il terrone verso l'immigrato verso il clandestino poiché è diventato l'odio per i partiti per la casta
Ma cosa è cambiato con tutto questo io dove già portato che il Paese ha già fatto costruire allora noi siamo qui per dire con parole di verità
Dopo vent'anni di menzogne che l'Europa e l'Italia sono un'altra cosa siamo qui ecco ci hanno raccontato un'Europa matrigna sono raccontato un'Europa che generava solo austerità e rigore alla mia generazione hanno raccontato che l'Europa per vederla doveva scappare tirata questa terra andarsene in Germania in Francia o in Olanda
Noi siamo qui con questo entusiasmo in questa piazza acuire chiamati a Napoli Europa che questa terra sarà padano siamo qui
E in così tanti per dire che il sogno l'ambizione dei nostri padri fondatori europei è più attuale di prima cioè l'idea di un'Europa dei popoli della solidarietà siamo qui per dire che fra egoismo e solidarietà noi stiamo dalla parte della solidarietà
E allora e chiudo do la parola al Segretario regionale assunta dal Paglione
Con quel suo entusiasmo con questa passione torniamo nelle nostre strade e nelle nostre piazze raccontiamo voti al partito democratico chiediamo noi
Raccontiamo il nostro intento usiamo diciamo che come stiamo cambiando questo Paese noi cambieremo anche l'Europa grazie mille e do la parola assunta da imprenditore
Benvenuti a tutti
Ottantenni vedere sventolare queste barriere
Ci siamo ritrovati questa piazza nel cuore di Napoli per rispondere all'appello rivolteci una settimana fa dal nostro Segretario nazionale
Matteo sentita per sfidare ricche
Sta scommettendo contro l'Italia agire insieme con forza che Napoli è la campagna vogliono nuove parole non battute ma un futuro prospero che si fondi su cose contraente Matteo starsene qui con noi
Per ribadire l'impegno del Governo per la campagna
è per rilanciare la speranza
La bellezza della nostra terra nel nostro patrimonio culturale ed artistico da realizzare il volano per superare l'attuale crisi economica
Sappiamo che il PD nazionale il Governo non ci lasceranno soli
Matteo so chiavi Napoli alla campagna aiutarci appattare anche quella destre populisti domenica siamo chiamati ad un importante sfida elettorale in Europa si gioca il futuro dell'Italia
è il terzo
Ai nostri candidati al nostro Segretario nazionale
Diciamo che vogliamo
Una roba parziale tale
Libera
Impianti ancora
Anche la parola
Anche votiamo
Archetta impresa
Caro Matteo mai tecnocrati si campani ci stiamo siamo pronti a fare la nostra parte insieme possiamo cambiare la Campania l'Italia l'Europa
Stiamo cambiando versa all'Italia andiamo tutti miete
Da piazza sanità cambiare verso all'Europa grazie
Sarà volevano astratto e qui
Ancora tagliare
Se qualcuno
Pensava a Napoli come in Italia
Che è la piazza non fosse casa nostra stanotte ha avuto la risposta da questa città
Emendamento firmeremo tutte le serie tutti i giorni a stare in piazza
E vorrei però invitare partendo i nostri amici che stanno rispondendo con un po'di polemica non c'è ed è il tema e alle provocazioni raro Canal perché perché hanno paura dei valori
Noi siamo qui gangli della paura
Noi siamo più forti della propria azione
Dobbiamo
Dobbiamo cambiare l'Italia
Dobbiamo cambiare un'Italia che
è il Paese più bello del mondo e che però
Citate le immagini devastanti come quella di oggi
Oggi
Ricevo il Primo Ministro della Polonia
Si chiama Donald Tours
Essa prevede il Primo Ministro della Polonia che cosa mi ha detto
Mi ha detto che i cento miliardi di euro di finanziamenti europei che il suo Paese richiede li ha spesi a novantasette virgola cinque per cento
Sogno insieme a voi unitaria vincoli se solo per il novantasette virgola cinque per cento vincoli utilizzare il brusco ad investire sul futuro
In cui
Noi si abbia paura di lasciare spazio alla protesta in cui si smetta di continuare a vivere che il futuro sono parole di morte di provocazione
