20MAG2014
manifestazioni

Emergenza carceri: sit-in del sindacato della polizia penitenziaria SAPPE davanti alla sede del DAP

MANIFESTAZIONE | Roma - 09:16. Durata: 16 min 36 sec

Player
Il sit-in denuncia l'emergenza carceri e chiede l'avvicendamento dei vertici del DAP (la rimozione di Giovanni Tamburino e del suo vice Luigi Pagano dalle loro cariche).

Registrazione video della manifestazione "Emergenza carceri: sit-in del sindacato della polizia penitenziaria SAPPE davanti alla sede del DAP", registrato a Roma martedì 20 maggio 2014 alle 09:16.

Sono intervenuti: Donato Capece (segretario generale SAPPE (Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria)), Rita Argento (agente scelto Polizia Penitenziaria).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Agenti Di Custodia, Carcere, Corte
Europea Dei Diritti Dell'uomo, Depenalizzazione, Diritti Umani, Emergenza, Formazione, Giustizia, Pagano, Polemiche, Politica, Rebibbia, Sappe, Sicurezza, Sindacato, Suicidio, Tamburino, Violenza.

La registrazione video di questa manifestazione dura 16 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

09:16

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Non
Sulla
Ieri il
Ebbene
Certo
Proprio
Proprio è
Con
Pong centodue attenti autolesionismo mille sessantasette tentati suicidi rispettati novecentotrentuno avvenimenti tre mila ottocentotre colluttazioni questi la polizia penitenziaria che soffre in silenzio ciò Paolo te effettive corda precarietà questa emergenza
Siamo
Prima allora di procedere voi pregate interventi
Un gran grazie alla banda razionale dell'associazione Polizia penitenziaria
Anormale chiediamo oggi
Un un impegno suonare l'inno nazionale dell'A.O. bene per la prima volta che è oggi
Valuteremo mancia dell'Associazione nazionale Polizia penitenziaria pronto
Oggi venti maggio il primo sindacato della Polizia penitenziaria Sappe manifesta davanti al dipartimento
Chiederei la diligentemente onesto e delle persone del capo d'acqua Tamburrino
Ed alle Province pagano
A più di due anni dal loro insediamento non sono stati assolutamente in grado di risolvere i problemi e le crisi in atto e ringraziamo interne nemmeno coerente nettamente riguardo l'involuzione Biasone sette giorni dalla scadenza ventotto maggio esattezza Torregiani
Tamborrino e pagano continua a inseguire
La favola del jazz vigilanza dinamica e l'autogestione delle carte da parte dei ministri tentando di Boris fornire una subemendare rigidi
A gestire i termini di come gli atti di autolesionismo le aggressioni e risse
Oggi regolare su mezzi perché fallisce imprudenti breath assoluto dei vertici del Dipartimento che vorrebbero persino mette il bavaglio
Inoltre proteste
Mandati a casa Tamburrino
Mancano
A
A Polizia penitenziaria moderno
Testi alla bancarotta
Magmatico
Globale
Il
Perché
Dobbiamo
Che
Vorrei
Ma
Ma
Agricolo
In Cornovaglia
Per
Indipendenti
Senza
Sostanze
Si
Quando
Allargamento
Lavoriamo attorno di Polizia penitenziaria chiediamo
Veneti a manifestare
Nuove
Già
Il nostro
Parliamo alla gente
Ai dirigenti
Siamo in piazza per chiedere
L'avvicendamento
Catturati partendo
No
Buongiorno
Mondadori
Rinnovo
Centinaia
Prossimo dal Ministero anni Zen
I dati hanno rivendichiamo
Negative
Almeno negli anni
Negli anni abbiamo oltre
Tecnico potrebbero
Riguarderà
Lomelo riordino delle carriere
Domani
Andando in ordine al buio una riunione
Negoziale
In
Davvero non in linea con gli ordini professionali
Sulla formazione professionale ordini esistenti
Bene
Io
Irresponsabile benissimo finalmente
Per
Seguiranno
Neanche in grado di turismo
Diversa intenda
Dove
Ventuno aprile
Training autogeno
Negli anni
Politica
Chiaramente
Perché già
Prima
Il ingratitudine nelle zone
Al proclamare
Un'abitudine prendendo in mano alla mafia
Non finale
Il livello
Qualcuno in mobilità
Produttivi anche nei momenti forniture salva
Zappetta
Pappetta attaccare caro
Però oggi
Il giudice
Abituati dove non sono in grado di gestire l'emergenza basta devono andare a casa
L'abbiamo chiesto
Con più manifestazioni lo può dire ma chiedere la politica vogliamo provvedimenti deflattivi del carcere vogliamo che le tre zone che hanno fallito gli attuali vertici vadano a svolgere altre funzioni
Non ne possiamo più di continuare nella stagnazione in cui siamo
Basta Tamburrino basta pagano chiediamo solamente rispetto per i diritti dei tutti poliziotti penitenziari che in questo momento
Stanno purtroppo morendo in carcere a causa del suo Frabo lamento a causa delle tensioni a causa dello stress da lavoro correlato basta andate a casa direi ancora di più arrendetevi siete circondati
A
Stiamo protestando e continueremo a protestare
Contro l'inefficienza di questi vertice dell'amministrazione penitenziaria
Non sono stati in grado di risolvere il problema dell'emergenza carceri la Polizia penitenziaria è stanca di continuare a morire a causa del lavoro da stress correlato non ne possiamo più
Vertici fallimentari che devono essere avvicendati proteste Remo sempre fino a quando la politica
Non proporre metterà provvedimenti deflattivi del carcere fino a quando la politica non allontana coloro che sono lo sto riuscita risolve il problema dell'emergenza penitenziaria basta
Siamo stufi di continuare ad aspettare siamo stufi di continuare a morire
Per la per la la questa somma la ed emergenza penitenziaria la Polizia penitenziaria soffre in tutti i siti
è l'unico l'unica garanzia dalla sicurezza verso i cittadini però le possiamo più ormai siamo stati talmente sfruttati
Mal gestiti che siamo stufi di continuare ad aspettare provvedimenti che all'INPS si pensa dovrebbero arrivare dal cielo
Tamborrino pagavano lasciate la mano perché siete per alcuni versi fallimentari cedete il passo a
Persone che possono essere sicuramente più in grado di voi di dare delle risposte valide per risolvere sia il problema dei diritti soggettivi della Polizia penitenziaria sia il problema del decongestionamento degli istituti
Argento Rita agente scelto e lavoro e rappresento la realtà dire viva femminile
Oggi stiamo manifestando perché ci sentiamo abbandonati come polizia penitenziaria
Effettivamente abbiamo il discorso del
Per quanto riguarda gli assegni di funzione che sono bloccati e il nostro rinnovo per quanto riguarda il contratto di lavoro
Che rimane bloccato da ben sette anni abbiamo difficoltà agli istituti penitenziari sia per quanto riguarda la carenza di personale
Quindi chiediamo a quelli che sono i nostri organi superiori di starci accanto vedi intervenire affinché appunto possiamo svolgere il nostro lavoro nella massima sicurezza perché a essere Polizia penitenziaria vuol dire qu'
Dunque garantire quella che è la sicurezza all'interno delle carceri e garantire la sicurezza in dalle casi deve essere l'obiettivo di ogni giorno è per questo che oggi siamo qui noi versate dalla Polizia penitenziaria