20MAG2014
rubriche

Il Medio Oriente visto dal Cairo

RUBRICA | di Massimo Bordin RADIO - 11:54. Durata: 22 min 58 sec

Player
Puntata di "Il Medio Oriente visto dal Cairo" di martedì 20 maggio 2014 condotta da Massimo Bordin che in questa puntata ha ospitato Sabrina Gasparrini (collaboratrice di Non c'è Pace senza Giustizia ed esperta di geopolitica, Non c'è Pace Senza Giustizia).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Al Jazeera, Arabia Saudita, Astensionismo, Corruzione, Egitto, Elezioni, Esteri, Fratelli Musulmani, Giustizia, Medio Oriente, Morsi, Partiti, Pena Di Morte, Politica, Tv, Voto.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 22 minuti.
11:54

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale eccoci all'appuntamento con il Sabrina Gasparrini programmare il Medioriente visto dal Cairo e naturalmente la situazione va a
Fa ancora drammatizzare in dosi nella
In quell'area in quell'area geografica ma intanto
In questa puntata ci occupiamo di quello che succede propriamente in Egitto poi ci sarà tempo per vedere gli sviluppi
Di come la crisi libica potrà riverberarsi sulla anche sulla situazione egiziana o meglio il contrario in in realtà ma questo sarà
Ci sarà modo la prossima settimana questa settimana intanto c'è si può cominciare proprio da un dato o da un primo dato che il cui significato adesso ce lo spiegasse brina
Che riguarda le elezioni presidenziali perché siamo alle prime ai climi votare i primi voti
All'estero Arcore sono gli egiziani all'estero che votano prima ma in realtà forse già da quest'idea di fare qualcosa di indicativo e comunque la situazione politica e giudiziaria si muove ruota intorno a questo non c'è dubbio e intanto i risultati
Diciamo rispetto al all'orientamento del voto sui candidati sono
Dati ancora parziali mentre invece il dato definitivo che secondo me è molto importante quello dell'affluenza alle urne
Hanno votato circa trecento mila egiziani all'estero e che sono quasi la metà di quelli che avevano votato per le presidenziali del due mila dodici
E di questi diciamo circa quasi diciannove mila al momento sono le preferenze espresse per il maresciallo al sì sì e quasi duemila invece quelle per il candidato asseriamo sa bacini
Quindi ancora una volta ora e anche possibile che in due anni la situazione relativamente ai numeri dico rispetto agli egiziani all'estero sia
Modificata ma
Minimamente non non ci sono state
Grossissime novità da questo punto di vista quindi il fatto che abbia votato la metà delle delle persone non è secondo messi Dejan vedremo poi se questo dato verrà confermato anche rispetto alle elezioni che si terranno il ventisei ventisette in Egitto
Intanto va avanti comunque la campagna elettorale domenica è stata trasmessa alla Terza intervista al maresciallo al sì sì ed è stata trasmessa dal canale satellitare alcali atta
Ed è una campagna elettorale un po'appesantita da una sorta di botta e risposta a distanza perché non essendo previsto un confronto diretto tra i candidati capita spesso che buona parte del tempo
E che ciascuno a disposizione per poter illustrare il proprio programma venga invece impiegato per rispondere a quello che l'altro candidato ha detto nella sua intervista oppure in dichiarazioni
Rilasciate alla stampa e questo e da questo aspetto su sicuramente non secondario dal punto di vista
Della corretta informazione dei cittadini
Relativamente al loro orientamento elettorale si può aggiungere il fatto che il più delle volte non si tratta neppure di questioni di sostanza ad esempio nella sua intervista di domenica sì si è ritenuto di dover rispondere
Alle annotazioni chissà bassi di sabato e che lo aveva criticato perché quando morsi era ancora Capo dello Stato Sissi lo aveva onorato del saluto militare sostanzialmente maresciallo non ha fatto altro che esplicare l'ovvio cioè che quando un Capo di Stato e nell'esercizio delle sue funzioni
E così lo è anche il capo delle forze armate
Diciamo questo in genere di rispetto si deve non tanto alla persona quanto alle situazioni e quindi direi che è una cosa piuttosto scontata ha fatto anche riferimento Sissi al
Ai documenti riservati che sotto morsi sarebbero stati sottratti portati all'estero ne parlammo in una precedente puntata in Qatar in particolare
Attraverso uno dei collaboratori del dell'allora Presidente morsi però non ha voluto articolare molto su questa vicenda
