20MAG2014
intervista

La difesa dello Stato di diritto, l'amministrazione della giustizia, la situazione carceraria, le Br,il sequestro D'Urso, L'Unità Nazionale, i radicali

SERVIZIO | di Aurelio Aversa RADIO - 12:35. Durata: 2 ore 4 min

Player
Aglietta 15 gen 1981 Camera R.Naria, Tortora, Aglietta 8 nov 1984 Parma Aglietta 19 dic 87 Camera.

Puntata di "La difesa dello Stato di diritto, l'amministrazione della giustizia, la situazione carceraria, le Br,il sequestro D'Urso, L'Unità Nazionale, i radicali" di martedì 20 maggio 2014 , condotta da Aurelio Aversa .

Tra gli argomenti discussi: Brigate Rosse, Carcere, D'urso, Diritto, Giustizia, Partito Radicale, Politica, Rapimenti, Stato, Storia, Terrorismo, Unita' Nazionale.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 2 ore e 4 minuti.
12:35

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ancora un ulteriore momento di informazione di riflessione realizzato con documenti d'archivio che saluto abbia scelto di farvi riascoltare registrazione in galleggiano e ottantuno dalla novembre ottantaquattro e dove a dicembre ottantasette con le quali
Parleremo tanti che iniziativa radicale per la difesa dello Stato di diritto
Durante gli anni andrà dal terrorismo brigatista e non dei Governi vita nazionale delle leggi eccezionali volute da quelle maggioranza di amministrazione della giustizia di situazione carceraria e lo faremo riproponendo qui
La voce dell'ex
Deputata
Segretaria radicale Adelaide Aglietta scomparsa nel maggio due mila prima donna
A ricoprire la carica di segretaria
Di un partito politico giurata popolare alla primo processo contro le BR né del settantotto che con quella scelta rifiutata da decine di cittadini
Consentiva svolgimento di quello storico evento in uno a Torino impaurita riesco tenete dunque quanto dista da Aglietta alla Camera e le quindici gennaio ottantuno in occasione della Di Tiso che in quella sede si svolse sulla liberazione della magistratura Durso rapito dalle BR circo messe prima occasione per ricordare tra l'altro l'azione radicale svolta
Per evitare ennesimo cadavere a consegnare fattori deve cosiddetto partito della fermezza pronto in quel contesto è chiedere ed ottenere leggi sempre più autoritaria
Al termine
Riesco stretto invece una registrazione dell'otto novembre ottantaquattro quando Adelaide Aglietta insomma da Enzo Tortora
Ha detto eurodeputato radicale nella primavera di quell'anno partecipo ad un'assemblea
Su carcere giustizia che si svolse a Parma a partire dalla vicenda giudiziaria di Giuliano un'aria accusato di terrorismo detenuto in attesa di giudizio
Da otto anni è in gravi condizioni di salute in conclusione di ascolterete invece la registrazione del dicembre ottantasette quando alla Camera
Si è discusso l'attuale legge sulla responsabilità civile dei magistrati e dopo
Grande successo della referendum radicale del novembre di quell'anno
Montecitorio quindici gennaio mille novecentottantuno
Signore Presidente
Rappresentante
Signor ministro di grazia e giustizia
Io credo che se noi ci limitassimo oggi
A rispondere a quanto il Presidente del Consiglio è venuto a comunicanti noi saremmo colpevoli di superficialità
Nei confronti del Governo prima di tutto nei confronti dei colleghi di quest'Aula
Perché rischieremmo di limitarci alla contingenza senta cercare di andare avanti e di andare oltre
Nel tenteremo di darle qui
Ridare qui a tutti I compagni socialisti
Ai compagni comunisti ai colleghi di tutte le parti politiche al governo quel contributo rigoroso e puntuale
Costruttivo che sempre tentiamo e vogliamo dare
Credo che in questi giorni parlo qui
Con l'animo
Sgombro dall'angoscia
Di quella vita legata a un filo
Ad un filo a cui era allegata di han detto nei giorni scorsi anche quel minimo di dignità e di credibilità dello Stato
Dicevo con l'animo sgombro che questa vita sia stata recuperata alla propria famiglia
Ma proprio
A partire da questo
Io credo che una prima risposta
Vada data e voglio dare sinteticamente
A quel partito della permetta che in questi giorni abbiamo contribuito a far venire alla luce appare emergere
Appare emergere rispetto all'opinione pubblica rispetto alla gente una prima risposta va data proprio rispetto alle relazioni ancor più scomposte e ancor più incredibili
Che oggi ci arrivano dalle colonne del Corriere della Sera
E da la Repubblica
E voglio qui leggere faccio mio
E faccio del gruppo che rappresento il comunicato fatto da un compagno che molto in questa vicenda si è impegnato ed è stato coinvolto il compagno Pannella
Le reazioni inverecondo in scomposte dense di li vuole perché impulso è stato liberato sono una comprensione
Provano molto più di quanto avevamo intuito e temuto
Russo serviva cadavere
Gli appelli martellante al Presidente della Repubblica che venivano dai due gruppi editoriali
Quello Sindoni hanno e quello che è giunto fino a pubblicare le auto interviste delle Brigate Rosse i verbali degli mondi processa i terroristi
Dei terroristi perché intervenisse in modo straordinario nella vita delle istituzioni non hanno questa volta ha potuto contare sull'infamia degli assassini e hanno perso
Scalpelli Bagliani oggi sono eloquenti il senatore a vita catapultato per un errore che può rivelarsi gravissima nella vita delle istituzioni
Chiederò oggi a gran voce la costituzione in Italia del tribunale speciale assimiliamo entrati quella corte di sicurezza francese
Che tutte le forze democratiche francesi denunciano ormai come intollerabile offesa alla giustizia e dalla Repubblica
Scalfari come impartito mostra che il Governo al quale puntava
Doveva avere poteri straordinari e dittatoriali quanto all'opposizione radicale
Se non ci si intende censurare il mio pensiero si sintetizza dunque in questo modo il partito dalla permetta
Stava organizzando e sta tentando un vero a volte per questo come il fascismo nel ventuno ha bisogno di cadaveri
Ma questa volta al contrario di quanto è accaduto con Moro e stato provvisoriamente abbattuto
Per una volta le Brigate Rosse non sono servite
Voglio dire che quanto in questi giorni si è manifestato
Quanto di peggio poteva manifestarsi linciaggi
Processi
Insulti che hanno avuto
Gravissima anche in quest'Aula
Quanto di antidemocratico in tutti questi atteggiamenti di espianto e quello contro cui io e il mio gruppo finché saremo in quest'Aula ci batteremo a fondo con durezza e conferme
Ed allora voglio fare una premessa
Signor Presidente del Consiglio signor Ministro di Grazia e Giustizia
Al di là delle contingenze
E al di là dei tanti pur di immensa importanza non passa giorno non passa potremmo dire parola
Senta che la distanza fra la porta alternativa di governo che ed è sempre stata e che intendo rivendicare
Quella radicale e la Democrazia Cristiana e i suoi oppositori o collaboratori ufficiali divenga più spessa e chiara
Noi possiamo anche ammettere
In linea di principio e di fatto
Che alcuni atti che riteniamo emblematici di questa distanza
Possano essere non dolosi mai spinti spontanei
E difficile certo immaginare che un Presidente del Consiglio responsabile vada in momenti drammatici della vita del Paese
Drammatici per l'ordine pubblico drammatici per l'ordine al repubblicano in caserme a dichiarare che il peso della salvezza dalla rete la grave deve interrogare innanzitutto sulle spalle di un corpo militare sulla sua organizzazione sulla sua dottrina
E che ci vada sempre a rendersene conto esentare diversi conto della gravità di quel che dice in tal senso con parole secche inequivoco
Noi possiamo anche ammettere
Che il Ministro di Grazia e Giustizia il ministro Orsatti
Che si diletta eccidi letta di lettura e coltelli Fini
Non voglia deliberatamente pur essendo il Ministro della Democrazia Cristiana affermare la supremazia della ragion di Stato nella vita politica civile e istituzionale del Paese
Tant'è indipendente ogni riferimento al senso dello Stato e cosa opposta
Ma proprio perché siamo disposti a farsi salve le buone intenzioni
Proprio perché vogliamo evitare anche se non concederebbe differenza sostanziale che non si tratta di calcolo ma distinti di spontaneità di naturalezza
Dobbiamo allora e nello stesso tempo prendere atto che ci troviamo dinanzi Alpiq definitivo assestamento storico della classe di lì dirigente democristiane di tutta quella di regime
Su una cultura
Erede di quell'antidemocratica clericale autoritaria populista e corporativi sta che torna a rovinare a creare rovina non solo sull'Italia ma sull'Europa
Ragion di Stato la salvezza della democrazia affidata corpi militari diritti dallo Stato contro lo Stato di diritto
I diritti civili e i doveri civili subalterni rispetto a quelle militari
Visione dell'esercito di tipo sudamericano Stato sempre più militarizzata e società sempre più armata ecco era ben altra cultura politica ecco arabe nostra ideologia
Cioè la vostra cattiva e falsa coscienza
Il vostro sistema di riflessi ed i pensieri
Non di pensiero che i dati davvero difficile concedere ho rintracciato
Così diventa logico
A partire da queste considerazioni
Un episodio che forse è poco conosciute e che già ho avuto con gli oneri ricordarle signor ministro e non a caso
L'Avvocatura Generale dello Stato ed innanzi alla Corte costituzionale
A nome del Governo per suo conto di questo è il Governo sottolineo
Tempo concludendo i socialisti socialdemocratici a nome di questo Governo
L'Avvocatura dello Stato chiede che non venga giudicato costituzionalmente proponibile
Il referendum
Sul
Porto darmi oltre ad altri
Secondo il Governo secondo questo Governo lo sottolineo
Il porto d'armi che significa milioni e milioni di armi che circolano
E che corrispondono al sostegno di un'industria non produttiva e gravemente inquinanti della società
Che corrispondono alla legge della giungla ora presuppongono legittimata e ritenuta ineliminabile
O a quella del taglione
Il porto d'armi e nientemeno che è un diritto costituzionale civile
Avete fatto sostenere
Dall'Avvocatura dello Stato presso la Corte costituzionale
Che il porto a Termini significa attentare
L'onorevole
L'onorevole
Varedo onorevoli colleghi
Onorevoli colleghi onorevoli onorevoli colleghi
Squallore i colleghi
Mi pare mi pare che l'onorevole etichetta sta dicendo che l'Avvocatura dello Stato ha sostenuto una certa attesi
Su una questione che di competenza della corte costituzionale non possa
Ma lei ha diritto di avere il suo pensiero ma non vorrei che noi mettessimo ciascuno delle sentenze anticipando la golden gol più il giornale che amo molto lavoro ma che fa senza dubbio a tempo opportuno anche questo ex onorevole ampiezza non condivide il parere dell'avvocatura
Dell'avvocatura che è una cosa diversa da non condividere ho data preannunziare al
Sentenze che dovranno poi vedremo onorevole diretta Bossi riguarda esprimendo un suo pensiero e la ringrazio
Non
Abbiamo favorevole dei colleghi per favore navale dicendo signor comunque ministri di grazia e giustizia
Che avete fatto sostenere
Che togliere il porto d'armi
Significa attentare al diritto costituzionale di proprietà alla Sacra proprietà del cittadino
Il diritto allearmi è un diritto civile
Do ora interni la gente dovrà difendersi lei sull'accordo con le armi non so se è anche una dichiarazione di potrebbero rimanere ringraziarvi di imperio
Non è obbligatorio non è comunque un uomo compra con la convivente appaltata
Molte di queste cose
E idee osservatore legato sensibilità
Capire
Però significa riempire
Che io litigare
Ieri
Rapporti funzionali ai fini
Eppure
Anche in quel territorio
E la S.p.A. di una cultura
Stupidamente volgarmente dimissionaria da qualsiasi posizione morale inciviltà di diritti
Una cultura giuridica canonica Gesù mitica casistica