Addirittura se la prendono benissimo con i cani ora noi non è che vogliamo difendere soltanto i cani noi vogliamo difendere il diritto della politica esprimere parole di speranza
Entra il fallo
Io non vi chiedo di fare come gli altri di credere in uno
Dei credere nel ritenere di credere nella singola persona
Io vi chiedo di credere in ciascuno di noi questo Paese non lo salva uno solo sono vent'anni che ci raccontano che lo salva uno solo ora lo saltiamo insieme alla Sardegna nessuno
Vi chiedo di salvare questo Paese
Iniziando dal luogo più importante
è il luogo più importante nel quale noi andremo a salvare l'Italia a salvare le generazioni che verranno
è un luogo che a sei lettere
è il nuovo che si chiama Scuola o noi ripartiamo dalla scuola o l'Italia non ha futuro poi noi ripartiamo dall'edilizia scolastica questo Paese un futuro
L'altra settimana sono venuto a Secondigliano ho incontrato una serie di persone ma nel cuore le immagini delle donne e per gli uomini che lavorano in quella scuola
Mi hanno detto non è possibile caro Presidente tenta due anni quella palestra sia chiusa non è possibile che quel teatrino sia chiuso
Perché quella palestra quel teatro sono il luogo nel quale l'educazione dei nostri iscritti a un futuro
Sono qui Annapolis stasera nel dire che abbiamo trovato i soldi li apriremo la palestra della scuola riapriremo il piano della scuola rende aprendo quella quaranta quel teatro daremo una certa quei bambini
Sono stato accolto anche dal tifo di chi abbia detto LA Renzi la finale di Capri variamente pensa vero sì l'ho persa la finale di Coppa Italia
Ora voglio dirvi che io non parlo mai qui in piazza a dirvi che chi ha fischiato Lino ha fatto bene
Perché io sono convinto che l'inno nazionale non si fischi vecchi nel voler bene all'Italia quasi da ciascuno di noi Peter noi difenderemo l'Italia
Peter prima di essere democratici prima di essere parte di qualcuno li stiamo un Paese che vuole tornare a credere in che cosa a credere nella possibilità
Di dare una risposta concreta
L'altro giorno ho visto le statistiche le statistiche che in questo momento riguardano il lavoro
è impossibile definire civile
Un Paese che ha il cinquanta per cento dei giovani al sud senza lavoro
è impossibile però
Pensare che si risolva tutto dalla mattina alla sera
E allora io vorrei dire alcune cose concrete concrete
Arrivando un signore
Laggiù mi ha detto ottanta euro sono pochi Matteo
Sì è vero
Ottanta euro non sono tanti ottanta o non lo so ma la soluzione di tutti i problemi
Ma proprio per questo io non dirò mai da un parco pubblico che a ottanta euro sono un'elemosina o una mancia ottanta euro sono dall'inizio di un cambiamento radicale stiamo restituendo ai cittadini ciò che appartiene ai cittadini
Teste abbiamo iniziato dalle auto blu se abbiamo iniziato dal tetto agli stipendi se abbiamo iniziato dalla riduzione dei costi della politica abbiamo una cattiva notizia
Per i curdi per quelli che tirano in modo che non vogliamo smettere noi partiamo dagli ottanta euro a chi guadagna meno di mille cinquecento euro al mese il prossimo anno toccherà ai pensionati
Per il prossimo anno continueremo cercando di cambiare le regole del gioco
In un Paese nel quale
Lasciatemelo dire
In questi anni hanno sempre fatto la manovra il cosa è successo ho fatto la manovra cosa ha fatto ho alzato le tasse
Ve lo ricordate un Governo che ha abbassato le tasse
Noi siamo il primo Governo il primo Governo che prova a cambiare Davanzo davvero restituendo non dei soldi nostri ai cittadini ma dei soldi che sono i soldi della gente
E allora da questo punto di vista
In questi primi ottanta giorni che cosa abbiamo fatto abbiamo azzeccato di restituire
Acché oggi soffre subisce le conseguenze della crisi la possibilità completa
Lui avere un minimo di giustizia sociale in più
