20MAG2014
dibattiti

Il mistero nuziale. Uomo - donna, Matrimonio - famiglia

DIBATTITO | Roma - 18:00. Durata: 1 ora 7 min

Player
Presentazione del libro del Cardinale Angelo Scola (Marcianum Press editore; collana Studi Teologici ISSR).

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Il mistero nuziale. Uomo - donna, Matrimonio - famiglia", registrato a Roma martedì 20 maggio 2014 alle 18:00.

Sono intervenuti: Gian Guido Vecchi (vaticanista del Corriere della Sera), Giuseppe Dalla Torre (magnifico Rettore della Libera Università Maria Santissima Assunta di Roma), Laura Palazzani (Ordinario di Filosofia del diritto presso la Lumsa di Roma), Francesco D'Agostino (ordinario di Filosofia del diritto presso l’Università di
Roma Tor Vergata), Angelo Scola (cardinale, Arcivescovo di Milano).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Aborto, Anziani, Assistenza, Bioetica, Cattolicesimo, Cultura, Diritti Naturali, Diritto, Discriminazione, Donna, Famiglia, Fecondazione Assistita, Giovani, Lgbt, Libro, Matrimonio, Politica, Procreazione, Religione, Secolarizzazione, Sessualita', Societa', Tecnologia, Teologia, Vaticano.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 7 minuti.

leggi tutto

riduci

18:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Eccoci qua
Buona sera
Buonasera a tutti
Saluto tutti vi ringrazio di essere
Venuti qui saluto e ringrazio anzitutto l'autore del libro che presentiamo stasera
Il Cardinale Angelo Scola
E saluto l'imminenza e presenti tutte le autorità di soprattutto saluto il Rettore ci sempre dall'attore per far sì che ci ospita
Quest'oggi che i
Professori
Francesco D'Agostino e lavorata Lazzari che ci aiuteranno
A
Capire
I primi delle del libro il Ministero nuziale del Cardinale Angelo Scola che si presenta oggi e che è un libro che viene ripubblicato per la prima volta in volume unico
Le due parti furono pubblicate
Se non ricordo male nel novantotto e nel due mila viene ripubblicato perché il tema della famiglia come sapete e più che mai DDA attualità Papa Francesco ha convocato un sinodo che
Tutti attendiamo per ottobre già ci si è messi al lavoro
Il
Noi giornalisti i giornali hanno
Puntato molto inevitabilmente sulle situazioni di sofferenza della famiglia
Lei gli inviti reiteratamente il Papa alla Misericordia all'atteggiamento del samaritano evangelico
Resta il fatto che il sinodo oltre a parlare delle sofferenze parlerà che soprattutto della famiglia c'è un passo molto
Importante che un po'spiega il senso delle del del libro del cardinale Scola nel quale il cardinale riflette proprio sulla sulle
Sulla secolarizzazione
Su su tutto ciò che ANAS ha reso sempre meno scontato il senso cristiano della famiglia
E a un certo punto cito a memoria il cardinale dice ecco Purcell accesa ha mancato
Nel comunicare la bellezza della famiglia
Perché
Ha talvolta viene percepito questa dalla dottrina della Chiesa sulla famiglia come come dire una
Una seria reiterata di no qualcosa di negativo non si può fare mentre invece
Esista una bellezza della famiglia che appunto come dire uno dei dei temi centrali del libro come sarà uno dei temi centrali destinato
A questo punto do la parola anzi prima di dare la parola ai relatori do la parola al al Rettore dall'alto
Grazie
Insieme a un saluto tutti presenti
Loro eminenza eccellenze le autorità
I colleghi gli amici gli studenti
Vorrei partire e dicendo che il libro del cardinale Scola è un libro di filosofie di teologia
è un libro di
Notevole profondità e con alcuni passaggi anche di grande bellezza dal punto di vista direi contenutistico e anche formale
è un libro che mi ha suscitato tanti pensieri
Tante riflessioni
Io di professione faccio il giurista quindi una professione come dire molto pratica
Molto concreta e quindi mi soffermerò soltanto su
Una delle tante suggestioni che dalla lettura del libro mi sono venute
E partire da questo da questa affermazione cioè che mi pare che l'età contemporanea potrebbe definirsi una età del disorientamento o se vogliamo siamo dinanzi ad una nuova Babilonia
In ogni campo vengono meno i tradizionali punti di riferimento i concetti le categorie acquisite i principi che parevano in quanto tali immutabile intramontabile
In particolare si è venuta determinando una sorta di confusione delle lingue
Per cui non riusciamo più a comprenderci
Vale sempre più frequente è questo io faccio sempre l'esempio ancora recentemente in una riunione di giuristi ho detto queste cose della del principio dell'idea del principio di laicità di cui io mi sono ahimè occupato molto
Tutti usiamo questo facciamo riferimento a questo principio ma in realtà i contenuti sono talmente diversi per cui
Il termine diventa assolutamente inutile perché non ci comprendiamo
Si tratta di un fenomeno di portata generale che ha toccato anche quello che chiamerei l'alfabeto elementare
Della realtà umane dell'esperienza umana l'alfabeto elementare non perché di Grado basso ma elementare perché proprio il fondamentale il fondamento
L'uomo la donna il rapporto fra l'uomo e la donna il matrimonio la famiglia
Basterebbe pensare per parlare appunto della polisemia dei termini che ci mettono in condizione di non capirci
All'assenso o ai sensi meglio che noi diamo oggi all'espressione famiglia
Le cose più varie le cose più diverso
Che da un lato ci fanno capire il grado di frammentazione
Dall'altro se si riflette ci fanno anche comprendere che in fondo la famiglia per eccellenza è un modello forte
Perché tanti altre forme di vivere insieme vengono poi oggi sempre più designati come famiglia quindi questo dovrebbe essere un indicatore interessante per la riflessione sui fondamenti
Del dell'istituto
Tra le ragioni all'origine del fenomeno per quanto riguarda in particolare il matrimonio mi soffermerò su questo ovviamente in quanto giurista su un pochettino più competente in questa materia
E a mio parere è un aspetto tra i vari un aspetto il fenomeno della secolarizzazione cioè io ho una tesi corrisposto anche in qualche altro occasione in qualche scritto e cioè questa
Che
La secolarizzazione dell'istituto matrimoniale cioè il sradicamento dalle radici religiose
Che presso le culture ha sempre avuto ha portato poi alla sua