Dicendo che per questioni di sicurezza nazionale è giusto che
Vadano avanti le indagini che anche perché questo è notiziario noi agli è uno dei temi perché riguarda la sicurezza dell'URSS e si e integra la fattispecie di tradimento e quindi insomma non è proprio e non ci sono novità da quel punto di vista d'altra parte
E quindi maresciallo detto anche che appunto la funzione dell'esercito e quella non di governare il Paese Manzi preservare la sicurezza delle Nazioni e che peraltro ai contribuenti egiziani tutto questo non costa un penny e
Questo come dire
Diciamo che
Posto che buona parte della diciamo dell'hotel sostentamento dell'esercito assicurato da Washington non è
Un'affermazione come dire peregrina oltre a tutte le attività imprenditoriali che l'esercito cura e di cui si occupa
Nell'ambito delle sue iniziative economiche sull'arresto indiscriminato degli attivisti Sissi invece ha detto che in realtà non sono stati adottati delle procedure speciali
Quindi semplicemente sono stati adottate le misure di applicate le misure previste dalla legge purtroppo l'intervistatore ho avuto il garbo di non chiedergli le pene di morte erogate della morte e soprattutto insomma come definirebbe se non come legge speciale una legge come quella attualmente in vigore che disciplina le manifestazioni pubbliche e soprattutto lo stato di cose che si è instaurato del tre luglio ad oggi
Se non è stato di polizia non so come lo vogliamo definire mentre invece si si diciamo a assolutamente in linea Egitto mai dopo il venticinque gennaio del due mila undici impossibile
Tornare allo Stato di polizia invece proprio quello che sta accadendo in realtà nella sua intervista di sabato Saba che aveva sollevato un po'una questione molto più pregnante che è quella della corruzione
E aveva detto secondo me
Il maresciallo Assisi non ha la volontà politica oltre che la possibilità reale di combattere un fenomeno che comunque nel corso dei decenni si è andato
Praticando a tutti i livelli della della pubblica amministrazione e quindi
E su questo sì sì non ha Nona assolutamente replicato
Sabati del resto lo ha criticato anche perché sì sì non avrebbe affrontato diciamo la questione del suo programma elettorale ma la stessa notazione si potrebbe fare sabati perché siamo entrambi i candidati sono più su dichiarazioni di principio che di sostanza
E sabati poi ha detto insomma sempre le politiche di così Mubarak sono ancora tutte lì e così come lo sono parte di quelle che Mozia a adottato durante il suo anno alla Presidenza della Repubblica Steel prossimo Presidente se non riuscirà a correggere questo
Acque questa tendenza e a quel punto gli egiziani non potranno fare altro che tornare in piazza e questo è un aspetto dirimente su cui Saba che ha assunto un impegno molto preciso
Inoltre sebbene sia stato uno dei sostenitori dell'intervento militare del tre luglio scorso che però si guarda bene dal definire colpo di Stato perché secondo Stati si trattava di rimuovere un Presidente golpista in qualche modo che comunque stava cercando di
Sovvertire l'ordinamento
Avuto quindi parole di condanna anche nei confronti della Confraternita quindi facendo sua la tesi dell'organizzazione del terrorista reti della bontà del provvedimento di messa al bando della fratellanza
Però anche detto che se diventerà Presidente fare in modo di interrompere la campagna diffamatoria
Contro i fratelli musulmani e così interrompere anche gli arresti arbitrari laddove l'obiettivo deve essere quello del reinserimento al minuto degli esponenti della fratellanza che non hanno
Che non abbiano commesso crimini decibel lucidità rientro Civitas si questa penso che sia una di quelle dichiarazioni che essere si pensa che l'Occidente possa attendersi da un candidato che che aspira alla Presidenza della Repubblica egiziana quindi fa che credo l'abbia fatto
Anche in questo spirito
Ha ringraziato e questo non perde occasione per farlo i paesi del Golfo per la disputa finanziario che stanno garantendo all'Egitto e lo ha fatto in modo particolare perché ha dato questa chiave di lettura detto
In sostanza l'Arabia Saudita il Kuwait e gli Emirati Arabi stanno pagando sì la loro stabilità interno
Finanziando legittima quindi consentendo all'Egitto di recuperare la sua stabilità
Dal punto di vista delle presidenziali c'è però un sondaggio che ho trovato molto interessante che è stato condotto dall'Egitto senza interforze public opinione research tra il dieci l'undici maggio quindi piuttosto