Dove tutto è relativo
Tutto è permesso perché sembra negato a condizione che l'atto è assai dominante ci trovi il suo tornaconto
Il tornaconto di un potere non vincolato da nessuna legge che poi il testo e per primo a violare la e quindi spingere alla violazione da parte degli altri e quindi lasciarla viola
Noi sappiamo
Che nel Governo in questo Governo era presentata anche altra tradizione
Altra cultura
Molto vicina
Forse i tempi che alla nostra per molti versi
Anche se spesso troppo spesso
Contrapposta poi sul piano della concreta politica sul piano della gestione quotidiana
Dobbiamo dire in questa occasione
Ai compagni socialisti con i quali ancora una volta
Come per la raccolta delle firme sui referendum in primavera
Abbiamo registrato momenti di sintonia e di sensibilità comune
In mezzo al linciaggio indegno ma quanto esplicito e chi veniva da quasi tutte le altre parti politiche dobbiamo dire ai miei compagni socialisti
Di stare molto molto attenti
Nessuna delle culture delle grandi culture a cominciare da quelle per migranti da secoli
E dalle altre trionfanti praticamente in questo secolo Cilea interamente estranea
Ognuna di queste reti in Siria intimamente è una parte di noi fa parte di noi e nella nostra storia
E poiché per noi non bel problema di rapporto fra politica e cultura
E la politica è cultura
O non ne nemmeno politica dobbiamo in questa occasione sottolineare
Che la cultura di questo Governo la cultura di potere
Quindi la politica di questo Governo quella di questa maggioranza non meno di quella
Delle opposizioni vecchie di questa Assemblea di destra di sinistra si sta rivelando disastrosa
Poiché non siamo ingenerosi non abbiamo bisogno di
Esserlo
Ammettiamo pure
E concediamo volentieri
Poiché non siamo però a coloro
Che hanno fatto la politica del tanto peggio tanto meglio particolarmente in questi giorni
Concediamo che il Governo e la maggioranza nel suo insieme
Si sono comportati
Nella doverosa e in tale vicenda del sequestro D'Urso meglio immobile meno il nobile meno indecente di quanto non fecero durante la vicenda Moro
E che tutti anche il Governo e la maggioranza salvo una parte
Hanno dunque comunque è un suo all'esito
Nel complesso positivo di questa vicenda
Concediamo anche poiché è la nuda verità
Che in quest'anno in queste settimane
Quanto di positivo poteva avvenire
Da una più responsabile e seria
E libera da condizionamenti equivoci e pericolosi amministrazione dei vari dicasteri
Nell'ambito e però della continuazione sostanziale è questo il punto che vogliamo sottolineare i compagni socialisti di una politica
Prammatica mente tragicamente sbagliate catastrofica lo si è incominciato ascolto
Nei confronti dei governi Andreotti e Cossiga
Dei Ministeri degli interni
Cossiga di giustizia dei vari Bonifacio Molino
è evidente a tutti che lo Stato e Stato e meno clamorosamente battuto
Di lì peso irriso praticamente dalle porte del terrorismo
Mai
Come allora abbiamo il dovere di ricordarlo come dal settantasei al settantotto
Come per l'approccio vicenda Moro per quella Sindaco lei Caltagirone lo scempio nel Paese ha corrisposto in modo così puntuale
Allo scempio delle istituzioni della giustizia dell'ordine pubblico e del Parlamento che era stato sequestrato dai vertici di partito autoritari e anticostituzionali
Quante incapaci menti e corro
Governi monocolore dalla Democrazia Cristiana
Preferiti e sostenuti dal Partito Comunista sono stati anche quelle dallo sfascio legislativo delle leggi sbagliate sfascia enti che si succedevano poi ma poi gli altri quel vergognoso
Gli anni dell'Unità nazionale e i suoi Governi e le sue maggioranze costituiscono e hanno costituito una iattura
Ma ci troviamo davanti e dinanzi a quella relativa all'ENPALS Volpe di quella politica
Nei temi di fondo continuate a restare uniti senza nemmeno accorgervene tutti tragicamente ogni
E tornando alla vicenda Durso devo dire
E il Governo ha mancato e ha mancato e ha mostrato i limiti limiti di stile di cultura anche
Quando non ha risposto subito lo diceva già il collega Pinto
Con chiarezza con onestà
A chi aveva sequestrato il giudice D'Urso richiedendo
Facendo una richiesta rispetto all'Asinara che queste richieste alla grottesca ridicola perché le BR prima di ogni altra sapevano benissimo che era già in corso è già deciso dal Governo lo sgombero
Di questo carattere del settore spettrale di questo carcere
E che il Governo e Parlamento erano impegnati a realizzarlo
Non l'ha fatto
Perché ha avuto paura delle critiche interne
Ha avuto paura del Partito comunista del Movimento Sociale di una parte dei repubblicani
Quella parte ormai chiaramente demonizzata
Dal gruppo Rizzoli
E dal suo mentre ora il senatore Valiani
Non l'ha fatto per mancanza di convinzione o di convinzione
Però poi lo ha fatto
Adempiendo alle esigenze della Costituzione
Nei confronti del Parlamento
Oltre che adempiere vedo
A quelle esigente operative secondo le opinioni e le richieste
Per il generale Carlo della Chiesa e del generale Galvaligi stando almeno a quanto ci raccontano i quotidiani
E ha fatto bene
E ha fatto bene a lasciare
Tranne in atti e dichiarazioni
Che sono stati in realtà più vili federali
Atti e dichiarazioni del Ministero di Grazia e Giustizia Itta la scorsa volta glielo ricordato ha fatto bene a lasciare dicevo il potere giudiziario
Responsabile del suo settore
Sia di fronte alle decisioni che il potere giudiziario ha assunto
Nella sede di Firenze
Per quello che riguardava
L'imputato Farina sia di fronte a quello di rapporto e di incredibile stile del magistrato il Sica
Io porto il segno civile oltre che politico
E ha fatto bene e hanno fatto bene il Governo e la maggioranza a rovesciare l'atteggiamento il Governo e di maggioranza del periodo del sequestro Moro
Assumendosi le sue responsabilità non delegando alle delegazioni dei vari partiti complicità liberare i vertici di partito e le funzioni proprie del Parlamento
Ha fatto bene il Governo va bene a non interferire o tentare manifestamente di intervenire su alcuni giornali dell'area pubblica Opara pubblica
Sicché si deve al Messaggero oltre che al secolo in misura molto minore al giorno
Di avere per una volta ha testimoniato per un'editoria è un giornalismo non partite hanno leale e settario sono possibili almeno immaginabile ovunque in Italia anche il ponte pertanto
è vero
Sette anni motivati
Da qualche anno
In cui
E
Attorno ad una
Onorevole Pajetta
Sbagliata la prego
Onorevole Aglietta talento non viaggi inviammo un'Aula che ha bisogno di grande modernità
Quindi la prego di riprendere il discorso senza raccogliere insieme il sistema grandi opere
Io ringrazio il
Proseguire e devo dire che in questo comportamento e ha tenuto il Governo
è stata oggettivamente aiutato dalla diversità delle rivendicazioni dei terroristi
Al tempo della strage di via Tani si ponevano condizioni allo Stato è una differenza importante inaccettabili in quanto condizioni inaccettabili in quanto a condizioni legalmente inammissibile intollerabile
Ed è vero anche
Che la gestione violente ignominia OSA dei partiti in primo luogo del Partito comunista e dalla Democrazia Cristiana della tragica infame anch'essa a vicenda
Aveva in modo quasi un manifesto indignato il Paese moltiplicato le istituzioni
Proprio
Connesso al tragico l'esito del sequestro all'assassinio di modo che questa volta
Non è si è ripetuta se non marginalmente e con un partito comunista risalito solo perché
Escludono dalla possibilità di valutare di mali incidere come allora
Insomma il problema
Per trarre delle conclusioni da queste premesse
Il problema non è quello delle Brigate Rosse e per la vita del nostro Stato e del nostro Paese
E chi è assai silente un anno meno di trenta persone
Sia a tal proposito è premiato
Per essere assestino ad essere promosso a protagonista Petris teorico della vita del Paese
è un appello di altri e non di quel tipo di Moretti apprendistato di regime di cultura di politica è fatta il vostro
Noi
Soli lo voglio ricordare non ci siamo stancati di ricordarlo in questo periodo
Noi puntiamo soli al tempo alla strage di via Fani ad gridare spaventati quanto il fatto
Che l'aborto e la cultura di informazione la cultura Dalia Manuela Rocco la cultura ed è giusta però selva di parte dei giornali
Sì Petti avendo di fatto portavoce della risoluzione politica dei comunicati delle brigate rosse siamo stati io riterrei ragionare
Erano appetibilità di virgola dopo virgola per virgola dopo pertanto è una dopo giorno ottemperato alle pagine di tutti i quotidiani di tutti i giornali di partito e l'auto
E gli avete concesso o in un solo giorno
Io ho imparato nazione dettagliata e precisa di Taranto e non avete concesso in dieci anni all'eletta nonviolenti Cirilli ed a tematiche socialiste e libertarie per i radicali eravamo soli
Accusati di intollerante di liberalismo il fronte
Anche in primo il nuovo agli uomini cultura
E di cultura comunista a cominciare dallo storico ufficiale del partito comunista Paolo Spriano
Noi dicemmo allora
Abbiamo sempre detto abbiamo continuato a dire
Che laddove c'era Fersini malattie problème attendeva
Con l'appello dai stanno in alto
E che va trattata come tale
Lo ripetiamo lo abbiamo ripetuto ogni giorno in questi giorni da Radio Radicale ne abbiamo sottolineato
E a fare il distacco
Signor Presidente del Consiglio
Perché non si sono realizzate neanche queste sono cose che noi diciamo oggi che diciamo da sempre rispetto alle tali lottiamo da sempre c'è puntualità permettano rigore
E affare di Stato perché non si sono realizzate
Per il concorso politico-culturale di una democrazia cristiana e di un partito comunista astiene egemoni su tutti gli altri gruppi parlamentari
In sede legislativa gliela ripeto nei codici da dieci anni il Codice di procedura penale non esiste
Sia nella ripararla carceraria che è rimasta lettera morta ed è diventata quanto alla riforma gliela riparla di polizia da otto anni inutilmente impreparata la richiesta
Dagli agenti di polizia né quella degli agenti di custodia dal settantasei avevate preso impegno il Governo Andreotti aveva preso impegno serali la riforma degli agenti di custodia invero
Tempo sarebbe stata varata ancora oggi giace in Commissione
Ed allora io credo
Che in questi anni queste sono le cose
Con questo concorso di responsabilità comuniste e democristiane che non si sono fatti
E quindi noi diciamo che intendete realizzata a fronte di quanto si sarebbe dovuto realizzare che invece è realizzata
Una situazione di giustizia di polizia e carceraria che sempre più deteriorata e pericolosa
E il grottesco oggi riflettiamoci e grave il grottesco e drammatico che siano le Brigate Rosse
Dico che siano le Brigate Rosse a essere lasciate a rivendicare l'attuazione dei principi costituzionali sul carattere non punitivo ad appena Beccaris già sono avanti la prega Terra d'arte che viene ad allontanare
Presidente del Consiglio che per seguirà la politica di differenziazione nelle carceri con quello che abbiamo tentato di evidenziare il significa questo
A difendere le Brigate Rosse
Il carattere umano e democratico delle carceri e delle procedure processuali e di polizia loro che hanno però attualmente praticata in questi anni pena di morte sequestro
In Spagna tentate innocenti che hanno avuto l'unico
Dico l'unità col PATI compiere come ritenevano più tutto in coscienza il loro dovere rispetto allo Stato e alle istituzioni
E oggi ci venite a riproporre
Il fermo di polizia
Ma non vi rendete conto dell'ottusità della criticità di questo patto il perno di polizia per il
Teste annessione
Del Ministero degli interni nelle relazioni che ha presentato non è servito a niente