Delle disgregazione alla sua frantumazione al al pluralismo di significato
Inutile ricordare qui ai presenti la famosa definizione umanistica di matrimonio notizie assunte con i un sì o magari sette femmine uomo e donna
Consorzio sotto il Consorzio mondo esibite tutta la vita divini domani iuris comunicarci ecco vorrei soffermarmi in parte su questo di vini
Cioè insiste diritto divine diritto umano
C'è una parte di diritto umano contingente della storia c'è una parte invece di diritto divino che immutabile ora
La caduta del divini iuris
Per rifarci all'espressione appunto di Modestino apportato a mio avviso a questa secolarizzazione dell'istituto matrimoniale
Che comporta che cosa
Comporta la disponibilità dell'istituto stesso ad essere forgiato modificato rispetto a quello che invece
Il fondamento immutabile
Forgiato modificato da chi
Beh tradizionalmente da due secoli a questa parte forgiato e modificato dal legislatore statale già la nascita del matrimonio civile
Alla al tempo della Rivoluzione francese e poi con il Codice napoleonico ha significato un inizio di distacco da questo divini iuris da questo ius divino ma va bene
Laddove invece però il legislatore molte volte ha cercato di correggere basterebbe qui ricordare il famoso articolo ripetuto sarà ripetuto e forse di cui si abusa ma senza andare in fondo la sostanza
Ventinove della nostra Costituzione la Costituzione italiana che parla della famiglia come società naturale cioè
Società la quale non è formata nei suoi elementi emessi tuoi tratti costitutivi dal legislatore umano ma che invece già data un aspetto e una delle norme in cui trarrete traspare questa concezione Jones naturalistica
Che è tipica dalla Costituzione italiana anche se oggi si nega da parte di molti questo aspetto
Che tipi dalla Costituzione italiana è tipica dalla Costituzione tedesca per esempio cioè di Paesi che avevano conosciuto con le dittature dopo la fine delle dittature di che lacrime di che sangue gronda asse una certa concezione meramente abusivistica del diritto
Questo il punto
Ma la caduta del ius divino ma del aggancio Loyos divino ma anche un altro aspetto molto più moderno
Contemporanea direi cioè quello della modificabilità della struttura del matrimonio da parte della volontà individuale
Cioè il matrimonio finisce per essere con la denominazione di un contratto al quale nel quale ognuno mette quello che crede quello che ritiene o quello a cui
Può essere può vedere delle utilità personali
Questo ha comportato che cosa
Ha comportato molti conseguenze
Molti problemi li abbiamo tutti i presenti per cui evidentemente non mi soffermo ma ha comportato tra gli altri un dato che mi sembra importante sottolineare in questa sede cioè quello
Della dei gradazione del matrimonio da istituto di rilevanza pubblica
A mero contratto privato
E come tale ha contenuto aperto e recessivo dire
Perché l'Istituto ha rilevanza pubblica perché è un istituto che interessa tutta la società
Perché si venne nella storia a formalizzare l'atto costitutivo del matrimonio il matrimonio come e atto a forma vincolata
è perché il il il il rapporto che nasce fra questo come questa donna non è un fatto che riguarda solo loro non un fatto solo privato
Ne ho fatto solo personale
Tanto è vero che la Società poi si deve fare carico di chi
Di chi non ha genitori di chi abbandonato dei genitori dei genitori anziani che sono abbandonati da da da eventuali figli che ha e così via cioè
C'è una funzione poi surrogatoria della società quindi di tutti rispetto
Alla inadempienza di chi ha posto in essere questa realtà
Cioè in sostanza gli interessi della Società scompaiono allora
Io credo e da questo punto di vista
Il lo studio delle cardinale Scola aiuta moltissimo aiuta anche il giurista evidentemente occorre recuperare la consapevolezza che veri TAS non autori tassa farcite matrimonio
Il matrimonio e fatto dalla sua verità non è fatto dal modello amento che ne può venire dal legislatore o dalla volontà dei privati che stipulano una sorta di contratto qualsiasi
Ciò significa che la struttura fondamentale del matrimonio e il re forma bile
Che è scolpita nella verità naturale dell'essere un rapporto stabile e solidale
Tra un uomo ed una donna in una complementarietà che giunge fino all'integrazione più intima e che ha aperto la propria azione che si son tutti i passaggi essenziali
Che risultano con molta chiarezza soprattutto nella parte seconda parte del volume del del cardinale del cardinale Scola
In sostanza posso dire
Alle Tura terminata del volume
Che siamo dinanzi ad una sorta di Prisma del matrimonio il matrimonio una sorta di Prisma nel quale si coglie tutta la problematica che in questo volume viene ad essere affrontata con particolare chiarezza e particolare profondità
Sull'identità sessuale sul maschile e femminile
Sull'intreccio virtuoso delle differenze sessuali sull'apertura all'altro sulla fecondità
E anche diciamo su quella differenza che porta una complementarietà che non è una mera reciprocità né questo è un è un pensiero molto molto sottile molto però molto molto molto
Viene da osservare che le velleità promettente
Che in materia matrimoniale dello Stato da una parte come ho detto e dell'individuo dall'altra in qualche modo rinnova non è l'esperienza giuridica contemporanea l'antico mito del Re Mida
Cioè la ineludibile trasformazione del matrimonio in altra cosa
Cioè questo mio convincimento i legislatori stanno allargando il l'istituto del matrimonio il concetto di famiglia ma questo punto ne svuotano di significato cioè chiamano matrimonio di matrimonio rimane solo il nomen iuris ma in realtà la sostanza non c'è più
è questo il punto il giurista accoglie questo questo aspetto tra i tanti che il fenomeno
Presenta sotto lo stesso termine matrimonio finiscono per essere ricondotte cose completamente diverse lontane fra di loro addirittura opposte
Il matrimonio rischiano di rimanere come ho detto un mero nomen iuris sotto il quale la sostanza del matrimonio è scomparso
E allora dinanzi a queste evoluzioni e da domandarsi
Ma questo si domanda con una punta di amarezza non non con una punta di trionfalismo intendiamoci da parte di un credente Selma Cremonino quello vero quello di sempre