Recente e che è stato condotto su un campione di due mila e cento cittadini
E le domande erano tre la prima relativa all'anno data delle elezioni cioè sa quando si voterà per eleggere il nuovo Capo dello Stato la seconda era per quale candidato voterà evidentemente la terza
Che cosa si aspetta dal nuovo Presidente ed emerge che il trentaquattro per cento
Degli intervistati è informato della data il diciotto conosce una data sbagliata nel quarantotto non riconosce alcuna
Sulle preferenze di voto e si può capire diciamo la ritrosia di di multi nel nell'esprimere l'effettiva preferenze il settantacinque per cento e per si si il due per cento a questa banchieri sesto non ha ancora deciso come come votare
Dal punto di vista invece delle aspettative e qui purtroppo bisogna prendere atto di un dato che non è incoraggiante
Il sessanta per cento vuole stabilità e sicurezza
E a a seguire
Ci sono diciamo lento e quindi la campagna allarmista delle autorità interinale funzionato pienamente conseguì lavoro le riforme
Innanzitutto un innalzamento degli standards clinica la giustizia in ultima istanza all'istruzione della ricerca scientifica periferici questo devo dire sondaggio mostra un Paese che è pronto a accettare
Un regime
Vagamente autoritario come quello che si profila concedere alle successive allora parere anche lecito domandarsi per quale motivo Sangalli allora sollevare alcuna comunque perché poi anche alla fine dove gli spazi di libertà
Secondo me sì sì non è ancora eletto dovremmo vedere però saranno maggiori c'erano minori quelli sotto Sissi che non
Quelli che c'erano in precedenza a mio questa è una previsione azzardata che mi permetto di fare oggi a una settimana eloquente attuazione data perché è evidente che siamo in una fase diciamo così di termini doloroso e vogliamo lì
Che poi produce bonapartismo per usare uno schema classico
E da questo punto di vista accerto il regime sarà molto più verticistico non è detto ha fatto che troverà la corruzione ma può essere anziché Prosperi
Che il ruolo dell'esercito sarà più forte di quanto era nella fase calante del regime di Mubarak
Tutto questo tutto questo è vero però in mezzo c'è stato appunto la Confraternita che ha pensato bene di creare una situazione di caos questo quello che ora si raccoglie certo
Ci sono anche delle novità sul rispetto alla magistratura
Perché il regolamento di conti e non è soltanto nei confronti della Confraternita in generale diciamo di chi si oppone a questo nuovo potere ma sono iniziate anche le purché interne alla magistratura
Domenica sono stati rinviati a giudizio o meglio sono stati si allora rispetto all'organo disciplinare competente diciamo trentaquattro che sfoglia il CSM così cosiddetto
Trentaquattro giudici accusati di aver costituito un gruppo illegale perché connivente con la fratellanza musulmana questo gruppo si chiama giudici per l'Egitto e non è un gruppo di diciamo nuovo
Le accuse formalmente solo di aver messo a repentaglio la sicurezza nazionale la pace sociale l'incitamento allo sciopero che
Confesso non sapevo fosse una fattispecie di reato in Egitto ma comunque
In realtà si rettilinei ci sta bene
Zio
Dentro ci sono anche i sindacati interni alla magistratura che possono forse legittimamente usare lo sciopero come su quelli non lo so è una novità che circa fatti approfondire
Dicevo questi giudici non questo gruppo non è non è nuovo perché erano già andato a finire sui giornali nel due mila dodici perché aveva annunciato la vittoria di morsi
Un giorno prima rispetto all'Alta Commissione elettorale che era l'organo diciamo titolato ad annunciare i risultati del voto
E nel due mila quattordici quindi all'inizio di questo anno per aver spostato su quella che si ritiene essere la pagina Facebook del gruppo un comunicato in cui si vota mi invitava a votare no alla costituzione dei militari
Quello che lascia perplessi però è che tra questi trentaquattro giudici ci sono tre magistrati
Che peraltro non sono più interni alla magistratura da qualche anno
Ma ci sono molto noti perché sia perché hanno ricoperto ruoli di responsabilità in passato ma anche perché negli anni fra il due mila cinque il due mila e sette
Hanno animato tutte quelle proteste che ebbero grande risalto sulla stampa
Che chiedevano una maggiore indipendenza dell'organo giudiziario del potere giudiziario e parte delle loro rivendicazioni poi furono effettivamente raccolte da Mubarak nelle quando poi si procedette diciamo alla revisione costituzionale