è un passo indietro sia inutile e pericoloso che porterà sempre di più alla crescita che darà fiato alle Brigate Rosse questi sono i testi che non vanno fatti
Chiesti non perché sono testi perché sono sostanza perché sono riempite di una volontà e di una politica
Ed invece di attuare le riforme
Che rapporti non l'Amministrazione repubblicana e democratica quella rete rinviate le continuate a rinviare
Avete difeso tutti insieme tutti
Le politiche e giudiziarie perché di politiche si tratta
Ferite Matteo e dei Gallucci dei Vitalone ed è identica
Politiche giudiziarie che hanno portato oltre a tutto le nostre carceri a divenire elemento di arruolamento apportato al terrorismo di centinaia di persone
Che pur tristemente feed enti nella violenza terroriste non erano e non sono
Avete continuato
La politica di tetti la linea di Cossiga di aumentare l'area poliziesca e di diminuire quella giudiziaria dell'amministrazione della giustizia ed è l'ordine pubblico
Inchiodando tutti insieme la polizia responsabilità non sue alle quali non è destinata né preparata
In più ad andare all'ordinamento militare para fascista in mente di puntare e anche questo l'abbiamo detto le lotte che abbiamo fatto
Nella legge sul Bilancio l'altr'anno per fare aumentare la giustizia invece di puntare sulla professionalità e sull'ammodernamento tecnologico
Culturale
Se la funzione di polizia e degli uomini predisposti a dei
E su tutto
Continuate ad offendere la giustizia attraverso il vergognoso il sistema
Per la produzione clientelare dibattito lettori dei vertici della magistratura giudicante o inquirente
Attraverso l'uso e l'abuso dell'inquirente che avete impedito
Che andasse a giudizio popolare quando era stato democraticamente richiesto da cinquecento mila cittadini che avevano pari firmato la richiesta di referendum sull'inquirente la rete quando l'atto va mantenuta
E continuate
A permettere
Quindi salti
Continuate a negare da trentacinque anni l'attuazione del dettato costituzionale che vuole una polizia giudiziaria autonoma
E alle dirette dipendenze del giudizio questo continua a mancare io ho sentito
Decine di volte i colleghi De Cataldo ermellini parlare su questo tema richiedere queste cose fare questi interventi
Siete schiavi del passato e delle omertà di regime che hanno allegato al di là delle sceneggiate Governi le opposizioni
In tal caso peraltro idee incluso nella nel secondo compagni comunisti
Ed allora Presidente mi avvio quasi alla conclusione
Se l'alternativa radicale che sin dalla scorsa legislatura con le sue lotte parlamentare con quella referendaria che nel
Il posto di tutti sterminio per fame nel mondo
è riuscita a dare darsela il contributo necessario per battere il Tascio il fascismo politico e parlamentare che ha sconvolto alle istituzioni e terremotato assoggettati raccolte interviste
Almeno ad una più fisiologica e democratica composizione delle vostre diversità
Il vostro essere tornati oggi al centrosinistra da una parte darà demagogica e dissennata opposizione pompista dall'altra significa semplicemente
Che abbiamo guadagnato un po'di tempo in più alla prospettiva democratica
Perché in troppe cose in quest'Aula siete ancora tutti uniti tutti
Nel peggiore di ciascuno di voi siete uniti da Almirante a Berlinguer da Craxi a piccoli siepi unipi passivamente inutilmente in modo sconfitta schierati nella NATO
E all'interno della politica del nord e politica ER mista e golpista siete uniti nella politica di scelta della rivoluzione tecnologica nuclearista
Invece che in quella democratica che in quella più economica e più sicura delle mine anti tolti alternative dei modelli industriali reporting industriali che ne derivano
Siete uniti nella tecnica dei rinvii e delle tattiche
Siete uniti per la revisione cioè per il mantenimento del concordato clerico fascista quando totalità significato e poi tutto quanto comporta
Siete uniti per rinviare a un domani di conseguenza sempre più improbabile lontano le riforme di struttura
Le riforme di sovrastrutture ed infrastrutture necessarie utenti disse all'apparato giuridico
E a quello amministrativo dello Stato oltre che alla politica del territorio
Siete uniti
Nelle vostre forme divisioni e prassi tradizionali
Sette uniti
Mentre ben altre ditte Pacciardi oggi sembra lavorare freneticamente per una seconda Repubblica
Perché la prima quella iscritta nella Costituzione quella che si fonda sulla nostra Costituzione non nasca definitivamente
Il partito dalla permetta dovrebbe garantire tutto questo
Fallito il compromesso storico
Lei ha ripropongo onesta si perita ora un'altra compromesso storico
Quello fa al Partito Comunista il profitto o il capitalismo più avanzato tra virgolette
E questa prospettiva per la prima volta
In questa prospettiva sembra che siate anche disposti a liquidare in tante il primato della Democrazia Cristiana che era al Governo Visentini Colajanni Valiani con il generale Ferrara o altri che era dietro l'angolo
Con contenuti
Efficientissima tecnici e ormai autoritari contro qualsiasi diversità in primo luogo
Quanto la diversità radicale e quella socialista che noi rappresentiamo
Con l'aiuto in questa congiuntura
Per le zone più torbide oscure del sottobosco politico non sono italiani quella detta Sandini ventenni quello dei Sindone e territorio
E costoro per passare evidente ed è stata evidente in questi termini hanno sperato
Il potere utilizzare e continuano a sperare di poter utilizzare il terrorismo qual è il con come alibi e anche per convincere chi forse altrimenti non sarebbe possibile convincere
Ed è invece pedina necessaria
Quante involontaria di questo tentativo
Per questo
Sono passati ad un assalto frenetico da settimane del governo di questo di quello precedente
Per questo il nuovo liberale
Anche il controllo e purtroppo timide e limitate esitazioni o contraddizioni del Partito Socialista
Che peraltro sono un patrimonio importante
Alcune
Hanno scritto e Durso doveva essere immolato ormai
E in molti si sono comportati di conseguenza
A cominciare dall'impero editoriale
Di un bancarottiere diventato grazie al regime persona potente
Si è giocato tutto per questa posta
Fino ai vincenti
Tali misti e fascisti per ora
Fino ai black-out
Quanto alle vittime del terrorismo a cominciare da Eleonora Moro da Stella Tobagi da Andrea Casalegno da Giovanni D'Urso spesso
Siamo agli spunti agli imputati tollerati da tempo lo dicevo ieri che altri l'hanno come denunciato dalla gestione sciatta corriva autoritaria
Per la Camera
Senta l'impegno radicare di queste settimane il tentativo
Fascista sarebbe forse stato molto più avanzato sarebbe molto più avanti e sarebbe sul punto di riuscire
Ma tutti coloro
E in qualsiasi settore di questa Assemblea a destra e sinistra
Un istante oratore la democrazia di questo paese stia attento stiate attenti
Il nostro assenso
Il governo democratico
Per le situazioni e delle evenienze non può
Oltre supplire alle debolezze degli ordinamenti elenca degli altri
Ora
Pregate rosse o non Brigate Rosse agli assassini ai ladri
Ai produttori e ai corrotti non dovrà essere riservato più alcun altro spazio o trattamento che quella della cronaca nera
Ma anche qui si appiana espletate attenti spiata attenti tutti colleghi socialisti colleghi democristiani che chiedete un partito più pulito
Si firma da domani davanti stessa si firma contro le Brigate Rosse sensi piena ma la richiesta dell'incriminazione del ministro Gioia
Si ferma per le Brigate Rosse se non si va a firmare questa richiesta
Ho potrà o ci sarà il rischio che si ripeta
Ancora una volta la storia dell'Asinara vorremmo andare a firmare
Per le incriminazione per la giusta incriminazione per la ricerca della verità sotto a ricatti più gravi forse
Stiamo attenti est state attenti dalla prossima settimana nei prossimi giorni ci sarà la legge finanziaria in quest'Aula
Ci sarà la legge finanziaria e il Bilancio un Bilancio che testimonia della vostra politica
Un bilancio che per noi è intollerabile inammissibile
Noi non parleremo
Che questo Bilancio che aumenta che ha come unico ha fatto questa legge finanziaria e questo Bilancio perché è scritto nella legge finanziaria
Noi non tollera Remo è l'unico aumento previsto ossia quello
Delle spese militari
Non vogliamo altre armi non vogliamo altra gente armata non vogliamo cinquecento generali in più
Vogliamo la strategia per la pace vogliamo finalizzare strategie alimentari rispetto ai Paesi in quest'Aula crepando di tale
Noi non torneremo a quel paese non sappia che cosa questo significa
Che cosa sta passando e quindi
Il Paese dovrà avere il tempo lo spazio necessario per capire e quindi poi per giudicare
E se l'impero editoriale e radiotelevisivo non faranno il loro dovere
Noi resisteremo ritireremo avanti estenderemo i tempi tenteremo di cambiarlo fino all'ultimo e di far conoscere al Paese
Quando è il vostro programma politico
Ed allora
Io credo
Che ancora su una cosa mi voglio soffermare
Oltre al bilancio e alla legge finanziaria
Fra dieci settimane al massimo noi saremmo in piena campagna referendaria
Noi non sa più
Amo ancora oggi che cosa sta preparando la Corte costituzionale dopo il golpe fatto nel settantasette anche nel settantotto
Ma noi sappiamo che lì nella Corte Costituzionale l'Unione nazionale in primo luogo tra Partito comunista Democrazia Cristiana il Partito Socialista
E ancora una tentazione solida e attiva
E allora io credo
Avevamo detto l'altra volta avevamo urlato l'altra volta di fronte al golpe del Petraglia del settantotto che laddove si distrugge la democrazia
Laddove si distrugge la partecipazione democratica dei cittadini laddove si distrugge la possibilità di manifesti dare il proprio dissenso in modo democratico e non si consente per paura per la vita al popolo di esprimersi
La si creano poi messe di morte io vorrei che su questo riflettesse
Per fortuna oggi grazie al fatto che siamo riusciti a salvare una vita
Unità parla saldare anche dalle BR oltre che da voi
Manca un cadavere eccellente in più in cui c'è stato tanto bisogno in questi anni necessari a regime noi faremo democraticamente
Pagare caro a regime un'altra lo scippo
Un'altra sequestra come quella avvenuta nel settantasette da parte della Corte costituzionale la faremo pagare caro perché sappiamo che il Paese ha pagherebbe caro in termini di democrazia in termini di violazione della legalità e quando si viola la legalità in realtà si preparano i tempi
Del caos dello sfascio e della violenza
Ed allora Presidente del Consiglio rapidamente noi abbiamo dei problemi che abbiamo posto ritorna in questo stato la riprova ne ha dei tribunali militari il problema dell'ergastolo una civiltà giuridica che si discosti da quella
E perseguite
I reati di opinione ancora oggi il codice Rocco presente con tutta la sua violenza
Nella vita della nostra Repubblica la smilitarizzazione della Guardia di Finanza ma non vi pare capisco
E il sequestro del giudice giusto è riuscito a cancellare dalle pagine del dei giornali in generale giudizio la parete capisco per lo scandalo della Guardia di finanza si spera definitivamente superato in questa guardia di finanza che potremmo
Ironicamente ma non troppo definire una banda armata delinquere mi pare di capire ex
Il problema della droga bianco interrogare voler vieta mi consenta quella non è un uomo lasciate no
Lei aveva usato dalla Guardia di Finanza giù potremmo definirlo abbandonato a delinquere cura di
No
No mi permetta onorevole dieta queste una forza dello Stato di fronte alla quale
Il Parlamento si inchina sempre perché questo è un disco
Quanto poi quanto così
Quanto poi
Quando è sorta ormai
La foto e gestito nella canterà quando allora voci onorevole quanto poi