Non rimarrà in futuro custodito solo dalle religioni
Cioè il recupero Ornella la custodia di quel giuste divino comma posto che per le religioni appunto l'istituto a questo radicamento nell'
Realtà che trascende la volontà dell'uomo e la realtà dell'uomo ora e concludo a fronte di questi scenari si coglie il rilievo e l'attualità della riflessione del cardinale Scola sul piano filosofico
E sul piano teologico e direi e vorrei sottolineare particolarmente questo queste questa idea questo aspetto la rilevanza strategica
Ne
Quindi per il futuro della riscoperta di un'antropologia che da futuro
E che permette speranza per il futuro
Mentre altre visioni non danno futuro e non permettono avere speranza per il futuro grazie
Professor dalla torre
Il settore
Il professor dalla torretta parlava di sradicamento
Una delle cose più interessanti del libero e il fatto che il cardinale Scola
Da da con successore di Ambrogio risale
Alle radici del
Del
Del matrimonio al senso del matrimonio
Dal punto di vista ecologico ontologico
Dandomi ragione
In mente quello che diceva
Benedetto sedicesimo nel famoso discorso di
Ratisbona no non agire secondo ragione contrario alla natura di Dio
Ecco allora il secondo ragione se il logo ecco il cardinale Scola si in loco espone
Le ragioni del del matrimonio e della bellezza del matrimonio
Ecco alla alla professoressa Laura para sani chiediamo di
Appunto raccontarci le ragioni dell'auto
Grazie
Grazie minoranza grazie
Tutti voi io vorrei ritagliarmi un piccolo spazio in questa presentazione di un volume peraltro
Ricchissimo di spunti di riflessione
Nella prefazione alle diverse edizioni di questo volume c'è sempre un minimo comune denominatore cioè il mistero nuziale si esprime come il nesso inscindibile tra differenza sessuale amore inteso come apertura all'altro donazione reciproca e famiglia procreazione quindi differenza sessuale amore procreazione nesso inscindibile tant'è che
Più volte il Cardinal Scola ne parla con questo termine usate Riyād eterna per indicare proprio la lo stretto legame non nesso intrinseco fra questi tre elementi
Questi il nesso fra questi tre elementi eh agevolmente mi consenta dimostrabile nel contesto di una teologia cattolica o nel contesto di una filosofia di impostazione metafisica
Se noi partiamo da una concezione creazionista e partiamo dal principio secondo quale Dio crea l'uomo come maschio come Saint Mina a chiamo la prosa della differenza sessuale la differenza sessuale come luogo
Inclinato diciamo in cui si realizza l'amore nella unità duale o amo donna e luogo a utenti con la realizzazione questa muore la famiglia fondata sul matrimonio piani questi passaggi sono
Molto chiari compatti articolato in modo molto analitico nel testo quindi io non mi permetto di entrare in questa articolazione perché non riuscirei sicuramente a fare di meglio
Vorrei cercare invece di diventare questo questo librone sui profili di straordinaria attualità cioè
Ci troviamo di fronte oggi a delle sfide
A delle sfide molto provocatorie che vogliono separare scindere di frontiere addirittura annullare questo legame fra questi tre elementi
E sono sfide che si muovono su due piani sul piano tecnologico
Le nuove tecnologie riproduttive consentono di scindere la sessualità dalla protezione si pensi contraccezione aborto sterilizzazione
Discende nella riproduzione dalla sessualità pensiamo alle tecnologie in vitro extracorporei omologhe eterologa
Di scindere la riproduzione dalla gestazione si pensa la maternità surrogata all'utero artificiale nuovi scenari di utero artificiale
Ma ancora più radicale la scissione che provocherebbe la clonazione infatti in alcun punto in passaggio del Libano ha colpito molto si dice la clonazione una potenzialità distruttiva
Tale la bomba atomica se venisse applicato sistematicamente nella società
Perché in fondo è un modo di riprodursi dove la differenza sessuale eh radicalmente annullata per dice la duplicazione nel patrimonio genetico di un solo individuo uomo otto non c'è più la differenza sessuale per la riproduzione
Quindi sfide tecnologiche
Ma anche sfide culturali forti provocazioni culturali perché in realtà non ci troviamo solo alla possibilità di fatto di scindere questi tre elementi differenza sessuale amore procreazione
Ma ci troviamo di fronte anche atti Orizio azioni della giustificazione della scissione di questi tre elementi
E il punto centrale che mi sembra di cogliere la potestà filosofico che la radice poi di questa scissione che ha diversi percorsi nel dibattito contemporaneo
è il fenomeno della scrissi a Nizza azione quindi non sarà neanche la parola secolarizzazione ma quanto scrissi a Nizza azione cioè
Il fenomeno culturale anticattolico anti metafisico
Che sulla base di uno scentismo cioè assolutizzazione della scienza ritiene che tutto ciò che sfugge dalla possibilità di misurare estensione movimento sia insignificante
Ma se tutto ciò che sfugge dalle misurazioni insignificante significa che tutto ciò che non è radicato nella natura ontologica quindi Falorni diritti non sono che è frutto di rivendicazioni individuali soggettiva infatti il Cardinal Scola nel libro ritrova nel libertà visto no inteso come la
Esaltazione della libertà assoluta il nucleo di questo allontanamento dalla inscindibilità del nesso Triarico
E mi sembra e ho visto nel di trovare i percorsi in questa direzione delle sfide culturali innanzitutto nella bioetica
La bioetica libertaria è forse l'aria della bioetica dove più è percepibile nella società contemporanea
Questa forte attenzione sull'autodeterminazione riproduttiva cioè l'indiretto l'individuo che
Rivendica il diritto ad avere un figlio ad avere un figlio ad ogni costo ad avere un figlio sano ad usare le tecnologie scindendo differenza sessuale
Possibile anche per io omosessuale avere un figlio con le tecnologie riproduttive
Scendendo dall'amore dalla protezione la triade è scissa rotta è separata dalle nuove tecnologia
Alterando radicalmente il modo di intendere la famiglia
Oggi ormai della bioetica si si usate il termine famiglia al plurale perché ci sono famiglie monoparentali single che chiedono accesso la procreazione assistita
Famiglia forse anche pluri genitoriali perché c'è una scissione della maternità