E questi tre sono il Giudice Zaccaria della SIS che non è stato sono il Presidente della Corte di Cassazione in e di un organismo diciamo simile alla nostra Associazione nazionale magistrati
Ma durante le rivolte del venticinque gennaio era sceso in piazza aveva fatto un comizio a piazza San Pietro per cioè suggerire in qualche modo i manifestanti
Di chiedere la costituzione di una Commissione indipendente d'inchiesta che indaga se sui crimini di corruzione
Rispetto alla vecchia classe dirigente che parrebbero dovuto essere presi insomma come il rapporto trasmesso al procuratore della Repubblica e si sarebbero dovute aprire delle indagini alle prima quando pare dai pensava di candidarsi alle presidenziali
Lulli annunciò il sostegno avverrà dai quindi non è una persona immediatamente riconducibile alla fratellanza musulmana questo voglio dire
D'altra parte il giudice ma
Mekki ha avuto un passato ancora più dati vista la sua carriera iniziata
Nella polizia in e poi proseguita tra le fila della Magistratura dopo inquirente dopo la laurea in legge
E in occasione delle presidenziali del due mila e cinque aveva denunciato insieme assieme ad altri colleghi imbrogli
E che sarebbero stati messi in atto dei magistrati che allora dovevano avevano il compito di sovrintendere alle procedure di voto e per questo fu incriminato immesso sotto processo all'epoca un processo che è durato un anno
Anche il quale la cittadinanza buona parte c'erano circa dieci mila almeno così riportano le cronache cittadini che erano scesi in piazza si erano posizionati davanti alla Corte perché manifestare in sua solidarietà
E fra questi c'erano anche i fratelli musulmani ma insomma erano nell'ambito di una manifestazione più più variegata il l'anno successivo nel due mila sei è stato prosciolto da tutte le accuse perché il fatto non costituiva reato
E ha proseguito quindi la sua professione di magistrato da un lato e la sua attività di attivista diciamo politico si ma sempre nell'ambito della indipendenza del potere giudiziario e aveva
Anche fatto una proposta perché si modificasse la Costituzione per rendere possibile la
La presentazione di più candidati alle elezioni presidenziali
Nel due mila e dieci viene invitato in qualità ad assumere funzioni di vice Presidente della Corte di Cassazione cosa che accetta
E torna in Egitto nell'agosto del due mila dodici quando mossi gli offre la poltrona di vice Presidente della Repubblica
Che Mekki effettivamente accetta salvo poi dimettersi dopo quattro mesi in polemica con il Capo dello Stato Gorgos ti ricordi per le dichiarazioni costituzionali che erano state adottate appunto dal Presidente che non è dotato di potere costituente
E nonostante si sia dimesso in polemica poi morsi nel gennaio del due mila tredici o lo ha nominato ambasciatore presso la Santa Sede
Quindi
Voglio dire è un personaggio che ha avuto degli atti attinenze delle delle diciamo dei contatti delle collaborazioni con la fratellanza musulmana ma in tutta la sua storia e è nata e si è sviluppato in modo del tutto indipendente dalla confraternita
Il l'ultimo invece il giudice mantenuta Scuderi che anche gli è stato vicepresidente della Corte di Cassazione e per quanto si è resa iter quanto dicono i fratelli musulmani non non ha mai formalmente fatto parte della fratellanza
Nel due mila undici sia candidato alle elezioni politiche come indipendente
è stato però sostenuto dai fratelli musulmani
E però alle elezioni del due mila dodici durante tutto il periodo della campagna elettorale aveva sostenuto il professor Robol foto
Salvo poi cinque giorni prima del voto annunciare invece
Di aver cambiato idea diversa deciso di sostenere mossi tutto questo anche per dire che all'epoca dei fatti quote ieri non vestiva neppure più la toga quindi c'è questo provvedimento comunque questo procedimento disciplinare che è stato aperto anche il suo carico
E bisognerà chiarire sulla base di quali
Non so irregolarità o quali quali comportamenti si ritengano essere stati
Diciamo lesivi delle veline delle regole che interne alla magistratura peraltro il magistrato che si è occupato del fascicolo
Ha detto che le indagini sono ancora in corso quindi un'altra domanda che mi pongo il CSM in Egitto può ricevere fascicoli su provvedimenti disciplinari che ancora non si le cui indagini non si sono ancora concluse