Lo Stato ha la capacità
Di mettere in galera e fino a questo momento nessuno può dire fino ad ora fino a quando colpevole sia rispettiamo la Costituzione
Anche un uomo indicato aggiunti il massimo grado in quell'arma e segno che lo Stato ancora quanto di funzionare ma questo non può permettere a nessuno dice nella Rizzato di colpire una forza dello Stato che avrà poco essenziale
Per mantenere libertà e democrazia e giustizia nell'opposta prosegue
Io presto lei non abbia ascoltato infondate no io ho ascoltato con molta attenzione allora anche per
Molto
Consente di parlare effettua una parola ho detto ironicamente
Sono falsi non è sufficiente non è sufficiente usate davvero periodica Villarosa organico registrato in termini di queste aziende vengono già dello Stato prego Presidente
Prosegua prosegua onorevole
Se me lo consente prima non tolga questo tono drammatico che con il sottoscritto non attacca assolutamente prosegue zero
Previa onorevole collega ha bisogno
Di
Attaccare
Nulla uno spirito
Mi ricorda
Io sto parlando
Comprimendo dell'impiego
Anche se ci sono
Anche se sono pendenti nella consapevolezza che tutti noi sappiamo e per fortuna la Guardia di finanza non è tutta compatta computerino prego
Ed allora credo che Cossiga
Intermedi politica la carcerazione preventiva che in questi giorni su questo io avevo anche Presidente del Consiglio la scorsa volta non ce l'ha chiesta una risposta carcerazione preventiva che il ed è la richiesta da un partito che sta al Governo con lei non so se per ricattare opere governare da questo partito è stata chiesta ed aumenta dalla carcerazione preventiva dei termini carcerazione preventiva e con un aumento che credo
Che ai limiti in cui ci stiamo sia davvero apporre anche solo ipotizzare ma io credevo che fosse pone anche solo ipotizzare la proroga del fermo di polizia
Sul porto d'armi già ho parlato sul problema del nucleare sul problema della carta sul problema ancora una volta dall'aborto che
A ancora una volta per mancanza
Per incapacità di governare le situazioni grazie al compromesso storico affatto
In questa legge questa legge drammaticamente l'esempio da Partito comunista e la Democrazia Cristiana alle donne sono costrette ad abortire clandestinamente con tutto quello
Di violenza
Di
E qui dolore e comporta e con su queste cose siete praticamente
Immobili silenziosi questa Parlamento non si muove questo Parlamento su queste cose esistente sugli organi di stampa e di informazione il blackout Presidente del Consiglio sono nordica verranno al pettine
Sono noti ed evidenti
Su questo non le riforme
Che sono necessarie e indispensabili
Per dare un po'di speranza e di fiducia alla gente di questo Paese
Che le ha richieste firmando
Che è la richiesta e non sparando apparve attuale di piombo allora richieste firmando e a fare il diritto di veder parlano i giornali e televisioni deve sapere che cosa ne fantapolitica voglion pare
Devi sapere che cosa farà il Parlamento di sapere che cosa farà il Governo oltre a tentare di affossare linee di scippare lei alla Corte costituzionale
Questa è democrazia
Questa è la democrazia non violenta noi ci appelliamo alla necessità drammatica urgente che la democrazia anche attraverso il rispetto
Di quei cinquecento mila cittadini che hanno esercitato un ruolo preciso di diritto costituzionale sia rispettata perché se non c'è non ci sarà questo rispetto io credo che possiamo ragionevolmente temere
Che il Cal sulla violenza all'illegalità continueranno a sfasciare a distruggere questo Stato grazie
Lazio onorevole Aglietta chiesto
Erede del quindici gennaio mille novecentottantuno l'ex segretario parlamentare radicale Adelaide Aglietta alla Camera durante il dibattito sulla liberazione
Dalla magistratura Durso rapito dalle BR circa un mese prima la prossima registrazione invece del novembre ottantaquattro quando Adelaide Aglietta partecipo ad un'Assemblea
Svolta sì a Parma su carcere giustizia
In quella circostanza c'era anche Enzo Tortora eletto europarlamentare ricade nella primavera di quell'anno è il dibattito prendeva spunto dalla vicenda giudiziaria di Giugliano Natalia
Accusato di terrorismo detenuto in attesa di giudizio da otto anni è in gravi condizioni di salute e primo intervento che
Riesco tenete quello
Della moglie Di Giuliomaria signora se lei Simoni la moglie i canali
Mio marito è arrivata a Parma perché stava molto male
E sarà così male che è stato costretto il dal carcere andrà a finire in ospedale in ospedale carcere prima a Torino e poi su questa decisione derise Tribunale di Trani che ancora una volta rifiutata perché sta agli arresti domiciliari una persona che sta così male da non riuscire a controllare la propria vita abbiamo dovuto scegliere un altro luogo perché così disponeva il Tribunale di Trani e l'altro luogo è stato Parma e non a caso
Esatta Parma perché
Avevamo la coscienza che la città così come si era manifestata attraverso dei fatti che erano accaduti fu sulla città in grado di a
Una situazione umana e anche una sorta di civiltà che
Nonostante l'utile hanno in questo momento rappresenta perché
Il fatto che sia da otto anni e quattro mesi in carcere
Ancora una volta essendo in attesa di giudizio e qualche cosa che davvero va al di là della singola persona nel suo caso personale del suo stare male
Lo so infatti
Infatti non è una cosa che riguarda solo il mio marito ma riguarda una
Quantità enorme di detenuti o quasi tutti o tutti e che però un comunque riguarda anche tutti noi io credo e allora dicevo lascia
E allora dicevo la scelta di Parma è stato in questo senso io credo che una città che in fondo si stia mobilitando che si possa permettere di anche indire una una un un convegno che come di prassi alle c'è stato il carcere sia qualche cosa di più
E allora se non ti a Parma e devo dire che comunque che Giuliano errati in questo ospedale doveva avere il controllo da parte della Pretty siccome è un è ancora detenuto il controllo era abbastanza pesante e la sua situazione fisica rimane
Grave e non controllabile
Comunque vi dicevo insomma
E qui siamo venuti qui cercheremo di stare affidando in qualche modo Giugliano è quello che rappresenta alla comunità e quindi a tutte le forze civili e politiche questa comunità rappresenta come uno un punto all'interno di questa società
E io sono qui comunque per raccontarvi una storia la storia di mio marito una storia di una persona perché in fondo io sono una moglie e quindi questo vi racconto ma con la consapevolezza profonda che il problema di Giugliano non riguardi solo lui o soltanto a me ma ti dicevo questa grande quantità di persone che sono rinchiuse le carceri speciali non di questo nostro territorio e quindi voglio raccontarvi mi particolare ci deve essere noiosa fino estere e così un po'partiti in USA quello che è stato il meccanismo giuridico
Che ha costruito intorno alla persona un cittadino un operaio comunista mio marito Giulia non aria
Una
Un e farlo diventare un un un imputato un imputato edita peraltro perché dopo altri otto anni e tre mesi si trova ancora in attesa di giudizio ha subito una sola condanna
Che l'acqua nata cinque anni per partecipazione a banda armata e questa condanna scontate ad abbondanza gli è stata scontata sopra il presupposto con ipotesi che dei secondi su un altro grave delitto che a quell'omicidio Coco domicilio ca
Rivendicata le Brigate Rosse l'otto giugno del mille novecentosettantasei agendo Vadrucci del procuratore della Repubblica Francesco Coco vi dico da subito che di questo delitto Giuliano è stata assolta
Dopo sette anni però dopo sette anni di carcere di caccia speciale e non speciali sette anni terribili se piani nei quali tutte legislazione nel gente si è
Manifestate realizzata e sopra la persona di Giugliano e tutti gli atti che come lui era prego erano rinchiusi nelle carceri a tramutato quindi questa persona
Allora dicevo Giuliano speso tre settantasei con questo
Accusa tremenda che all'omicidio Coco lui da subito si ricatto innocente pretendendo un processo ma questo processo non arrivava mai perché non c'erano i tempi per risultano era pronta perché in realtà proprio non ce n'erano come poi ha dimostrato processo di primo grado però importare terra allora prendere subito immediatamente qualcuno dia per abbastanza rappresentativo per una dissociazione che allora effettivamente sistemi questo Paese e in particolare a Genova che è una città di grandi tensioni sociali con le città che sta per essere così soffocata dalla svolta economica che si realizzate e dove la da diciamo così la classe operaia in grande fermento e quindi qualcuno di rappresentatività e
Abbastanza rappresentativo era Giuliano operaio
Conosciutissima l'intero della città per le sue lotte perché
Perilli proprio per la sua attività politica
E quindi viene arrestato non per una reale responsabilità ma per quello che è rappresentata e rimane in carcere vi ripeto per quello che ancora oggi rappresenta per gli effetti tremendi della e legislazione di emergenza sopra persona e soprattutto in quelli che in carcere sono e quindi questa
Penso di essere comunque singola tutti i costi
E quello che Giuliano pagata otto anni e quattro mesi di carcere dicevo quindi arrestato e arriva alle cacce speciali proprio quando nelle carceri normali allora proprio quando ancora si stavano facendo le lotte per la legge per
La protezione del
Il regolamento d'attuazione della legge riforma dei settantacinque arriva a Marassi i ci sono le rivolte i detenuti
Per farla rivolte Giuliano comunque in isolamento prevista da quattro mesi e vi dico e anche allora qui detenuti che loro facciano lotte per approvare una legge dello Stato la legge di riforma che non sarà mai applicata perché subito dopo
Un anno di attuazione si tabù tranne la controriforma e quindi decide applicare le leggi e quindi le cose che hanno più favorevole detenuti si rendesse verrà applicato soltanto l'articolo da tanta che
E
Quell'articolo che ha recentemente è stato nuovo tolto ma che prevedeva l'abolizione la non applicazione di tutte le altre norme
Previste da leggi di riforma e quelli tenuti allora come oggi qui ad esempio le cacce di Trani pagarono con anni di di di condanna
Quella che era un delle lotte tra però c'è una legge dello Stato quindi così incomincia
La strada detentore di Giugliano e comincia con un lento processo che continuerà fino ad oggi distruzione fisica
Significa e anche politica perché tutto sommato questa persona viene distrutta per quello che era l'operaio comunista rilevati
E allora vi dicevo si aspetta questo processo sette anni sette anni non indolori perché sette anni che vengono passati in questo modo le settantasette viene approvato
Una legge che prevede il controllo esterno delle carceri e quindi delle la
Da da parte dei carabinieri e il regime delle carceri speciali che Giuliano insieme a tutti gli altri Picin queste carceri carceri super isolamento Cacace dopo i detenuti sono isolati l'uno dall'altro
Dove non si può parlare con l'Estero dopo i colloqui e fatto con i vetri perché badate bene che l'articolo e vanta quello che è stato fatto di recente non esclude i vetri perché dei tre sono previste all'interno ivi tra sala colloqui con i propri parenti sulla prevista da leggere settantasette quella che prevede l'istituzione delle carceri speciali
E dunque voleva dire che Giugliano ha pesato questi anni in queste condizioni insieme agli altri con la Falconieri e quello che la sala colloqui con i denti vuol dire che le persone che sono rinchiuse non possono mai toccare proprio parente neanche una volta neanche minuto Neantu mi secondo per giorni mesi anni