Genetica gestazionale sociale della paternità genetica sociale oggi in seguito la questione dello scambio degli embrioni ne stiamo discutendo al Comitato nazionale addirittura si potrebbe parlare di congenito di Alitalia si capisce bene chi sono i genitori di questi embrioni
A causa dello scambio degli embrioni e nel negli scenari
Della clonazione forse non se si può nemmeno più parlare proprio di famiglia ma si parla di Gemelli cronologicamente posticipati gemelli verticali dove il rapporto fra il clone Tornatore non è neanche un rapporto parentale
E allora di fronte a questi scenari della bioetica ci sono tanti altri percorsi di scissione di questo nesso
Per esempio molte teorie femministe non tutte mi è piaciuto molto nel testo a un certo punto si dice ci sono delle giuste rivendicazioni del femminismo
Le giuste rivendicazioni del ruolo della donna nell'accesso l'educazione la partecipazione pubblica ma ci sono anche rivendicazioni femministe libertarie che hanno portato alla assolutizzazione della differenza sessuale
Finendo con annullare la differenza sessuale
C'è un passaggio del libro molto interessante in cui si dice sì le donne vogliono essere come gli uomini è un processo di mascolinità azione
Questo lo si vede per esempio in alcune rivendicazione libertarie da parte delle femministe del diritto a liberarsi dalla maternità dalla gestazione dal parto perché vissuto come una sorta di schiavitù riproduttiva
Tra virgolette
Rispetto all'uomo e ultimo percorso culturale di sfida a queste inscindibilità del nesso le teorie gender mi consenta sua Eminenza
Ad usare il termine inglese mentre nel testo vedo che lei ha usato il termine l'ideologia di genere perché penso che da un punto di vista
Non è un problema linguistico ma la
La terminologia agende rende meglio l'idea
Di questa nuova ideologia che terrestre nata nella letteratura anglosassone
Dove il gender indica proprio la indifferenza azione sessuale l'esaltazione del gender neutro
Penso ad alcune teorie per esempio dei costruzioni sono che la teoria forse più radicale delle ti reggente R. che ritiene che lo schema gender a cui non ci siamo abituati nella società
Non lasciamo come maschi o come femmine
Ci percepiamo come uomini o come donne e e i siamo inseriti nella società con dei ruoli maschili o femminili
Questo schema gender dice questa autrice Butler ci sembra naturale in realtà è un processo di naturalizzazione cioè ci costringe
Dentro questa categoria che noi invece dobbiamo disfare c'è intitolare questo libro di questa autrice
Butler che si intitola nell'inglese en due indigente la disfatta del gene disfacendo genere dobbiamo cioè
Liberare l'istinto a vita della nostra identità sessuale ecco perché queste teorie arrivano addirittura
Attivo rizzare il polimorfismo sessuale quindi non c'è più la differenza maschio o femmina ma semmai dovremmo dire che c'è maschio e femmina o né maschio femmina cioè c'è un'oscillazione tra maschile e femminile
E nell'esaltazione leggenda neutro e queste stesse teoria parlano di Sex all'Oriente Jean parlando di equivalenza dell'orientamento sessuale omosessuale eterosessuale bisessuale
Ci siamo abituati a leggere l'acronimo anche su molti documenti giuridici per la verità oltre che sui giornali che addirittura nei programmi scolastici educativi LGBT di lesivi che Ghedi Sex transgender Inter Sex
è un acronimo che ci fa capire proprio la rottura radicale del nesso
Di cui si parlava non c'è più la differenza sessuale ma ci sono letta differenze sessuali non c'è più la famiglia ma ci sono le famiglie arcobaleno come vengono chiamate proprio
Le la la molteplicità dei colori delle sfumature cromatiche ci fa capire la molteplicità dei modi di intendere
Ormai il concetto di famiglia che viene come diceva il professor dall'autore svuotato
Nel suo significato
Costitutivo
Dunque di fronte a questa sfida forti sul piano tecnologico sul piano culturale
Il Cardinal Scola nel testo prenda una posizione molto chiara cioè dice ne dobbiamo prendere atto che l'orizzonte culturale è mutato dobbiamo prendere atto di queste nuove sfide tecnologiche
Ma non dobbiamo dal punto di vista filosofico o teologico accondiscende sulle
Cioè
Una cosa essa e ciò che si può fare da un punto di vista empirico un'altra cosa e ciò che si deve fare
Ecco che questa scissione tra lesse del dover essere viene oggi ritmati Zapata e nel testo del del Cardinal Scola è molto chiaro il fatto che dobbiamo prendere sul serio queste sfide
E dobbiamo riflettere molto critico su queste sfide dobbiamo ritrovare le ragioni della nostra fede cristiana ripercorrendo
I documenti del Magistero della Chiesa ci sono delle pagine molto belle nel testo
Di rilettura alla luce anche delle nuove problematica attuale di testi Magistero della Chiesa delle argomentazioni della teologia cattolica delle argomentazioni della filosofia metafisica
Ecco questo credo che sia un punto molto importante oggi cioè
C'è un passaggio bella nel libro in cui si dice certo che il molto audace il fatto di riprendere la verità oggettiva del nesso Triarico oggi di fronte a queste sfide
è come Davide di fronte al gigante Bolivia in qualche modo ci troviamo quasi
Controcorrente rispetto ad una mentalità sociale diffusa
Però vale la pena perché riprendere questa verità del nesso Triarico non significa dire no alla libertà
Ma dire no alla libertà assoluta cioè quella che ricerca attraverso la realizzazione possibile in ogni tecnologia di infiniti Zare infinito ma che è destinata a rimanere sempre insoddisfatta dove si parla un certo punto
Si usa l'aggettivo che mi pare molto pregnante la libertà esausta una libertà che continua a rincorrere una finalità ma che non riesce mai
A raggiungerla
La libertà invece fondata sul piano teologico filosofico nel testo
E invece la libertà che riconosce i limiti e aperta all'infinito con la i maiuscola che ci precede che ci sovrasta e che illumina i nostri percorsi razionali grazie
Grazie
Alla professoressa
Varazzani per la sua
Bellissima riflessione e professor D'Agostino il Davide contro Golia anche lei vede su una situazione come dire difficile da affrontare
Rispetto alla
Alla
Mentalità corrente
Dunque devo confessare