Perché ottanta euro non sono semplicemente per i soldi sano o per un insegnante la possibilità di andare a mangiare una pizza con i propri figli salvo per un papà la possibilità di pagare una bolletta sono un po'
L'Italia lega attempati chi non ha mai pagato eccedenze appare interessante che coniuga i mezzi
Queste la nostra Italia
Ho letto
Ho letto acché
Qualcuno dall'alto dei suoi stipendi milionari contesta le misure del Governo
Vorrei farvi notare una cosa
Cosa che più di sinistra
Continuare ad alzare le tasse sulla rendita finanziaria come abbiamo fatto noi per abbassare il costo del lavoro o avere il coraggio
Mi
Continuare a prendere in giro gli italiani facendo che lavoro in Italia la cosa più difficile perché quando io vedo le statistiche
Non penso dal Sindaco da ex Sindaco semplicemente a dei numeri io penso a dei volti a delle fazioni e allora vorrei dire a Chieti voi qui è disoccupato in questa piazza
Cioè non c'è che è una soluzione per rimettersi in gioco smettere smettere di scommettere contro Alitalia è provare completamente a ripartire tutte insieme
Senza insultare gli altri
Guai a chi minori insulta guai a chi di noi si lascia prendere dalle provocazioni
Oggi noi siamo a un bivio
L'Europa può rimettersi in gioco però
Però bisogna avere il coraggio
Il coraggio vero cioè quella di dire cioè se ci sono centoottanta tre miliardi di euro da spendere
Diciamo tonfa lentezza il Governo ha tempo e in Campania lo ha detto in Sicilia lo ha detto in Lombardia Notizie in Veneto
Ora lei nei giorni questi soldi li spendono bene o li spenderemo errori perché non è accettabile pensi votino dia i fondi europei
Che si restituiscano i soldi europei
Cioè io domani sarò a Bari
Dove
Presenze però la firma di un accordo con una grande azienda tedesca
Cinquanta milioni di euro che vengono messi nel territorio nazionale è mercoledì a Roma firmeremo un accordo di un grande gruppo internazionale cioè investirà più di un miliardo per il nostro Paese è giovedì firmeremo un accordo di un gruppo che farà una scommessa
Per altri due miliardi sono centinaia di posti di lavoro come quelli che abbiamo recuperato cosa elettro l'INPS
Hanno detto
Quelli che contestano quelli che hanno sempre le idee chiare hanno detto Bartolomeo
Avete fatto un decreto sul lavoro già ma non è un decreto che va bene
Ditemelo voi
Ai nostri concittadini che senza quel decreto avrebbe perso un posto di lavoro ad Electrolux eletto Lux rimane in Italia grazie al decreto Poletti
è
Colussi rimane in Italia emiliana agrimensore continua a lavorare
Però
Guardiamoci negli occhi non c'è futuro per l'Italia senza che il sud riprenda la possibilità di essere il sud
Mille ottocento sessantuno dice mamma mia mezzi come la prende lontano bene in questo territorio c'erano più occupati dei tutto al resto d'Italia
Ci saranno più aziende e di tutto al resto d'Italia
Che cos'è accaduto in questi centocinquanta
Che la politica apparso l'occasione cento
Ma i politici spaccato le occasioni perché noi gliela permettiamo
Perché poi l'avete permesso è arrivato il momento di dire che se cambia davvero è chiaro viatico carica non cambia risulta
Per cambiare davvero per cambiare davvero l'Italia io picchiarli darci una mano non quali il voto
Oddio ante con il voto ha già che ci sia
Non vorrei esagerare ma cambiare cambiare sul serio significa chiedere a ciascuno di noi che cosa è disponibile a fare come questo orribile a mettersi in gioco
E guardate che
Io vedo le occasioni che abbiamo davanti vedo le occasioni che abbiamo davanti nei prossimi mesi dei rendete conto che cosa significa Atene centottantatré miliardi di euro da spendere
Io glielo dico in Conferenza
Io vi dico che
Se è Pompei continua a fare notizia perché continuano a crollare i muri vuol dire che noi avremmo fallito
Se spagnoli continua a essere un monumento allo sperpero nei uno dei luoghi più belli del mondo vuol dire che noi avremmo fallito ma perché questi risultati si ottengano
Dipende da noi