E quindi il rapporto con l'esterno e viene vigilato da questo veto tremendo che ci separa da qui che saluto e affetti di quello che il tuo senso della realtà nel senso della socialità quel fuori che sempre vietato
E comunque era certo e continua con l'approvazione invece nel settantanove la legge Cossiga quella che prolungava i termini carcerazione preventiva retroattivamente
Questa legge sarà poi mitigata diciamo tralicci dell'ottantaquattro quella cadesse fra per data ma che sarà approvata e che farà soltanto posticipata mente qui entra in vigore prime febbraio del mille cento ottantacinque entrare intende inapplicazione soltanto
A
In alcuni casi a livello
Di
Il giudizio a quanto si è allentata arrivato quindi vuol dire che Giugliano che si trova in carcere per dei reati che riguarda i reati di galera cioè la rivolta di Trani le società armata contro i poteri dello Stato
Non potrà usufruirne e non potrà usufruire perché
Perché essendo stato rinviata ci sono cose così talmente complicate che difficile spiegare
Essendo rinviato a giudizio non potrà usufruirne mentre invece evito di raccontarla mentre invece
Quando la legge l'approntamento del cacciatore preventiva venne approvata e stante novello colpi perché questo era il sistema
Scusate sono talmente stanca tale
No no no no
è un tale groviglio
Nella sala si capisca
Va bene comunque le diceva il tempo passa e Giuliano rimane in carcere rimane in carcere aspettando questo processo
Ci sarà una privatizzazione processo nel mille novecentottanta un processo che sarà interrotto perché Patrizio Pecci
Il primo effetto legislazioni pentiti dirà che tra gli altri che a questo omicidio forse l'ha partecipato e Giugliano quindi questo processo entrato nell'ottanta verrà interrotto rare inviato logoro alle Giugliano rimarrà in queste carceri
So bene dare
E questo continua
Continua a questo tormento questo tormento perché è inutile che vi racconti fatti rimane questo fatto
Che la galera costruisce se stessa e quindi tutte le leggi che sono state approvate da allora ad oggi hanno costruito una ragnatela perché la gente che invece che veniva imprigionata rimanesse chiusa imprigionata lì dentro perché di loro si fosse cancellato anche la memoria
Scusate non è possibile continuare ha fatto questa stare talmente tante volte perché non c'è posto più dovrà tante volte senza che nulla fosse che nulla si modificasse senza che nulla potesse essere realizzato
E questa persona continua rimanere in calce gli altri con loro perdendo forza perdendo speranza spera anche spendendo identità distruggendo se stesso Giuliano si stanno mangiando
Si sta consumando dentro perché non ha perso il senso della vita e quindi qualche modo questo sintomo che ha questa malattia che è stata diagnosticata che anoressia mentale
è qualche cosa che logo toglie dal corpo nel rifiuto un corpo che prigioniero
Un corpo che non riesce più a tollerare perché chiusa interno di queste sbarre all'interno di questa incomprensibile ragnatela che il carcere Licci e e può e politici e magistratura hanno creato
Non lo regge più e quindi lo rifiuta
Lui dice io sono uomo libero e libero voglio rimanere nono commissariati che mi hanno imputato
Ne sono stato sommerso non sono stato così come impregnato dentro hanno fatto dimmi un mostro e un oggetto adesso un simbolo ma ancora una volta qualche cosa
Che rifiuta e la galera e questa prigionia io sono qualcuno che ha fatto politica che sono qualcuno che ha voluto vivere io sono qualcuno dovuto sperare e qui dentro vengo
Diciamo intriso di sbarre intriso di o idiozia dire ma anche
Di ottusità perché le regole della galera non sono regole che si possono spiegare sono delle con la sua decrepito e per evitare che una per dei perché l'ipotesi questo allora siccome uno potrebbe anche succitati perché sta bene che la galera non può essere letta allora ti viene tolto tutto alla fine ha tolto
Diciamo così la possibilità dice la vera l'orologio Tigra tolto magari la possibilità di scrivere e quindi ti si spoglia di quello che il sei per rimanere così oggetto piegato distrutto senza voglia di vivere sentano gli capire senza sente sente sensazione di collettività
E allora perché resistere perché vivere in questa galleria
Allora è per questo che il rapporto con il mondo esterno con questa solidarietà che dall'esterno può venire consente a queste persone qualche
Speranza qualche voglia di vivere ed è per questo che si fanno queste assemblee ed è per questo che ancora una volta disperatamente da otto anni continua raccontare una storia che non sopporto più
Perché non ne vedo la fine
La continua raccontarla sperando che questa sulla Rita che si crei atta dei fatti assurdi che incatena le persone la discuto e disse
Costruisca un legame con l'esterno Cacace diventi qualche cosa di trasparente che la gente si faccia
Che si assuma la responsabilità di quello che accade le dentro e di quella che la gestione della giustizia perché io spero che attraverso con quelle che sono le spese della civiltà delle persone la coscienza la responsabilità la voglia di vita e la voglia di fare politica costruisca
Spezzi questa separazione che vuole mentre di là al di là del muro tutti cattivi e al di qua del muro quelli che sono buoni perché non è vero che al di là del muro sono chiusi cattivi al di là del muro sono più delle persone degli essere umani che vengono torturati coscienziosamente crudelmente
E
In sensibilmente tutti i giorni
Ogni giorno ogni ora però anche mesi anni
E a volte per tutta la vita e questo è inaccettabile
E questo se voi siete persone civile che non accettata la tortura che non poter la gente possa morire senza una Regione bene questo muro che le mura del carcere devesi tre distrutto e distrutto nel senso pretese trasparente bisogna guardare dentro a capire che cosa succede vedere queste sono persone e portarle fuori se questo
Io credo che si la comunità se la gente voleste fare questo qualcosa si potrebbe davvero fare
Qualcosa potrebbe davvero accadere e allora questa emarginazione così tale acacie diventerebbe invece momento di esperienza per tutti unito più più anche un momento di conoscenza un momento di
Tifosi di maggiore civiltà
E allora io dico sì Giugliano andare purtroppo
Sarà simbolo
Di questo passaggio è bene che lo sia si altro non si portare se i giudici di Trani insisteranno nel conservare
La loro posizione la loro intenzione
Ebbene che se deve essere così che sia però che almeno questo possa modificare questi rapporti
Che almeno questo possa servire a fare sì che il calcio e diventi qualche cosa che ci riguarda tutti e non là dentro i cattivi
Io spero comunque che taglia non diventi un'arte di questo processo declinati e io credo che non ce ne sia bisogno che qualcosa debba essere fatto un po'prima un po'prima che i martiri
Oppure che qualcuno debba aperte latita
Perché si prenda coscienza di quello che a questo problema e scusatemi ancora una volta se sono così stanche così logorato non avere la forza di essere coerente in quello che cerco di togliere
Tutto questo smisurato dolore
Questa angoscia
Questa difficoltà
Che aveva la signora naja
Nel trasferire la sua esperienza degli altri
Credo che
Non abbia
Al consenso se questo Paese
Come ogni Paese dell'Occidente
Come ogni Paese che vuol dirsi Democratico
Avesse
In cima
Tra i suoi principi
Un principio molto semplice
Talmente semplice da apparire banale
Dal pente banale da sembrare com'è ovvio un uomo Dese a vere
Un giudizio in un tempo giusto
Noi abbiamo completamente trascurato questa così elementare
Così indispensabile verità
Da trovare
Non dico naturale
Ma quasi inevitabile
Che un uomo chiunque esso sia
Possa attendere un giudizio un verdetto
In tempi
Così vergognosamente lunghi e c'è qualcosa di peggio
In questo Paese
Accade
A differenza di altri Paesi europei qualcosa di peggio c'è sempre una buona ragione per cui
Una riga
E in aria non me ne voglia Rosella è uno dei tanti
Anche se il paradosso dei paradossi
Maria e lì perché è giusto che sia lì perché le leggi sono queste
Perché ognuno affatto il proprio dovere
Tutto per bene
Dicevo una commedia di Pirandello ma è una commedia
E Pirandello parlava con ironia ma questa ironia è diventata l'aria che respiriamo senza nemmeno rendercene conto
Un Paese che ha dimenticato i più elementari principi del diritto
Non può dirsi
Occidentale non può dirsi Democratico
Quando i tempi della giustizia diventano talmente lunghi
Talmente tortuosi
Talmente logorante
Da apparire crudele e crudeli sono allora in questo Paese non possiamo dire che abiti la giustizia abita e qualche cosa di diverso avete allo Stato che non può dirsi
Democratico
Io non parlerò di me e mi spiace deludere qualche d'uno
Se magari è venuto qui per sentire Tortora che parla di Tortora
Tortora quando fu SMA né portato
E fu Ismaine tatto per una battaglia politica disse io mi occuperò degli altri
E andai prima ancora che a trovare mia madre
Come dovere supremo a visitare allora a Torino Giuliano l'aria dal quale io sono lontanissimo
Come ideologia
Come modo di vedere il mondo
Come modo
Di analizzare
La politica io sono liberale presto liberale non mi sono mai sentito liberale come in questo momento
Impegnato cioè in una battaglia vera
Che non sa di naftalina
Ma sa di vita
Non sono abituato
A considerare i casi la seconda
Della tessera altri Paesi dell'Europa
Vedono un uomo andare davanti a un giudice in un tempo tollerabile ma io credo che gli italiani comincino a vere della giustizia è un'idea che ricavata dei telefilm americani quelli compere immenso
Dove c'è un uomo dopo pochi giorni in Inghilterra ventisette giorni
Ripeto ventisette giorni
Va
Davanti a una corte dove c'è un giudice con la parrucca con un bel martelletto in mano
Un giudice al quale si può subito dire vostro onore mi oppongo
In Italia non è così
In Italia un uomo può rimanere in carcere
E ora faticosamente
Si è riusciti dopo una battaglia e se io sono stato occasione di questa battaglia allora ne sono fiero orgoglioso del lieto
A portare da dodici anni a sei anni
Sia pure nei tre gradi di giudizio la carcerazione preventiva poco custodia cautelare come
Come si dice in
Perché si nutre solo di parole
Da dodici anni a sei anni
Siamo passati dal cancro
Alla lebbra
Noi puntiamo all'influenza
Noi puntiamo
Ha un termine decente di carcerazione preventiva io sto dicendo cose così ovvie così banali ma così dimenticate
Da indurre alla vergogna e dei tutti avvertiamo la vergogna noi tutti avvertiamo che qualche cosa non gira in questo sistema e che cosa dire Annamaria
E cosa dovevo dire io oggi Annamaria che ho visto per la quinta o sesta volta che ho trovato in condizioni ignobili
Ho trovato in condizioni atroci
Che cosa gli dovevo dire
Dopo aver legittimamente forse succitato in lui momenti di speranza non io ma tante voci si sono alzate tanti uomini hanno scritto e pare che persino
Dal Quirinale sia partita una parola di speranza e Quirinale
è sempre stato giustamente cauto ma umano e obiettiva e adesso tutto dimenticato tutto finito Maradona assegniamo non segna
La cronaca riprende
Il suo potere tremendo sulla gente e Bulgaria
E del carcere
Ed è la carcerazione preventiva
Tutto per bene ci sarà sempre qualcuno che usando parole in latino e in questo Paese quando vogliono fregare qualcuno mi parlano in latino delirante e tutto è perbene
Ecco
Io
Ho accettato la sfida
L'ho accettata come è mio costume guardando in faccia
E non abbassando lo sguardo
Mentre loro parlavano provavo quasi invidia nei loro confronti perché loro sono dei politici o parenti di politici io sono un Comune
Io sono uno spacciatore di droga
Sono un camorrista
Ho esportato usato trafficato però
E questo
Non per sentito ma ancora peggio per pentito dire
Ma io guardo in faccia