Che fino a questa mattina pensavo di commentare alcuni punti salienti di questo libro prendendo come tema di differimento il tema dell'amore
Poi
Apre Corriere della Sera questa mattina e trovo una lunga recensione
Di Aldo Cazzullo al nostro libero che proprio sul tema dell'amore come ciò che chiede insieme l'universo della storia il tema del Belli lavora
Individua una linea portante
Del dell'OPA del cardinale Scola cioè Cazzullo ha bruciato quello che volevo dire
Anche perché l'ha detto molto meglio di me e allora devo ristrutturare questo mio intervento
E ho pensato di ristrutturarlo partendo da una riflessione
Sul titolo del Libano
Lo sappiamo Illy il libro si intitola il mistero nuziale non è titolo particolarmente difficile
Però
Se ci ragioniamo sopra è un titolo che qualche perplessità la suscita
Perché il cardinale parla di mistero
Che cosa c'è di misterioso nell'unione coniugale
Il matrimonio è un istituto di tutti i tempi e di tutta la poche
Gli antropologi diete dolosi diretta ad ottenere fidi addosso odiato il matrimonio vivisezionato lo in tutte le sue dimensioni
Conosciamo perfettamente almeno se leggiamo rivisto Ross quali sono le strutture elementari della parentela che derivano dei vincoli matrimoniali
Ecco perché
Parlare di mistero nuziale
Beh la parola mistero
Non è particolarmente dispendiosa sappiamo che etimologia possiede in greco mistero il termine mistero
Allude fondamentalmente a ciò che è segreto a ciò che non deve essere di rivelato a ciò di cui non si deve parlare il verbo di differimento Miglio
In realtà significa chiudersi in se stessi a poco comunicare ciò che si sa infatti d'avvio viene anche l'aggettivo miope chi ed io credo che non riesce con la vista ad aprirsi al mondo
Ecco in greco o per i greci
Il mistero è quella dimensione di segreto a cui possono accedere soltanto di iniziati
Soltanto una piccola aliquota di persone sublimi
Che si sollevano rispetto alla massa e che hanno
La dignità adeguata per entrare in contatto complessa ulteriore dimensione del mondo
Non è così che la parola mistero entra a far parte del linguaggio e della teologia cristiana
Il cardinale lo spiega subito in modo molto rapido ma chiarissimo fin dall'introduzione
Nel cristianesimo la parola mistero non va intesa come segreto
Anche perché Gesù ha detto il contrario ringraziando il padre di aver rivelato queste cose ai più piccoli e non edotti quindi
Non c'è segreto che non
Possa che non debba essere rivelato
Ma piuttosto e qui cardinale cita un'opera c'è regredisce ben
Belle in Guaccero nella teologia cristiana per mistero dobbiamo intendere la modalità personalissima e benefica
Con cui invio si rivolge agli uomini invitandoli a ratificare il loro ad
Parte a lui o colui
Quindi
Il tema del ministero è sicuramente un tema che ho logico
Ed è un tema
Sia logico intrinsecamente ebraico cristiano ma io direi più propriamente cristiano perché i fari ferimento a questo dopo che Dio fa di se stesso agli uomini
Un dato che non ha nulla di segreto ma che è misterioso perché hanno assoluta gratuità di udito uno ogni dove in fondo e misterioso
Perché se non c'è niente di misterioso in una retribuzione chi è dovuta è veramente misteriosa l'apertura gratuita
Dell'uno all'altro e figuriamoci quella di Dio nei confronti del genere umano
Questo vuol dire che il libro del cardinale Scola e confessionale
Cioè
Va letto ed ha capito all'interno esclusivamente all'interno della teologia e in particolare della teologia cristiana no non è così
Il libro a un esplicito fondamento teologico a partire dal titolo ma non è un libro confessionale
E questo è un nodo importante se vogliamo capire il pensiero di Angelo Scola la sua tipologia il modo con cui lui parla della con località
Non ne parlo in chiave confessionale
Ne parla in chiave teologica
Ma
Perdonate il paradosso la teologia cristiana forse non è confessionale
In questo senso io credo che
Angelo Scola andrebbe inserito
In quella categoria prospettata da assoluto comparto al Senato dei cardinali coraggiosi il cui Baltasar metteva come primo per la lista Josef Ratzinger
Cioè di questi cardinali
Chiaro il coraggio di dire cose che vanno completamente contro l'opinione comune radicata e diffusa
L'opinione comune diffusa oggi
Probabilmente non è ostile all'articolo Gia purché la teologia rimanga nel suo angolo purché la teologia viva all'interno dei seminari dell'Università pontificie
Perché se ne parli dei luoghi di culto
Al di fuori di lì la teologia non è riconosciuta non è accettata ottiene ripeto stigmatizzata come esperienza di pensiero confessionale
E quindi
Un pensiero che è inutile proporre
Alla generalità
Delle persone
Non è così perché il tema della coniuga vita della Luzzi alita come tema teologico
Ci consente di capire
La verità del matrimonio dopo del matrimonio esclusivamente sacro mentale
Ma del matrimonio in sé e per sé
Un matrimonio che poi era sacra mentalità trova ulteriori dimensioni di verità e di significatività ma che già nella sua struttura naturale
Va e può essere capito soltanto partendo da un a priori eziologico
Da quel mistero radicare della teologia cristiana
O da quei misteri radicali della teologia cristiana che sono il mistero della Trinità che è un mistero d'amore
Quello della creazione libera da parte di Dio dell'universo c'è una creazione di amore il Ministero dell'incarnazione
Che è un mistero da porre quello della passione morte Hervé sull'azione di nostro Signore che può essere capito definitivamente solo nella logica dell'amore cioè
Il bis i misteri cristiani ci inducono a capire a ad ammettere a riconoscere che chi non ama non è in grado di capire il mondo
Questo è un tema
Che è stato costantemente ripreso dal pensiero cristiano
è uno dei temi perché ama Pascal è uno dei temi centrali del pensiero di Pascale non può capire il mondo chi non lo ama
Non può capire il mondo chi non lo ama
è così luogo non può capire la donna e la donna non può capire all'uomo
Se non si amano nella prospettiva della coniuga Lita cristiana
Per la quale
La donna è un dono che Dio fa luogo e l'uomo è un dono che Dio fa da donne
In questa logica Didone attività coniugare
Siamo in grado di capire
L'unitarietà profondità del matrimonio e il suo immenso alla Soris l'altra sua immensa potenzialità di urbanizzazione