Cioè non ha
Secondo me non ha molto senso ma poi non sono un'esperta però forse Tuni poi Beshir mia sezione disciplinare e nel CSM italiano dipende dai tempi dell'indagine si rende agevole formalmente chiusa
Sì possono recepire altri atti di indagine perché
Però non non inizia un procedimento disciplinare se non sono stati acquisiti tutti gli elementi
Vengo ora detto questo questo non è
Perché
E ci sono il procedimento disciplinare devo iniziare su ovviamente su basi su basi cartaceo deve esserci un esposto o qualcosa
E in via via che poi il procedimento aveva avanza possono aggiungersi altri o per esempio nel corso di questa vicenda che riguarda la Procura milanese non è che tutti gli atti
Precedenti peraltro lì non è ancora la Commissione disciplinare credo Bauer tre Commissioni riusciti del CSM
A ha avuto subito tutte le carte ci sono state poi memorie di funzioni controdeduzioni che sono atti di indagine
Allora non è una cosa se così non è una cosa sconvolgente
Cercheremo di seguire la vicenda fece poi gli sviluppi
Va bene
Chiuderei con non c'è una notizia che riguarda attenti l'Arabia Saudita in parte cioè riguarda l'Egitto ma sostanzialmente anche l'Arabia Saudita perché la TUC e la sigla che sta per se è andato in televisione Union quindi diciamo l'apparato radiotelevisivo di strada edilizia
La RAI Genziana esatto e ha sottoscritto un protocollo di intesa con emissivi
Che è una compagnia privata saudita e che raggruppa diversi canali satellitari e che è di proprietà di qualità libri cinema
Che è un imprenditore imparentato con i Saud perché una delle sue sorelle era un la moglie di utili dire fa caldo centristi il predecessore dell'attuale
Sovrano saudita
E i termini di questo protocollo d'intesa non sono chiarissimi perché sembrerebbe che il documento sia attualmente all'esame del Consiglio dei Ministri perché dovrebbero essere apportate delle modifiche però ci sono
Degli aspetti molto poco chiari nel senso che durante tutta la settimana scorsa la stampa egiziana aveva prima annunciato ieri il
Diciamo il ricchi l'annullamento di questo di questa intesa e poi è uscita la notizia della revisione in qualche modo delle delle regole
E
Ciò di cui si parla adesso ecco e comunque diciamo si parla di una
Cessione di quote una quota del pacchetto azionario e di decisioni congiunte per quel che riguarda la produzione
E la programmazione
Il che detto veramente molto in sintesi l'Arabia Saudita ha fatto breccia nel sistema dell'informazione radiotelevisiva egiziani in un momento in cui Al Jazeera non può più trasmettere dal Cairo ma può trasmettere solo dato
Quindi un'ulteriore
Diciamo su per ulteriori scelte negli anni poteva pensare nel regime egiziano che Silvia letizia diciamo così con Riad in opposizione addolorare al Qatar e quindi alla si assiste al regime del Golfo più amico dei fratelli mussulmani
Questo è quello che si chiedono però buona parte dei giornalisti che lavorano soprattutto per la testata internazionale che Nye stili
Della della virtù eh
Quanta autonomia l'azienda potrà conservare rispetto alle scelte editoriali beh certi una compagnia di Stato con la presenza di uno Stato estero al proprio della proprietà in termini forti è una cosa un po'così insomma non esiste
Non è Monica corrente dice ovvero una situazione eccezionale talmente complicate che può succedere anche questo
Va bene mi pare si sia ucciso in Libia che debbono in qualche altra annotazione vada
Mi pare che insomma il quadro egiziano è stato fatto in modo completo sì ci sono altre condanne a morte ma ormai veramente si è perso un po'il conto rispetto ad esempio nel caso di cui avevamo parlato di tutti i ragazzini gettati dato inserito il palazzo di Alessandria
C'è un processo che riguarda sessanta persone più una serie di altre processato in contumacia perché poi non non se ne conosce neppure l'identità posto che tutte le prove si basano su un video
E due
Si dice militanti della fratellanza musulmana di si dice che in quel momento fossero presenti su quelli sul tetto di quel palazzo sono stati
Ci sono stati condannati a morte anche lì il fascicolo è stato preso dei trasmesso al Gran Muftì che dovrà in questo periodo immagino a grande velocità la cosa che volevo fare morti su questo da questo punto di vista va beh poi vedremo
Speriamo che sia l'elemento
Va bene allora grazie assorbirà Gasparini appuntamento la prossima settimana