E li guarderò
Tranquillo come sempre
Sereno come sempre
Forte
Come sempre
Perché chi è innocente e forte
Chi è tranquillo e tranquillo dentro anche se le coltellate ci sono state
Tremende
E vi prego di credere
Che passare attraverso questo tunnel
In un Paese dove si dice ma
Se in galera qualcosa avrà fatto no oppure
Variazione ancora più assurda sesta tanto tempo in galera qualche cosa sotto ci dovrà essere lo si dice no nei bar in tram in ufficio
Dove alle volte occuparsi dei casi degli altri è quasi una vacanza
Dai guai propri lo si dice lo si è detto
Lo si può crocifiggere un uomo sui giornali
Al bar in ufficio
Io questo l'ho vissuto
Io ho capito che con questo metodo tremendo ogni giorno si assassinano degli uomini e si assassina la verità
Quando voi togliete a un uomo la libertà
Togliete la salute
Togliete la dignità
Togliete l'onore
Quello vero
Quello al di sopra dell'ombelico
Taglietti la famiglia
Togliete il lavoro togliete tutto
Un Paese e non si vergogna
Di fare Scialdone
Della libertà del prossimo
In modo così tremendo norme
Un Paese democratico
Un Paese che non mandare un uomo in giudizio
Dopo pochissimo tempo dalla imputazione
Ma lo fa crocifiggere
Con una morte lenta che è morte
Lo è narri amore
Vi avviso l'ho detto e lo ripeto
Qualcuno dovrà pur avere il coraggio di firmarla questa condanna a morte
In un Paese in cui a parole
La pena di morte non esiste ma esistono i fatti ed è ancora peggio ma tutto per bene
Dice Pirandello
Tutto le penne
Ecco io credo che
Mai come adesso
Ho provato l'orgoglio di essere radicale
Mai come adesso ho capito
Quello che forse non avevo capito prima
Perché a chi mi domanda quanti anni hai
Sono tentato di rispondere o diciotto mesi
Perché mai
Avere creduto di vedere quello che ho visto e sono stato costretto a vedere mai avrei creduto di vivere quello che sono stato costretto a vivere
No no io
No no coro questa esperienza nessuno
Nemmeno a quegli uomini politici
E si fanno scudo dell'immunità parlamentare e non faccio nomi
A differenza sua
Perché anche in questo caso
Intendo condurre una battaglia che non è solo
Dei diritti degli altri e quindi anche miei ma una battaglia che di stile politico
Anche se io
Ho difficoltà a considerare politica
Questo
Io la considero igiene igiene sociali
Come si può considerare politica il fatto della carcerazione preventiva
Non c'è società non può nascere società non quella socialista
Non quella liberale
Non quella cristiana soprattutto e la parola cristiani grucce
Sulle labbra
Parlando di queste cose se l'abbiccì le aste del diritto
Non sono diritte e non travolte da una barbarie che non ha precedenti tutto per bene mi diranno
I magistrati hanno compiti tremendi è vero
Il terrorismo o la delinquenza comune hanno compiuto un'avanzata terribile è vero
I mezzi
I mezzi sono pochi è vero aggiungo sono infami questo Stato
Divorato dei partiti questo Stato che destina alle piramidi dell'inutile le cifre più ignobili e più grandi dedica alla giustizia
E per giustizia dico tutto dallo stipendio dei magistrati fino alla minestra che mangiano a San Francesco tutto passando attraverso la paga delle guardati
Attraverso
Le dotazioni degli uffici delle procure dei tribunali tutto
Lo zero virgola settantacinque del suo Bilancio Nuzziello virgola settantacinque
è un prefisso telefonico non è
Una cifra degna di un Paese civile
Zero settantacinque voi mi vedete gli altri Paesi
Non così
Dieci undici dodici per cento
Come si pone
Signor Maggio a questo nulla
Che la partitocrazia ardita alla giustizia
Concepire che gli uomini intanto possano attendere
Sci i tempi della giustizia dicono gli italiani sono lunghi e perché
E perché
Una giustizia deve essere
Contenti rapidi
Certi sicuri altrimenti siamo al di fuori
Dello Stato democratico entriamo dello Stato totalitario nello stato di polizia dello Stato dove inutile parlare di democrazia
Io non amo il discussioni troppo ampie le carceri è un tema immenso potrei parlare per ore e giorni e notti io sono un carcerato
L'avessero per tutto il resto da Ranieri
Quel po'le respiro che hanno
Intenzione di lasciarmi lo dedicherò unicamente a parlare di queste cose perché queste cose entrino nella coscienza della gente
Perché la gente sappia
Che non si può vivere in un Paese dove si dice i tempi della giustizia sono Lucchini questa è una vergogna e come uomo politico come radicale combatterò fino alla fine grazie
Ma
Io
Dirò poche cose perché credo che poi sia utile
Forse aprire un dibattito
Credo che queste riunioni e queste assemblee siano un fatto importante
Un fatto importante perché
Di tutte le cose di cui si discute si dialoga si parla nel Paese
Del problema dell'emergenza dell'uscita dall'emergenza del problema della dissociazione la legge sulla dissociazione eccetera eccetera
E di cui si è parlato in questi anni di tutte queste cose il carcere e il terminale ultimo il più buio
E quello dove i costi in moneta sonante in moneta
Che incide
Nell'animo nel fisico i costi sono più elevati
Io credo che oggi
E girando e girando per le carceri e in fondo danni ci occupiamo in questi problemi da radicali
La cosa che mi chiedevo con sgomento ogni volta che entro in un nuovo carcere e verifico che un nuovo carcere struttura più nuova un struttura più vecchia e pur sempre uguale a quello precedente
E pur sempre
Un inferno
C'è un problema di fondo che nel Paese nella consapevolezza della gente prima di tutto deve cambiare qualche cosa deve cambiare la cultura con cui noi ci confrontiamo quel problema del carcere e col problema della pena
Non credo
Che se questo non riuscirà ad avvenire e quindi è importante parlarne sia possibile pensare o prevedere che qualcosa Mutti che le richieste che vengono come diceva Mario
Dall'interno del carcere dalla consapevolezza dei detenuti dalla crescita
Dei detenuti delle loro battaglie delle rivendicazioni delle cose che hanno conquistato
Ecco non credo che sarà possibile se non riprodurre in eterno questa dimensione della pena oggi che è inaccettabile per qualunque Stato si voglia dire anche solo
Lontanamente civile
Il caso di in aria
è il caso più emblematico
Io devo dire che sempre di più ecco perché dico il carcere il terminale sempre di più in questo periodo mi arrivano segnalazioni vado nelle carceri e trovo casi analoghi al caso natanti
L'emergenza
Le carceri speciali il sistema della differenziazione lo schiacciamento dell'individuo stanno oggi dando i risultati i frutti ci pensavo l'altro giorno sette anni
Sette anni di carceri speciali e noi digiuna mo'a lungo perché questo non avvenisse ma in realtà la volontà politica è stata assunta è stata assunta
E va detto con forza è stata assunta attraverso le leggi di emergenza da tutte le forze politiche consapevolmente scientemente sapendo che cosa stavano scegliere
Ecco credo che oggi materialmente quello che si è consumato l'articolo novanta la differenziazione sono cose no
Sono state anno dopo anno hanno prodotto l'annientamento di persone c'è gente in carcere oggi sempre di più che muore
Io ho visto a Rebibbia ma sono per cose che manco ETI i compagni che stanno a Rebibbia che molto spesso vado a trovare l'area omogenea non conosceva non ma
Nella nel centro clinico di Rebibbia nell'infermeria di Rebibbia c'era un ragazzo che sta morendo che ridotto
Ma
Allora io credo che oggi questa viene proprio perché bisogna cambiare i parametri
Cioè privare della libertà in nome della tutela della collettività un individuo e la cosa più tremenda che possa essere pure noi continuiamo ad assistere perché poi quando una cultura si crea
La cultura è creata noi oggi possiamo dire si esce dall'emergenza si abroga l'articolo novanta forse arriveremo alla legge sulla dissociazione CEE la legge sulla carcerazione preventiva che ha fatto fare passi avanti ma la cultura è stabilizzata oggi è quella
E quindi da quella bisogna uscire perché se no quella cultura continuerà a produrre dei laghi
E
è stato
Stavo
Scusatemi ho perso il filo
Perché questa cultura che si è creata
Perché queste scelte politiche oggi ce l'abbiamo dentro ecco nominalmente forse ne potremo uscire perché non ci si può rapportare ci sono sentenze a tutt'oggi come la sentenza di Trani
E dico la sentenza i treni perché i giornali non ne hanno parlato perché non se n'è discusso che sono un sintomo di una cultura stabilizzata
Venti diciott'anni agente che aveva già trent'anni e comunque Istat e una cosa su cui riflettere ma nei Paesi dell'Occidente
Salvo alcuni e particolari reati
Che forse hanno l'ergastolo anche all'estero e sull'arca spero voi sapete le battaglie che si son fatti eccetera ma gli anni di detenzione
Che vengono poi comminati con pene alternative non necessariamente detenzione ma al massimo sono quattordici ma questo è un Paese dove l'ha mai i cinquant'anni i settantacinque anni di carcere sono la normalità
La deviazione in termini di diritto in termini di amministrazione della giustizia che c'è stata e abnorme e assurda
Perché come si fa a pensare
Che uno stato di diritto possa ritenere che ci siano delle persone che sono condannati a settanta anni e cinquanta e cioè e la condanna a morte è uno Stato che non si pone il problema oltre alla tutela della collettività della vita della persona
A cui Giacomo pesantemente costretto a togliere per alcuni anni la libertà non esiste questo problema allora necessariamente le persone che stanno oggi in carcere il carcere momento di schiacciamento e di annullamento da persone non può essere altro
Io allora credo che
Su questa
Su questo cammino c'è molto da fare c'è molto da far conoscere c'è molto da raccontare ci sono i casi da raccontare non è vero
Un caso vale per tutti un caso vale per tutti ma tutti i casi sono da fare uscire perché il carcere deve diventare trasparente perché diventa deve diventare una cosa con cui noi conviviamo con cui viviamo e viviamo insieme perché l'unico modo per impedire che nel che il carcere sia il luogo
Di annientamento fisico psicologico delle persone
E quindi credo che questi dibattiti che discuterne che parlarne che fare gli interrogativi probabilmente fondamentale importante sono da moltiplicare probabilmente dobbiamo farcene carico tutto
Ecco io credo che la strada non è semplice ma che però oggi c'è una grossa sensibilità aumentata
è un problema anche diciamo che anche coloro che hanno creato le emergenze che mantengono questo Stato chiamando lo stato di diritto nelle condizioni in cui lo mantengono
Qualche cosa forse qualche spiraglio qualche breccia forse possibile aprirla però è possibile aprirla a partire dalla gente e dal Paese
Che si ribella in nome proprio di una civiltà che va affermata si ribella che queste cose continuino ad esistere
E quindi in questo senso credo che non c'è cosa
Che possa essere tentata gli appelli le firme dibattiti le petizioni le leggi di iniziativa popolare qualunque cosa può esser tentata può essere importante e può aiutare a una svolta ecco io
Non voglio adesso dire le cose che sono fattibili la legge in Parlamento le cose vanno lente
Come sempre
E in particolare vanno lente le cose che riguardano la giustizia le cose che riguardano il carcere e qui io credo
Che sia giusto e importante anche qui rivolgervi un appello
Perché le cose non vadano lente ecco dipende un pochino anche da quello che ognuno di voi saprà maturare e saprà fare improprio con i compagni con in queste assemblee
Perché se no
Questa cultura che si è formata ecco continuerà nei mesi prossimi anni e tre le sue vittime
E quindi credo che tutti insieme probabilmente abbiamo molto lavoro da fare grazie
Era l'otto novembre ottantaquattro e così da ex parlamentare segretaria dedicata ad Daiet Hunter veniva Parma insieme ad Enzo Tortora e alla moglie originaria