Perché nel matrimonio
Più che in altre esperienze
Sì realizza l'incontro tra persone
Quell'incontro che è precluso al rapporto sessuale biologico degli animali
E che invece soltanto nel rapporto coniugale trova la sua pienezza
Qualcuno di voi probabilmente penserà va bene in atto ci stai proponendo una visione spirituale del matrimonio
Sottolineando in questa unità del vincolo coniugale il suo portato più logico
Certamente sto dicendo qualcosa del genere ma non c'è bisogno di essere teologi cristiani
O di pensare in chiave teologica
Per rilevare che anche il pensiero non cristiano
E arrivato a capire
Come il rapporto interpersonale sia frantumato
E sia dolorosamente frantumato
Quella frantumazione che il matrimonio cristiano riporta invece ad unità
Potrei fare decine di esempi ne faccio uno soltanto che
Di essenze vi è sempre sembrato straordinario una favolosa affermazione di da nostrane
Che mostra come in un grande spirito dell'antichità aprì cristiana fosse presente
L'idea di questa frattura nell'esperienza relazionale
Nei confronti della quale vende mostrare decade nessun altro greco erano in grado di dare soluzioni del Mossad e dice qualcosa del genere andiamo con le prostitute per soddisfare la nostra carne
Andiamo con lei tele oggi potremmo dire con l'escort per soddisfare il nostro bisogno di cene eleganti o comunque di compagnia
Andiamo con le nostre mogli per soddisfare il nostro desiderio di avere figli
Pone in dimensioni
Separate e non sovrapponibili
Ciò che si chieda la prostituta
Secondo de nostre non è ciò che si chiede allieterà qualora escort e soprattutto non è ciò che si chieda la moglie
Come si fa a rimettere insieme questi frammenti come si fa
Semplicemente non si fa in una cultura Tareq cristiana o extra cristiana
Il cristianesimo
Unificata ciò che nell'esperienza umana
Se volete un'esperienza segnata dal peccato si presenta come separato e disgiunto
E qui se volete invado un campo che non è il mio ma possiamo pure ricordarci che solo
Col matrimonio cristiano per la prima volta entra nella storia l'idea dell'assoluta simmetria reciproche ante tra uomo e donna
Perché il matrimonio cristiano pretende
Sia dal luogo che dalla donna la pienezza di un consenso personale privo di ombre privo di coercizione privo di violenza
Il consenso femminile è identico dal punto di vista strutturale al consenso maschile nel matrimonio
Poi sotto tutti gli altri profili il matrimonio cristiano nei sei poli sancirà un predominio sociologico del marito sulla moglie
Ma non è nel momento in cui si crea il vincolo coniugale
E non solo il vincolo coniugale sacramentare ma qualunque vincolo coniugale nella prospettiva cristiana perché uomini e donne sono nella loro simmetrici TA eguali
E il loro rapporto è un rapporto personale che deve tenere insieme ciò che nell'esperienza facilmente si senta
E a questo punto per chiudere mi basta ricordare
Le indicazioni che ci ha dato laureato avanzati sulle scissioni che si stanno ripresentando nella modernità
Che
Sono se volete le stesse scissioni di cui parlava del mostrare male scissione di Canossa Re se ne aggiungono altre al sesso naturale si contrappone in senso virtuale attraverso
Internet
Alla desiderio di a vere
Relazioni
Per e interpersonali si aggiunge la moltiplicazione delle forme
Di convivenza da un solo sinfonica Badia cronica e poi
Laconico gravità sta assumendo con le nuove tecnologie deforme incredibilmente ambigue di una
Da un'azione si fa per dire di gameti cioè
La genitorialità viene appiattita a livelli di biologici di biologi istmo che neanche i greci erano mai venuti in mente
Allora
Oggi per parlare della vendita del patrimonio e della famiglia
Bisogna
Leggere il rapporto uomo-donna come un rapporto dotato di un valore intrinseco
è l'unico valore intrinseco autentico è un valore che va ricondotto ai lavori interpersonale
E il mondo più semplice che noi abbiamo
Per percepire l'amore è quello che
Ci induce anche I primi rapporti con i bambini per far capire ad un bambino che vi vogliamo bene di facciamo un dono ecco la donna attività interpersonale
In cui donna o qualcosa di me e all'altro perché l'altro non è identico a me in questo caso non avrei nulla da Donati
Ma proprio perché l'altro è come me ma è diverso da me di faccio dove ottime e o di qualcosa che rappresenta beve ecco questo tema che è un tema straordinariamente teologico
Nel libro del cardinale Scola ci viene presentato come chiave ermeneutica fondamentale
Perché attive il matrimonio e la famiglia
In un'epoca in cui le lacerazioni si moltiplicano
Creando semplicemente un surplus
Di infelicità di cui proprio vorremmo tutti fare a meno grazie
Grazie anche al professor
Agostino
Spendo potremmo concludere
Se non pensavo del fatto che l'autore
è presente questa sera per cui chiedo se mensa di dirci qualcosa grazie
Io intervengo solo
Per dire grazie
Questo grazie va a tutti ovviamente tutti voi presenti
Ma va in particolare all'Università della LUMSA che ha proposto e ho voluto questo incontro non ho mica chiesto io ordini di farlo hanno scelto l'hanno voluto loro è questo per me è un valore di dono molto singolare
Ringrazio
La professoressa parla Zanini il professor D'Agostino ci ambito vecchi per
Aver
Deciso di intervenire alla presentazione di questo volume voglio dire una cosa sulla genesi di questo volume
E una cosa sui suoi limiti
La genesi e
Legata
A risale all'ottantuno alla fine l'ottantuno quando
Giovanni Paolo secondo mi invitò avvenire insegnare presso il Pontificio Istituto di studi matrimonio e famiglia a alla alla terranno io allora insegnavo a Friburgo in Svizzera
E in un incontro con
Altri
Avevano con i stavano cominciando l'Istituto ha avuto Caffarra e che Righele altri professori
E mi disse però guarda che l'antropologia teologica dei fare
Non è quella del Trattato classico che tu hai già fatto eccetera Non ho devi ripensarla tutta a partire dal rapporto uomo-donna
E io mi sono trovato effettivamente un po'sconcertato e anche scoraggiato perché ciò come come faccio
A costruire un'impresa così come si può metterla in relazione
All'evoluzione del Trattato classico che era già stata tormentata per sua natura come hanno mostrato molto bene gli studi riferì che al se che poi