Non dipende solo dal Presidente del Consiglio non dipende solo dal segretario del PD
Sono vent'anni tempi prendono in giro abbiamo o no il coraggio di cambiare abbiamo o no il coraggio di provare a dare a cambiare le cose bene
Perché ciò accada
Lo pongo alcune cose
La prima
La prima casa che intendono porre la seguente
Da qui al sabato da qui a domenica
Si vota per le elezioni europee io vi domando le elezioni europee sono un grande sondaggio sul livello nazionale possono l'opportunità di prendere questa benedetta Europa
E di dire
E di dire che è una vergogna celle a una pacifica tutto di come si pesca il pesce dei come si fa il pesce spada ben oggi vecchia potete darci una mano quanto cognitivo bene il nostro mare
Noi vogliamo cambiare verso le politiche di integrazione volte guarda solo noi non è un altro problema soltanto è un problema degli assegni umani
E a quei grandi statisti in camicia verde
Diciamo da Napoli che noi cambieremo la politica dell'immigrazione masse interbancario porgersi al Parlamento europeo
Accorpare anche poi arrivino certe cose
Secondo punto
C'è una politica qui in Italia che è fatta soltanto di insulti c'è basata sul tentativo di fare zittire le altre persone cioè parla un linguaggio più volte
Noi siamo quelli che pagava il linguaggio della speranza validare insulti diamo agli altri noi svolgiamo una funzione sociale gli consentiamo di fare tutto quello che vogliono
Per il singolo come ha detto oggi un noto lo statista ligure parlare di lupara bianca
Fatemelo dire fatemelo dire con franchezza e con chiarezza
Ma anche ove si fa a utilizzare i linguaggi come quella visibile come si fa chiamare impallinati alle proteste Pappalardi di lupara bianca
No che si fa a non considerare che su certe case molte esperienze
Dottore se vuole continuare con questo linguaggio
Noi
Rispondiamo con il linguaggio della gentilezza
Ma anche nella decisione della determinazione noi siamo quelli che stiamo aspettando non si salverà nessuno fuori da qui
Oggi mettiamo in gioco nuovi o non ce ne sarà per nessuno e allora da qui a lunedì da qui a domenica da qui a domenica ritenuti non si può fare ecco da qui a domenica io vi prego di fare un esercizio
Prendere il telefonino aprire il telefonino scaricare la rubrica e andare casa per casa qualcuno Porta a Porta no perché ci sono altre domande
Casa per casa a recuperare il consenso uno per uno perché o il PD salva Alitalia o all'Italia la lasciamo a chi vuole distruggere
Ora lei paga
Transatlantico nell'ascolto
Articolare la vocazione
Cioè noi siamo arrivati
Mancanza
La terza
è un'ultima chiosa
Io vorrei
Che da qui a domenica ci fosse da parte di ciascuno di voi dei ciascuno di noi lo spirito di ricordare chi siamo e cosa siamo
Quando
Eravamo in quella scuola di Secondigliano
Ha una bambina che egli diceva anche lei ha fatto teatro le ho chiesto se sapesse che i servizi
Che cosa mi potevo dire del teatro
E lei mi ha detto io voglio fare teatro perché ho visto in televisione Gomorra
Io voglio dirvi una cosa molto semplice sarà un grandissimo giorno
Quello in cui partendo da Napoli ricorderemo l'idea di fare cultura e di fare teatro partendo da Eduardo partendo dai valori grandi profondi pali di questa comunità
Partendo dall'idea che la cultura armistizio del nostro cuore
L'oratore sono l'insulto noi siamo la proposta dal solo una rapida Verdi siamo la speranza
No non sono al passato noi siamo al futuro
Ma per fare questo
Pieno da sola non ce la faccio OP c'è il PPE
Operante l'Italia vi chiedo dal profondo del cuore mettendo in gioco manca una settimana
E se e se
E se
Riusciremo
A cambiare l'Italia allora daremo una speranza i nostri figli per questo motivo fatemi fare una proposta
Chiudiamo questa nostra serata non solo con l'impegno a fare del nostro meglio ma in un modo un po'originale cantiamo tutti insieme l'inno nazionale l vantiamo vivi
I
Degli
Ieri
E
Il
Trovandosi