L'Assemblea su carcere giustizia l'ultima registrazione dobbiamo riproporci in questa circostanza invece
Dal dicembre ottantasette
Quando ad dei Center venne nel corso del dibattito parlamentare sua attuale legge sulla responsabilità civile dei magistrati dopo il grande
Successo del referendum radicale della novembre di quell'anno riascoltiamo quanto disse in quella circostanza come italiani
Colleghi nei loro interventi hanno avuto modo di rilevare
Credo che sia giusto sottolineare
Il vuoto nel quale si sta svolgendo questo dibattito
E non è la prima volta che noi ci troviamo di fronte a una situazione di questo genere cioè che problemi rilevanti per la vita del Paese per la vita delle istituzioni vengano discusse
In una
Notevole assenza
Di tutti noi e metto anche me nel mucchio che poi siamo chiamati a dover votare quindi a fare delle scelte
E certo questo
Che ci tengo in particolare in questa occasione a sottolineare dirò poi perché
è il segno di quanto oramai
Questo Parlamento non sia più la sede di scelte effettive
Di come le scelte che contano maturino al di fuori del dibattito e per l'assunzione di responsabilità di ognuno di noi dei singoli parlamentari
Questa assenza in definitiva il segno dello svuotamento sostanziale dell'istituzione parlamentare e quindi poi ne deriva che anche la forma diventa vuota formalità Ugo Toritto
E certo se in questi giorni in questo periodo si va dibattendo
Di riforme istituzionali all'interno delle forze politiche nel dibattito fra le forze politiche di questo c'è certamente grossa sensibilità
Nell'opinione pubblica non è un caso
Ma dicevo che
Ci tenevo a far rilevare questo fatto
Particolarmente nel momento in cui stiamo discutendo
Questo tema in cui stiamo dibattendo di questa legge che appunto la legge che dovrebbe istituire
La
Responsabilità civile del magistrato e che è una legge che ci chiama in modo particolare e più gli altri momenti se vogliamo decisionale di quest'Aula a
Non essere assenti ognuno di noi in termini di responsabilità e perché questo
Perché mi è stato rilevato in moltissimi interventi dei colleghi finora intervenuti
Che questo è tema di grossa delicatezza il tema che ha implicazioni costituzionali
E
Tema certamente che non può essere risolto con soluzioni affrettate confuse o
Ho confuse
Ma
C'è una delicatezza in più purché la delicatezza della contingenza nella quale noi siamo chiamati a dibattere e a decidere a deliberare su questa legge
La delicatezza e che noi siamo chiamati a dibattere su una materia
Che è stata oggetto di referendum
E che ha visto per la prima volta nella storia della nostra Repubblica il popolo sovrano
Legiferare direttamente sia pure attraverso il momento abrogativo così come previsto dalla Costituzione
E allora credo che sia particolarmente delicato oggi fare delle scelte in questa materia in cui certamente esiste un punto fisso
Inamovibile che è la scelta che è già stata operata attraverso la consultazione popolare
Anche perché quel solco di cui il vuoto in quest'Aula e certamente un segno un'evidenza
Che esiste fra le istituzioni è il Paese
In questa particolare contingenza
Con una deliberazione del popolo e con una conseguente deliberazione del Parlamento che non rispettasse le scelte
Le scelte di legge che il nostro che sono state fatte dai cittadini nel nostro Paese
Beh questo solco sarebbe destinato
Ad allargarsi e questo è certo non è cosa che possiamo vedere con né con soddisfazione né tanto meno auspicare e quindi le scelte che noi andiamo a fare sono particolarmente delicate
Perché non possiamo in questa aula così come a noi pare alla nostra parte il pane tradire non tanto e non solo le indicazioni certo anche le indicazioni che sono venute dal voto referendario ma le scelte in termini di legge
Che il voto referendario affatto
E quindi questo
Giustifica e se vogliamo ha spinto il nostro gruppo anche a rischio poi di trovarsi isolato ma questo non credo e mi auguro che ciò non sia
A intervenire ad essere presente
Proprio a sottolineare tutto questo sia con i nostri interventi sia con una serie di proposte di emendamento
Che sono tutti emendamenti di merito e che noi ci auguriamo offrano materia sufficiente di riflessione ulteriore a tutti i colleghi
E quindi anche di accoglimento di un mutamento
Non solo nella sostanza ma anche in particolare i tecnici o apparentemente tecnici bella l'articolato del della legge che ci troviamo a dover discutere
E dico questo
Perché
Sono convinta che siamo convinti dalla parte nostra
Il risultato del referendum cioè che questa sia una vicenda in una certa misura paradossale
Che certamente ha trovato i suoi inizi diciamo nel momento in cui noi abbiamo depositato la richiesta di referendum ma nel dibattito che ne è seguito molto spesso fuorvianti
Ma di questo dirò dopo ma certamente paradossale perché se è un significato certe referendum aveva
E un risultato cerchio in termini di legge aveva era l'abrogazione
Di delle norme l'eliminazione delle norme dal nostro Codice di procedura penale delle norme restrittive della responsabilità del giudice
Norme che peraltro già prevedeva no in termini di principio la responsabilità diretta del giudice salvo poiché la loro articolazione non ne consentiva la reale applicazione
Ed allora il popolo
Votando il voto referendario dice che
Sostanzialmente due cose uno che la responsabilità diventa va ampliata i casi di colpa grave
E che
Diciamo la normativa che la regola
Deve essere tale da consentire poi l'effettivo esercizio da parte del cittadino del risarcimento del danno
Ed allora credo
Che in questo caso abbiamo fatto addirittura un passo indietro non rispettiamo
L'esito referendario ma facciamo un passo indietro rispetto alla situazione precedente e cioè ci troviamo
Sostanzialmente questa è la critica di fondo è di principio che il nostro gruppo fa a questa legge ci troviamo sostanzialmente in una situazione
In cui non più di responsabilità diretta del magistrato si parla
Ma di responsabilità dello Stato e quindi di
Responsabile
Voglio dire che nel caso di responsabilità diretta il magistrato certamente era prevista in termini sussidiari ma
Che a questo punto diventa la responsabilità prima
E tornerò poi se avrò tempo su questo ma certamente questo è il segno del non rispetto della volontà
Referendario
E rispetto a questo problema
Io non credo che sia giusto in termini anche metodologici alcune osservazioni che venivano fatte dal collega De Carolis
Il quale diceva ci auguriamo che l'Assemblea porti delle modifiche al testo ma non tali da buttarlo snaturare lo nei suoi caratteri fondamentali
Si tratta di una materia delicata e l'equilibrio raggiunto in Commissione a sua volta sottile
Io non credo che proprio in presenza di un voto popolare il problema in quest'Aula per ognuno di noi al di là della parte a cui appartiene sia quello
Degli equilibri politici fra le forze politiche magari fra una maggioranza spesso traballante o comunque spesso non particolarmente compatta o necessarie necessita di equilibri
Fra
Parti o schieramenti apparentemente contrapposte ma credo
Rappresentanti con
Di opposizione
Credo che
Il problema sia invece
Di
Dare una risposta che sia risposta credibile e che diciamo faccia crescere
Una fiducia nelle istituzioni e non la faccio a decrescere questa è certamente una preoccupazione di fondo che noi abbiamo e si è detto anche ed è stato ribadito in quest'Aula che il referendum è stato un
Un referendum improprio un referendum destabilizzante un referendum
Perché aveva resi aveva a fini diversi rispetto alla domande al quesito che poneva il
Alla gente al Paese
Devo dire che dalla nostra parte dobbiamo respingere ancora una volta a cui
Sto
E dimostrano poi anche perché questo non è vero non ci siamo trovati nella nostra storia di radicali
Da anni impegnati sul fronte delle battaglie della giustizia molto spesso ad essere indicati ad essere
Diciamo sottoposti a critiche di questo genere
Ed è una storia lunga quella radicale in tema di giustizia e quella dei referendum sui reati associativi sui reati d'opinione
Che furono respinti a nostro giudizio in costituzionalmente dalla Corte costituzionale se mi si permette di gioco
Fu una battaglia su gli agenti di custodia e contro le carceri speciali quando ancora non c'era
Fu la battaglia contro la legislazione d'emergenza attraverso gli ostruzionismi anche allora impropri anche allora destabilizzanti anche allora gli strumenti che nominavano le istituzioni
Furono le battaglie che passarono attraverso alcune candidature emblematiche che attirarono su di noi
Diciamo rovesciato non si può dire su di noi critiche il peggio che critiche sui giornali tutta la stampa nazionale che furono le candidature Negri e Tortora
Tanto criticate ma che furono in realtà il grimaldello per l'accorciamento dei tempi della carcerazione preventiva
Fecero quelle candidature
E fecero quella provocazione fra virgolette quelle provocazioni unanimemente poi venne riconosciuto essere i termini della carcerazione preventiva precedentemente a undici anni assolutamente
Assurdi e illegittimi e
Che violavano diritti dei cittadini
Questa volta e attraverso poi la battaglia sul caso Tortora la battaglia contro i maxi processo e anche oggi il problema dei maxiprocessi e certamente uno dei problemi che viene dibattuto
Anche nei termini a partire dall'impostazione radicale e dalle critiche che inizialmente devo dire inizialmente da quando si approvarono le fa morire leggi Cossiga o le leggi sul pentitismo ecco noi già denunciavamo
Come
Degrado possibile proprio dell'amministrazione della giustizia
Ed allora credo che anche rispetto a questi referendum
Che hanno appunto nei cui proponenti hanno subito
Dal momento in cui li hanno proposti
In molte sedi linciaggi in particolare sulla stampa i su certa stampa B credo che
Se come lei dico certamente in una delle forze che maggiormente i più strumentalmente si opposta questi referendum
Che è il Partito Repubblicano
Ed è sostanzialmente ci viene detto nel nell'intervento del collega De Carolis vengono dette alcune cose che noi
Per anni ci siamo trovati a dire in solitudine
E che possiamo verificare oggi che diventano se vogliamo
Consapevolezza comune consapevolezza collettiva e cioè che i problemi a giustizia accerto non risiedono solo in questa legge
I problemi della giustizia oggi sono all'attenzione di tutti da ogni parte politica si chiede addirittura che vi sia una sessione parlamentare speciale sul fronte della giustizia quella riforme
Che mai sono state fatte oggi vengono richieste da ogni parte politica e questo ci fa sperare che si apra una stagione di questo genere certo
Se si apre all'insegna della legge che noi andiamo a votare oggi se questa legge non uscirà cambiata dal dibattito parlamentare non auspicabile
Certo però il tema giustizia è all'ordine dell'attenzione delle forze politiche dell'opinione pubblica del Paese
E ci auguriamo buon ultimo dai lavori del nostro Parlamento e e quindi
Dei lavori del nostro Parlamento e quindi della nostra attività legislativa i propositi
Ma io vorrei chiedere al collega De Carolis che appunto dice
E oggi la questione giustizia per Trenitalia ce lo si deve principalmente alla circostanza che poco o nulla è stato fatto da troppi anni nel campo dell'organizzazione strutture giudiziarie della riforma delle procedure
E soprattutto degli ordinamenti
E dove era il collega De Carolis o il Partito Repubblicano negli anni che abbiamo alle spalle quando soli leso lati invocava amo le riforme
Chiudiamo Pozzato chi ha adottato i provvedimenti dell'emergenza e chi ne è stato il pilastro