Anche la manualistica compresa la più recente che è arrivata dopo però il punto di partenza è stato quello lì allora io ho cominciato lentamente adagio adagio nei miei corsi
Di di di Antropologia teologica a riflettere in questa chiave
Utilizzando anzitutto il magistero Giovanni Paolo II e poi
Taluni autori da Baltasar fino alle sue radici fino a ci farà fino a fissarsi Noshi bene eccetera eccetera in cui con un certo tipo di antropologia adeguata sia priva al tema dell'unità duale
Giovanni Paolo secondo la chiamava l'unità dei due
E quindi i invitava
Progressivamente e lentamente a a guardare ai capitoli classici dell'anche il Trattato di Antropologia
In un in una chiave
Effettivamente innovativa
E diciamo che il libro è un po'l'esito dei miei corsi e ridimensionati rivisti diciamo introdotti
In una c'era in un certo orizzonte sistematico quindi con dei tagli rispetto i corsi con delle aggiunte eccetera
E e questa è la genesi e che al debito che debbo
A al Santo
Papà e che mi fa molto piacere riconoscere per quel poco che sono riuscito a ad attuarlo facilitato dal dall'altro dalla genialità
Dell'intuizione accademico pedagogica che Giovanni Paolo II ebbe dell'istituto del quale amava sempre a dire
Sorridendo interne invece in giro che il fondatore sono io quadretto voi siete milizie attori ma il fondatore sono io
E
E
Realmente
Diciamo nell'istituto nel suo tentativo diffondere la dimensione zoologia con la filosofia delle scienze umane
E nella sua nel suo impianto strutturalmente istituzionale perché vive di sedi
Undici mi pare in tutto il mondo ha favorito una circolazione uno scambio tra docenti di di notevolissimo livello e ha permesso
Di integrare
Per esempio ma è la mia competenza che era prevalentemente filosofico teologia con taluni aspetti
Delle scienze umane e così via
Questo per quanto riguarda la genesi per quanto riguarda il limite del del volume questo lo lo vedete riflettendo sul fatto che si tratta di un della terza edizione su un volume
Che
Era due volumi delle prime due visioni che si sono chiusi seguito nel due mila
Infatti io non non avevo intenzione di pubblicare questo volume perché non può prendere in considerazione
Diciamo altri passi e altri aspetti che si sono andati invece attuando sviluppando in questi ultimi tredici quattordici anni a dire il vero
Ho in in serbo non pochi materiali per riscrivere su questo tema e la mia intenzione era proprio di fare questo non tanto di Rieti tale per la terza volta
Questo Ministero nuziale ma di rifarlo di rielaborarlo poi la vita forte altrove voi capite che da patriarca di Venezia sopruso cardinale di Milano non c'è solo
Poco tempo per scrivere ma ce ne poco anche per leggere purtroppo e drammaticamente quindi questo progetto se mai
Allora alla luce sedi ora mi darà vita salute quanto passerò la mano fra breve piuttosto fra breve insomma che
Nella mancano tanti degli anni magari ci ritornerò sottratti
Allora voi dite perché mai pubblicato basta molto banalmente per l'insistenza dell'editore dalla Marcianum Press che dice non è più sul mercato la gente lo chiede
Anche se un libro difficile nel porto sempre dietro questa fama diritti d'autore difficile di scrittori difficile
Ti parlatore difficile stato usato in tutti i modi a vantaggio o svantaggio della mia persona no ecco e
E questo mi minimi così allora ho detto va bene se lo domandano Macrì fallo però facciamo un volume solo tagliamo via certe parti e così abbiamo fatto dire il vero leader
Di tagli alle parti è venuto perché è stato tradotto un po'in tutte le lingue venuta dall'editore francese e abbiamo
Ripreso la la selezione che
Dei suoi francese affatto
E poi ci però c'è anche una ragione di contenuto per cui oggi ho accettato l'ipotesi di fare questa terza edizione in attesa eventualmente di riformulare tutta la materia mantenendo però
I i centri costitutivi
Ed è che a me sembra che proprio in vista
Dei due sino di
E del grande dal della grande domanda dissenso circa l'amore la differenza sessuale
E la procreazione che circola in maniera confusa finché si vuole ma circola fortemente nel mondo di oggi
E è era necessario e necessario iscrivere tutte queste problematiche che poi hanno dei risvolti pratici molto molto imponenti che
Potenzialmente anche molto molto
Di solventi senza fare catastrofismi come ci invitava il Papa
Ieri parlando a nuotano i vescovi
Ecco dicevo che
Mi se mi sembra
Questo volo mi sembra utile per creare un quadro e un orizzonte entro cui poi affrontare anche le problematiche specifiche anche scottanti
Legate alle sofferenze alle fatiche eccetera su cui
In questi prossimi due anni
La Chiesa rifletterà affondo ecco
Questo è un motivo sostanziale mi sono letto mi sono detto questo anche rileggendo in vista di questo incontro qualche pagine da tanto tempo che non rileggevo più
E come succede tante volte dicevo ma troppo scritta io questa cosa qui come mai perché le spunta fuori legge dal in questi teologico sarei più capaci dicevo di scriverlo ma comunque
Allora sono molto grato a
A ai relatori perché hanno ridetto cosa io intendo per mistero nuziale cioè
Questo intreccio oggettivamente indissolubile
Che si può ottenere anche nell'orizzonte delle filosofie fenomeno logiche se sono ben intese
Perché oggi
Una una riflessione sostanziale di tipo filosofico deve tenere insieme la dimensione classica la dimensione trascendentale quella fenomenologica quindi non
C'è un orizzonte sufficientemente ampio deve usarle tutte e tre
Ma l'idea è che
Il fatto che noi ci troviamo situati sempre dentro una differenza sessuale
è
è
Un segno che immediatamente rinvia in maniera out evidente all'altro e quindi apre alla relazione e apre all'amore e siccome siamo situati nella differenza sessuale corpo oralmente
Come ogni essere situato nel corpo
La il il diffusivo dell'amore genera vita chi è la procreazione ecco io
Ho voluto dire che l'intreccio di questi tre elementi e
E oggettivamente ciò che da ragione
Di quello che io reputo l'elemento di auto evidenza originaria
Del senso dell'essere al mondo dell'uomo potremmo usare il tema dell'esserci di Heidegger e
Da questo punto di vista il mistero rigidi nuziale eh
Originario cioè
E la strada normale attraverso la quale io capisco chi sono da quando vengo al mondo
A mano che cresco eccetera è certamente vero che io dico che
Il mistero nuziale è applicabile è una dimensione dell'amore non tutto l'amore ed è applicabile
A tutte le realtà cioè da dalla da dalla realtà ad animale
Ovviamente analogicamente fino Addio fino alla Trinità stessa anche indico esiste differenza
Baltazar e il e se sarà vivono parlate addirittura di superasse su Alitalia alla Trinità
E qui c'è avventura avemmo in vocaboli evidentemente molto molto delicati io lo accenno soltanto nel mio libro lo sviluppo questa tesi ci sono stati gli americani che hanno lavorato moltissimo
Sotto la guida di del
Del del precedente
Arcivescovo di dire solista provano Williams certo fatto tutto un gruppo di lavoro
Su questa tematica arrivando poi dopo ad attribuire il maschile e femminile invio all'
Ora baschi dal padre poi allo spirito e il tre e tante altre cose io fin lì non
Mi sono avventurato e non mi avventuro però appunto è
Il mistero dei nuziale una dimensione costitutiva
Di ogni tipo di amore evidentemente secondo modalità analogiche
Inc e quello è l'analogia con Dio e quella come ci ricorda lateranense quattro quarto in cui
La differenza è sempre enormemente più grande di ogni somiglianza
In particolare
Mi sono sempre più reso conto che nel
Nel mostrare le ragioni
Per del della visione umanissima
Del del matrimonio e della famiglia il punto critico ed è il punto su cui obiettivamente oggi la nostra società fatica e la comprensione adeguata della differenza sessuale
E della sua insuperabili ITA della sua intralci di verità
è molto significativo che
Diciamo la Chiesa cattolica a nel sostenere questa tesi un alleato singolari Simo in tanta parte della psicanalisi
La psicanalisi la Carmiano ha per esempio sottolinea con forza li indicibili ITA l'indeducibilità Lin supera di ditta della differenza sessuale perché
Perché c'è confusione questo punto perché si si fa equivoco tra
L'idea di differenza idea di diversità
La differenza non è una diversità
La differenza è una dimensione interna all'IVA la parola differenze vuol dire spostare lo stesso da un'altra parte allora se io sono situato
Della differenza sessuale maschile ho sempre davanti a me l'altro modo di essere parimenti persona che
La persona situate una differenza sessuale femminile e il faccia a faccia il contro immagine che che uomo ter la donna e e viceversa produce sempre nell'io uno spostamento
Che ti costringe all'apertura ti costringe andare verso l'altro lentamente ti spara anca con naturalezza all'amore come
Metterla la diversità ma
La la differenza è una dimensione
Il tra personale
E come tale non può discriminare nessuno
E io non posso prescindere da questo dato mentre la diversità è una dimensione interpersonale allora può essere
Principio di discriminazione e le diversità devono essere superate a tanti di ben dieci Sacco questo
E la cosa su cui
Diciamogli i passaggi ulteriori che ho fatto già ludico nel nel mistero queste questa questo volume ma nei passaggi l'unico fatto e quello su cui ho più idee in testa o qualche cosa di scritto su cui se se
Se potrò vorrò ritornare
Chiudo dicendo che comunque
E come possiamo
Tenendo una posizione
Diciamo così nonché compresa oggi
Dentro una società perché del terzo millennio della bioetica libertaria dell'individualismo libertario e
In cui la libertà non è più è ridotta al puro al puro atto di scelta senza che questo stesso atto atto di scelta di un qualche vincolo con il bene con il mare
Scegliere per scegliere che sta spiega ecco
Come possiamo muoverci dentro questa scelta costruttivamente questo lo slot lo traggo dalla mia esperienza pastorale a Venezia quando sono arrivato
Il Patriarca
Diciamo Patriarca Giovanni Paolo primo Luciani aveva creato un'iniziativa molto bella una volta all'anno incontrava in cattedrale tutti i fidanzati che si sposavano in quell'anno lì
E instaurava un velivolo migliaio mille mille duecento ragazze e ragazzi e
Instaurato un dialogo con loro
Allora io ho ripreso dopo dopo che il cardinal ce l'aveva portata avanti in tutti gli anni ho ripreso costa tra dizione mi sono accorto che cominciando a parlare di queste cose in questi termini non soltanto dei termini
Che sono implicati in queste delle importantissime conseguenze di carattere morale ed etico ma in questi termini più antropologici più ti ecologici ci sono capito nel mio libro occultando del nesso del ministero nuziale con la trinità
Col padre col figlio con lo spirito santo con la Chiesa quello Caristi eccetera eccetera i ragazzi si sorprendeva
Dice a Roma a noi non sentiamo parlare dell'amore in questi termini qui non abbiamo non siamo per la differenza sessuale in questi termini qui
E e anche tutte le problematiche la convivenza tra non convivenza il per sempre lontano sempre sì si scioglieva un poco non dico che si risolve ci Soliemo non poco e allora
Io dico che dobbiamo in questa società testimoniare la bellezza ecco perché il tema del bell'amore centrale secondo il passaggio del sì Rashid greco la bellezza
Dell'amore così vissuto no
E testimoniarla e qui si pensano io no
Da quando sono Vesco max sarà capitato a
Anche tra carità libresco e sono qui
è una cosa una cosa mi commuovono in più e quando la fine della messa vedi arrivare a passettino i due vecchietti ricorro eminenza cinquant'anni di matrimonio minacce null'altro giorno ATO come in uno scoop una copia settanta anni di matrimonio
Eccolo con un sorriso delicato sulla bocca io vi dico ma
Non sa la gente oggi cosa perde a perdere questa roba qui non lo sa Visaggio avvinghiano capirlo testimoniare
Testimoniare in raccontare
Perché la tesi nazione solo il buon esempio eh una conoscenza della realtà adeguate quindi una comunicazione alla verità
Perciò bisogna raccontare testimoniare raccontare incontrando le obiezioni cercando di scoprirne di scoprire le radici da cui partono rispondendo con chiarezza come
Ringrazio gli interventi oggi perché hanno aiutato in questo senso però questa della testimonianza e del racconto mai sembra la strada che ci aiuta a star dentro questa società complessa
Piena di desiderio di di compimento e di verità e di felicità ettaro molto molto confusa ecco grazie a tutti