Il Partito Repubblicano certamente è stato fra questi è quindi in realtà la preoccupazione e se vogliamo il dibattito che investe oggi ci investe tutti e investe quest'Aula
E anche in quale direzione andremo a fare le riforme perché se certa o la direzione è quella
Che è il Partito Repubblicano che oggi il rivendica di essere
Diciamo il capofila dei sostenitori del no anche se all'interno i sostenitori danno delle differenze vanno fatte e rivendica come mi rivendichi in quest'Aula la filosofia
Nell'emergenza delle leggi di emergenza che hanno violato diritti fondamentali costituzionale previsti una Costituzione i cittadini
Che hanno apportato allo stato assolutamente degradato dall'Amministrazione la giustizia al quale oggi ci troviamo a dover dare risposta anche grazie al voto referendario la consapevolezza nel Paese ecco se questa è la strada
Io credo che siamo sulla strada assolutamente sbagliata
Perché la strada è veramente quella di chiudere con il periodo dell'emergenza la strada è quella di svoltare e in questo senso credo
Che per dieci anni ci siamo trovati soli tranne eccezioni certamente ci siamo trovati come
Diciamo contraltare avversari più fanatici e voglio sottolineare fanatici i rappresentanti repubblicani
E tutto questo avveniva anche allora come sostanzialmente avvenuto oggi attraverso un certo copione
Il copione era quello
Dell'urgenza era quello dalle pressioni esterne che si trovi versavano in termini di necessità di risposta
I problemi sul Parlamento ma in realtà le risposte assumevano semplicemente questa necessità e non la necessità di quello che si andava a legiferare delle scelte legislative che si compiva no e nei risvolti in termini di amministrazione della giustizia che ne sarebbero derivati
Ci siamo trovati spesso
Soli ed isolati a rivendicare che il problema non era a dare una risposta all'allarme dell'opinione pubblica quando si votavano i famosi decreti Cossiga le leggi sui pentiti ma che il problema era
Di legiferare bene proprio perché
La risposta che la gente chiedeva era una risposta che ha rafforzasse l'amministrazione della giustizia e non la deteriorarsi a livello a cui è stata deteriorata
Ed allora accerto quando io poi leggo gli interventi Decaro gli schemi dice ci vorrebbe questo quest'altro
La riforma del Codice procedura Penale non ne parliamo ma tutto il resto dico ben venga se anche la forza che maggiormente insieme alle altre per carità di maggioranza e di opposizione compromesso storico praticamente è stato il fulcro
Di questa politica della giustizia ecco ben venga se persino da quella parte e quindi il
Viene la giusta esigenza
Di fare un passo avanti un salto di qualità direi un salto doppio triplo mortale necessità un salto di qualità su questo fronte perché viene proprio dalla Fed dalla forza che ed è stata più retriva in termini di
Politiche di amministra di politica giudiziaria
Ed allora certo io tenevo rivendicare anche il referendum il suo effetto positivo lo ha avuto
Non ho capito mi spiego
No per carità ho detto compromesso storico certamente non passava la legislazione d'emergenza senza il braccio comunista ma certa mente certamente
Ecco la legge reali gli articoli di Bagliani puntuali ogni volta che accadeva qualcosa e che moltiplicavano il meccanismo se vogliamo reazionarie autoritario
Che insediava poi certa legislazioni in questo Parlamento ha certamente ha visto
Nel partito da quelle pubblicano un elemento
Non è solo l'ho detto se non c'era il compromesso storico se non c'erano
Certe contingenze questo non avveniva ed allora credo che giustamente noi oggi qui rivendichiamo che questi referendum non erano impropri
Che questi referendum sono stati un toccasana rispetto a una situazione talmente stagnante che non riusciva a vedere questo Parlamento
In grado manco di fare che cosa quella famosa riforma della responsabilità disciplinare
Che tutti i diteci fosse stata non avrebbe portato a referendum sulla responsabilità civile del magistrato le riforme c'erano depositati in Parlamento c'erano le riforme sulla responsabilità civile dal settantanove per cui in realtà
Non era improprio del referendum ma semplicemente referendum era la giusta conseguenza
Dall'ostruzionismo questo sì di una maggioranza e in particolare del fronte dell'unità nazionale ma di una maggioranza che di queste riforme non si è mai fatto carico perché
Certamente era una scelta politica ben precisa
Che ha dato anche
I suoi frutti
Devo dire i suoi frutti dal punto di vista di chi li ritira li ritiene i frutti ecco da parte nostra ha creato dei guasti gravissimo
Ed allora credo che il problema che noi abbiamo e su questo io ci tenevo a sottolineare perché poi nell'ambito della discussione sugli emendamenti sui singoli articoli andremo
Nel merito specifico dei problemi erano un problema diciamo due problemi di metodo
E cioè che noi oggi non possiamo
Farci scudo poi io rifiuto che si faccia scudo in quest'Aula con il problema della fretta bisogna di corsa tutti insieme approvare questa legge perché il referendum questo vuole
Credo certamente che ci debba essere sollecitudine ma se la fretta spinge
A
Una legge
Che in realtà non tiene conto di quello che è accaduto nel Paese di quella che la nuova sensibilità alla nuova cultura che c'è nel Paese devo dire che sarebbe una fretta
Piatti sarebbe cattiva consigliera in questo caso la fretta e noi non vogliamo che questo avvenga
E per altro verso rifiuto al fatto
Che non sia possibile apportare modifiche in questo senso io richiamo la responsabilità
Dei singoli colleghi rispetto alle scelte che andiamo a votare in una contingenza di questa delicatezza istituzionale
Ed è io devo rifiutare che esistono degli equilibri politici degli equilibri fra i partiti
E
Possano
Sopra valicare la valutazione del voto referendario della necessità di dare una risposta con quella di dare una risposta coerente al voto referendario
Ecco questo lo rivendico se no abdica avremmo
A quella la responsabilità di coscienza individuati individuale
Che compete a tutti noi parlamentari e che in una certa misura veniva ricordata sul fronte appunto del magistrato dal collega bionde quando diceva la responsabilità è fatto di coscienza e mi permetto di osservare
Al collega Biondi che se il fatto di coscienza
A maggior ragione non può avvenire
Diciamo regolamentata la responsabilità o esclusa dalla legge
Perché se il fatto di coscienza e il fatto poi che sia affermato in termini di legge nulla toglie alla coscienza del magistrato ecco e allora però voglio dire ragionamento va anche nel senso inverso
E se questa è una legge che non sancisce
La responsabilità diretta del magistrato
Beh non lo può fare il nome dell'indipendenza e dell'autonomia perché è vero invece che rende più evidente l'auto e l'autonomia del magistrato
Distinte dal momento dalla responsabilità diretta formale B e sono poca cosa rischiano di essere veramente un valore astratto e non concreto o quello realizzato
E allora la cosa che
Volevo ancora evidenziare perché troppe volte ci siamo ritrovati a dover controbattere questa affermazione sia nel dibattito
Nell'imminenza diciamo del referendum ma già prima quando i referendum erano stati depositati perché certo ci siamo trovati a dover combattere con un fronte devo dire molto improprio
Che
A partire dalle resistenze drammaticamente corporative
Perché il quadro che è stato dato al Paese di una magistratura arroccata tutela core corporativa mente dei propri privilegi certamente non è stato
Un buono spettacolo ma dicevo un ponte in proprio che poi vedeva sul no
Schierati dei poteri anomali e che probabilmente rendevano e hanno reso la campagna referendaria non
Limpida non chiaro
E nonostante questo ha certamente il voto ha avuto un lusso un segno
E allora dicevo che anche in quest'Aula
Il taglio del dibattito che c'è stato nella campagna referendaria e che ha interpretato la campagna referendaria ma vorrei dire che ha persino intorbidisce atto l'elaborazione della legge in una certa misura perché
Era un binario su cui che è stato talmente battuto e talmente propagandato che poi non è riuscito ad essere scardinato in questa sede e quindi in una certa misura
Il Parlamento e
Stato influenzato e pesantemente sia dalle posizioni e magistrati non certo per quanto ci riguarda sia dalla campagna di stampa e di schieramento che c'è stato
Direi unanime sulla stampa oltre al fronte imprenditoriali alcuni altri poteri
Più o meno limpidi che su questo fronte si trovavano schierati ecco dico uno dei punti che è stato ribadito e che è stato portato a
A supporto della tesi della responsabilità dello Stato sostanzialmente che la legge che abbiamo oggi a votare
Era che la sentenza della Corte costituzionale
Avesse prescritto la sentenza di ammissione del referendum di ammissibilità del referendum avesse prescritto un diverso trattamento della posizione del magistrato in caso di responsabilità civile
Rispetto alla posizione degli altri dipendenti pubblici così come prevista nell'articolo ventotto della Costituzione
Io voglio che resti agli atti cioè voglio rileggere quella parte della sentenza che parla di questo problema perché voglio che resti come risposta
Agli atti della Camera il punto quattro della sentenza della Corte costituzionale del tre febbraio
Che dice appunto
Che qui vi sia posto per scelte legislative discende proprio dall'articolo ventotto della Costituzione Bove come questa Corte ha già ho modo di precisare
Siamo arrivati al termine di utilizzi finisco subito trova affermazione un principio valevole per tutti coloro
Che sia pure magistrati che svolgono attività statale
Un principio generale che da una parte e li rende personalmente responsabile quindi devo dire la sentenza della Corte e ribadisce che la responsabilità è fatto personale se mai poi
In in altra sede risiede una differenza rispetto alla regolamentazione della responsabilità civile del magistrato ma la responsabilità civile diretta e personale
E questo ribadito dalla Corte costituzionale e quindi diciamo che uno delle
Del
Uno dei pilastri della mistificazione che è stato fatto rispetto al problema dell'autonomia dell'indipendenza del magistrato del fatto
Che al magistrato anche sulla base della sentenza della Corte costituzionale non era applicabile e non rientrava nella fattispecie dell'articolo ventotto termino Presidente
Vi do
Si
So bene che le buone idee vengano sempre alla fine provvisti recuperi finali solo chiedo scusa Presidente europei con lui di tolleranza per mi pare un discorso all'unione dei dati al mondo massima paragonabile all'uguaglianza delle posizioni per carità avevo Vittorio Emanuele non era già permessa di fare un esemplare una deroga sarebbe la beneficiaria prima ma lo posso fare
Va bene ma
Io l'amico Bragaglio la ringrazio Presidente credo che i colleghi che sono qui presenti anche se poi in questo senso non hanno espresso proprio nella giusta interpretazione sentenza la Corte Costituzionale sappiano
Anche il termine di quanto io stavo leggendo ecco concludo dicendo
Che credo che il referendum certamente hanno avuto il loro effetto positivo e costituiscono una vittoria per il Paese
Ecco cerchiamo di far sì che questa sede questo Parlamento noi che dai cittadini siamo delegati a rappresentarli
Non siamo inferiori alle aspettative per con il voto referendario si sono realizzate e si sono manifestate nel nostro Paese grazie
Grazie alla Libia però una registrazione del diciannove dicembre ottantasette con questo intervento dell'ex segretario e per l'Inter
Pronunciata alla Camera quando in quella sede si discusse attuale legge sulla responsabilità civile dei magistrati dopo il successo
Già da novembre di quell'anno concludiamo che questo spazio di informazione
Di riflessione